...

Importazione di patate destinate al consumo originarie dell`Egitto

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

Importazione di patate destinate al consumo originarie dell`Egitto
Dipartimento federale dell'economia,
della formazione e della ricerca DEFR
Ufficio federale dell’agricoltura UFAG
Servizio fitosanitario federale SFF
INFORMATIVA - IMPORTAZIONE DI PATATE DA TAVOLA ORIGINARIE
DELL'EGITTO
(stato: 1.12.2015)
I. Contesto
Onde poter utilizzare il contingente d'importazione di patate da tavola convenuto nell'accordo di libero
scambio tra Svizzera ed Egitto, in virtù dell'ordinanza dell'UFAG concernente le misure fitosanitarie a
carattere temporaneo (RS 916.202.1), dal 3 gennaio 2012 si applica una deroga al divieto d'importazione
di cui all'ordinanza sulla protezione dei vegetali (RS 916.20).
In analogia alle disposizioni vigenti nell'UE, il Servizio fitosanitario federale (SFF) ha stabilito una procedura al fine di mantenere al livello più basso possibile il rischio d'introduzione di malattie particolarmente
pericolose per le patate connesso all’importazione di patate da tavola dall’Egitto. Il punto fondamentale di
tale procedura è l'obbligo di autorizzazione cui sottostà l'importazione; un permesso d’importazione
consente di effettuare diverse importazioni, ma ciascuna partita deve essere preannunciata.
Ciascun lotto (generalmente container di 25 t circa) va sottoposto a un controllo fitosanitario approfondito
nel luogo in cui le patate sono (temporaneamente) immagazzinate, qualora non sia stato controllato al
punto d’ingresso nell’UE. Se il controllo fitosanitario è effettuato al punto d’ingresso nell’UE dal servizio
fitosanitario del rispettivo Stato membro, il SFF riconosce la liberazione, dal profilo fitosanitario, decretata
da tale servizio. In caso contrario, si applica la procedura descritta al paragrafo IV.
La liberazione ha luogo ad avvenuta conferma che la merce è ineccepibile dal profilo fitosanitario. Se in
fase di campionamento dei tuberi è riscontrata la presenza dell'agente patogeno del marciume bruno,
Pseudomonas solanacearum, la merce in questione va distrutta. Inoltre, tutte le partite provenienti dalla
zona di produzione interessata sono dichiarate non idonee all'importazione. Da ogni partita interessata
che si trovasse già sul territorio svizzero deve venir prelevato un campione per l'analisi di laboratorio.
II. Permesso d'importazione
 Condizioni per l'importazione di patate da tavola originarie dell’Egitto:
-
l'importazione necessita di un'autorizzazione. I permessi sono rilasciati dal SFF; vengono concessi
unicamente ad aziende titolari di un contingente per l'importazione di patate da tavola;
è consentita l'importazione unicamente di partite di patate provenienti da zone di produzione indenni, riconosciute o dalle cosiddette PFAs (pest free areas), immesse sul mercato da fornitori e
centri di condizionamento (packing stations) abilitati ad esportare negli Stati membri dell'UE e in
Svizzera (gli elenchi delle PFAs e dei fornitori abilitati sono allegati al permesso d'importazione).
 All'atto dell'inoltro della domanda per un permesso d'importazione, il richiedente si impegna a:
-
annunciare le partite, fornendo tutti i dati richiesti, almeno 5 giorni prima dell'importazione
(preannuncio);
confermare l'arrivo delle partite per le quali è previsto il controllo fitosanitario in Svizzera 2 giorni
prima dell'importazione a QualiService Sarl, organismo ufficialmente incaricato di effettuare il controllo, nonché a rispettare le condizioni di quarantena prescritte per l’immagazzinamento temporaneo delle partite fino alla liberazione da parte del SFF (cfr. par. IV).
 Le aziende importatrici interessate compilano il modulo di domanda per il permesso
d’importazione1 e lo inviano per posta, via fax (058 462 26 34) o per e-mail ([email protected]) al
SFF.
1
Modulo in allegato o da scaricare dal sito Internet www.serviziofito.ch > Protezione dei vegetali negli ambiti dell’agricoltura e
dell’ortoflorovivaismo esercitato a titolo professionale > Moduli Ufficio federale dell'agricoltura UFAG
Mattenhofstrasse 5, CH-3003 Berna
Tel. +41 31 322 25 50, fax +41 31 322 26 34
[email protected]
www.blw.admin.ch
III. Procedura preliminare all'importazione
 Annunciare le partite almeno 5 giorni prima dell’importazione, inoltrando il modulo per il preannuncio
(allegato al permesso d’importazione) via fax (058 462 26 34) o per e-mail ([email protected]).
 Attendere in qualsiasi caso la notifica del SFF riguardo alla conformità del/dei lotto/i interessato/i ed
eventuali istruzioni relative al controllo fitosanitario.
 Se è previsto il controllo fitosanitario in Svizzera, confermare l'arrivo della partita 2 giorni prima
dell'importazione, precisando il luogo esatto e l'ora via fax (031 385 36 58), per e-mail ([email protected]) o telefonicamente (031 385 36 58) a QualiService Sarl.
IV. Importazione: misure e immagazzinamento temporaneo in caso di controllo fitosanitario in
Svizzera
Varcata la frontiera, le partite devono essere integralmente e immediatamente trasportate in un luogo
adeguato, nel quale le patate vanno sottoposte al controllo fitosanitario. Il luogo deve essere scelto in
modo che il rischio fitosanitario, ossia il rischio di diffusione di organismi di quarantena, sia minimo. Le
patate devono potervi rimanere per almeno 5 giorni. L'immagazzinamento temporaneo equivale a una
quarantena: la partita è posta sotto sequestro fino alla liberazione da parte del SFF, ad avvenuto controllo
fitosanitario.
 Misure di prevenzione
Immediatamente dopo aver scaricato le patate, il ponte del mezzo di trasporto deve essere obbligatoriamente trattato con un prodotto disinfettante adeguato (p.es. Menno-Florades®, Halades CIP®; attenzione: per l'applicazione, attenersi scrupolosamente alle istruzioni del fabbricante, il SFF declina
qualsiasi responsabilità).
 Esigenze relative all'immagazzinamento temporaneo
-
-
Le patate devono essere immagazzinate in un luogo in cui, in condizioni ideali, non sono presenti
altri vegetali o prodotti vegetali. In caso contrario deve essere rispettata una distanza di almeno 2
metri da questi ultimi.
Onde proteggere il pavimento dall'eventuale fuoriuscita di succhi vegetali dai contenitori o dagli
imballaggi (casse a paletta, big bags o sacchi), esso deve essere ricoperto con un foglio di plastica. Il foglio di copertura può essere riutilizzato se la partita è stata riscontrata indenne dal profilo fitosanitario.
 Controllo fitosanitario
-
-
QualiService Sarl preleva da ciascun lotto (di 25 t) un campione di 200 tuberi. I campioni possono
essere oggetto di un controllo visivo in loco (ca. 80% delle partite) oppure inviati alla Stazione di
ricerca Agroscope Changins-Wädenswil ACW, a Nyon, per l'analisi di laboratorio (ca. 20% delle
partite).
I diversi lotti che formano una partita vengono liberati esclusivamente dal SFF mediante notifica
scritta (per e-mail o fax), anche nel caso in cui dal controllo visivo non è emerso nulla di sospetto.
Se i campioni vengono analizzati in laboratorio, il referto è disponibile entro 3-5 giorni.
V. Tassa per il controllo fitosanitario in Svizzera
Per i controlli fitosanitari effettuati sulle partite di patate da tavola originarie di Paesi diversi dagli Stati
membri dell’UE viene riscossa una tassa calcolata in base al dispendio. Nel caso delle patate originarie
dell’Egitto, il 20 per cento delle partite (scelta aleatoria) deve essere sottoposto anche ad analisi di laboratorio, ragion per cui tutti gli importatori sono tenuti a farsi carico dei rispettivi costi, ossia:
 CHF 480.- per il primo lotto di 25 tonnellate di ogni partita da controllare;
 CHF 290.- per ciascun lotto successivo di 25 tonnellate della medesima partita.
2/2
Numeri di riferimento/incarto: 2010-02-01/18 / kly/sip
Fly UP