...

Stanchi di camminare cominciarono a correre!

by user

on
Category: Documents
5

views

Report

Comments

Transcript

Stanchi di camminare cominciarono a correre!
Stanchi di
camminare
cominciarono
a
correre!
Diocesi di Treviso
Pastorale Giovanile — Centro Missionario Diocesano
HO CREDUTO
PERCIO’
HO PARLATO
Veglia missionaria diocesana con invio
1º appuntamento di preghiera intervicariale dei giovani con il Vescovo
Parrocchia di Montebelluna - 20 ottobre 2012
HO CREDUTO PERCIO’ HO PARLATO
Guida: L’impegno missionario di annunciare il Vangelo è
fondamentale per la Chiesa tutta e per ogni comuni­
tà locale in tutte le sue componenti, come chiede il
Papa nel suo messaggio per la Giornata Missionaria
Mondiale:
“Il mandato di predicare il Vangelo ... deve coinvolgere
tutta l’attività della Chiesa particolare, tutti i suoi settori, in breve, tutto il suo essere e il suo operare (...)
tutte le componenti del grande mosaico della Chiesa
devono sentirsi fortemente interpellate dal mandato
del Signore di predicare il Vangelo, affinché Cristo sia
annunciato ovunque. (...)
Anche oggi la missione ad gentes dev’essere il costante
orizzonte e il paradigma di ogni attività ecclesiale ...
La celebrazione dell’Anno della fede e del Sinodo dei
Vescovi sulla nuova evangelizzazione saranno occasioni propizie per un rilancio della cooperazione missionaria”.
“Stanchi di camminare cominciarono a correre”:
anche quest’anno portiamo nel cuore il desiderio di
muoverci, di staccarci di dosso la polvere dei nostri
stanchi ripiegamenti in noi stessi e nelle nostre usurate faccende.
Siamo giovani e perciò l’entusiasmo, la passione e la
voglia di abbracciare orizzonti grandi ci metteranno
spediti dietro al nostro maestro, assetati di pienezza e
affamati di beatitudine. Convinti che niente e nessuno
potrà mai darci quanto promesso dal Padre per noi.
5
CANTO: LA PREGHIERA DI GESU’ E’ LA NOSTRA
Dove due o tre sono uniti nel mio nome,
io sarò con loro, pregherò con loro,
amerò con loro perché il mondo
venga a te, o Padre,
conoscere il tuo amore e avere vita con te.
Voi che siete luce della terra miei amici,
risplendete sempre della vera luce
perché il mondo creda
nell’amore che c’è in voi, o Padre:
consacrali per sempre e diano gloria a te.
Ogni beatitudine vi attende nel mio giorno
se sarete uniti, se sarete pace, se sarete puri
perché voi vedrete Dio che è Padre,
in Lui la vostra vita gioia piena sarà.
Voi che ora siete miei discepoli nel mondo,
siete testimoni di un amore immenso,
date prova di quella speranza
che c’è in voi. Coraggio!
Vi guiderò per sempre, io rimango con voi.
Spirito che animi la Chiesa e la rinnovi
donale fortezza, fa’ che sia fedele,
come Cristo che muore e risorge
perché il regno del Padre,
si compia in mezzo a noi
e abbiamo vita in Lui. (2 v.)
6
SALUTO
Vesc. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Ass.Amen.
Vesc.
Ass.
Il Signore Risorto, fonte di vita nuova per ogni uomo e
donna della terra, sia con tutti voi.
E con il tuo spirito.
Vesc.Preghiamo.
O Padre, che ci vuoi annunziatori del tuo Regno di
Giustizia e di Pace, donaci uno spirito di accoglienza
verso ogni fratello e sorella che incontriamo, perché formiamo con loro l’unica famiglia dei tuoi figli
chiamati a vivere in pienezza l’amore ricevuto da te
nel tuo Figlio Gesù Cristo, che è Dio e vive e regna
con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
Ass.Amen.
(seduti)
INTRODUZIONE ALLA VEGLIA
7
LA FEDE INTERROGA LA VITA
Beati i poveri in spirito,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati quelli che sono nel pianto,
perché saranno consolati.
Beati i miti,
perché avranno in eredità la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,
perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi,
perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore,
perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace,
perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per causa della giustizia,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e,
mentendo, diranno ogni sorta di male
contro di voi per causa mia.
Rallegratevi ed esultate,
perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.
8
CANTO: LUCE DEL MONDO
Luce del mondo sei, Signor,
il tuo Amore ci illumina
e le tenebre che avvolgono il nostro cuor con la tua Luce svaniscono.
Luce del mondo sei, Signor,
il tuo Amore ci illumina
e le tenebre che avvolgono il nostro cuor con la tua Luce svaniscono.
PREGHIAMO CON IL SALMO 27
(Alterniamo voci maschili e voci femminili)
Il Signore è mia luce e mia salvezza:
di chi avrò timore?
Il Signore è difesa della mia vita:
di chi avrò paura?
Quando mi assalgono i malvagi
per divorarmi la carne,
sono essi, avversari e nemici,
a inciampare e cadere.
Se contro di me si accampa un esercito,
il mio cuore non teme;
se contro di me si scatena una guerra,
anche allora ho fiducia.
Una cosa ho chiesto al Signore,
questa sola io cerco:
abitare nella casa del Signore
9
tutti i giorni della mia vita,
per contemplare la bellezza del Signore
e ammirare il suo santuario.
Nella sua dimora mi offre riparo
nel giorno della sventura.
Mi nasconde nel segreto della sua tenda,
sopra una roccia mi innalza.
Ascolta, Signore, la mia voce.
Io grido: abbi pietà di me, rispondimi!
Il mio cuore ripete il tuo invito:
«Cercate il mio volto!».
Il tuo volto, Signore, io cerco.
Non nascondermi il tuo volto,
non respingere con ira il tuo servo.
Sei tu il mio aiuto, non lasciarmi,
non abbandonarmi, Dio della mia salvezza.
Mio padre e mia madre mi hanno abbandonato,
ma il Signore mi ha raccolto.
Mostrami, Signore, la tua via,
guidami sul retto cammino,
perché mi tendono insidie.
Sono certo di contemplare la bontà del Signore
nella terra dei viventi.
Spera nel Signore, sii forte,
si rinsaldi il tuo cuore e spera nel Signore.
10
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, ora e sempre,
nei secoli dei secoli. Amen.
LA FEDE PARLA CON LA VITA
Guida: In questo secondo momento vogliamo metterci in
ascolto dell’esperienza di chi ha lasciato lavorare in
sé una fede incarnata, di chi ha voluto impegnarsi per
testimoniare il Vangelo con una vita coerente, realiz­
zata nella semplicità e nella fraternità.
Beati quelli che non sono violenti:
Dio darà loro la terra promessa
Video delle suore in Tarso
Beati quelli che sono perseguitati
perché fanno la volontà di Dio
Testimonianza di p. Gianni Criveller
CANTO: SAN FRANCESCO
O Signore, fa’ di me uno strumento,
fa’ di me uno strumento della tua pace:
dov’è odio che io porti l’amore,
dov’è offesa che io porti il perdono;
dov’è dubbio che io porti la fede,
dov’è discordia che io porti l’unione,
dov’è errore che io porti verità,
a chi dispera che io porti la speranza.
Dov’è errore che io porti verità,
a chi dispera che io porti la speranza.
11
Rit. O Maestro, dammi tu un cuore grande
che sia goccia di rugiada per il mondo,
che sia voce di speranza,
che sia un buon mattino,
per il giorno di ogni uomo.
E con gli ultimi del mondo
sia il mio passo lieto nella povertà, nella povertà.
O Maestro, dammi tu un cuore grande
che sia goccia di rugiada per il mondo,
che sia voce di speranza,
che sia un buon mattino,
per il giorno di ogni uomo.
E con gli ultimi del mondo
sia il mio passo lieto nella povertà, nella povertà.
(in piedi)
12
LA FEDE NASCE DALL’ASCOLTO
CANTO: ALLELUIA MALGASCIO
Rit. Alleluia, alleluia, alleluia oh
Alleluia, alleluia, alleluia oh
Alleluia, alleluia, alleluia oh
Alleluia! (2 v.)
Raha falifaly i-a-nao
(Se sei contento)
Raha malahelo i-a -nao (se sei triste e afflitto)
Aza mitanondrica
(non ti scoraggiare)
Fa jereo izahay (guarda a noi)
Zay mia-ra-ka mi-hira hoe (che insieme cantiamo)
DAL VANGELO DI MATTEO (5,1-12)
Vedendo le folle, Gesù salì sul monte; si pose a sedere e
si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare
e insegnava loro dicendo:
«Beati i poveri in spirito,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati quelli che sono nel pianto,
perché saranno consolati.
Beati i miti,
perché avranno in eredità la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,
perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi,
perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore,
13
perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace,
perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per causa della giustizia,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro
di voi per causa mia.
Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra
ricompensa nei cieli. Così infatti perseguitarono i
profeti che furono prima di voi».
Rit. Alleluia, alleluia, alleluia oh
Alleluia, alleluia, alleluia oh
Alleluia, alleluia, alleluia oh
Alleluia! (2 v.)
(seduti)
INTERVENTO DEL VESCOVO
SILENZIO E PREGHIERA PERSONALE
14
(in piedi)
LA FEDE SI FA TESTIMONIANZA
Beati voi quando vi insultano e vi perseguitano,
quando dicono falsità e calunnie contro di voi
perché avete creduto in me.
Guida: Dopo la benedizione dell’acqua da parte del Vescovo,
saremo invitati a professare tutti insieme la nostra
fede. Ciascuno, poi, potrà avvicinarsi per ripetere quel
Segno della Croce che esprime la nostra appartenenza
a Cristo e il nostro impegno a testimoniare la fede nel
Padre e nel Figlio e nello Spirito Santo.
Vesc.
Con la benedizione dell’acqua noi facciamo memoria di
Cristo, acqua viva, e del sacramento della nostra rinascita dall’acqua e dallo Spirito Santo. Ogni volta che ne
saremo aspersi, o faremo con essa il segno della croce
all’entrata della chiesa o nelle nostre case, renderemo
grazie a Dio per il dono inestimabile del Battesimo e
imploreremo il suo aiuto, perché possiamo confermare
con la vita ciò che è stato trasmesso nella fede.
Preghiamo.
Sii benedetto, Signore, Dio onnipotente, che in Cristo,
acqua viva della nostra salvezza, ci hai colmato di ogni
benedizione e hai fatto di noi una creatura nuova. Fa’
che, mediante l’aspersione e il devoto uso di quest’acqua, richiamiamo la realtà del Battesimo, perché purificati e fortificati con la grazia del tuo Spirito, ricuperiamo la giovinezza interiore e camminiamo sempre in
novità di vita. Per Cristo nostro Signore.
Ass.Amen.
Vesc.
15
Vesc.
E ora, memori del vostro Battesimo, fate ancora una
volta la nostra professione di fede.
Credete in Dio, Padre onnipotente,
creatore del cielo e della terra?
Ass.Credo.
Vesc. Credete in Gesù Cristo,
suo unico Figlio, nostro Signore,
che nacque da Maria vergine,
morì e fu sepolto;
è risuscitato dai morti
e siede alla destra del Padre?
Ass.Credo.
Vesc. Credete nello Spirito Santo,
la santa Chiesa cattolica,
la comunione dei santi,
la remissione dei peccati,
la risurrezione della carne e la vita eterna?
Ass.Credo.
Vesc.
Ass. Questa è la nostra fede.
Questa è la fede della Chiesa.
E noi ci gloriamo di professarla,
in Cristo nostro Signore.
Amen.
(Accompagnato dal canto, ciascuno dei presenti si avvicina al pre­
sbiterio per segnarsi attingendo all’acqua benedetta)
16
CANTO: EL PROFETA (TENGO QUE GRITAR)
Antes que te formara dentro del vientre de tu madre
antes que tu naciera te conocia y te consagrè.
Para ser mi profeta de las naciones Yo te escogì
iràs donde te envie y lo que te mande proclamaràs
Rit.
Tengo que gritar, tengo que arriesgar
¡Hay de mi si no la hago!
¿como escapar de Ti? Como no hablar
si tu voz me quema adentro.
Tengo que andar tengo que luchar,
¡Hay de mi si no la hago!
¿como escapar de Ti? Como no hablar
si tu voz me quema adentro.
No temas arriesgarte porque contigo Yo estarè,
no temas anunciarme porque en tu boca Yò hablarè
Te encargo hoy mi pueblo para arrancar y derribar
para edificar, destruiràs y plantaràs. Rit.
Deja a tus hermanos, deja a tu padre y a tu madre,
abandona tu casa, porquè la tierra gritando està.
Nada traigas contigo porquè a tu lado Yò estarè
es hora de luchar porquè mi pueblo sufriendo està. Rit.
INTERCESSIONI
Vesc.
Ass.
La responsabilità dell’annuncio missionario non nasce
dal timore, ma dalla gioia di poter testimoniare con la
vita l’amore di Dio che ci rende partecipi del suo progetto di Salvezza per il mondo intero. Certi della sua
presenza chiediamo con fiducia:
Venga il tuo Regno, Signore!
17
Ass.
Ass.
Ass.
Ass.
Per la chiesa, perché mantenga viva la sua natura
missionaria rimanendo fedele all’annuncio del Vange­
lo e riconoscendo sempre Gesù nei più poveri.
Venga il tuo Regno, Signore!
Per p. Francesco, per Daniela e per tutti i missionari,
perché lo Spirito renda la loro presenza segno di con­
divisione, di fraternità e di speranza e, attraverso la
preghiera e l’amicizia delle nostre comunità li sosten­
ga nelle difficoltà e li renda sempre più fedeli al suo
mandato.
Venga il tuo Regno, Signore!
Per i giovani, perché sperimentino la gioia di conosce­
re Gesù, scoprano la forza della fede e sentano la chia­
mata ad impegnarsi nel costruire una società giusta,
solidale, attenta ai più deboli, in fedeltà al suo proget­
to per il mondo.
Venga il tuo Regno, Signore!
Per le nostre parrocchie, perché la celebrazione del­
l’Eucarestia e della Parola le aiuti ad essere comunità
testimoni del Vangelo nella vita di ogni giorno e si la­
scino interpellare dalla storia e dalla presenza dei più
poveri, vicini e lontani.
Venga il tuo Regno, Signore!
Figli nel Figlio, possiamo pregare insieme con le parole che Gesù stesso ci ha insegnato:
Tutti: Padre nostro...
Vesc.
(seduti)
18
LA FEDE SI FA
ANNUNCIO MISSIONARIO
MANDATO
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia:
Dio esaudirà i loro desideri
Guida: Accogliamo ora i missionari che la nostra Chiesa invia
in Messico e in Ecuador perché l’annuncio del Vange­
lo continui secondo la volontà del Signore Risorto e,
attraverso le loro opere di bene e la loro vita buona, il
Regno di Dio possa germogliare e crescere in mezzo a
tutti i popoli.
Incaricato della pastorale missionaria: Daniela Andrisano laica
fidei donum della nostra diocesi, alla Chiesa che è in
Quito, Ecuador.
Incaricato del Pime: P. Francesco Bonora, presbitero del Pime,
alla Chiesa che è in Acapulco, Messico.
Vesc. Carissimi, si rinnova oggi per noi l’esperienza della
Chiesa delle origini, la quale inviava alcuni suoi figli
non solo a confermare nella fede i propri fratelli, ma
ad annunziare con franchezza apostolica il Vangelo ai
popoli che ancora non conoscevano il Cristo.
L’invio di questi nostri fratelli e sorelle in regioni diverse, secondo le concrete necessità delle Chiese particolari, renda più forte il vincolo di comunione fraterna
che già vive e opera mediante la preghiera.
19
Carissimi, la grazia di Dio Padre, che vuole salvi tutti
gli uomini, sia con voi in ogni tempo e in ogni luogo.
Ass.Amen.
Vesc.
Il Signore Gesù vi conceda di essere con la vostra vita
testimoni del Vangelo, facendovi come lui povero ed
evangelizzatore dei poveri.
Ass.Amen.
Vesc.
Lo Spirito Santo vi sostenga nell’annunziare, con franchezza e coraggio, in comunione con la Chiesa, il Vangelo di Gesù crocifisso, morto e risorto.
Ass.Amen.
Vesc.
Ai vostri familiari che partecipano al vostro dono, il
Signore conceda di aver parte anche alla vostra ricompensa di gioia.
E alle comunità cristiane di Caerano e della Collaborazione di Santa Bona, che vi hanno sostenuto, conceda di crescere nella fede e nell’amore universale. Vi
accompagnino con la preghiera e sappiano accogliervi
con gratitudine quando ritornerete a raccontare le Sue
meraviglie.
Ass.Amen.
Vesc.
Maria, Madre della Chiesa, che ha cooperato alla
missione del Figlio e i Santi trevigiani servitori della
missione della Chiesa di Treviso accompagnino i vostri passi.
Ass.Amen.
Vesc.
20
CONSEGNA DELLA BIBBIA
Vesc.
Ricevete le Sacre Scritture: il Signore apra il vostro
cuore e le vostre labbra perché possiate testimoniare e
annunciare la buona notizia del Regno.
BENEDIZIONE E CONSEGNA DELLA CROCE
Padre Santo, che hai voluto fare della Croce del tuo
Figlio l’origine di ogni benedizione e la fonte di ogni
grazia, benedici † queste croci e fa’ che chi le porterà
davanti agli uomini si impegni a rinnovarsi a immagine del tuo Figlio.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.
Ass.Amen.
Vesc.
Vesc.
Cari padre Francesco e Daniela, ricevete questo segno
della carità di Cristo e della nostra fede.
Guida:
Ass.
Affidiamo i partenti a Maria, donna missionaria.
Santa Maria, donna missionaria,
noi ti imploriamo per tutti coloro
che, avendo avvertito più degli altri
il fascino struggente di quella icona
che ti raffigura accanto a Cristo,
l’inviato speciale del Padre,
hanno lasciato gli affetti più cari
per annunciare il Vangelo in terre lontane.
Sostienili nella fatica.
Ristora la loro stanchezza.
Proteggili da ogni pericolo. (...)
Metti sulle loro labbra parole di pace.
21
Fa’ che la speranza
con cui promuovono la giustizia terrena
non prevarichi sulle attese sovrumane
di cieli nuovi e terre nuove.
Riempi la loro solitudine.
Attenua nella loro anima
i morsi della nostalgia.
Quando hanno voglia di piangere,
offri al loro capo la tua spalla di madre.
Rendili testimoni della gioia.
Amen.
(da “Maria, donna dei nostri giorni”, d. T. Bello)
CANTO: TOMA MI VIDA NUEVA
Señor, toma mi vida nueva
antes que la espera
desgaste años en mí
Estoy dispuesto a lo que quieras
no importa lo que sea
Tú llamame a servir
Rit. Llevame donde los hombres
necesiten tus palabras
necesiten mis ganas de vivir
donde falte la esperanza
donde falte la alegria
simplemente, por no saber de tí.
Te doy mi corazón sincero,
para gritar sin miedo
tu grandeza señor
22
Tendré mis manos sin cansancio
Tu historia entre mis labios
y fuerza en la oración. Rit.
BENEDIZIONE
Vesc. Carissimi fratelli e sorelle, nella comune fede trinitaria che tutti insieme abbiamo rinnovato, si condensa
la nostra vita cristiana, che siamo invitati a far crescere
con l’aiuto di Dio Padre, nell’ascolto del Figlio Gesù,
nell’accoglienza dei doni di cui lo Spirito Santo sempre
ci ricolma. Ma ogni dono deve crescere ed essere condiviso coi fratelli, per questo ciascuno di noi è inviato
al mondo, per illuminarlo con l’amore che fa dei nostri
giorni un cammino di lode e di gioia.
Padre, tu ci hai donato il tuo Figlio, e attraverso Lui
ci hai assicurato la tua presenza ogni giorno: donaci
il tuo Spirito, perché non venga mai meno in noi la
certezza del tuo Amore che salva, del tuo progetto che
si compirà in ciascuno di noi.
Ass.Amen.
Ci raggiunga in ogni momento la benedizione di Dio,
Padre e Figlio e Spirito Santo, che accompagni i nostri
giorni di pace.
Ass.Amen.
Vesc.
CANTO FINALE: POPOLI TUTTI, ACCLAMATE
Mio Dio, Signore, nulla è pari a te.
Ora e per sempre, voglio lodare
23
il tuo grande amor per me.
Mia roccia tu sei, pace e conforto mi dai.
Con tutto il cuore e le mie forze,
sempre io ti adorerò.
Rit.
24
Popoli tutti, acclamate al Signore,
gloria e potenza cantiamo al re,
Mari e monti si prostrino a te,
al tuo nome, o Signore.
Canto di gioia per quello che fai,
per sempre Signore con te resterò,
Non c’è promessa,
non c’è fedeltà che in te.
Avvisi
CENTRO MISSIONARIO DIOCESANO
Biennio di formazione alla prossimità (vedi pagine del sito diocesano: www.diocesitv.it).
Incontri sul Concilio Vaticano II
1° appuntamento venerdì 9 novembre, ore 20.30 in Seminario; relatore d. Gianni Colzani, Teologo e Missiologo.
Assemblea Missionaria Diocesana: 3 Marzo 2013.
Scuola della Parola per giovani “Amati e inviati”, in Cripta del
Duomo di Montebelluna, ore 20.45: 16 novembre, 14 dicembre 2012, 18 gennaio, 15 febbraio, 15 marzo, 19 aprile, 17 maggio 2013.
PASTORALE GIOVANILE
Esercizi spirituali
Per giovani, promossi dall’AC:
–2-5 gennaio presso la Casa di spiritualità “Castello di
San Martino” a Vittorio Veneto (21-35enni)
–7-10 marzo presso la casa di spiritualità “la Dimora” a
Castelli di Monfumo (per 21-30enni alla prima esperienza)
–7-10 marzo presso il Centro di spiritualità “Don Paolo Chiavacci” a Crespano del Grappa (per 21-30enni
esperti).
Per giovanissimi, promossi dall’AC:
– 23-24 febbraio la proposta “Emmaus” per i giovanissimi
di I-II superiore e “Betania” per III-IV superiore
25
– 16-17 marzo la proposta “Tabor” (19-20enni).
Per informazioni e iscrizioni rivolgersi alla segreteria AC in
Casa Toniolo (tel. 0422.576878 – e-mail: [email protected]).
Per i capi scout AGESCI ed FSE ci sono gli esercizi spirituali dal 3 al 6 gennaio 2013 presso la Casa “Stella Maris” di Lentiai (BL). Per informazioni e iscrizioni rivolgersi
a don Giancarlo Pivato ([email protected]) o
agli altri assistenti scout.
Lectio divina
Il Seminario diocesano propone un itinerario di lectio per
giovani i mercoledì sera di Quaresima. Primo incontro il
20 febbraio 2013 presso la Comunità teologica.
Prossimi appuntamenti
dell’itinerario spirituale dei giovani con il Vescovo
– Sabato 1 dicembre 2012, ore 20.45, a San Nicolò.
–Sabato 23 marzo 2013, ore 20.45, in Piazza Duomo a
Treviso.
– Sabato 11 maggio 2013, ore 20.45, in Cattedrale a Treviso (Veglia per le Vocazioni).
Pellegrinaggio di fiducia sulla terra
Il prossimo incontro europeo dei giovani organizzato da
Taizè sarà a Roma dal 28 dicembre al 2 gennaio 2013.
Gli interessati possono trovare notizie utili nelle pagine
del sito: www.pastoralegiovanile.it.
Due-sere formative
L’Azione Cattolica diocesana propone la “Due-sere per
giovani” venerdì 1 e martedì 5 febbraio 2013. A questi incontri formativi, oltre agli aderenti, possono partecipare
tutti i giovani interessati a curare la propria formazione.
Gli incontri si terranno presso l’Auditorium S. Pio X a Treviso alle 20.30.
26
Coro giovanile per l’animazione delle veglie diocesane
Continua l’esperienza del Coro giovani diocesano, promosso dall’Ufficio per la Pastorale Giovanile in collaborazione con l’Ufficio Liturgico. Invitiamo tutti coloro che
desiderano partecipare a questa iniziativa di servizio alla
nostra Chiesa alle prossime prove di canto in preparazione della veglia diocesana con il vescovo del 1° dicembre.
Le prove sono: domenica 28 ottobre e domenica 25 novembre, alle ore 16.30, presso l’istituto diocesano di Musica Sacra di Treviso.
(e-mail: [email protected])
Gruppo 153
Fermati e riconosci la domanda che abita il tuo cuore:
“Cosa mi manca, Signore?”. Nella vita di un giovane può
capitare di fare tante esperienze, senza mai costruire una
storia! E’ possibile restare persone incompiute, perché
non si ha il coraggio di far emergere il desiderio di felicità
che abita nel cuore di ogni persona.
Il gruppo ‘153’ è un’opportunità per fare verità nella tua
vita e per uscire da una sterile attesa. La proposta è per
tutti i giovani e le giovani della diocesi, dai 18 ai 30 anni,
che stanno cercando un senso, una pienezza, una verità
di vita. Molti stanno già camminando... e stanno vedendo la Luce...
Prendi contatto con don Giancarlo Pivato: 340.6802501,
[email protected]
27
Finito di stampare nel mese di ottobre 2012
da Grafiche Dipro - Roncade TV
Stanchi di
camminare
cominciarono
a
correre!
Fly UP