...

Diapositiva 1 - Università degli Studi dell`Aquila

by user

on
Category: Documents
11

views

Report

Comments

Transcript

Diapositiva 1 - Università degli Studi dell`Aquila
“Live painting”: divertirsi con gli OGM
Con la partecipazione di Francesco Giansanti, Francesco Angelucci,
Luana Di Leandro, Giuseppina Pitari, Rodolfo Ippoliti
Dipartimento Medicina Clinica, Sanità Pubblica, Scienze della Vita e
dell’Ambiente (MESVA), Università dell’Aquila
Gli OGM rappresentano da sempre un complicato e controverso argomento,
ma di rilevanza strategica per le applicazioni biotecnologiche nell’industria
farmaceutica e nella ricerca scientifica. Nei nostri laboratori batteri e lieviti
sono utilizzati per la produzione di proteine ricombinanti studiate per la
terapia mirata contro i tumori o nelle nanotecnologie. Le persone coinvolte
nel pop-up shop hanno una esperienza nel settore che verrà messa a
disposizione di tutti e saranno anche realizzati piccoli esperimenti
utilizzando microrganismi innocui per l’uomo e per l’ambiente recanti geni
reporter fluorescenti utilizzabili per “scrivere e/o disegnare” con i batteri su
piastre. Nel pop-up shop ci sarà anche un angolo dell’orientamento che
fornirà informazione dettagliate da parte dei delegati all’orientamento per
tutti i corsi di laurea di area Biologica- Biotecnologica.
L’ape e il fiore - Riproduzione Umana e stile di vita
Con la partecipazione di Carla Tatone, Anna Maria D’Alessandro,
Giovanna Di Emidio, Michela Di Carlo, Giulia Rossi, Sihana Ziberi,
Giulio Eramo, Martina Placidi, Felice Francavilla, Sandro Francavilla,
Alessandro Micillo.
Dipartimento Medicina Clinica, Sanità Pubblica, Scienze della Vita e
dell’Ambiente (MESVA), Università dell’Aquila
Il pop-up shop si propone di esporre in maniera divulgativa la biologia della
riproduzione, cioè come i gameti maschili e femminili entrano in contatto e
si fondono in una nuova vita. Particolare attenzione sarà rivolta a spiegare
cosa si intende per Fecondazione in vitro, come avviene, e quali possibilità
offrono le attuali tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita in Italia e
nel Mondo. A tale scopo sarà riutilizzato il materiale preparato per la scorsa
edizione della Caccia al Tesoro, in cui le tematiche in oggetto venivano
esposte ad un pubblico di 14-35 anni. Inoltre, sulla base delle nostre
esperienze, si focalizzerà l’attenzione dei cittadini su temi molto importanti
di cui si occupa la ricerca in campo riproduttivo. In particolare spiegheremo
l’importanza di un corretto di stile di vita per la preservazione del potenziale
riproduttivo. Per attirare il pubblico sarà allestita una postazione con
computer e videoproiettore per mostrare come appaiono spermatozoi e
ovociti al microscopio e come avviene la fecondazione in vitro. Infine, è
nostra intenzione preparare un cartonato con oblò per inserire il volto e fare
delle foto ricordo con spermatozoi, ovociti e il gufetto SHARPER.
La chimica analitica e lo zafferano
Con la partecipazione di Fabrizio Ruggieri, Maria Anna Maggi, Angelo
Antonio D’Archivio, Andrea Giannitto, Antonella Odoardi, Martina
Foschi, Rosaria Aloia, Alessandro Pavoni, Mirko Fonzi, Paola Capasso,
Valentina Gallo
Dipartimento di Scienze Chimiche e Fisiche (DSCF), Università dell’Aquila.
Le attività che saranno presentate mostreranno i principali aspetti affrontati
nella ricerca scientifica, ponendo particolare attenzione alle fasi di
pianificazione, realizzazione e valutazione. Verrà posto particolare accento
alle attività sperimentali come fondamento della ricerca in ambito scientifico
e nello specifico verranno presentati i risultati di uno studio sulle proprietà
benefiche dello zafferano. Saranno presentati i diversi passaggi coinvolti
nell’analisi chimica di una matrice complessa e sarà dato cenno
all’importanza dell’analisi chimica degli alimenti a garanzia della salute.
Verranno anche forniti spunti per stimolare la curiosità dei ragazzi nei
confronti delle discipline scientifiche, coinvolgendoli nella realizzazione di
piccoli esperimenti.
Apparati ed organi del corpo umano
Con la partecipazione di Antonella Vetuschi, Roberta Sferra, Simona
Pompili, Sara Cicchinelli, Luca Battistini, Luca De Berardinis, Anna
Gallone, Giulia Sabetta
Dipartimento di Scienze Cliniche Applicate e Biotecnologiche (DISCAB),
Università dell’Aquila
Il gruppo di Anatomia del Dipartimento DISCAB intende illustrare, su
manichini e plastici, i diversi segmenti scheletrici dell’Apparato Locomotore
evidenziando le particolarità anatomiche di ciascuno, le modalità di
articolazione tra le componenti ossee ed i principali raggruppamenti
muscolari del corpo umano. Inoltre, saranno mostrati gli organi dei diversi
apparati (cardiocircolatorio, respiratorio, digerente, genitourinario e del
sistema nervoso) illustrando la loro collocazione nelle rispettive cavità
corporee (toracica, addominale, pelvica) nonché le loro principali
caratteristiche macroscopiche ed i rapporti che intercorrono tra i diversi
organi. I principali organi di ciascun apparato e sistema saranno osservabili
anche dal punto di vista microscopico, mediante la proiezione di immagini
istologiche che ne evidenziano la struttura e le caratteristiche
morfofunzionali, nonché il percorso che conduce dal prelievo dell’organo
alla osservazione microscopica finale (fissazione, inclusione, sezione,
colorazione).
“Gli acidi nucleici: le molecole della vita”
Con la partecipazione di Martina Colapietro, Lucia Cappabianca, Filippo
Del Vecchio, Barbara Di Francesco, Mauro Di Vito Nolfi, Luciana Gneo,
Valentina Mastroiaco, Maria Rita Paglia, Francesca Potenza, Alessandra
Tessitore, Francesca Marcoccia, Alessandra Piccirilli, Alessia Sabatini,
Mariagrazia Perilli, Francesca Zazzeroni.
Dipartimento di Scienze Cliniche Applicate e Biotecnologiche (DISCAB),
Università dell’Aquila
Il DNA è noto come la macromolecola fondamentale per la vita degli esseri
viventi. Esso è infatti depositario dell’informazione genetica, necessaria per
il controllo di ogni aspetto della funzione cellulare e dello sviluppo. Le
informazioni codificate dal DNA vengono trasmesse da una generazione alla
successiva e sono alla base della biosintesi di altre macromolecole
fondamentali: l’RNA e, quindi, le proteine. Nella “bottega degli acidi
nucleici” vi mostreremo come è possibile estrarre il DNA direttamente dalla
vostra saliva, utilizzando semplici tecniche di biologia molecolare. Vedrete
materializzarsi sotto i vostri occhi il vostro DNA, sotto forma di filamenti
bianchi, mediante l’aggiunta di alcol etilico ad una sospensione liquida
contenuta in una provetta. Potrete inoltre “sintetizzare” un filamento di DNA
e di RNA, utilizzando semplici ed intuitivi modellini descrittivi. Nella
“bottega degli acidi nucleici” troverete anche poster sulla struttura e funzioni
degli acidi nucleici.
Laboratorio di Archeologia
Con la collaborazione di Roberto Montagnetti
Dipartimento di Scienze Umane (DSU), Università degli Studi dell’Aquila.
Il laboratorio di Archeologia del Dipartimento di Scienze Umane nel suo
stand proporrà ai visitatori un escursus sui siti archeologici indagati e i musei
o le mostre allestite dalla cattedra di Archeologia Medievale , tramite
pannelli, brochures, depliant informativi, riproduzioni di reperti archeologici,
video, ricostruzioni 3D e documentari realizzati dallo stesso laboratorio.Si
evidenzieranno le potenzialità dei suddetti siti sotto diversi aspetti (storico,
culturale, economico, turistico), focalizzando l’attenzione, tra gli altri, su
uno specifico caso: “la strega di Baratti”, una sepoltura anomala divenuta
celebre tramite la stampa e il web, a tal punto da diventare meta turistica e
oggetto di un romanzo storico a tiratura nazionale.
Let’s Cetemps: Centro di Eccellenza di Telerilevamento e Modellistica numerica
per la Previsione di eventi Severi
Con la partecipazione di Vincenzo Rizi
Dipartimento di Scienze Chimiche e Fisiche (DSCF), Università dell’Aquila.
L'attività di ricerca del CETEMPS (è un Centro di Eccellenza del Dipartimento di
Scienze Fisiche e Chimiche dell’Università Degli Studi dell’Aquila) abbraccia diverse
aree tematiche ed è finalizzata allo studio dei fenomeni atmosferici e delle loro
ripercussioni sul clima e sul suolo. Le varie attività svolte dal Centro di Eccellenza:
Modellistica meteorologica: i modelli meteorologici sono uno strumento essenziale
per le previsioni del tempo. Una buona previsione è un supporto essenziale a livello
decisionale per la diramazione tempestiva delle allerte da parte della Protezione Civile
in caso di rischio idrogeologico per precipitazioni abbondanti. A tal proposito, il
CETEMPS effettua giornalmente previsioni meteorologiche sull'Italia con modelli
sofisticati e ad alta risoluzione spaziale.
Modellistica idrologica: l'accoppiamento di modelli idrologici con modelli
meteorologici o climatici ha due importanti aspetti applicativi, da un lato la possibilità
di prevedere i possibili pericoli di esondazione conseguenti ad eventi meteorologici
severi, dall’altra la possibilità di studiare in dettaglio le modificazioni che i
cambiamenti climatici inducono sul ciclo idrologico.
Modellistica composizione atmosferica e qualità dell’aria: i modelli deterministici di
chimica e trasporto sono tra gli strumenti più accreditati per lo studio e il
monitoraggio della qualità dell’aria. Il CETEMPS ha sviluppato un servizio operativo
sperimentale di previsione di qualità dell’aria.
Studio dei cambiamenti climatici: il comportamento medio dell’atmosfera alle alte
latitudini dell’emisfero meridionale ha subito sensibili variazioni nel corso degli
ultimi decenni. I modelli atmosferici di circolazione generale vengono utilizzati per
individuare le cause e i meccanismi all’origine dei cambiamenti in atto.
Telerilevamento da satellite: le osservazioni satellitari stanno assumendo sempre
maggiore importanza nel campo delle scienze dell’atmosfera e dell’oceano. Il
CETEMPS, tramite un’antenna posizionata presso la Facoltà di Scienze a Coppito,
riceve direttamente e processa in tempo reale i dati osservati da diversi satelliti.
Osservatorio Atmosferico: il CETEMPS gestisce un'ampia varietà di questi strumenti,
in particolare: un radar meteorologico; una stazione meteorologica; una stazione di
radiosondaggio con palloni; un LIDAR (EARLINET), e uno spettro-fotometro solare
(AERONET). Il CETEMPS ha anche sviluppato un sistema a fluorescenza indotta
(LIF) per la misura di specie chimiche da terra o da piattaforma aerea.
La Chimica Spettacolare
Con la partecipazione di Samantha Reale, Claudio Iacobucci, Martina
Maya Cecchini, Francesca Di Renzo, Luana Del Vecchio, Antonella Di
Nicola, Issam Abdalghani
Dipartimento di Scienze Chimiche e Fisiche (DSCF), Università dell’Aquila.
Venite a trovarci nel coloratissimo mondo della Chimica Spettacolare e vi
faremo trasformare l’acqua in vino, il vino in latte e il latte in birra. Vi faremo
creare un arcobaleno di colori e vi permetteremo di far cambiare colore ad
un’ampolla solo grazie alla forza con cui la agitate. Oppure potrete costruire
castelli con un liquido. Questi e tanti altri coloratissimi esperimenti che
lasceranno senza parole sia i ragazzi che gli adulti, spiegati in modo semplice
dai Dottorandi in Chimica del Dipartimento di Scienze Fisiche e Chimiche
(DSFC) dell’Università degli Studi dell’Aquila
More electric motors for sustainable mobility
Con la partecipazione di Marco Tursini, Alessio Di Tullio
Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell’Informazione e dell’economia
(DIIIE), Università dell’Aquila
I motori elettrici sono considerati componenti essenziali per il progetto di
sistemi di mobilità in grado di diminuire gli impatti ambientali, sociali ed
economici generati dai mezzi di trasporto.
Oltre le bici e le auto elettriche e ibride, sempre più diffuse, anche nel settore
delle applicazioni aeronautiche è previsto l’impiego sempre più esteso di
motori elettrici in luogo dei tradizionali sistemi idraulici o termici, con
l’obiettivo di ridurre pesi e ingombri e di conseguenza i consumi di
carburante.
Lo shop illustra con linguaggio divulgativo le attività del gruppo di ricerca in
Convertitori, Macchine ed Azionamenti Elettrici dell’Università dell’Aquila in
questo settore: dallo sviluppo di motori per flap e montacarichi per aerei fino
allo sviluppo del motore di coda di un elicottero. Attraverso un percorso tra
poster, proiezioni e sistemi sperimentali interattivi i visitatori, grandi e piccini,
saranno guidati dai principi di funzionamento fino allo sviluppo dei prototipi
di macchine elettriche “robuste ai guasti” di ultima generazione.
Il Campo magnetico
Con la partecipazione di Romualdo Tiberio, Stefano Ricci
Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell’Informazione e dell’economia
(DIIIE), Università dell’Aquila
Lo shop ha come scopo quello di mostrare il funzionamento delle seguenti
apparecchiature e/o principi: pendolo semplice sottoposto a campo magnetico
(fenomeno di induzione magnetica);
principio dei motori elettrici e generatori elettrici,regola delle tre dita;
levitazione magnetica,principio di minima energia.
Dimostrazione delle macchine asincrone e sincrone.
Good vibrations 2.0
Con la partecipazione di Rocco Alaggio, Daniele Zulli
Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile- Architettura e Ambientale
(DICEAA), Università degli Studi dell’Aquila
Le strutture di interesse civile ed industriale (edifici, monumenti, capannoni
industriali, ponti, serbatoi, linee elettriche di trasmissione, etc.) devono essere
accuratamente dimensionate, nel senso che ciascun elemento che le costituisce
deve essere capace di resistere alle azioni determinate dalla loro interazione
con l’ambiente circostante. A tal fine, è importante conoscere a fondo sia le
proprietà dei singoli materiali che le costituiscono, sia le caratteristiche
meccaniche delle strutture nel loro complesso.
Dopo il successo della Notte dei Ricercatori 2014, nell’ambito dell'edizione
2015 si riproporranno esempi di strutture in scala o prototipi di laboratorio
sottoposti a sollecitazioni varie di tipo statico o dinamico, al fine di
individuare la risposa e determinare le proprietà del materiale.
Neo o melanoma…questo è il dilemma?”…Alla scoperta delle mutazioni
genetiche che sono alla base del melanoma cutaneo
Con la partecipazione di Maria Concetta Fargnoli, Cristina Pellegrini,
Maria Giovanna Maturo, Claudia Martorelli, Lucia Di Nardo
Dipartimento di Scienze Cliniche Applicate e Biotecnologiche (DISCAB),
Università dell’Aquila
Il melanoma è la forma meno frequente di tumore cutaneo, ma anche la più
pericolosa. Può colpire persone di ogni età e può comparire su qualsiasi parte
del corpo, su cute indenne oppure in corrispondenza di un nevo preesistente.
L’aspetto è estremamente variabile, può presentarsi come una macchia che nel
tempo diventa scura, sviluppa bordi irregolari o colori variegati, oppure come
un nodulo roseo. Il melanoma può diffondere agli organi interni per cui è
sempre necessario un trattamento immediato. Essendo visibile ad occhio nudo,
può essere diagnosticato precocemente, e il suo principale fattore di rischio, i
raggi UV, può essere contenuto, moderando l’esposizione solare. Lo sviluppo
di un melanoma deriva dall’insorgenza di mutazioni a carico di alcuni geni
espressi nei melanociti, le cellule presenti nello strato basale dell’epidermide
che producono la melanina.
Questo pop-up permetterà ai visitatori mediante la proiezione di video e quiz
interattivi di conoscere meglio il melanoma per capire come si previene e
soprattutto come si riconosce. Inoltre, spiegheremo come a partire dal DNA di
un individuo si arriva ad ottenere in laboratorio la sequenza di un gene e
sperimentare che cosa sono le mutazioni geniche e quali possono determinare
l’insorgenza del melanoma.
Mondi virtuali opensource e robotica cognitiva
Con la partecipazione di Giovanni De Gasperis
Dipartimento di Ingegneria e Scienze dell’Informazione e matematica
(DISIM), Università dell’Aquila
La tecnologia del Metaverso in realtà virtuale è stato già introdotto in
occasione della Notte dei Ricercatori 2014, nell'ambito della tappa presso il
GSSI della caccia al tesoro. Si trattava di esplorare 4 laboratori virtuali (fisica,
biotecnologie, fecondazione in vitro, astrofisica), risolvendo mini problemi di
ricerca in tempo limitato. Il tutto avveniva in un mondo virtuale, sotto forma
di isola nell'oceano, dove i partecipanti potevano esistere tramite una loro
rappresentazione tridimensionale (avatar) ed interagire con gli altri utenti per
raggiungere lo scopo. Lo stesso mondo è stato esteso in occasione della Festa
della Polizia 2015, grazie alla collaborazione tra il DISIM e la Questura
dell'Aquila, realizzando un videogioco immersivo per studenti di scuole medie
dal titolo “Investigatore per un giorno”. Inoltre la stessa tecnologia è adottata
nell'ambito del corso “Laboratorio di Sistemi Intelligenti” del Dott. Ing.
Giovanni De Gasperis, Corso di Laurea Magistrale in Informatica, per lo
studio di sistemi robotici cognitivi interagenti in ambienti simulati di media
complessità. Nel POP-UP Shop 2015 verrà pertanto illustrata la tecnologia
opensource adottata per la realizzazione dei mondi virtuali interattivi e come
può essere applicata per studi di robotica cognitiva.
Matematica
Con la partecipazione di Francesco Leonetti
Dipartimento di Ingegneria e Scienze dell’Informazione e matematica
(DISIM), Università dell’Aquila
Il Pop UP Shop ha lo scopo di avvicinare il pubblico alla matematica
attraverso giochi e applicazioni. Saranno a disposizione del pubblico alcuni
puzzle sul teorema di Pitagora affinché il visitatore divertendosi capisca il
vero significato del teorema di Pitagora e un computer per la creazione di
frattali.
(20)CARE-me e iCARE: due soluzioni di Smartly per migliorare la qualità
della vita.
Con la partecipazione di Dajana Cassioli, Martina Iannucci, Francesco
Gallo, Stafano Pace
Dipartimento di Ingegneria e Scienze dell’Informazione e matematica
(DISIM), Università dell’Aquila
La start-up innovativa SMARTLY s.r.l. nasce a Maggio 2014 come spin-off
dell'Università degli Studi dell'Aquila. Ha come obiettivo la creazione di
sistemi innovativi ad alto contenuto tecnologico nel campo dell'ICT a
supporto di servizi di smart living, smart building, smart grid e smart city. La
sua sfida è creare soluzioni che migliorino la qualità della vita di chi usa i suoi
servizi, promuovendo la biosostenibilità e l'uso efficiente delle risorse
disponibili. SMARTLY s.r.l. valorizzerà le competenze dei proponenti
ricercatori nel campo ICT, in un percorso di continua evoluzione alla ricerca
di soluzioni all'avanguardia per semplificare le attività quotidiane e migliorare
la qualità della vita. Il pop-up shop propone una demo interattiva dei suoi
primi prodotti:
- La linea di prodotto CARE-ME, che si focalizza sul monitoraggio quotidiano
di persone vulnerabili e notifica l’insorgere di situazioni dannose o circostanze
sgradite (CARE-Travel e CARE-OUT). Il progetto è orientato anche alla cura
di animali domestici (CARE-DOG).
- iCARE è un sistema innovativo connesso con lo smartphone del paziente ed
è progettato specificamente per monitorare costantemente e riportare
periodicamente all’equipe medica di riferimento la compliance alla terapia
oncologica, gli effetti collaterali e l’eventuale aggravarsi dei sintomi in
pazienti affetti da cancro. Poiché si prevede che l'impiego di farmaci
chemioterapici somministrati per via orale aumenti notevolmente nel prossimo
futuro, il sistema iCARE favorirà l'ampia diffusione dei trattamenti domiciliari
dei malati di cancro, permettendo loro di conservare il loro stile di vita, e
producendo un significativo risparmio di risorse.
Conoscere il Territorio Attraverso lo Studio della Biodiversita’ Animale –
Tecniche Di Rilevamento e Analisi Faunistica
Con la partecipazione di Lorenzo Liberatore, Mattia Iannella, Ilaria
Vaccarelli, Francesca Tantalo, Magida D’Alò
Dipartimento Medicina Clinica, Sanità Pubblica, Scienze della Vita e
dell’Ambiente (MESVA), Università dell’Aquila
Si propone l’allestimento di uno stand in cui si esporranno tecniche e materiali
per riconoscere gli animali presenti in un dato territorio e le metodologie di
restituzione cartografica dei dati relativi alla qualità ambientale sulla base
della biodiversità animale.
L’obiettivo è quello di fornire una chiave di lettura della biodiversità animale
indirizzata a chiunque fosse interessato a conoscere e riconoscere esemplari
della nostra fauna.
Attraverso uno stereomicroscopio e delle scatole entomologiche sarà possibile
osservare gruppi di animali invertebrati tipici dei corsi d’acqua e degli
ambienti terrestri appenninici e come varia la loro diversificazione e
abbondanza in relazione all’inquinamento del territorio esaminato.
Con il supporto di una presentazione powerpoint sarà possibile osservare
filmati registrati da fototrappole per animali vertebrati di più grandi
dimensioni (mammiferi).
Si vuole anche mostrare, tramite osservazione di esemplari conservati in alcol,
le caratteristiche dei principali pesci, rettili e anfibi presenti in Abruzzo.
L’Alimentazione quale strategia di salute per l’ individuo e l’ambiente
Con la partecipazione di Maria Giuliana Tozzi, Caterina Di Massimo,
Daniela De Amicis, Alessandra Vicentini, Carla Di Scanno
Dipartimento Medicina Clinica, Sanità Pubblica, Scienze della Vita e
dell’Ambiente (MESVA), Università dell’Aquila
I cambiamenti sociali, economici e culturali rappresentano cause primarie del
manifestarsi di nuove emergenze sanitarie. In particolare, le patologie
correlabili ad un’errata alimentazione stanno assumendo una crescente
rilevanza ponendosi come patologie ad andamento cronico che incidono
pesantemente sulla spesa sanitaria per gli oneri sanitari e sociali ad esse
correlate. La maggiore divulgazione dei risultati conseguiti dalla ricerca
scientifica ha consentito alla maggior parte della popolazione l’acquisizione di
una sufficiente consapevolezza dello stretto legame che esiste tra
alimentazione e salute e dell’importante ruolo che una corretta alimentazione
può svolgere nel mantenimento del benessere psico-fisico e nella prevenzione
per alcune patologie. Alle grandi sfide prettamente nutrizionali del presente
momento si associano con sempre maggiore evidenza le sfide legate alla
salute del pianeta, ed è ormai implicitamente riconosciuto che la salute
dell’uomo non può prescindere da quella dell’ecosistema. Il ciclo di vita del
cibo, dalla produzione al consumo, esercita, infatti, anche un impatto
ambientale sulle limitate risorse del nostro pianeta. Pertanto, le scelte di quale
cibo mangiare e quali livelli di sicurezza minimi assicurare assumono il
significato strategico di strumenti efficaci non solo per garantire lo stato di
salute del singolo individuo e dell’intera popolazione ma influiscono ed
orientano le politiche di produzione e di importazione con ripercussioni
economiche, sociali ed ambientali. La scommessa del futuro è quindi quella di
favorire il benessere umano in un pianeta in cui la diffusione di patologie
legate a un stile di vita non corretto è in aumento e le cui risorse sono in
esaurimento. Favorire l’adozione di stili alimentari sostenibili è pertanto il
modo migliore per abbattere il nostro impatto sul pianeta e tutelare con
efficacia la nostra salute.
….Chi ha Paura del Dentista? …..
Con la partecipazione di Mario Giannoni, Annalisa Monaco, M. Chiara Marci,
Davide Pietropaoli, Eleonora Ortu, Nicola Marchili, Antonella Barone
Dipartimento Medicina Clinica, Sanità Pubblica, Scienze della Vita e dell’Ambiente
(MESVA), Università dell’Aquila
Nuovi orientamenti diagnostici, con la possibilità di individuare precocemente segni e
sintomi patologici e possibilità di intervenire prima che si manifesti il dolore…
Lo sviluppo di nuove tecnologie e l’uso di materiali e strumentario all’avanguardia
che consentono un costante miglioramento e perfezionamento delle tecniche
operative…
Nuovi approcci terapeutici con particolare riferimento al criterio di minima invasività
delle cure…
La promozione e la divulgazione degli aspetti preventivi che favoriscono stili di vita
in grado di garantire il mantenimento della salute orale …
Di tutto questo si occupa il Pop-up Shop di Odontoiatria, che affronta “la PAURA del
DENTISTA” con la consapevolezza che, nell’immaginario collettivo, ancora
rappresenti una problematica vivamente sentita, che spesso allontana molte persone,
adulti e bambini, dall’intraprendere un percorso odontoiatrico che invece, iniziato per
tempo (e non solo al bisogno) può garantire trattamenti e controlli periodici privi della
componente dolorosa che tanto è temuta e paventata.
Attraverso allestimenti, presentazioni, dimostrazioni, percorsi animati e modalità
interattive sarà evidenziato il ruolo centrale della RICERCA attiva presso la Clinica
Odontoiatrica dell’Università dell’Aquila; ricerca volta ad approfondire le conoscenze
sulle patologie orali, sulle problematiche funzionali e occlusali, sulle interazioni fra
salute orale e sistemica, sulle attuali modalità di prevenzione, diagnosi e terapia in
ambito Odontoiatrico Pediatrico, nella considerazione che la salute della bocca e dei
denti è fondamentale per lo sviluppo, la crescita e il mantenimento dell’equilibrio di
tutto l’organismo.
L’obiettivo finale sarà quello di rendere noto ai visitatori come attraverso la ricerca
odontoiatrica sia possibile migliorare la salute dell'individuo garantendo prevenzione
individualizzata, miglior inquadramento diagnostico delle patologie o anomalie,
applicazione di protocolli e modalità terapeutiche all’avanguardia, riduzione
progressiva dell’invasività delle cure.
Stand Casa Editrice L’Una, L’Aquila
Con la partecipazione di Giuseppe Chiaravalle
La casa editrice L’Una – L'Aquila University Press è stata costituita
nel settembre 2008 per iniziativa dell’Università degli studi
dell’Aquila e della sua Fondazione, che ne sono pertanto i soci.
Obiettivo della casa editrice è la pubblicazione di testi nell’ambito
della ricerca scientifica e della didattica, non limitate tuttavia
all’attività dell’Università aquilana ma aperte anche alle altre
università italiane e straniere, nonché ad altre istituzioni e realtà
culturali
del
territorio
in
cui
opera.
L’Una ha prodotto numerosi volumi distribuiti in varie collane, dirette
da specialisti del relativo settore, che abbracciano gran parte delle aree
disciplinari dei Dipartimenti.
L'Ateneo
dell'Aquila
per
la
Ricostruzione:
Materiali
innovativi:carbonio,basalto,vetroresina,ultra high tensile stress steel...
Con la partecipazione di Dante Galeota
Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile- Architettura e Ambientale
(DICEAA), Università degli Studi dell’Aquila
Rilievi e indagini mediante tecnica laser-scanner. Indagini mediante
tecniche soniche, termografiche e radar. Caratterizzazione sismica dei
terreni di fondazione. Alcuni studi effettuati dall'Ateneo dell'Aquila per il
recupero della Basilica di S.Maria di Collemaggio, Palazzo Margherita,
Palazzo Camponeschi, Scuola E.De Amicis, Torre Medicea di S.Stefano
di Sessanio..
LegionellOUT!
NUOVI
METODI
DI
CONTROLLO
MIGLIORAMENTO DEL RISCHIO MICROBIOLOGICO.
PER
IL
Con la partecipazione di Pierangelo Bellio, Letizia Di Pietro, Alisia Mancini,
Giuseppe Celenza.
Dipartimento di Scienze Cliniche Applicate e Biotecnologiche, Università degli
Studi dell’Aquila,
Si&T srl, Pianella (PE), Riccardo Asprea, Alessandra Palumbo, Alessandro Pavone.
S.EL.ME.C srl, Chieti Scalo (CH), Ottorino Odoardi, Laura Porfilio, Domenico Bellante.
Polo d’Innovazione Chimico-Farmaceutico CAPITANK, L’Aquila.
LegionellOUT! è un sistema di gestione e monitoraggio integrato del rischio legionellosi
negli impianti di distribuzione delle acque per uso civile e industriale.
LegionellOUT! è il primo software italiano che consente la redazione del documento di
rischio specificatamente dedicata al rischio legionellosi. L’algoritmo di analisi è stato
sviluppato tenendo conto della normativa nazionale ed Europea in materia nonché dei
principali documenti internazionali sulla gestione del rischio legionellosi.
LegionellOUT! è inoltre integrato con un sistema di sorveglianza in linea realizzato
mediante l’utilizzo di sensori localizzati in punti critici degli impianti.
L’auditing dei sensori consente il monitoraggio in tempo reale dei parametri chimicofisici strettamente correlati alla proliferazione del batterio, realizzando, di fatto una
sorveglianza continua che si integra con il documento di valutazione del rischio, così
come definito dal Testo Unico in materia di Salute e Sicurezza nel mondo del
lavoro (D.Lgs 81/2008).
Il progetto è stato finanziato dal Polo d’Innovazione Chimico-Farmaceutico CAPITANK
ed è stato presentato all’EXPO’ 2015 di Milano ed al 3° Congresso Europeo
dell’European Study Group for Legionella Infections, 16-17 Settembre, Londra.
Fly UP