...

Furti a raffica in pieno giorno Ladri fermati a morsi da un

by user

on
Category: Documents
10

views

Report

Comments

Transcript

Furti a raffica in pieno giorno Ladri fermati a morsi da un
[52
]
LA PROVINCIA
ERBA
S A B AT O 2 4 M A R Z O 2 0 1 2
[ CANZO ]
Rapina dell’ottico,ai domiciliari i due ragazzi
Hanno chiesto di patteggiare condanne a due e a tre anni: il 30 maggio la sentenza
L’OTTICO Il negozio rapinato
CANZO Chiusura rapidissima per l’inchiesta sulla rapina commessa lo scorso 25 febbraio a Canzo, al negozio di ottica Vision
Group di via Volta. La Procura della Repubblica ha fornito parere positivo al patteggiamento di due condanne a due e a tre anni rispettivamente per Marco Mallardo, 21 anni di Carugo, e per Rocco Benedetto, anch’egli 21 anni, di Mariano Comense, entrambi
assistiti dall’avvocato Massimiliano Galli.
Se tutto andrà come previsto le sentenze saranno ratificate dal gup il prossimo 30 maggio. I due, nel frattempo, hanno lasciato il
carcere del Bassone, e sono a casa, agli arresti domiciliari. Il giudice preliminare Maria
Luisa Lo Gatto ha accolto una istanza di attenuazione della misura di custodia avanzata dall’avvocato, anche senza il parere della Procura. Le ragioni che l’hanno indotta
a consentire il trasferimento dal Bassone sono da ricercarsi nel fatto che Benedetto sia
alle prese con problemi di tossicodipendenza, e che il regime di detenzione domiciliare meglio si presti a consentirgli di proseguire le terapie già in atto da tempo, come
confermato anche dall’Asl. Il giudice ha an-
che ritenuto di dover ritenere attendibile
la spiegazione che i due ragazzi hanno fornito dei motivi che li avevano indotti a rapinare l’ottico. Benedetto, in piena crisi di
astinenza, avrebbe chiesto all’amico di aiutarlo a procurarsi denaro per acquistare sostanze stupefacenti e Mallardo, dal canto
suo, avrebbe accertato perché spaventato
dalle condizioni psico-fisiche dell’amico. Il
colpo, lo ricordiamo, fruttò non moltissimo:
un po’ di occhiali, un computer, un cellulare e un paio di manette.
S. Fer.
[ ALBESE CON CASSANO ]
brevi
Furti a raffica in pieno giorno
Ladri fermati a morsi da un pitbull
[ ERBA]
Lavori, senso alternato
Colpo in via Montorfano, malviventi ripresi in video. Sparite le grondaie al cimitero
ALBESE CON CASSANO Si Nel trambusto la refurtiva è
chiama Darko, è un pitbull di stata limitata: «Solo dei prequaranta chili di peso dal pe- ziosi, stiamo parlando però di
lo nero. La mattina di merco- circa un migliaio di euro in toledì ha messo in difficoltà un tale. I ladri non hanno avuto
duo di ladri che si sono intro- tempo d’individuare per
dotti nella casa dei suoi padro- esempio dei soldi che si troni di via Montorfano. Li ha te- vavano in casa. Dobbiamo
davvero ringraziare
nuti in scacco circa
il nostro pitbull. Dodue ore regalandopo essere stati da
gli anche qualche
noi, hanno tentato
morso, lividi e tagli.
anche con un viciAlla fine i malvi- SUL SITO
no che era in casa e
venti hanno rubato laprovinciadicomo.it
che li ha inseguiti,
valori per un mi- Sul nostro sito
ma si sono dileguagliaio di euro. Sono internet
le fotografie
ti, alla fine se ne soperò stati ripresi an- del cane Darko
no andati dopo le
che dalla videosor11. Negli ultimi
veglianza di un negozio vicino: il materiale è in giorni ci hanno parlato di alcuni furti tra Albavilla ed Almano alle forze dell’ordine.
Tra Albese con Cassano ed Al- bese con Cassano».
bavilla si sono registrati alcu- Sempre tra martedì e merconi furti nel corso della setti- ledì si è verificato un furto anmana, martedì è stato allegge- che di rame al cimitero del
rito anche il cimitero di alcu- paese: «I ladri hanno preso alcuni pluviali dalle cappelle,
ni pluviali in rame.
«Dobbiamo ringraziare Darko, di rame nel nostro cimitero
senza di lui i ladri avrebbero non ne abbiamo molto ma
potuto rubare molto di più, li quel poco hanno rubato - spieha tenuti impegnati e la lotta ga il sindaco Alberto Gaffuri
non deve essere stata incruen- - Ci hanno segnalato dei furti
ta visto che abbiamo trovato anche in appartamenti».
Giovanni Cristiani
macchie di sangue - spiega il
proprietario Luca Polli - In casa abbiamo trovato uno sfacelo, hanno tentato di chiudere [ ALSERIO ]
Darko in diverse stanze, bloccando le porte con gli oggetti
più disparati, ma lui deve essersi sempre liberato impedendo ai ladri di fare ciò che
volevano».
I malviventi hanno tentato in
diversi modi di entrare nell’a- ALSERIO Furto di rame nella
bitazione: «Ci sono le riprese notte tra giovedì e venerdì alla
video dell’edificio di fronte, scuola primaria Aldo Moro:
hanno parcheggiato l’auto da- gran parte dei pluviali, delle
vanti a casa nostra poco dopo gronde e dei rivestimenti in rale 9 di mattina, due uomini so- me della parte posteriore della
no scesi mentre un altro è ri- scuola, quella che si affaccia sul
masto in auto. Hanno passato campetto da calcio, sono stati
la recinzione e poi cercato di portati via.
forzare la porta, non riuscen- Ad accorgersi dell’accaduto sodovo sono passati finestra, ma no stati i bambini ieri mattina
una volta dentro si sono im- intorno alle 10.30, quando sono
battuti in Darko».
usciti nel campetto posteriore
Il cane non ha lasciato loro per la ricreazione. I piccoli hancampo libero: «Difficile dire no subito notato che la rete che
cosa sia successo, di certo ha si affaccia sul prato che porta al
molto abbaiato e l’hanno sen- lago era stata divelta. Quindi, altito anche i vicini. Vedendo lo zando gli occhi verso il tetto si
stato della casa all’interno vie- sono accorti che le tegole erano
ne da pensare che abbiano cer- spostate. Gli insegnanti hanno
cato di bloccarlo, magari chiu- visto che erano stati portati via
dendolo in una stanza, ma grondaie e rivestimenti in rame.
Darko è in grado di aprire le «Abbiamo subito capito quindi
porte e di certo non si fa fer- che si trattava di furto - spiega
mare così facilmente. C’era del Damiano Colombo, maestro e
sangue in casa, pensiamo dei responsabile del plesso di Alseladri, li deve avere morsicati». rio - I malviventi hanno lascia-
(v. fal.) - Da lunedì a venerdì 13 aprile sarà
istituito il senso unico alternato in via
Quattro Novembre, da via Marconi al confine con Ponte Lambro, dalle 8 alle 12 e
dalle 13 alle 18, a causa di lavori stradali.
[ ERBA]
Investire sui giovani
(v. fal.) - L’investire sui giovani, per la precisione "I nostri giovani, come fare il miglior investimento", sarà il tema dell’incontro, organizzato dall’associazione "Familiarmente noi" e dall’assessorato alla
cultura, che si terrà oggi pomeriggio dalle 15.30 nella biblioteca, in via Joriati 6.
[ LAMBRUGO ]
La terza età a Rimini
(p. sar.) - Il gruppo anziani ha organizzato
un soggiorno climatico in Romagna, a Rimini. Sono previsti due periodi: il primo
da venerdì 25 maggio a sabato 9 giugno
con quota di partecipazione di 540 euro,
il secondo da sabato 9 a domenica 24 giugno con quota di 580 euro. Le quote comprendono il viaggio in pullman, la pensione completa e l’accesso alla spiaggia; per
i residenti nei Comuni di Lambrugo, Merone e Monguzzo sono ridotte di cinquanta euro. Oggi è l’ultimo giorno utile per
prenotarsi, allo 031/ 60.85.87.
IN VIA MONTORFANO La villetta presa di mira e il cane Darko nel riquadro
Rubato il rame a scuola,se ne accorgono i bambini
La scoperta ieri mattina durante la ricreazione delle 10,30. Danni ingenti alla struttura
to solo i canali laterali, quelli
che possono essere visti anche
dalla strada, probabilmente per
evitare di farsi scoprire».
La razzìa deve avere preso un
bel pò di tempo ai ladri: per portare a compimento la loro opera hanno spostato anche diverse tegole del tetto. Il furto, però,
con tutta probabilità si è chiuso
in gran fretta: i malviventi hanno lasciato sul posto una piccola scala di legno, utilizzata per
salire sul tetto, e un asse di legno abbandonato in mezzo al
prato.
«Ci siamo accorti della scala abbandonata - spiega Monica Lui-
A SCUOLA Sparito tutto il rame
setti, l’altra responsabile del
plesso - dopo aver visto il furto:
la scala infatti era nascosta nella piccola rientranza tra i due
tetti, davanti alle finestre dei bagni». Gli insegnanti hanno richiesto subito l’intervento del
Comune e della polizia locale:
sul posto è intervenuto per un
primo sopralluogo il comandante Luca De Stefano, insieme ai
carabinieri della stazione di Erba. Il Comune sta già provvedendo a sporgere denuncia contro ignoti. Al momento risulta
difficile una stima precisa dei
danni: «Vista la mole di rame
che hanno portato via - spiega
il comandante della polizia locale - molto è probabilmente il
danno ammonta a qualche migliaia di euro».
Dell’accaduto è stata avvisata
anche la preside Armanda Selva, che dirige l’Istituto comprensivo Carlo Porta di cui la scuola fa parte. Episodi del genere si
erano verificati anche la scorsa
estate nella struttura polivalente, che si trova proprio di fronte alla scuola elementare e che
viene abitualmente utilizzata,
dalla Pro loco per le sagre estive: anche allora erano stati
asportati quasi tutti i canali in
rame della struttura.
Recentemente il Comune ha
provveduto a sostituirli con altri canali in ferro, alluminio e
plastica e, quindi, non più appetibili. Un altro episodio analogo era avvenuto, sempre la
scorsa estate in una villa privata di via Buerga. Probabilmente l’amministrazione prenderà
in considerazione nelle prossime settimane la possibilità di
installare grondaie e pluviali in
ferro o plastica, anche sulla
scuola primaria per evitare il ripetersi di episodi del genere, ormai sempre più frequenti e diffusi.
Simone Rotunno
Fly UP