...

Scarica il DIARIO in formato PDF

by user

on
Category: Documents
5

views

Report

Comments

Transcript

Scarica il DIARIO in formato PDF
SORRENTO - POMPEI - NAPOLI
in camper - CAPODANNO 2002
Il progetto iniziale era molto più ambizioso: fino all’ultimo momento avremmo voluto
trascorrere l’ultimo dell’anno a Berlino ma, sentite le catastrofiche previsioni del tempo che
annunciavano temperature polari in Germania, abbiamo preferito orientarci verso una classica
meta nostrana, la Penisola Sorrentina.
Sabato 29 Dicembre: Siamo partiti verso le ore 16:00, incontrando un fastidioso vento sulla
E45. Mano a mano procedevamo verso Sud però, notavo con piacere che la temperatura
esterna saliva di diversi gradi, stabilizzandosi, in piena notte, sui 10-11 gradi. Usciti a
Sangemini, abbiamo seguito le indicazioni verso la Foresta Pietrificata (percorsi Km. 365) e ci
siamo sistemati nel vaso parcheggio situato di fronte all’ingresso, intenzionati a visitarla al
mattino.
Domenica 30 Dicembre: Con disappunto abbiamo scoperto che le visite si erano interrotte dal
mese di ottobre e sarebbero riprese in primavera. Dopo un doveroso omaggio alle mozzarelle
di S. Vittore, siamo arrivati a Sorrento verso le 14:00, avendo incontrato pochissimo traffico.
Ci siamo diretti al noto campeggio NUBE D’ARGENTO (tel. 081 871344 – possiede anche un
sito web per le prenotazioni, ma è inutile servirsene perché tanto non lo aprono!) ove avevamo
sostato anni fa, ma era pieno. Abbiamo ripiegato su un parcheggio a pagamento (Ediltrans
Sorrento – Via degli aranci, 25), situato a 100 metri dalla via principale, silenzioso e fornito di
acqua potabile, al prezzo di £ 30.000 al giorno. Sorrento, nel periodo natalizio, è pieno di
iniziative. Dopo una pennichella, ci siamo immersi nelle stradine superaffollate, avvolti nella
musica natalizia diffusa con amplificatori. Molti negozi espongono splendidi presepi in vetrina,
rigorosamente in stile napoletano. Meglio di tutto però (si fa per dire) è stato il “presepio
vivente”, organizzato nei portoni delle viuzze dai bimbi dell’Oratorio, con risultati veramente
discutibili. Più tardi, dopo lo spettacolo dei burattini, tutti al cinema, per l’ultimo cartone di
Disney: ATLANTIS, veramente molto bello. Nella via principale era stata preparata una
lunghissima tavolata e, con una modesta spesa, si acquistavano buoni per piatti di pasta,
panini con salsiccia e dolcetti al miele. Oltre a questo, vi era vino a volontà. Grazie alla
temperatura favorevole (15-16°C), abbiamo cenato all’aperto, spendendo 13.000 £ in 3.
Lunedì 31 Dicembre: Ultimo dell’anno in tutto relax, per le vie del paese. Una banda
folkloristica in costume suonava con trombe e strani strumenti a percussione. Verso sera, sulla
piazza principale, abbiamo assistito ad un anticipo dei botti di fine anno: l’esplosione del “ciuco
di fuoco”: un fantoccio a forma di somarello da cui venivano proiettati nel cielo una miriade di
fuochi d’artificio. Abbiamo cenato in camper, con antipasti e pietanze preparati in parte da
Elena che si è dimostrata una cuoca d’eccezione. Verso le 23:30 ci siamo spostati nella piazza
di Sorrento, ove si erano raccolti molti turisti e allo scoccare della mezzanotte, abbiamo
stappato lo champagne, brindando al neonato 2002. Dappertutto fuochi, esplosioni come
mitragliate e lancio di piatti e bottiglie vuote dalle finestre e in mezzo alle strade. Era previsto
uno spettacolo pirotecnico sul mare per l’una, ma un po’ per il freddo e un po’ per il forte
ritardo, abbiamo preferito ritornare al camper.
Martedì 1 Gennaio 2002: Il 2002 è iniziato all’insegna del bel tempo: sole, cielo blu, ma vento
forte e gran freddo. Abbiamo rinunciato alla gita a Capri, impossibile per mare mosso. Nel
pomeriggio siamo scesi a Marina Grande, ove era prevista una festicciola che in realtà non si è
svolta. Abbiamo cenato al Ristorante Giorgio V°, situato vicino al parcheggio, con una spesa
modesta.
Mercoledì 2 Gennaio: Abbiamo lasciato Sorrento, dopo aver fatto il carico d’acqua nel
parcheggio, e ci siamo sistemati presso il Campeggio ZEUS, situato di fronte all’ingresso degli
scavi di POMPEI (Via Villa Dei Misteri – tel. 081 8615320 – spesa £ 36.000 al giorno).
Abbiamo dedicato tutta la giornata alla visita della zona archeologica, servendoci della guida
del Touring, sufficientemente dettagliata. Nei pressi della Villa dei Misteri abbiamo pranzato
con antipasti misti, ritrovandoci poi un conto un po’ salato. Elena si è scatenata in corse folli
per le strade lastricate. Ha apprezzato molto gli antichi edifici, le pitture ben conservate, i
mosaici ma un po’ meno i calchi delle persone morte sotto la pioggia di cenere e lapilli.
Giovedì 3 Gennaio: A poche decine di metri dall’entrata del campeggio c’è la stazione della
Circumvesuviana. Il biglietto da Pompei a NAPOLI costa 7800 £ ed è valido per tutti i mezzi
pubblici di Napoli, metropolitana compresa. Raccolte le debite informazioni, tramite Metrò e
bus (il 160), abbiamo raggiunto la Reggia di Capodimonte (ingresso 14.500, solo gli adulti) e
abbiamo visitato le meravigliose sale arredate, ammirando le collezioni di quadri e oggetti
preziosi. Abbiamo avuto qualche difficoltà a trovare posto al ristorante ma siamo stati ripagati
dai manicaretti della Trattoria da Carmine (via Tribunali, 330 - £ 82000 in 3). Proprio di fronte
alla trattoria è situata l’entrata di NAPOLI SOTTERRANEA. Si tratta degli antichi acquedotti
greci e romani che fornivano nei secoli la città. La visita, preceduta da una breve proiezione di
diapositive, è stata molto suggestiva. Un breve tratto viene percorso in uno strettissimo
cunicolo, a lume di candela. Elena ha molto apprezzato. La visita è terminata poco distante, in
una casa privata, costruita, come del resto tutto il quartiere, sulle rovine di un anfiteatro
romano. Abbiamo poi percorso la famosa via San Gregorio Armeno, nota per i negozietti di
materiale per presepi, e ci siamo persi tra capanne, statuine e muschio.
Venerdì 4 Gennaio: Il viaggio di rientro, tramite l’E45, si è svolto senza particolari difficoltà e
senza traffico, alle prese con la nuova moneta.
Fly UP