...

Libretto dei canti

by user

on
Category: Documents
8

views

Report

Comments

Transcript

Libretto dei canti
Parrocchia Cuore Immacolato di Maria e Sant’ Ilario
Santuario Madonna Pellegrina
Rovigo- Commenda
1. Tu sei
(P. Spoladore)
2. Cantiamo te
(M. Gragnani)
Tu sei la prima stella del mattino,
tu sei la nostra grande nostalgia,
tu sei il cielo chiaro dopo la paura,
dopo la paura d’esserci perduti:
e tornerà la vita in questo mare.
Cantiamo te, Signore della vita:
il nome tuo è grande sulla terra
tutto parla di te e canta la tua gloria.
Grande tu sei e compi meraviglie:
tu sei Dio.
Rit.
Cantiamo te, Signore Gesù Cristo:
Figlio di Dio venuto sulla terra,
fatto uomo per noi
nel grembo di Maria.
Dolce Gesù risorto dalla morte
sei con noi.
Soffierà, soffierà
il vento forte della vita,
soffierà sulle vele
e le gonfierà di te.
Soffierà, soffierà
il vento forte della vita,
soffierà sulle vele
e le gonfierà di te.
Tu sei l’unico volto della pace,
tu sei speranza nelle nostre mani,
tu sei il vento nuovo sulle nostre ali:
sulle nostre ali soffierà la vita
e gonfierà le vele per questo mare.
Rit.
Cantiamo te, amore senza fine:
tu che sei Dio lo Spirito del Padre
vivi dentro di noi
e guida i nostri passi.
Accendi in noi il fuoco
dell’ eterna carità.
2
3. E’ bello lodarti
(Gen Verde)
4. Ogni mia parola
Rit.
re,
Come la pioggia e la neve
scendono giù dal cielo
e non vi ritornano senza irrigare
e far germogliare la terra.
Così ogni mia parola
non ritornerà a me
senza operare quanto desidero
senza aver compiuto
ciò per cui l’avevo mandata
ogni mia parola, ogni mia parola.
E’ bello cantare il tuo amoè bello lodare il tuo nome.
E’ bello cantare il tuo amo-
re,
è bello lodarti, Signore,
è bello cantare a Te!
Tu che sei l’amore infinito
che neppure il cielo può contenere
ti sei fatto uomo, tu sei venuto qui
ad abitare in mezzo a noi, e allora…
Rit.
Tu che conti tutte le stelle
e le chiami una ad una per nome,
da mille sentieri ci hai radunati qui,
ci hai chiamati figli tuoi, allora…
Rit.
(Gen Verde)
5. Musica di festa
(Colombo – Sands)
Cantate al Signore
un cantico nuovo:
splende la sua gloria!
Grande è la sua forza,
grande la sua pace,
grande la sua santità!
Rit. In tutta la terra, popoli del
mondo,
gridate la sua fedeltà!
Musica di festa, musica di lode,
musica di libertà!
Agli occhi del mondo
ha manifestato
la sua salvezza!
Per questo si canti,
per questo si danzi
per questo si celebri!
Rit.
6. Il canto della creazione
(G. Cento)
Con l’arpa ed il corno,
con timpani e flauti,
con tutta la voce!
Canti di dolcezza,
canti di salvezza,
canti d’immortalità!
Rit.
Rit.
I fiumi ed i monti
battono le mani
davanti al Signore!
La sua giustizia
giudica la terra,
giudica le genti!
Rit.
Al Dio che ci salva,
Gloria in eterno!
Amen! Alleluia!
Gloria a Dio Padre,
gloria a Dio Figlio,
gloria a Dio Spirito!
Rit.
Laudato si’, Signore mio
Laudato si’, Signore mio
Laudato si’, Signore mio
Laudato si’, Signore mio
Per il sole d’ ogni giorno
che riscalda e dona vita;
egli illumina il cammino
di chi cerca te, Signore.
Per la luna e per le stelle,
io le sento mie sorelle;
le hai formate su nel cielo
e le doni a chi è nel buio.
Rit.
Per la nostra madre terra
che ci dona fiori ed erba;
su di lei noi fatichiamo
per il pane d’ogni giorno.
Per chi soffre con coraggio
e perdona nel tuo amore:
tu gli dai la pace tua
alla sera della vita.
Rit.
Per la morte che è di tutti,
io la sento ogni istante
ma se vivo nel tuo amore
dona un senso alla mia vita.
Rit.
7. Vocazione
(P. Sequeri)
Era un giorno come tanti altri,
e quel giorno Lui passò;
era un uomo come tutti gli altri,
e passando mi chiamò.
Come lo sapesse
che il mio nome era proprio quello,
come mai vedesse proprio me
nella sua vita non lo so.
Era un giorno come tanti altri,
e quel giorno mi chiamò.
Rit. Tu, Dio, che conosci il nome
mio,
fa’ che ascoltando la tua voce
io ricordi dove porta la mia
strada
nella vita all’incontro con
Te.
8. Tutto il creato
Rit.
Te:
Tutto il creato risuoni per
alleluia!
Astri del cielo cantate con
noi:
alleluia!
Padre, gloria a Te, che regni e ci ami
donandoci Tuo figlio.
Rit.
Cristo, gloria a Te, amico che ci salvi,
facendoti come noi.
Rit.
Gloria a Te, Spirito di vita,
che crei ed animi le cose.
Rit.
9. La sua casa
Era l’alba triste e senza vita,
e qualcuno mi chiamò
era un uomo come tanti altri,
ma la voce quella no.
Quante volte un uomo
con il nome giusto mi ha chiamato
una volta sola l’ ho sentito
pronunciare con amore
era un uomo come nessun altro,
e quel giorno mi chiamò.
Rit.
Rit. La sua casa non ha porte e
né finestre,
ha un giardino di stelle e di
comete.
Segui il vento e la troverai,
c’ ha dato le ali per andare
da Lui.
La sua casa non ha il camino,
ma la gioia ci riscalda
e siamo in festa attorno a Lui
e siamo amici, amici suoi.
Rit.
La sua casa non ha il soffitto,
il cielo è più bello sopra noi,
contiamo le stelle assieme a Lui
e siamo amici, amici suoi.
Rit.
La sua casa non ha pareti,
aspetta tanti amici ancora,
per fare festa assieme a Lui
tutti noi, amici suoi.
Rit.
11. Laudato sì, o mi’ Signore
Rit.
Laudato sii, o mi’ Signore.
Laudato sii, o mi’ Signore.
Laudato sii, o mi’ Signore.
Laudato sii, o mi’ Signore.
E per tutte le creature,
per il sole e per la luna,
per le stelle e per il vento
e per l’ acqua e per il fuoco.
Rit.
10. Vieni qui
Vieni qui!
Non rimanere sulla porta, vieni qui!
Siedi con noi, parlaci di te...
Resta qui, parla con noi,
non ti vergognare,
ogni tua esperienza ci arricchirà:
i tuoi errori, le tue gioie,
i tuoi dolori, le vittorie,
le sconfitte e le rinunce
vieni a dividere con noi.
Ma se non vuoi parlare
e non te la senti non andare via,
ma resta qui con noi (Con noi)
Non rimanere sulla porta,
ma siedi qui con noi (Ma siedi qui con
noi)
ma siedi qui con noi.
Per sorella madre terra
ci alimenta e ci sostiene,
per i frutti, i fiori e l’ erba,
per i monti e per il mare.
Rit.
Perché il senso della vita è
cantare e lodarti,
e perché la nostra vita
sia sempre una canzone.
Rit.
Per sorella nostra morte
che noi tutti incontreremo,
ma se a lui ci affideremo
non avremo mai paura.
Rit.
12. Su ali d’ aquila
(SALMO 96 – Cooperativa “Il
Carro”)
Tu che abiti al riparo del Signore
e che dimori alla sua ombra,
dì al Signore: “Mio rifugio,
mia roccia in cui confido”.
Rit.
E ti rialzerà,
ti solleverà su ali d’aquila,
ti reggerà,
sulla brezza dell’ alba ti farà
brillar
come il sole,
così nelle sue mani vivrai.
Dal laccio del cacciatore ti libererà
e dalla carestia che distrugge
poi ti colpirà con le sue ali
e rifugio troverai.
Rit.
Non devi temere i terrori della notte
né freccia che vola di giorno,
mille cadranno al tuo fianco
ma nulla ti colpirà.
Rit.
Perché ai suoi angeli
ha dato un comando
di preservarti in tutte le tue vie,
ti porteranno sulle loro mani
contro la pietra non inciamperai.
Rit.
E ti rialzerò,
ti solleverò su ali d’ aquila,
ti reggerò,
sulla brezza dell’ alba ti farò
brillar
come il sole,
così nelle mie mani vivrai.
13. Lampada ai miei passi
(M. Mellino)
Rit. La tua parola è lampada ai
miei passi
sulla mia strada ci sei tu Signore:
sei luce immensa con la tua
parola
sei gioia vera, e rimani in
me.
Beato l’ uomo d’ integra condotta
che nella legge salvo resterà,
beato chi è fedele ai tuoi comandi
e chi ti cerca con sincerità.
Rit.
Sono diritte tutte le sue vie
nel custodire il dono del Signor.
Portando in cuore ogni tua parola
per meditarla nella fedeltà.
Rit.
La tua parola è dolce come il miele,
rallegra il cuore, dona libertà.
Io corro per la via dei tuoi comandi,
voglio raggiungere l’ eternità.
Rit.
14. Lode e gloria a te
Rit.
Lode e gloria a Te,
lode e gloria a Te,
luce del mattino,
lode e gloria a Te.
Lode e gloria a Te (M’ hai fatto camminare)
lode e gloria a Te (M’ hai fatto camminar)
luce del mattino (Per questo canto)
lode e gloria a Te.
Rit.
Lode e gloria a Te (Lodatelo nel tempio)
lode e gloria a Te (Lodatelo nel ciel)
luce del mattino (Io sempre canto)
lode e gloria a Te.
Rit.
Lode e gloria a Te (Lo loderò con l’
arpa)
lode e gloria a Te (Io loderò il Signor)
luce del mattino (Ha fatto grandi)
cose gloria a Te. Rit.
15. Lodate Iddio
(G. Cento)
Sole vento e fiori di campo
Lodate, lodate, lodate Iddio.
Terra uomo uccelli del cielo
Lodate, lodate, lodate Iddio.
Voi che amate la vita e i fratelli
Lodate, lodate, lodate Iddio.
Voi che siete felici o tristi
Lodate, lodate, lodate Iddio.
Fuoco nebbia e cime dei monti
Lodate, lodate, lodate Iddio.
Nevi eterne e acque dei fiumi
Lodate, lodate, lodate Iddio.
Voi che avete la pace nel cuore
Lodate, lodate, lodate Iddio.
Voi che lottate sul posto di lavoro
Lodate, lodate, lodate Iddio.
Con le stelle accese nel cielo
Lodate, lodate, lodate Iddio.
Con i bimbi felici nel mondo
Lodate, lodate, lodate Iddio.
Con i ragazzi che cercano amore
Lodate, lodate, lodate Iddio.
Con gli oppressi di ogni colore
Lodate, lodate, lodate Iddio.
È Gesù la speranza dell’uomo
Lodate, lodate, lodate Iddio.
Noi cristiani viviamo di lui
Lodate, lodate, lodate Iddio.
E cantiamo la gioia e l’amore
Lodate, lodate, lodate Iddio.
Che rinasce chi crede in lui
Lodate, lodate, lodate Iddio.
16. Gloria
Gloria, Gloria, Gloria al Signor,
Gloria, Gloria, Gloria al Signor.
E’ qui sulla terra, è qui sulla terra.
Pace, pace, pace agli uomini,
che amano la pace, che amano la pace.
Gloria, Gloria, Gloria al Signor,
Gloria, Gloria, Gloria al Signor.
Noi ti lodiamo, noi ti benediciamo.
Noi, noi, noi ti adoriamo,
cantando la Tua Gloria, cantando la
Tua Gloria.
Signore Re dei cieli, dei pianeti e delle
stelle,
Signore Re dei cieli, dei pianeti e delle
stelle.
(stacco musicale)
Signore Gesù Cristo, Figlio unico del
Padre,
Tu che hai pagato, per tutti noi,
ascolta, ascolta la nostra preghiera.
Tu che seduto stai, alla destra di Tuo
Padre,
pietà di noi, pietà di noi,
perché sei Tu il solo, il Santo, l’ Altissimo.
(stacco musicale)
Cristo, Cristo,
con lo Spirito Santo, nella Gloria di
Dio.
Gloria, Gloria, Gloria, Gloria,
e così sia (Gloria, Gloria)
e così sia (Gloria, Gloria)
e così sia (Gloria al Signor)
17. Gloria
(Giombini)
Glo – ria
glo – ria
a Dio nell’alto dei cieli.
Glo – ria.
E pace
e pace
in terra agli uomini
di buona volontà.
Noi ti lodiamo (noi ti lodiamo)
ti benediciamo (ti benediciamo)
ti adoriamo (ti adoriamo)
ti glorifichiamo (ti glorifichiamo)
Ti rendiamo
gra - zie
per la tua gloria immen – sa.
Signore Figlio unigenito
Gesù Cristo, Signore Dio
Agnello di Dio
Figlio del Padre.
Tu che togli i peccati,
i peccati del mondo,
abbi pietà di noi,
abbi pietà di noi.
Tu che togli i peccati,
i peccati del mondo,
accogli, accogli
la nostra supplica.
Tu che siedi alla destra
alla destra del Padre
abbi pietà di noi,
abbi pietà di noi.
Perché tu solo il Santo (perché tu solo
il Santo)
Tu solo il Signore (tu solo il Signore)
Tu solo l’Altissimo (tu solo l’Altissimo)
Gesù Cristo (Gesù Cristo)
Con lo Spirito
San – to,
nella gloria di Dio Padre,
a – men.
Con lo Spirito
San – to,
nella gloria di Dio Padre, a – men
(bis)
18. Alleluia ed oggi ancora
(P.Sequeri)
Rit. Alleluia (alleluia) Alleluia
(alleluia)
Alleluia (alleluia) Alleluia
(alleluia)
Alleluia (alleluia) Alleluia
(alleluia)
Alleluia (alleluia) Alleluia
Ed oggi ancora, mio Signore,
ascolterò la tua Parola
che mi guida nel cammino della vita
19. Alleluia Signore sei venuto
(L.Scaglianti)
Signore, sei venuto fratello in mezzo a noi.
Signore, hai portato amore e libertà.
Signore sei vissuto nella povertà.
Noi ti ringraziamo, Gesù.
Rit. Alleluia, alleluia, alleluia,
alleluia
alleluia, alleluia, alleluia!
Signore, sei venuto fratello nel dolore.
Signore, hai parlato del Regno dell’amore.
Signore hai donato la tua vita a noi
noi ti ringraziamo Gesù.
Rit.
Signore, sei risorto e resti in mezzo
a noi.
Signore, ci hai chiamati e resi amici
tuoi.
Signore , tu sei via alla verità.
Noi ti ringraziamo, Gesù.
Rit.
20. Alleluia, la nostra festa
(Varnavà)
Rit. Alleluia, alleluia, alleluia,
alleluia,
Alleluia, alleluia, alleluia.
(bis)
La nostra festa non deve finire,
non deve finire e non finirà.(bis)
Perché la festa siamo noi
che camminiamo verso Te.
Perché la festa siamo noi,
cantando insieme così. Rit.
E’ l’alba felice di un raggio di sole:
alleluia, alleluia!
Cantiamo al Signore una nuova canzone:
alleluia, alleluia!
Rit. Sia gloria al Padre e al Figlio:
alleluia, alleluia!
Sia gloria allo Spirito Santo:
alleluia, alleluia! (bis)
22. Alleluia, passeranno i cieli
(Costa, Varnavà)
Rit.
21. Alleluia svegliamo le nostre
chitarre
Rit.
re:
Svegliamo le nostre chitaralleluia, alleluia! (bis)
E’ l’alba di un giorno in cui vince
l’amore:
alleluia, alleluia!
Cantiamo al Signore una nuova
canzone:
alleluia, alleluia!
Rit.
sta:
Sia questo un giorno di fealleluia, alleluia! ( bis)
Alle- alleluia,
alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia.
Passeranno i cieli
e passerà la terra,
la sua Parola non passerà,
alleluia, alleluia.
Rit.
23. Alleluia, questa tua Parola
(P. Spoladore)
Rit. Alleluia, alleluia, alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia, alleluia, alleluia. (bis)
Questa tua Parola non avrà mai fine
ha varcato i cieli e porterà il suo frutto.
(bis)
Rit.
24. Alleluia, canto per Cristo
(Taizè)
Canto per Cristo che mi libererà
quando verrà nella gloria.
quando la vita con lui rinascerà.
Alleluia, alleluia.
Rit.
Alleluia, alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia.
Canto per Cristo: in Lui rifiorirà
ogni speranza perduta
ogni creatura con Lui risorgerà.
Alleluia, alleluia.
Rit.
Canto per Cristo un giorno tornerà
festa per tutti gli amici
festa di un mondo che più non morirà.
Alleluia, alleluia.
Rit.
Cristo risorto è vivo in mezzo a noi
viene a portarci la pace
vinta è la morte nel nome di Gesù.
Alleluia, alleluia.
Rit.
Nella tua notte un fuoco danzerà
Cristo è risorto alleluia
popolo canta la tua libertà.
Alleluia, alleluia.
Rit.
Nella tua alba un canto echeggerà
la morte è vinta, alleluia
popolo oppresso giustizia canterà.
Alleluia, alleluia.
Rit.
25. Canto alla vita
Rit. Tu mi chiami sempre o mio
Signore,
in ogni momento della mia
vita.
E chiami quelli che sono vicini a me,
e chiami tutti nella libertà.
O Signore, mi hai chiamato alla vita,
mi hai fatto vedere, la via da seguire.
Ed io lo so, che sarai con me,
anche quando mi sento solo.
Rit.
Tu mi hai chiamato ma io sono nel
dubbio,
tu mi hai scelto ma io sono insicuro,
mi basta un gesto e vengo verso di Te,
o mio Signore.
Rit.
Tu che conosci il cuore di tutti,
Tu che sei con me in ogni istante,
fammi camminare in fianco a te,
come tu vuoi.
Rit.
26.Benedici, o Signore
(Gen Rosso)
Nebbia e freddo, giorni lunghi e
amari
mentre il seme muore.
Poi il prodigio antico e sempre nuovo
del primo filo d’erba.
E nel vento dell’estate ondeggiano
le spighe:
avremo ancora pane!
Rit.
Benedici o Signore
questa offerta che portiamo
a te;
facci uno come il pane
che anche oggi hai dato a
noi.
Nei filari dopo il lungo inverno
fremono le viti.
La rugiada avvolge nel silenzio
i primi tralci verdi.
Poi i colori dell’autunno coi grappoli maturi:
avremo ancora vino!
Rit.
27. Beati i poveri
Rit: Beati coloro che mangiano il
pane della fatica,
il pane della fatica alla mensa
di Dio.
Beati i poveri in Spirito, di
essi è il Regno dei cieli,
di essi è il Regno dei cieli, il
Regno dei cieli.
Non dite in cuor vostro di che mangeremo domani,
di che vestiremo, che lavoro faremo.
Rit.
C’è un padre nel cielo, che nutre gli
uccelli dell’aria,
che dona i colori ai gigli del campo.
Rit.
Non fate tesoro che ruggine a tarlo
consuma,
cercate un tesoro che dura per sempre.
Rit.
28. Il mio cuore e la mia carne
Queste braccia vogliono alzare a Te per tendermi,
e così poterti offrire corpo e anima,
questa voce è il mio pensiero che si libera
e raggiunge il tuo silenzio che comunica.
Poi le mani voglio aprire per vincere
ed il petto dilatare per accogliere,
la mia fronte rasserenare rilassandomi
ai misteri tuoi mi rendo disponibile.
A cantarti le ginocchia mi si piegano,
le parole tue sul mio volto rivivono,
il mio cuore e la mia carne a te esultano,
i pensieri tuoi sui miei ora si fermano.
29. Io ti offro
Io ti offro la mia vita, o mio Signore,
io ti offro tutto di me,
tutto di me, tutto di me, tutto di me.
Chiunque in te spera, non resta deluso,
chiunque in te spera non resta deluso.
Io ti offro la mia vita, o mio Signore,
io ti offro tutto di me,
tutto di me, tutto di me, tutto di me.
C’ hai dato la vita tra i veri viventi,
non hai mai tolto il tuo amore per noi.
mmm... o mio Signore
mmm... tutto di me, tutto di me, tutto di me.
30. Se m’ accogli
(P. Sequeri)
31. Servo per amore
(Gen Rosso)
Tra le mani non ho niente, spero che
mi accoglierai,
chiedo solo di restare accanto a Te.
Sono ricco solamente dell’ amore che
mi dai
e per quelli che non l’ hanno avuto
mai.
Una notte di sudore
sulla barca in mezzo al mare
e mentre il cielo s’ imbianca già
tu guardi le tue reti vuote,
ma la voce che ti chiama
un altro mare ti mostrerà
e sulle rive di ogni cuore
le tue reti getterai.
Rit.
Se m’accogli mio Signore,
altro non ti chiederò,
e per sempre la tua strada
la mia strada resterà,
nella gioia e nel dolore,
fino a quando tu vorrai,
con la mano nella tua cammi-
nerò.
Io ti prego con il cuore so che tu mi
ascolterai,
rendi forte la mia fede più che mai.
Tieni accesa la mia luce
fino al giorno che tu sai,
con i miei fratelli incontro a te verrò.
Rit.
Rit.
Offri la vita tua come Maria
ai piedi della croce
e sarai servo di ogni uomo
servo per amore,
sacerdote dell’umanità.
Avanzavi nel silenzio
tra le lacrime speravi
che il seme sparso davanti a te
cadesse sulla buona terra.
Ora il cuore tuo è in festa
perchè il grano biondeggia ormai,
è maturato sotto il sole,
puoi riporlo nei granai. Rit.
32. Preghiera di S.Damiano
33. Ti offriamo, Signore
(P. Spoladore)
Ogni uomo semplice porta in cuore
un sogno,
con amore ed umiltà potrà costruirlo.
Se con fede tu saprai vivere umilmente,
più felice tu sai anche senza niente.
Ti offriamo Signore il nostro vivere
con tutto il peso e la gioia dei giorni.
Ti offriamo Signore le nostre mani,
molte volte son vuote, ma ricercano
te.
Rit. Se vorrai ogni giorno con il
tuo sudore,
una pietra dopo l’ altra alto
arriverai.
Rit. Ti offriamo Signore la vita
del Mondo
e nelle tue mani ricominciamo con te. (bis)
Nella vita semplice troverai la strada
che la pace donerà al tuo cuore puro.
E le gioie semplici sono le più belle,
sono quelle che alla fine sono le più
grandi.
Rit.
Ti offriamo Signore le nostre croci
il coraggio di amare dei santi di oggi.
Ti offriamo Signore le nostre forze
perché il tuo volere sia in cielo e in
terra.
Rit.
Ti offriamo Signore queste speranze
le nostre famiglie e i bambini del
Mondo.
Ti offriamo Signore la nostra Chiesa
la tua famiglia su tutta la Terra.
Rit.
34. Ecco quel che abbiamo
(Gen Verde)
35. Accogli, Signore i nostri doni
(Gen Verde)
Rit. Ecco quel che abbiamo, nulla
ci appartiene, ormai.
Ecco i frutti della terra che
Tu moltiplicherai.
Ecco queste mani, puoi usarle
se lo vuoi,
per dividere nel mondo il pane che Tu hai dato a noi.
Accogli, Signore i nostri doni
in questo misterioso incontro
tra la nostra povertà e la tua grandezza!
Noi ti offriamo le cose che tu stesso c’
hai dato
e tu in cambio donaci, donaci te stesso.
36. Dove troveremo tutto il pane?
Solo una goccia hai messo fra le mani
mie
solo una goccia che Tu ora chiedi a
me,
ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah
una goccia che in mano a te,
una pioggia diventerà e la terra feconderà.
Rit.
Le nostre gocce, pioggia fra le mani
tue,
saranno linfa di una nuova civiltà
ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah,
e la terra preparerà
la festa del pane che ogni uomo condividerà.
Rit. Sulle strade il vento da lontano porterà
il profumo del frumento, che
tutti avvolgerà.
E sarà’ l’amore che il raccolto
spartirà
e il miracolo del pane in terra
si ripeterà.
Rit.
Dove troveremo tutto il pane
per sfamare tanta gente?
Dove troveremo tutto il pane
se non abbiamo niente.
Io possiedo solo cinque pani,
io possiedo solo due pesci,
io possiedo un soldo soltanto,
io non possiedo niente.
Rit.
Io so suonare la chitarra,
io so dipingere e fare poesie,
io so scrivere e penso molto,
io non so fare niente.
Rit.
Io sono un tipo molto bello,
io sono intelligente,
io sono molto furbo,
io non sono niente.
Rit.
Dio c’ ha dato tutto il pane
per sfamare tanta gente.
Dio c’ ha dato tutto il pane,
anche se non abbiamo niente.
Rit.
37. Santo, santo, santo
Santo, santo, santo
santo, santo, santo.
Il Signore Dio dell’universo,
il Signore Dio dell’universo.
I cieli e la terra sono pieni
della tua gloria.
Rit. Osanna, osanna nell’alto dei
cieli
Osanna, osanna nell’alto dei
cieli.
Santo, santo, santo
santo, santo, santo.
Benedetto colui che viene
nel nome del Signore,
benedetto colui che viene
nel nome del Signore.
Rit.
Santo, santo, santo
santo, santo, santo.
38. Santo
(Albarè)
Santo, santo santo, santo tu mio Signor,
Santo mio Signore, Dio dell’universo.
Cantano i cieli: gloria, gloria
Dominus Deo Sabaoth.
Cantano i cieli: pace, pace
uomini di buona volontà.
Benedetto Tu che sei venuto
sulla terra in nome del Signore.
Cantano i cieli: osanna, osanna
Dominus Deo Sabaoth.
Cantano i cieli: pace, pace
uomini di buona volontà.
Osanna in excelsis (3 volte)
39. Santo, il Signore Dio
Santo il Signore Dio Re del cielo,
Santo il Signore Dio Re dell’universo.
Hai fatto tutte le cose con meraviglia
i cieli e la terra ti lodano Dio
vesti i fiori dei campi, dai la vita agli
uccelli
i cieli e la terra ti lodano Dio. (bis)
Osanna, Osanna nell’alto dei cieli
Osanna nell’alto dei cieli. (bis)
40. Santo delle galassie
Santo, santo, santo sei tu, sei tu Signore.
Cantano i cieli e le galassie la tua
gloria Signor,
cantano i cieli e le galassie la tua
gloria Signor.
Benedetto, benedetto, colui che viene nel nome tuo.
Cantano i cieli e le galassie la tua
gloria Signor,
cantano i cieli e le galassie la tua
gloria Signor.
41. Santo (mi nuovo)
Santo, santo, santo,
il Signore è Dio dell’universo,
i cieli e la terra sono pieni
della Tua gloria.
Rit. Osanna, osanna, osanna,
osanna
osanna, osanna, nell’alto dei
cieli.
Benedetto colui che viene
nel nome del Signore (bis)
Rit.
42. Santo “reg”
Santo, santo, il Signore, Dio dell’ universo,
i cieli e la terra sono Tuoi, sono pieni
di te.
Rit.
Osanna nell’alto dei cieli,
Osanna nell’alto dei cieli.
Benedetto colui che viene, nel nome
Tuo Signore.
I cieli e la Terra sono Tuoi, sono pieni
di Te.
Rit. (bis)
43. Santo
(Zaire)
Santo, santo, osanna
Santo, santo, osanna
Rit.
Osanna eh, osanna eh,
osanna al Cristo Signor.
(Osanna eh)
Osanna eh, osanna eh,
osanna al Cristo Signor.
I cieli e la terra, o Signore,
sono pieni di Te (bis)
Rit.
Benedetto colui che viene,
nel nome tuo Signor. (bis)
Rit.
44. Santo
(Gen Rosso)
Santo, santo, santo
il Signore Dio dell’universo
i cieli e la terra
sono pieni della tua Gloria.
Rit.
Se il pensiero non è sempre unito: pace
a te, pace a te!
Se il pensiero non è sempre unito: pace
a te, pace a te!
Siamo uniti nella stessa fede: pace a te,
pace a te!
Siamo uniti nella stessa fede: pace a te,
pace a te!
Osanna, osanna
osanna nell’alto dei cieli. (bis)
Benedetto colui che viene
nel nome del Signore.
Rit.
45. Pace a te
(Varnavà)
Nel Signore io ti do la pace: pace a te,
pace a te!
Nel Signore io ti do la pace: pace a te,
pace a te!
Nel Suo nome resteremo uniti: pace a
te, pace a te!
Nel Suo nome resteremo uniti: pace a
te, pace a te!
46. Hopes of peace
(Gen Rosso)
Senti il cuore della tua città
batte nella notte intorno a te,
sembra una canzone muta che
cerca un’ alba di serenità.
Semina la pace e tu vedrai
che la tua speranza rivivrà;
spine tra le mani piangerai,
ma un mondo nuovo nascerà.
Rit.
Sì, nascerà il mondo della pace,
di guerra non si parlerà mai
più.
La pace è un dono che la vita ci
darà,
E se anche non ci conosciamo: pace a
te, pace a te!
E se anche non ci conosciamo: pace a
te, pace a te!
Lui conosce tutti i nostri cuori: pace a
te, pace a te!
Lui conosce tutti i nostri cuori: pace a
te, pace a te!
un sogno che si avvererà.
Open wide the vision of your world
feel the love that the reigns in everything
now is your chance to start again
breathe in hopes of peace, of light, of
love.
Rit.
Abre el horizonte entorno a ti,
siente es patido de amor;
ahora es el momento de empezar
una senda de paz, de luz y de amor.
Rit.
47. E’ questione di cuore
(M.Dall’ò-M. Segafreddo)
Quando il cielo è buio e attendi il sole
di domani,
passa un vento leggero a portare il sogno
di una vita che va, più in là.
Anche se fa paura, vedi solo il mistero,
ora che tutto comprendi c’è qualcosa
che
riga i tuoi occhi d’amore, siamo forse
noi.
Rit.
Dio
Noi nei tuoi sogni inventati da
ci sorridi ed in fondo sai
che il tuo domani è con noi,
nei tuoi sogni, è questione di
cuore
ora diamo una mano a te.
Con te, con te, insieme a te
miracoli faremo noi,
miracoli faremo noi.
Oggi ci hai raccolto, per le strade della noia,
è indifferenza che blocca il desiderio
di vita,
ogni sguardo che dice di più.
Hai raccontato i tuoi sogni, ci hai parlato di Lui:
“Conosco un Dio che ama, ha bisogno
di te”
basta essere giovani e tu vieni con noi.
Rit.
È iniziata la festa, che colora questa
vita,
è un incontro di mani, è scoprire la
meta,
è una luce che porta più in su.
La tua fiducia su noi, calma la sete nel
cuore
Non ti deluderemo sai, con gli occhi
aperti sul tempo
continuiamo a sognare, camminando
con te.
Rit.
48. Vivere la vita
(Gen Verde)
49. Pane del cielo
(Gen Rosso)
Vivere la vita con le gioie e coi dolori
di ogni giorno,
è quello che Dio vuole da te.
Vivere la vita e inabissarsi nell’amore
è il tuo destino,
è quello che Dio vuole da te.
Rit.
Fare insieme agli altri la tua strada
verso Lui
correre con i fratelli tuoi
scoprirai allora il cielo dentro di te,
una scia di luce lascerai.
Vivere la vita è l’avventura più stupenda dell’amore,
è quello che Dio vuole da te.
Vivere la vita è generare ogni momento il Paradiso,
è quello che Dio vuole da te.
Vivere perché ritorni al mondo l’unità
perché Dio sta nei fratelli tuoi
scoprirai allora il cielo dentro di te,
una scia di luce lascerai. (bis)
Pane del cielo, sei Tu Gesù
via d’amore, Tu ci fai come
Te. (bis)
No, non è rimasta fredda la terra:
Tu sei rimasto con noi
per nutrirci di Te,pane di vita;
ed infiammare col Tuo amore
tutta l’umanità.
Rit.
Sì, il cielo è qui su questa terra:
Tu sei rimasto con noi
ma ci porti con Te
nella tua casa dove vivremo insieme
a Te
tutta l’eternità.
Rit.
No, la morte non può farci paura:
Tu sei rimasto con noi
e chi vive con Te, vive per sempre
sei Dio con noi, sei Dio per noi,
Dio in mezzo a noi.
Rit.
50. E’ il Signore
Rit.
E’ il Signore, è il Signore,
è il Signore della vita,
che ti dona la pace che ti dona
l’amore,
è il Signore, è il Signore.
Quando io sembravo vivo senza te,
non potevo mai sorridere perché,
io cercavo le creature per scoprirvi un
po’ di me,
ma il mio io era invece dentro te.
Rit.
C’è chi ha avuto dalla vita solo un no,
c’è chi ha pianto perché luce mai vedrà,
ma una mano ha poi tenuto ricordandosi di te,
e la gioia ora vive dentro sé.
Rit.
Quando pensi che l’amor non fa per
te,
perché oggi più nessuno è accanto a
te,
non rinchiuderti nel buio, c’è qualcuno che lo sa,
e l’amore suo fedele ti darà.
Rit.
Ho veduto gente sporca e senza via,
calpestata dall’indifferenza altrui,
che non crede a questo mondo, perché
vendere non sa,
la sua vita ricca dell’eternità.
Rit.
51. Grandi cose
(Gen Rosso)
Rit. Grandi cose ha fatto il Signore per noi,
ha fatto germogliare fiori fra
le rocce.
Grandi cose ha fatto il Signore per noi,
ci ha riportati liberi alla nostra terra.
Ed ora possiamo cantare,
possiamo gridare
l’amore che Dio ha versato
su noi.
Tu che sai strappare dalla morte,
hai sollevato il nostro viso dalla polvere.
Tu che hai sentito il nostro pianto,
nel nostro cuore hai messo
un seme di felicità.
Rit.
52. Te al centro del mio cuore
(Gen Verde)
Ho bisogno d’incontrarti nel mio cuore,
di trovare te, di stare insieme a te:
unico riferimento del mio andare,
unica ragione Tu, unico sostegno Tu.
Al centro del mio cuore ci sei solo Tu.
Anche il cielo gira intorno e non ha
pace,
ma c’è un punto fermo, è quella stella
là.
La stella polare è fissa ed è la sola,
la stella polare Tu, la stella sicura Tu.
Al centro del mio cuore ci sei solo Tu.
Rit. Tutto ruota intorno a Te, in
funzione di te
e poi non importa il “come”,
il “dove” e il “se”.
Che tu splenda sempre al centro del
mio cuore,
il significato allora sarai Tu,
quello che farò sarà soltanto amore.
Unico sostegno Tu, la stella polare
Tu.
Al centro del mio cuore ci sei solo Tu.
Rit.
Ho bisogno d’incontrarti nel mio
cuore,
di trovare te, di stare insieme a te:
unico riferimento del mio andare,
unica ragione Tu, unico sostegno Tu.
Al centro del mio cuore ci sei solo
Tu. (bis)
53. Chi ?
(Gen Rosso)
Filtra un raggio di sole tra le nubi del
cielo,
strappa la terra al gelo. e nasce un
fiore!
E poi mille corolle rivestite di poesia,
in un gioco di armonia e di colori.
Ma chi veste i fiori dei campi?
Chi ad ognuno dà colore?
Un’immagine viva del Creatore del
mondo,
un riflesso profondo della sua vita.
L’uomo, centro del cosmo,
ha un cuore per amare
e un mondo da plasmare
con le sue mani.
Ma chi ha dato all’uomo la vita?
Chi a lui ha dato un cuore? Chi?
Rit.
54. È meraviglioso
Va col vento leggera una rondine in
volo:
il suo canto sa solo di primavera!
E poi intreccio di ali come giostra di
allegria,
mille voli in fantasia fra terre e mari.
Ma chi nutre gli uccelli del cielo?
Chi ad ognuno dà un nido? Chi?
È meraviglioso Signore,
quando Tu mi fai stupire
davanti a un raggio di sole
che buca le nuvole,
ad un fiore nell’angolo più nascosto
di un giardino.
E mi fai commuovere guardando
gli occhioni innocenti di un bambino
Rit.
Rit.
Tu, creatore del mondo.
Tu, che possiedi la vita.
Tu, sole infinito: Dio Amore.
Tu, degli uomini Padre.
Tu, che abiti il cielo.
Tu, immenso mistero:
Dio amore, Dio amore.
E’ come se Tu decidessi
ogni giorno di donarmi il tuo
amore,
per ricominciare sempre
senza
stancarti mai,
e nella fantasia del tuo amore
ritrovo la vita,
la forza di lottare. (bis)
Grazie Signore perché fai nuove tutte le cose.
Rit.
55. Beatitudini
56. Come ti ama Dio
Dove due o tre sono riuniti nel mio
nome, io sarò con loro,
pregherò con loro, amerò con loro
perché il mondo venga a te,
o Padre; conoscere il tuo amore è
avere vita con te.
Io vorrei saperti amare come Dio,
che ti prende per mano, ma ti lascia
anche andare.
Vorrei saperti amare senza farti mai
domande,
felice perché esisti e così io posso darti
il meglio di me.
Voi che siete luce della terra, miei
amici, risplendete sempre
della vera luce, perché il mondo creda nell’amore che c’è in voi,
o Padre, consacrali per sempre e diano gloria a te.
Ogni beatitudine vi attende nel mio
giorno, se sarete uniti,
se sarete pace, se sarete puri perché
voi vedrete Dio,
che è Padre, in lui la vostra vita gioia
piena sarà.
Voi che ora siete miei discepoli nel
mondo, siate testimoni
di un amore immenso, date prova di
quella speranza che c’è in voi,
coraggio, vi guiderò per sempre, io
rimango con voi.
Spirito che animi la Chiesa e la rinnovi donale fortezza,
fa che sia fedele come Cristo che
muore e risorge,
perché il regno del Padre
si compia in mezzo a noi
e abbiamo vita in lui. (bis)
Rit.
Con la forza del mare
l’eternità dei giorni, la gioia
dei voli,
la pace della sera, l’immensità
del cielo,
come ti ama Dio.
Io vorrei amare come ti ama Dio,
che ti conosce e ti accetta come sei,
tenerti tra le mani come i voli nell’azzurro,
felice perché esisti e così io posso darti
il meglio di me.
Rit.
Io vorrei saperti amare come Dio,
che ti fa migliore con l’amore che ti
dona,
seguirti tra la gente con la gioia che
hai dentro
felice perché esisti e così io posso darti
il meglio di me.
Rit.
57. Preghiera di S. Francesco
(P. Spoladore)
58. E sono solo un uomo
(P.Sequeri)
O Signore fa di me uno strumento,
fa di me uno strumento della Tua pace,
dov’è odio che io porti l’amore,
dov’è offesa che io porti il perdono,
dov’è dubbio che io porti la fede,
dov’è discordia che io porti l’unione,
dov’è errore che io porti verità,
a chi dispera che io porti la speranza.
Io lo so Signore che vengo da lontano
prima nel pensiero e poi nella tua mano
io mi rendo conto che Tu sei la mia
vita
e non mi sembra vero di pregarti così:
“Padre d’ogni uomo” e non ti ho visto
mai.
“Spirito di vita” e nacqui da una donna,
“Figlio mio fratello” e sono solo un
uomo
eppure io capisco che Tu sei verità.
Rit. O maestro dammi Tu un cuore grande,
che sia goccia di rugiada per
il mondo,
che sia voce di speranza,
che sia un buon mattino,
per il giorno di ogni uomo,
e con gli ultimi del mondo,
sia il mio passo,
lieto nella povertà,
nella povertà. (bis)
Rit. E imparerò a guardare tutto
il mondo
con gli occhi trasparenti di un
bambino
e insegnerò a chiamarti
“Padre Nostro”
ad ogni figlio che diventa uomo. (bis)
Io lo so Signore che Tu mi sei vicino
Luce alla mia mente, guida al mio
cammino
mano che sorregge, sguardo che perdona
e non mi sembra vero che Tu esista
così.
Dove nasce amore, Tu sei la sorgente
dove c’è una croce, Tu sei la speranza
dove il tempo ha fine, Tu sei vita eterna
e so che posso sempre contare su di
Te.
Rit. E accoglierò la vita come un
dono
e avrò coraggio di morire anch’io
e incontro a Te verrò col mio
fratello
che non si sente amato da nessuno. (bis)
59. Fratello sole, sorella luna
(R. Ortolani)
Dolce è sentire come nel mio cuore
ora umilmente sta nascendo amore.
Dolce capire che non son più solo
ma che son parte di un’immensa vita
che generosa, risplende intorno a me,
dono di Lui, del suo immenso amore.
Ci ha dato il cielo e le chiare stelle
fratello sole e sorella luna,
la madre terra con frutti, prati e fiori
il fuoco il vento, l’aria e l’acqua pura
fonte di vita per le sue creature,
dono di Lui, del suo immenso amore,
dono di Lui, del suo immenso amore
.
60. Come canto d’ amore
(P. Sequeri)
Con il mio canto, dolce Signore,
voglio danzare questa mia gioia,
voglio destare tutte le cose,
un mondo nuovo voglio cantare.
Con il mio canto, dolce Signore,
voglio riempire lunghi silenzi,
voglio abitare sguardi di pace,
il tuo perdono voglio cantare.
Rit. Tu sei per me come canto d’amore:
resta con noi fino al nuovo
mattino.
Con il mio canto, dolce Signore
voglio plasmare gesti d’amore,
voglio arrivare oltre la morte,
la tua speranza voglio cantare.
Con il mio canto, dolce Signore,
voglio gettare semi di luce,
voglio sognare cose mai viste,
la tua bellezza voglio cantare.
Rit.
Con il mio canto, dolce Signore,
voglio danzare questa mia gioia,
voglio destare tutte le cose,
un mondo nuovo voglio cantare.
Se tu mi ascolti, dolce Signore,
questo mio canto, sarà una vita
e sarà bello vivere insieme
finchè la vita un canto sarà.
61. Camminerò
(Mellino)
62. Insieme è più bello
(Gen Verde)
Mi hai chiamato dal nulla, Signore
e mi hai dato il dono della vita.
Tu mi hai preso
e mi hai messo per strada
e mi hai detto di camminar.
Verso un mondo
Che non ha confini, no,
verso mete da raggiungere, ora mai…
Verso il regno dell’amore
Che è sempre un po’ più in là.
Dietro ai volti sconosciuti della gente
che mi sfiora,
quanta vita, quante attese di felicità,
Quanti attimi vissuti, mondi da scoprire
ancora,
splendidi universi attorno a me…
Rit. Camminerò senza stancarmi
e volerò sui monti più alti
e troverò la forza d’andare
sempre più avanti.
Si, io camminerò, camminerò,
con te vicino io non cadrò,
e camminerò, camminerò...
E raccolgo nel mio cuore la speranza e
il dolore,
il silenzio, il pianto della gente attorno
a me.
In quel pianto, in quel sorriso, è il mio
pianto il mio sorriso:
chi mi vive accanto è un altro me…
Rit.
In ogni istante ti sento vicino,
tu dai senso alle cose che faccio.
La tua luce mi indica la strada
E mi invita a camminar…
Verso un mondo
Che non ha confini, no,
verso mete da raggiungere ora mai…
Verso il regno dell’amore che è sempre più in là.
Rit.
Rit.
E’ più bello insieme,
è un dono grande l’altra gente.
E’ più bello insieme. (bis)
Fra le case e i grattacieli, fra le antenne
lassù in alto,
così trasparente il cielo non l’ho visto
mai.
E la luce getta i veli di colore sull’asfalto,
ora che cantate assieme a me…
Rit.
63. Portami con te
Rit. Portami con te, portami con
te, o mio Signore.
Prendi la mia mano, portami
lontano
dove vuoi, dove vuoi tu.
Io ti seguirò, senza parlare
perché, troppo grande sarà,
la gioia che ho nel cuore.
Rit.
Tu sei la verità, tu sei la vita,
con te tutti percorreranno
la strada dell’ amore.
Rit.
Manda il tuo Spirito nel nostro cuore
a noi sempre ricorderà
la voce del Signore.
Rit.
Tu ci accoglierai nella tua casa
e noi con te sempre saremo
in pace e in amore.
Rit.
64. Andate per le strade
(Roncari, Capello)
Rit. Andate per le strade in tutto il
mondo
chiamate i miei amici per far
festa,
c’è un posto per ciascuno alla
mia mensa.
Nel vostro cammino annunciate il Vangelo,
dicendo: E’ vicino il regno dei cieli!
Guarite i malati, mondate i lebbrosi,
rendete la vita a chi la perduta.
Rit.
Vi è stato donato un amore gratuito:
ugualmente donate con gioia e per amore.
Con voi non prendete né oro, né argento,
perché l’ operaio ha diritto al suo cibo.
Rit.
Entrando in una casa donatele la pace,
se c’ è chi vi rifiuta e non accoglie il
dono,
la pace torni a voi e uscite dalla casa
scuotendo la polvere dai vostri calzari.
Rit.
Ecco, io vi mando,
agnelli in mezzo ai lupi:
siate dunque avveduti come sono i serpenti,
ma liberi e chiari come le colombe.
Rit.
65. Un’altra umanità
(Gen Rosso)
Rit.
tà,
Credo, credo in questa umani-
“Ma dove andremo a finire se continua
così?”
si sente spesso dire dalla gente qua e
là.
“Continua violenza, scandali, imbrogli
e mali:
dove son finiti i veri grandi ideali?”
tà,
E’ vero il mondo oggi si dipinge a tinte
scure,
si esaltano gli equivoci, le scene crude
e dure,
soldi e facili successi col piglia, usa e
getta.
Però, mi si permetta:
non è questa la sola umanità.
Conosco un’altra umanità
quella che ora va controcorrente;
quella che sa dare anche la sua vita
per morire per la propria gente.
credo, credo in questa umani-
Conosco un’altra umanità:
quella che spesso incontro per la strada;
quella che non grida, quella che non
schiaccia
per emergere sull’altra gente.
che vive nel silenzio,
che ancora sa arrossire
sa abbassare gli occhi e sa scusare.
Questa è l’umanità che mi fa
sperare.
Conosco un’altra umanità
quella che non cerca mai il suo posto al
sole
quando sa che al mondo per miseria e
fame
tanta gente muore.
Rit.
tà,
Credo, credo in questa umanicredo, credo in questa umani-
tà,
Conosco un’altra umanità:
quella che non sa rubare per avere,
ma sarà contenta di guadagnare il pane
con il suo sudore.
che abbatte le frontiere,
che paga di persona,
che non usa armi, ma sa usare
il cuore
questa è l’umanità che crede
nell’amore.
1°rit. Questa è l’umanità che
crede nell’amore.
66. E la strada si apre
(Gen Arcobaleno)
Raggio che buca le nubi ed è già cielo
aperto,
acqua che scende decisa scavando da sé
l’argine della vita.
La traiettoria di un volo che
sull’orizzonte di sera
tutto di questa natura ha una strada per
se.
Attimo che segue attimo un salto nel
tempo,
passi di un mondo che tende oramai
all’unità
che non è più domani,
usiamo allora queste mani
scavando affondo del cuore
solo scegliendo l’amore il mondo vedrà:
Rit. Che la strada apre, passo dopo
passo,
ora, su questa strada noi.
E si spalanca un cielo un mondo che rinasce,
si può vivere per l’unità. (bis)
Nave che segue la rotta in mezzo alle
onde,
uomo che s’apre la strada in una
giungla di idee
seguendo sempre il sole,
quando si sente assetato
deve raggiungere l’acqua,
sabbia che nella risacca ritorna al mare.
Usiamo allora queste mani
scaviamo affondo del cuore
solo scegliendo l’amore il mondo vedrà:
Rit.
67. Resta qui con noi
(Gen Rosso)
Le ombre si distendono, scende ormai la
sera
e s’allontanano dietro i monti i riflessi
di un giorno che non finirà,
di un giorno che ora correrà sempre.
Perché sappiamo che una nuova vita
da qui è partita e mai più si fermerà.
Rit.
già,
Resta qui con noi il sole scende
resta qui con noi
Signore è sera ormai.
Resta qui con noi il sole scende
già
se tu sei fra noi, la notte non
verrà.
S’allarga verso il mare il tuo cerchio d’onda
che il vento spingerà fino a quando giungerà
ai confini di ogni cuore,
alle porte dell’amore vero.
Come una fiamma che dove passa brucia,
così il tuo amore tutto il mondo invaderà.
Rit.
Davanti a noi l’ umanità lotta, soffre e
spera
come una terra che nell’ arsura chiede l’
acqua
da un cielo senza nuvole,
ma che sempre le può dare vita.
Con te saremo sorgente d’ acqua pura
con te fra noi il deserto fiorirà.
Rit.
68. Son qui
Son qui, davanti a te
e sento che devo dirti qualcosa;
perché non riesco, vorrei ringraziarti
per avermi dato Cristo.
Rit.
Alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia.
Chiederti di farmi vivere in te,
la mia vita ora confusa;
vorrei dirti di più: grazie perché
ora son qui vicino a te.
Rit.
Alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia.
Ma non importa cercar parole,
mi hai già capito, mi hai già sorriso,
e sono felice…(alleluia, alleluia)
e sono felice…(alleluia, alleluia)
e sono felice…(alleluia, alleluia)
69. Giovane donna
(L. Scaglianti, L. Bancolini)
70. Salve Regina
(Gen Verde)
Giovane donna, attesa dell’ umanità:
un desiderio, d’ amore e pura libertà.
Il Dio lontano, è qui vicino a te,
voce e silenzio, annuncio di novità.
Salve Regina, madre di misericordia.
Vita, dolcezza, speranza nostra, salve!
Salve Regina! (bis)
Rit. Ave Maria, Ave Maria
Dio t’ ha prescelta, qual madre piena
di bellezza
ed il suo amore t’ avvolgerà con la
sua ombra.
Grembo per Dio venuto sulla terra
tu sarai Madre d’ uomo nuovo.
Rit.
Ecco l’ ancella che vive della tua
parola,
libero il cuore perché l’ amore trovi
casa.
Ora l’ attesa è densa di preghiera
e l’ uomo nuovo è qui, in mezzo a
noi.
Rit.
A te ricorriamo, esuli figli di Eva.
A te sospiriamo, piangenti in questa
valle di lacrime.
Avvocata nostra, volgi a noi gli occhi
tuoi,
mostraci dopo questo esilio il frutto del
tuo seno, Gesù.
Salve Regina, madre di misericordia,
o clemente, o pia, o dolce Vergine Maria!
Salve Regina!
Salve Regina, salve, salve!
71. Come Maria
(Gen Rosso)
72. Signora della Pace
(P. Spoladore)
Vogliamo vivere, Signore,
offrendo a te la nostra vita;
con questo pane e questo vino
accetta quello che noi siamo.
Vogliamo vivere, Signore,
abbandonati alla tua voce,
staccati dalle cose vane,
fissati nella vita vera.
Dolce signora vestita di cielo, Madre
dolce della Speranza,
gli uomini corrono senza futuro, ma
nelle loro mani
c’è ancora quella forza, per stringere la
Pace
e non farla andare via, dal cuore della
gente.
Rit.
Rit. Ma tu, portaci a Dio, nel mondo cambieremo
le strade e gli orizzonti e noi
apriremo nuove vie
che partono dal cuore e arrivano alla Pace
e noi non ci fermeremo mai,
perché insieme a te, l’amore
vincerà.
Vogliamo vivere come Maria,
l’ irraggiungibile, la Madre
amata
che vince il mondo con l’amore
e offrire sempre la tua vita che
viene dal cielo.
Accetta dalle nostre mani
come un’offerta da te gradita,
i desideri di ogni cuore, le ansie della
nostra vita.
Vogliamo vivere Signore, accesi alle
tue parole
per riportare in ogni uomo
la fiamma viva del tuo amore.
Rit.
Dolce signora vestita di cielo, Madre
dolce dell’Innocenza
libera il mondo dalla paura, dal buio
senza fine
dalla guerra e dalla fame, dall’odio che
distrugge
gli orizzonti della vita, dal cuore della
gente.
Rit. (bis)
73. Ave Maria
Ave Maria, piena di grazia,
il Signore è con te.
Sei tu la benedetta
fra le donne, fra tutte le donne.
Benedetto è il frutto del ventre tuo
Gesù.
Rit.
Solo tu (solo tu)
fra tutte le donne (fra tutte
le donne)
solo tu (solo tu)
sei madre per noi (sei madre
per noi)
Solo a te (solo a te)
fra tutte le donne (fra tutte
le donne)
solo a te (solo a te)
cantiamo l’ amor.
Santa Maria, madre di Dio
prega per noi, per noi peccatori.
Custodiscici sempre
fino alla morte.
Rit.
74. Eccomi
Eccomi! Ho contato Signore,
le stelle del cielo
e la sabbia del mare.
Eccomi! Il sorriso di Maria
diventa bambino,
nuova terra sarà.
Eccomi! Hai guardato Signore
nel fondo del cuore
la mia povertà.
Eccomi! Mi fai essere madre
di un bimbo cercato
dall’ eternità.
Grazie Signore, sempre
di questa maternità.
Grazie, Signore, sempre
di questa paternità.
Eccomi! Sono pronto, Signore a seguire la strada
che hai disegnato.
Eccomi! Questo figlio è la forza che
guida i miei passi
dove forse vuoi tu.
Prendimi! Ti ringrazio, mio Dio,
del seme di vita
frammento di te.
Prendimi! La speranza vivente
s’ incarna nel mondo,
perché proprio in me?
Grazie, Signore, sempre
di questa maternità.
Grazie Signore sempre
di questa paternità.
75. In notte placida
Rit.
tier
In notte placida per muto sendai campi del ciel discese l’ a-
mor
sull’ alme fedeli il Redentor.
Nell’ aura è il palpito,
d’ un grande mister,
del nuovo Israello è nato il Signor
il fiore più bello di tutti i fior.
(bis)
oh... (Cantate o popoli
gloria all’ Altissimo
l’ animo aprite a speranze ed
amor)
Rit.
76. Astro del ciel
Astro del ciel, pargon divin,
mite agnello redentor.
Tu che vati da lungi sognar,
tu che angeliche voci annunziar.
Rit.
Luce dona alle menti
pace infondi nei cuor. (bis)
Astro del ciel, pargon divin,
mite agnello redentor.
Tu di stirpe regale decor,
tu virgineo mistico fior.
Rit.
Astro del ciel, pargon divin,
mite agnello redentor.
Tu disceso a scontare l’ error,
tu sol nato a parlare d’ amor.
Rit.
77. Ninna nanna
Buona notte bambin, che dal cielo
scendesti,
per amore dell’ uom, che ingrato peccò.
Gli angioletti del ciel,
scendon in coro a cantar,
le lor dolci canzon per cullarti Signor.
78. Noel
Noel, noel, chiara luce nel ciel
nella grotta divina è nato Gesù.
Noel, noel, cantan gli angeli in ciel
pace in terra discende è nato Gesù.
Noel, noel, le campane del ciel
suonan liete e festose è nato Gesù.
Noel, noel, noel, noel,
insieme adoriamo il bimbo Gesù.
79. Fredda è la notte
Fredda è la notte, buio d’ intorno
silente attesa, sacro timor.
Brilla una stella veglia la terra,
s’ apre la vita, palpita un cuor.
81. Lui è qui
La stella lo annunciava, ci guidava
verso Lui.
Il bimbo oggi è nato, Lui è qui.
Rit.
Nasce Gesù, nasce l’ amor.
Gli angeli in cielo cantano in
cor. (bis)
Ci troviamo tutti insieme, per cantare
attorno a Lui.
Il bimbo oggi è nato, Lui è qui.
E se l’ amore regna fra noi
nei nostri cuori vive Gesù.
Splende la luce in tutti è pace:
il Paradiso è in mezzo a noi.
Rit.
Rit. Lui è qui, Lui è qui, Lui è qui,
Lui è qui,
il signore è nato, Lui è qui.
80. Tu scendi dalle stelle
Tu scendi dalle stelle, o Re del cielo,
e vieni in una grotta al freddo e al gelo,
e vieni in una grotta al freddo e al gelo.
O bambino, mio divino, io ti vedo qui
a tremar.
O Dio beato, ah, quanto ti costò l’ avermi amato,
ah, quanto ti costò l’avermi amato.
A te che sei del mondo il Creatore,
mancano panni e fuoco, o mio Signore.
Caro eletto, pargoletto,
quanto questa povertà più m’ innamora,
giacchè ti fece amor povero ancora,
giacchè ti fece amor povero ancora
E’ nata la speranza, una via per tutti
noi.
Il bimbo oggi è nato, Lui è qui.
Rinasce in noi l’ amore, che ci rende
tutti uniti.
Il bimbo oggi è nato, Lui è qui.
Rit.
82. Le mille strade del Natale
(T. Lasconi- G. Belardinelli)
Non dire mai che il Natale è passato
invano,
se tu lo sai aspettare, lui viene da te.
Ha le sue strade il Signore, per uno
che dice di no,
altrove, in gran segreto, ci son mille
sì.
Se tutto non è andato come tu volevi,
e l’ egoismo resta, ancora dentro di
te.
Ha le sue strade il Signore, e sa ricavare dei sì,
persino dalle incertezze e dai nostri
no.
E anche per noi, e anche per voi,
questo Natale è importante,
se Gesù mai si stanca
di bussare da me, e da te.
Lo abbiamo ascoltato? Lo abbiamo
ignorato?
Sempre il Natale è importante, se da
oggi la gente,
a lui che passa più attenta è. (bis)
Le mille strade del Natale. Oh! Oh!
Le mille strade del Natale. Oh! Oh!
(bis)
83. Le campane di Natale
Serena la notte di gelo,
ma cantano gli angeli in cielo.
Venite, venite alla grotta di Bethlehem
è nato, è nato il Signor.
E’ nato piccino, piccino
il dolce divino bambino.
Grazioso sorride innamora,
venite pastori, venite a veder.
Rit. Suonate campane (Din dan,
din dan)
suonate, suonate (Din dan,
din dan)
chiamate le genti al Signor.
(Din dan, din dan, din dan)
La mamma lo culla e rimira
quel viso celeste che spira
arcana bellezza infinita e stringe
il bambino, il bambino al suo cuor.
Venite più presso la culla,
del mondo non s’ ode più nulla,
v’ è gioia v’è pace nel cuore
v’ è Dio sovrano, sovrano d’ amor.
Rit.
84. Bianco Natale
Quel lieve tuo candor, neve
discende lieto nel mio cuor.
Nella notte santa il cuor esulta d’ amor
è Natale ancor.
E viene giù dal ciel lento
un dolce canto ammaliator
che mi dice spera anche tu
è Natale, non soffrire più.
85. Adesso è la pienezza
(D. Ricci)
Dopo il tempo del deserto,
adesso è il tempo di pianure fertili.
Dopo il tempo delle nebbie,
adesso s’apre l’ orizzonte limpido.
Dopo il tempo dell’attesa
adesso è il canto, la pienezza della
gioia:
l’ immacolata Donna ha dato al Mondo
Dio.
La fanciulla più nascosta
adesso è madre del Signore Altissimo.
La fanciulla più soave
adesso illumina la terra e i secoli.
La fanciulla del silenzio
adesso è il canto, la pienezza della
gioia:
l’ immacolata Donna ha dato al Mondo
Dio.
Rit.
E’ nato, nato!
E’ qualcosa d’impensabile, eppure è nato, nato!
Noi non siamo soli, il Signore ci
è affianco!
E’ nato! Questa valle tornerà
come un giardino.
Il cuore già lo sa.
E’ nata la speranza, è nata la
speranza.
La potenza del creato
adesso è il pianto di un bambino fragile.
La potenza della gloria
adesso sta in una capanna povera.
La potenza dell’ amore
adesso è il canto, la pienezza della
gioia:
l’ immacolata Donna ha dato al Mondo
Dio.
Rit.
Tu adesso sei bimbo,
tu adesso hai una madre.
Tu l’ hai creata bellissima
e dormi nel suo grembo... (E’ nato)
E’ nato! Questa valle tornerà
come un giardino.
Il cuore già lo sa.
E’ nata la speranza, è nata la
speranza.
86. Oh happy day
Oh happy day (Oh happy day)
Oh happy day (Oh happy day)
When Jesus washed (When Jesus
washed)
When Jesus washed (When Jesus
washed)
When Jesus washed (When Jesus
washed)
Washed my sins away (Oh happy
day)
Oh happy day (Oh happy day)
(la....)
Oh happy day (Oh happy day)
Oh happy day (Oh happy day)
When Jesus washed (When Jesus
washed)
When Jesus washed (When Jesus
washed)
When Jesus washed (When Jesus
washed)
Washed my sins away (la...)
(battito di mani)
Rit. He taught me how to watch
fight and pray, fight and
pray,
and live rejoicing every, everyday.
Oh happy day (Oh happy day)
Oh happy day (Oh happy day)
When Jesus washed (When Jesus
washed)
When Jesus washed (When Jesus
washed)
When Jesus washed (When Jesus
washed)
My sins away (Oh happy day)
Oh happy day (Oh happy day)
Rit.
Oh happy day (Oh happy day) (6
volte)
sins, sins, sins (Oh happy day)
Oh happy day
87. Vento di Pentecoste
Era primavera, chiusi in casa
era tutti con Maria gli amici suoi,
tristi silenziosi e in attesa
che qualcosa succedesse anche per loro.
Il ricordo dentro dell’amico
che era morto sulla croce
e le sue parole, una promessa,
ritornava dentro al cuore la preghiera:
Rit.
Scendi Spirito di Dio,
cambia il mondo come vuoi
dona amore all’universo,
il coraggio a tutti noi. (bis)
Ecco all’improvviso, come un vento
impetuoso scuote il cielo un gran rumore,
e tutta la casa è riempita
di un amore che non sai da dove viene.
Scende nella vita un fuoco eterno
che ti dà un coraggio nuovo
sono riempiti dello Spirito
che Cristo donerà ad ogni uomo.
Rit.
88. Vieni, Santo Spirito
(Gen Verde)
Rit.
Vieni Santo Spirito,
manda a noi dal cielo
un raggio di luce, un raggio di
luce.
Vieni padre dei poveri,
vieni datore dei doni,
luce dei cuori, luce dei cuori.
Consolatore perfetto,
ospite dolce dell’ anima,
dolcissimo sollievo,
dolcissimo sollievo.
Nella fatica riposo,
nel calore riparo,
nel pianto conforto,
nel pianto conforto.
Rit.
Luce beatissima invadi
i nostri cuori
senza la tua forza nulla,
nulla è nell’ uomo;
lava ciò che è sordido,
scalda ciò che è gelido,
rialza chi è caduto,
rialza chi è caduto.
Rit.
Dona ai tuoi fedeli
che in te confidano
i sette santi doni,
i sette santi doni;
dona virtù e premio,
dona morte santa,
dona eterna gioia,
dona eterna gioia.
Rit.
89. Dammi le tue mani
Fratello dimmi se, un fuoco brucia in te.
Fratello scuotilo, il fuoco ha da ardere.
Dammi, dammi le tue mani,
la notte e il buio spaventano anche te.
Dalle città si levano i clamori
di un’ alba nuova annunciata dal mio Re.
“Che non sia tenebre sul mio popolo”
disse: “Amatevi come io ho amato voi ”.
Grandi, grandi nel tuo cuore
germoglieranno coraggio e volontà.
Nel nuovo giorno imparerai le strade
per ritornare dal Padre in verità.
Tre porte i cardini riapriranno in te
del tuo Spirito guardiano diverrai.
Rit. E all’ improvviso le tue parole
saranno stelle da scoprire
e quel tuo cuore, oltre alle mura,
il ritmo ti darà per dire...
Gloria, gloria a Te... (Gloria)
gloria, gloria a te... (Nell’ alto
dei cieli)
Gloria, gloria a Te
e pace in terra agli uomini di
buona volontà.
90. Vieni Santo Spirito
Vivi, vivi tra la gente,
come fa il sole i tuoi raggi donerai,
come di un vento impetuoso la tua voce
sarà scompiglio nei cuori che amerai.
Sarà la pioggia per l’ aria immobile,
sarà il mare per l’ uomo che t’ incontrerà.
Rit.
Vieni Santo Spirito,
vieni Santo Spirito,
riempi i cuori dei tuoi fedeli
accendi il fuoco del tuo amor.
(bis)
E all improvviso quelle tue mani
saranno acqua per il mondo
e nelle strade della tua vita un
canto intonerai, gridando...
Ovunque sei presente Spirito di Dio
in tutto ciò che vive infondi la tua forza
tu sei parola vera, fonte di speranza
e guida al nostro cuore.
Rit.
Gloria, gloria a te... (Gloria)
gloria, gloria a te... (Nell’ alto
dei cieli)
Gloria, gloria a Te
e pace in terra agli uomini di
buona volontà. (bis)
Tu vivi in ogni uomo Spirito di Dio
in chi di giorno in giorno lotta per il pane
in chi senza paura cerca la giustizia
e vive nella pace.
Rit.
Da te noi siamo uniti Spirito di Dio
per essere nel mondo
segno dell’ amore
col quale ci hai salvato dall’ odio e dalla
morte
i Cristo nostro amico.
Rit.
Sostieni in noi la fede Spirito di Dio
e rendi il nostro amore fermento genuino
per dare a tutto il mondo un volto sempre nuovo
più giusto e più sincero.
Rit.
Su questi nostri amici Spirito di Dio
effondi la tua forza e la tua sapienza
perché in ogni luogo ed in ogni tempo
annuncino la vita.
Rit.
91. I figli della Risurrezione
Le tue braccia spalancate
per salutare tutta l’ umanità
che non sa, comprendere il tuo amore
l’ abbraccio tuo d’ amore
Signore Dio, Signore mio!
Tu sei l’ amico che muore d’ amore
sei tutto, sei forza per vivere!
Ora ti abbiamo per sempre con noi
e con te andiamo verso la luce della
vita.
Rit. Tu ci hai ritrovati ora siamo
tuoi,
mai più prigionieri della morte, mai,
vuota è la tua tomba ormai!
Siamo figli della tua Risurrezione;
la potenza del tuo Spirito è
con noi
siamo figli della pace,
figli dell’ amore vero ritornati
al Padre.
I tuoi occhi verso il cielo
per ricordare a tutta l’ umanità
dove va, viviamo nel tuo amore
torniamo nel tuo amore
Signore Dio, Signore mio.
Tu sei l’ amico che muore d’ amore
sei tutto sei forza per vivere!
Ora ti abbiamo per sempre con noi
e con te andiamo verso la luce della
vita.
Rit.
92. Risurrezione
(Gen Rosso)
Che gioia c’ hai dato, Signore del cielo,
Signore del grande universo.
Che gioia c’ hai dato, vestito di luce,
vestito di gloria infinita,
vestito di gloria infinita.
Vederti risorto, vederti Signore,
il cuore sta per impazzire,
Tu sei ritornato, Tu sei qui tra noi
e adesso ti avremo per sempre,
e adesso ti avremo per sempre.
Chi cercate donne quaggiù,
chi cercate donne quaggiù?
Quello che era morto non è qui:
è risorto! Sì!
Come aveva detto anche a voi,
voi gridate a tutti che
è risorto Lui, a tutti che è risorto Lui.
Tu hai vinto il mondo Gesù,
tu hai vinto il mondo Gesù,
liberiamo la felicità,
e la morte no, non esiste più, l’ hai
vinta tu,
hai salvato tutti noi, uomini con te,
tutti noi, uomini con te.
(bis)
Uomini con te (uomini con te)
Che gioia c’ hai dato:
ti avremo per sempre.
93. Quale gioia
Salmo121
(M. Calisi, J.Bagniewuski- Rns)
Rit.
Quale gioia mi dissero
andremo alla casa del Signore
ora i piedi o Gerusalemme
si fermano davanti a te.
Ora Gerusalemme è ricostruita
come città salda, forte ed unita.
Rit.
Salgono insieme le tribù di Javhè
per lodare il nome del Dio d’ Israele
Rit.
Là sono posti i seggi della sua giustizia,
i seggi della casa di Davide.
Rit.
Domandate pace per Gerusalemme,
sia pace a chi ti ama, pace alle tue mura.
Rit.
Su di te sia pace, chiederò il tuo bene,
per la casa Dio chiederò la gioia.
Rit.
Noi siamo il suo popolo, Egli è il nostro Dio,
possa rinnovarci la felicità.
Rit.
94. L’ ultima sera
95. Risorge
Ragazzi miei rimango qui ancora un
poco,
poi me ne andrò e allora voi mi cercherete,
ma non vi lascerò.
Sarà con voi qualcuno che vi saprà
consolare,
Lui vi guiderà alla verità.
Ed ecco che or io vi do il mio comandamento:
amatevi così come ho amato voi.
Risorge nell’ uomo assieme al figlio di
Dio
la forza d’ amare, cantiamo con gioia:
Rit.
Un canto di gioia su mani che battono
il tempo
si levi dal mondo con ritmo d’ amore:
Rit.
Se vi amerete io resto ancora
come una volta in mezzo a
voi. (bis)
Perché si turba il vostro cuor,
non siate tristi
credete in me, è meglio che io me ne
vada
ma ritornerò.
Ed ecco che, or io vi do il mio comandamento:
amatevi così come ho amato voi.
Rit.
Nel mondo avete solo dolor
ma non temete, ritornerò.
Ed in quel giorno nel vostro
cuore
verrà una gioia che nessuno
vi toglierà. (bis)Q
Rit. Alleluia, alleluia, alleluia (3
volte)
La sua potenza al mondo annunciamo,
fratelli
con tutta la voce cantiamo al Signore:
Rit.
96. Senza di te
Cosa sono io, quando non ci sei nella
mia vita.
Cosa credo io, quando non ti credo a
me vicino.
Cosa voglio io, quando non ti voglio
nei miei pensieri.
Cosa amo io, quando non ti amo e me
ne frego.
Mi sento vivo col pretesto della vita,
mi sento forte dell’ amore e dell’ odio
che ho nel cuore.
Cosa m’ importa se c’ è gente che già
muore,
io non ho tempo per pensare a queste
cose,
voglio provare tutto quello che la vita
può dare.
Ho provato sai, m’ è rimasta da giocare
solo la vita.
Ho creduto sai, mi ritrovo senza fede
nel domani.
Ho voluto sai, mi ritrovo con l’ angoscia dentro il cuore.
Ho amato sai, mi ritrovo senza amore
fra le mani.
Signore ascolta questa voce che ti
chiama,
non m’è rimasto nulla al mondo che
la forza di gridarti:
cosa m’ importa se ho sbagliato nella vita,
non sei venuto forse per salvare
quelli
che come me hanno creduto a questo mondo e sono stanchi.
Io ti loderò, fino a quando avrò la forza per cantarti.
Io ti porterò, fra la gente che si perde
insieme all’ altra gente.
Io ti cercherò, nel terrore di chi ha
perso il senso della vita.
Io ti amerò, fino a quando avrò la luce
per vederti.
Signore ascolta questa voce che ti
chiama
non m’ è rimasto nulla al mondo
che la forza di gridarti:
cosa m’ importa se ho sbagliato nella vita,
non sei venuto forse per salvare
quelli
che come me hanno creduto a questo mondo e sono stanchi.
97. Oltre l’ Invisibile
(Gen Rosso)
Quando la vita non ha dignità
e un grido forte mi sale da qui;
quando è scura la città,
piove fuori e dentro me,
oltre il buio uscita non c’ è?
Quando la vita mi appare bugia,
non ha più senso lottare così;
con il cuore stretto in sé,
tutto è come malattia,
in fondo al nero uscita non c’è.
Rit. Eppure nella notte, vedo più
lontano
le stelle e le galassie:
l’ invisibile.
Eppure il tuo silenzio parla, mi
racconta te
ed io non ho parole, ma ti cercherò.
Forse mi resta una debole voce,
forse un pensiero, una piccola luce
e ho imparato che ci sei,
dietro l’ ombra che mi fa tremare,
se più certezze non ho.
Rit.
Oltre la notte, oltre l’ invisibile,
c’ è un abisso di energia:
l’ Infinito che ci fa volare.
Oltre la notte, oltre l’ invisibile,
c’ è un abisso di energia:
quella forza che ci fa restare (bis)
stare adesso qui.
98. Preghiera Ortodossa
Vogliamo salutare il dì che muore
e chiedere perdono al Creatore.
E pace, pace, pace a chi è turbato,
al povero, al viandante, all’ ammalato.
E pace a Madre Terra a pace al mare
e pace a chi è lontano a viaggiare.
E noi restiamo qui con il pensiero,
il Dio che ci fa suoi nel suo mistero.
Oh...
E noi restiamo qui con il pensiero,
il Dio che ci fa suoi nel suo mistero.
99. Padre nostro
(Giombini)
Padre nostro che sei nei cieli,
sia santificato il nome Tuo.
Venga il Tuo Regno,
sia fatta la Tua volontà.
Come in cielo, così in Terra,
come in cielo e così in Terra.
Dacci oggi il nostro pane,
dacci il nostro pane quotidiano.
Rimetti a noi i nostri debiti,
come noi li rimettiamo
ai nostri debitori.
E non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male. (bis)
101. Per noi uomini
Per noi uomini fatti a tua immagine,
figli della Terra, stelle del Tuo cielo.
A quante porte ancora il nostro cuore
busserà,
per poi scoprire che la porta Tua è aperta già.
Per noi uomini la speranza c’è:
costruire un mondo e farlo assieme a
Te.
Per scegliere le ali che il vento riempie
già,
faremo un coro immenso di vita e libertà.
Rit.
Dio della vita, Dio della gioia
non lasciarci soli, non lasciarci
mai.
Lottiamo assieme a Te
guarda su di noi, guarda su di
100. Padre nostro
noi.
Padre nostro Tu che stai, in chi ama
verità,
ed il Regno che lui ci lasciò,
venga presto nel nostro cuor,
e l’ Amore che suo Figlio ci donò, o
Signor,
rimanga sempre in noi.
E nel pan dell’ unità, dacci la fraternità,
e dimentica il nostro mal,
che anche noi sappiamo perdonar,
non permettere che cadiamo in tentazion, o Signor,
abbi pietà, del mondo.
Oh... (si recita il Padre nostro)
E nel pan dell’ unità...
Per noi uomini c’è un confine in più,
lo scopre chi si dona e cresce in umiltà.
Se non c’è guadagno e servire festa dà
operai della Tua vigna noi lo siamo già.
Per noi uomini il sole è alto già
e di tutto il tempo, alla sera resterà.
Solo quanta gioia è fiorita attorno a noi,
coglieremo insieme un frutto: la fraternità.
Rit.
102. C’ era una volta
103. Amico
C’ era una volta un semplice bambino,
ma con il cuore grande come il mar.
Trovò dolori lungo il suo cammino
che con la fede seppe superar.
Sognò di lupi resi dolci agnelli,
sentì una voce che venia dal ciel.
Divenne padre di tutti i poverelli:
portò la luce e la gioia del Vengel.
Lasciatemi dire solo due parole
su di un vecchio amico incontrato anni
fa.
Lui non è di qui, è di un paese molto
lontano.
Aveva in cuore un grande sogno: girare
per il mondo
per conoscere la gente, capire quel che
ha dentro.
In questo lungo viaggio la sua casa era la
strada,
sua famiglia era la gente e chiunque lo
incontrava
aveva mani che parlavano di pace e di
fatica,
segnate dal lavoro per un pane mai solo
per Lui, mai solo per Lui.
Rit.
A te, Don Bosco,
noi leviamo un canto
canto di gioia, canto d’amor.
Il tuo sorriso sempre c’ accompagna
e rasserena i nostri cuor. (bis)
Rit. Lui mi ha insegnato a guardare
oltre il cielo
ed accogliere ogni uomo senza
giudicarlo mai.
Lui diceva sempre non fermarti,
dai
e correva, correva più avanti e
poi sorrideva.
Lui diceva sempre non fermarti,
dai
e correva, correva più avanti e
poi sorrideva.
E’ vero che a volte il suo dire era strano:
Lui diceva che era prima del tempo e
delle cose.
Io non capivo molto, ma Lui non mi ingannava
e stava ad ascoltarmi in tutti i miei
perché.
E lì a ragionare sotto un tetto di stelle
mi conosceva dentro, ma discreto
come un fiore
e a volte mi diceva che da sempre mi
aspettava
e che il cielo e la terra ancora non c’
erano,
che Lui già pensava al colore degli
occhi miei.
Rit.
Poi una sera mi disse: ”Me ne vado,
tu non mi seguire, continua questa
strada,
ma ricorda sempre che io sarò con te
e ricorda quelle sere a ballare intorno
al fuoco
e in ginocchio in riva al mare a pregare per il mondo”
Io non l’ ho più visto, ma Lui è ancora in viaggio
dove c’ è ancora un uomo da aprire
al sorriso.
Nessuno sa il suo nome, io non l’ ho
saputo mai,
ma chi l’ ha conosciuto lo chiama
ancora “Maestro buono”.
Rit.
104. E vorrei
Magari è poco, magari è solo una canzone, è poco,
forse non lo sai, ma non ti lascerà mai.
Hai mai guardato dentro una goccia di
rugiada
scopri il mondo che si rispecchia con
te.
E’ il grido di un tenero volo, in sù
si perde tra i rumori di quaggiù.
E nella notte,
quando i tuoi occhi si confondono con
le stelle
che ridono, rubando sogni al loro cielo.
Ti senti triste per un amore che è finito,
allora cerca in te e puoi scoprire un perché.
Perché c’ è un sorriso che è tutto se
vuoi,
perché c’ è un amore che è amore per
noi.
E scopro che quello che vivo è già mio,
perché questo cuore è il sorriso di Dio.
E vorrei ,vorrei dire all’ uomo
che c’ è un Dio che lo ama e non lo
sa,
c’ è un amore che perdona tutto.
E vorrei, vorrei scrivere per Te
la mia più bella melodia:
un aliante azzurro che mi porta via...
e
sei Tu, mio Signore, la sola ragione
per me.
E quando cadi e non riesci più a salire,
quando dentro te c’ è il buio che ti fa
morire,
tu non temere, perché il Signore ti è
vicino.
Apri il cuore a Lui, vedrai che ti accarezzerà,
perché è con la fede che impari ad
amare,
perché è con l’ amore che impari a
servire.
La pace che cerchi la trovi così
e scopri che è gioia anche vivere qui.
E vorrei, vorrei dare al mondo
quello che ho trovato dentro me
quando ho teso a Dio la mano incerta.
E vorrei, vorrei dire al mondo
quello che mi suggerisci Tu,
che mi fa felice e mi rapisce via... e
sei tu, mio Signore la sola ragione
per me.
105. One body
(Dana)
Rit. We are one body, the body of
Christ
and we do not stand alone.
We are one body, one body in
Christ
and He came that we might
have life.
When you eat My Body, and you drink
My Blood,
I will live in you, and you will live in
my love.
Rit.
At the name of Jesus, every knee shall
bend
Jesus is the lord, and he will come
again.
Rit.
I am the way, the truth, the life,
I am the final sacrifice
I am the way, the truth, the life
He who belives in him will have eternal
life.
Rit.
Tu sei la via, la verità,
e la speranza crescerà.
E non saremo soli mai,
ovunque andremo ci accompagnerai.
Noi siamo uniti, nel Regno di Cristo,
e non rimarremo soli.
Noi siamo uniti, nel corpo di Cristo,
e la vita ci donerà.
Rit.
Io vorrei, sentirmi senza respiro se non
l’ hai tu.
Io vorrei, sentirmi male se non hai forze tu.
Vorrei ancorarti alla mia mano
se perde quota la tua vita.
106. Vorrei
Io vorrei, sentirmi senza una casa se
non l’ hai tu.
Io vorrei, sentirmi un esiliato se lo sei
tu.
Vorrei poterti dare il mio lavoro
se non riesci a trovarlo tu.
Io vorrei, sentire sulla mia pelle i problemi tuoi.
Io vorrei, portare sulle mie spalle i pesi
tuoi.
Vorrei abbracciare il tuo orizzonte,
vedere il mondo con gli occhi tuoi.
Io vorrei, provare dentro l’ angoscia
che provi in te.
Io vorrei, sentire miei fino in fondo i
tuoi perché.
Vorrei non pensare a soluzioni
o mie opinioni se parli tu.
Io vorrei, essere uno con i tuoi pensieri.
Io vorrei, essere uno con i tuoi desideri.
Io vorrei, io vorrei
essere uno col tuo pianto,
uno col tuo canto.
Sì vorrei, vorrei...
perché nella mia vita
prima di me ho messo te.
Io vorrei, essere uno con le tue amarezze.
Io vorrei, essere uno con le tue certezze.
Io vorrei, io vorrei
esserti uno nella noia, uno nella gioia.
Sì, vorrei, vorrei...
perché nella mia vita
prima di me ho messo te.
Io vorrei, io vorrei
essere uno col tuo pianto,
uno col tuo canto.
Sì vorrei, vorrei...
perché nella mia vita
prima di me ho messo te.
107. Padre, maestro ed amico
(A. Logorio)
Padre, di molte genti padre,
il nostro grido ascolta:
è il canto della vita.
Quella perenne giovinezza
che Tu portavi in cuore
perché non doni a noi?
Rit.
Padre, maestro ed amico
noi giovani del mondo
guardiamo ancora Te.
Apri il nostro cuore a Cristo
sostieni il nostro impegno
in questa società.
Festa, con Te la vita è festa,
con te la vita è canto:
è fremito di gioia.
Oggi tra noi è ancora vivo
l’ amore che nutrivi
per tutti i figli tuoi.
Rit.
108. Scusa Signore
Scusa, Signore, se bussiamo
alle porte del tuo cuore, siamo noi.
Scusa, Signore, se chiediamo,
mendicanti dell’ amore un ristoro da
te.
Rit. Così la foglia quando è stanca
cade giù,
ma poi la terra ha una vita
sempre in più,
così la gente quando è stanca
vuole te,
e tu Signore hai una vita sempre in più, sempre in più.
Scusa, Signore, se entriamo
nella reggia della luce, siamo noi.
Scusa, Signore, se sediamo
alla mensa del tuo corpo
per saziarti di te.
Rit.
Scusa, Signore, quando usciamo
dalla strada del tuo amore, siamo noi.
Scusa, Signore, se ci vedi
solo all’ ora del perdono
ritornare da te. Rit.
109. Ti ringrazio mio Signore
(P. Sequeri)
Rit.
Ti ringrazio mio Signore e non ho più paura
perché con la mia mano nella mano degli amici miei
cammino tra la gente della mia città
e non mi sento più solo,
non sento la stanchezza e guardo dritto avanti a me
perché sulla mia strada ci sei tu.
Amatevi l’ un l’ altro come Lui ha amato noi,
e siate per sempre suoi amici;
e quello che farete al più piccolo tra voi,
credete l’ avrete fatto a Lui.
Rit.
Se amate veramente perdonatevi tra voi,
nel cuore di ognuno ci sia pace;
il Padre che è nei cieli vede tutti i figli suoi:
con gioia a voi perdonerà.
Rit.
Sarete suoi amici se vi amate tra di voi
e questo è tutto il suo Vangelo;
l’ amore non ha prezzo, non misura ciò che dà,
l’ amore confini non ne ha.
Rit.
CANTI NUOVI
1. ALLELUIA - SHALOM
(P. Spoladore)
Alleluia
alleluia
alleluia
alleluia
Resta sempre con noi
e la tristezza va via
sei risorto Signore
sei vita per noi.
Con la luce che dai
vinci il buio tra noi
la Tua voce Signore
è un fuoco nel cuor.
2. AMARE QUESTA VITA
(G. Meregalli)
Erano uomini senza paura
di solcare il mare pensando a riva
barche sotto il cielo,
tra montagne e silenzio
davano le reti al mare,
vita nelle mani di Dio.
Venne l'ora più lenta del giorno,
quando le reti si sdraiano a riva;
l'aria senza vento
si riempì di una voce
mani cariche di sale
sale nelle mani di Dio.
Lo seguimmo fidandoci degli occhi,
gli credemmo amando le parole:
fu il sole caldo a riva
o fu il vento sulla vela
o il gusto e la fatica di rischiare
e accettare quella sfida?
Venne l'ora più lenta del giorno,
quando le reti si sdraiano a riva;
l'aria senza vento
si riempì di una voce
mani cariche di sale
sale nelle mani di Dio.
3. AL CENTRO DEL PRESENTE
(Gen Rosso)
Oh, oh, oh,
vivi il momento che va,
cogli l'attimo adesso.
Eh, eh, eh.
Oh, oh, oh,
vivi il momento che va,
cogli l'attimo adesso.
Lui va a scuola, ma non sa perché,
butta i giorni nella noia;
vive dentro una fotografia
inseguendo un sogno fragile.
Lui non ha tempo per nessuno,
sta viaggiando nel futuro.
Oh, oh, oh,
vivi il momento...
Lei ripensa ai passi che non ha
sta vagando nel passato;
ha negli occhi un che di arido,
se potesse cambierebbe tutto di sé.
Ma ormai l'acqua che è passata
non fa più girar la ruota.
Oh, oh, oh,
vivi il momento che va,
cogli l'attimo adesso.
Eh, eh, eh.
Oh, oh, oh,
vivi il momento che va,
cogli l'attimo adesso.
Al centro di questo presente
scorre 1'eterno nelle cose.
E se in quest'attimo tu ami
incontri Dio nella tua vita.
Oh, oh, oh,
vivi il momento...
4. BEATI VOI
Insieme nella gioia verso il futuro
protagonisti insieme a Dio:
la fede nella sua risurrezione
darà senso al nostro andare.
Beati voi, perché siete poveri:
beati voi, vostro è il Regno dei Cieli.
Beati voi, perché siete afflitti:
beati voi, sarete consolati.
Beati voi...
Beati voi, perché siete miti:
beati voi, la terra sarà vostra.
Beati voi, che avete fame di giustizia:
beati voi, perché sarete saziati.
Beati voi...
Beati voi, misericordiosi:
beati voi, troverete misericordia.
Beati voi, che siete puri di cuore:
beati voi, perché vedrete Dio.
Beati voi...
Beati voi, operatori di pace:
beati voi, sarete figli di Dio.
Beati voi, per me perseguitati:
beati voi, vostro è il Regno dei Cieli.
Beati voi...
5. COME FUOCO VIVO
(Gen Rosso - Gen Verde)
Come fuoco vivo si accende in noi
un'immensa felicità
che mai più nessuno ci toglierà
perché tu sei ritornato.
Chi potrà tacere da ora in poi,
che sei Tu in cammino con noi,
che la morte è vinta per sempre,
che ci hai ridonato la vita?
Spezzi il pane davanti a noi
mentre il sole è al tramonto:
ora gli occhi ti vedono,
sei Tu, resta con noi!
E per sempre ti mostrerai
in quel gesto d'amore:
mani che ancora spezzano
pane d'eternità.
6. COSTELLAZIONI
(Gen Rosso)
Se le nostre anime fossero stelle
noi dovremmo fare una costellazione,
se le nostre anime fossero foglie
noi dovremmo fare un albero d’estate.
Se le nostre anime fossero stelle
noi dovremmo fare una costellazione,
se le nostre anime fossero foglie
noi dovremmo fare un albero d’estate,
se le nostre anime fossero gabbiani
noi dovremmo migrare
verso paesi lontani
come uno stormo che migra
migra verso il mare
Queste mie mani
sono le tue mani
i miei pensieri
sono i tuoi pensieri
trasparenti come bolle
di sapone incontro al vento
siamo come gli aquiloni
che non vogliono atterrare.
Se le nostre anime fossero stelle
noi dovremmo fare una costellazione,
se le nostre anime fossero foglie
noi dovremmo fare un albero d’estate.
Queste mie mani
sono le tue mani
i miei pensieri
sono i tuoi pensieri
colorati come il sole
che si specchia in un riflesso
siamo come una cordata
che cammina sul crinale.
Se le nostre anime fossero stelle
noi dovremmo fare una costellazione,
se le nostre anime fossero foglie
noi dovremmo fare un albero d’estate,
se le nostre anime fossero gabbiani
noi dovremmo migrare
verso paesi lontani
come uno stormo che migra
migra verso il mare.
E stando soli ci si sente
su un ramo d’inverno
bruciati dal freddo,
e stando soli
sembra di essere persi
su un’aspra montagna
sospesi nel vuoto,
e stando soli che cosa sei
non lo sai più.
... come uno stormo che migra,
migra verso il mare, il mare.
Se le nostre anime fossero stelle
noi dovremmo fare una costellazione,
se le nostre anime fossero foglie
noi dovremmo fare un albero d’estate,
se le nostre anime fossero gocce
noi dovremmo fare
una pioggia di suoni,
se le nostre anime fossero fuochi
noi dovremmo fare
una traccia nella notte,
se le nostre anime fossero coralli
noi dovremmo fare
un’immensa barriera,
se le nostre anime fossero neve
noi dovremmo fare
un mantello sulle case.
7. DEL TUO SPIRITO, SIGNORE
(SALMO 103)
(Gen Rosso - Gen Verde)
Del tuo Spirito, Signore,
è piena la ter - ra,
è piena la terra.
Benedici il Signore,
anima mia,
Signore Dio, Tu sei grande!
Sono immense, splendenti
tutte le tue opere
e tutte le creature.
Se tu togli il tuo soffio
muore ogni cosa
e si dissolve nella terra.
Il tuo spirito scende:
tutto si ricrea
e tutto si rinnova.
La tua gloria, Signore,
resti per sempre,
giosci Dio, del creato.
Questo semplice canto,
salga a te Signore:
sei tu la nostra gioia.
8. E SEI RIMASTO QUI
(Gen Rosso, Gen Verde)
Perché la sete d'infinito?
Perché la fame d'immortalità?
Sei Tu che hai messo dentro l'uomo
il desiderio dell'eternità!
Ma tu sapevi che quel vuoto
lo colmavi Tu,
per questo sei venuto in mezzo a noi.
E sei rimasto qui
visibile mistero.
E sei rimasto qui
cuore del mondo intero.
E rimarrai con noi
finché questo universo girerà.
Salvezza dell'umanità.
Si apre il cielo del futuro,
il muro della morte ormai non c'è.
Tu, Pane Vivo, ci fai Uno:
raccogli tutti i figli attorno a te.
E doni il tuo Spirito
che lascia dentro noi
il germe della sua immortalità.
E sei rimasto qui
visibile mistero.
E sei rimasto qui
cuore del mondo intero.
E rimarrai con noi
finché questo universo girerà.
Salvezza dell'umanità.
Presenza viva nel mistero,
ma più reale di ogni realtà,
da te ogni cosa prende vita
e tutto un giorno a te ritornerà.
Varcando l'infinito,
tutti troveremo in te
un sole immenso di felicità.
Noi trasformati in te,
saremo il seme che
farà fiorire l'universo
nella Trinità.
Noi, trasformati in te,
saremo il seme che
farà fiorire tutto l'universo
insieme a te.
9. IL DISEGNO
(C.L.)
Nel mare del silenzio
una voce si alzò
da una notte senza confini
una luce brillò
dove non c'era niente quel giorno.
Avevi scritto già
il mio nome lassù nel cielo
avevi scritto già
la mia vita insieme a te
avevi scritto già di me.
E quando la tua mente
fece splendere le stelle
e quando le tue mani
modellarono la terra
dove non c'era niente quel giorno.
E quando hai calcolato
la profondità del cielo
e quando hai colorato
ogni fiore della terra
dove non c'era niente quel giorno.
E quando hai disegnato
le nubi e le montagne
e quando hai disegnato
il cammino di ogni uomo
l'avevi fatto anche per me.
Se ieri non sapevo
oggi ho incontrato te
e la mia libertà
è il tuo disegno su di me:
non cercherò più niente perché
tu mi salverai.
10. IL LUNGO VIAGGIO
11. E SEGNI NUOVI
(P. Spoladore)
Noi sappiamo
noi sappiamo del lungo viaggio,
che faremo tutti nel mondo
al ritmo di un solo canto: Alleluia.
Non sappiamo,
non sappiamo il giorno ancora,
ma al suono di quella tromba,
ma al suono di quella tromba
si partirà.
Alleluia …
Carovana,
carovana di amici e gente.
Tra ricordi di gioia e pianto
dove il tempo non è un rimpianto andremo là.
Troveremo,
il raccolto dei nostri frutti,
e guidati dalla grande Luce,
e guidati dalla grande Luce
si canterà.
E segni nuovi oggi nascono già
e c'è più sole nelle nostre città
il mondo unito
splende qui fra di noi
è un ideale che la storia farà
un ideale che la storia si fa. (2 v.)
Vedo cambiare le cose
che stanno attorno
crollare muri e barriere
fin dal profondo
e la gente che viva la vita.
Vedo in alto un cielo chiaro.
Ormai non è così strano
sentir parlare
di una "casa comune"
dove abitare
e l'amore tra noi lo farà.
Invadendo il mondo intero.
12. GIOVANI ORIZZONTI
(I.Valloppi)
Ciao amico, in che piazza vai?
Spazi immensi, libero ora sei.
Perché le strade oggi,
siano meno vuote.
Perché il sorriso tuo
resti a noi sempre.
Le tue mani stringono ancora mani.
La tua vita è forte dentro noi.
Profumo di cielo aveva
il pane con te mangiato.
E l'Infinito in terra ha con te giocato.
E tu resta ancora qui Giovanni
resta, vivi con noi per sempre,
resta nei cuori, resta tra la gente.
E tu giovani orizzonti
vai nel mondo libero. (2 v.)
Il tuo passo festa di passi è.
La città è vuota senza te.
E come dimenticare
i giorni della tua festa?
E come dimenticarti?
Non andare, resta!
Il tuo amore, il tuo sorriso
ali giovani ai tuoi occhi.
Tu sei vivo per le strade.
Tu sei festa nella gente.
Tu in cerca di futuro,
canta ancora libertà. (2 v.)
13. LODE E GLORIA A TE
Lode e gloria a te,
lode e gloria a te,
luce del mattino,
lode e gloria a te.
M’ha fatto camminare,
m'ha fatto camminare
Per questo canto:
lode e gloria a te.
Lodatelo nel tempio,
lodatelo nel ciel,
Io sempre canto:
lode e gloria a te.
Lo loderò con l’arpa,
io loderò il Signore
ha fatto grandi
cose: gloria a te.
Lo loderò con danze,
m’ha fatto camminar,
per questo canto:
lode e gloria a te.
14. SE UNO È IN CRISTO
(2 COR 5, 17)
(Comi)
A Se uno è in Cristo
è una creatura nuova: le
B cose di prima sono passate,
ne sono nate di nuove.
C Alluluia, alleluia, alleluia.
15. PACE A TE
(Varnavà)
S
T
S
T
Nel Signore io ti do la pace:
Pace a te, pace a te.
Nel Signore io ti do la pace:
Pace a te, pace a te.
S
T
S
T
Nel suo nome resteremo uniti:
Pace a te, pace a te.
Nel suo nome resteremo uniti:
Pace a te, pace a te.
E se anche non ci conosciamo:
Pace a te, pace a te.
Lui conosce tutti i nostri cuori:
Pace a te, pace a te.
Se il pensiero non è sempre unito:
Pace a te, pace a te.
Siamo uniti nella stessa fede:
Pace a te, pace a te.
16. PACE SIA, PACE A VOI
(Gen Rosso - Gen Verde)
"Pace sia, pace a voi":
la tua pace sarà
sulla terra come nei cieli.
"Pace sia, pace a voi":
la tua pace sarà
gioia nei nostri occhi, nei cuori.
"Pace sia, pace a voi":
la tua pace sarà
luce limpida nei pensieri.
"Pace sia, pace a voi":
la tua pace sarà
una casa per tutti.
"Pace a voi"
sia il tuo dono visibile
"Pace a voi"
la tua eredità
"Pace a voi"
come un canto all'unisono
che sale dalle nostre città.
"Pace a voi"
sia un'impronta nei secoli
"Pace a voi"
segno d'unità
"Pace a voi"
sia l'abbraccio tra i popoli
la tua promessa all'umanità.
"Pace sia, pace a voi":
la tua pace sarà
sulla terra come nei cieli.
"Pace sia, pace a voi":
la tua pace sar
gioia nei nostri occhi, nei cuori.
"Pace sia, pace a voi":
la tua pace sarà
luce limpida nei pensieri.
"Pace sia, pace a voi":
la tua pace sarà
una casa per tutti.
Pace.
17. PADRE MAESTRO ED AMICO
(A. Lagorio)
Padre, di molte genti padre,
il nostro grido ascolta:
è il canto della vita.
Quella perenne giovinezza
che tu portavi in cuore
perché non doni a noi?
Padre, maestro e amico
noi giovani del mondo
guardiamo ancora a te.
Apri il nostro cuore a Cristo
sostieni il nostro impegno
in questa società.
Festa, con te la vita è festa,
con te la vita è canto:
è fremito di gioia.
Oggi tra noi è ancora vivo
l'amore che nutrivi
per tutti i figli tuoi.
Padre, de muchos hijos padre,
escusha nuestra grito
de vita y juventud.
vuelve, Don Bosco siempre jóven,
que el mundo se hace viejo
sin fe y sin corazón!
Padre, maestro y amigo
los jovenes del mundo
iremos tras de ti.
Abre a Cristo nuestra vida
anima el compromiso
en esta sociedad.
Fiesta, contigo siempre es fiesta
contigo hay alegria:
se siente tu amistad.
Vuelve revive entre nosotros
tu amor de buen amigo
con jovenes de hoy.
Father, for many peoples father,
please listen to our voice
which is the song of life.
Your heart was always full of love,
your spirit always young:
what can you do for us?
Father our guide and our friend
young people of the world
we still rely on you.
Open your hearts to Jesus Christ
support our commitment
in this community.
18. SEGNI DEL TUO AMORE
(Gen Rosso - Gen Verde)
Mille e mille grani
nelle spighe d'oro
mandano fragranza
e danno gioia al cuore.
Quando macinati fanno
un pane solo:
pane quotidiano, dono tuo Signore.
Ecco il pane e il vino,
segni del tuo amore.
Ecco questa offerta,
accoglila Signore.
Tu di mille e mille cuori
fai un cuore solo
un corpo solo in te
e il Figlio tuo verrà,
vivrà ancora in mezzo in noi.
Mille grappoli maturi sotto il sole,
festa della terra, donano vigore,
quando da ogni perla stilla vino nuovo:
vino della gioia, dono tuo, Signore.
19. VIENI, SANTO SPIRITO
(Gen Verde)
Vieni Santo Spirito,
manda a noi dal cielo
un raggio di luce, un raggio di luce.
Vieni padre dei poveri,
vieni datore dei doni,
luce dei cuori, luce dei cuori.
Consolatore perfetto,
ospite dolce dell'anima,
dolcissimo sollievo,
dolcissimo sollievo.
Nella fatica riposo,
nel calore riparo,
nel pianto conforto,
nel pianto conforto.
Luce beatissima invadi
i nostri cuori
senza la tua forza nulla,
nulla è nell'uomo;
lava ciò che è sordido,
scalda ciò che è gelido,
rialza chi è caduto,
rialza chi è caduto.
Dona ai tuoi fedeli
che in te confidano
i sette santi doni,
i sette santi doni;
dona virtù e premio,
dona morte santa,
dona eterna gioia,
dona eterna gioia.
SOMMARIO
1. Tu sei
2. Cantiamo te
3. E’ bello lodarti
4. Ogni mia Parola
5. Musica di festa
6. Il canto della creazione
7. Vocazione
8. Tutto il creato
9. La sua casa
10. Vieni qui
11. Laudato sì, o mi’ Signore
12. Su ali d’ aquila
13. Lampada ai miei passi
14. Lode e gloria a Te
15. Lodate Iddio
16. Gloria
17. Gloria (Giombini)
18. Alleluia, ed oggi ancora
19. Alleluia Signore sei venuto
20. Alleluia, la nostra festa
21. Alleluia svegliamo le nostre chitarre
22. Alleluia, passeranno i cieli
23. Alleluia, questa tua Parola
24. Alleluia, canto per Cristo
25. Canto alla vita
26. Benedici, o Signore
27. Beati i poveri
28. Il mio cuore e la mia carne
29. Io ti offro
30. Se m’ accogli
31. Servo per amore
32. Preghiera di S. Damiano
33. Ti offriamo, Signore
34. Ecco quel che abbiamo
35. Accogli, Signore i nostri doni
36. Dove troveremo tutto il pane?
37. Santo, santo, santo
38. Santo (Albarè)
39. Santo, il Signore Dio
40. Santo delle galassie
41. Santo (mi nuovo)
42. Santo “reg”
43. Santo (Zaire)
44. Santo (Gen Rosso)
45. Pace a te
46. Hopes of peace
47. E’ questione di cuore
48. Vivere la vita
49. Pane del cielo
50. E’ il Signore
51. Grandi cose
52. Te al centro del mio cuore
53. Chi?
54. E’ meraviglioso
55. Beatitudini
56. Come ti ama Dio
57. Preghiera di S. Francesco
58. E sono solo un uomo
59. Fratello Sole, sorella luna
60. Come canto d’ amore
61. Camminerò
62. Insieme è più bello
63. Portami con te
64. Andate per le strade
65. Un’altra umanità
66. E la strada si apre
67. Resta qui con noi
68. Son qui
69. Giovane donna
70. Salve Regina
71. Come Maria
72. Signora della Pace
73. Ave Maria
74. Eccomi
75. In notte placida
76. Astro del ciel
77. Ninna nanna
78. Noel
79. Fredda è la notte
80. Tu scendi dalle stelle
81. Lui è qui
82. Le mille strade del Natale
83. Le campane di Natale
84. Bianco Natale
85. Adesso è la pienezza
86. Oh happy day
87. Vento di Pentecoste
88. Vieni, Santo Spirito (Gen Verde)
89. Dammi le tue mani
90. Vieni Santo Spirito
91. I figli della Risurrezione
92. Risurrezione
93. Quale gioia
94. L’ ultima sera
95. Risorge
96. Senza di te
97. Oltre l’ invisibile
98. Preghiera ortodossa
99. Padre nostro (Giombini)
100. Padre nostro
101. Per noi uomini
102. C’ era una volta
103. Amico
104. E vorrei
105.One body
106. Vorrei
107. Padre, maestro ed amico
108. Scusa Signore
109.Ti ringrazio mio Signore
CANTI NUOVI
Alleluia—Shalom
Amare questa vita
Al centro del presente
Beati voi
Come fuoco vivo
Costellazioni
Del tuo spirito, Signore
E sei rimasto qui
Il disegno
Il lungo viaggio
E segni nuovi
Giovani orizzonti
Lode e gloria a te
Se uno è in Cristo
Pace a te
Pace sia, pace a voi
Padre, maestro ed amico
Segni del tuo amore
Vieni, Santo Spirito
Fly UP