...

bedale del corso / rio torto

by user

on
Category: Documents
33

views

Report

Comments

Transcript

bedale del corso / rio torto
REGIONE PIEMONTE
PROVINCIA DI CUNEO
COMUNE DI VERZUOLO
COMMITTENTE
FIRMA
CAP 12039, VERZUOLO (CN)
P. IVA 00306340043
IMPIANTO IDROELETTRICO "GRISELDA", COMUNE DI VERZUOLO
CONCESSIONE DI DERIVAZIONE
PER USO IDROELETTRICO
BEDALE DEL CORSO / RIO TORTO
OGGETTO:
SINTESI IN LINGUAGGIO NON TECNICO
Versione
Descrizione
Data
1
RELAZIONE
Gennaio 2013
Codice dell'opera
Lotto
Livello progettazione
Numero elaborato
I_020
0
D
A1
Disegnatore
Approv.
AD
Tipo documento
DATA:
31/01/2013
SCALA:
STUDIO DI INGEGNERIA
ALEX DRUETTA
EMANUELE GRANERO
DOTT. ING.
GEOM.
Tel./Fax 0121.900.215 - e-mail: [email protected]/[email protected]
SINTESI IN LINGUAGGIO NON TECNICO
PREMESSA
INDICE
1
PREMESSA ...........................................................................................................................................1
2
IL BEDALE DEL CORSO / RIO TORTO ................................................................................................2
3
4
5
6
2.1
Dati gestionali .............................................................................................................................2
2.2
Quantificazione delle portate richieste dall’impianto in progetto ...............................................3
DESCRIZIONE GENERALE DEL PROGETTO ........................................................................................5
3.1
Stato attuale dei luoghi ...............................................................................................................5
3.2
Opere in progetto ........................................................................................................................5
VERIFICA IDRAULICA E PRODUZIONE ATTESA.................................................................................8
4.1
Caratteristiche di concessione .....................................................................................................8
4.2
Potenza efficiente ........................................................................................................................8
4.3
Producibilità ................................................................................................................................9
4.4
Mitigazione e compensazioni dell’impatto del progetto ...........................................................10
PIANO ECONOMICO ..........................................................................................................................11
5.1
Costi di esercizio .......................................................................................................................12
5.2
Ricavi per la vendita dell’energia .............................................................................................12
CONCLUSIONI ...................................................................................................................................13
SINTESI IN LINGUAGGIO NON TECNICO
PREMESSA
1 PREMESSA
La presente sintesi in linguaggio non tecnico descrive la soluzione progettuale inerente l’impianto idroelettrico in progetto presso il “Bedale del Corso / Rio Torto” nel Comune di Verzuolo (provincia di Cuneo).
Il tratto di canale interessato dalle opere risulta posto immediatamente a valle dello stabilimento Kimberly-Clark S.r.l. . Il tratto sotteso confina con la proprietà della società proponente e della stessa società
Kimberly-Clark S.r.l.; non sono presenti all’interno di tale tratto scarichi o sub-derivazioni.
1
EDILNORD COSTRUZIONI S.R.L.
IMPIANTO IDROELETTRICO «GRISELDA»
2 IL BEDALE DEL CORSO / RIO TORTO
Il Bedale del Corso deriva le sue acque dal t. Varaita al confine tra i comuni di Costigliole e di Piasco,
località “Prese di Saluzzo”. Presso Villanovetta il Bedale del Corso si immette nell’alveo del Rio Torto
2
di cui assume il nome; quest’ultimo prosegue per Saluzzo dove dà origine al rio Tagliata che, poco più a
valle, si ricongiunge al rio Torto il quale sfocia nel fiume Po, subito a valle dell’immissione del torrente
Bronda. Nei pressi di Villanovetta si congiunge al Rio Torto il canale di Piasco che deriva le acque dal
torrente Varaita in località “Rocche” del comune di Piasco.
Lo scavo del Bedale del Corso risale all’anno 1000 e nella seconda metà del 1400 il Comune di Saluzzo,
che ne era in possesso da sempre, ha aperto l’attuale alveo. In seguito parte del canale è passata al demanio ed una parte è attualmente gestita dal Comune di Saluzzo.
La derivazione Bedale del Corso e rio Torto è quindi costituita da un primo tratto scavato artificialmente
e da un secondo tratto che si immette nell’alveo del rio Torto.
2.1
Dati gestionali
La derivazione Bedale del Corso è gestita dal comune di Saluzzo. Il comprensorio irriguo ha una estensione di 4.434 ettari e al suo interno operano 25 piccoli consorzi irrigui. La portata massima di concessione del Bedale del Corso è di 3.400 m3/s e la portata media risulta essere pari a 2.680 l/s (D.G.C. n. 116
29/07/2010, Comune di Saluzzo); la destinazione d’uso è plurima: irriguo, forniture industriali, produzione di energia elettrica.
Il canale di Piasco è gestito dal comune di Piasco; la portata di concessione è di 2,5 m3/s così suddivisi:
1,8 m3/s per uso industriale, 0,5 m3/s per uso irriguo, la restante parte per usi vari.
La derivazione alimenta per lo più una centrale elettrica dell’ENEL, la quale restituisce nel canale stesso.
Tabella 2.1 – Tabella riassuntiva dei dati gestionali
Estensione del comprensorio irriguo
Destinazione d’uso del canale
Periodo di asciutta
Durata della stagione irrigua
Fonti idriche alimentatrici
4.434 ettari
irriguo, produzione di energia idroelettrica, forniture industriali
15 giorni nel mese di marzo
marzo-settembre
t. Varaita, rii minori
SINTESI IN LINGUAGGIO NON TECNICO
BEDALE DEL CORSO / RIO TORTO
2.2
Quantificazione delle portate richieste dall’impianto in progetto
In virtù delle analisi effettuate (contenute negli elaborati A2 “Relazione tecnica particolareggiata” e
A2_c “Studio idrologico”) si riportano nella seguente tabella le portate richieste dall’impianto in progetto.
3
Tabella 2.2 – Quantificazione delle portate richieste
QBedale
DMVbase_Bed
Qrio_Torto
DMVmod_10%_Rio
Usi irrigui
Usi indust
Qderivata
Qrilasciata
3
[m /s]
3
[m /s]
3
[m /s]
3
[m /s]
3
[m /s]
3
[m /s]
3
[m /s]
[m3/s]
gennaio
1,578
0,110
0,166
0,042
0,000
0,100
1,492
0,152
febbraio
1,473
0,110
0,181
0,044
0,000
0,100
1,400
0,154
marzo
2,179
0,110
0,244
0,050
0,000
0,100
2,162
0,160
aprile
3,400
0,110
0,263
0,052
1,044
0,100
2,357
0,162
maggio
3,400
0,110
0,237
0,049
1,044
0,100
2,334
0,159
giugno
3,400
0,110
0,123
0,038
1,044
0,100
2,231
0,148
luglio
3,400
0,110
0,077
0,033
1,044
0,100
2,190
0,143
agosto
3,191
0,110
0,064
0,032
1,044
0,100
1,969
0,142
settembre
2,881
0,110
0,082
0,034
1,044
0,100
1,676
0,144
ottobre
3,171
0,110
0,140
0,040
0,000
0,100
3,061
0,150
novembre
2,108
0,110
0,269
0,052
0,000
0,100
2,115
0,162
dicembre
1,834
0,110
0,214
0,047
0,000
0,100
1,790
0,157
media
2,668
0,110
0,172
0,043
-
0,100
2,065
0,153
mese
Nella tabella precedente sono riportati:
-
i quantitativi idrici della derivazione insistente sul t. Varaita afferenti alla sezione interessata dalle opere di captazione in progetto,
-
i quantitativi idrici del Rio Torto afferenti alla sezione interessata dalle opere di captazione in
progetto,
-
i quantitativi idrici di DMV proposto, dato dalla somma di una quota base (referente alla derivazione “Bedale del Corso”) ed una quota variabile (pari al DMV modulato al 10% calcolato sulle
portate medie mensili stimate del rio Torto),
EDILNORD COSTRUZIONI S.R.L.
IMPIANTO IDROELETTRICO «GRISELDA»
4
-
i quantitativi idrici medi derivati dai Consorzi Irrigui presenti a monte della sezione di interesse,
-
i quantitativi idrici medi derivati per uso industriale a monte della sezione di interesse,
-
i quantitativi idrici derivati dall’impianto in progetto,
-
i quantitativi idrici rilasciati in alveo nel tratto sotteso del corso d’acqua.
La derivazioni ad uso idroelettrico oggetto del presente progetto chiaramente non modifica i quantitativi
idrici delle portate vettoriate nel Rio Torto, né impedisce i diritti delle utenze irrigue esistenti.
Figura 2.1 – Portate presenti nel corso d’acqua “Bedale del Corso / Rio Torto”, rilasciate nel tratto sotteso e potenzialmente turbinabili dall’impianto in progetto
SINTESI IN LINGUAGGIO NON TECNICO
DESCRIZIONE DEL PROGETTO
3 DESCRIZIONE GENERALE DEL PROGETTO
3.1
Stato attuale dei luoghi
5
Come visibile nella documentazione fotografica allegata A2_B, il “Bedale del Corso / Rio Torto” deriva
la prevalenza della portata presente nel Comune di Verzuolo dal torrente Varaita (al confine tra i comuni
di Costigliole e di Piasco, località “Prese di Saluzzo”).
Il corso d’acqua, nel tratto interessato dalla realizzazione delle opere proposte, scorre a cielo aperto con
sponde quasi completamente rivestite in calcestruzzo.
3.2
Opere in progetto
Il presente progetto propone la realizzazione di una centrale idroelettrica composta da:
-
un’opera di presa, costruita in aderenza all’attuale alveo (Figura 3.1), che consenta la derivazione delle acque ed al contempo permetta il deflusso nel “Bedale del Corso / Rio
Torto” della portata da rilasciare come Deflusso Minimo Vitale attraverso uno stramazzo
laterale (o della portata totale in caso di fermo-impianto per eventi accidentali o manutenzione delle macchine);
-
una condotta forzata di diametro interno 1.400 mm, risultante completamente interrata
per una lunghezza di circa 78,00 m e che passa totalmente sotto l’area di proprietà della
società proponente, in parte sterrata ed in parte asfaltata (Figura 3.2);
-
un nuovo fabbricato-centrale di dimensioni fuori terra circa 8,15 x 8,00 m, realizzato
all’interno dell’area di proprietà, atto ad ospitare tutte le apparecchiature elettromeccaniche che compongono la centrale di produzione (Figura 3.3);
-
le principali apparecchiature, contenute all’interno del fabbricato-centrale, che saranno
composte dal gruppo turbina-generatore (con turbina tipo Kaplan biregolante ad asse verticale), la valvola di macchina, una valvola per lo scarico della condotta ad impianto fermo, la quadristica di controllo e gestione i quadri e le attrezzature necessarie alla connessione rete, una centralina oleodinamica ed apparecchiature varie;
-
un canale di scarico di dimensioni ca. 4,00 x 1,00 m, il quale, localizzato sotto il fabbricato-centrale, restituirà le acque al “Bedale del Corso / Rio Torto”.
EDILNORD COSTRUZIONI S.R.L.
IMPIANTO IDROELETTRICO «GRISELDA»
6
Figura 3.1 – Canale “Bedale del Corso / Rio Torto” presso l’area dell’opera di presa
Figura 3.2 – Piazzale lungo cui sarà posizionata la condotta forzata e realizzato il fabbricato centrale
SINTESI IN LINGUAGGIO NON TECNICO
DESCRIZIONE DEL PROGETTO
7
Figura 3.3 – Area entro cui sarà realizzato il fabbricato-centrale e il canale di scarico
EDILNORD COSTRUZIONI S.R.L.
IMPIANTO IDROELETTRICO «GRISELDA»
4 VERIFICA IDRAULICA E PRODUZIONE ATTESA
Per i successivi calcoli sono stati assunti i seguenti dati di progetto:
8
4.1
-
portata massima:
Qmax = 3,000 m3/s
-
portata media:
Qmed = 2,065 m3/s
-
quota di derivazione:
432,15 m s.m.
-
quota fabbricato centrale:
427,83 m s.m.
-
salto geodetico:
4,32 m
-
volume annuo turbinabile:
V = 31.664.736 m3
Caratteristiche di concessione
Sulla base dei dati di input sopraesposti risulta un salto idraulico di concessione pari a H=4,32 m (coincidente con il salto geodetico massimo).
La portata media di concessione risulta pari a 2,065 m3/s da cui la potenza media di concessione:
Pmed =
4.2
Q med ⋅H
= 87 kW
0,102
Potenza efficiente
Per la determinazione della potenza efficiente dell’impianto è stato valutato il salto netto disponibile al
gruppo di produzione considerandone il funzionamento alla massima portata di 3,000 m3/s.
A tal fine si sono valutate, con riferimento alla soluzione di progetto, le perdite di carico relative alla presa e alla condotta forzata, mediante la formula di Strickler.
Opera di presa: le perdite di carico relative alle griglie e alle paratoie di presa sono state valutate preliminarmente pari a ∆hp = 0,068 m.
Condotta forzata: assumendo i seguenti dati di input:
-
diametro tubazione:
1.400 mm
-
lunghezza condotta forzata:
78 m
-
coefficiente di Strickler:
c = 90 m1/3/s (tipico per l’acciaio);
si ottiene, per la portata massima derivabile, una perdita di carico pari a ∆hc = 0,13 m.
SINTESI IN LINGUAGGIO NON TECNICO
PRODUZIONE ATTESA
Complessivamente la perdita di carico massima risulta pari a:
∆hmax = ∆hp + ∆hc = 0,06 + 0,13 = 0,18 m
9
Da cui il salto idraulico alle condizioni di massima portata:
Hmax = hmax - ∆hmax = 4,32 - 0,18 = 4,14 m
Assumendo un rendimento medio dei gruppi di produzione (turbina + alternatore + trasformatore) pari a
η=0,81 si ottiene una potenza efficiente pari a:
Peff = η ⋅
4.3
Qmax ⋅ H max
= 98 kW
102
Producibilità
La producibilità è stata determinata considerando il fermo-macchine per un periodo pari a 30 gg/anno e
assumendo un rendimento medio dei gruppi di produzione (turbina + alternatore + trasformatore) pari a
η=0,81: si ottiene così un’energia annua producibile pari a 0,55 GWh/anno.
Tabella 4.1 – Dati caratteristici dell’impianto idroelettrico in progetto
Portata massima turbinabile
m3/s
3,000
Portata media turbinabile
m3/s
2,065
Quota di presa
m s.l.m.
432,15
Quota di restituzione
m s.l.m.
427,83
Salto geodetico
m
4,32
Salto netto
m
4,14
Potenza di concessione
kW
87
Potenza effettiva
kW
69
Producibilità media annua
GWh
0,55
Ore/anno funzionamento medio impianto
n.
8.040
EDILNORD COSTRUZIONI S.R.L.
IMPIANTO IDROELETTRICO «GRISELDA»
4.4
Mitigazione e compensazioni dell’impatto del progetto
Per avere un inserimento dell’opera all’interno dell’ambiente esistente poco impattante sono state previste mitigazioni e proposte possibili compensazioni, tra le quali le principali sono:
10
-
il tracciato della condotta forzata risulta completamente interrato, essa quindi non risulta
visibile;
-
il manufatto di presa è quasi completamente interrato; si prevede comunque di realizzare
una cortina di specie arbustive lungo il lato nord dell’opera di presa;
-
l’edificio di alloggiamento della centrale di produzione e le componenti dell’opera di
presa saranno realizzate con colorazioni che permettono un buon inserimento nel paesaggio e limitando le parti in calcestruzzo a vista;
-
le strade di servizio sono ubicate principalmente su tracciati esistenti;
-
viene utilizzata parte del terreno di risulta dagli scavi per la livellazione altimetrica del
terreno in prossimità della’opera di presa;
-
viene monitorato il rumore in fase di cantiere e presi provvedimenti per minimizzarlo;
-
non si rende necessario intervenire sulla vegetazione presente durante il cantiere, in
quanto non presente;
-
vi sarà la conservazione dello strato superficiale degli scavi in aree a prato (top soil) per
il suo riutilizzo negli strati superficiali dei reinterri;
-
gli impatti dell’opera sulla fauna terrestre risultano nulli;
-
l’opera influirà sulle caratteristiche fisiche del tratto sotteso soltanto per la riduzione di
portata; il rilascio del DMV si ritiene sia sufficiente ad assicurare la continuità longitudinale del “Bedale del Corso / Rio Torto” e il passaggio dell’eventuale fauna ittica presente.
SINTESI IN LINGUAGGIO NON TECNICO
PIANO ECONOMICO
5 PIANO ECONOMICO
Il costo delle opere risulta pari a (rif. elaborato A7 “Piano economico”):
-
€ 708.912,550 al netto dell’ I.V.A.
-
€ 857.784,186 I.V.A. inclusa.
11
Si riportano sinteticamente di seguito, in modo schematico, i costi delle principali voci che compongono
le opere da realizzare dell’impianto proposto cosi come determinati nel computo metrico allegato (elaborato A2_A) ed i costi comprensivi delle somme a disposizione per gli imprevisti, le spese tecniche, le
servitù e gli oneri vari come di seguito descritto.
Descrizione
Prezzo [€]
Scavi, riporti, movimentazione materiale
51.537,86
Opere edili (opera di presa, fabbricato centrale, canale di scarico)
167.249,23
Condotta forzata Ø1400 mm in acciaio
43.290,00
Automazione opera di presa (paratoie, sgrigliatore, apparecchiatura elettrica di gestione opera di presa/vasca di carico, ecc …)
120.000,00
Apparato Turbina-Generatore ed Impianti fabbricato centrale (comprensivi di quadri, automatismi, sicurezze, valvole di macchina, ecc …)
280.000,00
Opere di ripristino ambientale
458,00
totale costo costruzione (iva esclusa)
662.535,09
Progettazione-Direzione lavori-Collaudi-Sicurezza (5 %)
33.126,75
Imprevisti (2 %)
13.250,70
importo totale (iva esclusa)
708.912,55
importo totale (iva inclusa)
857.784,186
EDILNORD COSTRUZIONI S.R.L.
IMPIANTO IDROELETTRICO «GRISELDA»
5.1
Costi di esercizio
I costi di esercizio calcolati su base annua, possono essere così schematizzati:
12
-
costi di gestione,
-
canoni demaniali e comunali.
Descrizione
Prezzo [€]
Manutenzione programmata (1%)
7.089,13
Manutenzione straordinaria (0,5%)
3.544,56
Varie ed eventuali
3.544,56
Costi del canone demaniale
2.349,00
Costi del canone comunale
5.902,05
totale
5.2
22.429,30
Ricavi per la vendita dell’energia
Per il calcolo dei ricavi si è presa in considerazione la tariffazione dettata dal nuovo Decreto interministeriale vigente dal 1 gennaio 2013, che stabilisce un prezzo medio di vendita dell’energia prodotta pari a
0,219 €/kWh (prodotto comprensivo della remunerazione della vendita dell’energia e del valore degli incentivi riconosciuti agli impianti alimentati da fonte rinnovabile la cui validità è pari a 20 anni).
Considerato i periodi necessari all’iter autorizzativo e alla costruzione dell’opera in progetto, tale valore
è stato decrementato del 2% (come imposto dal suddetto decreto) in quanto l’accensione dell’impianto
idroelettrico è prevista nel 2014.
Per il calcolo dei ricavi dei successivi dieci anni, si è invece presa in considerazione il valore medio del
2012 dichiarato dall’Autorità per l’energia elettrica, pari a 0,075 €/kWh.
Quindi, riassumendo, con le tariffe citate precedentemente esposte si ottengono i seguenti valori:
-
anni 1÷20:
€ 118.041,00
-
anni 21÷30:
€ 41.250,00
SINTESI IN LINGUAGGIO NON TECNICO
CONCLUSIONI
6 CONCLUSIONI
Le analisi e le elaborazioni condotte nell’ambito del presente studio hanno permesso di affermare
che il progetto:
-
si caratterizza come molto oculato rispetto alle scelte delle metodologie e tecniche
d’intervento,
-
propone un utilizzo migliore di quanto esistente,
-
riduce al minimo o rende nullo l’occupazione di suolo, l’emissione di polveri, l’impatto
percettivo e paesaggistico, gli effetti negativi sulla popolazione, gli effetti negativi sulla
vegetazione, i rischi per le infrastrutture e la popolazione.,
-
l’impianto idroelettrico proposto può rappresentare uno strumento di controllo
dell’ambiente idrico e dell’andamento idrologico del “Bedale del Corso / Rio Torto”.
13
Fly UP