...

brochure ALMED Master Comunicazione musicale 2014.indd

by user

on
Category: Documents
6

views

Report

Comments

Transcript

brochure ALMED Master Comunicazione musicale 2014.indd
ALTA SCUOLA IN MEDIA
COMUNICAZIONE E SPETTACOLO
Master Universitario di I Livello
Comunicazione musicale
Media, industria, mercato digitale
Direzione: Chiara Giaccardi
Direzione Didattica: Gianni Sibilla
Coordinamento didattico: Giuseppe Azzarelli, Simone Bianchi
Master
2014 - 2015
Che cos’è
Il Master in Comunicazione Musicale è il primo corso istituito in ambito universitario per chi
vuole lavorare nel mondo della comunicazione musicale: uffici stampa, media musicali, industria discografica, promoter di musica dal vivo, distribuzione digitale.
A chi è indirizzato
Il Master è un corso dedicato a chi vuole trasformare la propria passione per la musica in un lavoro.
Si tratta di un Master universitario di 1˚ livello: per accedervi bisogna essere laureati italiani e stranieri
di qualsiasi facoltà e/o diplomati al conservatorio.
Lo scopo è di formare figure professionali qualificate nell’ambito della comunicazione legata al
mercato musicale e ai media che vi operano.
Cosa offre e quali figure professionali forma
Agli studenti viene fornita una conoscenza teorica e pratica delle tecniche e dei processi di comunicazione per la diffusione del prodotto musicale attraverso tutti i media: radio, televisione, internet,
distribuzione digitale e mobile, uffici stampa, discografia, eventi musicali.
Il Master forma quattro tipologie di figure professionali:
. addetto alla comunicazione del prodotto musicale in uffici stampa;
. addetto alla promozione nelle etichette discografiche;
. addetto alla promozione digitale della musica (social network, distribuzione);
. redattore/programmatore di media musicali.
L’edizione 2014/2015
Il Master giunge nell’anno accademico 2014/2015 alla quattordicesima edizione: nato nel 2000,
ha visto la partecipazione di quasi 350 studenti, per un totale di circa 6500 ore di lezione in aula e
quasi 350 stage attivati.
Forte di questo bagaglio di esperienza unico, il Master è un luogo dove comprendere e analizzare
i cambiamenti del sistema della musica, attraverso una formula che unisce teoria, pratica, confronto con i professionisti ed esperienza sul campo.
Com’è articolato
Il Master prevede corsi sulla comunicazione musicale e sull’industria culturale della musica, più
una serie di laboratori sulle professioni della musica, a cui si aggiungono incontri con operatori e uno stage finale.
Il Master spiega agli studenti un mondo in continua evoluzione come quello del mercato della
musica partendo dalle sue radici per arrivare all’evoluzione digitale, tema di cui si occupano diversi
corsi e laboratori.
Il corpo docente comprende docenti universitari e i migliori professionisti del settore provenienti da
aziende come MTV, Rockol.it, Universal Music, Sony Music Italy, Parole & Dintorni, Artist First, tra le altre.
Il Master, inoltre, è stato il primo a portare in cattedra i musicisti facendo raccontare loro la musica dal
punto di vista di chi la fa: Omar Pedrini e Cristiano Godano (Marlene Kuntz), cui sono affidati interi corsi.
La struttura didattica
La struttura didattica del Master prevede un mix di lezioni frontali (corsi teorici), esercitazioni pratiche
(laboratori), case histories e lavoro sul campo (stage).
La formazione prevede cinque livelli, per un totale di 1500 ore distribuite nell’arco di un anno accademico.
1. Insegnamenti (le discipline sono raggruppate in tre filoni: Percorsi storici della musica, Teorie e
tecniche della comunicazione musicale e Teorie e Tecniche della musica), con esame finale di
valutazione.
2. Laboratori di formazione alle professioni musicali.
3. Incontri con operatori del settore dell’industria musicale.
4. Uno stage di 10 settimane in aziende operanti nel settore della comunicazione musicale: etichette discografiche, promoter di concerti, uffici stampa, media musicali.
5. Una prova finale (un lavoro pratico, o un paper su argomenti inerenti al Master)
Le lezioni si svolgono in orario pomeridiano (14.00 - 18.30), per cinque giorni alla settimana a partire
dal 10 novembre 2014, per venti settimane, fino a maggio 2015. Gli stage si svolgono a partire dalla
primavera 2015, mentre la prova finale va terminata entro ottobre 2015.
I corsi (15 ore ciascuno, 21 CFU totali):
Percorsi storici della musica
1. Storia della musica classica e contemporanea
2. Storia della musica afroamericana
3. Storia della musica pop e rock
4. Storia della musica italiana
Teorie della comunicazione musicale
5. Teoria e tecnica della comunicazione musicale
6. Il sistema dei media musicali
7. Teorie e tecnica della canzone
8. Media digitali per la musica
9. Musica e linguaggi televisivi
10. Teorie e tecniche del montaggio audiovisivo per la musica
Teorie e tecniche della musica
11. Industria discografica e Diritto d’autore
12. Economia e della musica e nuovi modelli di business digitale
13. Teoria e tecniche della radio musicale
14. Teoria e tecniche dell’editoria musicale
15. Teoria e tecniche della televisione musicale
I Laboratori (15 ore ciascuno, 9 CFU totali)
. Creazione e comunicazione artistica della musica
. Ufficio Stampa
. Promozione radio-televisiva
. Promozione e marketing della musica sui social media
. Scrittura per i media musicali
. Comunicazione di eventi musicali
. Programmazione e sincronizzazione della musica sui media
. Laboratorio di progettazione radiofonica
. Internet e marketing multimediale della musica
. Marketing e management del prodotto musicale: il disco
. Marketing e management del prodotto musicale: il mercato digitale
. Marketing e management del prodotto musicale: l’evento
. Produzione della musica
Seminari di incontro con professionisti del settore discografico e dei media musicali
(50 ore - 4 CFU)
Stage (400 ore - 16 CFU)
Elaborazione Prova Finale (10 CFU)
La classe dell’edizione 2013-2014
I docenti del corso
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
Claudio Astorri (consulente editoriale e marketing, già socio fondatore di RTL 102.5 e station manager di RDS)
Giuseppe Azzarelli (musicista, compositore)
Riccardo Bertoncelli (scrittore, storico della musica)
Simone Bianchi (regista e produttore video)
Claudio Buja (direttore edizioni Universal Music)
Daniela Cardini (docente universitario, IULM)
Luca De Gennaro (MTV Italia, direttore del reparto Talent and Artist Management)
Giampiero Di Carlo (editore di Rockol.it)
Luca Fantacone (Head of International Sony Music Italy)
Claudio Ferrante (Managing Director Artist First)
Claudio Gabbiani (musicista)
Enzo Gentile (scrittore, storico della musica)
Umberto Labozzetta (Lab Promotion, promozione musicale)
Fabrizio Luisi (autore televisivo)
Guido Michelone (docente universitario, storico del jazz)
Elena Pantera (Pantarei 3.0 Media Relations)
Andrea Pontiroli (Godzilla Marketing/Magnolia)
Gianni Sibilla (docente universitario, giornalista musicale)
Riccardo Vitanza (Parole & Dintorni, ufficio stampa di Ligabue ed altri)
Testimonial e professionisti intervenuti al Master
nelle passate edizioni
Marco Alboni (Warner Music Italy), Giovanni Allevi (musicista), Alioscia (musicista con i Casino
Royale, responsabile programmazione Deejay TV), Niccolò Agliardi (musicista), Albertino (Radio
Deejay), Nino Amoruso (MTV Italia), Ferdinando Arnò (Quiet Please!), Max Baffa (Radio105), Alessio Bertallott (Casa Bertallot), Giovanni Brasca (Deejay TV), Luca Barbarito (docente di Economia
dei Media, Università IULM), Francesco Brezzi/Giuseppe Marmina (Ghost Records), Paola Catò
(Made in Etaly), Pietro Camonchia (Metatron), Roberto Cacciapaglia (musicista/produttore), Piero
Calabrese (soundtracker), Beppe Carletti (Nomadi) Giulio Casale (musicista), Roberto Casalino
(autore di Francesco Renga e Marco Megoni), Roberto Cenci (regista televisivo), Cheope (autore),
Claudio Cecchetto, Luca Cecchi (Nar International), Alessio Corti (organista), Gianluca Costella
(Sky Music), Alberto Cottica (musicista, economista), Massimo Cotto (giornalista, già autore televisivo del Festival di Sanremo), Franco D’Andrea (jazzista), Marco Danelli (MTV), Oliver Dawson
(Deejay TV), Raffaella Di Giorgi (Il Sole24Ore Web System), Paolo Di Pirro (Universal Music), Veronica Di Quattro (Spotify), Sergio DelleCese (NoMusic, manager di Giovanni Lindo Ferretti e Ginevra Di
Marco), Karim De Martino/Valerio Porcelli/ Tommaso Ricci (Kiver), Franz Di Cioccio (musicista),
Bertis Downs (manager dei R.E.M.), Franco Fabbri (musicista, docente universitario), Fabio Fazio,
Andrea Gambetti (Preludio) Dario Giovannini (Label Director Carosello Records), Maria Antoniet-
ta Giuduicissi (conduttrice radiofonica Radio Rai), Luigi Grasso (Goigest), Monica Landro (New
Music), Domenico Liggeri (regista di videoclip, autore televisivo), Bruno La Corte (Kizmiaz), Piero
La Falce (Steam Roller), Marco Ligabue (LigaChannel), Mario Limongelli (discografico, presidente
Produttori Musicali Indipendenti), Linus (Radio Deejay), Giorgio Lombardi (Museo del Jazz di Genova), Leopoldo Lombardi (Presidente AFI - Associazione Fonografici Italiani), Giovanna Maggioni
(Audiradio), Mario Maffucci (già capostruttura Rai), Mara Maionchi (manager musicale, già giudice
di “X Factor”), Daniele Martino (Giornale Della Musica), Mau Mau, Enzo Mazza (presidente FIMI),
Walter Mazzeo (Rude Records), Patrizia Meazza (Music Control), Enrico Menduni (Università di
Roma Tre), Gabriele Minelli (A&R Universal Music), Gaia Mombelli (giornalista, autrice per i media),
Marco Morini (Team World), Federico Montesanto (Pirames) Pierfrancesco Pacoda (giornalista e studioso), P.G.R., Mauro Pagani (Musicista, studi di registrazione Officine Meccaniche), Ilaria
Pellanda (Venezia Musica), Federico Poggipollini (musicista), Giovanni Pollastri (Venus Distribuzione), Giuseppe Ravello (Sounday,) Luciano Rebeggiani (Sony Music), Fabio Ricci/Alessandra
Drusian (Jalisse), Piero Rigolone (Bit Radio, consulente e formatore settore radiofonia), Cinzia Rinelli (Deezer), Alessandra Romano (Boomer), Carlo U. Rossi (produttore musicale), Federica Sala
(Deejay TV), Andrea Rosi (Sony Music), Salvatore Occhipinti (consulente pubblicitario), Luca Sacchi
(Radio Capital), Chiara Santoro (YouTube/Google Italia), Selton, Stefano Senardi (discografico,
manager e consulente musicale), Valerio Soave (Mescal), Luca Stante (Believe Digital), Luigi Tornari (RTL), Julien Temple (regista), Fran Tomasi (promoter Musicale), Riccardo Usuelli, Alessandro
Valenti (Italia Wave), Joe T. Vannelli (DJ), Tony Vandoni (Radio Italia/Video Italia), Paola Zuckar
(manager di Fabri Fibra).
Il mondo del lavoro: le aziende, gli stage,
i dati di placement
Nel corso della sua storia, il Master in comunicazione musicale ha sviluppato un solido rapporto
con il mondo del lavoro, che si è tradotto in una collaborazione continuativa con aziende del
settore ed una continua ricerca di nuove realtà professionali che possano offrire a propri studenti
un’esperienza formativa e un futuro professionale. Il master ha avuto ottimi risultati di placement dei
propri studenti: nelle precedenti edizioni, a sei mesi dal termine da ogni edizione del corso, risultavano lavoranti tra il 66% e il 90% degli studenti dell’anno precedente.
Tra le aziende che hanno fornito e forniscono docenti, testimonial, case studies o hanno ospitato gli
studenti presso le loro sedi per stage:
Artist First, Artevox, Assomusica, AudioCoop, Barley Arts, Boomer, Blue Note Milano, BMG Rights,
Carosello Records, Channelfly Group, Deejay TV, Deezer, Liquida, Limen, FIMI (Federazione Industrie
Musicali Italiane), Edel, Elikonia, EMI, Friends & Partners, Ghost Records, Goigest, Godzilla Marketing/Magnolia, Halidon, Il Sole 24Ore Web System, Italia Wave, Kiver, Lab Promotion, Made in Etaly,
Live Nation, LaPresse, LaTempesta, LatinoAmericando, Mescal, Michelangeli Editore/Suonare, MTV
Italia, Metratron, Musicmedia, Parole & Dintorni, PMI (Produttori Musicali Indipendenti), Ponderosa
Music&Art, Pro Radio, Preludio, RAI, Radio Circuito Marconi, Radio Italia, Radio Reporter, Radio Deejay,
Radio 101, Radio105/Radio Monte Carlo, Rockol.it, RTL, Rusconi/Musica Jazz, Rude Records, Spin-Go
Marketing e distribuzione Musicale, SMC Europe, Sony Music, Sound Day, Spotify, Target Music, Team
World, TailorRadio, Time Records, Universal Music, Venus Distribuzione, Vivo Concerti.
Modalità di iscrizione alla selezione
Le domande di ammissione dovranno essere inviate utilizzando la procedura online disponibile sul
sito www.unicatt.it/masteruniversitario/comunicazionemusicale entro il 13 ottobre 2014
La documentazione cartacea dovrà essere inviata a:
Università Cattolica del Sacro Cuore - Ufficio Master - Via Carducci, 28/30 - 20123 Milano
allegando i seguenti documenti in carta semplice:
1) autocertificazione del titolo di laurea con l’indicazione del voto di laurea e del titolo della tesi
2) curriculum vitae
3) lista di eventuali pubblicazioni ritenute pertinenti rispetto ai contenuti del Master
E’ possibile iscriversi alle selezioni del master anche se laureandi: in questo caso non si potrà
tenere ovviamente conto del voto di laurea in fase di selezione; in caso di ammissione al master, il laureando deve comunque conseguire la laurea entro l’ultima sessione dell’anno accademico 2013/2014 per poter regolarizzare la propria posizione, pena la decadenza dell’iscrizione.
E’ possibile partecipare alle procedure di selezione di più di un Master; in tal caso occorre produrre
una copia dei succitati documenti per ognuno dei Master cui si fa richiesta di partecipazione. In caso
di ammissione a più di un Master occorre optare per uno solo di essi.
Procedure e criteri di selezione
I candidati vengono valutati in base a tre criteri:
. voto di laurea;
. pertinenza del curriculum vitae et studiorum e della tesi alle finalità del corso
. un colloquio motivazionale
I colloqui verranno effettuati il 22 e 23 ottobre 2014. Nei colloqui di ammissione verranno discussi i titoli presentati all’atto di iscrizione alle selezioni (curriculum vitae et studiorum, eventuali pubblicazioni e/o esperienze nel settore); verranno inoltre valutate le motivazioni e le attitudini dei candidati e la loro idoneità specifica ai contenuti e al programma formativo del corso.
Il numero degli ammessi è fissato in 25 persone. La Commissione selezionatrice si riserva di
variare il numero degli ammessi entro il limite del 20% del numero di posti massimo previsto.
Al termine delle procedure di ammissione viene stilata una graduatoria che prevede una lista di
ammessi e una lista di riserve da contattare nel caso qualcuno degli ammessi comunichi la propria
rinuncia. Le lezioni inizieranno il 10 novembre 2014.
Modalità di immatricolazione
Gli studenti ammessi alla frequenza delle lezioni del Master riceveranno comunicazione scritta e dovranno confermare la loro partecipazione e procedere alla immatricolazione presso l’Ufficio Master
entro cinque giorni lavorativi dalla ricezione della comunicazione, pena decadenza dell’ammissione.
Le tasse annuali ammontano a € 6.200 suddivise in due rate:
I Rata (all’atto dell’immatricolazione) € 3.100
II Rata (entro il mese di febbraio 2015) € 3.100
Informazioni e contatti: il master sul web
Per informazioni di carattere amministrativo:
. Università Cattolica del Sacro Cuore - Ufficio Master
tel. 02 7234 3860 fax 02 7234 5202 e-mail: [email protected]
Il Master ha creato una rete di materiali e contatti attraverso il web e i social network:
. Sito del Master: www.unicatt.it/masteruniversitario/comunicazionemusicale (programmi dei
corsi e info genarali)
. YouTube: www.youtube.com/mastermusica (video dalle lezioni, interviste a docenti e studenti,
ecc.) e www.youtube.com/professionimusica (i mestieri della musica raccontati dagli ex-studenti
del master
. Slideshare: www.slideshare.com/mastermusica (slide dei corsi)
. Twitter: www.twitter.com/mastermusica (aggiornamenti, link ad approfondimenti)
. Facebook: http://www.facebook.com/MasterComunicazioneMusicale/ (aggiornamenti, link)
E’ inoltre possibile contattare via e-mail il direttore didattico del corso, Prof. Gianni Sibilla, per ulteriori
informazioni: [email protected]
Fly UP