...

TESTAMENTO DI PAOLINA BONAPARTE

by user

on
Category: Documents
9

views

Report

Comments

Transcript

TESTAMENTO DI PAOLINA BONAPARTE
OSSERVATORIO SU STORIA E SCRITTURE DELLE DONNE A ROMA E NEL LAZIO
TESTAMENTO DI PAOLINA BONAPARTE
//1
Al nome di Dio& L'annoi &
Avanti di mè Ant.o Chelli Not.o resid.te in Firenze&
S.A. la Sig.ra P/ri)n(ci)p.a Paolina Bonaparteii fig.a del fu nobile Sig.r Carlo Bonaparteiii, e di S.A.
Madama Letizia Ramoliniiv Ved.a Bonaparte, consorte di S.A. il Sig.r P(ri)n(ci)pe D. Camillo
Borghesev proprietaria domiciliata in Firenze nel Palazzo Borghese in via del Palagio, ed oggi
abitante nella Villa Strozzi fuori la Porta a S. Gallo, la quale essendo sana di mente, senso, vista,
udito, loquela, ed intelletto benchè incomodata di salute ha determinato disporre di tutti i suoi proprj
Beni, e Sostanze per il presente suo ultimo nuncupativo Testamento, ch'essa pronunzia a chiara
voce, e che io Notaro scrivo contestualm.te di mia propria mano e carattere in presenza dei 5
infrascritti Testimonj del seguente tenore&
Revoco ed annullo in tutte le sue parti qualunque Testamento, Codicillo, o altro Atto di ultima
volontà da me fatto fino a questo giorno, e voglio che questo mio Testamento abbia solo il suo
pieno effetto e vigore.
Lascio, e lego all'Opera Pia di S. M. del Fiore di Firenze la solita Tassa di Lire 3 e soldi dieci.
A titolo di Legato amorevole, istituzione, o altro miglior titolo lascio e lego a S. A. Imperiale Mad.a
Letizia Vedova Bonaparte mia diletta Madre la Legittima dovutale di diritto sulla mia eredità,
e successione.
Istituisco, voglio che siano, e nomino Eredi e Legatarj universali in tutti i miei Beni, mobili, ed
immobili di qualunque specie e natura, ed ovunque situati, e per equali porzioni fra di Loro il
Co: di S. Leuvi, il P(ri)n(ci)pe di Montfortvii, e la Contessa di Liponaviii i cui nomi sono Luigi,
Girolamo, e Carolina Bonaparte miei Fratelli, e Sorella, ai quali impongo di soddisfare per
l'intiero tutti i seguenti Legati particolari
Lascio e lego ai tre figliix del P(ri)n(ci)pe di Montfort uno de' miei Fratelli la somma di 30 (mila)
franchi per ciascheduno per una sola volta, quali somme saranno depositate nutamente per
pagarsi a ciascuno di essi Legatarj alla sua maggiore età, cioè compiti gli anni 21. unitamente
agli annui interessi, e
//2
che il Loro Padre, e la Madre non potranno percepire nè per i frutti, nè per il Capitale
Lascio e lego la mia Villa Paolina di Roma ai miei nipoti Napoleonex, e Carlottaxi figli il primo de'
Luigi, e l'altra di Giuseppe Bonaparte per equale porzione fra di loro a condizione espressa,
che i Legatarj non la vendino o la possino alienare, ma trasmetterla ai Loro figli,Altrimenti
facendo erede la d.a Villa a favore dello Spedale di S. Spirito di Roma.
Lascio e lego la Villa e possessione di S. Martino nell'Isola dell'Elba al mio nipote Napoleonexii
figlio dell'Imperatore mio Fratelloxiii, e più il Lavabo di Porcellana che servì all'Incoronazione,
e che gli ricorderà una dell'epoche più gloriose della storia di suo Padre: la cassetta da
Profumi, i piccoli Bijoux in oro che l'Imperatore mi ha lasciati per testamento, ed il tutto in
testimonianza della mia tenera affezione per Lui.
Lascio e Lego al mio dilettiss.o zio il Card.l Feschxiv la mia berlina Inglese.
benchè avessi motivo di lagnarmi di mio Fratello Lucianoxv, e della sia Famiglia pur non ostante gli
perdono, e per dargliene una prova lascio e lego al med.o 20 (mila) fr(anchi) per il suo Figlio
Paoloxvi a condizione che la somma sia depositata senza che il Padre, o la Madre possa
disporne in modo che i frutti, ed il Capitale sieno pagati a Paolo allorchè sarà pervenuto alla
sua maggiore età.
Muso Napoleonico – Inventario 1243
Trascrizione a cura di Maria Gemma Paviolo
PAG. 1/7
OSSERVATORIO SU STORIA E SCRITTURE DELLE DONNE A ROMA E NEL LAZIO
TESTAMENTO DI PAOLINA BONAPARTE
Lascio e lego la mia Villa Paolina di Lucca mobiliata com'è attualmente, al Principe Borghese mio
consorte per usufruirla a di Lui vita naturale durante, come una delle testimonianze del
sincero e vero interesse ch'Egli mi ha dimostrato in questa lunga malattia, e conosco bene che
le circostanze ed i molti avvenimenti hanno soltanto potuto disunirci per qualche tempo,
perchè il P(rinci)pe Borghese si è sempre condotto verso l'Imperatore mio Fratello con la
maggiore Lealtà, e fedeltà: gli lascio di più la mia bella Vettura da viaggio.
La proprietà poi della d.a Villa la lascio e lego alla Princip.a Zenaidexvii figlia primogenita del Conte
di Soviglierxviii mio fratello maritata al figlio Primogenitoxix di Luciano.
Lascio e lego al P(ri)n(ci)pe D. Franco Aldobrandinixx mio cognato il bel Quadro del P(ri)n(ci)pe
Borghese fatto da Gerardxxi col Busto in marmo dello stesso P(ri)n(ci)pe Borghese.
Lascio e lego al Duca di Hamilton Marchese Duglasxxii il mio necessaire d'argento dorato, come un
ricordo
//3
dell'amicizia ch'egli mi professa.
Non Lascio niente al mio Fratello Giuseppe perchè non ne ha bisogno, e perchè gli altri miei fratelli
sono assai meno proveduti di beni de' fortuna: Riceva dunque da me in questo momento i
sinceri sentimenti di affezione, e di amore.
Lascio e lego la somma di 20 (mila) fr(anchi) al figlioxxiii di Girolamo nato in America da Madonna
Patterscaxxiv, matrim.o già annullato.
Lascio e lego alla P(ri)n(ci)p.a Luisaxxv figlia di mia sorella Carolina 50 (mila) fr(anchi) (per) una sol
volta e 60 (mila) fr(anchi) per i P(ri)n(cipi Achillexxvi, e Lucianoxxvii figli di d.a Carolina metà
per ciascuno per una sol volta. Lascio poi alla Marchesa Letizia Pepolixxviii altra figlia di d.a
mia sorella un bel Velo, ed un bello Schall di Cachemire a sua scelta.
Lascio inoltre alla pred.a P(ri)n(ci)pessa Luisa mia nipote il mio medaglione che contiene i capelli
dell'Imperatore, e la Catena Bronzèe
Lascio e lego al P(ri)n(ci)pe Felice Baciocchixxix il mio bel Flambeau di Vermeil che si trovava alla
Villa Paolina di Roma, pregandolo ad accettarlo come un ricordo della mia amicizia per Lui.
Lascio e lego alla Contessa di Possèxxx la somma di Duemila scudi (romani), ed alla di Lei sorella la
P(ri)n(ci)pessa Gabriellixxxi il mio bello Schall di Cachemire.
Lascio e lego a Madonna d'Haut-Mesnilxxxii ch'è stata presso di me per sei anni, e che mi ha
sempre .testimoniata la maggior affezione la somma di (scudi romani) 5 (mila) più una
porzione delle mie Biancherie, e delle mie trine, ed un Cachemire. Lascio inoltre alla med.a i
miei braccialetti con mostra di perle, e torchine, ed il mio piccolo Letto brodé.
Al Cav.re d'Haut-Mesnilxxxiii di Lei marito gli lascio e lego la somma di (scudi romani) 2(mila), ed un
paio de' miei Cavalli colla mia bella Caleche di Vienna.
Lascio a Mad.a la Contessa Bonaccorsi uno Schall di Cachemire.
Lascio alla figlia della Contessa Negronixxxiv che ho tenuta alla Cresima un bel Velo di Dentelle.
Lascio e lego alla figlia della m(arche)sa Curti Leprixxxv che ho tenuta a Battesimo un piccolo
Bijoux, o uno Schall, o una trina a sua scelta.
Lo stesso Lascio alla piccola Caffarelli Negronixxxvi.
//4
Lascio al Card. Rivarolaxxxvii il servizio di Porcellana di Sevres verè che si trova alla mia Villa di
Roma in testimone della mia amicizia.
Lascio e lego al Card. Paccaxxxviii una Pendule, e due Candelabri della mia Villa di Roma a sua
scelta, pregandolo ad accettarli per memoria.
Muso Napoleonico – Inventario 1243
Trascrizione a cura di Maria Gemma Paviolo
PAG. 2/7
OSSERVATORIO SU STORIA E SCRITTURE DELLE DONNE A ROMA E NEL LAZIO
TESTAMENTO DI PAOLINA BONAPARTE
Lascio e lego al Card.l Zurlaxxxix il mio vaso d'acqua, ed il mio Bacino d'Argento dorato.
Lascio e lego al Card.l Spinaxl il mio Carozzino a Landolet.
Lascio al Conte di Survilliers mio Fratello Giuseppe i due bei Vassi di Porcellana della mia Villa
Paolina di Roma.
Lascio e lego al principe Chigixli il mio Servizio di Cristallo come una debole testimonianza della
mia amicizia e della mia stima.
Lascio al Conte Panimolle di Roma un piccolo spillo da petto, o un anello per memoria di amicizia.
Lascio e lego alla P(ri)n(ci)pessa di Piombinxliio il mio Couvrepied di Cachemire a righe rosse, e
bianche.
Lascio e lego alla Contessa Marescottixliii nata Torlonia il mio Couvrepied di Cachemire diverso, o
altro oggetto di mia Toilette.
Lascio alla Sig.ra P(rincip)essa Ezzellini uno Schall, o un piccolo Bijoux.
Lascio e lego al P(ri)n(ci)pe Luigi figlio del Conte di S.t Leu il ritratto dell'Imperatore con la sua
catena.
Lascio e lego a Carlo, Domenico, e Tonnino miei domestici una pensione di sette scudi (romani) il
mese per ciascheduno.
Lascio e lego al vecchio Decano la somma di (scudi) 100 (romani) per una sol volta.
A Carlo, e Domenico sopradetti oltre la pensione lascio Cento scudi (romani) per ciascheduno per
una sol volta.
//5
Lascio a Tonnino oltre la sud.a pensione cento scudi (romani) (per) una sol volta.
Lascio e lego a Teta donna di Guardarobba scudi due (romani) il mese, e scudi mille alla Cameriera
Sofia per una sol volta, e il mio orologio di ripetizione d'oro.
A checchina (scudi) 200.
A Giacomo Bellomini per la figlia (scudi) 300.
All'Uditore Pellini di Viareggio un piccolo anello, un piccolo spillo, ed una Pendule.
A checca Bellomini sei abiti a sua scelta. Uno delli miei vestiti bianchi più belli con piccolo
Cachemire.
A Margherita Bellomini altri sei abiti a sua scelta.
A Giuseppe Bellomini una Pendule.
A Sisco di Portoferrajo simile.
Agli Ospedali di Roma (scudi) 600 per celebrazione di messe.
al P(ad)re del Pozzo 50. per l'elemosina di messe.
Alla figlia del Colonnello Tuness una Toelette, una guarnizione di Trina, o di Velo.
All'Avvocato Vannutelli (scudi romani) 300. per una sol volta.
A Luisa Muratti un orologio di perla.
Al Cav.r Colonna un piccolo anello, o spillo di petto.
Al Giovane Turges che fo educare nel Collegio di Siena la somma di 24 (mila) fr(anchi) per darli ad
interesse, e conseguirne il Capitale alla maggiore età.
Alla figlia di Madonna Minicucci mia battezzata (scudi) 200.
Alla Servitù del P(ri)n(ci)pe Borghese (scudi) 300.
Alla Sig.ra m(arche)sa Torregiani una piccola Toilette con le api.
Alli Poveri di Viareggio (scudi) 100.
Al Cav.re Gipponi uno spillo da petto, e scudi mille per le premure che si è dato per me.
Al Dottor Fabbri medico nella mia malattia (scudi) 200.
Al Custode della mia Villa a Roma (scudi) 100.
Muso Napoleonico – Inventario 1243
Trascrizione a cura di Maria Gemma Paviolo
PAG. 3/7
OSSERVATORIO SU STORIA E SCRITTURE DELLE DONNE A ROMA E NEL LAZIO
TESTAMENTO DI PAOLINA BONAPARTE
//6
A Sartori mio antico Cuoco (scudi) 200.
Al Custode del mio Casino di Viareggio (scudi) 150.
Alla moglie del Cameriere del Principe per l'assistenza nella malattia (scudi) 100.
A mademoiselle Luisa (scudi) 100 per assistenza alla biancheria.
Alla figlia del medico Santa di Pisa un pajo di braccialetti d'oro smaltati.
Il Casino, e Giardino di Viareggio con tutto il mobilio alla mia Sorella Carolina Murat.
Al mio antico medico Espiud (scudi) 1000.
Al piccolo Camillo battezzato a Torino (scudi) 1000.
Al Duca di Devonshirxliv il mio medagliere di ferro fuso, che l'Imperatore mi lasciò nel suo
Testamento.
Ai Poveri, e Sacrestia di S. M. Maggiore di Roma (scudi) 200.
A Madama Fergioni mia Cugina in Corsica (scudi) 1000.
Ai Poveri d'ajaccio (scudi) 400.
Al mio fratello, e sorella di latte se esiste (scudi) 200.
A Filidor di Portoferrajo (scudi) 200.
A Madama Induti dell'Isola dell'Elba li costumi Romani, e di Napoli
A Madama Mezzarosa di Lucca la mia Malachita.
A Madama (quenigi) il mio abito di Punto.
A Saveria Cameriera di Madama Madre (scudi) 100.
Al Cameriere (scudi) 50.
Al Banchiere Scultheis una delle mie più belle Pendules della Villa di Roma.
Alla Duchessa d'Amiltonxlv due belli vasi di Porcellana.
A Milord Gouvven il servizio da Thè di Porcellana.
A Lord Hollandxlvi la mia Biblioteca di Roma.
All'avvocato Vannutelli oltre il Legato (scudi) 1000.
Alla figlia del P(ri)n(ci)pe di Montfort il necessaire, e la Toilette con utusilixlvii
//7
d'oro.
A M. Guieù mio Segretario (scudi) 100.
Alla figlia della Duchessa Amiltonxlviii un piccolo anello d'opale.
Alla Contessa di Lipona due scaldaletti, e due Bidè di Bermouil
A D. Angelo Mechelli, e D. Simone Senni che sono presso il Principe (scudi) 200 (per)
ciascheduno.
Alla Contessa Camerataxlix mia nipote, e al piccolo P(ri)n(ci)pe Baciocchi la somma di fr. 15/a per
ciascheduno.
Alla P(ri)n(ci)pessa Caterina di Vittenbergl mia Cognata la mia bella Pelliccia con le pelli, che
hanno appartenuto all'Imperatore
Dichiaro di non essere esposta negli Appartamenti, ma di essere imbalsamata, e condotta nella
chiesa di S. M. Maggiore nella Cappella Borghese.
Credo col fare questo Testamento di fare una cosa giusta. Io muojo in mezzo ai crudeli, ed orribili
dolori di una lunga malattia che ho sopportata con sentimenti di rassegnazione da vera
Cristiana, e muojo senza avere alcun movimento d'odio, e di animosità con chicchessia, nei
principj della fede, della dottrina, della Chiesa Cattolica apostolica Romana, coi più pietosi, e
rassegnati sentimenti.
r
Muso Napoleonico – Inventario 1243
Trascrizione a cura di Maria Gemma Paviolo
PAG. 4/7
OSSERVATORIO SU STORIA E SCRITTURE DELLE DONNE A ROMA E NEL LAZIO
TESTAMENTO DI PAOLINA BONAPARTE
Nomino ed eleggo per miei Esecutori Testamentarj il P(ri)n(ci)pe Borghese mio Marito per tutto ciò
che riguarda i miei Beni, mobili ed immobili situati nel Gran Ducato di Toscana, e Ducato di
Lucca, ed il Sig.r Card.l Agostino Rivarola per quelli situati negli Stati Pontificj ed altrove,
pregandoli ad accettare questo incarico, e conbinarsi sull'esecuzione di queste mie
disposizioni.
Seguono le formalità del Notaro&
V. del Reg. 18
del Protocollo 151
Antonio del fù Jacopo Chelli Notaro a Firenze
sulla Piazza del Gran Duca N. sn 7
Domiciliata la Principessa in Firenze nel Palazzo Borghese in Via del Palagio, ed in oggi
abbitante nella Villa Strozzi fuori della Porta a S. Gallo
Muso Napoleonico – Inventario 1243
Trascrizione a cura di Maria Gemma Paviolo
PAG. 5/7
i 9/6/1825
ii Maria Paola (Paolina) Bonaparte (20/10/1780-9/6/1825) figlia di Carlo Maria Bonaparte (27/3/1746-24/2/1785) e di
Maria Letizia Ramolino (24/8/1750-2/2/1836), sposa nel 1797 il generale Victor Emanuel Leclerc (17/3/17722/11/1802) e nel 1803 il principe Camillo Borghese (8/8/1775-9/5/1832).
iii Carlo Maria Bonaparte (27/3/1746-24/2/1785), figlio di Giuseppe Maria Bonaparte (mag.1713-13/12/1763) e di
Maria Saveria Paravicini (7/9/1715-ante 1750) sposa nel 1764 Maria Letizia Ramolino (24/8/1750-2/2/1836)
iv Maria Letizia Ramolino (24/8/1750-2/2/1836), figlia di Giovanni Girolamo Ramolino e di Angela Maria Pietrasanta,
sposa nel 1764 Carlo Maria Bonaparte (27/3/1746-24/2/1785)
v Camillo Borghese (8/8/1775-9/5/1832), figlio di Marcantonio III Borghese (16/8/1730-26/3/1800), principe di
Sulmona, e di Anna Maria Salviati (9/10/1752-29/6/1809), sposa nel 1803 Maria Paola (Paolina) Bonaparte
(20/10/1780-9/6/1825)
vi Luigi Bonaparte (2/9/1778-25/7/1846), conte di Saint Leu già Re d'Olanda, figlio di Carlo Maria Bonaparte
(27/3/1746-24/2/1785) e di Maria Letizia Ramolino (24/8/1750-2/2/1836) sposa nel 1802 Ortensia di Beauharnais
(10/4/1783-5/10/1837)
vii Girolamo Bonaparte (15/11/1784-24/6/1860), principe di Monfort già Re di Westphalia, figlio di Carlo Maria
Bonaparte (27/3/1746-24/2/1785) e di Maria Letizia Ramolino (24/8/1750-2/2/1836), sposa nel 1803 Elisabeth
Patterson (6/2/1785-4/4/1879), in seguito all'annullamento sposa nel 1805 Caterina di Württemberg (21/2/178328/11/1835) e, in terze nozze nel 1853, Giustina Pecori (27/11/1811-30/1/1903)
viiiMaria Annunziata (Carolina) Bonaparte (25/3/1782-18/5/1839), in esilio contessa di Lipona (anagramma di Napoli),
figlia di Carlo Maria Bonaparte (27/3/1746-24/2/1785) e di Maria Letizia Ramolino (24/8/1750-2/2/1836) sposa nel
1800 Gioacchino Murat (25/3/1767-13/10/1815), Re di Napoli, e, in seconde nozze intorno al 1830, Francesco
Macdonald (1777-1837)
ix Girolamo Bonaparte (24/8/1814-12/5/1847), Matilde Bonaparte (27/5/1820-2/1/1904), Carlo Giuseppe Bonaparte
(9/9/1822-17/3/1891) figli di Girolamo Bonaparte (15/11/1784-24/6/1860) e di Caterina di Württemberg
(21/2/1783-28/11/1835).
x Napoleone Luigi Bonaparte (11/4/1804-17/3/1831) figlio di Luigi Bonaparte (2/9/1778-25/7/1846), conte di Saint
Leu, e di Ortensia di Beauharnais (10/4/1783-5/10/1837)
xi Carlotta Bonaparte (31/10/1802-3/3/1839), figlia di Giuseppe Bonaparte (7/1/1768-28/7/1844) e di Julie Clary
(26/12/1771-17/4/1845)
xii Napoleone II Bonaparte (20/3/1811-22/7/1832), figlio di Napoleone I Bonaparte (15/8/1769-5/5/1821) e di Maria
Luisa d'Asburgo-Lorena (12/12/1791-17/12/1847)
xiiiNapoleone Bonaparte (15/8/1769-5/5/1821), Imperatore francese, figlio di Carlo Maria Bonaparte (27/3/174624/2/1785) e di Maria Letizia Ramolino (24/8/1750-2/2/1836), sposa nel 1796 Giuseppina di Beauharnais
(23/6/1763-29/5/1814) e, in seconde nozze nel 1810, Maria Luisa d'Asburgo-Lorena (12/12/1791-17/12/1847)
xiv Joseph Fesch (3/1/1763-13/5/1839), Cardinale di Lione, figlio di Franz Fesch e di Angela Maria di Pietrasanta. La
madre aveva sposato in prime nozze Giovanni Girolamo Ramolino dal quale aveva avuto Maria Letizia Ramolino
(24/8/1750-2/2/1836)
xv Luciano Bonaparte (21/5/1775-29/6/1840), principe di Canino, figlio di Carlo Maria Bonaparte (27/3/174624/2/1785) e di Maria Letizia Ramolino (24/8/1750-2/2/1836), sposa nel 1794 Christine Boyer (6/7/1773-14/5/1800
e, in seconde nozze nel 1803, Alexandrine de Bleschamp (23/2/1778-12/7/1855)
xvi Paolo Bonaparte (3/11/1809-5/12/1827), figlio di Luciano Bonaparte (21/5/1775-29/6/1840), principe di Canino, e
di Alexandrine de Bleschamp (23/2/1778-12/7/1855)
xviiZenaide Bonaparte (8/7/1801-8/8/1854), figlia di Giuseppe Bonaparte (7/1/1768-28/7/1844) e di Julie Clary
(26/12/1771-17/4/1845), sposa nel 1822 il cugino Carlo Luciano Bonaparte (24/5/1803-29/7/1857)
xviiiGiuseppe Bonaparte (7/1/1768-28/7/1844), in esilio conte di Survilliers già re di Napoli, figlio di Carlo Maria
Bonaparte (27/3/1746-24/2/1785) e di Maria Letizia Ramolino (24/8/1750-2/2/1836), sposa nel 1794 Julie Clary
(26/12/1771-17/4/1845)
xix Carlo Luciano Bonaparte (24/5/1803-29/7/1857), figlio di Luciano Bonaparte (21/5/1775-29/6/1840), principe di
Canino, e di Alexandrine de Bleschamp (23/2/1778-12/7/1855), sposa nel 1822 la cugina Zenaide Bonaparte
(8/7/1801-8/8/1854)
xx Francesco Borghese (9/6/1776-29/5/1839), Principe Aldobrandini, figlio di Marcantonio III Borghese (16/8/173026/3/1800), principe di Sulmona, e di Anna Maria Salviati (9/10/1752-29/6/1809), sposa nel 1809 Adele de la
Rochefoucauld /16/9/1793-2/11/1877)
xxi François Gerard (4/5/1770-11/1/1837), pittore francese
xxiiAlexander Hamilton-Douglas (1767-1852), duca di Hamilton
xxiiiJerome Bonaparte-Patterson (7/7/1805-1/6/1870), figlio di Girolamo Bonaparte (15/11/1784-24/6/1860), principe
di Monfort, e di Elisabeth Patterson (6/2/1785-4/4/1879), sposa nel 1829 Susan Mary Williams (2/4/181215/9/1881)
xxivElisabeth Patterson (6/2/1785-4/4/1879) sposa nel 1803 Girolamo Bonaparte (15/11/1784-24/6/1860), nozze non
riconosciute dalla legge francese nel 1805 e annullate nel 1806
xxvLuisa Giulia Murat (1805-1889), figlia di Gioacchino Murat (25/3/1767-13/10/1815), Re di Napoli, e di Maria
Annunziata (Carolina) Bonaparte (25/3/1782-18/5/1839), sposa nel 1825 il conte Giulio Rasponi (19/2/1787-1876)
xxviAchille Murat (21/1/1801-15/4/1847), figlio di Gioacchino Murat (25/3/1767-13/10/1815), Re di Napoli, e di Maria
Annunziata (Carolina) Bonaparte (25/3/1782-18/5/1839), sposa nel 1826 Catherine Daingerfield Willis (1803-1867)
xxviiNapoleone Luciano Carlo Murat (16/5/1803-10/4/1878), figlio di Gioacchino Murat (25/3/1767-13/10/1815), Re
di Napoli, e di Maria Annunziata (Carolina) Bonaparte (25/3/1782-18/5/1839), sposa nel 1831 Caroline Georgina
Fraser (1810-1879)
xxviiiLetizia Murat (25/4/1802-3/12/1859), figlia di Gioacchino Murat (25/3/1767-13/10/1815), Re di Napoli, e di
Maria Annunziata (Carolina) Bonaparte (25/3/1782-18/5/1839), sposa nel 1823 il marchese Guido Taddeo Pepoli
(1789-1852)
xxixFelice Baciocchi (8/5/1762-27/4/1641), sposa nel 1797 Maria Anna (Elisa) Bonaparte (13/1/1777-7/8/1820),
sorella di Maria Paola (Paolina) Bonaparte (20/10/1780-9/6/1825)
xxxCristina Bonaparte (19/10/1798-19/5/1847), figlia di Luciano Bonaparte (21/5/1775-29/6/1840), principe di Canino,
e di Christine Boyer (6/7/1773-14/5/1800), sposa nel 1818 il conte Arvid de Posse (11/7/1782-1826) e, in seconde
nozze nel 1824, lord Dudley Stuart (11/11/1803-17/11/1854)
xxxiCarlotta Bonaparte (13/5/1795-6/3/1865), figlia di Luciano Bonaparte (21/5/1775-29/6/1840), principe di Canino, e
di Christine Boyer (6/7/1773-14/5/1800), sposa nel 1815 Mario Gabrielli, principe di Prossedi e, in seconde nozze
nel 1842, Settimio Centamori (1800 ca.-1889)
xxxiiSylvie Boucot, dama di compagnia di Maria Paola (Paolina) Bonaparte (20/10/1780-9/6/1825), moglie di Pierre
Antoine d'Hautmesnil
xxxiiiPierre Antoine d'Hautmesnil, già intendente di Maria Anna (Elisa) Bonaparte (13/1/1777-7/8/1820) e di Maria
Annunziata (Carolina) Bonaparte (25/3/1782-18/5/1839), quindi al servizio di Maria Paola (Paolina) Bonaparte
(20/10/1780-9/6/1825), sposa la sua dama di compagnia Sylvie Boucot.
xxxivCarolina Caffarelli (1785-?), figlia di Gaetano Caffarelli (1732-19/1/1801), Duca di Assergi, e di Marianna de
Rosenthal, sposa nel 1807 il conte Antonio Negroni (1781-1833)
xxxvAnna Curti Lepri (1803-1879), figlia di Alessandro Curti Lepri e di Teresa Caffarelli (1782-?), sposa il Marchese
Pio Onesti (5/6/1804-11/2/1864), Duca di Nemi
xxxvifiglia di Antonio Negroni (1781-1833) e di Carolina Caffarelli (1785-?)
xxxviiAgostino Rivarola (14/3/1758-7/11/1842), Cardinale dal 1817
xxxviiiBartolomeo Pacca (23/12/1756-19/4/1844), Cardinale dal 1801, prosegretario di Stato dal 1808 al 1814.
xxxixGiacinto Placido Zurla (2/4/1769-29/10/1834), Cardinale dal 1823, Vicario del Papa dal 1824
xl Giuseppe Spina (11/3/1756-13/11/1828), Cardinale dal 1802
xli Agostino Chigi della Rovere Albani (1771-10/10/1855), Principe di Soriano, figlio di Sigismondo Chigi della
Rovere Albani (1736-1793) e di Flaminia Odescalchi, sposa Carlotta Amalia Colonna Barberini (21/9/177110/11/1837)
xliiMaria Maddalena Odescalchi (10/8/1782-8/3/1846), figlia di Baldassarre II Odescalchi (1748-10/8/1810), Principe
del SRI, e di Caterina Valeria Giustiniani (26/8/1761-23/11/1813), sposa nel 1796 Luigi Boncompagni Ludovisi
(29/4/1767-9/5/1841), Principe di Piombino
xliiiMaria Teresa Torlonia (1797-1842), figlia di Giovanni Raimondo Torlonia (1754-25/2/1829) e di Anna Maria
Chiaveri Schulteiss, sposa nel 1812 il conte Francesco Marescotti (?-1813)
xlivWilliam Cavendish (21/5/1790-18/1/1858), sesto duca di Devonshire
xlv Eufemia Beckford, figlia di William Thomas Beckford e di lady Margaret Gordon, sposa nel 1810 Alexander
Hamilton (3/10/1767-18/8/1852), decimo duca di Hamilton
xlviHenry Richard Vassal-Fox (21/11/1773-22/10/1840) terzo Barone Holland
xlviiprobabile "utensili"
xlviiiSusan Hamilton (9/6/1814-28/11/1889), figlia di Alexander Hamilton (3/10/1767-18/8/1852), decimo duca di
Hamilton e di Eufemia Beckford, sposa nel 1832 Henry Pelham-Clinton, quinto duca di Newcastle e, in seconde
nozze nel 1860, Jean Alexis Op de Beeck.
xlixElisa Napoleona Baciocchi (3/6/1806-3/2/1869), figlia di Felice Baciocchi (8/5/1762-27/4/1641) e di Maria Anna
(Elisa) Bonaparte (13/1/1777-7/8/1820), sposa nel 1824 Filippo Camerata Passionei di Mazzoleni (1805-1882)
l Caterina di Württemberg (21/2/1783-28/11/1835) moglie di Girolamo Bonaparte (15/11/1784-24/6/1860)
Fly UP