...

«SAPPIATE DOMINARE LA LINGUA»

by user

on
Category: Documents
32

views

Report

Comments

Transcript

«SAPPIATE DOMINARE LA LINGUA»
SS. MESSE
Lunedì 17/6 - Feria
alle ore 8,30: Motta Ernesto - Olia Maria Soccorsa,
Carmelo, Ermanno e Leone
alle ore 18,00: Giovanna, Ambrogio, Carlo e Enrico
- Mapelli Carlo, Giulia, Melezio, Elisa e
Famigliari - Fumagalli Marina Mandelli Silvia e Franco
Martedì 18/6 - S. Romualdo
alle ore 8,30: Pedrinelli Giovanni Intenzione Offerente
alle ore 11,00: S. Messa presso la Fondazione Sorge
LISM
Mercoledì 19/6 - Ss. Protaso e Gervaso
alle ore 8,30: Bettinelli Natale, Aderito e Enzo Fumagalli Tiziana, Vergani Giuseppe,
Teresina, Rosetta e Famiglia
alle ore 18,00: Colombo Alfredo e Famiglia
Fumagalli - Pessani Antonio - Mapelli
Roberto - Bonora Luigi e Fratelli - Gorla
Maria - Gorla Mario - Colombo Giuseppina
Giovedì 20/6 - Feria
alle ore 8,30: Rimoldi Giuseppe e Angelino Anghinoni Aurelio e Figli
alle ore 10,00: S. Messa presso la Fondazione
Ospedale Marchesi
Venerdì 21/6 - S. Luigi Gonzaga
alle ore 8,30: Ronchi Luigi e Lamperti Luigia, Padre
Giuseppe e Suor Colombina Leonardi Luigia - Luigi e Giuseppina
alle ore 18,00: Pirovano Enrico, Giulia e Irma
Sabato 22/6 - S. Paolino da Nola
alle ore 8,30: Intenzione Offerente - Vanzanella
Raffaele - Ronchi Luigi e Lamperti Luigia
alle ore 18,00: Vivi e Defunti Leva 1953 Fumagalli Mariuccia - Facchinetti Giuseppina
- Rota Regina e Micheloni Pietro - Manzoni
Giovanni e Antonio - Lamperti Rosa e Paolo Pirovano Rosa e Valtorta Teresa - Giovanni,
Luigia e Luigi - Bosisio Giuseppina Brambilla Angelo, Giuseppina e Giovanni Natale, Assunta e Caterina - Viviani
Domenico e Maria - Luigia e Olga - Lamperti
Felice, Giulia e Mario - Viviani Giovanni
alle ore 18,30 al Villaggio: -
Foglio d’informazione delle parrocchie S. Maria Assunta
e S. Maria Ausiliatrice di Inzago - Anno XXIV - n° 24 - 16 giugno 2013
«SAPPIATE DOMINARE LA LINGUA»
Domenica 23/6 - V dopo Pentecoste
alle ore 10,30 al Villaggio: -
Avvisi
Avvisi Avvisi Avvisi Avvisi
A
vvisi
• Lunedì 17 giugno
Alle ore 21,00 in casa parrocchiale riunione interparrocchiale dei Consigli pastorali delle due Comunità
di S. Maria Assunta e S.Maria Ausiliatrice.
to e tutti gli operatori pastorali, per esporre le indicazioni della Diocesi di Milano
riguardanti iniziazione cristiana, riforma liturgica, destinazione preti novelli e comunità pastorali.
• Giovedì 27 giugno
Alle ore 21,00 presso l’auditorium comunale di Vignate
in via Roma, il nostro Vicario
episcopale, Mons. Franco
Carnevali, incontrerà i componenti dei Consigli Pastorali Parrocchiali di Decana-
• Orario estivo S. Messe domenicali (da domenica 30
Giugno a domenica 1 settembre):
- Alle ore 8,15, 10,00 e
18,00 in S. Maria Assunta.
- Alle ore 11,00 in S. Maria
Ausiliatrice al Villaggio.
☎
Nell’omelia della Messa di giovedì, in Santa Marta, la condanna degli insulti e della denigrazione «Chiediamo a Dio
la mitezza»
NUMERI
TELEFONICI
UTILI
PARROCCHIA S. MARIA ASSUNTA
TEL. 02-9549039
E-MAIL:
[email protected]
IMERI DON ANTONIO
TEL. 02-9549039
MAGGIONI DON ALESSANDRO
TEL. 02-9549761
SUORE ADORATRICI
TEL. 02-9549252
E-MAIL: [email protected]
MONS. FACCHINETTI PIERANGELO
TEL. 334-3494345
L
a calunnia è un venticello,
diceva un personaggio del
Barbiere di Siviglia . Ma per
il Papa è molto di più. Insulto,
calunnia, diffamazione sono in
realtà uragani, che vanno sempre evitati, per non incorrere
nell’inferno. Francesco ne ha
parlato ieri mattina nell’omelia
della Messa mattutina celebrata nella Cappella di Casa Santa Marta, alla presenza del personale delle ambasciate e dei
consolati dell’Argentina in Italia
e presso la Fao. «Era dal 26
febbraio che non celebravo la
Messa in spagnolo e mi ha fatto molto bene», ha confidato il
Pontefice. Quanto poi al tema
dell’omelia, il Papa ha preso lo
spunto da un’esortazione del
Vangelo («La vostra giustizia
sia superiore a quella dei farisei») per concentrare l’attenzione sul tema «del rapporto
negativo con i fratelli». Colui
che maledice, afferma Gesù,
“merita l’inferno”. Per cui se nel
proprio cuore c’è «qualcosa di
negativo» verso il fratello, ha
commentato il Papa, «c’è qualcosa che non funziona e ti devi
convertire, devi cambiare». Per
questo Francesco ha messo in
guardia dal meccanismo dell’insulto, «una forma di denigrazione dell’altro». «E non c’è bisogno di andare dallo psicologo per sapere che quando uno
denigra l’altro è perché lui stesso non può crescere e ha bisogno che l’altro sia abbassato,
per sentirsi un qualcuno». Il Papa ha poi osservato che «se
uno non è capace di dominare
la lingua, si perde», e del resto
«l’aggressività naturale, quella
che ha avuto Caino con Abele,
si ripete nell’arco della storia«.
Non è che siamo cattivi, «sia-
mo deboli e peccatori». Ecco
perché è «molto più semplice
sistemare una situazione con
un insulto, con una calunnia,
con una diffamazione che sistemarla con le buone». Ecco,
dunque, l’esortazione del Pontefice: «Vorrei chiedere al Signore che ci dia a tutti la grazia
di fare attenzione maggiormente alla lingua, riguardo a
quello che diciamo degli altri».
È «una piccola penitenza, ma
dà buoni frutti. Dunque «dobbiamo chiedere al Signore
questa grazia: adeguare la nostra vita a questa nuova Legge, che è la Legge della mitezza, la Legge dell’amore, la
Legge della pace, e almeno
'potare' un po’ la nostra lingua,
'potare' un poco i commenti
che facciamo verso gli altri o le
esplosioni che ci portano all’insulto o alle arrabbiature facili».
(Mimmo Muolo,
tratto da “Avvenire”)
La Caritas
Parrocchiale
La vita parrocchiale
Ecco un breve resoconto dell’attività svolta dalla Caritas
parrocchiale nel periodo settembre 2012 - giugno 2013
I
n questo periodo di tempo i gruppi caritativi si sono incontrati tre
volte per il necessario raccordo
fra loro e per momenti di formazione
sul tema della carità.
Sono state svolte iniziative d’insieme
rivolte all’intera comunità parrocchiale tra cui ricordiamo: la giornata diocesana della Caritas, l’Avvento e la
Quaresima di fraternità, la Giornata
per la vita, la raccolta diocesana degli
indumenti.
Ogni gruppo ha avuto la propria attività specifica che è molto difficile da
riassumere in poche righe. Tuttavia
eccone un breve accenno sintetico.
Laboratorio della Carità. Il gruppo
delle volontarie si è incontrato settimanalmente per realizzare capi in
stoffa e in maglia. Con l’ausilio di due
tagliacuce, due macchine per maglieria e tre macchine per cucire si è potuto fare il seguente lavoro: confezione
di circa 80 vesti bianche per i battesimi in parrocchia, spedizione di tre
forniture al Centro di aiuto alla vita di
Melzo e dell’Ospedale Mangiagalli,
produzione e sistemazione di indumenti da inviare ai missionari, realizzazione di capi per l’annuale mercatino di giugno. Stoffe, lana, cotone, pizzi, nastri … sono di provvidenza o acquistati con il piccolo fondocassa derivante dalla vendita annuale. Si coglie l’occasione per invitare chi avesse
materiale per maglia a cucito a volerlo
donare al Laboratorio che ringrazia
fin da ora, come ringrazia tutti i suoi
collaboratori indiretti.
Laboratorio Missionario “Paolo VI”.
Nel corso dell’anno si è provveduto
alla spedizione di pacchi a missioni in
Albania, Romania, Repubblica Democratica del Congo, Rwanda, per un
totale di 2720 Euro. Sono state inviate offerte ai nostri Missionari per un
totale di 3500 Euro.
Unitalsi. Il gruppo ha organizzato in
settembre/ ottobre il pellegrinaggio a
Lourdes, con la partecipazione di una
quarantina di persone. In giugno si è
svolto un pellegrinaggio al Santuario
di Oropa. Ogni primo giovedì del mese si è recitato il S. Rosario presso l’abitazione di malati, seguito da un
semplice gesto conviviale. In occasione del Natale si è espressa concreta vicinanza ai degenti dell’Ospedale Marchesi e della Fondazione LISM. Un
dono è stato fatto anche agli inzaghesi lungodegenti presso strutture di varie località. In febbraio, visita agli
ospiti del Marchesi, consegna dell’immaginetta Cei e celebrazione in
loco della S. Messa. Nella Domenica
delle Palme sono stati distribuiti agli
ammalati i sacchetti con l’ulivo. Nella
Giornata Nazionale dell’Ulivo si è
svolto sul sagrato un bachetto di vendita di piantine d’ulivo per raccogliere
fondi a sostegno dei progetti dell’As-
sociazione. La prima domenica dopo
Pasqua si è tenuta la Giornata del Malato con S. Messa e successivo pranzo
a pagamento. Una sessantina i partecipanti, cui è stato assicurato il trasporto e un piccolo dono conclusivo.
Le spese sostenute per le varie attività
sono state coperte da offerte di privati
sostenitori, da concorsi a premio e da
sovvenzioni di Enti Pubblici.
Ministri Straordinari della Comunione Eucaristica. Il servizio liturgico-caritativo, partito a Inzago negli
anni Novanta, è esercitato oggi da 8
laici e da due suore Adoratrici. Vengono seguiti circa 80 anziani e ammalati con frequenza varia, a richiesta della persona: settimanale, mensile...
Ogni domenica è assicurata inoltre la
S.Comunione ai degenti del Marchesi
e della LISM. Le caratteristiche di questo servizio si possono riassumere in
tre parole: vicinanza, consolazione,
comunione. Il ministro straordinario
con la sua presenza amica accompagna quella del Signore Gesù, con il
suo sorriso fraterno fa percepire la forza amorevole e consolante di Gesù,
con la sua presenza fa sentire al malato di far parte a pieno titolo della comunità parrocchiale.
C. San Vincenzo. Presso il centro di
ascolto parrocchiale sono stati effettuati i seguenti interventi rivolti a
nuove e vecchie povertà: distribuzione di alimenti a 148 assistiti; distribuzione di vestiario a 260 persone; interventi economici a favore di 95 assistiti per pagamento utenze gas, luce,
affitto e spese condominiali, e ulteriori aiuti economici, per un totale di
circa 12.500 Euro; collocamento lavorativo di 4 persone.
Il Mercatino. Ha operato a sostegno
di progetti missionari e sociali segna-
lati dal gruppo Missionario Karibuni
e dalla Caritas. Ogni lunedì ha lavorato per smistare gli oggetti raccolti e
per sistemare biciclette, materiale elettrico o tecnologico. Di sabato e domenica si è fatta la vendita degli oggetti
recuperati. Il primo mercoledì del
mese si è partecipato alla cena fraterna di sensibilizzazione missionaria.
Per ciascun mese infatti è stato sostenuto un diverso progetto d’aiuto alle
missioni, ogni volta con una somma
di circa 2000 Euro. In questo anno
poi il Mercatino ha collaborato con la
“San Vincenzo” e con il Comune per
il progetto di solidarietà alle famiglie,
per un totale di 5000 Euro. Una parte
del materiale raccolto è stato riciclato
e riconvertito per realizzare altri oggetti. Materiale è stato donato alle
suore di alcune comunità di Milano,
al CAV di Cassano D’Adda, ad associazioni varie per lotterie e pesche di beneficenza. Il Mercatinoè un luogo significativo in cui incontrarsi, stare insieme, dare senso al proprio tempo vivendolo con spirito caritativo, attento
ai bisogni degli altri sia vicini che lontani.
Gruppo Missionario Karibuni. Ha lavorato con lo scopo di fare animazione e sensibilizzazione missionaria tra
i ragazzi e i giovani. Ha collaborato in
varie occasioni con altre realtà della
parrocchia, condividendone gli obiettivi,come per l’Avvento e la Quaresima di carità. Ogni mese ha organizzato una cena fraterna seguita da un
momento di riflessione e da testimonianze a carattere missionario. Con la
propria attività si sono sostenute iniziative di missionarietà ai lontani o
anche ai più vicini, come è accaduto
nel mese di dicembre con la raccolta
di generi di prima necessità per una
parrocchia del mantovano colpita dal
terremoto.
Fly UP