...

L`antifurto deve essere una sicurezza.

by user

on
Category: Documents
7

views

Report

Comments

Transcript

L`antifurto deve essere una sicurezza.
10’000 - 07/07
Ad.: toffon.it
L'antifurto
deve essere
una sicurezza.
Axel Srl
Tel 049 884 08 19
Fax 049 884 13 96
[email protected]
www.axelweb.com
Sceglierlo
in tutta sicurezza
si può.
Proud to be Italian
SCEGLIERE
UN SISTEMA
DI SICUREZZA
ANTIFURTO È
IMPORTANTE.
L’antifuro deve essere una sicurezza
Ecco una serie di consigli
fondamentali.
Questa è una guida a scegliere bene.
Non parla di un modello specifico, ma contiene le
informazioni essenziali per arrivare a una scelta ricca
di certezze.
1
LA DICHIARAZIONE
DI CONFORMITÀ:
Perchè devo farmi installare un
sistema antifurto a norma?
un diritto dell'utente,
un dovere dell'installatore.
Un'installazione a norma prevede l'uso di materiali
costruiti con livelli di immunità ai disturbi di livello
elevato e con filosofia di funzionamento studiata da
L’antifuro deve essere una sicurezza
normative CEI 79-2 per i materiali e alle CEI 79-3 per
l'installazione.
commissioni di esperti del settore in ambito di normazione CEI.
L’antifuro deve essere una sicurezza
Le installazioni d'allarme sono soggette alle
Il CEI (Comitato Elettrotecnico Italiano) è l'ente che
stabilisce le norme; i lavori possono dirsi eseguiti “a
Ogni utente ha il diritto di farsi rilasciare una
dichiarazione di conformità dall'installatore.
regola d'arte” solo quando la norma CEI specifica
(Legge 46/90) viene rispettata.
Conviene richiederla già al momento del preventivo.
Un installatore serio rilascerà sicuramente la dichiarazione; se invece comincia a tergiversare o a dire
che non è importante, attenzione: può voler dire che
o i materiali non sono conformi, oppure che chi
redige il preventivo non è in grado di rilasciare questo
tipo di documento per incompetenza, per mancata
conoscenza delle normative oppure per malafede.
Se volete rischiare, potete comunque commissionare
Un'installazione a norma prevede la responsabilità della corretta esecuzione dei lavori da parte
di chi la effettua che si concretizza con la
dichiarazione di conformità.
Se invece l'utente accetta l’esecuzione non a norma
condivide con l'installatore la responsabilità: ecco
perché bisogna diffidare di chi dice che la dichiarazione
non è importante.
una installazione non a norma: in questo caso la
responsabilità passa dall'installatore all'utente.
2
3
CE E CEI:
SCOPRIAMO
LE SIGLE.
conforme alle norme CEI 79-2: è un diritto di ogni
acquirente pretenderlo e verificarlo.
Alcune apparecchiature periferiche possono non
CE è la marcatura obbligatoria
per tutte le apparecchiature
elettroniche.
tenuto a farlo presente, dichiarando i motivi per i
CEI sono le norme di riferimento
per la certificazione di
conformità dei sistemi antifurto.
La marcatura CE
(Compatibilità Elettromagnetica)
quali l'apparecchiatura non segue le norme e a
richiederne l'approvazione all'utente.
La marcatura CE non riguarda soltanto le apparecchiature d'allarme, ma è obbligatoria per tutte le
Marcatura CE e norme CEI: due sigle simili, ma due
apparecchiature elettroniche. Esistono dei livelli CE
cose diverse, e necessarie.
specifici per le apparecchiature d'allarme, come
stabilito dalle norme EN50130-4.
Non basta sentirsi dire che il prodotto “è a norma”,
bisogna sapere quale norma rispetta: spesso chi fa
La conformità e l'apposizione della marcatura CE è
affermazioni vaghe vuole trarre in inganno l'acquirente,
condizione necessaria per l'inizio delle prove sui
proponendogli prodotti di scarsa qualità, che con le
materiali ai fini delle norme CEI.
norme vere hanno poco a che fare.
Una dichiarazione di conformità CEI conterrà implicitamente anche l'assunzione di responsabilità del
Ogni antifurto deve avere il marchio CE ed essere
4
costruttore delle rispondenze ai requisiti CE.
5
L’antifuro deve essere una sicurezza
L’antifuro deve essere una sicurezza
rispettare le norme CEI; in ogni caso l'installatore è
In sintesi:
le condizioni essenziali perché
un sistema sia a norma.
- Il materiale
deve essere marcato CE e conforme alle normative
CEI 79-2.
L’antifuro deve essere una sicurezza
- L'esecuzione dell'installazione
deve essere conforme alle normative CEI 79-3.
6
RADIO
O CABLATO?
questo modo si possono coprire le trasmissioni nel
caso di sistemi non supervisionati e quindi inefficaci
o, per i sistemi più avanzati (supervisionati), interferire
e generare continui allarmi. In questo caso il sistema
Nessun sistema radio,
per quanto sofisticato,
ha la sicurezza di un sistema
cablato
rileva correttamente un tentativo di manomissione, e
lo segnala, ma siccome è possibile generarlo dall'esterno dell'edificio il risultato è una sequela di allarmi
apparentemente falsi fino a che l'utente pensa che il
Recentemente c'è stata grande diffusione dei sistemi
quindi al rischio.
radio, che hanno il vantaggio di non richiedere il
passaggio di cavi tra i vari componenti necessari per
I sistemi radio rimangono necessari in ambienti in
la sorveglianza. Il risultato è un risparmio di tempi e
cui non sia possibile far passare cavi (ad esempio
di costi nell'installazione, evitando ogni lavoro di
architetture d'epoca). In questi casi si può ricorrere a
collegamento.
sistemi misti: una parte cablata e una parte radio.
L'altra faccia della medaglia è che nessun sistema
radio, per quanto sofisticato, avrà la sicurezza di un
È bene accertarsi che:
sistema cablato, ossia realizzato con collegamenti via
- non sia stata accidentalmente rimossa la funzione
cavo.
di supervisione. Se questa funzione viene eliminata
l’efficacia del sistema è annullata.
Le ragioni consistono non tanto nella possibilità di
rilevare i codici radio di trasmissione, cosa non facile
- che il sistema funzioni nella frequenza ammessa,
cioè 433 o 868 MHz.
con i sistemi attualmente in commercio, quanto nella
possibilità di interferire con i sistemi dall'esterno. In
8
9
L’antifuro deve essere una sicurezza
L’antifuro deve essere una sicurezza
sistema si sia guastato e lo disattiva, esponendosi
Ogni altra frequenza di funzionamento al di fuori di
queste non è ammessa, perché viola le regole imposte
dal Ministero delle Telecomunicazioni, ed è quindi
soggetta a sanzioni amministrative a carico sia dell'in-
L’antifuro deve essere una sicurezza
stallatore che dell'utente.
IL MARCHIO IMQA:
RIASSUME TUTTE
LE NORME.
Il marchio IMQA certifica
che tutte le norme CEI e CE
sono soddisfatte.
11
L'IMQ è un laboratorio indipendente di prove, l'unico
IMQA abbia rilasciato il certificato ufficiale.
autorizzato alla verifica dei materiali e delle aziende
Un installatore IMQA che rilascia certificato ufficiale
installatrici di sistemi di allarme. L'IMQ ha istituito
deve aver usato materiali conformi ed effettuato
un dipartimento specifico per la verifica di materiali
l'installazione a regola d'arte.
marchiatura IMQA.
Al posto del certificato ufficiale, ogni installatore può
La marchiatura IMQA non è obbligatoria nè per i
rilasciare una autodichiarazione di responsabilità. E'
produttori nè per gli installatori, ma è una prova
una autocertificazione, ugualmente valida, con cui
in più di affidabilità, che in un ambito così delicato
l'installatore assume direttamente la responsabilità
come quello dei sistemi antifurto è una garanzia in
del lavoro effettuato, sia per quanto riguarda i mate-
più della serietà di chi la presenta.
riali, sia per la corretta esecuzione dei lavori a regola
d'arte (Legge 46/90).
Il marchio IMQA su una apparecchiatura certifica che
tutte le norme CEI e CE sono soddisfatte. La garanzia
è data delle prove di laboratorio e delle verifiche
ripetute nel tempo dal laboratorio IMQ mediante
ispezioni a sorpresa.
Il laboratorio IMQ verifica anche la corretta operatività e i requisiti degli installatori di sistemi di allarme
che hanno ottenuto la licenza all'uso del marchio
IMQA.
La verifica degli impianti da parte di IMQ si può
effettuare solo sugli impianti per i quali l'installatore
12
UN BUON
INSTALLATORE SI
AGGIORNA
CONTINUAMENTE,
PER POTER
PROPORRE SEMPRE
IL MEGLIO.
13
L’antifuro deve essere una sicurezza
L’antifuro deve essere una sicurezza
e di installatori di sistemi d'allarme, che rilascia la
Un'installazione di sicurezza non è come una semplice
installazione elettrica. Anche se i suoi componenti
sono di tipo elettronico, un sistema antifurto parte
sempre da un progetto di sicurezza che solo un
installatore esperto può realizzare.
L’antifuro deve essere una sicurezza
Nel mercato dei sistemi antifurto l'evoluzione
della tecnologia ha questo obiettivo: anticipare
e prevenire le idee e le tecniche dei criminali.
Per questo un buon installatore deve essere esperto
dei principi di sicurezza e di contrasto al crimine,
avere un'elevata competenza e conoscenza
tecnologica sui principi di rilevazione, sulla gestione
e programmazione delle apparecchiature, sui metodi
di trasmissione allarmi. E tutto questo bagaglio di
competenze deve essere costantemente aggiornato,
perché l'evoluzione non si ferma mai. Solo così
l'installatore sarà in grado di predisporre un valido
progetto di sicurezza, che comprenda antifurto,
antirapina, richiesta di aiuto, allarmi specifici per
gas e allagamento, comfort ambientale, comunicazione con il mondo esterno, messaggi digitali, vocali
14
e SMS con comandi e controlli dal cellulare fino ai
collegamenti in rete dati.
Meglio ancora se tutto in un'unica apparecchiatura.
Non tutti gli installatori sanno fare questo. Ecco
L’antifuro deve essere una sicurezza
L’antifuro deve essere una sicurezza
perché bisogna scegliere con cura.
16
17
Fly UP