...

Rassegna Stampa 16 17 18 Aprile 2016

by user

on
Category: Documents
12

views

Report

Comments

Transcript

Rassegna Stampa 16 17 18 Aprile 2016
Cod.: IL.1-Mod.1
Rev. 0
MODULO
Via Fissiraga, 15 - 26900 Lodi
RASSEGNA STAMPA
Ufficio per le Relazioni
con il Pubblico
e Servizio Accoglienza
Data: 02/09/2015
Pagina 1 di 4
rassegna stampa
16/17/18 Aprile 2016
IL CITTADINO
Lodi
•
Aggredito nel suo ufficio manager dell’ospedale
(16/04/2016)
Codogno
Sant’ Angelo Lodigiano
Casalpusterlengo
•
Letti tagliati in ospedale, a breve li riapriremo
IL GIORNO
Lodi
Codogno
Sant’ Angelo Lodigiano
Casalpusterlengo
Responsabile del procedimento:
Referente del procedimento:
Dott. Davide Archi
Maurizio Pancerasa
℡
℡
2145
2975
(16/04/2016)
Cod.: IL.1-Mod.1
Rev. 0
MODULO
Via Fissiraga, 15 - 26900 Lodi
Ufficio per le Relazioni
con il Pubblico
e Servizio Accoglienza
RASSEGNA STAMPA
Data: 02/09/2015
Pagina 2 di 4
Per il direttore amministrativo salvatore Agnello 15 giorni di prognosi
Aggredito nel suo ufficio manager dell’ospedale
di Cristina Vercellone
Spintonato durante la riunione sindacale. Il direttore amministrativo
degli ospedali Salvatore Agnello finisce al pronto soccorso di Lodi. È
successo ieri, intorno alle 11. Secondo alcune fonti, Agnello sarebbe
stato spintonato contro la porta del suo ufficio, in direzione, durante
un confronto sindacale. Il sindacalista
dell’Fsi Gianfranco Bignamini presente
all’incontro però non conferma che siano
avvenuti i fatti: «Noi eravamo in 8 - dice
quest’ultimo -, ma non è successo nulla
di tutto ciò». Mentre veniva spinto
Agnello ha perso anche gli occhiali e poi,
intorno alle 11, si è recato al pronto
soccorso. I medici l’hanno sottoposto a
un esame del rachide cervicale e poi gli
hanno dato 15 giorni di prognosi. Cosa
effettivamente sia successo, per vie
ufficiali non si sa: quel che è sicuro è che gli operatori del pronto
soccorso gli hanno diagnosticato una distrazione cervicale traumatica.
In questi giorni dovrà portare il collare cervicale e sottoporsi ad una
terapia antidolorifica. Agnello ha dichiarato agli infermieri di aver
subito violenza da parte di altri. «Sono amareggiato - commenta il
direttore amministrativo -, ma preferisco non commentare». Il
direttore generale Giuseppe Rossi, che al momento dell’accaduto non
era presente, dichiara di aver visto il dottor Agnello «piuttosto scosso.
Sono dispiaciuto - dice il manager - per quello che mi è stato riferito.
Le trattative sindacali non si svolgono in questo modo. Tutte le forme
di violenza sono sbagliate. Il collega consulterà il suo avvocato per
un’eventuale denuncia. Oggi è tornato a casa, non si aspettava una
reazione così in un confronto sindacale». I medici gli hanno prescritto
qualche giorno di riposo. Sempre sul fronte sindacale, ieri, l’Fsi ha
dichiarato uno stato di agitazione di tutto il personale, poi ha avviato
una conciliazione prefettizia contro l’Asst di Lodi. Il sindacato
denuncia la presenza di problemi urgenti nel pronto soccorso di
Codogno, ma anche nel servizio dialisi di Casale e Sant’Angelo.
Contesta la presenza di telecamere presso l’ospedale di Casale, il
bando di concorso del personale amministrativo e il taglio dei 5 posti
letto in riabilitazione geriatrica, a Casale. Il sindacato chiede un
incontro in prefettura lunedì, per risolvere le problematiche
Responsabile del procedimento:
Referente del procedimento:
Dott. Davide Archi
Maurizio Pancerasa
℡
℡
2145
2975
Cod.: IL.1-Mod.1
Rev. 0
MODULO
Via Fissiraga, 15 - 26900 Lodi
Ufficio per le Relazioni
con il Pubblico
e Servizio Accoglienza
RASSEGNA STAMPA
Data: 02/09/2015
Pagina 3 di 4
evidenziate. Sotto accusa sono la carenza di personale nel pronto
soccorso della Bassa, l’utilizzo degli infermieri sulle life car e l’ipotesi
di trasferimento della sala gessi in pronto soccorso. Per l’Fsi è
inaccettabile anche che il personale della dialisi di Casale e
Sant’Angelo sia reperibile anche per il servizio di Lodi.
Responsabile del procedimento:
Referente del procedimento:
Dott. Davide Archi
Maurizio Pancerasa
℡
℡
2145
2975
Cod.: IL.1-Mod.1
Rev. 0
MODULO
Via Fissiraga, 15 - 26900 Lodi
Ufficio per le Relazioni
con il Pubblico
e Servizio Accoglienza
RASSEGNA STAMPA
Data: 02/09/2015
Pagina 4 di 4
Riabilitazione
Letti tagliati in ospedale, a breve li riapriremo
«Abbiamo chiuso 5 posti letto in riabilitazione geriatrica, ma a breve li
riapriremo. Abbiamo previsto, infatti, nuove assunzioni». Ad
assicurarlo è il direttore socio sanitario Paolo Bernocchi, all’indomani
dell’allarme lanciato dalla rappresentante della Uil Rosy Messina.
Quest’ultima, infatti, aveva considerato vergognosa, la chiusura di
posti destinati agli anziani, per carenza di infermieri. «Se si vuole aveva tuonato Messina - infermieri che vogliono lavorare si possono
trovare, ma non si dà loro l’opportunità di farlo. È il sistema italiano,
non solo quello degli ospedali lodigiani, che è bacato. Con questo
taglio i posti letto, attualmente 20, si riducono a 15. Altrettanti, circa,
sono i pazienti in attesa di una prestazione riabilitativa. Mi chiedo,
poi, che fine abbia fatto il concorso per infermieri che era stato
bloccato dalla vicenda giudiziaria». «Stiamo cercando di risolvere
tutte le problematiche aperte», replica Bernocchi che era responsabile
della riabilitazione prima di essere nominato direttore socio sanitario.
«Ora - spiega il manager - la riabilitazione specialistica di Sant’Angelo
e Casale è stata affidata al medico Selene Casalino. A questa unità
afferisce, poi, la riabilitazione geriatrica di Casale coordinata dal
medico Roberto Altavilla».
Responsabile del procedimento:
Referente del procedimento:
Dott. Davide Archi
Maurizio Pancerasa
℡
℡
2145
2975
Fly UP