...

PARTE UFFICIALE PARTE NON UFFICIALE

by user

on
Category: Documents
10

views

Report

Comments

Transcript

PARTE UFFICIALE PARTE NON UFFICIALE
ì
Anno XVIII, num. 88.
2 novembre 1882.
GI( )V EDI
-
PUBBLICAZIONE:
ABBUONAMENTI
Nei giorni di (HOVEN e DOMEN IC A.
Anno, L. 10. Semestre, 1.. 5. Trin,stre I,. 2,50
(Con aumento delle spese postali pi.r resto o),
Un numero, centesimi 10.
INSERZIONI:
DIREZIONE:
Nel corpo del ;:iornale, ceni. 50 per linea o Fpa-
Nella 'ripugni l tt Vannuechi. la del Monte, 12. P
AVVERTENZE:
L'Amministrazione, F.11i Vannucchi. risponde dei
soli incassi di cui ha emesso ricevuta.
1 manoscritti non si restituiscono.
Le lettere non affranca:e si respingono.
PARTE UFFICIALE
COMUNE DI PISA
Imposta sui redditi della ricchezza mobile
PER L'ANNO 1880-81-82.
Si rende noto che a termini dell' art. 24
della legge sulla riscossione delle imposte dirette del 20 aprile 1871, n. 192 (serie seconda), e dell' art. 30 del regolamento approvato con decreto reale del 25 agosto 1876,
n. 3303, (serie seconda) i ruoli suppletivi dell' imposta sui redditi della ricchezza mobile
per gli anni 1880-81-82 si trovano depositati
nell'ufficio comunale e vi rimarranno per otto
giorni a cominciare da oggi.
Chiunque vi zobbia interesse potrà esaminarli dalle ore 9 antimeridiane alle ore 3 pomeridiane di ciascun giorno. Il registro dei
possessori dei redditi può essere *esaminato)
presso l'agenzia delle imposte di Pisa negli
stessi otto giorni.
G1' iscritti nei ruoli sono da questo giorno
legalmente costituiti debitori della somma ad
essi addebitata.
E perciò loro obbligo di pagare l'imposta
alla seguente scadenza:
I° decembre 1882.
Si avvertono i contribuenti che per ogni
lira d'imposta scaduta e non pagata alla relativa scadenza s' incorre di pieno diritto nella
multa di centesimi 4.
Si avvertono inoltre:
i. Che entro tre mesi da questa pubblicazione del ruolo possono ricorrere all intendente di finanza per gli errori materiali,
e all' intendente stesso o alle commissioni per
le omissioni o le irregolarità nella notificazione degli atti della procedura dell' accertamento (art. 106 e 107 del regolamento 24
agosto 1877, n. 4022, serie 2);
2. Che entro lo stesso termine di tre
mesi possono ricorrere alle commissioni coALP P E: N DICE
LE VITTIME DEI ROMANZI
Quanto andiamo a narrare non è niente
affatto inventato, ma tratto da un processo
celebre, il quale ci ha ricordato una volta di
più, quanto perniciosa sia la lettura di' certi
romanzi i quali sono causa di mali immensi
e della rovina di non poche famiglie.
Ma raccontiamo senz'altro, perchè la triste storia è eloquente di per se, nè ha bisogno di commenti.
Il matrimonio della signorina Maddalena
Trancey, fu un matrimonio d' interesse.
La signorina aveva 16 anni quando usci
dal collegio del sacro cuore. Suo padre era
vedovo, e dopo una carriera industriale lungamente laboriosa — carriera che gli aveva
procacciato una rispettabile sostanza — sentiva bisogno assoluto di riposo, ed unico suo
desiderio quindi era quello di trovare un genero capace di prendere cura dei suoi affari,
sino a tanto che non fosse giunta l' ora di
lasciargli tutto.
Una sua vecchia parente s'incaricò di provvedere alla bisogna.
GIORNALE POLITICO-AMMINISTRATIVO
UFFICIALE PER GLI ATTI DEI CONSIGLI PROVINCIALE E COMUNALE
loro che per effetto di tacita conferma trovinsi
inscritti nel ruolo per redditi che al tempo
della conferma stessa o non esistevano o erano esenti dalla imposta o soggetti alla ritenuta (art. 109 del regolamento succitato);
:3. Che parimenti entro il ripetuto termine di tre mesi possono ricorrere all' intendente per le cessazioni di reddito verificatesi
avanti questo giorno; e che per quelle che
avverranno in seguite; eguale termine di mesi
tre decorrerà dal giorno di ogni singola cessazione (art. 100 del regolamento succitato);
4 ed ultimo. Che per i ricorsi ali' autorità giudiziaria il termine è di sei mesi,
d che decorre da questa pubblicazione del
ruolo, se le quote inscritte nel medesimo
sono definitivamente liquidate, o decorrerà
dalla data o!ella notificazione dell'ultima decisione delle commissioni, quando l' accertamento non sia ancora oggi definito (art. 112
del regolamento succitato).
Il reclamo in niun caso sospende l'obbligo
di pagare l' imposta alle scadenze stabilite.
Dalla residenza municipale
Il 1° novembre 1882.
Il sindaco
A. T. SImONELLI.
PARTE NON UFFICIALE
NOTIZLARIO
— È stata pubblicata la prima parte del
Libro azzurro inglese. I documenti contenuti
in questa prima parte abbracciano il periodo
dal 23 giugno al '17 agosto, e si riferiscono
principalmente alle trattative relative alla conferenza di Costantinopoli ed all'invito fatto alla
Porta di inviare delle truppe in Egitto.
Il 5 luglio lord Lyons telegrafava a lord
Granville che il signor di Freycinet, informato
delle istruzioni date all'ammiraglio inglese davanti ad Alessandria, non si credeva autorizzato di ordinare all'ammiraglio francese di partecipare alle operazioni dì guerra.
Il prescelto di costei fu il signor Priollaud.
Chi era il signor Priollaud ?
Al solito, un signore garbato, un signore
a modo, un signore che nella sua famiglia
non contava nè etici, nè letterati; un uomo
serio, un partito conveniente — infine un- industriale.
La presentazione fu fatta, e dopo la presentazione, naturalmente, la domanda ufficiale,
provocata — si sa bene — dalle virtù, dalle
grazie, dalla bellezza della giovine neofita del
settimo sacramento della chiesa.
Il sig. Trancey, senza preoccuparsi di sua
figlia — poichè, per lui, sua figlia non poteva
avere altra volontà che la sua, conchiuse
dritto dritto il matrimonio.
Ecco come la signorina Trancey si trovò
madama Priollaud.
Era stata un' unione di scudi, alla quale,
naturalmente, il cuore era stato perfettamente estraneo.
Il giorno in cui il sig. Trancey, impacciato
nei suoi guanti bianchi, accompagnò la figlia
all' altare, fece le più matte risate, quando
gli dissero che nella vita di lei c'era un piccolo romanzo.
Il governo francese non credeva di poter
associarsi alle misure offensive in Egitto senza
violare la costituzione, che esigeva la sanzione
delle camere.
Il signor di Freycinet non era certo di
tenere questa sanzione.
Un dispaccio di lord Granville al signor
Walsham, incaricato d' affari dell' Inghilterra
a Costantinopoli, in data del 21 luglio, dice che
il conte Miinster, ambasciatore di Germania
a Londra, lo aveva informato che il governo
tedesco non poteva acconsentire a dare alli Inghilterra ed alla Francia mandato di intersento in Egitto.
Il principe di Bismark temeva che un tal
passo fosse tale da allargare la questione egiziana e provocare una guerra fra le potenze
cristiane d' Europa ed i paesi musulmani.
Lord Granville non ammetteva che si potesse trattare d'un conflitto tra cristiani e musulniani. Egli desiderava soltanto d'ottenere
I' appoggio morale della Germania.
Il conte Miinster rispondeva allora a lord
Granville, che il principe di Bismark era disposto a dare il suo appoggio morale, pur non
consentendo a dare un mandato formale.
La seconda parte del Libro azzurro che
arriverà fin oltre la metà di settembre, verrà
pubblicata fra qualche giorno.
Tale fu la promessa del primo ministro in °lese
b
-
insurrezione nella Bosnia-Erzegovina
la quale è costata all'Austria dugeoito milioni
e quindicimila uomini nel 1878, dieci milioni
nel 1879, venticinque nel 1880 e trenta nel
1882, non è ancora domata ed anzi le cose
vanno di male in peggio per l'Austria stessa.
Non passa giorno senza che dall' Erzegovina non si segnali un attacco, un' imboscata,
contro le truppe imperiali, un sequestro di
vettovaglie. Ed ora che s'avvicina l'inverno,
gli indizi che dal « brigantaggio » si passò
nuovanien te all' aperta insurrezione si fanno
sempre più gravi.
Recentemente si è constatata la comparsa
di altre quattro bande sui confini di Crivo:
Ciò era vero.
Maddalena era amata ed amava.
Il solo idillio della vita!
Era il fratello d' una sua amica — l'aveva
veduto qualche volta quando il giovanetto andava a trovare la sorella, e si erano intesi,
s' intendevano, s'amavano di quell' amore per
quanto moto e misterioso, altrettanto grande
ed intenso.
Passò del tempo.
Poi la signorina Maddalena uscì di convento, il giovane Prospero &orni — tale era
il nome dei giovane innamorato — andò a
Montpellier a studiar medicina.
Fu là ch' egli apprese il matrimonio di
Maddalena — glielo scrisse — con quella
delicatezza che è propria delle donne — la
sorella.
Prospero Barral era, o, almeno, voleva
esser filosofo. Non si diè in braccio ai vizi,
come gli eroi di Alfonso Karr, non si uccise,
come gli eroi di Goethe, alla mezzanotte in
punto; in quella vece si persuase blio la figlia
d' un industriale ricco, non poteva esser fatta
per il figlio d' uno scienziato povero.
Il padre di Prospero era medico — ma
uno di quei medici che per correre appresso
alla gloria — gloria che il brav' uomo aveva
Dop zo iOlad tilri tilill es'
adel gerente, cent. 25 cs.
Annunzi commerciali, industriali ee,, per In prima
puhh1icazione,5 centesi m i ago, i centimetro quadrato; per le ristampe successive, non interrotte, si fanno abbuonamenti.
scie. Una delle bande è forte di sessanta uomini e comandata dal suddito serbo Visko Zoranaz — la seconda conta circa ottanta uomini
sotto gli ordini del maomettano Ornar Sucic —
la terza, con cinquanta uomini, è agli ordini
sell'erzeg~e cattolico Barjaktar Bandiè —
la quarta, con circa settanta armati, segue un
altro erzegovese, di religione gr eco-ortodossa,
un certo Kiljakic.
Tutte queste bande sono per la maggior
parte formato da disertori e refrattari orzo,govesi : non hanno stabile dimora, ma percorrono continuamente i distretti di Blagaj, Focia
e Bi leece.
combattimenti si fanno di giorno in giorno
più accaniti ; ogni scontro costa ad ambo le
parti gravissime perdite.
Nelle gole dei monti stanno poi nascosti
numerosi insorti, i quali, se talvolta soffrono
della mancanza di vettovaglie, non sono però
mai sprovvisti di munizioni.
— Ecco alcune notizie importanti intorno
al processo egiziano.
La prigione, nella quale sono rinchiusi
Araby ed i suoi complici, è guardata nell' interno da soldati albanesi, al di fuori da truppe
inglesi.
I prigionieri sono bene trattati: lo loro
celle sono vaste e bene arieggiate ; il nutrimento sano ed abbondante.
Uno schiavo di Tulba ha denunciato la
condotta dei soldati circassi, i quali si erano
installati con tutta comodità nelle case dei
principali accusati.
Fra i documenti consegnati dal figlio di
Araby, i più importanti sono i processi verbali delle sedute segreta del ministero, speco
di quelle due, nelle quali era stato deciso in
presenza del kedive e di Dervisc-pascià di opporre una resistenza ad oltranza all' intervento
inglese.
Il signor Broadley crede, che questi documenti costituiscano un'assolutoria per Araby
e per tutti i capi militari.
— Le recenti pioggie hanno portato nuovi
disastri in Italia. Il Piave, come per il pasperò raggiunta — non aveva tenuto moltò
d' occhio ai quattrini.
Prospero scrisse alla sorella che avrebbe
obliato; continuò i suoi studi.
Ma non oblio). Amava sempre e disperatamente la sua Maddalena.
A segno che, appena laureato, domandò ed
ottenne d' essere inviato nella sua qualità
di medico al Senegal, ove infleriva la febbre
gialla.
La morte si rise dei suoi vent' anni —
non lo volle — ed ei tornò in Francia.
Correva l'anno 1834 allora.
Maddalena — maritata da quattro anni —
viveva sola, suo marito per rovesci di fortuna era andato al Messico — suo padre ora
morto.
Lei e Prospero si rividero — che monta
dei particolari? — si rividero e si amarono.
L'abitazione di Maddalena divenne — lo
s' immagina facilmente, il sogno dorato di
Prospero, senza che nò l' uno, nè l' altra
pensassero punto di venir meno al rispetto
dovuto all'onore dell'assente marito.
Era d' inverno.
Prospero e Maddalenna ingannavano lo
lunghe ore della sera nea lettura del noto
romanzo di Giorgio Sand — l' Indiana; e una
Il
•
■•■•■■■■
sato, dà il maggior contingente di danni, e
come allora è il primo a subire gli effetti delle
pioggie, per cui rigonfiato e facendo sforzo là
dove l'impeto delle piene passate aveva cagionato i primi tristi effetti, compie ora l'opera
distruggitrice rimasta allora incompleta ed i
nuovi danni sono già rilevantissiini.
— Anche nel Tirolo settentrionale e meridionale, sono avvenute nuove catastrofi al
seguito delle pioggie incessanti e delle piene
dei fiumi e torrenti. Anche la i danni sono
gravissimi.
— Telegrafano dal Cairo:
Allarmanti notizie giungono dal Sudan. Il
falso profeta minaccia Kartouin, dove Abd-elKader pacha concentra le truppe egiziarte e
cerca di resistere.
Il consiglio (lei ministri al Cairo si preoccupa vivamente di questo stato di cose e organizza un corpo di spedizione di cui sara
fidato il comando ad Isrnail-Eyoub pacha antico ministro della guerra. Questo corpo di
spedizione sarà composto da truppe negre, nel
maggior numero che sarà possibile riunire.
Il consiglio dei ministri presieduto dal
kedive ha mandato ordine al governatore del
Sudan, di mantenersi a Kartoum sino all'arrivo dei rinforzi, perché il falso profeta alla
testa (li grandi forze è giunto a Kordofaii,
donde minaccia tutto 1' Egitto superiore.
Il primo quesito che fu posto innanzi
alla commissione era concepito in questi termini: se convenga stabilire una patente unica
per tutti i maestri elementari senza distinzione di categoria e di grado. L' importanza
di questo quesito non isfuggi alla commissione.
la quale in omaggio al principio pedagogico,
e vista la elevata missione che sarà affidata
al maestro popolare quando si penserà ad una
vera educazione nazionale per mezzo della
scuola complementare, si sarebbe pronunziata
in favore di una patente unica; ma quando
prese a considerare la nostra attuale legislazione in quanto riguarda gli stipendi dell' insegnanti nei comuni rurali, la commissione Si
è trovata unanime nell'ammettere almeno per
ora, debbansi mantenere due specie di patenti
l'una di grado inferiore per chi aspira ad insegnare nelle scuole rurali, l'altra di grado
superiore per chi aspira ad insegnare nelle
scuole urbane sì dell'uno elle dell'altro grado.
2. La commissione ammise per conse- convitti nazionali, retti esclusivamente dai diguenza la necessita di creare delle scuole norrettori delle stesse scuole normali, salvo i
mali speciali per l' istituzione dei maestri di
convitti femminili che dovrebbero essere affigrado inferiore destinati alle scuole rurali, e
dati ad una direttrice sotto la dipendenza del
un più ristretto numero di istituti pedagogici • direttore della scuola.
per la istituzione dei maestri di grado supe7. Parlando dei convitti la commissione
riore per le scuole urbane.
rivolse la sua attenzione anche al modo con
3. La commissione non ha creduto di di- cui si dovrebbero conferire i sussidii. In gescutere sul quantitativo di coltura che si donerale si ammise che l'entrare in convi tto
vrebbe esigere dagli aspiranti alla patente debba essere per gli alunni soesidiati dal godell'una e dell'altra specie, ma in massima
verno o da altri enti morali la commissione'
espresso il parere che prendendo per punto
propose che a parità di condizioni, si concedi partenza la licenza della 4a elementare e
dessero i sussidii a quegli aspiranti i quali
per programma d' insegnamento quello che è
dichiarino di voler entrare in convitto.
attualmente prescritto dal regolamento 30 setParimenti la commissione si trovò d'actembre 1880, il corso normale inferiore debba cordo nello esprimere il desiderio che i susessere di cinque anni divisi in due periodi
sidii ordinarli fis :ati dalla legge non si condistinti: periodo triennale di cultura generale
ferissero che ad alunni le cui famiglie non
e periodo biennale di cultura pedagogica, e il
hanno domicilio nella città dove ha sede la
corso dell' istituto pedagogico debba durare
scuola.
sette anni divisi in due periodi: cioè un pe8. La commissione si è pure, preoccupata
riodo quadriennale di cultura letteraria, sciendelle garanzie che, sia dal lato fisico, sia dal
tifica e pedagogica.
lato morale si dovrebbero esigere da chi de4. Con un tale ordinamento pare alla comsidera essere ammesso ad una scuola normale,
missione che il governo potrebbe ancora trarre
ed è venuta nella conclusione che la sana coqualche non lieve vantaggio delle attuali scuole
stituzione fisica degli aspiranti debba essere
magistrali rurali, le quali, si potrebbero condichiarata da un medico designato dal governo
siderare come succursali alle scuole normali e
e che la loro moralità debba essere accertata
destinate a dare nel primo triennio la cultura
dal consiglio scolastico provinciale nei modi.
generale di sopra accennata.
che esso troverà più opportuni.
5. La commissione esaminò eziandio il queInoltre ai gravissimi inconvenienti che si
sito: se coll'aggiunta di un corso annuale di
ebbero fin qui a lamentare nell'ammettere ad
pedagogia pratica e di una scuola esemplare
una scuola normale gli alunni sussidiati che
di tirocinio ad una scuola tecnica governativa
altrove sostennero l'esame, la commissione
o pareggiata si possa avere l'equivalente di
opina non potersi a ciò porre riparo se non
una scuola norma:e inferiore.
collo stabilire che gli esami di ammissione e
Pur riconoscendo i vantaggi economici che
di concorso ai sussidii debbano aver luogo
si avrebbero da un tale ordinamento, non potè esclusivamente presso quella scuola normale
la commissione dare ad esso la sua adesione
che i candidati intendono frequentare.
specialmente quando lo considerò dal lato di9. Finalmente la commissione prese ad
dattico e dal lato educativo che sono le due
esaminare il modo con cui si conferiscono le
caratteristiche di ogni istituzione pedagogica.
le patenti di maestro sì di grado inferiore che
La commissione fu però di avviso che le
di grado superiore, e dopo lunga discussione
scuole tecniche siccome quelle che partono
adottò ad unanimità le seguenti conclusioni
dalla quarta elementare e por ,7eno una cultura
lo Che gli esami di patente debbano
generate, potrebbero benissimo venire in aiuto
aver luogo esclusivamente presso le scuole nordelle scuole normali recando il loro contingente
mali regie ;
di allievi al secondo periodo delle scuole nor2° Che ogni scuola normale maschile non
mali e d gli istituti pedagogici, precisamente
possa
dare patenti che ad aspiranti maschi ed
come faranno le attuali suole magistrali-ruogni
scuola
normale femminile non possa conrali convertite ia iscuole di preparamento
ferire
patenti
che ad aspiranti femmine.
cornici i.
3° Che la giunta esaminatrice per gli
6. Varie ed importanti considerazioni fuesami di patente sia composta dei professori
rono svolte intorno ai cenvitti annessi alle
della stessa scuola normale coll'aggiunta di un
scuole normali cui la commissione in massima
professore estraneo scelto dal consiglio seolasi dimostro punto favorevole, ma che ritenne
stico provinciale fra gl' insegnanti delle scuole
ancora accettabili la dove la prospera esistenza
secondarie
della scuola sessa dovesse dipendere assoltimente dall'avere un convitto annesso.
4° Che sia concessa una patente d'onore
La commissione espresse però il desiderio
a quelli alunni dei regi istituti pedagogici che
che tali convitti fossero governativi come i
nel I' [tifi mo quadriennio ottennero in ogni M a -
delle loro occnpazioni favorite si era quella di
copiare i brani più salienti del libro, quelli
che meglio si attagliavano alla loro reciproca
situazione.
Si fermarono là dove Ralph, dopo di aver detto ad Indiana che il loro amore non
poteva che svolgersi e vivere eternamente in
cielo — la prende per precipitarsi con lei in
un torrente.
La morte! il suicidio! una felicità futura,
ma eterna: ecco il pensiero di Prospero e di
Maddalena.
Giovani, amanti, entusiasti, quel pensiero
li dominò.
Morranno si, morranno per amarsi.
Fermi in questo proposito partono per
Parigi.
Per otto giorni Prospero fu veduto andare
e venire allegro, gaio, ilare, soddisfatto all' a Hdtel de l'Arn irauté » ove dimorava con
Maddalena.
Il 28 marzo egli si congeda lietamente da
un suo amico, il sig. Manescasse.
Partiva per un lungo viaggio, gli disse.
Alla sera si ritirò
albergo e domandò
dell'acqua calda per un pediluvio.
Rimasto solo con Maddalena, l'abbracciò
a lo domandò se era proprio decisa a morire.
— Oli sì, sì — gli rispose — il mondo
ci proibisce d' amarci fuggiamolo.
Allora Prospero la fece sedere su d' una
seggiola, e poiché Maddalena ebbe posto i
piedi in bagno, col suo bistori le aprì vene
soprastanti al malleolo.
Maddalena non mandò un grido — strinse
amorosamente la mano di lui e lo guardò affettuosamente. Poi le forze le vennero meno
e svenne.
Berrai la sosteneva affannosamente.
Riaperti gli occhi, Maddalena con VOCd
morente gli disse — portami sul letto — gli
è la che voglio morire.
Prospero a gran fatica riuscì a trasportarvela.
Passarono le ore ma la morte non veniva.
La vita si rifiutava di abbandonare quel
corpo bello e gentile.
Prospero si sentiva straziare. Le aprì, ma
inutilmente, una vena del braccio.
— Vuoi tu vivere ? le domandò ancora.
Ma lei le fece un cenno negativo col capo.
Indi aggiunse
-- Bisogna finirla !
— Vuoi tu — le disse con accento straziante — che ti colpisca al cuore ?
— No, no; non mi toccar il cuore.
CRONACA DELLE SCUOLE
La riforma delle scuole normali.
Diamo il sunto delle conclusioni adottate
dalla commissione che da S. E. il ministro
della pubblica istruzione fu incaricata di studiare le riforme atte a dare un migliore assetto alle scuole normali:
,
.
— Hai ragione, amor mio, aspetta._
E riempiti due bicchieri d'acqua, vi gettò
dentro del!' acetato di morfina, e
— Tieni, bevi — le disse — ciò varra
a toglierti da questa crudele agonia.
E la baciò castamente sulla fronte, come
si bacia una sorella, come si bacerebbe una
fidanzata.
Bevvero poi entrambi il veleno sino all'ultimo sorso.
Erano le sei del mattino — sei ore di
agonia senza che la morte venisse a troncare
la vita della giovane donna.
— Oh! io non avrei creduto mai — esclamò Maddalena — che sarebbe tanto difficile il morire. Colpiscimi, colpiscimi pure al
cuore.
Prospero prese il suo bisturi, ma al primo
colpo non riuscl, dovette replicare.
Finalmente la morte, chiuse al sonno dell'eternità le palpebre della bella Maddalena.
La sua mano stringeva ancora quella dell' uomo del suo cuore.
Prospero la guardò commosso, e l'abbracciò teneramente, poi alla sua volta si colpì
ripetutamente col suo bistorl e si adagiò sul
letto vicino a lei.
teria una media annuale di 7, 0 e 9/ nella
condotta.
5 0 Che la patente di maestro superiore
conseguita dopo il proposto nuovo ordinamento
sia titolo sufficiente per l'ammissione agli esami di concorso ai posti di ufficiale d' ordine
presso il ministero della pubblica istruzione
6° Che la patente d'onore sia per un
maestro titolo sufficiente per aspirare dopo sei
anni di lodevole esercizio, all' ispettorato scolastico senza ulteriori esami.:
10. Finalmente la commissione ad unanimità deliberò di esporre a S. E. il ministro il
desiderio che fin da quest'anno vengano introdotte nelle scuole normali quelle fra le riforme
da essa proposte, che sono possibili con decreto reale o ministeriale, e si traducano le
altre in un disegno di legge da presentarsi al
parlamento.
•■•■••■••••••
ari," a
70
_c'e&
— Il "esultato definitivo delle elezioni del collegio di Pisa nel 29 ottobre è stato il seguente:
Prof. Ulisse Dini . . Voti 9045
Avv. Narciso Pelosini . . • 8623
Comm. Ranieri Simonelli
7744
Cav. Giuseppe Toscanelli.
6462
Cav. avv. Carlo Italo Panattoni » 6400
•
— In alcuni giornali abbiamo letto
che qui in Pisa il popolo avrebbe fischiate le guardie di pubblica sicurezza
perchè queste strappavano dai muri la
lettera dell' oli. Cavallotti. Dobbiamo
però affrettarci a dire che quella notizia è priva di ogni fondamento poichè
non vi furono fischi, perchè non è vero
che fosse lacerato quel documento, il
quale è sempre rimasto affisso.
Ci piace anzi constatare che la città
nostra, anco nel fervore della lotta, si
è mantenuta calma e tranquilla e che
le elezioni si sono comp:ute con la dignità che si conviene ad un popolo
libero. Anche l'autorità per parte sua
si è condotta in modo lodevolissimo.
Per oggi si prevede un concorso
straordinario al camposanto suburbano
dove abbiamo veduto portare fiori e
candele a profusione, per ornarne tanto
le umili tombe, quanto i superbi moinune.nti.
La sera, prima di porre in atto il disperato proposito, Prospero aveva scritto al suo
amico Manescasse che l' indomani egli e la
sua Maddalena sarebbero stati freddi cadaveri.
Maneseasse, rientrato tardi, lesse la lettera al mattino.
Erano le 7 — accorse immediatamente.
Fu sfondata la porta della stanza, e Prospero e Maddalena furono trovati l'uno vicino
all'altro stesi sul letto.
Maddalena era morta — Prospero viveva
ancora.
Richiamato alla vita, tentò nuovamente di
uccidersi, ma non vi riuscì.
Guarito, fu tradotto alle assise.
La giuria lo rimandò assolto — si convinse (lei!' influenza che aveva esercitato sull' animo del suicida il libro di Giorgio Sand.
Prospero tornò alla libertà, non alla vita.
Partì per Tolone, ove si era manifestato
il colera, in cerca senza dubbio di quella morte
che aveva ripetutamente ricercato senza potere avere.
Forse la inerte avrà avuto pietà di lui.
è•• ••••.: .:.:•.•,..•••••••••••••••••••••
• «
• •••'•'•'•‘.*••• " "
.
i
i
"
"
"
""'
11.
l'••■11
•
28
Ottobre
minio fu Angiolo, lire 2. Orsini Luigi, lire 2.
V,m
ass.
15'4
Questa pietosa
cerimonia va acquicent. 30. Llbaldeschì At- Temperatura t
stando ogni anno di importanza e di
splendidezza ed è in tutti una vera gara
perche i sepolcri dei loro cari abbiano
un ricordo di quell'affetto che sopravvive alla morte.
- Comitato di soccorso in Pisa
per gl' inondati della Lombardia e del
Veneto.
6a
pubblicazione di note di sottoscrizione Tolotnei Fortunato,
tilio, cent. 50. Frizzi Luigi, cent. 30. Filippelli Francesco, cent. 40. Mannocci Natale,
lire 1. Carina Virginia, lire 3. Carina Paolo,
lire 3. Agostini Laura, lire 5. Carina Annina,
lire 3. Studiati Giuseppina, lire 5. R. Morosoli, lire 5. Andreotti Francesco, lire 2. Ceccarelli Ranieri,,lire 2. Mazzoni Gaetano, lire 3.
G. Del Chicca, 1,50. Dott. Del Torto, lire 1.
Niccolai Luigi, lire 5. Niccolai Niccola, lire 5.
Conti Maria, cent. 50. Molinari Elena, lire 5.
Savi Fausta, lire 10. Pardini Giuseppe, lire 1.
Luigi Camici Roncioni e famiglia, lire 20.
Federiga C/lecchi, lire 1. Giovanni Breghi,
lire 1. Gaspero Michelassi, lire 1. Liduina
Lodi, lire 2. Lenzi Paolo, lire 2. Tognetti
Giuseppe, lire 1. Carrnassi Pietro, cent. 51.
N. N., cent. 50. Domenico Colean, lire I. Tersilia Ceì, cent. 50. Francesco Fornesi, lire 1.
Giovanni Barghiiii, lire 1. Ufficiali del 7° reggirhento artiglieria, lire 450. Società fra operai
addetti alle fabbriche di tessuti e tintori in
filo di Pisa, lire 30. Società, filodraintnatica
Vincenzo Monti per prodotto di una recita
data al teatro Rossi (l 0 versamento), lire 60.
Ingegneri e personale dipendente clan' ufficio tecnico di finanza in Pisa cioè: Scaccia
ing. Emilio, lire 8,40. Sezzi ing. Giovanni,
lire 5. Fantozzi ing. Attilio, lire 5. Martini
ing. Enrico, lire 5. Petri Alessandro, lire 4.
Landucci Giuseppe, L. 3,60. Puntoni Arturo,
lire • Berti Tito, lire 1. Arrighi Oreste, lire 1.
Turchini 'Pito, lire 4. Nomellini Baldovino,
lire 3. Caglieri Costantino, lire 1,50. Chelotti
Errnolao, lire 5. Bellatalla Raffae1lo, lire 2,50.
Giusti Antonio, lire 2. Lazzeri Vicimiro, lire 2.
Manetti Enrico, lire 2. Allegri Fortunato,
lire 1,50. Allegri Giovanni, lire 1,50. Raggi
Giacomo, lire 2. Tessieri Giovanni, lire 3.
Rossi Eugenio, lire 5. Palarnidessi Corrado,
lire 2. Righi Tito, lire I. Nozzolini Demostene, lire I . Pecorini Giuseppe, lire 3. Rossi.
Mariano, lire 2.
293031
20'6
14'8
19 0 0
.7 5
5'8
13"013°2
STATO DI:f.
Ottobre 28. Temporale con pioggia dirotta e torrenziale nelle prime ore tintigli. Pioggia in 24 ore:
millimetri 77,5.
Ottobre 29. Parzialmente coperto di strati e cirri.
Ottobre 30. Coperto con pioggia. Pioggia in 24
ore: millimetri 2,0.
Ottobre 31. Sexeno-caliginoso.
Favali Francesco. L. .1 Angina Isabella,
cent. 1 5. Sbrana Isabella, cent. 70. Serani
Nel mese di ottobre gli introiti Arternisja, cent. 30. Bargellini Milziade ceu-
ATTI GIUDIZIARII
del dazio consumo nel nostro comune tesimi 5 0. Di Gaddo Onorato, L. 2. Bellini hanno raggiunto la somma di lire Giuseppe, cera, 50. Mariani Pietro, L. 1. Chiasunto degli atti legali inseriti nel n. 85
106,424,64 con un aumento L. 16,095,23 vesi Lorenzo, cent. 20. Fontana Gemma celi( 27 ottobre del Supplemento al foglio pesul mese corrispondente dello scorso tesimi 30. Calli Giovanni, cent, 50. Grilla riodico della R. prefettura di Pisa.
Adelaide,
cent.
50.
Glierarducci
Pasquale,
L.
1.
- Seconda pubblicazione per la vendita
anno.
Fontana Ferruccio, L . 1. Due Vittorio, cenall'incanto, al seguito dell' avvenuto aumento
tesiuii 50. Favilli Giandomenico. L. I. Bonelli del sesto, dei lotti 4° ed 8° dei beni esproGI'
introiti
per
la
tassa
di
tran
priati a carico di Carlo e Francesco CapecAntonio, cent. 30. Poletti Anialia, cent. 20. sito sul ponte di circonvallazione hanno Baglini Ranieri. L. 1. Fontani Giovanni, L. 1.
chi. Il nuovo incanto avrà luogo all'udienza
del tribunale di Pisa il primo ottobre 1882.
reso nel mese di ottobre L. 2,19(1,50 Fiaschi Giovanni, cent. 50. Masini Entili a,
- I coniugi Luigi e Luigia Fontana hanno
con una differenza in più di L. 114,90 cent 50. Orsetti Cherubina, L. 1. I3iasci Al-
avanzata istanza al presidente del tribunale di
ceste, cent. 50. Fiaschi Goffredo, L. 1. Gril-
sul mese corrispondente del 1881.
Volterra per la nomina di un perito per la
lai Gaetano, L. 2. Favilli Paltniro, L. I. Bird,
stinta di iminobili da espropriarsi in danno di
Virginia, cent. 50. Naniticini Carolina, cent. 50.
Baldassare Dell'Uliva ed esistenti in Volterra.
- Il cassiere della società di mu
Ruujioni Benedetto, L. 2. Benvenuti Egisto, - Essendo riuniste deserto l' incanto per
L. 1.
tuo soccorso fra gli agricoltori ha ver
la vendita del lotto primo dei beni che si escuGiacomo Torres, lire 5. Fanny Layfield, tono a pregiudizio del sig. Antonio Pampana,
sato nella cassa comunale di Pisa li
l
ire
5.
Silvatici,
lire
5.
R.
Ruselii,
lire
10.
avrà luogo un nuovo incanto avanti il tribure 51,60 per oblazioni, raccolte fra i
nale di Pisa la mattina del 7 novembre 1882
Cepparelli,
lire
5.
L.
Monselles,
lire
5.
Gen
soci, a favore dei danneggiati dell'inon
con altro sbasso del venti per conto e così per
tiluomo,
lire
2.
Fratelli
Carvaglio,
lire
20.
dazioni.
lire 266, 08.
D. Oreste Gambini, lire 5. Ettore Gandolfi, - La signora Elisabetta Guerrieri vedova
lire I. Sainuele Pontecorboli, lire 20. B. Sesti, del
sig. Ottavio Bacci ed il di lei figlio Luigi
lire
2.
'1'. Venturini, lire 2. C. Bartolornmei,
- Il ministro di agricoltura, indu
Bacei hanno dichiarato alla cancelleria della
lire 1. stria
Rosa
Chini,
lire
e commercio,
ha accettato
la ca1. Letizia Gitidotti, pretura di Volterra di accettare con benefizio
rica di presidente onorario della società lire 2. Silvestro Bassi, lire 2. Nistri Antonio, di legge e di inventario la eredità lasciata dal *
nominato Ottavio B.acci.
di mutuo soccorso fra gli agricoltori cent. 50. A. Adolfo Martinelli, lire 5. Olimpia Riccoli,
cent.
50.
Antonio
Unis,
lire
5.
Enrico
- La mattina del 23 novembre 1882
con la seguente lettera:
Bellaiii, lire 5. Maria Bianconi, centesimi 20. avanti il tribunale di Volterra verrà nuovaprof. Raffaello Campani, presidente
E. Nett, lire 2. Annida TravaLrlini, cent. 30.
mento esposto in vendita all' incanto il terzo
della società di mutuo soccorso fra lotto dei beni espropriati in danno del signor
Pietro Santerini, cent. 20. Tommaso Fiorengli agricoltori
Pietro Paolini per il prezzo di lire 9789 e ciò
tini, lire 1. Ferdinando Silvestri, cent. 50. Pisa.
al
seguito dell'avvenuto aumento del sesto.
P. Violanti, cent. 50. Bertolini, lire 5. Fer-
Rendo grazie a cotesta società dell' atto - Essendo stato venduto il lotto nono dei
ruccio Terri, cent. 50. Salvi Angiolo, lire 1. di deferenza usatomi nel nominarmi in adu- beni
escussi in danno di Carlo e Francesco
Angiolo Veroli e famiglia, lire 1,50. Giuseppe Capecchi si fa luogo all'aumento del sesto ed
nanza generale suo presidente onorario.
Pontecorboli, lire 1. Sbrana Fortunato, lire 1. il termine utile va a scadere la mattina del
Fo voti per la prosperità dell'associazione
Di Gaddo Egidio, cent. 30. Catena Matteo,
di 8 novembre 1882.
e perchè essa possa intieramente raggiungere
cent. 50. Cistercensi suore, lire 5. Famiglia
Per
un
paio
di
stivaletti
di
lusso
- Il giudice delegato alla procedura del
l' utile scopo che si è prefisso.
Badanelli, lire 5. N. N., cent. 20. Amerigo
che il calzolaio Santi Toloinei non volle. fallimento di Giuseppe Chelozzi ha fissato il
Venzi, lire 5. Bartalini Antonio, lire 3. Cara
fare a Lorenzo Venturelli castagnac- giorno 22 novembre 1882 per la formazione
Giorgio, lire I. Alfonso Lorenzini, lire l. Claciaio nacque un db : erbio fra loro nella del concordato. L'adunanza avrà luogo in una
- Abbiamo già annunziata l'aperdelle sale del tribunale di Pisa.
vicetti maggiore 7° bersaglieri, lire 5. Giotura delle « scuole serali » della asso vanni Scatena, lire 1. Spiridione Feroci, lire 2. sera di lunedì scorso.
Incontratisi nuovamente nella . piazciazione di mutuo soccorso ed istruzione Aristoderno Pecori, lire I. Leopoldo Di Dio,
zetta dell'el•be la mattina di martedì,
Prezzi delle grasce vendute in Pisa
e fra gli operai della nostra città, la
lire 1. Carmignani Odoardo, cent. 20.
nel mercato del dì 31 ottobre 1882.
si
rinfocolò
la
questione
perchè
calil
Famiglia Palamidessi, lire 40. Fratelli e
quale avrà luogo nel solito locale del
N 13. 1 prezzi segnati nella 1.a colonna sono
ginnasio la sera del 13 corrente allenepote Della Longa, lire 50. Fratelli Bagnani, zolaio non voleva fare gli Stivaletti
relativi a ceneri venduti in partita fuori dazio, e per
lire
15.
Burchi
Serafino
di
Gaetatio,
lire
senza
i
danari,
mentre
l'
altro
preten5.
ore 8.
ogni ettolitro.
I prezzi segnati nella 2.a colonna riguardano i
Per norma degli operai avvertiamo Di Prete, cent. 50. G. Batta Toscanelli, lire 30. deva di averli a credito.
generi venduti in dettaglio daéio compreio, e per ogni
Bettarini, lire 20. S. Pitigliani Bonaventura,
Scambiate poche parole il povero ettolitro.
oggi che della ammissione degli alunni
L. e C. L. e C.
lire
20.
Prof.
Ulisse
Dini,
lire
30.
Fratelli
Tolomei
nel bassoventre un colpo Grano gentile rosso Int qualità 20,55 20,55
è stato incaricato ilebbe
vice presidente della
Vernaccini, lire 10. Elena Giusti vedova Padi coltello
dal
Venturelli.
La ferita era Detto 'íli 2.a. . . . . 20,20 20,20
il quale
società sig. Ippolito Ranfagni,
dreddij, lire 10. Giorgio Marconi, lire 5. Vinpenetrante
enella
fu
subito che la Detto mazzocchio l .a q. . . 19,10 19,10
a tale oggetto sarà reperibile
sede giudicato
a
1885
Detto 9
,
18,85
cenzo Lucchesini, lire lo. F. Buoncristiatii,
v
ita
dell'infelice
era in pericolo. In Detto di Maremma il quin
sociale
via .S.
Martino, dalle ore 5 allelire 5. Elena Marianini,
lire 5. Fratelli Calò,
»
f
atti
nelle
prime
ore
pomeridiane ces tale da . . . 23,75 a 24,50
7 poin.
di ciascun
giorno, dal
3 al 9 no lire 5. Riccardo
Zanobini, lire 5. Rebecca veGrano provenienza lombarda
vembre ; e quindi dal 14 dello stesso dova Mieli, lire 3. Antonio Mariani, lire 2. sava (li vivere.
»
23,75 a 24,50
da I
si rese latitante, ma Segale nuovo
»
14,30
mesel
a tutto Venturelli
il 20 dicembre, nel locale N. N., cent. 50. Giuseppe Sisco, lire 2. En
»
16,45
Vecce schiette
s
ne
credeva
probabile
il rintraccio.
richetta ['oggetti, lire
1. N. N., centesimi 95.
del e
ginnasio
dalle ore
8 alle • 9 porne
»
13,00
Orzo nostrale
oloei
lascia N.
una
fa Fave nostra' i
N., cent. 40. Pagninumerosa
Gaetano, lire I. Di
Il Tm
ridiane.
»
»
10,00
A
vena
di
Maremma,
morella
»
Cielo
Irene,
cent.
20.
Simoni
Domenico,
lire
1.
m
iglia
priva
(l'
appoggio.
Il programma dello insegnamento
Detta mista .o bianca . .
9,45
»
Badalassi Pasquale, cent. 50. Benedetti Raè il seguente:
12,65 12,65
Granturco di 1.a q.
fieri, cent. 20. N. N., lire 2. Dell'Ornodarrne B.,
12,30 12,30
Analfabeti
Sillabazione, calligraDetto di 2.'t OSSERVATORIO lire
IVIETE031C0
della scuola 2. Serani Dario, lire 1. Serani don David,
>>
55,50
r
Riso 1.:t q. il piintale
fia e la numerazione dell' aritmetica
superiore di agraria della R. univer»
47,50
lire
Galletti Giuseppe, lire 1. Giami GitiDetto di 2.a . . • • •
sita di Pisa. .ii
alternata a problemi facili risoluti a seppe, cent. 50. Orsini Beniamino, lire 1. Del
31,50
Fagiuoli bianchi grossi 1.a q.»
»
29,45
.
mezzani
mente.
Detti
a
O'
è
ridotto
11
barometro
e al mare.
Punta Antonio, lire 2. Felippelli Fedele, cen»26,70
Altezza &Ha stazione sul livello del mare: metri 10.
Detti
tondini
Classe l a - Prime letture, calligra
tesimi 15. Gini Angiolo cent. 30. Bargagna
••■•••■
.. »»
I C tli Coli' Oeell h)
Vento
fia, addizione
ni
V idità
e
sottrazione
dei
numeri
»9,60
Antonio, lire 1. Orsini Francesco, lire 2. Bar-_-.
.
7.3
--.......--
L:Tini
-....... •,....--
'-'-'• ' :-:e.--;:. 2i
8,90
»
9
,,,
Dett esteri
interi e decimali,
e copiatura dal
libro. gagna Giuseppe, cera.' 20. Ginit:
Oreste, lire 2.
..„2.
:....,
. : t
124,00 135,00
.'7"---':.Olio di 1.a q. per ogni ett.
z
a
)
r
Classe 2 a - Lettura, calligrafia , Orlandi Flamini°, cent. 50. Pampana Emilio,
c.
---1.
TI;
.
l I 1,00 125,00
etto di 2.a
•
. . c:D
.,..
cg
- C,
-'
- , . ›
lire
2.
Pellegrini
Sabatino,
cent.
70.
Ricci
90,00 101,00
dettatura, aritmetica fino alla moltipli
Detto da lumi
I .a
50.
R
iccardo,
cent.
di
Pisa
Vincentelli
Serafino,
cenVino
del
Pianto
cazione dei numeri interi e decimali.
N
6
Une. 9..ant. 138 750,60 10.2393
I 3,1 5 l 0.70
2q. ogni ettolitro..
tesimi
50.
Chelatti
Ferdinando,
cent.
50.
28 3 riom. 14"4 752,78 9.9.
81 OSO
Classe 3 a - Lettura, calligrafia,
o.;)16,40
(i
.9P°"• _11.'3 '7:)3,389,12 01
S
Detto 2 a
Pampana prete Fabio, lire 5. Antonelli SeFieno La q il quintale . 9,00»
dettatura, composizione graduata, e le
o
S
ant. 133
5 1,12 10,26 90
bastiano, lire 1. Giani Torello, lire 5. Bardelli
8,00
»
2Detto di 2 . a ...
8
29
1:3
poni.
16'9
753.78
10.16 70
quattro operazioni
principali dell' arit»
3,00
Sabatino, lire 1. Vincentelli Oreste, cent. 50.
.
3OPaglia, il quintale . .
(9 poni. 11"9 754,40 9,1988
metica col sistema metrico- decimale, Frizzi Natale, cent. 20. Poli Giuseppe, cen»
»
Detta a infime il quintale .
O
94
S
ant. 11"5 i54.96 9,49 (
9
0,40
il chitogramino .»
s
toria, geografia
e disegno d'ornato.
80
SOPane 1.r.• q.
1 3 poro. i 1"6 755.58 9.93
tesitni 30. Simi vedova Maria, lire 1. Sacer3
0
'
0,33
»
ODetto di 9 a
S
125
759.78
8,76
80
poni.
(9
Classe 4a - Ampliamento delle ma dote Luigi Paoletti parroco di Oratoio, lire 6.
0,27
»
Detto di 3.a . o
o
85
9 ant. 12°2 764,64 8,94
terie della terza classe e disegno d'or Nannipieri Assunta, lire 2. Meucci Sabatino,
2
NE
pom. 179 766,06 8,32 55
31
PASQUALE FINALI, gerente rC.9.
o
NE
nato.
lire 1. Pampana Flamini°, lire 3. Orsini Fla,9 poto. 9°7 766,36 8,63 96
*
-
.
-
-
-
-
-
-
-
-
)
-
-
-
■11M121••2■11•4MUSIM.. "Mi
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
)
-
-
;
-
-
''
,
.
-
-
-
.•.
.• .
••
ACQUA DI ULIVETO
DI MASSIMA CONCORRENZA
Pubblicazione recentissima:
RIA WITH/IL\ PININEW
L' ORNITOJATRIA
A QUELLE DI YICHY
SOTTO BORGO
O LA MEDICINA
SALI PER BAGNI IN CASA E PASTICCHE IN SCATOLE.
In Pisa, deposito delle bottiglie dei Sali
delle Pasticche presso la R. Farmacia Rossini e
nelle principali Farmacie.
DEGLI UCCELLI DOMESTICI E SEMIDOMESTICI
RIVOLTA SEBASTIANO
PIETRO DELPRATO
P ROFESSOP.E.
PUFESSORE DIRETTORE
MILLI SCUOLA YETEP‘IN.0111 DI PISI
DILLI SUOLI VETEP,INARIA DI PARSA
Giornale illustrato dei viaggi, e delle avventure
di terra e di mare. Una dispensa per settimana; prezzo: cent. 5.
.
Si trova vendibile presso il libraio-editore G. G. A. Uebelhart
e presso i principali librai al prezzo di L. 12.
SOTTOBORGO
difaccia alla Chiesa di san Michele
si trovano in vendita i seguenti libri:
ALLA CARTOLERIA PIZZANELLi
SI ESEGUISCONO SOLLECITAMENTE
100 BIGLIETA DA VISITA
L. 1, 20.
Alla detta cartoleria trovasi pure vendibile
LA INF, IHTTOIMI1 PRITL'»\
CAMPANI PROF. RAFFAELLO
SOMMARIO
11 (.) VANNI SANI
-
DI CHIMICA GENERALE
-
PARTE SPECIALE
13
6 - Via Monte Napoleone
OFFICINA IN TORINO
-
Tettoje
Ponti
COSTRUZIONI!: 1d: RIPARAZIONE
Indirizzare la Corrispondenza all' Amministratore Delegato
Borgo largo, 11.
Libri scolastici e Carte geografiche
che sono vendibili nella Cartoleria Pizzanelli
difaccia alla chiesa di S. Michele
13oN1sT ALLI, Metodo calligrafico, 10
quinternini, ciascuno . .
BOSCARY,
.
L. 0,07
Metodo di calligrafia, io
quaderni, ciascuno Guardarsi dai cosiddetti SISrJr.FINII che non sono altro
che erIrr Irjn. C C" 911 .1 A.F9Er'A 74' I (-) :"N I.
Prime 9t0ZiOiti di aritmetica, e»del
0'07
sistema netrico, o nuovo abbaco.
compilato sui migliori lavori del
. • • • » 0,15
prof. F. R.etali
SCHMID e Muzzi. 100 brevi racconti,
.
111111.7 113'
-.111.41.11
Balaustrate -- Vermi de
alla Sede di Milano.
LUCARELL
LE
TRUIVR
E COSTRUZIONI MECCANICHE
I S A_
LIRE SETTIMANALI
Mia Barriera di Lanzo
36
MMR,IMS, IIREMDRIO -
La migliore garanzia è di prendere informazioni
da chi le possiede
3
, I
STRADE FERRATE, TRAMWAYS E LAVORI PUBBLICI
.....
PRESSO
PER
M _" U2~El
AUSILIARE
SEDE IN MILANO
VANTAGGI SENZA PARI
-
Società,A nonhn.t Italiana
[Niú S CrER,SRE
1T Un volume in 8' grande di pagine 90
vendesi dai principa li librai al prezzo di E. 5.
~ThiaatCat~55~2~~"Vere~ -77~12===r-_
AUMENTO DI ACCESSORI NEL CORREDO
_
fiettEEDO
S\/
PER GLI SI' UDE TECNICI INDUSTRIALE
Lavoro pregievole raccomandato alle amministrazioni pubbliche e agli elettori dai più diffusi giornali
di tutti i partiti. — Costa L. a, 50.
CON
Lezioni gratis
a domicilio.
I tre Moschettieri di A. Dumas, con illustrazioni
di valenti artisti'. 2 dispense per settimana;
cent. 5 ognuna.
DALL' AVVOCATO
VERT, (MEI " SINGfi "
Ven
La sacra bibbia, volgarizzata da Monsignor Martini, ed illustrata da Gustavo Dovè. 2 dispense
per settimana; cent. 15 ognuna.
DI UN INDICE ALFABETICO-ANALITICO
INSUPERABILI MACCHINE A CUCIRE
Le sole Macchine
che non si guastano mai.
La divina commedia di Dante Alighieri, illustrata
da Gustavo Dorè. 2 dispense per settimana.
cent. 10 ognuna.
COMMENTATA E CORREDATA
DELLE
Garanzia illimitata
ed efficace.
Il romanziere del popolo, con illustrazioni, 5 contesimi ogni dispensa.
difaocia alla chiesa di san Michele in Borgo
NEOVO GRAN filllib9) SUI MB
Premiate
con più di 120 Medaglie ec.
Emporio pittoresco, (Illustrazione universale); si
pubblica settimanalmente, si vende cent. 10.
Il piccolo artista, giornale album di disegni elementari di figura, ornato, paesaggio e meccanica; si pubblicano 2 dispense' al mese al
prezzo di cent. 10 ciascuna.
IN PISA
MANZONI A. I promessi sposi. Un bel
volume con coperta elegantissima in
cromolitografia
L. 1. 20
CANTÙ C. Margherita Pusterla. Un vo» I—
lume di oltre 300 pagine GOLA E. Avventure raccontate a
»1—
Un volume » 1 -Maddalena Ferat. Un volume . .
— La confessione di Claudio. Un vo»1—
lume — Un matrimonio d'amore. Un volume » 1 —
-T Sua eccellenza Eugenio Rougon. Un
volume
»I - La fortuna dei Rougon. Un volume » I —
»I—
1,a caccia ai milioni. Un volume .
MONTEPIN (DI) S. La duchessa della torre del picco. Un volume . . . .
»I CoLomBo E. La Vega. Viaggio di esplorazione artica. Un volume con ritratto
del tenente G. Bove » O 40
VERNE G. Un incubo. Un volumetto O 40
WANTON E. Viaggi meravigliosi ai regni
delle scimmie. Un grosso volume di
pag. 610
» I 50
DONATI R. L' ebrea ol'assedio di Mantova del 1796. Un volume . .
I—
si distribuiscono a dispense
le seguenti pubblicazioni illustrate•
£11.
Un volume di pagine 500, con 4 tavole
PRIANE1,1,1
difaccia alla Chiesa di san Michele
!
.
.
e 100 novelline e 3 nuovi racconti • con coperta illustrata in
» 0,60
cromo-litografia CLASIO, Favole e Sonetti pastorali,
un volumetto di pag. 192 . . . » 0,60
L. A., Giannetto, 3 vo. ,,,,, . . » 3,00
lumi .
A., Storia d'Italia, un volume di 152 pag » 0,80
AHN F. Nuovo metodo pratico teoPARATO
ico per imparare la lingua
francese, compilato dal professor
Giuseppe Arnaud, corso 1', un volume di pag. 208
AHN F., detto, 20 corso
Carta dell'Europa geografica ferro-
viaria industriale e commerciale,
una tavola di grande formato, co1,00
lorata e con coperta
GNOCCHI G., Carta dell'llaia, edizione
corretta ed aumentata per cura
■Iell' ing. Fantina, approvata dal
R. ministero dell' istruz. pubblica. » 1,00
GNOCCHI G. Carta geografica dell'Italia recentissima, tirata in colori 1,50
ed in foglio distinto »
PARRAYICINI
ILIALIC„
1,25
1,80
Pisa, Tip. Vannucchi, 1882.
Fly UP