...

Risulta altresì presente, in qualità di Assessore non facente parte

by user

on
Category: Documents
3

views

Report

Comments

Transcript

Risulta altresì presente, in qualità di Assessore non facente parte
Risulta altresì presente, in qualità di Assessore non facente parte del Consiglio comunale, il Sig. Stefano
Gatti.
PROPOSTA DI DELIBERAZIONE
UFFICIO TECNICO
Il Presidente porta a conoscenza del Consiglio Comunale che è intenzione dell’Amministrazione comunale
procedere alla modifica degli artt. 16 e 17 del Regolamento edilizio relativi alla composizione della
Commissione Edilizia alla luce delle nuove disposizioni legislative e regolamentari in materia. Prosegue
dando atto che è intenzione dell’Amministrazione comunale non sopprimere la Commissione edilizia come
consente il nuovo Testo Unico della legge edilizia. Tale modifica si rende necessaria per nominare i nuovi
componenti la Commissione nelle more dell’adozione del nuovo Regolamento edilizio.
Dopodiché invita il Consiglio Comunale ad esprimersi al riguardo.
IL CONSIGLIO COMUNALE
-
Udita la relazione del Sindaco;
-
Premesso:
che il Comune di Albese con Cassano è dotato di un Regolamento edilizio adottato con deliberazione
consiliare n. 51 del 22.11.1974, esecutiva ai sensi di legge;
che con deliberazione n. 53 del 14.10.1997, esecutiva ai sensi di legge, in esecuzione della Legge
Regionale n. 18 del 09.06.1997, la composizione della Commissione edilizia è stata integrata da due
esperti in problema di tutela ambientale;
-
Preso atto che è intenzione dell’Amministrazione comunale modificare gli artt. 16 e 17 del
Regolamento edilizio in materia di Commissione edilizia ed il suo funzionamento in quanto l’attuale
regolamento è da considerarsi abrogato;
-
Vista altresì la deliberazione della Giunta Regionale del 03.12.1999, pubblicata sul B.U.R.L. del
13.01.2000, dalla quale si prende atto dei criteri ed indirizzi generali per la redazione dei regolamenti
edilizi comunali;
-
Ritenuto pertanto opportuno, in attesa del nuovo regolamento edilizio, che sarà approvato quanto
prima nelle more, modificare gli artt. 16 e 17 secondo quanto prescritto dall’allegato che fa parte
integrante e sostanziale del presente atto;
-
Visto il D.Lgs. n. 267/2000;
-
Visto il vigente Statuto Comunale;
-
Con voti
DELIBERA
1) Di modificare gli artt. 16 e 17 del Regolamento edilizio in materia di Commissione edilizia sulla
base delle determinazioni assunte nell’allegato A che fa parte integrante e sostanziale del presente
atto;
2) Di dare atto che tale modifica viene effettuata nelle more dell’adozione del nuovo Regolamento
edilizio che sarà approvato nel rispetto della Legge Regionale n. 23/97.
************
IL CONSIGLIO COMUNALE
-
Esaminata la suestesa proposta di deliberazione;
-
Visti gli allegati pareri del responsabile dell’Ufficio Tecnico e del responsabile dell’Ufficio Segreteria,
espressi ai sensi dell’art. 49, 1 comma, D.Lgs. n. 267/2000;
-
Uditi gli interventi di cui all’allegato B;
-
Con voti favorevoli n. 12, contrari n. 1 Sig. Everardo Schiera e astenuti n. 2 Sigg. Massimo Molteni e
Mario Gatti
DELIBERA
1) Di approvare la proposta di deliberazione sopra citata predisposta dall’Ufficio Tecnico.
ALLEGATO A
MODIFICA REGOLAMENTO EDILIZIO
ART. 16 COMMISSIONE EDILIZIA COMUNALE
ART. 17 FUNZIONAMENTO E VALIDITA’ DELLE SEDUTE
NUOVO TESTO
Art. 16 – Commissione Edilizia Comunale – Formazione e durata in carica
Art. 16.a – Composizione
Art. 16.b – Nomina e designazione
Art. 16.c – Scadenza
Art. 16.d – Incompatibilità
Art. 16.e – Conflitto d’interessi
Art. 16.h – Incompatibilità sopravvenuta
Art. 16.i – Assenze ingiustificate
Art. 17 – Funzionamento e validità delle sedute
ART. 16
COMMISSIONE EDILIZIA - FORMAZIONE E DURATA IN CARICA
ART. 16.a
Composizione
1. La Commissione edilizia è un organo collegiale tecnico-consultivo dell’Amministrazione Comunale.
2. E’ presieduta dal Sindaco o suo delegato ed è composta da quattro esperti in materia edilizia,
urbanistica, ambientale e barriere architettoniche, con professionalità risultante dai rispettivi
curricula, con laurea in ingegneria o architettura o con diploma di perito edile o geometra, di cui due
dovranno essere esperti anche in materia di tutela paesaggistica, ai sensi della L.R. 18/97.
3. Alla Commissione interviene, con funzioni di segretario, senza diritto di voto, il responsabile del
provvedimento (o dell’istruttoria), nonché il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco o suo
delegato.
4. La Commissione edilizia è convocata e rappresentata dal suo Presidente.
ART. 16.b
Nomina e designazione
1. La Commissione edilizia viene nominata dalla Giunta Comunale.
2. Qualora si verifichi una causa di decadenza di cui agli articoli 16.h e 16.i del presente Regolamento,
ovvero, in caso di morte o di dimissioni del membro effettivo, la Giunta nomina i membri sostituti.
3. Il soggetto nominato in sostituzione del commissario decaduto o dimissionario deve avere profilo
professionale equivalente e resta in carica per il rimanente periodo di durata della Commissione
edilizia.
4. I Commissari nominati devono presentare al Sindaco dichiarazione scritta in ordine all’assenza dei
casi d’incompatibilità di cui al successivo articolo 16.d.
ART. 16.c
Scadenza
1. La durata in carica della Commissione edilizia corrisponde a quella del Consiglio
Comunale.
2. Alla scadenza del termine di cui al comma precedente, la Commissione edilizia si intende prorogata
di diritto fino alla nomina della nuova Commissione e comunque per non oltre quarantacinque giorni
dalla scadenza.
ART. 16.d
Incompatibilità
1. La carica di componente della Commissione edilizia è incompatibile:
con chi ha un rapporto di dipendenza, continuativa o temporanea, con il
Comune o enti, aziende o società da esso dipendenti;
con chi esercita, od ha esercitato negli ultimi due anni, attività professionale in materia di
edilizia privata e pubblica sul territorio comunale.
2. Sono parimenti incompatibili i soggetti che, per legge, in rappresentanza di altre amministrazioni,
devono esprimere un parere sulle stesse pratiche sottoposte alla Commissione edilizia.
-
ART. 16.e
Conflitto d’interessi
1. I componenti della Commissione edilizia direttamente interessati alla trattazione di
progetti od argomenti specifici devono astenersi dall’illustrare gli stessi,
dall’assistere all’esame, alla discussione ed al giudizio, allontanandosi
obbligatoriamente dall’aula; di ciò dovrà essere dato atto nel verbale della seduta.
2. L’obbligo di astensione di cui al comma precedente sussiste anche nelle ipotesi in cui i progetti o gli
argomenti in esame riguardino interessi facenti capo a parenti o affini fino al quarto grado, o al
coniuge di un membro della Commissione edilizia.
ART. 16.h
Incompatibilità sopravvenuta
1. I membri della Commissione edilizia decadono automaticamente nel caso insorga
una causa d’incompatibilità di cui all’art. 16.d sopravvenuta successivamente alla
loro nomina.
ART. 16.i
Assenze ingiustificate
1. I Commissari decadono automaticamente se risultano assenti ingiustificati per più di
tre riunioni consecutive della Commissione edilizia.
ART. 17
Funzionamento e validità delle sedute
1. Per la validità delle sedute è necessaria la presenza del Presidente o del
Vicepresidente nonché la metà più uno dei componenti con diritto di voto.
2. Delle adunanze della Commissione edilizia sarà redatto apposito verbale
sottoscritto dal Presidente e dal segretario.
ALLEGATO B
ALLA DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 19 DEL 26.07.2004 AVENTE AD OGGETTO:
MODIFICA DEL REGOLAMENTO EDILIZIO, ART. 16 – COMPOSIZIONE COMMISSIONE EDILIZIA E
FUNZIONAMENTO
Il Sindaco Presidente, prima di illustrare il presente punto all’ordine del giorno, da’ lettura di una propria relazione …
omissis… (Allegato C). Successivamente da’ lettura della proposta di modifica al Regolamento Edilizio:
-
Art. 16 Commissione edilizia comunale
-
Art. 17 Funzionamento e validità delle sedute.
Da’ atto altresì che l’art. 16 si articola in diversi punti.
Prende la parola il consigliere di minoranza Sig. Everardo Schiera del Gruppo “Federalismo e Cambiamento” il quale
da’ atto che l’art. 16 d “Incompatibilità” non è condivisibile. In particolar modo non è d’accordo nel prevedere
l’incompatibilità con chi esercita o ha esercitato negli ultimi due anni attività professionali in materia di edilizia privata
e pubblica nel territorio comunale in quanto a suo parere ritiene fondamentale ed importante la conoscenza del territorio
stesso per poter esprimere al meglio valutazioni nel campo edilizio. Conclude precisando di non capire le motivazioni
che hanno spinto l’Amministrazione comunale ad estendere l’incompatibilità anche a chi ha lavorato in passato ad
Albese.
Interviene il capogruppo della maggioranza Sig. Nicola Galuppo il quale da’ atto che i motivi della modifica degli artt.
16 e 17 del Regolamento Edilizio vigente sono stati già esaustivamente illustrati dal Signor Sindaco. La stessa
costituisce un’anticipazione del testo che verrà approvato entro la fine dell’anno. Il nuovo Regolamento Edilizio, già
allo studio, recepirà in gran parte il testo base della Regione Lombardia e prevede la presenza di n. 4 componenti. E’ di
tutta evidenza che non avrebbe alcun senso oggi nominare una commissione edilizia composta da n. 7 membri quando
tra pochi mesi questi verrebbero revocati e ridotti a 4. La necessità di provvedere alla nomina della Commissione
Edilizia è resa più urgente dalla recente approvazione in sede regionale del nuovo P.R.G. Ciò fa prevedere che la
Commissione Edilizia che verrà nominata a seguito delle modifiche che verranno oggi approvato avrà molto da lavorare
nei prossimi mesi. Conclude non condividendo il problema sollevato dal consigliere comunale Sig. Everardo Schiera.
Prende la parola il Sindaco il quale da’ atto che sul problema dell’incompatibilità si è voluto evitare un eventuale
conflitto di interessi.
Il consigliere Sig. Everardo Schiera replica dando atto che il Regolamento tipo Regionale non prevede il limite
temporale di chi ha esercitato negli ultimi due anni per cui ritiene non corretto prevedere un’efficacia retroattiva.
Interviene il consigliere Sig. Nicola Galuppo, capogruppo della maggioranza, il quale da’ atto del voto favorevole.
Entra in aula il consigliere Sig. Massimo Molteni.
Ore 21.45. Presenti n. 15
Votazione Favorevoli n. 12, Contrari n. 1 Sig. Everardo Schiera e Astenuti n. 2 Sig. Massimo Molteni e Mario Gatti.
MODIFICA REGOLAMENTO EDILIZIO
La modifica di due articoli del vigente Regolamento edilizio, approvato dal
Consiglio Comunale nei primi anni 50 (presumibilmente nel 1954), non sono
altro che un'anticipazione del nuovo Regolamento edilizio comunale che
attualmente è allo studio dell'ing. Riccardo Colombo, progettista del Piano
Regolatore Generale, che sta predisponendo il testo definitivo aggiornato alle
ultime disposizione legislative in materia edilizia e sullo schema tipo
predisposto dalla Regione Lombardia.
La scelta dell'Amministrazione Comunale è stata quella di non procedere alla
soppressione della Commissione edilizia, come peraltro resa possibile dalle
norme introdotte dal Testo Unico sull'edilizia, ma di creare una Commissione
edilizia, snella, composta da un numero contenuto di tecnici competenti in
materia, svincolati da eventuali conflitti d'interesse, possibili con l'esercizio
della libera professione sul territorio comunale.
Entro la fine del corrente anno, i due articoli modificati con l'attuale
deliberazione, saranno recepiti integralmente nel testo del nuovo
Regolamento edilizio.
Non sembrava corretto procedere alla nomina della Commissione edilizia
prevista dal vigente Regolamento in quanto si sarebbero nominati sette
membri di cui tre da revocare entro pochi mesi.
ALLEGATO C
Fly UP