...

Milano prossima

by user

on
Category: Documents
15

views

Report

Comments

Transcript

Milano prossima
COOPERAZIONE
& Solidarietà
Anno XIV - Aprile 2016
n°
156
Mensile di informazione
e vita cooperativa a cura di
Davanti a noi un periodo forse decisivo
per il futuro della città
Milano prossima
Vincenzo Barbieri a pagina 3
Scarica in formato pdf questo
numero e gli arretrati dal sito
www.ecopolis.coop
All'interno:
Per ricevere subito gli AVVISI
delle nostre attività sociali,
ISCRIVETEVI
ALLA MAILING LIST
inviando una e-mail a
[email protected]
Il Borgo Cascina Cotica
Sabato 16 aprile alle ore 15
sarà presentato sul posto, in via
Natta 19, il Progetto di Ecopolis
per Cascina Cotica.
I Soci sono invitati a partecipare.
(ourmilantransfer.blogspot.it)
Pagina 3
L’editoriale di Vincenzo Barbieri
Pagina 5
Gli appunti di Natale Comotti dal
Consiglio Comunale di Milano
Pagina 6
Cooperazione
Pagine 8 e 9
Paginone. Cascina Cotica,
un progetto per la città. Ne scrive
l’arch. Lucia Tamburelli.
Pagina 11
Ecopolis. Le Assemblee informative
Pagine 12 e 13
Consoci Energie Srl
Sede Amministrativa e Operativa
Via Selvanesco 75, 20141 Milano
Tel. 02 36768720, 02 87181181
Porta una delle tue bollette di gas e luce negli uffici territoriali di Ecopolis a Lampugnano, Rogoredo, Trenno e Groppello d’Adda: potrai
verificare il risparmio, la vicinanza sul territorio, la trasparenza e l'assistenza assicurate da CONSOCI Energie.
Già convinto? In ufficio troverai tutta l'assistenza per predisporre e sottoscrivere il contratto di fornitura adatto alle tue esigenze.
Ti aspettiamo!
www.cmbcasa.it/cantieri/cittacontemporanea
COOPERAZIONE
& Solidarietà
Milano prossima
Anno XIV, n. 156, Aprile 2016
Registrazione Tribunale di Milano n. 264
del 5 Maggio 2003
Direttore Responsabile
Pietro Solera
Redattori
Angelo Cappellini, Paola Furini,
Amalia Labagnara, Pietro Solera
Redazione e pubblicità
Via E. Medea 10, 20138 Milano
Tel. 02 45487360, Fax 02 510020
e-mail [email protected]
Proprietario Editore
E.CO.POLIS Soc. Coop.
Via U.Visconti di Modrone 12, Milano
Stampa
Good Print,Via Lirone 6,
Peschiera Borromeo (MI)
Hanno collaborato
a questo numero
(chiuso in redazione il 31-03-2016):
Vincenzo Barbieri, Elda Biffi, Giovanni
Brandi, Natale Comotti, Igor Daldosso,
Franco Sanna, Lucia Tamburelli,
Anna Zanoni
$
E.CO.POLIS Soc. Coop.
È concessa la riproduzione parziale per scopi
non commerciali, citando la fonte.
BNI IT 2003-408S.
Pubblicazione non destinata alla vendita.
Vincenzo Barbieri
CC
www.ecopolis.coop
PUBBLICITÀ
Consultateci per le vostre inserzioni a
modulo e per le formule
Annuali e Speciali Sostenitori.
Questo giornale è aperto al contributo dei
Soci e dei lettori. Potete inviare lettere,
scritti, immagini, documenti, notizie,
segnalazioni e suggerimenti alla nostra
redazione. Gli scritti non vengono restituiti.
Documenti e fotografie a cui tenete
vengono scansiti e restituiti.
I contenuti commerciali della pubblicità
sono forniti dagli inserzionisti:
Cooperazione & Solidarietà declina ogni
responsabilità.
Sede legale
Via Visconti di Modrone 12
20122 Milano
Tel. 02 87281462 Fax 02 40929105
[email protected]
Ufficio commerciale
Via Perini 15, Milano
Tel. 02 39001980, Fax 02 39003266
[email protected]
Uffici territoriali
Lampugnano:Via Trenno 41, Milano
Tel. 02 3082409
Rogoredo:Via E. Medea 10, Milano
Tel. 02 45487360
Trenno:Via F. Giorgi 15, Milano
Tel. 02 48202181
Groppello:Via Cimbardi 6
Cassano d’Adda
Tel. 0363 60881
Presidente di Ecopolis
M
ilano tra 10 anni: è questo
l’orizzonte temporale assunto
dal prof. Alessandro Rosina (Dipartimento Scienze Statistiche Università
Cattolica di Milano) intervenendo ad un
convegno dell’ottobre 2015. È l’orizzonte
che impegnerà l’amministrazione comunale
che eleggeremo a giugno.
Milano continua a cambiare, per ragioni semplicemente socio-demografiche che modificano i dati di anno in anno, ma anche a causa
di fenomeni di trasformazione già innescati.
Di qui le sottolineature di Rosina che ci sono sembrate più stringenti:
• popolazione ancora più anziana (ben
il 25% ha più di 65 anni e solo il 20% ha meno di 25 anni), nella quale “diventa sempre
più necessario distinguere tra anziani con risorse e gli over 85 non autosufficienti”;
• trasformazioni famigliari: più del 50%
dei milanesi è single e il dato è in costante
aumento, aumenta la mono-genitorialità
(ne ha parlato Natale Comotti nel numero
di marzo) e dunque il rischio di povertà soprattutto quella infantile;
• difficoltà della transizione alla vita
adulta anche per i nostri giovani: quelli che
non lavorano, non si addestrano né studiano sono “in forte crescita relativa a Milano [...]
Il tasso di occupazione giovanile - fascia
25/34anni - in città era il 29% nel 2008, il 18%
nel 2014!”. Rosina però aggiunge che “La
Facciamoci
riconoscere!
Editoriale
grande opportunità della popolazione studentesca, abitanti e non cittadini, non elettori, non
stanziali [è] consistente e rilevante”. Ma non
tutti l’hanno capito, così come il fatto che
senza l’immigrazione la popolazione di Milano
diminuirebbe, e non di poco, comportando
l’impoverimento della sua vita economica.
Si aggiunga il rafforzamento sulla nostra scena economica di nuovi attori internazionali, nonché l’appuntamento con le novità della Città Metropolitana.
La capacità di leggere tempestivamente questi ed altri dati sempre in movimento e di adattare con grande flessibilità le azioni e la capacità di regia della pubblica amministrazione
sarà dunque una necessità ineludibile, che
dovrà vincere le resistenze corporative e le
viscosità burocratiche. Rinunciare a farlo
comporterà la crescente frammentazione
sociale, economica e perfino geografica della città, a partire dalle giovani generazioni.
Riuscirci significherà proiettare stabilmente
Milano nel futuro. Al confronto con questa
realtà non può sottrarsi il mondo delle imprese, né lo stesso movimento cooperativo.
In questi anni la giunta municipale ha fatto
un grande sforzo per promuovere e accompagnare il cambiamento materiale e
d’immagine di Milano, nonostante la lunga fase di crisi economica. L’insieme delle forze
della città ha infine fatto la sua parte per la
buona riuscita di Expo 2015, nonostante gli
anni precedentemente sprecati. È stato un
esempio virtuoso, da riprendere per costituire un sistema di forze collaborativo, cosciente e socialmente responsabile per lo
sviluppo di Milano, sistema nel quale la cooperazione potrà proporsi, ne siamo certi, in
modi innovativi e qualificati.
presso i convenzionati e le
associazioni sostenute da Ecopolis,
dettagli su www.ecopolis.coop
Info: tel. 02 3082409, martedì
e giovedì ore 14.30 - 17.30
[email protected]
COOPERAZIONE
& Solidarietà
Aprile 2016
3
Milano
Assistenze per Ricoveri, Diagnostica,
Teleassistenza, Protezione odontoiatrica...
tel. 02 37052067 www.insiemesalute.org
vantaggi per i soci di Ecopolis
Zona 8 più “ricca”!
ARREDAMENTI
ELETTROARREDO
Quasi completati i restauri del Velodromo
Vigorelli, in partenza quelli della storica
Centrale idrica di via Cenisio
P
rocedono i lavori per il restauro conservativo del Vigorelli. Lo storicoVelodromo si prepara a rinascere! A fine maggio la pista sarà pronta e potrà accogliere di nuovo le biciclette. A settembre i
posti in tribuna saranno raddoppiati. Successivamente si procederà con il recupero
delle palestre e delle sottotribune. Tutto
ciò, grazie ad un investimento di 7 milioni di
euro a scomputo degli oneri a carico di Citylife. Un intervento edilizio come questo
comporta il versamento, da parte del costruttore, di oneri a favore del Comune. Le
opere a scomputo oneri sono opere che
vengono realizzate dal costruttore in cambio del versamento degli oneri previsti.
Fino a qualche anno fa era come se
all'operatore privato venisse lasciata carta
bianca su cosa realizzare. Purtroppo, non
sto scherzando: e lo affermo, forte
dell'esperienza diretta avuta durante la
scorsa Consiliatura. Il risultato era che il Comune si ritrovava spesso opere inutili e/o
costose da gestire (vedi l'esempio della fontana di Piazza Gramsci) ... o non se ne ritrovava affatto. In questi anni, invece, il Consiglio Di Zona 8 si è ostinato nel "consigliare
fortemente" ai costruttori un determinato
utilizzo degli oneri, nell'ottica di una migliore gestione del denaro pubblico.
La riqualificazione dello storico Velodromo
Maspes-Vigorelli (e, lo si vedrà più avanti, anche del Palazzo delle Scintille di piazza VI
Febbraio) è una delle opere guadagnate dal
Comune grazie ad operazioni come questa.
Un altro bel risultato di un lavoro di reci-
proca attenzione e ascolto tra il Consiglio
di Zona 8 e il Comune. Un'azione in netta discontinuità con il passato, nell'ottica di utilizzare al meglio gli oneri dovuti dai privati
al Comune di Milano.
La prossima ristrutturazione del Museo
dell'Acqua di via Cenisio 39, sede della più
antica Centrale dell'acquedotto della città,
è ufficiale. La Giunta ha approvato il progetto di ristrutturazione presentato da MM
Spa che gestisce il Servizio Idrico e
l'immobile di proprietà del Comune di Milano. Per conoscere il progetto consultate il
comunicato stampa congiunto di MM Spa e
Comune di Milano del 16 Maggio 2015, sul
sito www.metropolitanamilanese.it.
Recentemente infatti è stato trasmesso da
MM Spa al Settore di Zona 8 l'elenco della
documentazione relativa al progetto, nella
quale viene confermato e migliorato quanto già presentato in precedenza. Grazie a
questo progetto di riqualificazione, un prezioso e finora dimenticato) spazio della nostra città si trasformerà in un centro culturale sempre aperto ai milanesi e ai turisti. E
sarà molto altro ancora: spazio espositivo,
laboratori per visite didattiche, libreria tematica, servizio ristoro, sale riunioni per le
associazioni di quartiere...
Gli interventi previsti saranno a carico di
MM Spa. I lavori avranno la durata di un anno: inizialmente previsti per l'estate 2015,
hanno subìto un posticipo dettato dalle opportune verifiche intraprese dalla Soprintendenza dei Beni Architettonici.
Igor Daldosso
Arredamenti
e complementi
da oltre 50 anni
Showroom:
via della Martinella 1, 20152 Milano
sconto 20% e facilitazioni
ai soci di Ecopolis
Odontoiatria sostenibile
Prima visita, radiografia panoramica
e preventivo GRATIS
Viale Certosa 291, 20151 Milano
tel. 02 45381300
Listino prezzi: www.dentalcertosa.com
sconto 10% su listino ai soci di Ecopolis
Ottica Optometria
Stile di Vista
Studio optometrico
per esame e diagnosi della vista
Montature, lenti e trattamenti
Liquidi e accessori per contattologia
via del Passero 3, 20147 Milano
tel. e fax 02 41271090, [email protected]
sconti dal 10 al 25% ai soci di Ecopolis
Percorsi Benessere ed Estetici
nei Centri di
Milano via Cenisio 10 (int. GetFit Club) e via
Meda 52 (int. GetFit Club)
Legnano p.zza Carroccio 18 e via Resegone 26
www.madreterra.info
sconto 10% ai soci di Ecopolis
50% sul primo trattamento
Con Ecopolis a teatro!
www.laverdi.org
teatroarcimboldi.it
Psicomotricità educativa, Inglese
per bambini,Yoga in gravidanza, Stretching,
Tai chi, Cucito...
Via F. Giorgi 15, Milano www.mitades.it
www.elfo.org
www.teatrodellacooperativa.it
sconti speciali per i gruppi di Soci organizzati da Ecopolis
4
Aprile 2016
SpazioMitades
SpazioMamme
Nido Mitades
COOPERAZIONE
& Solidarietà
sconto 10% ai soci di Ecopolis
sulla quota del servizio educativo
Natale Comotti
Vice Presidente
del Consiglio Comunale
di Milano
Appunti dal Consiglio Comunale
La Camera di Commercio
di Milano e le altre
della Lombardia lanciano
“Riemergo”, lo Sportello
Legalità che sostiene la lotta
alla contraffazione
e all’abusivismo, all’usura
e alla corruzione.
L
anciata in marzo e presentata alla
Commissione Commercio e Attività
Produttive del Consiglio Comunale,
l’iniziativa degli Sportelli Legalità delle
Camere di Commercio della Lombardia si
avvale anche dell’esperienza e della collaborazione di Libera, l’associazione antimafie con il suo servizio SOS Giustizia.
Sì, perché ormai i fenomeni dell’abusivismo
e della contraffazione hanno assunto
dimensioni e caratteri inquietanti, che vanno molto al di là dei danni di tipo industriale
ed economico o di tutela del copyright.
Alcuni dati diffusi dalla Camera di Commercio di Milano: in Italia, il fatturato della
contraffazione (falsificazione dei marchi) è
vicino ai 7 miliardi di euro; nel 2014 sono
stati sequestrati circa 350 milioni di articoli
contraffatti o connessi all’abusivismo. In
Lombardia, negli anni 2008-2013 sono stati
sequestrati oltre 37 milioni di prodotti.
A livello nazionale ciò causa la perdita di
13,6 miliardi di euro di produzione, di
110.000 posti di lavoro legali e di 4,6 miliar-
www.cortiliecologici.it
i per
vantaggcopolis
E
i
d
i soci
Pacchetti di viaggio, voli di linea e low cost,
proposte last minute a portata di click.
tel. 02 61293712 www.mondoauprema.it
Abusivismo
e contraffazione
sono tra i nemici
di Milano
di di euro di gettito fiscale per lo Stato. Si
tratta di un vero e proprio ‘settore merceologico’ illegale che richiama l’attenzione della criminalità organizzata, quella italiana
come già di tradizione ed ora di quella
internazionale, pronta allo sfruttamento
schiavistico della manodopera nei quattro
angoli del mondo. E anche in Italia, come
hanno rivelato le numerose scoperte di
laboratori clandestini in molte regioni.
Ebbene, l’infiltrazione di forze criminali
nell’economia anche nel nord Italia, anche a
Milano, è un grave pericolo per le potenzialità di sviluppo della nostra città perché scoraggia gli investimenti e crea sfiducia nei
confronti del nostro sistema di tutele
dell’attività economica legale.
Per questo ognuno di noi può e deve dare
sostegno alla legalità evitando di acquistare
merci di incerta provenienza e/o produzione (sicurezza a parte! ridicolo da pataccone
a parte!) e premendo sui commercianti perché a loro volta non sottovalutino queste
problematiche.
E per gli operatori economici, ecco dove
rivolgersi per ottenere sostegno nella prevenzione delle infiltrazioni criminali sul territorio:
• Riemergo Sportello Legalità, Milano
02 85155123, [email protected]
• SOS Giustizia di Libera contro le mafie,
numero unico per la Lombardia 335
6037969, [email protected]
L’amministrazione comunale di Milano
appoggia con convinzione queste nuove iniziative.
Milano è un esempio in Europa
per la raccolta differenziata
Arriva dal Parlamento Europeo un importante riconoscimento per Milano e
la sua capacità di gestire il ciclo dei rifiuti.
Di fronte alla Commissione Ambiente e
Politiche Europee di Camera e Senato, il
Commissario europeo per l'Ambiente
Karmenu Vella ha lodato i grandi progressi fatti negli ultimi anni sotto la Madonnina in termini di economia circolare, con l'incremento della raccolta differenziata dal 34,4% al 53% grazie alla raccolta dell'umido.
L’Assessore all’Ambiente Pierfrancesco
Maran, a nome del Comune si è detto
onorato dalle parole di Vella, osservando
che “negli ultimi tre anni abbiamo avuto
una crescita davvero importante nella gestione dei rifiuti. Il fatto che arrivino apprezzamenti da Bruxelles e che dall'estero vengano a Milano per studiare le nostre pratiche ci conferma che abbiamo fatto un balzo
in avanti a livello internazionale. Ora andia-
COOPERAZIONE
& Solidarietà
mo avanti per implementare ancora la raccolta e per rendere la città sempre più bella
e pulita, anche grazie alle domeniche di pulizia extra organizzate da AMSA da febbraio
fino al prossimo ottobre”.
Aprile 2016
5
Cooperare
Anche nella crisi
le cooperative
hanno continuato
a investire
U
n confronto con le società per
azioni rende ancora più significativi i risultati di uno studio AIDA sui
bilanci societari negli anni dal 2008 al 2013.
Ad esempio è interessante interrogarsi sulla propensione all’investimento delle diverse forme di impresa e in particolare delle
cooperative in confronto con le società per
azioni. In questo modo, è possibile allargare
ulteriormente le analisi sulla performance
delle cooperative durante la crisi. Lo studio
si concentra sul livello degli investimenti fissi netti, cioè sulle variazioni annuali delle
immobilizzazioni materiali e immateriali (al
netto degli ammortamenti). Il campione esaminato è composto da 20.861 cooperative
e 22.790 spa.
I risultati restituiscono un andamento nettamente migliore nel caso delle cooperati-
ve, le quali, seppure in presenza di una diminuzione dei livelli nel corso del periodo,
continuano a mantenere valori positivi. Lo
stesso non si può dire invece per le spa.
Queste ultime, infatti, dopo i primi due anni,
2008 e 2009, si caratterizzano per una marcata propensione al disinvestimento. Nello
specifico, dal 2010 al 2013 hanno ridotto gli
investimenti di ben -26,6 miliardi di euro,
quando nello stesso periodo le cooperative hanno fatto registrare un valore cumulato di +2,53 miliardi (vedi Tabella 1).
Di conseguenza, se nel 2008 il rapporto tra
investimenti fissi netti e valore aggiunto
registrato dalle cooperative era simile a
quello delle spa (23,8% contro 24,8%,Tabella 2), in tutti gli anni seguenti si è mantenuto
sempre più elevato (fonte: elaborazione su
dati AIDA). (AZCooperativa)
Tabella 1 - Investimenti fissi netti per Cooperative e SpA (in migliaia di euro a prezzi correnti)
ERBORISTERIA IL FIORDALISO
di Elisa Incrocci
Erbe officinali - Fitopreparati
Cosmetica naturale
Alimentazione naturale
Prodotti apistici - Regalistica
V.le Certosa 41
20155 Milano
Tel. 02 33001453
sconto del 10% per i soci di Ecopolis!
Via F. Giorgi 7
20151 Milano
tel. 02 39430607
sconti su prestazioni Beauty
ai soci di Ecopolis
Produttori e grossisti
vendita al minuto
piazza Rosa Scolari 1
20151 Milano
tel. 02 48203408
sconto 15% sull’abbigliamento
ai soci di Ecopolis
A
LA TUTE
SALURTATA
A PO RD
DI CA
Tabella 2 Investimenti fissi netti
ogni 100 euro di
valore aggiunto per
Cooperative e Spa
BFTC Srl
via Scarlatti 5, Tradate (VA)
tel. 800 910511 www.sanitapertutti.com
sconti ai soci Ecopolis
sulle prestazioni sanitarie
Invito alla poesia
Le letture a cura della Associazione teatrale Colpo d’Elfo, accompagnate al piano da Francesco Ravasi, hanno presentato al pubblico “Visioni”, l’ultimo
libro di Ignazio Ravasi, lo scorso 18
marzo presso il Centro Civico - Biblioteca di Cassano d’Adda.
Un invito alla poesia, vero “potere”
dell’uomo. Nelle parole dell’autore:
“Tra il cielo e la terra si muovono i mortali:
essi posseggono il linguaggio.
La parola è un dono che sgorga da una sorgente abissale sconosciuta. Nella parola poetica si cela e si svela l'oscurità”.
Il libro è disponibile in formati e-book
nelle librerie elettroniche.
6
Aprile 2016
COOPERAZIONE
& Solidarietà
Sef Car
Vendita
e Assistenza
via A. Pizzoni 14, 20151 Milano
tel. 02 3927501, fax 02 33490352
www.grupposefcar.it
sconti e facilitazioni ai soci di Ecopolis
Calzature, presidi ortopedici
elettromedicali, homecare
riabilitazione
Convenzionato ASL e INAIL
via L. Cadorna 25, 20017 Rho
tel. 02 93781227
www.centroortopedicorhodense.it
sconto 20% su tutti gli articoli
ai soci di Ecopolis
Ecco l’icona di Milano
preferita dai milanesi
A
l sondaggio online hanno partecipato quasi 6.000 persone. Promosso da ExpoinCittà, la consultazione
ha proposto loro di scegliere, tra 25 capolavori custoditi nei musei della città, le sei opere d’arte che, a loro giudizio,“meglio rappresentano Milano, la sua storia, la sua identità”.
In poco meno di un mese, sono state
espresse 34.518 preferenze (6 per ogni
votante). Le sei opere maggiormente votate diventeranno quindi le icone di ExpoinCittà 2016 #Milanoaplacetobe. Ecco i voti e
le percentuali raccolti per ogni opera e il
mese che rappresenteranno nel calendario
di ExpoinCittà durante il semestre (aprilesettembre) della 21a Triennale:
1. Andrea Mantegna, Cristo Morto, Pinacoteca di Brera (foto): 53,99% (3.027 voti) Luglio;
2. Bernardino Luini, ciclo di affreschi presso
chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore: 45,51% (2.552 voti) - Giugno;
3. Francesco Hayez, Ritratto di Manzoni,
Pinacoteca di Brera: 44,93% (2.519 voti) Maggio;
4. Piero del Pollaiolo, Ritratto di dama,
Museo Poldi Pezzoli: 43,55% (2.442 voti) Agosto;
Cronache
5. Caravaggio, Cesta di frutta, Pinacoteca
Ambrosiana: 42,63% (2.390 voti) - Aprile;
6.Arnaldo Pomodoro, Il disco, Piazza Meda:
38,10% (2.136 voti) - Settembre.
Le opere selezionate saranno la cornice di
racconto, l’immagine guida di ogni mese di
ExpoinCittà – #Milanoaplacetobe in occasione della 21a Triennale, durante la quale
ExpoinCittà promuoverà quotidianamente
le iniziative, gli eventi, gli spettacoli, le
mostre che animeranno la vita di Milano.
Il progetto ExpoinCittà, creato dal Comune e dalla Camera di Commercio in occasione del grande evento del 2015, accompagna gli operatori attraverso lo Sportello
Unico Manifestazioni (expoincitta.com)
e si è rivelato un valido modello di comunicazione per le iniziative culturali, commerciali e turistiche che oggi hanno così grande
importanza nell’immagine di Milano.
Nell’ambito di ExpoinCittà, l’estate scorsa
è avvenuta l’esposizione a Palazzo Moriggia
- Museo del Risorgimento della mostra prodotta da Ecopolis “Grandi Esposizioni a
Milano”, esempio unico di divulgazione
presso le scuole, le biblioteche ed il pubblico più vasto della storia dell’attività fieristica nella nostra città.
Residenze Cohabitat
Lambrate
2, 3, 4 locali
da 66
a 120 mq
Cooperare, per vivere meglio
I
CIN
PA
VIA
DI
UTI
CAD
VIA
SPI
. CRE
VIA G
ZI
TAN
Edilizia
convenzionata
agevolata da
€1.990
MEDIAWORLD
RI
T E
PIT
I
ANZ
VIA DEI C
.
VIA A
LLE
CINE
MAR
R
VIA.
VIA CARLO VALVASSORI PERONI
CITTÀ STUDI
TANGENZIALE
SO
VIA CONTE ROS
VIA TEODOSIO
M2 LAMBRATE
FS LAMBRATE
al mq
Costruita
con te,
ESSELUNGA
O
ATTIN
. RUB
VIA R
PER TE.
TEATRO DEI
MARTINITT
Vieni a scegliere
il tuo appartamento.
UN PROGETTO DISEGNATO A QUATTRO MANI
Cohabitat Lambrate è il frutto di una sinergia di esperienze e competenze che si incontrano per realizzare il risultato
di una visione comune.
E.CO.POLIS e Dorica sono le due cooperative che hanno ideato e por tato avanti il progetto. La loro adabilità
è testimoniata dalle migliaia di persone che hanno scelto la modalità della cooperativa per ritrovare quel mondo
di relazioni e condivisioni fondate sulla centralità della persona. La loro capacità di ascoltare le famiglie e
valutare insieme l’adozione delle soluzioni migliori a qualsiasi loro esigenza fa di queste due realtà il partner
ideale per affrontare con serenità e fiducia un passo importante come l’acquisto di una casa.
02.77116300
340.4085996
I dati, le immagini e le planimetrie contenute nel presente pieghevole hanno natura meramente indicativa e non costituiscono né potranno costituire, in alcun caso, contenuto e/o elementi di
riferimento ai ni di eventuali futuri contratti e/o per la determinazione del loro contenuto. In attesa del conseguime nto dell’attestato di certicazione energetica a seguito del completamento
dei lavori di realizzazione del complesso immobiliare in oggetto, si precisa che ai ni di quanto previsto dall’art. 6, comma 2-quater del D. Lgs. n. 192/2005 l’indice di prestazione energetica
del complesso immobiliare sarà presumibilmente quello indicato nel presente pieghevole.
Un’iniziativa:
DORICA Soc. Coop.
associata a CCL
cooperative di abitanti
ACLI - CISL
02.77116300 - 340.4085996
www.cohabitatlambrate.it
Ufficio informazioni in loco in via Pitteri, 89
www.cohabitatlambrate.it
COOPERAZIONE
& Solidarietà
Aprile 2016
7
Paginone
Cascina Cotica, un proget
Il recupero e riqualificazione di un prezioso spazio urbano che dialoga
con i quartieri e rispetta l’ambiente. Quando la sostenibilità è valore.
Arch. Lucia
Tamburelli
MCL Engineering
L
a Cascina Cotica, già riportata nelle
carte topografiche del Regno Lombardo Veneto nel 1833, era posizionata sull’attuale via Natta, che univa i due
borghi di Lampugnano e Trenno e faceva
parte di un più vasto comparto agricolo. La
cascina ora non è più circondata dalla campagna, ma si trova comunque inserita in un
sistema di spazi a verde, come l'Ippodromo,
il parco di Trenno e il Monte Stella.
La Cotica attuale deriva dalla demolizione
del quarto lato della cascina, effettuata per
realizzare il tracciato dell'attuale via Natta.
Negli anni ha visto interventi parziali, utilitaristici e non rispettosi dell'architettura del
fabbricato, fino al suo totale abbandono,
con crollo parziale della copertura e piante
ed arbusti spontanei che hanno “invaso” il
cortile e coperto le facciate. La Cascina è
stata dichiarata di interesse storico artistico dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia nel
2013. Il Comune di Milano ha deciso per
questa cascina, come per altre di proprietà
Comunale, di assegnarla in diritto di superficie a seguito di bando pubblico, con
l'impegno del suo recupero architettonico
e dell'insediamento di funzioni di servizio.
Per ricostituire la corte storica, tipica della
cascina e sventrata dalla strada, verrà realizzata una chiusura sul lato sud, mentre una
recinzione trasparente verrà posta attorno
alla zona esterna, che sarà dedicata a orti e
giardino e virtualmente sarà la campagna
che prima circondava la cascina.
L'edificio viene conservato riordinando le
facciate e riportando le finestre alle dimensioni tipiche già presenti. Si riconfermano i
materiali della tradizione esistenti: la copertura in coppi, l'intonaco per le facciate, il le-
gno di serramenti e le persiane.
Verranno anche inseriti elementi nuovi mediante un intervento non mimetico che, partendo dalle esigenze funzionali, le traduca
con elementi attuali. Saranno realizzati nuovi ballatoi e una scala in metallo e pietra, con
disegno semplice, analogo a quello esistente. Verrà inoltre inserito un ascensore
esterno per consentire il superamento delle barriere architettoniche, fondamentale e
imprescindibile per l'utilità sociale che caratterizza l'intervento. Per integrare il corpo ascensore con l'edificio verranno inserite due quinte verticali, unite da un ballatoio
centrale, che serviranno anche da supporto
per il verde, da far continuare anche in un
pergolato sopra il ballatoio stesso, riprendendo la vocazione rurale dell'edificio.
Il cortile vedrà aree pavimentate e aree a
verde, queste in minor misura, per richiamare la funzione di transito e di lavoro della
corte di una cascina. La parte a verde del
cortile sarà un giardino dei profumi con erbe officinali e aromatiche, godibile anche dalle persone di passaggio.
Verrà mantenuta la cappella votiva esistente, testimonianza di una consuetudine al rapporto diretto con il credo religioso e presenza che dà riconoscibilità.
A ridosso della recinzione muraria a sud ci
sarà una tettoia per biciclette con spina per
la ricarica, inseribile come nodo del sistema
bike sharing del Comune.
All'esterno, la parte destinata a giardino di
quartiere e a orti didattici.Adiacente agli orti, la serra per coltura idroponica che permette una coltivazione ottimale in un contesto a bassissimo consumo di acqua.
La riduzione del fabbisogno di energia dispersa attraverso l'involucro edilizio sarà ottenuta isolando le facciate con malta isolante termica, inserendo un vespaio aerato e
pannelli radianti a pavimento, isolando la copertura con pannelli in lana minerale, sostituendo i serramenti con altri sempre in legno e con lo stesso disegno, ma con vetrocamera e rivestimento basso-emissivo.
Laboratorio Teatrale
8
Aprile 2016
3
1
in vacanza
e in città
Con il sostegno di
Il mercoledì ore 21-23
Salone di via Diomede 60
Info: tel. 347 8053646
www.quantescene.com
Per evitare di snaturare i caratteri dell'edificio sono state previste soluzioni impiantistiche non invasive. Si utilizzeranno fonti rinnovabili per i fabbisogni di energia termica
della cascina, in particolare una pompa di calore geotermica ad acqua di falda per il riscaldamento e il raffrescamento degli ambienti e la produzione di acqua calda sanitaria, riducendo l'inquinamento atmosferico
e la produzione di CO2. Abbinata alla pompa di calore, l'unità trattamento aria e la ven-
numeroverde
800 589797 www.doctordentist.it
sconti dal 10 al 20% ai soci di Ecopolis
COOPERAZIONE
& Solidarietà
esperienze ludico-educative
per i ragazzi da 6 a 17 anni
INFO: 02 89400425 (segr.)
[email protected]
CENTRI ROUSSEAU
www.centrirousseau.org
(StreetView, www.google.it)
sconto del 10% per i soci di Ecopolis!
(Expo 2015 SpA)
tto per la città
Il Borgo Cascina
Cotica
Onnicomprensivo di
via Natta, dove si
svolgono
le assemblee annuali
di Ecopolis
Stazione M1
Lampugnano
Con M1, col bus 68, in bici...
ma anche a piedi
tilazione meccanica controllata, per avere
un controllo integrato delle condizioni ambientali nei locali con recupero termico ad
elevata efficienza. Per le canalizzazione di
presa ed espulsione aria si utilizzeranno i
vecchi camini o se ne realizzeranno altri integrati nella copertura.
La serra avrà copertura fotovoltaica. Si realizzerà un sistema di gestione e riutilizzo delle acque meteoriche, raccolte in una vasca
interrata e utilizzate in parte nell'immobile
e in parte per uso irriguo a servizio di orti e
giardino. Sono inoltre previsti accorgimenti
per la riduzione del consumo dell'acqua. Si
prevede la predisposizione per una Casa
dell'Acqua accessibile dalla strada per poter
in futuro, con la collaborazione di MM spa,
fornire un servizio aperto alla cittadinanza
ad impatto ambientale zero.
Contenuti distintivi
Servizi socio-sanitari
per il pubblico (1)
Servizi all’abitare e
per l’innovazione
energetica (3)
3
Il “fiorfiore” Coop
ed i prodotti
d’eccellenza italiani (2)
Lo spazio allestito
per il co-working (4)
5
1
6
8
2
4
7
Associazionismo
ricreativo
e culturale (6)
Residenze
temporanee (5)
9
10
Il Cortile degli eventi
del Borgo (8)
Animazione anziani
(7)
ta
lio Nat
via Giu
L’orto del Borgo (9)
Il Mondo Incantato
Ludoteca, Baby Parking
Centro disturbi dell’età educativa
via Sapri 34, 20157 Milano
tel. 340 8626220 o 393 9120932
www.ludotecailmondoincantato.it
sconto 15% ai soci di Ecopolis
su ingresso ludoteca ed eventi
Cancelleria, packaging
centro stampa
articoli per l’ufficio
la scuola e la casa
via Sapri 83, 20156 Milano
www.ilcignosrl.it
sconti ai soci di Ecopolis
Il giardino, il vivaio
in serra (10)
via dell’Artigianato 5, 24050 Bariano (BG)
tel. 0363 95674 [email protected]
sconti particolari ai soci di Ecopolis
Aprile 2016
9
Scritto
per noi
Dal passato al futuro
Franco Sanna
I
mmaginiamo di tornare ai tempi della
fondazione della Cooperativa Edificatrice di Lampugnano. Lampugnano era
uno dei tanti paesini nati all'esterno della città, in mezzo alla campagna. Dal punto di vista economico la campagna aveva
un'importanza fondamentale e le cascine
ne costituivano il nucleo vitale. Se si guarda
una pianta topografica del primo Novecento, il territorio era costellato di cascine.
Le case a ringhiera furono lo sviluppo
dell'architettura rurale, con la corte al centro e i balconi che si affacciavano sulla corte. Doveva essere difficile vivere una vita riservata!
E così le prime case costruite ebbero
l'aspetto di una cascina un po' cresciuta,
con il suo fascino e le sue scomodità. Gli innumerevoli corsi d'acqua che rigavano le
campagne vicine perdevano la loro utilità diventando pericolosi o scomodi, le piccole
strade sterrate diventavano viali, i terreni diventavano disponibili e Milano cresceva, cresceva… come ricorda la canzone di Celentano “Il ragazzo della via Gluck”.
Torniamo indietro di un secolo: mi immagino i soci fondatori come dei socialistoni baffuti, con spalle robuste e idee determinate,
riuniti intorno a un tavolo a giocare a carte
con una bel fiasco di vino da condividere,
che si impegnano per l'ideale alto e nobile
di assicurare una casa a sé e a quelli che vole-
Primavere di Libertà
O
gni anno, la vicinanza tra le celebrazioni della Festa della Liberazione e della Festa del Lavoro, il 25 Aprile ed il 1° Maggio, crea
un’atmosfera di riflessione e di contentezza per chi pensa alla storia d’Italia e si
rende conto di quanto contino nelle nostre vite gli esiti e conquiste scaturiti dagli eventi che si stanno celebrando.
La Liberazione e la pace, la Costituzione,
la conquista nel 1946 del suffragio femminile (giustamente messa in rilievo
quest’anno nelle celebrazioni dell’Otto
Marzo e da quelle del prossimo 2 giugno
per il 70° della Repubblica), sono pietre
10
Aprile 2016
vano cimentarsi in questa impresa.
Le case erano solide ma senza lussi inutili.
Negli anni successivi sorsero case diverse:
niente più ringhiere, servizi in casa, ascensori e tutto quello che volevano i nuovi soci.
La campagna era una realtà sempre più lontana: i cambiamenti della società e i problemi economici cambiavano anche il corpo sociale e la struttura della cooperativa: niente
più ex-contadini ma cittadini con nuove esigenze e nuove aspettative.
Ormai non ci sono più terreni edificabili. E
noi non dobbiamo più consumare il suolo.
Non è solo una questione di legge (Legge
Regionale n. 31 del 2014) ma di senso del futuro: vanno recuperati i terreni degradati,
vanno risanati gli edifici che non rispondono più alle esigenze abitative moderne.
Per questo mi piace moltissimo il nuovo
progetto di Ecopolis che si propone di rianimare la Cascina Cotica, per farla diventare un vitale borgo moderno. Non ci saranno più bambini che scorrazzano nell'aia inseguendo le galline, non ci sarà il mitico apicultore Moro, non ci saranno nemmeno
stanze piccole e malsane in cui dormire, ma
ci saranno strutture moderne che aggregheranno la vita moderna e futura.
A ricordare il buon tempo passato dei nostri baffuti (ormai me li immagino così) fondatori dalle spalle robuste ci saranno gli orti, il verde, ci saranno servizi e spazi condivisi. Cascina Cotica sarà un borgo che non
consuma nuovo suolo e ci accompagnerà
verso un futuro meno sgargiante di quello
dei grattacieli, ma con i piedi per terra, una
terra rispettata, alla quale i nostri padri fondatori sono certo che leverebbero con piacere un brindisi augurale.
miliari nella storia delle istituzioni democratiche ma anche del popolo italiano, che
senza di esse sarebbero oggi diversi e
non certo migliori.
Il 1° Maggio è da sempre, per tradizione
e nonostante i tentativi di cancellarlo o
strumentalizzarlo messi in atto dagli stati autoritari, una festa: la giornata libera
dalla fatica, la giornata delle scampagnate
oppure dei raduni popolari tra politica e
kermesse. È una festa anche quando il lavoro non è quello desiderato, purché ci
rimanga sempre la libertà di migliorarlo
o ricostruirlo.
Come ogni anno, Ecopolis partecipa alle
celebrazioni che si svolgono nei quartieri in cui è presente.
COOPERAZIONE
& Solidarietà
Chiedi la Carta Socio Ecopolis
al tuo Ufficio Territoriale!
Piante
e fiori
al dettaglio
viale Certosa 242, 20156 Milano
tel. 02 38005602 fax 02 38006875
sconti del 10% ai soci di Ecopolis
PsicoSostenibile
Studio
di Psicologia
e Psicoterapia
www.psicosostenibile.it
Via Settembrini 40, Milano
tel. 324 7809347 [email protected]
vantaggi per i soci di Ecopolis
QUADRI ALESSIO
Imbiancature e verniciature
Lavori di falegnameria
via Milano 45, 20882 Bellusco (MB)
tel. 039 6020614
sconto 15% ai soci di Ecopolis
Assistenza, cura e riabilitazione
per anziani, disabili e minori
Fisioterapia per tutti
Info: tel. 02 30031640
www.crmsociale.it
sconti per i soci di Ecopolis!
Pneumatici, freni, ammortizzatori,
marmitte, tagliandi, soccorso stradale...
tel. 335 6000833
www.supermercatodelpneumatico.it
prezzi scontati dal 20 al 60%,
+ 5% alla cassa ai soci di Ecopolis
U
na nuova tornata di assemblee informative - il 9 marzo a Rogoredo,
il 15 a Trenno, il 17 a Lampugnano
e il 23 a Groppello - ha riunito i Soci di Ecopolis delle nostre Unità Territoriali, mantenendo così l'impegno a sviluppare un rapporto continuativo tra il Consiglio di amministrazione e i Soci nell'intento di sviluppare il loro interesse e la loro attenzione nei
confronti della Cooperativa.
“Con questo stesso spirito” - ha affermato il
PresidenteVincenzo Barbieri introducendo
le serate - “stiamo perfezionando il funzionamento degli UfficiTerritoriali (efficienza, qualità
dei rapporti con i Soci, servizi di manutenzione
e cassa) proiettandoli verso maggiori responsabilità”.
La volontà di sviluppare sempre meglio i
rapporti di Ecopolis con i soci ed il territorio si concretizza anche nel sostegno dato
alle iniziative sociali e culturali nei quartieri
(al 77, Circolo Mondini, Mitades, Quante
Scene ecc.) e con l'attività dello Sportello
Soci (convenzioni).
Barbieri ha poi anticipato il dato di fondo
del bilancio 2015 che verrà prossimamente
discusso nell'Assemblea ordinaria dei Soci:
“Lo scorso anno, a seguito di scelte importanti, abbiamo chiuso il bilancio negativamente. Quest'anno lo chiudiamo positivamente e continuiamo il nostro lavoro per
un modello cooperativo adatto ai tempi attuali, come è confermato dai nostri progetti:
• il nuovo Borgo a Cascina Cotica
• i nuovi 'pezzi di città' a Cascina Merlata, in
relazione al progettato Human Technopole
che decentrerà nell'area ex Expo prestigiose funzioni scientifiche e di ricerca: sarà la
nuova Milano
• le nuove attività di servizi
• la fusione con la Cooperativa Nazionale di
Senago: la nuova cooperativa al servizio dei
soci e della comunità”.
Del progetto Borgo Cotica, dei suoi scopi e
dei suoi contenuti innovativi, abbiamo già
parlato e torniamo in questo numero di
“Cooperazione & Solidarietà”.
Il patrimonio in proprietà indivisa è sempre
al centro dell'impegno di Ecopolis. Entro fine aprile, cioè con qualche mese di anticipo,
si concluderà l'intervento in via Cefalonia,
mentre si studiano nuovi programmi (via
Osma, via Trenno 15 e 41).
L'edilizia in proprietà divisa è affidata alle società di scopo (Città Contemporanea per
Cascina Merlata che offre condizioni di van
Le Assemblee
informative
di Marzo
taggio per i Soci, Residenze Tiziana e Settimo Borgo). Per l'intervento di Cohabitat
Lambrate, già prenotato all'95%, abbiamo
costituito Ecopolis Casa.
Barbieri si è poi soffermato sulle nuove attività che stanno aprendo la strada alla presenza di Ecopolis nel settore dei servizi
all'abitare più innovativi:
• la gestione di immobili di altri: Policlinico,
Fondo per Merlata, Figino, con la società
QLS
• Ecopolis Casa per Cohabitat Lambrate
• i nuovi servizi energetici di Consoci Energie (informazioni disponibili negli Uffici territoriali, con la possibilità di stipulare direttamente i contratti e di approfittare delle
opportunità riservate ai soci)
• i servizi immobiliari e tecnici di Ecopolis
Servizi.
Altro argomento d'interesse è stato
l'aggiornamento delle modalità di consegna
degli alloggi in indivisa. Il CdA ha deliberato
di consegnare gli alloggi in godimento abitali ed effettuando la messa a norma di legge,
senza fare una ristrutturazione completa.
Saranno ristrutturati solo quegli alloggi che
l'ufficio tecnico riterrà opportuno. Il nuovo
metodo sarà operativo per gli appartamenti che si renderanno liberi d'ora in poi e
l'affitto verrà definito in base alla classificazione degli edifici determinata in base alle lo-
Ecopolis + Coop. Nazionale
di Senago
I dati della Cooperativa unificata
(euro x 1.000, valori 2015):
• N. Soci
10.700
• Patrimonio netto
164.945
• Patrimonio immobiliare
225.500
• Liquidità
26.500
• Risparmio sociale
81.500
• Attivo circolante
40.000
Ditta ID di A. M. Casalnuovo
Materassi e reti, rifacimento salotti
vicolo Mapelli 6, 20156 Milano
tel/fax: 02 38002968 www.dittaid.com
Assistenza Veicoli e Pneumatici
via Gallarate 54, 20151 Milano
tel. 02 334 99 096 centri.midas.it
sconti personalizzati ai soci Ecopolis
sconti speciali ai soci di Ecopolis
COOPERAZIONE
& Solidarietà
Ecopolis
(via Sapri, foto F. Sanna)
ro condizioni e caratteristiche tecniche. Se
si fosse seguito il metodo delle ristrutturazioni complete i soci assegnatari nuovi pagherebbero intorno agli 80 euro in classe A,
70 euro in classe B e 60 euro in classe C.
Con il nuovo metodo i costi si ridurranno
di circa il 20%.
Questa scelta rende meno oneroso l'affitto
per i soci e consente a chi di loro volesse ristrutturare di recuperare fiscalmente il
55% della ristrutturazione, poiché la Cooperativa se fa direttamente le ristrutturazioni non può recuperare nulla.
L'appartenenza dei singoli stabili sociali alle
varie classi è visibile presso gli Uffici Territoriali della Cooperativa.
Va precisato, come ha tenuto a fare Barbieri, che la suddetta riclassificazione degli stabili non comporta aumenti degli affitti, salvo
l'applicazione dei piani di ammortamento in
essere.
Nel 2016 si realizzerà una importante fusione tra Ecopolis e la Cooperativa Nazionale di Senago. La cooperativa di Senago nata nel 1920 ha operato prevalentemente
nell'area nord di Milano con successo, contribuendo a radicare la cooperazione in un
territorio cresciuto molto nel secondo dopoguerra. I dati principali della Cooperativa
di Senago: • 3.500 soci • patrimonio netto
12 milioni di euro • un patrimonio immobiliare di 5,5 milioni • 3,5 milioni di prestito sociale • 11 milioni di liquidità • 14 milioni di attivo circolante. I dati principali di Ecopolis: •
6.600 soci • patrimonio netto di 153 milioni
• patrimonio immobiliare di 220 milioni •
76 milioni di risparmio sociale • 15,7 milioni
di liquidità • 26 milioni di attivo circolante.
Come si vede dai numeri, la nuova Cooperativa diventa più forte e funzionale al progetto che nell'attività concreta sviluppa la
cooperazione sul territorio, attrezzandosi
per dare risposte migliori e articolate ai soci iscritti e ai soci potenziali che nella cooperativa pensano di trovare, come quelli prima di loro, il soddisfacimento del bisogno
primario della casa e dei servizi all'abitare.
ABBIGLIAMENTO e MERCERIA
via Luigi Ratti 3, 20151 Milano
tel. 02 40912966
sconti 10-15% su maglieria
e intimo ai soci di Ecopolis
Aprile 2016
11
Il Cortile
di Ecopolis
SSPPO
ORRTTEELLLLO
O SSO
OC
CII
Otto Marzo:
dolcezza e orgoglio
N
el 1946, dopo la guerra e il fascismo, in tutta Italia fu festeggiata
per la prima volta la Festa delle
Donne. E apparve la mimosa. L'idea di usare
la mimosa come simbolo della Festa fu delle
partigiane Teresa Mattei con Rita Montagnana e Teresa Noce, in alternativa alle violette perché più economica e diffusa nelle
campagne. Era il fiore che i partigiani raccoglievano e regalavano alle staffette.
E cosi, lo scorso 8 marzo le mimose, simbolo della giornata, hanno colorato di giallo il
Salone “Tino Anzaghi”, portando un po'
d'allegria e aria di primavera.
Tantissime donne - ma anche tanti uomini
che partecipando ci hanno fatto sentire un
po' più importanti - hanno riempito il Salone per assistere allo spettacolo di cabaret
di Beppe Altissimi il quale, tra gag, imitazioni,
e canzoni ci ha fatto trascorrere una divertente e piacevolissima serata.
Poi, dulcis in fundo: la serata è terminata con
grande abbondanza di torte e biscotti rigorosamente serviti su piatti gialli.
Scrivendo quest'articolo voglio sottolineare che sono orgogliosa d'essere donna, perché noi abbiamo una maggiore sensibilità
(rispetto all’uomo) verso tutte le cose sia
materiali che morali, sappiamo fare mille cose nello stesso momento e non molliamo
mai, sorridiamo anche quando vorremmo
urlare, piangiamo per qualcosa o qualcuno
in cui crediamo e troviamo sempre una ragione per andare avanti.
Siamo speciali 365 giorni all'anno ma l'Otto
Marzo un po' di più.
W le donne!
Anna Zanoni
Il Salone
di via Diomede 62
intitolato
a Tino Anzaghi
Domenica 13 marzo, la Sala di via Diomede 62 a
Lampugnano è stata intitolata al Socio Ernesto (Tino) Anzaghi, recentemente scomparso, per ricordarne la figura di ‘cooperatore sognatore’.
Nella foto, il Presidente Vincenzo Barbieri scopre la
targa dedicativa. Erano presenti i famigliari di Tino,
rappresentanti della Sezione ANPI “A. Poletti” e il Presidente del Consiglio di Zona 8 Simone Zambelli.
Da oggi per i soci c’è
uno spazio aperto,
per manifestare desideri
riguardo a teatro,
teatro,
musica,
musica, sport,
sport, viaggi,
viaggi,
servizi alla persona...
persona...
tutto quanto può
rendere gradevole la vita
in una grande comunità.
E sono arrivate
le convenzioni
per i Soci: sconti
commerciali e servizi
dal mondo della
Cooperazione.
Vi aspettiamo!
Ufficio territoriale
di Ecopolis, via Trenno 41.
Martedì e giovedì, ore 14.30-17.30
Tel. 02 3082409
[email protected]
Trovate l’elenco completo e i dettagli
delle convenzioni su
www.ecopolis.coop
Per ricevere subito gli AVVISI delle
attività sociali, ISCRIVETEVI
ALLA MAILING LIST
inviando un messaggio all’indirizzo
e-mail qui sopra.
Centro
Ricreativo Culturale
Via Sapri 77, Milano
www.al77.it
CIRCOLO
CULTURALE
F. MONDINI
Via Freiköfel 1, Milano. Tel. 02 511368
www.arcimondini.it
L’Associazione per la tutela e
valorizzazione del territorio e
degli spazi verdi del quartiere
Informazioni e adesioni:
Via E. Medea 10, Milano.
Tel. 02 45487360 [email protected]
Con il sostegno di
Aperte le iscrizioni
per il 2016
L’Associazione Vivi il Parco informa che
12
Aprile 2016
sono aperte le adesioni dei soci vecchi e
nuovi per l’anno 2016. Per informazioni
e per effettuare l’iscrizione rivolgiamoci
a Carla Marni presso l’Ufficio Territoriale di Ecopolis in via Medea 10.
Tel. 02 45487360
[email protected]
COOPERAZIONE
& Solidarietà
auser
volontariato
rogoredo
onlus
via rogoredo 41 milano
tel. 02 51621082 (Filo d'argento)
Quaderno
di casa
Proverbio del mese
Bisognarav avegh di amis anca a cà del
diavol (bisognerebbe avere amici anche a casa del diavolo). (www.latuamilano.com)
Assemblea Ordinaria
dei Soci
L’Assemblea ordinaria dei Soci della
Asd Rogoredo 84 si riunirà in 1a
convocazione giovedì 31 marzo
2016 e, occorrendo, in 2a
convocazione
Venerdì 21 aprile 2016
alle ore 21 presso il “Capannone”
del Centro Sportivo di via
Pizzolpasso 25 (Milano), per
discutere e deliberare sul seguente
OdG:
- Relazione del Consiglio direttivo
sull’attività 2015 e Bilancio
consuntivo chiuso al 31-12-2015;
- Valutazione proposte di
programma di attività per il 2016 e
bilancio preventivo;
- Rinnovo del Consiglio direttivo.
I Soci sono invitati ad intervenire.
per il Consiglio direttivo
il Presidente
Arch. Natale Comotti
Dal Quarto al Quinto Stato
Musica e teatro dal vivo partendo da un quadro e arrivando
a un libro. Le donne dalla tutela alla democrazia paritaria
T
utti insieme per organizzare una Festa
della Donna che lascia il segno: il Circolo Mondini con Ecopolis,Vivi il Parco, Comitato Soci Coop
Lombardia hanno offerto lo
spettacolo realizzato a cura
di Ileana Alesso e M. Eugenia
D’Acquino, quest’ultima in
scena con Annig Raimondi e
Andrea Fabiano che, nel Salone di via Freiköfel ci hanno
condotto a ripercorrere
“storie di donne, leggi, conquiste da un quadro a un libro”.
La mostra
di Antonia Pozzi
Le amiche dell'AUSER che
giocano a tombola al Circolo Mondini hanno visto presso lo Spazio Coop di via Freiköfel la mostra fotografica e
il filmato "Le immagini della
mia poesia” di Antonia Pozzi, una delle figure femminili
più importanti della poesia
del ‘900 che, attraverso le immagini scattate durante la
sua breve vita, ci rivela l'essenza della sua anima dotata
di grande cultura e di una
sottile sensibilità.
Brevi
Rogoredo
Assemblea dei soci
del Circolo Mondini
È convocata per sabato 16
aprile, ore 9.30 (seconda
convocazione) presso la sede sociale del Circolo in via
Freiköfel 1 a Rogoredo. Dopo l’esame e l’approvazione
Serate danzanti
al Circolo Mondini
BIBLIOTECA
di
ROGOREDO
Orari di apertura:
Lunedì, Martedì e Giovedi
dalle 16 alle 18.30
Sabato dalle 10.30 alle 12
• 16 aprile Colorado
• 23 aprile Coriandoli
• 30 aprile Fausta e
Gabriele
• 7 maggio Lory & René.
Ingresso riservato ai soci
Nuovi arrivi
Isabel Allende, “L’amante giapponese”;
Marco Presta,“Un calcio in bocca fa miracoli”; Maurizio De Giovanni, “Anime di
vetro. Falene per il commissario Ricciardi”;
Clara Sanchez, “La meraviglia degli anni
imperfetti”; Alessandro Robecchi, “Di
rabbia e di vento”; Jonathan Franzen,
“Purity”.
(foto Ecopolis)
INTERSANIT
AMBULANZA
24 ORE SU 24
ANCHE FESTIVI
del Rendiconto economico
2015, l’assemblea rinnoverà
gli organi sociali giunti al termine dei rispettivi mandati.
I soci sono invitati a partecipare.
Lampugnano
e Trenno
Appuntamenti al 77
Nella Sala di via Sapri 79.
Storia delle Religioni,
mercoledì 13 aprile ore 21,
Religioni riformate. Cinema, domenica 17 ore 16,
“Un po’ per caso un po’ per
desiderio”, regia di D.Thompson. Storia della Musica,
venerdì 22, ore 21, Il Ro-
manticismo e Chopin, con il
pianista M. Rizzotto (Scuola
di Musica MC).
Siamo dolenti di comunicare
che gli incontri “Percorsi
d’Arte” sono annullati per l’improvvisa scomparsa del relatore Ludovico Guastoni.
Aprile con Ecopolis
Sabato 9, alle 21, serata
danzante nel Salone Anzaghi di via Diomede 62 con la
musica di Mauro Starone.
Domenica 17, visita guidata
alla mostra di Umberto
Boccioni a Palazzo Reale.
Mercoledì 20, ore 16.30, Merendainsieme per i piccoli
cooperatori in via Cefalonia.
AMBULANZE INTERSANIT MILANO onlus
Via L. Pedroni 28/1, Milano.Tel. 02 36684313
Servizi di ambulanza per: emergenza, visite specialistiche, ricoveri
ospedalieri, trasporto infermi, dimissioni, trasporti per case vacanze...
TARIFFE SCONTATE PER I SOCI DI ECOPOLIS
Aprile 2016
13
Da vedere
Letto per voi
Umberto Boccioni
Il Genio e la Memoria 1882-1916
La Mostra a Palazzo Reale nel centenario
della scomparsa del grande artista
A
cento anni dalla morte di Umberto Boccioni (1882-1916) Milano
celebra con una grande mostra
“l'artista del Futurismo”, indiscusso protagonista dell'Avanguardia italiana; la sua geniale soluzione nel rappresentare visivamente il movimento e la sua ricerca sul rapporto tra oggetto e spazio che hanno influenzato fortemente le sorti della pittura e
della scultura del XX Secolo.
“Sicuramente tra tutte le Avanguardie, il Futurismo è stato il movimento più nervoso del Novecento, un secolo nervoso per eccellenza.Velocità, dinamismo, azione, modernità, il mito della
macchina e del progresso, insieme al disprezzo
per la tradizione e l'accademismo, costituiscono i nuovi valori dettati da Marinetti, Balla, Boccioni e altri” (Achille Bonito Oliva).
L'esposizione, frutto di un lavoro di ricerca,
presenta a Palazzo Reale dal 23 marzo al 10
luglio, circa 300 opere tra dipinti, sculture,
disegni, incisioni , documenti e fotografie
d'epoca, con l'eccezionale “corpus” di 61 disegni boccioniani, mai esposti, del Castello
Sforzesco.
Il percorso della mostra è suddiviso in due
ampie sezioni. Il giovane Boccioni
(1906-1910) che prede avvio dallo “Autoritratto” di Giacomo Balla (1902), un’opera
esemplare della pittura divisionista, che vedrà accanto “La campagna romana”, dipinto
che Boccioni eseguì a Roma mentre era allievo di Balla (1903), fase fortemente impressionata da Segantini, Previati e Fornara
significativamente presenti in mostra, dei
quali ammira le opere presentate nel 1907
alla Biennale di Venezia e al Salon parigino
dei pittori divisionisti.
Tra la fine del 1909 e l'inizio del ‘10, ampliando la cerchia di conoscenze ad altri artisti attivi a Milano legati anch'essi al circuito cul-
14
Aprile 2016
U. Boccioni, “La risata”, 1911 (particolare)
da Angelo Cappellini
turale della Famiglia Artistica, il giovane Boccioni incontra Filippo Tommaso Marinetti e
aderisce al movimento Futurista, lanciato
da quest'ultimo attraverso il manifesto fondativo del 1909 mentre cominciavano a
emergere le prime questioni relative al dinamismo in pittura, accompagnate dalla volontà di mutare il punto di vista delle opere,
ponendosi come osservatori al centro della scena rappresentata.
La seconda sezione, Boccioni futurista:
pratica e teoria (1911-1916) si apre con
il dipinti “Forze di una strada” del City Museum di Osaka e prosegue considerando le
tappe segnate da soggetti come “Antigrazioso”, “Materia”, “il dinamismo di un ciclista”, “Cavallo+case+cavaliere”, la serie dei
Dinamismi di un corpo umano e la ritrattistica matura, nella quale si impone con autorevolezza la nuova direzione espressiva a
cui Boccioni si era rivolto poco prima della
scomparsa prematura: un ritorno alla figuratività pregno di originali riflessi della lezione cézanniana e cubista.
Il ritmo di questo ampio capitolo futurista è
scandito da citazioni dagli scritti boccioniani e da una vasta rassegna stampa futurista
risalente al 1911-1916 (data della morte),
appartenuta alla sorella dell'artista, raccolte
probabilmente da Marinetti e Boccioni, presentate per la prima volta al pubblico.
Terminata la visita guidata che Ecopolis
organizza per il prossimo 17 aprile, si consiglia, nello spazio all'aperto retrostante il Palazzo Reale, una visita ecologica alla “Primavera futurista” allestita da Orticola di Lombardia,
con il progetto a cura dell'arch. Marco Bay e realizzazione dei vivai Nespoli, dedicata a questo
grande artista.
Angelo Cappellini
COOPERAZIONE
& Solidarietà
Non voglio comandare
Non voglio governare né comandare
nessuno. Vorrei aiutare tutti se possibile: ebrei, ariani, uomini neri e bianchi.Tutti noi esseri umani dovremmo
aiutarci sempre, dovremmo godere
della felicità del prossimo. Non odiarci e disprezzarci l'un l'altro. In questo
mondo c'è posto per tutti. La natura è
ricca e sufficiente per tutti noi. La vita
può essere felice e magnifica, ma noi
l'abbiamo dimenticato.
La macchina dell'abbondanza ci ha dato povertà, la scienza ci ha trasformati
in cinici, l'abilità ci ha resi duri e cattivi.
Pensiamo troppo e sentiamo poco.
Più che macchinari ci serve umanità,
più che abilità ci serve bontà e gentilezza. Senza queste qualità la vita è violenta e tutto è perduto.
…Voi, il popolo, avete la forza di creare le macchine, il progresso e la felicità.Voi, il popolo, avete la forza di fare si
che la vita sia bella e libera, di fare di
questa vita una splendida avventura…Uniamoci tutti. Combattiamo
tutti per un mondo nuovo, che dia a
tutti un lavoro, ai giovani la speranza,
ai vecchi la serenità ed alle donne la sicurezza. Per abbattere i confini e le
barriere. Combattiamo per eliminare
l'avidità e l'odio. Un mondo ragionevole in cui la scienza e il progresso
diano a tutti gli uomini il benessere…Nel nome della democrazia siate
tutti uniti.
…abbi fiducia nel domani, le nubi si diradano e il sole inizia e risplendere.
Prima o poi usciremo dall'oscurità
per andare verso la luce e vivremo un
mondo nuovo. Più buono, in cui gli uomini si solleveranno al di sopra del loro odio, della loro brutalità e della loro avidità. L'amore umano troverà le
sue ali e inizierà a volare con le sue ali
nell'arcobaleno verso la luce della speranza, verso il futuro. Il futuro radioso
che appartiene a me e a te. Ed a tutti
noi. Guarda in alto, Lassù.
Charlie Chaplin (1889-1977)
discorso all’umanità dal film
“Il grande dittatore”, 1940
La nostra
Storia
Circolo ‘2.0’
Riflessioni su un’istituzione
storica della cooperazione
G
Trent’anni fa
8 aprile 1986 L'attore Clint Eastwood viene eletto sindaco di Carmel-bythe-Sea, California.
13 aprile Papa Giovanni Paolo II visita la Sinagoga di Roma: è la prima volta nella storia che un papa entra in un
tempio ebraico.
14 aprile Gli Stati Uniti bombardano
la Libia ritenuta responsabile di favorire il terrorismo contro cittadini
americani. Muore Simone de Beauvoir, scrittrice, saggista e filosofa francese. Era nata nel 1908.
26 aprile Disastro nella centrale nucleare di Cernobyl (Unione Sovietica). L'esplosione provoca immediatamente 31 vittime. Nei giorni seguenti
una nube radioattiva contamina buona parte dell'Europa, Italia compresa.
ià all’inizio del Novecento, a scopo di “elevazione morale” oltre che
materiale dei soci, la cooperazione milanese dava vita a propri circoli ricreativi che, a partire dai giochi di carte tenuti
entro le regole di legge e dal rifiuto del bicchiere di vino agli alcolisti, offriva ai lavoratori, dopo le loro dure giornate di lavoro, un
ambiente mai sperimentato prima.
La sequenza di foto mostra una specie di loro storia sommaria: dal difficile secondo Dopoguerra in cui ci si accontentava di un pavimento e delle risorse della propria gestualità (il ballo), all’avvento delle attrezzature
per il gioco (biliardo, calciobalilla, flipper), fino alla trasformazione di molti circoli in luoghi di incontro, socializzazione e dibattito
politico-culturale che, nella felice stagione
degli Anni Sessanta non ancora trascolorati
nella durezza dello scontro sociale, ne fece i
luoghi di ritrovo di giovani comunità. Senza
dimenticare - anche grazie alle felici proposte di architettura ‘sociale’ di C. Ceccucci e
F. Marescotti negli Anni 50 - l’insostituibile
opportunità offerta alla costituzione di sedi
permanenti di molte associazioni e allo svolgimento di innumerevoli eventi pubblici.
Nelle foto a colori in alto, a noi contemporanee, mettiamo in evidenza quelli che ci
sembrano due elementi significativi di una
rinnovata attività cooperativa in campo ricreativo e culturale: la capacità di ‘separare’
l’evento da una struttura data e di articolare in forme nuove l’attività stessa, puntando
sulla riqualificazione delle strutture disponibili. Con il linguaggio di Internet: sta arrivando il ‘Circolo 2.0’?
In effetti, tralasciando l’utile via d’uscita alla
crisi di molti circoli costituita dal loro affidamento in gestione per uso ristorazione/ritrovo, il circolo ripensato può essere il
luogo in cui, davanti ad una bevanda tradizionale o moderna, si ragiona e si organizzano attività da svolgere in loco (il corso di
danza o di cucina, i giochi sociali, la musica, il
teatro...) o in un qualunque altrove (gita, visita guidata, trekking ecc.). D’altra parte, il ‘luogo circolo’ dovrebbe trasformarsi per diventare una struttura multifunzionale e flessibile, capace di sfruttare al meglio lo spazio
- risorsa sempre più rara specialmente in
città - e le tecnologie che permettono di immaginare e svolgere una gamma di attività
mai vista prima, se ad esempio si considera
correttamente Internet come un’infrastruttura di supporto alla creatività. Non
è difficile come si potrebbe pensare, e probabilmente nemmeno costosissimo. Architetti d’interni, tocca a voi!
Queste brevi riflessioni, sulle quali ritorneremo, nascono dall’esperienza compiuta da
Ecopolis in questi anni. La nostra Cooperativa ha ereditato dalle fondatrici tradizioni
di volontariato e strutture fisiche tradizionali ma non ha rinunciato, laddove utile, a sostenere realtà associative esterne (spesso
animate dai nostri soci) che operano in settori specifici come quello dello sport. I risultati sono positivi ma oggi si richiede un
adeguamento. Si può fare, perché è sempre
attiva una forza propria della cooperazione:
il fare insieme, la voglia di fare insieme.
Se oggi vediamo qualche indebolimento dello spirito di volontariato, forse non dipende
dal motore, ma dalla meta del viaggio.
Pietro Solera
MIREV MILANOsrl
Centro Commerciale Coop Palmanova
Via Benadir 5, 20132 Milano
tel. 022822182
[email protected]
Uffici Baggio
Via Gianella 21, 20152 Milano
tel 0248912041
sconti aggiuntivi per i soci di Ecopolis
Revisioni auto e moto
via G. Silva 27, 20149 Milano
tel. 02 39565977
[email protected]
sconti ai soci di Ecopolis
COOPERAZIONE
& Solidarietà
Orologi d’arredo, pendoleria
via Garegnano 44, 20156 Milano
tel. 02 3085050 www.divalorologi.it
prezzi di favore ai soci di Ecopolis
Aprile 2016
15
Aprile 2016
leggici su www.ecopolis.coop/Magazine
COOPERAZIONE
& Solidarietà
FFITTO
HE IN ANATO
C
N
A
A
OR NVENZIO
CO artamenti
app ostruzione
ac
di nuov
AFFITTI MENSILI
A PARTIRE DA:
600 euro (bilocali)
736 euro (trilocali)
1.096 euro (quadrilocali)
casavacanze
villa stazzona
La Valtellina in tutte le stagioni
Sondalo, Morbegno, Teglio, Bormio,
Livigno,
St. Moritz (Svizzera) a portata di mano. In
questa cornice, a Villa di Tirano (SO), si
trova la nostra casa di vacanze Villa
Stazzona: appartamenti attrezzati da
3 a 8 posti, riservati ai soci.
Info e prenotazioni: tel. 02 45487360,
[email protected]
Nel cuore della Maremma
a Magliano in Toscana (GR)
A pochi km dall’Argentario
appartamenti attrezzati
da 4 a 6 posti.
Piscina e impianti sportivi.
Ristorante-pizzeria.
Info e prenotazioni:
tel. 02 87281462,
[email protected]
Vacanze ritem
p
soggiorni rilass ranti,
anti...
Per le altre prop
e soggiorni in co oste di vacanze
nv
www.ecopolis.co enzione, visitate
op/Sportello-Soci
Fly UP