...

FESTA DELL`ALBERO - 2° Istituto Comprensivo "A. Volta" Floridia

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

FESTA DELL`ALBERO - 2° Istituto Comprensivo "A. Volta" Floridia
PROGETTO: “FESTA DELL’ALBERO” a.s. 2015/2016
2°I.C.” A.VOLTA” FLORIDIA
E SE ANCHE SAPESSI CHE DOMANI FINISCE IL
MONDO OGGI STESSO PIANTEREI IL MIO
ALBERELLO DI MELE.
MARTIN LUTHER KING
“C’E’ UN GRANDE AMICO CHE CI
DONA ARIA PULITA, FRUTTA DA
MANGIARE, OMBRA PER
RIPOSARE……E’ L’ALBERO!!”
VIVE IL TRASCORRERE DELLE
STAGIONI, UN PUNTO FERMO CHE
CAMBIA COL TEMPO…
NON A CASO, GIOVANNI BOLLEA,
IL PIU’ GRANDE
NEUROPSICHIATRA INFANTILE
MORTO A 97 ANNI NEL 2011,
FONDO’ L’Al.vi ALBERI PER LA
VITA, PER PRESERVARLI E
INVITARE I SINDACI A PIANTARNE
UNO PER OGNI NUOVO NATO.
PILLOLE DI STORIA
L a FESTA dell’ALBERO rappresenta una delle più antiche e gloriose cerimonie
forestali che la tradizione nazionale eredita da culture lontane nel tempo e nello
spazio: dai greci ai popoli orientali. Nell’epoca romana la più grande festa silvana era
“La festa Lucaria”, in quell’occasione i romani festeggiavano le particelle di bosco
impiantate nei mesi precedenti
Successivamente, nella seconda metà dell’Ottocento il mondo politico intellettuale
volle educare soprattutto la popolazione più giovane al rispetto e all’amore verso la
natura e in particolare verso gli alberi.
In Italia la prima “Festa dell’Albero” fu celebrata per iniziativa dello statista Guido
Baccelli allora Ministro della Pubblica Istruzione. Con il Regio Decreto Legge del 30
dicembre 1923 n. 3267 essa fu istituzionalizzata. L’art. 104 ha inteso infondere nei
giovani il rispetto e l’amore per la natura e per la difesa degli alberi.
Pertanto, per la salute del nostro ecosistema, ognuno di noi deve dare il proprio
contributo al raggiungimento degli obiettivi fissati dal protocollo di Kyoto, accordo
internazionale entrato in vigore il 16 febbraio del 2005 che impegna i 169 paesi
firmatari a ridurre le emissioni di gas serra almeno del 5% rispetto al 1990.
La “Festa dell’Albero” non solo è in linea con le indicazioni nazionali del Protocollo
di Kyoto, ma valorizza la funzione essenziale del patrimonio arboreo e boschivo nei
confronti della collettività.
PREMESSA
L’albero produce l’ossigeno che ognuno di noi e altro essere vivente respira. Una
chioma di un albero alto circa 25 cm produce la quantità di ossigeno di cui un essere
umano ha bisogno in un giorno.
E’ un naturale filtro dell’aria. Le sue radici trattengono il terreno evitando frane e
smottamenti, fa ombra nelle giornate afose, è la casa di molti animali, arreda i centri
urbani. E’ fondamentale per il ciclo dell’acqua.
FINALITA’
Il progetto nasce dall’esigenza di far crescere negli alunni il senso di responsabilità e
di condivisione di valori. Si prefigge di far acquisire agli stessi atteggiamenti di
rispetto e di salvaguardia nei confronti dell’ambiente che li circonda con un feedback speciale” L’albero è vita e noi viviamo”.
OBIETTIVI FORMATIVI






FORMARE UNA COSCIENZA ECOLOGICA;
IMPARARE AD AMARE;
OPERARE SCELTE IN MODO CONSAPEVOLE;
OSSERVARE E RACCONTARE;
COMUNICARE E COLLABORARE.
REALIZZARE CON CREATIVITA’ ELABORATI GRAFICO-PITTORICI.
La festa dell’albero avrà luogo giorno 20 Novembre 2015 alle ore 9.00 in presenza
del Dirigente Scolastico Dott. Renato Santoro, del Sindaco di Floridia, dell’Assessore
all’Ambiente, del responsabile di Legambiente Signor Giaquinta, di un
rappresentante della Guardia Forestale, del Comandante della Polizia Municipale e
le rappresentanti di classe con le seguenti modalità:
MODALITA’ DI REALIZZAZIONE
 Nel boschetto antistante la Scuola dell’Infanzia, gli alunni insieme alle
insegnanti, piantumeranno piantine aromatiche dentro cassettine di legno,
che verranno riposte sul terreno all’ interno degli spazi delimitati già esistenti
così da formare “Un sentiero degli odori”. Canteranno canzoni a tema e
indosseranno un simbolo che rappresenta l’albero.
Per ottimizzare i tempi di realizzazione della festa, le insegnanti di Scuola
dell’Infanzia, giorno 20 novembre effettueranno l’orario in compresenza.
 Subito dopo, tutti i rappresentanti suddetti, insieme ad una delegazione di
bambini di Scuola dell’Infanzia (5 anni), si recheranno nel cortile dell’Istituto
Scolastico” A. Volta. Dove ci saranno ad attenderli i restanti alunni delle classi
quarte e quinte della Scuola Primaria insieme agli alunni delle classi prime
della Scuola Secondaria di Primo Grado, si posizioneranno nel cortile della
scuola così da formare un albero agiteranno con le mani pon pon di colore
verdi e marroni a seconda della posizione finale. Nello spazio individuato si
piantumeranno alberi e piantine regalate dal Corpo Forestale dello Stato,
tutto verrà allietato da canti e poesie.
L e insegnanti di Scuola dell’Infanzia per i canti si raccorderanno con l’insegnante
Fiorenzo Giuliano.
Le insegnanti delle classi quinte e quarte sono invitate a preparare con i loro
alunni delle canzoni attinenti il progetto.
I docenti d’italiano proporranno ai ragazzi delle classi prime di Scuola Secondaria
di 1°Grado la recitazione di poesie (una per ogni classe).
L a Commissione Continuità e Orientamento
Coordinatrice Ins.te Concetta Enea
Ins.te Lucia Oliva
Ins.te Maria Grazia Tomaino
Prof.ssa Santa Romano
Prof. Paolo Calafiore
Fly UP