...

“ Il popolo che camminava nelle tenebre vide una grande luce”(Is 9,1).

by user

on
Category: Documents
3

views

Report

Comments

Transcript

“ Il popolo che camminava nelle tenebre vide una grande luce”(Is 9,1).
NOVENA di NATALE 2012
“ Il popolo che camminava
nelle tenebre
vide una grande luce”(Is 9,1).
16 DICEMBRE
La mia salvezza sta per venire…
Così dice il Signore:
“Il popolo che camminava nelle tenebre vide una grande luce;”. (Is 9, 1)
“Il regno dei cieli è simile a dieci vergini che, prese le loro lampade,
uscirono incontro allo sposo …Vegliate, perché non sapete né il giorno, né l'ora
in cui il Figlio dell'uomo verrà.” (Mt. 25,1, 13)
Vegliate dunque…vegliate …vegliate con la lampada accesa…
Come fa la lampada a rimanere accesa? Grazie al continuo apporto di piccole
gocce d’olio. Come può rimanere accesa la nostra lampada? Grazie solo alle
piccole gocce di vita quotidiana: la fedeltà, qualche parola gentile, un pensiero
delicato agli altri, il nostro modo di rimanere in silenzio, di pregare, di guardare,
parlare, agire. La Beata Teresa di Calcutta disse: “non cercate Gesù lontano
da voi stessi; perché non è là fuori, ma in voi. Tenete accesa la lampada e Lo
riconoscerete”
PREGHIAMO:
In mezzo alle difficoltà, alle paure e ai problemi della vita quotidiana
- Vieni Gesù, aiutaci a mantenere accesa la nostra lampada
Nella nostra fatica di cercare e trovare Gesù negli avvenimenti e in noi stessi
- Vieni Gesù, aiutaci a mantenere accesa la nostra lampada
Nel cuore di chi fa fatica a credere e abbandonarsi al tuo amore
- Vieni Gesù, aiutaci a mantenere accesa la nostra lampada
*Per riconoscere Gesù “Sole di Giustizia”:
Ci impegniamo a cercare e a diffondere semi di giustizia, di pace, di
bene e di generosità che ci preparino all’avvento della salvezza e ci permettano
di riconoscere e accogliere la venuta del Salvatore.
Canto …
17 DICEMBRE
Preparate la via del Signore…
“Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i
suoi sentieri! Ogni burrone sia riempito, ogni monte e ogni colle sia abbassato; i
passi tortuosi siano diritti; i luoghi impervi spianati. Ogni uomo vedrà la salvezza
di Dio!” (Lc 3, 4-6)
Preparate …raddrizzate …alzate lo sguardo…
Il Beato John Henry Newman ci incoraggia così: per quale motivo avete
paura? Alzate lo sguardo pieni di speranza e abbiate fiducia in Colui che vi
conduce. Egli vi condurrà passo dopo passo, così come ha condotto altri. Egli
raddrizzerà ciò che è storto e renderà liscio ciò che è ruvido. Egli muterà la
corrente e farà seccare i fiumi che vi ostacolano il cammino”.
PREGHIAMO:
Perché ci rendiamo disponibili all’azione dello spirito che ci guida a preparare la
via al Signore che viene
- Vieni Gesù, rendici docili al tuo Spirito
Perché lasciamo spazio nel nostro cuore alla speranza e alla fiducia nelle
promesse del Salvatore
- Vieni Gesù, rendici docili al tuo Spirito
Perché crediamo fermamente che Egli muterà la corrente e farà seccare i
fiumi che ostacolano il nostro cammino
- Vieni Gesù, rendici docili al tuo Spirito
*Per accogliere Gesù “Salvatore del Mondo”:
Ci impegniamo a distogliere lo sguardo da tutto ciò che ci allontana da Lui, a
riempire i “vuoti” creati dalle nostre povertà e ad eliminare ciò che di superfluo
appesantisce la nostra vita per lasciare spazio alla Luce che viene.
Canto …
18 DICEMBRE
Rallegrati Piena di Grazia
“In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea,
chiamata Nazareth, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di
Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse:
>Rallegrati, piena di grazia: il Signore è con te< A queste parole ella fu molto
turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le
disse: >Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco,
concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù… “ (Lc 1, 26-28)
Rallegrati … non temere … il Signore è con te…
Gioia, stupore, meraviglia e forse anche perplessità, sono i sentimenti che
invadono il cuore di Maria all’annunzio dell’Angelo… e chiede: Come è possibile
Signore? L’angelo la rassicura e Maria, con profondo atto di fede dice: Eccomi!
E’ l’eccomi di Maria che permette al Verbo di incarnarsi nella storia.
E’ il mio eccomi nel quotidiano, che permette a Gesù di continuare ad
incarnarsi in me e in ogni realtà.
PREGHIAMO:
Perché il nostro cuore, come quello di Maria, sia capace di stupore e meraviglia
di fronte alle sorprese del Signore
-Maria intercedi per noi un cuore semplice
Perché Maria ci ottenga di aumentare la nostra fede per scoprire Gesù
incarnato in noi e attorno a noi
- Maria intercedi per noi un cuore semplice
Perché Maria ci doni la sua forza e disponibilità per ripetere il nostro “eccomi”
quotidiano
- Maria intercedi per noi un cuore semplice
*Per gioire in Gesù “Figlio dell’uomo incarnato per noi”:
Ci impegniamo perché l’annuncio dell’incarnazione che fu dato a Maria sia
anche per noi motivo di rinnovare la nostra vita interiore alla luce della Sua
costante presenza.
Canto…
19 DICEMBRE
Non temere Giuseppe
“…gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di
Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa, perché quel che è
generato in lei viene dallo Spirito Santo. Essa partorirà un figlio e tu lo chiamerai
Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati”. (Mt 1, 20-21)
Giuseppe, non temere, non aver paura…
Giuseppe è l’uomo giusto, egli ha i sogni stessi di Dio.
“Non temere”… la paura è il principio di ogni fuga, è il contrario della
fiducia. Giuseppe è colui che più di tutti si fida. La sua fiducia si fonda sul
messaggio misterioso ma reale di Dio, ricevuto nel sogno e nelle promesse. Egli
non chiede un segno dal cielo, non protesta, non accampa diritti verso il Signore
ma cerca di amare di più. È proprio nei momenti difficili che l’amore vero,
paradossalmente, emerge.
PREGHIAMO
Perché comprendiamo che la paura ci allontana “dai sogni” che Dio ha su di noi
- Giuseppe, uomo fedele e giusto, sostienici nei momenti di buio
Perché la paura non ci impedisca di professare apertamente la nostra fede in
Gesù
- Giuseppe, uomo fedele e giusto, sostienici nei momenti di buio
Perché tutti comprendiamo che non è possibile costruire un mondo buono e
giusto senza porre totalmente la nostra fiducia in Dio
- Giuseppe, uomo fedele e giusto, sostienici nei momenti di buio
*Per “fare la Volontà” di Gesù il Salvatore:
Per l’intercessione di S. Giuseppe, ci impegniamo a porre la nostra fiducia nelle
promesse del Signore che può superare ogni timore e allargare il nostro cuore
anche al mistero che portano con sé.
Canto…
20 DICEMBRE
La potenza dell’Altissimo
Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco
uomo?». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza
dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo
e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua
vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che
era detta sterile: nulla è impossibile a Dio…». (Lc 1,26-38)
Nulla è impossibile a Dio …la potenza dell’altissimo ti coprirà…
L’immagine dell’ombra che discende e copre, suggerisce l’idea del mistero
divino in cui resta comunque avvolto il concepimento di Gesù in Maria.
L’immagine del ‘coprire con l’ombra’ indica la protezione divina, salvatrice,
curatrice, ma soprattutto una presenza divina che supera ogni capacità umana
di indagine, così come un’ombra non può essere penetrata…
PREGHIAMO
Quando ci sentiamo oppressi dai problemi della disoccupazione, della povertà e
della malattia…
- Maria, aiutaci a credere che a Dio tutto è possibile
Quando nelle nostre famiglie si vive nella discordia e nell’indifferenza reciproca
- Maria, aiutaci a credere che a Dio tutto è possibile
Quando ci sentiamo traditi e abbandonati dalle persone più care
- Maria, aiutaci a credere che a Dio tutto è possibile
*Per credere che in Dio “tutto è possibile”
Ci impegniamo a far crescere in noi, la fiducia in Lui e la volontà di credere nelle
sue immense “possibilità”.
21 DICEMBRE
Si alzò e andò in fretta…
“ In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una
città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta. Appena
Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo.
Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu
fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo!” (Lc 1,39-45)
Si alzò … Andò in fretta …
“In fretta" significa che Maria non perde tempo, e significa anche che dentro il
suo cuore arde un fuoco d'amore che la spinge ad andare là dove c'è bisogno di
lei. Maria è una giovane donna, piena di energie, di gioia da donare. Maria sa
che non è possibile amare Dio che non vediamo, se non amiamo gli uomini che
vediamo. Questo si compie nella Visitazione.
PREGHIAMO
Quando ci sentiamo pigri nel fare il bene perché troppo ripiegati su noi stessi
- Maria, aiutaci ad essere disponibili e solleciti nel fare il bene
Quando l’egoismo chiude il nostro cuore e non ci consente di vedere le
necessità dei più poveri, di chi è solo e abbandonato
- Maria, aiutaci ad essere disponibili e solleciti nel fare il bene
Quando l’indifferenza ci rende schiavi e incapaci di vivere la vera fraternità
- Maria, aiutaci ad essere disponibili e solleciti nel fare il bene
*Per “testimoniare” Gesù Luce delle Genti:
Come Maria, ci impegniamo a condividere con sollecitudine ai fratelli la
gioia del nostro incontro con il Signore. La nostra corsa sia decisa,
senza indugi, sicura e pronta anche ad ascoltare chi ci viene incontro.
Canto…
22 DICEMBRE
Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente
In quel tempo, Maria disse: «L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito
esulta in Dio, mio salvatore, perché ha guardato l’umiltà della sua serva. D’ora
in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. Grandi cose ha fatto per me
l’Onnipotente e Santo è il suo nome». (Lc 1,46-55)
Grandi cose ha fatto in me …
E’ la celebrazione gioiosa che riassume la storia della salvezza e canta la
riconoscenza a Dio. E’ una testimonianza della forza trasformante di Dio sulla
storia. Solo Dio è la vera ricchezza. Chi è pieno di sé e delle sue cose, in realtà è
vuoto. Solo aprendoci come Maria, alle profondità del Suo amore, diventiamo
“ricchi e grandi”, capaci di glorificare Dio.
PREGHIAMO
Per il "sì" libero e generoso pronunciato da Maria
- Noi Ti ringraziamo, o Gesù.
Per l’umiltà di Maria, che la resa capace di riconoscere le “grandi cose”
compiute da Te nella sua vita
- Noi Ti ringraziamo, o Gesù.
Perché hai associato Maria al tuo piano di redenzione e di salvezza dell’umanità
- Noi Ti ringraziamo, o Gesù.
*Per glorificare Dio nelle sue “grandi opere”:
Ci impegniamo a riconoscere i prodigi del Suo Amore, a vedere ciò che il mondo
non vede e a dare voce alle meraviglie che opera in noi e nei fratelli.
Canto:
23 DICEMBRE
Non c’era posto per loro…
“Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto.
Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una
mangiatoia, perché non c’era posto per loro nell’albergo”. (Luca 2, 6-7)
Non c’era posto …non c’è posto…
Gesù nasce fuori Betlemme, perché non accolto nella città degli uomini. Gesù
continua a nascere fuori città, perché ieri come oggi non c'è posto per Lui, dal
momento che non c'è posto per i disperati della terra, per tutti i senza posto…
… 800 milioni di persone, secondo le stime della FAO, sono sottoalimentate;13
milioni, ogni anno nel mondo, muoiono di fame; 22 milioni di cui 6 milioni di
bambini al di sotto dei dieci anni, vivono in campi profughi; 200 milioni di
bambini, vengono sfruttati come schiavi costretti a lavorare, 15 ore circa al
giorno; 85 milioni di bambini, sono senza famiglia e, quindi, figli della strada,
sempre più violenta…
Gesù viene a dirci ancora: “amate e avrete un mondo dove tutti avranno un
posto e tutti si sentiranno realizzati e tutti saranno nella gioia, "perché Io sono
venuto a portarvi la gioia, tutta la gioia" (Gv 15,11).
PAUSA
Diciamo insieme:
Signore, perdonaci se noi non facciamo parte dei “senza posto” e non
abbiamo saputo “dare un posto” a chi ce lo chiedeva..
*Per “ospitare” Gesù il Principe della vita:
Ci impegniamo a rendere il nostro cuore capace di ospitare la sua Parola e tutti
coloro che hanno bisogno di noi
Canto…
24 DICEMBRE
Andiamo fino a Betlemme
“Appena gli angeli si furono allontanati per tornare al cielo, i pastori dicevano fra
loro: «Andiamo fino a Betlemme, vediamo questo avvenimento che il Signore ci
ha fatto conoscere». Andarono dunque senz’indugio e trovarono Maria e
Giuseppe e il bambino, che giaceva nella mangiatoia. E dopo averlo visto,
riferirono ciò che del bambino era stato detto loro. Tutti quelli che udirono, si
stupirono delle cose che i pastori dicevano. (Lc 2, 15-18)
Andiamo fino a Betlemme … mettiamoci in cammino …
Andiamo fino a Betlemme, come i pastori. L'importante è muoversi. E se invece
di un Dio glorioso, ci imbattiamo nella fragilità di un bambino, non ci venga il
dubbio di aver sbagliato il percorso. Il volto spaurito degli oppressi, la solitudine
degli infelici, l'amarezza di tutti gli uomini della Terra, sono il luogo dove Egli
continua a vivere in clandestinità. A noi il compito di cercarlo. Mettiamoci in
cammino senza paura. (Don Tonino Bello)
PREGHIAMO
Quando la stanchezza della vita ci impedisce di ritornare a Te
- Signore donaci la forza di rimetterci in cammino
Quando ci viene il dubbio di aver sbagliato percorso e vorremmo far marcia
indietro
- Signore donaci la forza di rimetterci in cammino
Quando abbiamo paura di riconoscerti nel volto spaurito degli oppressi, la
solitudine degli infelici, l'amarezza di tutti gli uomini nostri fratelli
- Signore donaci la forza di rimetterci in cammino
*Per contemplare Gesù l’Emmanuele:
Sull’esempio dei pastori ci impegniamo a metterci in cammino e seguire la via
dell’umiltà, che ci permette di inginocchiarci davanti al Dio fatto uomo per
renderci tutti fratelli e sorelle in Lui.
Canto…
Fly UP