...

Penso, Immagino, Faccio: UNA CITTA` PER NOI

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

Penso, Immagino, Faccio: UNA CITTA` PER NOI
SCUOLA PARITARIA DELL’INFANZIA
SANTA MARIA DELLE GRAZIE e
SEZIONE PRIMAVERA
ESTE
PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA ANNUALE
Penso, Immagino, Faccio:
UNA CITTA’ PER NOI
ANNO SCOLASTICO 2014/2015
1
IL SENSO DEL PROGETTO “CITTA’ INVISIBI”
Il senso del progetto culturale “Città Invisibili” è offrire ad insegnanti, educatori, bibliotecari,
operatori culturali, occasioni di riflessività. Una pausa quindi dal correre e gridare per riscoprire a
cosa e come stiamo contribuendo con il nostro agire quotidiano.
Partendo da questo fermarsi e osservare, è poi possibile costruire, se lo vogliamo, nuovi percorsi
che aiutino a smuoverci, e con noi la scuola, verso un percorso di riflessività e scelta consapevole
del cambiamento di prospettive, della libertà di immergersi nell’immaginifico, per esplorare nuovi
mondi possibili, affinché tutto questo diventi parte della scuola.
Un invito quindi a mollare le cime e prendere, con le nostre vele, i venti.
Le insegnanti hanno deciso di aderire a questo progetto e di estenderlo a tutte le fasce d’età e di
renderlo parte integrante della programmazione didattica perché credono che la scuola sia una
istituzione organizzata e allo stesso tempo è una “città in miniatura” abitata da persone che la
rendono viva con le loro emozioni, desideri, frustrazioni ed esperienze. La famiglia, essendo la
prima relazione sociale di cui ha esperienza il bambino, diventa punto di partenza e cuore pulsante
per pensare e costruire la nostra città, partendo dalla Sua casa.
OBIETTIVI GENERALI
 Conoscere la nostra città
 Conoscere la nostra città attraverso le figure istituzionali che operano per il bene comune dei
cittadini e del territorio
 Prendere consapevolezza e condividere l’importanza delle regole come strumento facilitatore
per una buona relazione sociale
 Scoprire le associazioni di volontariato che, ricche di valori umani e cristiani, offrono il loro aiuto
e supporto alle persone in difficoltà
 Conoscere i luoghi e le tradizioni che contraddistinguono la nostra città
 Coltivare la riflessione, la sperimentazione e il confronto sostenendo le proprie ragioni e
accettando quelle altrui
 Sostenere e valorizzare la famiglia nella nostra quotidianità
 Raggiungere le competenze stabilite per fascia d’età attraverso attività quotidiane strutturate
METODOLOGIA
Ludico – operativo – esperienziale
L’apprendimento avviene attraverso l’azione, l’esplorazione, la sperimentazione, la scoperta della
città e dei suoi edifici principali, gli oggetti, l’arte e il territorio in una dimensione prevalentemente
ludica da intendere come forma tipica di relazione e di conoscenza.
Le insegnanti svolgono un ruolo di “regia educativa” sollecitando i bambini alla conoscenza
attraverso l’osservazione, le descrizioni, la sperimentazione, il “fare”.
Attraverso il dialogo e la riflessione sul vissuto del bambino, gli forniamo gli strumenti necessari per
acquisire la capacità di riconoscere ed esprimere bisogni e desideri, affinché possa immaginare la
sua città ideale.
I NOSTRI TEMPI
MESE
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
Giugno
TITOLO
ACCOGLIENZA
“DIAMOCI DELLE
REGOLE”
“ CUORE DI
CASA
MIA”
“DENTRO
LA
CITTA’
DI ESTE”
“ECCO LA NOSTRA
CITTA’”
ARGOMENTI
Accoglienza
Votiamo le regole di buona educazione,
socialità e convivenza della nostra scuola
Confronto fra le regole della città e le regole
della nostra scuola
Conoscenza del personaggio guida
Dall’autunno all’inverno: come cambia la nostra
città
Conoscenza delle forme geometriche principali
attraverso le forme della nostra città
Feste tradizionali della nostra città
Il Natale
IRC: percorso di accompagnamento al Natale
con le associazioni di volontariato del territorio
Prima e dopo
Il mio corpo e la città
Carnevale
Esperienze topologiche all’interno della città
Dall’ inverno alla primavera
Festa del Papà
Pasqua
Feste tradizionali della nostra città
IRC: percorso di accompagnamento alla
Pasqua
Dalla primavera all’estate
Feste tradizionali della nostra città
Festa della mamma
“La passeggiata del bambino”
Festa di fine anno
Percorso di continuità educativa
Sezione Primavera-Infanzia e
Infanzia –scuola Primaria
3
La nostra programmazione educativa si ispira ai cinque campi di esperienza citati nelle Indicazioni
Nazionali per il Curricolo della scuola dell’Infanzia: “Il se’ e l’altro”, “Il corpo e il movimento”,
“Linguaggi creatività ed espressione, discorsi e le parole”, “La conoscenza del mondo”.
I traguardi di sviluppo ai quali ci riferiamo mirano al raggiungimento delle competenze in uscita alla
scuola dell’Infanzia previste dalle Indicazioni Nazionali stesse.
 LE INSEGNANTI, DOPO AVER OSSERVATO I SINGOLI BAMBINI E IL GRUPPO
SEZIONE ESPONGONO QUINDICINALMENTE IN BACHECA OBIETTIVI ED ATTIVITA’,
PENSATE IN RELAZIONE AGLI INTERESSI, ALLE ESIGENZE
ED AI BISOGNI
EDUCATIVI DEI SINGOLI BAMBINI E DEL GRUPPO.
 LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E’ ARRICCCHITA DAI PROGETTI DI
AMPLIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA FORMULATI DALLE INSEGNANTI E
ANCHE IN COLLABORAZIONE CON GLI ENTI DEL TERRITORIO RIVOLTI A TUTTI I
BAMBINI. IN MANIERA PIU’ DETTAGLIATA PER I BAMBINI DI CINQUE ANNI NEL LORO
PERCORSO ANNUALE SARANNO ATTIVATI SPECIFICI LABORATORI POMERIDIANI:
“PRECALCOLO”, “PREGRAFISMO”, “LINGUA INGLESE”,” ARTE” E “LA MIA CITTA’”.
 AL TERMINE DELL’ANNO SCOLASTICO VERRA’ COMPILATA UNA SCHEDA DI
VALUTAZIONE INDIVIDUALE CHE DEFINISCE LE COMPETENZE AQUISITE IN
RELAZIONE ALLE RICHIESTE DELLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO.
ESSA VIENE VISTA DALLE INSEGNANTI COME AUTOVALUTAZIONE SULL’OPERATO
SVOLTO DURANTE L’ANNO E COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLE
PROGRAMMAZIONI FUTURE STESSE. IN ULTIMA ANALISI VUOLE ESSERE UNO
STRUMENTO PER “FOTOGRAFARE” LO SVILUPPO DI COMPETENZE DEL BAMBINO
SENZA NESSUN GIUDIZIO O PRECONCETTO NEI SUOI RIGUARDI.
ATTIVITA’ TRASVERSALI ANNUALI
TITOLO
ATTIVITA’
TEMPI
DESTINATARI
“EDUCAZIONE
AI VALORI E AI
SENTIMENTI”
Per prendere
confidenza con
ciò che proviamo
e con ciò che
provano gli altri
Intero anno
scolastico
Tutti i bambini
dai 2 ai 5 anni
“ROBA DA
GRANDI”
Creiamo un
ponte per
crescere insieme
Da Marzo a
Giugno
Sez. Primavera
e
Infanzia
“LEGGIAMOCI
DENTRO”
Attività di lettura
e approccio alla
biblioteca
Intero anno
scolastico
I bambini della
sezione
primavera; i
bambini di 5
anni della
scuola
dell’infanzia
Tutti i bambini
dai 2 ai 5 anni
“SIAMO
SPECIALI”
Attività di
integrazione
Da Ottobre a
Giugno in vari
momenti della
routines
quotidiana
Tutti i bambini
dai 2 ai 5 anni
5
OBIETTIVI
PERCORSO
METODOLOGICO
Sensibilizzare e
abituare il bambino a
dare un nome alle
sensazioni ed
emozioni che prova:
tristezza, felicità,
rabbia, calma,
curiosità, gelosia,
paura, dono,
condivisione
Favorire
l’integrazione tra
ordini diversi di
scuola, affrontare le
novità, educare alla
capacità di ascoltare
ed ascoltarsi
Favorire un idoneo
avvicinamento al
libro, educare
all’ascolto di un testo
e alla sua
rielaborazione
verbale,
osservazione
guidata
dell’immagine dei
testi, arricchire e
precisare il proprio
lessico di base,
sperimentare rime e
filastrocche,
comunicare
emozioni attraverso
immagini o storie
Favorire
l’integrazione dei
bambini con
disabilità o BES,
accentuare
l’inclusione dei
bambini con
disabilità o BES,
cogliere le differenze
come segno delle
Verbalizzazione,
letture animate,
rappresentazioni
grafiche, esperienze
di
drammatizzazione,
visione di supporti
audiovisivi
Esperienziale –
laboratoriale
Potenziamento postverifica del non
raggiungimento degli
items
Letture in sezione,
letture animate in
grande gruppo,
letture animate con
persone esterne,
visite guidate,
esposizione
nell’ambiente scuola
di testi consigliati
dalle insegnanti
Giochi di
drammatizzazione,
letture animate,
giochi di ruoli, cartoni
animati, laboratori in
collaborazione con
IREA Morini Pedrina
molteplicità
personali, aiutare a
vivere pienamente la
propria corporeità
percependone il
potenziale e i limiti
Aumentare le
capacità attentive,
favorire lo sviluppo
delle capacità di
autonomia, superare
paure e timori,
acquisire abilità di
motricità fine relative
allo sviluppo del
segno grafico,
stimolare e
discriminare la
percezione di diversi
stimoli mantenendo
l’attenzione, favorire
lo sviluppo della
fantasia
“ALLENA…
MENTE”
Attività di
sviluppo
dell’attenzione e
delle competenze
comunicative
Da Settembre a
Ottobre con
incontri
quotidiani e
pomeridiani
Tutti i bambini di
5 anni.
“UNO, DUE,
TRE…
STELLA”
Attività per
stimolare le
potenzialità
numeriche: dalla
quantità alla
numerosità
Da Novembre a
Maggio
I bambini della
sezione
primavera.
Accrescere la
capacità innata di
rilevare e manipolare
la numerosità
Sperimentare
situazioni di realtà
riguardanti la
numerosità, giochi
motori, utilizzo di
supporto grafico dato
dalle schede
Da Novembre a
Maggio
Tutte i bambini
dai 2 ai 5 anni
Favorire il
superamento delle
proprie difficoltà
attraverso attività
mirate e svolte
insieme al gruppo
sezione.
Acquisire fiducia in
se stesso
Giochi motori, di
gruppo, strutturati,
schede, attività
laboratoriali, letture
animate,
POTENZIAMENT
O
Giochi di movimento,
giochi di squadra e
collaborazione,
giochi di regole,
schede, cartelloni,
attività di manualità
fine
MODALITA’ DI VERIFICA
Sono stati progettati dei momenti ad hoc, durante l’anno scolastico, in cui le insegnanti focalizzano
l’attenzione sull’osservazione dei bambini, in classe, in salone, in giardino, in relazione fra loro e
nella relazione con l’adulto. Rimangono per noi uno strumento quotidiano le osservazioni
sistematiche del bambino che fanno parte integrante del nostro modo di lavorare per progettare
sempre meglio le attività più idonee per i bambini. Vengono quindi completate diverse griglie di
osservazione:
PERIODO SCOLASTICO
TIPOLOGIA DI GRIGLIA
ACCOGLIENZA - SETTEMBRE
Osservazione del periodo iniziale
FINE OTTOBRE
Per i bambini di 2,3,4 anni:
Osservazione dell’autonomia, del
gioco, del linguaggio, corporeità,
relazione, memoria di lavoro
NOVEMBRE -DICEMBRE
FINE GENNAIO
FINE APRILE
MAGGIO- GIUGNO
Per i 5 anni: osservazione
sistematiche di rivelazione precoce
dei disturbi specifici di apprendimento
Per i bambini di 2,3,4 anni:
Osservazione dell’autonomia, del
gioco, del linguaggio, corporeità,
relazione, memoria di lavoro
Per i bambini di 2,3,4 anni:
Osservazione dell’autonomia, del
gioco, del linguaggio, corporeità,
relazione, memoria di lavoro
Per tutti :
Verifica annuale
dei traguardi di
sviluppo per
fasce d’età
7
Per i 5anni
osservazioni
sistematiche di
rilevazione
precoce dei
disturbi specifici
di apprendimento
Fly UP