...

Bactrim e morte improvvisa in pazienti che assumono spironolattone

by user

on
Category: Documents
8

views

Report

Comments

Transcript

Bactrim e morte improvvisa in pazienti che assumono spironolattone
Bactrim e morte improvvisa in pazienti che assumono spironolattone
Il messaggio
In un certo senso ne avevamo parlato in [email protected] del 1 Dicembre 2014(*).
In
quell’occasione facevamo riferimento all’aumentata incidenza di morti improvvise con la
somministrazione contemporanea di ACE-I/ARBs e trimetoprim-sulfametossazolo. Ciò non
stupisce, perché il trimetoprim è strutturalmente simile all’amiloride, un
diuretico
risparmiatore di potassio, e infatti alle dosi usuali blocca i canali del sodio nel tubulo distale
impedendo l’eliminazione del potassio: in effetti almeno l’ 80% dei pazienti che assumono
trimetoprim vede aumentare la kaliemia e il 6% ha un’iperkaliemia franca.
Gli antagonisti del sistema renina–angiotensina-aldosterone (RAAS) sono anch’essi
risparmiatori di potassio e quindi è evidente che quest’associazione può produrre un rischio di
iperkaliemia che può diventare pericolosa per la vita e che quindi, quando possibile, va evitata.
A maggior ragione è razionale evitare l’associazione di trimetoprim-sulfametossazolo con lo
spironolattone, un diuretico risparmiatore di potassio.
E questo studio, condotto dagli stessi AA sullo stesso campione di indagine, è un’ulteriore
conferma di ciò: i soggetti che assumono spironolattone e trimetoprim-sulfametossazolo
sono a maggior rischio di morte improvvisa.
Per approfondire
Gli AA hanno condotto uno studio di popolazione nested case control (*) coinvolgente una
popolazione dell’Ontario di età > 65 aa nel periodo dal 1 aprile 1994 al 31 dicembre 2011. In
questo gruppo sono stati identificati i casi in cui i pazienti erano morti di morte improvvisa nei
14 giorni in cui ricevevano trimetoprim-sulfametossazolo o uno degli altri antibiotici dello
studio (amoxicillina, ciprofloxacina, norfloxacina, nitrofurantoina)
Per ciascun caso, sono stati identificati fino a 4 controlli confrontati per età e sesso. È stato
determinato l’odds ratio (OR) per l’associazione tra morte improvvisa ed esposizione a
ciascun antibiotico relativamente all’amoxicillina, aggiustato per i predittivi di morte
improvvisa.
(*) Uno studio nested case control (NCC) è una variazione dello studio caso-controllo.
In uno studio caso controllo tutti casi patologici in esame che si verificano nella coorte in un determinato periodo
vengono confrontati con un subset randomizzato di partecipanti che non hanno sviluppato la malattia che ci interessa.
Invece nello studio NCC i casi patologici che si verificano nella coorte vengono identificati e, per ciascuno, viene
selezionato uno specifico numero di confronti con i casi nella coorte che non hanno sviluppato la malattia. Abbinando
fattori come l’età e selezionando i controlli da set rilevanti di rischio, il modello NCC è generalmente più efficiente di
un disegno caso controllo con lo stesso numero di controlli selezionati.
Risultati
Su 11.968 pazienti morti di morte improvvisa mentre ricevevano spironolattone, sono stati
identificati 328 nei quali la morte si era verificata nei 14 giorni di terapia antibiotica: ebbene,
confrontato con l’ampicillina il trimetoprim-sulfametossazolo era associato ad un aumento di
più di due volte del rischio di morte improvvisa (OR aggiustato 2.46, 95 CI 1.55-3.90). Anche
la Ciprofloxacina (aOR 1.55, 95% CI 1.02–2.38) e la nitrofurantoina (aOR 1.70, 95% CI
1.03–2.79) erano associate con un aumentato rischio di morte improvvisa, ma il rischio con la
nitrifurantoina non era evidente in un’analisi di sensibilità.
Quindi, come con gli ARBs e gli ACEI, l’associazione trimetoprim-sulfametossazolo con
spironolattone o comunque con farmaci risparmiatori di potassio può essere pericolosa. In
queste condizioni (assunzione di ACEI o ARBs/spironolattone per patologie concomitanti) è
meglio prendere in considerazione altri antibiotici.
Marco Grandi, Giuliano Pinna
Keywords:
Bactrim, morte improvvisa, spironolattone
(*) Incidenza di
morte improvvisa quando si somministra co-trimossazolo in pazienti in
terapia con ACE inibitori o sartani.
Giuliano Pinna Marco Grandi
Pubblicato su [email protected] del 1 dicembre 2014
Keywords : Bactrim, ACEI, ARBs, morte improvvisa
Co-trimoxazole and sudden death in patients receiving inhibitors of renin-angiotensin
system: population based study
Michael Fralick
(CDSERN)
et al. for the Canadian Drug Safety and Effectiveness Research Network
BMJ 2014;349:g6196 doi: 10.1136/bmj.g6196 (Published 30 October 2014)
Fly UP