...

banchi a cornucardia nell`unità di san donato

by user

on
Category: Documents
10

views

Report

Comments

Transcript

banchi a cornucardia nell`unità di san donato
Atti Tic. Sc. Terra
36 (1993), 121-129, 2 figg., 2 tabb., 1 tav.
BANCHI A CORNUCARDIA NELL’UNITÀ DI SAN DONATO
(TRIASSICO SUPERIORE, CALABRIA SETTENTRIONALE)
CORNUCARDIA BANKS IN THE UNITÀ DI SAN DONATO
(LATE TRIASSIC, NORTHERN CALABRIA)
C. BROGLIO LORIGA (1), A. IETTO (2) & R. POSENATO (3)
RIASSUNTO
Banchi a Cornucardia sono stati individuati nella
parte superiore della Formazione delle Dolomie, appartenente all’Unità di San Donato (? Triassico inf. Triassico sup.). Gli affioramenti sono situati sul versante SE di Timpone Scifarello, ad ovest di Castrovillari
(Cosenza, Calabria settentronale). Questo ritrovamento
integra le scarse informazioni biocronologiche relative
all’Unità di San Donato, il cui contenuto fossile originale è stato danneggiato da un’intensa e diffusa ricristallizzazione.
I banchi a Cornucardia sono dominati da Cornucardia hornigi (Bittner), specie segnalata nelle Alpi meridionali, nell’Appennino, in Austria, Ungheria e Germania e la cui distribuzione stratigrafica interessa il Carnico medio - superiore (Julico- Tuvalico). La parte superiore della Formazione delle Dolomie può pertanto
essere riferita a questa età.
ABSTRACT
Cornucardia banks have been identified in the upper
part of the Formazione delle Dolomie, belonging to the
Unità di San Donato, ? Lower to Upper Triassic in age.
They outcrop on the SE side of Timpone Scifarello, to
the west of Castrovillari village (Cosenza, Southern
Italy). The Formazione delle Dolomie, 400-500 m thick,
is the most fossil-rich in the entire Unità di San Donato
and lies on the Formazione dei Calcari, a strongly
recrystallized carbonatic unit ascribed to the Ladinian.
The Unità di San Donato has been affected, to varying
degrees, by strong recrystallization. This has demaged
the original fossil content. The biochronological data
are, therefore, very poor, particularly those inferred
from macrofossils.
The fossiliferous banks consist of dark saccharoidal
dolomitic limestone. The fossils are mostly represented
by internal moulds, sometimes with recrystallized fragments of the thickest portions of the shell (umbonal and
hinge regions). The fossil assemblage of the Cornucardia banks are dominated by Cornucardia hornigi (Bittner), associated with very rare specimens of Parallelodon sp., Arcavicula cf. aspera (Pichler) and ? Myophoriopis sp.
C. hornigi was first established in the Vesprém
Marls (Tuvalian) of the Bakony (Hungary) and then in
the uppermost San Cassiano Formation (Julian) from
the Dolomites (Southern Alps). On the basis of its
(1) Dipartimento di Scienze Geologiche e Paleontologiche, Corso Ercole I° d’Este 32, 44100 Ferrara.
(2) Dipartimento di Scienze della Terra, Università della Calabria, Cosenza.
(3) Dipartimento di Geologia e Geofisica, Università di Bari, Via Orabona 4, Bari.
122
C. BROGLIO LORIGA - A. IETTO - R. POSENATO
stratigraphical occurrences quoted in the literature, C.
hornigi ranges from the Julian to Tuvalian (Middle to
Upper Carnian), therefore the Formazione delle Dolomie may be referred to this age.
PAROLE CHIAVE: Bivalvi, tassonomia, biostratigrafia, Carnico, Calabria (Italia).
KEY WORDS: Bivalves, taxonomy, biostratigraphy, Carnian, Calabria (Italy).
INTRODUZIONE
Nell’estremità nordoccidentale della Calabria in corrispondenza della giunzione Catena appenninica- Arco calabro, l’elemento
geometrico basale della catena, l’Unità di
San Donato, risulta interessato da intensa
ricristallizzazione con conseguente danno
dei contenuti fossili originali e del relativo
isolamento e riconoscimento (BONI et al.,
1990).
Nella parte stratigraficamente superiore
dell’Unità di San Donato (? Triassico inf.Triassico sup., IETTO et al., 1992), affiorante
tra Monte Caràmolo e Timpone Scifarello
(ovest di Castrovillari, Cosenza) (fig. 1),
sono stati individuati alcuni banchi a bivalvi
contenenti esemplari discretamente conservati tra i quali spicca il genere Cornucardia
della Famiglia Dicerocardiidae (secondo
COX, in Moore ed., 1969). Il taxon viene qui
utilizzato per la denominazione informale
Fig.1 - Ubicazione geografica dei banchi a Cornucardia.
Geographical setting of the Cornucardia banks.
della relativa unità fossilifera (Banchi a Cornucardia).
In questa nota di carattere eminentemente
paleontologico saranno esposti i risultati
dello studio sistematico dell’associazione
fossilifera dei suddetti banchi, studio che ha
permesso di individuare altri taxa di bivalvi
e di attribuire gli esemplari di Cornucardia
alla specie C. hornigi (Bittner). Il riconoscimento di questa specie offre l’occasione per
alcune considerazioni cronostratigrafiche
dei banchi fossiliferi.
COLLOCAZIONE STRATIGRAFICA
La località fossilifera si trova sul versante
SE di Timpone Scifarello attorno a quota
1650 (Catena Costiera calabrese, settore
nord) in una successione a prevalenza calcareo-dolomitica ascritta alla porzione sommitale affiorante dell’Unità di San Donato
(AMODIO-MORELLI et al., 1976; IETTO & BARILARO, 1993). L’Unità di San Donato corrisponde a quanto già conosciuto come Trias
Metamorfico della Catena Costiera calabrese.
La successione litostratigrafica risulta costituita da strati e banchi molto compatti di
dolomie grige saccaroidi, prevalenti, e calcari grigio-nerastri ricristallizzati per evento
metamorfico, qui relativamente blando. Ai
carbonati si alternano strati e livelli di marne
siltose e siltiti fino a
quarzo-areniti, talora
con muscovite, spessi
6-7 m, di colore da
avana a rossastro.
I banchi a Cornucardia si trovano sia
in livelli calcarei che
dolomitici. Sulle superfici erose si notano
abbondanti resti fossili ascrivibili nella quasi totalità a bivalvi cor-
Fly UP