...

mpr conto dedicato - grandi opere

by user

on
Category: Documents
11

views

Report

Comments

Transcript

mpr conto dedicato - grandi opere
FOGLIO INFORMATIVO
MPR CONTO DEDICATO - GRANDI OPERE
INFORMAZIONI SULLA BANCA
Banca di Credito Cooperativo Monte Pruno di Roscigno e di Laurino soc.coop.
Sede legale in Roscigno (SA) – cap 84020 - Via IV Novembre snc
Sede Amministrativa in Sant’Arsenio (SA) – cap 84037 – Via Paolo Borsellino snc
Tel.: 0975/398611 - Fax: 0975/398630
e-mail: [email protected] – PEC [email protected]
Sito internet: www.bccmontepruno.it
Registro delle Imprese della CCIAA di. Salerno n. 115469 – C.F. 00269570651
Iscritta all’Albo della Banca d’Italia n. 4673.0.0 - cod. ABI 08784.1
Iscritta all’Albo delle società cooperative n. A159517
Aderente al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo e al Fondo di Garanzia degli
Obbligazionisti del Credito Cooperativo.
CHE COS'È IL CONTO CORRENTE GRANDI OPERE
Il conto corrente “Grandi Opere” è un conto corrente dedicato ESCLUSIVAMENTE a specifici interventi pubblici definiti come
strategici ai sensi del D.Lgs. 163/2006 e del DL 90/2014 convertito in L. 114/2014, conto corrente sul quale può essere effettuata
l’operatività secondo le specifiche contenute nei provvedimenti del Comitato di Coordinamento per l’Alta Sorveglianza delle Grandi
Opere (CCSGO) e dalla singola Stazione Appaltante.
Sul conto “Grandi Opere” è possibile accreditare gli incassi e addebitare tutti i pagamenti connessi alla realizzazione dell’intervento
stesso.
Le movimentazioni del conto sono possibili esclusivamente mediante Bonifico SEPA, salvo le ECCEZIONI PREVISTE NEL
SINGOLO BANDO DI GARA.
Infatti la normativa, per assicurare la tracciabilità dei flussi finanziari finalizzata alla prevenzione di infiltrazioni criminali, ha introdotto
alcune limitazioni alla operatività bancaria e finanziaria per le transazioni che coinvolgono il Cliente in veste di appaltatore,
subappaltatore o subcontraente di commesse pubbliche o di concessionario di finanziamenti pubblici, anche europei, interessato ai
lavori, ai servizi ed alla forniture pubbliche.
In tali ipotesi il Cliente dovrà effettuare tutti i movimenti finanziari relativi alle commesse pubbliche di Grandi Opere su conto
dedicato e tramite bonifico bancario o altro strumento di pagamento idoneo a consentire la piena tracciabilità delle
operazioni, fermi restando il divieto di impiego del denaro contante e l’obbligo di documentazione delle spese.
Inoltre tutte le movimentazioni dovranno riportare il codice identificativo di gara attribuito dall’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici
(CIG) e, laddove obbligatorio ai sensi dell’articolo 11 della Legge 16.1.2003 n.3, il Codice Unico di Progetto (CUP).
Gli estremi del/dei conto/i corrente/i dedicato/i, unitamente agli estremi identificativi anagrafici e fiscali dei soggetti delegati ad
operarvi, dovranno essere comunicati tempestivamente dal Cliente alla stazione appaltante o all’amministrazione concedente, alla
quale la Banca, come da richiesta ed autorizzazione del Cliente, invierà i flussi con gli estratti conto con la cedenza richiesta dalla
specifica Convenzione.
Tutto ciò premesso, il Cliente, qualora voglia utilizzare il conto corrente per la contabilizzazione di commesse pubbliche di Grandi
Opere, dovrà darne tempestiva comunicazione all’amministrazione e rispettare la normativa sopra richiamata, esonerando
espressamente la Banca da qualunque responsabilità al riguardo. La Banca non avrà alcun obbligo di verificare, né preventivamente
né contestualmente o successivamente alla conclusioni delle transazioni, che le operazioni siano riconducibili a contratti pubblici di
lavori, forniture e servizi e che contengano tutti i codici identificativi previsti dalla legge, gravando tale onere unicamente sul Cliente.
Il conto corrente è un prodotto sicuro. Tra i principali rischi, vanno tenuti presenti:
variazione in senso sfavorevole delle condizioni economiche (tassi di interesse ed altre commissioni e spese del servizio)
ove contrattualmente previsto;
il rischio Paese, cioè l’impossibilità di concludere l’intermediazione in valuta estera a causa di situazioni politiche, calamità
naturali, etc. che possano interessare il Paese di riferimento;
rischio di controparte. A fronte di questo rischio è prevista una copertura, nei limiti di importo massimo di 100.000,00 €,
comprensivi degli interessi maturati sino alla data di messa in liquidazione, per ciascun correntista, delle disponibilità
risultanti dal conto, per effetto dell’adesione della banca al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo sopra
indicato, il cui statuto prevede le modalità di rimborso dei depositanti e le modalità di esclusioni nel caso in cui venga
deliberato l'intervento a favore della Banca di Credito Cooperativo.
Per saperne di più:
La Guida pratica al conto corrente, che orienta nella scelta del conto, è disponibile sul sito www.bancaditalia.it,
presso tutte le filiali della banca e sul sito della banca www.bccmontepruno.it.
PRINCIPALI CONDIZIONI ECONOMICHE
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 07/01/2016
(ZF/000000826)
Pagina 1 di 11
QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO
Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo
contratto
Le condizioni riportate nel presente foglio informativo includono tutti gli oneri economici posti a carico del cliente per la
prestazione del servizio.
Prima di scegliere e firmare il contratto è quindi necessario leggere attentamente il foglio informativo.
VOCI DI COSTO
Spese per l'apertura del conto
Non previste
SPESE FISSE
Gestione Liquidità
Canone annuo
€
(€
240,00
60,00 Trimestrali)
Numero di operazioni incluse nel canone annuo
Non previste
Spese annue per conteggio interessi e competenze
RAPPORTO NON AFFIDATO: €
(€
0,00 Trimestrali)
0,00
Servizi di pagamento
Canone annuo carta di debito nazionale/internazionale
Servizio non attivabile per questo conto corrente.
Circuiti abilitati
Servizio non attivabile per questo conto corrente.
Canone annuo carta di credito
Servizio non attivabile per questo conto corrente.
Canone annuo carta multifunzione
Servizio non attivabile per questo conto corrente.
Home banking
Canone annuo per internet banking e phone banking
Servizio non commercializzato unitamente al conto
corrente. Si rinvia al foglio informativo del relativo
contratto.
SPESE VARIABILI
Gestione liquidità
Invio estratto conto
POSTA: €
0,00
CASELLARIO POSTALE INTERNO: €
0,00
NON INVIATA: €
0,00
CHIOSCO MULTIMEDIALE: €
0,00
CASELLARIO ELETTRONICO: €
0,00
Servizi di pagamento
Prelievo sportello automatico presso la stessa banca in Servizio non attivabile per questo conto corrente.
Italia
Prelievo sportello automatico presso altra banca in Italia
Servizio non attivabile per questo conto corrente.
Bonifico verso Italia e Ue con addebito in c/c
Online: €
Sportello: €
ADDEBITO RID/SDD
€
0,00
3,00
1,00
INTERESSI SOMME DEPOSITATE
Interessi creditori
Tasso creditore annuo nominale
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 07/01/2016
TASSO OP.RIFINANZ.PRINCIP.BCE (Attualmente pari a:
0,05%) * 0,28
Valore effettivo attualmente pari a: 0,014%
(ZF/000000826)
Pagina 2 di 11
Tasso Annuo Effettivo (T.A.E.) 0,014%
FIDI E SCONFINAMENTI
Fidi
Tasso debitore annuo nominale sulle somme utilizzate
Servizio non attivabile per questo conto corrente.
Commissione onnicomprensiva
Servizio non attivabile per questo conto corrente.
Sconfinamenti extra-fido
Tasso debitore annuo nominale sulle somme utilizzate
Servizio non attivabile per questo conto corrente.
Commissione di istruttoria veloce (extra-fido)
Servizio non attivabile per questo conto corrente.
Sconfinamenti in assenza di fido
Tasso debitore annuo nominale sulle somme utilizzate
EURIBOR 3M (MMP 365 GG) (Attualmente pari a: 0,127%) + 14,5 punti perc.
Valore effettivo attualmente pari a: 14,373%
Tasso Annuo Effettivo (T.A.E.) 15,16641%
Commissione di istruttoria veloce (in assenza di fido)
€
15,00
Il Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM), previsto dall’art. 2 della legge sull’usura (l. n. 108/1996), relativo agli
sconfinamenti in assenza di fido, assimilabile alle operazioni di apertura di credito in conto corrente, può essere
consultato in filiale e sul sito internet della banca www.bccmontepruno.it .
DISPONIBILITÀ SOMME VERSATE
Assegni circolari
Assegni circolari massimo 4 giorni lavorativi
Assegni bancari stessa filiale
in giornata
Assegni bancari altra filiale
in giornata
Assegni bancari altri istituti
Massimo 4 giorni lavorativi
Vaglia e assegni postali
Massimo 4 giorni lavorativi
Assegni esteri
30 giorni lavorativi
Rinegoziazione assegno impagato ckt
Massimo 4 giorni lavorativi
ALTRE CONDIZIONI ECONOMICHE
OPERATIVITÀ CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITÀ
Spese tenuta conto
Vedi voce Canone annuo
EMISSIONE CARTA SOSTITUTIVA
servizio non attivabile per questo conto corrente.
SPESE ISTRUTTORIA FIDO
servizio non attivabile per questo conto corrente.
SPESE REVISIONE FIDO
SPESA PER OPERAZIONE
CANONE
SPESE MINIME
servizio non attivabile per questo conto corrente.
NON
INCLUSA
NEL €
0,50
non previsto
SPESE MASSIME
non previsto
ESTINZIONE
€
SPESE PER LIQUIDAZIONE / GENERICHE
€
0,00
TIPO SCAGLIONI Giacenza media (no u.m.)
E/C - PRODUZIONE / GENERICHE
€
E/C - SPEDIZIONE / GENERICHE
€
E/C - MORA
SCALARE - PRODUZIONE / GENERICHE
€
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 07/01/2016
0,00
0,00
0,00
0,00
(ZF/000000826)
Pagina 3 di 11
€
0,00
SCALARE - SPEDIZIONE / GENERICHE
€
0,00
SPESE PER ASSICURAZIONE
€
3,00
NUMERO MAX SPESE OPERAZ.
non previsto
SPESA ESTRATTINO SPORTELLO
€
SPESE X OPERAZIONI A SPORTELLO
servizio non attivabile per questo conto corrente.
COMM.PRELIEVO ANTICIPATO
SPESA MASSIMA COMM. ISTRUTT.
RAPPORTO NON AFFIDATO
SPESA MASSIMA COMM. ISTRUTT.
RAPPORTO AFFIDATO
COMM.VERSAMENTO ASSEGNI
0,00
VELOCE
servizio non attivabile per questo conto corrente.
/ Non previsto massimo
VELOCE
/ servizio non attivabile per questo conto corrente.
€
0,00
STAMPA ELENCO CONDIZIONI
€
0,00
TRASP. INFO PRECONTRATTUALE
€
2,00
TRASP. DOCUMENTAZ. PERIODICA
€
2,80
Se le condizioni economiche in vigore a fine anno non sono cambiate rispetto alla comunicazione precedente, il
documento di sintesi non verrà inviato. Il cliente potrà, comunque, in qualsiasi momento ottenere gratuitamente copia
del documento di sintesi con le condizioni economiche in vigore. Qualora il cliente abbia scelto il regime di
comunicazioni telematiche, potrà richiedere il documento di sintesi aggiornato in qualsiasi momento tramite il servizio
di Banca Virtuale o ottenerne tempestivamente copia per posta elettronica.
TRASP. DOCUMENTAZ. VARIAZIONI
€
2,80
INVIO RACCOMANDATA DORMIENTI
€
2,80
SPESE PUBBLICAZIONE DORMIENTI
€
0,00
SPESA COMUNICAZIONE
€
0,00
SERVIZI DI PAGAMENTO
Per informativa obbligatoria mensile (per clienti non
consumatori e non microimprese)
Per informativa ulteriore rispetto a quella dovuta per
legge
Per comunicazione di mancata esecuzione dell'ordine
(rifiuto)
Per revoca dell'ordine oltre i termini
Per recupero fondi in caso di identificativo unico fornito
inesatto dal cliente
€
0,00
€
0,00
€
0,00
€
0,00
€
0,00
Il conto Grandi Opere consente di emettere soltanto
assegni NON TRASFERIBILI
Spese cambio Assegni / ASSEGNI BANCARI F/P
€
1,00
ASSEGNI
A/CIRCOLARI ICCREA
€
1,00
ASS. BANCA D'ITALIA
€
1,00
ASSEGNI POSTALI
€
1,00
ASS. NOSTRI
€
1,00
ASS. BANC. SU PIAZZA
€
1,00
ASS. CIRC. ALTRI
€
1,00
INSOLUTO CARTACEO
€
25,00
INSOLUTO NOSTRA NEGOZIAZIONE
€
25,00
Altre spese
Spese addebitate
€
0,00
Altre spese addebitate
€
0,00
Spese reclamate
addebitate
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 07/01/2016
(ZF/000000826)
nella
misura
effettivamente
sostenuta
e
Pagina 4 di 11
documentata
Altre spese reclamate
addebitate nella
documentata
misura
effettivamente
sostenuta
e
Spese a favore Banche corrispondenti
addebitate nella
documentata
misura
effettivamente
sostenuta
e
Altre spese a favore Banche corrispondenti
addebitate nella
documentata
misura
effettivamente
sostenuta
e
Penale ritardato pagamento
10%
Spese ritardato pagamento
€
0,00
Spese nostre / Richiamato da cliente
€
25,00
SPESA SINGOLO ASSEGNO CARNET
€
0,00
0,00
SPESA EMISSIONE CARNET
€
NR. MAX ASSEGNI IN CIRCOLAZ.
non previsto
BOLLO ASSEGNI FORMA LIBERA
servizio non attivabile per questo conto corrente.
Altre spese nostre / Richiamato da cliente
€
0,00
Insoluto
2% Minimo: €
20,00 Massimo: €
50,00
Protestato
2% Minimo: €
20,00 Massimo: €
50,00
Reso pagato senza oneri
€
10,00
Spese a favore Corrispondente
addebitate nella
documentate
misura
effettivamente
Spese accredito Dopo Incasso
€
Altre spese accredito DI
0% Massimo: €9999999999,99
sostenute
e
5,00
OPERAZIONI ESTERO
Il conto Grandi Opere non consente di negoziare valuta
estera.
SPESE FISSE PRELIEVO
servizio non attivabile per questo conto corrente.
SPESE FISSE VERSAMENTO
servizio non attivabile per questo conto corrente.
SPESE NEGOZ. ASSEGNO
servizio non attivabile per questo conto corrente.
SPESE PER OPERAZIONE
servizio non attivabile per questo conto corrente.
COMMISSIONI PRELIEVO
servizio non attivabile per questo conto corrente.
COMMISSIONI VERSAMENTO
servizio non attivabile per questo conto corrente.
RECUP.SPESE ASSEGNI INSOLUTI
€
RECUPERO SPESE RECLAMATE
recuperate nella
documentata
4,13
misura
effettivamente
sostenuta
e
BONIFICI
Spese add. bon. su Banche / Accredito per emolumenti
€
0,00
Bonifico a Vs. favore
€
0,00
Disposizione da/a altro Istit.
€
0,00
da Sportello
servizio non attivabile per questo conto corrente.
Cassa - Cliente - / da Sportello
servizio non attivabile per questo conto corrente.
Cassa - non Cliente / da Sportello
servizio non attivabile per questo conto corrente.
Spese add. bon. da Banche / GENERICHE
€
0,00
Spese add. bon. Clienti / Accredito per emolumenti
€
0,00
Giroconto
€
0,00
Bonifico a Vs. favore
€
0,00
da Sportello
servizio non attivabile per questo conto corrente.
Cassa - Cliente - / da Sportello
servizio non attivabile per questo conto corrente.
Cassa - non Cliente / da Sportello
Spese accett. distinta
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 07/01/2016
servizio non attivabile per questo conto corrente.
(ZF/000000826)
Pagina 5 di 11
Bonifici urgenti
€
15,00
Spese rifiuto bonifico
€
0,00
Accettazione richiamo
€
0,00
ADDEBITI DISPOSIZIONI - NEI SOLI CASI PREVISTI DALLE SINGOLE CONVENZIONI CON LE
STAZIONI APPALTANTI
ADDEBITO EFFETTI
€
0,00
ADDEBITO RI.BA.
€
0,00
ADDEBITO RITIRi PASSIVI
€
0,00
ADDEBITO MAV
€
0,00
ADDEBITO RAV
€
0,00
ADDEBITO BOLLETTINI FRECCIA
€
0,00
ADDEBITO RITIRI ATTIVI
€
15,00
€
0,00
€
0,70
BOLLETTE
COMMISSIONI ADDEBITO BOLLETTE
Cassa - Cliente -
VALUTE
VERSAMENTO / PRELIEVO CONTANTE
servizio non attivabile per questo conto corrente.
VERSAMENTO ASSEGNI FUORI PIAZZA
3 giorni lavorativi
VERSAMENTO ASSEGNI CIRCOLARI
1 giorno lavorativo
VERSAMENTO ASSEGNI SU PIAZZA
3 giorni lavorativi
VERSAMENTO ASSEGNI ESTERI
4 giorni lavorativi
RINEGOZ.ASSEGNO IMPAG.CKT
3 giorni lavorativi
ADDEBITO ASSEGNO TRATTO
data emissione
TERMINI DI NON STORNABILITA’
Termini massimi di addebito su versamenti di assegni domestici in euro (termini di non stornabilità – giorni lavorativi
successivi a quello di versamento titoli)
Assegni bancari tratti sulla stessa banca
30 giorni lavorativi
Assegni bancari tratti su altre banche italiane
30 giorni lavorativi
Assegni circolari
30 giorni lavorativi
OPERAZIONI ESTERO
DATA VALUTA / INCASSO DA ESTERO
2 giorni lavorativi
INCASSO DA ESTERO / EURO UNIONE 1 giorno lavorativo
ECONOMIC
BONIFICI
ADDEBITI DISPOSIZIONI - NEI SOLI CASI PREVISTI DALLE SINGOLE CONVENZIONI CON LE
STAZIONI APPALTANTI
ADDEBITO EFFETTI
In giornata
ADDEBITO RI.BA.
In giornata
ADDEBITO RITIRO PASSIVO
In giornata
ADDEBITO MAV
In giornata
ADDEBITO RAV
In giornata
ADDEBITO BOLLETTINI FRECCIA
In giornata
ADDEBITO RITIRI ATTIVI
In giornata
BONIFICI IN USCITA
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 07/01/2016
(ZF/000000826)
Pagina 6 di 11
Tipo Bonifico
Bonifico interno (stessa banca)
Bonifico Sepa
Bonifici nella valuta ufficiale di uno Stato membro
dell’UE/Spazio economico Europeo (Norvegia, Islanda
e Liechtenstein), Svizzera, Principato di Monaco e San
Marino
Bonifici in euro verso Paesi non appartenenti alla Sepa
Altri bonifici estero in valuta diversa dall'euro
Data di addebito
Giornata operativa di esecuzione
BONIFICI IN ENTRATA
Tipo Bonifico
Bonifico interno (stessa banca)
Bonifico Sepa
Data di accredito e disponibilità dei fondi
Stessa giornata di addebito all’ordinante
Stessa giornata operativa di ricezione dei fondi sul conto
della banca (data di regolamento)
Bonifici nella valuta ufficiale di uno Stato membro
dell’UE/Spazio economico Europeo (Norvegia, Islanda
e Liechtenstein), Svizzera, Principato di Monaco e San
Marino
Bonifici in euro da Paesi non appartenenti alla Sepa
Altri bonifici estero in valuta diversa dall'euro
2 giorni dalla data di negoziazione
(calendario Forex)
della
divisa
INCASSI COMMERCIALI PASSIVI
Tipo incasso
Addebito Diretto SEPA
Ri.Ba
MAV/Bollettini Bancari “Freccia”
Data valuta di addebito
Giornata operativa di addebito
GIORNATE NON OPERATIVE E LIMITE TEMPORALE GIORNALIERO
BONIFICI IN USCITA
Giornate non operative:
- i sabati e le domeniche
- tutte le festività nazionali
- il Venerdì Santo
- tutte le festività nazionali dei paesi della UE presso cui sono destinati i
pagamenti esteri
- il Santo patrono dei comuni nei quali sono insediate le filiali e la sede
Se il momento della ricezione ricorre
in una giornata non operativa, l’ordine
di pagamento si intende ricevuto la
giornata operativa successiva.
- tutte le giornate non operative per festività delle strutture interne o
esterne coinvolte nell’esecuzione delle operazioni
Limite temporale giornaliero bonifici (cd. cut off):
- le ore 14,00 per i servizi di Banca Virtuale e/o CBI passivo (*)
- le ore 15,30 per le operazioni di pagamento disposte su supporto
cartaceo
L’ordine di pagamento ricevuto oltre il
limite temporale giornaliero si intende
ricevuto
la
giornata
operativa
successiva.
Limite temporale giornaliero bonifici esteri (cd. cut off):
- le ore 12,00 per i servizi di Banca Virtuale e/o CBI passivo (*)
- le ore 13,00 per le operazioni di pagamento disposte su supporto
cartaceo
Limite temporale giornaliero bonifici urgenti (cd. cut off):
- le ore 10,00 per i servizi di Banca Virtuale e/o CBI passivo (*)
- le ore 12,00 per le operazioni di pagamento disposte su supporto
cartaceo
Nelle giornate semifestive il cd. cut off è fissato:
- alle ore 10,00 per i servizi di Banca Virtuale e/o CBI passivo (*)
- alle ore 11,00 per le operazioni di pagamento disposte su supporto
cartaceo.
(*) i tempi di trasmissione dei dati dalle banche attive alle banche passive dipendono dal numero di “soggetti tecnici”
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 07/01/2016
(ZF/000000826)
Pagina 7 di 11
terzi coinvolti. Con riferimento ai termini di ricezione ed ai tempi di esecuzione dell’ordine di pagamento, il cliente
dovrà attenersi alle condizioni convenute con la banca passiva
TEMPI DI ESECUZIONE
BONIFICI IN USCITA
Tipo Bonifico
Bonifico interno (stessa banca)
Modalità
Giorno di accredito della Banca del
beneficiario(*)
-
Medesimo giorno di addebito dei
fondi(*)
Sportello
Massimo
1
giornata
operativa
successiva alla data di ricezione
dell’ordine (**)
Bonifico Sepa
Bonifico nella valuta ufficiale di uno
Stato
membro
dell’UE/Spazio
Economico
Europeo
(Norvegia,
Islanda e Liechtenstein), Svizzera,
Principato di Monaco e San Marino
Bonifici in euro verso paesi non
appartenenti alla Sepa
Servizi di Banca Virtuale
Massimo
1
giornata
operativa
successiva alla data di ricezione
dell’ordine (**)
Sportello
Massimo
2
giornate
operative
successive alla data di ricezione
dell’ordine (**)
Servizi di Banca Virtuale
Massimo
2
giornate
operative
successive alla data di ricezione
dell’ordine (**)
Altri bonifici estero in valuta diversa
dall’euro
(*) In caso di bonifico interno la banca del beneficiario è la banca anche del cliente ordinante, la quale dovrà
accreditare il beneficiario nella stessa giornata in cui addebita i fondi al cliente ordinante.
(**) La data di ricezione dell’ordine è il giorno della presentazione della disposizione o il giorno convenuto se l’ordine
perviene alla banca entro il limite temporale giornaliero (cd. cut off), altrimenti la giornata operativa successiva
INCASSI COMMERCIALI PASSIVI
Tipo incasso
Termine di esecuzione
Addebiti diretti Sepa
Data di scadenza
Ri.Ba.
Data di scadenza
MAV/Bollettini Bancari “Freccia”
Data di scadenza
Tempi di esecuzione
Data di scadenza
Accredito Banca beneficiaria giorno
operativo successivo alla data di
scadenza
Massimo
1
giornata
operativa
successiva alla data di ricezione
dell’ordine
ALTRO
CAPITALIZZAZIONE AVERE
TRIMESTRALE
Applicata fino all'entrata in vigore della Delibera del CICR
attuativa dell'articolo 120 comma 2 del Testo Unico
Bancario (Decreto Legislativo 1/9/93 n.385).
CAPITALIZZAZIONE DARE
TRIMESTRALE
Applicata fino all'entrata in vigore della Delibera del CICR
attuativa dell'articolo 120 comma 2 del Testo Unico
Bancario (Decreto Legislativo 1/9/93 n.385).
RIFERIMENTO CALCOLO INTERESSI
ANNO CIVILE
ADDEBITO ASSEGNI
DATA EMISSIONE
TIPO LIQUIDAZIONE AVERE
PER GIACENZA MEDIA
TIPO LIQUIDAZIONE DARE
PER GIACENZA MEDIA
PERIOD. INVIO ESTRATTO CONTO
TRIMESTRALE
PERIODO APPL. OPER. OMAGGIO
TRIMESTRALE
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 07/01/2016
(ZF/000000826)
Pagina 8 di 11
PERIODO APPL. SPESE FISSE
TRIMESTRALE
PERIODO APPL. SPESE LIQUIDAZ.
TRIMESTRALE
PERIODO APPL. SPESE GEST. FIDO
servizio non attivabile per questo conto corrente.
PERIODO APPL. SPESE ASSICURAZ.
A FINE TRIMESTRE
PERIODO APPLICAZIONE SCONTI
TRIMESTRALE
MASSIMALE ACCORDATO
servizio non attivabile per questo conto corrente.
RECESSO E RECLAMI
Recesso dal contratto
Si può recedere dal contratto in qualsiasi momento, senza penalità e senza spese di chiusura del conto.
Tempi massimi di chiusura del rapporto contrattuale
-
n. 5 (cinque) giorni dal ricevimento della richiesta del cliente, in assenza di disposizioni di addebito collegate
al rapporto;
n. 45 (quarantacinque) giorni dal ricevimento della richiesta del cliente, in presenza di disposizioni di addebito
collegate al rapporto.
A titolo esemplificativo e non esaustivo s’intende per disposizioni di addebito RID, ordini permanenti, addebiti
carte di credito, etc.
Reclami
I reclami vanno inviati all’Ufficio Reclami della banca, via Paolo Borsellino snc, 84037 Sant’Arsenio (SA), indirizzo di
PEC [email protected], indirizzo di posta elettronica [email protected], che risponde
entro 30 giorni dal ricevimento.
Se il cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta entro i 30 giorni, prima di ricorrere al giudice può rivolgersi a:
-
Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Per sapere come rivolgersi all’Arbitro si può consultare il sito
www.arbitrobancariofinanziario.it., chiedere presso le Filiali della Banca d'Italia, oppure chiedere alla banca;
-
Conciliatore BancarioFinanziario. Se sorge una controversia con la banca, il cliente può attivare una
procedura di conciliazione che consiste nel tentativo di raggiungere un accordo con la banca, grazie
all’assistenza di un conciliatore indipendente. Per questo servizio è possibile rivolgersi al Conciliatore
BancarioFinanziario (Organismo iscritto nel Registro tenuto dal Ministero della Giustizia), con sede a Roma,
Via delle Botteghe Oscure 54, tel. 06.674821, sito internet www.conciliatorebancario.it
-
o un altro organismo di mediazione convenuto tra le parti.
Se il cliente intende rivolgersi al giudice egli - se non si è già avvalso della facoltà di ricorrere ad uno degli strumenti
alternativi al giudizio sopra indicati - deve preventivamente, pena l’improcedibilità della relativa domanda, rivolgersi
all’ABF oppure attivare una procedura di mediazione finalizzata alla conciliazione presso il Conciliatore
BancarioFinanziario. Le parti possono concordare, anche successivamente alla conclusione del contratto, di rivolgersi
ad un organismo di mediazione diverso dal Conciliatore BancarioFinanziario purché iscritto nell’apposito registro
ministeriale.
In ogni caso il Cliente ha diritto di presentare esposti alla Banca d’Italia.
LEGENDA
Consumatore
Capitalizzazione degli interessi
Commissione di istruttoria veloce
(CIV) (D.M.644/2012)
Persona fisica che agisce per scopi diversi dall’attività imprenditoriale,
commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta
Una volta accreditati e addebitati sul conto, gli interessi sono contati nel saldo
e producono a loro volta interessi.
Applicata fino all’entrata in vigore della Delibera del CICR attuativa
dell’articolo 120 comma 2 del Testo Unico Bancario (Decreto Legislativo
1/9/93 n. 385).
Importo addebbitato al cliente a fronte dello sconfinamento in assenza di fido
o oltre il fido concesso, quale recupero costi sostenuti per la valutazione dello
sconfinamento.
Casi cui è svolta l’istruttoria veloce:
-pagamento assegni, cambiali, titoli e altri effetti;
-esecuzione di ordini e disposizioni di pagamento (bonifici, utenze, rid/sdd,
etc.);
-pagamento deleghe fiscali;
-prelevamento di contante allo sportello e/o richiesta emissione assegni
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 07/01/2016
(ZF/000000826)
Pagina 9 di 11
circolari/lettera;
-acquisto strumenti finanziari;
-anticipazioni effetti e altri documenti oltre i limiti del fido;
-ogni altro addebito consentito ed avente le caratteristiche analoghe alle
fattispecie sopra elencate.
Esenzioni:
La CIV non è dovuta se lo sconfinamento ha avuto luogo per effettuare un
pagamento a favore della banca.
Quando ricorrono entrambi i seguenti presupposti:
-per gli sconfinamenti in assenza di fido il saldo passivo complessivo (anche
se derivante da più addebiti) è inferiore o pari a 500,00 euro; per gli utilizzi
extra-fido l’ammontare di questi ultimi( anche se derivanti da più addebiti) è
inferiore o pari a 500,00 euro:
-lo sconfinamento non ha durata superiore a 7 giorni consecutivi.
Il consumatore beneficia dell’esclusione per un massimo di una volta per
ciascuno dei quattro trimestri di cui si compone l’anno solare,
Commissione onnicomprensiva
Disponibilità somme versate
Fido o affidamento
Saldo disponibile
Sconfinamento in assenza di fido
e sconfinamento extra-fido
Spesa singola operazione non
compresa nel canone
Spese annue per conteggio
interessi e competenze
Spese per invio estratto conto
Tasso creditore annuo
nominale
Tasso debitore annuo
nominale
Tasso Effettivo Globale Medio
(TEGM)
Valute sui prelievi
Valute sui versamenti
Microimpresa
Cliente al dettaglio
Spesa per operazione
Causali che non concorrono al
computo delle spese per
operazione
Canone annuo/spese tenuta
conto
Prestatore di servizi di
Commissione calcolata in maniera proporzionale rispetto alla somma messa
a disposizione del cliente e alla durata dell’affidamento. Il suo ammontare non
può eccedere lo 0,5%, per trimestre, della somma messa a disposizione del
cliente.
Numero di giorni successivi alla data dell’operazione dopo i quali il cliente può
utilizzare le somme versate.
Somma che la banca si impegna a mettere a disposizione del cliente oltre il
saldo disponibile.
Somma disponibile sul conto, che il correntista può utilizzare.
Somma che la banca ha accettato di pagare quando il cliente ha impartito un
ordine di pagamento (assegno, domiciliazione utenze) senza avere sul conto
corrente la disponibilità.
Si ha sconfinamento anche quando la somma pagata eccede il fido
utilizzabile.
Spesa per la registrazione contabile di ogni operazione oltre quelle
eventualmente comprese nel canone annuo.
Spese per il conteggio periodico degli interessi, creditori e debitori, e per il
calcolo delle competenze.
Commissioni che la banca applica ogni volta che invia un estratto conto,
secondo la periodicità e il canale di comunicazione stabiliti nel contratto.
Tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi sulle somme
depositate (interessi creditori), che sono poi accreditati sul conto, al netto
delle ritenute fiscali.
Tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi a carico del
cliente sulle somme utilizzate in relazione al fido e/o allo sconfinamento. Gli
interessi sono poi addebitati sul conto.
Tasso di interesse pubblicato ogni tre mesi dal Ministero dell’economia e delle
finanze come previsto dalla legge sull’usura. Per verificare se un tasso di
interesse è usurario e, quindi, vietato, bisogna individuare, tra tutti quelli
pubblicati. Il TEGM degli scoperti senza affidamento, aumentarlo di un quarto,
aggiungere quattro punti, verificare che la differenza tra il tasso ottenuto e il
TEGM non sia superiore a otto punti percentuali (in talcaso occorre ridurre il
tasso in modo che la differenza con il TEGM non superi gli otto punti) e
accertare che quanto richiesto dalla banca non sia superiore.
Numero dei giorni che intercorrono tra la data del prelievo e la data dalla
quale iniziano ad essere addebitati gli interessi. Quest’ultima potrebbe anche
essere precedente alla data del prelievo.
Numero dei giorni che intercorrono tra la data del versamento e la data dalla
quale iniziano ad essere accreditati gli interessi.
Impresa che occupa meno di 10 addetti e realizza un fatturato annuo o un
totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro.
Consumatori; le persone fisiche che svolgono attività professionale o
artigianale; gli enti senza finalità di lucro; le micro-imprese.
Spesa per la registrazione contabile di ogni operazione.
016 – Commissioni
018 – Interessi e competenze
060 – Rettifica valuta
066 – Spese
068 – Storno
Spese fisse per la gestione del conto.
Uno dei seguenti organismi: istituti di moneta elettronica e istituti di
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 07/01/2016
(ZF/000000826)
Pagina 10 di 11
pagamento
pagamento nonché, quando prestano servizi di pagamento, banche, Poste
Italiane S.p.a., Banca Centrale Europea e banche centrali nazionali se non
agiscono in veste di autorità monetarie, altre autorità pubbliche, pubbliche
amministrazioni statali, regionali e locali se non agiscono in veste di autorità
pubbliche.
Conto di pagamento
Un conto intrattenuto presso un prestatore di servizi di pagamento da uno o
più utilizzatori di servizi di pagamento per l’esecuzione di operazioni di
pagamento.
SEPA (Single Euro Payments Area nella quale i cittadini e le imprese possono effettuare e ricevere
Area)
pagamenti in euro con condizioni di base, diritti e obblighi omogenei in tutti i
28 paesi dell’Unione Europea, nei paesi dell’EEA (Norvegia, Islanda e
Liechtenstein), in Svizzera, nel Principato di Monaco e a San Marino.
SCT – SEPA Credit Transfer
Bonifico in euro eseguito in ambito SEPA secondo regole, prassi e standard
interbancari fissati dall’EPC (European Payment Council, organismo di
autoregolamentazione nato dall'iniziativa dell’industria bancaria europea
come organo decisionale e di coordinamento per la creazione della SEPA).
SDD - SEPA Direct Debit)
Operazioni di addebito diretto eseguite nell’ambito dell’area SEPA. Può
configurarsi secondo due schemi di incasso: i) SDD Core, utilizzabile, dal lato
del pagatore, da tutte le tipologie di clienti; ii) SDD B2B (Business to
Business), utilizzabile, dal lato del pagatore, laddove il pagatore non rivesta la
qualifica di consumatore.
Euribor (Euro Interbank Offered
Tasso medio a cui avvengono le transazioni finanziarie in Euro tra le principali
Rate)
banche europee. E’ determinato ogni giorno sul mercato interbancario e
dipende dal rapporto tra domanda e offerta di denaro in prestito.
Tasso BCE (Tasso delle
E’ il tasso applicato alle operazioni attraverso le quali le banche si procurano
operazioni di rifinanziamento
liquidità dalla Banca Centrale Europea).
principale della Banca Centrale
Europea)
Tasso di interesse effettivo (TAE) Valore del tasso, rapportato su base annua, tenendo conto degli effetti della
capitalizzazione degli interessi.
Tasso annuo effettivo globale
Indica il costo totale del credito, espresso in percentuale annua,
(TAEG)
sull’ammontare del prestito concesso.
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 07/01/2016
(ZF/000000826)
Pagina 11 di 11
Fly UP