...

Igiene: alcuni consigli pratici per la cura del nostro Boxer Muso

by user

on
Category: Documents
17

views

Report

Comments

Transcript

Igiene: alcuni consigli pratici per la cura del nostro Boxer Muso
Igiene: alcuni consigli pratici per la cura del nostro Boxer
Muso - Occhi – Orecchie
Rivista BOXER n. 06/2002
Dott. Natale Longoni
Libero Professionista laureato presso la facoltà di Medicina Veterinaria di Milano
Membro della Commissione Tecnico Scientifica del Boxer Club Italia
Dopo aver trattato la cura del mantello passiamo ora ad esaminare la
cura del muso, degli occhi e delle orecchie.
Per quanto riguarda il muso è importante la pulizia quotidiana, in
particolare dopo i pasti, soprattutto se sono a base di zuppe o cibo umido.
Si può così evitare che i residui di cibo seccando possano innescare processi patologici come
follicoliti e/o dermatiti localizzate.
Per evitare tutto questo è sufficiente usare una spugna o un panno umido, cercando di pulire
con cura le pieghe del mento, e quelle sul muso, che dall'angolo interno dell'occhio scendono
verso le guance.
Queste pieghe possono essere più facilmente sede di processi infiammatori in cani con canna
nasale corta, perciò consiglio di effettuare cure quotidiane.
In particolare se nell'angolo interno dell'occhio si nota una lacrimazione abbondante, detta
epifora, la pulizia quotidiana eviterà il cambio di colore del pelo sulle guance e l'instaurarsi di
processi infiammatori a carico della cute.
Per la pulizia di questa zona consiglio di utilizzare dei prodotti pronti all'uso, comunemente
reperibili in commercio, oppure acqua borica.
L'instaurarsi di questa lacrimazione abbondante, visibile soprattutto di mattino, va ricercata o
nella presenza di parassiti intestinali o nell'infiammazione a carico dei dotti lacrimali,
riscontrabile frequentemente in soggetti con palpebre lasse o ancora in soggetti alimentati con
razioni di cibo abbondanti dal punto di vista energetico.
Per la pulizia del padiglione auricolare e del condotto uditivo esterno, si può utilizzare un panno
di cotone inumidito con acqua tiepida, alcool denaturato o del comune latte detergente.
Quest'operazione va effettuata una o due volte al mese nella normalità; invece in presenza di
otiti la pulizia e l'applicazione di medicamenti sarà quotidiana.
Anche nei processi infiammatori a carico del condotto uditivo esterno, una dieta errata oppure
troppo ricca dal punto di vista energetico crea un aumento della secrezione di cerume
determinando così l'instaurarsi di otiti ceruminose, le quali se trascurate possono trasformarsi
in infezioni batteriche.
Concludendo consiglio di mettere in atto queste semplici operazioni riguardanti la cura del
nostro boxer fin da cucciolo così da avere poi un soggetto adulto collaborante e soprattutto in
ordine che, nella malaugurata ipotesi fosse colpito da processi patologici più o meno seri a
carico della cute o dei suoi annessi, potranno essere ben valutati e visitati, "in primis", dal
veterinario curante e in seconda battuta trattato con profilassi mediche e dietetiche "ad hoc"
nell'ambito domestico dal proprietario.
Otterrete così in tempi brevi il ritorno alla normalità senza stress per il nostro boxer, per il
proprietario e, scusate ..... per il veterinario.
Fly UP