...

pagamento bonifici esteri - Banca Credito Cooperativo di Brescia

by user

on
Category: Documents
13

views

Report

Comments

Transcript

pagamento bonifici esteri - Banca Credito Cooperativo di Brescia
ISTRUZIONI PER
L’INSERIMENTO DEI BONIFICI
Sommario
1.
DISPOSIZIONE BONIFICO SEPA ........................................................................................ 2
1.1.
1.2
BONIFICO SINGOLO SEPA.................................................................................................. 2
BONIFICI MULTIPLI SEPA/XML ........................................................................................ 5
2.
DISPOSIZIONE BONIFICO URGENTE ............................................................................. 10
3.
DISPOSIZIONE BONIFICO FISCALE ................................................................................ 11
4.
INSERIMENTO BONIFICI SOGGETTI A MONITORAGGIO FINANZIARIO GRANDI
OPERE ................................................................................................................................... 13
5.
DISPOSIZIONE BONIFICO ESTERO ................................................................................. 18
1
1.
DISPOSIZIONE BONIFICO SEPA
1.1. BONIFICO SINGOLO SEPA
Per inserire un bonifico singolo SEPA, nella home page di Inbank selezionare dall’area
“Pagamenti”, “Bonifici” – “Bonifico”
Nella schermata successiva viene richiesto l’inserimento dei dati del bonifico. Selezionare
innanzitutto il conto corrente di addebito, dopodiché compilare i restanti campi (i campi
evidenziati in rosso nella schermata successiva sono obbligatori).
2
Guida alla compilazione dei campi:
Data esecuzione: con i nuovi formati Sepa non è più possibile inserire la data valuta al
beneficiario ma solo la DATA ESECUZIONE, cioè la data di addebito sul conto corrente
del debitore. La data di esecuzione deve essere sempre il giorno lavorativo precedente
alla valuta del beneficiario, cioè a quando si vuole accreditare il conto corrente del
beneficiario.. Solo nel caso di corrispondenza tra la banca del debitore e la banca del
beneficiario, la data di esecuzione e quella di accredito del bonifico potrebbero coincidere.
Aggiungi Ord. Eff.: campo in cui va lasciato OFF
Richiesta esito Benef: è un campo facoltativo, va flaggato soltanto se si vuole richiedere
l’esito del bonifico, in questo caso verrà richiesto anche il Codice CUC che andrà
richiesto al beneficiario del bonifico.
Causale Bancaria: va lasciato valorizzato il valore CASH – Pagamenti gestione
disponibilità/ liquidità, che identifica la causale generica valida per tutti i tipi di
pagamento.
***
Attraverso l’opzione “Mostra campi facoltativi”, presente nel menù impostazioni, è possibile
in ogni momento far apparire nella schermata alcuni campi non obbligatori, quali ad
esempio, l’indirizzo del beneficiario o la modalità di esecuzione.
3
Quando è tutto compilato cliccare sul tasto “Continua” (eventuali errori nella
compilazione dei dati vengono segnalati in rosso e notificati attraverso un messaggio di
errore posizionato sotto la barra del titolo).
Dopo aver cliccato su “continua”, vengono riepilogati i dati del bonifico appena inserito. Da
questa pagina, per confermare i dati inseriti, cliccare su “conferma”; per modificarli,
cliccare sul tasto “modifica”.
Una volta cliccato sul tasto “conferma”, viene richiesto l’inserimento dello strumento di
sicurezza per effettuare le disposizioni (c.d. TOKEN), dopodiché, se l’invio è andato a
buon fine, comparirà una pagina riepilogativa con un messaggio (in verde) di inserimento
corretto della disposizione
Consigliamo sempre la consultazione dello storico al fine di avere conferma dell’effettiva
spedizione e per visualizzarne lo stato di avanzamento (RICHIESTO, disposizione appena
inviata ed in arrivo alla banca – ACQUISITO, disposizione arrivata alla banca destinataria).
4
1.2 BONIFICI MULTIPLI SEPA/XML
Per creare una distinta di più bonifici in modalità SEPA è necessario utilizzare la funzione
“GESTIONE DISPOSIZIONI” presente nel menù di sinistra:
E’ possibile creare una distinta manualmente oppure importare un file.
1) In caso si voglia creare una distinta manualmente: cliccare sul pulsante “CREA
DISTINTA” e selezionare successivamente la voce “BONIFICI” o “STIPENDI SEPA”
Nella schermata successiva è necessario selezionare il conto corrente di addebito e la
data di esecuzione dei bonifici (la data di esecuzione deve essere uguale per tutti i bonifici
contenuti all’interno della distinta; in caso si voglia inserire bonifici con data di esecuzione
diversa, è necessario suddividerli in diverse distinte).
Cliccare poi sulla voce “Aggiungi Bonifici”.
5
Viene quindi richiesto l’inserimento dei dati del bonifico (i campi obbligatori sono
evidenziati in grassetto). Quando è tutto compilato cliccare sul tasto “Aggiungi nuova
disposizione” (se si vuole aggiungere un altro bonifico) oppure su “Fine inserimento” (se
non si hanno più bonifici da inserire).
A questo punto vengono riepilogati i bonifici inseriti con l’importo totale della distinta.
E’ possibile modificare il singolo bonifico cliccando sull’icona
eliminarlo cliccando sull’icona
”Elimina”.
“Modifica”, oppure
E’ inoltre possibile modificare la data di esecuzione della distinta cliccando sulla voce
“Modifica distinta”.
6
Per inviare la disposizione cliccare sulla voce “INVIA”, verrà richiesto l’inserimento dello
strumento di sicurezza per effettuare le disposizioni (c.d. TOKEN).
Consigliamo sempre la consultazione dello storico al fine di avere conferma dell’effettiva
spedizione e per visualizzarne lo stato di avanzamento (RICHIESTO, disposizione appena
inviata ed in arrivo alla banca – ACQUISITO, disposizione arrivata alla banca destinataria).
2) In caso si voglia importare un file creato tramite programma gestionale esterno:
cliccare sul pulsante “IMPORTA DISTINTE” e selezionare successivamente la voce
“BONIFICI SEPA” o “STIPENDI SEPA”
Selezionare il conto corrente di addebito e il file da importare cliccando sulla voce
“SFOGLIA" (in questo caso il file da importare dev’essere in formato SEPA/XML). Cliccare
poi sulla voce “IMPORTA”.
7
A questo punto viene riepilogato il totale della distinta importata; per vedere il dettaglio
cliccare sull’icona “LISTA DISTINTE”.
Dalla Lista distinte puoi modificare le distinte che hai creato, cliccando sul pulsante
”Modifica”.
Questo pulsante ti conduce alla schermata di dettaglio della distinta, da cui puoi modificare
i dati delle singole disposizioni sempre tramite il pulsante
”Modifica” presente in
corrispondenza delle disposizioni.
E’ possibile anche eliminare un singolo bonifico cliccando sull’icona
”Elimina” presente
in corrispondenza di ogni disposizione.
Se si vuole invece modificare la data di esecuzione della distinta, è necessario cliccare
sulla voce “Modifica distinta”.
Per inviare la distinta cliccare sulla voce “INVIA”, verrà richiesto l’inserimento dello
strumento di sicurezza per effettuare le disposizioni (c.d. TOKEN).
8
Consigliamo sempre la consultazione dello storico al fine di avere conferma dell’effettiva
spedizione e per visualizzarne lo stato di avanzamento (RICHIESTO, disposizione appena
inviata ed in arrivo alla banca – ACQUISITO, disposizione arrivata alla banca destinataria).
9
2.
DISPOSIZIONE BONIFICO URGENTE
Per inserire un bonifico URGENTE, nella home page di Inbank selezionare il menù
“Pagamenti” - “Bonifici” – “Bonifico”.
Cliccare sul menù “Impostazioni” presente in alto a destra della schermata di inserimento
del bonifico, ed attivare l’opzione “Mostra campi facoltativi”.
Procedere con l’inserimento dei dati, come un normale bonifico. L’unica differenza
rispetto un bonifico normale è nel campo “Modalità esecuzione” nel quale bisogna
selezionare la voce “URGENTE”.
10
3.
DISPOSIZIONE BONIFICO FISCALE
1) Per inserire un bonifico per le agevolazioni fiscali, nella home page di Inbank
selezionare dall’area “Pagamenti”, “Bonifici” – “Bonifico per agevolazioni fiscali” (v. Fig. 1).
Fig. 1
2) Nella schermata successiva (v. Fig. 2), viene richiesto l’inserimento dei dati del
bonifico. Selezionare innanzitutto il conto corrente di addebito, dopodiché compilare i
restanti campi. Rispetto ad un bonifico normale, è necessario specificare due ulteriori
campi obbligatori: il codice fiscale/partita iva del beneficiario (A) e il “codice causale” del
bonifico (B), ovvero la legge di riferimento per l’agevolazione fiscale (“ristrutturazione
edilizia L. 449/97”, “risparmio energetico L.296/06”, “arredamento/elettrodomestici
L.033/09).
Quando è tutto compilato, cliccare sul tasto “Continua”; le schermate successive sono le
stesse previste per l’inserimento del “bonifico singolo”.
11
Fig. 2
Consigliamo sempre la consultazione dello storico al fine di avere conferma dell’effettiva
spedizione e per visualizzarne lo stato di avanzamento (RICHIESTO, disposizione appena
inviata ed in arrivo alla banca – ACQUISITO, disposizione arrivata alla banca destinataria).
12
4.
INSERIMENTO BONIFICI SOGGETTI A MONITORAGGIO
FINANZIARIO GRANDI OPERE
Per inserire un bonifico soggetto a monitoraggio finanziario, è necessario utilizzare la
funzione dell’Inbank “Bonifico Singolo SEPA”.
Nella home page di Inbank selezionare dall’area “Pagamenti”, “Pagamenti” – “Bonifico”
Nella schermata successiva viene richiesto l’inserimento dei dati del bonifico:
1. Innanzitutto, è necessario rendere visibili i campi facoltativi, cliccando sul menù “impostazioni”.
Il menù “Mostra campi facoltativi” deve essere in verde.
2. Selezionare poi, come conto corrente di addebito, il conto corrente dedicato aperto presso la
propria filiale e, successivamente, i dati relativi al bonifico (beneficiario, IBAN beneficiario,
importo e data esecuzione);
3. In aggiunta, rispetto ad un tradizionale bonifico, è inoltre necessario, pena la nullità dello
stesso:
13
a) Inserire il flag in corrispondenza della voce “esito ordinante”:
b) Richiedere l’esito al beneficiario, valorizzando il flag in corrispondenza della voce “esito
beneficiario” e compilando nel campo CUC il valore 0883796U (corrispondente al CUC del
DIPE – Dipartimento per la Programmazione e il Coordinamento della Politica Economica):
ATTENZIONE!
Il CUC è sempre
0883796U
c) Inserire la causale nel seguente formato:
//MIP/CUP del progetto/Causale MGO/testo libero
Dove:



MIP = stringa fissa
CUP del progetto = trattasi del Codice Unico del progetto (15 caratteri)
Causale MGO (2 caratteri) = vedere tabella seguente:
14
Esempio:
//MIP/B82U07000000005/02/fattura del …
15
ATTENZIONE: in mancanza del flag su “esito beneficiario” o della
correttezza formale della causale come sopra specificata, il bonifico
verrà rifiutato e sarà necessario re-inserirlo nuovamente.
Quando è tutto compilato cliccare sul tasto “Continua” (eventuali errori nella compilazione
dei dati vengono segnalati in rosso e notificati attraverso un messaggio di errore
posizionato sotto la barra del titolo)
Dopo aver cliccato su “continua”, vengono riepilogati i dati del bonifico appena inserito. Da
questa pagina, per confermare i dati inseriti, cliccare su “conferma”; per modificarli,
cliccare sul tasto “modifica”.
16
Una volta cliccato sul tasto “conferma”, viene richiesto l’inserimento dello strumento di
sicurezza per effettuare le disposizioni (c.d. TOKEN), dopodiché, se l’invio è andato a
buon fine, comparirà una pagina riepilogativa con un messaggio (in verde) di inserimento
corretto della disposizione
Consigliamo sempre la consultazione dello storico al fine di avere conferma dell’effettiva
spedizione e per visualizzarne lo stato di avanzamento (RICHIESTO, disposizione appena
inviata ed in arrivo alla banca – ACQUISITO, disposizione arrivata alla banca destinataria).
E’ inoltre possibile verificare l’esito del bonifico effettuato attraverso il menù “Pagamenti –
Esiti – Pagamento”
17
5.
DISPOSIZIONE BONIFICO ESTERO
Questa funzione è da utilizzare se si vuole effettuare bonifici esteri verso paesi non
aderenti alla Sepa o in valuta diversa dall’euro.
Se il paese del beneficiario aderisce alla SEPA è necessario utilizzare la funzione
“Bonifico singolo Sepa” (v. par. 2).
Nella home page di Inbank, selezionare l’area “Operazioni estero” – “Bonifico Estero”.
Verrà subito presentata la schermata per l’inserimento del bonifico estero.
Innanzitutto, consigliamo di rendere visibili i campi facoltativi, cliccando sul menù
“impostazioni”. Il menù “Mostra campi facoltativi” deve essere in verde
18
Selezionare nella prima sezione “Dati ordinante”, il conto corrente sul quale si vuole
addebitare il bonifico:
Nella sezione “Dati Beneficiaio” inserire i dati del beneficiario, comprensivi del codice BIC
(altrimenti detto SWIFT). Attenzione: il codice BIC deve essere di 11 caratteri totali; nel
caso si abbia un codice BIC di soli 8 caratteri, è necessario inserire XXX alla fine del
codice.
Nella sezione “dati bonifico” inserire l’importo (è possibile anche selezionare una valuta
diversa dall’euro) e la “causale di monitoraggio fiscale” (di default impostata su 7010).
19
Nella sezione “Informazioni per il beneficiario”, selezionare la voce “messaggio” nel campo
“tipologia informazioni” e inserire la causale del bonifico nel campo “messaggio”
Per inserire la data di esecuzione del bonifico, selezionare “ON” nel campo “Aggiungi info
sul pagamento”:
Cliccare su “continua” per confermare l’inserimento del bonifico.
Nella schermata successiva, verranno riepilogati i dati del bonifico, cliccare quindi su
“conferma”, dopodichè verrà richiesto l’inserimento dello strumento di sicurezza (c.d.
TOKEN) per confermare la disposizione.
20
Consigliamo sempre la consultazione dello storico al fine di avere conferma dell’effettiva
spedizione e per visualizzarne lo stato di avanzamento (RICHIESTO, disposizione appena
inviata in arrivo alla banca – ACQUISITO, arrivato alla banca destinataria).
21
Fly UP