...

Nessuna minaccia di morte. Li stavamo solo informando del

by user

on
Category: Documents
11

views

Report

Comments

Transcript

Nessuna minaccia di morte. Li stavamo solo informando del
6/5/2016 12:15
GIUBIASCO
«Nessuna minaccia di morte. Li stavamo solo
informando del pericolo»
Bruno Roman risponde alle accuse della coppia che sostiene di essere stata
aggredita e minacciata di morte
GIUBIASCO - «Ma quali minacce di morte. Ho solo informato loro del pericolo che stavano
affrontando. E mi sono pure beccato degli schiaffi». Ha deciso di parlare Bruno Roman e rispondere
alle accuse della coppia che sostiene di essere stata aggredita e minacciata di morte lo scorso 24
aprile nei pressi dello stand di tiro al piattello.
«Stavamo sparando in gara. In quel momento ero responsabile del tiro e oltre al controllo dei risultati
mi occupavo anche della sicurezza sia sul campo che fuori. La copia si stava avvicinando alla zona di
pericolo e di conseguenza abbiamo interrotto il tiro per evitare qualunque possibile pericolo.
Immediatamente ho suonato ripetutamente la tromba per attirare l'attenzione dei signori che avevano
ignorato il cartello di sicurezza. Ho fatto segno loro di continuare lungo il sentiero e come risposta
l'uomo mi ha fatto un gestaccio".
I due sono scesi dunque lungo il letto del fiume per far abbeverare il cane. «Io sono corso da loro
spiegando che lì non si poteva stare perché era pericoloso e avrebbero potuto prendersi una fucilata.
Una volta scesi nel fiume non possiamo più vederli e non possiamo sapere quale direzione
prendono, e di conseguenza blocchiamo quel passaggio per ragioni di sicurezza. A quel punto l'uomo
ha risposto che lì era zona demaniale e lui faceva quello che voleva, malgrado gli avessi spiegato
che la società paga un affitto per la zona dello stand. Ma non avevano nessuna intenzione di
muoversi da lì ignorando tutte le regole elementari di comportamento».
E per quel che riguarda il diverbio fisico aggiunge: «A quel punto preso l'uomo per un braccio per
accompagnarlo fuori dai limiti di sicurezza, sono inciampato e gli sono caduto addosso. Raggiunta la
linea di sicurezza dopo insulti vari l'uomo mi si è parato davanti con fare minaccioso, a quel punto gli
ho detto di provare ad alzare le mani e l'avrei mandato all'ospedale, nel frattempo la sua compagna
mi ha più volte schiaffeggiato. C’è almeno una decina di testimoni che può provare che quello che
dico è vero».
Inoltre Bruno Roman ci tiene anche a precisare che nessun amante dei cani è mai stato allontanato,
se non durante i tiri al piattello che si svolgono quattro fine settimana all’anno, e aggiunge: «Io non
bevo alcol per motivi di salute, dunque un eventuale controllo della polizia avrebbe riscontrato
un’alcolemia pari a zero».
06.07.2016 15:17:55 - http://www.tio.ch/News/Ticino/Attualita/1084405/-Nessuna-minaccia-di-morte--Li-stavamo-solo-informando-delpericolo-
Fly UP