...

Brindisi. Modulo richiesta piantine forestali_2 - ARIF

by user

on
Category: Documents
7

views

Report

Comments

Transcript

Brindisi. Modulo richiesta piantine forestali_2 - ARIF
Agenzia Regionale per le Attività Irrigue e Forestali
Sezione Prov. di BRINDISI
Via Tor Pisana, 120 - BRINDISI
cell. aziendale 347/0904033
fax 0831/544243
e-mail: [email protected]
Il sottoscritto ________________________________________nato a __________________________________ il _______________________,
Codice Fiscale: _________________________________ residente a __________________________ in via ____________________________,
tel . ________________________ e-mail ___________________________________dovendo realizzare uno spazio a verde (o rimboschire) una
superficie di mq _________ in agro di ___________________________, località __________________________, fg. ______, p.lla _________,
CHIEDE
la concessione delle seguenti piantine forestali, da mettere a dimora nello spazio indicato:
QUERCIE
Fragno
Vallonea
Sughera
Roverella
Leccio
N°
SPECIE ARBOREE
CONIFERE
Cipresso
Ginepro coccolone
N°
ALTRE LATIFOGLIE
N°
Acacia sal.
Bagolaro
Carrubo
Pino da frutto
Pino d'Aleppo
Orniello
Pioppo bianco
Pioppo cipressino
Tamerice
ARBUSTI
SPECIE ARBUSTIVE
ARBUSTI ALTI
N°
Alaterno
Fillirea
Ginestra
Lentisco
Ligustrino
Mirto
Oleandro
Olivastro
Piracanta
Pittosporo
Sede Provinciale
Via Tor Pisana, 120
72100 – Brindisi
P. IVA/CF: 07026760723
N°
Alloro
Corbezzolo
Ligustro
Viburno
ARBUSTI AROMATICI
Rosmarino
Timo
info:
Tel 0831 544242
Fax 0831 544243
Mail: [email protected]
web:
www.arifpuglia.it
N°
CONDIZIONI PER LA CONCESSIONE
1. La Sezione Provinciale A.R.I.F., compatibilmente con le disponibilità dei vivai, soddisferà le richieste pervenute prodotte sul presente
stampato, predisposto da quest’Ufficio, dal 1 settembre al 28 febbraio di ogni anno, evadendole in ordine di arrivo dando comunque la
precedenza agli Enti delegati e finanziati per la forestazione, ai privati con progetti approvati dalla CEE o da altri Enti, alle Scuole, agli Enti per
altri usi, ed infine ai privati.
2. Le piantine sono soggette ad un contributo per rimborso spese pari ad € 1,00 iva inclusa al 10% per piantina in contenitore. Quantità e
caratteristiche del materiale fornito ed ammontare del relativo importo verranno notificati al richiedente; La lettera di concessione costituisce
impegno per L’ A.R.I.F. alla fornitura delle piante solo se il richiedente avrà provveduto, entro 30 giorni dal ricevimento dalla stessa, a versare
l’importo corrispondente all’ammontare della fornitura sul c/c n. 8097258 intestato a: A.R.I.F. (Agenzia Regionale per le Attività Irrigue e
Forestali) Via L. Corigliano 1 – BARI con causale: “Concessione piantine forestali”;
3. Le piante potranno essere ritirate, presso il vivaio indicato, a partire dal 1 novembre e comunque non oltre il 31 Marzo, dal Lunedì al
Venerdì, dalle ore 8 alle ore 12,30. Il ritiro non potrà aver luogo nel caso in cui particolari eventi atmosferici dovessero rendere inagibili le
aiuole dei vivai e difficoltosa la fornitura delle piantine, nel qual caso la data di scadenza del ritiro sarà prorogata di gg.15.
4. Le piantine non potranno essere vendute o cedute ad altri a qualsiasi titolo;
5. La consegna avverrà dietro presentazione della ricevuta del versamento attestante il pagamento delle piante da ritirare, ogni responsabilità
dell’A.R.I.F. cessa all’atto della presa in consegna delle piante da parte del vettore che ne assume il trasporto, il mancato ritiro delle piante nei
termini fissati, verrà considerata “rinuncia” e non darà luogo ad alcun rimborso;
6. Qualità e quantità delle piante saranno verificabili all’atto del ritiro delle stesse da parte dell’acquirente o da persona di propria fiducia;
7. Si fa carico al richiedente di munirsi dell’occorrente necessario all’imballaggio, trasporto, ecc....;
8. Non saranno accettati reclami per il mancato attecchimento delle piante, potendo lo stesso dipendere dalla mancanza di appropriate cure
protettive delle medesime nel tempo intercorrente tra il ritiro e la messa a dimora, dalla natura del terreno, dall’andamento climatico, dalle
modalità di esecuzione della piantumazione, ecc. Per qualsiasi controversia è competente il foro del capoluogo della provincia presso cui viene
presentata la domanda.
9. L’A.R.I.F. resta in ogni caso sollevata da qualsiasi responsabilità qualora cause ad essa non imputabili, non consentano il buon esito della
fornitura;
10. Il sottoscritto consentirà a codesto Ufficio qualsiasi verifica o controllo nelle zone oggetto del rimboschimento.
11. Il sottoscritto dichiara di aver preso conoscenza delle condizioni di cessione riportate e di accettare ai sensi e per gli effetti degli artt.1341 1342 del Codice Civile.
12. Per richieste da 201 a 500 piantine, allegare una planimetria della zona di intervento, con adeguata relazione tecnica. Oltre le 500
piantine, allegare un regolare progetto con firma di un tecnico abilitato.
13. Al fine di un recupero dei materiali nell’ottica di una politica di riciclaggio si chiede agli utenti di riportare i vasetti in plastica alla
sede del vivaio di Restinco, ogni 20 vasi vuoti restituiti verrà offerta agli utenti una piantina.
CRITERI DI SCELTA E OBIETTIVI
Gli obiettivi che la politica forestale regionale si pone attraverso i vivai forestali è incoraggiare gli enti pubblici e i privati verso l’utilizzo di
specie vegetali autoctone. La conservazione e il ripristino del paesaggio passa attraverso l’elemento vegetale che ne determina le caratteristiche
visive salienti, oltre a svolgere un importante funzione ecologica – protettiva.
Le piante in concessione comprendono le principali specie spontanee presenti nel territorio provinciale, tra queste oltre le specie ubiquitarie
riscontrabili sull’intero territorio quali lentisco, mirto e fillirea, altre risultano più specifiche di determinati ambienti.
Tra le specie arboree, ad esempio, il Fragno ha un areale ricadente nell’area nord del territorio Brindisino, in particolare nelle colline calcaree
dei comuni Ceglie Messapica, Cisternino, Villa Castelli, Fasano e Ostuni, mentre la Vallonea presenta caratteristiche ecologiche corrispondenti
alla piana Brindisina, il ginepro fenicio e il ginepro coccolone, invece, ricadono in un habitat tipicamente costiero. La scelta delle specie da
mettere a dimora dovrà essere orientata dal paesaggio vegetale reale o potenziale in cui la stessa specie si ritrova spontanea.
Le varie specie vegetali entrano nel paesaggio a costituire boschi, siepi e giardini. La gran parte delle specie arbustive della macchia
mediterranea, per resistenza a condizioni di aridità e le buone risposte a interventi di tosatura, si prestano alla costruzione di siepi su vasta scala
utili, ad esempio, a costituire schermature per infrastrutture quali strade, pannelli solari, zone industriali. Le siepi risultano estremamente utili
per filtraggio delle polveri, la regimazione delle acque, la protezione dai rumori e offrono importanti rifugi e risorse trofiche per la fauna
selvatica, in particolare negli ambienti intensamente coltivati e nelle aree periurbane fortemente antropizzate.
Brindisi, li _____________________________
Il Richiedente ____________________________________
N.B.: L’UFFICIO RICEVENTE UTILIZZERÀ I DATI PERSONALI INDICATI NELLA PRESENTE DOMANDA SOLO AI FINI DELL’ASSEGNAZIONE DELLE PIANTINE, AI
SENSI DELLA LEGGE 675/96.
Sede Provinciale
Via Tor Pisana, 120
72100 – Brindisi
P. IVA/CF: 07026760723
info:
Tel 0831 544242
Fax 0831 544243
Mail: [email protected]
web:
www.arifpuglia.it
Fly UP