...

PREGHIAMO - Parrocchia San Michele Arcangelo Villasmundo

by user

on
Category: Documents
38

views

Report

Comments

Transcript

PREGHIAMO - Parrocchia San Michele Arcangelo Villasmundo
PREGHIAMO
1
2
PREMESSA
Chiariamo subito una cosa: «pregare» non significa «recitare preghiere». Pregare è
mettersi in dialogo, in relazione con Dio, comunicare con lui; è creare un rapporto
di accoglienza reciproca, aprire il nostro cuore per accogliere lui e lasciarsi accogliere da lui. Si prega non per dire qualcosa a Dio ma, prima ancora, per ascoltare
che cosa lui vuol dire a noi. Si potrebbe recitare tutto un libro di preghiere e non
aver «pregato», non avere cioè percepito la presenza di Dio e quello che lui ci ha
detto. Si prega non solo per questo o per quello, per il marito o i figli, per gli ammalati e la pace del mondo, per gli amici e i nemici, per la salute e la felicità e per
ottenere le grazie, ma soprattutto per dire a Dio il nostro amore, la gioia di essere
suoi figli, per lodare il suo nome, dirgli il nostro desiderio di stargli vicino, sentire
il calore della sua amicizia, ascoltare quello che lui ci vuol dire.
Perché allora un libro di preghiere?
Per due motivi: primo perché tante volte, specialmente all’inizio del nostro cammino di preghiera, esso ci può suggerire pensieri e sentimenti con cui possiamo più
facilmente comunicare con Dio: per questo a un certo punto non dovrebbe servire
più; secondo perché oltre la preghiera personale c’è anche la preghiera comunitaria
che non può essere lasciata alla libera inventiva del momento ma necessita di formule comuni e di un certo ordine: nella nostra parrocchia abbiamo spesso utilizzato
foglietti o libretti occasionali, fotocopie e sussidi vari, ora ho raccolto tutto il materiale formando questo libretto per favorire la preghiera comunitaria liberandola dalla precarietà e provvisorietà.
Invito pertanto coloro che prendono in mano questo libretto a leggere e meditare
l’omelia di S. Giovanni Crisostomo sulla preghiera che ho qui riportato
3
Dalle «Omelie» di san Giovanni Crisostomo, vescovo
(Om. 6 sulla preghiera; PG 64, 462-466)
La preghiera è luce per l'anima
La preghiera, o dialogo con Dio, è un bene sommo. E', infatti, una comunione intima con Dio. Come gli occhi del
corpo vedendo la luce ne sono rischiarati, così anche l'anima che è tesa verso Dio viene illuminata dalla luce ineffabile della preghiera. Deve essere, però, una preghiera non
fatta per abitudine, ma che proceda dal cuore. Non deve
essere circoscritta a determinati tempi od ore, ma fiorire
continuamente, notte e giorno.
Non bisogna infatti innalzare il nostro animo a Dio solamente quando attendiamo con tutto lo spirito alla preghiera.
Occorre che, anche quando siamo occupati in altre faccende, sia nella cura verso i poveri, sia nelle altre attività,
impreziosite magari dalla generosità verso il prossimo, abbiamo il desiderio e il ricordo di Dio, perché, insaporito
dall'amore divino, come da sale, tutto diventi cibo gustosissimo al Signore dell'universo. Possiamo godere continuamente di questo vantaggio, anzi per tutta la vita, se a questo
tipo di preghiera dedichiamo il più possibile del nostro
tempo.
La preghiera è luce dell'anima, vera conoscenza di Dio,
mediatrice tra Dio e l'uomo. L'anima, elevata per mezzo
suo in alto fino al cielo, abbraccia il Signore con amplessi
ineffabili. Come il bambino, che piangendo grida alla madre, l'anima cerca ardentemente il latte divino, brama che i
propri desideri vengano esauditi e riceve doni superiori ad
ogni essere visibile.
4
La preghiera funge da augusta messaggera dinanzi a Dio,
e nel medesimo tempo rende felice l'anima perché appaga
le sue aspirazioni. Parlo, però, della preghiera autentica e
non delle sole parole.
Essa è un desiderare Dio, un amore ineffabile che non
proviene dagli uomini, ma è prodotto dalla grazia divina.
Di essa l'Apostolo dice: Non sappiamo pregare come si
conviene, ma lo Spirito stesso intercede per noi con gemiti
inesprimibili (cfr. Rm 8, 26b). Se il Signore dà a qualcuno
tale modo di pregare, è una ricchezza da valorizzare, è un
cibo celeste che sazia l'anima; chi l'ha gustato si accende di
desiderio celeste per il Signore, come di un fuoco ardentissimo che infiamma la sua anima.
Abbellisci la tua casa di modestia e umiltà mediante la pratica della preghiera. Rendi splendida la tua abitazione con
la luce della giustizia; orna le sue pareti con le opere buone
come di una patina di oro puro e al posto dei muri e delle
pietre preziose colloca la fede e la soprannaturale magnanimità, ponendo sopra ogni cosa, in alto sul fastigio, la
preghiera a decoro di tutto il complesso. Così prepari per il
Signore una degna dimora, così lo accogli in splendida reggia. Egli ti concederà di trasformare la tua anima in tempio
della sua presenza.
5
PREGHIERE COMUNI
Segno della croce
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen
Credo
Il Simbolo detto “degli Apostoli”:
Io credo in Dio, Padre onnipotente,
creatore del cielo e della terra;
e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore,
il quale fu concepito di Spirito Santo,
nacque da Maria Vergine,
patì sotto Ponzio Pilato,
fu crocifisso, morì e fu sepolto;
discese agli inferi;
il terzo giorno risuscitò da morte;
salì al cielo,
siede alla destra di Dio Padre onnipotente;
di là verrà a giudicare i vivi e i morti.
Credo nello Spirito Santo,
la santa Chiesa cattolica,
la comunione dei santi,
la remissione dei peccati,
la risurrezione della carne,
la vita eterna.
Amen.
Preghiera del Signore
Padre nostro che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà,
come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male. Amen.
Signore Gesù Cristo
Signore Gesù Cristo, figlio di Dio vivo,
6
che per volontà del Padre e con l’opera dello Spirito Santo
morendo hai dato la vita al mondo,
liberami da ogni colpa e da ogni male,
fa che sia sempre fedele alla tua legge
e non sia mai separato da Te.
Invocazioni allo Spirito Santo

VIENI SPIRITO SANTO,
riempi il cuore dei fedeli
e accendi il fuoco del tuo amore.
 VIENI, SANTO SPIRITO,
manda a noi dal cielo
un raggio della tua luce.
Vieni, padre dei poveri,
vieni, datore dei doni,
vieni, luce dei cuori.
Consolatore perfetto,
ospite dolce dell'anima,
dolcissimo sollievo.
Nella fatica, riposo,
nella calura riparo,
nel pianto conforto.
O luce beatissima,
invadi nell'intimo
il cuore dei tuoi fedeli.
Senza la tua forza,
nulla è nell'uomo,
nulla senza colpa.
Lava ciò che è sòrdido,
bagna ciò che è arido,
sana ciò che sanguina.
Piega ciò che è rigido,
scalda ciò che è gelido,
drizza ciò che è sviato.
Dona ai tuoi fedeli
che solo in te confidano
i tuoi santi doni.
Dona virtù e premio,
dona morte santa,
dona gioia eterna.
 VIENI, O SPIRITO CREATORE,
visita le nostre menti,
7
riempi della tua grazia
i cuori che hai creato.
O dolce consolatore,
dono del Padre altissimo,
acqua viva, fuoco, amore,
santo crisma dell’anima.
Dito della mano di Dio,
promesso dal Salvatore,
irradia i tuoi sette doni,
suscita in noi la parola.
Sii luce all’intelletto,
fiamma ardente nel cuore;
sana le nostre ferite
col balsamo del tuo amore.
Difendici dal nemico,
reca in dono la pace,
la tua guida invincibile
ci preservi dal male.
Luce d’eterna sapienza,
svelaci il grande mistero
di Dio Padre e del Figlio
uniti in un solo Amore. Amen.
Lode alla SS. Trinità

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
Nei secoli dei secoli. Amen.

Mio Dio! Io credo, adoro, spero e ti amo. Ti chiedo perdono per quelli che non
credono,non adorano, non sperano e non ti amano.
Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, ti adoro profondamente e ti
offro il preziosissimo Corpo, Sangue, Anima e Divinità di Gesù Cristo presente in tutti i tabernacoli della terra, in riparazione degli oltraggi, sacrilegi e indifferenze da cui Egli stesso è offeso. E per i meriti infiniti del Suo Santissimo
Cuore e del Cuore Immacolato di Maria, ti chiedo la conversione dei poveri
peccatori.
(L’angelo ai tre pastorelli di Fatima).
Preghiere alla Vergine Maria

8
AVE, O MARIA, piena di grazia,
il Signore è con te.
Tu sei benedetta fra le donne
E benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù.
Santa Maria, Madre di Dio,
prega per noi peccatori,
adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

SALVE, REGINA, madre di misericordia,
vita, dolcezza e speranza nostra, salve.
A te ricorriamo, esuli figli di Eva;
a te sospiriamo, gementi e piangenti
in questa valle di lacrime.
Orsù dunque, avvocata nostra,
rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi.
E mostraci, dopo questo esilio, Gesù,
il frutto benedetto del tuo seno.
O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

SANTA MADRE DEL REDENTORE,
porta dei cieli, stella del mare,
soccorri il tuo popolo
che anela a risorgere.
Tu che accogliendo il saluto dell'angelo,
nello stupore di tutto il creato,
hai generato il tuo Creatore,
madre sempre vergine,
pietà di noi peccatori.

AVE, REGINA DEI CIELI,
ave, signora degli angeli;
porta e radice di salvezza,
rechi nel mondo la luce.
Godi, vergine gloriosa,
bella fra tutte le donne;
salve, o tutta santa,
prega per noi Cristo Signore.

MARIA, MADRE DI GRAZIA,
Madre di misericordia,
proteggimi dal nemico
e accoglimi nell'ora della morte.

RICORDATI,
o piissima Vergine Maria,
non essersi mai udito al mondo
che alcuno abbia ricorso al tuo patrocinio,
implorato il tuo aiuto,
chiesto la tua protezione
9
e sia stato abbandonato.
Animato da tale confidenza,
a te ricorro, o Madre Vergine delle Vergini,
a te vengo
e, peccatore contrito,
innanzi a te mi prostro.
Non volere, o Madre del Verbo,
disprezzare le mie preghiere,
ma ascoltami propizia ed esaudiscimi.
Amen.

SANTA MARIA, SOCCORRI I MISERI,
aiuta i deboli, conforta gli afflitti,
prega per il popolo,
intervieni per il clero,
intercedi per le pie donne:
sentano la tua protezione tutti quelli che ti onorano.

SOTTO LA TUA PROTEZIONE
cerchiamo rifugio,
santa Madre di Dio:
non disprezzare le suppliche
di noi che siamo nella prova
ma liberaci da ogni pericolo,
o Vergine gloriosa e benedetta.

TUTTA BELLA SEI, O MARIA !
E il peccato originale non è in te.
Tu sei la gloria di Gerusalemme,
tu sei la letizia di Israele,
tu sei l'onore del nostro popolo,
tu sei l'avvocata dei peccatori.
O Maria, o Maria !
Vergine prudentissima,
Madre clementissima,
prega per noi
e intercedi per noi
presso il Signore nostro Gesù Cristo !
Angelo di Dio

10
Angelo di Dio, che sei il mio custode,
illumina, custodisci, reggi e governa me
che ti fui affidato dalla pietà celeste. Amen.

Signore, Padre santo, Dio onnipotente ed eterno, ascolta la nostra preghiera;
manda dal cielo il tuo santo Angelo a custodire, confortare, proteggere, visitare
e difendere tutti gli abitanti di questa casa. Per Cristo nostro Signore. Amen.
Preghiera per i defunti

L’eterno riposo dona loro, o Signore,
e splenda ad essi la luce perpetua.
Riposino in pace.
Amen.
(Tradizione Bizantina)

Dio degli spiriti e di ogni carne, che calpestasti la morte e annientasti il diavolo
e la vita al tuo mondo donasti; tu stesso o Signore, dona all'anima del tuo servo
N. defunto il riposo in un luogo luminoso, in un luogo verdeggiante, in un luogo di freschezza, donde sono lontani sofferenza, dolore e gemito. Quale Dio
buono e benigno perdona ogni colpa da lui commessa con parola, con opera o
con la mente; poiché non v'è uomo che viva e non pecchi; giacché tu solo sei
senza peccato, e la tua giustizia è giustizia nei secoli e la tua parola è verità.
Poiché tu sei la risurrezione, la vita e il riposo del tuo servo N. defunto, o Cristo nostro Dio, noi ti rendiamo gloria, assieme al Padre tuo unigenito, con il
santissimo buono e vivificante tuo Spirito, ora e sempre e nei secoli dei secoli.
Riposino in pace. Amen.
Atto di fede
Mio Dio, perché sei verità infallibile,
credo tutto quello che tu hai rivelato
e la santa Chiesa ci propone a credere.
Credo in Te, unico vero Dio in tre Persone uguali e distinte,
Padre, Figlio e Spirito Santo.
Credo in Gesù Cristo, Figlio di Dio incarnato, morto e risorto per noi,
il quale darà a ciascuno, secondo i meriti, il premio o la pena eterna.
Conforme a questa fede voglio sempre vivere.
Signore, accresci la mia fede.
Atto di speranza
Mio Dio, spero dalla tua bontà,
per le tue promesse e per i meriti di Gesù Cristo, nostro Salvatore,
la vita eterna e le grazie necessarie
per meritarla con le buone opere, che io debbo e voglio fare.
Signore, che io possa goderti in eterno.
11
Atto di carità
Mio Dio, ti amo con tutto il cuore sopra ogni cosa,
perché sei bene infinito e nostra eterna felicità;
e per amor tuo amo il prossimo come me stesso,
e perdono le offese ricevute.
Signore, che io ti ami sempre più.
Atto di dolore

Mio Dio, mi pento e mi dolgo con tutto il cuore dei miei peccati,
perché peccando ho meritato i tuoi castighi
e molto più perché ho offeso te,
infinitamente buono e degno di essere amato sopra ogni cosa.
Propongo con il tuo santo aiuto di non offenderti mai più
e di fuggire le occasioni prossime di peccato.
Signore, misericordia, perdonami.

Ricordati, Signore, del tuo amore,
della tua fedeltà che è da sempre.
Non ricordare i miei peccati:
ricordati di me nella tua misericordia,
per la tua bontà, Signore. (Salmo 24, 6-7)

Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia;
nella tua grande bontà cancella il mio peccato (Salmo 50,3).

Signore Gesù, Figlio di Dio,
abbi pietà di me peccatore (peccatrice). (Luca 18,14).

Lavami, Signore, da tutte le mie colpe,
mondami dal mio peccato.
Riconosco la mia colpa,
il mio peccato mi sta sempre dinanzi. (Salmo 50, 4-5)

Padre, ho peccato contro di te,
non sono più degno di esser chiamato tuo figlio.
Abbi pietà di me peccatore. (Lc 15, 18; 18,13)

Padre santo, come il figliol prodigo
mi rivolgo alla tua misericordia:
«Ho peccato contro di te,
non son più degno d'esser chiamato tuo figlio ».
Cristo Gesù, Salvatore del mondo,
che hai aperto al buon ladrone
le porte del paradiso,
ricordati di me nel tuo regno.
12
Spirito Santo, sorgente di pace e d'amore,
fa' che purificato da ogni colpa
e riconciliato con il Padre
io cammini sempre come figlio della luce.

Signore Gesù, che sanavi gli infermi
e aprivi gli occhi ai ciechi,
tu che assolvesti la donna peccatrice
e confermasti Pietro nel tuo amore,
perdona tutti i miei peccati,
e crea in me un cuore nuovo,
perché io possa vivere
in perfetta unione con i fratelli
e annunziare a tutti la salvezza.

Signore Gesù,
che volesti esser chiamato
amico dei peccatori,
per il mistero della tua morte
e risurrezione
liberami dai miei peccati
e donami la tua pace,
perché io porti frutti di carità,
di giustizia e di verità.

Signore Gesù Cristo,
Agnello di Dio,
che togli i peccati del mondo,
riconciliami col Padre
nella grazia dello Spirito Santo;
lavami nel tuo sangue da ogni peccato
e fa' di me un uomo nuovo
per la lode della tua gloria.

Pietà di me, o Signore,
secondo la tua misericordia;
non guardare ai miei peccati
e cancella tutte le mie colpe;
crea in me un cuore puro
e rinnova in me
uno spirito di fortezza e di santità.
Preghiera del mattino

Ti adoro, mio Dio, e ti amo con tutto il cuore.
Ti ringrazio di avermi creato (creata),
fatto cristiano (fatta cristiana)
13
e conservato (conservata) in questa notte.
Ti offro le azioni della giornata:
fa’ che siano tutte secondo la tua santa volontà
per la maggior tua gloria.
Preservami dal peccato e da ogni male.
La tua grazia sia sempre con me e con tutti i miei cari.
Amen.

Signore, Dio onnipotente, che ci hai fatto la grazia di incominciare un nuovo
giorno, aiutaci oggi con la tua potenza, affinché in questo giorno non commettiamo nessun peccato, ma i pensieri, le parole e le opere nostre siano sempre
conformi alla tua santa legge. Per Cristo nostro Signore. Amen.
Offerta della giornata al S. Cuore
Cuore divino di Gesù, io ti offro,
per mezzo del cuore immacolato di Maria, Madre della Chiesa,
in unione al sacrificio eucaristico,
le preghiere e le azioni, le gioie e le sofferenze di questo giorno
in riparazione dei peccati e per la salvezza di tutti gli uomini,
nella grazia dello Spirito Santo, a gloria del divin Padre. Amen.
Cantico di Zaccaria (lc 1, 68-79)
Benedetto il Signore Dio d'Israele, *
perché ha visitato e redento il suo popolo,
e ha suscitato per noi una salvezza potente *
nella casa di Davide, suo servo,
come aveva promesso *
per bocca dei suoi santi profeti d'un tempo:
salvezza dai nostri nemici, *
e dalle mani di quanti ci odiano.
Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri *
e si è ricordato della sua santa alleanza,
del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre,
di concederci, liberati dalle mani dei nemici,
di servirlo senza timore, in santità e giustizia *
al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.
E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell'Altissimo *
perché andrai innanzi al Signore
a preparargli le strade,
14
per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza *
nella remissione dei suoi peccati,
grazie alla bontà misericordiosa del nostro Dio, *
per cui verrà a visitarci dall'alto un sole che sorge
per rischiarare quelli che stanno nelle tenebre *
e nell'ombra della morte
e dirigere i nostri passi *
sulla via della pace.
Preghiera prima di iniziare il proprio lavoro
Signore, previeni le nostre azioni con la tua grazia, sostienile con il tuo aiuto,
affinché ogni nostra preghiera come ogni nostro lavoro trovi in te il suo principio ed il suo compimento. Amen.
Preghiera alla fine del lavoro
Ti rendiamo grazie per tutti i tuoi benefici, Dio onnipotente, che vivi e regni
nei secoli dei secoli. Amen.
Preghiera prima dei pasti


Benedici, Padre, noi e questi tuoi doni, che stiamo per ricevere come segno
della tua bontà. Per Cristo nostro Signore. Amen.
Benedici, Signore, questa mensa e tutti coloro che l’hanno preparata e aiutaci a
condividere il nostro pane con coloro che on ne hanno
Preghiera dopo i pasti


Signore, grazie per i tuoi doni, grazie per questo cibo che ci permette di meglio
servirti in ognuno dei nostri fratelli
Signore, ti ringraziamo per la gioia di essere riuniti attorno a questa tavola; fa
che in nessuna famiglia manchi il tuo amore
Preghiera della sera
Ti adoro, mio Dio, e ti amo con tutto il cuore.
Ti ringrazio di avermi creato (creata),
fatto cristiano (fatta cristiana)
e conservato (conservata) in questo giorno.
Perdonami il male oggi commesso,
e se qualche bene ho compiuto, accettalo.
Custodiscimi nel riposo e liberami dai pericoli.
La tua grazia sia sempre con me
e con tutti i miei cari. Amen.
15
Cantico della Beata Vergine
Lc 1,46-55
L'anima mia magnifica il Signore *
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l'umiltà della sua serva.*
D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente *
e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia *
si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio,*
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni, *
ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati, *
ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo, *
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri,*
ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.
Cantico di Simeone Lc 2,29-32
Ora lascia, o Signore, che il tuo servo *
vada in pace secondo la tua parola;
perché i miei occhi han visto la tua salvezza *
preparata da te davanti a tutti i popoli,
luce per illuminare le genti *
e gloria del tuo popolo Israele.
Nella veglia salvaci, Signore.
Nella veglia salvaci, Signore,
nel sonno non ci abbandonare:
il cuore vegli con Cristo
e il corpo riposi nella pace.
16
Visita, Signore, questa casa
Visita, o Padre, la nostra casa e tieni lontano le insidie del nemico; vengano i
santi angeli a custodirci nella pace, e la tua benedizione rimanga sempre con
noi. Per Cristo nostro Signore.
Gesù, Giuseppe e Maria
Gesù, Giuseppe e Maria, vi dono il cuore e l’anima mia.
Gesù, Giuseppe e Maria, assistetemi nell’ultima agonia.
Gesù, Giuseppe e Maria, spiri in pace con voi l’anima mia.
Angelus
Si recita tre volte al giorno: mattina, mezzogiorno e sera al suono dell’Ave Maria
L’Angelo del Signore portò l’annunzio a Maria.
— Ed ella concepì per opera dello Spirito Santo.
Ave Maria.
Eccomi, sono la serva del Signore.
— Si compia in me la tua parola.
Ave Maria.
E il Verbo si fece carne.
— E venne ad abitare in mezzo a noi.
Ave Maria.
v) Prega per noi, santa Madre di Dio.
r) Perché siamo resi degni delle promesse di Cristo.
Preghiamo.
Infondi nel nostro spirito la tua grazia, o Padre;
tu, che nell’annunzio dell’angelo
ci hai rivelato l’incarnazione del tuo Figlio,
per la sua passione e la sua croce
guidaci alla gloria della risurrezione.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.
Gloria al Padre.
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male
e ci conduca alla vita eterna.
Amen.
Regina Cæli
NEL TEMPO DI PASQUA Invece dell’Angelus
Regina dei cieli, rallegrati, alleluia:
17
Cristo, che hai portato nel grembo, alleluia,
è risorto, come aveva promesso, alleluia.
Prega il Signore per noi, alleluia.
v) Rallegrati, Vergine Maria, alleluia.
r) Il Signore è veramente risorto, alleluia.
Preghiamo.
O Dio, che nella gloriosa risurrezione del tuo Figlio
hai ridato la gioia al mondo intero,
per intercessione di Maria Vergine
concedi a noi di godere la gioia della vita senza fine.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.
Gloria al Padre.
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male
e ci conduca alla vita eterna. Amen.
La preghiera della famiglia
(Il papà o la mamma)
Signore, Padre Santo, Dio onnipotente ed eterno,
noi ti benediciamo e ti ringraziamo
per questa nostra famiglia
che vuole vivere unita nell’amore.
Ti offriamo le gioie e i dolori della nostra vita
e ti presentiamo le nostre speranze per l’avvenire.
O Dio, fonte di ogni bene,
dona alla nostra mensa il cibo quotidiano,
conservaci nella salute e nella pace,
guida i nostri passi sulla via del bene.
Fa’ che dopo aver vissuto felici in questa casa,
ci ritroviamo ancora tutti uniti
nella felicità del Paradiso. Amen.
(Genitori e figli insieme)
Accogli, Signore, la nostra preghiera, unisci i nostri cuori nella fede e rendili
operosi nella carità, così che la gioia di avere una casa non ci faccia dimenticare i fratelli che ne sono senza.
La benedizione che ora invochiamo, sia pegno dei tuoi doni, per l’intercessione
di Maria SS. aiuto dei cristiani.
Nel nome del Padre, del Figlio, e dello Spirito Santo. Amen.
Preghiera a S. Giuseppe
A te, o beato Giuseppe, stretti dalla tribolazione ricorriamo, e fiduciosi invochiamo il tuo patrocinio, insieme con quello della tua santissima Sposa. Deh!
18
Per quel sacro vincolo di carità che ti strinse all’Immacolata Vergine Madre di
Dio, e per l’amore paterno che portasti al fanciullo Gesù, riguarda, te ne preghiamo, con occhio benigno la cara eredità che Gesù Cristo acquistò col suo
sangue, e col tuo potere ed aiuto soccorri ai nostri bisogni. Proteggi, o provvido Custode della divina Famiglia, l’eletta prole di Gesù Cristo; allontana da
noi, o Padre amatissimo, la peste di errori e di vizi che ammorba il mondo; assistici propizio dal cielo in questa lotta col potere delle tenebre, o nostro fortissimo protettore; e come un tempo salvasti dalla morte la minacciata vita del
bambino Gesù, così ora difendi la santa Chiesa di Dio dalle ostili insidie e da
ogni avversità, e copri ciascuno di noi con il tuo continuo patrocinio, affinché
con il tuo esempio e con il tuo soccorso possiamo virtuosamente vivere, piamente morire e conseguire l’eterna beatitudine. Amen.
Preghiera ai Santi Apostoli Pietro e Paolo
Santi Apostoli Pietro e Paolo, intercedete per noi. Proteggi, o Signore, il tuo
popolo, e difendi sempre coloro che confidano nel patrocinio dei santi Apostoli
Pietro e Paolo. Per Cristo nostro Signore. Amen.
Preghiera per il Papa
Preghiamo per il nostro Santo Padre, il Papa ………………..
Il Signore lo conservi, gli dia vita e lo renda felice in terra. E non lo lasci cadere nelle mani dei suoi nemici.
Amen.
Per la santificazione dei sacerdoti
Dio, nostro Padre, ricco di misericordia.
che nel sangue e nell’acqua sgorgati dal cuore di Cristo, tuo Figlio,
hai effuso su tutta l’umanità il tuo infinito amore,
dona, ti preghiamo, a tutti i sacerdoti di rispondere fedelmente alla tua bontà,
che li ha resi per sempre ministri di riconciliazione tra i fratelli.
Effondi la tua misericordia, o Signore!

Per tutti i sacerdoti sparsi nel mondo, affinché riscoprano la loro vocazione sacerdotale come ministero di misericordia, e, attingendo a piene mani alla sorgente sacramentale dell’Eucaristia e della riconciliazione diventino essi stessi
canali di misericordia per il mondo,
Effondi la tua misericordia, o Signore!

Per la nuova evangelizzazione, all’inizio di questo millennio, affinché il Signore susciti in ogni sacerdote profondi desideri di santità nel proprio specifico
stato per poter vivere il primato della santità e agire nel mondo come contemplativi del suo amore misericordioso,
Effondi la tua misericordia, o Signore!
19

Per i sacerdoti infermi o in qualsiasi difficoltà, affinché la nostra preghiera
possa raggiungerli tutti e trasmetta loro l’autentica consolazione dello spirito
che rafforzi la convinzione della predilezione del Signore per loro, che si manifesta anche nel segno della sua Croce,
Effondi la tua misericordia, o Signore!

Per i chiamati al sacerdozio,affinché la loro scelta sia unicamente motivata dal
desiderio di glorificare Dio e di servirlo nei fratelli, comunicando loro i doni
della sua divina misericordia, che è venuta a ritrovare ciò che era perduto e a
far tornare in vita ciò che non era più,
Effondi la tua misericordia, o Signore!

Per l’unità dei sacerdoti tra loro e con i propri vescovi, affinché l’autentica carità di Cristo possa regnare in mezzo ad essi, per formare, uniti al papa in effettiva comunione, un solo corpo e un solo spirito, dando così al mondo
l’esempio che può conquistarlo alla missione salvifica di Cristo,
Effondi la tua misericordia, o Signore!

Perché tutti i sacerdoti passati all’eternità possano vivere gioiosamente lo
splendore della liturgia celeste, nella beata visione di pace,
Effondi la tua misericordia, o Signore!
Preghiera per le vocazioni
O GESÙ BUON PASTORE
donaci sacerdoti santi
(si ripete ad ogni invocazione)
per annunciare il disegno di salvezza del Padre e predicare il tuo Vangelo
per celebrare i tuoi Sacramenti e rendere presente il tuo sacrificio d’amore
per costruire il tuo Regno
per edificare la tua Chiesa
per guidare la tua comunità
per disporre i cuori all’azione del tuo Spirito
per far sentire la tua tenerezza paterna
per infondere in tutti la speranza e il desiderio di santità
per innamorare i cuori della Madre tua
per santificare le famiglie cristiane
per spronare i giovani a grandi ideali
per accendere in essi il desiderio della vocazione religiosa
per promuovere un laicato maturo
per salvare ogni vita
per custodire l’innocenza dei bimbi
per difendere i diritti degli ultimi
per aiutare ogni uomo nella piena realizzazione di sé
per consolare i malati e i tribolati
per accompagnare i morenti all’incontro con Te.
20
O Gesù, Sacerdote Eterno, che non cessi mai di pascere il tuo gregge, nutrendolo della tua Parola e del tuo Corpo, guidandolo nel cammino, sostenendolo
nella prova, spronandolo alla perfezione, donaci pastori che siano la tua presenza viva in mezzo al tuo popolo.
Riempili del tuo Spirito, dona loro un cuore ricco di sapienza e di umanità,
rendili perseveranti e generosi.
Fa’ che somiglino in tutto a te, buon Pastore, figlio di Dio e fratello dell’uomo,
che vivi e regni con Dio Padre nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli
dei secoli.
+ GIUSEPPE COSTANZO
Arcivescovo
Pie invocazioni
Da recitare durante il giorno secondo le varie circostanze
Dio mio.
Sia lodato Gesù Cristo.
Dio sia benedetto.
Sia fatta la tua volontà.
Perdonami, o Signore.
Cuore di Gesù, confido in te.
Dolce Cuore di Gesù, fa’ ch’io t’ami sempre più.
Dolce cuore di Maria, sii la salvezza dell’anima mia.
Gesù, mite e umile di cuore, rendi il nostro cuore simile al tuo.
Madre mia, fiducia mia.
Mio Dio, mio tutto.
Mio Signore e mio Dio.
O Dio, abbi pietà di me peccatore.
Figlio di Davide, abbi pietà di me.
Signore, aumenta la mia fede.
Gesù, ti amo; venga il tuo regno.
21
SALMI PER VARIE CIRCOSTANZE
Salmo 7 (Preghiera del giusto perseguitato)
Chi di noi non ha fatto la triste esperienza di essere calunniato, offeso, ingiuriato, in una parola: perseguitato? E forse
anche ingiustamente? In quei momenti in cui ti senti come “sbranato” da ogni parte, additato e deriso, non ti resta altro
che affidarti al Signore che, solo, conosce l’intimo della coscienza. Il salmo 7 è la preghiera di chi vive questa situazione.
Recitiamo il salmo coi sentimenti di Cristo, l’unico giusto perseguitato e ancora oggi sofferente in tanti innocenti perseguitati ed esprimiamo la nostra fiducia nel fatto che colui che ha esaudito il Figlio, fattosi obbediente mediante la
sofferenza, salva ancora chi gli è fedele e questi potrà lodarlo e cantare in eterno il nome di Dio l’Altissimo (G. GIUDICE, Seduti all’ombra del Cipresso, Ed. Istina, Siracusa 2005, pp.16;22).
2
Signore, mio Dio, in te mi rifugio:
salvami e liberami da chi mi perseguita,
3
perché non mi sbrani come un leone,
non mi sbrani senza che alcuno mi salvi.
4
Signore mio Dio, se così ho agito:
se c'è iniquità sulle mie mani,
5
se ho ripagato il mio amico con il male,
se a torto ho spogliato i miei avversari,
6
il nemico m'insegua e mi raggiunga,
calpesti a terra la mia vita
e trascini nella polvere il mio onore.
7
Sorgi, Signore, nel tuo sdegno,
levati contro il furore dei nemici,
alzati per il giudizio che hai stabilito.
8
L'assemblea dei popoli ti circondi:
dall'alto volgiti contro di essa.
9
Il Signore decide la causa dei popoli:
giudicami, Signore, secondo la mia giustizia,
secondo la mia innocenza, o Altissimo.
10
Poni fine al male degli empi;
rafforza l'uomo retto,
tu che provi mente e cuore, Dio giusto.
11
La mia difesa è nel Signore,
egli salva i retti di cuore.
12
Dio è giudice giusto,
ogni giorno si accende il suo sdegno.
13
Non torna forse ad affilare la spada,
a tendere e puntare il suo arco?
14
Si prepara strumenti di morte,
arroventa le sue frecce.
15
Ecco, l'empio produce ingiustizia,
concepisce malizia, partorisce menzogna.
16
Egli scava un pozzo profondo
e cade nella fossa che ha fatto;
22
17
la sua malizia ricade sul suo capo,
la sua violenza gli piomba sulla testa.
18
Loderò il Signore per la sua giustizia
e canterò il nome di Dio, l'Altissimo.
Salmo 12 (Invocazione fiduciosa)
Si dice che la pazienza ha un limite. La sofferenza stanca, ad un certo punto si crolla. Spesso si perde anche la fede. Ma
quando giunti all’estremo si ha ancora la forza di guardare in alto, possono sorgere preghiere accorate come quella del
salmo 12
Pregando questo salmo, da una parte diamo voce a tutta l’umanità ancora sofferente, facciamo scorrere davanti ai nostri
occhi immagini tante volte viste di uomini, donne e bambini che ancora gridano: “fino a quando?” e proviamo in noi la
stessa compassione che provava Gesù di fronte a tanto dolore; d’altra parte, per la piena fiducia nella misericordia del
Signore, guardiamo al giorno in cui ogni lacrima sarà asciugata e prepariamoci a partecipare al canto gioioso della
vittoria (G. GIUDICE, Seduti all’ombra del Cipresso, Ed. Istina, Siracusa 2005, pp.24;30).
2
Fino a quando, Signore, continuerai a dimenticarmi?
Fino a quando mi nasconderai il tuo volto?
3
Fino a quando nell'anima mia proverò affanni,
tristezza nel cuore ogni momento?
Fino a quando su di me trionferà il nemico?
4
Guarda, rispondimi, Signore mio Dio,
conserva la luce ai miei occhi,
perché non mi sorprenda il sonno della morte,
5
perché il mio nemico non dica: «L'ho vinto!»
e non esultino i miei avversari quando vacillo.
6
Nella tua misericordia ho confidato.
Gioisca il mio cuore nella tua salvezza
e canti al Signore, che mi ha beneficato.
Salmo 13 (L'uomo senza Dio)
Guardando ogni giorno il telegiornale ci mettiamo in contatto con tutto il male che c’è nel mondo: guerra, corruzione,
prepotenza, depravazioni, omicidi, droga, e così via; fino a qualche tempo fa c’erano le notizie sportive che uscivano da
questo schema, ma ora neanche quelle. L’autore del salmo 13, anche se allora non aveva a disposizione i mezzi di comunicazione di oggi, conosceva molto bene cosa accade quando l’uomo si allontana da Dio.
Quando penso agli stolti non credo di essere uno di loro, ma quando penso ai giusti mi sento in difficoltà a identificarmi con essi. In realtà in me c’è l’uno e l’altro: cerco il Signore, ma spesso faccio a meno di lui e lo metto da parte. Nel
pregare il salmo ripenso alle mie stoltezze, alla mia insensatezza, ma al tempo stesso penso a Cristo, l’unico “giusto”
che con la sua morte e risurrezione ha reso “giusto” anche me: mi ha salvato ed io posso esultare e gioire nel nuovo
Israele (G. GIUDICE, Seduti all’ombra del Cipresso, Ed. Istina, Siracusa 2005, pp.31,37).
1
Lo stolto pensa: «Non c'è Dio».
Sono corrotti, fanno cose abominevoli:
nessuno più agisce bene.
2
Il Signore dal cielo si china sugli uomini
per vedere se esista un saggio:
se c'è uno che cerchi Dio.
3
Tutti hanno traviato, sono tutti corrotti;
più nessuno fa il bene, neppure uno.
4
Non comprendono nulla tutti i malvagi,
che divorano il mio popolo come il pane?
23
5
Non invocano Dio: tremeranno di spavento,
perché Dio è con la stirpe del giusto.
6
Volete confondere le speranze del misero,
ma il Signore è il suo rifugio.
7
Venga da Sion la salvezza d'Israele!
Quando il Signore ricondurrà il suo popolo,
esulterà Giacobbe e gioirà Israele.
Salmo 16 (Invocazione dell'innocente)
Ci sono periodi nella nostra vita in cui ci sembra (e chissà se è vero) che tutti ce l’abbiano con noi, siamo fatti oggetto
di pettegolezzo e di insinuazioni, troviamo attorno a noi tanta indifferenza se non ostilità dichiarata. Ipocrisia, solitudine, delusioni ci tolgono la gioia di vivere. Non ci resta che gridare a Dio come l’orante del salmo 16.
Certo noi non possiamo in coscienza invocare Dio perché dia un verdetto sulla nostra giustizia o sottoporci alla sua
prova; la convinzione del salmista di essere esente dal male nei pensieri, nelle parole, nelle opere, per noi può essere
piuttosto un proposito. Cristo però ha combattuto il nostro nemico, l’ha affrontato, l’ha abbattuto. Con la sua vittoria
sulla morte ci ha resi giusti e ci ha dato la certezza che anche noi risorgeremo e potremo contemplare in eterno
l’immagine del Signore. Con questi sentimenti preghiamo questo salmo (G. GIUDICE, Seduti all’ombra del Cipresso,
Ed. Istina, Siracusa 2005, pp.39;47).
1
Accogli, Signore, la causa del giusto,
sii attento al mio grido.
Porgi l'orecchio alla mia preghiera:
sulle mie labbra non c'è inganno.
2
Venga da te la mia sentenza,
i tuoi occhi vedano la giustizia.
3
Saggia il mio cuore, scrutalo di notte,
provami al fuoco, non troverai malizia.
La mia bocca non si è resa colpevole,
4
secondo l'agire degli uomini;
seguendo la parola delle tue labbra,
ho evitato i sentieri del violento.
5
Sulle tue vie tieni saldi i miei passi
e i miei piedi non vacilleranno.
6
Io t'invoco, mio Dio: dammi risposta;
porgi l'orecchio, ascolta la mia voce,
7
mostrami i prodigi del tuo amore:
tu che salvi dai nemici
chi si affida alla tua destra.
8
Custodiscimi come pupilla degli occhi,
proteggimi all'ombra delle tue ali,
9
di fronte agli empi che mi opprimono,
ai nemici che mi accerchiano.
10
Essi hanno chiuso il loro cuore,
le loro bocche parlano con arroganza.
11
Eccoli, avanzano, mi circondano,
puntano gli occhi per abbattermi;
24
12
simili a un leone che brama la preda,
a un leoncello che si apposta in agguato.
13
Sorgi, Signore, affrontalo, abbattilo;
con la tua spada scampami dagli empi,
14
con la tua mano, Signore, dal regno dei morti
che non hanno più parte in questa vita.
Sazia pure dei tuoi beni il loro ventre
se ne sazino anche i figli
e ne avanzi per i loro bambini.
15
Ma io per la giustizia contemplerò il tuo volto,
al risveglio mi sazierò della tua presenza.
Salmo 18 B (Lode alla legge del Signore)
C’è legge e legge. C’è la legge dura oppressiva che coarta la libertà, che pone fardelli sulle spalle della gente, la legge
che affatica e opprime, la legge dalle cui opere non verrà mai giustificato nessuno e alla quale il cristiano è morto. E c’è
la legge che è vita, è luce, rende liberi ed è quella cantata nel salmo 18 B
Non si può pregare questo salmo se non in un atteggiamento di lode per la grandezza della Parola di Dio che tante volte
si è resa presente nella nostra vita come luce, orientamento, indicazione di scelte importanti e insieme in un atteggiamento di pentimento per la consapevolezza delle tante volte in cui ci siamo resi colpevoli nei confronti di essa. Pregando il salmo diciamo al Signore: “Sia fatta la tua volontà come in cielo così in terra” e intanto guardiamo a Cristo nella
cui morte la volontà di Dio si è rivelata come fonte di gioia e di vita (G. GIUDICE, Seduti all’ombra del Cipresso, Ed.
Istina, Siracusa 2005, pp.48;54).
8
La legge del Signore è perfetta,
rinfranca l'anima;
la testimonianza del Signore è verace,
rende saggio il semplice.
9
Gli ordini del Signore sono giusti,
fanno gioire il cuore;
i comandi del Signore sono limpidi,
danno luce agli occhi.
10
Il timore del Signore è puro, dura sempre;
i giudizi del Signore sono tutti fedeli e giusti,
11
più preziosi dell'oro, di molto oro fino,
più dolci del miele e di un favo stillante.
12
Anche il tuo servo in essi è istruito,
per chi li osserva è grande il profitto.
13
Le inavvertenze chi le discerne?
Assolvimi dalle colpe che non vedo.
14
Anche dall'orgoglio salva il tuo servo
perché su di me non abbia potere;
allora sarò irreprensibile,
sarò puro dal grande peccato.
15
Ti siano gradite le parole della mia bocca,
davanti a te i pensieri del mio cuore.
Signore, mia rupe e mio redentore.
25
Salmo 21 (Sofferenze e speranze del giusto)
Quando un uomo è stato fedele al Signore fin dalla nascita, è vissuto nella fede trasmessa dai padri, si è sempre affidato
a Dio e poi a un certo punto della sua vita si vede immerso in un mare di sofferenze fisiche e morali, che non lasciano
intravedere una salvezza ma piuttosto la tomba, non ha forse diritto a chiedere a Dio perché lo ha abbandonato, perché
non interviene? È il celebre salmo 21 in cui l’orante si rivolge a Dio con una “lamentazione”, che nello stile biblico è
preghiera, è grido a un Dio che per il momento è nascosto ma è sempre il “mio” Dio.
Prego il salmo guardando in due direzioni: da una parte contemplo il crocifisso, quelle piaghe da cui sono stato guarito
(cfr. Is 53,5); medito la passione di Cristo e insieme a Lui esulto per la sua risurrezione lodando il Signore
nell’assemblea dei fratelli e annunciando le opere del Signore; dall’altra parte sento la drammatica attualità del salmo
pensando a tanti uomini e donne che in questo momento in cui io prego stanno toccando il fondo della disperazione e
gridano la propria angoscia senza che alcuno li aiuti. Per loro non c’è ancora la possibilità di cantare la seconda parte
del salmo; ma mi sostiene la fiducia che il Signore è lo stesso in cui sperarono i nostri padri e furono salvati; se è lo
stesso che ha esaudito il grido del Figlio, egli non abbandona ma continua ad operare, a preparare quella gloria futura
alla quale non sono minimamente paragonabili le sofferenze del momento presente (cfr. Rm 8,18) (G. GIUDICE, Seduti
all’ombra del Cipresso, Ed. Istina, Siracusa 2005, pp.55;63).
2
«Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?
Tu sei lontano dalla mia salvezza»:
sono le parole del mio lamento.
3
Dio mio, invoco di giorno e non rispondi,
grido di notte e non trovo riposo.
4
Eppure tu abiti la santa dimora,
tu, lode di Israele.
5
In te hanno sperato i nostri padri,
hanno sperato e tu li hai liberati;
6
a te gridarono e furono salvati,
sperando in te non rimasero delusi.
7
Ma io sono verme, non uomo,
infamia degli uomini, rifiuto del mio popolo.
8
Mi scherniscono quelli che mi vedono,
storcono le labbra, scuotono il capo:
9
«Si è affidato al Signore, lui lo scampi;
lo liberi, se è suo amico».
10
Sei tu che mi hai tratto dal grembo,
mi hai fatto riposare sul petto di mia madre.
11
Al mio nascere tu mi hai raccolto,
dal grembo di mia madre sei tu il mio Dio.
12
Da me non stare lontano,
poiché l'angoscia è vicina
e nessuno mi aiuta.
13
Mi circondano tori numerosi,
mi assediano tori di Basan.
14
Spalancano contro di me la loro bocca
come leone che sbrana e ruggisce.
15
Come acqua sono versato,
sono slogate tutte le mie ossa.
Il mio cuore è come cera,
si fonde in mezzo alle mie viscere.
16
E' arido come un coccio il mio palato,
26
la mia lingua si è incollata alla gola,
su polvere di morte mi hai deposto.
17
Un branco di cani mi circonda,
mi assedia una banda di malvagi;
hanno forato le mie mani e i miei piedi,
18
posso contare tutte le mie ossa.
Essi mi guardano, mi osservano:
19
si dividono le mie vesti,
sul mio vestito gettano la sorte.
20
Ma tu, Signore, non stare lontano,
mia forza, accorri in mio aiuto.
21
Scampami dalla spada,
dalle unghie del cane la mia vita.
22
Salvami dalla bocca del leone
e dalle corna dei bufali.
23
Annunzierò il tuo nome ai miei fratelli,
ti loderò in mezzo all'assemblea.
24
Lodate il Signore, voi che lo temete,
gli dia gloria la stirpe di Giacobbe,
lo tema tutta la stirpe di Israele;
25
perché egli non ha disprezzato
né sdegnato l'afflizione del misero,
non gli ha nascosto il suo volto,
ma, al suo grido d'aiuto, lo ha esaudito.
26
Sei tu la mia lode nella grande assemblea,
scioglierò i miei voti davanti ai suoi fedeli.
27
I poveri mangeranno e saranno saziati,
loderanno il Signore quanti lo cercano:
«Viva il loro cuore per sempre».
28
Ricorderanno e torneranno al Signore
tutti i confini della terra,
si prostreranno davanti a lui
tutte le famiglie dei popoli.
29
Poiché il regno è del Signore,
egli domina su tutte le nazioni.
30
A lui solo si prostreranno
quanti dormono sotto terra,
davanti a lui si curveranno
quanti discendono nella polvere.
E io vivrò per lui,
31
lo servirà la mia discendenza.
Si parlerà del Signore alla generazione che viene;
32
annunzieranno la sua giustizia;
27
al popolo che nascerà diranno:
«Ecco l'opera del Signore!».
Salmo 22 (Il buon pastore)
I salmi riflettono la vita: in essa si alternano i giorni della serenità e i giorni della sofferenza, i giorni in cui attorno a
noi e dentro di noi tutto canta e il nostro cuore e il nostro cuore si effonde nella lode e i giorni in cui gli occhi sono
stanchi di versare lacrime e il grido sale accorato a Dio.
Ma nelle prove, nelle difficoltà della vita, c’è un pastore che guida con premura, come un gregge, il suo popolo e il suo
fedele, lo protegge e lo nutre. Il salmo 22 ce lo presenta.
Ringraziamento, fiducia, gioia, sicurezza, comunione, pace sono i sentimenti che suscita questo salmo in chi lo prega.
È la preghiera di tutti i giorni, che dà luce, conforto e speranza nei giorni di desolazione e sofferenza; dà forza nelle
tentazioni; esprime la gioia del ringraziamento al Signore quando si è stati ospiti nella sua casa e commensali al banchetto della sua parola e del suo corpo e si è fatta esperienza della sua salvezza; apre il cuore alla speranza e
all’abbandono in Dio in attesa della grande festa al banchetto del suo regno, quando abiteremo nella sua casa per lunghissimi anni.
Mentre preghiamo il salmo ci sentiamo realmente ristorati, nutriti, circondati dalla tenerezza dell’amore di Dio (G.
GIUDICE, Seduti all’ombra del Cipresso, Ed. Istina, Siracusa 2005, pp.64;71).
1
Il Signore è il mio pastore:
non manco di nulla;
2
su pascoli erbosi mi fa riposare
ad acque tranquille mi conduce.
3
Mi rinfranca, mi guida per il giusto cammino,
per amore del suo nome.
4
Se dovessi camminare in una valle oscura,
non temerei alcun male, perché tu sei con me.
Il tuo bastone e il tuo vincastro
mi danno sicurezza.
5
Davanti a me tu prepari una mensa
sotto gli occhi dei miei nemici;
cospargi di olio il mio capo.
Il mio calice trabocca.
6
Felicità e grazia mi saranno compagne
tutti i giorni della mia vita,
e abiterò nella casa del Signore
per lunghissimi anni.
Salmo 23 (Liturgia di ingresso al santuario)
Il tempio di Gerusalemme con i riti che in esso si svolgevano era immagine di Cristo, vero tempio di Dio, vero re della
gloria per la sua risurrezione. Nell’azione liturgica Dio continua a farsi presente in Cristo Gesù re della gloria. Beati
coloro che lo cercano e si presentano a lui con mani innocenti e cuore puro: potranno un giorno partecipare con gioia al
gran corteo che accompagnerà il re della gloria nella Gerusalemme celeste (Ascolta la mia voce. Lodi e vespri A CURA
DEL C.A.L., Marietti 1983, p. 79).
1
Del Signore è la terra e quanto contiene,
l'universo e i suoi abitanti.
2
E' lui che l'ha fondata sui mari,
e sui fiumi l'ha stabilita.
3
Chi salirà il monte del Signore,
chi starà nel suo luogo santo?
28
4
Chi ha mani innocenti e cuore puro,
chi non pronunzia menzogna,
chi non giura a danno del suo prossimo.
5
Otterrà benedizione dal Signore,
giustizia da Dio sua salvezza.
6
Ecco la generazione che lo cerca,
che cerca il tuo volto, Dio di Giacobbe.
7
Sollevate, porte, i vostri frontali,
alzatevi, porte antiche,
ed entri il re della gloria.
8
Chi è questo re della gloria?
Il Signore forte e potente,
il Signore potente in battaglia.
9
Sollevate, porte, i vostri frontali,
alzatevi, porte antiche,
ed entri il re della gloria.
10
Chi è questo re della gloria?
Il Signore degli eserciti è il re della gloria.
Salmo 24 (Preghiera nel pericolo)
L’acrostico è una composizione in versi le cui iniziali formano una parola o una frase o seguono un certo ordine, come
ad esempio quello alfabetico. La composizione ne risulta spesso artificiosa, di contenuto povero, con frasi slegate. Voler comporre una preghiera in forma di acrostico alfabetico oggi sarebbe solo un esercizio a carattere enigmistico, difficilmente sarebbe preso in considerazione per una celebrazione seria, ufficiale, liturgica. Non è così per il salmo 24 che
pur essendo un salmo alfabetico esprime in modo vivo, personale, intenso sentimenti, riflessioni, suppliche con espressioni altamente poetiche; un salmo che troviamo spesso nelle celebrazioni liturgiche.
Quando ci assale la paura per il numero o la gravità dei nostri peccati, quando i pericoli incalzano e i nemici sembrano
avventarsi su di noi, l’amore di Dio, la sua fedeltà che è da sempre, la sua misericordia, la sua bontà possono cancellare
ogni incubo. Bisogna allora pregare questo salmo con lo spirito dei poveri di Jahvè, la cui fiducia è posta solo in Dio, in
colui che è buono e retto, che addita ai peccatori la via giusta e insegna ai poveri le sue vie, che allevia le angosce e
libera dagli affanni (G. GIUDICE, Seduti all’ombra del Cipresso, Ed. Istina, Siracusa 2005, pp.72;79).
1
A te, Signore, elevo l'anima mia,
Dio mio, in te confido: non sia confuso!
Non trionfino su di me i miei nemici!
3
Chiunque spera in te non resti deluso,
sia confuso chi tradisce per un nulla.
4
Fammi conoscere, Signore, le tue vie,
insegnami i tuoi sentieri.
5
Guidami nella tua verità e istruiscimi,
perché sei tu il Dio della mia salvezza,
in te ho sempre sperato.
6
Ricordati, Signore, del tuo amore,
della tua fedeltà che è da sempre.
7
Non ricordare i peccati della mia giovinezza:
ricordati di me nella tua misericordia,
per la tua bontà, Signore.
2
29
8
Buono e retto è il Signore,
la via giusta addita ai peccatori;
9
guida gli umili secondo giustizia,
insegna ai poveri le sue vie.
10
Tutti i sentieri del Signore sono verità e grazia
per chi osserva il suo patto e i suoi precetti.
11
Per il tuo nome, Signore,
perdona il mio peccato anche se grande.
12
Chi è l'uomo che teme Dio?
Gli indica il cammino da seguire.
13
Egli vivrà nella ricchezza,
la sua discendenza possederà la terra.
14
Il Signore si rivela a chi lo teme,
gli fa conoscere la sua alleanza.
15
Tengo i miei occhi rivolti al Signore,
perché libera dal laccio il mio piede.
16
Volgiti a me e abbi misericordia,
perché sono solo ed infelice.
17
Allevia le angosce del mio cuore,
liberami dagli affanni.
18
Vedi la mia miseria e la mia pena
e perdona tutti i miei peccati.
19
Guarda i miei nemici: sono molti
e mi detestano con odio violento.
20
Proteggimi, dammi salvezza;
al tuo riparo io non sia deluso.
21
Mi proteggano integrità e rettitudine,
perché in te ho sperato.
22
O Dio, libera Israele
da tutte le sue angosce.
Salmo 25 (Preghiera dell'innocente)
Difficilmente qualcuno di noi ha la pretesa di sentirsi “giusto”; quando esaminiamo la nostra coscienza ci ritroviamo a
doverci riconoscere peccatori; specialmente se stiamo per “celebrare i santi misteri”, sentiamo il bisogno di chiedere al
Signore perdono per le nostre colpe ed essere così “meno indegni di accostarci all’altare del Signore”.
Non è così per il pio israelita del salmo 25; egli è probabilmente un levita che sale al tempio per il suo servizio liturgico
e, strada facendo, vi si prepara riconoscendo come nella sua vita sia stato sempre fedele al Signore, come abbia osservato tutte le prescrizioni della legge, come si sia tenuto lontano dal male. Egli è pronto per servire degnamente nella
casa del Signore.
Pregare questo salmo ci è possibile solo se lo facciamo in Cristo e con Cristo. Lui solo è il “sacerdote santo e innocente, senza macchia, separato dai peccatori” (Eb 10,22); lui con la sua morte ci ha fatti rivivere; infatti siamo stati sepolti con lui nel battesimo e in lui siamo stati anche risuscitati; con lui Dio ha dato vita anche a noi, che eravamo morti per
i nostri peccati, perdonandoci tutti i peccati (cfr. Col 2,12-13; Ef 2,4-6). Solo se rimaniamo nella sua grazia possiamo
anche noi camminare nell’integrità, confidare in lui sicuri di non vacillare e lavare nell’innocenza le nostre mani (G.
GIUDICE, Seduti all’ombra del Cipresso, Ed. Istina, Siracusa 2005, pp.80;86).
1
Signore, fammi giustizia:
nell'integrità ho camminato,
30
confido nel Signore, non potrò vacillare.
2
Scrutami, Signore, e mettimi alla prova,
raffinami al fuoco il cuore e la mente.
3
La tua bontà è davanti ai miei occhi
e nella tua verità dirigo i miei passi.
4
Non siedo con gli uomini mendaci
e non frequento i simulatori.
5
Odio l'alleanza dei malvagi,
non mi associo con gli empi.
6
Lavo nell'innocenza le mie mani
e giro attorno al tuo altare, Signore,
7
per far risuonare voci di lode
e per narrare tutte le tue meraviglie.
8
Signore, amo la casa dove dimori
e il luogo dove abita la tua gloria.
9
Non travolgermi insieme ai peccatori,
con gli uomini di sangue non perder la mia vita,
10
perché nelle loro mani è la perfidia,
la loro destra è piena di regali.
11
Integro è invece il mio cammino;
riscattami e abbi misericordia.
12
Il mio piede sta su terra piana;
nelle assemblee benedirò il Signore.
Salmo 27 (Supplica e ringraziamento)
«Prego, ma il Signore non mi ascolta»: è la triste esperienza che facciamo spesso anche noi: il Signore sembra sordo e
muto; nonostante le nostre accorate preghiere la malattia avanza inesorabile, il male nel mondo va crescendo, gli uomini falsi si moltiplicano attorno a noi. «Dove andremo a finire? Dov’è Dio? Perché non interviene?». Ma anche se noi ci
scoraggiamo facilmente, l’orante del salmo 27 tuttavia è certo che, nonostante le apparenze, Dio prima o poi interverrà,
tanto che egli trasforma il suo grido in un canto di ringraziamento al Signore, che è forza e scudo per tutti gli oppressi.
Questo salmo è la preghiera per tutte le situazioni della vita di ognuno di noi: c’è il grido per i momenti di estremo
pericolo e la supplica di chi nel tempio alza le mani a Dio, c’è il canto di ringraziamento e l’invocazione di salvezza per
la Chiesa.
E Cristo prega con noi: lui che nella passione ha sentito la drammaticità del silenzio di Dio, ma è stato esaudito per
aver posto in lui la sua fiducia e ora, risorto, continua a rendergli grazie in eterno con il canto di esultanza.
Egli ora continua a intercedere per noi, suo popolo e sua eredità, e ci mostra se stesso come unica via e rifugio di salvezza (G. GIUDICE, Seduti all’ombra del Cipresso, Ed. Istina, Siracusa 2005, pp.87;95).
1
A te grido, Signore;
non restare in silenzio, mio Dio,
perché, se tu non mi parli,
io sono come chi scende nella fossa.
2
Ascolta la voce della mia supplica,
quando ti grido aiuto,
quando alzo le mie mani
verso il tuo santo tempio.
3
Non travolgermi con gli empi,
con quelli che operano il male.
31
Parlano di pace al loro prossimo,
ma hanno la malizia nel cuore.
[4 Ripagali secondo la loro opera
e la malvagità delle loro azioni.
Secondo le opere delle loro mani,
rendi loro quanto meritano.
5
Poiché non hanno compreso l'agire del Signore
e le opere delle sue mani,
egli li abbatta e non li rialzi.]
6
Sia benedetto il Signore,
che ha dato ascolto alla voce della mia preghiera;
7
il Signore è la mia forza e il mio scudo,
ho posto in lui la mia fiducia;
mi ha dato aiuto ed esulta il mio cuore,
con il mio canto gli rendo grazie.
8
Il Signore è la forza del suo popolo,
rifugio di salvezza del suo consacrato.
9
Salva il tuo popolo e la tua eredità benedici,
guidali e sostienili per sempre.
Salmo 33 (Lode alla giustizia divina)
C’è nell’uomo il desiderio di vita, di una vita lunga, ma anche vissuta in pienezza. C’è il desiderio di felicità, di gioia.
Come raggiungerla? È uno dei reconditi enigmi che tormenta il cuore dell’uomo; un cuore dove spesso alberga la paura, l’angoscia, il timore per il domani. C’è nell’uomo il desiderio di giustizia, di pace: come appagarlo? Uomini saggi
hanno dato e continuamente danno indicazioni, consigli, regole di vita che sono frutto di esperienza, di meditazione, di
spiritualità. Il salmo 33 indica la vera strada perché l’uomo possa soddisfare pienamente ogni suo desiderio e vivere
lunghi giorni di pace e di gioia.
Preghiera di lode e di ringraziamento, questo salmo è da recitare con gioia e insieme con l’umiltà dei poveri di Jahvè,
facendo memoria di tutte le volte che abbiamo invocato il Signore ed egli ci ha risposto.
Lo recitiamo con Cristo, che ha gridato al Padre ed egli lo ha liberato dalle angosce della morte; lo recitiamo con tutta
la Chiesa, con i suoi martiri, con tutti coloro che ancora oggi subiscono persecuzioni per Cristo, per tutti coloro che
come noi, nelle circostanze liete e dolorose della vita nelle consolazioni dello spirito e nelle tentazioni esperimentano
quanto è buono il Signore.
Ma nel recitare il salmo facciamo tesoro degli insegnamenti che ci vengono da Cristo stesso: porre sempre la fiducia
nel Signore, cercarlo e abbandonarsi a lui, imparare il timore del Signore, cioè stare lontano dal male, fare il bene, frenare la lingua, evitare la doppiezza, cercare fattivamente la pace (G. GIUDICE, Seduti all’ombra del Cipresso, Ed. Istina,
Siracusa 2005, pp.96;105).
2
Benedirò il Signore in ogni tempo,
sulla mia bocca sempre la sua lode.
3
Io mi glorio nel Signore,
ascoltino gli umili e si rallegrino.
4
Celebrate con me il Signore,
esaltiamo insieme il suo nome.
5
Ho cercato il Signore e mi ha risposto
e da ogni timore mi ha liberato.
6
Guardate a lui e sarete raggianti,
non saranno confusi i vostri volti.
7
Questo povero grida e il Signore lo ascolta,
32
lo libera da tutte le sue angosce.
8
L'angelo del Signore si accampa
attorno a quelli che lo temono e li salva.
9
Gustate e vedete quanto è buono il Signore;
beato l'uomo che in lui si rifugia.
10
Temete il Signore, suoi santi,
nulla manca a coloro che lo temono.
11
I ricchi impoveriscono e hanno fame,
ma chi cerca il Signore non manca di nulla.
12
Venite, figli, ascoltatemi;
v'insegnerò il timore del Signore.
13
C'è qualcuno che desidera la vita
e brama lunghi giorni per gustare il bene?
14
Preserva la lingua dal male,
le labbra da parole bugiarde.
15
Stà lontano dal male e fà il bene,
cerca la pace e perseguila.
16
Gli occhi del Signore sui giusti,
i suoi orecchi al loro grido di aiuto.
17
Il volto del Signore contro i malfattori,
per cancellarne dalla terra il ricordo.
18
Gridano e il Signore li ascolta,
li salva da tutte le loro angosce.
19
Il Signore è vicino a chi ha il cuore ferito,
egli salva gli spiriti affranti.
20
Molte sono le sventure del giusto,
ma lo libera da tutte il Signore.
21
Preserva tutte le sue ossa,
neppure uno sarà spezzato.
22
La malizia uccide l'empio
e chi odia il giusto sarà punito.
23
Il Signore riscatta la vita dei suoi servi,
chi in lui si rifugia non sarà condannato
Salmo 50 (Pietà di me, o Signore)
L’uomo di fronte a Dio deve riconoscere la sua “ingiustizia”e invocare la misericordia; allora Dio gli da la sua giustizia
stessa, lo “giustifica”, cioè lo salva. Ma il giudizio di Dio comporta da parte dell’uomo un sacrificio, che raggiunge il
suo culmine in Cristo, solidale con l’uomo fino a subire per lui l’estrema conseguenza del peccato: la morte.
Il Padre stesso però salva suo Figlio, dimostrando la “giustizia” di Cristo, che diventa, per sua bontà, giustizia nostra.
Un giudizio, quindi di morte e risurrezione che si ripete nel segno sacramentale della Penitenza cristiana. (Ascolta la
mia voce. Lodi e vespri A CURA DEL C.A.L., Marietti 1983, p. 152).
3
Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia;
nella tua grande bontà cancella il mio peccato.
4
Lavami da tutte le mie colpe,
mondami dal mio peccato.
33
5
Riconosco la mia colpa,
il mio peccato mi sta sempre dinanzi.
6
Contro di te, contro te solo ho peccato,
quello che è male ai tuoi occhi, io l'ho fatto;
perciò sei giusto quando parli,
retto nel tuo giudizio.
7
Ecco, nella colpa sono stato generato,
nel peccato mi ha concepito mia madre.
8
Ma tu vuoi la sincerità del cuore
e nell'intimo m'insegni la sapienza.
9
Purificami con issopo e sarò mondo;
lavami e sarò più bianco della neve.
10
Fammi sentire gioia e letizia,
esulteranno le ossa che hai spezzato.
11
Distogli lo sguardo dai miei peccati,
cancella tutte le mie colpe.
12
Crea in me, o Dio, un cuore puro,
rinnova in me uno spirito saldo.
13
Non respingermi dalla tua presenza
e non privarmi del tuo santo spirito.
14
Rendimi la gioia di essere salvato,
sostieni in me un animo generoso.
15
Insegnerò agli erranti le tue vie
e i peccatori a te ritorneranno.
16
Liberami dal sangue, Dio, Dio mia salvezza,
la mia lingua esalterà la tua giustizia.
17
Signore, apri le mie labbra
e la mia bocca proclami la tua lode;
18
poiché non gradisci il sacrificio
e, se offro olocausti, non li accetti.
19
Uno spirito contrito è sacrificio a Dio,
un cuore affranto e umiliato, Dio, tu non disprezzi.
20
Nel tuo amore fa grazia a Sion,
rialza le mura di Gerusalemme.
21
Allora gradirai i sacrifici prescritti,
l'olocausto e l'intera oblazione,
allora immoleranno vittime sopra il tuo altare.
Salmo 116 Invito a lodare Dio per il suo amore
Questo minuscolo salmo, il più corto di tutto il salterio, è a struttura innica e ne ha tutti gli elementi tipici: nel primo
versetto l’introduzione con invito alla lode di carattere universale; nel secondo versetto sono esposti i motivi della lode
(Ascolta la mia voce. Lodi e vespri A CURA DEL C.A.L., Marietti 1983, p. 180).
1
Lodate il Signore, popoli tutti,
voi tutte, nazioni, dategli gloria;
34
2
perché forte è il suo amore per noi
e la fedeltà del Signore dura in eterno.
Salmo 117 (Liturgia per la festa delle capanne)
Malattie, insuccessi, sconfitte sono esperienze negative che scandiscono la nostra esistenza. Non sempre Dio viene
subito a liberarcene; la prova si prolunga e allora ci chiediamo se veramente Dio ci ama, se egli, come diciamo spesso
nei salmi, accorre presto in nostro aiuto, se davvero quando gridiamo a lui egli ci guarisce.
Ma quando, nel momento ormai inatteso, il Signore risponde alle preghiere, allora la fede si rafforza, la speranza si
riaccende, la lode fiorisce, si sente il bisogno di raccontare ad altri per renderli partecipi della propria preghiera di ringraziamento. Nasce così il salmo 117.
È il canto della gioia pasquale, dopo il pianto del venerdì santo;
il canto del sollievo per la salvezza ottenuta, dopo il tormento dell’angoscia;
il canto della serenità per la vicinanza del Signore, dopo l’esperienza dell’abbandono;
il canto di fiducia di chi si rifugia nel Signore, dopo essere stato esposto all’accerchiamento dei popoli nemici;
il canto di giubilo e di vittoria di chi ha rischiato la morte;
il canto di ringraziamento per la salvezza ottenuta;
il canto dell’esultanza, dopo l’afflizione;
il canto dell’osanna, dopo il crucifige;
il canto di colui che, come Cristo, passando per la via dolorosa del calvario arriva alla gioia e alla gloria della risurrezione (G. GIUDICE, Seduti all’ombra del Cipresso, Ed. Istina, Siracusa 2005, pp.106;115).
1
Celebrate il Signore, perché è buono;
perché eterna è la sua misericordia.
2
Dica Israele che egli è buono:
eterna è la sua misericordia.
3
Lo dica la casa di Aronne:
eterna è la sua misericordia.
4
Lo dica chi teme Dio:
eterna è la sua misericordia.
5
Nell'angoscia ho gridato al Signore,
mi ha risposto, il Signore, e mi ha tratto in salvo.
6
Il Signore è con me, non ho timore;
che cosa può farmi l'uomo?
7
Il Signore è con me, è mio aiuto,
sfiderò i miei nemici.
8
E' meglio rifugiarsi nel Signore
che confidare nell'uomo.
9
E' meglio rifugiarsi nel Signore
che confidare nei potenti.
10
Tutti i popoli mi hanno circondato,
ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
11
Mi hanno circondato, mi hanno accerchiato,
ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
12
Mi hanno circondato come api,
come fuoco che divampa tra le spine,
ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
13
Mi avevano spinto con forza per farmi cadere,
ma il Signore è stato mio aiuto.
35
14
Mia forza e mio canto è il Signore,
egli è stato la mia salvezza.
15
Grida di giubilo e di vittoria,
nelle tende dei giusti:
la destra del Signore ha fatto meraviglie,
16
la destra del Signore si è innalzata,
la destra del Signore ha fatto meraviglie.
17
Non morirò, resterò in vita
e annunzierò le opere del Signore.
18
Il Signore mi ha provato duramente,
ma non mi ha consegnato alla morte.
19
Apritemi le porte della giustizia:
voglio entrarvi e rendere grazie al Signore.
20
E' questa la porta del Signore,
per essa entrano i giusti.
21
Ti rendo grazie, perché mi hai esaudito,
perché sei stato la mia salvezza.
22
La pietra scartata dai costruttori
è divenuta testata d'angolo;
23
ecco l'opera del Signore:
una meraviglia ai nostri occhi.
24
Questo è il giorno fatto dal Signore:
rallegriamoci ed esultiamo in esso.
25
Dona, Signore, la tua salvezza,
dona, Signore, la vittoria!
26
Benedetto colui che viene nel nome del Signore.
Vi benediciamo dalla casa del Signore;
27
Dio, il Signore è nostra luce.
Ordinate il corteo con rami frondosi
fino ai lati dell'altare.
28
Sei tu il mio Dio e ti rendo grazie,
sei il mio Dio e ti esalto.
29
Celebrate il Signore, perché è buono:
perché eterna è la sua misericordia.
Salmo 118 XIV (preghiera della sera)
Come lampada che splende nelle tenebre, la parola di Dio ha illuminato il cammino dell’orante nei momenti difficili;
questi sono stati frequenti, se ora rivolgendosi al Signore esclama: “Sono stanco di soffrire, Signore, dammi vita…”;
tuttora egli corre gravi pericoli; è come se la sua vita fosse un oggetto prezioso ma portato su palme aperte e che quindi
può cadere da un momento all’altro. Nonostante ciò però il salmista è restato sempre fedele alla legge, sua eredità per
sempre, sua ricompensa eterna (G. GIUDICE, Seduti all’ombra del Cipresso, Ed. Istina, Siracusa 2005, p.133).
105
Lampada per i miei passi è la tua parola,
luce sul mio cammino.
106
Ho giurato, e lo confermo,
di custodire i tuoi precetti di giustizia.
36
107
Sono stanco di soffrire, Signore,
dammi vita secondo la tua parola.
108
Signore, gradisci le offerte delle mie labbra,
insegnami i tuoi giudizi.
109
La mia vita è sempre in pericolo,
ma non dimentico la tua legge.
110
Gli empi mi hanno teso i loro lacci,
ma non ho deviato dai tuoi precetti.
111
Mia eredità per sempre sono i tuoi insegnamenti,
sono essi la gioia del mio cuore.
112
Ho piegato il mio cuore ai tuoi comandamenti,
in essi è la mia ricompensa per sempre.
Salmo 118 XIX (preghiera del mattino)
“T’invoco con tutto il cuore, Signore, rispondimi”. È un grido, quello del salmista, che invoca salvezza, un grido che si
alza nella lunga notte di preghiera nel tempio cominciata prima che le sentinelle iniziano i turni di veglia e continua
meditando la parola di Dio fino all’alba quando alle prime luci del giorno si attendeva l’aiuto di Dio. Che avrà allora da
temere? Anche se i suoi avversari lo assediano a tradimento egli ha Dio vicino a sé mentre essi sono lontani da lui (G.
GIUDICE, Seduti all’ombra del Cipresso, Ed. Istina, Siracusa 2005, p.135).
145
T'invoco con tutto il cuore, Signore, rispondimi;
custodirò i tuoi precetti.
146
Io ti chiamo, salvami,
e seguirò i tuoi insegnamenti.
147
Precedo l'aurora e grido aiuto,
spero sulla tua parola.
148
I miei occhi prevengono le veglie
per meditare sulle tue promesse.
149
Ascolta la mia voce, secondo la tua grazia;
Signore, fammi vivere secondo il tuo giudizio.
150
A tradimento mi assediano i miei persecutori,
sono lontani dalla tua legge.
151
Ma tu, Signore, sei vicino,
tutti i tuoi precetti sono veri.
152
Da tempo conosco le tue testimonianze
che hai stabilite per sempre.
Salmo 129 Dal profondo a te grido
La liturgia cristiana ama questo salmo penitenziale. Benché la Chiesa e ciascun cristiano siano già toccati dalla luce di
Cristo, tuttavia essi ancora vivono in mezzo al mondo e peccano. La grande redenzione di Cristo si va realizzando continuamente, in una attesa costante della redenzione definitiva (Ascolta la mia voce. Lodi e vespri A CURA DEL C.A.L.,
Marietti 1983, p. 180).
1
Dal profondo a te grido, o Signore;
Signore, ascolta la mia voce.
Siano i tuoi orecchi attenti
alla voce della mia preghiera.
2
37
3
Se consideri le colpe, Signore,
Signore, chi potrà sussistere?
4
Ma presso di te è il perdono:
e avremo il tuo timore.
5
Io spero nel Signore,
l'anima mia spera nella sua parola.
6
L'anima mia attende il Signore
più che le sentinelle l'aurora.
7
Israele attenda il Signore,
perché presso il Signore è la misericordia
e grande presso di lui la redenzione.
8
Egli redimerà Israele
da tutte le sue colpe.
Salmo 147 Lode cosmica
Dio che creò il mondo per la parola, e inviò molteplici ordini all’universo e molteplici parole al suo popolo, infine, in
questa tappa definitiva, ci ha inviato la sua Parola, che è il Figlio. Per liberarci dall’esilio, per costruire la nuova città
santa, per donarci la pace, per stabilire il suo regno, per darci le sue parole di vita eterna. (Ascolta la mia voce. Lodi e
vespri A CURA DEL C.A.L., Marietti 1983, p.626)
1
Glorifica il Signore, Gerusalemme,
loda il tuo Dio, Sion.
2
Perché ha rinforzato le sbarre delle tue porte,
in mezzo a te ha benedetto i tuoi figli.
3
Egli ha messo pace nei tuoi confini
e ti sazia con fior di frumento.
4
Manda sulla terra la sua parola,
il suo messaggio corre veloce.
5
Fa scendere la neve come lana,
come polvere sparge la brina.
6
Getta come briciole la grandine,
di fronte al suo gelo chi resiste?
7
Manda una sua parola ed ecco si scioglie,
fa soffiare il vento e scorrono le acque.
8
Annunzia a Giacobbe la sua parola,
le sue leggi e i suoi decreti a Israele.
9
Così non ha fatto con nessun altro popolo,
non ha manifestato ad altri i suoi precetti.
38
RITO DELLA MESSA
Si riportano le parti comuni recitate dall’assemblea
Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo.
Amen.
La grazia del Signore nostro Gesù Cristo,
l'amore di Dio Padre
e la comunione dello Spirito Santo sia con tutti voi.
E con il tuo spirito.
Fratelli, per celebrare degnamente i santi misteri, riconosciamo i nostri peccati.
Confesso a Dio onnipotente e a voi, fratelli,
che ho molto peccato in pensieri, parole, opere e omissioni,
per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa.
E supplico la beata sempre vergine Maria,
gli angeli, i santi e voi, fratelli,
di pregare per me il Signore Dio nostro.
Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla
vita eterna.
Amen.
Signore, pietà.
Signore, pietà.
Cristo, pietà.
Cristo, pietà.
Signore, pietà.
Signore, pietà.
Gloria a Dio nell'alto dei cieli
e pace in terra agli uomini di buona volontà.
Noi ti lodiamo, ti benediciamo,
ti adoriamo, ti glorifichiamo,
ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa,
Signore Dio, Re de1 cielo, Dio Padre onnipotente.
Signore, Figlio unigenito, Gesù Cristo,
Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre;
tu che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi;
tu che togli i peccati del mondo, accogli la nostra supplica;
tu che siedi alla destra del Padre, abbi pietà di noi.
Perché tu solo il Santo, tu solo il Signore, tu solo l'Altissimo:
Gesù Cristo, con lo Spirito Santo
nella gloria di Dio Padre.
39
Amen.
Credo in un solo Dio,
Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra,
di tutte le cose visibili e invisibili.
Credo in un solo Signore, Gesù Cristo,
unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli.
Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero;
generato, non creato; della stessa sostanza del Padre;
per mezzo di lui tutte le cose sono state create.
Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo;
e per opera dello Spirito Santo
si é incarnato nel seno della Vergine Maria e si é fatto uomo.
Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto.
Il terzo giorno é risuscitato, secondo le Scritture;
é salito al cielo, siede alla destra del Padre.
E di nuovo verrà, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti,
e il suo regno non avrà fine.
Credo nello Spirito Santo, che é Signore e da la vita,
e procede dal Padre e dal Figlio
e con il Padre e il Figlio é adorato e glorificato
e ha parlato per mezzo dei profeti.
Credo la Chiesa, una, santa, cattolica e apostolica.
Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati.
Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà.
Amen.
Pregate, fratelli, perché il mio e vostro sacrificio sia gradito a Dio, Padre onnipotente.
Il Signore riceva dalle tue mani questo sacrificio
a lode e gloria del suo nome,
per il bene nostro e di tutta la sua santa Chiesa.
Il Signore sia con voi.
E con il tuo spirito.
In alto i nostri cuori.
Sono rivolti al Signore.
Rendiamo grazie al Signore, nostro Dio.
É cosa buona e giusta.
40
Santo, Santo, Santo il Signore Dio dell'universo.
I cieli e la terra sono pieni della tua gloria.
Osanna nell'alto dei cieli.
Benedetto colui che viene nel nome del Signore.
Osanna nell'alto dei cieli.
Mistero della fede.
Annunziamo la tua morte, Signore,
proclamiamo la tua risurrezione,
nell'attesa della tua venuta.
Tuo é il regno, tua la potenza
e la gloria nei secoli.
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi.
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi.
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, dona a noi la pace.
O Signore, non sono degno di partecipare alla tua mensa: ma di' soltanto
una parola e io sarò salvato.
Preghiere che si posso recitare dopo la comunione
Anima di Cristo
Anima di Cristo, santificami.
Corpo di Cristo, salvami.
Sangue di Cristo, inebriami.
Acqua del costato di Cristo, lavami.
Passione di Cristo, confortami.
O buon Gesù, esaudiscimi.
Dentro le tue piaghe nascondimi.
Non permettere che io mi separi da te.
Dal nemico maligno difendimi.
Nell'ora della mia morte chiamami:
e comanda che io venga a te.
affinché ti lodi con i tuoi santi,
nei secoli dei secoli.
Amen.
A Gesù crocifisso
Eccomi, o mio amato e buon Gesù,
che alla tua santissima presenza prostrato
41
ti prego con il fervore più vivo
di stampare nel mio cuore sentimenti di fede,
di speranza, di carità, di dolore dei miei peccati
e di proponimento di non più offenderti;
mentre io con tutto l’amore e con tutta la compassione
vado considerando le tue cinque piaghe,
cominciando da ciò che disse di te, o mio Gesù,
il santo profeta Davide:
«hanno forato le mie mani e i miei piedi,
hanno contato tutte le mie ossa» (sal 21,17-18).
Offerta di se stesso
Ricevi, o mio Dio, tutta la mia libertà, la mia memoria, la mia intelligenza, tutti
gli affetti del mio cuore. Tutto ciò che io possiedo, tutto ho ricevuto da te; ecco
che tutto ti restituisco e metto a disposizione della tua SS. Volontà. Dammi solo il tuo amore e la tua grazia e sono ricco abbastanza e non domando altra cosa. (s. Ignazio).
Preghiera di «addio all'altare» dopo la liturgia
(Tradizione Siro-Maronila)
Sta in pace, o Altare di Dio. L'oblazione che ho preso da te, sia per la remissione dei debiti e il perdono dei peccati, e mi ottenga di stare davanti al tribunale di Cristo senza dannazione e senza confusione. Non so se mi sarà dato di
ritornare e offrire sopra di te un altro Sacrificio. Proteggimi, Signore, e conserva la tua santa Chiesa, quale via di verità e di salvezza. Amen
42
DEVOZIONI AL SS. SACRAMENTO
O Sacro Convito
O sacro convito, in cui Cristo è il nostro cibo:
si perpetua il memoriale della sua Pasqua,
l’anima nostra è colmata di grazia,
e ci è dato il pegno della gloria futura.
Signore mio Gesù Cristo
Signore mio Gesù Cristo, che per l’amore che porti agli uomini te ne stai notte
e giorno in questo Sacramento, tutto pieno di pietà e di amore, aspettando,
chiamando ed accogliendo tutti coloro che vengono a visitarti, io ti credo presente nel Santissimo Sacramento dell’altare.
Ti adoro dall’abisso del mio niente, e ti ringrazio per tutti i doni che mi hai fatto, specialmente d’avermi donato tutto te stesso in questo Sacramento,
d’avermi dato per Avvocata la tua Santissima Madre Maria, e d’avermi chiamato a visitarti in questa chiesa.
Io saluto oggi il tuo amatissimo Cuore, ed intendo salutarlo per tre fini: primo, in
ringraziamento di questo grande dono; secondo, per compensarti di tutte le ingiurie che hai ricevuto ed ancora ricevi in questo Sacramento; terzo, intendo ora
adorarti in tutti i luoghi della terra ove tu, sacramentato, sei meno riverito e più
abbandonato.
Gesù mio, ti amo con tutto il cuore, mi pento d’averti, in passato, tante volte
offeso. Propongo, con la tua grazia, di non più offenderti in avvenire.
Oggi, miserabile come sono, mi consacro tutto a te: ti dono tutta la mia volontà, gli affetti, i desideri e tutte le cose mie. Da oggi in avanti fa’ tu di me e delle
mie cose tutto quello che ti piace. Solo ti chiedo e voglio il tuo santo Amore, la
perseveranza finale e l’adempimento perfetto della tua volontà.
O Gesù, ti raccomando la Santa Chiesa, il Papa con tutti i Vescovi e i Sacerdoti. Ti raccomando i miei cari, gli amici, e tutti coloro che mi hanno fatto del
bene. Benedicili tutti ed aiutali. Ti raccomando le anime Sante del purgatorio
specialmente le più devote del Santissimo Sacramento e di Maria Santissima,
quelle dei miei cari defunti e le più abbandonate. Ti raccomando tutti i peccatori.
O Gesù unisco tutti gli affetti miei con gli affetti del tuo Cuore, e li offro al tuo
eterno Padre e lo prego in nome tuo e per tuo amore di voler accettarli, e di ascoltarli. Amen.
Comunione spirituale
Gesù mio, credo che sei realmente presente nel Santissimo Sacramento
dell’altare.
43
Ti amo sopra ogni cosa e ti desidero nell’anima mia.
Poiché ora non posso riceverti sacramentalmente,
vieni almeno spiritualmente nel mio cuore.
(pausa di raccoglimento)
Come già venuto, io ti abbraccio e tutto mi unisco a te:
non permettere che mi abbia mai a separare da te.
Benedizione eucaristica
Adoriamo il Sacramento
Adoriamo il Sacramento
che Dio Padre ci donò.
Nuovo patto, nuovo rito
nella fede si compì.
Al mistero è fondamento
la parola di Gesù.
Gloria al Padre onnipotente,
gloria al Figlio Redentore,
lode grande, sommo onore
all’eterna Carità.
Gloria immensa, eterno amore
alla santa Trinità. Amen.
Preghiamo.
Signore Gesù Cristo,
che nel mirabile sacramento dell'Eucaristia
ci hai lasciato il memoriale della tua Pasqua,
fa' che adoriamo con viva fede
il santo mistero del tuo corpo e del tuo sangue,
per sentire sempre in noi i benefici della redenzione.
Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.
Amen.
Invocazioni
Dio sia benedetto.
Benedetto il suo santo nome.
Benedetto Gesù Cristo, vero Dio e vero uomo.
Benedetto il nome di Gesù.
Benedetto il suo sacratissimo Cuore.
Benedetto il suo preziosissimo Sangue.
Benedetto Gesù nel santissimo Sacramento dell’altare.
Benedetto lo Spirito Santo Paraclito.
Benedetta la gran Madre di Dio, Maria santissima.
Benedetta la sua santa ed Immacolata Concezione.
44
Benedetta la sua gloriosa Assunzione.
Benedetto il nome di Maria, Vergine e Madre.
Benedetto San Giuseppe, suo castissimo sposo.
Benedetto Dio nei suoi Angeli e nei suoi Santi.
45
IL SANTO ROSARIO
— O Dio, vieni a salvarmi.
— Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre...
Dopo aver enunciato il mistero si fa un breve momento di silenzio quindi si recita un
Padre nostro, dieci Ave Maria (dopo «e benedetto il frutto del tuo seno, Gesù» si aggiunge la clausola vocativa cristologica secondo i misteri del giorno) e un Gloria.
Si possono aggiungere le seguenti giaculatorie:
O Gesù, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno, porta in cielo
tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia
O Signore dona santi sacerdoti e ferventi consacrati alla tua Chiesa
Cuore immacolato e addolorato di Maria – abbi pietà di noi
MISTERI GAUDIOSI
(lunedì e sabato)
1° MISTERO
L’annunciazione dell’angelo a Maria vergine.
«L’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea chiamata Nazareth, a
una vergine di nome Maria. L’angelo, entrato da lei, disse: “Ti saluto, piena di grazia; il
Signore è con te... Darai alla luce un figlio, cui porrai nome Gesù”» (Lc.1,26-28.31).
clausola cristologica: che in te si fece uomo.
2° MISTERO
La visita di Maria vergine a santa Elisabetta.
«Maria si pose in viaggio, e andò in fretta in una regione montuosa, in una città della
Giudea. Entrata in casa di Zaccaria, salutò Elisabetta, che appena udì il saluto di Maria
“fu ripiena di Spirito santo”». (Lc. 1,39-40).
clausola cristologica: che portasti nella casa di Elisabetta.
3° MISTERO
La nascita di Gesù nella grotta di Betlemme.
«Giuseppe e Maria salirono da Nazareth a Betlemme e “mentre erano là, Maria
diede alla luce il figlio suo primogenito; lo avvolse in fasce e lo adagiò in una mangiatoia”». (Lc. 2,6-7).
clausola cristologica: che da te nacque e abita tra noi.
4° MISTERO
La presentazione di Gesù bambino al tempio.
«Portarono Gesù a Gerusalemme per presentarlo al Signore, secondo ciò che è scritto nella legge del Signore: “Ogni maschio primogenito sarà consacrato al Signore”». (Lc. 2,22).
clausola cristologica: che tu offristi per noi.
46
5° MISTERO
Il ritrovamento di Gesù fra i dottori nel tempio.
«Il fanciullo Gesù rimase in Gerusalemme, senza che i suoi genitori se ne accorgessero. E avvenne che lo trovarono tre giorni dopo, nel tempio, seduto in mezzo ai
dottori della Legge e intento ad ascoltarli e a interrogarli». (Lc. 2, 43-46).
clausola cristologica: tutto preso dalle cose di Dio.
MISTERI LUMINOSI
(giovedì)
1° MISTERO
Il Battesimo di Gesù al Giordano
«In quei giorni Gesù venne da Nazaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da
Giovanni. E, uscendo dall’acqua, vide aprirsi i cieli e lo Spirito discendere su di lui
come una colomba. E si sentì una voce dal cielo: “Tu sei il Figlio mio, il prediletto: in te mi sono compiaciuto”». (Mc 1, 9-11)
clausola cristologica: il Figlio prediletto del Padre.
2° MISTERO
Gesù si rivela alle nozze di Cana
«Ci fu uno sposalizio a Cana di Galilea e c’era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze
anche Gesù con i suoi discepoli. Nel frattempo, venuto a mancare il vino, la madre di
Gesù gli disse: “Non hanno più vino”. E Gesù rispose: “Che cosa vuoi da me, o donna?
Non è ancora giunta la mia ora”. La madre dice ai servitori: “Fate quello che vi dirà”.
… Gesù disse loro: “Riempite d’acqua le anfore”; ed essi le riempirono fino all’orlo.
Disse loro di nuovo: “Ora attingete e portatene al maestro di tavola”. Ed essi gliene portarono. E come ebbe assaggiato l’acqua diventata vino, il maestro di tavola, … chiamò
lo sposo e gli disse: “Tutti servono prima il vino buono e, quando sono un po’ brilli,
quello meno buono; tu invece hai conservato fino ad ora il vino buono”. Così Gesù
diede inizio ai suoi segni a Cana di Galilea, manifestò la sua gloria e i suoi discepoli
credettero in lui». (Gv 2, 1-12)
clausola cristologica: che ci dona il vino nuovo del regno dei cieli
3° MISTERO
Gesù annuncia il regno di Dio e ci invita alla conversione
«Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù si recò nella Galilea predicando il vangelo
di Dio, e diceva: “Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e
credete al vangelo”». (Mc 1, 14-15)
clausola cristologica: che ci invita alla conversione.
4° MISTERO
La trasfigurazione di Gesù
«Gesù prese con sé Pietro, Giovanni e Giacomo e salì sul monte a pregare. E, mentre
pregava, il suo volto cambiò d’aspetto e la sua veste divenne candida e sfolgorante. Ed
ecco, due uomini parlavano con lui: erano Mosè ed Elia, apparsi nella loro gloria, e par47
lavano del suo esodo, che avrebbe portato a compimento a Gerusalemme… poi venne
una nube e li avvolse; … E dalla nube uscì una voce che diceva: “Questi è il Figlio mio,
l’eletto; ascoltatelo!”». (Lc 9,28-35).
clausola cristologica: che ci ha rivelato la gloria del Padre.
5° MISTERO
Nell’ultima cena Gesù istituisce l’Eucaristia
«Il Signore Gesù, nella notte in cui veniva tradito, prese un pane e, dopo aver reso
grazie, lo spezzò e disse: “Questo è il mio corpo, che è per voi; fate questo in memoria di me”. Allo stesso modo, dopo aver cenato, prese anche il calice, dicendo: “Questo calice è la nuova alleanza nel mio sangue; fate questo, ogni volta che ne bevete, in
memoria di me”. Infatti, ogni volta che mangiate di questo pane e bevete a questo calice, voi annunziate la morte del Signore, finché egli venga. (1Cor 11,23-26)
clausola cristologica: che nel pane e nel vino si fa nostro cibo.
MISTERI DOLOROSI
(martedì e venerdì)
1° MISTERO
L’agonia di Gesù nell’orto degli ulivi
«Gesù andò con i suoi discepoli in un luogo chiamato Getsemani e cominciò a provare
tristezza e angoscia» (Mt. 26,36-37). «Ed entrato in agonia, pregava più intensamente e il
suo sudore divenne come gocce di sangue che scorrevano fino a terra». (Le. 22, 43-44).
clausola cristologica: che pregò nell’orto degli ulivi.
2° MISTERO
La flagellazione di Gesù alla colonna.
«Quelli ancor più gridavano: “Crocifiggilo!” Allora Pilato volendo accontentare il
popolo, liberò Barabba e, dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò perché fosse
crocifisso». (Mt. 15,13-15).
clausola cristologica: che fu flagellato per noi.
3° MISTERO
La coronazione di spine.
«I soldati lo condussero nell’atrio del pretorio. Lo rivestirono di porpora e, intrecciata
una corona di spine, gliela conficcarono sul capo. Si misero poi a salutarlo: “Salve, o
re dei giudei”». (Mc. 15,16-18).
clausola cristologica: che fu incoronato di spine.
4° MISTERO
Il viaggio al Calvario di Gesù carico della croce.
«Presero dunque Gesù e lo condussero via. Ed egli, portando la croce, uscì verso il
luogo chiamato Calvario, in ebraico Gòlgota, dove lo crocifissero». (Giov. 19,16-17).
clausola cristologica: che portò la croce al Calvario per noi.
48
5° MISTERO
La crocifissione e la morte di Gesù.
“Quando fu mezzogiorno, si fece buio su tutta la terra, fino alle quindici» (Mc.
15,33). «Gesù gridando a gran voce disse: “Padre, nelle tue mani affido il mio spirito”. Detto questo, spirò. (Lc. 23,46).
clausola cristologica: che fu crocifisso e mori per donarci la vita.
MISTERI GLORIOSI
(mercoledì e domenica)
1° MISTERO
La risurrezione di Gesù.
«L’angelo disse alle donne: “Non temete! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso.
È risorto: non è qui. Ecco il luogo dove l’avevano deposto”». (Mc. 16,6).
clausola cristologica: che risuscitò da morte.
2° MISTERO
L’ascensione di Gesù al cielo.
«Il Signore Gesù, dopo aver loro parlato (Mt. 15, 19) alzate le mani al cielo, li benedisse. Mentre li benediceva, si staccò da loro e si sollevò su nel cielo» (Lc.
24,50-51), ove siede alla destra del Padre
clausola cristologica: che salì al cielo.
3° MISTERO
La discesa dello Spirito santo sopra Maria vergine e gli apostoli.
«Al compiersi dei giorni della Pentecoste, tutti i discepoli erano riuniti nello stesso
luogo. E apparvero loro lingue come di fuoco, che si spartivano, posandosi ognuna
su ciascuno di essi. E tutti furono ripieni di Spirito santo». (Atti 2,1-3-4).
clausola cristologica: che mandò a noi lo Spirito Santo.
4° MISTERO
L’assunzione di Maria vergine al cielo.
“Maria è stata assunta in cielo: si rallegrino le schiere degli angeli» (Liturgia). «Tutta
splendente entra la figlia del re; il suo vestito è intessuto d’oro» (Salmo 44, 14).
clausola cristologica: che ti assunse in cielo.
5° MISTERO
L’incoronazione di Maria vergine e la gloria degli angeli e dei santi.
«Un grandioso segno apparve nel cielo: una donna ammantata di sole, sotto i suoi piedi
si trova la luna e sul capo ha una corona di dodici stelle» (Apoc. 12,1).
clausola cristologica: che ti incoronò Regina.
SALVE REGINA
49
LITANIE LAURETANE
Signore, pietà
Cristo, pietà
Signore, pietà
Santa Maria
Santa Madre di Dio
Santa Vergine delle vergini
Madre di Cristo
Madre della Chiesa
Madre della divina grazia
Madre purissima
Madre castissima
Madre sempre vergine
Madre immacolata
Madre degna d’amore
Madre ammirabile
Madre del buon consiglio
Madre del Creatore
Madre del Salvatore
Vergine prudente
Vergine degna di onore
Vergine degna di lode
Vergine potente
Vergine clemente
Vergine fedele
Specchio di perfezione
Sede della Sapienza
Fonte della nostra gioia
Tempio dello Spirito Santo
Tabernacolo dell’eterna gloria
Dimora consacrata a Dio
Rosa mistica
Torre della santa città di Davide
Fortezza inespugnabile
Santuario della divina presenza
Arca dell’alleanza
Porta del cielo
Stella del mattino
Salute degli infermi
Rifugio dei peccatori
Consolatrice degli afflitti
Aiuto dei cristiani
Regina degli angeli
Regina dei patriarchi
50
Signore, pietà
Cristo, pietà
Signore, pietà
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
Regina dei profeti
Regina degli Apostoli
Regina dei martiri
Regina dei confessori della fede
Regina delle vergini
Regina di tutti i santi
Regina concepita senza peccato
Regina assunta in cielo
Regina del rosario
Regina della famiglia
Regina della pace
Madonna delle Lacrime
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
perdonaci, Signore
ascoltaci, Signore
abbi pietà di noi
V) Prega per noi, santa madre di Dio.
R) Affinché siamo fatti degni delle promesse del Cristo.
Preghiamo.
O Dio, il tuo unico Figlio ci ha procurato i beni della salvezza eterna con la sua vita, morte e risurrezione: a noi che con il santissimo rosario della Beata Vergine Maria, abbiamo meditato questi misteri, concedi di imitare ciò che essi contengono e
di raggiungere ciò che essi promettono. Per Cristo nostro Signore.
Amen.
oppure
Preghiamo.
Concedi ai tuoi fedeli, Signore Dio nostro, di godere sempre la salute del corpo e dello
spirito e per la gloriosa intercessione di Maria santissima, sempre Vergine, salvaci dai
mali che ora ci rattristano e guidaci alla gioia senza fine. Per Cristo nostro Signore.
Amen
oppure
Preghiamo.
Infondi nel nostro spirito la tua grazia, Signore; tu, che all’annunzio dell’angelo ci
hai rivelato l’incarnazione del tuo Figlio, per la sua passione e la sua croce guidaci
alla gloria della risurrezione. Per Cristo nostro Signore.
Amen
Si conclude con una preghiera per il Sommo Pontefice alla quale è legato
l’acquisto delle sante indulgenze
Si può aggiungere qualche preghiera anche per la pace, per le famiglie, per le vocazioni sacerdotali e religiose e la santificazione dei sacerdoti, per i fedeli defunti
e altre intenzioni.
51
DEVOZIONI A S. MICHELE
PREPARAZIONE ALLA FESTA DI S. MICHELE
Preghiera a s. Michele
S. Michele Arcangelo, difendici nella battaglia. Sii tu il nostro sostegno contro la
cattiveria e le insidie del demonio. Che Dio eserciti il suo dominio su di lui: te ne
preghiamo umilmente.
E tu, principe della schiere angeliche, con la potenza divina ricaccia nell’inferno
Satana e gli altri spiriti cattivi che vanno in giro nel mondo per perdere le anime.
Amen
Litanie di san Michele
Signore, pietà
Cristo, pietà.
Signore, pietà.
Cristo ascoltaci.
Cristo esaudiscici.
Padre Celeste, che sei Dio,
Figlio, Redentore del mondo, che sei Dio,
Spirito Santo, che sei Dio,
Santa Trinità, unico Dio,
Santa Maria, Regina degli Angeli
San Michele Arcangelo
San Michele principe dei Serafini
San Michele ambasciatore del Signore, Dio d’Israele
San Michele ministro della Santissima Trinità
San Michele Custode del Paradiso,
San Michele chiara stella dell’ordine angelico
San Michele mediatore delle divine grazie
San Michele splendido sole di carità
San Michele primo modello di umiltà
San Michele esempio di mansuetudine
San Michele prima fiamma di ardente zelo
San Michele degno di ammirazione
San Michele degno di venerazione
San Michele degno di lode
San Michele ministro della divina clemenza
San Michele guida forte
San Michele dispensatore di gioia
San Michele consolatore degli sfiduciati
52
Signore, pietà
Cristo, pietà.
Signore, pietà.
Cristo ascoltaci.
Cristo esaudiscici.
abbi pietà di noi.
abbi pietà di noi.
abbi pietà di noi.
abbi piètà di noi.
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
San Michele angelo di pace
San Michele consolatore dei malati
San Michele guida degli erranti
San Michele sostegno di coloro che sperano
San Michele custode di chi ha fede
San Michele protettore della Chiesa
San Michele dispensatore generoso
San Michele rifugio dei poveri
San Michele sollievo degli oppressi
San Michele vincitore dei demoni
San Michele nostra fortezza
San Michele nostro rifugio
San Michele nostro difensore
San Michele condottiero degli angeli
San Michele conforto dei patriarchi
San Michele guida dei profeti
San Michele guida degli apostoli
San Michele sollievo dei martiri
San Michele letizia dei confessori
San Michele custode delle vergini
San Michele onore di tutti i santi
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
prega per noi
perdonaci Signore.
ascoltaci Signore.
abbi pietà di noi.
V) Prega per noi, o Glorioso San Michele, Principe della Chiesa di Gesù Cristo.
R) affinché siamo fatti degni delle promesse di Cristo.
PREGHIAMO
O Signore, la potente intercessione del tuo Arcangelo Michele ci protegga sempre e in ogni luogo; ci liberi da ogni male e ci conduca alla vita eterna
Per Cristo nostro Signore. Amen
Atto di affidamento a san Michele Arcangelo
Da recitarsi nel giorno della festa
Principe nobilissimo delle gerarchie angeliche e valoroso guerriero dell’ Altissimo,
amatore zelante della gloria del Signore e terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, Arcangelo San Michele, desiderando essere nel numero
dei tuoi devoti, a te oggi mi offro e mi dono.
Pongo me stesso, il mio lavoro, la mia famiglia, gli amici e quanto mi appartiene
sotto la tua vigile protezione.
È piccola la mia offerta essendo un misero peccatore, ma tu gradisci l’affetto del
mio cuore.
53
Confido che tu assisterai per tutta la vita, me, che da quest’oggi sono sotto il tuo
patrocinio.
Procurami il perdono dei miei molti e gravi peccati, la grazia di amare di cuore il
mio Dio, il mio caro salvatore Gesù, la mia dolce Madre Maria, e tutti gli uomini,
miei fratelli, amati dal Padre e redenti dal Figlio.
Impétrami quegli aiuti che sono necessari per arrivare alla corona della gloria. Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nell’ultimo istante della
mia vita. Vieni in quell’ora, o glorioso Arcangelo, assistimi nella lotta e respingi
lontano da me, negli abissi d’inferno, quell’angelo prevaricatore e superbo che hai
prostrato nel combattimento in Cielo.
Presentami, allora, al trono di Dio per cantare con te, Arcangelo San Michele, e con
tutti gli angeli lode, onore e gloria a Colui che regna nei secoli eterni. Amen.
54
Ultima domenica del tempo ordinario
FESTA DI CRISTO RE DELL’UNIVERSO
Litanie del Sacro cuore
Cfr. p. 172
Atto di Consacrazione al S. Cuore di Gesù
O Gesù dolcissimo, o Redentore del genere umano, riguarda a noi umilmente prostrati innanzi a te.
Noi siamo tuoi, e tuoi vogliamo essere; e per vivere a te più strettamente congiunti,
ecco che ognuno di noi, oggi spontaneamente si consacra al tuo sacratissimo Cuore.
Molti, purtroppo, non ti conobbero mai; molti, disprezzando i tuoi comandamenti,
ti ripudiarono. O benignissimo Gesù, abbi misericordia e degli uni e degli altri e
tutti quanti attira al tuo sacratissimo Cuore.
O Signore, sii il Re non solo dei fedeli che non si allontanarono mai da te, ma anche di quei figli prodighi che ti abbandonarono; fa’ che questi, quanto prima, ritornino alla casa paterna, per non morire di miseria e di fame.
Sii il Re di coloro che vivono nell’inganno e nell’errore, o per discordia da te separati; richiamali al porto della verità, all’unità della fede, affinché in breve si faccia
un solo ovile sotto un solo pastore.
Largisci, o Signore, incolumità e libertà sicura alla tua Chiesa, concedi a tutti i popoli la tranquillità dell’ordine. Fa’ che da un capo all’altro della terra risuoni
quest’unica voce: Sia lode a quel Cuore divino, da cui venne la nostra salute; a lui
si canti gloria e onore nei secoli dei secoli. Amen.
55
NOVENA DELL’IMMACOLATA
29 NOVEMBRE
MARIA, SANTUARIO DELLO SPIRITO
“VAS SPIRITUALE, ORA PRO NOBIS”
CANTO MARIANO (vedi pagine dei Canti)
SALUTO DEL CELEBRANTE
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Amen.
La grazia e la pace di Dio nostro Padre e del Signore nostro Gesù Cristo, per
l’intercessione di Maria, Santuario dello Spirito Santo, sia con tutti voi.
E con il tuo spirito.
CANTICO (a cori alternati)
«Benedetta sei tu, figlia, davanti al Dio altissimo
più di tutte le donne che vivono sulla terra
e benedetto il Signore Dio
che ha creato il cielo e la terra.
Il coraggio che ti ha sostenuta
non cadrà dal cuore degli uomini,
che ricorderanno per sempre
la potenza del Signore.
Il Signore dia esito felice alla tua opera
a tua perenne esaltazione.
Hai esposto la vita per sollevare il tuo popolo
dall’umiliazione e dall’abbattimento».
(cfr Gd 13,18-20)
RECITA DEL SANTO ROSARIO (testo dei misteri cantati pag.7-8)
LITANIE (tratte dall’Esortaz. Apostolica “Marialis Cultus”)
Vergine Immacolata, prega per noi.
Santa Maria
Tempio di Dio
Madre Santa
Vergine di Nazaret
Vergine Immacolata, prega per noi.
Tabernacolo del Signore
Arca della nostra santificazione
Dimora dello Spirito di Dio
Santuario dello Spirito Santo
Vergine Immacolata, prega per noi.
Mistica sposa del divin Paraclito
Madre del Verbo fatto uomo
56
Vergine in ascolto
Vergine in preghiera
Vergine Immacolata, prega per noi.
Vergine offerente
Nuova donna e perfetta cristiana
Madre tutta santa
Madre della grazia
Vergine Immacolata, prega per noi.
PREGHIERA (tutti insieme)
Vergine Santa, tu che sei tutta purezza,
tutta bellezza, tutta grazia,
purifica i nostri cuori.
Vergine Immacolata,
tu che sei senza macchia,
senza peccato, senza ruga,
santifica la nostra vita.
CANTO DI IMMACOLATA
(pag. 3 n. 3)
INVOCAZIONI
Ad ogni invocazione rispondiamo:
O Maria, noi ti preghiamo.
1. Perché riconosciamo di essere abitati dallo Spirito di Dio.
2. Perché sappiamo accogliere nel cuore la volontà di Dio.
3. Perché sappiamo vedere nel mondo l’azione dello Spirito Santo.
ORAZIONE
O Dio, vivo e vero, mandaci il tuo Spirito perché ci trasformi e, con il soccorso della Vergine Maria, portiamo frutti abbondanti di bene, per la vita del mondo. Per
Cristo nostro Signore.
Amen.
BENEDIZIONE
Il Signore sia con voi.
E con il tuo spirito.
Per l’intercessione della Vergine, Santuario del divino Spirito, vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo.
Amen.
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.
57
CANTO MARIANO FINALE (vedi pagine dei canti)
30 NOVEMBRE
MARIA, TUTTASANTA
“VERGIN SANTA, DIO T’HA SCELTA”
CANTO MARIANO (vedi pagine dei canti)
SALUTO DEL CELEBRANTE
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Amen.
La grazia del Signore nostro Gesù Cristo, l’amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo, per l’intercessione di Maria, ricolma di santità, sia con tutti voi.
E con il tuo spirito.
INNO (a cori alternati)
Ti salutiamo, o Maria, Madre di Dio,
tesoro venerato dell’universo intero.
Grazie a te Colui che viene nel nome di Dio
è benedetto nei Vangeli.
Grazie a te la Trinità Santissima
è adorata e glorificata.
Grazie a te il cielo esulta,
gli Angeli sono nella gioia.
Grazie a te il Figlio di Dio
ha fatto brillare la sua luce.
Per questo l’universo intero
non fa che esultare di gioia.
(S. Cirillo d’Alessandria, V sec.)
RECITA DEL SANTO ROSARIO (testo dei misteri cantati pag.7-8)
LITANIE (tratte dalle Litanie dell’Immacolata)
Vergine Immacolata, prega per noi.
Santa Maria
Tutta pura
Tutta illibata
Tutta intemerata
Vergine Immacolata, prega per noi.
Tutta degna di lode
Tutta irreprensibile
Astro fulgidissimo
Madre della grazia
Vergine Immacolata, prega per noi.
Splendore di santità
Onore delle donne
Più alta dei cieli
58
Più santa degli Angeli
Vergine Immacolata, prega per noi.
Trono di luce
Bellezza di sole
Gaudio della Chiesa
Chiara come cristallo
Vergine Immacolata, prega per noi.
PREGHIERA (tutti insieme)
Vergine Santa, tu che sei tutta purezza,
tutta bellezza, tutta grazia,
purifica i nostri cuori.
Vergine Immacolata,
tu che sei senza macchia,
senza peccato, senza ruga,
santifica la nostra vita.
CANTO DI IMMACOLATA
(pag. 3 n. 3)
INVOCAZIONI
Ad ogni invocazione rispondiamo:
O Maria, noi ti preghiamo.
1. Perché contempliamo in Maria il progetto divino di salvezza.
2. Perché riconosciamo il valore della vita, espressione della grandezza del Creatore.
3. Perché possiamo raggiungere la santità perfetta.
ORAZIONE
Padre misericordioso, innalziamo a te il nostro umile ringraziamento: tu che hai fatto di Maria un modello di santità per tutti, fa’ che anche noi possiamo vivere nella
tua volontà ogni giorno della nostra vita. Per Cristo nostro Signore.
Amen.
BENEDIZIONE
Il Signore sia con voi.
E con il tuo spirito.
Per l’intercessione della Vergine Maria, Tuttasanta, vi benedica Dio onnipotente,
Padre e Figlio e Spirito Santo.
Amen.
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.
59
CANTO MARIANO FINALE (vedi pagine dei canti)
1 DICEMBRE
MARIA, PIENA DI GRAZIA
“TI SALUTO, MARIA, PIENA DI GRAZIA...”
CANTO MARIANO (vedi pagine dei canti)
SALUTO DEL CELEBRANTE
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Amen.
La pace, la carità e la fede da parte di Dio Padre e del Signore nostro Gesù Cristo,
per l’intercessione di Maria, piena di grazia, siano con tutti voi.
E con il tuo spirito.
INNO (a cori alternati)
Ti saluto, o Maria,
piena di grazia, il Signore è con te.
I sacerdoti si vestiranno di giustizia
e i tuoi devoti esulteranno di gioia.
Per amore di Davide, tuo servo, Signore,
salva il tuo popolo, la tua eredità.
Alla Vergine gloriosa,
piena di grazia, salve!
Il Signore è con te,
tu sei benedetta fra le donne.
Benedetto il frutto del tuo seno:
tu hai concepito il Cristo, Figlio di Dio,
il redentore delle nostre anime.
(da un antico inno)
RECITA DEL SANTO ROSARIO (testo dei misteri cantati pag.7-8)
LITANIE (tratte dai discorsi di Giovanni Paolo II)
Vergine Immacolata, prega per noi.
Santa Maria
Madre di Cristo e nostra
Madre piena di bontà
Madonna della grazia
Vergine Immacolata, prega per noi.
Madonna di umiltà
Mediatrice e avvocata
Modello di tutte le anime
Piena di luce
Vergine Immacolata, prega per noi.
Immacolata e Assunta
Prima tra gli umili e i poveri
60
Creatura tutta pura e santa
Esempio di carità operosa
Vergine Immacolata, prega per noi.
Ispiratrice di santità
Maestra di vita cristiana
Madre celeste
Tutta pura
Vergine Immacolata, prega per noi.
PREGHIERA (tutti insieme)
Vergine Santa, tu che sei tutta purezza,
tutta bellezza, tutta grazia,
purifica i nostri cuori.
Vergine Immacolata,
tu che sei senza macchia,
senza peccato, senza ruga,
santifica la nostra vita.
CANTO DI IMMACOLATA
(pag. 3 n. 3)
INVOCAZIONI
Ad ogni invocazione rispondiamo:
O Maria, noi ti preghiamo.
1. Perché riconosciamo che l’amicizia di Dio è la sola via di realizzazione.
2. Perché nelle situazioni della vita testimoniamo la purezza e la sincerità.
3. Perché impariamo ad affidarci all’amore misericordioso di Dio.
ORAZIONE
O Dio, che hai voluto che l’umanità del Salvatore non fosse sottoposta alla comune
eredità dei nostri padri, fa’ che liberi dal contagio della colpa possiamo anche noi
far parte della nuova Creazione iniziata da Cristo tuo Figlio. Egli vive e regna per
tutti i secoli dei secoli.
Amen.
BENEDIZIONE
Il Signore sia con voi.
E con il tuo spirito.
Per l’intercessione di Maria, piena di grazia, vi benedica Dio onnipotente, Padre e
Figlio e Spirito Santo.
Amen.
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.
61
CANTO MARIANO FINALE (vedi pagine dei canti)
2 DICEMBRE
MARIA, SPLENDIDA COME IL SOLE
“UNA DONNA VESTITA DI SOLE”
CANTO MARIANO (vedi pagine dei canti)
SALUTO DEL CELEBRANTE
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Amen.
Il Signore, che guida i nostri cuori nell'amore e nella pazienza di Cristo, per intercessione di Maria, donna vestita di sole, sia con tutti voi.
E con il tuo spirito.
INNO (a cori alternati)
Dal primo albore di vita, o Vergine,
più pura sei del sole,
tu sei la donna preannunciata
che vinci l’insidia del serpente.
Arca di vita, solitaria vai
sull’incubo mortifero dell’onda.
Aridi sono i nostri campi
e scende su te la rugiada di grazia.
Tu che il peccato ignori,
dalla tristezza del peccato scampaci:
sotto il tuo piede,
invano si dibatta il nemico.
A te, Signore, si levi la lode,
che da purissima Vergine nasci,
al Padre e al Santo Spirito
nei secoli dei secoli. Amen.
(Inno liturgico Ambrosiano)
RECITA DEL SANTO ROSARIO (testo dei misteri cantati pag.7-8)
LITANIE (tratte dai testi della Liturgia delle Ore)
Vergine Immacolata, prega per noi.
Santa Maria
Stella del mare
Madre gloriosa di Dio
Porta felice del cielo
Vergine Immacolata, prega per noi.
Vergine santa fra tutte
Piena di grazia
Speranza nostra
Roveto sempre ardente
62
Vergine Immacolata, prega per noi.
Vergine Immacolata
Mistica aurora della redenzione
Santuario dello Spirito Santo
Immagine della Santa Chiesa
Vergine Immacolata, prega per noi.
Vergine senza macchia
Via della pace
Regina dell’universo
Bellezza di sole
Vergine Immacolata, prega per noi.
PREGHIERA (tutti insieme)
Vergine Santa, tu che sei tutta purezza,
tutta bellezza, tutta grazia,
purifica i nostri cuori.
Vergine Immacolata,
tu che sei senza macchia,
senza peccato, senza ruga,
santifica la nostra vita.
CANTO DI IMMACOLATA
(pag. 3 n. 3)
INVOCAZIONI
Ad ogni invocazione rispondiamo:
O Maria, noi ti preghiamo.
1. Perché ringraziamo il Signore della luce di ogni giorno.
2. Perché scorgiamo in ogni bambino che nasce un raggio della bontà di Dio.
3. Perché nelle tenebre del mondo splendiamo come astri.
ORAZIONE
O Dio, creatore e datore di verità e di luce, guarda noi, tuoi figli: infondici lo
splendore della santità, che avvolse la Vergine Maria, perché giungiamo con lei alla
pienezza della tua gloria. Per Cristo nostro Signore.
Amen.
BENEDIZIONE
Il Signore sia con voi.
E con il tuo spirito.
Per l’intercessione della Vergine, splendente della luce di Cristo, vi benedica Dio
onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo.
Amen.
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.
63
CANTO MARIANO FINALE (vedi pagine dei canti)
3 DICEMBRE
MARIA, CAPOLAVORO DI DIO
“VERGINE MADRE, FIGLIA DEL TUO FIGLIO”
CANTO MARIANO (vedi pagine dei canti)
SALUTO DEL CELEBRANTE
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Amen.
La grazia e la pace di Dio nostro Padre e del Signore nostro Gesù Cristo, per intercessione di Maria Vergine, capolavoro della Creazione, sia con tutti voi.
E con il tuo spirito.
INNO (a cori alternati)
Ave, speranza nostra,
ave, benigna e pia,
ave, piena di grazia,
o Vergine Maria.
Ave, fulgida rosa,
roveto sempre ardente,
ave, pianta fiorita
della stirpe di Iesse.
In te vinta è la morte,
la schiavitù redenta,
ridonata la pace,
aperto il Paradiso.
O Trinità santissima,
a te l’inno di grazie,
per Maria, stupenda creatura,
nei secoli dei secoli. Amen.
(dalla Lit.delle Ore)
RECITA DEL SANTO ROSARIO (testo dei misteri cantati pag.7-8)
LITANIE (tratte dalle Litanie del Santo Nome di Maria)
Vergine Immacolata, prega per noi.
Santa Maria
Luminare dell’universo
Splendore della Santa Chiesa
Sposa eletta di Dio
Vergine Immacolata, prega per noi.
Madre del divin Verbo
Adombrata dallo Spirito
Vergine tutta piena di grazia
Dotata di magnifica bellezza
64
Vergine Immacolata, prega per noi.
Madre amabile
Delle sante la santissima
Vergine dolce e bella
Nobile Regina del cielo
Vergine Immacolata, prega per noi.
Aurora di luce perpetua
Festeggiata tra i santi
Paradiso di Dio
Trono di luce
Vergine Immacolata, prega per noi.
PREGHIERA (tutti insieme)
Vergine Santa, tu che sei tutta purezza,
tutta bellezza, tutta grazia,
purifica i nostri cuori.
Vergine Immacolata,
tu che sei senza macchia,
senza peccato, senza ruga,
santifica la nostra vita.
CANTO DI IMMACOLATA
(pag. 3 n. 3)
INVOCAZIONI
Ad ogni invocazione rispondiamo:
O Maria, noi ti preghiamo.
1. Perché ci riconosciamo parte della stupenda creazione di Dio.
2. Perché salvaguardiamo la dignità di ogni creatura.
3. Perché ci facciamo guidare ogni giorno dalla Parola del Signore.
ORAZIONE
Guarda con bontà, o Padre, questa tua famiglia: fa’ che ascoltando con fede viva la
tua Parola, ad imitazione della Vergine Maria, sia sempre fedele al tuo piano di salvezza. Per Cristo nostro Signore.
Amen.
BENEDIZIONE
Il Signore sia con voi.
E con il tuo spirito.
Per l’intercessione di Maria Vergine, capolavoro della Creazione rinnovata, vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo.
Amen.
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.
65
CANTO MARIANO FINALE (vedi pagine dei canti)
4 DICEMBRE
MARIA,MODELLO DI TUTTE LE VIRTU´
“VOGLIAMO VIVERE COME MARIA, L’IRRAGGIUNGIBILE, ...”
CANTO MARIANO (vedi pagine dei canti)
SALUTO DEL CELEBRANTE
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Amen.
La grazia del Signore nostro Gesù Cristo, l'amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo, per intercessione di Maria, modello di ogni virtù, sia con tutti voi.
E con il tuo spirito.
INNO (a cori alternati)
O Donna gloriosa,
alta sopra le stelle,
tu nutri col tuo seno
il Dio che ti ha creato.
La gioia che Eva ci tolse
ci rendi, nel tuo Figlio
e dischiudi il cammino
verso il regno dei cieli.
Sei la via della pace,
sei la porta regale:
ti acclamano le genti
redente dal Signore.
A Dio Padre sia lode,
al Figlio e al Santo Spirito,
che ti hanno adornata
di una veste di grazia. Amen.
(dalla Lit.delle Ore)
RECITA DEL SANTO ROSARIO (testo dei misteri cantati pag.7-8)
LITANIE (tratte dalle Litanie Angeliche)
Vergine Immacolata, prega per noi.
Santa Maria
Pienezza di bene
Vergine senza ruga
Stella lucente
Vergine Immacolata, prega per noi.
Degna del sole
Luce del mondo
Splendore di festa
Fonte sigillata
66
Vergine Immacolata, prega per noi.
Vergine gloriosa
Lampada ai santi
Vergine di benedizione
Tralcio della vite vera
Vergine Immacolata, prega per noi.
Speranza degli uomini
Madre del nuovo Adamo
Cielo dell’Invisibile
Santa fra tutti
Vergine Immacolata, prega per noi.
PREGHIERA (tutti insieme)
Vergine Santa, tu che sei tutta purezza,
tutta bellezza, tutta grazia,
purifica i nostri cuori.
Vergine Immacolata,
tu che sei senza macchia,
senza peccato, senza ruga,
santifica la nostra vita.
CANTO DI IMMACOLATA
(pag. 3 n. 3)
INVOCAZIONI
Ad ogni invocazione rispondiamo:
O Maria, noi ti preghiamo.
1. Perché spendiamo al meglio i “talenti” che ci sono donati.
2. Perché aspiriamo a una vita coerente al “credo” che professiamo.
3. Perché ci facciamo in ogni circostanza testimoni della presenza viva di Gesù.
ORAZIONE
O Dio nostro Padre, che ti compiaci degli umili e compi in loro, per mezzo dello
Spirito, le meraviglie della salvezza, guarda all’innocenza della Vergine Maria e
donaci un cuore semplice, pronto ad ogni cenno del tuo volere. Per Cristo nostro
Signore.
Amen.
BENEDIZIONE
Il Signore sia con voi.
E con il tuo spirito.
Per l’intercessione della Vergine Maria, modello di tutte le virtù, vi benedica Dio
onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo.
Amen.
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.
67
CANTO MARIANO FINALE (vedi pagine dei canti)
5 DICEMBRE
MARIA, MADRE DEL SIGNORE
“NEL VENTRE TUO SI RIACCESE L’AMORE”
CANTO MARIANO (vedi pagine dei canti)
SALUTO DEL CELEBRANTE
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Amen.
Fratelli, eletti da Dio Padre, mediante la santificazione dello Spirito, per obbedire a
Gesù Cristo, per intercessione di Maria, divenuta Madre del suo Creatore, grazia e
pace in abbondanza a tutti voi.
E con il tuo spirito.
INNO (a cori alternati)
O benedetta fra le donne,
il Signore ti ha parlato;
ti ha annunziato la buona novella.
Salve, prediletta del Signore,
salve, tu che sei accanto all’Altissimo,
salve, Madre di Dio.
Salve a te, che hai ricevuto Dio
e che Dio ha ricevuto nei cieli.
Salve, o Vergine.
Salve, o Maria,
libro dell’eterna luce,
salve, Madre del Salvatore.
(da antiche preghiere)
RECITA DEL SANTO ROSARIO (testo dei misteri cantati pag.7-8)
LITANIE (tratte dalle Litanie dell’Immacolata)
Vergine Immacolata, prega per noi.
Santa Maria
Figlia del Padre
Madre del figlio
Sposa dello Spirito
Vergine Immacolata, prega per noi.
Via che porta a Gesù
Regina del cielo e della terra
Stella del mare
Esempio di perfezione
Vergine Immacolata, prega per noi.
Dispensatrice di grazie
Fonte del divino amore
68
Serva della redenzione
Serva del Regno
Vergine Immacolata, prega per noi.
Vergine in ascolto
Modello dei cristiani
Madre dei viventi
Porta della Gerusalemme celeste
Vergine Immacolata, prega per noi.
PREGHIERA (tutti insieme)
Vergine Santa, tu che sei tutta purezza,
tutta bellezza, tutta grazia,
purifica i nostri cuori.
Vergine Immacolata,
tu che sei senza macchia,
senza peccato, senza ruga,
santifica la nostra vita.
CANTO DI IMMACOLATA
(pag. 3 n. 3)
INVOCAZIONI
Ad ogni invocazione rispondiamo:
O Maria, noi ti preghiamo.
1. Perché tutti riconoscano in te la vera Madre di Dio.
2. Perché tutti accettino nel tuo Figlio il Redentore promesso dal Padre.
3. Perché in tutti noi cristiani si accresca la fede.
ORAZIONE
O Dio, che nella verginità feconda di Maria hai dato agli uomini i beni della salvezza, fa’ che sperimentiamo la sua intercessione, poiché per mezzo di lei abbiamo
ricevuto l’autore della vita, Cristo tuo Figlio. Egli vive e regna nei secoli dei secoli.
Amen.
BENEDIZIONE
Il Signore sia con voi.
E con il tuo spirito.
Per l’intercessione della Vergine, Madre del Signore, vi benedica Dio onnipotente,
Padre e Figlio e Spirito Santo.
Amen.
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.
69
CANTO MARIANO FINALE (vedi pagine dei canti)
6 DICEMBRE
MARIA, MADRE DELLA CHIESA
“ECCO TUA MADRE!”
CANTO MARIANO (vedi pagine dei canti)
SALUTO DEL CELEBRANTE
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Amen.
Il Signore, che guida i nostri cuori nell'amore e nella pazienza di Cristo, per intercessione di Maria, che Egli stesso ci ha affidato come Madre, sia con tutti voi.
E con il tuo spirito.
INNO (a cori alternati)
Ave, stella del mare,
madre gloriosa di Dio,
vergine sempre, Maria,
porta felice del cielo.
L'“Ave” del messo celeste
reca l'annunzio di Dio,
muta la sorte di Eva,
dona al mondo la pace.
Spezza i legami agli oppressi,
rendi la luce ai ciechi,
scaccia da noi ogni male,
chiedi per noi ogni bene.
Vergine santa fra tutte,
dolce regina del cielo
rendi innocenti i tuoi figli,
umili e puri di cuore.
(dalla Lit. delle Ore)
RECITA DEL SANTO ROSARIO (testo dei misteri cantati pag.7-8)
LITANIE (tratte dalle Litanie del Cuore Immacolato)
Vergine Immacolata, prega per noi.
Santa Maria
Immagine del cuore di Dio
Immacolata dal concepimento
Piena di grazia
Vergine Immacolata, prega per noi.
Trono di gloria
Santuario della Trinità
Abisso di umiltà
Abitazione del Dio incarnato
70
Vergine Immacolata, prega per noi.
Culla della salvezza
Signora piissima
Inviolato fiore
Dimora di misericordia
Vergine Immacolata, prega per noi.
Signora degli angeli
Porta lucente del cielo
Regina delle vergini
Madre degli uomini
Vergine Immacolata, prega per noi.
PREGHIERA (tutti insieme)
Vergine Santa, tu che sei tutta purezza,
tutta bellezza, tutta grazia,
purifica i nostri cuori.
Vergine Immacolata,
tu che sei senza macchia,
senza peccato, senza ruga,
santifica la nostra vita.
CANTO DI IMMACOLATA
(pag. 3 n. 3)
INVOCAZIONI
Ad ogni invocazione rispondiamo:
O Maria, noi ti preghiamo.
1. Perché nel mondo regni finalmente la pace vera.
2. Perché noi cristiani siamo strumento dell’azione di Dio.
3. Perché in tutte le circostanze, sappiamo vedere l’intervento di Dio.
ORAZIONE
O Dio di misericordia infinita, il Figlio, sulla croce, ci ha donato come Madre nostra la sua stessa Madre: fa’ che la tua Chiesa, sorretta dall’esempio della Vergine
Maria, si allieti ogni giorno della santità dei suoi figli. Per Cristo nostro Signore.
Amen.
BENEDIZIONE
Il Signore sia con voi.
E con il tuo spirito.
Per l’intercessione di Maria, Madre della Chiesa, vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo.
Amen.
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.
71
CANTO MARIANO FINALE (vedi pagine dei canti)
7 DICEMBRE
MARIA, NELLA GLORIA DI DIO
“ANDRÒ A VEDERLA UN DÌ...”
CANTO MARIANO (vedi pagine dei canti)
SALUTO DEL CELEBRANTE
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Amen.
Il Dio della speranza, che ci riempie di ogni gioia e pace nella fede con la potenza
dello Spirito Santo, per intercessione di Maria, primizia della Redenzione, gloriosa
fra i santi, sia con tutti voi.
E con il tuo spirito.
CANTICO (a cori alternati)
«Benedetta sei tu, figlia, davanti al Dio altissimo
più di tutte le donne che vivono sulla terra
e benedetto il Signore Dio
che ha creato il cielo e la terra.
Il coraggio che ti ha sostenuta
non cadrà dal cuore degli uomini,
che ricorderanno per sempre
la potenza del Signore.
Il Signore dia esito felice alla tua opera
a tua perenne esaltazione.
Hai esposto la vita per sollevare il tuo popolo
dall’umiliazione e dall’abbattimento».
(cfr Gd 13,18-20)
RECITA DEL SANTO ROSARIO (testo dei misteri cantati pag.7-8)
LITANIE (tratte dalla Litania Prodigiosa)
Vergine Immacolata, prega per noi.
Santa Maria
Vergine Madre di Dio
Vergine senza macchia
Più pura degli Angeli
Vergine Immacolata, prega per noi.
Aurora della salvezza
Primizia dei redenti
Madre e modello della Chiesa
Segno di sicura speranza
Vergine Immacolata, prega per noi.
Porta del Paradiso
Nostra speranza e conforto
72
Via verso il Signore
Fonte di dolcezza
Vergine Immacolata, prega per noi.
Più lucente del sole
Gloria di Gerusalemme
Letizia di Israele
Esultanza di tutti i santi
Vergine Immacolata, prega per noi.
PREGHIERA (tutti insieme)
Vergine Santa, tu che sei tutta purezza,
tutta bellezza, tutta grazia,
purifica i nostri cuori.
Vergine Immacolata,
tu che sei senza macchia,
senza peccato, senza ruga,
santifica la nostra vita.
CANTO DI IMMACOLATA
(pag. 3 n. 3)
INVOCAZIONI
Ad ogni invocazione rispondiamo:
O Maria, noi ti preghiamo.
1. Perché sia più convinta la fede nella vita eterna.
2. Perché tutto sia fatto per il Cielo.
3. Perché si lavori con impegno alla costruzione del Regno di Dio in terra.
ORAZIONE
O Dio onnipotente, che nella Vergine Maria hai compiuto meraviglie, fino a innalzarla al regno dei cieli con il corpo glorificato, donaci di vivere in questo mondo
costantemente rivolti ai beni eterni e di poter un giorno condividere il gaudio senza
fine. Per Cristo nostro Signore.
Amen.
BENEDIZIONE
Il Signore sia con voi.
E con il tuo spirito.
Per l’intercessione della Vergine, gloriosa fra gli angeli e i santi, vi benedica Dio
onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo.
Amen.
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.
CANTO MARIANO FINALE (vedi pagine dei canti)
73
NOVENA DEL S. NATALE
1. Lucernario Canto: Si accende una Luce
Si accende una luce all’uomo quaggiù,
presto verrà tra noi Gesù.
A questi primi due versi della strofa si aggiungono i due versi indicati per ogni giorno della Novena.
16 dicembre
Vegliate, lo sposo non tarderà;
se siete pronti, vi aprirà.
Rit. Lieti cantate: gloria al Signor!
Nascerà il Redentor!
17 dicembre
Sapienza del Padre, illuminerà,
donando all’uomo verità.
18 dicembre
Nel rovo di fuoco appari a Mosè,
Dio d’Israele, guida e re.
19 dicembre
Virgulto di Iesse germoglierai,
pace e giustizia porterai.
20 dicembre
O chiave di David, tu aprirai,
gli schiavi liberi farai.
21 dicembre
Il volto di Dio su noi splenderà,
l’astro d’oriente sorgerà.
22 dicembre
La pietra angolare ci riunirà,
la casa non vacillerà.
23 dicembre
O Emmanuele, Dio con noi,
ci renderai fratelli tuoi.
24 dicembre
La notte profonda terminerà,
grande fulgore apparirà.
2. Canto delle profezie
Rit.: Ecco il Signore viene: venite adoriamo
74
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
Rallégrati, popolo di Dio
ed esulta di gioia, città di Sion:
* ecco, verrà il Signore
ci sarà grande luce in quel giorno
i monti stilleranno dolcezza;
scorrerà latte e miele tra i colli
perché verrà il grande profeta
ed egli rinnoverà Gerusalemme.
Ecco, verrà il Signore Dio
un uomo della casa di Davide salirà sul trono;
voi lo vedrete
ed esulterà il vostro cuore.
Ecco, verrà il Signore, nostra difesa,
il Santo d’Israele con la corona regale sul capo;
il suo dominio sarà da mare a mare
e dal fiume fino agli ultimi confini della terra.
Ecco apparire il Signore:
non mancherà alla parola data
* se ancor non giunge,
ravviva l’attesa,
poiché certo verrà e non potrà tardare.
Scenderà il Signore dal cielo come rugiada sul vello:
* nei suoi giorni fiorirà la giustizia
e abbonderà la pace;
lo adoreranno i potenti del mondo
e lo serviranno tutte le nazioni della terra.
Nascerà per noi un bambino
e sarà chiamato «Dio forte»;
* siederà sul trono di Davide suo padre
e sarà nostro sovrano:
gli sarà dato il segno del potere e della gloria.
Betlemme, città dell’Altissimo,
da te uscirà il pastore d’Israele;
* nascerà nel tempo, egli l’Eterno
e nell’universo sarà glorificato:
quando egli verrà fra noi, ci farà dono della pace
L’ottava strofa delle «Profezie» cambia ogni giorno della Novena:
16 dicembre
Ecco sta per venire lo sposo, il re d’Israele,
busserà e chiederà di aprirgli la porta.
* È giunto ormai il tempo delle nozze,
il giorno della sua gioia e della sua felicità.
Pronta è la regina, amabile come l’aurora,
bella come la luna e splendente come il sole.
75
17 dicembre
Viene la Sapienza, il creatore dell’universo,
e cerca il luogo del suo riposo.
Prenderà in eredità Israele
e pianterà in Giacobbe la sua tenda con letizia.
18 dicembre
Presto apparirà la nostra guida, il pastore d’Israele;
* verrà per liberare il suo popolo,
lo condurrà verso una terra
fertile e spaziosa dove scorre latte e miele.
19 dicembre
Un nuovo germoglio spunterà dal tronco di Iesse
e lo Spirito del Signore verrà su di lui.
* Stenderà la sua mano e radunerà i dispersi d’Israele.
Vedranno la sua pace
i popoli del mondo e come a stella guarderanno.
20 dicembre
Manderà il Signore il suo servo
e a lui darà il suo potere.
* Gli consegnerà le chiavi della casa di Davide
e sarà per il popolo come un padre per i figli.
21 dicembre
Mostrerà Dio a Gerusalemme
il suo amore e il suo splendore,
* e da oriente ritornerà a Sion la sua gioia.
I popoli godranno della sua splendida aurora
e finiranno tutti i giorni del dolore.
22 dicembre
Metterà il Signore sul monte Sion
una pietra preziosa, un fondamento sicuro.
* Farà trionfare il diritto e la, giustizia
annullerà in quel giorno il potere della morte.
23 dicembre
In quel giorno manderà il Signore stesso un segno dal cielo
* e una vergine darà alla luce un figlio.
Sarà chiamato Dio con noi, si nutrirà di panna e miele
e governerà con giustizia tutti i popoli del mondo.
24 dicembre
Domani sarà sconfitto il male della terra
e regnerà su noi il Salvatore del mondo.
76
3. Inno
16 dicembre
Creatore degli astri,
Verbo eterno del Padre,
la Chiesa a te consacra
il suo canto di lode.
Cielo e terra si prostrano
dinanzi a te. Signore;
tutte le creature
adorano il tuo nome.
Per redimere il mondo,
travolto dal peccato,
nascesti dalla Vergine,
salisti sulla croce.
Nell’avvento glorioso,
alla fine dei tempi,
ci salvi dal nemico
la tua misericordia.
A te gloria, Signore,
nato da Maria Vergine,
al Padre ed allo Spirito
nei secoli sia lode. Amen
Dal 17 in poi
Accogli nel tuo grembo,
o Vergine Maria
il Verbo di Dio Padre.
Su te il divino Spirito
distende la sua ombra,
o Madre del Signore.
Porta santa del tempio,
intatta ed inviolabile,
ti apri al re della gloria.
Predetto dai profeti,
annunziato da un angelo,
nasce Gesù salvatore.
A te, Cristo, sia lode,
al Padre e al Santo Spirito,
nei secoli dei secoli, Amen.
77
4. Salmodia
III DOMENICA DI AVVENTO
I VESPRI
Ant. 1
Canta di gioia Gerusalemme,
viene a te il Salvatore. alleluia
Salmo 112
Lodate il nome del Signore
Ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili (Lc 1,52).
Lodate, servi del Signore, *
lodate il nome del Signore.
Sia benedetto il nome del Signore,*
ora e sempre.
Dal sorgere del sole al suo tramonto*
sia lodato il nome del Signore.
Su tutti i popoli eccelso è il Signore,*
più alta dei cieli è la sua gloria.
Chi è pari al Signore nostro Dio che siede nell'alto *
e si china a guardare nei cieli e sulla terra?
Solleva l'indigente dalla polvere,*
dall'immondizia rialza il povero,
per farlo sedere tra i principi, *
tra i principi del suo popolo.
Fa abitare la sterile nella sua casa*
quale madre gioiosa di figli.
Ant. 1
Canta di gioia Gerusalemme,
viene a te il Salvatore. alleluia
Ant. 2
Io, il Signore, mi avvicino:
la mia giustizia non è più lontana,
la mia salvezza non tarderà.
Salmo 115
Rendimento di grazie nel tempio
Per mezzo di lui (Cristo) offriamo continuamente un sacrificio di lode a Dio (Eb 13,15)
Ho creduto anche quando dicevo:*
"Sono troppo infelice".
Ho detto con sgomento: *
"Ogni uomo è inganno".
Che cosa renderò al Signore *
per quanto mi ha dato?
78
Alzerò il calice della salvezza *
e invocherò il nome del Signore.
Adempirò i miei voti al Signore,*
davanti a tutto il suo popolo.
Preziosa agli occhi del Signore *
è la morte dei suoi fedeli.
Sì, io sono il tuo servo, Signore,
io sono tuo servo, figlio della tua ancella;*
hai spezzato le mie catene.
A te offrirò sacrifici di lode *
e invocherò il nome del Signore.
Adempirò i miei voti al Signore *
e davanti a tutto il suo popolo,
negli atri della casa del Signore,*
in mezzo a te, Gerusalemme.
Ant. 2
Io, il Signore, mi avvicino:
la mia giustizia non è più lontana,
la mia salvezza non tarderà
Ant. 3
Manda, Signore, l’Agnello dominatore del mondo;
venga dal deserto al monte di Sion.
Cantico Fil 2,6-11
Cristo servo di Dio
Cristo Gesù, pur essendo di natura divina,*
non considerò un tesoro geloso la sua uguaglianza con Dio;
ma spogliò se stesso,
assumendo la condizione di servo*
e divenendo simile agli uomini;
apparso in forma umana, umiliò se stesso
facendosi obbediente fino alla morte*
e alla morte di croce.
Per questo Dio l'ha esaltato *
e gli ha dato il nome
che è al di sopra di ogni altro nome;
perché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla terra *
e sotto terra;
e ogni lingua proclami
che Gesù Cristo è il Signore, *
a gloria di Dio Padre.
79
Ant. 3
Manda, Signore, l’Agnello dominatore del mondo;
venga dal deserto al monte di Sion.
5. Preghiera e letture
Della messa del giorno
(dopo la comunione)
6. Antifona al Magnificat (pag. 110)
III DOMENICA DI AVVENTO
II VESPRI
Ant. 1
Ecco il Signore viene:
starà fra i capi del suo popolo, sul trono di gloria
Salmo 109,1-5.7
Il Messia, re e sacerdote
Bisogna che egli regni finché non abbia posto tutti i suoi nemici sotto i suoi piedi (1 Cor 15,25)
Oracolo del Signore al mio Signore:*
"Siedi alla mia destra,
finché io ponga i tuoi nemici *
a sgabello dei tuoi piedi".
Lo scettro del tuo potere stende il Signore da Sion: *
"Domina in mezzo ai tuoi nemici.
A te il principato nel giorno della tua potenza *
tra santi splendori;
dal seno dell'aurora, *
come rugiada, io ti ho generato".
Il Signore ha giurato e non si pente:*
"Tu sei sacerdote per sempre
al modo di Melchisedek".
Il Signore è alla tua destra, *
annienterà i re nel giorno della sua ira.
Lungo il cammino si disseta al torrente*
e solleva alta la testa.
Ant. 1
Ecco il Signore viene:
starà fra i capi del suo popolo, sul trono di gloria
Ant. 2
Scorrano dai monti gioia e giustizia:
viene la luce del mondo, il Signore della gloria.
Salmo 110
Grandi le opere del Signore
Grandi e mirabili sono le tue opere, o Signore Dio onnipotente (Ap 15,3)
80
Renderò grazie al Signore con tutto il cuore,*
nel consesso dei giusti e nell'assemblea.
Grandi sono le opere del Signore,*
le contemplino coloro che le amano.
Le sue opere sono splendore di bellezza,*
la sua giustizia dura per sempre.
Ha lasciato un ricordo dei suoi prodigi: *
pietà e tenerezza è il Signore.
Egli dà il cibo a chi lo teme, *
si ricorda sempre della sua alleanza.
Mostrò al suo popolo la potenza delle sue opere, *
gli diede l'eredità delle genti.
Le opere delle sue mani sono verità e giustizia, *
stabili sono tutti i suoi comandi,
immutabili nei secoli, per sempre,*
eseguiti con fedeltà e rettitudine.
Mandò a liberare il suo popolo, *
stabilì la sua alleanza per sempre.
Santo e terribile il suo nome. *
Principio della saggezza è il timore del Signore,
saggio è colui che gli è fedele; *
la lode del Signore è senza fine.
Ant. 2
Ecco il Signore viene:
starà fra i capi del suo popolo, sul trono di gloria
Ant. 3
Viviamo con giustizia e con fede,
aspettando la beata speranza e la venuta del Signore
Cantico Cfr Ap 19,1-7
Le nozze dell'Agnello
Alleluia.
Salvezza, gloria e potenza sono del nostro Dio; *
veri e giusti sono i suoi giudizi,
Alleluia.
Lodate il nostro Dio, voi tutti, suoi servi,*
voi che lo temete, piccoli e grandi.
Alleluia.
Ha preso possesso del suo regno il Signore,*
il nostro Dio, l'Onnipotente
81
Alleluia.
Rallegriamoci ed esultiamo, *
rendiamo a lui gloria,
Alleluia.
Sono giunte le nozze dell'Agnello;*
la sua sposa è pronta.
Ant. 3
Viviamo con giustizia e con fede,
aspettando la beata speranza e la venuta del Signore
5. Preghiera e letture
Della messa del giorno
(dopo la comunione)
6. Antifona al Magnificat (pag. 110)
LUNEDÌ DELLA III SETTIMANA
Ant. 1
Se è il 16 dicembre
Solleviamo i nostri occhi al Signore,
finché di noi abbia pietà.
Dopo il 16 dicembre
Ecco, viene il Signore,
il Re dei re della terra:
beato chi è pronto per andargli incontro.
Salmo 122
La fiducia del popolo è nel Signore
Due ciechi... gridano: Signore, abbi pietà di noi, figlio di Davide (Mt 20,30)
A te levo i miei occhi, *
a te che abiti nei cieli.
Ecco, come gli occhi dei servi
alla mano dei loro padroni;*
come gli occhi della schiava,
alla mano della sua padrona,
così i nostri occhi
sono rivolti al Signore nostro Dio,*
finché abbia pietà di noi.
Pietà di noi, Signore, pietà di noi,*
già troppo ci hanno colmato di scherni,
noi siamo troppo sazi degli scherni dei gaudenti, *
del disprezzo dei superbi.
Ant. 1
82
Se è il 16 dicembre
Solleviamo i nostri occhi al Signore,
finché di noi abbia pietà.
Dopo il 16 dicembre
Ecco, viene il Signore,
il Re dei re della terra:
beato chi è pronto per andargli incontro.
Ant. 2
Se è il 16 dicembre
Il nostro aiuto è nel nome del Signore:
egli ha fatto il cielo e la terra.
Dopo il 16 dicembre
Cantate al Signore un canto nuovo,
lode a lui fino all’estremità della terra.
Salmo 123
Il nostro aiuto è nel nome del Signore
Il Signore disse a Paolo: "Non aver paura... perché io sono con te" (At 18,9-10)
Se il Signore non fosse stato con noi, - lo dica Israele se il Signore non fosse stato con noi,*
quando uomini ci assalirono,
ci avrebbero inghiottiti vivi, *
nel furore della loro ira.
Le acque ci avrebbero travolti;
un torrente ci avrebbe sommersi,*
ci avrebbero travolti acque impetuose.
Sia benedetto il Signore, *
che non ci ha lasciati, in preda ai loro denti.
Noi siamo stati liberati come un uccello *
dal laccio dei cacciatori:
il laccio si è spezzato *
e noi siamo scampati.
Il nostro aiuto è nel nome del Signore*
che ha fatto cielo e terra.
Ant. 2
Se è il 16 dicembre
Il nostro aiuto è nel nome del Signore:
egli ha fatto il cielo e la terra.
Dopo il 16 dicembre
Cantate al Signore un canto nuovo,
lode a lui fino all’estremità della terra.
Ant. 3
Se è il 16 dicembre
83
In Cristo il Padre ci ha scelti
per essere suoi figli.
Dopo il 16 dicembre
Quando il Figlio dell’uomo verrà,
troverà ancora fede sulla terra?
Cantico Cfr Ef 1,3-10
Dio salvatore
Benedetto sia Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo,*
che ci ha benedetti con ogni benedizione spirituale nei cieli, in Cristo.
In lui ci ha scelti *
prima della creazione del mondo,
per trovarci, al suo cospetto *
santi e immacolati nell'amore.
Ci ha predestinati *
a essere suoi figli adottivi
per opera di Gesù Cristo, *
secondo il beneplacito del suo volere,
a lode e gloria
della sua grazia, *
che ci ha dato
nel suo Figlio diletto;
In lui abbiamo la redenzione
mediante il suo sangue, *
la remissione dei peccati
secondo la ricchezza della sua grazia.
Dio l'ha abbondantemente riversata su di noi
con ogni sapienza e intelligenza, *
poiché egli ci ha fatto conoscere
il mistero del suo volere,
il disegno di ricapitolare in Cristo
tutte le cose *
quelle del cielo
come quelle della terra
Nella sua benevolenza
lo aveva in lui prestabilito *
per realizzarlo
nella pienezza dei tempi.
Ant. 3
84
Se è il 16 dicembre
In Cristo il Padre ci ha scelti
per essere suoi figli.
Dopo il 16 dicembre
Quando il Figlio dell’uomo verrà,
troverà ancora fede sulla terra?
5. Preghiera e letture
Della messa del giorno
(dopo la comunione)
6. Antifona al Magnificat (pag. 110)
MARTEDÌ DELLA III SETTIMANA
Ant. 1
Se è il 16 dicembre
Circonda il tuo popolo, Signore,
ora e sempre.
Dopo il 16 dicembre
Dal santuario del cielo esce il Signore
e viene a salvare il suo popolo.
Salmo 124
Il Signore custodisce il suo popolo
Pace e misericordia su tutto Israele di Dio (Gal 6,16)
Chi confida nel Signore è come il monte Sion: *
non vacilla, è stabile per sempre.
I monti cingono Gerusalemme:
il Signore è intorno al suo popolo*
ora e sempre.
Egli non lascerà pesare lo scettro degli empi*
sul possesso dei giusti,
perché i giusti non stendano le mani*
a compiere il male.
La tua bontà, Signore, sia con i buoni*
e con i retti di cuore.
Quelli che vanno per sentieri tortuosi
il Signore li accomuni alla sorte dei malvagi. *
Pace su Israele!
Ant. 1
Se è il 16 dicembre
Circonda il tuo popolo, Signore,
ora e sempre.
85
Dopo il 16 dicembre
Dal santuario del cielo esce il Signore
e viene a salvare il suo popolo.
Ant. 2
Se è il 16 dicembre
Se non saprete farvi come bambini,
nella novità del cuore e della vita,
non entrerete nel regno dei cieli.
Dopo il 16 dicembre
Tu nostra forza, città di Dio!
Il Salvatore sarà per te muro e baluardo:
aprite le porte, il Signore è con noi, alleluia.
Salmo 130
Confidare in Dio come il bambino nella madre
Imparate da me che sono mite ed umile di cuore (Mt 11,29)
Signore, non si inorgoglisce il mio cuore*
e non si leva con superbia il mio sguardo;
non vado in cerca di cose grandi,*
superiori alle mie forze.
Io sono tranquillo e sereno
come bimbo svezzato in braccio a sua madre, *
come un bimbo svezzato è l'anima mia.
Speri Israele nel Signore, *
ora e sempre.
Ant. 2
Se è il 16 dicembre
Se non saprete farvi come bambini,
nella novità del cuore e della vita,
non entrerete nel regno dei cieli.
Dopo il 16 dicembre
Tu nostra forza, città di Dio!
Il Salvatore sarà per te muro e baluardo:
aprite le porte, il Signore è con noi, alleluia.
Ant. 3
Se è il 16 dicembre
Hai fatto di noi, Signore,
un popolo regale,
sacerdoti per il nostro Dio.
Dopo il 16 dicembre
Sulla terra si conosca la tua via,
la tua salvezza in tutte le nazioni.
86
Cantico Cfr Ap 4,11; 5, 9.10.12
Inno dei salvati
Tu sei degno, o Signore e Dio nostro,
di ricevere la gloria, *
l'onore e la potenza,
perché tu hai creato tutte le cose,
per la tua volontà furono create,*
per il tuo volere sussistono.
Tu sei degno, o Signore,
di prendere il libro *
e di aprirne i sigilli,
perché sei stato immolato
e hai riscattato per Dio con il tuo sangue*
uomini di ogni tribù, lingua, popolo e nazione
e li hai costituiti per il nostro Dio un regno di sacerdoti *
e regneranno sopra la terra.
L'Agnello che fu immolato è degno di potenza,
ricchezza, sapienza e forza,*
onore, gloria e benedizione.
Ant. 3
Se è il 16 dicembre
Hai fatto di noi, Signore,
un popolo regale,
sacerdoti per il nostro Dio.
Dopo il 16 dicembre
Sulla terra si conosca la tua via,
la tua salvezza in tutte le nazioni.
5. Preghiera e letture
Della messa del giorno
(dopo la comunione)
6. Antifona al Magnificat (pag. 110)
MERCOLEDÌ DELLA III SETTIMANA
Ant. 1
Se è il 16 dicembre
Chi semina nelle lacrime,
mieterà con giubilo.
Dopo il 16 dicembre
87
Da Sion viene il Signore onnipotente,
viene a salvare il suo popolo.
Salmo 125
Dio nostra gioia e nostra speranza
Come siete partecipi delle sofferenze, così anche delle consolazioni (2 Cor1,7)
Quando il Signore ricondusse i prigionieri di Sion, *
ci sembrava di sognare.
Allora la nostra bocca si aprì al sorriso *
la nostra lingua si sciolse in canti di gioia.
Allora si diceva tra i popoli: *
"Il Signore ha fatto grandi cose per loro".
Grandi cose ha fatto il Signore per noi,*
ci ha colmati di gioia.
Riconduci, Signore, i nostri prigionieri,*
come i torrenti del Negheb.
Chi semina nelle lacrime
mieterà con giubilo.
Nell'andare, se ne va e piange, *
portando la semente da gettare,
ma nel tornare, viene con giubilo,*
portando i suoi covoni.
Ant. 1
Se è il 16 dicembre
Chi semina nelle lacrime,
mieterà con giubilo.
Dopo il 16 dicembre
Da Sion viene il Signore onnipotente,
viene a salvare il suo popolo.
Ant. 2
Se è il 16 dicembre
Costruisci, o Dio, la nostra casa,
custodisci la tua città.
Dopo il 16 dicembre
Per amore di Sion non tacerò,
finché non sorga la luce del suo Giusto.
Salmo 126
Ogni fatica è vana senza il Signore
Né chi pianta, né chi arringa è qualche cosa, ma è Dio che fa crescere. Voi siete campo di Dio, l'edificio di Dio
(1 Cor 3,7.9)
Se il Signore non costruisce la casa,*
invano vi faticano i costruttori.
88
Se la città non è custodita dal Signore*
invano veglia il custode.
Invano vi alzate di buon mattino,
tardi andate a riposare
e mangiate pane di sudore: *
il Signore ne darà ai suoi amici nel sonno.
Ecco, dono del Signore sono i figli,*
è sua grazia il frutto del grembo.
Come frecce in mano a un eroe *
sono i figli della giovinezza.
Beato l'uomo *
che piena ne ha la farètra:
non resterà confuso quando verrà alla porta*
a trattare con i propri nemici.
Ant. 2
Se è il 16 dicembre
Costruisci, o Dio, la nostra casa,
custodisci la tua città.
Dopo il 16 dicembre
Per amore di Sion non tacerò,
finché non sorga la luce del suo Giusto.
Ant. 3
Se è il 16 dicembre
Generato prima di ogni creatura,
Cristo è il re dell'universo.
Dopo il 16 dicembre
Lo Spirito del Signore è sopra di me:
mi manda fra i poveri
a portare l’annunzio di gioia.
Cantico Cfr Col 1,3.12-20
Cristo fu generato prima di ogni creatura,è il primogenito di coloro che risuscitano dai morti.
Ringraziamo con gioia Dio, *
Padre del Signore nostro Gesù Cristo,
perché ci ha messi in grado di partecipare*
alla sorte dei santi nella luce,
ci ha liberati dal potere delle tenebre*
e ci ha trasferiti nel regno del suo Figlio diletto,
per opera del quale abbiamo la redenzione,*
la remissione dei peccati.
89
Cristo è immagine del Dio invisibile,*
generato prima di ogni creatura;
è prima di tutte le cose *
e tutte in lui sussistono
Tutte le cose sono state create per mezzo di lui *
e in vista di lui:
quelle nei cieli e quelle sulla terra,*
quelle visibili e quelle invisibili.
Egli è il capo del corpo, che è la Chiesa;*
è il principio di tutto,
il primogenito di coloro che risuscitano dai morti, *
per ottenere il primato su tutte le cose.
Piacque a Dio di fare abitare in lui ogni pienezza, *
e per mezzo di lui riconciliare a sé tutte le cose,
rappacificare con il sangue della sua croce,*
gli esseri della terra e quelli del cielo.
Ant. 3
Se è il 16 dicembre
Generato prima di ogni creatura,
Cristo è il re dell'universo.
Dopo il 16 dicembre
Lo Spirito del Signore è sopra di me:
mi manda fra i poveri
a portare l’annunzio di gioia.
5. Preghiera e letture
Della messa del giorno
(dopo la comunione)
6. Antifona al Magnificat (pag. 110)
GIOVEDÌ DELLA III SETTIMANA
Ant. 1
Se è il 16 dicembre
Alle porte della tua casa, o Dio,
i tuoi fedeli cantino di gioia.
Dopo il 16 dicembre
A te, Signore, innalzo l’anima mia:
vieni a liberarmi,
Signore, in te mi rifugio.
90
Salmo 131,1-10
Le promesse divine fatte a Davide
Il Signore gli darà il trono di Davide suo padre (Lc 1,32)
Ricordati, Signore, di Davide, *
di tutte le sue prove,
quando giurò al Signore, *
al Potente di Giacobbe fece voto:
"Non entrerò sotto il tetto della mia casa,*
non mi stenderò sul mio giaciglio,
non concederò sonno ai miei occhi*
né riposo alle mie palpebre,
finché non trovi una sede per il Signore,*
una dimora per il Potente di Giacobbe".
Ecco, abbiamo saputo che era in Éfrata, *
l'abbiamo trovata nei campi di Iàar.
Entriamo nella sua dimora, *
prostriamoci allo sgabello dei suoi piedi.
Alzati, Signore, verso il luogo del tuo riposo,*
tu e l'arca della tua potenza.
I tuoi sacerdoti si vestano di giustizia,*
i tuoi fedeli cantino di gioia.
Per amore di Davide tuo servo *
non respingere il volto del tuo consacrato.
Ant. 1
Se è il 16 dicembre
Alle porte della tua casa, o Dio,
i tuoi fedeli cantino di gioia.
Dopo il 16 dicembre
A te, Signore, innalzo l’anima mia:
vieni a liberarmi,
Signore, in te mi rifugio.
Ant. 2
Se è il 16 dicembre
Il Signore ha scelto Sion
per sua dimora.
Dopo il 16 dicembre
Ricompensa, Signore, quelli che sperano in te;
si riconosca la verità dei tuoi profeti.
91
Salmo 131,11-18
Elezione di Davide e di Sion
Ora appunto ad Abramo e alla sua discendenza furono fatte le promesse... cioè a Cristo (Gal 3,16)
Il Signore ha giurato a Davide
e non ritratterà la sua parola: *
"Il frutto delle tue viscere
io metterò sul tuo trono!
Se i tuoi figli custodiranno la mia alleanza
e i precetti che insegnerò ad essi,*
anche i loro figli per sempre
sederanno sul tuo trono".
Il Signore ha scelto Sion, *
l'ha voluta per sua dimora:
"Questo è il mio riposo per sempre;*
qui abiterò, perché l'ho desiderato.
Benedirò tutti i suoi raccolti, *
sazierò di pane i suoi poveri.
Rivestirò di salvezza i suoi sacerdoti,*
esulteranno di gioia i suoi fedeli.
Là farò germogliare la potenza di Davide,*
preparerò una lampada al mio consacrato.
Coprirò di vergogna i suoi nemici, *
ma su di lui splenderà la corona".
Ant. 2
Se è il 16 dicembre
Il Signore ha scelto Sion
per sua dimora.
Dopo il 16 dicembre
Ricompensa, Signore, quelli che sperano in te;
si riconosca la verità dei tuoi profeti.
Ant. 3
Se è il 16 dicembre
Tutti i popoli verranno alla tua casa, Signore;
adoreranno il tuo santo nome.
Dopo il 16 dicembre
Volgiti un poco, Signore, verso di noi,
vieni dai tuoi servi, non tardare.
Cantico Cfr Ap11,17-18; 12, 10b-12
Il giudizio di Dio
92
Noi ti rendiamo grazie,
Signore Dio onnipotente, *
che sei e che eri,
perché hai messo mano
alla tua grande potenza, *
e hai instaurato il tuo regno.
Le genti fremettero,
ma è giunta l'ora della tua ira, *
il tempo di giudicare i morti,
di dare la ricompensa ai tuoi servi,
ai profeti e ai santi *
e a quanti temono il tuo nome, piccoli e grandi,
Ora si è compiuta la salvezza,
la forza e il regno del nostro Dio*
e la potenza del suo Cristo,
poiché è stato precipitato l'accusatore;
colui che accusava i nostri fratelli,*
davanti al nostro Dio giorno e notte.
Essi lo hanno vinto per il sangue dell'Agnello
e grazie alla testimonianza del loro martirio; *
poiché hanno disprezzato la vita fino a morire.
Esultate, dunque, o cieli, *
rallegratevi e gioite,
voi tutti che abitate in essi.
Ant. 3
Se è il 16 dicembre
Tutti i popoli verranno alla tua casa, Signore;
adoreranno il tuo santo nome.
Dopo il 16 dicembre
Volgiti un poco, Signore, verso di noi,
vieni dai tuoi servi, non tardare.
5. Preghiera e letture
Della messa del giorno
(dopo la comunione)
6. Antifona al Magnificat (pag. 110)
VENERDÌ DELLA III SETTIMANA
Ant. 1
Se è il 16 dicembre
93
Grande è il Signore, nostro Dio,
sopra tutti gli dèi.
Dopo il 16 dicembre
Viene da Sion colui che regnerà:
il Signore, l’Emmanuele, grande è il suo nome
Salmo 134,1-12
Lodate il Signore che opera meraviglie
Popolo che Dio si è acquistato, proclama le opere meravigliose di lui che ti ha chiamato dalle tenebre alla sua
ammirabile luce (cfr 1 Pt 2,9)
Lodate il nome del Signore, *
lodatelo, servi del Signore,
voi che state nella casa del Signore,*
negli atri della casa del nostro Dio.
Lodate il Signore: il Signore è buono;*
cantate inni al suo nome, perché è amabile.
Il Signore si è scelto Giacobbe, *
Israele come suo possesso.
Io so che grande è il Signore, *
il nostro Dio sopra tutti gli dèi.
Tutto ciò che vuole il Signore, egli lo compie
in cielo e sulla terra, *
nei mari e in tutti gli abissi.
Fa salire le nubi dall'estremità della terra,
produce le folgori per la pioggia,*
dalle sue riserve libera i venti.
Egli percosse i primogeniti d'Egitto,*
dagli uomini fino al bestiame.
Mandò segni e prodigi in mezzo a te, Egitto,*
contro il faraone e tutti i suoi ministri.
Colpì numerose nazioni *
e uccise re potenti:
Seon, re degli Amorrèi, Og, re di Basan,*
e tutti i regni di Cànaan.
Diede la loro terra in eredità a Israele,*
in eredità a Israele suo popolo.
Ant. 1
Se è il 16 dicembre
Grande è il Signore, nostro Dio,
sopra tutti gli dèi.
94
Dopo il 16 dicembre
Viene da Sion colui che regnerà:
il Signore, l’Emmanuele, grande è il suo nome
Ant. 2
Se è il 16 dicembre
Casa d'Israele, benedici il Signore,
canta inni al suo nome.
Dopo il 16 dicembre
Perseverate,
e vedrete su di voi l’aiuto del Signore.
Salmo 134,13-21
Dio solo è grande ed eterno
Il Verbo era Dio... si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi (cfr Gv 1,1.14)
Signore, il tuo nome è per sempre;*
Signore, il tuo ricordo per ogni generazione.
Il Signore guida il suo popolo, *
si muove a pietà dei suoi servi.
Gli idoli dei popoli sono argento e oro,*
opera delle mani dell'uomo.
Hanno bocca e non parlano; *
hanno occhi e non vedono;
hanno orecchi e non odono; *
non c'è respiro nella loro bocca.
Sia come loro chi li fabbrica *
e chiunque in essi confida.
Benedici il Signore, casa d'Israele; *
benedici il Signore, casa di Aronne;
Benedici il Signore, casa di Levi; *
voi che temete il Signore, benedite il Signore.
Da Sion sia benedetto il Signore. *
che abita in Gerusalemme.
Ant. 2
Se è il 16 dicembre
Casa d'Israele, benedici il Signore,
canta inni al suo nome.
Dopo il 16 dicembre
Perseverate,
e vedrete su di voi l’aiuto del Signore.
Ant. 3
Se è il 16 dicembre
Tutte le genti verranno ad adorarti, Signore.
95
Dopo il 16 dicembre
Rivolgo lo sguardo al Signore,
aspetto Dio, mio Salvatore.
Cantico Cfr Ap15,3-4
Inno di adorazione e di lode
Grandi e mirabili sono le tue opere,
o Signore Dio onnipotente; *
giuste e veraci le tue vie, o Re delle genti!
Chi non temerà il tuo nome,
chi non ti glorificherà o signore?*
Tu solo sei santo!
Tutte le genti verranno a te, Signore,
davanti a te si prostreranno, *
perché i tuoi giusti giudizi si sono manifestati.
Ant. 3
Se è il 16 dicembre
Tutte le genti verranno ad adorarti, Signore.
Dopo il 16 dicembre
Rivolgo lo sguardo al Signore,
aspetto Dio, mio Salvatore.
5. Preghiera e letture
Della messa del giorno
(dopo la comunione)
6. Antifona al Magnificat (pag. 110)
IV DOMENICA DI AVVENTO
I VESPRI
Ant. 1
Ecco, l’atteso delle nazioni è vicino
la casa del Signore sarà piena di gloria, alleluia
Salmo 121
Saluto alla città santa di Gerusalemme
Voi vi siete accostati al monte Sion e alla città del Dio vivente, alla Gerusalemme celeste (Eb 12,22)
Quale gioia, quando mi dissero: *
"Andremo alla casa del Signore".
E ora i nostri piedi si fermano *
alle tue porte, Gerusalemme!
Gerusalemme è costruita *
come città salda e compatta.
96
Là salgono insieme le tribù, le tribù del Signore,
secondo la legge di Israele, *
per lodare il nome del Signore.
Là sono posti i seggi del giudizio, *
i seggi della casa di Davide.
Domandate pace per Gerusalemme:*
sia pace a coloro che ti amano,
sia pace sulle tue mura, *
sicurezza nei tuoi baluardi.
Per i miei fratelli e i miei amici *
io dirò: "Su di te sia pace!".
Per la casa del Signore nostro Dio, *
chiederò per te il bene.
Ant. 1
Ecco, l’atteso delle nazioni è vicino
la casa del Signore sarà piena di gloria, alleluia
Ant. 2
Vieni, Signore, non tardare
libera il tuo popolo dai peccati
Salmo 129
Dal profondo a te grido
Egli salverà il suo popolo dai suoi peccati (Mt 1,21)
Dal profondo a te grido, o Signore; *
Signore, ascolta la mia voce.
Siano i tuoi orecchi attenti *
alla voce della mia preghiera.
Se consideri le colpe, Signore, *
Signore, chi potrà sussistere?
Ma presso di te è il perdono: *
perciò avremo il tuo timore.
Io spero nel Signore, *
l'anima mia spera nella sua parola.
L'anima mia attende il Signore *
più che le sentinelle l'aurora.
Israele attenda il Signore, *
perché presso il Signore è la misericordia
grande presso di lui la redenzione;*
egli redimerà Israele da tutte le sue colpe.
Ant. 2
Vieni, Signore, non tardare
libera il tuo popolo dai peccati
97
Ant. 3
E’ venuta la pienezza dei tempi:
Dio manda il suo Figlio sulla terra
Cantico Fil 2,6-11
Cristo, servo di Dio
Cristo Gesù, pur essendo di natura divina,*
non considerò un tesoro geloso
la sua uguaglianza con Dio;
ma spogliò se stesso,
assumendo la condizione di servo*
e divenendo simile agli uomini;
apparso in forma umana, umiliò se stesso
facendosi obbediente fino alla morte*
e alla morte di croce.
Per questo Dio l'ha esaltato *
e gli ha dato il nome
che è al di sopra di ogni altro nome;
perché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi
nei cieli, sulla terra *
e sotto terra;
e ogni lingua proclami
che Gesù Cristo è il Signore, *
a gloria di Dio Padre.
Ant. 3
E’ venuta la pienezza dei tempi:
Dio manda il suo Figlio sulla terra
5. Preghiera e letture
Della messa del giorno
(dopo la comunione)
6. Antifona al Magnificat (pag. 110)
IV DOMENICA DI AVVENTO
II VESPRI
Ant. 1
Contemplate la gloria del Signore:
egli entra nel mondo per salvare i popoli
Salmo 109,1-5.7
Il Messia, re e sacerdote
Bisogna che egli regni finché non abbia posto tutti i suoi nemici sotto i suoi piedi (1 Cor 15,25)
98
Oracolo del Signore al mio Signore:*
"Siedi alla mia destra,
finché io ponga i tuoi nemici *
a sgabello dei tuoi piedi".
Lo scettro del tuo potere stende il Signore da Sion: *
"Domina in mezzo ai tuoi nemici.
A te il principato nel giorno della tua potenza *
tra santi splendori;
dal seno dell'aurora, *
come rugiada, io ti ho generato".
Il Signore ha giurato e non si pente:*
"Tu sei sacerdote per sempre
al modo di Melchisedek".
Il Signore è alla tua destra, *
annienterà i re nel giorno della sua ira.
Lungo il cammino si disseta al torrente*
e solleva alta la testa.
Ant. 1
Contemplate la gloria del Signore:
egli entra nel mondo per salvare i popoli
Ant. 2
Le vie tortuose si faranno diritte,
le strade scoscese si appianeranno:
vieni, Signore, non tardare, alleluia
Salmo 111
Beatitudine dell'uomo giusto
Comportatevi come figli della luce: il frutto della luce consiste in ogni bontà, giustizia e verità (Ef 5,8-9)
Beato l'uomo che teme il Signore *
e trova grande gioia nei suoi comandamenti.
Potente sulla terra sarà la sua stirpe,*
la discendenza dei giusti sarà benedetta.
Onore e ricchezza nella sua casa, *
la sua giustizia rimane per sempre.
Spunta nelle tenebre come luce per i giusti,*
buono, misericordioso e giusto.
Felice l'uomo pietoso che dà in prestito,*
amministra i suoi beni con giustizia.
Egli non vacillerà in eterno: *
il giusto sarà sempre ricordato.
Non temerà annunzio di sventura, *
saldo è il suo cuore, confida nel Signore.
99
Sicuro è il suo cuore, non teme, *
finché trionferà dei suoi nemici.
Egli dona largamente ai poveri,
la sua giustizia rimane per sempre,*
la sua potenza s'innalza nella gloria.
L'empio vede e si adira,
digrigna i denti e si consuma. *
Ma il desiderio degli empi fallisce.
Ant. 2
Le vie tortuose si faranno diritte,
le strade scoscese si appianeranno:
vieni, Signore, non tardare, alleluia
Ant. 3
Grande sarà il suo dominio,
e la pace non avrà fine, alleluia
Cantico Cfr Ap 19,1-7
Le nozze dell'Agnello
Alleluia.
Salvezza, gloria e potenza sono del nostro Dio; *
veri e giusti sono i suoi giudizi.
Alleluia.
Lodate il nostro Dio, voi tutti, suoi servi,*
voi che lo temete, piccoli e grandi.
Alleluia.
Ha preso possesso del suo regno il Signore,*
il nostro Dio, l'Onnipotente.
Alleluia.
Rallegriamoci ed esultiamo, *
rendiamo a lui gloria.
Alleluia
Sono giunte le nozze dell'Agnello; *
la sua sposa è pronta.
Ant. 3
Grande sarà il suo dominio,
e la pace non avrà fine, alleluia
5. Preghiera e letture
Della messa del giorno
(dopo la comunione)
100
6. Antifona al Magnificat (pag. 110)
LUNEDÌ DELLA IV SETTIMANA
Ant. 1
Ecco, viene il Signore,
il Re dei re della terra:
beato chi è pronto per andargli incontro.
Salmo 135,1-9
Inno pasquale
Narrare le gesta del Signore significa lodarlo (Cassiano)
Lodate il Signore perché è buono: *
eterna è la sua misericordia.
Lodate il Dio degli dei: *
eterna è la sua misericordia.
Lodate il Signore dei signori: *
eterna è la sua misericordia.
Egli solo ha compiuto meraviglie: *
eterna è la sua misericordia.
Ha creato i cieli con sapienza: *
eterna è la sua misericordia.
Ha stabilito la terra sulle acque: *
eterna è la sua misericordia.
Ha fatto i grandi luminari: *
eterna è la sua misericordia.
Il sole per regolare il giorno: *
eterna è la sua misericordia;
La luna e le stelle per regolare la notte:*
eterna è la sua misericordia.
Ant. 1
Ecco, viene il Signore,
il Re dei re della terra:
beato chi è pronto per andargli incontro.
Ant. 2
Cantate al Signore un canto nuovo,
lode a lui fino all’estremità della terra.
Salmo 135,10-26
Rendimento di grazie per la salvezza operata da Dio
Tutto è stato fatto per mezzo del Verbo e senza di lui niente è stato fatto di tutto ciò che esiste (cfr Gv 1,3)
Percosse l'Egitto nei suoi primogeniti:*
eterna è la sua misericordia.
101
Da loro liberò Israele: *
eterna è la sua misericordia.
Con mano potente e braccio teso: *
eterna è la sua misericordia.
Divise il mar Rosso in due parti: *
eterna è la sua misericordia.
In mezzo fece passare Israele: *
eterna è la sua misericordia.
Travolse il faraone e il suo esercito nel Mar Rosso: *
eterna è la sua misericordia.
Guidò il suo popolo nel deserto: *
eterna è la sua misericordia.
Percosse grandi sovrani *
eterna è la sua misericordia.
Uccise re potenti: *
eterna è la sua misericordia.
Seon, re degli Amorrei: *
eterna è la sua misericordia.
Og, re di Basan: *
eterna è la sua misericordia.
Diede in eredità il loro paese: *
eterna è la sua misericordia.
In eredità a Israele suo servo: *
eterna è la sua misericordia.
Nella nostra umiliazione si è ricordato di noi:*
eterna è la sua misericordia;
Ci ha liberati dai nostri nemici: *
eterna è la sua misericordia.
Egli dà il cibo ad ogni vivente: *
eterna è la sua misericordia.
Lodate il Dio del cielo: *
eterna è la sua misericordia.
Ant. 2
102
Cantate al Signore un canto nuovo,
lode a lui fino all’estremità della terra.
Ant. 3
Quando il Figlio dell’uomo verrà,
troverà ancora fede sulla terra?
Cantico Cfr Ef 1,3-10
Dio Salvatore
Benedetto sia Dio,
Padre del Signore nostro Gesù Cristo,*
che ci ha benedetti con ogni
benedizione spirituale nei cieli, in Cristo.
In lui ci ha scelti *
prima della creazione del mondo,
per trovarci, al suo cospetto, *
santi e immacolati nell'amore.
Ci ha predestinati *
a essere suoi figli adottivi
per opera di Gesù Cristo, *
secondo il beneplacito del suo volere.
a lode e gloria
della sua grazia, *
che ci ha dato
nel suo Figlio diletto;
In lui abbiamo la redenzione
mediante il suo sangue, *
la remissione dei peccati
secondo la ricchezza della sua grazia.
Dio l'ha abbondantemente riversata su di noi
con ogni sapienza e intelligenza,*
poiché egli ci ha fatto conoscere
il mistero del suo volere,
il disegno di ricapitolare in Cristo
tutte le cose, *
quelle del cielo
come quelle della terra.
Nella sua benevolenza
lo aveva in lui prestabilito *
per realizzarlo
nella pienezza dei tempi.
Ant. 3
Quando il Figlio dell’uomo verrà,
troverà ancora fede sulla terra?
103
5. Preghiera e letture
Della messa del giorno
(dopo la comunione)
6. Antifona al Magnificat (pag. 110)
MARTEDÌ DELLA IV SETTIMANA
Ant. 1
Dal santuario del cielo esce il Signore
e viene a salvare il suo popolo.
Salmo 136,1-6
Sui fiumi di Babilonia
Finché abitiamo nel corpo siamo in esilio lontano dal Signore, camminiamo nella fede e non ancora in visione
(2 Cor 5,6.7)
Sui fiumi di Babilonia, là sedevamo piangendo *
al ricordo di Sion.
Ai salici di quella terra *
appendemmo le nostre cetre.
Là ci chiedevano parole di canto *
coloro che ci avevano deportato,
canzoni di gioia, i nostri oppressori:*
"Cantateci i canti di Sion!".
Come cantare i canti del Signore *
in terra straniera?
Se ti dimentico, Gerusalemme, *
si paralizzi la mia destra;
mi si attacchi la lingua al palato,
se lascio cadere il tuo ricordo, *
se non metto Gerusalemme
al di sopra di ogni mia gioia.
Ant. 1
Dal santuario del cielo esce il Signore
e viene a salvare il suo popolo.
Ant. 2
Tu nostra forza, città di Dio!
Il Salvatore sarà per te muro e baluardo:
aprite le porte, il Signore è con noi, alleluia.
Salmo 137
Rendimento di grazie
I re della terra porteranno le loro magnificenze (cfr Ap 21,24)
Ti rendo grazie, Signore, con tutto il cuore:*
hai ascoltato le parole della mia bocca.
104
A te voglio cantare davanti agli angeli,*
mi prostro verso il tuo tempio santo.
Rendo grazie al tuo nome *
per la tua fedeltà e la tua misericordia:
hai reso la tua promessa *
più grande di ogni fama.
Nel giorno in cui t'ho invocato, mi hai risposto, *
hai accresciuto in me la forza.
Ti loderanno, Signore, tutti i re della terra*
quando udranno le parole della tua bocca.
Canteranno le vie del Signore, *
perché grande è la gloria del Signore;
eccelso è il Signore e guarda verso l'umile,*
ma al superbo volge lo sguardo da lontano.
Se cammino in mezzo alla sventura*
tu mi ridoni vita;
contro l'ira dei miei nemici stendi la mano*
e la tua destra mi salva.
Il Signore completerà per me l'opera sua.*
Signore, la tua bontà dura per sempre:
non abbandonare *
l'opera delle tue mani.
Ant. 2
Tu nostra forza, città di Dio!
Il Salvatore sarà per te muro e baluardo:
aprite le porte, il Signore è con noi, alleluia.
Ant. 3 Sulla terra si conosca la tua via,
la tua salvezza in tutte le nazioni.
Cantico Cfr Ap 4,11; 5,9.10.12
Inno dei salvati
Tu sei degno, o Signore e Dio nostro,
di ricevere la gloria, *
l'onore e la potenza,
perché tu hai creato tutte le cose,
per la tua volontà furono create,*
per il tuo volere sussistono.
Tu sei degno, o Signore,
di prendere il libro *
e di aprirne i sigilli,
105
perché sei stato immolato
e hai riscattato per Dio con il tuo sangue*
uomini di ogni tribù, lingua, popolo e nazione
e li hai costituiti per il nostro Dio
un regno di sacerdoti *
e regneranno sopra la terra.
L'Agnello che fu immolato è degno di potenza,
ricchezza, sapienza e forza, *
onore, gloria e benedizione.
Ant. 3 Sulla terra si conosca la tua via,
la tua salvezza in tutte le nazioni.
5. Preghiera e letture
Della messa del giorno
(dopo la comunione)
6. Antifona al Magnificat (pag. 110)
MERCOLEDÌ DELLA IV SETTIMANA
Ant. 1
Da Sion viene il Signore onnipotente,
viene a salvare il suo popolo.
Salmo 138,1-12
Dio vede tutto
Chi mai ha potuto conoscere il pensiero del Signore? O chi mai è stato il suo consigliere? (Rm 11,34)
Signore, tu mi scruti e mi conosci, *
tu sai quando seggo e quando mi alzo.
Penetri da lontano i miei pensieri, *
mi scruti quando cammino e quando riposo.
Ti sono note tutte le mie vie;
la mia parola non è ancora sulla lingua*
e tu, Signore, già la conosci tutta.
Alle spalle e di fronte mi circondi *
e poni su di me la tua mano.
Stupenda per me la tua saggezza, *
troppo alta, e io non la comprendo.
Dove andare lontano dal tuo spirito,*
dove fuggire dalla tua presenza?
Se salgo in cielo, là tu sei, *
se scendo negli inferi, eccoti.
106
Se prendo le ali dell'aurora *
per abitare all'estremità del mare,
anche là mi guida la tua mano *
e mi afferra la tua destra.
Se dico: "Almeno l'oscurità mi copra*
e intorno a me sia la notte";
nemmeno le tenebre per te sono oscure,
e la notte è chiara come il giorno;*
per te le tenebre sono come luce.
Ant. 1
Da Sion viene il Signore onnipotente,
viene a salvare il suo popolo.
Ant. 2
Per amore di Sion non tacerò,
finché non sorga la luce del suo Giusto.
Salmo 138,13-18.23-24
O Dio, tu mi scruti e mi conosci
Dio non è lontano da ciascuno di noi... in lui infatti viviamo, ci muoviamo ed esistiamo (At 17,27.28)
Sei tu che hai creato le mie viscere*
e mi hai tessuto nel seno di mia madre.
Ti lodo, perché mi hai fatto come un prodigio;
sono stupende le tue opere, *
tu mi conosci fino in fondo.
Non ti erano nascoste le mie ossa
quando venivo formato nel segreto,*
intessuto nelle profondità della terra.
Ancora informe mi hanno visto i tuoi occhi*
e tutto era scritto nel tuo libro;
i miei giorni erano fissati, *
quando ancora non ne esisteva uno.
Quanto profondi per me i tuoi pensieri,*
quanto grande il loro numero, o Dio;
Se li conto sono più della sabbia, *
se li credo finiti, con te sono ancora.
Scrutami, Dio, e conosci il mio cuore,*
provami e conosci i miei pensieri:
vedi se percorro una via di menzogna *
e guidami sulla via della vita.
Ant. 2
Per amore di Sion non tacerò,
finché non sorga la luce del suo Giusto.
107
Ant. 3
Lo Spirito del Signore è sopra di me:
mi manda fra i poveri
a portare l’annunzio di gioia.
Cantico Cfr Col 1,3.12-20
Cristo fu generato prima di ogni creatura, è il primogenito di coloro che risuscitano dai morti.
Ringraziamo con gioia Dio, *
Padre del Signore nostro Gesù Cristo,
perché ci ha messi in grado di partecipare*
alla sorte dei santi nella luce,
ci ha liberati dal potere delle tenebre *
ci ha trasferiti nel regno del suo Figlio diletto,
per opera del quale abbiamo la redenzione,*
la remissione dei peccati.
Cristo è immagine del Dio invisibile,*
generato prima di ogni creatura;
è prima di tutte le cose
e tutte in lui sussistono.
Tutte le cose sono state create per mezzo di lui *
e in vista di lui:
quelle nei cieli e quelle sulla terra,*
quelle visibili e quelle invisibili.
Egli è il capo del corpo, che è la Chiesa;*
è il principio di tutto,
il primogenito di coloro che risuscitano dai morti, *
per ottenere il primato su tutte le cose.
Piacque a Dio di fare abitare in lui ogni pienezza *
e per mezzo di lui riconciliare a sé tutte le cose,
rappacificare con il sangue della sua croce,*
gli esseri della terra e quelli del cielo.
Ant. 3
Lo Spirito del Signore è sopra di me:
mi manda fra i poveri
a portare l’annunzio di gioia.
5. Preghiera e letture
Della messa del giorno
(dopo la comunione)
108
6. Antifona al Magnificat (pag. 110)
GIOVEDÌ DELLA IV SETTIMANA
Ant. 1
A te, Signore, innalzo l’anima mia:
vieni a liberarmi,
Signore, in te mi rifugio.
Salmo 143,1-8
Preghiera del Re per la vittoria e per la pace
Le sue mani si sono mosse alla guerra quando vinse il regno del male. Ha detto infatti: Abbiate fiducia, io ho
vinto il mondo (cfr Gv 16,33) (sant'Ilario)
Benedetto il Signore, mia roccia,
che addestra le mie mani alla guerra,*
le mie dita alla battaglia.
Mia grazia e mia fortezza, *
mio rifugio e mia liberazione,
mio scudo in cui confido, *
colui che mi assoggetta i popoli.
Signore, che cos'è un uomo perché te ne curi? *
Un figlio d'uomo perché te ne dia pensiero?
L'uomo è come un soffio, *
i suoi giorni come ombra che passa.
Signore, piega il tuo cielo e scendi,*
tocca i monti ed essi fumeranno.
Le tue folgori disperdano i nemici,*
lancia frecce, sconvolgili.
Stendi dall'alto la tua mano,
scampami e salvami dalle grandi acque,*
dalla mano degli stranieri.
La loro bocca dice menzogne *
e alzando la destra giurano il falso.
Ant. 1
A te, Signore, innalzo l’anima mia:
vieni a liberarmi,
Signore, in te mi rifugio.
Ant. 2
Ricompensa, Signore, quelli che sperano in te;
si riconosca la verità dei tuoi profeti.
Salmo 143,9-15
Preghiera del Re
In Cristo Gesù Dio ha mostrato nei secoli futuri la straordinaria ricchezza della sua grazia mediante la sua
bontà verso di noi (Ef 2,6.7)
109
Mio Dio, ti canterò un canto nuovo,*
suonerò per te sull'arpa a dieci corde;
a te, che dai vittoria al tuo consacrato,*
che liberi Davide tuo servo.
Salvami dalla spada iniqua, *
liberami dalla mano degli stranieri;
la loro bocca dice menzogne *
e la loro destra giura il falso.
I nostri figli siano come piante *
cresciute nella loro giovinezza;
le nostre figlie come colonne d'angolo*
nella costruzione del tempio.
I nostri granai siano pieni, *
trabocchino di frutti d'ogni specie;
siano a migliaia i nostri greggi,
a mirìadi nelle nostre campagne;*
siano carichi i nostri buoi.
Nessuna breccia, nessuna incursione,*
nessun gemito nelle nostre piazze.
Beato il popolo che possiede questi beni:*
beato il popolo il cui Dio è il Signore.
Ant. 2
Ricompensa, Signore, quelli che sperano in te;
si riconosca la verità dei tuoi profeti.
Ant. 3
Volgiti un poco, Signore, verso di noi,
vieni dai tuoi servi, non tardare.
Cantico Cfr Ap 11,17-18 -12,10b-12a
Il giudizio di Dio
Noi ti rendiamo grazie,
Signore Dio onnipotente, *
che sei e che eri,
perché hai messo mano
alla tua grande potenza, *
e hai instaurato il tuo regno.
Le genti fremettero,
ma è giunta l'ora della tua ira, *
il tempo di giudicare i morti,
110
di dare la ricompensa ai tuoi servi,
ai profeti e ai santi *
e a quanti temono il tuo nome, piccoli e grandi.
Ora si è compiuta la salvezza,
la forza e il regno del nostro Dio*
e la potenza del suo Cristo,
poiché è stato precipitato l'Accusatore;
colui che accusava i nostri fratelli,*
davanti al nostro Dio giorno e notte.
essi lo hanno vinto per il sangue dell'Agnello
e la testimonianza del loro martirio,*
perché hanno disprezzato la vita fino a morire.
Esultate, dunque, o cieli, *
rallegratevi e gioite,
voi che abitate in essi.
Ant. 3
Volgiti un poco, Signore, verso di noi,
vieni dai tuoi servi, non tardare.
5. Preghiera e letture
Della messa del giorno
(dopo la comunione)
6. Antifona al Magnificat (pag. 110)
VENERDÌ DELLA IV SETTIMANA
1 ant.
Viene da Sion colui che regnerà:
il Signore, l’Emmanuele, grande è il suo nome
SALMO 144,1-13
Lode alla Maestà divina
Imperscrutabili sono le ricchezze di Cristo. Si manifesta per mezzo della Chiesa la multiforme sapienza di Dio,
secondo il disegno eterno che ha attuato in Cristo nostro Signore (cfr Ef 3, 8-11)
O Dio, mio re, voglio esaltarti *
e benedire il tuo nome in eterno e per sempre.
Ti voglio benedire ogni giorno, *
lodare il tuo nome in eterno e per sempre.
Grande è il Signore *
e degno di ogni lode,
la sua grandezza *
non si può misurare.
111
Una generazione narra all'altra le tue opere,*
annunzia le tue meraviglie.
Proclamano lo splendore della tua gloria *
e raccontano i tuoi prodigi.
Dicono la stupenda tua potenza *
e parlano della tua grandezza.
Diffondono il ricordo della tua bontà immensa, *
acclamano la tua giustizia.
Paziente e misericordioso è il Signore,*
lento all'ira e ricco di grazia.
Buono è il Signore verso tutti, *
la sua tenerezza si espande su tutte le creature.
Ti lodino, Signore, tutte le tue opere*
e ti benedicano i tuoi fedeli.
Dicano la gloria del tuo regno *
e parlino della tua potenza,
per manifestare agli uomini i tuoi prodigi*
e la splendida gloria del tuo regno.
Il tuo regno è regno di tutti i secoli,*
il tuo dominio si estende ad ogni generazione.
1 ant.
Viene da Sion colui che regnerà:
il Signore, l’Emmanuele, grande è il suo nome
2 ant.
Perseverate,
e vedrete su di voi l’aiuto del Signore.
SALMO 144,14-21
Il tuo regno è un regno eterno
Benedetto sia Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, che ci ha benedetti con ogni benedizione spirituale
(Ef 1, 3)
Fedele è il Signore in tutte le sue parole,*
santo in tutte le sue opere.
Il Signore sostiene quelli che vacillano*
e rialza chiunque è caduto.
Gli occhi di tutti sono rivolti a te in attesa *
e tu provvedi loro il cibo a suo tempo.
Tu apri la tua mano *
e sazi la fame di ogni vivente.
Giusto è il Signore in tutte le sue vie,*
santo in tutte le sue opere.
Il Signore è vicino a quanti lo invocano,*
a quanti lo cercano con cuore sincero.
112
Appaga il desiderio di quelli che lo temono,*
ascolta il loro grido e li salva.
Il Signore protegge quanti lo amano,*
ma disperde tutti gli empi.
Canti la mia bocca *
la lode del Signore.
Ogni vivente benedica il suo nome santo,*
in eterno e sempre.
2 ant.
Perseverate,
e vedrete su di voi l’aiuto del Signore.
3 ant.
Rivolgo lo sguardo al Signore,
aspetto Dio, mio Salvatore.
CANTICO Cfr Ap 15,3-4
Inno di adorazione e di lode
Grandi e mirabili sono le tue opere,
o Signore Dio onnipotente; *
giuste e veraci le tue vie, o Re delle genti!
Chi non temerà il tuo nome,
chi non ti glorificherà, o Signore?*
Tu solo sei santo!
Tutte le genti verranno a te, Signore,
davanti a te si prostreranno, *
perché i tuoi giusti giudizi si sono manifestati
3 ant.
Rivolgo lo sguardo al Signore,
aspetto Dio, mio Salvatore.
(dopo la comunione)
6. Antifona al Magnificat
16 dicembre: una delle seguenti:
Lunedì
Tutti i secoli mi diranno beata: Dio ha guardato la sua umile serva.
Martedì
Prima che andassero a vivere insieme,
Maria si trovò incinta per opera dello Spirito Santo, alleluia.
Mercoledì
Sei tu, Signore colui che aspettiamo:
tu vieni a salvare il tuo popolo
Giovedì
113
Rallegratevi con Gerusalemme;
tutti voi che l’amate, trasalite di gioia.
Venerdì
Questa è la testimonianza di Giovanni:
Colui che viene dopo di me, era prima di me
Sabato
Prima di me, nessuno era Dio;
nessuno, dopo di me:
davanti a me si piegherà ogni ginocchio
mi esalterà ogni lingua
Domenica
Sei tu colui che deve venire ,
o aspettiamo un altro?
Dite a Giovanni quello che vedete:
i ciechi ritrovano la luce, risorgono i morti,
il vangelo è annunciato ai poveri, alleluia
17 dicembre:
O Sapienza, che esci dalla bocca dell’Altissimo,
ti estendi ai confini del mondo,
e tutto disponi con soavità e con forza:
vieni, insegnaci la via della saggezza.
18 dicembre:
O Signore, guida della casa d’Israele,
che sei apparso a Mosè nel fuoco del roveto,
e sul monte Sinai gli hai dato la legge:
vieni a liberarci con braccio potente.
19 dicembre:
O Germoglio di lesse, che ti innalzi come segno per i popoli:
tacciono davanti a te i re della terra, e le nazioni t’invocano:
vieni a liberarci, non tardare.
20 dicembre:
O Chiave di Davide, scettro della casa d’Israele,
che apri, e nessuno può chiudere, chiudi, e nessuno può aprire:
vieni, libera l’uomo prigioniero,
che giace nelle tenebre e nell’ombra di morte.
114
21 dicembre:
O Astro che sorgi, splendore della luce eterna, sole di giustizia:
vieni, illumina chi giace nelle tenebre e nell’ombra di morte.
22 dicembre:
O Re delle genti, atteso da tutte le nazioni,
pietra angolare che riunisci i popoli in uno,
vieni, e salva l’uomo che hai formato dalla terra.
23 dicembre:
O Emmanuele, nostro re e legislatore,
speranza e salvezza dei popoli:
vieni a salvarci, o Signore nostro Dio.
CANTICO DELLA BEATA VERGINE Le 1,46-55
Esultanza dell'anima nel Signore
L'anima mia magnifica il Signore *
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l'umiltà della sua serva.*
D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente *
e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia *
si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio,*
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni, *
ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati, *
ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo, *
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri,*
ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.
Gloria al Padre e al Figlio *
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre*
nei secoli dei secoli. Amen.
115
25 DICEMBRE
NATALE DEL SIGNORE (s)
Primi vespri e messa vespertina della vigilia
1. Lucernario Canto: Si accende una Luce
Si accende una luce all’uomo quaggiù,
presto verrà tra noi Gesù.
La notte profonda terminerà,
grande fulgore apparirà.
2. Canto delle profezie
1.
2.
3.
4.
5.
6.
Rit.: Ecco il Signore viene: venite adoriamo
Rallégrati, popolo di Dio
ed esulta di gioia, città di Sion:
* ecco, verrà il Signore
ci sarà grande luce in quel giorno
i monti stilleranno dolcezza;
scorrerà latte e miele tra i colli
perché verrà il grande profeta
ed egli rinnoverà Gerusalemme.
Ecco, verrà il Signore Dio
un uomo della casa di Davide salirà sul trono;
voi lo vedrete
ed esulterà il vostro cuore.
Ecco, verrà il Signore, nostra difesa,
il Santo d’Israele con la corona regale sul capo;
il suo dominio sarà da mare a mare
e dal fiume fino agli ultimi confini della terra.
Ecco apparire il Signore:
non mancherà alla parola data
* se ancor non giunge,
ravviva l’attesa,
poiché certo verrà e non potrà tardare.
Scenderà il Signore dal cielo come rugiada sul vello:
* nei suoi giorni fiorirà la giustizia
e abbonderà la pace;
lo adoreranno i potenti del mondo
e lo serviranno tutte le nazioni della terra.
Nascerà per noi un bambino
e sarà chiamato «Dio forte»;
* siederà sul trono di Davide suo padre
e sarà nostro sovrano:
gli sarà dato il segno del potere e della gloria.
116
7.
8.
Betlemme, città dell’Altissimo,
da te uscirà il pastore d’Israele;
* nascerà nel tempo, egli l’Eterno
e nell’universo sarà glorificato:
quando egli verrà fra noi, ci farà dono della pace
Domani sarà sconfitto il male della terra
e regnerà su noi il Salvatore del mondo.
3. Inno
O Gesù salvatore,
immagine del Padre,
re immortale dei secoli,
luce d'eterna luce,
speranza inestinguibile,
ascolta la preghiera.
Tu che da Maria Vergine
prendi forma mortale,
ricordati di noi!
Nel gaudio del Natale
ti salutiamo, Cristo,
redentore del mondo.
La terra, il cielo, il mare
acclamano il tuo avvento,
o Figlio dell'Altissimo.
Redenti dal tuo sangue,
adoriamo il tuo nome,
cantiamo un canto nuovo.
A te sia gloria, o Cristo,
al Padre e al Santo Spirito
nei secoli dei secoli. Amen.
4. Salmodia
Ant. 1
Il Re della pace viene nella gloria:
tutta la terra desidera il suo volto.
SALMO 112
Lodate, servi del Signore, *
lodate il nome del Signore.
Sia benedetto il nome del Signore, *
ora e sempre.
Dal sorgere del sole al suo tramonto*
sia lodato il nome del Signore.
Su tutti i popoli eccelso è il Signore,*
più alta dei cieli è la sua gloria.
117
Chi è pari al Signore nostro Dio che siede nell'alto *
e si china a guardare nei cieli e sulla terra?
Solleva l'indigente dalla polvere, *
dall'immondizia rialza il povero,
per farlo sedere tra i principi, *
tra i principi del suo popolo.
Fa abitare la sterile nella sua casa *
quale madre gioiosa di figli.
Gloria al Padre…
Ant. 1
Il Re della pace viene nella gloria:
tutta la terra desidera il suo volto.
Ant. 2 Manda sulla terra la sua Parola,
il suo messaggio corre veloce.
SALMO 147
Glorifica il Signore, Gerusalemme, *
loda, Sion, il tuo Dio.
Perché ha rinforzato le sbarre delle tue porte, *
in mezzo a te ha benedetto i tuoi figli.
Egli ha messo pace nei tuoi confini *
e ti sazia con fior di frumento.
Manda sulla terra la sua parola, *
il suo messaggio corre veloce.
Fa scendere la neve come lana, *
come polvere sparge la brina.
Getta come briciole la grandine, *
di fronte al suo gelo chi resiste?
Manda una sua parola ed ecco si scioglie,*
fa soffiare il vento e scorrono le acque.
Annunzia a Giacobbe la sua parola,*
le sue leggi e i suoi decreti a Israele.
Così non ha fatto
con nessun altro popolo, *
non ha manifestato ad altri
i suoi precetti.
Gloria al Padre…
Ant. 2 Manda sulla terra la sua Parola,
il suo messaggio corre veloce.
118
Ant. 3 Oggi il Verbo eterno,
generato dal Padre prima dei secoli,
ha umiliato se stesso,
per noi si è fatto uomo mortale.
CANTICO Fil 2, 6-11
Cristo Gesù, pur essendo di natura divina,*
non considerò un tesoro geloso
la sua uguaglianza con Dio;
ma spogliò se stesso, †
assumendo la condizione di servo *
e divenendo simile agli uomini;
apparso in forma umana, umiliò se stesso†
facendosi obbediente fino alla morte*
e alla morte di croce.
Per questo Dio l'ha esaltato *
e gli ha dato il nome
che è al di sopra di ogni altro nome;
perché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi †
nei cieli, sulla terra *
e sotto terra;
e ogni lingua proclami
che Gesù Cristo è il Signore, *
a gloria di Dio Padre.
Gloria al Padre…
Ant. 3 Oggi il Verbo eterno,
generato dal Padre prima dei secoli,
ha umiliato se stesso,
per noi si è fatto uomo mortale.
5. Preghiera e letture
Della messa della vigilia di Natale
6. Antifona al Magnificat
Quando sorgerà il sole,
vedrete il Re dei re:
come lo sposo dalla stanza nuziale
egli viene dal Padre.
119
Ufficio delle letture e messa della notte
V)
R)
1.
Ant.
Signore, apri le mie labbra
e la mia bocca proclami la tua lode.
Invitatorio
Venite, adoriamo il Signore
che è nato per noi.
Si ripete l’ant.
Venite, applaudiamo al Signore, *
acclamiamo alla roccia della nostra salvezza.
Accostiamoci a lui per rendergli grazie, *
a lui acclamiamo con canti di gioia (Ant.).
Poiché grande Dio è il Signore, *
grande re sopra tutti gli dèi.
Nella sua mano sono gli abissi della terra, *
sono sue le vette dei monti
Suo è il mare, egli l’ha fatto,
le sue mani hanno plasmato la terra (Ant.).
Venite, prostràti adoriamo, *
in ginocchio davanti al Signore che ci ha creati
Egli è il nostro Dio, e noi il popolo del suo pascolo,
il gregge che egli conduce (Ant.).
Ascoltate oggi la sua voce:
« Non indurite il cuore, *
come a Merìba, come nel giorno di Massa nel deserto,
dove mi tentarono i vostri padri:
mi misero alla prova,
pur avendo visto le mie opere (Ant.).
Per quarant’anni mi disgustai di quella generazione
e dissi: Sono un popolo dal cuore traviato, *
non conoscono le mie vie;
perciò ho giurato nel mio sdegno: *
Non entreranno nel luogo del mio riposo » (Ant.)
Gloria al Padre e al Figlio, *
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio e ora e sempre, *
nei secoli dei secoli. Amen (Ant.).
120
2. Inno
1. Venite, fedeli, l’angelo ci invita,
venite, venite a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
Rit. Venite, adoriamo, venite adoriamo,
venite, adoriamo il Signore Gesù!
2. La luce del mondo brilla in una grotta:
la fede ci guida a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
3. La notte risplende, tutto il mondo attende:
seguiamo i pastori a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
4. Il Figlio di Dio, Re dell’universo,
si è fatto bambino a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
5. «Sia gloria nei cieli, pace sulla terra»
un angelo annuncia a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
In latino
1. Adéste, fidéles, læti triumphántes,
veníte, veníte in Bétlehem.
Natum vidéte Regem angelórum.
Rit. Veníte adorémus, veníte adorémus,
veníte adorémus Dóminum.
2. En grege relícto, húmiles ad cunas
vocáti pastóres adpróperant:
et nos ovánti gradu festinémus.
3. Aetérni Paréntis splendórem aetérnum
velátum sub carne vidébimus:
Deum infántem, pannis involútum.
4. Pro nobis egénum et foeno cubántem
piis foveámus ampléxibus:
sic nos amántem quis non redamáret ?
3. Salmodia
1ant.
Mi ha detto il Signore:
Tu sei mio figlio, oggi ti ho generato.
SALMO 2
Perché le genti congiurano, *
perché invano cospirano i popoli?
121
Insorgono i re della terra
e i principi congiurano insieme *
contro il Signore e contro il suo Messia:
« Spezziamo le loro catene, *
gettiamo via i loro legami ».
Se ne ride chi abita i cieli, *
li schernisce dall’alto il. Signore.
Egli parla loro con ira, *
li spaventa nel suo sdegno:
« Io l’ho costituito mio sovrano *
sul Sion mio santo monte ».
Annunzierò il decreto del Signore.
Egli mi ha detto: « Tu sei mio figlio, *
io oggi ti ho generato.
Chiedi a me, ti darò in possesso le genti *
e in dominio i confini della terra.
Le spezzerai con scettro di ferro, *
come vasi di argilla le frantumerai ».
E ora, sovrani, siate saggi,*
istruitevi, giudici della terra;
servite Dio con timore *
e con tremore esultate;
che non si sdegni *
e voi perdiate la via.
Improvvisa divampa la sua ira. *
Beato chi in lui si rifugia.
Gloria…
1ant.
Mi ha detto il Signore:
Tu sei mio figlio, oggi ti ho generato.
2 ant.
Come uno sposo
il Signore esce dalla stanza nuziale.
SALMO 18A
I cieli narrano la gloria di Dio, *
e l’opera delle sue mani annunzia il firmamento,
Il giorno al giorno ne affida il messaggio*
e la notte alla notte ne trasmette notizia.
122
Non è linguaggio e non sono parole,*
di cui non si oda il suono.
Per tutta la terra si diffonde la loro voce*
e ai confini del mondo la loro parola.
Là pose una tenda per il sole
che esce come sposo dalla stanza nuziale, *
esulta come prode che percorre la via.
Egli sorge da un estremo del cielo
e la sua corsa raggiunge l’altro estremo:*
nulla si sottrae al suo calore.
Gloria…
2 ant.
Come uno sposo
il Signore esce dalla stanza nuziale.
3 ant.
Sulle tue labbra è diffusa la grazia,
Dio ti ha benedetto per sempre.
SALMO 44
Effonde il mio cuore liete parole,
io canto al re il mio poema. *
La mia lingua è stilo di scriba veloce.
Tu sei il più bello tra i figli dell’uomo,
sulle tue labbra è diffusa la grazia, *
ti ha benedetto Dio per sempre.
Cingi, prode, la spada al tuo fianco,
nello splendore della tua maestà ti arrida la sorte, *
avanza per la verità, la mitezza e la giustizia.
La tua destra ti mostri prodigi:
le tue frecce acute colpiscono al cuore i tuoi nemici;
sotto di te cadono i popoli.
Il tuo trono, Dio, dura per sempre; *
è scettro giusto lo scettro del tuo regno.
Ami la giustizia e l’empietà detesti:
Dio, il tuo Dio ti ha consacrato *
con olio di letizia, a preferenza dei tuoi, eguali.
Le tue vesti son tutte mirra, aloè e cassia, *
dai palazzi d’avorio ti allietano le cetre.
Figlie di re stanno tra le tue predilette; *
alla tua destra la regina in ori di Ofir.
123
Ascolta, figlia, guarda, porgi l’orecchio, *
dimentica il tuo popolo e la casa di tuo padre;
al re piacerà la tua bellezza. *
Egli è il tuo Signore: pròstrati a lui.
Da Tiro vengono portando doni, *
i più ricchi del popolo cercano il tuo volto.
La figlia del re è tutta splendore, *
gemme e tessuto d’oro è il suo vestito.
E presentata al re in preziosi ricami;*
con lei le vergini compagne a te sono condotte;
guidate in gioia ed esultanza, *
entrano insieme nel palazzo regale.
Ai tuoi padri succederanno i tuoi figli;*
li farai capi di tutta la terra.
Farò ricordare il tuo nome *
per tutte le generazioni,
e i popoli ti loderanno *
in eterno, per sempre.
Gloria…
3 ant.
V)
R)
Sulle tue labbra è diffusa la grazia,
Dio ti ha benedetto per sempre.
Il Verbo di Dio si è fatto carne, alleluia,
è venuto ad abitare in mezzo a noi, alleluia.
4. Prima lettura
Dal libro del profeta Isaia
11, 1-10
LA RADICE DI IESSE E LA PACE MESSIANICA
Un germoglio spunterà dal tronco di lesse, un virgulto germoglierà dalle sue, radici.
Su di lui si poserà lo spirito del Signore, spirito di sapienza e di intelligenza, spirito
di consiglio e di fortezza, spirito di conoscenza e di timore del Signore. Si compiacerà del timore del Signore.
Non giudicherà secondo le apparenze e non prenderà decisioni per sentito dire; ma giudicherà con giustizia i poveri e prenderà decisioni eque per gli oppressi del paese.
La sua parola sarà una verga che percuoterà il violento; con il soffio delle sue labbra ucciderà l’empio. Fascia dei suoi lombi sarà la giustizia, cintura dei suoi fianchi
la fedeltà. Il lupo dimorerà insieme con l’agnello, la pantera si sdraierà accanto al
capretto; il vitello e il leoncello pascoleranno insieme e un fanciullo li guiderà. La
mucca e l’orsa pascoleranno insieme; si sdraieranno insieme i loro piccoli. Il leone
124
si ciberà di paglia, come il bue. Il lattante si trastullerà sulla buca dell’àspide; il
bambino metterà la mano nel covo di serpenti velenosi.
Non agiranno più iniquamente né saccheggeranno in tutto il mio santo monte, perché la saggezza del Signore riempirà il paese come le acque ricoprono il mare. In
quel giorno la radice di lesse si leverà a vessillo per i popoli le genti la cercheranno
con ansia, la sua dimora sarà gloriosa.
RESPONSORIO
Lc 2, 14
R). Oggi il Re del cielo nasce per noi da una vergine per ricondurre l’uomo perduto al regno dei cieli:
*Gode la schiera degli angeli, perché si è manifestata agli uomini la salvezza
eterna.
V). Gloria a Dio nell’alto dei cieli, e pace in terra agli uomini, che egli ama.
*Gode la schiera degli angeli, perché si è manifestata agli uomini la salvezza
eterna.
5. Seconda lettura
Dai « Discorsi » di san Leone Magno, papa
(Disc, 1 per il Natale, 1-3; PL 54, 190.193)
RICONOSCI, CRISTIANO, LA TUA DIGNITÀ
Il nostro Salvatore, carissimi, oggi è nato: rallegriamoci! Non c’è spazio per la tristezza nel giorno in cui nasce la vita, una vita che distrugge la paura della morte e
dona la gioia delle promesse eterne. Nessuno è escluso da questa felicità: la causa
della gioia è comune a tutti perché il nostro Signore, vincitore del peccato e della
morte, non avendo trovato nessuno libero dalla colpa, è venuto per la liberazione di
tutti. Esulti il santo, perché si avvicina al premio; gioisca il peccatore, perché gli è
offerto il perdono; riprenda coraggio il pagano, perché è chiamato alla vita.
Il Figlio di Dio infatti, giunta la pienezza dei tempi che l’impenetrabile disegno divino aveva disposto, volendo riconciliare con il suo Creatore la natura umana, l’assunse
lui stesso in modo che il diavolo, apportatore della morte, fosse vinto da quella stessa
natura che prima lui aveva reso schiava. Così alla nascita del Signore gli angeli cantano esultanti: « Gloria a Dio nel più alto dei cieli e pace in terra agli uomini che egli
ama » (Lc 2, 14). Essi vedono che la celeste Gerusalemme è formata da tutti i popoli
del mondo. Di questa opera ineffabile dell’amore divino, di cui tanto gioiscono gli
angeli nella loro altezza, quanto non deve rallegrarsi l’umanità nella sua miseria! O
carissimi, rendiamo grazie a Dio Padre per mezzo del suo Figlio nello Spirito Santo,
perché nella infinita misericordia con cui ci ha amati, ha avuto pietà di noi, e, mentre
eravamo morti per i nostri peccati, ci ha fatti rivivere con Cristo (cfr. Ef 2, 5) perché
fossimo in lui creatura nuova, nuova opera delle sue mani.
Deponiamo dunque «l’uomo vecchio con la condotta di prima» (Ef 4, 22) e, poiché
siamo partecipi della generazione di Cristo, rinunziamo alle opere della carne. Rico125
nosci, cristiano, la tua dignità e, reso partecipe della natura divina, non voler tornare
all’abiezione di un tempo con una condotta indegna. Ricòrdati chi è il tuo Capo e di
quale Corpo sei membro. Ricòrdati che, strappato al potere delle tenebre, sei stato trasferito nella luce del Regno di Dio. Con il sacramento del battesimo sei diventato
tempio dello Spirito Santo! Non mettere in fuga un ospite così illustre con un comportamento riprovevole e non sottometterti di nuovo alla schiavitù del demonio. Ricorda che il prezzo pagato per il tuo riscatto è il sangue di Cristo.
RESPONSORIO
R). Oggi la pace vera scende per noi dal cielo;
* oggi su tutta la terra i cieli stillano dolcezza.
V). Risplende per noi il giorno di una nuova redenzione, giorno preparato da
secoli, gioia senza fine.
* Oggi su tutta la terra i cieli stillano dolcezza.
6. Cantici
Ant.
Emmanuele sarà il suo nome, Dio-con-noi.
CANTICO I
Is 26, 1-4. 7-9. 12
Inno dopo la vittoria
La città santa di Gerusalemme è cinta da un grande e alto muro con dodici porte (cfr. Ap 21, 12).
Abbiamo una città forte; *
egli ha eretto a nostra salvezza mura e baluardo.
Aprite le porte: *
entri il popolo giusto che si mantiene fedele.
Il suo animo è saldo;
tu gli assicurerai la pace, *
pace perché in te ha fiducia.
Confidate nel Signore sempre, *
perché il Signore è una roccia eterna;
Il sentiero del giusto è diritto, *
il cammino del giusto tu rendi piano.
Sì, nella via dei tuoi giudizi, Signore,
in te noi speriamo; *
al tuo nome e al tuo ricordo
si volge tutto il nostro desiderio.
Di notte anela a te l’anima mia,
al mattino ti cerca il mio spirito,
perché quando pronunzi i tuoi giudizi sulla terra *
giustizia imparano gli abitanti del mondo.
126
Signore, ci concederai la pace, *
poiché tu dai successo a tutte le nostre imprese.
Gloria…
CANTICO II Is 40, 1-8
La venuta del Signore
La parola del Signore rimane in eterno, È questa la parola del Vangelo che vi è stato annunziato (1 Pt 1, 25).
« Consolate, consolate il mio popolo,*
dice il vostro Dio.
Parlate al cuore di Gerusalemme e gridatele
che la sua schiavitù è finita, *
la sua iniquità è stata scontata,
perché ha ricevuto dalla mano dei Signore *
doppio castigo per tutti i suoi peccati
Una voce grida:
« Nel deserto preparate la via al Signore,*
appianate nella steppa la strada per il nostro Dio.
Ogni valle sia colmata, *
ogni monte e colle siano abbassati;
il terreno accidentato si trasformi in piano *
e quello scosceso in pianura.
Allora si rivelerà la gloria del Signore
e la vedrà ogni uomo *
poiché la bocca del Signore ha parlato».
Una voce dice: « Grida» *
e io rispondo: « Che dovrò gridare?»
Ogni uomo è come l’erba *
e tutta la sua gloria è come un fiore del campo.
Secca l’erba, il fiore appassisce *
quando il soffio del Signore spira su di essi.
Secca l’erba, appassisce il fiore,
ma la parola del nostro Dio dura sempre.*
Veramente il popolo è come l’erba.
Gloria…
CANTICO III Is 66, l0-14
Nella città dì Dio consolazione e gioia
La Gerusalemme dì lassù è libera ed è la nostra madre (GaI 4, 26).
127
Rallegratevi con Gerusalemme *
esultate per essa quanti l’amate.
Sfavillate di gioia con essa *
voi tutti che avete partecipato al suo lutto.
Così succhierete al suo petto
e vi sazierete delle sue consolazioni; *
succhierete con delizia
all’abbondanza del suo seno.
Poiché così dice il Signore:
«Ecco io farà scorrere verso di essa,
la prosperità come un fiume; *
come un torrente in piena la ricchezza dei popoli;
i suoi bimbi saranno portati in braccio,*
sulle ginocchia saranno accarezzati.
Come una madre consola un figlio,
così io vi darà la consolazione; *
in Gerusalemme sarete consolati.
Voi lo vedrete e gioirà il vostro cuore,*
le vostre ossa saranno rigogliose
come erba fresca ».
Gloria…
Ant.
Emmanuele sarà il suo nome, Dio-con-noi.
7. Vangelo

Dal vangelo secondo Matteo
1, 18 - 25
Ecco come avvenne la nascita di Gesù Cristo:, sua madre Maria, essendo promessa
sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera
dello Spirito Santo.
Giuseppe suo sposo, che era giusto e non voleva ripudiarla, decise di licenziarla in
segreto. Mentre però stava pensando a queste cose, ecco che gli apparve in sogno
un angelo del Signore e gli disse: « Giuseppe, figlio di Davide, non temere dì prendere con te Maria, tua sposa, perché quel che è generato in lei viene dallo Spirito
Santo. Essa partorirà un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati ».
Tutto questo avvenne perché si adempisse ciò che era stato detto dal Signore per
mezzo del profeta: “ Ecco, la vergine concepirà e partorirà un figlio, che sarà chiamato “Emmanuele”, che significa “Dio-con-noi”. Destatosi dal sonno, Giuseppe
fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore e prese con sé la sua sposa, la
quale, senza-che egli la conoscesse, partorì un figlio, che egli chiamò Gesù.
Parola del Signore.
128
8. Gloria a Dio
La messa continua come al solito
129
Alla fine dell’anno
TE DEUM
1. Noi ti lodiamo, Dio *
ti proclamiamo Signore.
2. O eterno Padre, *
tutta la terra ti adora.
3. A te cantano gli angeli *
tutte le potenze dei cieli:
4. Santo, Santo, Santo *
il Signore Dio dell'universo.
5. I cieli e la terra *
sono pieni della tua gloria.
6. Ti acclama il coro degli apostoli *
e la candida schiera dei martiri;
7. le voci dei profeti si uniscono nella tua lode; *
la santa Chiesa proclama la tua gloria,
8. adora il tuo unico Figlio, *
e lo Spirito Santo Paraclito.
9. Cristo, re della gloria, *
eterno Figlio del Padre,
10. tu nascesti dalla Vergine Madre *
per la salvezza dell'uomo.
11. Vincitore della morte, *
ai aperto ai credenti il regno dei cieli.
12. Tu siedi alla destra di Dio, nella gloria del Padre. *
Verrai a giudicare il mondo alla fine dei tempi.
13. Soccorri i tuoi figli, Signore, *
che hai redento col tuo sangue prezioso.
14. Accoglici nella tua gloria *
nell'assemblea dei santi.
15. Salva il tuo popolo, Signore, *
guida e proteggi i tuoi figli.
16. Ogni giorno ti benediciamo, *
lodiamo il tuo nome per sempre.
17. Degnati oggi, Signore, *
di custodirci senza peccato.
18. Sia sempre con noi la tua misericordia: *
in te abbiamo sperato.
130
19. Pietà di noi, Signore, *
pietà di noi.
20. Tu sei la nostra speranza, *
non saremo confusi in eterno.
Preghiamo
O Padre che esaudisci sempre
La voce dei tuoi figli,
ricevi il nostro umile ringraziamento,
e fa che in una vita serena
e libera dalle insidie del male,
lavoriamo con rinnovata fiducia
all’edificazione del tuo regno
Per Cristo nostro Signore.
Amen.
Segue la benedizione eucaristica.
131
18 – 25 gennaio
OTTAVARIO DI PREGHIERE PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI
Dopo il rosario si recita la seguente preghiera

Dio onnipotente e misericordioso, che, per mezzo del tu Figlio, hai voluto unire le diverse nazioni in un solo popolo, concedi propizio che coloro che si gloriano del nome cristiano, superata ogni divisione, siano una cosa sola nella verità e nella carità, e tutti gli uomini, illuminati dalla vera fede, s'incontrino in
comunione fraterna nell'unica Chiesa. Per Cristo nostro Signore. Amen.

O Dio, che ci hai creati a tua immagine, abbatti tutte le frontiere dell’egoismo
che ci separano da te e ci rendono stranieri al nostro prossimo.
Tu che hai inviato nel mondo il tuo Figlio per radunarci in una sola famiglia,
libera la tua Chiesa da ogni fermento di discordia, perché sia sacramento di
unità per tutti i popoli.
Tu che sul Calvario hai voluto che restasse intatta la tunica del tuo Figlio, sana
le lacerazioni che feriscono i credenti e riuniscili in una sola famiglia.
Tu che sei pazienza infinita, dona a tutte le confessioni cristiane sentimenti di
umiltà e di carità sincera, perché cerchino instancabilmente le vie della riconciliazione.
Tu che sei santo e fedele, illumina con la luce del tuo Spirito le nostre coscienze, perché sappiamo riconoscere i nostri errori per realizzare l’unità nella conversione del cuore.
Tu che nel sangue del tuo Figlio, con l’effusione del tuo Spirito, hai sancito
l’alleanza nuova e universale, fa’ che i tuoi figli siano unanimi nella confessione della fede e concordi nel proclamare la tua lode. Per Cristo nostro Signore.
Amen.
132
11 febbraio
GIORNATA DEL MALATO
Preghiera di benedizione che recita il sacerdote dopo il Padre nostro
Sii benedetto, Dio grande e misericordioso,
che nel Cristo tuo Figlio, nato dalla Vergine Maria,
ci hai donato il medico dei corpi e delle anime.
Volgi il tuo sguardo su tutti quelli che soffrono,
perché nell'esperienza del limite umano
si uniscano più intimamente a te,
fonte di consolazione e di pace.
Benedici coloro che si dedicano al servizio degli infermi
e suscita in quanti godono del dono prezioso della sanità
l'attenzione vigile e affettuosa verso il mondo della malattia; conforta con la
tua paterna provvidenza
i piccoli che in tenera età conoscono il dolore
e i lungodegenti che sentono il peso della solitudine.
Concedi a tutti serenità e salute,
perché possano renderti grazie
insieme ai loro familiari
e ai fratelli di fede nella santa Chiesa.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.
Invocazioni per l’adorazione eucaristica
Signore, noi ti adoriamo!
Signore, noi crediamo in te!
Signore, noi speriamo in te!
Signore, noi ti amiamo!
Signore, noi ti lodiamo!
Signore, noi ti benediciamo!
Popoli dell’universo, lodate tutti il Signore!
Regina della pace prega per noi!
Benedetto colui che viene nel nome del Signore!
Signore, noi crediamo, ma aumenta la nostra fede!
Signore. aumenta il nostro amore!
O Maria, madre di Gesù Cristo, prega per noi!
S. Tu hai detto: «Io sono il Pane di vita».
T. Signore, noi ti acclamiamo.
S. Tu hai detto: «Io sono la risurrezione».
133
T. Signore, noi ti acclamiamo.
S. Tu hai detto «chi crede in me vivrà»
T. Signore, noi ti acclamiamo
S. Il tuo corpo ci dona la vita.
T. Signore, noi crediamo in te.
S. La tua parola ci libera.
T. Signore, noi crediamo in te.
S. La tua parola ci riconforta.
T. Signore, noi crediamo in te.
S. Con la tua Eucaristia tu ci hai dato tutto;
T. Signore, noi ti ringraziamo.
S. Con la tua Eucaristia tu ci doni la vita;
T. Signore, noi ti ringraziamo.
S. Con la tua Eucaristia tu ci doni l’amore;
T. Signore, noi ti ringraziamo.
S. Il tuo amore è la nostra legge;
T. Signore, noi ti amiamo.
S. Il tuo amore è la nostra speranza:
T. Signore, noi ti amiamo.
S. Il tuo amore è verità;
T. Signore, noi ti amiamo.
S. Per la tua Eucaristia sorgente di vita;
T. Signore, noi ti benediciamo.
S. Per la tua Eucaristia sorgente di gioia;
T. Signore, noi ti benediciamo.
S. Per la tua Eucaristia sorgente di speranza;
T. Signore, noi ti benediciamo.
S. Tu hai detto: «Io sono la via».
T. Signore, noi ti lodiamo.
S. Tu hai detto: «Io sono la verità»
T. Signore, noi ti lodiamo.
S. Tu hai detto: «Io sono la vita».
T. Signore, noi ti lodiamo.
S. Tu sei la luce del mondo.
T. Gesù, abbi pietà di noi.
S. Tu sei il nostro Salvatore.
T. Gesù, abbi pietà di noi.
S. Tu sei la nostra vita.
T. Gesù, abbi pietà di noi.
S. Tu hai fatto di Maria il modello dei credenti.
T. Signore, noi ti benediciamo.
134
S. Tu hai associato Maria alla tua opera di salvezza.
T. Signore, noi ti benediciamo.
S. Con Maria tua Madre.
T. Signore, noi ti preghiamo.
S. Con Maria nostra Madre.
T. Signore, noi ti preghiamo.
S. Con Maria immagine della Chiesa.
T. Signore, noi ti preghiamo.
S. Tu che hai detto al paralitico “Alzati e cammina”
T. Signore, fa’ che io cammini.
S. Tu che dici a ciascuno di noi; “Vieni e seguimi”
T. Signore, fa’ che io cammini.
S. Tu che hai detto al cieco nato; “Va’ a lavarti alla piscina di Siloe”
T. Signore, fa’ che io veda.
S. Tu che hai detto al cieco guarito: “Credi nel Figlio dell’uomo?’
T. Signore, fa’ che io veda.
S. Tu che hai detto; “Io sono la luce del mondo”
T. Signore, fa’ che io veda.
S. Tu che hai fatto udire i sordi e parlare i muti
T. Signore, fa’ che io oda.
S. Tu che hai detto; “Beati quelli che ascoltano la mia Parola”
T. Signore, fa’ che io oda.
S. Tu che hai detto al lebbroso: “Lo voglio sii guarito”
T. Signore, guarisci i nostri mali.
S. Tu che hai detto al centurione; “Va’, ti sia fatto secondo la tua fede”.
T. Signore, guarisci i nostri mali.
S. Tu che hai detto alla donna malata: “Va in pace e sii guarita”
T. Signore, guarisci i nostri mali.
S. Signore, fa’ che io veda!
T. Signore, fa’ che io veda la tua luce!
S. Signore, fa’ che io oda!
T. Signore, fa’ che io oda la tua parola!
S. Signore, fa’ che io cammini!
T. Signore, fa’ che io cammini sulla tua strada!
Segue la benedizione eucaristica (cfr pag 40)
135
VIA CRUCIS
ATTO PENITENZIALE
Nel nome del Padre e del Figlio dello Spirito Santo. Amen.
Fratelli, sulla via della croce di Cristo il Padre ha tracciato per uomo il cammino
della salvezza. Ripercorriamo insieme questa strada del dolore e dell’amore del Figlio di Dio, «divenuto obbediente fino alla morte, anzi alla morte di croce»; confessiamo, con cuore pentito, le nostre colpe, per condividere con lui la grazia della risurrezione.
Tu che a Pietro pentito hai offerto il perdono,
Abbi pietà di noi.
Tu che al buon ladrone hai promesso il paradiso,
Abbi pietà di noi.
Tu che sei morto in croce per riaprirei la via del cielo,
Abbi pietà di noi.
Santa madre, deh voi fate,
che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
I STAZIONE
GESU E’ CONDANNATO A MORTE
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua croce hai redento il mondo.
Pilato, dal pretorio, fece condurre fuori Gesù, che portava la corona di spine e il
mantello di porpora, e sedette nel tribunale. Era la preparazione della Pasqua. Disse
ai Giudei: «Ecco il vostro re!». Ma quelli gridarono: «Via, via, crocifiggilo!». E
insistevano a gran voce, chiedendo che venisse crocifisso. Pilato allora decise che
la loro richiesta fosse eseguita, e abbandonò Gesù alla loro volontà.
(Gv 19, 13a. 5a, 14a: Lc 23, 23-25).
Tu sei il Cristo, il figlio del Dio vivo,
noi lo crediamo, o Signore!
Tu sei la Via, la Verità, la Vita.
noi lo crediamo o Signore!
Tu sei il nostro Re,
noi lo crediamo, o Signore!
Santa madre…
136
II STAZIONE
GESÙ È CARICATO DELLA CROCE
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua croce hai redento il mondo.
Dopo averlo schernito, i soldati spogliarono Gesù della porpora e gli misero le sue
vesti, poi lo condussero fuori per crocifiggerlo. «Egli, dice il profeta, si è caricato
delle nostre sofferenze, si è addossato i nostri dolori e noi lo giudicavamo castigato,
percosso da Dio e umiliato». Dice Gesù: «Se qualcuno vuoi venire dietro me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua».
(Mc 15, 20; Is 53. 4-5a, Lc 9, 23)
Signore, ascoltiamo la tua parola.
perché sei il nostro Dio.
Insegnaci a fare la tu a volontà,
perché sei il nostro Dio.
Signore, ti offriamo le sofferenze di ogni giorno,
perché sei il nostro Dio.
Santa madre…
III STAZIONE
GESÙ CADE SOTTO LA CROCE
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua croce hai redento il mondo.
Il castigo che ci dà salvezza si è abbattuto su di lui: per le sue piaghe noi siamo stati
guariti. «Signore, su di me è scesa la tua mano. Sono curvo e accasciato. Palpita il
mio cuore, la forza mi abbandona, si spegne la luce nei miei occhi. Amici e compagni si scostano dalle mie piaghe, i miei vicini stanno a distanza; poiché io sto per
cadere».
(Is 53, 5b; Sal .17, 3b, 7a, 11-12, 18a).
Quando la tentazione ci assale,
aiutaci. o Signore!
Quando non abbiamo la forza di pregare.
aiutaci, o Signore!
Se cadiamo nella colpa.
aiutaci, o Signore!
Santa madre…
137
IV STAZIONE
GESÙ INCONTRA SUA MADRE
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua croce hai redento il mondo.
Parlando a Maria, Simeone aveva profetato: «Egli è qui per la rovina e la risurrezione di molti in Israele, segno di contraddizione perché siano svelati i pensieri di
molti cuori. E anche a te una spada trafiggerà l’anima».
Voi tutti che passate per la via, considerate e osservate se c’è un dolore simile al
mio dolore»,
(Lc 2,34-35; Lam 1, 12a-b).
Perché sei la nostra corredentrice,
noi ti ringraziamo, o Maria.
Perché sei la nostra Madre e Regina,
noi ti ringraziamo, o Maria.
Per la tua umiltà e ubbidienza,
noi ti ringraziamo, o Maria.
Santa madre…
V STAZIONE
GESÙ E AIUTATO DAL CIRENEO
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua croce hai redento il mondo.
Mentre lo conducevano verso il luogo del Golgota, costrinsero un tale che passava,
un certo Simone di Cirene, padre di Alessandro e Rufo, a portare la croce. «Chi non
prende la sua croce e non mi segue – dice il Signore – non è degno di me». «Fratelli, qualora uno venga sorpreso in qualche colpa, voi che avete lo Spirito correggetelo con dolcezza… Portate i pesi gli unì degli altri, così adempirete la legge di Cristo».
(Mc 15, 21; Mt 10, 38; Gal 6,1a, 2).
Per la fraternità delle genti.
ti preghiamo, o Signore!
Per chi lavora al nostro fianco.
ti preghiamo, o Signore!
Per chi è sfinito sotto il peso delta propria croce.
Ti preghiamo, o Signore!
Santa madre…
138
VI STAZIONE
LA VERONICA ASCIUGA IL VOLTO A GESÙ
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua croce hai redento il mondo.
Di te ha detto il mio cuore: «Cercate il suo volto. Il tuo volto, Signore, io cerco.
Non nascondermi il tuo volto».
Molti si stupirono di lui, tanto era sfigurato per essere d’uomo il suo aspetto.
Non ha apparenza né bellezza per attirare i nostri sguardi. Disprezzato e reietto dagli uomini, uomo dei dolori che ben conosce il patire, come uno davanti al quale ci
si copre la faccia».
(Sal 26, 8-9a; Is 52, 14; 53, 2b, 3).
Ti preghiamo per chi guarisce le piaghe del corpo,
conservali nel tuo amore.
Ti preghiamo per i sacerdoti che curano e risanano le anime,
conservali nel tuo amore.
Ti preghiamo per tutti gli operatori di bene,
conservali nel tuo amore.
Santa madre…
VII STAZIONE
GESÙ CADE LA SECONDA VOLTA
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua croce hai redento il mondo.
«Il Signore fece ricadere su di lui l’iniquità di noi tutti. Maltrattato, si lasciò umiliare e non aprì bocca. Era come un agnello condotto al macello, come una pecora
muta di fronte ai suoi tosatori. Salvami, o Dio: affondo nel fango e non ho sostegno; sotto caduto. Per te io sopporto l’insulto e la vergogna mi copre la faccia”.
(Is 53, 6b-7; Sal 68, 2a, 3ab, 8).
Signore, la nostra lebbra è il peccato,
se vuoi, tu puoi guarirci.
Signore, la nostra lebbra è la mancanza di fede,
se vuoi, tu puoi guarirci.
Signore, la nostra lebbra è la mancanza d’amore,
se vuoi, tu puoi guarirci.
Santa madre…
139
VIII STAZIONE
GESÙ CONSOLA LE DONNE DI GERUSALEMME
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua croce hai redento il mondo.
Seguiva Gesù una gran folla di popolo e di donne che si battevano il petto e facevano lamenti su di lui. Ma Gesù, voltandosi verso le donne, disse: «Figlie di Gerusalemme, non piangete su di me, ma piangete su voi stesse e sui vostri figli».
«Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché
senza di me non potete far nulla».
(Lv 23, 27; Gv 15, 5).
Per i fanciulli che si aprono atta vita,
noi ti preghiamo, o Signore!
Per i giovani che affrontano la vita,
noi ti preghiamo, o Signore!
Per la vita cristiana nelle famiglie.
noi ti preghiamo, o Signore!
Per tutte le spose, le mamme, le donne consacrate a Dio,
noi ti preghiamo, o Signore!
Santa madre…
IX STAZIONE
GESÙ CADE PER LA TERZA VOLTA
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua croce hai redento il mondo.
Essi godono della mia caduta, si radunano contro di me per colpirmi
all’improvviso. Mi dilaniano senza posa, mi mettono alla prova, scherno su scherno. Contro di me digrignano i denti.
Noi che siamo forti abbiamo il dovere di sopportare l’infermità dei deboli, senza
compiacere noi stessi. Ciascuno di noi cerchi di compiacere il prossimo nel bene,
per edificarlo. Cristo, infatti non cercò di piacere a se stesso.
(Sal 34, 15-16; Rom 15, 1-3).
Le sofferenze dei malati,
noi ti offriamo o Signore!
La speranza dei tribolati,
noi ti offriamo, o Signore!
Il pentimento dei peccatori,
noi ti offriamo, o Signore!
Santa madre…
140
X STAZIONE
GESÙ É SPOGLIATO DELLE VESTI
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua croce hai redento il mondo.
I soldati, quando ebbero crocifisso Gesù, presero le sue vesti e fecero quattro parti,
una per ciascun soldato. La tunica era senza cuciture, tessuta tutta d’un pezzo da
cima a fondo. Perciò dissero tra loro: «Non stracciamola, ma tiriamo a sorte a chi
tocca. Così si adempiva la Scrittura: «Si son divisi tra loro le mie vesti, e sulla mia
tunica hanno gettato la sorte».
(Gv19, 23-24; Gal 3, 9b-10).
Perché si faccia l’unità delle menti nella verità e l’unità dei cuori nella carità,
ti preghiamo, o Signore!
Per la Chiesa che parla al mondo,
ti preghiamo, o Signore!
Per la Chiesa che serve il mondo.
ti preghiamo, o Signore!
Per la Chiesa perseguitata dal mondo,
ti preghiamo, o Signore!
Santa madre…
XI STAZIONE
GESÙ É INCHIODATO IN CROCE
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua croce hai redento il mondo.
Sul luogo detto Cranio crocifissero Gesù e i due malfattori, uno a destra e l’altro a
sinistra. Gesù diceva: «Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno», I
passanti lo insultavano e, scuotendo il capo, esclamavano: «Ehi, tu che distruggi il
tempio e lo riedifichi in tre giorni, salva te stesso scendendo dalla croce!».
(Lc 23, 33-34a, 35a; Mt 27, 37; Mc 15, 29).
Signore, quando siamo troppo attaccati ai beni terreni.
aumenta la nostra fede.
Signore, quando ci sentiamo avviliti e scoraggiati.
aumenta la nostra fede.
Signore, per poter crescere nel tuo amore,
aumenta la nostra fede.
Santa madre…
141
XII STAZIONE
GESÙ MUORE IN CROCE
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua croce hai redento il mondo.
Alle tre Gesù gridò con voce forte: «Eloì, Eloì, lama sabactàni», che significa: «Dio
mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?».
Il velo del tempio si squarciò nel mezzo. Gesù, gridando a gran voce disse: «Padre,
nelle tue mani consegno il mio spirito». Detto questo, spirò. Dio dimostra il suo
amore verso di noi perché, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per
noi.
(Mc 15, 34-39; Lv 23, 45; Rom 5. 8-9).
Tu ci hai redenti col tuo sangue prezioso.
Ti rendiamo grazie, o Signore!
Tu ci hai insegnato a morire, abbandonandoci al Padre dei cieli, con fiducia.
Ti rendiamo grazie, o Signore!
Tu ci hai raccolti come fratelli, in una sola famiglia, la santa Chiesa,
Ti rendiamo grazie, o Signore.
Santa madre…
XIII STAZIONE
GESÙ É DEPOSTO DALLA CROCE
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua croce hai redento il mondo.
I Giudei, perché i corpi non rimanessero in croce durante il sabato, chiesero a Pilato
che fossero portati via. Sopraggiunta la sera, Giuseppe d’Arimatea andò coraggiosamente da Pilato per chiedere il corpo di Gesù. Pilato concesse la salma. Egli allora, comprato un lenzuolo, lo calò giù dalla croce e ve lo avvolse.
Anche noi, deposto tutto ciò che è di peso e il peccato che ci assedia, teniamo fisso
lo sguardo su Gesù.
(Gv 19, 25: Mc 15. 42-43).
Affinché siamo fedeli ai nostri impegni di cristiani,
Madre di Dio, prega per noi!
Perché siamo sempre disposti a perdonare.
Madre di Dio, prega per noi!
Adesso e nell’ora della morte,
Madre di Dio, prega per noi!
Santa madre…
142
XIV STAZIONE
GESÙ DEPOSTO NEL SEPOLCRO
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua croce hai redento il mondo.
Nel luogo dove era stato crocifisso Gesù vi era un giardino e nel giardino un sepolcro nuovo scavato nella roccia. Là Giuseppe depose il corpo di Gesù. Rotolata poi
una gran pietra sulla porta del sepolcro, se ne andò.
Non sapete che quanti siamo stati battezzati in Cristo Gesù, siamo stati battezzati
netta sua morte? Per mezzo del battesimo siamo dunque stati sepolti insieme a lui
nella morte, perché come Cristo fu risuscitato dai morti per mezzo della gloria del
Padre, così anche noi possiamo camminare in una vita nuova».
(Gv 19, 41; Mt 27, 60b; Lc 23. 54-55a; Rom 6, 3.4)
Quando devo scegliere tra luce e tenebre,
Padre, non sia fatta la mia volontà, ma la tua.
Quando devo scegliere tra Dio e il peccato,
Padre, non sia fatta la mia volontà, ma la tua.
Quando devo scegliere tra te e me,
Padre, non sia fatta la mia volontà, ma la tua.
Santa madre…
XV STAZIONE
GESÙ E RISORTO
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua croce hai redento il mondo.
«L’angelo disse alle donne: “Non abbiate paura, voi! So che cercate Gesù il crocefisso. Non è qui. E’ risorto, come aveva detto; venite a vedere il luogo dove era deposto. Presto, andate a dire ai suoi discepoli: E’ risuscitato dai morti, e ora vi attende in Galilea; là lo vedrete. Ecco io ve l’ho detto”.»
L’annuncio pasquale degli angeli, delle donne, degli apostoli: «Gesù, il crocifisso,
è risorto!», è proclamato attraverso i secoli, a tutti gli uomini, dalla Chiesa.
Questa è la nostra lede.
Tu, che sei la nostra Pasqua, immolato per noi.
Accoglici nel tuo Regno.
Tu, che sei vivente per sempre.
Accoglici nel tuo Regno.
Tu, che sei il nostro premio.
Accoglici nel tuo Regno.
143
Padre nostro...
Ave Maria...
Gloria
Preghiamo
Signore Gesù, con te siamo saliti sul Calvario,
ora ti chiediamo che la luce della tua croce illumini i nostri giorni.
il ricordo della tua sofferenza sia sempre nel nostro cuore;
sarà così sorgente di un più intenso amore per te che ci hai amato.
T. Amen.
Canto conclusivo
144
TRIDUO PASQUALE
VENERDÌ DELLA PASSIONE DEL SIGNORE
Lodi mattutine
V. O Dio, vieni a salvarmi.
R. Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria
Inno
O Gesù redentore,
immagine del Padre,
luce d'eterna luce,
accogli il nostro canto.
Per radunare i popoli
nel patto dell'amore,
distendi le tue braccia
sul legno della croce.
Dal tuo fianco squarciato
effondi sull'altare
i misteri pasquali
della nostra salvezza.
A te sia lode, o Cristo,
speranza delle genti,
al Padre e al Santo Spirito
nei secoli dei secoli. Amen.
Ant. 1
Dio non ha risparmiato il suo unico Figlio:
lo ha dato alla morte per salvare tutti noi.
SALMO 50 Pietà di me, o Signore
Rinnovatevi nello spirito della vostra mente e rivestite l'uomo nuovo (cfr Ef 4, 23-24) .
Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia; *
nel tuo grande amore cancella il mio peccato.
Lavami da tutte le mie colpe, *
mondami dal mio peccato.
Riconosco la mia colpa, *
il mio peccato mi sta sempre dinanzi.
Contro di te, contro te solo ho peccato, *
quello che è male ai tuoi occhi, io l'ho fatto;
perciò sei giusto quando parli, *
retto nel tuo giudizio.
145
Ecco, nella colpa sono stato generato, *
nel peccato mi ha concepito mia madre.
Ma tu vuoi la sincerità del cuore *
e nell'intimo m'insegni la sapienza.
Purificami con issopo e sarò mondato; *
lavami e sarò più bianco della neve.
Fammi sentire gioia e letizia, *
esulteranno le ossa che hai spezzato.
Distogli lo sguardo dai miei peccati, *
cancella tutte le mie colpe.
Crea in me, o Dio, un cuore puro, *
rinnova in me uno spirito saldo.
Non respingermi dalla tua presenza *
e non privarmi del tuo santo spirito.
Rendimi la gioia di essere salvato, *
sostieni in me un animo generoso.
Insegnerò agli erranti le tue vie *
e i peccatori a te ritorneranno.
Liberami dal sangue, Dio, Dio mia salvezza, *
la mia lingua esalterà la tua giustizia.
Signore, apri le mie labbra *
e la mia bocca proclami la tua lode;
poiché non gradisci il sacrificio *
e, se offro olocausti, non li accetti.
Uno spirito contrito *
è sacrificio a Dio,
un cuore affranto e umiliato, *
tu, o Dio, non disprezzi.
Nel tuo amore fa grazia a Sion, *
rialza le mura di Gerusalemme.
Allora gradirai i sacrifici prescritti, *
l'olocausto e l'intera oblazione,
allora immoleranno vittime *
sopra il tuo altare.
Gloria
Ant. 1
Dio non ha risparmiato il suo unico Figlio:
lo ha dato alla morte per salvare tutti noi.
Ant. 2 Gesù Cristo ci ha amato,
146
e ci ha lavato da ogni colpa nel suo sangue.
CANTICO Ab 3, 2-4. 13a. 15-19 Dio appare per il giudizio
Vedranno il Figlio dell'uomo venire su una nube con potenza e gloria grande. Levate il capo perché la vostra
liberazione è vicina (Lc 21, 27.28)
Signore, ho ascoltato il tuo annunzio, *
Signore, ho avuto timore della tua opera.
Nel corso degli anni manifestala, †
falla conoscere nel corso degli anni. *
Nello sdegno ricordati di avere clemenza.
Dio viene da Teman, *
il Santo dal monte Paran.
La sua maestà ricopre i cieli, *
delle sue lodi è piena la terra.
Il suo splendore è come la luce, †
bagliori di folgore escono dalle sue mani: *
là si cela la sua potenza.
Sei uscito per salvare il tuo popolo, *
per salvare il tuo consacrato.
Hai affogato nel mare i cavalli dell'empio, *
nella melma di grandi acque.
Ho udito e fremette il mio cuore, *
a tal voce tremò il mio labbro,
la carie entra nelle mie ossa *
e sotto di me tremano i miei passi.
Sospiro al giorno dell'angoscia *
che verrà contro il popolo che ci opprime.
Il fico infatti non germoglierà, †
nessun prodotto daranno le viti, *
cesserà il raccolto dell'olivo,
i campi non daranno più cibo, †
i greggi spariranno dagli ovili *
e le stalle rimarranno senza buoi.
Ma io gioirò nel Signore, *
esulterò in Dio mio salvatore.
Il Signore Dio è la mia forza, †
egli rende i miei piedi
come quelli delle cerve *
e sulle alture mi fa camminare.
147
Gloria
Ant. 2 Gesù Cristo ci ha amato,
e ci ha lavato da ogni colpa nel suo sangue.
Ant. 3 Adoriamo la tua croce, Signore,
acclamiamo la tua risurrezione:
da questo albero di vita
la gioia è venuta nel mondo.
SALMO 147 La Gerusalemme riedificata
Vieni, ti mostrerò la fidanzata, la sposa dell'Agnello (Ap 21, 9) .
Glorifica il Signore, Gerusalemme, *
loda, Sion, il tuo Dio.
Perché ha rinforzato le sbarre delle tue porte, *
in mezzo a te ha benedetto i tuoi figli.
Egli ha messo pace nei tuoi confini *
e ti sazia con fior di frumento.
Manda sulla terra la sua parola, *
il suo messaggio corre veloce.
Fa scendere la neve come lana, *
come polvere sparge la brina.
Getta come briciole la grandine, *
di fronte al suo gelo chi resiste?
Manda una sua parola ed ecco si scioglie, *
fa soffiare il vento e scorrono le acque.
Annunzia a Giacobbe la sua parola, *
le sue leggi e i suoi decreti a Israele.
Così non ha fatto con nessun altro popolo, *
non ha manifestato ad altri i suoi precetti.
Gloria
Ant. 3 Adoriamo la tua croce, Signore,
acclamiamo la tua risurrezione:
da questo albero di vita
la gioia è venuta nel mondo.
Lettura Breve Is 52, 13-15
Ecco, il mio servo avrà successo, sarà innalzato, onorato, esaltato grandemente.
Come molti si stupirono di lui tanto era sfigurato per essere d'uomo il suo aspetto e
diversa la sua forma da quella dei figli dell'uomo così si meraviglieranno di lui
molte genti; i re davanti a lui si chiuderanno la bocca, poiché vedranno un fatto mai
148
ad essi raccontato e comprenderanno ciò che mai avevano udito.
Invece del Responsorio Breve si dice l'antifona:
Cristo per noi si è fatto obbediente sino alla morte,
e alla morte in croce.
Antifona al Benedictus
Sopra la tua testa era scritta l'accusa:
Gesù Nazareno, re dei giudei.
CANTICO DI ZACCARIA (Lc 1, 68-79)
Il Messia e il suo Precursore
Benedetto il Signore Dio d'Israele, *
perché ha visitato e redento il suo popolo,
e ha suscitato per noi una salvezza potente *
nella casa di Davide, suo servo,
come aveva promesso *
per bocca dei suoi santi profeti d'un tempo:
salvezza dai nostri nemici, *
e dalle mani di quanti ci odiano.
Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri *
e si è ricordato della sua santa alleanza,
del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre,
di concederci, liberati dalle mani dei nemici,
di servirlo senza timore, in santità e giustizia *
al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.
E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell'Altissimo *
perché andrai innanzi al Signore a preparargli le strade,
per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza *
nella remissione dei suoi peccati,
grazie alla bontà misericordiosa del nostro Dio, *
per cui verrà a visitarci dall'alto un sole che sorge
per rischiarare quelli che stanno nelle tenebre *
e nell'ombra della morte
e dirigere i nostri passi *
sulla via della pace.
Gloria
Antifona al Benedictus
149
Sopra la tua testa era scritta l'accusa:
Gesù Nazareno, re dei giudei.
Invocazioni
Gloria e benedizione a Cristo nostro redentore, che patì e morì per noi, e fu sepolto per risorgere a vita immortale. A lui con profondo amore innalziamo la nostra
preghiera:
Abbi pietà di noi, Signore.
Divino Maestro, che ti sei fatto per noi obbediente fino alla morte e alla morte di
croce,
- insegnaci a obbedire sempre alla volontà del Padre.
Gesù, vita nostra, che morendo sulla croce hai vinto la morte e l'inferno,
- donaci di comunicare alla tua morte per condividere la tua risurrezione.
Re glorioso, inchiodato su un patibolo infame e calpestato come un verme,
- insegna a noi come rivestirci di quell'umiltà che ha redento il mondo.
Salvezza nostra, che hai sacrificato la vita per amore dei fratelli,
- fa' che ci amiamo come tu ci hai amato.
Redentore nostro, che hai reso le braccia sulla croce per stringere a te tutto il genere
umano in un vincolo indistruttibile di amore,
- raccogli nel tuo regno tutti i figli di Dio dispersi.
Padre nostro.
Orazione
Guarda con amore, Padre, questa tua famiglia, per la quale il Signore nostro Gesù
Cristo non esitò a consegnarsi nelle mani dei nemici e a subire il supplizio della
croce. Egli è Dio, e vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.
R. Amen
SABATO SANTO
Lodi mattutine
V. O Dio, vieni a salvarmi.
R. Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria
Inno
O Gesù redentore,
immagine del Padre,
luce d'eterna luce,
accogli il nostro canto.
Per radunare i popoli
nel patto dell'amore,
150
distendi le tue braccia
sul legno della croce.
Dal tuo fianco squarciato
effondi sull'altare
i misteri pasquali
della nostra salvezza.
A te sia lode, o Cristo,
speranza delle genti,
al Padre e al Santo Spirito
nei secoli dei secoli. Amen.
Ant. 1
Canteranno su di lui il lamento,
come per un figlio unico:
l'innocente, il Signore, è stato ucciso.
SALMO 63
Ascolta, Dio, la voce, del mio lamento, *
dal terrore del nemico preserva la mia vita.
Proteggimi dalla congiura degli empi, *
dal tumulto dei malvagi.
Affilano la loro lingua come spada, †
scagliano come frecce parole amare *
per colpire di nascosto l'innocente;
lo colpiscono di sorpresa *
e non hanno timore.
Si ostinano nel fare il male, †
si accordano per nascondere tranelli; *
dicono: «Chi li potrà vedere?».
Meditano iniquità, attuano le loro trame: *
un baratro è l'uomo e il suo cuore un abisso.
Ma Dio li colpisce con le sue frecce: *
all'improvviso essi sono feriti,
la loro stessa lingua li farà cadere; *
chiunque, al vederli, scuoterà il capo.
Allora tutti saranno presi da timore, †
annunzieranno le opere di Dio *
e capiranno ciò che egli ha fatto.
Il giusto gioirà nel Signore †
e riporrà in lui la sua speranza, *
i retti di cuore ne trarranno gloria.
151
Gloria
Ant. 1
Canteranno su di lui il lamento,
come per un figlio unico:
l'innocente, il Signore, è stato ucciso.
Ant. 2 Dal potere delle tenebre
libera, Signore, la mia anima.
CANTICO Is 38, 10-14. 17-20
Io dicevo: «A metà della mia vita †
me ne vado alle porte degli inferi; *
sono privato del resto dei miei anni».
Dicevo: «Non vedrò più il Signore *
sulla terra dei viventi,
non vedrò più nessuno *
fra gli abitanti di questo mondo.
La mia tenda è stata divelta e gettata lontano, *
come una tenda di pastori.
Come un tessitore hai arrotolato la mia vita, †
mi recidi dall'ordito. *
In un giorno e una notte mi conduci alla fine».
Io ho gridato fino al mattino. *
Come un leone, così egli stritola tutte le mie ossa.
Pigolo come una rondine, *
gemo come una colomba.
Sono stanchi i miei occhi *
di guardare in alto.
Tu hai preservato la mia vita dalla fossa della distruzione, *
perché ti sei gettato dietro le spalle tutti i miei peccati.
Poiché non ti lodano gli inferi, *
né la morte ti canta inni;
quanti scendono nella fossa *
nella tua fedeltà non sperano.
Il vivente, il vivente ti rende grazie *
come io faccio quest'oggi.
Il padre farà conoscere ai figli *
la fedeltà del tuo amore.
152
Il Signore si è degnato di aiutarmi; †
per questo canteremo sulle cetre tutti i giorni della nostra vita, *
canteremo nel tempio del Signore.
Gloria
Ant. 2 Dal potere delle tenebre
libera, Signore, la mia anima.
Ant. 3 Ero morto, ora vivo nei secoli:
mie sono le chiavi della morte e dell'inferno.
SALMO 150
Lodate il Signore nel suo santuario, *
lodatelo nel firmamento della sua potenza.
Lodatelo per i suoi prodigi, *
lodatelo per la sua immensa grandezza.
Lodatelo con squilli di tromba, *
lodatelo con arpa e cetra;
lodatelo con timpani e danze, *
lodatelo sulle corde e sui flauti.
Lodatelo con cembali sonori, †
lodatelo con cembali squillanti; *
ogni vivente dia lode al Signore.
Gloria
Ant. 3 Ero morto, ora vivo nei secoli:
mie sono le chiavi della morte e dell'inferno.
Lettura Breve Os 5, 15b-6, 2
Così dice il Signore: Ricorreranno a me nella loro angoscia. Venite, ritorniamo al
Signore: egli ci ha straziato ed egli ci guarirà. Egli ci ha percosso ed egli ci fascerà.
Dopo due giorni ci ridarà la vita e il terzo ci farà rialzare e noi vivremo alla sua
presenza.
Invece del Responsorio Breve si dice l'antifona:
Cristo per noi si è fatto obbediente
sino alla morte,
e alla morte in croce.
Per questo Dio lo ha innalzato,
e gli ha dato il nome che è sopra ogni nome.
Antifona al Benedictus
153
Salvaci, Salvatore del mondo!
Sulla croce ci hai redenti con il tuo sangue:
aiutaci, Signore nostro Dio.
CANTICO DI ZACCARIA (Lc 1, 68-79)
Il Messia e il suo Precursore
Benedetto il Signore Dio d'Israele, *
perché ha visitato e redento il suo popolo,
e ha suscitato per noi una salvezza potente *
nella casa di Davide, suo servo,
come aveva promesso *
per bocca dei suoi santi profeti d'un tempo:
salvezza dai nostri nemici, *
e dalle mani di quanti ci odiano.
Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri *
e si è ricordato della sua santa alleanza,
del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre,
di concederci, liberati dalle mani dei nemici,
di servirlo senza timore, in santità e giustizia *
al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.
E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell'Altissimo *
perché andrai innanzi al Signore a preparargli le strade,
per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza *
nella remissione dei suoi peccati,
grazie alla bontà misericordiosa del nostro Dio, *
per cui verrà a visitarci dall'alto un sole che sorge
per rischiarare quelli che stanno nelle tenebre *
e nell'ombra della morte
e dirigere i nostri passi *
sulla via della pace.
Gloria
Antifona al Benedictus
Salvaci, Salvatore del mondo!
Sulla croce ci hai redenti con il tuo sangue:
aiutaci, Signore nostro Dio.
154
Invocazioni
Adoriamo e benediciamo il nostro Redentore che patì, morì per noi e fu sepolto, per
risorgere a vita immortale. Pieni di riconoscenza e di amore rivolgiamo al Cristo la
nostra preghiera:
Abbi pietà di noi, Signore.
Cristo Salvatore, che hai voluto vicino alla tua croce e al tuo sepolcro la tua Madre
addolorata,
- fa' che in mezzo alle sofferenze e alle lotte della vita comunichiamo alla tua
passione.
Cristo Signore, che come il chicco di frumento fosti sepolto nella terra per una sovrabbondante messe di vita eterna,
- fa' che, morti definitivamente al peccato, viviamo con te per il Padre.
Maestro divino, che nei giorni della sepoltura ti sei nascosto agli occhi di tutti gli
uomini,
- insegnaci ad amare la vita nascosta con te nel mistero del Padre.
Nuovo Adamo, che sei disceso nel regno dei morti per liberare le anime dei giusti
prigionieri fin dall'origine del mondo,
- fa' che tutti coloro che sono prigionieri del male ascoltino la tua voce e risorgano insieme con te.
Cristo, Figlio di Dio, che mediante il battesimo ci hai uniti misticamente a te nella
morte e nella sepoltura,
- fa' che, configurati alla tua risurrezione, viviamo una vita nuova.
Padre nostro.
Orazione
O Dio eterno e onnipotente, che ci concedi di celebrare il mistero del Figlio tuo
Unigenito, disceso nelle viscere della terra, fa' che, sepolti con lui nel battesimo,
risorgiamo con lui nella gloria della risurrezione. Egli è Dio, e vive e regna con te,
nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
155
CORONCINA DEL MESE DI MAGGIO
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
CON LA PRIMA PREGHIERA SI DOMANDA A MARIA IL SANTO AMORE
Eccoci ai tuoi piedi, SS. Vergine, noi tuoi figli, che, desiderosi di presentarti in
questi giorni un particolare ossequio, corriamo a te, e umiliati alla tua presenza, ti
offriamo questo piccolo omaggio.
Accettalo, o SS. Madre, ed ascolta la preghiera dei tuoi devoti i quali ti supplicano
a voler loro concedere il tuo santo amore; infiamma i nostri cuori di questo sacro
fuoco, affinché possiamo degnamente lodarti e benedirti non solo in questi giorni,
ma in tutto il tempo della nostra vita onde poi goderti nella gloria del santo Paradiso.
(Ave e Gloria)
Volgi, o pietosa Vergine
ai figli tuoi uno sguardo;
l’alma ferisci, infiammaci
d’un tuo amoroso dardo.
Tu nostra mente illumina;
splenda su noi un tuo raggio;
prima che spiri il maggio,
nostr’alma tua sarà.
CON LA SECONDA PREGHIERA SI DOMANDA A MARIA LA FORTEZZA
NELLA FEDE
Maria SS., il vedere come ai nostri giorni tante povere anime ingannate dalle insidie del demonio corrono precipitose dietro le tenebre dell’errore abbandonando il
lume della vera fede, ci affligge tanto; molto più vediamo trafitto il tuo cuore e
squarciato il seno della Chiesa, sposa del tuo divin Figlio. Mentre, dunque,
c’impegniamo a compensare in questo mese gli oltraggi dei peccatori, ti preghiamo
ancora a mantenerci fermi nella fede, a darci forza e coraggio nel difenderla e ti
supplichiamo a ricondurre nella retta via tanti figli traviati affinché camminando al
lume della vera fede possano amarti in questa vita e poi goderti nell’altra insieme al
Padre, al Figlio e allo Spirito Santo.
(Ave e Gloria)
Tu che di averno il dèmone
calchi col santo piede,
forza, coraggio impetraci
nel sostener la fede.
Tu nostra mente ecc.
156
CON LA TERZA PREGHIERA SI DOMANDA A MARIA IL DOLORE DEI
PECCATI
Maria SS., rifugio dei peccatori, noi miseri figli d’Adamo, dando uno sguardo alla
nostra vita passata, la troviamo macchiata di tante colpe che hanno angustiato la tua
benedetta anima e rinnovato la passione del tuo figlio Gesù. Noi le detestiamo nuovamente, Maria SS., e proponiamo con tutto il cuore di non offenderlo mai più. Ottienici, dunque, potentissima nostra Avvocata, dal tuo Figlio un continuo dolore dei
nostri peccati, la grazia di non più peccare e la perseveranza nel tuo santo servizio.
(Ave e Gloria)
La colpa, di noi miseri
il Cristo al tronco appese;
deh! ci conceda l’umile
dolor di tante offese.
Tu nostra mente ecc.
OFFERTA
Madre SS., Regina del cielo e della terra, accetta oggi il fioretto, che i tuoi figli ti
offrono come pegno dell’amore che nutrono verso di te. È vero, o SS. Vergine, che
il dono è assai meschino, ma, qualunque esso sia, siamo sicuri che tu lo accetterai,
perché tu sei madre dell’umiltà e non disdegni di ricevere anche l’umile fiorellino
del campo. Ma è possibile che noi ci partiremo da te, lasciandoti un così piccolo
dono? Ah! no, affettuosissima nostra Madre, noi non ci allontaneremo oggi dai tuoi
piedi se prima non ti faremo un’offerta che sia degna di te. Noi abbiamo un cuore
che tende sempre ad amare e cerca un oggetto che possa saziarlo; se il nostro cuore
gusterà le delizie del tuo santo amore, oh! certo non avrà più nulla da desiderare.
Tu ci domandi questo cuore. Tu lo vuoi, eccolo nelle tue mani. Accettalo, santificalo, riscaldalo col fuoco del tuo santo amore, innamoralo tutto di te.
Ma sai, o Vergine SS., questo cuore che noi ti offriamo non è ancora totalmente
distaccato dall’amore alle creature, esso ha qualche piccolo attaccamento alle cose
terrene. Però, oggi che l’abbiamo donato a te, deve essere tutta opera tua di allontanarlo da qualunque affetto terreno che potrebbe impedire a noi l’acquisto di quelle
sante virtù che un giorno dovranno condurci nella gloria del santo paradiso, ove ti
potremo amare e godere insieme agli angeli per tutti i secoli dei secoli. Amen.
V. Prega per noi, santa Madre di Dio.
R. Affinché siamo fatti degni delle promesse di Cristo.
PREGHIAMO — Dio onnipotente ed eterno, che con la cooperazione dello Spirito
Santo preparasti il corpo e l’anima della gloriosa Vergine Maria, affinché meritasse
di divenire degna abitazione del tuo Figlio: concedici, per la pia intercessione di
colei della cui commemorazione ci allietiamo, di essere liberati dai mali che ci minacciano e dalla morte eterna. Per lo stesso Cristo nostro Signore. Amen.
157
SUPPLICA ALLA SS. VERGINE DEL ROSARIO DI POMPEI
Si recita l’8 maggio e la prima domenica di ottobre a mezzogiorno
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
O augusta Regina delle Vittorie, o Sovrana del cielo e della terra, al cui nome si
rallegrano i cieli e tremano gli abissi, o Regina gloriosa del Rosario, noi devoti figli
tuoi, raccolti nel tuo tempio di Pompei in questo giorno solenne, effondiamo gli affetti del nostro cuore e con confidenza di figli ti esprimiamo le nostre miserie.
Dal trono di clemenza, dove siedi regina, volgi, o Maria, il tuo sguardo pietoso su
di noi, sulle nostre famiglie, sull’Italia, sull’Europa, sul mondo. Ti prenda compassione degli affanni e dei travagli che amareggiano la nostra vita. Vedi, o Madre,
quanti pericoli nell’anima e nel corpo, quante calamità ed afflizioni ci costringono.
O Madre, implora per noi misericordia dal tuo Figlio divino e vinci con la clemenza il cuore dei peccatori. Sono nostri fratelli e figli tuoi che costano sangue al dolce
Gesù e contristano il tuo sensibilissimo Cuore. Mostrati a tutti quale sei, Regina di
pace e di perdono.
Ave Maria...
É vero che noi, per primi, benché tuoi figli, con i peccati torniamo a crocifiggere in
cuor nostro Gesù e trafiggiamo nuovamente il tuo cuore.
Lo confessiamo: siamo meritevoli dei più aspri castighi, ma tu ricordati che, sul
Golgota, raccogliesti, col Sangue divino, il testamento del Redentore moribondo,
che ti dichiarava Madre nostra, Madre dei peccatori.
Tu dunque, come Madre nostra, sei la nostra Avvocata, la nostra speranza. E noi,
gementi, stendiamo a te le mani supplichevoli, gridando: Misericordia!
O Madre buona, abbi pietà di noi, delle anime nostre, delle nostre famiglie, dei nostri parenti, dei nostri amici, dei nostri defunti, soprattutto dei nostri nemici e di
tanti che si dicono cristiani, eppur offendono il Cuore amabile del tuo Figlio. Pietà
oggi imploriamo per la Nazioni traviate, per tutta l’Europa, per tutto il mondo, perché pentito ritorni al tuo Cuore. Misericordia per tutti, o Madre di Misericordia!
Ave Maria...
Degnati benevolmente, o Maria, di esaudirci! Gesù ha riposto nelle tue mani tutti i
tesori delle Sue grazie e delle Sue misericordie.
Tu siedi, coronata Regina, alla destra dei tuo Figlio, splendente di gloria immortale
su tutti i cori degli Angeli. Tu stendi il tuo dominio per quanto sono distesi i cieli, e
a te la terra e le creature tutte sono soggette. Tu sei l’onnipotente per grazia, tu
dunque puoi aiutarci. Se tu non volessi aiutarci, perché figli ingrati ed immeritevoli
della tua protezione, non sapremmo a chi rivolgerci. Il tuo cuore, Madre, non permetterà di vedere noi, tuoi figli, perduti. Il Bambino che vediamo sulle tue ginocchia e la mistica corona che miriamo nella tua mano ci ispirano fiducia che saremo
esauditi.
E noi confidiamo pienamente in te, ci abbandoniamo come deboli figli tra le braccia della più tenera fra le Madri e, oggi stesso, da te aspettiamo le sospirate grazie.
158
Ave Maria...
Chiediamo la benedizione a Maria
Un’ultima grazia noi ti chiediamo, o Regina, che non puoi negarci (in questo giorno solenne). Concedi a tutti noi l’amore tuo costante e in modo speciale la materna
benedizione.
Non ci staccheremo mai da te finché non ci avrai benedetti. Benedici, o Maria, in
questo momento il Sommo Pontefice; agli antichi splendori della tua corona, ai
trionfi del tuo Rosario, onde sei chiamata Regina delle Vittorie, aggiungi ancor
questo o Madre: concedi il trionfo alla Religione e la pace alla umana società. Benedici i nostri Vescovi, i Sacerdoti e particolarmente tutti coloro che zelano l’onore
del tuo Santuario. Benedici infine tutti gli associati al tuo Tempio di Pompei e
quanti coltivano e promuovono la devozione al S. Rosario.
O Rosario benedetto di Maria, catena dolce che ci rannodi a Dio, vincolo di amore
che ci unisce agli Angeli.
Torre di salvezza, negli assalti dell’inferno. Porto sicuro nel comune naufragio, noi
non ti lasceremo mai più. Tu ci sarai di conforto nell’ora di agonia, a Te l’ultimo
bacio della vita che si spegne.
E l’ultimo accento delle nostre labbra sarà il nome tuo soave, o Regina del Rosario
di Pompei, o Madre nostra cara, o Rifugio dei peccatori, o Sovrana consolatrice dei
mesti.
Sii ovunque benedetta, oggi e sempre, in terra e in cielo. Amen.
Salve Regina...
159
NOVENA DI PREPARAZIONE ALLA PENTECOSTE
PRIMO GIORNO (VENERDI’)
VIENI, SANTO SPIRITO
Guida
Oggi iniziamo il settenario di preghiera in preparazione alla celebrazione della Pentecoste. Ci prepariamo a contemplare il mistero di Dio che ci
comunica la sua vita interiore, a ricevere da Cristo risorto il dono sempre nuovo del
suo amore, a vivere nella Chiesa la forza propositiva dello Spirito Santo. Ci lasceremo guidare passo passo dalle parole della sequenza della Pentecoste, da cui traspare la sapienza e la bellezza antica della preghiera corale della Chiesa. Recitiamola insieme:
Vieni, santo Spirito,
manda a noi dal cielo
un raggio della tua luce.
Vieni, padre dei poveri,
vieni, datore dei doni,
vieni, luce dei cuori.
Consolatore perfetto,
ospite dolce dell'anima,
dolcissimo sollievo.
Nella fatica, riposo,
nella calura riparo,
nel pianto conforto.
O luce beatissima,
invadi nell'intimo
il cuore dei tuoi fedeli.
Senza la tua forza,
nulla è nell'uomo,
nulla senza colpa.
Lava ciò che è sòrdido,
bagna ciò che è arido,
sana ciò che sanguina.
Piega ciò che è rigido,
scalda ciò che è gelido,
drizza ciò che è sviato.
Dona ai tuoi fedeli
che solo in te confidano
i tuoi santi doni.
Dona virtù e premio,
dona morte santa,
dona gioia eterna.
160
INTERCESSIONI
G.
Invochiamo la forza dello Spirito di Dio in noi e in mezzo a noi. A ogni
intercessione diciamo insieme:
Vieni, santo Spirito.
1. Spirito santo d'amore, riempi della tua presenza i nostri cuori, perché diventiamo
trasparenza dell'amore di Dio e ci impegniamo nella carità vicendevole. Ti preghiamo. - Rit.
2. Spirito santo, vieni su di noi, insegnaci a riconoscere e ad annunciare Gesù, unico ed eterno Salvatore. Ti preghiamo. - Rit.
3. Spirito santo, discendi sulla Chiesa diffusa nel mondo intero, perché possa consegnare e testimoniare alle nuove generazioni la verità del Dio vivo che ama e salva
tutta l'umanità. Ti preghiamo. - Rit.
Preghiamo:
Padre, lo Spirito santo ci prepari interiormente ad accogliere nella pienezza e a testimoniare con gioia i frutti dell'opera redentrice del tuo Figlio Gesù Cristo. Egli è
Dio e vive e regna con te per tutti i secoli dei secoli.
Amen.
SECONDO GIORNO (SABATO)
PADRE DEI POVERI
Guida
Lo Spirito santo è la voce di chi non ha voce, è il padre unico dei
poveri. Soltanto chi vive nello Spirito santo è capace di percepire davvero il grido
silenzioso di vecchie e nuove povertà, che si leva da tanti uomini, da tanti ambienti
geograficamente diversi: dalla nostra casa, dalla nostra terra, da tante situazioni diversificate dalla nostra storia. Questa è anche la lezione che ci viene consegnata
dalla sapienza patristica, grande scuola ecclesiale di vita cristiana.
Vieni, santo Spirito, (come il primo giorno pag 158)
INTERCESSIONI
G.
L'ascolto e l'interiorizzazione della Parola si fanno preghiera di intercessione. La presenza dello Spirito di Dio in noi e in mezzo a noi realizzi la novità di
vita annunciata dal Vangelo. A ogni intercessione rispondiamo insieme:
Vieni, santo Spirito, padre dei poveri.
1. Spirito Santo, Padre dei poveri, donaci il gusto della sobrietà affinché siamo per
il mondo segno dell'unica vera ricchezza: l'amore di Dio. Ti preghiamo. - Rit.
2. Spirito Santo, invochiamo da te la sapienza divina per imparare a riconoscere e
amare Cristo povero e umile di cuore. Ti preghiamo. - Rit.
3. Spirito Santo, ti presentiamo le donne e gli uomini segnati dalla fame e dal dolore, quelli vicini a noi e quelli lontani. Ti consegniamo le antiche e le nuove povertà:
ascolta il grido dell'umanità sofferente e suscita un rinnovato impegno nelle nostre
comunità ecclesiali a favore degli ultimi. Ti preghiamo. - Rit
161
Preghiamo:
Dio, Padre del nostro Signore Gesù Cristo, che ha condiviso la nostra condizione
umana, facendosi povero fino alla morte e proclamando beati i poveri in spirito,
donaci il tuo amore, perché impariamo ad ascoltare il silenzio e il grido di ogni
uomo e a discernere la voce e le vie dello Spirito santo, che è Dio e vive e regna
con te per tutti i secoli dei secoli.
Amen.
TERZO GIORNO (DOMENICA)
DATORE DEI DONI
Guida
“Dio è amore” e come tale è donazione pura, totale, gratuita. In
Cristo Dio si fa carne, offerta d'amore di Dio all'umanità e dell'umanità a Dio. Nella
Pentecoste lo Spirito è dono; si fa presenza efficace, fonte di altri doni, esperienza
viva di Dio, che diventa apertura agli altri, alla missione.
Vieni, santo Spirito, (come il primo giorno pag 158)
INTERCESSIONI
G.
Consapevoli di non sapere che cosa chiedere, ci apriamo all'azione dello
Spirito che intercede per noi presso il Padre. Preghiamo insieme:
Vieni, santo Spirito, datore dei doni.
1. Spirito Santo, liberaci dalle nostre autosufficienze, rendici consapevoli dei nostri
limiti e disponibili ad accogliere i tuoi doni. Ti preghiamo. - Rit.
2. Spirito Santo, fonte di pace, di giustizia e di amore, apri un orizzonte nuovo
all'umanità in attesa, perché si rinnovi nella tua potenza liberatrice. Ti preghiamo. Rit.
3. Spirito santo, dona alla comunità cristiana la capacità di discernere i carismi che
tu le affidi, affinché i figli di Dio vivano in comunione per costruire la Chiesa, corpo di Cristo. Ti preghiamo. - Rit.
Preghiamo:
Dio, che all'uomo hai offerto la bellezza dell'universo e nel sacrificio del Figlio
unigenito hai aperto l'accesso alla vita eterna, effondi nei nostri cuori lo Spirito del
tuo amore, affinché, ricevendo te in dono, impariamo quotidianamente a farci dono.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.
QUARTO GIORNO (LUNEDI’)
CONSOLATORE PERFETTO
Guida
Nella fatica, nel dolore, nelle difficoltà della vita l'uomo cerca solidarietà e conforto. Lo Spirito santo è il vero e unico Consolatore, perché è accettazione, capacità di percepire il senso della sofferenza, gioia della donazione. L'e162
sperienza e la testimonianza del Cristo sofferente, che nella croce e nella risurrezione ha donato il suo Spirito, orienta ogni credente in questa direzione.
Vieni, santo Spirito, (come il primo giorno pag 158)
INTERCESSIONI
G.
Nello Spirito diventiamo creature nuove, capaci di comprendere e accogliere le cose di Dio. Invochiamo la sua sapienza pregando insieme: Vieni, santo
Spirito, consolatore perfetto.
1. Spirito Santo, svelaci nell'amore il senso del dolore umano, il valore della fatica
quotidiana e il mistero profondo della croce. Ti preghiamo. - Rit.
2. Spirito Santo, sorreggi il cammino delle famiglie e delle comunità umane spesso
ferite da incomprensioni e da lacerazioni; riconfermale nella fede e nell'amore e
guidale verso la gioia piena. Ti preghiamo. - Rit.
3. Spirito Santo, a quanti soffrono persecuzioni e prove per amore di te, che sei la
verità, dona la tua consolazione e la tua pace. Ti preghiamo. - Rit.
Preghiamo:
O Dio, che hai consolato il tuo popolo parlando al suo cuore e in Cristo ci hai resi
partecipi della profondità del tuo amore, effondi su di noi il tuo Spirito perché nelle
vicende della vita ne sentiamo la presenza e il ristoro. Egli vive e regna con te per
tutti i secoli dei secoli.
Amen.
QUINTO GIORNO (MARTEDI’)
OSPITE DOLCE DELL'ANIMA
Guida
La visita del “Dono increato” è l'irruzione gratuita di Dio nella
nostra storia comunitaria e personale: la grazia dell’invasione dell'amore di Dio diventa così apertura a Dio e agli altri. La persona esercitata a percepire la presenza
dello Spirito santo, ospite e ospitante, sa coglierne la dolcezza e trasforma la forza
del Paraclito nell'atteggiamento dell'accoglienza.
Vieni, santo Spirito, (come il primo giorno pag 158)
INTERCESSIONI
G.
La presenza dello Spirito di Dio in noi ci rende figli nel Figlio e suscita nei
nostri cuori il desiderio di invocare: Abbà, Padre! A lui affidiamo per intercessione
dello Spirito i nostri desideri di bene. Preghiamo insieme: Vieni, Santo Spirito,
ospite dolce dell’anima.
1. Spirito santo, quando l'esperienza della solitudine e dell'amarezza ci opprime,
riempici di te. Ti preghiamo. - Rit.
2. Spirito santo, suscita nei nostri cuori sentimenti di delicatezza, di comprensione
e di accoglienza, perché sempre e dovunque possiamo essere costruttori di amore.
Ti preghiamo. - Rit.
163
3. Spirito santo, dona alla tua Chiesa, madre e maestra, il dono dell'ascolto e
dell'accoglienza, perché sia segno di speranza per le generazioni future. Ti preghiamo. - Rit.
Preghiamo:
Signore, che all'uomo, fatto a tua immagine, hai comunicato il desiderio di partecipare alla profondità della tua vita divina e in Cristo hai voluto assaporare la dolcezza dell'accoglienza, manda sulla Chiesa il tuo santo Spirito, perché i fedeli possano
gustare la dolcezza della sua presenza. Per Cristo nostro Signore.
Amen.
SESTO GIORNO (MERCOLEDI’)
DOLCISSIMO SOLLIEVO
Guida
Ogni uomo fa spesso l'esperienza del limite, del peccato, dell'incomprensione, dell'angoscia; chi vive secondo Dio si lascia sostenere dalla forza e
dalla dolcezza dello Spirito d'amore di Dio.
Vieni, santo Spirito, (come il primo giorno pag 158)
INTERCESSIONI
G.
Accogliamo il Consolatore, lo Spirito del Risorto, che vive nei discepoli di
tutti i tempi e rinsalda il loro legame con il Padre, rendendoli testimoni credibili del
suo amore. Preghiamo insieme: Vieni, santo Spirito, dolcissimo sollievo.
1. Spirito Santo, sollevaci dal carico delle nostre angosce, delle nostre paure e della
nostra mancanza di coraggio affinché siamo capaci di un autentico e totale impegno
di vita per Cristo e per il Vangelo. Ti preghiamo. - Rit.
2. Spirito Santo, ombre di morte gravano sulla famiglia umana: droga, violenza,
guerra... Promuovi soprattutto nei giovani l'amore e il gusto per la vita e per la pace. Ti preghiamo. - Rit.
3. Spirito Santo, rinnova nei credenti la passione per la contemplazione e per la
preghiera. Ogni attività abbia da te il suo inizio e in te il suo compimento. Ti preghiamo. - Rit.
Preghiamo:
O Dio, tu ci hai creati a tua immagine: il nostro cuore è inquieto finché non riposa
in te; donaci di gustare la dolcezza del tuo Spirito, che è amore. Per Cristo nostro
Signore.
Amen.
SETTIMO GIORNO (GIOVEDI)
LUCE BEATISSIMA DEI CUORI
Guida
Lo Spirito santo opera chiarezza nell'anima del credente. Nello
Spirito percepiamo la Scrittura come voce di Dio che ci interpella. È lo Spirito che
ci fa riconoscere in Gesù di Nazaret il Figlio di Dio ed è nello stesso Spirito, dono
164
del Risorto, che siamo resi partecipi della luce e della vita nuova che sgorgano dalla Pasqua.
Vieni, santo Spirito, (come il primo giorno pag 158)
INTERCESSIONI
G.
Per la potenza dello Spirito siamo stati resi capaci di riconoscere i semi di
verità presenti nella nostra storia; invochiamo il Signore Dio affinché ci apra all'
accoglienza della luce che viene dal suo Spirito. Preghiamo insieme:
Vieni, santo Spirito, luce beatissima dei cuori.
1. Spirito Santo, luce beatissima, illumina 1'oscurità delle nostre menti e delle nostre coscienze, perché in te impariamo a discernere ciò che Dio vuole da noi e operiamo scelte coerenti e libere secondo la logica del Vangelo. Ti preghiamo. - Rit.
2. Spirito Santo, nella confusione di valori e nel groviglio di modelli e di falsi ideali
che segnano questo nostro tempo, donaci un raggio della tua luce per vedere le cose
nella giusta dimensione e per riscoprire il gusto di essere uomini liberi. Ti preghiamo. - Rit.
3. Spirito Santo, anche le nostre comunità sono minacciate dalla tentazione della
chiusura e dall'egoismo; dona alla Chiesa la tua luce, perché in Cristo morto e risorto, essa sia per il mondo di oggi testimone profetica dell'amore liberante di Dio. Ti preghiamo. - Rit.
Preghiamo:
Rifulga in noi, Padre onnipotente, lo splendore della tua gloria, Cristo, luce da luce,
e il dono del tuo santo Spirito confermi i cuori dei fedeli, nati alla vita nuova nel
tuo amore. Te lo chiediamo per il medesimo Cristo, nostro Signore.
Amen.
OTTAVO GIORNO (VENERDÌ)
BAGNA CIÒ CHE È ARIDO
Guida
Avviene spesso a livello spirituale ciò che a livello fisico avviene
quando manca l’acqua: c’è una desertificazione spirituale; il cuore diventa arido.
L’unico che può trasformare il deserto spirituale in luogo di vita è lo Spirito Santo.
Vieni, santo Spirito, (come il primo giorno pag 158)
INTERCESSIONI
G.
Lo Spirito Santo è il fiume d’acqua viva che sgorga da Cristo, è la pioggia
che viene dall’alto e irrora la nostra terra arida e la fa fruttificare. Preghiamolo perché venga a bagnare il nostro cuore dicendo ad ogni invocazione:
Vieni Spirito Santo, bagna ciò che è arido
1. Spirito Santo, apri i nostri cuori per accogliere l’abbondanza dei tuoi doni; riempi il fondo delle nostre anime e delle nostre menti e ricolmaci delle tue grazie e del
tuo amore. Ti preghiamo – Rit.
165
2. Spirito Santo fa che anche noi possiamo essere dei canali che portano l’acqua
della tua parola, della fede, della lode e della consolazione. Ti preghiamo - Rit.
3. Spirito Santo che nella creazione aleggiavi sulle acque dando la vita e nelle acque del battesimo hai santificato le nostre anime, continua a scendere su di noi per
farci uomini spirituali. Ti preghiamo - Rit.
Preghiamo
O Padre, che ci hai donato lo Spirito Santo come fonte d’acqua viva, fa scorrere
con abbondanza quest’acqua sul nostro suolo assetato perché trasformi il deserto
del nostro cuore e possiamo portare frutti abbondanti per la nostra vita e quella dei
nostri fratelli. Per Cristo nostro Signore.
Amen.
NONO GIORNO (SABATO)
SCALDA CIÒ CHE È GELIDO
Guida
Spesso il nostro cuore è più duro del bronzo, del ferro e del diamante, ma se accogliamo lo Spirito Santo che è l’amore di Dio, lo rende più malleabile della cera. Esso è un fuoco divino che fonde le montagne e le rocce e addolcisce ogni cosa.
Vieni, santo Spirito, (come il primo giorno pag 158)
INTERCESSIONI
G.
Il dono dello Spirito Santo trasforma il nostro cuore di pietra in un cuore
di carne e lo riempie della gioia della salvezza. Invochiamolo perché infonda in noi
il fuoco del suo amore, ripetendo ad ogni invocazione:
Vieni Spirito santo: scalda ciò che è gelido.
1. Spirito Santo che come fuoco purifichi e fondi, riscaldi e infiammi, feconda i nostri cuori e sciogli il gelo del peccato che intristisce le nostre anime. Ti preghiamo Rit.
2. Spirito Santo che nella Pentecoste hai cambiato gli apostoli e da paurosi e tiepidi
li hai resi coraggiosi e pieni di fervore e zelo, liberaci dalla tiepidezza e rendici ferventi nella lode e nella testimonianza. Ti preghiamo - Rit.
3. Spirito Santo, fuoco d’amore, vieni e brucia la pula dei nostri pensieri, fa sciogliere i monti della nostra superbia e del nostro orgoglio, brucia i nostri peccati e
rischiara nel profondo il nostro spirito. Ti preghiamo - Rit.
Preghiamo
O Padre che hai mandato il tuo Figlio per portare il fuoco sulla terra e nel segno
della fiamme di fuoco hai mandato il tuo Spirito sugli apostoli riuniti con Maria nel
Cenacolo, infiamma i nostri cuori del tuo amore perché questo fuoco divampi sempre più su tutta la terra. Per Cristo nostro Signore.
Amen.
166
DOMENICA DI PENTECOSTE
Messa vespertina della vigilia
V. O Dio, vieni a salvarmi.
R. Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria
Inno
Vieni, o Spirito creatore,
visita le nostre menti,
riempi della tua grazia
i cuori che hai creato.
O dolce consolatore,
dono del Padre altissimo,
acqua viva, fuoco, amore,
santo crisma dell’anima.
Dito della mano di Dio,
promesso dal Salvatore,
irradia i tuoi sette doni,
suscita in noi la parola.
Sii luce all’intelletto,
fiamma ardente nel cuore;
sana le nostre ferite
col balsamo del tuo amore.
Difendici dal nemico,
reca in dono la pace,
la tua guida invincibile
ci preservi dal male.
Luce d’eterna sapienza,
svelaci il grande mistero
di Dio Padre e del Figlio
uniti in un solo Amore. Amen.
1 ant.
Al compiersi della Pentecoste
cinquanta giorni dopo la Pasqua
i discepoli erano tutti riuniti, alleluia
Salmo 112
Lodate, servi del Signore, *
lodate il nome del Signore.
Sia benedetto il nome del Signore,*
ora e sempre.
Dal sorgere del sole al suo tramonto*
sia lodato il nome del Signore.
167
Su tutti i popoli eccelso è il Signore,*
più alta dei cieli è la sua gloria.
Chi è pari al Signore nostro Dio che siede nell'alto *
e si china a guardare nei cieli e sulla terra?
Solleva l'indigente dalla polvere,*
dall'immondizia rialza il povero,
per farlo sedere tra i principi, *
tra i principi del suo popolo.
Fa abitare la sterile nella sua casa*
quale madre gioiosa di figli.
1 ant.
Al compiersi della Pentecoste
cinquanta giorni dopo la Pasqua
i discepoli erano tutti riuniti, alleluia
2 ant.
Lingue di fuoco su ognuno degli apostoli:
lo Spirito di Dio appariva al mondo, alleluia.
Salmo 146
Lodate il Signore: †
è bello cantare al nostro Dio, *
dolce è lodarlo come a lui conviene.
Il Signore ricostruisce Gerusalemme, *
raduna i dispersi d'Israele.
Risana i cuori affranti *
e fascia le loro ferite;
egli conta il numero delle stelle *
e chiama ciascuna per nome.
Grande è il Signore, onnipotente *
la sua sapienza non ha confini.
Il Signore sostiene gli umili *
ma abbassa fino a terra gli empi.
Cantate al Signore un canto di grazie, *
intonate sulla cetra inni al nostro Dio.
Egli copre il cielo di nubi, †
prepara la pioggia per la terra, *
fa germogliare l'erba sui monti.
Provvede il cibo al bestiame, *
ai piccoli del corvo che gridano a lui.
168
Non fa conto del vigore del cavallo, *
non apprezza l'agile corsa dell'uomo.
Il Signore si compiace di chi lo teme, *
di chi spera nella sua grazia.
2 ant.
Lingue di fuoco su ognuno degli apostoli:
lo Spirito di Dio appariva al mondo, alleluia.
3 ant.
Lo Spirito che viene dal Padre
rivela la gloria di Cristo Signore, alleluia
Cantico Cfr Ap15,3-4
Grandi e mirabili sono le tue opere,
o Signore Dio onnipotente; *
giuste e veraci le tue vie, o Re delle genti!
Chi non temerà il tuo nome,
chi non ti glorificherà o signore?*
Tu solo sei santo!
Tutte le genti verranno a te, Signore,
davanti a te si prostreranno, *
perché i tuoi giusti giudizi si sono manifestati.
3 ant.
Lo Spirito che viene dal Padre
rivela la gloria di Cristo Signore, alleluia
PRIMA LETTURA
Fu chiamata Babele, perché là si confuse la lingua di tutta la terra
Dal libro della Genesi
11,1-9
Tutta la terra aveva una sola lingua e le stesse parole. Emigrando dall'oriente gli
uomini capitarono in una pianura nel paese di Sennaar e vi si stabilirono. Si dissero
l'un l'altro: «Venite, facciamoci mattoni e cuociamoli al fuoco». Il mattone servì
loro da pietra e il bitume da cemento. Poi dissero: «Venite, costruiamoci una città e
una torre, la cui cima tocchi il cielo e facciamoci un nome, per non disperderci su
tutta la terra». Ma il Signore scese a vedere la città e la torre che gli uomini stavano
costruendo. Il Signore disse: «Ecco, essi sono un solo popolo e hanno tutti una lingua sola; questo è l'inizio della loro opera e ora quanto avranno in progetto di fare
non sarà loro impossibile. Scendiamo dunque e confondiamo la loro lingua, perché
non comprendano più l'uno la lingua dell'altro». Il Signore li disperse di là su tutta
la terra ed essi cessarono di costruire la città. Per questo la si chiamò Babele, perché là il Signore confuse la lingua di tutta la terra e di là il Signore li disperse su
tutta la terra.
Parola di Dio
169
SALMO RESPONSORIALE
Dal salmo 32
Rit. Su tutti i popoli regna il Signore
Il Signore annulla i disegni delle nazioni,
rende vani i progetti dei popoli.
Ma il piano del Signore sussiste per sempre,
i pensieri del suo cuore per tutte le generazioni. Rit.
Beata la nazione il cui Dio è il Signore,
il popolo che si è scelto come erede.
Il Signore guarda dal cielo,
egli vede tutti gli uomini.
Rit.
Dal luogo della sua dimora
scruta tutti gli abitanti della terra,
lui che, solo, ha plasmato il loro cuore
e comprende tutte le loro opere.
Rit.
Preghiamo
Scenda su di noi, o Padre, il tuo Santo Spirito,
perché tutti gli uomini
cerchino sempre l’unità nell’armonia
e, abbattuti gli orgogli di razza e di cultura,
la terra diventi una sola famiglia,
e ogni lingua proclami che Gesù è il Signore.
Egli è Dio e vive e regna nei secoli dei secoli.
Amen.
SECONDA LETTURA
Il Signore discese sul monte Sinai
Dal libro dell’esodo
19,3-8.16-20
In quei giorni, Mosè salì verso Dio e il Signore lo chiamò dal monte, dicendo:
“Questo dirai alla casa di Giacobbe e annuncerai agli Israeliti: Voi stessi avete visto
ciò che io ho fatto all'Egitto e come ho sollevato voi su ali di aquile e vi ho fatti venire fino a me. Ora, se vorrete ascoltare la mia voce e custodirete la mia alleanza,
voi sarete per me la proprietà tra tutti i popoli, perché mia è tutta la terra! Voi sarete
per me un regno di sacerdoti e una nazione santa. Queste parole dirai agli Israeliti”.
Mosè andò, convocò gli anziani del popolo e riferì loro tutte queste parole, come
gli aveva ordinato il Signore. Tutto il popolo rispose insieme e disse: “Quanto il
Signore ha detto, noi lo faremo!”.
Ed ecco al terzo giorno, sul far del mattino, vi furono tuoni, lampi, una nube densa
sul monte e un suono fortissimo di tromba: tutto il popolo che era nell'accampamento fu scosso da tremore.
Allora Mosè fece uscire il popolo dall'accampamento incontro a Dio. Essi stettero
in piedi alle falde del monte.
170
Il monte Sinai era tutto fumante, perché su di esso era sceso il Signore nel fuoco e
il suo fumo saliva come il fumo di una fornace: tutto il monte tremava molto. Il
suono della tromba diventava sempre più intenso: Mosè parlava e Dio gli rispondeva con voce di tuono.
Il Signore scese dunque sul monte Sinai, sulla vetta del monte, e il Signore chiamò
Mosè sulla vetta del monte.
Parola di Dio
SALMO RESPONSORIALE
Dal salmo 102
Rit. La grazia del Signore è su quanti lo temono
Benedici il Signore, anima mia,
quanto è in me benedica il suo santo nome.
Benedici il Signore, anima mia,
non dimenticare tanti suoi benefici.
Rit.
Egli perdona tutte le tue colpe,
guarisce tutte le tue malattie;
salva dalla fossa la tua vita,
ti corona di grazia e di misericordia;
Rit.
Il Signore agisce con giustizia
e con diritto verso tutti gli oppressi.
Ha rivelato a Mosè le sue vie,
ai figli d'Israele le sue opere. Rit.
La grazia del Signore è da sempre,
dura in eterno per quanti lo temono;
la sua giustizia per i figli dei figli,
per quanti custodiscono la sua alleanza
e ricordano di osservare i suoi precetti. Rit.
Preghiamo
O Dio dell’alleanza antica e nuova,
che ti sei rivelato nel fuoco della santa montagna
e nella Pentecoste del tuo Spirito,
fa’ un rogo solo dei nostri orgogli,
e distruggi gli odi e le armi di morte;
accendi in noi la fiamma della tua carità,
perché il nuovo Israele
radunato da tutti i popoli
accolga con gioia la legge eterna del tuo amore.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.
171
TERZA LETTURA
Ossa inaridite, infonderò in voi lo Spirito e rivivrete
Dal libro del profeta Ezechiele
37,1-14
In quei giorni a mano del Signore fu sopra di me e il Signore mi portò fuori in spirito e mi depose nella pianura che era piena di ossa; mi fece passare tutt'intorno accanto ad esse. Vidi che erano in grandissima quantità sulla distesa della valle e tutte
inaridite.
Mi disse: «Figlio dell'uomo, potranno queste ossa rivivere?». Io risposi: «Signore
Dio, tu lo sai».
Egli mi replicò: «Profetizza su queste ossa e annunzia loro: Ossa inaridite, udite la
parola del Signore. Dice il Signore Dio a queste ossa: Ecco, io faccio entrare in voi
lo spirito e rivivrete. Metterò su di voi i nervi e farò crescere su di voi la carne, su
di voi stenderò la pelle e infonderò in voi lo spirito e rivivrete: Saprete che io sono
il Signore». Io profetizzai come mi era stato ordinato; mentre io profetizzavo, sentii
un rumore e vidi un movimento fra le ossa, che si accostavano l'uno all'altro, ciascuno al suo corrispondente. Guardai ed ecco sopra di esse i nervi, la carne cresceva e la pelle le ricopriva, ma non c'era spirito in loro.
Egli aggiunse: «Profetizza allo spirito, profetizza figlio dell'uomo e annunzia allo
spirito: Dice il Signore Dio: Spirito, vieni dai quattro venti e soffia su questi morti,
perché rivivano». Io profetizzai come mi aveva comandato e lo spirito entrò in essi
e ritornarono in vita e si alzarono in piedi; erano un esercito grande, sterminato.
Mi disse: «Figlio dell'uomo, queste ossa sono tutta la gente d'Israele. Ecco, essi
vanno dicendo: Le nostre ossa sono inaridite, la nostra speranza è svanita, noi siamo perduti. Perciò profetizza e annunzia loro: Dice il Signore Dio: Ecco, io apro i
vostri sepolcri, vi risuscito dalle vostre tombe, o popolo mio, e vi riconduco nel
paese d'Israele. Riconoscerete che io sono il Signore, quando aprirò le vostre tombe
e vi risusciterò dai vostri sepolcri, o popolo mio. Farò entrare in voi il mio spirito e
rivivrete; vi farò riposare nel vostro paese; saprete che io sono il Signore. L'ho detto e lo farò».
Parola di Dio.
SALMO RESPONSORIALE
Dal salmo 50
Rit. Rinnovami, Signore, con la tua grazia.
Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia;
nella tua grande bontà cancella il mio peccato.
Lavami da tutte le mie colpe,
mondami dal mio peccato.
Rit.
Tu vuoi la sincerità del cuore
e nell'intimo m'insegni la sapienza.
Purificami con issopo e sarò mondo;
lavami e sarò più bianco della neve.
172
Rit.
Crea in me, o Dio, un cuore puro,
rinnova in me uno spirito saldo.
Non respingermi dalla tua presenza
e non privarmi del tuo santo spirito.
Rit.
Rendimi la gioia di essere salvato,
sostieni in me un animo generoso.
Signore, apri le mie labbra
e la mia bocca proclami la tua lode.
Rit.
Preghiamo
O Dio, creatore e Padre,
infondi in noi il tuo alito di vita:
lo Spirito che si librava sugli abissi delle origini
torni a spirare nelle nostre menti e nei nostri cuori,
come spirerà alla fine dei tempi
per ridestare i nostri cuori alla vita senza fine.
Per Cristo nostro Signore,
Amen.
QUARTA LETTURA
Infonderò il mio spirito sopra ogni uomo.
Dal libro del profeta Gioele
3, 1-5
Così dice il Signore:
“Io effonderò il mio spirito
sopra ogni uomo
e diverranno profeti i vostri figli e le vostre figlie;
i vostri anziani faranno sogni,
i vostri giovani avranno visioni.
Anche sopra gli schiavi e sulle schiave,
in quei giorni, effonderò il mio spirito.
Farò prodigi nel cielo e sulla terra,
sangue e fuoco e colonne di fumo.
Il sole si cambierà in tenebre
e la luna in sangue,
prima che venga il giorno del Signore,
grande e terribile.
Chiunque invocherà il nome del Signore
sarà salvato,
poiché sul monte Sion e in Gerusalemme
vi sarà la salvezza, come ha detto il Signore,
anche per i superstiti che il Signore avrà chiamati.
Parola di Dio.
173
SALMO RESPONSORIALE
Dal salmo 103
Rit. Manda il tuo Spirito Signore a rinnovare la terra.
Benedici il Signore, anima mia,
Signore, mio Dio, quanto sei grande!
Quanto sono grandi, Signore, le tue opere!
Tutto hai fatto con saggezza,
la terra è piena delle tue creature.
Rit.
Tutti da te aspettano
che tu dia loro il cibo in tempo opportuno.
Tu lo provvedi, essi lo raccolgono,
tu apri la mano, si saziano di beni.
Rit.
Mandi il tuo spirito, sono creati,
e rinnovi la faccia della terra.
La gloria del Signore sia per sempre;
gioisca il Signore delle sue opere.
Rit.
Voglio cantare al Signore finché ho vita,
cantare al mio Dio finché esisto.
A lui sia gradito il mio canto;
la mia gioia è nel Signore.
Rit.
Preghiamo
Ascolta o Dio la tua Chiesa
unita in concorde preghiera in questa santa veglia
a compimento della Pasqua perenne;
scenda sempre su di essa il tuo Spirito,
perché illumini la mente dei fedeli
e tutti i rinati nel Battesimo
siano nel mondo testimoni e profeti.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.
GLORIA A DIO NELL’ALTO DEI CIELI
Preghiamo
O Dio che apri la tua mano e sazi di bene ogni vivente,
effondi il tuo santo spirito;
fa’ scaturire fiumi di acqua viva nella Chiesa,
raccolta con Maria in perseverante preghiera,
perché quanti ti cercano
possano estinguere la sete di verità e di giustizia.
Per il nostro Signore Gesù Cristo…
Amen.
174
QUINTA LETTURA
Lo Spirito intercede per noi con gemiti inesprimibili
Dalla lettera di S. Paolo apostolo ai Romani
8, 22-27
Fratelli, sappiamo bene che tutta la creazione geme e soffre fino ad oggi nelle doglie del parto; essa non è la sola, ma anche noi, che possediamo le primizie dello
Spirito, gemiamo interiormente aspettando l'adozione a figli, la redenzione del nostro corpo. Poiché nella speranza noi siamo stati salvati.
Ora, ciò che si spera, se visto, non è più speranza; infatti, ciò che uno gia vede, come potrebbe ancora sperarlo? Ma se speriamo quello che non vediamo, lo attendiamo con perseveranza.
Allo stesso modo anche lo Spirito viene in aiuto alla nostra debolezza, perché
nemmeno sappiamo che cosa sia conveniente domandare, ma lo Spirito stesso intercede con insistenza per noi, con gemiti inesprimibili; [27]e colui che scruta i
cuori sa quali sono i desideri dello Spirito, poiché egli intercede per i credenti secondo i disegni di Dio.
Parola di Dio
1. Allelu Allelu Allelu alleluia
Gloria al Signor, (2x)
Gloria al Signor, Alleluia (3x)
Gloria al Signor.
2. Allelu Allelu Allelu Alleluja
Cristo è Signor, (2x)
Cristo è Signor, Alleluja (3x)
Cristo è Signor.
3. Allelu Allelu Allelu Alleluja
Spirito è Amor, (2x)
Spirito è Amor, Alleluja (3x)
Spirito è Amor.
VANGELO
Sgorgheranno fiumi di acqua viva.
 Dal vangelo secondo Giovanni
7,37-39
Nell'ultimo giorno, il grande giorno della festa, Gesù levatosi in piedi esclamò ad
alta voce: «Chi ha sete venga a me e beva chi crede in me; come dice la Scrittura:
fiumi di acqua viva sgorgheranno dal suo seno».
Questo egli disse riferendosi allo Spirito che avrebbero ricevuto i credenti in lui:
infatti non c'era ancora lo Spirito, perché Gesù non era stato ancora glorificato.
Parola del Signore
175
OMELIA
PROFESSIONE DI FEDE
INTERCESSIONI
Trascorsi i giorni dell’antica Pentecoste scese dal cielo sugli apostoli lo Spirito
consolatore. Celebrando il grande mistero preghiamo Dio Padre perché lo rinnovi
in noi:
Manda il tuo Spirito e rinnova la faccia della terra.
Tu che hai creato il mondo e lo hai redento per mezzo del tuo Figlio,
—
manda il tuo Spirito a rinnovare il volto della terra.
Tu che hai formato l’uomo a tua immagine e gli hai dato un’anima immortale,
—
manda lo Spirito Santo alla tua Chiesa, perché configurata a Cristo diventi
l’anima del mondo.
Fa’ risplendere fra gli uomini del nostro tempo la luce del tuo Spirito,
—
dov’è l’odio, fa’ fiorire l’amore, dov’è il dolore metti la gioia, dov’è la
guerra la pace.
Lava le nostre colpe nell’acqua viva del tuo Spirito,
—
risana le ferite dei nostri peccati.
Tu che, per virtù dello Spirito Santo, introduci gli uomini nella vita e nella gloria,
—
fa’ che i defunti, purificati dalla tua grazia, entrino nel tuo gaudio eterno.
O Dio onnipotente ed eterno, che hai racchiuso la celebrazione della Pasqua nel
tempo sacro dei cinquanta giorni, rinnova il prodigio della Pentecoste:
fa’ che i popoli dispersi si raccolgano insieme e le diverse lingue si uniscano a proclamare la gloria del tuo nome. Per Cristo nostro Signore.
Amen.
LITURGIA EUCARISTICA
Prosegue la Messa come al solito
DOPO LA COMUNIONE
Ant. al Magn. Vieni Spirito Santo,
riempi il cuore dei fedeli
accendi il fuoco del tuo amore;
tu che nella varietà delle lingue umane
raduni i popoli nell’unica fede, alleluia.
CANTICO DELLA BEATA VERGINE Le 1,46-55
Esultanza dell'anima nel Signore
L'anima mia magnifica il Signore *
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l'umiltà della sua serva.*
D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
176
Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente *
e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia *
si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio,*
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni, *
ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati, *
ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo, *
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri,*
ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.
Gloria al Padre e al Figlio *
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre*
nei secoli dei secoli. Amen.
Ant. al Magn. Vieni Spirito Santo,
riempi il cuore dei fedeli
accendi il fuoco del tuo amore;
tu che nella varietà delle lingue umane
raduni i popoli nell’unica fede, alleluia.
177
CORONCINA AL SACRO CUORE DI GESÙ
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
I.
SI DOMANDA LA VIRTÙ DELLA FEDE
Amabilissimo Cuore di Gesù, che per eccesso di amore hai voluto restartene con
noi sino alla consumazione dei secoli nell’adorabile Eucaristia, e qui ti offri vittima
continua per noi, dimentica le ingratitudini, perdona le colpe, i sacrilegi e i disprezzi che ti abbiamo fatto e, col perdono, donaci una fede viva e operosa.
Padre, Ave, Gloria.
Cuore divino amabile,
O vero Sol del Cielo,
Rifletti sul nostro spirito
La luce del Vangelo.
Tu questa mente illumina.
Accendi in noi la fede:
Tu il vacillante piede
Ci salva d’ogni error.
Dolce cuor del mio Gesù,
Fa’ ch’io t’ami sempre più.
II
SI DOMANDA LA VIRTÙ DELLA SPERANZA
Sacratissimo Cuore di Gesù, tesoro ricchissimo delle divine misericordie, fiducioso
delle tue promesse, rivestimi ti prego di tutte le virtù del tuo santissimo Cuore, perché diventi un vero tuo servo; adornami della sua mansuetudine, della sua umiltà,
della sua illibatezza e santità.
Padre, Ave, Gloria.
Cuore di luce fulgido,
Arca d’alleanza,
Da cui van fuori e spargonsi
I rai della speranza.
A viva speme il timido
Petto infiammato sprona.
Peccai... ma tu perdona
Al lungo mio fallir.
Dolce Cuor ecc.
III
SI DOMANDA LA VIRTÙ DELLA CARITÀ
178
Amorosissimo Cuore di Gesù, sorgente vivifica ed immacolata di gaudio e di vita
eterna, tesoro infinito della divinità, fornace ardentissima del divino amore, tu solo
sei il mio rifugio, tu la sede del mio riposo, tu il mio tutto. O Cuore amantissimo,
infiamma questo mio cuore, di quel vivo amore di cui avvampi, affinché amando te
ed il prossimo per amor tuo, io possa esser felice in questa e nell’altra vita. Amen.
Padre, Ave, Gloria.
O fiamma immensa, o incendio
Di carità divina.
Nelle tue vampe i tiepidi
Cuori, com’oro affina.
Il fuoco tuo dolcissimo
Diffondi in ogni loco;
Consuma in sì bel fuoco
Il mio gelato cuor.
Dolce Cuor ecc.
Rivolgiamoci a Maria, consacriamoci a lei e confidando nel suo Cuore materno, diciamole:
Per gli alti pregi del Tuo Cuore pieno di dolcezza, impetrami, o grande Madre di
Dio e madre mia Maria, una vera e stabile devozione al Sacro Cuore di Gesù, Tuo
Figlio, perché racchiuso in esso con i miei pensieri ed affetti adempia tutti i miei
doveri e serva sempre Gesù con alacrità di cuore, specialmente in questo giorno.
V. Cuor di Gesù infiammato di amore per noi.
R. Infiamma i nostri cuori d’amore per Te!
PREGHIAMO — Fa’, o Signore, che lo Spirito Santo c’infiammi di quell’amore
che il Signore nostro Gesù Cristo dal profondo del suo Cuore riversò sulla terra,
desiderando vivamente che arda sempre più. Il quale vive e regna per tutti i secoli.
Amen.
Litanie del Sacro Cuore
Signore, pietà.
Cristo, pietà.
Signore, pietà.
Cristo, ascoltaci.
Cristo, esaudiscici.
Ad ogni invocazione si risponde:
Abbi pietà di noi.
Padre celeste, che sei Dio,
Figlio Redentore del mondo, che sei Dio,
Spirito Santo, che sei Dio,
179
Santa Trinità, unico Dio,
Cuore di Gesù, Figlio dell’Eterno Padre,
Cuore di Gesù, formato dallo Spirito Santo nel seno della Vergine Maria,
Cuore di Gesù, unito alla Persona del Verbo di Dio,
Cuore di Gesù, maestà infinita,
Cuore di Gesù, tempio santo di Dio,
Cuore di Gesù, tabernacolo dell’Altissimo,
Cuore di Gesù, casa di Dio e porta del cielo,
Cuore di Gesù, fornace di carità,
Cuore di Gesù, fonte di giustizia e di carità,
Cuore di Gesù, pieno di bontà e di amore,
Cuore di Gesù, abisso di ogni virtù,
Cuore di Gesù, degno di ogni lode,
Cuore di Gesù, re e centro di tutti i cuori,
Cuore di Gesù, tesoro inesauribile di sapienza e di scienza,
Cuore di Gesù, in cui abita tutta la pienezza della divinità,
Cuore di Gesù, in cui il Padre si compiacque,
Cuore di Gesù, dalla cui pienezza noi tutti abbiamo ricevuto,
Cuore di Gesù, paziente e misericordioso,
Cuore di Gesù, generoso verso tutti quelli che ti invocano,
Cuore di Gesù, fonte di vita e di santità,
Cuore di Gesù, colmato di insulti,
Cuore di Gesù, propiziazione per i nostri peccati,
Cuore di Gesù, annientato dalle nostre colpe,
Cuore di Gesù, obbediente fino alla morte,
Cuore di Gesù, trafitto dalla lancia,
Cuore di Gesù, fonte di ogni consolazione,
Cuore di Gesù, vita e risurrezione nostra,
Cuore di Gesù, pace e riconciliazione nostra,
Cuore di Gesù, vittima per i peccatori,
Cuore di Gesù, salvezza di chi spera in te,
Cuore di Gesù, speranza di chi muore in te,
Cuore di Gesù, gioia di tutti i santi,
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, perdonaci, Signore.
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, esaudiscici, Signore.
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi.
Gesù mite e umile di cuore,
rendi il nostro cuore simile al tuo.
Preghiamo.
180
Dio, Padre buono, nel Cuore di tuo Figlio celebriamo le meraviglie del tuo amore:
da questa fonte inesauribile riversa su di noi l’abbondanza dei tuoi doni. Per Cristo
nostro Signore. Amen.
Atti di riparazione
O Gesù dolcissimo
(Preghiera indulgenziata)
O Gesù dolcissimo, il cui immenso amore per gli uomini viene con tanta ingratitudine ripagato di oblio, di trascuratezza, di disprezzo, ecco che noi prostrati innanzi
a te, intendiamo riparare con particolari attestazioni di onore una così indegna freddezza e le ingiurie con le quali da ogni parte viene ferito dagli uomini l’ amantissimo tuo Cuore.
Memori però che noi pure altre volte ci macchiammo di tanta indegnità, e provandone vivissimo dolore, imploriamo anzitutto per noi la tua misericordia, pronti a
riparare, con volontaria espiazione, non solo i peccati commessi da noi, ma anche
quelli di coloro che, errando lontano dalla via della salute, ricusano di seguire te
come pastore e guida, ostinandosi nella loro infedeltà, o, calpestando le promesse
del Battesimo, hanno scosso il soavissimo giogo della tua legge.
E mentre intendiamo espiare tutto il cumulo di questi deplorevoli peccati, ci proponiamo di ripararli ciascuno in particolare: l’immodestia e le brutture della vita e
dell’abbigliamento, le insidie tese dalla corruttela alle anime innocenti, la profanazione dei giorni festivi, le ingiurie esecrande scagliate contro te e i tuoi Santi, gli
insulti lanciati contro il tuo Vicario e l’ordine sacerdotale, le negligenze e i sacrilegi con cui è profanato lo stesso sacramento dell’amore divino, e infine le colpe
pubbliche delle nazioni che osteggiano i diritti e il magistero della Chiesa da te
fondata.
Potessimo noi lavare col nostro sangue questi affronti!
Intanto come riparazione dell’onore divino conculcato, noi ti presentiamo, - accompagnandola con le espiazioni della Vergine tua Madre, di tutti i Santi e delle
anime pie - quella soddisfazione che tu stesso un giorno offristi sulla croce al Padre
e che ogni giorno rinnovi sugli altari: promettendo con tutto il cuore di voler riparare, per quanto sarà in noi e con l’aiuto della tua grazia, i peccati commessi da noi e
dagli altri e l’indifferenza verso un amore così grande, con la fermezza della fede,
l’innocenza della vita, l’osservanza perfetta della legge evangelica, specialmente
della carità, e di impedire inoltre con tutte le nostre forze le ingiurie contro di te, e
di attrarre quanti più potremo alla tua sequela.
Accogli, te ne preghiamo, o benignissimo Gesù, per l’intercessione della beata
Vergine Maria riparatrice, questo volontario ossequio di riparazione, e conservaci
fedeli nella tua obbedienza e nel tuo servizio fino alla morte con il gran dono della
perseveranza, mediante il quale possiamo tutti un giorno pervenire a quella patria,
dove tu col Padre e con lo Spirito Santo vivi e regni Dio per tutti i secoli dei secoli.
Amen.
181
Litanie riparatrici
Divin Salvatore Gesù, degnati di abbassare uno sguardo di misericordia su noi, tuoi
fedeli, che riuniti in un medesimo sentimento di fede, di amore e di riparazione, veniamo ai tuoi piedi per chiedere perdono dei nostri peccati e delle nostre infedeltà.
Ti domandiamo misericordia anche per i peccatori nostri fratelli, per il mondo infelice e colpevole e per tutti quelli che non hanno la fortuna di amarti.
Per noi e per tutti ti supplichiamo:
Perdonaci, o Signore.
Della dimenticanza e dell’ingratitudine degli uomini,
Delle bestemmie che si lanciano contro di te,
Dei sacrilegi con cui si profana il tuo Sacramento di amore,
Dei tradimenti di cui tu sei l’adorabile vittima,
Delle ingiustizie che si commettono verso i poveri e gli umili,
Delle oppressioni dei nostri fratelli e dell’uccisione di tanti innocenti,
Delle persecuzioni verso i tuoi discepoli,
Degli scandali e della corruzione che rovinano tanti fanciulli,
Delle infedeltà di coloro che si dicono tuoi amici,
Della nostra tiepidezza nel tuo servizio,
Della nostra resistenza alla tua grazia,
Della nostra insensibilità verso coloro che soffrono,
Della nostra indifferenza per la diffusione del tuo Vangelo,
Vieni in aiuto alla nostra debolezza, o Signore Gesù, con la forza della tua grazia,
perché possiamo evitare d’ora in poi tutto ciò che ti dispiace e corrispondiamo con
generoso impegno al tuo amore. Tu che sei Dio e vivi e regni nei secoli dei secoli.
Amen.
182
CONFESSIONE
Norme di vita cristiana su cui esaminare la propria coscienza prima di confessarsi.
I dieci comandamenti
Io sono il Signore Dio tuo:
1. Non avrai altro Dio fuori di me
2. Non nominare il nome di Dio invano
3. Ricordati di santificare le feste
4. Onora il padre e la madre
5. Non uccidere
6. Non commettere atti impuri
7. Non rubare
8. Non dire falsa testimonianza
9. Non desiderare la donna d'altri
10. Non desiderare la roba d'altri
I comandamenti della carità
1.
2.
Amerai il Signore tuo Dio, con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e
con tutta la tua mente.
Amerai il prossimo tuo come te stesso.
I precetti della Chiesa
1.
2.
3.
4.
5.
Parteciperai alla messa la domenica e le altre feste comandate.
Confesserai tutti i tuoi peccati almeno una volta all'anno.
Riceverai umilmente il sacramento dell’Eucaristia almeno a Pasqua.
Osserverai il digiuno prescritto e parimenti l'astinenza.
Sovvieni alle necessità della Chiesa
I peccati contro lo Spirito Santo
1.
2.
3.
4.
5.
6.
Disperazione della salvezza
Presunzione di salvarsi senza merito
Impugnare la verità conosciuta
Invidia della grazia altrui
Ostinazione nei peccati
Impenitenza finale
I peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio
1.
2.
3.
4.
Omicidio volontario
Peccato impuro contro natura
Oppressione dei poveri
Frode nella mercede agli operai
183
Le Beatitudini (Mt 5,3-12)
Beati i poveri in spirito,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati gli afflitti,
perché saranno consolati.
Beati i miti,
perché erediteranno la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,
perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi,
perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore,
perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace,
perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per causa della giustizia,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi, per causa mia.
Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.
184
QUESTA È LA NOSTRA FEDE
I due misteri principali della fede
1.
2.
Unità e Trinità di Dio.
Incarnazione, Passione, Morte e Risurrezione del nostro Signore Gesù Cristo,
per salvarci con il dono dello Spirito Santo.
I sette Sacramenti
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
Battesimo;
Cresima;
Eucarestia;
Penitenza o Riconciliazione;
Unzione dei malati;
Ordine;
Matrimonio.
I sette doni dello Spirito Santo
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
Sapienza;
Intelletto;
Consiglio;
Fortezza;
Scienza;
Pietà;
Timor di Dio.
Le tre virtù teologali
1.
2.
3.
Fede
Speranza
Carità.
Le quattro virtù cardinali
1.
2.
3.
4.
Prudenza
Giustizia
Fortezza
Temperanza.
Le sette opere di misericordia corporale
1.
2.
3.
Dar da mangiare agli affamati.
Dar da bere agli assetati.
Vestire gli ignudi.
185
4.
5.
6.
7.
Alloggiare i pellegrini.
Visitare gli infermi.
Visitare i carcerati.
Seppellire i morti.
Le sette opere di misericordia spirituale
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
Consigliare i dubbiosi.
Insegnare agli ignoranti.
Ammonire i peccatori.
Consolare gli afflitti.
Perdonare le offese.
Sopportare pazientemente le persone moleste.
Pregare Dio per i vivi e per i morti.
I sette vizi capitali
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
Superbia.
Avarizia.
Lussuria.
Ira.
Gola.
Invidia.
Accidia.
I quattro novissimi
1.
2.
3.
4.
186
Morte;
Giudizio;
Inferno;
Paradiso.
Sommario
PREMESSA ............................................................................................................. 3
PREGHIERE COMUNI ........................................................................................... 6
Segno della croce ............................................................................................. 6
Credo ................................................................................................................ 6
Preghiera del Signore ....................................................................................... 6
Signore Gesù Cristo ......................................................................................... 6
Invocazioni allo Spirito Santo .......................................................................... 7
Lode alla SS. Trinità ......................................................................................... 8
Preghiere alla Vergine Maria ........................................................................... 8
Angelo di Dio ................................................................................................. 10
Preghiera per i defunti .................................................................................... 11
Atto di fede ..................................................................................................... 11
Atto di speranza .............................................................................................. 11
Atto di carità ................................................................................................... 12
Atto di dolore ................................................................................................. 12
Offerta della giornata al S. Cuore ................................................................... 14
Cantico di Zaccaria (lc 1, 68-79) .................................................................... 14
Preghiera prima di iniziare il proprio lavoro .................................................. 15
Preghiera alla fine del lavoro .......................................................................... 15
Preghiera prima dei pasti ................................................................................ 15
Preghiera dopo i pasti ..................................................................................... 15
Preghiera della sera ........................................................................................ 15
Cantico della Beata Vergine Lc 1,46-55 .................................................... 16
Cantico di Simeone Lc 2,29-32 .................................................................... 16
Nella veglia salvaci, Signore. ......................................................................... 16
Visita, Signore, questa casa ............................................................................ 17
Gesù, Giuseppe e Maria ................................................................................. 17
Angelus .......................................................................................................... 17
Regina Cæli .................................................................................................... 17
La preghiera della famiglia ............................................................................. 18
Preghiera a S. Giuseppe.................................................................................. 18
Preghiera ai Santi Apostoli Pietro e Paolo...................................................... 19
Preghiera per il Papa ...................................................................................... 19
Per la santificazione dei sacerdoti .................................................................. 19
Preghiera per le vocazioni .............................................................................. 20
Pie invocazioni ............................................................................................... 21
SALMI PER VARIE CIRCOSTANZE .................................................................. 22
Salmo 7 (Preghiera del giusto perseguitato) ................................................... 22
Salmo 12 (Invocazione fiduciosa) .................................................................. 23
Salmo 13 (L'uomo senza Dio) ........................................................................ 23
Salmo 16 (Invocazione dell'innocente) .......................................................... 24
Salmo 18 B (Lode alla legge del Signore) ...................................................... 25
Salmo 21 (Sofferenze e speranze del giusto) .................................................. 26
187
Salmo 22 (Il buon pastore) ............................................................................ 28
Salmo 23 (Liturgia di ingresso al santuario) .................................................. 28
Salmo 24 (Preghiera nel pericolo) .................................................................. 29
Salmo 25 (Preghiera dell'innocente) ............................................................... 30
Salmo 27 (Supplica e ringraziamento) ........................................................... 31
Salmo 33 (Lode alla giustizia divina) ............................................................. 32
Salmo 50 (Pietà di me, o Signore) .................................................................. 33
Salmo 116 Invito a lodare Dio per il suo amore ............................................. 34
Salmo 117 (Liturgia per la festa delle capanne) ............................................. 35
Salmo 118 XIV (preghiera della sera) ............................................................ 36
Salmo 118 XIX (preghiera del mattino) ......................................................... 37
Salmo 129 Dal profondo a te grido ................................................................ 37
Salmo 147 Lode cosmica ............................................................................... 38
RITO DELLA MESSA .......................................................................................... 39
Preghiere che si posso recitare dopo la comunione ............................................ 41
Anima di Cristo .............................................................................................. 41
A Gesù crocifisso ........................................................................................... 41
Offerta di se stesso ......................................................................................... 42
Preghiera di «addio all'altare» dopo la liturgia ............................................... 42
DEVOZIONI AL SS. SACRAMENTO ................................................................. 43
O Sacro Convito ............................................................................................. 43
Signore mio Gesù Cristo ................................................................................ 43
Comunione spirituale ..................................................................................... 43
Benedizione eucaristica ...................................................................................... 44
Adoriamo il Sacramento ................................................................................. 44
Invocazioni ..................................................................................................... 44
IL SANTO ROSARIO ........................................................................................... 46
DEVOZIONI A S. MICHELE ............................................................................... 52
Preghiera a s. Michele .................................................................................... 52
Litanie di san Michele .................................................................................... 52
Atto di affidamento a san Michele Arcangelo ................................................ 53
FESTA DI CRISTO RE DELL’UNIVERSO ......................................................... 55
Atto di Consacrazione al S. Cuore di Gesù .................................................... 55
NOVENA DELL’IMMACOLATA ....................................................................... 56
NOVENA DEL S. NATALE ................................................................................. 74
25 DICEMBRE .................................................................................................... 116
NATALE DEL SIGNORE (s)............................................................................... 116
Primi vespri e messa vespertina della vigilia .................................................... 116
Ufficio delle letture e messa della notte ........................................................... 120
TE DEUM ............................................................................................................ 130
OTTAVARIO DI PREGHIERE PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI ..................... 132
GIORNATA DEL MALATO .............................................................................. 133
VIA CRUCIS ....................................................................................................... 136
TRIDUO PASQUALE.......................................................................................... 145
188
VENERDÌ DELLA PASSIONE DEL SIGNORE ........................................... 145
Lodi mattutine .............................................................................................. 145
SABATO SANTO............................................................................................ 150
Lodi mattutine .............................................................................................. 150
CORONCINA DEL MESE DI MAGGIO ........................................................... 156
SUPPLICA ALLA SS. VERGINE DEL ROSARIO DI POMPEI ....................... 158
NOVENA DI PREPARAZIONE ALLA PENTECOSTE ................................... 160
DOMENICA DI PENTECOSTE ......................................................................... 167
Messa vespertina della vigilia .......................................................................... 167
CORONCINA AL SACRO CUORE DI GESÙ................................................... 178
Litanie del Sacro Cuore ................................................................................ 179
Atti di riparazione......................................................................................... 181
CONFESSIONE ................................................................................................... 183
I dieci comandamenti ................................................................................... 183
I comandamenti della carità ......................................................................... 183
I precetti della Chiesa ................................................................................... 183
I peccati contro lo Spirito Santo ................................................................... 183
I peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio ......................................... 183
Le Beatitudini (Mt 5,3-12) ........................................................................... 184
QUESTA È LA NOSTRA FEDE ........................................................................ 185
I due misteri principali della fede ................................................................. 185
I sette Sacramenti ......................................................................................... 185
I sette doni dello Spirito Santo ..................................................................... 185
Le tre virtù teologali ..................................................................................... 185
Le quattro virtù cardinali .............................................................................. 185
Le sette opere di misericordia corporale....................................................... 185
Le sette opere di misericordia spirituale ....................................................... 186
I sette vizi capitali ........................................................................................ 186
I quattro novissimi ........................................................................................ 186
189
CANTI
Canti per il tempo di Avvento
CIELI E TERRA NUOVA
Rit. Cieli e terra nuova il Signor darà,
in cui la giustizia sempre abiterà.
1. Tu sei Figlio di Dio e dai la libertà:
il tuo giudizio finale sarà la carità.
2. Vinta sarà la morte: in Cristo risorgerem
e nella gloria di Dio per sempre noi vivrem.
3. Il suo è regno di vita, di amore e di verità,
di pace e di giustizia, di gloria e santità.
PREGHIERA DEI POVERI DI JAHVÉ
Rit. O cieli, piovete dall’alto;
o nubi, mandateci il Santo.
O terra, apriti, o terra,
e germina il Salvatore.
1. Siamo il deserto, siamo l’arsura:
Maranathà, maranathà!
Siamo il vento, nessuno ci ode:
Maranathà, maranathà!
2. Siamo le tenebre, nessuno ci guida:
Maranathà, maranathà!
Siam le catene, nessuno ci scioglie:
Maranathà, maranathà!
3. Siamo il freddo, nessuno ci copre:
Maranathà, maranathà!
Siamo la fame, nessuno ci nutre.
Maranathà, maranathà!
4. Siamo le lacrime, nessuno ci asciuga:
Maranathà, maranathà!
Siamo il dolore, nessuno ci guarda.
Maranathà, maranathà!
CANTO PROFETICO
1. Va sulla terra, dille che tremi
dì alla folgore di destare il cielo;
190
dì alle nuvole di rompersi tutte.
Chiama il mio popolo fa ch’esso veda.
Rit. Ecco che nasce il nuovo mondo
Il mondo vecchio già non c’è più.
2. Scuoti la polvere, alzati in piedi
libera il collo dalle catene;
senza denaro sei stato venduto;
senza denaro sarai riscattato.
3. Va sulla terra, dille che tremi
al passo dei messaggeri di pace.
Chiama il mio popolo: fa ch’esso veda.
proclama a tutti la legge d’amore.
4. Gli antichi mali son cancellati
gli antichi giorni sono passati;
le antiche valli sono colmate,
le antiche strade sono appianate.
SI ACCENDE UNA LUCE
Lucernario perle Domeniche di Avvento
Si accende una luce all’uomo quaggiù,
presto verrà tra noi Gesù.
Vegliate, lo sposo non tarderà;
se siete pronti, vi aprirà.
Rit, Lieti cantate: gloria al Signor!
Nascerà il Redentor!
1a Domenica di Avvento: la candela dei profeti
Si accende una luce all’uomo quaggiù,
presto verrà tra noi Gesù.
Annuncia il profeta la novità:
il re Messia ci salverà.
2a Domenica di Avvento: la candela di Betlemme
Si accende una luce all’uomo quaggiù,
presto verrà tra noi Gesù.
Un’umile grotta solo offrirà
Betlemme, piccola città.
3a Domenica di Avvento: la candela dei pastori
Si accende una luce all’uomo quaggiù,
presto verrà tra noi Gesù.
Pastori, adorate con umiltà
Cristo, che nasce in povertà.
4a Domenica di Avvento: la candela degli angeli
Si accende una luce all’uomo quaggiù,
presto verrà tra noi Gesù.
Il coro celeste «Pace — dirà —
191
a voi di buona volontà».
OSANNA AL FIGLIO DI DAVID
Rit. Osanna al Figlio di David, osanna al Redentor
1. Apritevi, o porte eterne: avanza il Re della gloria
nei cieli e sulla terra eterno è il suo poter.
Avvento
2. O monti, stillate dolcezza: il Re d’amor s’avvicina
si dona, pane vivo, ed offre pace al cuor.
3. O Vergine, presso l’Altissimo trovasti grazia e onor
soccorri i tuoi figli donando il Salvator.
4. Onore, lode e gloria al Padre e al Figlio
ed allo Spirito Santo nei secoli sara.
Natale
2. È nato per noi il Messia, è nato il Re della pace,
risuona il lieto annuncio: è nato il Salvator!
3. È nato per noi un bambino, Parola di Dio vivente
è sceso sulla terra il Verbo del Signor.
4. O luce e splendore del Padre, illumina le menti,
accogli i nostri cuori, o Cristo Redentor!
ANDIAMO INCONTRO A GESU’
Rit. Andiamo con gioia
incontro al Signore che viene per roi.
1. L’hanno annunciato i profeti
Il Signore viene tra noi:
pace sarà qui sulla terra,
il Signore ci salverà
2. Lungo il giordano il Battista
grida a tutti con grande ardor
“La sua strada prepariamo:
il Signore presto verrà”.
3. Piena di grazia è Maria:
per noi dice il suo “si”;
nella preghiera ella attende
la venuta del Salvator.
(per il tempo di Natale)
4. Magi e pastori son venuti
a vedere il bimbo Gesù.
Gloria a Dio e pace in terra
han cantato gli angeli in cor.
192
Vedi anche
11 Notte di luce
canti natale
13 Dio si è fatto come noi,
canti natale
58 Cantico della vergine
canti Madonna
64 Giovane donna
canti Madonna
65 Noi cantiamo al Signore
canti Madonna
66 Annunciazione
canti Madonna
68 Maria (quando l’amor)
canti Madonna
69 Maria, tu che hai atteso
canti Madonna
100 Quando busserò alla tua porta canti per i defunti
113 Lodate, lodate
canti d’inizio
129 Alleluia canto per cristo
canti per l’alleluia
158 Quanta sete
culto eucaristico
168 Annunceremo il tuo regno, Signor
canti finali
170 Camminiamo sulla strada
canti finali
202 Alzati e risplendi
vocazione testimonianza
228 Salmo 23 - Al Signore la terra
salmi
229 Salmo 24- Confido in te
salmi
Canti per il tempo di Natale
VENITE, FEDELI
1. Venite, fedeli, l’angelo ci invita,
venite, venite a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
Rit. Venite, adoriamo, venite adoriamo,
venite, adoriamo il Signore Gesù!
2. La luce del mondo brilla in una grotta:
la fede ci guida a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
3. La notte risplende, tutto il mondo attende:
seguiamo i pastori a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
4. Il Figlio di Dio, Re dell’universo,
193
si è fatto bambino a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
5. «Sia gloria nei cieli, pace sulla terra»
un angelo annuncia a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
In latino
1. Adéste, fidéles, læti triumphántes,
veníte, veníte in Bétlehem.
Natum vidéte Regem angelórum.
Rit. Veníte adorémus, veníte adorémus,
veníte adorémus Dóminum.
2. En grege relícto, húmiles ad cunas
vocáti pastóres adpróperant:
et nos ovánti gradu festinémus.
3. Aetérni Paréntis splendórem aetérnum
velátum sub carne vidébimus:
Deum infántem, pannis involútum.
4. Pro nobis egénum et foeno cubántem
piis foveámus ampléxibus:
sic nos amántem quis non redamáret ?
OGGI È NATO PER NOI IL SALVATORE (Ispirato al Salmo
95)
Rit. Oggi è nato per noi
il Salvatore del mondo.
Oggi è nato per noi
Il Salvatore del mondo.
1. Cantate al Signore un cantico nuovo,
cantate al Signore da tutta la terra.
Cantate al Signore,
il suo nome in eterno lodate.
2. A tutti annunziate la sua salvezza,
a tutti narrate le sue meraviglie,
a tutte le genti portate
l’annuncio di gioia.
3. Gioiscano i cieli, esulti la terra,
i fiumi, i mari e i loro abitanti;
voi alberi della foresta
davanti al Signore.
4. Il mondo acclami al Signore che viene
e giudicherà un giorno tutte genti.
194
Amore e giustizia nel mondo
con lui regnerà.
SIGNORE GESÙ,VENUTO TRA NOI
Signore Gesù,
venuto (in avv. che vieni) tra noi per riscattarci,
abbi pietà di noi.
Kyrie eleison, Kyrie eleison,
Kyrie eleison, eleison.
Cristo Gesù,
che mostri a noi il volto di Dio,
abbi pietà di noi.
Christe eleison, Christe eleison,
Christe eleison, eleìson.
Signore Gesù,
che inviti noi a perdonarci,
abbi pietà di noi.
Kyrie eleison, Kyrie eleison,
Kyrie eleison, eleison.
ALLELUIA! VIENE IL SALVATORE!
Gloria, alleluia, alleluia! Viene il Salvatore!
Gloria su nel cielo!
Gloria, alleluia, alleluia! Viene il Salvatore!
Pace sulla terra!
NOTTE DI LUCE
1. Notte di luce, colma è l’attesa!
Notte di speranza: vieni, Gesù!
Verbo del Padre, vesti il silenzio.
Rit. Sia gloria nei cieli,
sia pace quaggiù!
2. Alba di pace, Regno che irrompe!
Alba di perdono: vieni, Gesù!
Santo di Dio, vesti il peccato.
3. Giorno d’amore, nuova alleanza!
Giorno di salvezza: vieni, Gesù!
Sposo fedele, vesti la carne.
A BETLEMME DI GIUDEA
1. A Betlemme di Giudea
una gran luce si levò:
195
nella notte, sui pastori,
scese l’annuncio e si cantò:
Rit. Gloria in excelsis Deo!
2. Cristo nasce sulla paglia,
figlio del Padre, Dio-con-noi.
Verbo eterno, Re di pace,
pone la tenda in mezzo ai suoi.
3. Tornerà nella sua gloria,
quando quel Giorno arriverà;
se lo accogli nel tuo cuore,
tutto il suo Regno ti darà.
DIO S’È FATTO COME NOI
1. Dio si è fatto come noi,
per farci come lui.
Rit. Vieni, Gesù, resta con noi,
resta con noi!
2. Viene dal grembo di una donna,
la Vergine Maria.
3. Tutta la storia lo aspettava:
il nostro Salvatore.
4. Egli era un uomo come noi
e ci ha chiamato amici.
5. Egli ci ha dato la sua vita,
insieme a questo pane.
6. Noi, che mangiamo questo pane,
saremo tutti amici.
7. Noi, che crediamo nel suo amore,
vedremo la sua gloria.
8. Vieni, Signore, in mezzo a noi:
resta con noi per sempre.
NASCE L'AMORE
1. Fredda è la notte
buio d'intorno
silente attesa
sacro timor.
Brilla una stella,
veglia la terra
s'apre la vita
palpita un cuor.
196
Rit. Nasce Gesù
nasce l'Amor
gli Angeli in cielo
cantano in cor.
(2 volte)
2. E se l'Amore
regna fra noi
nei nostri cuori
vive Gesù.
Splende la luce
in tutti è pace:
il Paradiso
è in mezzo a noi.
IN NOTTE PLACIDA
In notte placida
per muto sentier,
dai campi del ciel
discese l’Amor,
all’alme fedeli il Redentor!
Nell’aura è il palpito
d’un grande mister:
del nuovo lsraello
è nato il Signor,
il fiore più bello dei nostri fior!
Cantate, o popoli,
gloria all’Altissimo
l’animo aprite a speranza e amor!
NATO PER NOI
1. Nato per noi, Cristo Gesù
Figlio dell’Altissimo
Sei cantato dagli angeli
Sei l’atteso dei secoli
Rit. Vieni, vieni, Signore!
Salvaci, Cristo Gesù!
2. Nato per noi, Cristo Gesù,
Figlio della Vergine:
sei fratello dei deboli,
sei l’amico degli umili.
3. Nato per noi, Cristo Gesù,
Figlio nello Spirito:
sei presenza fra i poveri,
197
sei la pace fra i popoli.
ASTRO DEL CIEL
1. Astro del ciel, Pargol divin,
mite Agnello Redentor!
Tu che i vati da lungi sognar
tu che angeliche voci nunziar,
luce dona alle menti,
pace infondi ne’ cuor.
2. Astro del ciel, Pargol divin,
mite Agnello Redentor!
Tu disceso a scontare l’error,
tu sol nato a parlare d’amor,
luce dona alle menti,
pace infondi ne’ cuor.
O NOTTE LIMPIDA
1. O notte limpida,
la gioia porti a noi.
Tu ci ricordi
che Cristo é nato.
Gioia gioia in tutti i cuori
in tutti i cuori sarà.
O notte limpida,
la gioia porti a noi.
2. O notte limpida,
la grazia porti a noi.
Cristo é tra noi:
ecco é venuto.
Gioia gioia in tutti i cuori
in tutti i cuori sarà.
O notte limpida,
la grazia porti a noi.
3. O notte limpida,
la forza porti a noi.
Tutti siam culla
al Dio incarnato.
Gioia gioia in tutti i cuori
in tutti i cuori sarà.
O notte limpida,
la forza porti a noi.
198
TU SCENDI DALLE STELLE
1. Tu scendi dalle stelle, o Re del cielo,
e vieni in una grotta al freddo, al gelo.
O Bambino mio divino, io ti vedo qui a tremar.
O Dio beato!
Ah, quanto ti costò l’avermi amato!
2. A te, che sei del mondo il Creatore,
mancano panni e fuoco, o mio Signore.
Caro eletto Pargoletto, quanto questa povertà
più m’innamora:
giacché ti fece amor povero ancora.
FERMARONO I CIELI
1. Fermarono i cieli la loro armonia
cantando Maria la nanna a Gesù.
Con voce divina la vergine bella,
più vaga che stella diceva così:
Rit. Dormi o Figlio
Il mio cuore è culla per te.
2. Tremò l’universo di gioia infinita
E come rapita la terra ascoltò.
La notte s’accese di vivo fulgore
e il canto d’amore ovunque echeggiò
3. E gli angeli santi facevan dei cori
guidando i pastori al Bimbo Gesù.
Nell’umil presepio si fece mattino
la madre e il bambino splendevan d’amor
Vedi anche
05 Osanna al Figlio di David
canti avvento
06 Andiamo incontro a Gesù
canti avvento
64 Giovane donna
canti Madonna
65 Noi cantiamo al Signore
canti Madonna
68 Maria
canti Madonna
105 È bello lodarti
canti d’inizio
109 Il cielo narra la tua gloria
canti d’inizio
113 Lodate, lodate
canti d’inizio
183 Popoli tutti lodate il Signore
culto eucaristico
199
202 Alzati e risplendi
vocazione testimonianza
228 Salmo 23 - Al Signore la terra
salmi
229 Salmo 24- Confido in te
salmi
Canti per il tempo di Quaresima
IL TUO AMORE, SIGNORE
Rit. Il tuo amore, Signore, per noi
è un invito a tornare a te.
1. Sei lento all’ira, Signore, con noi:
grande sei tu nell’amore.
2. Conosci l’uomo e l’ansia che è in lui:
non abbandoni nessuno.
3. Ritorneremo, Signore, da te:
sempre ci doni il perdono.
4. E canteremo, Signore, per te:
tu ci ridoni la vita.
PADRE, PERDONA
Rit. Signore, ascolta: Padre, perdona!
Fa che vediamo il tuo amore.
1. A te guardiamo, Redentore nostro,
da te speriamo gioia di salvezza:
fa che troviamo grazia di perdono.
2. Ti confessiamo ogni nostra colpa,
riconosciamo ogni nostro errore
e ti preghiamo: dona il tuo perdono.
3. O buon Pastore, tu che dai la vita,
Parola certa, Roccia che non muta,
perdona ancora, con pietà infinita.
SE IL CHICCO DI FRUMENTO
Rit. Se il chicco di frumento
non cade nella terra e non muore,
rimane da solo; se muore, crescerà.
1. Troverà la sua vita chi la perde per me:
viene la primavera, l’inverno se ne va.
2. Come il tralcio che piange, anche tu fiorirai.
200
Viene la primavera, l’inverno se ne va.
IL FIGLIOL PRODIGO
1. Ritornerò alla casa del Padre mio
e poi gli chiederò perdono
perché ho sbagliato.
Padre no, non sono degno di restare qui
ma tienimi con te, qui con te.
2. Ma il padre che da lontano lo vide si alzò
e poi gli corse incontro
ed a lungo l’abbracciò.
Si faccia festa perché questo figlio che
era perduto è tornato qui.
VI DARO’ UN CUORE NUOVO
Rit. Vi darò un cuore nuovo,
metterò dentro di voi
uno spirito nuovo.
1. Vi prenderò dalle genti
vi radunerò da ogni terra
e vi condurrò sul vostro suolo.
2. Vi aspergerò con acqua pura:
e io vi purificherò
e voi sarete purificati.
3. Io vi libererò
da tutti i vostri peccati
da tutti i vostri idoli.
4. Porrò il mio spirito dentro di voi
voi sarete il mio popolo
e io sarò il vostro Dio.
STRADE VUOTE
Rit. Strade vuote, strade senza te...
Strade buie, strade senza te...
Dove il mio passo
risuona inutilmente,
strade vuote…, strade vuote...
Strade vuote, strade senza te...
strade buie, strade senza te…
dove il mio passo
risuona inutilmente,
201
strade vuote...
Come potevo dimenticare tutto di te?
O mio Signore, io voglio ritornare da te!
Strade vuote...
PURIFICAMI, O SIGNORE (sl 50)
Rit. Purificami, o Signore:
sarò più bianco della neve.
1. Pietà di me, o Dio, nel tuo amore:
nel tuo affetto cancella il mio peccato
e lavami da ogni mia colpa
purificami da ogni mio errore.
2. Il mio peccato, io lo riconosco;
il mio errore mi è sempre dinanzi:
contro te, contro te solo ho peccato;
quello che è male ai tuoi occhi io l’ho fatto.
3. Così sei giusto nel tuo parlare
e limpido nel tuo giudicare.
Ecco, malvagio sono nato,
peccatore mi ha concepito mia madre.
4. Ecco, ti piace verità nell’intimo,
e nel profondo mi insegni sapienza.
Se mi purifichi con issòpo, sono limpido;
se mi lavi, sono più bianco della neve.
5. Fammi udire gioia e allegria:
esulteranno le ossa che hai fiaccato.
Dai miei errori nascondi il tuo volto
e cancella tutte le mie colpe.
6. Crea in me, o Dio, un cuore puro,
rinnova in me uno spirito fermo.
Non cacciarmi lontano dal tuo volto,
non mi togliere il tuo spirito di santità.
7. Sia gloria al Padre onnipotente,
al Figlio, Gesù Cristo Signore,
allo Spirito Santo , Amore,
nei secoli dei secoli. Amen.
IL SIGNORE CI HA SALVATi
1. Il Signore ci ha salvati dai nemici
nel passaggio del Mar Rosso:
l’acqua che ha travolto gli Egiziani
202
fu per noi la salvezza!
Rit. «Se conoscessi il dono di Dio
e chi è colui che ti chiede da bere,
lo pregheresti tu stesso di darti
quell’acqua viva che ti salverà».
2. Eravamo prostrati nel deserto,
consumati dalla sete:
quando fu percossa la roccia,
zampillò una sorgente.
3. Dalle mura del tempio di Dio
sgorga un fiume d’acqua viva:
tutto quello che l’acqua toccherà
nascerà a nuova vita.
4. Venga a me chi ha sete e chi mi cerca,
si disseti colui che in me crede:
fiumi d’acqua viva scorreranno
dal mio cuore trafitto.
TI SALUTO, O CROCE SANTA
Rit. Ti saluto, o Croce santa,
che portasti il Redentor:
gloria, lode, onor ti canta
ogni lingua ed ogni cuor.
1. Sei vessillo glorioso di Cristo,
sua vittoria e segno ci amor:
il suo sangue innocente fu visto
come fiamma sgorgare dal cuor.
2. Tu nascesti fra braccia amorose
d’una Vergine Madre, o Gesù,
tu moristi fra braccia pietose
d’una croce che data ti fu.
3 O Agnello divino, immolato
sulla croce crudele, pietà!
Tu, che togli dal mondo il peccato,
salva l’uomo che pace non ha.
Vedi anche
34 Cristo è il Signore
canti sett. santa
35 O Cristo, tu regnerai
canti sett. santa
37 Gesù mio
canti sett. santa
203
91 Stavi o Madre dolorosa
canti Madonna
144 Signore cerchi i figli tuoi
canti per l’offertorio
186 Prendimi per mano
canti penitenza
189 Acqua sole e veritàfede fiducia speranza supplica
207 Se vuoi seguire Cristo
canti missione vocazione
224 Una voce dalla nuvola
229 Salmo 24- Confido in te
Canti per la Settimana Santa
OSANNA AL FIGLIO DI DAVID
(per la Domenica delle Palme)
Rit. Osanna al Figlio di David, osanna al Redentor
1. Apritevi, o porte eterne: avanza il Re della gloria
nei cieli e sulla terra eterno è il suo poter.
2. A una voce sola gridiamo a Dio che venga
su questa nostra terra lui solo a regnar.
3. Sia luce nella notte, conforto nel cammino
il pane e la parola, e pace a ogni cuor.
4. Onore, lode e gloria al Padre e al Figliolo
ed allo Spirito Santo nei secoli sarà.
IL SIGNORE CI HA AMATO
1. Il Signore ci ha amato come nessun altro mai
ci conduce nella notte quando siamo nel dolor
quando il pane dividiamo nella gioia tra di noi,
il Signore è presente col suo amor.
Rit. « È il mio corpo dato a tutti voi,
è il mio sangue dato a tutti voi
Io son la vita io son l’amor. »
O Signore porta tutti al tuo amor!
2. Il Signor ci ha amato come nessun altro mai
per la gente del villaggio egli è figlio d’operai
e lavora come gli altri il Signore nel sudor
e conosce la fatica d’ogni dì.
3. Il Signore ci ha amato come nessun altro mai
il suo amor fu così grande che morì per tutti noi
il suo amor fu così forte che la morte superò
204
canti vari
salmi
dal sepolcro il Signor resuscitò.
4. lI Signore ci ha amato come nessun altro mai.
Ci ha riuniti nel suo nome e nella grazia che ci dà.
Siamo membra del suo corpo tutti noi del mondo intero,
niente può più separarci dal suo amor.
E’ GIUNTA L’ORA
1. E’ giunta l’ora, Padre per me
I miei amici affido a te.
La vera vita, o Padre, sei tu
col Figlio tuo, Cristo Gesù.
2. Erano tuoi, li hai dati a me
ed ora sanno che torno a te.
Hanno creduto: conservali tu
nel tuo amore, nell’unità
3. Tu mi hai mandato ai figli tuoi:
La tua parola è verità.
E il loro cuore sia pieno di gioia:
la gioia vera viene da te.
4. Io sono in loro e tu i me:
che sian perfetti nell’unità
e il mondo creda che tu mi hai mandato,
li hai amati come ami me.
L’ULTIMA SERA
Ragazzi miei rimango qui ancora un poco,
poi me ne andrò e allora voi mi cercherete
ma non vi lascerò.
Sarà con voi Qualcuno che vi saprà consolare,
Lui vi guiderà alla verità.
Ed ecco che or io vi dò il mio comandamento:
Amatevi così come ho amato voi.
Se vi amerete io resto ancora
come una volta in mezzo a voi.
Perché si turba il vostro cuore, non siate tristi,
Credete a me è meglio che io me ne vada,
ma ritornerò.
Ed ecco che or io vi dò il mio comandamento:
Amatevi così come ho àmato voi.
Nel mondo avete solo dolor
ma non temete, ritornerò.
Ed in quel giorno nel vostro cuore
205
Verrà una gioia che nessuno vi toglierà.
CRISTO È IL SIGNORE
Rit. Ti adoriamo, o Cristo,
e ti benediciamo,
perché con la tua croce
hai redento il mondo.
1. Pur essendo Gesù Dio,
non ritenne gelosamente
la sua uguaglianza con Dio:
Cristo è il Signore.
2. Ma spogliò se stesso
fino a diventare un servo,
e in tutto uguale a noi:
Cristo è il Signore.
3. Umiliò se stesso
facendosi ubbidiente
fino alla morte in croce:
Cristo è il Signore.
4. Per questo Dio l’ha esaltato
e gli ha dato un nome
che è sopra ogni altro nome;
Cristo è il Signore.
5. Perché nel nome di Gesù
si pieghi ogni ginocchio
nei cieli e sulla terra:
Cristo è il Signore.
6. Ed ogni lingua annunzi
che Cristo è il Signore,
a gloria di Dio Padre:
Cristo è il Signore.
O CRISTO, TU REGNERAI
Rit. O Cristo, tu regnerai!
O Croce, tu ci salverai!
1. Il Cristo crocifisso morendo ci riscattò.
La Croce benedetta salvezza a noi portò.
2. Estendi sopra il mondo il regno di santità:
o Croce, sei sorgente di grazia e di bontà.
3. Nei nostri cuori infondi un fuoco di carità:
tu, fonte del perdono, rinnova l’umanità.
206
4. Cantiamo lode e gloria a Cristo, il Redentor,
e al Padre onnipotente, in te, Spirito d’Amor.
POPOLO MIO, CHE MALE TI HO FATTO?
Rit. Popolo mio, che male ti ho fatto?
In che ti ho provocato?
Dammi risposta.
1. Io per te ho flagellato l’Egitto/ e i primogeniti suoi*
e tu mi hai dato/ a flagellare.
2. Io ti ho guidato dall’Egitto/ ed ho sommerso il Faraone nel mar Rosso,*
e tu mi hai dato ai capi/ dei sacerdoti.
3. Io avanti a te/ ho squarciato il mare,*
e tu con una lancia/ mi hai squarciato il petto.
4. Io ti ho fatto strada/ con la nube,*
e tu mi hai trascinato/ al pretorio di Pilato.
5. Io ti ho nutrito con manna/ nel deserto,*
e tu mi hai percosso/ con schiaffi e flagelli.
6. Io ti ho dissetato con acqua di salvezza/ dalla rupe,*
e tu mi hai dissetato/ con fiele ed aceto.
7. Io per te ho colpito i re/ dei Cananei,*
e tu mi hai colpito il capo/ con la canna.
8. Io ti ho dato/ lo scettro regale,*
e tu mi hai dato sul capo/ una corona di spine.
9. Io ti ho esaltato/ con immane potenza,*
e tu mi hai sospeso/ a un patibolo di croce.
GESÙ MIO
1. Gesù mio, con dure funi
come reo, chi ti legò?
Rit. Sono stato io l’ingrato
Gesù mio, perdon, pietà.
2. Gesù mio, la bella faccia
chi crudele ti schiaffeggiò?
3. Gesù mio, le sacre membra
chi spietato ti flagellò?
4. Gesù mio, la nobil fronte
chi di spine ti coronò?
5. Gesù mio, su le tue spalle
chi la croce ti caricò?
207
6. Gesù mio, le sacre mani
chi con chiodi ti trapassò?
7. Gesù mio, gli stanchi piedi
chi alla croce t’inchiodò?
8. Gesù mio, l’amante cuore
chi con lancia ti trapassò?
9. O Maria quel tuo bel Figlio
chi l’uccise, e lo straziò?
Vedi anche
23 Se il chicco di frumento
canti quaresima
29 Ti saluto, o croce santa
canti quaresima
91 Stavi o Madre dolorosa
canti Madonna
131 Amatevi fratelli
canti per l’offertorio
136 Com’è bello
canti per l’offertorio
137 Dov’è carità e amore
canti per l’offertorio
141 Mistero della cena
canti per l’offertorio
144 Signore cerchi i figli tuoi
canti per l’offertorio
148 Come unico pane
canti per la comunione
159 Questo pane spezzato
canti per la comunione
162 Sei tu, Signore, il pane
canti per la comunione
176 Passa questo mondo
canti finali
181 Genti tutte proclamate
culto eucaristico
206 Servo per amore
canti missione vocazione
207 Se vuoi seguire Cristo
canti missione vocazione
Canti per la Veglia Pasquale
e il tempo di Pasqua
IL CANTO DEL MARE (Esodo 15)
Rit. Cantiamo al Signore,
stupenda è la sua vittoria.
Signore è il suo nome.
Alleluia. (2 volte)
1. Voglio cantare in onore del Signore
208
perché ha trionfato, alleluia.
Ha gettato in mare cavallo e cavaliere.
Mia forza e mio canto è il Signore,
2. Dio è prode in guerra, si chiama Signore.
Travolse nel mare gli eserciti,
i carri d’Egitto sommerse nel Mar Rosso,
abissi profondi li coprono.
3. Si accumularon le acque al tuo soffio
s’alzarono le onde come un argine.
Si raggelaron gli abissi in fondo al mare.
Chi è come te, o Signore?
MIA FORZA E MIO CANTO
Rit. Mia forza e mio canto è il Signore,
Egli mi ha salvato e Lo voglio lodare.
Mia forza e mio canto è il Signore, è il mio Dio, gloria.
1. Il Signore abbatte cavalli e cavalieri
la sua destra annienta il nemico
voglio cantare in onore del Signore
perché ha trionfato.
2. Chi è come Te tra gli dei Signore
chi è come Te maestoso in santità
tremendo nelle imprese, operatore di prodigi
chi è come Te Signore.
3. Guidasti il popolo che hai riscattato
lo conducesti alla tua santa dimora
lo fai entrare e lo pianti sul monte
della Tua eredità.
4. Cantate al Signore che Israele ha salvato
hanno camminato sull’asciutto in mezzo al mare
con timpani, cori di danze formate
per sempre il Signore regna.
ALLELUIA! CELEBRATE DIO
Rit. Alleluia, alleluia, alleluia, alleluia!
1. Celebrate Dio con me:
è per sempre la sua bontà.
Nel dolore gridai a lui:
mi trasse in salvo, mai più temerò.
2. La sua destra ha fatto prodigi,
meraviglie ha compiuto per noi.
209
Questo giorno è fatto dal Signore,
rallegriamoci ed esultiamo.
3. Cristo vive in mezzo ai suoi:
oggi e sempre rimane con noi.
ALLELUIA A COLUI CHE RISUSCITÒ
Rit. Alleluia, alleluia, a colui che risuscitò!
Alleluia, alleluia, gloria al nome di Gesù!
1. Cristo è il Signor del mondo intero:
Gesù, il Re del creato.
2. Portiamo a tutti il suo Vangelo:
Gesù è morto e risorto.
3. Con Cristo morti sulla croce,
da lui avremo la Vita.
4. Dio effonde la sua pace,
che ogni uomo attende.
5. Lode al Padre e al Figlio
e allo Spirito. Amen!
NELL’ACQUA CHE DISTRUGGE
Nell’acqua che distrugge
e fa rinascere, per la potenza
dello Spirito di Dio,
siam sepolti
con Cristo nella morte,
per risorgere con lui
e proclamare al mondo:
ci hai donato la tua vita,
ci hai chiamati alla tua luce.
O Padre, annunciamo
per sempre il tuo amore.
TU SEI BENEDETTO SIGNORE
Rit. Tu sei benedetto Signore
dai tuoi figli su tutta la terra
per il pane e per il vino
per la mensa che ci hai preparato.
1. Ecco, è arrivato il giorno:
gli affamati saranno saziati.
Ecco, è arrivato il giorno:
i prigionieri saranno liberati.
210
2. Ecco, è arrivato il giorno:
gli assetati non avranno più sete.
Ecco, è arrivato il giorno:
e noi tutti ti lodiamo insieme.
CRISTO RISUSCITI
1. Cristo risusciti in tutti i cuori
Cristo si celebri, Cristo s'adori
Gloria al signor!
Gloria al signor!
2. Dense le tenebre son del pensiero
Cristo è la fulgida luce del vero
Gloria al signor!
Gloria al signor!
RISUSCITÒ. (1Cor 15)
Rit. Risuscitò, risuscitò, risuscitò, alleluja!
Alleluja, alleluja, alleluja, risuscitò!
1. La morte,
dove sta la morte?
Dov'è la mia morte?
Dov'è la sua vittoria?
2. Allegria,
Allegria, fratelli,
che se oggi noi amiamo
è perché risuscitò.
3. Grazie
siano rese al Padre
che ci guida al suo Regno
dove si vive di amore.
4. Se con lui moriamo
con lui viviamo
con lui cantiamo,
Alleluja!
Alleluja, alleluja, alleluja, risuscitò!
Risuscitò, risuscitò, risuscitò, alleluja!
É LA PASQUA DEL SIGNORE
Rit. E’ la Pasqua del Signore:
esultiamo a lui e cantiamo,
Alleluia, Alleluia.
1. E’ Dio di Abramo e di Isacco,
211
è il Dio di Giacobbe.
2. E’ lui che ha aperto il Mar Rosso
e noi siamo passati.
3. E’ lui che ci porta nel deserto
e ci guida nel cammino.
4. E’ lui che il Figlio ha mandato
e l’ha risuscitato.
CHI HA FAME
Rit. Chi ha fame venga a fare Pasqua con noi;
Chi ha sete venga a fare Pasqua con noi.
Questa è l’ora di passare al Regno del Padre:
questa è l’ora di lasciare le cose del mondo.
Tutti quanti siam chiamati
alla mensa del Signore,
tutti siam chiamati al Regno
se abbiamo fede in Cristo.
CANTO DI RISURREZIONE
Rit. Ti esalterò Signore
perché mi hai risollevato;
hai cambiato la mia tristezza
in una danza per me;
hai sciolto il mio saio
e m’hai cinto d’allegria.
Alleluia, alleluia, alleluia
Alleluia, alleluia, alleluia!
1. Signore ho invocato il tuo aiuto
mio Dio, tu m’hai guarito:
Hai liberato dal laccio della morte
l’anima mia,
dal discendere nella fossa
m’hai fatto rivivere
2. Cantate inni al Signore,
rendete grazie al suo nome.
La sua collera non dura,
la sua bontà tutta una vita.
Alla sera giunge il pianto,
ma al mattino, ecco la gioia!
212
CRISTO È RISORTO
Rit. Cristo è risorto, gloria al Signore!
E tutto il mondo grida: Alleluia!
Cristo è risorto nei nostri cuori,
chi dal suo amore ci separerà?
1. Forse la fame, la tribolazione
o l'angoscia, la persecuzione.
Ma in questo noi siamo vincitori
e lo cantiamo con la vita.
2. Una nuova alleanza Lui farà,
noi saremo il suo popolo.
La sua legge nei cuori scriverà,
sarà per sempre il nostro Dio.
3. Il suo Spirito ci donerà
il coraggio, la Parola.
Il suo nome uniti ci farà,
noi vivremo la fraternità.
4. Sulle strade del mondo intero
porteremo la speranza.
E con noi, Lui camminerà,
parleremo del suo regno.
LUNGO QUELLA STRADA
1. Lungo quella strada parlavano di lui.
« Dove andate, amici, posso anch’io venir con voi?
Ma cosa c’è? Voi siete tristi! Che cosa v’addolora?
Il vostro cuore è triste amici!».
2. Tu proprio non sai, hanno ucciso il Signore!
tutti speravamo, la fiducia era con noi.
Ma ormai è morto, l’hanno ucciso, da tre giorni è nel sepolcro.
Ormai è morto il Signore.
3. Resta qui con noi, perché ormai scende la sera.
No non te ne andare, resta ancora un po’ con noi!
Ormai la sera sta per venire, Signore resta con noi,
resta con noi, con noi. Signore.
4. Allo spezzare del pane hanno visto Gesù Signore:
«Gioia ci ardeva in cuore quando Lui parlava a noi»,
l’uomo non sa che cosa fare se Lui non l’accompagna
lungo la strada della vita.
213
LE TUE MANI
1. Le tue mani son piene di fiori:
dove li portavi, fratello mio?
Li portavo alla tomba di Cristo,
ma l’ho trovata vuota, fratello mio!
Rit. Alleluia, alleluia, alleluia, alleluia!
2. I tuoi occhi riflettono gioia:
dimmi, cos’hai visto, fratello mio?
Ho veduto morire la morte,
ecco cosa ho visto, fratello mio!
3. Hai portato una mano all’orecchio:
dimmi, cosa ascolti fratello mio?
Sento squilli di trombe lontane!
Sento cori d’angeli, fratello mio!
4. Stai cantando un’allegra canzone:
dimmi, perché canti, fratello mio?
Perché so che la vita non muore,
ecco perché canto, fratello mio!
Vedi anche
13 Il Signore è la luce
canti al Vangelo quaresima
28 Il Signore ci ha salvati dall’Egitto canti quaresima
117 Oggi è festa per noi
canti d’inizio
177 Resta con noi Gesù
canti finali
200 Voglio cantare al Signorfede fiducia speranza supplica
201 Andate per le strade
canti missione vocazione
Canti per la Pentecoste
VIENI, SPIRITO DI CRISTO
Rit. Vieni, vieni, Spirito d’amore,
ad insegnar le cose di Dio.
Vieni, vieni, Spirito di pace,
a suggerir le cose che Lui ha detto a noi.
1. Noi ti invochiamo, Spirito di Cristo,
vieni tu dentro di noi.
Cambia i nostri occhi fa che noi vediamo
la bontà di Dio per noi.
214
2. Vieni, o Spirito, dai quattro venti,
e soffia su chi non ha vita.
Vieni o Spirito, e soffia su di noi,
perché anche noi riviviamo.
3. Insegnaci a sperare, insegnaci ad amare,
insegnaci a lodare Iddio.
Insegnaci a pregare, insegnaci la via,
insegnaci tu l’unità.
VIENI SPIRITO D’AMORE
Rit. Vieni, vieni, Spirito d’amore,
vieni. vieni, scendi su di noi! (bis)
Come fuoco brucia ogni male.
Come acqua lava ogni peccato!
VIENI SPIRITO SANTO
Rit. Vieni, Spirito Santo,
manda a noi dai cielo
i tuoi santi doni.
1. Vieni, Spirito della vita,
vieni Spirito dell’amore,
dona gioia ai nostri cuori
2. Tu dei poveri sei la grazia,
tu dei deboli sei la forza,
tu dell’uomo sei la speranza.
3. Vieni, Spirito della luce,
vieni Spirito della gioia,
vieni in mezzo alla tua chiesa.
4. Tu sei la luce alle nostre menti,
tu sei fiamma ai nostri cuori,
tu sei guida ai nostri passi.
SPIRITO DEL DIO VIVENTE
Spirito del Dio vivente
accresci in noi l’amore.
Pace, gioia, forza
nella tua dolce presenza (2 v.)
Fonte d’acqua viva
purifica i cuori,
sole della vita
ravviva la tua fiamma. (2 v.)
215
CERCO LA TUA VOCE
1. Dove sei, perché non rispondi?
Vieni qui, dove ti nascondi?
Ho bisogno della tua presenza:
e l'anima che cerca Te.
Spirito che dai vita al mondo,
cuore che batte nel profondo.
Lava via le macchie della terra
e coprila di libertà.
Rit. Soffia, vento che
hai la forza di cambiare,
fuori e dentro me, questo mondo
che ora gira,
che ora gira attorno a Te.
Soffia proprio qui fra le case,
nelle strade della mia città.
Tu ci spingi verso un punto che
rappresenta il senso del tempo,
il tempo dell'unità
2. Rialzami e cura le ferite
riempimi queste mani vuote.
Sono così spesso senza meta
e senza Te cosa farei?
Spirito, oceano di luce,
parlami, cerco la tua voce;
traccia a fili d'oro la mia storia
e intessila d'eternità.
QUANDO LO SPIRITO VIVE IN ME
1. Quando lo Spirito vive in me,
io canto come David. (bis)
io canto, io canto,
io canto come David. (bis)
2. Quando lo Spirito vive in me,
io esulto...
3. Quando lo Spirito vive in me,
io lodo…
4. Quando lo Spirito, vive in me,
io prego...
Vedi anche
216
25 Vi darò un cuore nuovo
canti quaresima
27 Purificami o Signore
canti quaresima
Canti per le feste della Madonna
CANTICO DELLA VERGINE
Rit. Magnifica il Signore anima mia;
il mio spirito esulta in Dio.
Alleluia alleluia alleluia
Alleluia alleluia!
1. Perché ha guardato l’umiltà della sua serva:
ecco ora mi chiameran beata
perché il potente mi ha fatto grandi cose
e santo è il suo nome, Alleluia alleluia.
2. Ha spiegato la potenza del suo braccio
ha disperso i superbi di cuore,
i potenti rovescia dai troni
e innalza gli umili e li ricolma d’ogni bene.
3. Il suo servo Israele egli solleva
ricordando la sua misericordia
promessa ad Abramo e ai nostri padri
e a tutti i suoi figli, perché santo è il suo nome.
MAGNIFICAT ANIMA MEA
Magnificat, magnificat anima mea dominum
Magnificat, magnificat anima mea dominum
MAGNIFICAT (Dio ha fatto in me cose grandi)
1. Dio ha fatto in me cose grandi
Lui che guarda l'umile servo
e disperde i superbi nell'orgoglio del cuore.
Rit: L’anima mia esulta in Dio mio salvatore
l’anima mia esulta in Dio mio salvatore
la sua salvezza canterò
2. Lui onnipotente e santo
Lui abbatte i grandi dai troni
e solleva dal fango il suo umile servo.
3. Lui, misericordia infinita
Lui che rende povero il ricco
e ricolma di beni chi si affida al suo amore.
217
4. Lui,amore sempre fedele
Lui, guida il suo servo Israele
e ricorda il suo patto stabilito per sempre.
LIETA ARMONIA
1. Lieta armonia
nel gaudio del mio spirito si espande;
l'anima mia magnifica il Signor:
lui solo è grande. (x2)
2. Umile ancella
degnò di riguardarmi dal suo trono;
e grande e bella mi fece il Creator:
lui solo è buono. (x2)
3. E me beata
dirà in eterno delle genti il canto.
Mi ha esaltata per l'umile mio cuor:
lui solo è santo. (x2)
4. Egli i protervi
superbi sperde in trionfal vittoria
ed i suoi servi solleva a eccelso onor:
a Dio sia gloria. (x2)
SALVE, REGINA (in latino)
Salve, Regina, mater misericordiæ,
vita, dulcédo et spes nostra, salve.
Ad te clamàmus, éxsules filii Evæ.
Ad te suspiràmus, geméntes el flentes
in hac lacrimàrum valle.
Eia ergo, advocàta nostra,
illos tuos misericòrdes oculos
ad nos convérte.
Et Iesum, benedictum fructum ventris tui
nobis post hoc exsilium osténde.
O clemens, o pia, o dulcis Virgo Maria.
SALVE REGINA (in italiano)
Salve Regina,
Madre di misericordia.
Vita, dolcezza,speranza nostra salve!
Salve Regina!
A te ricorriamo, esuli figli di Eva.
A te sospiriamo, piangenti
218
in questa valle di lacrime.
Avvocata nostra,
volgi a noi gli occhi tuoi,
mostraci dopo questo esilio
Il frutto del tuo seno, Gesù.
Salve Regina,
Madre di misericordia.
O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.
Salve Regina!
Salve Regina, salve, salve!
GIOVANE DONNA
1. Giovane donna, attesa dell’umanità:
un desiderio d’amore e pura libertà.
Il Dio lontano è qui vicino a te,
voce e silenzio, annuncio di novità.
Rit. Ave, Maria. Ave, Maria.
2. Dio t’ha prescelta
qual madre piena di bellezza
e il suo amore t’avvolgerà con la sua ombra.
Grembo per Dio venuto sulla terra,
tu sarai madre di un uomo nuovo.
3. Ecco l’ancella che vive della tua parola,
libero il cuore perché l’amore trovi casa.
Ora l’attesa è densa di preghiera
e l’uomo nuovo è qui, in mezzo a noi.
NOI CANTIAMO AL SIGNORE
Rit. Noi cantiamo al Signore
un cantico nuovo.
Alleluia, Alleluia, Alleluia.
1. L’Angelo del Signore
è apparso a Maria
e le ha annunciato
la Parola di Dio.
2. Ecco che Maria
è diventata Madre
partorendo un Figlio
per la nostra salvezza.
ANNUNCIAZIONE
Venne un angelo dal cielo
219
si chiamava Gabriele;
era lui del cielo divin messaggero
per annunziare l’Emmanuele:
«Ave Maria di grazia piena
Iddio Signore è con Te.
Tra tutte le donne
sei tu la benedetta
Madre dell’Amore
sarai, dice il Signore».
Santa Maria Madre di Dio
prega per noi, noi peccatori (bis)
ora e nell’ora della morte.
Amen.
SE VUOI È UNA PROPOSTA
1. Le disse: «Se vuoi,
è una proposta del tuo Dio».
Rispose soltanto di sì:
«Sono piccola, ma dono tutto di me».
Rit. Sbocciarono i fiori,
nasceva l’amore di Dio tra noi.
Sbocciarono i fiori,
nasceva l’amore di Dio tra noi.
Noi ti chiamiamo beata,
gridiamo ancora il tuo sì,
i fiori sbocciarono ancora
e Dio con loro tra noi.
Noi ti chiamiamo beata,
gridiamo ancora il tuo sì,
i fiori sbocciarono ancora
e Dio con loro tra noi.
2. Nel cielo d’inverno
quella proposta si fece carne,
e Lei divenne una madre;
era piccola, ma diede tutto di sé.
3. Quel Figlio andò via,
andò tra amici e tra nemici
e Lei rimase da sola,
nel silenzio viveva soltanto per Lui.
4. Moriva quel Figlio,
moriva solo sopra una croce,
e Lei era ancora la madre.
Era piccola, ma disse di nuovo il suo Sì.
220
MARIA (Quando l’amor)
1. Quando l’amor
volle in terra regnar
la sua Parola
volle a tutti annunziar.
Le sue celesti armonie
bramavano qui tra noi risuonar.
Per realizzar
questo piano il Signor
volle trovar
uno sfondo in un cuor.
La luce su quest’ombra brillò
e l’armonia sul silenzio d’amor.
Rit. Chi è questa ombra mirabile
si perde nel sole, risplende più.
Chi è questo silenzio altissimo
d’amor? Maria, sei tu.
2. Vogliam di te
in eterno cantar
immenso ciel
che traspare il Signor.
Sei tu la Madre e per te
venuto è il Signor qui tra noi.
MARIA TU CHE HAI ATTESO
1. Maria, tu che hai atteso nel silenzio
La sua parola per noi
Rit. Aiutaci ad accogliere
il Figlio tuo che ora vive in noi.
2. Maria, tu che sei stata così docile
davanti al tuo Signor...
3. Maria, tu che hai portato dolcemente
l’immenso dono d’amor...
4. Maria, tu che umilmente hai sofferto
del suo ingiusto dolor...
5. Maria, tu che ora vivi nella gloria
insieme al tuo Signor...
PREGA PER NOI
Rit. O Maria, maestra di umiltà
O Maria, sei madre di bontà
221
sei la madre di Dio
e dell’umanità
tu sei colei che ha detto «sì»
1. Donna bellissima
prega per noi
Specchio del Signore
prega per noi
Luce del mattino
prega per noi
Ospite di Dio
prega per noi
2 Pura come gemma
prega per noi
Inno dei cieli
prega per noi
Giardino fiorito
prega per noi
Orto fruttuoso
prega per noi
3. Maestra di obbedienza
prega per noi
Trionfo nel servizio
prega per noi
Discepola di Cristo
prega per noi
Guida alla saggezza
prega per noi
4. Tempio dello Spirito
prega per noi
Madre della grazia
prega per noi
Maestra dei santi
prega per noi
Regina dei cieli
prega per noi
MADRE SANTA
1. Madre santa, il Creatore
da ogni macchia ti serbò.
Sei tutta bella nel tuo splendore:
Immacolata, noi t’acclamiam!
Rit. Ave, ave, ave, Maria!
Ave, ave, ave, Maria!
2. Tanto pura, Vergine, sei
che il Signor discese in te.
Formasti il cuore al Re dei Re:
Madre di Dio, noi t’ acclamiam!
3. Gran prodigio Dio creò
quando tu dicesti: “Si”.
Il divin Verbo donasti a noi:
Vergine e Madre, noi t’acclamiam!
4. Hai vissuto con il Signore
in amore e umiltà.
Presso la croce fu il tuo dolore:
o Mediatrice, noi ti acclamiam!
5. Nella gloria Assunta sei,
dopo tanto tuo patir.
222
Serto di stelle splende per te:
nostra Regina, noi ti invochiam!
6. Nelle lotte, nei timori,
in continue avversità,
della Chiesa Madre sei tu:
Ausiliatrice, noi ti invochiam!
7. Tanto grande, Vergine sei
che dai ali al supplicar.
Esuli figli vegli dal cielo:
Consolatrice, noi ti invochiam!
8. Tu gloriosa vivi nei cieli,
con l’eterna Carità.
Per te accolga la nostra lode
Ora e per sempre la Trinità!
O SANTISSIMA
1. O santissima, o piissima
Madre nostra, Maria.
Tu, preservata immacolata,
prega, prega pei figli tuoi.
2. Benedetta ed eletta
fra le donne, Maria.
Sei la speranza, o tutta Santa:
prega, prega pei figli tuoi.
3. Il Signore ha compiuto in te
grandi cose, Maria.
Tu sei la Madre del Salvatore:
prega, prega pei figli tuoi.
4. Tu confortaci, tu difendici,
Madre nostra, Maria!
Con te chiediamo, con te speriamo:
prega, prega per i figli tuoi.
5. Nei pericoli, nelle lacrime,
Madre nostra, Maria,
tu sei la luce, tu sei la pace:
prega, prega per i figli tuoi.
SANTA MARIA DEL CAMMINO
1. Mentre trascorre la vita
solo tu non sei mai:
Santa Maria del cammino
223
sempre sarà con te.
Rit. Vieni, o Madre, in mezzo a noi,
vieni Maria quaggiù.
Cammineremo insieme a te
verso la libertà.
2. Quando qualcuno ti dice:
“Nulla mai cambierà",
lotta per un mondo nuovo,
lotta per la verità.
3. Lungo la strada, la gente
chiusa in se stessa va:
offri per primo la mano
a chi è vicino a te.
4. Quando ti senti ormai stanco
e sembra inutile andar,
tu vai tracciando un cammino:
un altro ti seguirà
COME MARIA
1. Vogliamo vivere, Signore,
offrendo a Te la nostra vita,
con questo pane e questo vino
accetta quello che noi siamo.
Vogliamo vivere, Signore,
abbandonati alla tua voce,
staccati dalle cose vane,
fissati nella vita vera.
Rit. Vogliamo vivere come Maria,
l’irraggiungibile, la Madre amata
che vince il mondo con l’amore;
e offrire sempre la Tua vita
che viene dal Cielo.
2. Accetta dalle nostre mani,
come un’offerta a Te gradita,
i desideri di ogni cuore,
le ansie della nostra vita.
Vogliamo vivere, Signore,
accesi nelle Tue Parole
per riportare in ogni uomo
la fiamma viva del Tuo amore.
224
HO RESPIRATO IL TUO “SI”
1. Nella tua casa, Maria,
ho respirato il tuo si.
Una proposta d’amore,
Dio ti getta nel cuore.
E l’infinito s’incarna,
scende in silenzio il mistero:
voce che viene dal cielo per noi:
nuovo cammino per l’uomo
E questo rischio di Dio,
vivi con umile fede:
sei riempita di vita,
vesti di carne l’amore.
Ed il tuo niente materno,
parla e ascolta l’eterno.
Generi Cristo lo adori, Egli è Dio:
luce per il mondo mio.
Rit. Insieme a Te, Maria,
incarneremo Dio,
Speranza Eterna in Te,
oggi Divino in noi.
2. Nella tua casa, Maria,
io ti sento vicina.
Madre, sei forza d’amore,
quando esigente .è il Signore.
Lui chiede scelte totali
E la paura mi assale
e dentro l’anima nasce quel “si”:
io lo ripeto con Te.
A MARIA IMMACOLATA
1. Mille volte benedetta,
o dolcissima Maria;
benedetto il nome sia
del tuo Figlio salvator,
rit. O Maria Immacolata,
noi t’offriamo i nostri cuor;
O Maria Immacolata, noi
t’offriamo i nostri cuor.
2. Se non sono i nostri cuori
così bianchi come gigli,
siamo sempre tuoi figli,
225
e ci sei tu Madre ancor.
3. O Maria Immacolata,
tutto il mondo in te confida
perché sei rifugio e guida
e al giusto e al peccator.
ANDRÒ A VEDERLA UN DÌ
1. Andrò a vederla un dì
in cielo patria mia;
andrò a vedere Maria,
mia gioia e mio amor.
Rit. Al cielo, al cielo, al ciel,
andrò a vederla un di
2. Andrò a vederla un dì
è il grido di speranza
che infondemi costanza
nel viaggio e fra i dolor.
3. Andrò a vederla un dì
lasciando quest’esilio
le poserò qual figlio
il capo sopra il cuor.
4. Andrò a vederla un dì
andrò a levar miei canti
cogli Angeli e coi Santi
per corteggiarla ognor.
È L’ORA CHE PIA
1. È l’ora che pia la squilla fedel
le note c’invia dell’Ave del ciel.
Rit. Ave, ave, ave, Maria!
Ave, ave, ave, Maria!
2. Nel piano di Dio l’eletta sei tu,
che porti nel mondo il Figlio Gesù.
3. A te, Immacolata, la lode e l’amor:
tu doni alla Chiesa il suo Salvator.
4. Di tutti i malati solleva il dolor,
consola chi soffre nel corpo e nel cuor.
5. Proteggi il cammino di un popol fedel,
ottieni ai tuoi figli di giungere al ciel.
226
DELL’AURORA TU SORGI PIÙ BELLA
1. Dell’aurora tu sorgi più bella,
coi tuoi raggi a far lieta la terra,
e fra gli astri che il cielo rinserra
non v’è stella più bella di te!
Rit. Bella tu sei qual sole,
bianca più della luna,
e le stelle più belle,
non son belle al par di te!
2. Come giglio tu sei Immacolata,
come rosa tu brilli tra i fiori;
tu degli Angeli il cuore innamori,
della terra sei vanto e decor.
IL TREDICI MAGGIO
1. Il tredici maggio apparve Maria
a tre pastorelli in cova d Iria.
Rit. Ave, ave, ave, Maria. (bis)
2. Splendente di luce veniva Maria
il volto suo bello un sole apparia.
3. Dal Cielo è discesa a chieder preghiera
pei gran peccatori con fede sincera.
4. In mano un rosario portava Maria
che addita ai fedeli del Cielo la via.
5. Un inno di lode s’innalza a Maria
che a Fatima un giorno raggiante apparia.
6. O madre pietosa la stella sei Tu
che al Cielo ci guidi ci guidi a Gesù.
IMMACOLATA, VERGINE BELLA
1. Immacolata, Vergine bella,
di nostra vita Tu sei la stella.
Fra le tempeste deh! guida il cuore
di chi t’invoca Madre d’Amore.
Rit. Siam peccatori, ma figli tuoi:
Immacolata, prega per noi.
2. La tua preghiera onnipotente
o dolce mamma tutta clemente;
a Gesù buono deh! Tu ci guida,
accogli il cuore che in te confida.
3. Tu che nel cielo siedi Regina
227
a noi pietosa lo sguardo inchina:
pel divin Figlio che stringi al petto
rendici degni del tuo affetto.
MADRE IO VORREI
1. Io vorrei tanto parlare con te
di quel Figlio che amavi.
Io vorrei tanto ascoltare da te
quello che pensavi
quando hai udito
che non saresti più stata tua
e questo Figlio che non aspettavi
non era per te.
Rit. Ave Maria, Ave Maria, Ave Maria
Ave Maria, Ave Maria.
2. Io vorrei tanto sapere da te
se quand’era bambino
tu gli hai spiegato che cosa sarebbe
successo di Lui
e quante volte anche tu
di nascosto piangevi Madre,
quando sentivi che presto l’avrebbero
ucciso, per noi.
3. Io ti ringrazio per questo silenzio
che resta tra noi;
io benedico il coraggio
di vivere sola con Lui;
ora capisco che fin da quei giorni
pensavi a noi
per ogni Figlio dell’uomo che muore
ti prego così...
MILLE VOLTE
1. Mille volte benedetta,
o dolcissima Maria;
benedetto il nome sia
del tuo Figlio salvator,
Rit. O Maria Immacolata,
noi t’offriamo i nostri cuor;
O Maria Immacolata, noi
t’offriamo i nostri cuor.
2. Se non sono i nostri cuori
228
così bianchi come gigli,
siamo sempre tuoi figli,
e ci sei tu Madre ancor.
3. O Maria Immacolata,
tutto il mondo in te confida
perché sei rifugio e guida
e al giusto e al peccator.
MIRA IL TUO POPOLO
1. Mira il tuo popolo, o bella Signora,
che pien di giubilo oggi ti onora;
anch’io festevole corro ai tuoi pié:
Rit. O Santa Vergine prega per me.
2. Il pietosissimo tuo dolce cuore
egli è rifugio al peccatore;
tesori e grazie racchiude in sé.
3. In questa misera valle infelice
tutti t’invocano soccorritrice;
questo bel titolo conviene a te.
NOME DOLCISSIMO
1. Nome dolcissimo, nome d’amore,
tu sei rifugio al peccatore.
Rit. Fra i cori angelici va l’armonia:
Ave Maria! Ave Maria!
2. Saldo mi tieni sul buon sentiero,
degli anni eterni al gran pensiero.
3. T’invoca l’esule, il pellegrino,
fidente e supplice a te vicino.
O DEL CIELO GRAN REGINA
1. O del Cielo gran Regina
tutti corrono a’ tuoi pie’;
e alla grazia tua divina,
dan tributo di lor fe’.
Rit. O Maria, Madre pia,
o Regina tu del Ciel,
stendi il manto tutto santo,
sul tuo popolo fedel.
2. Sei Regina di clemenza
e il tuo popolo fedel
229
sa i prodigi di potenza
che fai piovere dal Ciel.
3. Par che un mistico linguaggio
parli il labbro celestial;
è il tuo sguardo un vivo raggio
che conforta ogni mortal.
4. Tu ci attiri verso il cielo
con quell’occhio tuo divin,
e ci additi senza velo
un più fulgido confin.
QUANDO NELL’OMBRA
1. Quando nell’ombra cade la sera
È questa, o Madre,
la mia preghiera.
Fa’ pura e santa l’anima mia:
Ave Maria, Ave
2. E quando l’alba
annunzia il giorno
All’ara tua faccio ritorno.
Dicendo sempre con voce pia:
Ave Maria, Ave
3. Nei giorni lieti di gioia pura
E in quelli ancora della sventura
Ti dirò sempre, o Madre mia:
Ave Maria, Ave
4. E giunto al fine del viver mio
Prima di render l’anima a Dio,
dirò ancora nell’agonia:
Ave Maria, Ave
5. Vergine bella del ciel regina
è tutto il mondo che a te s’inchina
Benigna ascolta la prece mia:
Ave Maria, Ave
STELLA DEL MARE
1. Stella del mare, che il tuo mite raggio
volgi sovra l’orror della procella.
Ogni alma invoca te nel suo passaggio
O vaga stella, o vaga stella, o vaga stella.
2. Stella del mare, giunga a Te quell’Ave
230
che Regina ti fé d’umile ancella.
E dona a noi dal ciel pace soave.
O vaga stella, o vaga stella, o vaga stella.
TI SALUTIAMO, O VERGINE
1. Ti salutiamo, o Vergine,
colomba tutta pura:
nessuna creatura
è bella come te.
Rit. Prega per noi, Maria,
prega pei figli tuoi
Madre che tutta puoi,
abbi di noi pietà!
2. Vorrei salire in cielo,
vedere il tuo bel viso:
Madre del paradiso,
abbi di noi pietà!
VERGIN SANTA
1. Vergin Santa,che accogli benigna,
chi t’ invoca con tenera fede
volgi lo sguardo dall’alta tua sede
alle preci di un popol fedel.
Rit. Deh proteggi fra tanti perigli
I tuoi figli, o Regina del ciel
2. Tu che gli angeli un giorno vedesti
là sul Golgota piangerti accanto,
or rasciuga dei miseri il pianto
col materno purissimo vel.
3. Tu Maria sei la splendida face
che rischiara il mortale sentiero;
sei la stella che guida il nocchiero
e lo salva dall’onda crudel.
4. E tu, Madre, che immota vedesti
un tal Figlio morir sulla croce,
per noi prega, o Regina dei mesti,
che il possiamo in sua gloria veder.
STAVI O MADRE DOLOROSA
1. Stavi,o Madre dolorosa,
alla croce lacrimosa
con il Figlio vittima
231
2. Una spada a te gemente,
tenerissima e dolente,
trapassava l’anima.
3. Quanto triste, quanto afflitta
eri, o madre derelitta
presso l’Unigenito.
4. Ti accoravi, ti affliggevi,
pia madre, che vedevi
il tuo Figlio martire.
5. Chi alle lacrime non cede,
madre santa, se ti vede
in supplizio gemere?
6. Chi non soffre a contemplare
te con Cristo spasimare
nello strazio unanime?
7. Per le colpe delle genti
tu vedevi nei tormenti
il Figliuol percuotere.
8. Tu vedevi il dolce nato,
moribondo desolato,
esaltar lo spirito.
9. Madre, fonte dell’amore,
fa’ ch’io senta il tuo dolore,
ed insieme lacrimi.
10. Fa’ che avvampi il cuore mio
nell’amare Cristo Dio
si che a Lui mi assimili.
11. Santa Madre del Signore
fortemente dentro il cuore
le sue piaghe infliggimi.
12. Con il figlio tuo ferito,
che per me tanto ha patito,
dividiam gli spasimi.
13. Fin che vita in me rimanga
con te, madre, fa’ ch’io pianga
di Gesù il patibolo.
14. Alla croce insieme stare,
nel tuo pianto me associare,
madre mia desidero.
15. Sei la vergine più chiara:
non voler mostrarti amara;
232
fammi insieme piangere:
16. Di Gesù dammi la morte,
dammi in croce la sua sorte,
dammi le sue stigmate.
17. Dona a me la piaga atroce,
ebbro fammi della croce,
nel suo sangue immergimi.
18. Per non ardere nel fuoco,
madre vergine, t’invoco:
nel giudizio assistimi.
19. Quando, o Cristo vien la morte,
per tua madre fammi forte
il gran premio a vincere.
20. Quando il corpo vien diviso,
il glorioso paradiso
per lei dona all’anima.
MADONNA DELLE LACRIME
Rit. Madonna delle Lacrime,
Cuor Santo di Maria,
ascolta i nostri gemiti,
prega per noi Gesù.
1. Il tuo accorato pianto
esprime il gran dolore
che i nostri falli, ahi quanto!
arrecano al tuo cuor.
2. Quel pianto tuo ci chiama,
è del tuo amore un dono:
conforto è di chi t’ama
e invoca il tuo perdon,
3. e la tua pace arcana
infonde in ogni cuore,
o Vergine sovrana
e Madre del Signor.
PER LE TUE SANTE LACRIME
1. Per le tue sante lacrime
dolcissima Maria,
benigna ognor proteggici,
o Madre casta e pia!
Rit. Ave, ave, ave Maria! (due volte)
233
2. A Te con voce supplice
offriamo il nostro amore,
o addolorata amabile
immacolato Cuore.
3. Ci salva, eccelsa Vergine,
col tuo materno zelo:
largisci ai figli innumeri
le grazie tue dal Cielo !
4. E regna sempre vigile
Regina benedetta
su Siracusa, nobile
cittade prediletta.
5. Dai nostri petti or levansi
gli accenti dell’amore.
A Te, dolente Vergine
e Madre del Signore.
6. Ognun col cuore trepido
rivolto a Te, Maria
ti grida forte: aiuta
o Madonnina mia!
MISTERI DEL SANTO ROSARIO
MISTERI DELLA GIOIA (lunedì e sabato)
1. La Vergine accolse con grande umiltà
l’annuncio che madre del Verbo sarà.
2. Ai monti di Giuda, in visita, va
la Vergine Madre con grande bontà.
3. Si udirono i canti nel cielo lassù:
in povera grotta nasceva Gesù.
4. Al tempio Maria il Bimbo portò
un vecchio profeta per lui esultò.
5. Tre giorni rimase Gesù fra i dottor
gran pena la Madre provò nel suo cuor.
MISTERI DELLA LUCE (giovedì)
1. Gesù va al Giordano fra i peccator,
ma il Padre lo dice Divin Salvator.
2. Gesù col miracol la fe’ suscitò,
la Madre ai servi il Figlio indicò.
234
3. «Il Regno è vicino», annuncia Gesù:
se tu segui lui peccator non sei più.
4. Sul Tabor per tutti si trasfigurò,
e poi, per risorger, la Croce abbracciò.
5. «Prendete il mio Corpo e il mio Sangue che do»:
Gesù in sacrificio ai suoi si donò.
MISTERI DEL DOLORE (martedì e venerdì)
1. Gesù si ritira nell’orto a pregar
tristezza ed angoscia comincia a provar.
2. È poi flagellato con gran crudeltà:
per il Salvatore nessuna pietà.
3. Per noi coronato di spine è il Signor,
il Re della gloria, l’eterno Splendor.
4. Seguiamo il Signore che al Golgota va:
per noi la sua Croce salvezza sarà.
5. Il gran Sacrificio si compie d’amor:
sul Golgota muore Gesù Redentor.
MISTERI DELLA GLORIA (mercoledì e domenica)
1. È vinta la morte, esultino i cuor:
risorto alla vita è Cristo Signor.
2. Ascende il Signore, al Padre egli va;
un dì nella gloria Gesù tornerà.
3. Uniti a Maria gli Apostoli allor
accolgon con gioia lo Spirito Amor.
4. Assunta nel cielo accanto a Gesù,
la Vergine Madre ci attende lassù.
5. Tra cori e splendori Gesù la esaltò:
la Vergine Madre “Regina” chiamò.
Vedi anche
228 Salmo 23 - Al Signore la terra
salmi
Canti per le feste dei Santi
INNO A S. MICHELE
S. Michele combatti per noi
235
contro Satan nemico mortal,
in aiuto degli uomini giusti
con l’esercito santo del ciel.
S. Michele invincibile sei,
tu custode e nostro patron,
volgi al trono di Dio le nostre preghiere
affinché perdonar ci potrà!
IL NOME TUO GIUSEPPE
Rit. Il nome tuo, Giuseppe
Dolcezza suona e amor,
Felice chi lo seppe
Scolpir nell’alma e in cor
Giuseppe è nome santo
è nome al cuor giocondo
la speme egli è del mondo
che allieta nel Signor.
EVVIVA RITA!
1. Evviva Rita! La cara Santa,
Che in ciel ascolta il nostro dir.
Tutta la gente dal duolo affranta
Esponga a Lei il suo desir...
Rit. Deh! benedici, o Rita,
il nostro amante cor...
in ogni istante di questa vita
A Te sia sacro il nostro amor!
2. Evviva Rita! Questo bel grido
Echeggi ovunque in terra, in mar,
Suoni solenne in ogni lido
Dove s’innalzi di Dio un altar
3. Evviva Rita! Nelle famiglie
Aleggi sempre di Dio l’amor,
E tanto i figli quanto le figlie
Crescan per Lei puri di cuor!
4. Evviva Rita! Dov’è la legge,
Dov’è la scienza, dov’è l’amor,
Dov’è chi giudica dov’è chi regge
Faccia che regni sempre il Signor!
INNO A SANTA RITA
1. Ave, dolcissima celeste Rita,
236
nostra Patrona da Dio elargita!
E’ tutto un popolo che viene a Te!
O Santa Rita prega per me!
Rit. O Santa Rita prega per me!
2. Santa Tu vergine, Santa Tu sposa
di Cristo martire, madre amorosa,
sprezzasti il secolo
pel sommo Re,
odi chi supplica prega per me!
3. Paciera tenera del Redentore,
debella l’odio spandi l’amore;
mira il tuo popolo che presso a Te
si prostra supplice, prega per me!
4. Tu, cara agli angeli cara a Maria,
additi al reprobo la retta via,
per tutti i miseri chiedi mercè;
il grido è unanime: prega per me!
Vedi anche
32 È giunta l’ora
canti sett. santa
102 Chiesa di Dio
canti d’inizio
112 Lodate Dio
canti d’inizio
129 Alleluia canto per Cristo
canti per l’alleluia
Canti per i defunti
IO CREDO: RISORGERÒ
Rit. Io credo: risorgerò,
questo mio corpo vedrà il Salvatore!
1. Prima che io nascessi,
mio Dio, tu mi conosci:
ricordati, Signore,
che l’uomo è come l’erba,
come il fiore del campo.
2. Ora è nelle tue mani
quest’anima che mi hai data:
accoglila, Signore,
da sempre tu l’hai amata,
è preziosa ai tuoi occhi.
237
3. Padre, che mi hai formato
a immagine del tuo volto:
conserva in me, Signore,
il segno della tua gloria,
che risplenda in eterno.
4. Cristo, mio Redentore,
risorto nella luce:
io spero in te, Signore,
hai vinto, mi hai liberato
dalle tenebre eterne.
5. Spirito della vita,
che abiti nel mio cuore:
rimani in me, Signore,
rimani oltre la morte,
per i secoli eterni.
QUANDO BUSSERÒ
1 Quando busserò alla tua porta
avrò fatto tanta strada,
avrò piedi stanchi e nudi,
avrò mani bianche e pure,
o mio Signore!
2 Quando busserò alla tua porta
avrò frutti da portare,
avrò ceste di dolore,
avrò grappoli d’amore,
o mio Signore!
3 Quando busserò alla tua porta
avrò amato tanta gente,
avrò amici da ritrovare
e nemici per cui pregare,
o mio Signore!
Vedi anche
01 Cieli e terra nuova
canti avvento
27 Purificami o Signore
canti quaresima
51 Le tue mani son piene di fiori
canti Pasqua
73 Santa Maria del cammino
canti Madonna
129 Alleluia canto per cristo
canti per l’alleluia
153 Il pane di vita
238
canti per la comunione
154 Il Signore è il mio pastore canti per la comunione
162 Sei tu, Signore, il pane
canti per la comunione
164 Signore, sei tu il mio pastorecanti per la comunione
227 Salmo 22 il Signore è il mio pastore
salmi
229 Salmo 24- Confido in te
salmi
Canti per la celebrazione dell’Eucaristia
I canti per la celebrazione eucaristica si possono prendere da quelli del tempo liturgico già indicati o
da quelli che seguono:
Canti d’inizio
BEATI QUELLI CHE ASCOLTANO
Rit. Beati quelli che ascoltano
la Parola di Dio
e la vivono ogni giorno.
1 La tua Parola ha creato l’universo,
tutta la terra ci parla di te, Signore.
2 La tua Parola si è fatta uno di noi:
mostraci il tuo volto, Signore.
3 Tu sei il Cristo, la Parola di Dio vivente,
che oggi parla al mondo con la Chiesa.
4 Parlaci nella tua verità Signore:
ci renderemo testimoni del tuo insegnamento.
CHIESA DI DIO
Rit. Chiesa di Dio, popolo in festa,
alleluia, alleluia!
Chiesa di Dio, popolo in festa,
canta di gioia, il Signore è con te!
oppure, in Quaresima:
Rit. Chiesa di Dio, popolo in festa,
canta di gioia, il Signore è con te!
Chiesa di Dio, popolo in festa,
canta di gioia, il Signore è con te!
1. Dio ti ha scelto, Dio ti chiama,
nel suo amore ti vuole con sé:
spargi nel mondo il suo Vangelo,
239
seme di pace e di bontà.
2. Dio ti guida come un padre:
tu ritrovi la vita con lui.
Rendigli grazie, sii fedele,
finché il suo Regno ti aprirà.
3. Dio ti nutre col suo cibo,
nel deserto rimane con te.
Ora non chiudere il tuo cuore:
spezza il tuo pane a chi non ha.
4. Dio mantiene la promessa:
in Gesù Cristo ti trasformerà.
Porta ogni giorno la preghiera
di chi speranza non ha più.
5. Chiesa, che vivi nella storia,
sei testimone di Cristo quaggiù:
apri le porte ad ogni uomo.
salva la vera libertà.
6. Chiesa, chiamata al sacrificio
dove nel pane si offre Gesù,
offri gioiosa la tua vita
per una nuova umanità.
CRISTO GESÙ, SALVATORE
1. Cristo Gesù, Salvatore,
tu sei Parola del Padre,
qui ci raduni insieme, tu,
qui ci raduni insieme.
2. Cuore di Cristo Signore,
tu cambi il cuore dell’uomo,
qui ci perdoni e salvi, tu,
qui ci perdoni e salvi.
3. Spirito, forza d’amore,
tu bruci l’odio tra i popoli,
qui ci farai fratelli, tu,
qui ci farai fratelli.
4. Croce, che porti il dolore,
noi ti portiamo fedeli,
a te va il nostro canto, a te,
a te va il nostro canto.
5. Regno, che deve venire,
noi ti attendiamo pazienti,
240
a te ci consacriamo, a te,
a te ci consacriamo.
6. Luce, che rompe la notte,
noi ti cerchiamo feriti,
a te volgiamo gli occhi, a te,
a te volgiamo gli occhi.
7. Pane, spezzato alla cena,
corpo del Cristo vivente,
in te restiamo uniti, in te,
in te restiamo uniti.
8. Vino, versato ai discepoli,
sangue di un Dio crocifisso,
in te la nostra gioia, in te,
in te la nostra gioia.
9. Madre, donata dal Figlio,
vergine forte e amorosa,
in te la nostra pace, in te,
in te la nostra pace.
10. Alleluia! Alleluia!
Alleluia! Alleluia!
Cristo, sei Salvatore, tu,
Cristo, sei Salvatore.
DAI LA MANO A TUO FRATELLO
Rit. Dai la mano a tuo fratello, dai la mano
Dai la mano a tuo fratello, dai la mano
dagli un caldo benvenuto, mostra a lui volto sereno
dai la mano a tuo fratello, dai la mano (tutto 2x)
1. Ci ha riuniti per lodarlo
ed insieme ringraziarlo
per i doni che darà
a chi con fede li chiederà.
2. E riuniti nel suo amore
formeremo un solo cuore
ed insieme nella gioia
giungeremo alta sua gloria.
È BELLO LODARTI
Rit. È bello cantare il tuo amore,
è bello lodare il tuo nome.
È bello cantare il tuo amore,
241
è bello lodarti, Signore, è bello cantare a te!
1. Tu, che sei l’amore infinito
che neppure il cielo può contenere,
ti sei fatto uomo, tu sei venuto qui
ad abitare in mezzo a noi, allora...
2. Tu, che conti tutte le stelle
e le chiami una ad una per nome,
da mille sentieri ci hai radunati qui,
ci hai chiamati figli tuoi, allora...
FACCI NUOVI CON TE
Rit. Tu che fai nuove tutte le cose
fa che oggi diventiamo nuovi con Te
1. Fai nuovo questo lavoro,
questo mio giorno perché
siano tutti gli istanti
vissuti solo per Te.
2. Fai nuovo questo incontro
coi fratelli Signor,
so che in ognuno di loro
sempre incontrarti potrò.
3. Fai nuovo questo dolore
che anche oggi verrà,
facci scoprire l’Amore
che in ogni croce sarà.
4. Quando mi sento fallito
dammi di ricominciare,
donami un cuore nuovo
che sia capace d’amare.
5. Nel mondo c’è ancora la guerra
e tutto passa quaggiù,
preparaci un’altra terra
dove ci sei solo Tu.
6. Fai nuova questa preghiera,
quando Ti dico il mio sì,
fa che nell’ultima sera
possa ridirla così.
FESTA CON TE
Rit. Alleluia, alleluia,
oggi è festa con te, Gesù.
242
Tu sei con noi, gioia ci dai,
alleluia, alleluia.
1. Nella tua casa siamo venuti
per incontrarti.
A te cantiamo la nostra lode,
gloria al tuo nome.
2. Il pane vivo che ci hai promesso
dona la vita.
A te cantiamo la nostra lode,
gloria al tuo nome.
3. Tu se l’amico che ci accompagna
lungo il cammino.
A te cantiamo la nostra lode,
gloria al tuo nome.
GRANDI COSE
Rit. Grandi cose ha fatto il Signore per noi,
ha fatto germogliare fiori fra le rocce.
Grandi cose ha fatto il Signore per noi,
ci ha riportati liberi alla nostra terra.
Ed ora possiamo cantare, possiamo gridare
l’amore che Dio ha versato su noi.
Tu, che sai strappare dalla morte,
hai sollevato il nostro viso dalla polvere.
Tu, che hai sentito il nostro pianto,
nel nostro cuore hai messo un seme di felicità.
IL CIELO NARRA LA TUA GLORIA
1. Il cielo narra la tua gloria,
Le stelle parlano di te,
la notte e il giorno senza fine
ritmano il loro canto a te.
Rit. Padre, rendiamo grazie a te,
perché riveli la tua gloria a chi ti
cerca in umiltà.
2. Tu hai parlato a noi, Signore,
la tua parola è verità:
come una lampada, rischiara
i passi dell’umanità.
3. La tua Parola scese in terra,
il Verbo carne diventò:
pose la tenda in mezzo a noi
243
e la tua gloria ci svelò.
IO SO CHE IL SIGNORE È QUI.
Rit. Io so che il Signore è qui
io so che il Signore è qui
ha fatto per noi meraviglie.
Io so che il Signore è qui
io so che il Signore è qui
e voglio cantargli il mio amor.
1. Insieme preghiam, insieme preghiam
con gli angeli e i santi tuoi
Insieme preghiam, insieme preghiam
Gesù vieni qui tra noi.
2. Insieme cantiam, insieme cantiam
con gli angeli e i santi tuoi
Insieme cantiam, insieme cantiam
Gesù vieni qui tra noi.
3. Insieme lodiam, insieme lodiam
con gli angeli e i santi tuoi
Insieme lodiam, insieme lodiam
Gesù è già qui tra noi.
4. Noi grazie rendiam, noi grazie rendiam
con gli angeli e i santi tuoi
noi grazie rendiam, noi grazie rendiam
a chi è già qui tra noi.
LAUDATO SII O MI SIGNORE
Rit. Laudato sii, o mi Signore,
laudato sii, o mi Signore,
laudato sii, o mi Signore,
laudato sii, o mi Signore.
1. E per tutte le tue creature
per il sole e per la luna
per le stelle e per il vento
e per l’acqua e per il fuoco.
2. Per sorella madre terra
ci alimenta e ci sostiene
per i frutti i fiori e l’erba
per i monti e per il mare.
3. Perché il senso della vita
è cantare e lodarti
244
e perché la nostra vita
sia sempre una canzone.
4. E per quelli che ora piangono
e per quelli che ora soffrono
e per quelli che ora nascono
e per quelli che ora muoiono.
LODATE DIO
1. Lodate Dio, schiere beate del cielo,
lodate Dio, genti di tutta la terra:
cantate a lui, che l’universo creò,
somma sapienza e splendore.
2. Lodate Dio, Padre che dona ogni bene,
lodate Dio, ricco di grazia e perdono:
cantate a lui, che tanto gli uomini amò
da dare l’unico Figlio.
3. Lodate Dio, uno e trino Signore,
lodate Dio, meta e premio dei buoni:
cantate a lui, sorgente d’ogni bontà,
per tutti i secoli. Amen!
SALMO 95 - LODATE IL SIGNORE
Rit. Lodate, lodate, lodate il Signore!
Cantate, cantate, cantate il suo nome!
1. Cantate al Signore un canto nuovo,
cantate al Signore, voi tutti del mondo.
2. Parlate ed annunciate
di giorno in giorno la sua salvezza.
3. Raccontate tra le genti
le meraviglie, la gloria sua.
4. Di tutti gli dèi è il più potente,
è creatore di tutti i cieli.
5. Gioiscano i cieli esulti la terra,
si commuova il mare e ciò che contiene.
6. Gioiscano gli alberi delle foreste
davanti al Signore, poiché egli viene.
7. Viene il Signore, viene il Signore
A giudicare tutte le genti
8. Alleluia, alleluia!
Alleluia, alleluia!
245
NOI CANTEREMO
1. Noi canteremo gloria a te,
Padre che dai la vita,
Dio d'immensa carità,
Trinità infinita.
2. Tutto il creato vive in te,
segno della tua gloria;
tutta la storia ti darà
onore e vittoria.
3. La tua Parola venne a noi,
annuncio del tuo dono;
la tua Promessa porterà
salvezza e perdono.
4. Dio si è fatto come noi,
è nato da Maria:
egli nel mondo ormai sarà
Verità, Vita, Via.
5. Cristo è apparso in mezzo a noi,
Dio ci ha visitato;
tutta la terra adorerà
quel bimbo che ci è nato.
6. Cristo il Padre rivelò,
per noi aprì il suo cielo;
egli un giorno tornerà
glorioso, nel suo regno.
7. Manda, Signore, in mezzo ai tuoi,
manda il consolatore,
lo Spirito di santità,
Spirito dell'amore.
8. Vieni, Signore, in mezzo ai tuoi,
vieni nella tua casa;
dona la pace e l'unità,
raduna la tua Chiesa.
OGGI CI HAI CHIAMATI
Rit. Oggi, Signore, nella tua casa
tu ci hai chiamati,
con gioia veniamo, con gioia cantiamo,
con gioia noi preghiamo.
Accanto all’altare uniti saremo,
noi siamo la Chiesa di Dio.
246
1. Oggi è festa, Signore,
è il giorno più bello
per poterci incontrare insieme a te.
Com’è bello, Signore,
sentirsi fratelli,
e dirti che siamo felici con te.
2. Tu ci chiami, Signore,
a crescere in te,
ad essere tuoi figli nell’amore.
Com’è bello, Signore,
fare festa con te
e scoprire che un padre sei per noi.
3. Questa Chiesa, Signore,
è la nostra dimora,
perché sia rinnovata noi preghiamo.
Com’è bello, Signore,
cantare per te
lodare il tuo nome nella gioia.
(dopo il ritornello si ripete)
Accanto all’altare uniti saremo
noi siamo la Chiesa di Dio.
OGGI È FESTA
1. Oggi è festa è il giorno del Signore:
andiamo fratelli è il Signore che ci chiama,
andiamo fratelli alla casa del Signor!
2. Troveremo i nostri fratelli:
è il popol di Dio riunito nell’amore
è il popol di Dio che celebra il Signor.
3. Chiederemo perdono dei peccati:
il Padre ci ama e ci dona il suo perdono.
Il Padre ci ama e ci accoglie con amor.
4. La parola di Dio ascolteremo:
la tua Parola è luce ai nostri passi,
la tua Parola, Signor ci guiderà.
5. Spezzeremo il pane della vita
il Corpo di Cristo è offerto in sacrificio.
il Corpo di Cristo salvezza ci darà.
6. Scambieremo l’abbraccio di pace:
amiamoci sempre fratelli, fra di noi,
amiamoci sempre, è il comando del Signor!
247
7. E un giorno potremo cantare:
la gloria e il tuo amore, Signore della vita,
la gloria e tuo amore,nei secoli, o Signor!
OGGI È FESTA PER NOI
Rit. Oggi è festa per noi
è risorto Gesù!
Oggi è festa perché
è in mezzo a noi.
Oggi è festa per noi,
è risorto Gesù!
Oggi è festa perché
È in mezzo a noi.
1. Cantiamo insieme un canto al Signore,
lodiamo il suo nome nella gioia!
Il Signore è vivo tra di noi
e per sempre ci accompagnerà.
2. Rendiamo insieme grazie al Signore
per tutto quello che ha dato a noi:
egli ci ha invitati alla sua festa,
ci ha salvati con la sua bontà.
3. Lo Spirito ci guida nel cammino,
ci rende tutti amici nell’amore:
siamo testimoni del Vangelo,
cresceremo nella fedeltà.
QUELLA È LA CASA
Rit. Quella è la casa del Signore!
la più alta e la più bella che c’è (2 volte)
1. Lui l’ha posta in cima a una montagna
come un faro...come un faro...
Lui l’ha posta in cima a una montagna
per tutti gli uomini di buona volontà.
2. Ha le porte aperte giorno e notte
quella casa... quella casa...
Ha le porte aperte giorno o notte
perché noi tutti presto abiteremo là.
SIGNORE, SEI VENUTO
1. Signore, sei venuto fratello in mezzo a noi.
Signore, hai portato amore e libertà.
248
Signore, sei vissuto nella povertà:
noi ti ringraziamo, Gesù.
Rit. Alleluia, alleluia, alleluia, alleluia!
2. Signore, sei venuto fratello nel dolore.
Signore, hai parlato del regno dell'amore.
Signore, hai donato la tua vita a noi:
noi ti ringraziamo, Gesù.
3. Signore, sei risorto e resti in mezzo a noi.
Signore, ci hai chiamati e resi amici tuoi.
Signore, tu sei via alla verità:
noi ti ringraziamo, Gesù.
TE LODIAMO, TRINITÀ
1. Te lodiamo, Trinità,
nostro Dio, t’adoriamo.
Padre dell’umanità,
la tua gloria proclamiamo.
Te lodiamo, Trinità,
per l’immensa tua bontà.
2. Tutto il mondo annuncia te:
tu lo hai fatto come un segno.
Ogni uomo porta in sé
il sigillo del tuo regno.
Te lodiamo, Trinità,
per l’immensa tua bontà.
3. Noi crediamo solo in te,
nostro Padre e Creatore.
Noi speriamo solo in te,
Gesù Cristo, Salvatore.
Te lodiamo, Trinità,
per l’immensa tua bontà.
4. Infinita carità,
Santo Spirito d’amore,
luce, pace e verità,
regna sempre nel mio cuore.
Te lodiamo, Trinità,
per l’immensa tua bontà.
TI ESALTO, DIO, MIO RE
Rit. Ti esalto, Dio, mio re,
canterò in eterno a te:
io voglio lodarti, Signore,
249
e benedirti. Alleluia!
1. Il Signore è degno d’ogni lode,
non si può misurar la sua grandezza,
ogni vivente proclama la sua gloria,
la sua opera è giustizia e verità.
2. Il Signore è paziente e pietoso,
lento all’ira e ricco di grazia,
tenerezza ha per ogni creatura,
il Signore è buono verso tutti.
3. Il Signore sostiene chi vacilla
e rialza chiunque è caduto.
Gli occhi di tutti ricercano il suo volto,
la sua mano provvede loro il cibo.
4. Il Signore protegge chi lo teme,
ma disperde i superbi di cuore.
Egli ascolta il grido del suo servo:
ogni lingua benedica il suo nome.
VIENI, FRATELLO
Vieni fratello il Padre ti chiama
vieni alla cena c'è un posto anche per te.
Rit. Andiamo fratelli, il Padre ci chiama,
andiamo alla cena: c'è posto anche per noi.
1. Al nuovo banchetto Dio chiama i figli suoi.
Parola e pane questo è il dono del Signor.
2. Il Pane è Cristo, il vino è il Sangue suo:
con gioia andiamo alla mensa del Signor.
3. Da ogni contrada Gesù ci chiama a se
con gioia andiamo alla mensa del Signor
4. Intorno alla mensa l'amore crescerà,
il Corpo di Cristo un sol corpo ci farà.
Vedi anche
13 Dio si è fatto come noi,
canti natale
21 Il tuo amore, Signore
canti quaresima
22 Padre perdona
canti quaresima
44 Cristo risusciti
canti Pasqua
48 Canto di risurrezione
canti Pasqua
52 Vieni spirito di Cristo
canti pentecoste
250
129 Alleluia canto per cristo
canti per l’alleluia
132 A te, Signor, leviamo i cuori canti per l’offertorio
144 Signore cerchi i figli tuoi
canti per l’offertorio
148 Come unico pane
canti per la comunione
149 Hai dato un cibo
canti per la comunione
152 Il pane del cammino
canti per la comunione
158 Quanta sete nel mio cuorecanti per la comunione
165 Tu sei la mia vita
canti per la comunione
174 Nobile santa chiesa
canti finali
176 Passa questo mondo
canti finali
183 Popoli tutti
culto eucaristico.
191 È un tetto la mano di Diofede fiducia speranza supplica
196 Ora sei qui
fede fiducia speranza supplica
198 Santo, santo
fede fiducia speranza supplica
209 Alabarè
canti gioia lode
215 Svegliati, Sion
canti gioia lode
Canti per il “Gloria”
GLORIA A DIO
Rit. Gloria a Dio nell’alto dei cieli
e pace in terra agli uomini amati dal Signore.
Ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo
ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa.
1. Signore Dio, re del cielo,
Dio Padre onnipotente:
Signore Figlio unigenito
Gesù Cristo.
2. Signore Iddio, Agnello di Dio,
Figlio del Padre:
tu che togli i peccati del mondo
abbi pietà di noi.
3. Tu che togli i peccati del mondo
accogli la nostra supplica.
Tu che siedi alla destra del Padre,
abbi pietà di noi.
251
4. Perché tu solo il santo,
tu solo il Signore,
tu solo l’altissimo, Gesù Cristo.
Con lo Spirito santo
nella gloria di Dio Padre.
Amen! Amen!
GLORIA (di Giombini)
Gloria, gloria
a Dio nell'alto dei cieli gloria.
E pace, e pace
in terra agli uomini
di buona volontà.
Ti lodiamo (ti lodiamo)
ti benediciamo (ti benediciamo)
ti adoriamo (ti adoriamo)
ti glorifichiamo (ti glorifichiamo)
ti rendiamo grazie
per la tua gloria immensa.
Signore, Figlio unigenito,
Gesù Cristo. Signore Dio,
Agnello di Dio,
Figlio del Padre.
Tu che togli i peccati,
i peccati del mondo
abbi pietà di noi, abbi pietà di noi
tu che togli i peccati
i peccati del mondo accogli accogli
la nostra supplica.
Tu che siedi alla destra, alla destra
del Padre abbi pietà di noi
abbi pietà di noi.
Perché tu solo il Santo,
(perchè tu solo il Santo)
Tu solo il Signore,
(tu solo il Signore)
Tu solo l'Altissimo,
(tu solo l'Altissimo)
Gesù Cristo
(Gesù Cristo)
Con lo Spirito Santo
nella gloria di Dio Padre.
Amen.
Con lo Spirito Santo
252
nella Gloria di Dio Padre.
Amen.
Nella gloria di Dio Padre.
Amen.
Canti per l’alleluia
ALLELU’
1. Allelu Allelu Allelu alleluia
Gloria al Signor, (2x)
Gloria al Signor, Alleluia (3x)
Gloria al Signor.
2. Allelu Allelu Allelu Alleluja
Cristo è Signor, (2x)
Cristo è Signor, Alleluja (3x)
Cristo è Signor.
3. Allelu Allelu Allelu Alleluja
Spirito è Amor, (2x)
Spirito è Amor, Alleluja (3x)
Spirito è Amor.
ALLELUIA, IL TUO VANGELO
Rit. Alleluia, alleluia, alleluia, alleluia!
Alleluia, alleluia. alleluia, alleluia!
1. Il tuo Vangelo, Signore, ci salverà;
l’accoglieremo nel cuore, ci guiderà.
2. La tua parola, Signore, è verità;
è una parola d’amore,in noi vivrà.
ALLELUIA, LA TUA PAROLA
Rit. Alleluia, Alleluia, Alleluia, Alleluia, Alleluia
1. La tua parola, Signore,
è parola di vita eterna.
2. La tua croce, Signore,
ci darà la tua salvezza.
3. Signore, rimani con noi
e avremo la gioia eterna.
ALLELUJA, VIVI IN ETERNO
1. Vivi in eterno risorto in mezzo a noi
253
Tu sei per noi speranza di una vita.
Rit. Alleluia, alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia, alleluia, alleluia!
2. Come la pioggia
discendi nella terra
poi in un mattino
ritorni verso il sole.
CANTO PER CRISTO
1. Canto per Cristo che mi libererà
quando verrà nella gloria,
quando la vita con lui rinascerà,
alleluia, alleluia!
Rit. Alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia!
2. Canto per Cristo: in lui rifiorirà
ogni speranza perduta,
ogni creatura con lui risorgerà,
alleluia, alleluia!
3. Canto per Cristo: un giorno tornerà!
Festa per tutti gli amici,
festa di un mondo che più non morirà,
alleluia, alleluia!
Vedi anche
10 Alleluia! Viene il Salvatore!
canti natale
40 Alleluia, celebrate Dio
canti Pasqua
41 Alleluia, a colui che risuscitò
canti Pasqua
In quaresima
IL SIGNORE È LA LUCE
1. Il Signore è la luce che vince la notte!
Rit. Gloria, Gloria, cantiamo il Signore!
2. Il Signore è l’amore che vince il peccato!
3. Il Signore è la gioia che vince l’angoscia!
4. Il Signore è la pace che vince la guerra!
5. Il Signore è speranza di un nuovo futuro!
6. Il Signore è la vita che vince la morte!
254
Canti per l’offertorio
AMATEVI, FRATELLI
1. Amatevi, fratelli, come io ho amato voi!
Avrete la mia gioia, che nessuno vi toglierà!
Avremo la sua gioia, che nessuno ci toglierà!
2. Vivete insieme uniti, come il Padre è unito a me!
Avrete la mia vita, se l’Amore sarà con voi!
Avremo la sua vita, se l’Amore sarà con noi!
3. Vi dico queste parole perché abbiate in voi la gioia
Sarete miei amici, se l’Amore sarà con voi!
Saremo suoi amici, se l’Amore sarà con noi!
A TE SIGNOR LEVIAMO I CUORI
Rit. A te, Signor leviamo i cuori!
A te, Signor noi li doniam!
1. Quel pane bianco che t’offre la Chiesa
è frutto santo del nostro lavoro:
accettalo, Signore, e benedici.
2. Quel vino puro che t’offre la Chiesa
forma la gioia dei nostri bei colli:
accettalo, Signore, e benedici.
3. Gioie e dolori, fatiche e speranze,
nel sacro calice noi deponiamo:
accettalo, Signore, e benedici.
BENEDETTO SEI SIGNOR
Rit. Gloria, gloria,
benedetto sei, Signor!
Gloria, gloria,
benedetto sei, Signor!
1. Questo pane e questo vino
noi li presentiamo a te:
sono i doni del tuo amore,
nutrimento dell’umanità.
Benedetto sei tu, Signore,
per la mensa che prepari a noi
fa’ che intorno a questo altare
sia grande la fraternità.
2. Questa vita che ci doni
255
noi la presentiamo a te:
nella fede i nostri giorni
noi vivremo con semplicità.
Benedetto sei tu, Signore,
per il pane che ci donerai;
fa’ che al mondo possiamo dare
una vera solidarietà.
BENEDETTO SEI TU
1. Benedetto sei tu, Dio dell’universo
dalla tua bontà abbiamo ricevuto questo pane,
frutto della terra e del nostro lavoro:
lo presentiamo a Te, perché diventi per noi
cibo di vita eterna.
2. Benedetto sei tu, Dio dell’universo
dalla tua bontà abbiamo ricevuto questo vino,
frutto della vite e del nostro lavoro:
lo presentiamo a Te, perché diventi per noi
bevanda di salvezza.
Benedetto sei Tu, Signor!
Benedetto sei Tu, Signor!
BENEDETTO SEI TU SIGNORE
Rit. Benedetto sei tu, Signor (4 volte)
1. Per il pane e per il vino,
che per noi diventeranno
sacramento di salvezza;
benedetto sei tu Signor.
2. Per il mondo che hai creato,
per il sole e per la luna,
per le stelle del firmamento:
benedetto sei tu Signor.
3. Per il mare e tutti i pesci,
per il cielo e per gli uccelli,
per la terra e gli animali:
benedetto sei tu Signor.
4. Per il tempo e le stagioni,
per i campi e per le messi,
per i frutti che dà la terra:
benedetto sei tu Signor.
5. E per l’uomo che tu hai fatto
a tua immagine e somiglianza,
256
ed erede del tuo regno:
benedetto sei tu Signor
6. E per Cristo Gesù tuo figlio,
che nascendo da Maria,
per noi tutti si è fatto uomo;
benedetto sei tu Signor
COM’È BELLO
Rit. Com’è bello, Signore, stare insieme
ed amarci come ami tu:
qui c’è Dio, alleluia!
1. La carità è paziente, la carità è benigna,
comprende, non si adira e non dispera mai.
2. La carità perdona, la carità si adatta,
si dona senza sosta, con gioia ed umiltà.
3. La carità è la legge, la carità è la vita,
abbraccia tutto il mondo e in ciel si compirà.
4. Il pane che mangiamo, il Corpo del Signore,
di carità è sorgente e centro di unità.
DOV’È CARITÀ E AMORE
Rit. Dov’è carità e amore, qui c’è Dio.
1. Ci ha riuniti tutti insieme Cristo amore:
godiamo esultanti nel Signore!
Temiamo e amiamo il Dio vivente,
e amiamoci tra noi con cuore sincero.
2. Noi formiamo qui riuniti un solo corpo:
evitiamo di dividerci tra noi.
Via le lotte maligne, via le liti
e regni in mezzo a noi Cristo Dio.
3. Chi non ama resta sempre nella notte
e dall’ombra della morte non risorge;
ma se noi camminiamo nell’amore,
noi saremo veri figli della luce.
4. Nell’amore di colui che ci ha salvato,
rinnovati dallo Spirito del Padre,
tutti uniti sentiamoci fratelli
e la gioia diffondiamo sulla terra.
5. Imploriamo con fiducia il Padre santo
perché doni ai nostri giorni la sua pace:
257
ogni popolo dimentichi i rancori,
ed il mondo si rinnovi nell’amore.
6. Fa che un giorno contempliamo il tuo volto
nella gloria dei beati, Cristo Dio,
e sarà gioia immensa, gioia vera,
durerà per tutti i secoli, senza fine!
I FRUTTI CHE CI DAI
Rit. Benedetto sei tu, Signore,
per il pane e per il vino,
i frutti che ci dai.
Benedetto sei tu, Signore,
per il pane e per il vino
che in corpo e sangue tuo
trasformerai.
1. Dalla buona terra dall’acqua irrigata
nascerà la spiga che il grano ci darà.
Dalla grande forza dell’uomo che lavora
il grano in pane buono si trasformerà.
2. Dalla buona terra dal sole illuminata
nascerà la vite che l’uva ci darà.
Dalla grande forza dell’uomo che lavora
l’uva in vino buono si trasformerà.
LA NOSTRA OFFERTA
1. Guarda questa offerta guarda a noi, Signor,
tutto noi t’offriamo per unirci a Te.
Rit. Nella tua Messa la nostra Messa
nella tua vita la nostra vita. (bis)
2. Che possiamo offrirti nostro Creator?
Ecco il nostro niente, prendilo, o Signor.
LE MANI ALZATE
Rit. Le mani alzate verso te, Signor,
per offrirti il mondo.
Le mani alzate verso te Signor,
gioia è in me nel profondo.
1. Guardaci tu Signore, nel tuo amore,
altra salvezza qui non c’è
come ruscelli d’acqua verso il mare,
piccoli siamo innanzi a te.
258
2. Guidaci tu Signore, col tuo amore
per strade ignote verso te.
Siam pellegrini per le vie del mondo
Tu solo puoi condurci a te.
3. Formaci tu, Signore, al tuo amore,
rendi tu nuovo il nostro cuor.
Riempilo del tuo Spirito di luce,
su noi trasfondi i tuoi tesor.
4. Prendici tu Signore, nel tuo amore:
nulla noi siamo senza te.
Anima e corpo son la nostra offerta,
per noi tu solo sarai Re
5. Accogli tu, Signore, il nostro amore:
povero è qui davanti a te.
La tua bontà ravvivi la speranza
Che ogni credente porta in se.
MISTERO DELLA CENA
1. Mistero della Cena è il Corpo di Gesù.
Mistero della Croce è il Sangue di Gesù.
È questo pane e vino è Cristo in mezzo ai suoi.
Gesù risorto e vivo sarà sempre con noi.
2. Mistero della Chiesa è il Corpo di Gesù.
Mistero della pace è il Sangue di Gesù.
Il pane che mangiamo fratelli ci farà.
Intorno a questo altare l’amore crescerà.
O SIGNORE, RACCOGLI I TUOI FIGLI
Rit. O Signore, raccogli i tuoi figli,
nella Chiesa i dispersi raduna!
1. Come il grano nell’ostia si fonde e diventa un solo pane,
come l’uva nel torchio si preme per un unico vino.
2. Come in tutte le nostre famiglie ci riunisce l’amore
e i fratelli si trovano insieme ad un’unica mensa.
3. Come passa la linfa vitale dalla vite nei tralci
come l’albero stende nel sole i festosi suoi rami.
4. O Signore, quel fuoco di amore che venisti a portare,
nel tuo nome divampi ed accenda nella Chiesa i fratelli.
259
SE M’ACCOGLI
1. Tra le mani non ho niente, spero che mi accoglierai
chiedo solo di restare accanto a te.
Sono ricco solamente dell’amore che mi dai:
è per quelli che non l’hanno avuto mai.
Rit. Se m’accogli, mio Signore,
altro non ti chiederò,
e per sempre la tua strada
la mia strada resterà
nella gioia e nel dolore,
fino a quando tu vorrai
con la mano nella tua
camminerò.
2. Io ti prego con il cuore, so che tu mi ascolterai
rendi forte la mia fede più che mai.
Tieni accesa la mia luce fino al giorno che tu sai,
con i miei fratelli incontro a te verrò.
SIGNORE, CERCHI I FIGLI TUOI
1. Signore, cerchi i figli tuoi: tu sei carità.
Vuoi radunare tutti noi: nella carità.
Rit. Vieni, vieni, o Signore della Chiesa
Ogni uomo a te verrà nella libertà
2. Tu salvi il mondo nella croce: tu sei carità.
Noi siamo membra del tuo corpo: nella carità.
3. La tua parola è nostro cibo: tu sei carità.
Un solo pane un solo vino: nella carità.
4. La tua promessa manterrai: tu sei carità.
Sul mondo intero regnerai: nella carità.
SIGNORE, DI SPIGHE INDORI
1. Signore, di spighe indori
i nostri terreni ubertosi,
mentre le vigne decori
di grappoli gustosi.
Rit. Salga da questo altare
l’offerta a te gradita:
dona il pane di vita
e il sangue salutare.
2. Nel nome di Cristo uniti,
il calice e il pane t’offriamo:
260
per i tuoi doni largiti,
Te Padre, ringraziamo.
3. Noi siamo il divin frumento
e i tralci dell’unica vite:
dal tuo celeste alimento
son l’anime nutrite.
Vedi anche
23 Se il chicco di frumento
74 Come Maria
canti quaresima
canti Madonna
106 Facci nuovi con te
canti d’inizio
122 Vieni fratello
canti d’inizio
166 Una spiga dorata
196 Ora sei qui
canti per la comunione
fede fiducia speranza supplica
216 Accogli nella tua bontà
canti vari
Canti per il gesto di pace
SHALOM
1. È la mia pace che io ti do,
è la mia pace che io ti do
è la mia pace che io ti do
la stessa pace che il Signore mi dà
Rit. Shalom, shalom, shalom,
Pace a te.
Shalom, shalom, shalom,
Pace a te.
2. È il mio amore…
3. È la mio gioia…
4. È il mio cuore…
Vedi anche
104 Da’ la mano
136 Com’è bello
176 Passa questo mondo
canti d’inizio
canti per l’offertorio
canti finali
261
Canti per la Comunione
CI ACCOGLI ALLA TUA MENSA
Rit. Signore, ci accogli alla tua mensa
e ci doni il tuo corpo.
Tu sei il pane vivo
che ci nutre in eterno.
1. Gesù, tu sei il pane di vita,
chi mangia del tuo corpo vivrà.
Ci doni la tua forza, ci doni salvezza;
rimani con noi.
2. Gesù, che ti offri con gioia
a chi ha fame e sete di te,
riempi il nostro cuore perché in te crediamo
rimani con noi.
3. Gesù, tu sei fonte di grazia,
sei luce che riflette bontà.
Se tu ci sei vicino, paura non avremo;
rimani don noi.
COME UNICO PANE
1. Come unico pane
anche noi qui formiamo un solo corpo,
perché tutti mangiamo
il pane vivo di Cristo.
Rit. È questa la vita per noi,
è questa la gioia:
il vivere uniti con Cristo
facendo la Chiesa.
2. Per un’unica fede
noi crediamo a questa santa cena
e cantiamo all’amore
di un Dio fattosi carne.
3. Siamo quelli di sempre,
ma l’amore di Cristo ci trasforma
e vogliamo gridarlo
a chi ricerca la pace.
4. Siamo quelli che ha scelto
per portare la vita ai suoi fratelli:
noi saremo la voce
di Cristo, Dio e uomo.
262
HAI DATO UN CIBO
1. Hai dato un cibo a noi Signore,
germe vivente di bontà.
Nel tuo Vangelo, o buon pastore,
sei stato guida di verità.
Rit. Grazie diciamo a te, Gesù!
Resta con noi, non ci lasciare:
sei vero amico solo tu!
2. Alla tua mensa accorsi siamo,
pieni di fede nel mister.
O Trinità, noi t’invochiamo:
Cristo sia pace al mondo inter.
IL CORPO DI CRISTO: AMEN
Rit. Andiamo incontro
al Signore cantando:
il Corpo di Cristo: Amen! (3 volte)
il Corpo di Cristo è qui,
presente nel pane per noi.
Io credo, Signore, Amen!
1. Io sono il Pane del cielo,
chi mangia di questo pane
avrà la vita eterna.
2. Io sono la luce del mondo,
chi mi segue non va per le tenebre,
ma avrà la luce della vita.
3. Io sono la Via e la Vita,
io sono la Verità,
che vi conduce al Padre.
4. Io sono la vite e voi i tralci,
chi rimane in me porta frutto,
rimanete in me ed io in voi.
5. Io sono il buon Pastore,
io conosco le mie pecore,
e dò la mia vita per loro.
IL PANE
Rit. Dove troveremo tutto il pane
per sfamare tanta gente,
dove troveremo tutto il pane
se non abbiamo niente.
263
1. Io possiedo solo cinque pani
io possiedo solo due pesci
io possiedo un soldo soltanto...
io non possiedo niente.
2. Io so suonare la chitarra
io so dipingere, fare poesie,
io so scrivere e penso molto...
io non so fare niente.
3. Io sono un tipo molto bello
io sono intelligente,
io sono molto furbo...
io non sono niente.
4. Dio ci ha dato tutto il pane
per sfamare tanta gente,
Dio ci ha dato tutto il pane
anche se non abbiamo niente.
IL PANE DEL CAMMINO
1. Il tuo popolo in cammino cerca in te la guida.
Sulla strada verso il regno
sei sostegno col tuo corpo:
resta sempre con noi, o Signore!
2. È il tuo pane, Gesù, che ci dà forza
e rende più sicuro il nostro passo.
Se il vigore nel cammino si svilisce
la tua mano dona lieta la speranza.
3. È il tuo vino, Gesù, che ci disseta
e sveglia in noi l’ardore di seguirti
Se la gioia cede il passo alla stanchezza,
la tua voce fa rinascere freschezza.
4. È il tuo corpo, Gesù, che ci fa Chiesa,
fratelli sulle strade della vita.
Se il rancore toglie luce all’amicizia,
dal tuo cuore nasce giovane il perdono.
5. È il tuo sangue, Gesù, il segno eterno
dell’unico linguaggio dell’amore.
Se il donarsi come te richiede fede,
nel tuo Spirito sfidiamo l’incertezza.
6. È il duo dono, Gesù, la vera fonte
del gesto coraggioso di chi annuncia.
Se la Chiesa non è aperta ad ogni uomo,
264
il tuo fuoco le rivela la missione.
IL PANE DI VITA
1. Sono il pane di vita
chi viene a me non ha più fame,
chi viene a me non ha più sete
chi può venire a me
se il Padre non lo chiama?
Rit. E lo risusciterò, e lo risusciterò,
e lo risusciterò nell’ultimo dì.
2. Il pane che io vi do
è il mio corpo per la vita del mondo;
chi mangia di questo pane
anche se morrà,
avrà la vita eterna.
3. Se non mangiate del corpo
del Figlio dell’Uomo
e bevete del suo sangue,
e bevete del suo sangue
non avrete in voi la vita.
4. Sono la Risurrezione.
Io sono la Vita,
colui che crede in me
vivrà in eterno,
vivrà in eterno.
5. Signore sì, io credo
che tu sei il Cristo
Il Figlio di Dio
che è venuto
in mezzo a noi.
Rit. E lo risusciterò, e lo risusciterò,
e lo risusciterò nell’ultimo dì.
Alleluia!, alleluia, alleluia, alleluia!
IL SIGNORE È IL MIO PASTORE (sl 22)
1. Il Signore è il mio pastore:
nulla manca ad ogni mia attesa,
in verdissimi prati mi pasce,
mi disseta a placide acque.
2. È ristoro dell’anima mia,
in sentieri diritti mi guida
per amore del santo suo nome,
265
dietro Lui mi sento sicuro.
3. Pur se andassi per valle oscura
non avrò a temere alcun male:
perché sempre mi sei vicino,
mi sostieni col tuo vincastro.
4. Quale mensa per me Tu prepari
sotto gli occhi dei miei nemici!
E di olio mi ungi il capo:
il mio calice è colmo di ebbrezza.
5. Bontà e grazia mi sono compagne
quanto dura il mio cammino;
io starò nella casa di Dio
lungo tutto il migrare dei giorni.
MIO SIGNORE
1. Mio Signore, ricordati di me
o mio Signore ricordati di me
Mio Signore, ricordati di me
non lasciarmi solo quaggiù.
2. Mio Signore, sei qui, rimani in me
o mio Signore ricordati di me
Mio Signore, sei qui, rimani in me
la mia gioia vera sei tu.
3. Vieni, Signore, a vivere con me
Deh! vieni, Signore, a vivere con me
Vieni, Signore, a vivere con me
che io mi senta vivo per te.
NOI CREDIAMO IN TE
1. Noi crediamo in te, o Signor,
noi speriamo in te, o Signor,
noi amiamo te, o Signor,
tu ci ascolti, o Signor,
2. Sei con noi, Signor, sei con noi:
nella gioia tu sei con noi,
nel dolore tu sei con noi,
tu per sempre sei con noi.
3. C'è chi prega, Signor: vieni a noi.
C'è chi soffre, Signor: vieni a noi.
C'è chi spera, Signor: vieni a noi.
O Signore, vieni a noi.
266
PANE DEL CIELO
Rit. Pane del cielo sei Tu, Gesù,
via d’Amore: Tu ci fai come Te.
1. No, non è rimasta fredda la terra:
Tu sei rimasto con noi
per nutrirci di Te, Pane di vita;
ed infiammare col Tuo Amore
tutta l’Umanità.
2. Si, il Cielo è qui su questa terra:
Tu sei rimasto con noi
ma ci porti con Te, nella Tua casa,
dove vivremo insieme a Te
tutta l’Eternità.
3. No, la morte non può farci paura:
Tu sei rimasto con noi.
E chi vive di Te vive per sempre.
Sei Dio con noi, sei Dio per noi,
Dio in mezzo a noi.
QUANTA SETE NEL MIO CUORE.
1. Quanta sete nel mio cuore:
solo in Dio si spegnerà.
Quanta attesa di salvezza:
solo in Dio si sazierà.
L' acqua viva che egli dà
sempre fresca sgorgherà.
Il Signore è la mia vita,
il Signore è la mia gioia.
2. Se la strada si fa oscura,
spero in lui: mi guiderà.
Se l'angoscia mi tormenta,
spero in lui: mi salverà.
Non si scorda mai di me,
presto a me riapparirà.
Il Signore è la mia vita,
il Signore è la mia gioia.
3. Nel mattino io ti invoco:
tu, mio Dio, risponderai.
Nella sera rendo grazie:
tu, mio Dio, ascolterai.
Al tuo monte salirò
E vicino ti vedrò.
267
Il Signore è la mia vita,
il Signore è la mia gioia.
QUESTO PANE SPEZZATO
Rit. Questo pane spezzato
è il tuo corpo Signore.
Questo vino versato
è il tuo sangue Signore.
Noi veniamo alla tua mensa
per saziarci di te,
noi veniamo alla tua mensa
per saziarci di te.
1. Questo pane che ci dai, Signore,
è il segno della vita eterna;
nella sera dell’ultima tua cena
hai offerto la vita per noi.
2. Tu, Signore, sei il pane dell’amore,
tu, Signore, sei il vino della gioia:
hai donato in cibo la tua vita
per nutrirci e stare con noi.
RESTA CON NOI, SIGNORE. ALLELUIA
Rit. Resta con noi, Signore. Alleluia
1. Tu sei frumento, Signor, degli eletti,
tu sei il pane disceso dal cielo.
2. Tu sei il vino che germina i vergini,
sei per i debo1i il pane dei forti.
3. Tu sei la guida al banchetto del cielo
tu sei il pegno di gloria futura.
4. Tu sei la luce che illumina il mondo,
tu sei ristoro alla nostra stanchezza.
5. Tu sei il Cristo, sei Figlio di Dio,
tu solo hai parole di vita eterna.
6. Sarem fratelli alla mensa del Padre,
saremo un cuore ed un’anima sola.
RESTA CON NOI, SIGNORE, LA SERA
1. Resta con noi, Signore, la sera:
resta con noi e avremo la pace.
Rit. Resta con noi, non ci lasciar,
268
la notte mai più scenderà.
Resta con noi, non ci lasciar
per le vie del mondo, Signor.
2. Ti porteremo ai nostri fratelli,
Ti porteremo lungo le strade.
3. Voglio donarTi queste mie mani,
voglio donarTi questo mio cuore.
SEI TU, SIGNORE, IL PANE
1. Sei tu, Signore, il pane,
tu cibo sei per noi.
Risorto a vita nuova,
sei vivo in mezzo a noi.
2. Nell’ultima sua cena
Gesù si dona ai suoi:
«Prendete pane e vino,
la vita mia per voi».
3. «Mangiate questo pane:
chi crede in me vivrà.
Chi beve il vino nuovo
con me risorgerà».
4. È Cristo il pane vero,
diviso qui fra noi:
formiamo un solo corpo
e Dio sarà con noi.
5. Se porti la sua croce,
in lui tu regnerai.
Se muori unito a Cristo,
con lui rinascerai.
6. Verranno i cieli nuovi,
la terra fiorirà.
Vivremo da fratelli:
la Chiesa è carità.
SIGNORE DA CHI ANDREMO?
Rit. Signore da chi andremo?
Tu solo hai parole di vita,
e noi abbiam creduto
che il Figlio di Dio sei Tu!
1. Io sono il pane di vita;
chi viene a me non ha più fame,
269
e chi viene a me non ha più sete.
Così ha detto Gesù.
2. Non cercate il cibo che perisce;
ma il cibo che dura per la vita,
quello stesso che il Figlio vi darà,
che il Padre vi ha mandato.
3. Non Mosè vi ha dato pane vero;
è il mio Padre che dà il vero pane,
poiché il Pane di Dio vien dal cielo
e dà la vita al mondo.
4. Io sono dal cielo disceso
non per fare la mia volontà,
ma per fare la volontà del Padre
che è dare al mondo la vita.
5. Io sono il pane del Cielo;
chi ne mangia avrà la vita eterna
perché il pane che do è la mia carne
che è la vita del mondo.
6. Chi s’accosta al banchetto del mio corpo
dimora in me ed io in lui;
e in lui sarà la vita eterna
e lo risusciterò.
SIGNORE, SEI TU IL MIO PASTORE
Rit. Signore, sei tu il mio pastore,
nulla mi può mancar,
se tu sei con me.
1. Su prati verdeggianti
mi guidi a riposar,
ad acque chiare e fresche
mi vengo a dissetar.
2. Se in una valle oscura
io camminar dovrò,
vicino a te, Signore,
più nulla temerò.
3. Per me prepari un pane,
che vita mi darà,
e un calice ricolmo
di vino, a sazietà.
4. La grazia, la tua luce
tu manda su di me
270
e resterò, Signore,
per secoli con te.
TU SEI LA MIA VITA
1. Tu sei la mia vita altro io non ho,
Tu sei la mia strada la mia verità.
Nella tua parola io camminerò,
finché avrò respiro, fino a quando tu vorrai.
Non avrò paura sai, se Tu sei con me:
io ti prego resta con me.
2. Credo in Te Signore nato da Maria
Figlio eterno e santo, uomo come noi.
Morto per amore vivo in mezzo a noi:
una cosa sola con il Padre e con i tuoi,
fino a quando, io lo so, tu ritornerai
per aprirci il regno di Dio.
3. Tu sei la mia forza altro io non ho,
Tu sei la mia pace la mia libertà
Niente nella vita ci separerà:
so che la tua mano forte non mi lascerà.
So che da ogni male Tu mi libererai:
e nel tuo perdono vivrò.
4. Padre della vita noi crediamo in Te;
Figlio Salvatore noi speriamo in Te;
Spirito d’Amore vieni in mezzo a noi:
Tu da mille strade ci raduni in unità.
E per mille strade, poi, dove Tu vorrai,
noi saremo il seme di Dio.
UNA SPIGA DORATA DAL SOL
Rit. Una spiga dorata dal sol
ed un grappol che coglie il vignaiuol
si trasformano ora in pane e vino d’amor
e nel corpo e nel sangue del Signor.
1. Io sono tua vite e tuo Signor
e il Padre è il vero vignaiuol.
tu, il tralcio potato da mio Padre l’amor,
per dar frutto nella chiesa del Signor.
2. Ci nutriamo del Corpo tuo, Signor,
e beviamo il tuo sangue Salvator,
Tu trasformaci in una cosa sola, o amor,
in un corpo sol con te che sei Signor.
271
Vedi anche
13 Dio si è fatto come noi
canti natale
31 Il Signore ci ha amato
sett. santa
32 È giunta l’ora
sett. santa
44 Cristo risusciti
canti Pasqua
47 Chi ha fame
canti Pasqua
58 Cantico della vergine
canti Madonna
59 Magnificat anima mea
canti Madonna
69 Maria tu che hai atteso
canti Madonna
74 Come Maria
canti Madonna
100 Quando busserò
canti per i defunti
102 Chiesa di Dio
canti d’inizio
103 Cristo Gesù salvatore
canti d’inizio
106 Facci nuovi con te
canti d’inizio
114 Noi canteremo gloria
canti d’inizio
119 Signore sei venuto
canti d’inizio
120 Te lodiamo, Trinità
canti d’inizio
121 Ti esalto Dio mio re
canti d’inizio
122 Vieni fratello
canti d’inizio
129 Canto per Cristo
canti per l’alleluia
131 Amatevi fratelli
canti per l’offertorio
136 Com’è bello
canti per l’offertorio
137 Dov’è carità e amore
canti per l’offertorio
140 Le mani alzate
canti per l’offertorio
141 Mistero della cena
canti per l’offertorio
142 Come il grano
canti per l’offertorio
144 Signore cerchi i figli tuoi
canti per l’offertorio
176 Passa questo mondo
canti finali
180 Credo in te
culto eucaristico
184 Silenzioso Dio
culto eucaristico
189 Acqua sole e veritàfede fiducia speranza supplica
272
190 Dio è amore
fede fiducia speranza supplica
201 Andate per le strade
canti missione vocazione
227 Salmo 22 il Signore è il mio pastore
salmi
Canti finali e di ringraziamento
ACQUA SIAMO NOI
1. Acqua siamo noi
dall’antica sorgente veniamo,
fiumi siamo noi
se i ruscelli si mettono insieme,
mari siamo noi
se i torrenti si danno la mano,
vita nuova c’è
se Gesù è in mezzo a noi.
Rit. E allora diamoci la mano
e tutti insieme camminiamo
ed un oceano di pace nascerà.
E l’egoismo cancelliamo
un cuore limpido sentiamo
e Dio che bagna del suo amor l’umanità.
2. Su nel cielo c’è
Dio Padre che vive per l’uomo,
crea tutti noi
e ci ama di amore infinito,
figli siamo noi
e fratelli di Cristo Signore,
vita nuova c’è
quando lui è in mezzo a noi.
3. Nuova umanità
oggi nasce da chi crede in lui,
nuovi siamo noi
se l’amore è la legge di vita,
figli siamo noi
se non siamo divisi da niente,
vita eterna c’è
quando lui è dentro a noi.
ANNUNCEREMO IL TUO REGNO
Rit. Annunceremo il tuo regno, Signor!
Il tuo regno, Signor, il tuo regno.
273
1. Regno di pace e di giustizia. regno di vita e verità. Rit.
2. Regno di amore e di grazia, regno ch’è già nei nostri cuori. Rit.
3. Regno che soffre la violenza, regno in cammino verso il cielo. Rit.
4. Regno che dura eternamente, regno che al Padre giungerà. Rit.
Annunceremo il tuo regno, Signor!
Il tuo regno, Signor, il tuo regno.
A TE VORREI DIRE
1. Se il sole non illuminasse più
questo pallido pianeta,
se il silenzio della morte
ammutolisse il mio canto;
se il cuore della terra
non riscaldasse più,
non dispererei,
perché troppo grande è in me
la tua presenza,
perché so, Dio, che tu sei Amore.
Rit. A te che ascolti vorrei dire:
Dio è Amore, Amore.
A te che piangi vorrei dire:
Dio è Amore, Amore.
A te che lotti vorrei dire:
Dio è Amore, Amore.
2. Non ci sarà mai amore più grande
di chi dà la vita
per gli amici suoi.
E noi abbiamo
creduto e conosciuto
l’amore che Dio
ha per tutti noi.
Ad ogni uomo vorrei dire:
Dio è amore (3 volte)
CAMMINIAMO SULLA STRADA
1. Camminiamo sulla strada
che han percorso i santi tuoi
tutti ci ritroveremo
dove eterno splende il sol.
Rit. E quando in ciel dei santi tuoi
la grande schiera arriverà.
O Signor come vorrei
274
che ci fosse un posto per me.
E quando il sol si spegnerà
e quando il sole si spegnerà,
o Signor...
2. C’è chi dice che la vita
sia tristezza, sia dolor,
ma io so che viene il giorno
in cui tutto cambierà.
E quando in ciel risuonerà
la tromba che tutti chiamerà,
o Signor...
Il giorno che la terra e il ciel
a nuova vita risorgerai
o Signor come vorrei
che ci fosse un posto per me.
GLORY GLORY ALLELUIA
1. Ecco s’avanza in mezzo a noi la verità:
abbiamo visto in Lui la gloria del Signor!
Ecco s’avanza in mezzo a noi la verità:
la Gloria del Signor!
Rit. Glory Glory Alleluia (3 v.)
L’Amore vincerà.
2. Sempre la strada della croce resterà
l’unica strada d’ogni grande realtà!
Sempre la strada della croce resterà
la strada del Signor!
3. Nel mio Vangelo c’è la sola verità
la mia parola è come spada dentro il cuor.
Nel mio Vangelo c’è la sola verità
la vera libertà!
4. Chi in mezzo agli uomini difendermi saprà
anch’io davanti al Padre lo difenderò!
Chi in mezzo agli uomini difendermi saprà
l’amico mio sarà.
5. Chi nella vita la Giustizia cercherà
e avrà il coraggio di affrontar la Verità
Chi nella vita la Giustizia cercherà
in me la troverà.
IO HO UN AMICO CHE MI AMA
Rit. C’è grande gioia
275
nel mio cuor (2x)
sono salvato, son perdonato
c’è grande gioia
nel mio cuor (2x)
1. Io ho un amico che mi ama,
Mi ama e mi perdona
Io ho un amico che mi ama,
Il suo nome è Gesù
2. Tu hai un amico ...
3. Noi abbiamo un amico…
C’è grande gioia…
LUI CI HA DATO I CIELI
1. Non so proprio cosa far
per ringraziare il mio Signor
ci ha dati i cieli da guardar
e tanta gioia dentro al cuor.
Rit. Lui ci ha dato i cieli da guardar
Lui ci ha dato la bocca per cantar
Lui ci ha dato il mondo per amar
e tanta gioia dentro al cuor. (bis)
2. Si è chinato su di noi
ed è disceso giù dal ciel
per abitare in mezzo a noi
e per salvare tutti noi.
3. E quando un dì con Lui sarem
nella sua casa abiterem
nella sua casa tutta d’or
con tanta gioia dentro al cuor.
NOBILE SANTA CHIESA
Rit. Nobile santa Chiesa, regno d’amor,
dona la terra a Cristo trionfator!
1. Il Signore ti ha scelta per segno nel mondo
e per te si diffonde un lieto messaggio.
2. Tu rinnovi nei figli il mistero di Cristo,
tu ridesti nel mondo l’amore che salva.
3. Il tuo regno d’amor non conosce confini:
vedo gente da ignoti lontani orizzonti.
4. Molti popoli in te si trasformano in uno:
uno solo per fede, speranza ed amore.
276
5. Gloria al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo:
la preghiera, per Cristo, raggiunga il suo cielo.
PAROLE DI VITA
Parole di vita abbiamo ascoltato
e gesti d’amore vedemmo tra noi.
La nostra speranza è un pane spezzato,
la nostra certezza l’amore di Dio.
PASSA QUESTO MONDO
1. Noi annunciamo la parola eterna:
Dio è amore
Questa è la voce che ha varcato i tempi:
Dio è carità
Rit. Passa questo mondo, passano i secoli,
solo chi ama non passerà mai.
2. Dio è luce e in lui non c’è la notte
Dio è amore
Noi camminiamo verso il suo sentiero
Dio è carità
Rit.
3. Noi ci amiamo perché lui ci ama
Dio è amore
Egli per primo diede a noi la vita
Dio è carità
Rit.
4. Giovani forti, avete vinto il male
Dio è amore
In voi dimora la parola eterna
Dio è carità
Rit.
RESTA CON NOI, GESÙ
1.Forestiero, tu non sai,
tu non sai chi è Cristo per noi;
noi sappiamo che è risorto
e che presto tornerà.
Rit. Resta con noi, resta Gesù
e un giorno nuovo nascerà.
Resta con noi, dentro di noi
e mai la festa finirà.
2. Sai, straniero, che Gesù
pane e vino offriva così?
Quella sera poi scomparve
e la pace a noi lasciò.
277
3. Il suo dono è la vita
è l’amore vero tra noi;
se viviamo in comunione
lui con noi abiterà.
4. La sua voce dentro al cuore
ogni giorno ci guiderà;
sulle strade della vita
lui con noi camminerà.
SE NON RITORNERETE COME BAMBINI
Rit. Se non ritornerete
come bambini
non entrerete mai. (bis)
1. La mia porta sarà chiusa
per il ricco e per il forte,
per tutti quelli che non hanno amato,
per chi ha giocato con la morte.
Per gli uomini perbene,
per chi cerca la sua gloria,
per tutti quelli che non hanno amato
e per i grandi della storia.
2. Non c’è posto per quell’uomo
che non vende la sua casa
per acquistare il campo
dove ho nascosto il mio tesoro.
Ma per tutti gli affamati,
gli assetati di giustizia,
ho spalancato le mie porte,
ho preparato la mia gioia.
3. Per chi fu perseguitato,
per chi ha pianto nella notte,
per tutti quelli che hanno amato
per chi ha perduto la sua vita;
la mia casa sarà aperta,
la mia tavola imbandita,
per tutti quelli che hanno amato,
per chi ha perduto la sua vita.
TI RINGRAZIO, O MIO SIGNORE
1. Ti ringrazio, o mio Signore,
per le cose che sono nel mondo,
per la vita che tu mi hai donato,
278
per l’amore che tu nutri per me.
Rit. Alleluia, o mio Signore!
Alleluia, o Dio del cielo!
Alleluia, o mio Signore!
Alleluia, o Dio del ciel!
2. Come il pane che abbiamo spezzato
era sparso in grano sui colli.
Così unisci noi, sparsi nel mondo,
in un Corpo che sia solo per te.
3. Quell’amore che unisce te al Padre
sia la forza che unisce i fratelli
ed il mondo conosca la pace:
la tua gioia regni sempre tra noi.
Vedi anche
23 Se il chicco di frumento
canti quaresima
44 Cristo risusciti
canti Pasqua
51 Le tue mani son piene di fiori
canti Pasqua
58 Cantico della vergine
canti Madonna
100 Quando busserò
canti per i defunti
108 Grandi cose
canti d’inizio
119 Signore sei venuto
canti d’inizio
120 Te lodiamo Trinità
canti d’inizio
121Ti esalto, Dio, mio re
canti d’inizio
130 Il Signore è la luce
canti per l’alleluia
200 Voglio cantare al Signorfede fiducia speranza supplica
201 Andate per le strade
canti missione vocazione
209 Alabarè
canti gioia lode
220 La mie mani son piene
canti vari
225 Un sol corpo un sol spirito
canti vari
Canti per il culto eucaristico
CREDO IN TE, SIGNOR
1. Credo in te, Signor, credo in te:
grande è quaggiù il mister, ma credo in te.
279
Rit. Luce soave, gioia perfetta sei.
Credo in te, Signor, credo in te.
2. Spero in te, Signor, spero in te:
debole sono ognor, ma spero in te.
3. Amo te, Signor, amo te:
o crocifisso Amor, amo te.
4. Resta con me, Signor, resta con me:
pane che dai vigor, resta con me.
GENTI TUTTE PROCLAMATE
1. Genti tutte, proclamate il mistero del Signore,
del suo corpo e del suo sangue che la Vergine donò
e fu sparso in sacrificio per salvar l’umanità.
2. Dato a noi da madre pura, per noi tutti s’incarnò.
La feconda sua parola tra le genti seminò;
con amore generoso la sua vita consumò.
3. Nella notte della Cena coi fratelli si trovò.
Del pasquale sacro rito ogni regola compì
e agli apostoli ammirati come cibo si donò.
4. La parola del Signore pane e vino trasformò:
pane in carne, vino in sangue, in memoria consacrò!
Non i sensi, ma la fede prova questa verità.
5. Adoriamo il Sacramento che Dio Padre ci donò.
Nuovo patto, nuovo rito nella fede si compì.
Al mistero è fondamento la parola di Gesù.
6. Gloria al Padre onnipotente, gloria al Figlio Redentor,
lode grande, sommo onore all’eterna Carità.
Gloria immensa, eterno amore alla santa Trinità. Amen.
NOI VOGLIAM DIO
1. Noi vogliam Dio! Vergin Maria,
porgi l’orecchio al nostro dir:
deh! tu potente, o Madre pia
fa che si compia tanto desir!
Rit. Deh! benedici, o Madre,
al grido della fe’
Noi vogliam Dio che è nostro Padre
noi vogliam Dio che è nostro Re.
2. Noi vogliam Dio! quest’almo grido
echeggi ovunque in terra e in mar.
Suoni solenni in ogni lido,
280
dove s’innalza di Dio l’altar.
3. Noi vogliam Dio nelle famiglie,
dei nostri cari in mezzo al cor.
Sian forti i figli caste le figlie;
tutti ci infiammi di Dio l’amor.
4. Noi vogliam Dio dov’è la legge,
dov’è la scienza dov’è l’amor
dov’è chi giudica dov’è chi regge
dove si nasce dove si muor.
5. Noi vogliam Dio in ogni scuola
perché la cara gioventù
la legge apprenda e la parola
e la sapienza di Gesù.
POPOLI TUTTI, LODATE IL SIGNORE
Rit. Popoli tutti, lodate il Signore, alleluia
(in quaresima)
Rit. Popoli tutti, lodate il Signore, in eterno
1. Popoli tutti, lodate il Signore:
esaltatelo, o genti!
È forte il suo amore per noi,
la verità del Signore è per sempre.
2. Sia gloria al Padre, al Figlio,
allo Spirito Santo:
a chi era, è, e sarà
nei secoli il Signore. Amen.
SILENZIOSO DIO
1. Io Ti amo, silenzioso Dio,
che Ti nascondi dentro un po’ di. Pane
come un bambino dentro la sua mamma
oggi Tu entri nella vita mia.
Io Ti adoro, silenzioso Dio,
che mi hai creato con immenso amore
e inviti l’uomo nella casa Tua
alla Tua mensa nell’intimità.
Rit. Pane di vita sei,
Cristo Gesù per noi,
e per l’eternità
la vita ci darai.
2. Tu sazi l’uomo con la vita Tua:
un infinito dentro le creature;
281
e l’uomo, sente e vede il volto vero
di un Dio che vive nell’umanità.
T’ADORIAM OSTIA DIVINA
Rit. T’adoriam Ostia divina!
T’adoriam Ostia d’amor!
1. Tu dell’angelo il sospiro
Tu dell’uomo sei l’onor.
2. Tu dei forti la dolcezza
Tu dei deboli il vigor.
3. Tu salute dei viventi
Tu speranza di chi muor.
4. Ti conosca il mondo e t’ami
Tu la gioia d’ogni cuor.
5. Ave o Dio nascosto e grande
Tu dei secoli il Signor.
Vedi anche
01 Cieli e terra nuova
13 Dio si è fatto come noi
22 Padre perdona
31 Il Signore ci ha amato
canti avvento
canti natale
canti quaresima
sett. santa
108 Grandi cose
canti d’inizio
114 Noi canteremo
canti d’inizio
129 Canto per Cristo
canti per l’alleluia
136 Com’è bello
canti per l’offertorio
137 Dov’è carità e amore
canti per l’offertorio
141 Mistero della cena
canti per l’offertorio
148 Come unico pane
canti per la comunione
149 Hai dato un cibo
canti per la comunione
152 Il tuo popolo in cammino canti per la comunione
153 Il pane di vita
canti per la comunione
156 Noi crediamo in te
canti per la comunione
157 Pane del cielo
canti per la comunione
158 Quanta sete nel mio cuorecanti per la comunione
282
160 Resta con noi
canti per la comunione
161 Resta con noi, Signore, la seracanti per la comunione
162 Sei tu, Signore, il pane
canti per la comunione
163 Signore da chi andremo
canti per la comunione
166 Una spiga dorata
canti per la comunione
175 Parole di vita
canti finali
176 Passa questo mondo
canti finali
179 Ti ringrazio
canti finali
192 Fissa gli occhi in Gesùfede fiducia speranza supplica
197 Padre t’adoriamo fede fiducia speranza supplica
214 Prostrati adoriamo
canti gioia lode
227 Salmo 22 il Signore è il mio pastore
salmi
Canti per la celebrazione dei sacramenti
Per la Cresima
25 Vi darò un cuore nuovo
canti quaresima
52 Vieni spirito di Cristo
canti pentecoste
52 Vieni Spirito d’amore
canti pentecoste
54 Vieni Spirito Santo
canti pentecoste
56 Cerco la tua voce
canti pentecoste
57 Quando lo Spirito
canti pentecoste
102 Chiesa di Dio
canti d’inizio
114 Noi canteremo gloria
canti d’inizio
125 Allelù
140 Le mani alzate
165 Tu sei la mia vita
canti per l’alleluia
canti per l’offertorio
canti per la comunione
201 Andate per le strade
canti missione vocazione
206 Servo per amore
canti missione vocazione
207 Se vuoi seguire Cristocanti missione vocazione227
227 Salmo 22 il Signore è il mio pastore
salmi
283
Per la Penitenza
PRENDIMI PER MANO
1. Avevo tanto freddo in fondo al cuore
quando la tua voce mi colpi
fu come la scintilla nel motore
il freddo dal mio cuore scomparì.
Rit. Prendimi per mano Dio mio!
Guidami nel mondo a modo tuo
La strada è tanto lunga e tanto dura
però con te nel cuor non ho paura.
2. Ed eccomi ai tuoi piedi o mio Signore
detesto con dolore il mio passato
hai dato anche a me gran peccatore
un cuore nuovo, un cuore innamorato.
3. Ma, o Signor, ti prego in ogni ora
resta sempre qui accanto a me
lo sai sono debole ancora
non posso fare a meno io di Te.
4. Guidami, Signor Tu sei la via
Tu sei la verità, Tu sei la vita
pronto il tuo cuore sempre sia
cercare chi la rotta ha smarrita.
5. Insegnami a percorrer la tua strada
fammi Tu amar ogni persona
vieni Tu con me ovunqu’io vada
e perdonare chi non mi perdona.
6. Grazie per tutto quello che mi dai
grazie per questo cuor, che hai trasformato
grazie per tutto quello che Tu sai
grazie che al tuo amore mi hai chiamato.
Vedi anche
01 Cieli e terra nuova
canti avvento
21 Il tuo amore, Signore
canti quaresima
22 Padre, perdona
canti quaresima
24 Il figliol prodigo
canti quaresima
25 Vi darò un cuore nuovo
canti quaresima
28 Il Signore ci ha salvati
canti quaresima
284
35 O Cristo tu regnerai
sett. santa
44 Cristo risusciti
canti Pasqua
121 Ti esalto Dio mio re
canti d’inizio
129 Canto per Cristo
canti per l’alleluia
172 Io ho un amico
207 Se vuoi seguire Cristo
canti finali
canti missione vocazione
208 Abbà Padre
217 Ai piedi di Gesù
229 Salmo 24- Confido in te
canti gioia lode
canti vari
salmi
Per il matrimonio
FRATELLO SOLE SORELLA LUNA
1. Dolce sentire come nel mio cuore,
ora umilmente, sta nascendo amore.
Dolce capire che non son più solo
ma che son parte di una immensa vita,
che generosa risplende intorno a me:
dono di Lui del suo immenso amore.
2. Ci ha dato il cielo e le chiare stelle
fratello sole e sorella luna;
la madre terra con frutti prati e fiori
il fuoco, il vento l’aria e l’acqua pura
fonte di vita, per le sue creature
dono di Lui del suo immenso amore
dono di Lui del suo immenso amore.
VIENI DAL LIBANO
1. Vieni dal Libano, mia sposa,
vieni dal Libano, vieni!
Avrai per corona le vette dei monti
le alte cime dell’Ermon.
Tu m’hai ferito, ferito il cuore
o sorella, mia sposa.
Vieni dal Libano, mia sposa,
vieni dal Libano, vieni!
Rit. Cercai l’amore dell’anima mia
Lo cercai senza trovarlo.
Trovai l’amore dell’anima mia
285
L’ho abbracciato, non lo lascerò mai
2. Io appartengo al mio diletto
ed egli è tutto per me.
Vieni usciamo alla campagna,
dimoriamo nei villaggi.
Andremo all’alba nelle vigne,
vi raccoglieremo i frutti.
Io appartengo al mio diletto
Ed egli è tutto per me.
3. Alzati in fretta mia diletta,
vieni colomba, vieni.
L’estate ormai è già passata,
il tempo dell’uva è venuto.
I fiori se ne vanno dalla terra,
il grande sole è cessato.
Alzati in fretta, mia diletta,
vieni colomba, vieni.
4. Come sigillo sul tuo cuore,
come sigillo sul braccio
che l’amore è forte come la morte
e l’acque non lo spegneranno.
Dare per esso tutti i beni della casa
sarebbe disprezzarlo.
Come sigillo sul tuo cuore,
come sigillo sul braccio
Vedi anche
136 Com’è bello
canti per l’offertorio
137 Dov’è carità e amore
canti per l’offertorio
176 Passa questo mondo
229 Salmo 24- Confido in te
Canti per la preghiera cristiana
Fede, fiducia, speranza, supplica
ACQUA SOLE E VERITA’
1. Ho bevuto a una fontana
un’acqua chiara
che è venuta giù dal cielo...
286
canti finali
salmi
Ho sognato nella notte di tuffarmi
nella luce del sole...
Ho cercato dentro a me la verità.
Rit. Ed ho capito, mio Signore
che sei tu la vera acqua,
sei tu il mio sole
sei tu la verità... (bis)
2. Tu ti siedi sul mio pozzo
nel deserto,
e mi chiedi un po’ da bere...
per il sole che risplende a mezzogiorno
ti rispondo...
ma tu sai già dentro me la verità.
3. Un cervo che cercava
un sorso d’acqua
nel giorno corse e ti trovò...
Anch’io vo’ cercando nell’arsura
sotto il sole...
e trovo dentro me la verità.
DIO È AMORE
Dio è Padre di tutti noi.
fratelli amiamo solo Lui.
Solo Lui che è per noi,
più di tutto,
più del sol, più di ogni fior.
Sì, perché Lui, Dio è amor.
Noi, ciascuno,
Dio ama immensamente,
e allora noi viviamo
per questo grande amore
che ci fa uno in Lui e per Lui.
Dio è amor.
Sì, perché Lui, Dio è Amor.
Fratelli, stiamo uniti,
crediamo solo in Lui,
restiamo nell’Amore,
viviamo nell’Amore,
sol di Lui che è per noi,
più di tutto,
più del sol, più di ogni fior.
Sì, perché Lui, Dio è Amor.
Dio è Amore, è Libertà;
287
Dio è Amore, è Verità;
Dio è Amore, è Unità.
Sì, noi viviamo questo ideal;
mai lasceremo questo ideal;
mai…
È UN TETTO LA MANO DI DIO
1. È un tetto la mano di Dio,
è un rifugio la mano di Dio,
è un vestito la mano di Dio,
è un fuoco la mano di Dio!
È un mistero la mano di Dio,
perché scrive la vita e la morte,
e separa, congiunge, solleva,
umilia, distrugge e crea.
2. È potente la mano di Dio,
è veloce la mano di Dio,
è severa la mano di Dio,
è leale la mano di Dio!
È una nave la mano di Dio
che trionfa su ogni tempesta!
Verso terre dai cieli sereni
la spinge un vento d’amore.
3. È la pace la mano di Dio,
è la gioia la mano di Dio,
è la luce la mano di Dio,
è l’amore la mano di Dio!
FISSA GLI OCCHI
1. Fissa gli occhi in Gesù,
da lui non distoglierli più
e le cose del mondo tu vedi svanir
e una luce di gloria apparir.
2. Apri il tuo cuore a Gesù,
e lui il tuo Signor.
È venuto a salvarti morendo per te,
e con lui risorto vivrai.
3. Ecco il cuor di Gesù,
che tanto gli uomini amò.
Ha versato Sangue ed acqua per te
ama e adora Gesù.
4. Via, vita è Gesù,
288
parola di verità.
È l’icona del Padre che viene per noi
accogliamo con gioia Gesù.
5. Accogli nel cuore Gesù,
è il pane di vita per te.
Se in lui per sempre tu resterai
gioia e forza lui ti darà.
6. Effonde il suo amore Gesù,
il cuore vuole cambiar.
Con il Padre prende dimora in noi,
creature nuove noi siam.
7. Lode e gloria al Signor,
che salva te peccator.
Alleluia, alleluia tu devi gridar
è qui il tuo Signor.
HO TROVATO UN TESORO
1. Ho trovato un tesoro
più splendente del sole
mai nessuno potrà rubar
perché è dentro di me.
Ciò che avevo era niente
come niente è passato
ho lasciato ogni cosa che
non parlava di te.
Rit. Tu sei il mio grande tesor
Tu che mi hai dato l’amor;
vivo e ogni giorno ritrovo
nella gioia di amare,
la mia libertà.
2. Ho perduto il mio cuore
me l’hai preso quel giorno
ma so che lo ritroverò
là dov’è il mio tesor. (2 volte)
IL SIGNORE HA MESSO UN SEME
1. Il Signore ha messo un seme
nella terra del mio giardino
Il Signore ha messo un seme
nel profondo del mio mattino.
Io appena me ne sono accorto
sono sceso dal mio balcone
289
e volevo guardarci dentro
e volevo vedere il seme.
2. Ma il Signore ha messo un seme
nella terra del mio giardino,
Il Signore ha messo un seme
all’inizio del mio cammino.
Io vorrei che fiorisse il seme
io vorrei che nascesse il fiore
ma il tempo del germoglio
lo conosce il mio Signore.
3. Il Signore ha messo un seme
nella terra del mio giardino.
Il Signore ha messo un seme
nel profondo del mio mattino.
NOI NON SAPPIAMO CHI ERA
Rit. Noi non sappiamo chi era
noi non sappiamo chi fu,
ma… si faceva chiamare Gesù.
1. Pietro lo incontrò
sulla riva del mare
Paolo lo incontrò
sulla via di Damasco.
Vieni, fratello, ci sarà un posto,
posto anche per te.
2. Maria lo incontrò
sulla pubblica strada
Disma lo incontrò
in cima alla croce.
Vieni, fratello, ci sarà un posto,
posto anche per te.
3. Noi lo incontrammo
all’ultima ora,
io l’ho incontrato all’ultima ora.
Vieni, fratello, ci sarà un posto;
posto anche per te.
Ora sappiamo chi era,
ora sappiamo chi fu;
era il migliore di tutti
si faceva chiamare Gesù.
Ora sappiamo chi era,
ora sappiamo chi fu;
290
ora aspettiamo che torni.
Vieni Signore Gesù... (bis)
ORA SEI QUI
Rit. Ora sei qui, Signore Gesù!
preghi con noi, canti con noi.
Voglio pregarti Signore, perché
so che Tu m’ascolterai.
1. Per chi solo, noi ti preghiamo
per chi è smarrito, Signore, ti preghiam
2. Per chi è in guerra, noi ti preghiamo
per chi ha fame, Signore, ti preghiam.
3. Per chi è nel pianto, noi ti preghiamo
per chi odiato, Signore, ti preghiam.
4. Per i malati, noi ti preghiamo
per i carcerati, Signore, ti preghiam.
5. Per chi non ama, noi ti preghiamo
per chi non prega, Signore, ti preghiam
PADRE T’ADORIAMO
1. Padre, t’adoriamo,
la nostra vita ti offriamo,
noi ti amiamo.
2. Gesù...
3. Spirito...
SANTO SANTO
1. Santo, santo, santo, santo.
Santo Iddio Onnipotente,
santo, santo,
presentiamo i nostri cuori a te
in pegno di amor,
santo, santo, santo, santo.
2. Padre santo, Padre santo,
siamo tutti tuoi figli, Padre santo,
innalziamo il nostro sguardo a Te
in segno di amor,
Padre santo, Padre santo.
3. Gesù figlio, Gesù Figlio,
ci hai redenti e salvati,
291
Gesù Figlio;
innalziamo il nostro canto a te
in segno di amor,
Gesù Figlio, Gesù Figlio.
4. Santo Spirito, Santo Spirito,
riempi i nostri cuori ancora,
Santo Spirito
innalziam le nostre mani a te
in segno di amor
Santo Spirito, Santo Spirito.
5. Alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia,
offriamo la nostra vita a te
in pegno d’amor,
alleluia. Alleluia!
SU ALI D’AQUILA
1. Tu che abiti al riparo del Signore
e che dimori alla sua ombra,
Dì al Signore: “Mio rifugio,
mia roccia in cui confido”.
Rit. E ti rialzerà, ti solleverà,
su ali d’aquila
ti reggerà, sulla brezza dell’alba
ti farà brillar come il sole,
così nelle sue mani vivrai
2. Dal laccio del cacciatore ti libererà
e dalla carestia che distrugge.
Poi ti coprirà con le sue ali
e rifugio troverai.
3. Non devi temere i terrori della notte
né freccia che vola di giorno
Mille cadranno al tuo fianco
ma nulla ti colpirà.
4. Perché ai suoi angeli ha dato un comando
di preservarti in tutte le tue vie
ti porteranno sulle loro mani
contro la pietra non inciamperai
E ti rialzerò, ti solleverò
su ali d’aquila
ti reggerò sulla brezza dell’alba
ti faro brillar come il sole
292
cosi nelle mie mani vivrai
VOGLIO CANTARE AL SIGNORE
Rit. Voglio cantare al Signor
e dare gloria a lui,
Voglio cantare
per sempre al Signor. (x2)
1. Cavallo e cavaliere
ha gettato nel mare,
egli è il mio Dio
e lo voglio esaltare.
Chi è come te,
lassù nei cieli, o Signor?
Chi è come te,
lassù, maestoso in santità?
2. La destra del Signore
ha annientato il nemico,
le sue schiere ha riversato
in fondo al mare.
Sull’asciutto
tutto il suo popolo passò,
con timpani e con danze
il Signore si esaltò.
3. Con la tua potenza
Israele hai salvato,
per la tua promessa
una terra gli hai dato.
Per i suoi prodigi
al Signore canterò,
con un canto nuovo
il suo nome esalterò.
Vedi anche
01 Cieli e terra nuova
27 Purificami, o Signore
64 Giovane donna
100 Quando busserò
canti avvento
canti quaresima
canti Madonna
canti per i defunti
103 Cristo Gesù salvatore
canti d’inizio
114 Noi canteremo gloria
canti d’inizio
121 Ti esalto, Dio, mio re
canti d’inizio
293
129 Canto per Cristo
canti per l’alleluia
130 Il Signore è la luce
canti per l’alleluia
143 Se m’accogli
canti per l’offertorio
154 Il Signore è il mio pastore canti per la comunione
155 Mio Signore
canti per la comunione
156 Noi crediamo in te
canti per la comunione
158 Quanta sete nel mio cuorecanti per la comunione
161 Resta con noi
canti per la comunione
164 Signore sei tu il mio pastorecanti per la comunione
165 Tu sei la mia vita
canti per la comunione
227 Salmo 22 il Signore è il mio pastore
salmi
229 Salmo 24- Confido in te
salmi
Missione, testimonianza, vocazione, ministeri
ANDATE PER LE STRADE
Rit. Andate per le strade in tutto il mondo,
chiamate i miei amici per far festa,
c’è un posto per ciascuno alla mia mensa.
1. Nel vostro cammino annunciate il Vangelo,
dicendo: “È vicino il regno dei cieli”.
Guarite i malati, mondate i lebbrosi,
rendete la vita a chi l’ha perduta.
2. Vi è stato donato con amore gratuito:
ugualmente donate con gioia e per amore.
Con voi non prendete né oro né argento
perché l’operaio ha diritto al suo cibo.
3.Entrando in una casa, donatele la pace.
Se c’è chi vi rifiuta e non accoglie il dono,
la pace torni a voi e uscite dalla casa
scuotendo la polvere dai vostri calzari.
4. Ecco, io vi mando agnelli in mezzo ai lupi:
siate dunque avveduti come sono i serpenti,
ma liberi e chiari come le colombe:
dovrete sopportare prigioni e tribunali.
294
ALZATI E RISPLENDI
1. Àlzati e risplendi, ecco la tua luce
è su te la gloria del Signor.
(x2)
Volgi i tuoi occhi
e guarda lontano
che il tuo cuore palpiti di allegria.
Ecco i tuoi figli che vengono a te,
le tue figlie danzano di gioia.
Rit. Gerusalem, Gerusalem
Spogliati della tua tristezza.
Gerusalem, Gerusalem
Canta e danza al tuo signor.
2. Marceranno i popoli alla tua luce
ed i re vedranno il tuo splendor. (x2)
Stuoli di cammelli ti invaderanno,
tesori dal mare affluiranno a te.
Verranno da Efa,
da Saba e Kedar,
per lodare il nome del Signor.
3. Figli di stranieri costruiranno le tue mura
ed i loro re verranno a te.
(x2)
Io farò di te una fonte di gioia,
tu sarai chiamata
“Città del Signore”
il dolore e il lutto finiranno,
sarai la mia gloria tra le genti.
ESCI DALLA TUA TERRA
Rit. Esci dalla tua terra e va,
dove ti mostrerò;
esci dalla tua terra e va,
dove ti mostrerò.
1. Abramo, non andare, non partire,
non lasciare la tua casa,
cosa speri di trovar?
La strada è sempre quella,
ma la gente è differente,
ti è nemica, dove speri di arrivar?
Quello che lasci tu lo conosci
il tuo Signore cosa ti dà?
-un popolo, la terra e la promessaparola di Jahvè.
295
2. La rete sulla spiaggia abbandonata
l’han lasciata i pescatori,
son partiti con Gesù.
La folla che osannava se n’è andata,
ma il silenzio una domanda
sembra ai dodici portar:
Quello che lasci tu lo conosci,
il tuo Signore cosa ti dà?
-il centuplo quaggiù e l’eternitàparola di Gesù.
3. Partire non è tutto,certamente
c’è chi parte e non dà niente,
cerca solo libertà.
Partire colla fede nel Signore,
con l’amore aperto a tutti
può cambiar l’umanità.
Quello che lasci tu lo conosci,
quello che porti vale di più.
-Andate e predicate il mio Vangeloparola di Gesù.
Esci dalla tua terra e va,
dove ti mostrerò.
Esci dalla tua terra e va,
sempre con te sarò.
LUNGO IL MAR DI GALILEA
1. Lungo il mar di Galilea
quattro uomini a pescare:
Gesù passa, a sé li chiama.
Tu Simone, tu Andrea
e tu Giacomo e Giovanni,
pescatori vi farò
non di pesci ma di uomini.
Rit.E lasciarono le reti,
lo seguirono ogni giorno,
gli credettero e lo amarono
fino in fondo, fino in fondo.
2. Sulla strada di Damasco
un cavallo un cavaliere,
una voce, d’improvviso:
Saulo ascolta il tuo Signore,
tu che adesso mi perseguiti.
lo ti scelgo come apostolo
296
del Vangelo fra le genti.
3. Ogni giorno nel mio cuore
la tua voce riconosco;
tu mi chiami col mio nome
come un padre chiama il figlio:
tu mi chiedi cose semplici,
di donarmi con amore,
di servire chi ho d’intorno.
SAMUEL
Rit. Samuel, Samuel, Samuel, Samuel!
1. La mia notte non finisce mai
e la luce non si spegne quasi mai:
non ti avevo conosciuto,
ma sentivo la tua voce.
2. Ai miei sogni ho detto: «Siete voi
che turbate la mia vita inutilmente».
«Forse no, non siamo noi
è un Altro che ti chiama».
3. Ho capito, eri tu, Signore
e ti ho detto: «Parla, ecco io ti ascolto».
E cosi ti ho conosciuto,
ho sentito la tua voce.
4. «Tu sei mio da quando ti creai,
la mia luce già cammina insieme a te.
Va nel mondo con amore,
fai sentire la mia voce».
5. «Se dovrai soffrire in nome mio
ti darò la mia parola in quel momento,
il mio spirito ti guida,
io ti porto tra le mani ».
SERVO PER AMORE
1. Una notte di sudore
sulla barca in mezzo al mare
e mentre il cielo s’imbianca già
tu guardi le tue reti vuote.
Ma la voce che ti chiama
un altro mare ti mostrerà
e sulle rive di ogni cuore
le tue reti getterai.
Rit. Offri la vita tua
297
come Maria ai piedi della croce
e sarai servo di ogni uomo,
servo per amore,
sacerdote dell’umanità.
2. Avanzavi nel silenzio
fra le lacrime e speravi
che il seme sparso davanti a te
cadesse sulla buona terra.
Ora il cuore tuo è in festa
perché il grano biondeggia ormai,
è maturato sotto il sole,
puoi riporlo nei granai.
SE VUOI SEGUIRE CRISTO
1. Levi ha lasciato i denari,
Pietro le sue reti.
Quando sorridi al suo sguardo
Tu diventi un altro
Rit. Se vuoi seguire Cristo
Devi smarrire le tue strade.
Non trattenerti nulla
E da’ la tua vita.
2. Se non resisti all’Amore
Trovi la tua vita.
Mentre tu corri a Damasco
Resti folgorato.
3. Là dove corre il Giordano
Lui ti vuol parlare.
Tu sentirai la sua voce:
“Seguimi e vedrai”.
Vedi anche
32 È giunta l’ora
sett. santa
102 Chiesa di Dio
canti d’inizio
113 Lodate, lodate
canti d’inizio
148 Come unico pane
canti per la comunione
154 Il Signore è il mio pastore canti per la comunione
161 Resta con noi
canti per la comunione
164 Signore, sei tu il mio pastorecanti per la comunione
298
165 Tu sei la mia vita
canti per la comunione
168 Annunceremo il tuo regno
canti finali
174 Nobile santa chiesa
canti finali
183 Popoli tutti
culto eucaristico
Gioia, lode
ABBÀ PADRE (ascoltami)
1. Guardami Signor,
leggi nel mio cuor.
Sono tuo figlio, ascoltami !
Rit. Abbà padre, abbà padre,
Abbà, abbà, abbà.
2. Più solo non sarò,
a Te mi appoggerò.
Sono tuo figlio, abbracciami!
3. Per ogni mio dolor,
la pace invocherò.
Sono tuo figlio, guariscimi!
4. Grazie a te Signor,
per questo immenso amor.
Siamo tuoi figli, Alleluia!
ALABARÈ
Rit. Alabaré alabaré
Alabaré a mi señor (x2)
1. Non c’è Dio grande come te
no, non c’e, no, non c’e. (x2)
Non c’é Dio che possa far le cose
come quelle che fai tu (x2)
2. Né con la spada,
né con gli eserciti
ma col suo Santo Spirito
Persino i monti si muoveran (x3)
ma col suo santo Spirito
3. E anche l’Italia si salverà ... (x3)
ma col suo Santo Spirito.
299
CANTIAMO CON GIOIA
Rit. Cantiamo con gioia
al nostro Dio
Gridiamo con forza
al nostro re!
Le mani battiamo,
insieme danziamo
Cantiamo per la felicita
1. Rialza chiunque è caduto
rafforza chi è debole tra noi
chi è triste ritrova in Lui la gioia
su canta insieme a noi
e grida più che puoi
che Gesù Cristo è il Signor!
2. Eterna è la Sua misericordia,
fedele per sempre è il Suo amor
con forza ha sconfitto il nemico
su canta insieme a noi
e grida più che puoi
che Gesù Cristo è il Signor!
...le mani battiamo,
insieme danziamo
cantiamo per la felicità...
cantiamo per la felicità
DIAMO LODE
Rit. Diamo lode al Signor, diamo lode
diamo lode al Signor (x2)
1. Ed al mattino gli uccelli cantan
a lode e gloria di Dio Salvator (x2)
Diamo grazie...
2. E per le strade i ragazzi cantan
a lode e gloria di Dio Salvator (x2)
Diamo gloria...
3. E tu fratello canta con noi
a lode e gloria di Dio Salvator (x2)
Diamo amore...
4. E tu sorella canta con noi
a lode e gloria di Dio Salvator (x2)
Diamo festa...
5.E tutti insieme cantiam con gioia
300
a lode e gloria di Dio Salvator (x2)
Alleluia al Signore, alleluia...
LODE ALLA TRINITÀ
1. Padre eterno e santo
splendi nella tua gloria
Tutto è in tuo potere,
contemplo la tua bontà.
Rit. Tu sei il mio Dio, il mio Signore,
Beato l’uomo che crede in te.
Tu sei rifugio, sei fedeltà,
Nella tua lode io dimorerò.
2. Gesù sei il Signore,
vero liberatore.
Guida la tua Chiesa,
dal male difendila.
3. Spirito d’amore,
vincolo d’unità.
Tu il consolatore
che ispiri la verità.
OSANNA
1. Osanna, osanna, osanna all’Altissimo! (x2)
Rit. Innalziamo il tuo nom
Con le lodi nel cuor,
Ti esaltiamo Signore Dio,
Osanna all’Altissimo!
2. Gloria, gloria, gloria al Re dei re! (x2)
Innalziamo il tuo nom...
...gloria al re dei re!
3. Gesù, Gesù, Gesù è il Re dei re! (x2)
Innalziamo il tuo nom...
...Gesu e il re dei re!
PROSTRATI ADORIAMO
1. Prostrati adoriamo
davanti a te Signore,
cantando le tue lodi
gridiamo: alleluia!
Rit. Alleluia, alleluia, alleluia, amen!
2. Insieme coi fratelli
301
ti diamo onore e gloria
a te che sei sul trono
cantiamo: alleluia!
3. Riempi i nostri cuori
di lodi e canti nuovi,
perché tu sei l’agnello
del Dio eterno e santo.
SVEGLIATI, SION!
Rit. Svegliati, svegliati o Sion
Metti le vesti più belle
Scuoti la polvere ed alzati
Santa Gerusalemme.
1. Ecco ti tolgo di mano
il calice della vertigine
la coppa della mia ira
tu non berrai più.
2. Sciogli dal collo i legami
e leva al cielo i tuoi occhi
schiava figlia di Sion
io ti libererò.
3. Come son belli sui monti
i piedi del messaggero
colui che annunzia la pace
è messaggero di bene.
Vedi anche
38 Il canto del mare
canti Pasqua
39 Mia forza e mio canto
canti Pasqua
48 Canto di risurrezione
canti Pasqua
111 Laudato sii o mi Signore
171 Glory, glory alleluia
198 Santo Santo
canti finali
fede fiducia speranza supplica
228 Salmo 23 - Al Signore la terra
302
canti d’inizio
salmi
Canti vari
ACCOGLI NELLA TUA BONTÀ
1. Accogli nella tua bontà
I doni che oggi noi t’offriam
E fa’ che al mondo noi possiam
Essere segno d’unita
2. Noi ti lodiam per la tua fedeltà,
la tua bontà è alta più del ciel
Noi ti doniam la nostra povertà
che trasformerai in gioia e carità
3. In te Signore rifugio noi troviam
tu sei per noi via, vita e verità.
Ravviva in noi la fiamma del tuo amor
con la gioia che tu solo sai donar.
AI PIEDI DI GESU’
1. Signore sono qui ai tuoi piedi,
Signore voglio amare Te.
Signore sono qui ai tuoi piedi,
Signore voglio amare Te.
Rit. Accoglimi perdonami
la tua grazia invoco su di me.
Liberami, guariscimi
e in Te risorto
per sempre io vivrò
2. Signore sono qui ai tuoi piedi,
Signore chiedo forza à Te.
Signore sono qui ai tuoi piedi,
Signore chiedo forza a Te.
3. Signore sono qui ai tuoi piedi,
Signore dono il cuore a Te.
Signore sono qui ai tuoi piedi,
Signore dono il cuore a Te.
E SIA LA PACE
1. È un uomo che parla di pace e amore,
è un uomo che dona liberazione,
Signore dei signori io lo chiamerò
è venuto per sconfiggere la morte.
Rit. E sia la pace, e sia la gioia,
303
Io canto perché ho visto
il re dei re, Gesù.
E sia la pace, e sia la gioia,
E se danzo la gioia entra in me.
2. È un uomo che parla di gioia piena,
è un uomo che dona la vita nuova,
Signore dei signori io lo chiamerò
è venuto per sconfiggere la morte.
3. È un uomo che parla di perdono,
è un uomo che dona la luce vera,
Signore dei signori io lo chiamerò
è venuto per sconfiggere la morte.
IL DISEGNO
1. Nel mare del silenzio
una voce si alzò
da una notte senza confini
una luce brillò
dove non cera niente quel giorno.
Rit. Avevi scritto già
il mio nome lassù nel cielo
Avevi scritto già
la mia vita insieme a Te
Avevi scritto già di me
2. E quando la tua mente
fece splendere le stelle
e quando le tue mani
modellarono la terra
dove non cera niente quel giorno
3. E quando hai calcolato
le profondità del cielo
e quando hai colorato
ogni fiore della terra
dove non c’era niente quel giorno.
4. E quando hai disegnato
le nubi e le montagne
e quando hai disegnato
il cammino di ogni uomo
l’avevi fatto anche per me.
5. Se ieri non sapevo
oggi ho incontrato Te
e la mia libertà
è il tuo segno su di me
304
non cercherò più niente perché
Tu mi salverai.
LE MIE MANI SON PIENE
Rit. Le mie mani son piene
di benedizioni (x2)
Il fratello che tocco
guarito sarà.(x2)
Le mie mani son piene
di benedizioni
1. Cristo mi ha preso per mano
e non mi vuole lasciar. (x2)
Io ero tanto triste
ma ora son felice perché
Cristo mi ha preso per mano
e non mi vuole lasciar
2. Io mi sono innamorato
mi sono innamorato
mi sono innamorato di Dio. (x2)
Io ero tanto triste
ma ora son felice perché
Cristo mi ha preso per mano
e non mi vuole lasciar
NOI T’INVOCHIAMO
1. Noi t’invochiamo, Vieni Signore
Spirito Santo visita i cuori
la Tua parola suscita in noi,
la nostra vita doniamo a Te.
2. Noi t’invochiamo, vieni Signore
Spirito Santo visita i cuori
dona fortezza e verità,
dona sapienza e santità.
3. Noi t’invochiamo, vieni Signore
Spirito Santo visita i cuori
ai tuoi fedeli che credono in te
manda i tuoi doni, consacrali a te.
Noi t’invochiamo,
noi t’invochiamo
noi t’invochiamo vieni Signor!
305
SALDO È IL MIO CUORE DIO
Rit. Saldo è il mio cuore Dio,
voglio cantare al Signor.
Svegliati mio cuore,
svegliatevi arpa e cetra,
voglio svegliare l’aurora.
Svegliati mio cuore,
svegliatevi arpa e cetra,
voglio svegliare l’aurora.
1. Ti loderò tra i popoli Signore
a te canterò inni tra le genti;
poiché la tua bontà è grande fino ai cieli
e la tua fedeltà fino alle nubi.
2. Innalzati sopra i cieli, o Signore,
su tutta la terra splenda la tua gloria.
Perché siano liberati i tuoi amici,
salvaci con la tua potente destra.
3. Dio ha parlato nel suo santuario,
contro il nemico ci darà soccorso.
Con Dio noi faremo cose grandi
ed egli annienterà chi ci opprime.
TE, AL CENTRO DEL MIO CUORE
1. Ho bisogno d’incontrarti nel mio cuore,
di trovare Te, di stare insieme a Te:
unico riferimento del mio andare,
unica ragione Tu,
unico sostegno Tu;
al centro del mio cuore ci sei solo Tu
Anche il cielo gira intorno e non ha pace,
ma c’è un punto fermo, è quella stella là.
La stella polare è fissa ed è la sola,
la stella polare Tu,
la stella sicura Tu;
al centro del mio cuore ci sei solo Tu
Rit. Tutto ruota attorno a Te,
in funzione di Te
e poi non importa il come,
il dove e il se.
2. Che Tu splenda sempre al centro del mio cuore:
il significato allora sarai Tu;
quello che farò sarà soltanto amore.
306
Unico sostegno Tu,
la stella polare Tu;
al centro del mio cuore ci sei solo Tu
UNA VOCE DALLA NUVOLA
Rit. Una voce dalla nuvola
Il tuo nome pronunciò:
«Questo è il Figlio mio diletto».
La tua gloria rivelò.
1. Giovanni battezzava nel Giordano;
quando arrivasti lui ti riconobbe
e tremante su te stese la mano.
2. E mentre tu pregavi sopra il monte,
una luce splendente ti ravvolse:
Mosè ed Ella ti stavano di fronte.
3. E quando le tue opere finisti
nel cielo azzurro della Palestina
benedicendo gli uomini salisti.
UN SOL CORPO, UN SOL SPIRITO
Rit. Un sol corpo, un sol spirito
Un solo Signore
Una sola fede ci accomunerà
Un sol corpo, un sol spirito
Un solo Signore
Questa e la speranza
Che uniti ci rendera
1. Rendici umili o Dio,
mansueti e pazienti.
Facci amare di più
chi vive accanto a noi.
Conservaci nell’unità
con vincoli di pace,
avremo un solo Padre
che vive in mezzo a noi.
2. Rinnovaci con il tuo Spirito
nel corpo e nella mente.
Guidaci alla santità
rafforza in noi la fede
Rivestici dell’uomo nuovo
per essere più puri
e forti nella verità
307
la vita cambierem.
3. Fa scomparire da noi
asprezza sdegno ed ira.
Le nostre bocche Signor
Proclamino il tuo amor.
Dacci il coraggio di aver
sempre in te fiducia
e creature nuove
insieme diverrem
VIENI QUI GESU’
1. Vieni qui, Gesù!
Vieni in mezzo a noi
e spezza ancora il pane
come facesti un dì!
2. Vieni, tu che soffri,
vieni accanto a noi:
il pane è sulla mensa,
manchi solo tu.
3. Vieni qui, Gesù,
vieni in mezzo a noi:
che l’attesa è già finita:
vieni, Salvator.
4. Vieni, tu che soffri,
vieni in mezzo a noi:
unisci chi è diviso:
vieni, Salvator.
5. Vieni tu che preghi
per chi è senza amor:
Tu mandaci lo spirito,
vieni, Salvator.
6. Vieni, Tu che muori
per resuscitar:
rinasci ancora oggi:
Vieni, Salvator.
Salmi
Salmo 22 . Il Signore è il mio pastore
1a Ant. Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla.
2a Ant. Sei il mio pastore, nulla mi mancherà.
308
1. Il Signore è il mio pastore:
non manco di nulla.
In pascoli di erbe fresche
mi fa riposare,
ad acque di sollievo mi conduce,
ristora l’anima mia.
2. Mi guida per sentieri di giustizia
per amore del suo nome;
se anche vado per valle tenebrosa,
non temo alcun male;
sei con me: il tuo bastone, il tuo vincastro,
son questi il mio conforto.
3. Per me tu prepari una mensa
di fronte ai miei nemici;
mi ungi di olio la testa,
il mio calice trabocca.
4. Amore e bontà mi seguiranno
ogni giorno di vita;
starò nella casa del Signore
per la distesa dei giorni.
5. Sia gloria al Padre, al Figlio,
allo Spirito Santo:
a chi era è e sarà
nei secoli il Signore.
Salmo 23 - Al Signore la terra
I
Ant. Chi salirà la montagna del Signore?
Chi ha mani innocenti e cuore puro.
1. Al Signore la terra e la sua pienezza,
il mondo e i suoi abitatori:
egli lo ha fondato sui mari,
sui fiumi lo ha stabilito.
2. Chi può salire la montagna del Signore?
chi può stare nel suo luogo di santità?
Chi ha mani innocenti e cuore puro,
e non porta la sua anima a cose vane.
3. Riporterà benedizione dal Signore,
giustizia da Dio sua salvezza.
Questa è la generazione che lo cerca:
chi cerca il tuo volto è Giacobbe.
309
4. Sia gloria al Padre onnipotente,
al Figlio, Gesù Cristo, Signore,
allo Spirito Santo Amore,
nei secoli dei secoli. Amen.
II
Ant. Apritevi, porte perenni: entri il re della gloria!
1. Alzate, o porte, la testa,
alzatevi, o porte perenni:
entri il re della gloria!
2. Chi è questo re della gloria?
Il Signore forte e potente
il Signore forte in battaglia.
3. Alzate o porte, la testa,
alzatevi, o porte perenni:
entri il re della gloria!
4. Chi è mai questo re della gloria?
Il Signore, Dio degli eserciti:
egli è il re della gloria.
5. Sia gloria al Padre onnipotente,
al Figlio Gesù Cristo, Signore.
allo Spirito Santo. Amen.
Salmo 24- Confido in te
Ant. A te, Signore, innalzo l’anima mia.
1. Confido in te che io non debba arrossire
e su di me non esulti il nemico
chi spera in te non dovrà arrossire:
arrossirà chi si ribella invano.
2. Additami, Signore le tue vie,
insegnami i tuoi sentieri
avviami nella tua verità:
mio Dio sei tu la mia salvezza. [...]
3. Buono e retto è il Signore:
gli erranti guida sulla via
i poveri avvia alla giustizia,
ai poveri insegna la sua via.
4. Tutti i suoi sentieri sono amore e verità
per chi osserva il suo patto e i suoi precetti.
Signore, per amore del tuo nome,
perdona la mia colpa che è grande. [...]
5. I miei occhi sempre al Signore:
310
egli toglie dal laccio il mio piede.
Volgiti a me, pietà di me:
io sono povero e solo.
6. Sciogli la stretta del mio cuore
toglimi dalla mia angoscia;
abbrevia la mia miseria, la mia pena,
cancella ogni mio peccato. [...]
7. Sollevami, proteggi l’anima mia:
non arrossisco a rifugiarmi in te.
Rettitudine e innocenza mi difendono:
io spero in te, Signore. [...]
8. Sia gloria al Padre onnipotente,
al Figlio, Gesù Cristo, Signore,
allo Spirito Santo Amore
nei secoli dei secoli. Amen.
311
Sommario
Canti per il tempo di Avvento ............................................................................ 190
01.
CIELI E TERRA NUOVA ....................................................................... 190
02.
PREGHIERA DEI POVERI DI JAHVÉ .................................................. 190
03.
CANTO PROFETICO .............................................................................. 190
04.
SI ACCENDE UNA LUCE ...................................................................... 191
05.
OSANNA AL FIGLIO DI DAVID........................................................... 192
06.
ANDIAMO INCONTRO A GESU’ ......................................................... 192
Canti per il tempo di Natale ................................................................................ 193
07.
VENITE, FEDELI .................................................................................... 193
08.
OGGI È NATO PER NOI IL SALVATORE (Ispirato al Salmo 95) ........ 194
09.
SIGNORE GESÙ,VENUTO TRA NOI ................................................... 195
10.
ALLELUIA! VIENE IL SALVATORE! .................................................. 195
11.
NOTTE DI LUCE ..................................................................................... 195
12.
A BETLEMME DI GIUDEA ................................................................... 195
13.
DIO S’È FATTO COME NOI .................................................................. 196
14.
NASCE L'AMORE ................................................................................... 196
15.
IN NOTTE PLACIDA .............................................................................. 197
16.
NATO PER NOI ....................................................................................... 197
17.
ASTRO DEL CIEL ................................................................................... 198
18.
O NOTTE LIMPIDA ................................................................................ 198
19.
TU SCENDI DALLE STELLE ................................................................ 199
20.
FERMARONO I CIELI ............................................................................ 199
Canti per il tempo di Quaresima ......................................................................... 200
21.
IL TUO AMORE, SIGNORE ................................................................... 200
22.
PADRE, PERDONA ................................................................................. 200
23.
SE IL CHICCO DI FRUMENTO ............................................................. 200
24.
IL FIGLIOL PRODIGO............................................................................ 201
25.
VI DARO’ UN CUORE NUOVO ............................................................ 201
26.
STRADE VUOTE .................................................................................... 201
27.
PURIFICAMI, O SIGNORE (sl 50) ......................................................... 202
28.
IL SIGNORE CI HA SALVATi ............................................................... 202
29.
TI SALUTO, O CROCE SANTA ............................................................. 203
Canti per la Settimana Santa ............................................................................... 204
30.
OSANNA AL FIGLIO DI DAVID........................................................... 204
31.
IL SIGNORE CI HA AMATO ................................................................. 204
32.
E’ GIUNTA L’ORA ................................................................................. 205
33.
L’ULTIMA SERA .................................................................................... 205
34.
CRISTO È IL SIGNORE .......................................................................... 206
35.
O CRISTO, TU REGNERAI .................................................................... 206
36.
POPOLO MIO, CHE MALE TI HO FATTO? ......................................... 207
37.
GESÙ MIO ............................................................................................... 207
Canti per la Veglia Pasquale e il tempo di Pasqua ............................................. 208
312
38.
IL CANTO DEL MARE (Esodo 15) ........................................................ 208
39.
MIA FORZA E MIO CANTO .................................................................. 209
40.
ALLELUIA! CELEBRATE DIO ............................................................. 209
41.
ALLELUIA A COLUI CHE RISUSCITÒ .............................................. 210
42.
NELL’ACQUA CHE DISTRUGGE ........................................................ 210
43.
TU SEI BENEDETTO SIGNORE............................................................ 210
44.
CRISTO RISUSCITI ................................................................................ 211
45.
RISUSCITÒ. (1Cor 15) ............................................................................ 211
46.
É LA PASQUA DEL SIGNORE .............................................................. 211
47.
CHI HA FAME ......................................................................................... 212
48.
CANTO DI RISURREZIONE .................................................................. 212
49.
CRISTO È RISORTO ............................................................................... 213
50.
LUNGO QUELLA STRADA ................................................................... 213
51.
LE TUE MANI ......................................................................................... 214
Canti per la Pentecoste ....................................................................................... 214
52.
VIENI, SPIRITO DI CRISTO .................................................................. 214
53.
VIENI SPIRITO D’AMORE .................................................................... 215
54.
VIENI SPIRITO SANTO ......................................................................... 215
55.
SPIRITO DEL DIO VIVENTE ................................................................ 215
56.
CERCO LA TUA VOCE .......................................................................... 216
57.
QUANDO LO SPIRITO VIVE IN ME .................................................... 216
Canti per le feste della Madonna ........................................................................ 217
58.
CANTICO DELLA VERGINE ................................................................ 217
59.
MAGNIFICAT ANIMA MEA ................................................................. 217
60.
MAGNIFICAT (Dio ha fatto in me cose grandi) ...................................... 217
61.
LIETA ARMONIA ................................................................................... 218
62.
SALVE, REGINA (in latino) .................................................................... 218
63.
SALVE REGINA (in italiano) .................................................................. 218
64.
GIOVANE DONNA ................................................................................. 219
65.
NOI CANTIAMO AL SIGNORE ............................................................ 219
66.
ANNUNCIAZIONE ................................................................................. 219
67.
SE VUOI È UNA PROPOSTA................................................................. 220
68.
MARIA (Quando l’amor) ......................................................................... 221
69.
MARIA TU CHE HAI ATTESO .............................................................. 221
70.
PREGA PER NOI ..................................................................................... 221
71.
MADRE SANTA ...................................................................................... 222
72.
O SANTISSIMA ....................................................................................... 223
73.
SANTA MARIA DEL CAMMINO.......................................................... 223
74.
COME MARIA ......................................................................................... 224
75.
HO RESPIRATO IL TUO “SI” ................................................................ 225
76.
A MARIA IMMACOLATA ..................................................................... 225
77.
ANDRÒ A VEDERLA UN DÌ ................................................................. 226
78.
È L’ORA CHE PIA .................................................................................. 226
79.
DELL’AURORA TU SORGI PIÙ BELLA .............................................. 227
313
80.
81.
82.
83.
84.
85.
86.
87.
88.
89.
90.
91.
92.
93.
94.
IL TREDICI MAGGIO ............................................................................. 227
IMMACOLATA, VERGINE BELLA ...................................................... 227
MADRE IO VORREI ............................................................................... 228
MILLE VOLTE ........................................................................................ 228
MIRA IL TUO POPOLO .......................................................................... 229
NOME DOLCISSIMO ............................................................................. 229
O DEL CIELO GRAN REGINA .............................................................. 229
QUANDO NELL’OMBRA ...................................................................... 230
STELLA DEL MARE .............................................................................. 230
TI SALUTIAMO, O VERGINE ............................................................... 231
VERGIN SANTA ..................................................................................... 231
STAVI O MADRE DOLOROSA ............................................................. 231
MADONNA DELLE LACRIME ............................................................. 233
PER LE TUE SANTE LACRIME ............................................................ 233
MISTERI DEL SANTO ROSARIO ......................................................... 234
MISTERI DELLA GIOIA (lunedì e sabato)........................................... 234
MISTERI DELLA LUCE (giovedì)......................................................... 234
MISTERI DEL DOLORE (martedì e venerdì) ....................................... 235
MISTERI DELLA GLORIA (mercoledì e domenica) .......................... 235
Canti per le feste dei Santi .................................................................................. 235
95.
INNO A S. MICHELE .............................................................................. 235
96.
IL NOME TUO GIUSEPPE ..................................................................... 236
97.
EVVIVA RITA!........................................................................................ 236
98.
INNO A SANTA RITA ............................................................................ 236
Canti per i defunti ............................................................................................... 237
99.
IO CREDO: RISORGERÒ ....................................................................... 237
100.
QUANDO BUSSERÒ .............................................................................. 238
Canti per la celebrazione dell’Eucaristia ............................................................ 239
Canti d’inizio ................................................................................................. 239
101.
BEATI QUELLI CHE ASCOLTANO ..................................................... 239
102.
CHIESA DI DIO ....................................................................................... 239
103.
CRISTO GESÙ, SALVATORE ............................................................... 240
104.
DAI LA MANO A TUO FRATELLO ...................................................... 241
105.
È BELLO LODARTI ................................................................................ 241
106.
FACCI NUOVI CON TE .......................................................................... 242
107.
FESTA CON TE ....................................................................................... 242
108.
GRANDI COSE ........................................................................................ 243
109.
IL CIELO NARRA LA TUA GLORIA .................................................... 243
110.
IO SO CHE IL SIGNORE È QUI. ............................................................ 244
111.
LAUDATO SII O MI SIGNORE ............................................................. 244
112.
LODATE DIO .......................................................................................... 245
113.
SALMO 95 - LODATE IL SIGNORE ..................................................... 245
114.
NOI CANTEREMO .................................................................................. 246
115.
OGGI CI HAI CHIAMATI....................................................................... 246
314
116.
117.
118.
119.
120.
121.
122.
123.
124.
125.
126.
127.
128.
129.
130.
131.
132.
133.
134.
135.
136.
137.
138.
139.
140.
141.
142.
143.
144.
145.
146.
147.
148.
149.
150.
151.
152.
153.
154.
OGGI È FESTA ........................................................................................ 247
OGGI È FESTA PER NOI ........................................................................ 248
QUELLA È LA CASA ............................................................................. 248
SIGNORE, SEI VENUTO ........................................................................ 248
TE LODIAMO, TRINITÀ ........................................................................ 249
TI ESALTO, DIO, MIO RE...................................................................... 249
VIENI, FRATELLO ................................................................................. 250
Canti per il “Gloria” ....................................................................................... 251
GLORIA A DIO ....................................................................................... 251
GLORIA (di Giombini) ............................................................................ 252
Canti per l’alleluia ......................................................................................... 253
ALLELU’.................................................................................................. 253
ALLELUIA, IL TUO VANGELO ............................................................ 253
ALLELUIA, LA TUA PAROLA ............................................................. 253
ALLELUJA, VIVI IN ETERNO .............................................................. 253
CANTO PER CRISTO ............................................................................. 254
IL SIGNORE È LA LUCE ....................................................................... 254
Canti per l’offertorio ...................................................................................... 255
AMATEVI, FRATELLI ........................................................................... 255
A TE SIGNOR LEVIAMO I CUORI ....................................................... 255
BENEDETTO SEI SIGNOR .................................................................... 255
BENEDETTO SEI TU .............................................................................. 256
BENEDETTO SEI TU SIGNORE............................................................ 256
COM’È BELLO ........................................................................................ 257
DOV’È CARITÀ E AMORE ................................................................... 257
I FRUTTI CHE CI DAI ............................................................................ 258
LA NOSTRA OFFERTA.......................................................................... 258
LE MANI ALZATE ................................................................................. 258
MISTERO DELLA CENA ....................................................................... 259
O SIGNORE, RACCOGLI I TUOI FIGLI ............................................... 259
SE M’ACCOGLI ...................................................................................... 260
SIGNORE, CERCHI I FIGLI TUOI ......................................................... 260
SIGNORE, DI SPIGHE INDORI ............................................................. 260
Canti per il gesto di pace................................................................................ 261
SHALOM.................................................................................................. 261
Canti per la Comunione ................................................................................. 262
CI ACCOGLI ALLA TUA MENSA ........................................................ 262
COME UNICO PANE .............................................................................. 262
HAI DATO UN CIBO .............................................................................. 263
IL CORPO DI CRISTO: AMEN .............................................................. 263
IL PANE ................................................................................................... 263
IL PANE DEL CAMMINO ...................................................................... 264
IL PANE DI VITA.................................................................................... 265
IL SIGNORE È IL MIO PASTORE (sl 22) .............................................. 265
315
155.
156.
157.
158.
159.
160.
161.
162.
163.
164.
165.
166.
MIO SIGNORE ........................................................................................ 266
NOI CREDIAMO IN TE .......................................................................... 266
PANE DEL CIELO ................................................................................... 267
QUANTA SETE NEL MIO CUORE. ...................................................... 267
QUESTO PANE SPEZZATO .................................................................. 268
RESTA CON NOI, SIGNORE. ALLELUIA............................................ 268
RESTA CON NOI, SIGNORE, LA SERA ............................................... 268
SEI TU, SIGNORE, IL PANE .................................................................. 269
SIGNORE DA CHI ANDREMO? ............................................................ 269
SIGNORE, SEI TU IL MIO PASTORE ................................................... 270
TU SEI LA MIA VITA ............................................................................. 271
UNA SPIGA DORATA DAL SOL .......................................................... 271
Canti finali e di ringraziamento ..................................................................... 273
167.
ACQUA SIAMO NOI .............................................................................. 273
168.
ANNUNCEREMO IL TUO REGNO ....................................................... 273
169.
A TE VORREI DIRE ................................................................................ 274
170.
CAMMINIAMO SULLA STRADA ........................................................ 274
171.
GLORY GLORY ALLELUIA ................................................................. 275
172.
IO HO UN AMICO CHE MI AMA ......................................................... 275
173.
LUI CI HA DATO I CIELI ....................................................................... 276
174.
NOBILE SANTA CHIESA ...................................................................... 276
175.
PAROLE DI VITA ................................................................................... 277
176.
PASSA QUESTO MONDO ..................................................................... 277
177.
RESTA CON NOI, GESÙ ........................................................................ 277
178.
SE NON RITORNERETE COME BAMBINI ......................................... 278
179.
TI RINGRAZIO, O MIO SIGNORE ........................................................ 278
Canti per il culto eucaristico ................................................................................. 279
180.
CREDO IN TE, SIGNOR ......................................................................... 279
181.
GENTI TUTTE PROCLAMATE ............................................................. 280
182.
NOI VOGLIAM DIO................................................................................ 280
183.
POPOLI TUTTI, LODATE IL SIGNORE ............................................... 281
184.
SILENZIOSO DIO ................................................................................... 281
185.
T’ADORIAM OSTIA DIVINA ................................................................ 282
Canti per la celebrazione dei sacramenti ............................................................ 283
Per la Cresima ................................................................................................ 283
Per la Penitenza.............................................................................................. 283
186.
PRENDIMI PER MANO .......................................................................... 284
Per il matrimonio ........................................................................................... 285
187.
FRATELLO SOLE SORELLA LUNA .................................................... 285
188.
VIENI DAL LIBANO .............................................................................. 285
Canti per la preghiera cristiana ........................................................................... 286
Fede, fiducia, speranza, supplica ................................................................... 286
189.
ACQUA SOLE E VERITA’ ..................................................................... 286
190.
DIO È AMORE......................................................................................... 287
316
191.
192.
193.
194.
195.
196.
197.
198.
199.
200.
È UN TETTO LA MANO DI DIO .......................................................... 288
FISSA GLI OCCHI ................................................................................... 288
HO TROVATO UN TESORO.................................................................. 289
IL SIGNORE HA MESSO UN SEME ..................................................... 289
NOI NON SAPPIAMO CHI ERA ............................................................ 290
ORA SEI QUI ........................................................................................... 291
PADRE T’ADORIAMO ........................................................................... 291
SANTO SANTO ....................................................................................... 291
SU ALI D’AQUILA ................................................................................. 292
VOGLIO CANTARE AL SIGNORE ....................................................... 293
Missione, testimonianza, vocazione, ministeri .............................................. 294
201.
ANDATE PER LE STRADE ................................................................... 294
202.
ALZATI E RISPLENDI ........................................................................... 295
203.
ESCI DALLA TUA TERRA .................................................................... 295
204.
LUNGO IL MAR DI GALILEA .............................................................. 296
205.
SAMUEL .................................................................................................. 297
206.
SERVO PER AMORE .............................................................................. 297
207.
SE VUOI SEGUIRE CRISTO .................................................................. 298
Gioia, lode ..................................................................................................... 299
208.
ABBÀ PADRE (ascoltami) ...................................................................... 299
209.
ALABARÈ................................................................................................ 299
210.
CANTIAMO CON GIOIA ....................................................................... 300
211.
DIAMO LODE ......................................................................................... 300
212.
LODE ALLA TRINITÀ ........................................................................... 301
213.
OSANNA .................................................................................................. 301
214.
PROSTRATI ADORIAMO ...................................................................... 301
215.
SVEGLIATI, SION! ................................................................................. 302
Canti vari ............................................................................................................ 302
216.
ACCOGLI NELLA TUA BONTÀ ........................................................... 303
217.
AI PIEDI DI GESU’ ................................................................................. 303
218.
E SIA LA PACE ....................................................................................... 303
219.
IL DISEGNO ............................................................................................ 304
220.
LE MIE MANI SON PIENE .................................................................... 305
221.
NOI T’INVOCHIAMO............................................................................. 305
222.
SALDO È IL MIO CUORE DIO .............................................................. 306
223.
TE, AL CENTRO DEL MIO CUORE...................................................... 306
224.
UNA VOCE DALLA NUVOLA .............................................................. 307
225.
UN SOL CORPO, UN SOL SPIRITO ...................................................... 307
226.
VIENI QUI GESU’ ................................................................................... 308
317
Fly UP