...

Ricordavo il poeta Trilussa per l`aneddoto che lessi in merito la

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

Ricordavo il poeta Trilussa per l`aneddoto che lessi in merito la
Trilussa
Scritto da Administrator
Venerdì 19 Agosto 2011 10:42 - Ultimo aggiornamento Venerdì 19 Agosto 2011 12:03
Ricordavo il poeta Trilussa per l'aneddoto che lessi in merito la questione del pollo preparando
l'esame di statistica all'università. Mangiare pollo ai tempi di Trilussa veniva considerata una
cosa da ricchi e nel suo sonetto sosteneva che era la statistica ad affermare dimenticando il
bisogno reale delle persone, che ciascuno mangia un pollo a testa se metà della popolazione
non ne mangia nessuno e l'altra metà ne mangia due.Trilussa è l'anagramma del cognome
dell'artista, Carlo Alberto Salustri, è stato un poeta italiano, morto nel 1950 e noto per le sue
composizioni in romanesco.
La Statistica
Sai ched’è la statistica? È ’na cosa
che serve pe’ fa’ un conto in generale
de la gente che nasce, che sta male,
che more, che va in carcere e che sposa.
Ma pe’ me la statistica curiosa
è dove c’entra la percentuale,
pe’ via che, lì, la media è sempre eguale
puro co’ la persona bisognosa.
Me spiego: da li conti che se fanno
secondo le statistiche d’adesso
risurta che te tocca un pollo all’anno:
e, se nun entra ne le spese tue,
t’entra ne la statistica lo stesso
perché c’è un antro che ne magna due.
Mi ha incuriosito un pò questo personaggio e ho scoperto che è un grande magnate, portavoce
di pensieri contro la guerra. L'interpretazione di Gigi Proietti è fantastica!
La ninna nanna de la guerra (1914)
1/3
Trilussa
Scritto da Administrator
Venerdì 19 Agosto 2011 10:42 - Ultimo aggiornamento Venerdì 19 Agosto 2011 12:03
Ninna nanna, pija sonno
ché se dormi nun vedrai
tante infamie e tanti guai
che succedeno ner monno
fra le spade e li fucili
de li popoli civili
tra la gente che se scanna
per un matto che commanna;
che se scanna e che s'ammazza
a vantaggio de la razza
o a vantaggio della fede
per un Dio che nun se vede,
ma che serve da riparo
ar Sovrano macellaro.
Chè sto covo d'assassini
che c'insanguina la tera
sa benone che la guera
è un gran giro de quatrini
che prepara le risorse
pe li ladri delle Borse.
Fa la ninna, cocco bello,
finchè dura sto macello:
fa la ninna, chè domani
rivedremo li sovrani
che se scambieno la stima
boni amichi come prima.
So cuggini e fra parenti
nun se fanno comprimenti:
se faranno più cordiali
li rapporti personali.
E riuniti fra de loro
senza l'ombra d'un rimorso,
ce faranno un ber discorso
su la Pace e sul Lavoro
pe quer popolo cojone
risparmiato dar cannone!
E visto il mio amore per la matematica, che dire della questione dello zero e dell'uno?
Nummeri (1944)
2/3
Trilussa
Scritto da Administrator
Venerdì 19 Agosto 2011 10:42 - Ultimo aggiornamento Venerdì 19 Agosto 2011 12:03
- Conterò poco, è vero:
- diceva l'Uno ar Zero ma tu che vali? Gnente: propio gnente.
Sia ne l'azzione come ner pensiero
rimani un coso voto e inconcrudente.
lo, invece, se me metto a capofila
de cinque zeri tale e quale a te,
lo sai quanto divento? Centomila.
È questione de nummeri. A un dipresso
è quello che succede ar dittatore
che cresce de potenza e de valore
più so' li zeri che je vanno appresso.
3/3
Fly UP