...

alessia - Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus

by user

on
Category: Documents
10

views

Report

Comments

Transcript

alessia - Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus
FBOV NEWS N.2 OTTOBRE 2013 Trimestrale, Registrazione al Tribunale di Venezia n.1325 - 07/04/1999. Poste Italiane SpA - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (convertito in Legge 27/02/2004
n°46) art.1, comma 1, NE/PD.
un
certo
sguardo
SULLA CULTURA
DELLA DONAZIONE
E DEL TRAPIANTO
DI CORNEA
UN MESE
DEDICATO
AL BENE
PIÙ
PREZIOSO
ALESSIA
GRAZIE ALLA RICERCA
PUÒ GUARDARTI FINALMENTE
NEGLI OCCHI
Sommario
La storia di Alessia
Alessia ha 31
cornea.
grazie al trapianto di
anno tornano a vedere
aia di persone che ogni
gli
mi
lle
de
a
un
è
ed
ni
an
avuto una bambina.
a e questa primavera ha
nare
à dei casi, e il risultato, tor
cesso nella quasi totalit
suc
ha
che
ne
zio
era
’op
un
a sta bene, si è sposat
l primo trapianto Alessi
Dopo 15 anni da
gi
Il trapianto di cornea è og
ni.
an
gli
ne
esso di
a vedere, dura
e alla ricerca che ha perm
zione di tante famiglie,
na
do
di
o
uro.
ros
ne
rat
ge
du
e
sto
al ge
più sicuro
Questo è possibile grazie
questo intervento sempre
re
de
ren
di
e
nto
pia
tra
tecniche di
migliorare nel tempo le
Alessia:
Queste sono le parole di
, aprire
“I
liere le bende
rovata, l’emozione di tog
desiderare: la vita rit
l più bel sogno che si possa
ere.
gli occhi e stupirsi di ved
i cieli stellati
i, quadri famosi, romantic
gg
esa
pa
idi
end
spl
no
ela
iose si riv
Lentamente le ombre silenz
rba scossi dal vento.
de trasformarsi in fili d’e
ver
ia
cch
ma
a
un
o
nd
ra
mi
i di sguardi
e torno a emozionarmi am
tica umanità avvolgendom
an
o
lor
lla
de
o
ian
opr
si riappr
Le ombre rumorose invece
i miei nuovi occhi.”
finalmente potervi posare
E
i.
tos
fes
i
ris
sor
e
li
amichevo
Editoriale di Enrico Vidale e Stefano Ferrari ..................................................................pag.
3
Dai forza alla ricerca ............................................................................................................pag.
4
Un mese ricco di eventi ......................................................................................................pag.
6
Quando una festa diventa occasione per discutere sul valore del dono. ........pag.
8
Ragazzi, occhio agli occhi!.................................................................................................pag.
9
La lunga estate di Fondazione. ........................................................................................pag. 10
Sostieni Fondazione! ...........................................................................................................pag. 11
Fondazione Banca degli Occhi del Veneto News
NEWS N. 2 / OTTOBRE 2013
Direttore Editoriale: Diego Ponzin
Editore: Fondazione Banca degli Occhi del Veneto
Onlus
Presidente: Giovanni Mazzacurati
Vice Presidente: Domenico Mantoan
Consiglieri: Giuseppe Dal Ben, Stefano Lecca, Fausto
Maculan, Emilio Rapizzi, Giuseppe Scarpa.
2
NEWSN.2OTTOBRE2013
Direttore Responsabile: Maria Paola Scaramuzza
Comitato di Redazione: Marina Bertolin, Michela
Coppola, Margherita Ficotto, Alessandra Fiore, Elena
Ghedin, Cristina Mazzacurati, Annalaura Pozzi,
Alessandra Romanini, Azzurra Temporin, Enrico Vidale
(Responsabile Comunicazione), Elisa Zanetti.
Progetto grafico: Agenzia Tratti - www.tratti.it
Tipografia: Grafiche Quattro, S. Maria di Sala (VE)
Tiratura: 34.000 copie
Registrazione al Tribunale di Venezia n. 1325 07/04/1999
Iscrizione ROC n.22360 -22/05/2012
Sede Redazione:
Padiglione Rama, Via Paccagnella 11
30174 Zelarino Venezia
Mail: [email protected]
Tel. 041.9656442 - Fax 041.9656401
Editoriale
di Enrico Vidale, Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne
e Stefano Ferrari, Responsabile Centro Ricerche
COMPRENDERE LA RICERCA È IL PRIMO PASSO PER SOSTENERLA
Anche quest’anno in occasione della
Giornata mondiale della Vista, che si
celebra giovedì 10 ottobre, Fondazione
Banca degli Occhi torna nel territorio
veneto a parlare di ricerca e dei progetti
che sta portando avanti nei propri
laboratori. Sconfiggere le malattie oculari,
anche le più gravi, è l’impegno che i
nostri ricercatori ogni giorno cercano di
onorare con il loro lavoro. Nonostante
i fondi ridotti e una crisi finanziaria che
non vede ancora via d’uscita, passione,
professionalità ed entusiasmo spingono
i nostri colleghi a fare sempre più e
sempre meglio. Anche quest’anno si
mettono in gioco lasciando per qualche
giorno le loro attività abituali per andare
nelle piazze di molte città a raccontare
la loro esperienza, la loro storia, le sfide
e i traguardi raggiunti, rinnovando quel
legame con i cittadini, che è prima di
tutto di fiducia.
La ricerca deve essere compresa per
essere sostenuta, ed è con questo
spirito che per un intero mese, il mese di
ottobre, saremo impegnati in tanti eventi
ed iniziative nel territorio incontrando
pazienti, sostenitori e famigliari di
donatori. L’incontro e il dialogo saranno
quindi fondamentali per informare
i cittadini sulle nuove frontiere della
ricerca, ma anche per sensibilizzare sul
tema della donazione dei tessuti oculari.
Frontiere che, nell’ultimo decennio,
hanno portato i ricercatori e il personale
medico di Fondazione Banca degli Occhi
del Veneto a utilizzare clinicamente le
cellule staminali per trattare pazienti
che il solo trapianto di cornea non
riusciva a curare. O, più recentemente,
fornendo ai chirurghi tessuti oculari che
permettano di fare trapianti più mirati e
quindi consentano al paziente di avere un
recupero della vista più rapido ed efficace
dopo il trapianto di cornea.
Ci piace pensare che le frontiere siano
fatte per essere superate, ecco allora
i nostri ricercatori imbarcarsi in studi
tesi all’identificazione delle cause che
portano alla degenerazione della retina
legata all’età, alla comprensione e cura
di malattie genetiche che potrebbero
affliggere i nostri bambini se non
diagnosticate in tempo, alla messa a punto
di protocolli di medicina rigenerativa per
la ricostruzione in vitro di tutti i tessuti
dell’occhio e, infine, alla terapia genica
per sconfiggere definitivamente alcune
patologie rare che interessano cornea o
retina.
Per fare questo abbiamo aperto le porte
dei nostri laboratori anche a tre ricercatori
stranieri che hanno scommesso su
Fondazione e hanno visto nella ricerca
italiana un’eccellenza tale da far sì che
anche loro superassero le loro frontiere
(questa volta politiche) e venissero a
studiare qui da noi. Ancora una volta,
quindi, cercheremo di rinnovare la
fiducia nella nostra organizzazione
senza stancarci mai di dire grazie prima
di tutto alle tante famiglie che hanno
detto sì alla donazione, ai pazienti, ai
nostri sostenitori o magari a chi per
la prima volta nel mese di ottobre ci
incontrerà.
NEWSN.2OTTOBRE2013
3
Dai forzunagaesltloachriecdeorncaaun
senso
L’AIUTO A MOLTI PARTE DA UN PICCOLO GESTO:
COMPRARE UN PACCHETTO DI CAROTE
INSIEME PER RIDARE LA GIOIA DI VEDERE
DAL 1 AL 31 OTTOBRE
COMPRA LE CAROTE
Dall’
BUONE
PER TE E PER LAalRICERCA!
1€
vai nei supermercati
della tua città e compra
le carote che aiutano la ricerca contro le malattie oculari.
Con
aiuterai la tua vista e quella delle tante persone che sperano nella ricerca
a
z
erca
Dai for allaaricvedere.
per tornare
Con
DARTI
migliori la vista
e la vita di migliaia
di persone!
un gesto che dona un senso
carote
Metti nel carrello un pacco di
che aiutano la ricerca; è la stagione giusta per mangiare qualche carota in più, per
rinforzare la vista che è stata messa a dura prova dal pieno ritorno alle attività lavorative e allo studio.
o di
Media Partner
Per cercare il punto vendita Alì Alìper più vicino vai sul sito di Fondazione www.fbov.org o su quello dei supermercati Alì
www.alisupermercati.it.
LA RICERCA HA AVUTO IMPORTANTI RISULTATI MA MOLTO C’È ANCORA DA FARE E IL TUO SOSTEGNO È FONDAMENTALE.
VIENI A TROVARCI NELLE PIAZZE!*
In alcune città del Veneto il personale di Fondazione sarà nelle piazze e nelle strade per parlare con le persone, rispondere alle loro
domande e offrire le carote in cambio di una donazione.
CONEGLIANO (TV),
VIALE CARDUCCI USCITA DI CORTE DELLE ROSE
venerdì 11 ottobre
9.30 - 12.30
PADOVA,
PRATO DELLA VALLE DI FRONTE ALL’EX FORO BOARIO
sabato 12 ottobre
14.30 - 18.30
domenica 13 ottobre
(in caso di pioggia domenica 20)
dalle 15.00 insieme a Librerie Feltrinelli
e al Leo Club di Mestre Distretto 108
TREVISO,
VIALE BURCHIELLATI AREA ZONA MERCATO
Martedì 15 ottobre
9.30 - 12.30
ROVIGO,
CORSO DEL POPOLO
martedì 22 ottobre
9.30 - 12.30
VICENZA,
CONTRÀ CAVOUR ANGOLO CORSO PALLADIO
giovedì 24 ottobre
9.30 - 12.30
SAN DONÀ DI PIAVE (VE),
CORSO SILVIO TRENTIN INIZIO AREA PEDONALE
lunedì 28 ottobre
9.30 - 12.30
MESTRE (VE),
IN PIAZZA FERRETTO, RASSEGNA MESTRE IN CENTRO
* le date potrebbero subire delle variazioni per cause non dipendenti dalla nostra volontà, nel sito www.fbov.org/mesedellavista potete trovare tutti gli
aggiornamenti
4
NEWSN.2OTTOBRE2013
GRAZIE A TUTTI COLORO CHE SI SONO UNITI A NOI NELL’OTTOBRE 2012
Ed ecco il risultato del mese della vista 2012:
INSIEME POSSIAMO DARE più
grazie al contributo di tutti coloro che hanno sostenuto
la ricerca di Fondazione lo scorso ottobre sono state
acquistate le attrezzature per un laboratorio dedicato a
studiare le patologie della cornea, della congiuntiva e
della retina.
Il laboratorio è attivo da alcuni mesi e i ricercatori hanno
iniziato già a lavorare per trovare nuove tecniche per
migliorare le possibilità di cura delle malattie degli occhi;
gli studi effettuati sinora hanno ottenuto la pubblicazione
in tre prestigiose riviste del settore “Cornea”, “Journal
of Ophthalmology” e “Cell and Tissue Banking” e sono
stati presentati in tre importanti eventi scientifici: il
Congresso annuale delle Banche degli Occhi Americane
che si è tenuto a giugno a Chicago (USA), il congresso
della Società Europea di Oftalmologia a Copenaghen e
il congresso Mondiale ARVO a Seattle (USA). L’ARVO, The
Association for Research in Vision and Ophthalmology, è
la più grande e autorevole organizzazione di ricerca del
mondo sull’occhio e sulla vista.
forza alla Ricerca
Dai ora il tuo contributo per sostenere il lavoro di un ricercatore di Fondazione
Sempre più la ricerca di Fondazione riguarda tutte le parti dell’occhio, tra cui la retina: le malattie legate alla retina sono
moltissime e ancora tutte da esplorare e in molti casi non esiste una cura. Tra queste la degenerazione maculare rappresenta
per le persone di età superiore ai 50 anni la causa più frequente di perdita rilevante della vista che può portare anche
alla perdita della propria autonomia. Circa 15 mila italiani convivono, invece, con la retinite pigmentosa, una malattia
degenerativa dell’occhio di natura ereditaria, che colpisce le cellule della retina e può portare progressivamente alla cecità.
La ricerca è fatta dai ricercatori. Persone che con passione, giorno dopo giorno, con il loro lavoro possono arrivare a traguardi
che parevano inimmaginabili, trovare cure a malattie che sembravano impossibili da sconfiggere. È quello che è successo
con i trapianti di lembi di cellule staminali, oggi una realtà, che ridanno la vista a chi credeva di averla perduta per sempre in
seguito a un incidente in casa o sul lavoro.
Adotta un ricercatore: aiutalo a guardare lontano
DAI IL TUO CONTRIBUTO CON UNA DONAZIONE
• inpostasulcontocorrentepostalen.433300
• inbancasulc.c.bancarioBancaProssima,
IBANIT64O0335901600100000003126
• online:sulsitowww.fbov.orgtramite
sistemaPaypaloconCartadiCredito
NEWSN.2OTTOBRE2013
5
Un mese ricco di eventi
Insieme per ridare la gioia di vedere
L’Antica Drogheria Caberlotto con sede in Piazza Ferretto a Mestre ha voluto dare il suo sostegno alla ricerca contro le
malattie oculari organizzando due appuntamenti:
Venerdì
e venerdì
, alle ore 20.30, Cena in favore di Fondazione Banca degli Occhi;
una serata per gustare insieme un ricco menù preparato utilizzando dieci alimenti salva-vista.
Per informazioni, prenotazioni e costi telefonate al numero 041.961532
Domenica
(o il 20 ottobre in caso di maltempo) La Feltrinelli e Fondazione saranno fianco a fianco in un pomeriggio
ricco di animazione, musica e spettacoli organizzati dal Comune di Venezia all’interno della rassegna
.
Le iniziative si terranno nel centro di Mestre, che per l’occasione si trasformerà in un grande teatro a cielo aperto.
Durante il Mese della vista i punti vendita di La Feltrinelli di Mestre, Marcon Treviso e Padova distribuiranno i nostri
materiali per diffondere l’importanza della vista poiché vedere è anche poter leggere, informarsi, crescere. I nostri
materiali saranno anche presenti alla
a Padova, il giorno 10 ottobre, Giornata Mondiale della Vista.
L’UNIONE FA LA FORZA!
INTERVISTA A KRIZIA D’ANTONA E FRANCESCO RIZZO DEL LEO CLUB DI MESTRE
Quando e come è nata la collaborazione con Fondazione
BancadegliOcchi?
Krizia:La collaborazione è nata lo scorso anno nel mese di ottobre,
grazie al sostegno di Giovanni Barnaba, socio del Lions Club
Venezia Marghera, che fin da subito ha creduto nell’entusiastica
adesione di noi giovani Leo alle iniziative benefiche di Fondazione
Banca degli Occhi. Siamo così scesi in piazza nella nostra città, per
sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle patologie oculari,
nel mese dedicato alla vista.
Che significato ha per Voi partecipare alla campagna di
sensibilizzazione sulla vista e sostenere la ricerca contro le
malattie oculari?
Francesco:Il tema della malattie oculari è molto sentito dai nostri
soci e conoscenti. Stupisce a volte scoprire quanto tali malattie
siano diffuse e quanto, purtroppo, tocchino spesso persone a noi
care e vicine.
Nel nostro piccolo, riteniamo che collaborazioni quali quella con
la Fondazione Banca degli Occhi aiutino noi (e chi ha la curiosità
di volerci conoscere), a crescere come membri responsabili della
nostra comunità. Con la consapevolezza di essere ancora agli
inizi di un lungo percorso e che nel futuro saremo in grado di
contribuire sempre più attivamente, il Leo Club Mestre è onorato
di mettere a disposizione della Fondazione tutto l’entusiasmo del
suo gruppo di giovani soci.
L’intervista completa è disponibile sul sito:
www.fbov.org/mesedellavista
6
NEWSN.2OTTOBRE2013
LA MIGLIOR RICETTA PER LA VISTA?
SOSTENERE LA RICERCA CONTRO LE MALATTIE DEGLI OCCHI.
E La tua qual è?
Un modo semplice per sostenere la ricerca è fare una
donazione on line all’indirizzo www.fbov.org/mesedellavista
o aiutarci a diffondere il messaggio cliccando mi piace sulla
pagina
di Fondazione
Se hai nel cassetto una ricetta speciale con le carote che vuoi
condividere con noi o sei alla ricerca di una nuova ricetta,
collegati alla nostra pagina facebook: durante il mese di
ottobre cercheremo insieme la migliore ricetta per la vista.
Media partner:
Con il sostegno di:
Quando una festa diventa occasione per
discutere sul valore del dono
La Festa della Trebbiatura di Cologna Veneta come momento di confronto e condivisione
di Azzurra Temporin
Prendete una frazione di un comune di
campagna, con la sua affezionata sagra
paesana di mezza estate. Un momento
conviviale, leggero, spensierato. Una
settimana per festeggiare e rievocare ogni
sera le usanze e le tradizioni di chi ci ha
preceduto. Ma c’è di più. Anche una corte
o una piazza, con uno stuolo di persone
riunitesi per qualche ora, possono
diventare un’occasione per raccontarsi,
confrontarsi, discutere, condividere
tematiche importanti come quella della
donazione. E’ quello che è successo alla
Festa della Trebbiatura di Baldarìa,
frazione di Cologna Veneta in provincia
di Verona. La Festa nasce vent’anni fa per
ricordare usi, costumi, piatti e tradizioni
del mondo contadino veneto. L’edizione
del 2013, la ventesima, svoltasi dal 15
al 21 luglio scorsi, è stata dedicata a
Fondazione Banca degli Occhi del Veneto
e alla raccolta fondi per sostenerne le
attività. In particolare, la serata di martedì
16 luglio, ha visto la partecipazione di
Adriano Fasolo come rappresentante di
Fondazione, il quale, oltre ad illustrare
la nostra attività, ha potuto trasmettere
il nostro messaggio sul valore del dono
ad un folto pubblico tra cui familiari
di donatori e trapiantati. Questa è
stata un’occasione molto preziosa e
significativa specie perché numerose
persone hanno potuto condividere
con gli altri la loro esperienza e la loro
testimonianza. Tra tutte, vi riportiamo
quella molto toccante di Nicoletta e
Chiara, sorelle di un ragazzo tetraplegico
vissuto fino all’età di trent’anni, donatore
di cornee:
la sua
o, che ha trascorso
o splendido ragazz
un
di
ria
sto
la
vi
per raccontar
sì doloroso
Siamo qui stasera
tempo passato è co
disabile... usare il
era
ed
o
tte
Ma
va
o. Si chiama
ità, ma per
breve vita donand
per la sua disabil
i era speciale, non
Lu
te…
en
am
ns
avamo imme
liosi occhi
per noi che lo am
con i suoi meravig
tti, lui ci parlava
tu
a
va
na
do
e
e trasmetteva
e la musica,
l’amore, l’affetto ch
ava in particolar
ntare e ballare, am
ca
di
do
mo
suo
ava con il
suo mondo
verdi, lui ci rallegr
e ci avvicinava al
lui ci confortava
o,
nt
me
mo
ni
og
mpagna in
conoscere
che aveva come co
uto la fortuna di
role chi non ha av
pa
a
e
ar
eg
spi
e
… impossibil
ori, ora
tenendoci la mano
presso nei nostri cu
ile maniera ha im
leb
de
in
e
e
bil
di
in quale incre
ono ancora
il nostro angelo,
ora i suoi occhi ved
incondizionato…
e
ro
pu
sì
co
ore
ranti, un am
o la fortuna di
immensamente aff
i che hanno avut
ti che quei ragazz
cer
mo
sia
e
ee
rn
zione delle co
loro cari come il
grazie alla dona
ancora amore ai
o, possano donare
tte
Ma
a
ie
az
gr
te la vista
ricevere nuovamen
donato a noi.
nostro angelo ha
IL GRAZIE DI FONDAZIONE
La Festa della Trebbiatura di Baldarìa, oltre ad aver dedicato
la serata inaugurale a Fondazione, ha donato un contributo
ottenuto grazie alla raccolta fondi che si è prolungata durante
tutta la durata dell’iniziativa. Fondazione ringrazia tutto lo staff
e i promotori della manifestazione per la vicinanza e l’amicizia,
e per aver contribuito alla missione di ridare la gioia di vedere!
NEWSN.2OTTOBRE2013
7
RAGAZZI, OCCHIO
Testi a cura di Elisa Zanetti e Azzurra Temporin. Vignette di Fulvio Fenzo
Notizie e consigli
IL RITORNO TRA I BANCHI DI SCUOLA
L’autunno è il momento del rientro a scuola. Si ritrovano amici e compagni affezionati, o magari cambiando scuola se ne conoscono di nuovi. Con l’inizio
del nuovo anno scolastico però, ricominciano anche gli impegni e le attività che durante l’estate si erano messi da parte.. Si legge molto, si scrive, in aula
sifissalalavagnaemagarialcunicompitipercasasonodasvolgerealcomputer.Perriuscirealavorarebeneeperevitarechequesteattivitàdiventino
pesanti e complicate, è fondamentale che i nostri occhi siano “in forma”, sani
e protetti. Non dimenticare mai di aver cura della propria vista è una regola
d’oro, non solo per i più piccoli ma anche per i grandi! Proprio l’inizio dell’anno
scolastico potrebbe essere un buon momento per sottoporre bambini e giovani,
specie quelli con problemi di vista come miopia, ipermetropia, astigmatismo, ad
una visita oculistica, da ripetere una volta l’anno. Per bambini e giovani senza
difetti riscontrati è consigliabile invece una visita ogni 2-3 anni, e ogniqualvolta
simanifestinodifficoltànellavisionedalontanoodavicino,stanchezzaocefalea.
UN PO’ DI GINNASTICA.. PER GLI OCCHI!
Esistono degli esercizi molto semplici e veloci da fare tutti i giorni come
ginnastica oculare. Ve ne suggeriamo alcuni:
Mantenete la testa immobile e muovete gli occhi prima in senso orario, poi
in quello antiorario. Ripetete l’esercizio 10 volte;
Sempre con la testa immobile, guardate prima verso destra, poi verso
sinistra. Anche questo esercizio va ripetuto 10 volte;
Per potenziare la messa a fuoco di immagini a diverse distanze, portate
l’indice della mano destra a circa due palmi dal naso. Oltrepassate con lo
sguardoilditoefissateunaltropuntosullastessadirezionevisiva,acirca
tre metri di distanza. Ripetete questo esercizio venti volte;
Disegnate lentamente con la punta del vostro naso il contorno di un oggetto,
di un quadro o di una persona. Alternate cose vicine e lontane.
Tra un esercizio e l’altro è sempre buona regola far rilassare gli occhi.
Ancheperquestoesistonoesercizispecifici.Ecconeunpaio:
Sedetevi, appoggiate i gomiti sul tavolo, sorreggete la testa con i palmi delle
mani e chiudete gli occhi. Respirate con tranquillità e cercate di notare
come l’oscurità diventa più profonda. Fatelo per 5 minuti;
A occhi ben chiusi guardate verso il sole o un’altra fonte di luce/calore.
Respirate e immaginate di assorbire il calore per distribuirlo negli occhi,
dietro gli occhi e anche verso la nuca. Fatelo per 5 minuti.
8
NEWSN.2OTTOBRE2013
Da recenti studi i tassi di miopia stanno aumentando in modo
allarmante nei paesi sviluppati, la miopia degenerativa è una
delle cause principali della cecità. Anche se la tendenza alla
miopia può essere ereditaria, l’ambiente rimane la prima causa.
Ci sono inoltre dati secondo i quali la miopia nei bambini tende
ad aumentare di più durante l’anno scolastico e di meno nelle
vacanze estive....Per cui, bambini, spegnete la Play Station e
state più tempo a giocare all’aperto!
AGLI OCCHI!
RAGAZZI, OCCHIO AL COMPUTER!
Il computer oggigiorno fa parte della nostra quotidianità. Non solo per gli impiegati e i professionisti, ma anche per i giovani che trascorrono molto tempo con lo
sguardofissoalvideo,perinformarsienavigarenelweboanchesolopergiocare!Quandosiamoalcomputer,prestiamoattenzioneadalcunenorme:
Posizione davanti
allo schermo
Un
video
di
dimensioni standard
(ovvero tra i 15 e i 17
pollici) deve essere
posizionato ad una
distanza
variabile
tra i 50 e gli 80
cm e leggermente
più in basso rispetto
all’altezza degli occhi.
Fonti luminose
In genere il monitor va collocato a 90 gradi rispetto alla fonte di luce
naturale. L’ideale, per godere di una buona illuminazione, sarebbe
posizionare il video a una distanza di almeno un metro e mezzo dalle
finestre. La condizione di vista ottimale si ottiene anche regolando il
contrasto e la luminosità dei monitor.
Uso degli occhiali
Per migliorare la qualità della visione quando si svolge attività al
videoterminale, è importante che siano sempre indossati gli occhiali
prescritti dall’oculista.
Pause
Se si rimane per lungo tempo davanti al computer è consigliabile effettuare
una pausa di 15 minuti ogni due ore, oppure di cinque minuti ogni tre quarti
d’ora. Per permettere agli occhi di riposare, cercate di guardare oggetti
posti a una distanza di almeno sei metri.
Videoscrittura e video lettura
Usate un carattere leggibile (almeno corpo 12) e preferibilmente un colore
scuro su sfondo chiaro.
Protezione
Rimanendo concentrati sul monitor, spesso diminuiamo involontariamente
la frequenza con cui sbattiamo le palpebre, comportando una minore
protezione della nostra cornea.
Per evitare di incorrere in secchezza oculare può essere utile utilizzare
lacrime artificiali, se prescritte dall’oculista, o cercare di sbattere
frequentemente le palpebre.
I DIECI CIBI CHE FANNO “GOLA ALLA VISTA”:
1)
Carote: la vitamina A contiene beta-carotene, un prezioso antiossidante.
La vitamina A si trova anche nei cavoli e nella lattuga.
2) Spinaci: ricchi di ferro e di un carotenoide antiossidante – presente
anche nell’insalata verde, nei porri e nei piselli – aiutano a proteggere gli
occhi dai processi degenerativi.
10) Cioccolato fondente:iflavonoididicuièriccoproteggonola
circolazione degli occhi, con il risultato che la cornea e il cristallino si
rafforzano.
Attenzione! Perché svolga il suo compito salva-vista il cioccolato
fondente deve essere consumato puro!
Fonti: Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus, “occhio Pinocchio, viaggio nel paese dei Bei Occhi”, Baush + Lomb e Fontazione Carlo Collodi
sul favoloso mondo della vista
3) Frutta! Kiwi, arance, giuggiole sono ricche di vitamina C, nemica giurata
dei radicali liberi che possono causare danni agli occhi
4) Soia: contiene acidi grassi essenziali, vitamina E naturale e agenti anti infiammatorichefannobeneagliocchi.
5) Aglio e cipolla: ricchi di zolfo, aiutano a rendere la lente oculare più forte
e resistente; possono anche contribuire a migliorare la vista.
6) Albicocche: ricche di vitamina A, contengono anche carotenoidi utili
per dare una migliore visione.
7) Uova: contengono cisteina, zolfo, lecitina, aminoacidi e luteina, tutti
elementi salutari per l’occhio.
8) Salmone e sardine: contengono gli acidi grassi Omega-3, ottimi per la
vista.
9) Broccoli:ricchidifitonutrientiantiossidanti,proteggonogliocchidal
fattore di stress dei radicali liberi, migliorando nel complesso la vista.
NEWSN.2OTTOBRE2013
9
La lunga estate di Fondazione
Eventi e iniziative in nostro favore
GUARDIAMO ATTRAVERSO LA MUSICA:
I CONCERTI FINALI DELL’ISTITUTO BENVENUTI DI CONEGLIANO
L’Istituto Musicale “Arnaldo Benvenuti”, in
occasione della chiusura dell’anno scolastico
2012/2013, ha organizzato un appassionante
ciclo di serate presso l’Auditorium “Dina
Orsi” di Conegliano. La rassegna, dal titolo
Guardiamo attraverso la musica, si è
sviluppata in quattro serate, dal 10 al 14
giugno scorsi. La serata inaugurale è stata
dedicata alla musica moderna, e ha visto
l’esibizione della classe di Canto Moderno
coordinata da Sergio Brugnone. Mercoledì
12 giugno i protagonisti della serata sono
stati i migliori allievi dei corsi strumentali
del Benvenuti, mentre giovedì 13 giugno il
Città di Conegliano
Guardiamo
attraverso la musica
Concerti finali anno scolastico 2012/13
dell’Istituto Musicale “A. Benvenuti”
Direzione artistica Giuseppe Borin
Auditorium “Dina Orsi”
Conegliano - Ingresso libero
lunedì 10 giugno 2013, ore 20,30
Classe di Canto moderno
coordinatore Sergio Brugnone
mercoledì 12 giugno 2013, ore 20,45
I migliori allievi dei corsi strumentali
giovedì 13 giugno 2013, ore 20,45
Recital lirico con gli allievi di Canto lirico e Arte scenica coordinati dai Maestri
Erika Baechi, Clelia Sossai e Marco Bellussi
venerdì 14 giugno 2013, ore 20,45
I migliori allievi dei corsi strumentali
Le serate sono dedicate alla raccolta fondi da devolvere alla
Fondazione Banca degli Occhi del Veneto - ONLUS
GRIGLIATA DI INIZIO ESTATE
ALL’ISOLA DI SAN SERVOLO
Musica
dal
vivo
e buona cucina,
racchiusi nel fascino
GRIGLIATA D’INIZIO ESTATE
Sabato 29 giugno 2013, alle ore 19.45
di una splendida e
Isola di San Servolo, Venezia
suggestiva cornice.
Questi gli ingredienti
della Grigliata di
inizio estate, svoltasi
n e l l ’i n c a nte vo l e
Isola di San Servolo
(Venezia) sabato 29
giugno scorso. Dopo
un breve viaggio a
bordo della Motonave
Osvaldo, occasione
per ammirare le
meraviglie della laguna, l’Isola ha dato il benvenuto a
circa un centinaio di ospiti con l’ottima cena a cura degli
allievi dell’Istituto professionale alberghiero A. Barbarigo
di Venezia. A seguire l’immancabile musica dei Dimarte
e una ricca lotteria per la vista a sostegno di Fondazione
Banca degli Occhi. Una bella opportunità per festeggiare
l’arrivo dell’estate, ma anche un’occasione per contribuire
al sostegno della ricerca contro le malattie oculari.
Costo della serata: € 30,00
Prenotazioni entro il 25 giugno 2013
e mail: [email protected] sms 348.3111140
Indicando cognome e numero di partecipanti.
10
NEWSN.2OTTOBRE2013
sipario si è alzato sul Recital lirico con gli
allievi di Canto lirico e Arte scenica. Per
chiudere in bellezza la rassegna, la quarta
ed ultima serata, venerdì 14 giugno, ha
visto esibirsi ancora una volta i migliori
allievi dei corsi strumentali. Un’iniziativa
coinvolgente e molto seguita, che gli
amici dell’Istituto A.Benvenuti hanno
deciso di dedicare a Fondazione Banca
degli Occhi. E’ stato possibile ascoltare le
registrazioni dei concerti sintonizzandosi
sulle frequenze di RVS Radio Voce della
Speranza di Conegliano.
47ESIMASAGRAPAESANA
DI SAN VIGILIO - ZELARINO
Il Comitato Festeggiamenti
di
Zelarino,
in
collaborazione
con
la
Parrocchia di Zelarino, ha
curato la 47esima edizione
della Sagra di San Vigilio,
tenutasi dal 14 al 24 giugno
scorsi. «Il Comitato – ci
racconta il Presidente Vittorio
Groppi – è un gruppo nato
con l’obiettivo di organizzare
iniziative che contribuiscano
a
sostenere
associazioni
benefiche quali l’Avapo e
Bambini di Chernobyl Onlus. Su
proposta di un nostro associato,
che per motivi personali
è entrato in contatto con
Fondazione, la Banca degli Occhi è entrata nel circuito delle
Organizzazioni a cui dedichiamo i nostri eventi». Questo è
stato infatti il secondo anno di partnership, e durante tutto
il periodo della Sagra era possibile lasciare un’offerta libera
a sostegno della ricerca sulle malattie oculari e ricevere
materiale informativo sull’attività di Fondazione.
Sostieni Fondazione!
Bomboniere Solidali e Vino Santalucia per rendere ancor più significativi i
vostri momenti speciali
ILLUMINARE I VOSTRI MOMENTI
DI GIOIA E INSIEME LA VITA DI
TANTE PERSONE.
Ci sono molti modi per farlo: uno
di questi è scegliere le bomboniere
solidali di Fondazione Banca degli
Occhi per le vostre ricorrenze.
Matrimoni,
Battesimi,
Prime
Comunioni, ma anche Cresime,
AnniversarieLauree.
Ogni occasione è quella giusta, se
decidiamo, con un piccolo gesto,
di sostenere l’impegno affinché
sempre più persone riscoprano la
gioia di vedere.
Scatolina a farfalla o sacchettino di
raso con doppio nastro colorato: a
partire da queste due confezioni
potete abbinare molti oggetti
preziosi, come le perle di luce,
disponibili in due lavorazioni,
coloratissimi ciondoli in vetro,
o raffinati e fantasiosi piattini in
vetro murrina. Tutti gli oggetti
sono pezzi originali, realizzati da
MaestridelConsorzioPromovetro
Murano.
In più, ogni bomboniera è dotata
di mini-pergamena solidale con
messaggio personalizzato e di
deliziosiconfetti!
LE BOMBONIERE DI FONDAZIONE
SONO:
• pratiche:
già
confezionate,
arrivanoacasavostraconcorriere
espresso!
•
convenienti:
godono
di
agevolazioni fiscali dedicate alle
donazioniindenaroafavoredella
Onlus.
PER INFORMAZIONI
E ORDINI:
www.fbov.org/bombonieresolidali
[email protected]
041.9656442
ASPETTANDO IL SANTALUCIA 2012
Mancano un paio di mesi al 13 dicembre,
giorno in cui verrà presentata la nuova
annata del Vino Santalucia, il Vino per la
Ricerca di Fondazione Banca degli Occhi.
In attesa di degustare il nuovo Santalucia
e di assaporarne le qualità, vi ricordiamo
che sono ancora disponibili le ultime
bottiglie di Santalucia 2011: “un vino dal
colore rosso rubino intenso, che al naso
ricorda frutti rossi maturi, in un raffinato
intreccio di ciliegie mature, prugne,
vaniglia, da cui emergono sul finale un
pizzico di caffè appena macinato ed una
nota tostata dolce e piacevole. Intenso
in bocca, pieno e ricco, richiama le
sensazioni di frutta rossa matura e spezie,
con una lunga e piacevole persistenza”.
Ogni bottiglia viene fornita in
un’elegante custodia in legno laccato,
con apribottiglie, tappo, tappo versavino,
salvagocce e certificato di proprietà che
ne garantisce la provenienza, l’annata di
produzione e il profilo particolare.
Anche questi dettagli fanno del Vino
Santalucia un pezzo unico, un oggetto
molto pregiato, da collezionare ma
anche da regalare a familiari, amici,
conoscenti.
Ogni bottiglia è disponibile con una
donazione minima di 100 euro.
Per ulteriori dettagli visita il sito::
www.fbov.org, sezione Come Aiutarci
> Vino per la Ricerca.
NEWSN.2OTTOBRE2013
11
Vuoi aiutarci ad aiutare l’ambiente?
Se ricevi più di una copia di questo giornale, se preferisci riceverlo nella tua casella di
posta elettronica, se ci vuoi segnalare un cambio di indirizzo o un amico che desidera
ricevere una copia di questa news, manda una mail a:
[email protected]
oppure telefona allo 041 9656442
GRAZIE
Informativa sul trattamento dei dati personali D.lgs 196/2003.
Ai sensi della normativa in materia di protezione dei dati personali Ti comunichiamo che le informazioni da
Te fornite saranno trattate da Fondazione Banca degli Occhi del Veneto in modo lecito, secondo correttezza
ed adottando tutte le misure necessarie a garantirne la massima riservatezza, esclusivamente con la
finalità di fornire notizie sulle attività svolte da Fondazione Banca degli Occhi. I Tuoi dati potranno essere
comunicati a soggetti terzi, responsabili del trattamento solo per lo svolgimento di attività strumentali alle
finalità perseguite da Fondazione. L’art.7 del D.lgs 196/2003 Ti dà diritto a far rettificare eventuali errori e
a chiedere di essere escluso da ogni comunicazione scrivendo a Fondazione Banca degli Occhi, Padiglione
Rama - Via Paccagnella, 11 - 30174 Zelarino Venezia, quale titolare del trattamento.
Centro di Riferimento Regionale per gli Innesti Corneali
Centro Ricerche sulle Cellule Staminali Epiteliali
Medaglia d’Oro al Merito della Sanità Pubblica
Padiglione Rama, Via Paccagnella 11
30174 Zelarino Venezia
tel. 041 9656400 fax 041 9656401
e-mail: [email protected] www.fbov.org
Fly UP