...

Esempi prova scritta

by user

on
Category: Documents
7

views

Report

Comments

Transcript

Esempi prova scritta
ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI IN
TECNOLOGIE DELL’INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE
c/o DIBE – Università di Genova – Via Opera Pia 11/A, 16145 Genova
PROCEDURA DI SELEZIONE PER
L’ASSEGNAZIONE DI POSTI DI ALLIEVO
E BORSE DI STUDIO
PER LA LAUREA MAGISTRALE
PROVA SCRITTA
Genova, 9 settembre 2009
ISTRUZIONI PER LO SVOLGIMENTO DELLA PROVA SCRITTA
Nelle prossime pagine troverete

60 quesiti a risposta multipla suddivisi in 2 gruppi (30 quesiti per ogni gruppo).
I temi dei gruppi sono: capacità logiche e cultura generale. Rispondete al più a 20 quesiti a
scelta tra i 30 che vi sono proposti per ognuno dei 2 gruppi. I quesiti sono tra loro
equivalenti per quanto riguarda il punteggio assegnato in fase di valutazione. Il peso
relativo delle risposte a ciascuno dei due gruppi rispetto alla prova scritta nel suo
complesso è pari a 1/5, per un totale di 2/5.
Per ciascun gruppo di quesiti, nel caso rispondiate a più di 20 quesiti, verranno
considerate solo le risposte ai primi 20 quesiti da voi scelti.

un titolo per lo svolgimento di un breve elaborato di italiano (della lunghezza massima
di una facciata) che servirà per verificare le capacità lessico-grammaticali, le capacità di
sintesi e la comprensione degli obiettivi dei percorsi formativi di ISICT e che darà luogo
ad una valutazione tra 0 e 30;

Quesiti specialistici divisi in 12 gruppi: da S1 a S12.
Rispondete ai quesiti di al più 4 gruppi a scelta tra i 12 che vi sono proposti. I gruppi
sono tra loro equivalenti per quanto riguarda il punteggio assegnato in fase di
valutazione (anche se il numero di domande è differente tra un gruppo e l’altro); il
massimo punteggio ottenibile per ciascun gruppo di quesiti è di 10 punti.
Nel caso rispondiate a più di 4 gruppi verranno considerate solo le risposte ai primi 4
gruppi da voi scelti.
Per ogni domanda, identificate la risposta corretta contrassegnandola con una crocetta e
riportate lo svolgimento che porta alla soluzione sui fogli allegati, utilizzando il retro
degli stessi nel caso in cui lo spazio a disposizione non risultasse sufficiente.
CULTURA GENERALE
Rispondete a 20 dei seguenti 30 quesiti tenendo presente che per ogni quesito sempre una e solo una
delle risposte è corretta. Riportate il risultato nella tabella CULTURA GENERALE allegata apponendo
una X sulla risposta ritenuta corretta. Nel caso rispondiate a più di 20 quesiti, verranno considerate solo
le prime venti risposte.
1. Il tempio per gli antichi era:
a)
b)
c)
d)
un edificio di rappresentanza
il centro della città
un luogo di culto
un luogo commerciale
2. A quale tipo di film viene attribuita la definizione di kolossal?
a) film la cui durata supera le tre ore
b) film di genere storico
c) film in cui tutto è svolto in grandi dimensioni, a partire dal budget, al cast di attori
sino alle scenografie, agli effetti speciali ed al lancio pubblicitario
d) film che ha avuto un clamoroso insuccesso
3. Quale di questi compositori non è austriaco?
a)
b)
c)
d)
Mozart
Beethoven
Schubert
Schonberg
4. In che anno fu istituita la NATO?
a)
b)
c)
d)
5.
1959
1956
1989
1949
Niccolò Paganini è nato a
a)
b)
c)
d)
Napoli
Genova
Milano
Nizza
6.
La Nigeria non confina con
a)
b)
c)
d)
Camerun
il Niger
il Benin
il Senegal
7. Catena montuosa al confine tra Europa e Asia è
a)
b)
c)
d)
Urali
Carpazi
Himalaya
Pirenei
8. L’estetica non si occupa
a)
b)
c)
d)
della conoscenza del bello naturale
dell'essere in quanto tale, nonché delle sue categorie fondamentali
della conoscenza del bello artistico
del giudizio di gusto
9. Chi vigila affinché venga applicata la Costituzione?
a)
b)
c)
d)
CSM
Corte Costituzionale
Capo del Governo
Capo dello Stato
10. Il mandato Parlamentare in Italia dura
a)
b)
c)
d)
5 anni
4 anni
2 anni
8 anni
11. La Pubblica Amministrazione è
a) l’ente che amministra la giustizia
b) l'insieme degli enti e degli organi che svolgono quel complesso di attività con le
quali si provvede alla cura degli interessi pubblici
c) l’ente che si occupa dell’istruzione
d) l’ente che gestisce le grandi opere pubbliche
12. Non è un organismo europeo
a)
b)
c)
d)
La NATO
La BCE
Il Parlamento Europeo
il Consiglio dell’Unione Europea
13. I deputati della Camera dei Deputati del Parlamento italiano sono in numero di
a)
b)
c)
d)
630
163
910
253
14. La nostra Costituzione disciplina la proprietà privata?
a)
b)
c)
d)
sì
no
sì, ma solo quando parla di espropriazione
no, tranne che per il Capo dello Stato e il Capo del Geverno
15. Hermann Hesse è stato
a)
b)
c)
d)
un musicista (tra le sue composizioni: Il flauto magico)
uno psicologo (tra le sue opere: L’interpretazione dei sogni)
uno scrittore e poeta tedesco (tra i suoi romanzi: Siddharta)
un fumettista (autore di Corto Maltese)
16. In quale città italiana trovo la Mole Antonelliana?
a)
b)
c)
d)
Torino
Napoli
Firenze
Genova
17. Chi introdusse la catena di montaggio nel sistema produttivo?
a)
b)
c)
d)
Johann (o Johannes) Gänsfleisch detto Gutenberg
Edouard Michelin
Alfred Nobel
Henry Ford
18. Di quale evento è stata teatro la Piazza Tien-An-Men a Pechino?
a) di uno dei crolli della borsa più importanti della storia moderna
b) di una serie di dimostrazioni guidate dagli studenti insieme ad intellettuali e operai
nella Repubblica Popolare Cinese tra il 15 aprile ed il 4 giugno 1989.
c) della nascita della rivoluzione culturale lanciata da Mao nel 1966
d) degli scontri tra l’esercito della Repubblica Popolare Cinese e i monaci tibetani
19. Port-Louis è la capitale di quale stato insulare?
a)
b)
c)
d)
Fiji
Seychelles
Mauritius
Maldive
20. Quale tra questi non è un evangelista?
a) Marco
b) Matteo
c) Paolo
d) Giovanni
21. Dov'era situato il campo di sterminio di Dachau?
a)
b)
c)
d)
Polonia
Germania
Austria
Italia
22. Chi scrisse “Uno, nessuno e centomila?”
a)
b)
c)
d)
Moravia
Pirandello
Fo
Svevo
23. Chi scrisse il romanzo “Il giovane Holden”?
a)
b)
c)
d)
Salinger
Hesse
Tolstoj
Hemingway
24. Lo Sputnik 1 , il primo satellite artificiale in orbita nella storia, fu lanciato il 4 ottobre
1957 da dove?
a)
b)
c)
d)
U.S.A.
Kazakistan (ex Unione Sovietica)
Germania
Giappone
25. Per Ground Zero si intende
a) Il livello normale di un’attività sismica
b) il nome dato al luogo nel centro di Manhattan sul quale, prima degli attacchi
terroristici dell'11 settembre 2001 sorgevano le Torri Gemelle,
c) il nome dato all’attacco terroristico alle Torri gemelle
d) La temperatura in cui l’acqua diventa ghiaccio
26. Oliviero Toscani, il noto fotografo, si è occupato per anni della pubblicità della
a) Nike
b) Benetton
c) Mercedes-Benz
d) Mulino Bianco
27. I Beatles sono stati un gruppo musicale di Liverpool, forse il più famoso nella storia: chi
di questi non ne faceva parte?
a)
b)
c)
d)
John Lennon
Paul McCartney
Ringo Starr
Boy George
28. Il celebre naturalista Charles Darwin nacque nel 1809 in
a)
b)
c)
d)
Inghilterra
Canada
Stati Uniti d’America
Austria
29. Lo scienziato Isaac Newton non si occupò di
a)
b)
c)
d)
effetto fotoelettrico
calcolo differenziale
gravitazione universale
moto dei corpi celesti
30. Quale di queste nazioni non appartiene – neppure in parte - alla penisola scandinava?
a)
b)
c)
d)
Danimarca
Finlandia
Norvegia
Svezia
CAPACITA’ LOGICHE
Rispondete a 20 dei seguenti 30 quesiti tenendo presente che per ogni quesito sempre una e solo una
delle risposte è corretta. Riportate il risultato nella tabella CAPACITA’ LOGICHE allegata apponendo
una X sulla risposta ritenuta corretta. Nel caso rispondiate a più di 20 quesiti, verranno considerate solo
le prime venti risposte.
1.
Se l'affermazione
il giovedì si mangiano gnocchi
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
nessuno mangia gnocchi al giovedì
al giovedì non si mangiano gnocchi
ci sono dei giovedì in cui nessuno mangia gnocchi
tutti i giovedì c'è qualcuno che non mangia gnocchi
nessuna delle precedenti affermazioni è corretta
2.
Se l'affermazione
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
il piumino non lo metto quando piove e fa freddo
il piumino lo metto quando piove o fa freddo
il piumino lo metto quando non piove e non fa freddo
il piumino lo metto quando non piove o non fa freddo
nessuna delle precedenti affermazioni è corretta
3.
Se l'affermazione
è falsa, allora:
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
x è un numero dispari non primo
x è un numero intero dispari oppure non è primo
x non è un numero intero
x non è un numero intero pari e non è un numero primo
nessuna delle precedenti
4.
Se è vero che chi dorme non piglia pesci
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
chi non dorme piglia pesci
chi pesca non dorme
chi piglia pesci non dorme
chi non dorme pesca
c'e chi non dorme e piglia pesci
è falsa, allora:
quando piove e fa freddo metto il piumino è falsa, allora:
x è un numero intero pari oppure è un numero primo
allora:
5.
Se x, y, w, z sono numeri e sappiamo che
possiamo concludere che
x<y
e
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
xy < wz
xz < yw
xw < yz
x2 < y2
oppure
w2 < z2
nessuna delle precedenti affermazioni è corretta
6.
Quale delle seguenti affermazioni è corretta ?
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
ogni numero intero è minore del suo quadrato
ci sono numeri interi che non sono maggiori del loro quadrato
nessun numero intero è minore del suo quadrato
ci sono numeri interi non confrontabili con il loro quadrato
nessuna delle precedenti affermazioni è corretta
w<z
7.
A seguito di grave crisi dell'azienda, il padrone delle ferriere riduce tutti gli stipendi dei
dipendenti del 30% a partire da gennaio 1809. Passata la crisi, a Natale del 1818, il padrone delle ferriere
fa il grande annunzio ai suoi dipendenti: tutti gli stipendi verranno aumentati del 35% a partire da gennaio
del nuovo anno.
Sapendo che dopo la riduzione del 30% non ci sono state altre variazioni di stipendio, possiamo dire che
(a)
gli stipendi di gennaio 1819 sono aumentati del 5% rispetto a quelli di dicembre 1808
(b)
gli stipendi di gennaio 1819 sono aumentati del 2.5% rispetto a quelli di dicembre 1808
(c)
gli stipendi di gennaio 1819 sono uguali a quelli di dicembre 1808
(d)
gli stipendi di gennaio 1819 sono inferiori a quelli di dicembre 1808
(e)
per sapere se gli stipendi sono aumentati o diminuiti bisognerebbe conoscere il tasso di inflazione
nel periodo che ci interessa
8.
Sul cocuzzolo di una montagna spelacchiata sorge un borgo che non ride da molti anni. Gli
abitanti sono solo 300; il più giovane ha 51 anni ed il più vecchio ne ha 95. Allora:
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
ci sono almeno 6 abitanti che hanno la stessa età
ci sono al piú 10 abitanti che hanno la stessa età
ci sono almeno 10 abitanti con età compresa tra i 60 ed i 70
c'e' solo una persona che ha 51 anni e solo una persona che ha 95 anni
nessuna delle affermazioni precedenti è vera
9.
I calcolatori attualmente in uso sono binari, costruiti a partire da dispositivi di base che hanno solo
due stati, per lo piè indicati coi due simboli 0 ed 1; tutta l'informazione si rappresenta quindi utilizzando
questi due simboli 0 ed 1. È possibile concepire (ed in effetti sono stati costruiti) calcolatori ternari.
Indichiamo con 0, 1, 2 i tre stati di base e rappresentiamo in notazione posizionale con questi tre simboli
(che chiameremo cifre ternarie) i numeri interi non negativi:
notazione decimale
notazione ternaria
0
1
2
3
4
5
6
7
8
9
...
0
1
2
10
11
12
20
21
22
100
...
Quindi con una cifra ternaria rappresentiamo i numeri fino a 2 (decimale), con 2 cifre ternarie
rappresentiamo i numeri fino a 8 (decimale), ...
Seguendo questo schema ed utilizzando n cifre ternarie
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
si possono rappresentare tutti
si possono rappresentare tutti
si possono rappresentare tutti
si possono rappresentare tutti
si possono rappresentare tutti
gli interi da 0 a 3n (incluso)
gli interi da 0 a 3n (incluso)
gli interi da 0 a n3 (incluso)
gli interi da 0 a 3n3 (incluso)
gli interi da 0 a 3n-1 (incluso)
10.
Durante una delle sue passeggiate nei boschi, Dante arriva ad un trivio, da cui partono tre sentieri:
uno rosso, uno verde ed uno giallo, ciascuno con un cartello dello stesso colore.
Il cartello rosso dice: il sentiero verde non porta all'Inferno
Il cartello verde dice: questo sentiero non porta all'Inferno
Il cartello giallo dice: sentiero per l'Inferno
Sapendo che delle tre scritte almeno una è vera ed almeno una è falsa e che uno ed uno solo dei tre
sentieri porta all'Inferno, possiamo concludere che:
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
scegliendo il sentiero giallo Dante finisce all'Inferno
scegliendo il sentiero verde Dante finisce all'Inferno
scegliendo il sentiero rosso Dante finisce all'Inferno
non è vero che uno solo dei sentieri porta all'Inferno
non è vero che c'è un sentiero che porta all'Inferno
11.
Sin dalle elementari abbiamo imparato e scrivere ed interpretare espressioni aritmetiche e
sappiamo, ad esempio, che (a+3)  27 è una espressione corretta, mentre (a++3) 27 ed
anche (a+3  27 non sono espressioni corrette.
Consideriamo ora delle espressioni un po' particolari definite come segue:
1.
i simboli utilizzabili sono solo: a
b
c
A
B
C
#
%
[
]
2.
le espressioni corrette si ottengono (solo) usando le regole seguenti
2.1
una lettera (tra quelle del punto 1) è una espressione
2.2
se E1 ed E2 sono espressioni, allora [ E1 # E2 ]
è una espressione
2.3
se E è una espressione, allora E % è una espressione
Ad esempio:
espressioni corrette
espressioni non corrette
b
A
[ c # B ]
[ [ c # B ] # A ]
C %
[ [ c # B ] # A ] %
Nota: gli spazi non contano, quindi sono equivalenti
x
Z
c # B
[ c # B ] # A
[ C ] %
[ C % ]
B%
B %
B
%
Allora:
(a)
[ [ c # B ] # A % ]
è una espressione corretta
(b)
[ [ c # B ] # A % ]
non è una espressione corretta
(c)
[ [ c # B ] # A % ]
[ [ c # B %] # A % ]
è una espressione corretta e
non lo è
(d)
[ [ c % # B ] # A]
non sono espressioni corrette
e
(e)
nessuna delle precedenti affermazioni è vera
[ [ c # B %] # A]
12.
Aldo e Giovanni e Giacomo sono fratelli. Quando Giovanni è nato Aldo aveva 12 anni ed
Giacomo ne aveva 7. Ieri Giovanni ha compiuto gli anni e si è reso conto di avere la metà degli anni di
Aldo.
Allora:
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
Giovanni ha 12 anni, Aldo ne ha 24 e Giacomo ne ha 19
Giovanni ha 12 anni, Aldo ne ha 24 e Giacomo ne ha 14
Giovanni ha 6 anni, Aldo ne ha 18 e Giacomo ne ha 13
Giovanni ha 6 anni, Aldo ne ha 12 e Giacomo ne ha 7
le informazioni date non sono sufficienti a determinare l'età dei tre fratelli.
13.
Sia n un intero maggiore di 0. Definiamo
n! = n  (n-1)  (n-2)  ...  1.
Quindi, ad esempio 1! è 1 mentre 5! è 120 (120 = 5  4  3  2  1).
Allora, se n è pari possiamo concludere che:
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
n! < 10n
n! > 10n
n! > (n/2) (n/2)
n! < (n/2) (n/2)
nessuna delle affermazioni precedenti è vera
14.
Consideriamo tutte le parole di lunghezza 44 che si possono ottenere utilizzando (solo) le 8 lettere
seguenti:
a
b
d
f
A
B
D
F
Adesso trasformiamo tutte le A in a, tutte le B in b, tutte le d in D, tutte le f in F.
Quante sono ora le parole diverse di lunghezza 44 ?
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
444
844 / 2
822
843
422
15.
Abbiamo delle perline colorate in 5 colori diversi; quante collane composte da 100 perline si
possono fare con la limitazione che due perline adiacenti devono avere colore diverso ?
(nota: abbiamo perline in quantità sufficiente per i nostri scopi; la prima e l'ultima perlina della collana
non le consideriamo adiacenti).
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
250
1005 / 2
5100 / 2
5 (499)
100!
16.
In un villaggio c'è un unico barbiere; questo barbiere rade tutti e soli gli uomini del villaggio che
non si radono da soli. Il problema è: chi rade il barbiere ? Infatti se si rade, questo è in conflitto col fatto
che rade solo quelli che non si radono da soli; d'altro canto, se non si rade, allora dovrebbe radersi ....
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
Il problema: chi rade il barbiere ? è insolubile
Il problema: chi rade il barbiere ? ha una soluzione solo all'infinito
Il problema: chi rade il barbiere ? è ambiguo
Il problema: chi rade il barbiere ? è privo di senso
Se il barbiere è una donna il problema ha soluzione
17
La sequenza di numeri 1, 3, 7, 15, 31, 63 prosegue con
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
18
99
101
127
169
Non c’è una regola logica
Quale di questi nomi (anagrammati) non è quello di un ragazzo
(a) TEBORRO
(b) DEBENETTO
(c) GILLEGUMO
(d) LORNADA
(d) REVENE
19
Quale fra questi personaggi è da scartare
(a) Foscolo
(b) Leopardi
(c) Parini
(d) Badoglio
(e) Dante
20
Quale fra questi numeri è da scartare?
(a) 25
(b) 36
(c) 78
(d) 144
(e) 196
21
Quale fra questi animali è da scartare
(a) aringa
(b) balena
(c) pescecane
(d) barracuda
(e) merluzzo
22
Quale fra queste divinità è da scartare
(a) Giove
(b) Apollo
(c) Marte
(d) Nettuno
(e) Mercurio
23 Del personale di un ufficio si sa che "almeno un maschio non è celibe", che "tutti i laureati sono
celibi" e che non è vero che "almeno un maschio non è maggiorenne". Si può dedurre che in quel ufficio:
(a) nessun maggiorenne non è coniugato
(b) almeno un maggiorenne non è coniugato
(c) tutti i celibi sono laureati
(d) almeno un maggiorenne è coniugato
(e) almeno un celibe non è maggiorenne
24 Una piccola ditta ha 15 dipendenti suddivisi in 4 filiali con almeno un dipendente per ogni filiale.
Allora una e una sola delle seguenti affermazioni è sempre vera (indipendentemente dalla distribuzione
tra le filiali)
(a) esistono due filiali con almeno cinque dipendenti ciascuna
(b) se esiste una filiale con due dipendenti, ne esiste un'altra con almeno cinque
(c) esistono almeno due filiali con al più tre dipendenti ciascuna
(d) se esiste una filiale con tre dipendenti, ne esiste un'altra con almeno sei
(e) se esiste una filiale con un solo dipendente, ne esiste una con almeno sei
25 Alì e Mustafà parlano dei loro harem. Alì si vanta: "Mostrami una fanciulla del tuo harem, e io ne
troverò, nel mio, una più bella !"
Ammettendo che Alì stia dicendo la verità, allora si può affermare che:
(a) tutte le fanciulle dell'harem di Alì sono più belle di una qualunque fanciulla dell'harem di
Mustafà
(b) nell'harem di Alì c'è una fanciulla più bella di tutte le fanciulle dell'harem di Mustafà
(c) nell'harem di Mustafà c'è una fanciulla più brutta di tutte le fanciulle dell'harem di Alì
(d) nell'harem di Mustafà c'è una fanciulla che è più bella di almeno una fanciulla dell'harem di
Mustafà
(e) per ogni fanciulla dell'harem di Alì ce ne è una più brutta nell'harem di Mustafà
26
In una classe ci sono 25 ragazzi: 17 praticano il ciclismo, 13 il nuoto, 8 lo sci. Nessuno pratica tutti
e tre gli sport. Nell'ultimo compito in classe gli "sportivi" (cioè quelli che praticano almeno uno
sport) sono andati bene: hanno preso tutti 8 o 9. Invece 6 ragazzi della classe hanno preso meno di
8. Possiamo dedurre che:
(a) tre nuotatori sanno sciare
(b) non è escluso che uno sportivo abbia preso il voto 10
(c) due soli nuotatori sanno sciare
(d) qualcuno nella classe ha preso il voto 10
(e) tutti i nuotatori sanno sciare
27
Si consideri la proposizione " Nessun uomo può avere più di una moglie". Dire che tale
proposizione è FALSA significa che:
(a) tutti gli uomini possono avere più di una moglie
(b) nessun uomo ha una sola moglie
(c) almeno un uomo può avere più di una moglie
(d) almeno un uomo ha una sola moglie
(e) tutti gli uomini hanno una sola moglie
28
Le lettere dell’alfabeto contenute nel testo fra virgolette dell’unica risposta corretta di questo
quesito sono esattamente
(a) “una”
(b) “tre”
(c) “cinque”
(d) “quattro”
(e) “due”
29
Scegliere tra le cinque alternative proposte quella che completa la serie
16 6 11
20 8 14
19 5 ?
(a) 12
(b) 13
(c) 14
(d) 15
(e) 16
30
Un chimico, studiando una soluzione, constatò che se si tingeva di arancione allora in essa era
presente del sodio o del potassio; constatò inoltre che, sempre se si tingeva di arancione, se non
c’era sodio c’era ferro e che, se c’era potassio c’era anche jodio
(a) la soluzione contiene solo sodio e diventa arancione
(b) la soluzione contiene solo jodio e diventa arancione
(c) la soluzione contiene solo potassio e diventa arancione
(d) la soluzione contiene sodio e potassio, non contiene jodio e diventa arancione
(e) la soluzione non contiene né sodio né ferro e si tinge di arancione
TEMA
Il valore delle competenze manageriali, accompagnate a quelle tecniche, per l'inserimento nel
mondo del lavoro e per la crescita professionale
……………………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
Esercizi di Elettronica Digitale
Esercizio S-1
Si consideri la seguente rete logica sequenziale, sincrona con il clock CK e composta da tre FF-D PET
(Positive Edge Triggered). La rete dispone di un ingresso (IN), un’uscita (OUT) e un RESET asincrono.
1) Si supponga che l’ingresso IN sia fissato al valore logico “0” e che il segnale RESET si attivi per un
breve istante, portando tutti i FF al valore “0”. Dopo quanti fronti di salita del clock il sistema si riporta
nella configurazione di partenza (ovvero con tutti i FF nuovamente al valore “0”) ?
a)
b)
c)
d)
e)
f)
il sistema rimane sempre nella configurazione di partenza
1
2
3
4
il sistema non ritorna mai nella configurazione di partenza
2) Si supponga che l’ingresso IN sia fissato al valore logico “1” e che il segnale RESET si attivi per un
breve istante, portando tutti i FF al valore “0”. Dopo quanti fronti di salita del clock il sistema si riporta
nella configurazione di partenza (ovvero con tutti i FF nuovamente al valore “0”) ?
a)
b)
c)
d)
e)
f)
il sistema rimane sempre nella configurazione di partenza
1
2
3
4
il sistema non ritorna mai nella configurazione di partenza
3) Si supponga di progettare una nuova rete logica sequenziale con la stessa funzionalità del sistema
originale. Qual è il minimo numero necessario di FF ?
a)
b)
c)
d)
4
3
2
1
Esercizio S-2
Si consideri il seguente diagramma di flusso che descrive il funzionamento di una Macchina di Mealy ad
un ingresso (IN) e un’uscita (OUT). Si supponga che il registro di stato della macchina [X,Y,Z] sia
realizzato con tre Flip-Flop D PET (Positive Edge Triggered) i cui ingressi sono denominati,
rispettivamente, Dx, Dy e Dz.
XYZ
1) Quale di queste equazioni booleane descrive la rete logica dello stato successivo relativa al Flip-Flop X
?
a)
b)
c)
d)
Dx = NOT(Y)
Dx = X AND Y
Dx = X AND Y AND Z
Dx = NOT(X)
2) Quale di queste equazioni booleane descrive la rete logica dello stato successivo relativa al Flip-Flop Y
?
a)
b)
c)
d)
Dy = NOT(Y) AND Z OR NOT(IN) AND X AND Z
Dy = NOT(Z) AND Y OR NOT(X) AND Z
Dy = NOT(Z) AND NOT(IN)
Dy = NOT(X) OR NOT(IN) AND NOT(Z)
3) Quale di queste equazioni booleane descrive la rete logica dello stato successivo relativa al Flip-Flop Z
?
a)
b)
c)
d)
Dz = NOT(Y) AND Z
Dz = NOT(Z) AND Y
Dz = NOT(Y)
Dz = NOT(Z)
4) Quale di queste equazioni booleane descrive la rete logica relativa all’uscita OUT ?
a)
b)
c)
d)
OUT = X OR NOT(IN) AND NOT(Y)
OUT = NOT(X) OR NOT(IN) AND NOT(Y)
OUT = NOT(X) OR NOT(IN)
OUT = X OR IN AND Y
S-3 INFORMATICA
LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE (4+3 domande)
S-3.1 Si consideri il seguente programma Java:
abstract class Abs {
Object item;
Object getItem(){return item;}
}
class A extends Abs {
String item;
A(String item){this.item=item;}
String getItem(){return item;}
}
class Gen<I extends Abs> {
I i;
Gen(I i) {this.i=i;}
}
class Main {
public static void main(String[] args) {
A a1=new A("a1");
A a2=new A("a2");
Gen<Abs> g1=new Gen<Abs>(a1);
Gen<A> g2=new Gen<A>(a2);
System.out.println(...);
}
}
Si scelga, per ognuno dei casi elencati sotto, quale dei seguenti risultati si ha mettendo al posto dei puntini
uno dei codici indicati:
1. g1.i.item
a2 object
Errore statico null
a2
2. g2.i.item
a2 object
Errore statico null
a2
3. g1.i.getItem().concat(" object")
a2 object
Errore statico null
a2
4. g2.i.getItem().concat(" object")
a2 object
Errore statico null
a2
S-3.2 Si consideri l'alfabeto {a,b,@,#} e la seguente grammatica:
U ::= T # U | T @ U | b T
T ::= a | T a | T b
sì
1) La stringa [email protected]#ba appartiene al linguaggio di tipo U?
2) La stringa [email protected]#ba appartiene al linguaggio di tipo U?
no
sì
no
3) Si dica quali delle seguenti tre stringhe sono ambigue rispetto al non terminale U:

[email protected]@bab,
sì
no

aa#[email protected],
sì
no

bab
sì
no
S4 – INFORMATICA (4 domande)
Algoritmi e Strutture Dati
Rispondete alle seguenti domande apponendo una croce sulla risposta che ritenete corretta e tenendo
presente che una e solo una delle risposte è corretta. Utilizzate lo spazio bianco sottostante il quesito per
giustificare la vostra risposta.
S4-1 (2 punti)
L’algoritmo di ordinamento per inserimento (insertion sort)
a)
b)
c)
d)
è particolarmente veloce quando l’array è quasi ordinato
è particolarmente lento quando l’array è quasi ordinato
ha prestazioni indipendenti dall’ordine
ha complessità quadratica nel caso migliore
S4-2 (2 punti)
Un albero binario con n nodi aventi 2 figli
a) ha altezza log n
b) ha altezza √n
c) ha n + 1 nodi senza figli (foglie)
d) ha altezza n/2
S4-3 (Punti 5)
Siano A1 e A2 due array di interi, ciascuno contenente n elementi.Vogliamo copiare A1 e A2 in un array
B di dimensione 2n e vogliamo anche che, alla fine, B sia ordinato in modo crescente. Consideriamo due
strategie:
S1
copiamo A1 nei primi n elementi di B, poi copiamo A2 nei successivi, quindi ordiniamo B
usando uno degli algoritmi di ordinamento di array noti
S2
ordiniamo A1 ed A2, separatamente, usando lo stesso algoritmo usato in S1, quindi copiamo
A1 ed A2 in B tramite fusione ordinata
a) valutando le due strategie usando la complessità asintotica, caso peggiore, S1 è migliore di S2
b) valutando le due strategie usando la complessità asintotica, caso peggiore, S1 è peggiore di S2
c) la complessità asintotica, caso peggiore, è la stessa, ma andando a contare precisamente il numero
di passi elementari eseguiti, S1 è peggiore di S2
d) la complessità asintotica, caso peggiore, è la stessa, ma andando a contare precisamente il numero
di passi elementari eseguiti, S1 è migliore di S2
e) nessuna delle precedenti
S4-4 (Punti 6)
Consideriamo le seguenti dichiarazioni (dove div indica la divisione intera):
procedura stampa (A : array [1 .. 10] of integer)
{ aux (A, 1, 10)
}
procedura aux (A : array [1 .. 10] of integer, s : integer, d : integer)
{
if s ≤ d
then { print (A[(s + d) div 2 ])
aux(A, s, ((s + d) div 2)-1)
aux(A, ((s + d) div 2)+1, d)
}
}
Qual è l'output prodotto dalla chiamata stampa(B) se B è
indici
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
valori
10
9
8
7
6
5
4
3
2
1
a) 5
8
9
10
6
7
b) 6
3
2
1
5
4
9
8
7
10
c) 1
3
5
7
9
2
4
6
8
10
d) 6
9
10
8
7
3
5
4
2
1
e) nessuno dei precedenti
2
3
4
1
S5 – INFORMATICA (3 domande)
Basi di dati
Rispondete alle seguenti domande apponendo una croce sulla risposta che ritenete corretta e tenendo
presente che una e solo una delle risposte è corretta. Utilizzate lo spazio bianco sottostante il quesito per
giustificare la vostra risposta.
Si consideri una base di dati relazionale contenente
 una tabella PIZZA, con attributi CodP, Nome, Costo, che mantiene alcune informazioni relative al
menu di una pizzeria da asporto (codice, nome e costo unitario della pizza)
 una tabella INGREDIENTE, con attributi CodP, Ingrediente, che mantiene gli ingredienti delle
pizze
S5-1 Supponendo le due tabelle create con i seguenti comandi:
CREATE TABLE PIZZA
( CodP character varying(4),
Nome character varying(20),
Costo numeric(8,2) NOT NULL DEFAULT 5,
PRIMARY KEY (CodP),
UNIQUE (Nome)
)
CREATE TABLE INGREDIENTE
( CodP character varying(4),
Ingrediente character varying(20),
PRIMARY KEY (CodP, Ingrediente),
FOREIGN KEY (CodP) REFERENCES PIZZA(CodP)
)
e il seguente contenuto delle tabelle:
PIZZA
CodP
1
2
Nome
marinara
margherita
Costo
3.50
4
INGREDIENTE
CodP
Ingrediente
1
pomodoro
2
mozzarella
Per ognuno dei seguenti comandi di inserimento indicare se
a) viene correttamente eseguito
b) non viene eseguito per violazione del vincolo PRIMARY KEY
c) non viene eseguito per violazione del vincolo UNIQUE
d) non viene eseguito per violazione del vincolo FOREIGN KEY
e) non viene eseguito per altri motivi
1. INSERT INTO PIZZA VALUES(2,’napoli’,4.50)
a
b
c
d
e
a
b
c
d
e
a
b
c
d
e
a
b
c
d
e
a
b
c
d
e
a
b
c
d
e
a
b
c
d
e
a
b
c
d
e
a
b
c
d
e
a
b
c
d
e
2. INSERT INTO PIZZA VALUES(3,’marinara’,4.50)
3. INSERT INTO PIZZA VALUES(NULL,’napoli’,4.50)
4. INSERT INTO PIZZA VALUES(5,NULL,4.50)
5. INSERT INTO INGREDIENTE VALUES(2,’pomodoro’)
6. INSERT INTO INGREDIENTE VALUES(2,’mozzarella’)
7. INSERT INTO INGREDIENTE VALUES(1,’origano’)
8. INSERT INTO INGREDIENTE VALUES(6,’pomodoro’)
9. INSERT INTO INGREDIENTE VALUES(NULL,’pomodoro’)
10. INSERT INTO INGREDIENTE VALUES(2)
S5-2 Si consideri il seguente comando SQL:
UPDATE Pizza P
SET Costo = (SELECT AVG(Costo) FROM PIZZA P1
WHERE (SELECT COUNT(*) FROM INGREDIENTE WHERE CodP = P.CodP)
= (SELECT COUNT(*) FROM INGREDIENTE WHERE CodP = P1.CodP));
Indicare quale tra le seguenti affermazioni è vera:
a) Dopo l’esecuzione del comando le pizze con lo stesso numero di ingredienti avranno sicuramente lo
stesso costo
b) Dopo l’esecuzione del comando potranno esserci pizze con lo stesso numero di ingredienti e costi
diversi
c) Dopo l’esecuzione del comando pizze con lo stesso numero di ingredienti avranno sicuramente costi
diversi
d) Il comando non è corretto, in quanto la clausola SET del comando è sintatticamente scorretta, e quindi
non è possibile eseguirlo
e) Il comando non e` corretto, in quanto manca la clausola WHERE, e quindi non è possibile eseguirlo
S5-3 Quali dei seguenti comandi SQL producono lo stesso risultato del comando
SELECT DISTINCT Ingrediente
FROM INGREDIENTE NATURAL JOIN PIZZA
WHERE Costo = 6
qualsiasi sia il contenuto delle tabelle INGREDIENTE e PIZZA?
1. SELECT Ingrediente
sì
no
sì
no
sì
no
sì
no
sì
no
FROM INGREDIENTE NATURAL JOIN PIZZA
WHERE Costo = 6
2. SELECT Ingrediente
FROM INGREDIENTE NATURAL JOIN PIZZA
WHERE Costo = 6
GROUP BY Ingrediente
3. SELECT Ingrediente
FROM INGREDIENTE NATURAL JOIN PIZZA
WHERE Costo = 6
GROUP BY Ingrediente, CodP
4. SELECT Ingrediente
FROM INGREDIENTE NATURAL JOIN PIZZA
WHERE Costo = 6
GROUP BY Ingrediente, Costo
5. SELECT Ingrediente
FROM INGREDIENTE NATURAL JOIN PIZZA
WHERE Costo = 6
GROUP BY Ingrediente
HAVING COUNT(DISTINCT Costo) >= 1
S6 – INFORMATICA
SISTEMI OPERATIVI (3 domande)
Rispondete alle seguenti domande apponendo una croce sulla risposta che ritenete corretta e tenendo
presente che sempre una e solo una delle risposte è corretta. Utilizzate lo spazio bianco sottostante per
giustificare la vostra risposta.
S6-1 Consideriamo un file system per un disco da 40 Gigabyte con blocchi da 2KB e indirizzi disco da 32
bit.
Sia D la dimensione della tabella di allocazione FAT per tale file system.
Quale condizione soddisfa D?
(a) minore o uguale a 1 megabyte
(b) maggiore di 1 megabyte e minore o uguale a 10 megabyte
(c) maggiore di 10 megabyte e minore o uguale a 100 megabyte
(d) maggiore di 100 megabyte e minore o uguale a un gigabyte
(e) maggiore di un gigabyte
S6-2
Considerare un insieme di processi P1, P2, P3, P4 con i seguenti tempi di arrivo e tempi di
esecuzione in millisecondi. Con assegnazione della CPU ai processi in base alla politica round robin con quanto
di 2 unità di tempo.
Processo Tempo di arrivo Tempo di esecuzione
P1
0
4
P2
1.5
3
P3
3.5
6
P4
4.5
5
In quale istante termina la sua esecuzione (completa) il processo A?
(a) 3
(b) 4
(c) 5
(d) 6
(e) nessuna delle precedenti è corretta
S6-3
Consideriamo una memoria principale con 4 soli frame fisici inizialmente vuota.
Quanti page fault si verificano applicando la strategia LRU (least recently used) per il rimpiazzamento
delle pagine sulla seguente stringa di riferimenti a pagine logiche?
5
2
4
3
7
4
(a) 6
(b) 9
(c) 11
(d) 15
(e) nessuna delle precedenti
2
3
2
1
4
2
5
5
4
7
5
4
1
2
S7 – TELECOMUNICAZIONI
COMUNICAZIONI ELETTRICHE
S7-1. Le tre modulazioni Double Side Band (DSB), Single Side Band (SSB) e Frequency Modulation
(FM) vengono utilizzate per la trasmissione di segnali analogici in alternativa alla trasmissione diretta, “in
banda base”, perché in grado di offrire vantaggi in relazione a:
(1) riduzione dell’occupazione di banda
(2) aumento del rapporto segnale-rumore a destinazione
(3) trasmissione contemporanea di più segnali sullo stesso canale.
Quale delle seguenti affermazioni è vera?
a. (1), (2) e (3) sono vere per tutte e tre le modulazioni indicate.
b. (1), (2) e (3) sono false per tutte e tre le modulazioni indicate.
c. (1) è vera solo per la SSB; (2) è vera per tutte e tre le modulazioni indicate; (3) è falsa per tutte e tre le
modulazioni indicate.
d. (1) è falsa per tutte e tre le modulazioni indicate; (2) e (3) sono entrambe vere per tutte e tre le
modulazioni indicate.
e. (1) è falsa per tutte e tre le modulazioni indicate; (2) è vera solo per la FM; (3) è vera per tutte e tre le
modulazioni indicate.
S7-2. Siano x(t) un segnale analogico di durata limitata (ossia nullo al di fuori di un intervallo di tempo
limitato), X(f) il suo spettro ed xc(t) il segnale ottenuto campionando idealmente x(t) con frequenza di
taglio fc. Quale delle seguenti affermazioni è corretta?
(a) X(f) ha estensione limitata lungo l’asse delle frequenze ed esiste almeno un valore di fc tale che
x(t) sia perfettamente ricostruibile a partire da xc(t).
(b) X(f) ha estensione limitata lungo l’asse delle frequenze e non esiste alcun valore di fc tale che x(t)
sia perfettamente ricostruibile a partire da xc(t).
(c) X(f) ha estensione illimitata lungo l’asse delle frequenze ed esiste almeno un valore di fc tale che
x(t) sia perfettamente ricostruibile a partire da xc(t).
(d) X(f) ha estensione illimitata lungo l’asse delle frequenze e non esiste alcun valore di fc tale che x(t)
sia perfettamente ricostruibile a partire da xc(t).
(e) Le informazioni fornite non permettono di determinare se X(f) abbia estensione limitata o
illimitata lungo l’asse delle frequenze e se esista un valore di fc tale che x(t) sia perfettamente
ricostruibile a partire da xc(t).
S7-3. Un segnale analogico x(t), strettamente limitato in banda, viene convertito in un flusso di bit
mediante un convertitore PCM che utilizza Q livelli di quantizzazione. Tale flusso di bit viene trasmesso
su un dato canale mediante un trasmettitore PAM ad M livelli, con distanza costante v tra livelli
adiacenti. I bit in uscita dal codificatore PCM si assumono equiprobabili. Quale delle seguenti
affermazioni è corretta?
(a) Aumentare M, tenendo v e Q invariati, altera la potenza media in trasmissione, ma lascia
invariata la minima occupazione di banda sul canale.
(b) Raddoppiare Q, tenendo M e v invariati, causa un raddoppio della minima occupazione di banda
sul canale ed un aumento della potenza media in trasmissione.
(c) Raddoppiare Q, tenendo M e v invariati, causa un aumento della minima occupazione di banda
sul canale, ma non altera la potenza media in trasmissione.
(d) La minima occupazione di banda sul canale e la potenza media in trasmissione sono indipendenti
dai parametri Q ed M.
(e) Nessuna delle precedenti affermazioni è corretta.
S8 – TELECOMUNICAZIONI
PROBABILITA’, VARIABILI ALEATORI E PROCESSI ALEATORI
S8-1. Una sorgente binaria emette bit equiprobabili ogni 10 [ms]. La probabilità che essa emetta due bit
consecutivi uguali è pari al 90%. Sapendo che all’istante t = 0 la sorgente ha emesso “0” ed all’istante t =
10 [ms] ha emesso “1”, quanto vale la probabilità che all’istante t = 20 [ms] essa emetta “1”?
(a) 0.5
(b) 0.6
(c) 0.7
(d) Non è possibile rispondere con i soli dati a disposizione
S8-2. Sia x(t) un processo aleatorio SSL periodico di periodo 20 [ms] (cioè x(t)=x(t+T) con T=20 [ms]),
avente media pari a 1 e potenza media pari a 5 [W]. Sia Rx() la funzione di autocorrelazione di x(t).
Quale delle seguenti affermazioni è corretta?
(a) Rx() è infinitesima per   + .
(b) Rx() converge a 6 per   + .
(c) Rx() è periodica e quindi non ammette limite per   + .
(d) Le informazioni fornite non permettono di trarre conclusioni sul comportamento di Rx() per  
+ .
S8-3. Siano x una variabile aleatoria uniforme nell’intervallo [0, 1] ed y una variabile aleatoria uniforme
nell’intervallo [1, 2]. Una terza variabile aleatoria z è uguale ad x con probabilità 0.7 ed uguale ad y con
probabilità 0.3. Quale dei seguenti grafici rappresenta correttamente la densità di probabilità di z?
(a)
(b)
(c)
fz(Z)
fz(Z)
fz(Z)
1
0.7
0.5
Z
O
0.3
Z
O
2
O
2
(e)
(d)
1
fz(Z)
1
fz(Z)
Z
Z
O
1
2
O
1
2
3
Z
1
2
S9 – Informatica (Ingegneria Elettrica)
S 9.1
Il Web 2.0 rappresenta la moderna evoluzione di Internet rispetto al Web 1.0, caratterizzato dalla
rappresentazione solo statica di testi e di immagini. Il Web 2.0 è basato su quelle applicazioni online che permettono una interazione diretta tra l'utente ed il sito web attraverso i blog, i forum, le
chat, i wiki, le piattaforme di condivisione di media, i social network … Considerando le
rispettive caratteristiche dei due ambienti si può affermare che:
1. Nel Web 2.0 l’utente contribuisce in modo significativo alla determinazione dei contenuti
multimediali dei siti.
2. Per quanto riguarda la tecnologia della rete TCP/IP non sono stati necessari cambiamenti nel
passaggio da Web 1.0 a Web 2.0
3. Il Web 2.0 rende superfluo l’impiego degli script Java e della programmazione lato client.
4. Per poter utilizzare il Web 2.0 si è reso necessario lo sviluppo di nuovi browser.
a) le affermazioni sono tutte vere
b) le affermazioni sono tutte false
c) solo la prima affermazione è vera
d) sono vere solo la prima e la seconda
e) sono tutte vere tranne la quarta
S 9.2
La navigazione in Internet è facilitata dalla presenza dei server DNS. Considerando la loro
funzione si può affermare che:
1. Ogni dominio deve disporre di un proprio server DNS.
2. Il trasferimento di un server web sul territorio richiede la sostituzione del suo URL.
3. I 13 Root Name Server presenti all’interno della rete Internet gestiscono gli indirizzi IP dei server
DNS dei domini di primo livello.
4. L’indirizzo IP dell’URL giordano.dist.unige.it è fornito dal server DNS del dominio it.
a) le affermazioni sono tutte false
b) le affermazioni sono tutte vere
c) sono tutte vere tranne la prima
d) solo la seconda affermazione è vera
e) sono vere solo la prima e la terza affermazione
S 9.3
Tenendo conto delle caratteristiche essenziali di un linguaggio di programmazione, della sua
funzione e del suo impiego nell’ambito del funzionamento di un calcolatore si può affermare che:
1. Il suo livello indica quanto esso sia più vicino al programmatore o alla struttura del calcolatore per
quanto riguarda le istruzioni di cui esso dispone.
2. Per il suo impiego da parte della CPU, il linguaggio può essere compilato od interpretato. In
genere viene preferita l’interpretazione in quanto mediante essa i tempi di esecuzione del
programma sono minori.
3. Nella fase di scrittura del programma, il programmatore dispone del debugger: questo strumento è
necessario per rilevare gli errori di sintassi commessi dal programmatore stesso.
4. I programmi scritti mediante linguaggi di scripting vengono in genere compilati
a) le affermazioni sono tutte vere
b) le affermazioni sono tutte false
c) solo la prima affermazione è vera
d) sono vere solo la seconda e la terza
e) solo la quarta affermazione è vera
S 9.4
La struttura di un moderno personal computer si compone di un certo numero di blocchi
funzionali tra i quali possono essere evidenziati:
1. La scheda video gestisce le immagini elaborandole all’interno delle memorie RAM e ROM del
PC.
2. La CPU indirizza la memoria, decodifica le istruzioni da essa prelevate ed esegue i calcoli
aritmetici e logici.
3. L’alimentatore di tipo switch genera le tensioni e le correnti necessarie al funzionamento dei
numerosi circuiti integrati e dei dispositivi dei quali il PC dispone.
4. La memoria di massa la cui capacità è in genere inferiore alla capacità complessiva di tutte le altre
memorie presenti all’interno del PC.
a) le affermazioni sono tutte vere
b) le affermazioni sono tutte false
c) sono vere solo la seconda e la terza
d) sono vere solo la prima e la seconda
e) sono tutte vere tranne la quarta
S10 – Impianti elettrici
S10.1
Un cavo trifase A operante a 60 Hz porta 1000 kW alla tensione concatenata di 6.6 kV con fattore di
potenza 0.8 in ritardo. Si connette in parallelo ad A un secondo cavo di impedenza (3 + j 4) Ω/fase. A
parità di carico, il cavo A porta ora 68 A e 600 kW. Si calcoli quindi l’impedenza del cavo.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
3 + j 4 Ω/fase
3 – j 4 Ω/fase
1,5 + j 2,5 Ω/fase
2,5 – j 2,5 Ω/fase
3 Ω/fase
1,5 + j 1,5 Ω/fase
Dopo aver scelto l’unica opzione corretta, motivare sinteticamente la ragione per cui è ritenuta tale.
S10.2
L’entità massima della corrente di corto circuito trifase franco ai morsetti di un generatore sincrono trifase
operante inizialmente a vuoto alla tensione nominale, con resistenza statorica molto minore della
reattanza interna di macchina, si manifesta:
1. sulle tre fasi, all’istante immediatamente seguente il corto circuito
2. dopo il primo periodo, sulla fase ove il corto circuito avviene al passaggio per lo zero della
tensione
3. a regime, sulla fase ove il corto circuito avviene al passaggio per lo zero della tensione
4. dopo il primo periodo, sulla fase ove il corto circuito avviene al valore massimo della tensione
5. dopo il primo semiperiodo, sulla fase ove il corto circuito avviene al passaggio per lo zero della
tensione
6. dopo il primo semiperiodo, sulla fase ove il corto circuito avviene al valore massimo della
tensione
Dopo aver scelto l’unica opzione corretta, motivare sinteticamente la ragione per cui è ritenuta tale.
S10.3
Un sistema elettrico per l’energia prevede la conoscenza a regime di due iniezioni nette di potenza attiva a
due nodi diversi, di una iniezione di potenza reattiva ad un nodo e di due tensioni in modulo a due nodi
diversi. Ipotizzando la completa conoscenza dei parametri dei componenti di interconnessione, quale di
queste affermazioni sussiste, affinché si possa risolvere il problema di load flow?
1. Il sistema elettrico è formato da tre nodi
2. E’ necessario che le assegnazioni di potenza attiva e tensione siano ubicate allo stesso nodo
3. Il problema è risolubile se e solo se è assegnata una fase di riferimento in un nodo ove la tensione
è nota
4. Il sistema elettrico è a n nodi, di cui n-3 sono nodi di puro transito
5. Il problema non è risolubile con le assegnazioni fornite
6. E’ indispensabile conoscere una iniezione di potenza reattiva in luogo di una delle assegnazioni di
tensione.
Dopo aver scelto l’unica opzione corretta, motivare sinteticamente la ragione per cui è ritenuta tale.
S10.4
Una cabina di trasformazione MT/BT interconnette una rete di distribuzione AC trifase a 20 kV, potenza
di corto circuito pari a 250 MVA, con un quadro di distribuzione a 400 V, che a sua volta alimenta due
gruppi di motori asincroni trifase, ciascuno da 100 kVA, corrente di spunto nominale pari a cinque volte
la corrente nominale, ed una linea di collegamento con un sottoquadro remoto. Nella cabina sono previsti
tre trasformatori trifase gemelli da 250 kVA, rapporto di trasformazione 20 kV / 400 V, tensione di corto
circuito pari al 5%, con fattore di potenza di corto circuito trascurabile. Il potere di interruzione massimo
identificabile nella sezione BT della cabina corrisponde a:
1. interruttore presso la partenza della linea di collegamento tra quadro e sottoquadro, di valore 25
kA
2. interruttore presso la partenza della linea di collegamento tra quadro e sottoquadro, di valore 50
kA
3. interruttore al secondario del generico trasformatore MT/BT, di valore 12,5 kA
4. interruttore al secondario del generico trasformatore MT/BT, di valore 50 kA
5. interruttore presso l’alimentazione del singolo gruppo di motori asincroni, di valore 50 kA
6. interruttore presso l’alimentazione del singolo gruppo di motori asincroni, di valore 75 kA
Dopo aver scelto l’unica opzione corretta, motivare sinteticamente la ragione per cui è ritenuta tale.
S11 - MACCHINE ELETTRICHE
S11.1
Si voglia porre in parallelo due trasformatori trifase con rapporto tra le rispettive potenze nominali pari a
due, al fine di poter gestire senza sovraccarichi, alla tensione nominale, una potenza apparente pari alla
somma delle loro nominali. I due trasformatori presentano stessa tensione nominale primaria, stessa
frequenza nominale e identico rapporto di trasformazione.
Sapendo che le due macchine sono caratterizzate dal medesimo valore di tensione percentuale di
cortocircuito:
1) Le due macchine possono essere poste in parallelo senza alcun ulteriore controllo.
2) Occorre solo controllare che le due macchine appartengano allo stesso gruppo.
3) Occorre solo controllare che le due macchine abbiano stesso fattore di potenza a vuoto.
4) Occorre solo controllare che le due macchine abbiano stesso fattore di potenza di cortocircuito.
5) Occorre solo controllare che le due macchine abbiano stesso fattore di potenza a vuoto e
appartengano allo stesso gruppo.
6) Occorre solo controllare che le due macchine abbiano stesso fattore di potenza di cortocircuito e
appartengano allo stesso gruppo.
Dopo aver scelto l’unica opzione corretta, motivare sinteticamente la ragione per cui è ritenuta tale.
S11.2
Dato un motore asincrono trifase a gabbia poco resistente, si voglia far ruotare continuativamente a
velocità prossima a quella di sincronismo nominale della macchina un carico meccanico, inizialmente
fermo, senza l’ausilio di convertitori statici. Ragionando sulla caratteristica meccanica statica del motore,
noto l’andamento della coppia resistente complessiva all’albero della macchina in funzione della velocità
di rotazione:
1) La macchina può essere alimentata alla sua tensione nominale senza alcun ulteriore controllo.
2) Prima di alimentare la macchina alla sua tensione nominale è necessario controllare la coppia di
spunto e, in caso questa risulti non sufficiente per l’avviamento, inserire un reostato in serie
all’avvolgimento rotorico.
3) Prima di alimentare la macchina alla sua tensione nominale è necessario controllare la coppia di
spunto e, in caso questa risulti non sufficiente per l’avviamento, inserire un reostato in serie
all’avvolgimento statorico.
4) Prima di alimentare la macchina alla sua tensione nominale, è necessario controllare che la coppia di
spunto sia sufficiente e che il valore della corrente statorica nel punto di regime non risulti superiore
al nominale.
5) Prima di alimentare la macchina alla sua tensione nominale, è necessario controllare che la coppia
massima fornita dal motore sia pari almeno al doppio di quella nominale.
6) Prima di alimentare la macchina alla sua tensione nominale, è necessario controllare che la coppia di
spunto sia sufficiente e che il valore della corrente di spunto non risulti superiore al doppio del
nominale.
Dopo aver scelto l’unica opzione corretta, motivare sinteticamente la ragione per cui è ritenuta tale.
S11.3
Un trasformatore trifase di potenza nominale 300 kVA, frequenza nominale 50 Hz, tensione nominale
primaria (concatenata) 15000 V, rapporto di trasformazione 15000/400, è caratterizzato dai seguenti
valori dei parametri del circuito equivalente monofase:
R’e = 4.3 Ω
X’e = 35.7 Ω
Alimentato il primario a tensione e frequenza nominali e chiuso il secondario su tre impedenze R-L serie
identiche connesse a triangolo (R = 1.5 Ω ; L = 4 mH), la potenza attiva P1 assorbita dal primario risulta
essere, con un un’approssimazione numerica di ± 2%:
1) P1 = 259 kW
2) P1 = 122 kW
3) P1 = 305 kW
4) P1 = 101 kW
5) P1 = 179 kW
6) P1 = 215 kW
S11.4
Un motore asincrono trifase a gabbia presenta le caratteristiche riportate nella seguente tabella, dove le
reattanze sono riferite alla frequenza nominale, con il simbolo p è indicato il numero di coppie polari e il
valore di tensione si riferisce alla concatenata.
V1N fN
[V] [Hz]
400 50
p
2
R1 R’2 X’e
[Ω] [Ω] [Ω]
1.3 1.4 4.4
Rf
[Ω]
698
Xf
[Ω]
58.8
Supponendo che la macchina, alimentata a tensione e frequenza nominali, stia ruotando alla velocità di
1450 giri/min, il rendimento η nel punto di lavoro considerato risulta essere, con un’approssimazione
numerica di ± 2%:
1) η = 0.77
2) η = 0.95
3) η = 0.88
4) η = 0.64
5) η = 0.39
6) η = 0.51
S12 – Elettronica di Segnale (Ingegneria Elettrica)
S12.1
Si consideri un circuito di polarizzazione e amplificazione ad emettitore comune, con un resistore di
polarizzazione del collettore RC=300 , due resistori del partitore di ingresso di valore superiore a 10 k
ed un transistor BJT npn con hfe=150 e hie=100  nel punto di lavoro scelto. Quale è il valore del
guadagno in tensione AV?
1) 3000
2) 300
3) 150
4) 450
5) 500
6) 50
S12.2
S consideri un circuito “darlington”, costituito da due circuiti a collettore comune in cascata. Quale delle
seguenti affermazioni è corretta?
A. l’impedenza di ingresso non dipende dal guadagno in corrente dei due transitor
B. il guadagno in tensione è sempre prossimo a 1
C. il guadagno in corrente totale è approssimativamente dato dal prodotto dei guadagni dei singoli
transistor
D. l’impedenza di ingresso è pari a quella del transistor di ingresso, moltiplicata per un fattore che
tenga conto della differenza di hfe dei due transistor
E. l’impedenza di uscita è determinata esclusivamente dalle caratteristiche del transistor di uscita
F. non è consentito polarizzare i due transistor con due livelli di corrente di collettore molto diversi
tra loro
1)
2)
3)
4)
5)
tutte
nessuna
C, E
A, B, C, D
E, F
S12.3
Un semiconduttore (Silicio) a temperatura ambiente è drogato con una concentrazione di atomi donatori
ND=1016 cm-3. Quali sono i valori delle concentrazioni di elettroni (n) e lacune (p) ? notare che i valori
utilizzati nele risposte di seguito riportate sono approssimativi (solo la potenza di 10 è riportata)
1) n=1016 cm-3 , p=1016 cm-3
2) n=1016 cm-3 , p=1010 cm-3
3) n=1016 cm-3 , p=106 cm-3
4) n=106 cm-3 , p=1010 cm-3
5) n=104 cm-3 , p=1016 cm-3
6) n=1016 cm-3 , p=104 cm-3
S12.4
Si consideri un circuito a base comune. Quali di queste affermazioni è vera?
A. l’impedenza di uscita è molto elevata
B. il guadagno in corrente è sempre maggiore di quello in tensione
C. non è possibile determinare il guadagno in tensione finchè non è nota la resistenza di
carico
D. l’impedenza di ingresso è molto elevata
E. la risposta in frequenza è limitata per effetto dell’elevato guadagno in tensione
F. l’impedenza di uscita è molto elevata e maggiore di quella di un circuito ad emettitore
comune
1)
2)
3)
4)
5)
Tutte
Nessuna
B, D, F
B, C, E
A, C, F
Fly UP