...

1 Comunicato stampa diffuso da Engineering Ingegneria Informatica

by user

on
Category: Documents
5

views

Report

Comments

Transcript

1 Comunicato stampa diffuso da Engineering Ingegneria Informatica
Comunicato stampa diffuso da Engineering Ingegneria Informatica S.p.A. per conto dei fondi
Neuberger Berman e Apax.
COMUNICATO STAMPA
(ai sensi degli artt. 114 del D. Lgs. n. 58/1998 e 66 del Regolamento Consob n. 11971/1999)
FIRMATO UN ACCORDO DI INVESTIMENTO PER L'ACQUISTO
DEL 37,1% DI ENGINEERING DA PARTE DEI FONDI NB RENAISSANCE E APAX VIII
IL FONDATORE E PRESIDENTE MICHELE CINAGLIA RESTERA’ AZIONISTA RILEVANTE
DELLA SOCIETA’
Milano, 8 febbraio 2016

I fondi NB Renaissance e Apax VIII hanno firmato un accordo di investimento per l'acquisto
di una partecipazione pari a circa il 37,1% di Engineering Ingegneria Informatica S.p.A.
(“Engineering” o l’”Emittente”) ad un prezzo di Euro 66,00 per azione; il fondatore e
Presidente Michele Cinaglia investirà insieme ai fondi, continuando ad essere azionista della
Società con una quota del 12,2%, nel caso di adesioni totalitarie all’OPA;

NB Renaissance è il fondo nato dalla partnership nel private equity tra Neuberger Berman e
Intesa Sanpaolo ed Apax VIII è il fondo che ha come advisor la società di private equity Apax
Partners LLP. Advisor finanziario unico dell’Operazione è stata Banca IMI S.p.A.;

Elemento centrale dell'accordo è il mantenimento e la continuità dell'attuale struttura
manageriale guidata dal fondatore e Presidente Michele Cinaglia e dall’Amministratore
Delegato Paolo Pandozy, con l'obiettivo di proseguire i piani di sviluppo di Engineering e di
valorizzare il business della Società nel medio-lungo periodo, mantenendo la posizione di
leadership dell’azienda in Italia nel settore dei servizi IT ed espandendosi all’estero;

Il suddetto acquisto, qualora fosse perfezionato, comporterà il lancio di un'OPA obbligatoria
al prezzo di Euro 66,00 per azione, con un premio di 18,1% rispetto alla media dei prezzi di
Borsa degli ultimi sei mesi;

Bestinver, azionista con una quota pari a circa l’8,5%, ha sottoscritto un impegno ad aderire
alla suddetta OPA al verificarsi di talune condizioni.
*****
*****
1
*****
Michele Cinaglia, Presidente e azionista di Engineering, ha dichiarato: “Oggi viene annunciata
un’operazione che è il frutto di un lungo lavoro teso a garantire un assetto adeguato ai progetti di
sviluppo in Italia e all’estero del nostro Gruppo. Al completamento dell’operazione potremo
contare su una compagine azionaria ulteriormente rafforzata e sul mantenimento dell’attuale
struttura manageriale che garantirà la totale continuità delle strategie fino ad oggi intraprese”.
Fabio Canè e Stefano Bontempelli di NB Renaissance Partners, hanno affermato: “L'investimento in
Engineering è particolarmente significativo per NB Renaissance. Rappresenta, infatti, la naturale
continuazione dell'attività di investimento del Private Equity di Intesa SanPaolo, da cui
proveniamo, per lo spirito di partnership con l’imprenditore. Il fatto che il Presidente Michele
Cinaglia e il top management – il CEO Paolo Pandozy e il CFO Armando Iorio - ci abbiano scelto
come investitori e partners per contribuire all'ulteriore processo di crescita della società, ci
inorgoglisce e ci responsabilizza.”
Giancarlo Aliberti e Gabriele Cipparrone di Apax Partners hanno così commentato: "I fondi Apax
possono contare su un forte track record di investimenti nell’IT. Siamo stati impressionati dalla
posizione di leadership che Engineering vanta nel settore dei servizi IT in Italia. Siamo entusiasti
di poter lavorare con il Management team della Società con l’obiettivo di supportarlo nel
mantenimento della propria leadership nel mercato nazionale e nei piani di espansione
internazionale, in modo organico e per acquisizioni, facendo leva sulle capacità operative e sulle
soluzioni innovative della Società.”
Nella serata di ieri, 7 febbraio 2016:
-
il Presidente del Consiglio di Amministrazione Michele Cinaglia e il Consigliere Marilena
Menicucci (insieme i “Soci Industriali”) attualmente proprietari di n. 2.901.797 e 1.496.207
azioni ordinarie pari, rispettivamente, al 23,176% e all’11,970% del capitale sociale di
Engineering Ingegneria Informatica S.p.A., quotata sul Mercato Telematico Azionario
organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A.;
-
l’Amministratore Delegato Paolo Pandozy (“PP”), attualmente proprietario di n. 52.378
azioni ordinarie pari al 0,4% del capitale sociale di Engineering;
-
il Consigliere Esecutivo Armando Iorio (“AI” e, insieme a PP, i “Top Manager”), attualmente
proprietario di n. 100 azioni ordinarie azioni ordinarie pari al 0,001% del capitale sociale di
Engineering;
-
Melville S.r.l., società veicolo controllata da NBRP (“Melville”) attualmente proprietario di
n. 56.291 azioni ordinarie pari allo 0,5% del capitale sociale di Engineering;
-
NB Renaissance MIC S.à r.l., società di diritto lussemburghese controllata indirettamente da
NBRP Renaissance Partners S.C.S.P. (“NBRP”) ed altri veicoli di investimento gestiti da
Neuberger Berman (“Newco NB”) che alla data odierna non detiene, né direttamente né
indirettamente, alcuna azione di Engineering;
-
MIC Lux TopHolding S.à r.l. società di diritto lussemburghese controllata dal fondo di
investimento Apax VIII (per la precisione, Apax VIII-A L.P., Apax VIII-B L.P., Apax VIII-1
L.P., Apax VIII-2 L.P.) (“Newco A8”), che alla data odierna non detiene, né direttamente né
indirettamente, alcuna azione di Engineering;
2
-
MIC Holdco S.r.l., società di diritto italiano, con sede legale in Milano, codice fiscale e
numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano 09377170965 (“Holdco”), controllata
indirettamente e congiuntamente da Newco NB e Newco A8, che alla data odierna non
detiene, né direttamente né indirettamente, alcuna azione di Engineering;
hanno sottoscritto un accordo denominato “Preliminary Sale and Purchase Agreement and Coinvestment Agreement” (l’”Accordo di Investimento”) volto a disciplinare un’operazione finalizzata
all’acquisto da parte degli Investitori, per il tramite di Holdco, del controllo congiunto e indiretto di
Engineering.
L’Accordo di Investimento è da realizzarsi mediante:
(a)
la costituzione da parte di Holdco di un veicolo di investimento di diritto italiano (“Newco”)
il quale costituirà, a sua volta, un altro veicolo di investimento italiano (“Bidco” o
l’“Offerente”);
(b)
il conferimento in natura in Holdco di (i) n. 454.545 azioni ordinarie di Engineering da parte
di Michele Cinaglia, (ii) n. 42.378 azioni ordinarie di Engineering da parte di Paolo Pandozy
e (iii) n. 100 azioni ordinarie di Engineering da parte di Armando Iorio, e così per complessive
n. 497.023 azioni ordinarie di Engineering corrispondenti, in totale, al 4,1% del capitale
sociale;
(c)
il conferimento in natura in Newco di (i) n. 530.303 azioni ordinarie di Engineering da parte
di Michele Cinaglia e (ii) n. 497.023 azioni ordinarie di Engineering da parte di Holdco le
quali saranno, a loro volta, conferite in natura a Bidco;
(d)
l’acquisto da parte di Bidco di (i) n. 3.943.459 azioni ordinarie di Engineering dai Soci
Industriali, di (ii) n. 56.291 azioni ordinarie di Engineering da Melville e (iii) di n. 10.000
azioni ordinarie di Engineering da Paolo Pandozy, e così per complessive n. 3.479.447 azioni
ordinarie di Engineering corrispondenti, in totale, al 28,6% del capitale sociale;
(e)
per effetto del conferimento di cui alla lettera (c) e delle compravendite di cui alla lettera (d)
che precedono (l’“Acquisizione Iniziale”), conseguente promozione da parte di Bidco di
un’offerta pubblica di acquisto obbligatoria ai sensi degli artt. 102, 106, comma 1 e 109 del
TUF, avente ad oggetto la totalità delle azioni ordinarie di Engineering, con esclusione delle
azioni detenute da Bidco e del conferimento e delle n. 343.213 azioni proprie detenute da
Engineering (l’”Offerta Obbligatoria”);
(f)
nell’ipotesi in cui l’Offerente e le Persone che Agiscono di Concerto (come di seguito
definite), per effetto delle adesioni all’Offerta Obbligatoria, vengano a detenere una
partecipazione complessiva superiore al 90% del capitale sociale ordinario di Engineering,
Bidco non ricostituirà il flottante e avrà l’obbligo di acquistare da chi ne faccia richiesta le
azioni ordinarie di Engineering non apportate all’Offerta Obbligatoria ai sensi dell’art. 108,
comma 2, del TUF (l’“Obbligo di Acquisto”) con l’obiettivo di addivenire alla revoca della
quotazione sul Mercato Telematico Azionario delle azioni ordinarie di Engineering (“Delisting”);
3
(g)
nell’ipotesi in cui l’Offerente e le Persone che Agiscono di Concerto (come di seguito
definite), per effetto delle adesioni all’Offerta Obbligatoria, vengano a detenere una
partecipazione complessiva superiore al 95% del capitale sociale ordinario di Engineering,
Bidco eserciterà il diritto di acquistare da chi ne faccia richiesta le azioni ordinarie di
Engineering non apportate all’Offerta Obbligatoria ai sensi dell’art. 111, comma 1, del TUF
(il “Diritto di Acquisto”); e
(h)
l’eventuale
fusione
dell’Offerente
nell’Emittente
o
viceversa
ed,
eventualmente,
dell’Offerente in Newco.
(tutte le operazioni sopra descritte alle lettere da (a) ad (h), nel complesso, l’”Operazione”).
L’Accordo di Investimento è finalizzato a regolamentare gli impegni dei Soci Industriali, dei Top
Manager, di Holdco, Newco e Bidco con riferimento alle compravendite e ai conferimenti delle
azioni ordinarie di Engineering sopra descritti.
All’Accordo di Investimento è inoltre allegata una bozza di “Holdco Shareholders Agreement” (il “Patto
Parasociale Holdco”) che sarà sottoscritto alla Data di Esecuzione (come di seguito definita) e che
disciplina i rispettivi diritti e obblighi di MC, PP, AI, MIC EquityCo S.C.A., società di diritto
lussemburghese controllata congiuntamente da Newco NB e Newco A8 (“Topco”), e MIC TopCo
S.à r.l., società di diritto lussemburghese interamente partecipata da Topco (“Luxco 2”), in relazione
alla corporate governance di Holdco, Newco, Bidco e Engineering e delle controllate della stessa,
nonché taluni meccanismi relativi alla dismissione in futuro delle loro partecipazioni in Holdco e, in
caso di delisting di Engineering, disposizioni relative ad una nuova quotazione di Engineering
attraverso un’IPO, da attuarsi a partire dal terzo anniversario dell’esecuzione dell’Acquisizione
Iniziale o, in assenza di condizioni favorevoli per un’IPO, la vendita a uno o più terzi acquirenti delle
partecipazioni dirette o indirette in Engineering.
Sempre nella serata di ieri, è stato sottoscritto tra Newco NB e Newco A8 con l’intervento di MIC
EquityCo GP S.a.r.l. società di diritto lussemburghese controllata congiuntamente da un’affiliata di
Newco NB e da Newco A8 (“Topco GP”), Topco e Luxco 2 un accordo denominato “Topco
Shareholders Agreement” (il “Patto Parasociale Topco”) che disciplina i rispettivi diritti e obblighi di
Newco NB e Newco A8 in relazione alla corporate governance di Topco GP, Topco, Luxco 2, Holdco,
Newco, Bidco e Engineering e delle controllate della stessa, nonché taluni limiti al trasferimento
delle loro partecipazioni e meccanismi relativi alla dismissione in futuro delle loro partecipazioni in
Topco GP, Topco e Luxco e del disinvestimento delle partecipazioni indirette in Engineering.
Sempre nella serata di ieri, Holdco ha concluso con Bestinver Gestion SGIIC S.A. un accordo in forza
del quale quest’ultima si è impegnata, a determinate condizioni, ad aderire all’Offerta Obbligatoria
apportando azioni dalla stessa gestite e rappresentanti complessivamente circa l’8,5% del capitale di
Engineering (“Impegno ad Aderire”).
Per effetto dell’esecuzione dell’Acquisizione Iniziale e, precisamente, in caso di avveramento di tutte
le condizioni sospensive previste dall’Accordo di Investimento, come infra specificato, alla data di
esecuzione degli stessi (la “Data di Esecuzione”) il capitale sociale di Holdco - a seconda del livello
4
di adesione all’Offerta Obbligatoria (tenuto conto anche dell’Obbligo di Acquisto e dell’esercizio del
Diritto di Acquisto) - sarà detenuto da Luxco 2 in un range compreso tra un minimo di 81,4% ed un
massimo di 93,4%, da Michele Cinaglia in un range compreso tra un minimo di 6,0% ed un massimo
di 17,0%, da Paolo Pandozy in un range compreso tra un minimo di 0,561% ed un massimo di 1,461%
e da Armando Iorio in un range compreso tra un minimo di 0,001% ed un massimo di 0,003%.
Michele Cinaglia deterrà, inoltre, direttamente una percentuale del capitale sociale di Newco
compresa tra un minimo di 6,6% ed un massimo di 16,6% e, dunque, un minimo del 12,2% del totale
dei mezzi propri dell’Operazione (in caso di adesione totale dell’OPA).
Le pattuizioni contenute nel Patto Parasociale Holdco e nel Patto Parasociale Topco e l’Impegno ad
Aderire, per quanto rilevanti ai sensi dell’art. 122 del TUF, saranno oggetto di comunicazione alle
Autorità competenti ed al mercato secondo le modalità ed i termini previsti dalla normativa vigente.
1.
L’ACCORDO DI INVESTIMENTO
Nella serata di ieri, i Soci Industriali, i Top Manager, Melville, Newco NB, Newco A8 e Holdco hanno
sottoscritto l’Accordo di Investimento relativo all’acquisto di complessive numero 4.506.773 azioni
ordinarie di Engineering corrispondenti a circa il 37,1% del capitale sociale (le “Azioni”) ad un
prezzo di Euro 66,00 (sessantasei/00) meno l’importo di qualsiasi dividendo per azione ordinaria di
cui i competenti organi sociali di Engineering abbiano approvato la distribuzione ed effettivamente
pagato successivamente alla data di sottoscrizione dell’Accordo di Investimento e prima del
trasferimento delle azioni per il quale il suddetto prezzo di compravendita sarà pagato (il “Prezzo
per Azione”).
L‘esecuzione dell’Acquisizione Iniziale e dell’Operazione è subordinata all’avveramento al più tardi
entro il termine del 30 settembre 2016, delle seguenti condizioni sospensive:
(a)
che l’Operazione sia stata autorizzata da parte delle competenti Autorità Antitrust;
(b)
che Engineering non abbia (i) ceduto qualsiasi partecipazione, azienda o ramo di azienda
rilevanti; (ii) proceduto ad operazioni di fusione o scissione con qualsiasi altra società o ente,
(iii) emesso azioni, obbligazioni convertibili o altri strumenti finanziari (qualora convertibili
in azioni) o concesso diritti di opzione o emesso warrant che attribuiscano il diritto di
acquistare o sottoscrivere qualsiasi azione o strumento finanziario convertibile in azioni; (iv)
modificato le clausole del proprio statuto relative al capitale sociale, alla corporate governance
e ai diritti degli azionisti in generale o (v) deliberato e/o essersi impegnata a compiere una
qualsiasi delle azioni sopra citate;
(c)
che uno o più esperti nominati da Luxco 2, Holdco e Newco emettano (i) una relazione di
stima ai sensi dell’art. 2465 Cod. Civ. dei conferimenti in natura da parte di Michele Cinaglia
e Paolo Pandozy in Holdco, (ii) una relazione di stima ai sensi dell’art. 2343-ter Cod. Civ. del
conferimento in natura da parte di Holdco in Newco, (iii) una relazione di stima ai sensi
dell’art. 2343-ter Cod. Civ. del conferimento in natura da parte di Michele Cinaglia in Newco
5
e (iv) una relazione di stima ai sensi dell’art. 2343-ter Cod. Civ. del conferimento in natura
da parte di Newco in Bidco; e
(d)
conferma da parte di Consob che l’Offerta Obbligatoria possa essere lanciata dopo il
perfezionamento dell’Acquisizione Iniziale secondo le tempistiche e ad un prezzo di offerta
per azione pari al Prezzo per Azione.
Le suddette condizioni sospensive, con la sola eccezione delle condizioni di cui ai precedenti punti
(b) e (d) (poste nell’esclusivo interesse degli Investitori), sono poste nell’interesse dei Soci Industriali,
dei Top Manager e degli Investitori e, pertanto, le stesse sono rinunciabili solo con il consenso dei
Soci Industriali, dei Top Manager e degli Investitori.
Si comunica, altresì, che l’efficacia dell’Accordo di Investimento è soggetta alla condizione risolutiva
che, entro la Data di Esecuzione, il finanziamento bridge dell’importo fino a massimi Euro 290 milioni
non sia erogato dalle banche finanziatrici (Banca IMI S.p.A., BNP Paribas, Italian Branch e UniCredit
S.p.A., collettivamente, le “Banche”) e/o che le Banche non rilascino a favore di Bidco le lettere di
garanzia dei suoi impegni di pagamento del corrispettivo in contanti dell’Offerta Obbligatoria. Le
suddette condizioni risolutive sono poste nell’interesse esclusivo degli Investitori e, pertanto, le
stesse sono rinunciabili solo con il loro consenso.
2.
2.1
OFFERTA OBBLIGATORIA
Presupposti giuridici dell’Offerta Obbligatoria
Come indicato in precedenza, l’obbligo di promuovere l’Offerta Obbligatoria sorgerà in capo
all’Offerente se, e quando sarà data esecuzione all’Accordo di Investimento e l’Offerente avrà
effettivamente acquistato le Azioni rappresentative a circa il 37,1% del capitale sociale di
Engineering. Per effetto del superamento da parte di Bidco della soglia del 30% del capitale sociale
di Engineering, Bidco promuoverà un’offerta pubblica di acquisto obbligatoria ai sensi degli artt.
102, 106, comma 1 e 109 del TUF avente ad oggetto la totalità delle azioni ordinarie emesse da
Engineering, con esclusione delle Azioni e delle n. 343.213 azioni proprie detenute da Engineering
(non tenute in considerazione ai fini del calcolo delle percentuali indicate nel presente comunicato),
della quale vengono nel presente paragrafo 2 indicati i principali termini e condizioni.
Una volta promossa, l’Offerta Obbligatoria, in quanto tale, non sarà soggetta a condizioni di
efficacia.
2.2 Elementi essenziali dell’Offerta Obbligatoria
OFFERENTE
L’Offerente sarà Bidco, società di diritto italiano, il cui capitale sociale sarà interamente detenuto da
Newco, altro veicolo di diritto italiano, a sua volta interamente detenuto da Holdco.
6
EMITTENTE
L’emittente è Engineering Ingegneria Informatica S.p.A., società per azioni iscritta al Registro delle
Imprese di Roma al n. 00967720285, con sede legale in Roma, Via San Martino della Battaglia n. 56.
Alla data del presente comunicato, il capitale sociale sottoscritto e versato dell'Emittente è pari ad
Euro 31.875.000,00, rappresentato da n. 12.500.000 azioni ordinarie da nominali Euro 2,55 (2/55)
ciascuna, quotate sul Mercato Telematico Azionario - organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A..
Engineering detiene n. 343.213 azioni proprie in portafoglio.
PERSONE CHE AGISCONO DI CONCERTO
Alla Data di Esecuzione saranno da considerarsi come persone che agiscono di concerto con
l’Offerente ai sensi dell’art. 101-bis, comma 4-bis, lett. a), del TUF, in quanto aderenti al Patto
Parasociale Holdco: Michele Cinaglia, Marilena Menicucci, Paolo Pandozy, Armando Iorio, Topco e
Luxco 2 e, ai sensi dell’art. 101-bis, comma 4-bis, lett. b), del TUF, Holdco e Newco (di seguito,
congiuntamente a Michele Cinaglia, Marilena Menicucci, Paolo Pandozy, Armando Iorio, Topco e
Luxco 2, le “Persone che Agiscono di Concerto”) in quanto società per il tramite delle quali gli
Investitori controllano l’Offerente.
Nel rispetto di quanto previsto dall’Accordo di Investimento, l’obbligo solidale di promuovere
l’Offerta Obbligatoria gravante sull’Offerente e sulle Persone che Agiscono di Concerto, ai sensi
degli artt. 106, comma 1, e 109 del TUF, sarà adempiuto dall’Offerente.
TITOLI OGGETTO DELL’OFFERTA OBBLIGATORIA
L’Offerta Obbligatoria avrà ad oggetto la totalità delle azioni ordinarie emesse da Engineering con
esclusione delle azioni che saranno detenute dall’Offerente e delle n. 343.213 azioni proprie detenute
da Engineering .
CORRISPETTIVO
L’Offerente, in conformità alla previsione dell’art. 106, comma 2, del TUF, riconoscerà a ciascun
aderente all’Offerta Obbligatoria un corrispettivo per azione (il “Corrispettivo dell’Offerta
Obbligatoria”) pari al Prezzo per Azione, pagato alla Data di Esecuzione ai sensi dell’Accordo di
Investimento con riferimento a ciascuna azione dell’Emittente.
L’Offerente fornirà le garanzie di esatto adempimento del pagamento del Corrispettivo dell’Offerta
Obbligatoria prima dell’inizio del periodo di adesione dell’Offerta Obbligatoria, secondo quanto
previsto dalla vigente normativa.
MODALITÀ DI FINANZIAMENTO
L’Offerente darà corso all’Offerta Obbligatoria facendo ricorso, in parte, a mezzi propri e, in parte,
a finanziamenti e linee di credito concessi dalle Banche.
7
FUSIONE
Gli Investitori si riservano di far sì che all’esito dell’Offerta Obbligatoria si proceda alla fusione per
incorporazione dell’Offerente nell’Emittente o viceversa secondo il procedimento previsto dall’art.
2501-bis Cod. Civ. (la “Fusione”).
Si rende noto, peraltro, che alla data del presente comunicato, non sono state assunte decisioni
formali da parte degli organi competenti delle società coinvolte in merito alla Fusione.
FINALITÀ DELL’OPERAZIONE
Gli Investitori si propongono di assicurare la stabilità dell’assetto azionario e la continuità
manageriale necessarie a Engineering per poter cogliere le future opportunità di sviluppo e crescita,
nonché un indirizzo strategico volto alla valorizzazione del business nel medio-lungo periodo,
mantenendo la posizione di leadership dell’azienda in Italia nei settori del software e dei servizi di
IT.
OBBLIGO DI ACQUISTO AI SENSI DELL’ARTICOLO 108, COMMA 2 DEL TUF E DIRITTO DI ACQUISTO DI
CUI ALL’ARTICOLO 111 DEL TUF E ALL’OBBLIGO DI ACQUISTO AI SENSI DELL’ARTICOLO 108, COMMA
1, DEL TUF
Qualora l’Offerente, ad esito dell’Offerta Obbligatoria, venisse a detenere una partecipazione
superiore al 90%, ma inferiore al 95% del capitale sociale di Engineering, la stessa provvederà ad
adempiere agli obblighi ed ad esercitare i diritti previsti dall’art. 108, comma 2, del TUF, con
conseguente revoca delle azioni di Engineering dalla quotazione sul Mercato Telematico Azionario,
senza intenzione di ripristinare un flottante sufficiente ad assicurare il regolare andamento delle
negoziazioni.
Qualora Bidco, ad esito dell’Offerta Obbligatoria, venisse a detenere una partecipazione superiore
al 95% del capitale sociale di Engineering, la stessa provvederà ad adempiere agli obblighi e ad
esercitare i diritti di acquisto di cui agli artt. 108, comma 1, e 111 del TUF.
Si precisa che tutte le percentuali di partecipazione al capitale sociale di Engineering indicate nel
presente comunicato sono riportate al netto delle azioni proprie.
*****
*****
*****
***
Lista degli advisor
Advisor finanziario: Banca IMI S.p.A.
Advisor legali:
-
Soci Industriali e Top Manager: Accinni Cartolano e Associati
-
NB: Gatti Pavesi Bianchi – Studio Legale Associato
-
Apax: Clifford Chance – Studio Legale Associato
Advisor fiscali:
-
Soci Industriali e Top Manager: Legalitax – Studio Legale e Tributario
-
NB e Apax: Gianni Origoni Grippo, Cappelli & Partners e PriceWaterhouseCoopers
Advisor Industriale: Bain & Company
8
***
Contatti
Per i fondi NB e Apax:
Image Building
Giuliana Paoletti, Simona Raffaelli, Arturo Salerni
Tel. 02 89011300
[email protected]
NB Renaissance Partners
NB Renaissance Partners è un fondo formato nel 2015 dalla partnership strategica nel private equity
tra Neuberger Berman e Intesa Sanpaolo. NB Renaissance Partners gestisce un fondo di Euro 620
milioni con una strategia d’investimento basata sulla creazione di partnership con imprenditori e
manager con l'obiettivo di supportare la crescita e l'internalizzazione di primarie società italiane. NB
Renaissance Partners gestisce partecipazioni in 15 società, che includono AlfaSigma, Atos,
Camfin/Pirelli, Esaote, Guala Closures, Ilpea Industrie, Lima Corporate, Mecaer Aviation Group,
Novamont, Pianoforte Holding, Rina, Savio, Sigma Tau, Stroili e Termomeccanica. Per ulteriori
informazioni potete consultare il sito www.nb.com.
Neuberger Berman
Neuberger Berman, fondata nel 1939, è un investment manager privato, indipendente e posseduto
interamente dai propri dipendenti. La società gestisce portafogli di azioni, debito, private equity e
hedge fund per istituzioni e consulenti in tutto il mondo. Con uffici in 19 paesi e piu' di 2.100
dipendenti, Neuberger Berman è stata eletta da Pensions & Investments come Best Place to Work in
Money Management nel 2013, 2014 e 2015. La società promuove una strategia di investimento basata
sull’indipendenza e sull’analisi dei fondamentali e orientata alla stabilità ed al lungo termine. Al 31
dicembre 2015, Neuberger Berman gestisce $240 miliardi per i propri clienti. Per ulteriori
informazioni potete consultare il sito www.nb.com.
Apax Partners
Apax Partners è uno dei principali gruppi di investimento e private equity al mondo. La società
opera su scala globale e conta su oltre 30 anni di esperienza. Apax Partners ha gestito fondi per un
totale di 40 miliardi USD, nel complesso, in tutto il mondo. I Fondi gestiti da Apax investono
globalmente in società attive nei quattro settori di Beni di consumo, Sanità, Servizi Finanziari e
Servizi di Business e Tecnologia & Telecomunicazioni. I Fondi offrono finanziamenti equity di lungo
termine mirati a costruire e rafforzare le migliori aziende al mondo. Per ulteriori informazioni su
Apax, potete consultare il sito www.apax.com.
9
Fly UP