...

Trovata vuota latomba.della Beata

by user

on
Category: Documents
20

views

Report

Comments

Transcript

Trovata vuota latomba.della Beata
Si apre
un caso che
è già in Vaticano: IDforse il.sarcofago che era stato previsto a S.Giro\amo
Trovata vuota latomba.della Beata
La scoperta durante la trasadone della salma "diSandra Sabattini
r:altra
mattina nel cimitero di S. Andrea in Casale era in programma la traslazione della salma della riminese che è già in odore di
santità, Sandra Sabattini. La diocesi aveva deciso di jraslare i resti del corpo nella chiesa di S. Girolamo, dove Sandra è cresciuta
insieme alla famiglia, in occasione dei 25 anni dalla scomparsa
de1la giovane. Per l'occasione era stato ordinato un "monumento"
funebre che avrebbe dovuto contenere le spoglie di Sandra Sabattini, che però non 'Cisono. Quando è stata tolta la terra che ricopriva la bara e si è guardato dentro, la sconvolgente scoperta:
nemmeno un osso è rimasto. Nessuna traccia organica. Solo bran- •
A dicembre si.era
.chiuso il processo
diocesano aRimini
1,-
Claudio Monti
RIMINI - Aprendo la tomba di Sandra .Sabattini, la cominissione che si
è riunita mercoledì mattina per la
traslazione della salma l'ha trovata
vuota. Come il sepolcro di Gesù, dice già qualcuno. 10 scorso 6 dicembre si era conclusa la fase diocesana
del processo di beatificazione di
.Sandra Sabattini, figlia spirituale di
don Oreste Benzi. E]' altra mattina
la scoperta, che ha delclamoroso e
per certi aspetti apre un caso che
sembra raro.
Andiamo con ordine raccontando i
fatti, partendo dalla sorpresa che si
è stampata sul volto dei presenti nel
cimitero di S.Andrea in Casale, dove
la bara era sepolta nella-terra. C'erano il vescovo di Rimini, mons. Francesco Lambiasi, don Giuseppe Bonini (ziodi Sandra e a lungo parroco
di S. Girolamo dove la famiglia Sabattini ha vissuto nella canonica), i
familiari della beata, il medico legale Pierpaolo Balli, don- Nevio Faitanini della Papa Giovanni XXIII, ed
altri. Appena sono iniziati gli scavi si
è visto che la bara si era spostata di
circa mezzo metro rispetto alla collocazione originaria, ma soprattutto
era quasi completamente aperta,
delli di calze, del tulle e un crocifisso. Una tomba vuota, come il
sepolcro di Gesù. Alla scena hanno assistito il vescovo, il medico
legale; i familiari e diverse altre persone. Venticinque anni sono.
un periodo abbastanza lungo perché si verifichi la completa mineralizzazione di un corpo, ma c'è anche chi pensa al miracolo.
.1
i
RIMINI - Lfaldoni che contengono gli atti del
processo diocesano che' ha riguardato Sandra
Sabattini sono partiti 'per la Pontificia congregazione per le cause dei santi a metà dicem- .
bre scorso, secretatie chiusi con i sigilli in ce- I·
ralacca. Otto volumoni che. raccontano le testimonianze di 60 persone che hanno conosciuto Sandra e che sono stati ascoltati con lo
scopo di indagarne le virtù e la fama di santità. Fra i testimoni anche don Oreste Benzi. '
Il postulatore diocesano della causa è stato
mons. Fausto Lanfranchi, e il processo è stato aperto nel settembre del 2006 da mons.
Mariano De Nicolò, terminando il 6 dicembre 2008. Ma l'iter è ancora lungo e viene seguito presso la Congregazione vaticana da un
altro postùlatore, Padre Antonio Marrazzo, lo
stesso che si occupò delle cause di Alberto
Marvelli e Carla Ronci. Il primo gradino verso la santità
quello di l/Servo di Dio", poi
Venerabile e, se dovesse venire accertato un
miracolo, quello di Beato.
è
Sandra è morta a soli 23 anni, sufficienti per lasciare un segno di santità
con parti delle due fiancate, un pezzo di coperchio e la base quasi integra. Ma è bastato poco per accorgersi che dentro non c'era nemmeno
una minima traccia organica, nean-
che un ossicino. Nulla di Sandra Sabattini tranne resti delle calze e
brandelli di tulle, più pezzi della croce 'Che era stata messa 'nella bara.
Materiali che già vengono conserva-
ti come reliquie.
. il fatto che la bara fosse nel terreno
da 25 anni (la morte risale 1984),
spiega in buona parte lo stato in cui .
è stata ritrovata. Ma è comunque
sorprendente •.che sia avvenuta una
completa' mineralizzazione della salma, che anche cercando nella terra
non sia stata trovata nemmeno la
minima traccia di Sandra Sabattini.
Nella comunità Papa Giovanni
XXIII c'è già chi pensa a qualcosa
di straordinario, e vede nell' accaduto la mano di Dio. Sarà la Chiesa a
dirlo, e senza fretta. Ma cosa accadrà adesso? Vadetto anzitutto che la
strada verso la:beatifcazione procederà senza problemi: la mancanza
del corpo non intacca l'iter verso gli'
altari di Sandra. Il "caso" riguarda
invece il sarcofago che questa mattina sarebbe dovuto arrivare nella
chiesa di S.Girolamo per essere posizionato in vista dell' anniversario
della morte della giovane, in programma il2 maggio. Ma senza nem- .
meno un osso, e comunque una
parte anche piccola del corpo della
beata, il sarcofago non potrebbe essere posizionato perché non avrebbe
nulla da contenere. E' qui che si .
apre il caso (e pare che sia stato già
interessato il Vaticano) sul quale l'ultima parola spetta comunque al vescovo di Rimini. Per il momento il
"monumento " funebre di Sandra Sabattini - al quale hanno peraltro lavorato anche artisti rìmìnesi e che
era stato ordinato da circa due mesi
- ,è stato "stoppato" e oggi non arriverà, com'era invece previsto, nella
chiesa di S. Girolamo, in attesa che
si'decida il da farsi.
Fly UP