...

TORNIAMO - Amedeo Bottaro Sindaco

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

TORNIAMO - Amedeo Bottaro Sindaco
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
TORNIAMO
A TRANI
L’IMPORTANZA
DEL COME
1
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
2
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
31maggio2015
TORNIAMO A TRANI.
Possiamo farLO. Sappiamo come.
LINEE PROGRAMMATICHE
CANDIDATO SINDACO | AMEDEO BOTTARO
3
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
UN ANNO PER
CURARE
UN ANNO PER
PROGETTARE
TRE ANNI PER
REALIZZARE
4
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
La coalizione di centro-sinistra che sostiene la candidatura a Sindaco di Amedeo
BOTTARO nel delineare le linee programmatiche del programma di coalizione, si è
ispirato ai seguenti imprescindibili criteri.
sediamento della giunta di governo, ed un
obiettivo di lungo periodo al quale affidare la progettazione e realizzazione di una
nuova città. Il progetto di Amministrazione
della città poggia su un programma dinamico, in continua evoluzione ed linea con
l’evoluzione e le esigenze della città. Il nostro programma sarà:
ORDINE
PARTECIPATO
LEGALITà
Alla determinazione del programma partecipano quanti più cittadini possibili.
SVILUPPO
MISURABILE
Il programma in armonia con le risorse
disponibili e con quelle da ricercare deve
essere fatto di azioni concrete ed obiettivi
valutabili.
Il ripristino di questi fondamentali principi
sono la condizione essenziale per esercitare una buona azione di governo, al servizio della città e del bene comune. Le linee
programmatiche di seguito illustrate non
possono prescindere da un fattore fondamentale quale la situazione economico\finanziaria nel quale versa il Comune di Trani,
del quale ereditiamo il bilancio 2015 e con il
quale dobbiamo convivere in armonia.
TRASPARENTE
Accessibile e chiaro a tutti
TRASVERSALE
Con azioni di governo e progetti che riguardano il benessere e gli obiettivi di Tutti.
Questa volta, vorremmo veramente partire dalla centralità del cittadino, e delle
sue esigenze quotidiane. Per fare questo
dobbiamo creare una città che ASCOLTA
e RISPONDE .
Pertanto nella determinazione del progetto di governo che la coalizione intende
realizzare è necessario porsi un obiettivo
di breve periodo che tenga conto delle
criticità da affrontare all’indomani dell’in-
5
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
elenco sul sito del Comune. Dovremo ren-
Quindi pensiamo al cittadino come “soggetto“ a partecipazione attiva alla vita
cittadina e con funzioni di controllo dell’attività amministrativa mediante il principio
che stabilisce.
dere Trani una città intelligente, integrando tradizione ed innovazione, la rete e la
capacità di interagire direttamente tra
cittadino ed amministrazione, deve essere
la base su cui fonda il nuovo mandato ad
amministrare.
Il cittadino
A questa rete sono chiamati a dare il con-
SEGNALA
tributo di idee tutti i cittadini, gli attori
economici ed istituzionali del territorio. In
L’Amministrazione
quest’ottica sarà possibile costruire, mo-
RISOLVE
nitorare e d intervenire sul programma e
sulla gestione della città da parte di tutti.La nostra idea di città intelligente vede
Trani dinamica, solidale e sostenibile.
Il cittadino avrà la possibilità di segnalare
ad un apposito Urban Service Hub (alle dirette dipende del Sindaco) tutte le criticità
(il cassonetto bruciato - il lampione fulminato - il riscaldamento scolastico guasto)
presenti in città.
Perchè una citta dinamica sarà in grado
di attirare competenze ed innescare processi di sviluppo economico e culturale,
basati sulla creatività dei nostri talenti e
sulla capacità di innovare delle imprese.
Sarà compito dell’Amministrazione valutare e risolvere, attribuendo le dovute priorità, tempestivamente ed efficacemente
entro un periodo di tempo comunicato e
stabilito, le criticità rilevate.
Una città solidale offrirà a tutti servizi
Di tale iniziativa il cittadino potrà esserne
il controllore verificando lo stato dell’arte delle criticità registrate in un apposito
Una città sostenibile tutelerà il proprio
adeguati, garantendo le stesse opportunità a tutti i cittadini, operando nell’interesse del bene comune.
territorio ed il proprio patrimonio artistico
e culturale valorizzandolo ulteriormente.
6
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
Le criticità da affrontare immediatamente nella programmazione di breve
periodo (entro il 31 DICEMBRE 2015) saranno:
• Riduzione delle riunioni ed efficentamento
dell’attività delle commissioni con conseguente
riduzione delle spese.
• Ricognizione e messa
in sicurezza dei plessi
scolastici.
• Nella determinazione
degli obiettivi di medio e
• Ricognizione sullo stato
della costa, pulizia
e fruizione della stessa
per la stagione estiva.
lungo periodo, sarà chiaro il segnale di discontinuità nei metodi e nei
mezzi usati dalle prece-
• Definizione (compatibilmente con le risorse) di un
programma estivo
denti amministrazioni.
• Nel rispetto del princi-
• Pulizia della città.
Sistemazione delle piccole
criticità di immediata
possibile soluzione
(avvio USH).
pio del Bene Comune
continueremo nell’opera
di completamento
di quei progetti avviati o
da avviare utili alla città.
• Definizione di un programmazione di iniziative
fino al 31.12.2015
a sostegno della cultura
e del turismo.
Ma sicuramente porremo
particolarmente attenzione al costo\beneficio
dei progetti, individuando
in una scala di priorità
• Ricognizione e sistemazione della viabilità
gli interventi necessari
urbana.
per il bene della Città.
7
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
1
macchina comunale
amministrativa
8
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
• Individuazione di un processo che
Il progetto che vogliamo realizzare nei
prossimi anni è improntato ad una gestione della macchina amministrativa Organizzata .Trasparente, Efficace e Produttiva
al fine di ottenere miglioramenti qualitativi
e quantitativi per tutta la cittadinanza con
risvolti positivi anche in termini di economicità attuando una efficace razionalizzazione
ed individuazione dei costi\benefici. Taglio
degli sprechi ed ottimizzazione degli investimenti. Miglioramento del sistema di comunicazione tra Amministrazione e Cittadino.
permetta la tracciabilità del processo
autorizzativo in tempo reale da parte
della cittadinanza per tutti gli atti depositati nella casa comunale.
• Semplificazione per il cittadino potenziando l’attività on line
• Semplificazione per le imprese con il
potenziamento dello sportello unico.
Contestualmente al processo di razionalizzazione sopra evidenziato non può
essere sottovalutata un’oculata politica
della spesa.’, ed una imprescindibile responsabilità dei Dirigenti Competenti nella
gestione delle risorse assegnate e degli
obiettivi da raggiungere
Per poter conseguire questi risultati si
renderà necessario il:
• Potenziamento dei sistemi informativi dell’ente, con miglioramento delle
informazioni fornite e completamento
delle stesse.
Le risorse umane costituiscono il fattore strategico dell’Ente locale. Pertanto le
regole dell’organizzazione e della gestione
del personale devono ispirarsi a principi
di razionalizzare e contenere il costo del
lavoro e raggiungere livelli di efficienza ed
affidabilità migliorando le regole di organizzazione e di funzionamento.
• Individuazione di ulteriori modalità di
comunicazione con l’esterno.
• Individuazione e miglioramento nella
rete interna dell’ente dei provvedimenti deliberativi e delle determinazioni
connesse con la gestione delle risorse
di bilancio.
9
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
I principali interventi
Riorganizzazione
della macchina amministrativa
Riorganizzazione del personale
Riorganizzazione dei rapporti tra Comune di
Trani e Società partecipate
Riorganizzazione del settore
finanziario e dei tributi
Rivalutazione del patrimonio del Comune
Trasparenza nell’affidamento dei Servizi
Piano triennale di prevenzione
della corruzione
10
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
2
PUBBLICA ISTRUZIONE
11
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
Il nostro programma tende a garantire a
beni di consumo occorrenti per il regolare
tutti gli studenti l’esercizio dell’effettivo di-
svolgimento dell’attività scolastica.
ritto-dovere all’istruzione.
Il diritto all’istruzione dovrà essere realiz-
Per assicurare tale diritto si rende neces-
zato garantendo la piena scolarità a tutti i
sario porre tutte le scuole nelle condizioni
ragazzi in età scolare ( infanzia,primaria,-
di assolvere la propria funzione al meglio,
secondaria ), migliorando l’offerta educa-
pertanto una città civile dovrà assicurare
tiva, ed incentivando lo studio della storia
alle scuole statali, in ossequio alla norma-
cittadina al fine di contribuire alla forma-
tiva esistente la disponibilità dei mezzi e
zione del senso civico già in età scolare.
L‘attenzione rivolta agli studenti ed alle scuole deve essere massima, e si
deve realizzare con una forte sinergia tra istituzioni e scuole . E’ altresì fondamentale che alle scuole vengano assicurate idonee e civili condizioni di
fruizione degli immobili adibiti a tali funzioni, risultati che si dovranno conseguire preventivando tempestivamente interventi di:
• Manutenzione ordinaria e
straordinaria
• Individuare concordemente con il piano del traffico
• Erogare il servizio di refezione scolastica alle scuole
materne ed elementari
assicurando la qualità dello
stesso;
apposite soluzioni che consentano di inibire al traffico
le zone antistanti i plessi
scolastici.
• Assicurare la riapertura del-
• Facilitare l’accesso degli
alunni disabili alla scuola
la biblioteca Giovanni Bovio.
12
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
3
OFFERTA SPORTIVA
13
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
Per quanto attiene l’offerta sportive nella
delle Amministrazioni che ci hanno prece-
nostra città siamo all’anno zero.
duto è mancata completamente l’attenzione allo sport.
La programmazione dovrebbe essere alla
base delle scelte economiche e strategi-
Lo sport in tutte le società civili è il mo-
che ma a Trani non vi è mai stata un’ade-
mento più alto di aggregazione, di crescita,
guata attenzione a programmare il futuro
di educazione e socializzazione dei giova-
e pianificare strategie di sviluppo per pe-
ni, ed è per questo che l’amministrazione
riodi medio-lunghi.
futura della città di Trani dovrà tenere in
debita considerazione tutte le associazioni
Programmare
significa
effettuare
una
sportive presenti sul territorio e sinergica-
dettagliata analisi di contesto per poi defi-
mente lavorare ad obiettivi comuni. L’am-
nire una visione strategica di sviluppo che
ministrazione futura dovrà dotare la città
individui obiettivi e azioni operative. An-
di tutte quelle strutture necessarie per
che nello sport occorre definire programmi
permettere alle attività sportive di essere
e strategie ma, purtroppo, nelle politiche
espletate nella loro massima espressione.
14
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
Proposte operative
• Ristrutturazioni e messa a
che in una sorta di “Progetto
Scuole Aperte”)
norma delle strutture sportive
già esistenti
• Massima priorità all’impiantistica sportiva già progettata
• Realizzazione di una pista di atletica, possibilmente attigua ad
(es. contratto di quartiere)
impianti sportivi già realizzati
per dotare la Città di altre
strutture;
• Sviluppo dell’educazione
• Promozione e collaborazione
motoria e della formazione
sportiva fra i più giovani, come
per la organizzazione di uno
scelta culturale fondamentale,
o più eventi sportivi a carat-
con azioni rivolte a sostenere
tere regionale e nazionale da
la progettualità nella scuola e
effettuarsi in diversi periodi
dell’anno;
verso la scuola (azioni congiunte degli istituti scolastici e delle
• Rivitalizzazione e cura dei par-
associazioni sportive anche per
chi giochi per bambini presenti
favorire attività extrascolasti-
in Città.
È necessario quindi avviare un attento inventario e monitoraggio delle opere sportive esistenti, massimizzandone l’utilizzo e la fruibilità.
Lo sport nella nostra città deve diventare un’attività formativa facente parte della
vita del cittadino in tutte le sue evoluzioni.
15
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
CULTURA, BENI
CULTURALI E TURISMO
16
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
La cultura è un valore e una risorsa fondamentale per la vita e lo sviluppo della persona e della collettività, nonché un volano
da rivalutare per lo sviluppo della città.:
sibilità di incanalare le energie in progetti
positivi che li aiutino a crescere e a sviluppare le potenzialità artistiche e non, insite
in ognuno di loro;
Diffondere la cultura tra i suoi cittadini in
modo trasversale coinvolgendo tutti gli
strati sociali fornendo loro opportunità
diversificate di ampliamento della conoscenza e di svago deve essere un obbligo
di ogni Amministrazione.
Per fare questo bisogna garantire e promuovere la conoscenza del nostro territorio
e della nostra storia, valorizzando e supportando le iniziative culturali ed artistiche.
Bisogna rafforzare e sviluppare sinergia tra
il Pubblico ed il Privato, sostenendo e svi-
Bisogna rafforzare l’idea che la cultura è
tra gli elementi fondamentali di programmazione economica della nostra città. Una
risorsa strategica ed asse portante dell’economia, volano per altri settori come turismo e occupazione giovanile.
luppando quelle iniziative che sono già eccellenza del territorio, e tutte quelle volte a
valorizzare la nostra cultura , storia, città.
Vorremmo fare di Trani una città della cultura “ viva “ e “partecipata” luogo di in-
Bisogna considerare “la cultura” come veicolo capace di creare opportunità di socializzazione e di sviluppo per la città, senza tralasciare la possibilità di dare spazio
ai nostri giovani talenti dando loro la pos-
contro e sperimentazione , crocevia di un
concetto di cultura ampio, internazionale,
ove la cultura sia disponibile e fruibile per
tutti ed in tutti i luoghi deputati a farlo.
17
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
Trani deve diventare la citta degli eventi diffusi,
un crocevia per il turismo che arriva in Puglia.
Per fare questo dovremo migliorare le infrastrutture e la logistica urbana, in modo da
permettere alla città di essere adatta ad ospitare qualsiasi evento. Una apposita task-force
formata da tutti gli operatori del territorio e
professionisti del marketing territoriale dovrà
definire un programma per attrarre ed organizzare eventi. Trani dovrà tornare ad essere
il polo integrato di cultura ed eventi in grado
di richiamare turisti. Il mare quale risorsa da
valorizzare dovrà tornare al centro dei nostri progetti. La nostra offerta dovrà essere
diversificata, CULTURA, MUSEI, BENI E PATRIMONIO MONUMENTALE, MARE, EVENTI,
RISTORAZIONE. La nostra città dovrà essere
raggiungibile da terra e da mare.
18
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
La vocazione Culturale di Trani impone a
chi ha il compito di amministrare di dover
valorizzare il suo inestimabile patrimonio
artistico - culturale presente in Città. Pertanto il nostro progetto di Città richiede la
massima attenzione e cura della fruizione
del patrimonio artistico-culturale affinchè
diventi un’opportunità, anche occupazionale per i giovani e non un semplice onere
a carico delle casse comunali.
Soprattutto dobbiamo fare in modo che la
nostra città non sia solo un punto di passaggio per turisti diretti altrove. Trani deve
essere attrattiva e pronta a fornire servizi
adeguati, sia per il turismo che per il commercio. Sarà quindi necessario attuare
una strategia di promozione territoriale
che valorizzi il patrimonio artistico\culturale esistente . Gli asset attorno ai quali
lavorare sono la risorsa mare, il patrimonio paesaggistico e culturale, ecc..
La valorizzazione del patrimonio artistico-culturale presente in città, passa per
l’adozione di un piano di fruizione del patrimonio culturale incentrato essenzialmente su tre elementi.
Per rafforzare la vocazione turistica e
commerciale di Trani sarà necessario
quindi migliorare i servizi a favore dei Turisti offrendo aree di parcheggio, promuovendo l’arte, la cultura, realizzando un sistema diffuso di isole pedonali e puntando
sul miglioramento complessivo degli arredi urbani e dei monumenti e innovando gli
spazi pubblici.
Piano del
Centro Storico
Piano Regolatore
Portuale
Bisogna diversificare le attività del centro
storico favorendo l’insediamento di botteghe artigiane ad alto contenuto artistico,
start-up e imprese giovanili in grado di innovare l’offerta (design, fotografia, produzione) e promuovendo attività di impresa
nel settore turistico e culturale (es. alberghi diffusi) generando processi virtuosi di
riqualificazione immobiliare in degrado attraverso la sperimentazione di nuove tecniche costruttive ecosostenibili.
Programma delle
Attività Culturali
Particolare importanza, per la realizzazione del presente programma, assume anche la comunicazione e l’immagine della
città che deve essere veicolata in modo
19
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
dalla nostra città. Ma dobbiamo anche
stimolarlo con apposite iniziative di Promozione e Marketing.
costante e professionale mediante l’elaborazione di appositi pacchetti turistici realizzati in occasione delle attività intraprese. Per valorizzare, la cultura e l’identità
storica della nostra città e renderli meta
di nuovi itinerari turistici, è imprescindibile
la realizzazione di apposite aree di sosta e
di ricettività dei mezzi di trasporto.
Dobbiamo essere in grado di gestire l’accoglienza adottando un piano di orientamento al turista, che assicuri al visitatore la fruizione di tutta una serie di servizi
(parcheggi per autobus – zone di sosta –
zona adibita alla sosta di camper e tende – facile mobilità da e per la città), ma
sopratutto dobbiamo creare una piattaforma internet che permetta a chiunque
da qualsiasi parte del mondo di ottenere
tutte le informazioni turistiche della nostra
città, tale strumento ci permetterà di interagire con la rete in tempo reale offrendo
all’utente una vasta offerta a 360°. Tale
strumento dovrà essere costantemente
aggiornato e curato , dovrà essere la vetrina sul mondo della città.
Dobbiamo investire su una idea di città d’arte e cultura che non veda nel momento estivo il picco dell’attività turistica di Trani,ma
dobbiamo investire affinchè la valorizzazione del patrimonio esistente sia continuativo
ed innovato da nuove iniziative.
Pertanto la promozione della città e del
Territorio passa obbligatoriamente per il
rispetto e la cura che noi per primi dobbiamo avere del nostro Patrimonio artistico e culturale. Strettamente connesso,
quasi unico con la gestione delle attività
culturali è la gestione del piano turistico.
Tali attività interagiscono ovviamente con
l’adozione del Piano costiero comunale, attraverso il quale si effettui un censimento
reale dello stato delle nostre coste e della
loro fruibilità provvedendo alla loro riqualificazione sia a nord che a sud della città. Si
rende necessario definire l’adozione anche
del piano del commercio, affinchè la città
possa avere un’offerta ordinata e regolare dei servizi turistici. Si rende necessario
una ridefinizione del progetto della darsena ed un piano di rilancio della stessa.
Negli ultimi dieci anni non abbiamo saputo cogliere l’opportunità che il flusso turistico orientato verso la nostra regione ha
generato. Trani è rimasta una meta mordi
e fuggi, ove venire, ammirare alcune cose
del nostro patrimonio artistico culturale, e
poi proseguire verso mete stanziali differenti dalla nostra città. Dobbiamo crescere, capire, intercettare e gestire professionalmente il flusso turistico che è attratto
20
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
5
TERRITORIO E AMBIENTE
21
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
Nel nostro progetto di Città, la gestione
re alle generazioni future una città più bella
del territorio e dell’ambiente è strategico.
e curata. Il verde in una città è un fattore
Oggi noi ereditiamo una città ridisegnata
determinante per incrementare la qualità
da scelte maturate durante le precedenti
della vita, sarà quindi nostro compito pren-
amministrazioni, pertanto subiamo o bene-
dere esempio da altre città per avviare un
ficiamo di atti di indirizzo che non ci hanno
progressivo programma di trasformazione e
visto coinvolti come soggetti politici deci-
rigenerazione urbana.
sionali. Tuttavia bisogna recuperare le pro-
La città che vorremmo consegnare alle pros-
gettualità in itinere, per non rendere vani gli
some generazioni è una città ecosostenibi-
sforzi progettuali fino a questo punto por-
le, una città che coniughi e agisca sul verde
tati avanti dal Comune, ma dovremo avere
urbano, sulla ricoversione energetica della
chiara la visione della Città che vogliamo
pubblica illuminaione,sugli asfalti drenanti,-
per il nostro futuro.
sulla raccolta differenziata , ma anche sulla
Una Città che si sviluppi e sviluppi le attese
valorizzazione del territorio e delle sue risor-
dei cittadini nel pieno rispetto di tre fonda-
se a cominciare dal mare. Si il mare al quale
mentali criteri ORDINE, LEGALITA’ E SVI-
negli ultimi anni non abbiamo prestato le do-
LUPPO. La qualità della vita dei cittadini di
vute attenzioni, dimenticando quale grande
Trani non può prescindere dal rispetto delle
risorsa è per il territorio la sua valorizzazione.
risorse naturali e culturali della nostra città,
Andranno ridefinite nel rispetto della legge e
e pertanto l’attenzione della nostra Ammi-
dei piani approvati le linee guida urbanisti-
nistrazione deve essere massima. Ma tale
che mettendo al centro dello sviluppo ,urba-
azione è imprescindibile dal contributo di
nistico il cittadino e le sue priorità.
tutti i cittadini.
Particolare attenzione andrà posta al patri-
L’amministrazione ha la responsabilità del
monio pubblico provvedendo ad effettuare
decoro della città, ma sullo stesso piano i
un puntuale inventario, valutando appro-
cittadini dervono percepire la necessità di
fonditamente i costi\benefici dell’utilizzo dei
rispettare la città, solo così possiamo lascia-
beni comunali.
22
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
Sarà necessario una approfondita valutazione patrimoniale ed economica dei beni comunali individuando in maniera
manageriale le destinazioni e finalità migliori, affinchè vi
sia una razionalizzazione dei costi ed una massimizzazione
dei ricavi. In quest’ottica come già detto dovranno essere
varati i seguenti progetti:
• Piano Comunale
• Risanamento
Costiero
Ambientale Discarica
Amiu.
• Piano della Viabilità e
Trasporti
• Miglioramento della
qualità delle aree
• Definitiva
urbane con interventi
sistemazione condotta
verdi.
sottomarina e
Depuratore delle
• Riconversione della
Acque.
zona industriale di via
Barletta.
• Difesa e
Valorizzazione delle
• Riqualificazione della
zona costiera a Nord
Istituzioni presenti sul
e Sud della città
Territorio.
23
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
6
PROGETTI AREA SOCIALE
24
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
Vanno individuate le principali cause del
bisogno intervenendo sulle priorità, ed
adattando il sistema di welfare attraverso
il PSZ. L’amministrazione sarà impegnata
nel disegnare una rete integrata di servizi
realmente efficiente in grado di fronteggiare le esigenze dei più deboli.
La crisi degli ultimi anni ha reso di vitale importanza l’attenzione di ogni buona
amministrazione ai problemi e necessità
dei più deboli, e di coloro i quali investiti dalla brutalità della crisi sopportano
sulla propria pelle le difficoltà del vivere
quotidiano.
Ma la creazione di una nuova forma di comunità e coesione sociale richiede anche
una partecipazione attiva da parte di tutte le forze istituzionali e sociali impegnate
su questo fronte.
Il governo comunale non ha certo i mezzi
per fronteggiare tale situazione in tutta la
sua gravità e portata. Ma è compito di una
società civile affrontare e fornire il massimo aiuto a chi più ne ha bisogno.
Il volontariato, l’associazionismo, la cooperazione, hanno dimostrato in questi anni
di rispondere in maniera più qualificata
alla domanda di aiuto. In tema di nuovo
disegno di welfare accanto ad una cabina
di regia possiamo immaginare un decentramento delle attività di assistenza nei
quartieri, attivando un sistema integrato fondato sulla collaborazione attiva tra
Comune, Terzo Settore, ASL, Curia,Cittadini,Imprese.
Nella nostra Amministrazione, essere sensibili ed attenti alle emergenze sociali, vuol
dire avere una chiara visione del problema
e delle soluzioni che è possibile, nel limite
dei mezzi a disposizione , mettere al servizio dei più deboli.
Il tema della coesione sociale, e l’esigenza
di ridisegnare complessivamente il sistema
di welfare sotto il profilo di metodo ed efficacia sarà una delle sfide della prossima
Amministrazione.
Per fare questo, bisogna dare seguito e
corpo al piano sociale di zona al quale Trani ha aderito. Ma sarà cura del governo di
questa città ,procedere ad una mappatura di tutti i bisogni dei cittadini in evidente
stato di difficoltà, al fine di mettere a punto un programma di interventi e servizi che
siano finalizzati a lenire lo stato di difficol-
La crisi degli ultimi anni ha determinato un
impoverimento ed una ulteriore frammentazione del nostro tessuto sociale aumentando le disuguaglianze. Povertà,disagio
abitativo,marginalità culturale,esclusione
sociale attraversano tutti gli strati sociali.
25
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
tà dei più deboli. L’erogazione di Servizi
Socialmente utili, non deve essere vissuta
da una Amministrazione Comunale come
un continuo stato di emergenza. è necessario attuare una vera e propria rivolu-
zione culturale in merito, Pianificando gli
interventi, le modalità ed i tempi. Sarà necessario promuovere una forte collaborazione tra pubblico ed associazionismo, da
sempre vicini alle esigenze dei più deboli.
Gli interventi in favore
dei disagiati,
devono tendere anche
alla salvaguardia
della dignità umana,
rendendo fruibili gli aiuti
in cambio di opere
e lavoro socialmente utili.
26
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
PROGETTI AREA SOCIALE
• Recupero eccedenze alimentari e
persone anziane, sole e con fragili-
programma NO-waste: promo-
tà. Obiettivo è il potenziamento del
zione di iniziative di sostenibilità
sistema delle politiche di sussidia-
sociale, economica ed ambien-
rità orizzontale consolidando la
tale, finalizzate all’assistenza di
rete di protezione e di assistenza
persone bisognose ed emarginate
sociale dei cittadini .
in un contesto socio-economico
• Assitenza sanitaria solidale (am-
generatore di sacche di povertà
bulatorio e farmacia solidale–desk
sempre più frequenti. Il programma intende valorizzare l’operato di
ospedaliero solidale): promo-
Enti/Associazioni caritativi, che a
zione di strutture e/o servizi per
vario titolo, operano sul territorio
la diagnosi e cura delle famiglie
in ambito sociale riconoscendo la
indigenti, favorendo percorsi
loro imprescindibile funzione di
assistenziali volti a rimuovere gli
integrazione degli interventi pub-
ostacoli burocratici, emotivi ed
blici coerentemente al principo di
economici che spesso impediscono
sussidarietà. Il programma intende
l’accesso alla salute.
altresì promuovere l’annesso
• Recupero manualità Artigianali: il
progetto di eco-sostenibilità, ridu-
programma consiste nel coinvolge-
cendo la quantità del monte rifiuti,
re ragazzi e chi ha perso un lavoro
ed intensificare l’affermazione di
una cultura di valorizzazione delle
nell’ entrare direttamente in Azien-
risorse, di lotta al consumismo ed
de aderenti che insegneranno
allo spreco, di consumo sostenibile.
artigianalità e tecniche di mestieri
in forte carenza di risorse umane
• Telesoccorso e teleassistenza:
promozione dell’assistenza e
professionali. Verranno messe a
della protezione civile con annessi
disposizione le loro aziende per
servizi finalizzati a monitorare ed
insegnare direttamente sul campo
assistere presso il proprio domicilio
i nuovi orizzonti lavorativi.
27
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
7
SVILUPPO ECONOMICO
28
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
Basterebbe realizzare i programmi già
citati, per realizzare di fatto buona parte
di quelle attività necessarie a favorire lo
sviluppo economico di una città. Il compito
di chi governa la città, non è dare posti di
lavoro, ma bensì creare tutte quelle con-
dizioni che nel rispetto delle leggi, possono determinare le condizioni di sviluppo di
una città che sono alla base della creazione di ricchezza e lavoro. Lo sviluppo economico della nostra città, passa attraverso tre momenti fondamentali:
INDIVIDUAZIONE DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE
ESAME ED ANALISI DEI SINGOLI COMPARTI
PROGRAMMAZIONE PER COMPARTO E ATTIVITà
Una buona azione di governo deve essere consapevole di quali sono le attività
produttive che esistono sul territorio,
ma deve sopratutto conoscere quale è
la capacità di produrre ricchezza di ogni
singolo comparto, attraverso una analisi
degli elementi che influenzano il mercato
e la produzione, individuando le opportunità di sviluppo in sinergia con gli attori
del processo economico e produttivo in
tutte le sue componenti. Per fare questo è utile capire che buona parte della
ricchezza prodotta nella nostra città trae
origine dai seguenti comparti.
• CALZATURIERO
• AGRICOLTURA
• TURISMO\CULTURA
• COMMERCIO\ARTIGIANATO
• LAPIDEO
• SERVIZI
29
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
Tutti i comparti concorrono a determinare in maniera diversa il benessere e la
ricchezza della città, ogni comparto necessita di servizi specifici, ma comuni al
fine e all’obiettivo da raggiungere. Alcuni
di essi sono strettamente sinergici quali
COMMERCIO, ARTIGIANATO, TURISMO,
CULTURA, tali da richiedere intervento
non fini a se stessi, ma coordinati al fine di
raggiungere obiettivi comuni. Spesso que-
sto settore è stato orfano dell’attenzione
e della programmazione dell’Amministrazione. La nostra Amministrazione vuole
segnare un segnale di discontinuità con il
passato e gestire la nuova programmazione con competenza e capacità manageriali .Oggi non possiamo lasciare più nulla
al caso, per sviluppare abbiamo bisogno di
capire, programmare, e realizzare.
Le iniziative a sostegno
dei settori produttivi
passano per l’adozione
degli strumenti e delle regole.
• Piano Regolatore Portuale
• Piano Costiero Comunale
• Piano del Commercio
• Piano delle opere pubbliche
Particolare attenzione dovrà essere posto
al Piano delle aziende controllate e partecipate secondo un principio di costo/beneficio, e nel rispetto di un’ottica di ottimizzazione del patrimonio della città. La gestione
delle stesse non può prescindere da criteri
di Efficienza\redditività\sviluppo espressi
dai relativi piani industriali dai quali dovrà trasparire chiaramente gli obiettivi
Patrimoniali, Economici, e di Sviluppo con
particolare attenzione all’impatto sui conti
pubblici.
• PATTO TERRITORIALE
• STP
• AMET
• GAL
• AMIU
• PIANI SVILUPPO LOCALE
30
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
Particolare attenzione dovrà essere posta alle iniziative nazionali attualmente in corso con particolare attenzione alla internazionalizzazione delle Aziende, ed al reperimento di fondi
comunitari destinati allo sviluppo.
Vanno avviate sinergie tra Camera di commercio – ICE – e Amministrazione al fine di individuare azioni e piani formativi idonei a sostenere le nostre aziende, con particolare attenzione ai
seguenti strumenti
• Piano straordinario per il
• Incentivazione per la cre-
rilancio del made in italy
azione di nuove imprese
• Rilancio del mercato
mediante l’utilizzo per
ortofrutticolo e crea-
affidamento degli edifici
zione della piattaforma
pubblici inutilizzati.
logistica agricola per
la valorizzazione dei
• Individuazione di azioni
prodotti di filiera.
finalizzate a facilitare
• Rilancio della darsena
insediamenti produttivi.
• Zona franca urbana
• Investimenti da attuare
• Attivazione dei condomini ecosostenibili
con il piano delle opere
(AMET)
pubbliche 2014\2016.
31
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
CON QUALI MEZZI
FINANZIARE
I PROGRAMMI
33
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
L’attuale situazione economica e finanziaria in cui versa il comune di Trani, non
consente
alcuna programmazione di
medio e lungo periodo. Anzi è a rischio
anche la gestione della ordinaria amministrazione.
ne, ed è per questo che ci doteremo di
una struttura interamente dedicata alla
intercettazione ed individuazione delle
risorse comunitarie e non.
La ripartizione dei fondi europei per la
coesione (fondi FESR e FSE), previsti per
Tuttavia questo non deve divenire un alibi
all’assenza di progettualità e programmazione, e pertanto nella determinazione delle linee programmatiche abbiamo
considerato anche questo fattore. Diciamo subito che le fonti di finanziamento ai
progetti saranno esclusivamente ester-
la programmazione 2014-2020, sono
stati suddivisi in proporzione al diverso
livello di sviluppo delle regioni europee,
classificate come NUTS 2, che per l’Italia,
come abbiamo già detto, corrispondono
alle regioni.
Le risorse della politica di coesione su base europea sono
così state suddivise:
€ 182,2 miliardi
Sono le regioni europee meno
a favore delle regioni meno sviluppate
sviluppate a beneficiare,
dunque, delle maggiori risorse
€ 35,4 miliardi
della politica di coesione
a favore delle regioni in transizione
europea per il periodo 2014-
€ 54,3 miliardi
2020, per recuperare lo
per le regioni più sviluppate
svantaggio di cui soffrono.
34
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
Per quanto riguarda
di cofinanziamento
l’Italia le risorse europee
e ulteriori risorse previste
complessivamente
dal Fondo di Sviluppo
previste per il periodo
e Coesione, per cui le
2014-2020, che oltre
risorse complessivamente
a quelle della politica
programmate
di coesione (fondi FESR
per il periodo 2014-2020
e FSE) comprendono
dovrebbero ammontare,
anche quelle relative
come abbiamo già detto,
alla politica di sviluppo
a oltre 100 miliardi
rurale e quelle per
di euro e la maggior parte
la politica marittima
(fondi FEASR e FEAMP).
di tali risorse dovrebbero
Alle risorse europee
essere allocate nelle
si aggiungeranno risorse
regioni meno sviluppate e
nazionali a titolo
in quelle in transizione.
35
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
L’obiettivo di crescita dell’occupazione
rappresenta uno dei principali obiettivi
della “Strategia Europa 2020”, la strategia di cui Unione Europea si è dotata
nel 2010, per una “crescita intelligente,
sostenibile e inclusiva”.
A tale strategia sono orientati, in par-
Per l’Italia sono previsti
nazionali. Il complesso
60 programmi regionali
delle risorse finanziarie
ticolare, i fondi europei per il periodo di
programmazione 2014-2020, i cui programmi operativi sono in fase di elaborazione/approvazione.
e 14 programmi nazionali,
dovrebbe ammontare
che utilizzeranno
a oltre 100 miliardi
oltre 30 miliardi di euro
di euro, finalizzate
di fondi europei, a cui
vanno aggiunti ulteriori
agli obiettivi della crescita
risorse finanziarie
e dell’occupazione.
Per quanto attiene le fonti di finanzia-
voci del bilancio comunale e dall’even-
mento dei programmi di ordinaria am-
tuale ricorso a mutui ai quali il comune
ministrazione, le risorse destinate sa-
potrà fare ricorso qualora sussistano i
ranno reperibili esclusivamente dalle
presupposti.
36
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
IMPEGNO
CON I CITTADINI
Almeno una volta al mese
dall’Amministrazione come
è necessario incontrare
dovrebbe. Una situazione
direttamente i cittadini,
che va ribaltata al più
per un confronto diretto
presto. Perché una città
sulle necessità della città,
è fatta dai suoi cittadini
sui problemi legati ad
e il suo stato di salute è
una società che si sente
sola, che non si fida delle
direttamente proporzionale
istituzioni e spesso non
allo stato di salute delle
viene accompagnata
persone che la abitano.
37
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
Dobbiamo aiutare la città e farci aiutare dalla città
Oggi, più che ieri, è necessario acqui-
trasto delle nuove emergenze sociali
sire a Tranii la consapevolezza di es-
derivanti dalla crisi economia e che sta
sere una Comunità. Una Comunità che
colpendo in modo sempre più pressante
si riconosca in un modello di crescita
le famiglie e i cittadini tranesi.
sensibile alle disuguaglianze e ai diritti,
La seconda direttrice riguarda la riorga-
ma anche alle opportunità ed alle sol-
nizzazione dei servizi offerti per favori-
lecitazioni esterne. Una Comunità che
re l’inclusione sociale. In questo senso è
riesca a disegnare politiche adeguata-
necessario potenziare i servizi territoriali
mente orientate all’integrazione e alla
fornendo un’assistenza più efficace ed
tutela dei più deboli. Una Comunità che
efficiente a tutte le fasce più deboli del-
riesca a far convergere su obiettivi di
la popolazione: famiglie, minori, anziani,
coesione sociale ed equità le istituzioni,
immigrati, donne, disabili.
gli attori economici, le rappresentanze,
la società civile, le associazioni, il terzo
In ultimo è necessario intervenire in
settore.Una Comunità che riesca a dare
modo attivo per favorire la crescita del
vita ad un progetto di sviluppo della
capitale sociale intervenendo attraver-
città condiviso e disegnato da tutti i
so politiche attive di promozione socia-
cittadini ,le parti sociali, le associazioni,
le, culturale ed educativa, in accordo
le Istituzioni.
con le agenzie formative (es. la scuola,
La creazione di una città del benessere
del Terzo Settore (es. cooperative, as-
passa attraverso tre differenti direttrici
sociazioni di volontariato, associazioni
d’intervento. La prima è legata al con-
di promozione sociale ecc.)
gli enti formativi, ecc.) e le forze sociali
38
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
Conclusione
La programmazione delle nostre attività
ha tenuto presente e considerato anche
gli spazi temporali per la realizzazione al
fine di non creare facili illusioni.
ad un grande concorso di idee rivolto
a professionisti del settore per la progettazione del nuovo porto, del nuovo
lungomare, del recupero della zona a
nord della citta, di Boccadoro, della cit-
Un anno per curare
tadella dello sport, ma anche di eventi
Sì... ”curare“ è il termine adatto per la
nostra città, è il termine e l’azione che
si adotta nei confronti di una città malata, violentata, portata al degrado
e privata della sua dignità, offuscata
della sua bellezza. A partire da oggi
ci prendiamo cura della nostra città, e
vorremmo che con noi tutti i cittadini
cominciassero a curare la propria città.
che rendano attrattiva la nostra città.
Un anno per progettare
É il tempo minimo necessario per la re-
In questo anno dovranno essere individuate ed intercettate tutte le risorse
comunitarie e nazionali a sostegno dei
progetti al fine di poter dare corpo e
concretezza alla fase di progettazione.
Tre anni per realizzare
alizzazione dei progetti, è il tempo nel
Abbiamo bisogno di ridisegnare la città
in tutto il suo insieme, e per fare questo abbiamo bisogno di realizzare tutti i piani fondamentali e necessari alla
vita di una città,ma insieme, in questo
anno progetteremo il disegno e la visione della città di domani , pensiamo
quale sorveglieremo e monitoreremo,
saremo attenti alla normale e corretta
esecuzione delle opere, chiederemo il
rispetto dei tempi di programmazione e
al termine vorremmo consegnare ai cittadini una città più “curata“.
Grazie, Amedeo Bottaro
39
ELEZIONI AMMINISTRATIVE
TRANI 31 MAGGIO 2015
40
Fly UP