...

Intervento formativo PFAcademy

by user

on
Category: Documents
11

views

Report

Comments

Transcript

Intervento formativo PFAcademy
Pianificare la Successione del Cliente
tramite i prodotti assicurativi
Padova 21 novembre
Roma 22 novembre
Milano 20 Gennaio
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Programma della giornata
 14,30 La Pianificazione Successoria del Patrimonio
Massimo Doria
 16,15-16,30 Coffee Break
 16,30 La Polizza Vita nella successione ereditaria
 16,50
 17,10
 17,30
 17,50
Sergio Morandi
La Pianificazione successoria tramite la unit linked ad architettura
aperta
Paolo Di Lullo
Le Soluzioni assicurative di Diritto Estero
Lorenzo Stipulante
L’utilizzo dei prodotti assicurativi e il Passaggio Generazionale
Giuseppe Frascà
Tavola rotonda e discussione in plenaria
 18,30 Cocktail di ringraziamento ed estrazione premi
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Roma, 22 novembre
La Pianificazione Successoria del
Patrimonio
Docente: Massimo Doria
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
INTRODUZIONE
Vorreste che il vostro patrimonio, faticosamente costruito, fosse in
successione intaccato da importanti prelievi fiscali?
Vorreste che il vostro patrimonio fosse consumato e combattuto legalmente
per anni tra i Vs. eredi?
Come destinare una parte del proprio patrimonio ad uno o piu’ eredi in
maniera preferenziale (compagna, figlio naturale, altro soggetto) senza
problematiche giuridiche?
Vorreste assicurare una perfetta uguaglianza ai vostri figli in fase ereditaria?
Vorreste evitare che vostra moglie o i vostri figli fossero obbligati a vendere
proprietà per far fronte a debiti pregressi o impossibilitati per mesi/anni ad
accedere al patrimonio bloccati dalla procedura di successione o da
eventuali creditori?
Dovete solamente pianificare
la successione del patrimonio
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
PIANIFICARE LA SUCCESSIONE – QUALI VANTAGGI
PIANIFICARE LA SUCCESSIONE IN VITA NON HA INCIDENZA DI COSTI (TESTAMENTO
OLOGRAFO) O COSTI MINIMI (TESTAMENTO PUBBLICO)
PIANIFICARE LA SUCCESSIONE IN VITA VUOL DIRE EVITARE IMPOSTE DI SUCCESSIONE
(UTILIZZARE STRUMENTI ESENTI)
PIANIFICARE LA SUCCESSIONE IN VITA VUOL DIRE EVITARE LITI EREDITARIE TRA FRATELLI
E/O PARENTI (RISPETTO DELLE QUOTE EREDITARIE)
PIANIFICARE LA SUCCESSIONE IN VITA VUOL DIRE TRASMETTERE L’AZIENDA INTEGRA AI
PROPRI DISCENDENTI
PIANIFICARE LA SUCCESSIONE IN VITA VUOL DIRE LASCIARE IL PROPRIO PATRIMONIO
ALLE PERSONE CARE (EVITARE EREDI SCOMODI)
EVITARE LA PIANIFICAZIONE DELLA
SUCCESSIONE IN VITA VUOL DIRE LASCIARE
DECIDERE A QUALCHE ALTRO
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Introduzione
Il patrimonio personale accumulato nel corso
della propria vita può essere trasferito ai propri
figli, familiari e “persone care” in vario modo.
Gli strumenti divergono per la differente
procedura da seguire e per i diversi effetti che
producono dal punto di vista civilistico e fiscale.
La conoscenza delle norme e’ fondamentale per
la migliore amministrazione e protezione della
ricchezza
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
l’evoluzione della famiglia : realta’ sempre piu’ complessa
LA FAMIGLIA NEL CODICE CIVILE
Il diritto di famiglia codificato nel 1942 concepiva una famiglia fondata sulla subordinazione
della moglie al marito, sia nei rapporti personali sia in quelli patrimoniali, sia nelle relazioni di
coppia sia nei riguardi dei figli; e fondata sulla discriminazione dei figli nati fuori dal matrimonio
(figli naturali), che ricevevano un trattamento giuridico deteriore rispetto ai figli legittimi
Il primo libro del codice venne riformato dalla Legge 19 maggio 1975, n. 151 che
apportò modifiche tese ad uniformare le norme ai principi costituzionali. Con questa
legge venne riconosciuta:
 la parità giuridica dei coniugi
 venne abrogato l'istituto della dote
 venne riconosciuta ai figli naturali la
stessa tutela prevista per i figli
legittimi
 venne istituita la comunione dei beni
come regime patrimoniale legale della
famiglia (in mancanza di diversa
convenzione)
 la patria potesta’ venne sostituita
 Il coniuge superstite nella successione
dalla potesta’ di entrambi i genitori, in
ereditaria diventa erede, mentre prima,
particolare nella tutela dei figli.
legalmente, non ereditava nulla.
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
l’evoluzione della famiglia : realta’ sempre piu’ complessa
L’EVOLUZIONE DELLA FAMIGLIA : REALTA’ SEMPRE PIU’ COMPLESSA
CON FIGLI
SPOSATI
SENZA FIGLI
COMUNIONE/SEPARAZIONE DEI BENI
FIGLI LEGITTIMI – FIGLI LEGITTIMATI – FIGLI NATURALI – FIGLI ADOTTIVI
(FIGLI NATI DENTRO E FUORI DAL MATRIMONIO)
COPPIE ED UNIONI DI FATTO (PACS – DICO)
CON FIGLI
CONVIVENTI/E
SENZA FIGLI
CON FIGLI
SEPARATI/E
SENZA FIGLI
CON FIGLI
DIVORZIATI/E
SENZA FIGLI
CON FIGLI
VEDOVI/E
SENZA FIGLI
SCAPOLI, ZITELLE, SINGLE
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
l’evoluzione della famiglia : realta’ sempre piu’ complessa
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
l’evoluzione della famiglia : realta’ sempre piu’ complessa
LE NUOVE SITUAZIONI FAMIGLIARI
A1) SEPARATO CON FIGLI – CONVIVENTE SENZA FIGLI
A2) SEPARATO CON FIGLI – CONVIVENTE CON FIGLI
A3) SEPARATO SENZA FIGLI – CONVIVENTE SENZA FIGLI
A4) SEPARATO SENZA FIGLI – CONVIVENTE CON FIGLI
B1) DIVORZIATO/VEDOVO CON FIGLI – CONVIVENTE SENZA FIGLI
B2) DIVORZIATO/VEDOVO CON FIGLI – CONVIVENTE CON NUOVI FIGLI
B3) DIVORZIATO/VEDOVO SENZA FIGLI – CONVIVENTE SENZA FIGLI
B4) DIVORZIATO/VEDOVO SENZA FIGLI – CONVIVENTE CON NUOVI FIGLI
B5) DIVORZIATO/VEDOVO CON FIGLI – SECONDE NOZZE SENZA FIGLI
B6) DIVORZIATO/VEDOVO CON FIGLI – SECONDE NOZZE CON NUOVI FIGLI
B7) DIVORZIATO/VEDOVO SENZA FIGLI – SECONDE NOZZE SENZA FIGLI
B8) DIVORZIATO/VEDOVO SENZA FIGLI – SECONDE NOZZE CON NUOVI FIGLI
FIGLI LEGITTIMI – FIGLI LEGITTIMATI – FIGLI NATURALI – FIGLI ADOTTIVI
SECONDE NOZZE/CONVIVENTE - ITALIANA E/O STRANIERA
Su queste nuove «situazioni giuridiche» quante opportunita’ abbiamo noi intermediari per offrire
soluzioni assicurative e risolvere queste situazioni ereditarie complesse?
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Evoluzione dei bisogni: pianificare la destinazione del patrimonio
DICHIARAZIONI
SUCCESSIONI
PRESENTATE AGENZIA
ENTRATE
SUCCESSIONI
TESTAMENTARIE
SUCCESSIONI PER
LEGGE
2008
%
2009
%
368.795
100
377.894
100
57.640
15,62
59.648
15,78
311.155
84,38
318.246
84,22
Elaborazione dati Agenzia delle Entrate e dati Istat al 30.03.2011
Mobiliare,
Immobiliare,
Liquido, tangibile
intangibile
Realtà complessa e
intreccio di legami
Famigliari di valori
e stili di vita diversi
Patrimonio
Famiglia
Il 90% delle imprese Italiane
sono aziende di famiglia e
rappresentano la struttura
portante del ns. sistema
economico nazionale
Azienda
Presenza di diversi livelli
di rapidità decisionale, di
propensione al rischio, di
responsabilità, di sogni ed
ambizioni. Possibilità di
elevate perdite o guadagni
- Documento Confidenziale Riproduzione Vietata -
Impresa di Famiglia:
un ingranaggio (Azienda) che
rotea con un altro ingranaggio
(Famiglia) cui se ne aggiunge un
terzo (Patrimonio
dell’imprenditore).
Tutti gli ingranaggi si muovono
insieme a velocità e con intensità
differenti.
Pianificare e
decidere ex-ante la
modalità di
destinazione del
patrimonio
- 11 -
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Evoluzione dei bisogni: tutelare e trasferire il patrimonio aziendale
Pianificare e decidere ex-ante le modalità di tutela e di trasferimento del patrimonio anche
durante la fase del passaggio generazionale
IMPRESA E PASSAGGIO GENERAZIONALE
Imprenditori che considerano il passaggio
generazionale come fase critica da gestire
80%
Imprenditori intenzionati a trasmettere la
gestione d’azienda ad un discendente
68%
Imprese che arrivano alla terza generazione
20%
Percentuale di fallimenti annui derivanti
dalla mancata pianificazione del passaggio
generazionale
10%
Imprenditori che affronteranno il passaggio
d’azienda nei prossimi 10 anni
40%
- Documento Confidenziale Riproduzione Vietata -
Principali Criticità
Ricambio Generazionale
Culturale e
psicologico
Età media del Capo Azienda
- 12 -
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Il patrimonio famigliare ed aziendale
PATRIMONIO FAMIGLIARE
PATRIMONIO AZIENDALE
Comunione e separazione dei beni
Ditte individuale, di persone, di capitali
IMMOBILI
RESIDENZIALI
ETC.
IMMOBILI
COMMERCIALI
IMMOBILI
COMMERCIALI
TERRENI
AGRICOLI/
EDIFICABILI
BENI IMMATERIALI
BENI
MOBILI
INVESTIMENTI
BANCARI
BENI DI
LUSSO
INVESTIMENTI
POSTALI
ETC.
TERRENI
PARTECIPAZIONI
SOCIETARIE
MACCHINARI
AVVIAMENTO
SCORTE DI
MAGAZZINO
INVESTIMENTI
ASSICURATIVI
- Documento Confidenziale - Riproduzione Vietata -
- 13 -
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Una domanda iniziale……
VOGLIO PIANIFICARE IN VITA LA TRASMISSIONE DEL MIO PATRIMONIO:
quali strumenti posso utilizzare?
UNA SUCCESSIONE MORTIS CAUSA
UNA DONAZIONE
DIRETTA ED INDIRETTA
UNA POLIZZA VITA CON
BENEFICIARIO/I
DESIGNATO/I
UN TESTAMENTO
PATTI DI FAMIGLIA
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Le successioni – il codice
Libro II delle successioni (artt. 456-809)
Titolo I Disposizioni
generali sulle
successioni
(artt. 456- 564)
Titolo V Delle
donazioni
Titolo II Delle
successioni legittime
(artt. 769-809)
(artt. 565-586)
Titolo IV Della divisione
(artt. 713-768 )
Titolo III Delle
successioni
testamentarie
(artt. 587-712)
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Intro alla successione
LA SUCCESSIONE
Un soggetto, successore (avente causa), subentra nella posizione giuridica di un
altro soggetto (dante causa)
Molte culture hanno adottato un meccanismo successorio che privilegia la linea paterna
(cosiddetta successione agnatizia), in base al quale solo i figli maschi possono ereditare.
Per molto tempo il fenomeno successorio in Europa ha seguito il cosiddetto diritto di
primogenitura, attribuendo il patrimonio ereditario al primo figlio maschio della persona
della cui eredità si tratti.
In linea generale, tuttavia, si può dire che molte società del passato e quasi tutte le società
contemporanee adottano un più o meno complesso sistema di regole ereditarie in forza
delle quali si perviene ad una suddivisione del patrimonio ereditario fra i vari superstiti
della persona defunta
(nel linguaggio tecnico giuridico indicata come "de cuius").
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Le successioni
EVOLUZIONE LEGISLATIVA DELL’IMPOSTA SULLE SUCCESSIONI E DONAZIONI
D. Lgs. 346/90
Approvazione del Testo unico in materia di Imposta sulle successioni e donazioni
Art. 69, L. 21/11/200
n. 342
Estensione delle agevolazioni prima casa ai trasferimenti a titolo gratuito inter vivos e mortis causa di abitazioni non di
lusso a favore di beneficiari che possiedono i requisiti per usufruire dell’agevolazione prima casa.
Introduzione di rilevanti modifiche in materia di imposta sulle successioni e donazioni
Art. 13 L. 383/2001
Abrogazione dell’imposta sulle successioni e donazioni.
Introduzione di una tassazione con le aliquote dell’imposta di registro (quelle applicabili ove il trasferimento fosse operato a
titolo oneroso) per le donazioni:
•
Effettuate a favore di beneficiari diversi dal coniuge, dai parenti in linea retta e dagli altri parenti fino al quarto grado
del donante
•
Per la parte di valore che eccede la franchigia di euro 180.759,91
D.L. 3 ottobre 2006, n.
262, conv. modif. con
L.24/11/2006, n.286
Estensione dell’imposta di registro anche ai trasferimenti a titolo gratuito inter vivos e mortis causa con aliquote e con
franchigie graduate in dipendenza del vincolo di parentela o affinita’ tra disponente e beneficiario
L. 24/11/2006 n. 286
Reintroduzione dell’imposta sulle successioni e donazioni di cui D. Lgs 346/90 (con modifiche)
L. 27/12/2006 n. 296
(Finanziaria 2007)
Introduzione di rilevanti modifiche dell’imposta sulle successioni e donazioni:
•
Nuova franchigia per i trasferimenti a favore dei fratelli
•
Ripristino ed incremento della franchigia per i trasferimenti a favore delle persone disabili
•
Ampliamento dei termini per la presentazione della dichiarazione di successione
•
Esenzione, in presenza di determinate condizioni soggettive ed oggettive, per i trasferimenti che hanno per oggetto
complessi aziendali o partecipazioni societarie a favore dei discendenti
L. 24/12/2007 n. 244
(Finanziaria 2008)
Estensione dell’esenzione prevista per i trasferimenti che hanno per oggetto complessi aziendali o partecipazioni
societarie anche a favore del coniuge
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
La successione: legittima o testamentaria
Nell'ordinamento giuridico italiano, l'eredità si
trasferisce dal de cuius ai suoi successori o per
legge o per testamento.
Nel primo caso si avrà una
successione legittima
Nel secondo caso una
successione testamentaria.
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Le successioni
CASI EREDITARI
FIRENZE Una scrittrice fiorentina lascia un immobile e denaro per un totale di 1,3 milioni. Vengono trovati due parenti
di 5° grado che si dividono l’eredita’. Uno di loro non sapeva neanche di essere parente
MILANO un milanese lascia testamento per i suoi tanti beni ma se ne dimentica altri. Per la parte di beni non dedicata
vengono trovati 8 figli di un cugino ed ognuno di loro eredita 200mila euro
GENOVA il figlio di un famoso pianista lascia una villa piena di mobili antichi ed auto d’epoca. Nessun testamento. Un
parente di sesto grado (figlio del cugino del genitore) eredita 350mila euro
PIACENZA un uomo chiamava i due cugini con spesa a carico del destinatario e mangiava alla Caritas. Alla sua morte
agli ignari parenti arrivarono 1,2milioni di euro
MONTECARLO in questi giorni si stanno cercando gli eredi di un grande archeologo che viveva a Montecarlo. Valore
dell’eredita’ (un attico, uno yacht….) 12,5milioni di euro
ROMA alla morte della figlia, scopre che questa era proprietaria di un palazzo a Roma che vale 9milioni di euro. Era
stato lasciato alla figlia da un uomo che aveva avuto una relazione con lei
TREVISO un 95enne trevigiano ha ereditato quasi un milione di euro da una lontanissima parente vedova napoletana
senza discendenti a lui sconosciuta
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Esempio
 SONO VEDOVO ED HO DUE FIGLI
 UNO SI CHIAMA PECORA BIANCA (SPOSATO, LAUREATO, RISPETTOSO, MI
ASSISTE E MI FA SPESSO COMPAGNIA)
 UNO SI CHIAMA PECORA NERA (NON E’ SPOSATO, NON HA TERMINATO
GLI STUDI, E’ DROGATO, MI HA UMILIATO, MI HA RUBATO IN CASA, NON
LO VEDO E NON LO SENTO DA TANTO TEMPO)
 VOGLIO LASCIARE TUTTO IL MIO PATRIMONIO AL FIGLIO PECORA BIANCA
 COME POSSO FARE?
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
ESEMPIO




UNA COPPIA DI CONVIVENTI
LUI PATRIMONIO STIMATO DI CIRCA 5 MLN DI EURO
LA CONVIVENTE NULLATENENTE
IL FACOLTOSO (LUI) HA COME UNICO EREDE UN FRATELLO DOVE NON
ESISTE UN BUON RAPPORTO
 LUI VUOLE LASCIARE ALLA SUA MORTE, MA SOLO ALLA SUA MORTE, TUTTO
ALLA CONVIVENTE
 GLI VIENE SUGGERITO DI FARE UNA POLIZZA VITA INDICANDO COME
BENEFICIARIO LA CONVIVENTE
 E’ CORRETTA LA SOLUZIONE?
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Il testamento
La successione testamentaria è la più frequente. Il testamento è un atto formale: il
testamento orale non è ammesso; per essere valido, il testamento deve essere redatto in
una delle forme seguenti:
OLOGRAFO
Deve essere:
Scritto, datato,
sottoscritto di pugno dal
testatore;
PUBBLICO
E’ scritto dal notaio dopo che il
testatore gli ha espresso le sue
ultime volontà davanti a due
testimoni. Lo sottoscrivono il
testatore, i testimoni ed il
notaio;
SEGRETO
E’ scritto in un qualunque
foglio di carta anche da
persona diversa dal testatore;
il testatore in persona
davanti a due testimoni
consegna il foglio chiuso ad
un notaio;
TUTTI I TESTAMENTI, COMUNQUE FATTI, HANNO LO STESSO VALORE E UGUALE EFFICACIA:
Per esempio basta un testamento olografo per revocare un precedente testamento pubblico.
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Classificazioni delle assicurazioni vita
RAMO PRIMO: Assicurazioni sulla durata della vita umana
RAMO SECONDO: Assicurazioni di nuzialità e di natalità
RAMO TERZO: Assicurazioni di cui ai punti I e II connesse con fondi di investimento o indici
azionari
RAMO QUARTO: Assicurazione malattia
RAMO QUINTO: Operazioni di capitalizzazione
RAMO SESTO: Operazioni di gestione di fondi collettivi costituiti per l’erogazione di
prestazioni in caso di morte, in caso di vita o in caso di cessazione o riduzione dell’attività
lavorativa
23
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Definizione: art. 1882 del codice civile
L`assicurazione è il contratto col quale
l`assicuratore, verso pagamento di un
premio, si obbliga a rivalere l`assicurato,
entro i limiti convenuti, del danno ad esso
prodotto da un sinistro, ovvero a pagare
un capitale o una rendita al verificarsi di un
evento attinente alla vita umana.
24
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
I soggetti della polizza
CONTRAENTE
La persona fisica o giuridica che
stipula il contratto di assicurazione,
che è tenuto a pagare i premi e che
ha la facoltà di esercitare tutti i diritti
propri del contratto
ASSICURATO
La persona fisica sulla cui vita è
stipulato il contratto
BENEFICIARIO
La persona fisica o giuridica
designata dal contraente a ricevere
le somme assicurate
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
La donazione
Art. 769
Definizione
La donazione è il contratto col quale,
per spirito di liberalità, una parte
arricchisce l`altra, disponendo a favore di
questa di un suo diritto o assumendo
verso la stessa una obbligazione.
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
La donazione
Parti contrattuali:
Donante
Donatario
è colui che compie l’atto di
liberalità. Per poter compiere
l’atto deve essere capace di
agire e di disporre del diritto; si
ritiene che donante possa essere
anche una persona giuridica
è colui che riceve l’attribuzione
patrimoniale; anche le persone
giuridiche e le persone non
riconosciute hanno la capacità a
ricevere senza che sia più
necessaria l’autorizzazione
amministrativa
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
La divisione ereditaria
Ogni coerede ha sempre diritto di chiedere la scioglimento
della comunione ereditaria, tramite la divisione. La norma
che prevede la divisione ereditaria, sottintende che vi
possono essere due tipi di divisione:
1) divisione amichevole: se si attua mediante accordo di
tutti i chiamati i quali stipulano un contratto di divisione. Tale
contratto, se riguarda beni immobili va fatti per atto scritto e
poi trascritto;
2) divisione giudiziale: se si svolge sotto la direzione
dell’autorità giudiziaria quando non si raggiunge l’unanimità
dei consensi.
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
La divisione ereditaria
ALCUNE LITI EREDITARIE
Eredità degli Agnelli: liti, cause e fisco
Erba, scoppia guerra per l'eredità
Conegliano, fa uccidere il marito per l'eredità
Padova, uccide il fratello per una lite ereditaria
Le donne di Herrera: in guerra per l’eredità
La guerra di Tinto per l’eredità
Lite per l’eredita’ Lancia molotov su casa fratello
Pietraperzia (En): botte da orbi per l’eredità del nonno
Pavarotti, la guerra per l’eredita’ tra le due donne che l’hanno amato
Vedova uccisa a Milano per l'eredità arrestato il fratello, incastrato dal Dna
Giallo sull'eredità di Sandra Mondaini?
Maso uccise i genitori per l'eredità
----------------------------------------------------------------------------------------------
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Esempio
UNA MADRE VEDOVA HA DUE FIGLI
UN GIORNO DECIDE DI DONARE AL FIGLIO MAGGIORE UN IMMOBILE
VALORE COMMERCIALE EURO 200MILA CON ATTO PUBBLICO DAL
SUO NOTAIO DI FIDUCIA.
PER COMPENSARE DECIDE DI FARE UN TESTAMENTO INDICANDO IL
FIGLIO MINORE UNICO EREDE DEL SUO DOSSIER TITOLI IN BANCA
PARI A 200MILA EURO (COMPENSANDO L’ATTO PRECEDENTE).
DOPO 10 ANNI DALL’EPISODIO LA MAMMA VIENE A MANCARE.
DAL PUNTO DI VISTA EREDITARIO HA FATTO LE COSE BENE?
AI FINI DELL’ISTITUTO DELLA COLLAZIONE ASSOLUTAMENTE NO!
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
La successione dell’azienda
LA SUCCESSIONE DELL’AZIENDA
E DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
la successione dell’azienda
BASE IMPONIBILE DELL’IMPOSTA DI SUCCESSIONE E DONAZIONE
VALORE DEI BENI E DIRITTI
FACENTI PARTE DELL’ATTIVO
AZIENDALE
PASSIVITA’ ESISTENTI E
RISULTANTI DALLE SCRITTURE
CONTABILI OBBLIGATORIE
TENUTE DALL’IMPRENDITORE
N.B. VALUTAZIONE RIFERITA ALLA DATA DI APERTURA DELLA SUCCESSIONE
OVVERO ALL’ ATTO DI EFFICACIA DELLA DONAZIONE
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
la successione dell’azienda
CON QUALI STRUMENTI POSSO AFFRONTARE IL PASSAGGIO GENERAZIONALE DELL’AZIENDA
E/O PARTECIPAZIONI SOCIETARIE AI PROPRI DISCENDENTI?
UNA SUCCESSIONE MORTIS CAUSA
UNA SUCCESSIONE TESTAMENTARIA
DONAZIONE IN VITA CON ATTO PUBBLICO DELL’INTERA PROPRIETA’
DONAZIONE IN VITA CON ATTO PUBBLICO DELLA NUDA PROPRIETA’ RISERVANDOSI L’USUFRUTTO
UNA CESSIONE DELL’INTERA PROPRIETA’
UNA CESSIONE DELLA NUDA PROPRIETA’ RISERVANDOSI L’USUFRUTTO
STRUMENTI DI GOVERNANCE SOCIETARI
UN PATTO DI FAMIGLIA
QUALI SONO LE DIFFERENZE GIURIDICHE DELLE VARIE FORME SOPRACITATE, E
QUALI SONO LE DIFFERENZE FISCALI?
33
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Esempio parte 1
•
•
•
•
IL CASO: ANTONIO 60 ANNI IMPRENDITORE SPOSATO CON MOGLIE E 2
FIGLI MAGGIORENNI
PATRIMONIO A DISPOSIZIONE:
CONTO CORRENTE E TITOLI OBBLIGAZIONARI: 1.200.000,00.=
IMMOBILI (PRIMA E SECONDA CASA): 1.200.000,00.=
AZIENDA ALFA SRL: VALORE 6.000.000,00.=
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
Esempio parte 2
PATRIMONIO
MOGLIE
FRANCHIGIA
1MIL. EURO
FIGLIO A
FRANCHIGIA
1MIL. EURO
FIGLIO B
FRANCHIGIA
1MIL. EURO
CONTO E TITOLI
1.200 VALORE
QUOTA 1/3
400.000,00
QUOTA 1/3
400.000,00
QUOTA 1/3
400.000,00
TITOLI ESENTI
IMMOBILI 1.200
VALORE
CATASTALE 600
QUOTA 1/3
200.000,00
QUOTA 1/3
200.000,00
QUOTA 1/3
200.000,00
IMMOBILI
(3% VALORE
CATASTALE)
AZIENDA SRL
(MACCHINARI ED
IMMOBILI)
QUOTA 1/3
2.000.000,00
QUOTA 1/3
2.000.000,00
QUOTA 1/3
2.000.000,00
PATTO DI
FAMIGLIA
(ESENTE)
TOTALE
IMPONIBILE DA
PAGARE AL
NETTO
FRANCHIGIA
1.600.000,00
4% ALIQUOTA
+ 3% IMMOBILE
70.000 EURO
TASSE
1.600.000,00
4% ALIQUOTA
+ 3% IMMOBILE
70.000 EURO
TASSE
1.600.000,00
4% ALIQUOTA
+ 3% IMMOBILE
70.000 EURO
TASSE
18.000,00 EURO
(SOLO LA PARTE
IMMOBILIARE)
RISPETTO AI
210.000,00 EURO
SOLUZIONE
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
IL KEYMAN
La temporanea caso morte alla societa’/soci
Societa’ di persone
CONTRAENTE
Societa’ di capitali
AZIENDA
Societa’ cooperative
ASSICURATO
SOCIO/AMMINISTRATORE
AZIENDA
BENEFICIARIO
EREDI LEGITTIMI/DESIGNATI
Pianificare la Successione del Cliente tramite i prodotti assicurativi.
IL Percorso Formativo
FAMIGLIA
PATRIMONIO
AZIENDA
SUCCESSIONE, TESTAMENTO, DONAZIONE
Codice civile, aspetti fiscali, situazioni giuridiche, sentenze cassazione, etc.
ESEMPI CON SOLUZIONE
Fly UP