...

Relazione morale - Casa del Sorriso

by user

on
Category: Documents
8

views

Report

Comments

Transcript

Relazione morale - Casa del Sorriso
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
Casa del Sorriso
Via S. Nicolò, 118
Badia Polesine (Ro)
RELAZIONE MORALE - ANNO 2013
PREMESSA
La relazione morale conclude e accompagna il documento di bilancio consuntivo redatto alla
conclusione dell’anno 2013 in osservanza, per l’ultima volta, delle norme previste dalla Legge n.
6972 del 17/07/1890, c.d. Legge Crispi e dal R.D. n.99 del 05/02/1981 “Approvazione dei
regolamenti per l’esecuzione della Legge sulle Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficienza”.
L’art.8 della L.R. Veneto 23/11/2012 n.43 ha completamente innovato il sistema di contabilità
delle IPAB del Veneto (Deliberazione della Giunta Regionale n. 780 del 21 maggio 2013),
abbandonando il sistema finanziario basato esclusivamente sulla logica di cassa, previsto dalla
citata Legge Crispi, adottando il modello contabile economico patrimoniale, regolato dalle norme
ragionieristiche previste dalla Stato per le Società di diritto privato.
Il passaggio al nuovo sistema contabile, alla data di redazione del presente documento, è già
avvenuto con decorrenza 1/1/2014.
Pertanto il bilancio consuntivo dell’anno 2013, insieme alla relazione morale, rappresentano
l’origine e il punto di partenza dell’attività amministrativa della Casa del Sorriso secondo il nuovo
modello per l’anno 2014 e il futuro.
In tale ottica si è ritenuto di approfondire con particolare attenzione l’analisi di tutte le voci che
compongono il Conto consuntivo, poiché le stesse costituiscono in gran parte le voci dello stato
patrimoniale al 1 gennaio 2014 della Casa del Sorriso, con la conseguente determinazione del
patrimonio netto iniziale.
Pagina 1
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
Di questa nuova modalità di rappresentazione del bilancio dell’Ente e del consuntivo 2013 siamo
tenuti a darne specifica informativa al Comune di Badia Polesine, dovendo a quest’ultimo
rispondere in forza del mandato ricevuto.
Il presente documento, è stato redatto secondo i principi vigenti fino al 31 dicembre 2013 ed è
stato integrato con dettagli sulle voci più importanti, per tipologia o per valore consentendo in tal
modo un adeguato ed approfondito esame dei risultati perseguiti.
AREA NORMATIVA
Statuto
Il CdA ha proposto e condiviso con la Regione Veneto l’aggiornamento del testo statutario
vigente antecedentemente all’anno 2013. In particolare sono state proposte modifiche agli artt 1, 2,
4, 6, 7, 8, 10, 13, 15, 16 e 18.
È di particolare evidenza la proposta di modifica sulle clausole di incompatibilità e conflitto
d’interesse per la carica di amministratore dell’ente e la durata dei mandati.
In seguito alla proposta di variazione del nome, la Regione Veneto ha autorizzato la variazione
in “Casa del Sorriso”.
Le variazioni proposte sono state approvate con DGRV n.54 del 22/2/2013.
AREA BILANCIO
Entrate
Le entrate effettive di competenza ed accertate sono rappresentate nel dettaglio che segue:
DESCRIZIONE
IMPORTO
Entrate patrimoniali
Proventi diversi
Proventi dalla beneficienza (rette di ricovero)
Entrate straordinarie
Totale:
Rispetto al complessivo importo delle entrate, residuano euro
0,00
470.283,59
7.022.894,18
11.679,01
7.504.856,78
INDICE %
0,00%
6,27%
93,58%
0,16%
100,00%
470.283,59 che riguardano
ritenute sugli assegni al personale, rimborsi FKT, canoni, contributi e rimborsi vari.
Residuano entrate straordinarie per euro 11.679,01 derivanti da oblazioni e liberalità, compresa
la previsione di euro 7.825,00 per art.24 CCNL 14/9/2000 – turnisti.
Pagina 2
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
La voce principale, come facilmente rilevabile, è riferibile alle rette di ricovero, per le quali è
opportuno formulare una classificazione per le diverse categorie di impegnative riconosciute dalla
Regione Veneto.
Il numero dei posti letto disponibili è di 219 unità, come previsto dalle autorizzazioni regionali
al funzionamento.
L’onere della retta è stato sostenuto da:
Regione
Veneto I
livello
Regione V.
R.S.A. II
livello
Nucleo
S.A.P.A.
1.946.835,30
481.875,05
301.025,81
27,79%
6,88%
4,30%
Tempor.
S.A.P.A.
16.633,81
0,24%
Comuni
diversi
Privati Quote
Albeghiere
TOTALE
106.945,89 4.152.240,72 7.005.556,58
1,53%
59,27%
100,00%
Le rette rappresentano da sole oltre il 93,6% delle entrate effettive e sono così distribuite rispetto
alla loro provenienza:
con €.2.746.369,97 pari al 39%, dalla Regione Veneto attraverso le quote di rilievo sanitario,
con
€. 47.144,00 pari al 1% dal Comune di Badia Polesine,
con
€. 59.801,89 pari al 1% da altri diversi Comuni ,
dai privati,
con
€.4.152.240,72 pari al 59%
Pagina 3
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
Nel 2013 le giornate non coperte a vario titolo sono state: n.1636 in quota alberghiera e n.1714
per quote sanitarie. Il minore incasso è stimabile in euro 42.000,00.
La differenza fra euro 7.022.894,18 ed euro 7.005.556,58 pari a 17.337,60 è riconducibile alle
quote per pasti riconosciute dal Comune di Badia Polesine.
Le entrate effettive di competenza, rispetto all’analoga voce dell’anno 2012, sono state di euro
7.348.181,75, con un aumento di euro 122.281,78 (al lordo del Fondo regionale straordinario per la
non autosufficienza interamente destinato agli ospiti aventi diritto).
SPESE PER LA GESTIONE
La destinazione delle risorse può essere riepilogata nelle seguenti categorie principali:
DESCRIZIONE
Oneri patrimoniali
Personale
Acquisto di beni e servizi
Interessi passivi
Opere immobiliari e manutenzioni
Restituzione rette e rimborsi
Totale:
IMPORTO
77.548,10
5.518.649,33
1.973.432,10
22.026,01
173.905,52
185.872,90
7.951.433,96
INDICE %
0,98%
69,40%
24,82%
0,28%
2,19%
2,34%
100,00%
Le spese per il personale sommano ad euro 5.518.649,33, pari al 69,40% delle spese totali;
l’acquisto di beni e servizi raggiunge l’importo di euro 1.973.432,10, pari al 24,82% del comparto;
oneri patrimoniali pari a euro 77.458,10, interessi passivi euro 22.026,01, opere immobiliari e
manutenzioni per euro 173.905,52 e restituzione di rette euro 185.872,90.
Per un’idea d’insieme di tutte le spese di gestione ordinaria che sostiene l’Ente viene proposta la
seguente raffigurazione:
Pagina 4
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
A completamento dell’analisi risultano opportune le seguenti considerazioni:
-
il comparto costi per acquisti ha visto rilevanti aumenti così suddivisi: i generi di vitto, da
una previsione di Euro 282.170,00 ad un consuntivo di Euro 357.547,32, in conseguenza
della revoca del contratto di fornitura assegnato con gara d’appalto ad una nota azienda,
poco dopo dichiarata fallita. La Casa del Sorriso ha dovuto con urgenza approvvigionarsi
presso un fornitore temporaneo, ovviamente a condizioni economiche sfavorevoli rispetto
alle previsioni precedentemente elaborate;
-
nel caso delle utenze, gli aumenti tariffari e dei consumi, anche in conseguenza
dell’implementazione della climatizzazione, passano da una previsione di euro 421.500,00 ad
un consuntivo di euro 458.650,16;
-
i servizi di lavanderia e pulizie degli ambienti rassegnano un aumento a consuntivo per la
sovrapposizione concomitante del servizio lavanderia interno con la ditta che ha eseguito la
sperimentazione del servizio esternalizzato, i valori complessivi passano da euro 413.810,00
a euro 478.331,15;
-
le spese del personale, previste in euro 5.492.030,00, aumentano nel consuntivo a euro
5.518.649,33, in conseguenza dei mancati pensionamenti di alcuni dipendenti c.d. “a carico
ridotto”;
-
altri costi generali di gestione: a consuntivo rispettano le previsioni.
In definitiva, la formulazione del consuntivo si conclude con un disavanzo di gestione di euro
125.853,73.
Il disavanzo di amministrazione dell’anno 2014 di euro 125.853,73 tiene conto delle valutazioni
di sussistenza o insussistenza di residui attivi e passivi che confluiranno, alla stregua di crediti o
debiti dell’Ente, nello stato patrimoniale alla data del 1° gennaio 2014, supportati da idonea
documentazione che ne giustifichi l’esistenza. La situazione residui può essere così sintetizzata:
Pagina 5
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
Residui attivi
Residui passivi
esigibili
sussistenti
rette aa.pp .
38.218,38
sp. Generali
31.019,33
entrate straordinarie *
107.825,00
sp. Assist e benef
34.388,67
movimento capitali
124.406,15
spese straordinarie
240.421,09
rit. Erariali (p.d.g.)
partite di giro
1.646,80
tot.
270.449,53
tot.
307.475,89
* contributo Fondaz. CaRiPaRo e art. 24 CCNL
Risultato finanziario dell’esercizio
L’esercizio 2013 si è chiuso con le seguenti risultanze complessive, verificate con incrocio dei dati
dell’Ente e quelli forniti dal Tesoriere:
DESCRIZIONE
GESTIONE
RESIDUI
Fondo di cassa
01/01/2013
Riscossioni
Totali riscossioni
Pagamenti
Fondo di cassa
31/12/2013
Residui attivi da riportare
Somma attiva
Residui passivi da riportare
Disavanzo d'Amm.ne al 31/12/2013
GESTIONE
COMPETENZA
TOTALE
-
1.510.960,95
7.456.465,63
1.219.071,47
7.520.094,16
270.449,53
1.284.139,33
307.475,89
1.416.263,44
-
184.964,21
8.967.426,58
8.782.462,37
8.739.165,63
43.296,74
1.554.588,86
1.597.885,60
1.723.739,33
125.853,73
Una segnalazione particolare merita la questione delle rette in mora o non pagate. In alcuni casi
sono state avviate le azioni legali, ma non sempre con risultati positivi. In altre situazioni l’azione
legale sarebbe costata oltre il valore di causa ed il tentativo di recupero, con i pochi mezzi che le
leggi consentono, spesso risulta infruttuoso.
Anche per questo l’Amministrazione, dopo attenta valutazione di ciascun caso, ha deciso di
svalutare alcune posizioni di credito per complessivi euro 42.851,37 (competenza + residui).
Al 31/12/2013 i residui per rette non pagate ammontavano ad Euro 108.734,63.
Il ricorso costante all’utilizzo delle anticipazioni di tesoreria è provocato, oltre che dalle rette in
mora, da ritardi nel pagamento delle impegnative rendicontate all’AULSS 18.
I tempi di incasso delle quote sanitarie provenienti dall’ULSS superano i 120 gg. e mediamente
l’ammontare del credito della specie oltre i 30 gg, termine entro il quale l’Ente deve regolare il
pagamento dei fornitori, è pari circa euro 216.000,00.
Per altri approfondimenti sui dati contabili, si rimanda al Conto consuntivo.
SITUAZIONE DEBITORIA DELL’ENTE
L’indebitamento dell’Ente al 31/12/2013 per residue quote capitale di mutui e prestiti in
ammortamento è così rappresentato:
Pagina 6
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
Quote capitale:
CARIPARO
CARIPARO-OPI
BCC Pad Or
RovigoBanca
debito iniziale
619.748,28
420.000,00
350.000,00
330.000,00
data inizio deb res 1/1/13
01/01/2001
31/12/2007
07/10/2008
24/05/2013
170.826,58
339.969,70
310.848,42
330.000,00
Tot. Rate 2013
rata 1 + 2° sem
48.332,04
18.168,87
12.674,55
79.175,46
scade il deb res 31/12/13
30/06/16
122.494,54 tasso variabile
31/12/26
321.800,83 tasso variabile
30/06/29
298.173,87 tasso fisso
31/12/23
330.000,00 tasso fisso
tot.
1.072.469,24
Fondo di rotazione regionale
1.400.000,00 01/06/2013
1.400.000,00
93.000,00
30/06/27
1.307.000,00 no interessi
totale debito residuo
2.379.469,24
AREA ORGANIZZATIVA
LE RISORSE UMANE
Nel 2013 è proseguita l’azione,
intrapresa dalla nuova amministrazione all’atto
dell’insediamento, di tutela e sviluppo delle professionalità del personale, considerato come la
risorsa fondamentale per il buon funzionamento della Casa, adottando
ogni azione o
provvedimento utile a generare un clima sereno e collaborativo, per stimolare la crescita
professionale e l’attaccamento ai valori della “Casa del Sorriso”.
Sul piano tecnico organizzativo prosegue, come previsto nel bilancio di previsione
l’implementazione delle procedure informatiche estese a tutta l’area socio-sanitaria e all’area
amministrativa e tecnica. Le procedure di entrambe le aree, alla data di redazione del presente
documento, sono in fase avanzata di completamento. Va precisato che l’adozione di nuove
procedure informatiche prevede, in qualsiasi settore, molta istruzione e addestramento per la
completa utilizzazione; riteniamo tuttavia di completare il tutto entro il corrente anno.
Per quanto riguarda l’applicazione dei contratti collettivi di lavoro, non si è ancora conclusa
l’annosa
querelle che vede contrapposta l’Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle
Pubbliche Amministrazioni e le Organizzazioni Sindacali, sul tema dei riposi compensativi al
personale turnista nei casi di giorni festivi infrasettimanali.
Sono in corso approfondimenti sulla questione presso la Regione Veneto con l’intervento della
Corte dei Conti. Ad oggi, tuttavia, non risultano prospettate ipotesi risolutive poiché la problematica
riguarda tutte le Ipab del veneto ed abbraccia un periodo di tempo molto lungo, fin dall’anno 2001.
DEL PERSONALE DIPENDENTE
Il numero complessivo dei dipendenti in organico è di n. 156 così ripartiti:
Pagina 7
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
La spesa complessiva, comprensiva di ogni onere e contributo previdenziale, con aggiunto il
costo del personale fornito dall’Agenzia interinale, è di €. 5.476.031,00, pari a circa il 75% della
spesa effettiva.
Le slides che seguono rappresentano l’incidenza dei costi per funzione.
Pagina 8
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
L’incidenza dell’istituto del part-time nell’organizzazione del personale (14 dipendenti su 155),
viene esposta al solo fine di evidenziare il maggior costo sostenuto dall’Ente, per la necessaria
integrazione oraria:
FERIE ARRETRATE:
Al 31/12/2013 il totale dei giorni di ferie non usufruite del personale, alle date indicate
ammontava a 1.694 giorni che, tradotto in spesa, rappresenta un importante debito della Casa verso
i propri dipendenti, per euro 209.321,00, accumulato soprattutto in anni pregressi.
L’Amministrazione, di concerto con la Direzione, ha avviato un programma di smaltimento delle
ferie arretrate nei prossimi tre/quattro esercizi.
Pagina 9
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
Ai congedi per ferie di competenza dell’esercizio di riferimento saranno aggiunti ulteriori periodi
individuati nel sopracitato piano.
Non è superfluo ricordare che lo smaltimento dei periodi pregressi di ferie costituisce una
riduzione programmata del debito di cui sopra, che sarà iscritto alla specifica voce dello stato
patrimoniale al 1° gennaio 2014.
AREA SOCIO-SANITARIA
L’identikit dell’ospite negli anni è fortemente cambiato. I profili assistenziali identificano
bisogni legati all’assistenza di base, ma anche specifici come la gestione della persona affetta da
deterioramento cognitivo o portatrice di sondino naso gastrico o PEG.
Normalmente l’ospite arriva nella struttura assistenziale quando incombono urgenze legate
all’autonomia fisica o in situazioni legate al disagio sociale; in questo ultimo caso è il Comune di
residenza che si fa carico di segnalare l’emergenza. Negli ultimi tre anni sono però prevalenti le
richieste d’ingresso di ospiti non autosufficienti e, proprio su questa tipologia di utenza, la struttura
si sta specializzando nei servizi offerti.
Coerentemente con le previsioni di cui all’articolo n. 2 dello Statuto della Casa del Sorriso, tutta
la Casa sta lavorando per il raggiungimento dell’unico obiettivo rivolto al benessere e alla cura
dell’ospite, tenuto conto delle peculiari necessità di ciascuno.
Attualmente la Casa offre:
-
Ospitalità definitiva e temporanea ad utenza autonoma e non autonoma, attraverso un’offerta
di posti letto in convenzione ed a libero mercato;
-
Servizi riabilitativi, mirati al recupero funzionale dell’Ospite;
Pagina 10
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
-
Si propone sul territorio della Provincia di Rovigo, come riferimento nella gestione
dell’ospite con deterioramento cognitivo;
-
Servizio pasti in collaborazione con i Servizi Sociali del Comune di Badia Polesine;
-
È disponibile nell’accogliere stageur provenienti da istituti scolastici del territorio, con
finalità socio pedagogiche;
-
Ospitalità a ragazzi in borsa lavoro, con diverse abilità;
la Casa del Sorriso ha ottenuto dalla Regione Veneto, nell’ambito delle previste attività Socio
Assistenziali Regionali, l’autorizzazione all’esercizio. Tale abilitazione, nel tempo rinnovata, a
seguito di rigorose verifiche in loco, prevede la sussistenza di requisiti tecnologici, per quanto
riguarda gli ambienti o l’esecuzioni di attività professionali di assistenza e cura sanitaria dell’ospite.
Dettagliare le attività giornaliere dei singoli operatori può risultare dispersivo.
Di seguito l’elencazione dei servizi principali
che può risultare utile per comprender la
complessità della vita della Struttura:
SERVIZIO DI MEDICINA GENERALE
È prestato da 4 medici di Base, con specialità individuali quali chirurgia, geriatria e cardiologia
che operano in struttura per effetto di un rapporto di convenzione con l’A.ULSS 18, con Specialità
individuali quali Chirurgia, Geriatria e Cardiologia.
La presenza medica in struttura è assicurata per l’intera giornata dal lunedì al venerdì, il sabato
solamente al mattino. Nell’orario serale e nei giorni festivi è attivo il servizio di guardia medica
dell’azienda ULSS 18.
COORDINATORI DEL SERVIZIO
Attività svolta da un Coordinatore Responsabile (Responsabile Area Servizi alla Persona) e da
due coordinatrici dei servizi che hanno il compito di
coordinamento del personale addetto all’assistenza (O.S.S.)
ed infermieristico con funzione di collegamento fra i medici
ed il personale infermieristico. Hanno il compito di verificare
le attività svolte dagli OSS, nei vari nuclei di degenza,
nonché il rispetto dei progetti individuali di ogni singolo
ospite come definito nell’Unità Operativa Interna.
Pagina 11
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
SERVIZIO INFERMIERISTICO
È prestato da n. 14 Infermieri dipendenti dell’Ente. Il personale
infermieristico si occupa della somministrazione di farmaci, di medicazioni
semplici e complesse, ed assistono l’ospite per la competenza sanitaria.
L’attività svolta dal personale durante il servizio prevede anche una stretta
collaborazione con il servizio medico e le due coordinatrici dei servizi.
Il servizio infermieristico è attivo nell’arco delle 24 ore, sette giorni su
sette.
SERVIZIO ALLA PERSONA
Vede impegnati n. 89 Operatori Socio Sanitari (definiti O.S.S.), più n. 5 OSS con mansioni ridotte
ricollocati ad altre attività, tutti con attestato di formazione di
1000 ore, come definito nella conferenza Stato Regioni del
22/02/2001. Tutto il personale OSS è costantemente aggiornato
sulle tematiche relazionali, la movimentazione dell’Ospite, le
modalità di sicurezza da attuare durante il servizio.
Il servizio fornito dagli OSS è garantito nelle 24 ore, sette giorni
su sette, con lo stesso numero di presenze, distribuito nell’intera
giornata.
SERVIZIO PSICOLOGICO
Il servizio è garantito da 2 psicologi part-time, che operano con gli anziani a livello individuale e
nelle attività di gruppo, a partire dalla fase di inserimento nella struttura. Le attività si sviluppano
attraverso colloqui individuali, oppure attraverso la formazione di gruppi omogenei finalizzati a
realizzare interventi mirati ed efficaci.
I progetti individualizzati si rivolgono alle demenze (psicosi, oligofrenia, disturbo da
dipendenza), depressioni e al monitoraggio dello stato cognitivo degli ospiti al fine di limitare la
velocità degrado mentale e fisico.
SEZIONE ALTA PROTEZIONE ALZHEIMER (S.A.P.A.)
La Casa, unica nella provincia di Rovigo, con specifico atto dell’azienda ULSS 18, garantisce
una Sezione Alta Protezione Alzheimer (S.A.P.A), con n. 10 posti letto individuati nell’attuale
Nucleo Giada.
Pagina 12
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
Gli Ospiti del nucleo sono inseriti attraverso una valutazione multidisciplinare eseguita da una
equipe dell’ULSS 18. Durante il periodo di
soggiorno, l’equipe multidisciplinare della
struttura, attraverso uno specifico progetto
mirato
alla
gestione
comportamentale,
l’obiettivo
di
segue
dare
disturbo
l’ospite
sollievo
problematica specifica.
particolare
del
con
ad
una
In questa fase
l’attenzione
è
rivolta
all’evolversi della patologia, attraverso un
monitoraggio
costante
ed
interventi
programmati.
La permanenza è di carattere temporaneo, da un minimo di 60 ad un massimo di 90 giorni
nell’anno solare, secondo i termini della convenzione dell’azienda ULSS 18. Eventuali proroghe
sono subordinate alla valutazione multidisciplinare dell’ospite, eseguita dall’equipe dell’azienda
ULSS 18, con lo scopo di verificare la durata del periodo necessario per il completamento del
programma assistenziale, al fine di dare sollievo al disturbo del comportamento individuato nella
valutazione.
SERVIZIO SOCIALE
È prestato da tre Assistenti Sociali dipendenti della Casa, di cui due con contratto part-time.
Il servizio sociale rappresenta per l’Ente il “ front-office” di riferimento per l’utente che accede
alla Struttura e svolge anche compiti di segretariato sociale per la quotidianità, curando altresì i
rapporti con l’ULSS per le convenzioni in essere a favore dell’ospite, l’Autorità giudiziaria e
l’Ufficio Invalidi Civili.
SERVIZIO FISIOTERAPIA
Operano in questo servizio nella nuova
palestra modernamente attrezzata di 150
mq, due fisioterapiste, di cui una part-time,
dipendenti
dell'Ente.
Dopo
un’attenta
valutazione dell’ospite nella fase d’ingresso,
con l’esame obiettivo e attraverso specifici
test, il servizio definisce con il medico di
Pagina 13
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
base gli interventi personalizzati da eseguire.
Con l’Ente collabora il medico fisiatra dell’ULSS attraverso periodici incontri, durante i quali
esegue la valutazione degli ospiti avviati dai medici di base alle attività di fisioterapia.
SERVIZIO ANIMAZIONE
Il servizio è garantito da tre educatori animatori dipendenti dell’Ente che, nel corso dell’anno
2013, hanno realizzato molteplici attività riguardanti sia gli aspetti socio-educativi, sia quelli ludicoricreativi, organizzando le attività secondo le tipologie e le esigenze degli ospiti nei diversi reparti.
Sono stati avviati il laboratorio di maglia e cucito, laboratorio di cucina, attività di socializzazione
personalizzata ed editoriali (periodico “Vita agli Anni”), la lettura dei quotidiani, attività interattiva
con utilizzo della WII, con lo scopo di indurre l’ospite di utilizzare apparati sensoriali e stimolare il
movimento degli arti.
In questo ultimo specifico progetto gli
educatori
collaborato
integrandosi
con
i
fisioterapisti, unendo due diverse attività da
svolgere in un unico momento.
Queste ultime attività hanno dato vita, alla
collaborazione di diverse figure professionali,
con notevole beneficio per le attività proposte
all’ospite.
SERVIZIO INSERIMENTO LAVORATIVO
Con apposite convenzioni stipulate con l’Azienda ULSS 18 e la formulazione di progetti
individualizzati, offerti ai soggetti interessati, la Casa del Sorriso ha offerto l’opportunità di un
percorso d’integrazione sociale in ambiente
lavorativo protetto con compiti di supporto, ai
servizi, ad un elevato numero di ragazzi
diversamente abili.
I ragazzi hanno collaborato con il personale
in diverse attività, quali la gestione della sala da
pranzo degli ospiti autonomi, il servizio
Pagina 14
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
guardaroba/lavanderia, l’accompagnamento degli ospiti alle attività ludico ricreative, e negli altri
momenti di vita comune degli ospite.
I ragazzi, nel loro percorso all’interno dell’Ente, sono sempre accompagnati da tutor individuati
dalla Direzione.
SERVIZIO DI TRASPORTO OSPITI
L’Ente,
anche nell’anno 2013, ha messo a disposizione un mezzo di proprietà con proprio
personale per l’accompagnamento degli ospiti autosufficienti ed in carrozzina, alle visite mediche
specialistiche e per altre necessità richieste dagli ospiti stessi.
Il servizio di trasporto è stato integrato con la convezione con l’Associazione Volontari Soccorso di
Badia Polesine.
TIROCINI
Sempre con apposite convenzioni, sono stati attivati dei tirocini formativi con le seguenti
organizzazioni:
AGENFOR Rovigo: N. 01 tirocinio per O.S.S.
Università Ferrara: N. 01 tirocinio in scienze della comunicazione
Università Ferrara: N. 04 tirocini di fisioterapia
SIL: N. 07 borse lavoro
Centro Salute Mentale distretto 2 di Badia Polesine: N. 01 borsa lavoro
ALTRI SERVIZI
Sono stati attivati anche altri servizi accessori:
-
Servizio cura del piede, eseguito da un professionista esterno e mirato a dare sollievo alle callosità,
particolarmente manifeste in età anziana
-
Parrucchiera e barbieria, servizio eseguito da un professionista esterno, presente nella struttura
quattro giorni alla settimana. L’Ente inserisce nella retta per tutte le ospiti un taglio ed una piega
mensile e per i signori ospiti un taglio mensile.
Pagina 15
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
-
L’Ente beneficia dell’ingresso in struttura di medici specializzati dell’ULSS, che permettono così
agli ospiti residenti di non spostarsi verso l’ospedale per:
-
Visite cardiologiche
-
Visite dermatologiche
-
Visite pneumologi che
-
Visite psichiatriche
-
Visite ginecologiche
AREA TECNICA E STRUTTURALE
ESIGENZE E NUOVE REALIZZAZIONI
Fin dal suo insediamento, il CdA ha considerato la necessità di ammodernamento di vari
comparti, operativi, tecnologici o strutturali, come anche l’esigenza di completare progetti già
avviati.
In particolare sono stati avviati i seguenti progetti:
- Lavanderia
In considerazione del buon esito della fase sperimentale, si è reso necessario prevedere la
completa esternalizzazione del servizio lavanderia per la biancheria degli ospiti;
- Accatastamento e Prevenzione Incendi
La Casa del Sorriso è tuttora priva del certificato di prevenzione incendi ed opera con
autorizzazioni provvisorie rilasciate di volta in volta. L’ultimo atto presentato all’Ufficio del
Territorio risale agli anni novanta. Ultimo parere di conformità rilasciato dal Comando dei
VV.FF. di Rovigo è di giugno 2010.
L’attuale Amministrazione ha affidato l’incarico professionale per la verifica completa degli
adeguamenti strutturali prescritti dai VVFF e per l’aggiornamento catastale di tutto il
complesso immobiliare e la valutazione del rischio sismico.
Le due attività, accatastamento e rilascio del certificato di prevenzione incendi sono
strettamente legate al punto che senza l’aggiornamento catastale non sarà mai rilasciato il
certificato di prevenzione incendi;
Pagina 16
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
- Cabina ENEL
Sono in corso di completamento opere necessarie per la cabina Enel resa operativa nell’anno
2013. Il nuovo impianto risponderà a tutti i requisiti previsti dalle normative tecniche e a tutte
le prescrizioni di rilascio del certificato di prevenzione incendi;
- Ristrutturazione locali ex palestra
A breve avranno inizio i lavori di ristrutturazione dei locali ex palestra che saranno adibiti a
studio per i medici, Servizio di psicologia e Uffici amministrativi.
Con l’occasione sarà allestito anche un idoneo locale per l’animazione, tra la sala ristoro e
porzione della sala da pranzo, con accesso anche dal giardino esterno su via san Nicolò.
I nuovi locali consentiranno lo svolgimento di attività professionali in modo idoneo e lo
svolgimento di attività di intrattenimento e ludiche per gli ospiti in modo più agevole.
SERVIZIO TECNICO:
Nel 2013 il Servizio ha effettuato oltre 2000 interventi che vanno dalle piccole riparazioni (la
porta dell’armadio che si rompe, il cambio della lampadina bruciata ecc.), alle più complesse,
riguardanti gli impianti di fornitura energetica;
Altri, numerosissimi, vengono eseguiti dietro semplice richiesta dell’utente e rientrano
nell’attività quotidiana prevista dal servizio.
SERVIZIO CUCINA
È svolto nelle cucine dell'Ente con personale interno e garantisce la preparazione dei pasti,
secondo la dieta prevista dalla nutrizionista.
Nel 2013 il Servizio ha erogato i seguenti pasti :
pasti preparati
n.
Pasti erogati
Pasti ad assistiti dal Comune
Pasti a familiari in occasione delle festività principali
156.598
431
2.708
6
116
Colazioni
TOTALE:
Pagina 17
media gg.
Non quantificabile
78.299
215
238.461
652
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
L’installazione dell’Unità trattamento aria, avvenuta nell’anno 2012, con il determinante contributo
benefico della ditta AERMEC di Legnago, ha prodotto un decisivo miglioramento delle condizioni
operative del servizio specialmente per
il periodo estivo. Si è trattato di un
intervento necessario e non rinviabile,
come previsto nel manuale di attuazione
delle vigenti normative europee in
materia
di
sicurezza
ed
igiene
alimentare. E’ in corso di ultimazione
l’installazione di apparecchiature per il
raffrescamento dei locali cucina per
aderire alle stringenti
normative in
materia di locali adibiti alla lavorazione dei cibi.
SERVIZIO PULIZIA:
L’Amministrazione ha affidato, tramite appalto, ad una Ditta esterna l’esecuzione delle pulizie
degli ambienti e degli spazi comuni interni.
Il servizio, secondo le raccomandazioni regionali che hanno limitato l’attività degli O.S.S. al
riordino della stanza di degenza, è rivolto agli spazi comuni (bagni, corridoi, sale ricreative e di
soggiorno, palestra, cucina principale, chiesa etc.), alle camere degli ospiti ed agli uffici per
complessivi mq. 7.894.
VILLAGGIO DEL SOLE:
Il complesso immobiliare Villaggio del Sole è stato completato per quanto riguarda n.5
appartamenti al piano terra, alla data di redazione del presente documento, sono in corso valutazioni
circa il suo utilizzo e si ritiene probabile l’avvio delle attività attraverso una convenzione con
l’Azienda ULSS 18.
Ciò potrebbe consentire l’ultimazione degli appartamenti siti al primo piano entro i prossimi
due anni. Rimangono tuttavia aperte ancora, considerata la consistenza dell’investimento, questioni
di carattere economico.
Conclusioni
L’ipotesi di un disavanzo di amministrazione per l’anno 2013 non era nelle previsioni di
bilancio, ma gli accadimenti imprevisti e le tante attività avviate per il recupero di efficienza e di
miglioramento dei servizi hanno imposto al CdA di farsi carico delle problematiche emergenti
Pagina 18
Allegato alla Delibera n. 27 del 26/05/2014
assumendo decisioni importanti, con la fondata convinzione che gli assetti economico-patrimoniali
della Casa del Sorriso saranno salvaguardati.
Prima di concludere la “Relazione morale” riteniamo doveroso esprimerne il nostro
ringraziamento al Collegio dei Revisori per il lavoro di verifica e controllo eseguito nelle varie
attività amministrative dell’Ente, spingendosi spesso anche oltre, con veri e propri interventi di
consulenza.
Si ritiene importante prendere
atto del positivo lavoro svolto dal Personale dipendente,
esprimiamo apprezzamento per l’impegno e la serietà con cui sono stati affrontati i quotidiani
problemi, sempre risolti sotto la guida del Direttore e dei componenti dello staff dirigenziale.
Infine ritengo doveroso esprimere ringraziamenti, a nome dei componenti del Consiglio di
Amministrazione e mio personale, al sig. Sindaco del Comune di Badia Polesine e
l’Amministrazione Comunale per la stima attribuita con la nomina all’importante incarico ricevuto.
Badia Polesine, lì 26/05/2014
IL PRESIDENTE
- Remo Previatello -
Pagina 19
Fly UP