...

Comark, il Comune ha vinto Lentsch firma e pagherà tutto

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

Comark, il Comune ha vinto Lentsch firma e pagherà tutto
L’ECO DI BERGAMO
58 Sport Varie
VENERDÌ 17 LUGLIO 2015
Comark, il Comune ha vinto
Lentsch firma e pagherà tutto
Basket. L’intero debito andrà saldato (abbuonati solo gli interessi)
Aperture sul possibile utilizzo del palazzetto e sui lavori all’Italcementi
Ora il mercato
Arrivano
Pullazzi
e Planezio
Vivigas, ecco
il primo colpo
È l’ala Pilotti
Poi altri tre
Qui Bergamo
Qui Costa Volpino
L’acquisto dell’ala grande ex
Treviglio era stato smentito
nei giorni scorsi, ma l’accordo è
fatto per due stagioni
Il nuovo acquisto ha lunghi
precedenti in serie A2.
Nel mirino anche Baldini,
Caversazio e Coltro
Benchèimpegnatonella
lunga diatriba con il Comune per
il campo da gioco della prossima
satgione, lo staff tecnico-manageriale della Comark Bergamo, che
fa capo al nuovo direttore sportivo
Marcello Filattiera ed al nuovo
head coach Cesare Ciocca, ha proseguito l’opera di allestimento del
roster per la prossima stagione.
Nei giorni scorsi era stato seccamente smentito dal presidente
Massimo Lentsch, ma in ogni caso
risulta certo l’accordo biennale
con Marco Planezio, ala grande di
197cm, nembrese classe 91, giovanili Seriana e BlùOrobica Bergamo, ex Treviglio e Casalpusterlengo, nelle ultime due stagioni in B
alla Vivigas Costa Volpino (28 presenze;26.4 minuti-8.5 punti-6.1
rimbalzi-0.2 stoppate date-0.3
stoppate subite-1.8 perse-1.0 recuperate-1.4 assists media partita col
37% da due, il 28% da tre ed il 67%
ai liberi nel campionato 14/15).
Sicuro anche l’approdo in giallo
nero di Rei Pullazzi, ala pivot di
202 cm, romano di origini albanesi classe 93, giovanili Virtus ed EuroBasket Roma, ex Scauri e Recanati, nella prima parte della scorsa
stagione in forza alla Virtus Roma
in A/1, senza presenze, quindi all’EuroBasket Roma in B (9 presenze; 26.6 minuti-14.4 punti-7.6
rimbalzi-0.1 stoppate date-0.3
stoppate subite-2.3 perse-0.4 recuperate-0.9 assists media partita
col 60% da due, il 38% da tre ed il
64% dalla lunetta).
Al momento il roster della Comark conta quindi sui playmakers
Bloise e Panni,gli esterni Mercante e Scanzi, l’ala Planezio, i lunghi
Chiarello e Pullazzi, in attesa della
firma, dopo il superamento delle
visite mediche, del contratto con
la guardia Milani.
Avvio col botto della
campagna acquisti della Vivigas
Alto Sebino, che per la 5ª stagione
si presenterà ai nastri di partenza
della serie B maschile, tornando
ad esibirsi sul parquet del PalaCBL di Costa Volpino.
Lo staff tecnico-manageriale
del sodalizio presieduto da Achille
Baroni, composto dal gm Roberto
Drocchi e dall’allenatore Alessandro Crotti, è infatti riuscito a portare a buon fine l’ingaggio di Andrea Pilotti, ala di 196cm, monzese
classe 1980. Dopo le giovanili con
Lesmo, Olimpia Milano, Mens Sana Siena, e le convocazioni in azzurro con le Nazionali Under 18,
20 e Militare, Pilotti ha sviluppato
una lunga carriera in A2 e nei campionati cadetti, vestendo le maglie
di Montecatini, Veroli, Capo d’Orlando, Sassari, Omegna, Latina,
Ostuni, Ruvo di Puglia, Matera,
Poggio Rusco/Mirandola. Nell’ultima stagione ha difeso i colori della GSA Udine in B confermandosi
perno del team di coach Corpaci
(28 presenze; 25.3 minuti-9.5
punti-4.2 rimbalzi-0.1 stoppate
date-0.2 stoppate subite-1.2 perse-0.8 recuperate-1.1 assist col
38% da due, il 42% da tre e l’87%
ai liberi). Pilotti, che ha accettato
la proposta della Vivigas di fare da
chioccia ad un team giovanissimo,
la cui maggior parte degli effettivi
prenderà parte ai campionati under 20 e 18 d’eccellenza, va al momento ad aggiungersi ai due soli
confermati: il 26enne centro Michele Squeo e la 21enne guardia
play Francesco Belloni. Ad ore dovrebbero essere definiti anche gli
ingaggi di alcuni promettenti giovani, in primis il trio Baldini-Caversazio-Coltro proveniente dal
Centro Addestramento Pallacanestro Genova.
Germano Foglieni
G. F.
PAOLO VAVASSORI
Pace fatta tra Comune e
Bergamo Basket 2014. Ora è davvero ufficiale: la querelle è chiusa.
Finalmente ieri in mattinata è arrivata la firma che ha sigillato l’accordo tra le parti e spedito nel
dimenticatoio mesi di accese polemiche, di prese di posizione talvolta dure e acuminate, di repliche al vetriolo e di controrepliche
al curaro tra Palafrizzoni e il presidente della Comark Massimo
Lentsch.
E, stando al comunicato diramato ieri, il gancio cielo vincente
infilato all’ultimo secondo prima
dei tempi supplementari, l’ha
piazzato il Comune che attraverso
un piano di rientro concordato ad
hoc, incasserà interamente l’affitto per l’utilizzo della palestra Italcementi (allenamenti e gare ufficiali) nella stagione 2014/2015.
Inoltre, come peraltro aveva già
anticipato, l’Amministrazione, attraverso Bergamo Infrastrutture,
si impegnerà ad eseguire lavori
per migliorare la struttura e in più
ad individuare potenziali spazi
per poter vedere la Comark anche
al Palasport, compatibilmente però con i calendari e le esigenze
delle squadre che già lo occupano.
Ecco il comunicato integrale
del Comune: «La Comark Bergamo Basket 2014 si allenerà e disputerà le proprie gare ufficiali
nella palestra del Centro Sportivo
Italcementi di Bergamo anche
nella stagione 2015/16: accordo
raggiunto tra la società del presidente Massimo Lentsch e Bergamo Infrastrutture, la società partecipata del Comune di Bergamo
che gestisce la struttura sportiva.
La firma al documento è arrivata
nella mattinata di oggi (ieri ndr).
Inoltre, compatibilmente con i
calendari delle società e delle
squadre che vi giocano, Bergamo
Basket potrebbe usufruire degli
La Comark giocherà anche la prossima stagione all’Italcementi
LO SPILLO
Tanto frastuono per nulla
E un’immagine offuscata
S
trategicamente, assomiglia a una sconfitta su tutto il fronte. Lentsch sognava
il palazzetto, e non l’ha avuto. Voleva pagare 10mila anziché 30mila, e pagherà
30mila. Lamentava promesse da marinaio del Comune sui lavori all’Italcementi e incassa una generi-
ca promessa per il futuro.
Bene ha fatto il Comune a
non fare aperture: sarebbero state «pericolosi» precedenti. Male ha fatto Lentsch a dichiarare guerra con
fucili caricati a salve, con il
risultato di perdere - a giudicare dai commenti in rete
- anche una fetta di simpatia della gente.
spazi del PalaNorda per allenamenti o gare ufficiali. Quando saranno resi noti i calendari sportivi
della stagione 2015/16, si potrà
ipotizzare un utilizzo più preciso
del Palazzetto da parte della società del presidente Lentsch. Le parti
hanno sottoscritto un impegno
che consentirà a Bergamo Basket
14 di sanare l’intera esposizione
economica della società cestistica
bergamasca nei confronti di Bergamo Infrastrutture. Contestualmente, sono stati concordati anche dei lavori, a carico di Bergamo
Infrastrutture, per migliorare la
struttura».
Partita chiusa. E, come nelle
migliori tradizioni baskettare,
non è certo un pareggio. Ora, finalmente, spazio al Basket giocato.
©RIPRODUZIONE RISERVATA
©RIPRODUZIONE RISERVATA
©RIPRODUZIONE RISERVATA
Block notes
MOTOCICLISMO
GP BELGIO, TRE TITOLI PRENOTATI
La frattura della spalla dell’ex iridato
«Pela» Renet nella 1ª giornata di gara,
con conseguente ritiro, ha caratterizzato il Gp del Belgio di enduro, sesta
prova del mondiale, andata in scena tre
settimane dopo la Valli Bergamasche di
Rovetta. L’infortunio del campione
francese della Husqvarna ha così
spianato la strada verso il titolo della
classe E2 al rivale Antoine Meo (Ktm) a
cui ora basta conquistare 3 soli punti
nella conclusiva due giorni in Francia ai
primi di ottobre. Renet, fra l’altro,
aveva appena annunciato la sua
partecipazione alla prossima Dakar,
che non è comunque compromessa.
Ad un passo dall’iride - grazie a doppiette - anche Mathias Bellino (Husqvarna) nella classe E3, il cui vantaggio su Phillips è salito a 24 lunghezze; il
britannico Jamie McCanney nella
classe Junior, a cui pure bastano 3
punti in Francia; la spagnola Laia Sanz,
con un vantaggio di 24 punti. Più
incerte le situazioni nella E1 e nella
Youth dove il bottino più cospicuo lo
hanno accmulato in Belgio il finlandese
della Tm Remes e lo svedese della
Yamaha Persson. Per quanto riguarda i
colori italiani e bergamaschi la corsa
belga ha visto brillare soprattutto il
bolognese della Honda Alex Salvini,
due volte 2° nella E2; il promettente
sanremese Davide Soreca, 3° e 2° nella
Junior; il costavolpinese Giacomo
Redondi, 4° e 3° nella Junior; il friulano
+o49jqLCE861md07j04Yq7wwF37kVAvmsg7ekUZ4A2Q=
Battig, 4° e 5° nella Junior; il perugino
Monni, 4° e 9° nella E3; il giovanissimo
Macoritto, 5° e 6° nella Youth, lo
spiranese delle Fiamme Oro Simone
Albergoni, 9° e 6° nella E1.
ENDURO, NORELLI DOMINA A ORMEA
Quattro settimane dopo la gara disputata a Sarnico, la carovana del campionato italiano di enduro della categoria
major (gli over 33) si è ritrovata per la
quarta penultima sfida a Ormea, nel
Cuneese, per dare vita all’evento curato
dal Mc Ceva. Tra i nostri ha fatto faville
la scuderia Norelli del Moto Club
Bergamo che è riuscita a dettare legge
nella classifica a squadre battendo la
compagine leader provvisoria, quella
del Mc Ragni fabriano (An). 57 i punti
accumulati grazie alle due affermazioni
firmate dal brianzolo Angelo Maggi
nella classe M2 e dal perugino Federico
Mancinelli nella classe M3. Bene anche
gli altri due componenti, il casiratese
Remo Fattori (2° nella ultraveteran alle
spalle del canturino Uslenghi) e il
brembano Carmelo Mazzoleni (3° nella
M2). Quattro punti in meno, 53, per la
formazione marchigiana che ha avuto
in Roberto Bazzurri il solito trascinatore. Ha vinto infatti assoluta e classe X2.
Con lui successo pure per Luca Uccellini
(X3) ma solo 4° il terzo elemento,
Cantenne, impegnato nella M3. Terza
squadra il Fast Team, 4a il Mc Sebino e
6a il Mc Costa Volpino. Hanno conquistato il podio anche Pierluigi Surini (Mc
Sebino), 2° nella X1 vinta da Feltracco;
Renato Pegurri (Mc Costa Volpino), 2°
nella super veteran vinta da Moscone;
Giorgio Alberti, 3° nella M1 vinta da
Lenzi; Giuliano Piccinini, 3° nella
ultraveteran. Ai vertici dell’assoluta 2°
Maggi, 4° Mancinelli e 6° Surini.
Prossima gara, 5a e decisiva, il 4
ottobre nel Trevigiano.
ENDURO: NEL 2016 NUOVA CLASSE GP
In occasione del Gp del Belgio di
enduro sono state annunciate - dalla
Fim e dal promoter Abc - importanti
novità per il mondiale 2016, su tutte la
nascita della nuova classe EnduroGp
dove confluiranno i migliori 16 dei
diversi gruppi. Anche le classi Junior e
Youth assegneranno il titolo mondiale
mentre polemiche ha suscitato la
proposta di tornare al passato lasciando solo ai piloti la possibilità di lavorare sui mezzi tagliando fuori i meccanici
dei team.
QUAD CROSS: GALIZZI VICINO AL
TITOLO Ennesima affermazione stagionale per Paolo Galizzi, lo specialista
bergamasco delle competizioni di
quad. Stavolta è maturata al crossdromo “Gioiella” di Castiglione al lago (Pg),
nella 5a penultima prova del tricolore
quad cross. Battuto, come sempre,
Grigore Vieru nella classe Junior e
vantaggio in classifica portato a 18
punti (244 contro 226), da gestire nella
sfida conclusiva.
TRIAL: «NAZIONI», ECCO GLI AZZURRI
Il 19 e 20 settembre a Tarragona, in
Spagna, nel Trial delle Nazioni, l’Italia
schiererà il n° uno azzuro Matteo
Grattarola, Luca Cotone, Daniele
Maurino e Ginaluca Tournour. Obiettivo
il podio, l’ultimo risale al 2012, quando
matutò la terza piazza. Per il terzetto
femminile, poi, selezionate dai tecnici
Fmi Martina, Balducchi, Elisa Peretti e
Sara Trentini.
seconda gara in terra del Campionato
Italiano Rally 2015 non ha preso parte
il bergamasco Alex Perico, che tornerà
al prossimo appuntamento in asfalto, il
Rally del Friuli, in programma a fine
agosto.
AUTOMOBILISMO
TAMBURELLO FEMMINILE
WTCC La prima del Mondiale Turismo
sul circuito di Vila Real, in Portogallo,
frutta un quarto posto tra gli indipendenti a Stefano D’Aste. Il pilota del
Munnich Motorsport chiude in tredicesima posizione assoluta gara-1, quarto
tra i partecipanti allo Yokohama
Driver’s Trophy. In gara-2, invece,
arriva un ritiro. Le due gare vanno in
bacheca a Lopez e al cinese Qing:
D’Aste è ora sesto tra gli indipendenti:
in quella graduatoria comanda Michelisz, mentre nell’assoluta domina
Lopez.
CARRERA CUP ITALIA Piazzamenti per
il Team Ghinzani al Mugello, nel monomarca Porsche.Nel Carrera Cup Italia,
Andrea Fontana chiude con un undicesimo posto e un ritiro, mentre il compagno Marco Cassarà chiude con un
quindicesimo e un nono posto: quest’ultimo piazzamento vale però un
podio (bronzo) per la Michelin Cup,
riservata ai gentlemen. Classifiche:
Fontana è nono nell’assoluta, Cassarà
secondo nella Michelin.
CIR Senza Perico, vince Andreucci. Il
43° Rally di San Marino va in bacheca
all’otto volte campione italiano, che
mette in riga Campedelli e Basso. Alla
S. P. D’ARGON-SABBIONARA 10-13
SAN PAOLO D’ARGON: Balasina, Di
Salvo, Barcella, Piatti, Lorenzi, Scagliotti, Faroni, Mazzucchetti, Rodiani. Dt.
Vismara.
SABBIONARA: Baldo, Arcozzi, Daldoss,
Rossi, D. Fiorini, Zeni, Schonsberg. Dt.
A. Fiorini.
CAMBI CAMPO: 1-2, 2-4, 4-5, 5-7, 6-9,
9-9,9-12,10-13. Pari 40: 2-1. Durata
110’.
Una buona prestazione non è bastata al
San Paolo d’Argon per aggiudicarsi la
vittoria nel primo turno della Coppa
Italia della serie A femminile. A batterla per 13 a 10 nella serata di martedì
sul campo mantovano di Cavriana, è
stato il team trentino del Sabbionara,
una delle migliori realtà nel panorama
del tamburello in gonnella come
testimonia lo scudetto tricolore che
porta cucito sulla maglie da quattro
anni. Le ragazze di Vismara l’hanno
messo in difficoltà sino al parziale di 9
pari. Poi, consumate le energie, hanno
dovuto arrendersi in un finale tutto di
marca trentina. Se non sono riuscite a
dare scacco matto alle titolate avversarie, o a conquistare almeno un punto, è
solo a causa di una manciata di conclu-
sioni mancate per un non nulla nel
finale di una gara che comunque le ha
viste protagoniste.
Domenica prossima per il secondo
turno le argonesi tenteranno di rifarsi
con il Piea che nella gara d’esordio ha
battuto il Dossena. Quest’ultima farà
visita al Monale. (B. G.)
COPPA DELLE REGIONI «MEMORIAL
TESTA» Hanno offerto un buon spettacolo le semifinali della manifestazione
nazionale “Coppa delle Regioni”,
disputate domenica dalle Rappresentative regionali giovanili sui rettangoli
degli sferisteri di Bonate Sopra, Bonate
Sotto, Madone e Pontirolo. Buona la
tecnica evidenziata da alcuni giocatori
di sicura prospettiva. Ottima la correttezza in ogni partita. In campo anche
diverse giocatrici e giocatori orobici.
Le finali del torneo abbinato da tre anni
al Memorial Giuseppe Testa, l’indimenticabile ex presidente del Comitato
orobico della Fipt, saranno disputate in
Trentino la settimana di ferragosto in
occasione delle finali dei campionati di
serie A e B. I risultati.
Allieve femminile: Piemonte-Trentino
13-6; Lombardia-Trentino 13-4
Juniores femminile: Lombardia-Trentino 7-13; Piemonte-Lombardia 13-4.
Allievi maschile: Trentino-Piemonte
13-4; Lombardia-Veneto 13-2.
Juniores maschile: Trentino-Lombardia
4-13; Veneto-Piemonte 6-13.
Giovanissimi maschile: Trentino-Veneto 13-1; Piemonte-Lombardia 13-12
(8-2).
Fly UP