...

Kristin Harmel, Finché le stelle saranno in cielo: un

by user

on
Category: Documents
15

views

Report

Comments

Transcript

Kristin Harmel, Finché le stelle saranno in cielo: un
Settembre 2012
COPIA OMAGGIO
Una storia d’amore
nella Londra di oggi:
La cugina americana
di Francesca Segal
Eugenio Benetazzo:
qualcosa di strano succede
a Neurolandia
Hanno un suono
dolce e romantico
Le parole del nostro destino
di Beatriz Williams
Flavia Alfano, Titty D’Attoma:
come coniugare
Risparmio & ambiente
con eleganza e praticità
L’eco di un grande amore
risuona nel Canto
delle parole perdute
di Andrés Pascual
Pontus Ljunghill
reinventa il thriller
con L’invisibile
Simone Dalla Valle
spiega come avere
Un cane per amico
Carsten Stroud
ci conduce a Niceville,
la città abitata dal male
Kristin Harmel,
Finché le stelle saranno in cielo:
un romanzo straordinario e commovente
che ha conquistato il mondo
Misteri e segreti in corsia
durante le Notti di guardia
di Giuseppe Naretto
Magico e misterioso Il cerchio
di Mats Strandberg
e Sara Bergmark Elfgren
Sommario
AVVENTURA, AZIONE,
THRILLER E FANTASY
2 Stroud
7 Patterson
7 Cussler
15 Rava
20 Dorn
20 Eriksson
Sundquist
23 Ljunghill
24 Piedimonte
28 Lanza
28 Evanovich
32 Roberts
33 Berry
34 Hamilton
34 Adornetto
35 Winters
35 Scott
38 Naretto
44 Righetto
Per conoscere i prezzi dei libri di questo numero: www.illibraio.it o scrivi a: [email protected]
VARIA E RAGAZZI
NARRATIVA
17 Tutto sul cabaret
21 In forma con Jane Fonda
21 Neutralizzare
le persone nocive
4 Lukas
5 Longo
6 Guldberg
9 Stephens
27
La battaglia
tra bene e male
in un grande
romanzo
10 Harmel
12 Capus
13 De Robertis
14 Wiesel
27 Continuano le fantastiche
Pascual
avventure a Zamonia
29 L’educazione sentimentale 22 Block
25 Grandes
di Rosita Celentano
25 Martin
Per amare
26 Rayner
e educare il
26 Nair
proprio cane
28 Espinosa
46 Per una nuova filosofia
Williams
del quotidiano
33 Matthews
46 Potenziare la memoria
35 Kauffman
46 Gli esercizi giusti
per il benessere
19
43
30
47 Come
risparmiare
e rispettare
l’ambiente
40 Segal
44 Živković
47 La dieta che combatte
il diabete
La vita di un libro non finisce con l’ultima pagina
Vieni sul sito www.illibraio.it e scopri come non smettere mai di leggere: cerca libri adatti
ai tuoi interessi, segui gli appuntamenti con gli autori nella tua città, scrivi le tue recensioni,
iscriviti alla newsletter.
Condividi le tue passioni letterarie su http://www.facebook.com/illibraio.
Libri e autori da vedere sul canale video http://www.youtube.com/illibraiovideo.
Tutte le novità e le notizie sugli autori in 140 caratteri su http://twitter.com/illibraio.
Scopri le app del Libraio: tutte le novità del Libraio sullo schermo del tuo iPad o del tuo iPhone.
Disponibili su iTunes Store.
SAGGI
8 Peiretti
8 Valentini
18 Todorov
18 Steiner
18 Sedlàcek
36 Paoli
36 Benetazzo
36 Hessel, Morin
37 Corlazzoli
37 Romano
37 Sasso, Vignarca
41 Latouche
41 Marramao
42 al-Khalili
42 Augé
BIOGRAFIE
ED ESPERIENZE
21 Torey Hayden: non ci sono
bambini difficili
22 Un’eroica e folle impresa
alpinistica
39 La straordinaria avventura
di un corridore
39 Un grande viaggiatore
racconta il mondo islamico
45 Un padre, due figlie,
un legame oltre la morte
Periodico registrato presso il Tribunale
di Milano
il 23/06/2003 al n. 399
Anno IX numero 4
Foto in copertina: © Betsy Hansen
Direttore responsabile: Stefano Mauri
Coordinamento: Elena Pavanetto
Redazione: Lucia Tomelleri
Progetto grafico e impaginazione:
Elisa Zampaglione
Finito di stampare per conto
del Gruppo editoriale Mauri Spagnol
nel mese di settembre 2012 dal Nuovo
Istituto d’Arti Grafiche - Bergamo
© Gruppo editoriale Mauri Spagnol, 2012
L’editoriale
SETTEMBRE 2012
Di bei libri e dei loro perché
F
inché le stelle staranno in cielo di Kristin Harmel (pag. 10
e copertina) l’abbiamo tradotto perché ci ha colpito che
in uno dei momenti più drammatici della Storia, come l’occupazione di Parigi da parte dei Nazisti, siano potute accadere
piccole storie fatte di umanità il cui bagliore risplende ancora oggi, esempi che
ci danno la forza di
IL MONDO CHE LEGGE
resistere in qualsiasi
condizione.
Niceville di Carsten
Stroud (pagina 2) ci
ha sfidati: non sapevamo chi fosse l’autore, avevamo solo un
manoscritto. Capitolo
dopo capitolo ci ha
avvinto nelle spire di
una scrittura capace
di combinare la bravura di molti maestri
del genere. Al terzo
capitolo eravamo già
intrappolati in questo
affascinante thriller.
Benin, 2009. Foto di Andrea Micheli
Del Canto delle parole
perdute di Andrés Pascual (pagina 19) ci ha colpito soprattutto la poesia e la tenerezza di una storia di infinito amore.
L’invisibile di Pontus Ljunghill (pagina 23) l’abbiamo voluto
perché non era il solito giallo svedese. Ormai, come ha detto
Bjorn Larsson al premio Bancarella, muoiono più persone ammazzate nei gialli svedesi che in tutta la Svezia. Questo romanzo è invece innanzitutto una prova letteraria e oltre alle classifiche ha conquistato anche la critica.
Nel nome dello zio di Stefano Piedimonte (pagina 24) ci ha subito convinto perché veramente la camorra non l’avevamo mai
vista sotto questa luce smitizzante.
Il nuovo romanzo di Albert Espinosa, Se mi chiami mollo tutto,
però chiamami (pagina 28) ci ha entusiasmato perché è dedi-
cato a tutti quelli che hanno ancora voglia di essere diversi e di
combattere contro coloro che ci vogliono uguali.
Le parole del nostro destino di Beatriz Williams (pagina 30)
ci ha meravigliato perché ci ha chiesto una cosa semplice ma
straordinaria: ascoltare quello che dice il nostro cuore, camminando sul filo sottile
che lega passato e presente, senza avere paura di quella vertigine
chiamata amore.
Della Cugina americana di Francesca Segal
(pagina 40) ci siamo
invaghiti perché ci ricordava L’età dell’innocenza, per la storia
e l’ambientazione ma
anche per la forza della protagonista e per la
sua arguzia femminile.
Per scegliere questi otto
romanzi che ci piacevano ne abbiamo scartati
almeno tremila. Altri ne
abbiamo dovuti scartare per scegliere tutti i
libri di questo numero. Se vogliamo garantirvi la qualità dobbiamo dire un sacco di no, insomma.
Ma gli editori non sono quelli che limitano la circolazione di
un libro o che fissano il prezzo come sembra a volte sul web.
Gli editori sono innanzitutto quelli grazie ai quali un libro che
vi piace è nelle vostre mani e l’autore ne sta scrivendo un altro.
Stefano Mauri
Per commenti su questo numero
del Libraio scrivete a :
[email protected]
1
LONGANESI
“Un romanzo sorprendente, scioccante,
commovente e di un’implacabile suspense.
Scrivere così non è da tutti.”
The Washington Post
Benvenuti a Niceville, una piccola cittadina del Sud degli
Stati Uniti, circondata dal verde delle colline, popolata
di alberi e di antiche ville coloniali… E abitata dal male.
In quelle strade deserte, illuminate dalla luce seppiata
del pomeriggio che inonda prati perfettamente curati,
da anni ormai troppa gente sparisce nel nulla. Come Rainey
Teague, di appena dieci anni, che la madre aspetta invano
di veder spuntare lungo il vialetto di casa, strascicando
i piedi come ogni giorno dopo la scuola. Per questo, quando
scatta l’allarme della sua scomparsa, la polizia si mobilita
in massa, anche se non c’è nessun indizio da seguire.
O quasi. Perché a Niceville ogni famiglia nasconde un
segreto. La scomparsa di Rainey è soltanto il primo anello
di una catena di avvenimenti che nel giro di sole trentasei
ore travolgeranno la vita di molte persone. Soprattutto
quella di Nick Kavanaugh, un poliziotto con un lato oscuro,
e di sua moglie Kate, appartenente a una delle più antiche
famiglie di Niceville. Una realtà agghiacciante sta per
riemergere, e nessuno può far nulla per impedirlo.
Perché a Niceville niente rimane sepolto per sempre.
Carsten Stroud
è autore di romanzi best seller del New York
Times e vincitore di numerosi premi letterari.
Vive e lavora a Thunder Beach.
Scarica l’applicazione per il QRcode
e guarda i contenuti multimediali
sul tuo telefonino
2
UN AUTORE MISTERIOSO.
UN CASO LETTERARIO INTERNAZIONALE.
28 settembre 2011: a due settimane dalla Fiera del
libro di Francoforte tutti gli editori del mondo ricevono il
primo capitolo di un romanzo dal titolo Niceville. L’autore è
anonimo: il mistero inizia subito, perché il primo capitolo è
inquietante e fulminante come i romanzi di Stephen King.
29 settembre 2011: arriva il secondo capitolo, una
sequenza d’azione semplicemente magistrale.
30 settembre 2011: il terzo capitolo, una scena degna
del miglior Grisham, è la prova decisiva: chiunque sia
in grado di scrivere in modo così innovativo e coinvolgente
va premiato.
1º ottobre 2011: primo fra tutti gli editori mondiali,
Longanesi acquista i diritti di Niceville.
10 ottobre 2011: Niceville è il caso letterario della Fiera
di Francoforte. Tutti si chiedono chi sia il misterioso autore
e uno dei più importanti editori statunitensi ne acquista
i diritti. In poco tempo il caso esplode in tutto il mondo:
i diritti di Niceville vengono venduti in 11 Paesi, spesso dopo
aste agguerritissime. E soltanto parecchi mesi dopo viene
svelato il nome dell’autore: Carsten Stroud, uno scrittore
bestseller in cima alle classifiche del New York Times e
vincitore di numerosi premi letterari. Dopo la pubblicazione
in anteprima in Germania, con grande successo di critica
e pubblico, finalmente Niceville arriva anche in Italia.
“Dialoghi perfetti, personaggi originali e una trama
incredibile rendono grande questo romanzo.”
Elmore Leonard, autore dei romanzi
che hanno ispirato Get Shorty, Jackie Brown,
Be Cool e Out of Sight
3
LONGANESI
Un grande successo internazionale,
pubblicato in 13 Paesi
Un felicissimo romanzo d’esordio capace di ricostruire il fascino di un
mondo perduto attraverso gli occhi di una bambina indimenticabile
1877, Costanza, sulle sponde del Mar Nero:
è una notte di guerra e di razzia, ma anche
di speranza. Mentre una divisione di cavalleria
dello zar semina il terrore in città, nella casa
di un venditore di tappeti ebreo viene alla luce
una bambina. Si chiama Eleonora,
e un’antica profezia prefigura per lei un destino
straordinario. Eleonora cresce senza la madre
e con un padre amorevole ma spesso assente,
che la affida a una matrigna rigida e repressiva.
Niente però può impedirle di mostrare il suo
talento: a soli sei anni Eleonora ha una memoria
prodigiosa e una grande abilità nel far di conto,
ma soprattutto vive per i libri. È nei libri, e nelle
diverse lingue in cui sono scritti e che lei impara
senza alcuna difficoltà, che Eleonora trova il suo
destino. Un percorso avventuroso, costellato di
entusiasmi ma anche di tragedie, la porterà fino
a Istanbul, maestosa capitale di un impero ormai
in disfacimento, e quando inizierà a spargersi
la voce dei suoi talenti, la ragazzina varcherà
la soglia del palazzo del sultano, legando così
indissolubilmente il suo destino a quello
di un impero.
Michael David Lukas è nato a Berkeley, California, nel 1979.
È specialista in lingua e cultura araba, ha studiato in Turchia, Tunisia,
Israele per poi laurearsi negli Stati Uniti. L’indovina di Istanbul
è il suo primo romanzo.
Scarica l’applicazione
per il QRcode
e guarda i contenuti
multimediali
sul tuo telefonino
“L’esordio di Lukas è il racconto di una famiglia, il viaggio di formazione
di un’eroina magica, arricchito da elementi storici così veri e affascinanti
da rendere questo scrittore una vera scoperta.”
Los Angeles Times
4
Tutto deve finire, perché tutto possa
ricominciare. Anche la vita. Anche l’amore
Il romanzo d’esordio di una nuova, potente voce femminile
A poco più di quarant’anni, Viola si sente vuota
e inutile. Non ha più voglia di combattere, di
alzarsi la mattina, di vestirsi e uscire nel mondo.
Suo marito, acclamato direttore d’orchestra,
affascinante ed egocentrico, cui Viola ha
dedicato ogni istante della propria vita, è morto
da poco. Le giornate di Viola ora sono scandite
dalla solitudine e dai ricordi.
Durante un concerto in onore del marito, in un
caldo pomeriggio di giugno, Viola incontra un
uomo, al quale, d’impulso, chiede di portarla via
dalla festa. Inizia così una vera e propria fuga,
durante la quale la donna comincia a raccontare
la storia del suo matrimonio, un matrimonio
come tanti e al tempo stesso eccezionale.
Ma nel corso del racconto, Viola comincia a porsi
delle domande che la porteranno a scoprire
un’inattesa e sconvolgente verità…
Silvia Longo è nata a Cuneo nel 1965 e vive ad Alba con il marito
e il figlio. Lavora presso una cooperativa sociale che si occupa
del recupero e del reinserimento di persone in situazioni di disagio.
5
LONGANESI
Da una delle voci più interessanti
della letteratura scandinava, un romanzo
lirico e sensuale, denso di suggestioni
Questa è la storia di un uomo e di una vita
lunga cinque secoli. Ma, soprattutto, è una storia
d’amore. Dall’anno Mille, segnato dai terrori
superstiziosi per l’inizio del nuovo millennio,
fino agli albori del Rinascimento, passando per
le Crociate e la peste del 1300, l’immortale voce
narrante di questo romanzo intreccia la sua
esistenza con quella delle persone comuni, che
nel mondo vivono e soffrono cercando un senso
ai loro affanni. E l’Immortale sconta la condanna
alla vita eterna e paga le conseguenze di un
amore spezzato, cantando le gesta di guerrieri
ed eroi, di streghe e menestrelli, di malfattori
e poeti, nel tentativo continuo di comprendere
e spiegare i grandi temi dell’umanità: le passioni
terrene, la fede, il dolore, la morte. E primo fra
tutti il sentimento che, nella sua ineffabilità,
rimane sempre uguale a se stesso: l’amore.
Richiamando idealmente il precedente Tesi
sull’esistenza dell’amore, Torben Guldberg
ci offre un nuovo romanzo che, come nelle
migliori saghe nordiche, sa intrecciare realtà
e mito, un romanzo denso di suggestioni,
lirico e sensuale. E che ha nelle ricche e potenti
immagini della sua scrittura la cifra della
propria originalità.
Torben Guldberg, danese, è nato nel 1975. Ha studiato
recitazione presso il teatro di Aarhus, dove dal 1998 ha avviato
la carriera di attore. Il suo romanzo di esordio, Tesi sull’esistenza
dell’amore (Longanesi, 2009), lo ha segnalato tra le voci più
interessanti della letteratura scandinava, è arrivato in cima
alle classifiche danesi ed è uscito nei principali paesi europei.
6
Matrimonio di sangue per le Donne del Club Omicidi
Un nuovo romanzo dell’autore di thriller più venduto nel mondo
Circondata dalle inseparabili amiche – le Donne del Club Omicidi – la detective
Lidsay Boxer ha finalmente coronato il suo sogno d’amore, sposando l’agente
dell’FBI Joe Molinari.
L’eco della marcia nuziale si è appena spenta che già Lindsay deve tornare
al suo difficile lavoro, perché un caso delicato richiede tutta la sua esperienza
di investigatrice e di donna. È stata ritrovata un’adolescente in fin di vita: dai primi
accertamenti è chiaro che ha partorito da poco, ma lei non ha alcuna intenzione
di dire che cosa ne è stato del bambino né chi ne sia il padre. Mentre menzogne
e false piste si sovrappongono, Lindsay cerca la verità, soprattutto per salvare
la vita del neonato scomparso.
Anche per il procuratore Yuki Castellano c’è un difficile caso giudiziario,
nel quale si gioca la carriera. Yuki rappresenta la pubblica accusa nel processo
contro la dottoressa Candace Martin, accusata di aver ucciso il marito. Yuki è certa
della sua colpevolezza, ma il processo riserverà più di un colpo di scena…
Per fortuna c’è sempre il momento in cui le quattro amiche possono ritrovarsi
da Susie’s per un margarita e qualche tacos e parlare di lavoro e di uomini,
di problemi e di sogni e trovare insieme una soluzione ai difficili casi che
le impegnano. Perché la loro forza sta nella loro straordinaria amicizia.
James Patterson è “semplicemente l’autore di thriller più venduto nel mondo” (Panorama) e ha saputo
conquistare ovunque un vastissimo pubblico, tanto da entrare nel Guinness dei primati. Longanesi pubblica
le sue serie di maggior successo.
Isaac Bell, cacciatore di banditi
La nuova serie del Maestro dell’Avventura
America dell’Ovest, primi anni del Novecento. I giornali l’hanno soprannominato
“Il Macellaio” non a caso: appare dal nulla come un fantasma, rapina le banche
il giorno di paga dei minatori e scompare senza lasciarsi dietro né tracce né
testimoni. Solo una scia di morti.
Il suo teatro d’azione sono gli stati dell’America dell’Ovest, dalla California
al Texas, dall’Arizona al Montana.
La Van Dorn Detective Agency ha deciso di affidare il caso al suo uomo migliore,
Isaac Bell, un detective freddo e determinato come l’assassino che deve catturare.
Solo Bell può risolvere il caso. Lui, ultimo discendente di una dinastia di
banchieri che all’attività di famiglia ha preferito la vita pericolosa ed eccitante
del cacciatore di banditi, lui che in un batter d’occhio può estrarre la derringer
dal suo cappello e fare fuoco.
Basandosi solo sul proprio straordinario intuito, Bell inizia le indagini, alla ricerca
di una minima traccia, di un piccolo errore del criminale che possa condurre
alla sua identificazione.
Clive Cussler è uno dei rari scrittori in cui vita e fiction s’intrecciano in modo indissolubile. Ha fondato la NUMA (National Underwater and Marine Agency), una società
che si occupa del recupero di navi e aerei scomparsi in modo misterioso e ha trasposto nei suoi romanzi – tutti bestseller nella classifica del New York Times – la propria
straordinaria esperienza di cacciatore di emozioni.
7
LONGANESI
“La matematica per Peiretti è prima
di tutto, e sopra di tutto, un grande
gioco, appassionante e sempiterno.”
Piergiorgio Odifreddi
Federico Peiretti, docente di Matematica e Fisica al Liceo
classico Cavour di Torino, giornalista, collabora da molti anni
al quotidiano La Stampa. Con Longanesi ha pubblicato
Il matematico si diverte.
Che la matematica sia (anche) un gioco lo dimostra l’intera sua storia. Ne furono
convinti molti tra i più grandi matematici di ogni tempo e paese. Leibniz,
per esempio, che si interessò agli scacchi, ai dadi e alle carte, si disse “decisamente
favorevole allo studio dei giochi logici, non per il piacere proprio del gioco,
ma perché sono di grande aiuto nello sviluppare l’arte della riflessione”.
Sulla scia di Cardano e Galileo, Pascal si avvicinò ai dadi; volendo capire quale
numero fosse più conveniente puntare, giunse a stabilire i primi fondamenti
del calcolo delle probabilità. In tempi più recenti Giuseppe Peano scrisse un libro
di giochi e problemi logico-matematici, qui ripresi in parte. Uno dei maggiori
matematici viventi, John Conway, ha elaborato un algoritmo grazie al quale
è possibile scoprire in quale giorno della settimana cadde qualsiasi data
del passato. Com’è noto, la matematica non è un’opinione bensì una sfida,
ma per affinare la capacità di riflettere sono necessarie intuizione e creatività.
Il gioco è la via più semplice per superare blocchi e timori legati
alla scienza dei numeri.
Una delle più importanti firme di Repubblica spiega perché
oggi il Sud è una risorsa e non un problema
Se l’Europa non può fare a meno dell’Italia, può l’Italia fare a meno del suo Sud?
I meridionali sono davvero brutti, sporchi e cattivi? A queste e a molte altre
domande, nello stesso tempo retoriche e provocatorie, risponde in questo libro
Giovanni Valentini, pugliese d’origine, che si sente a tutti gli effetti non solo
cittadino italiano, ma europeo. E proprio perciò non si rassegna all’idea che
l’Italia possa perdere il Sud. Dagli anni immediatamente successivi all’Unità –
quelli dell’“annessione” al Piemonte, e più tardi dei saggi di Salvemini e Gramsci
– ai nostri giorni, la questione meridionale è sempre stata la questione nazionale.
Le regioni del Mezzogiorno non si sono mai davvero sentite parte integrante
di uno Stato, perché quello Stato si è sempre manifestato come qualcosa di
esterno e invasivo, fonte perenne di sfruttamento e oppressione. Da qui si è
sviluppata, fino ad assumere le dimensioni odierne, la realtà dell’anti-Stato nelle
sue varie forme: clientelismo, assenteismo, false pensioni, malavita organizzata.
Ma il Sud, sostiene l’autore, ha in sé gli anticorpi e le risorse per guardare con
fiducia al futuro. Sono molti nel Meridione i settori che lo Stato può e deve
finalmente valorizzare in tutte le loro potenzialità. Perché se non si salva il Sud,
è destinata ad affondare l’intera Italia.
Giovanni Valentini, giornalista, scrive per la Repubblica. È autore della rubrica settimanale “Il Sabato del
Villaggio”, dedicata ai problemi dell’informazione, con cui ha vinto nel 2000 il Premio Saint-Vincent di giornalismo.
Con Longanesi ha pubblicato La sindrome di Arcore.
8
Una saga che è un fenomeno editoriale
in tutto il mondo
Tre ragazzi, un libro segreto e una profezia.
La magia dell’avventura continua a novembre
GARZANTI LIBRI
Il romanzo su cui puntano tutti
i più importanti editori del mondo svela
un segreto di amore e pace tra i popoli
che ha cambiato la vita di molte persone
Da sempre Rose, nell’attimo che
precede la sera, alza lo sguardo a
cercare la prima stella del crepuscolo.
È quella stella, anche ora che la sua
memoria sta svanendo, a permetterle
di ricordare chi è e da dove viene.
La riporta alle sue vere radici, ai suoi
diciassette anni, in una pasticceria
sulla rive della Senna. Il suo è un
passato che nessuno conosce,
nemmeno la sua amatissima nipote
Hope. Ma adesso, prima che sia troppo
tardi, è venuto il tempo di dar voce
al suo ultimo desiderio: ritrovare
la sua vera famiglia, a Parigi.
E, dopo settanta lunghi anni,
di mantenere una promessa.
Rose affida questo compito alla giovane
Hope, che non ha nulla in mano se
non un elenco di nomi e una ricetta:
quella dei dolci dal sapore unico e
inconfondibile che da anni prepara
nella pasticceria che ha ereditato da
Rose a Cape Cod.
Ma prima di affidarle la sua memoria
e la sua promessa, Rose lascia a Hope
qualcosa di inatteso confessandole le
proprie origini: non è cattolica,
come credeva la nipote, ma ebrea.
Ed è sopravvissuta all’Olocausto.
Hope è sconvolta ma determinata:
conosceva l’Olocausto solo attraverso
i libri, e mai avrebbe pensato che
sua nonna fosse una delle vittime
scampate all’eccidio. Per questo, per
dare un senso anche al proprio passato,
Hope parte per Parigi. Perché è nei
vicoli tra Place des Vosges, la sinagoga
e la moschea che è nata la promessa
di Rose, una promessa che avrà vita
finché le stelle saranno in cielo.
Sarà proprio lo sguardo curioso
e appassionato della giovane Hope
a svelarne il segreto fatto d’amore,
di vite spezzate e soprattutto – come
indica anche il suo stesso nome –
di speranza. E a rivelare anche al lettore
un segreto ancora più misterioso,
una luce inattesa negli anni bui
dell’Olocausto, un evento tanto
storicamente accertato quanto poco
conosciuto, che tuttavia ha salvato
dall’orrore le vite di molte persone.
CRONISTORIA DI UN SUCCESSO
Settembre 2011 Kristin Harmel è una
giovane scrittrice americana e ha appena
finito di scrivere il suo nuovo romanzo,
Finché le stelle saranno in cielo, in cui ha
raccontato con coraggio la storia che aveva
dentro da anni. Una storia straordinaria
che getta una luce inattesa sugli anni
bui dell’Olocausto, svelando un evento
tanto storicamente accertato quanto
poco conosciuto, che tuttavia ha salvato
dall’orrore le vite di molte persone.
20 dicembre Una delle più importanti
agenzie letterarie americane invia Finché
le stelle saranno in cielo agli editori di tutto
il globo.
Pochi giorni dopo In contemporanea
si scatenano aste in America, Germania,
Francia, Italia e molti altri paesi del mondo.
Vigilia di Natale Garzanti Libri riesce
ad acquistare i diritti.
Gennaio 2012 Il romanzo non è ancora
uscito, ma già si inizia a parlarne sui media
americani che lo salutano come il libro
che racconta l’Olocausto come non era mai
stato fatto prima.
Febbraio Si tratta per i diritti
cinematografici.
©
y Hansen
Bets
Primavera Gli editori di tutto il mondo
si coordinano per il lancio internazionale.
10
Kristin Harmel
è nata a Boston. Appassionata di scrittura sin da quando era una bambina,
a soli sedici anni ha iniziato a collaborare con alcune testate americane
come reporter, mentre studiava. Dopo l’università e una laurea
in letteratura, ha iniziato a scrivere per People, dove lavora tuttora.
Collabora anche con Glamour e altri magazine americani. È opinionista
di diverse trasmissioni televisive, come Good morning America.
Ha pubblicato diversi romanzi, bestseller negli Stati Uniti ma inediti in Italia.
Fine agosto Finché le stelle saranno
in cielo esce in Italia.
Scarica l’applicazione
per il QRcode
e guarda i contenuti
multimediali
sul tuo telefonino
GARZANTI LIBRI
Quando l’amore è più forte del destino
Un esordio incantevole che ha fatto innamorare lettori e librai,
rimanendo per mesi nella classifica dei libri più venduti
grazie al passaparola
Normandia, 1918. Léon e Louise amano pedalare
controvento verso l’oceano. Verso quel piccolo
antro tra gli scogli sferzati dalle correnti, il loro
rifugio, il loro nido. Lì, di fronte alla vastità
dell’orizzonte, tutto è possibile. È possibile
amarsi, con la spensieratezza e l’intensità dei loro
sedici anni. È possibile immaginare un futuro
insieme, lontano dalla guerra, dalle detonazioni,
dalla morte. E sancire la loro unione con un
giuramento: “Ora e per sempre”. Ma per quanto
si illudano di tenerla lontana, la guerra è vicina,
fin troppo vicina a loro. Sulla strada del ritorno
un bomba li divide. Léon la crede morta
e anche Louise lo crede di lui. Eppure l’eco di quel
giuramento fatto tra le onde è destinata a durare
ancora a lungo.
Dieci anni dopo, a Parigi, Léon si è rifatto una
vita. Ma una sera tutto cambia: il metrò è affollato
eppure, nell’istante in cui i due vagoni si sfiorano,
Léon la vede, in piedi vicino alla porta. Gli stessi
occhi verdi, le lentiggini e i folti capelli scuri,
l’immancabile sigaretta, come allora. Ne è sicuro:
quella è la sua Louise. A separarli solo un metro
d’aria e due finestrini. E due vite che hanno
ormai preso direzioni diverse: lui ha moglie
e famiglia, e lei ha scelto di stare da sola, fiera
della propria indipendenza. Ma non importa.
Anche se il futuro è pronto a dividerli di nuovo,
ci sarà sempre un momento, un giorno, un istante
in cui si rincontreranno. Perché quel giuramento
non ha mai smesso di vivere. E anche se tutto
è ancora impossibile, è destinato a durare
per sempre.
Alex Capus
nato in Francia nel 1961, vive in Svizzera. I suoi libri sono
pubblicati in diverse lingue e hanno ricevuto numerosi premi
letterari.
12
“Con la delicatezza del tocco di un film
francese, Capus ha creato personaggi
incantevoli. Leggendo Ogni istante di me
e di te sembra quasi di sentire una canzone
di Charles Trenet suonare in sottofondo.”
Times Literary Supplement
La ribellione di una ragazza
al silenzio della Storia
Dall’autrice della Bambina nata due volte, un gioiello pieno di dolore
e magia, una storia “ammaliante e indimenticabile” (The New Yorker)
Buenos Aires, 2001. Perla Correa è sempre
riuscita a ingannare tutti quelli che la circondano.
Ogni mattina si sveglia e lucida la sua superficie
di studentessa modello, bella ragazza radiosa,
irreprensibile figlia di buona famiglia.
Sua madre è avvolta di bellezza e foulard
importati e suo padre è un uomo forte e fiero
nella sua uniforme militare perfettamente stirata.
Perla è sempre stata considerata molto fortunata
ad averli come genitori. Eppure questa è solo una
maschera che la ragazza indossa per nascondere
il dubbio che le si agita dentro, e sul quale invano
tenta di chiudere gli occhi. Un dubbio che si
nutre di mezze frasi delle compagne di classe,
sguardi impauriti dei vicini, libri di storia sui
desaparecidos che suo padre le ha tassativamente
proibito di leggere. Ma una notte, mentre è sola
in casa, un uomo entra nel suo salotto.
Sembra solo, disperato e affamato.
È lì per raccontarle una storia. Una storia che
narra di due ragazzi che si amavano, di pesanti
stivali neri che sfondano la porta di casa, di un
carcere senza scampo e di un ultimo volo sul Rio
de La Plata. E che incendia la vita perfetta di Perla
riducendola in fumo. Inizia così un viaggio
che la costringe a confrontarsi con la vera sé
stessa e con la storia più dolorosa del suo paese.
Dove solo il fuoco del coraggio che ha sempre
nascosto sotto una falsa tranquillità l’aiuterà
a nascere una seconda volta dalle sue ceneri.
“Questo splendido romanzo si muove
tra magia e dolore, tra bellezza e orrore.”
San Francisco Chronicle
Carolina de Robertis è cresciuta in una famiglia uruguaiana che è emigrata prima in Inghilterra,
poi in Svizzera e in California, dove lei tuttora vive. Con Garzanti ha pubblicato anche La bambina nata
due volte, il suo primo romanzo uscito con enorme successo in tutto il mondo.
13
GARZANTI LIBRI
Il ritorno di un pilastro
della letteratura mondiale
Yedidyah è un giovane giornalista che lavora
a New York nella redazione di un quotidiano.
La sua specialità è la critica teatrale, è sposato
con un’attrice ed è molto ben introdotto nella
ll
scena teatrale newyorkese.
new k Nessuno è più bravo
di lui nel raccontare i successi effimeri, le glorie
dimenticate, il fascino racchiuso nella nascita
di una nuova stella e la malinconia che
colora il suo crepuscolo. Ecco perché rimane
estremamente sorpreso quando il suo capo
gli affida un compito molto diverso dal solito:
occuparsi della cronaca del processo di Werner
Sonderberg, un giovane tedesco residente
negli Stati Uniti. È stato accusato dell’omicidio
di un suo anziano parente, trovato morto in fondo
a un crepaccio nei monti Adirondack.
Di fronte al giudice, Sonderberg si è dichiarato “né
colpevole né innocente” scatenando l’attenzione
morbosa di tutti i media. Neppure i più accaniti
cronisti, però, riescono a far emergere la verità:
quello che pareva solo un distinto, anziano
gentiluomo europeo nascondeva molti segreti,
riguardanti la sua identità e il suo coinvolgimento
nella tragedia dell’Olocausto. Segreti che lui
e il nipote hanno dovuto affrontare sull’orlo
di quel crepaccio. Segreti che lo stesso Yedidyah
ha paura di affrontare perché lo riportano
indietro nel tempo, alla storia della sua famiglia,
a una cicatrice che il tempo non ha ancora sanato.
E che forse mai potrà sanare.
“Ci sono romanzi che una volta letti si incidono nella nostra anima
e non ci abbandonano più. Le due facce dell’innocente
è uno di questi.”
Livres Hebdo
14
Elie Wiesel, nato nel 1928 a Sighet, in Transilvania, è stato
deportato prima ad Auschwitz e poi a Buchenwald: prima di essere
liberato nell’aprile del 1945, nei campi ha perso i genitori e una
sorella. Dopo avere studiato a Parigi, ha iniziato a lavorare come
giornalista. In seguito a una conversazione con François Mauriac
ha deciso di raccontare la propria esperienza in un libro, La notte,
che è stato tradotto in più di trenta lingue. È autore di oltre 40 libri
tra romanzi, saggi e testi teatrali, oltre che di una autobiografia
in due volumi. Con Garzanti ha pubblicato Dopo la notte, Le storie
dei saggi e La danza della memoria. Dopo aver vinto il Premio
Nobel per la Pace nel 1986, ha dato vita con la moglie Marion
alla Elie Wiesel Foundation for Humanity.
Il cuore nero della Liguria
Il noir italiano ha una nuova eroina: Ardelia Spinola,
medico legale testarda e determinata nella ricerca della verità
È un freddo pomeriggio di Capodanno,
in un paesino dell’entroterra ligure. Ardelia
Spinola, genovese, è medico legale. Viene
chiamata per un duplice omicidio: due algerini
uccisi a fucilate in una casupola di campagna.
Uno faceva il pediatra, l’altro era ancora
un ragazzo. Poco lontano, mentre si avvicina
al suo pick-up, Ardelia trova una chiavetta usb
e prima di consegnarla al giudice decide
di dare un’occhiata. Quando la apre, trova un
testo in arabo… Inizia così un’indagine difficile
e molto pericolosa, anche perché Ardelia ama
fare di testa sua. Per fortuna a darle una mano,
c’è Gabriel, un ottantenne che dalla vita ha
imparato molte cose. E poi ci sono le amiche,
quelle che arrivano da Genova e quelle che
incontra nelle sue avventure. Cristina Rava ci fa
scoprire una Liguria inedita, piena di ricchezze
segrete, colta nella luce fredda dell’inverno: piccoli
borghi, un tempo chiusi su sé stessi, ma anch’essi
ormai aperti al mondo. È lo scenario ideale
per Ardelia, un personaggio femminile di rara
simpatia, con le sue manie e le sue passioni:
i gatti che vivono con lei, le specialità della
cucina locale e di quella etnica, le chiacchiere
tra donne, e il suo pick-up Mitsubishi L200,
indispensabile compagno delle sue escursioni
notturne lungo le strette stradine dell’entroterra...
“La Riviera di Ponente, i suoi profumi e la sua
cucina, in una storia tesa dove si mescolano
tradizione e multiculturalità.”
Bruno Morchio
Cristina Rava (1958) è nata e vive ad Albenga, sulla Riviera di Ponente, dove sono ambientati i suoi
libri. Già autrice di due raccolte di racconti e di una memoria storica, tutte legate al territorio ligure,
dal 2007 ha intrapreso la via del noir con cinque romanzi. Un mare di silenzio ha come protagonista
il medico legale “molto speciale” Ardelia Spinola.
15
GARZANTI LIBRI
“I sogni si avverano molto più spesso di quello
che crediamo. Robin Gold sa come raccontarcelo.”
Booklist
Ricordi i tuoi sogni di bambina? Claire da piccola ha scritto una lista per ricordarli tutti.
“Nuotare con i delfini, trovare una cura per gli attacchi di cuore, diventare insegnante, avere
un cane, imparare il codice Morse, sposarsi e avere dei bambini…” Una lista dimenticata
che Claire credeva di aver perso, ma che adesso stringe tra le mani per la prima volta dopo
anni. Gliel’ha spedita la sua maestra delle elementari, che l’ha custodita per tutto questo
tempo. Ora che Claire ha perso tutto, quei piccoli sogni sono l’unica àncora a cui aggrapparsi
e lei decide impulsivamente di realizzarli tutti, perché sa che è l’unico modo per guarire
le ferite del suo cuore. A ogni traguardo raggiunto Claire scopre un pezzo in più della vera
sé stessa. E in una girandola di imprevisti e incontri inaspettati, capisce anche che cercare
la donna che avrebbe voluto essere da piccola potrebbe riservarle dolci sorprese...
Robin Gold è nata nel 1974 e fin da piccolissima ha cercato di esaudire tutti i suoi desideri. A scuola si esibiva come ballerina e cantante; da grande ha lavorato nel cinema
indipendente ed è stata attrice di teatro, prima di capire che il suo più grande desiderio era scrivere. Vive vicino a Chicago con il marito e il figlio.
Non si smette mai di essere figli…
Il tavolo della colazione sembra un campo di battaglia.. In salotto giocattoli per terra
e il pianto di un neonato. Ginny e William pensavano di non doversi più occupare di queste
cose. Tutti i loro figli sono ormai grandi e il loro programma era godersi in pace gli anni
della vecchiaia. Ma è bastato un solo weekend perché la casa fosse invasa da tutta la loro
progenie. La prima a presentarsi è Lillian, in fuga da un marito fedifrago, con al seguito
una bambina di tre anni e il neonato Philip. Poi Stephen, accompagnato dalla moglie
che scopre proprio in quel momento che la sua gravidanza è a rischio ed è costretta
all’immobilità. E infine Rachel, che ha perso il lavoro e non può più permettersi l’affitto
nel pieno centro di Manhattan. William e Ginny hanno di fronte una lunghissima estate
in cui devono imparare a conoscere di nuovo i figli e i loro problemi, ormai molto più
complessi di una caduta dalla bicicletta e un ginocchio sbucciato.
Meg Mitchell Moore vive in Massachusetts con il marito e i tre figli. Ha lavorato molti anni come giornalista;
Mirtilli a colazione è il suo primo romanzo.
Dopo il grande successo della Bambina ribelle,
Nafisa Haji ci regala un nuovo piccolo gioiello
Si può non credere a quello che ci dicono i nostri occhi? Quelli di Josephine e del suo gemello
Chris sono due grandi pozze scure, due occhi che per i loro primi diciotto anni di vita non
hanno mai avuto dubbi. La loro è una famiglia legata dall’amore, dalla fiducia, da precetti
che insegnano l’onestà e la trasparenza. Fino al giorno in cui a scuola non vengono spiegate
le leggi di Mendel sulla genetica. E Josephine capisce che due genitori dagli occhi azzurri
come i suoi non potranno mai generare occhi scuri. I dubbi la consumano per mesi e si
fanno lentamente strada, finché Josephine non ne parla a sua madre. E la verità che i suoi
occhi le hanno preannunciato la porta fino a Chicago, da uno sconosciuto, nel cui volto
dagli occhi scuri e dalla pelle ambrata Josephine deve cercare la strada che la porterà in un
viaggio nel passato di sua madre, ma anche alla scoperta di un mondo nuovo, il Pakistan.
Nafisa Haji, americana di famiglia indopachistana, è cresciuta a Los Angeles. Vive nel nord della California con il marito
e il figlio. Con Garzanti ha pubblicato anche il suo primo romanzo, La bambina ribelle.
16
Documentata, divertente e piena di sorprese,
la storia del cabaret come non l’avete mai
sentita raccontare: dalle taverne
degli antichi greci e romani a Zelig
Per la prima volta, la storia di una forma
di spettacolo amatissima dal pubblico.
Oreglio e Monti risalgono fino alle origini antiche
del cabaret per arrivare alla Parigi degli artisti
e degli scrittori della bohème, a Monaco e Berlino,
tra i pittori e i poeti espressionisti e dada.
Ma anche alle forme di spettacolo popolare
italiano, il cafè chantant e il varietà. E infine
l’Italia dei giorni nostri, dove la comicità
e la satira la fanno da padrone, nelle sale del
Nord come in quelle del Sud, e soprattutto nelle
televisioni. Ricordando sempre che il cabaret –
la forma di comicità amata da filosofi e artisti
– non fa solo sbellicare dalle risate: fa anche
pensare. Una miniera di consigli, aneddoti,
curiosità (di battute), per chi vuol fare l’idiota...
ma con intelligenza
Giangilberto Monti (Milano, 1952), cantautore, ha all’attivo oltre dieci album.
Ha recitato a teatro con Franca Rame e Dario Fo, collabora con l’ambiente dello Zelig di
Milano, scrivendo per Aldo Baglio, Giovanni Storti, Marco Della Noce, Cesare Gallarini e
i Fichi d’India. Con Garzanti ha pubblicato il Dizionario dei Cantautori (2003, n.e. 2005,
con Veronica Di Pietro) e il Dizionario dei comici e del cabaret (2008).
Flavio Oreglio (Peschiera Borromeo, 1958), musicista, cabarettista e scrittore,
ha incontrato il grande pubblico nella trasmissione televisiva Zelig. Autore di numerosi
album musicali e di spettacoli teatrali, ha anche pubblicato vari libri, tra i quali Poesie
catartiche; Siamo una massa di ignoranti. Parliamone; Storia curiosa
della scienza.
17
GARZANTI LIBRI
La democrazia, un bene in continuo pericolo
Il Novecento è stato segnato dalla lotta della democrazia contro i regimi totalitari: nel 1945,
alla fine della Seconda guerra mondiale, è stato sconfitto il nazifascismo, con la caduta
del Muro di Berlino nel 1989 si è sgretolato il comunismo. Oggi per molti osservatori
la sfida alla democrazia arriverebbe dai fondamentalismi religiosi e dal terrorismo, oltre che
dalle brutali dittature che li proteggono. Per Todorov questa visione è sbagliata, fuorviante
e pericolosa. Oggi la democrazia non ha più nemici esterni in grado di metterla in pericolo.
I rischi per la democrazia ora arrivano invece dal suo interno: un individualismo spinto
all’eccesso, un neo-liberismo avido e senza più regole, la deriva populista. È proprio per
questo che oggi la democrazia, per sopravvivere, ha bisogno di rinnovarsi: alla ricerca
di un nuovo equilibrio tra i valori su cui è fondata.
Tzvetan Todorov, direttore di ricerca onorario al Centro Nazionale di Ricerca Scientifica di Parigi, ha ricevuto numerosi
premi in Italia e all’estero, tra i quali, nel 2008, il premio Principe delle Asturie per le Scienze sociali. Tra i suoi ultimi libri
pubblicati con Garzanti: La letteratura in pericolo, La paura dei barbari, La bellezza salverà il mondo e Gli altri vivono in noi,
e noi viviamo in loro.
“Un nuovo libro di George Steiner è sempre
un evento.” The New Yorker
La riflessione che George Steiner, uno dei massimi critici letterari a livello internazionale,
offre in questo saggio illumina un legame profondo che sta alla base della nostra cultura
occidentale e lega la filosofia con la poesia, ovvero l’analisi intellettuale e il linguaggio.
Secondo Steiner filosofia e letteratura sono intrecciate in modo indissolubile: la letteratura
approfondisce le scoperte della filosofia, così come la filosofia è intessuta di una elaborata
prosa letteraria. Quanto la forma linguistica influisce sulla generazione di un concetto?
E come potrebbe esprimersi un’idea senza allineare parole in una composizione armoniosa?
“Il genio poetico del pensiero astratto”, scrive Steiner, “è acceso e udibile”. Ogni
argomentazione, anche la più sofisticata e analitica, contiene in sé un tono poetico, è una ode.
Steiner ci invita a prestare ascolto a questa voce nascosta per riscoprire l’incanto del mondo.
George Steiner (Parigi, 1929) è figura di primo piano nella cultura internazionale. Tra i suoi libri nel catalogo Garzanti:
Una certa idea di Europa, Dieci (possibili) ragioni della tristezza del pensiero, I libri che non ho scritto, Letture e Nel castello
di Barbablù.
È possibile coniugare economia ed etica
In questo saggio, Sedláček applica un ripensamento radicale a tutto il suo campo di studi,
sfidando i nostri preconcetti sul mondo. L’economia ci viene spacciata come scienza, indagine
matematica oggettiva, ma lui la considera invece un fenomeno culturale, un prodotto della
nostra civiltà, “una storia, una parabola, il nostro sforzo di afferrare (razionalmente) il mondo
che ci circonda”. Per questo ne cerca i fondamenti in ambiti quali il mito, la religione,
la teologia, la filosofia, la psicologia, la letteratura e il cinema, spaziando dalla saga di
Gilgamesh e il Vecchio Testamento alla progressiva affermazione della cristianità, da Cartesio
e Adam Smith fino a Fight Club o Matrix, in uno stile appassionante e postmoderno.
La sua opera rivoluzionaria sovrappone la saggezza di filosofi e poeti ai più rigidi modelli
matematici del comportamento umano, cambiando il modo in cui pensiamo all’economia
e in cui calcoliamo il valore economico.
v
Tomáš Sedlácek insegna all’Università Carolina di Praga, fa parte del Consiglio economico nazionale di Praga ed è a capo
dell’area macroeconomica del più importante istituto di credito della Repubblica Ceca. Dalla versione originale del suo best seller
L’economia del bene e del male è stato tratto un adattamento che continua a fare il tutto esaurito al Teatro nazionale ceco.
18
CORBACCIO
Delicate e potenti, le parole di un amore
che supera le tragedie della Storia
Un best seller spagnolo che sta conquistando il mondo,
due vicende parallele che si intrecciano sullo sfondo del dramma
della bomba atomica
Haiku: poema giapponese di diciassette sillabe,
lampo fugace che ci mostra l’essenza delle cose.
Nagasaki, agosto 1945. Kazuo, un ragazzo
occidentale adottato da una famiglia giapponese,
e Junko, figlia di una maestra di ikebana, si sono
ripromessi di incontrarsi su una collina per
suggellare il loro amore adolescente con un haiku.
Pochi minuti prima dell’appuntamento, la bomba
atomica trasforma la città intera nell’inferno.
Tokyo, febbraio 2011. Emilian Zäch, architetto
svizzero in crisi, funzionario delle Nazioni Unite
e sostenitore dell’energia nucleare, conosce
una gallerista di arte giapponese ossessionata
dall’idea di rintracciare il primo amore
della nonna.
Due storie parallele, destinate a incrociarsi in
una finale sorprendente. Un libro commovente
sulla forza dell’amore capace di superare ogni
cosa. Una storia di speranza e determinazione,
di abbandono e di coraggio, un romanzo
sull’importanza di non dimenticare le tragedie
del passato per affrontare le sfide del presente
e scrivere il nostro futuro.
Andrés Pascual (Longrono, 1969) riesce a conciliare la sua
professione di avvocato con la sua vocazione di scrittore.
Dirige la Aula de Cultura di La Rioja, tiene conferenze ed è spesso
ospite di trasmissioni radiofoniche. La musica che suona con il suo
gruppo rock e i suoi viaggi in tutto il mondo sono la prima fonte
di ispirazione per i suoi romanzi.
Scarica gratis
sul telefonino
l’applicazione:
http://get.quarkode.mobi
e guarda subito
il booktrailer
con splendide
illustrazioni animate
su carta di riso
“Un libro che racconta due storie d’amore parallele avvenute in due
epoche diverse: l’anno dell’atomica su Nagasaki e il nostro presente…
Un romanzo bellissimo, scritto con uno stile efficace, capace di intrecciare
due vicende appassionanti.”
ABC
19
CORBACCIO
Ti amo, ti seguo, ti uccido…
Dall’autore best seller della Psichiatra, uno psicothriller
inquietante che spiazzerà anche il lettore più smaliziato
Un mazzo di bellissime rose rosse senza biglietto. Un inquietante disegno sotto
il tergicristallo dell’auto… Lo psichiatra Jan Forstner è l’oggetto delle attenzioni
insistenti di una sconosciuta. All’inizio pensa si tratti semplicemente dei
sentimenti innocui di una paziente. Ma quando un amico giornalista, che stava
per fargli delle rivelazioni sconvolgenti che lo riguardavano da vicino, viene
trovato barbaramente ucciso, Forster comincia a temere di essere il bersaglio
finale di una pazza omicida. Una stalker che non si ferma davanti a nulla pur
di ottenere ciò che vuole. E ciò che vuole è lui, Jan, per sempre…
Wulf Dorn è nato nel 1969.
Ha studiato lingue e per anni ha lavorato
come logopedista per la riabilitazione
del linguaggio in pazienti psichiatrici.
Vive con la moglie e il gatto vicino
a Ulm, in Germania. In Italia Corbaccio
ha pubblicato La psichiatra, che
è diventato un bestseller grazie al
passaparola dei lettori, e Il superstite.
Scarica gratis
sul telefonino
l’applicazione:
http://get.quarkode.mobi
e tuffati subito
nell’atmosfera del libro
guardando il booktrailer
“In Follia profonda Dorn precipita il lettore in un vortice irresistibile fino all’inatteso
e spiazzante finale.”
Stern
Il male dentro
Suspense allo stato puro in un thriller che è un raffinato
gioco di specchi, ricco di colpi di scena
Il commissario della polizia di Stoccolma Jeanette Kihlberg sta indagando
sulla morte di alcuni giovani immigrati, quando si trova a dover risolvere un
caso ben più “importante” per la sua risonanza mediatica: l’assassinio brutale
di un uomo d’affari noto per le sue attività filantropiche. Jeanette si rivolge
all’amica Sofia Zetterlund, psicologa e profiler dalla personalità ambigua
che, mentre collabora con la polizia, tenta disperatamente di liberarsi dai
fantasmi del suo passato. Intanto, tra Svezia e Danimarca, una serie di omicidi
raccapriccianti sembra far emergere uno spietato disegno di vendetta.
Le indagini condotte da Jeanette Kihlberg riportano lentamente alla luce
un passato oscuro e in apparenza indecifrabile: chi è davvero Victoria
Bergman, e perché è scomparsa nel nulla? Cos’è accaduto venticinque anni
prima al liceo di Sigtuna, e che ha segnato in modo indelebile la vita di alcune
studentesse di allora? E di cosa si occupa la misteriosa fondazione che fa capo
all’istituto? Chi sta cercando di coprire il pubblico ministero von Kwist?
Jerker Eriksson, nato e cresciuto a Gävle, una delle
più antiche città svedesi, prima di scoprire di essere
un romanziere, ha svolto numerosi lavori, così come
Håkan Axlander Sundquist, nato a Linköping,
20
cresciuto a Falun, Stoccolma e a Gävle. Dopo aver
suonato insieme e frequentato gli stessi gruppi
musicali, in pochi mesi i due amici hanno scritto
a quattro mani La stanza del male, un thriller originale
e duro, destinato a spiccare nel panorama editoriale
svedese. Una donna non dimentica mai è il loro
secondo romanzo.
Le regole di Jane per conquistare
l’eterna giovinezza
Attrice, scrittrice, pioniera del fitness, Jane Fonda insegna a dare e ad avere il meglio
in tutte le fasi della propria vita e in tutti i suoi aspetti: amore, sesso, alimentazione,
forma fisica, autostima, spiritualità e relazioni sociali. Raccontando episodi tratti dalla sua vita
e analizzando studi e ricerche scientifici, Jane Fonda mostra come quella che è sempre stata
considerata un’età critica – gli anni fra i 45 e i 50 e poi dai 60 in avanti – sia in realtà
la fase della vita in cui possiamo realmente mostrare il nostro io più energico e autentico,
aperto all’amore e agli altri.
Jane Fonda (1937) nella sua carriera di artista ha vinto
due Oscar come miglior attrice protagonista, sei Golden
Globe e due Emmy Awards. Nel 1982, con il Jane Fonda
Workout ha rivoluzionato il mondo del fitness e venduto
più di 17 milioni dei suoi video e libri dedicati al fitness.
L’esperienza della “maestra dei casi difficili”
Per anni Torey Hayden ha insegnato in classi speciali e a bambini “difficili”: da questa sua
esperienza sono nati alcuni fra i suoi racconti più belli, come Una bambina. In questo libro,
la Hayden insieme a Mike Marlowe, professore universitario che si occupa di formazione degli
insegnanti, analizza quello che col tempo è diventato un vero e proprio metodo di insegnamento.
Torey Hayden si rifà alle sue storie e le utilizza per inquadrare le relazioni con i bambini. Insegnanti,
studenti, genitori e figli ritroveranno negli esempi contenuti uno strumento fondamentale per
impostare un rapporto basato sull’amore, sulla comprensione e sul rispetto reciproci, fra adulti
e bambini– difficili, problematici – ma anche semplicemente “bambini”.
Torey L. Hayden, americana, vive da molti anni in Inghilterra. La sua esperienza di insegnante nelle scuole speciali
per bambini emotivamente labili ha fatto di lei una specialista nell’ambito della psicopatologia infantile. In Italia Corbaccio
ha pubblicato, con grande successo, Una bambina (16 edizioni), Come in una gabbia, La figlia della tigre, Una bambina
e gli spettri, Figli di nessuno, Una di loro, Una bambina bellissima, Bambini nel silenzio e i romanzi Il gatto meccanico, La cosa
veramente peggiore e L’innocenza delle volpi. Mike Marlowe è docente universitario presso l’Appalachian State University
e si occupa di formazione degli insegnanti.
Dalla vetta delle classifiche spagnole,
il manuale che vi semplificherà la vita
Lo sapevate che conviviamo quotidianamente, in tutti gli ambiti della nostra vita,
con un numero sorprendente di persone nocive? Sul lavoro, a scuola, in famiglia, nelle
istituzioni, persino tra gli amici si annidano individui la cui personalità è per noi “tossica”:
ci fa stare male, ci toglie serenità, influenza negativamente le nostre azioni e i nostri pensieri.
Si può proprio dire che queste persone ci “ammalano la vita”! Ecco perché questo libro
di Bernardo Stamateas – psicologo, teologo, terapeuta e sessuologo –, ha avuto e avrà un così
grande successo: insegna come riconoscere le persone nocive e neutralizzarle.
Bernardo Stamateas è uno psicologo e affermatissimo life-coach argentino. Le sue conferenze e i suoi workshop
sono seguiti da migliaia di persone in tutto il mondo.
21
CORBACCIO
Dall’autrice di Parole sulla sabbia,
una nuova storia romantica e lieve
che riscrive la parola “amore”
Quando la lessicografa Abigail Harker si è trasferita a Chapel Isle, era alla
ricerca di un posto dove vivere in solitudine per cercare di riprendersi dopo
la tragica morte del marito e del figlio. Grazie alla pittoresca comunità locale,
piano piano aveva cominciato a trovare un po’ di serenità. Adesso finalmente
è arrivata l’estate e l’isola si è riempita di turisti, a volte più che altro molesti,
fra cui un gruppo di sub alla ricerca di un relitto che custodirebbe un tesoro.
E Abigail dovrà decidere se restare, mettendo a repentaglio la sua tranquillità,
o andare via rischiando di farsi sopraffare dai fantasmi del passato.
Ellen Block ha studiato Letteratura all’University of Michigan negli Stati Uniti, dove ha ottenuto
due premi per la narrativa, l’Hopwood Prize e l’Haugh Prize. Corbaccio ha pubblicato con grande successo
il suo primo romanzo, Parole sulla sabbia. Vive a Los Angeles.
“Ellen Block scrive divinamente.” Publishers Weekly
Tre uomini e una vetta.
Un grande classico dell’avventura
pubblicato in tutto il mondo
Nel 1943 tre prigionieri di guerra italiani, Felice Benuzzi, Giovanni Balletto
e Vincenzo Barsotti evasero dal campo di prigionia britannico a Nanyuki,
in Kenya, al solo scopo di scalare il Monte Kenya. Si erano preparati per
mesi, di nascosto, procurandosi con mille espedienti i materiali per costruire
ramponi, piccozze, corde… Non avevano carte topografiche e quasi alla cieca
attraversarono la foresta equatoriale per giungere ai piedi della montagna.
Il triestino Benuzzi era un alpinista esperto, così come il genovese Balletto,
mentre il camaiorese Barsotti era alla sua prima esperienza, tant’è che fu
costretto a restare al “campo base”, quando, stremati e malnutriti,
dopo due settimane e varie peripezie, Felice e Giovanni tentarono infine
con successo “l’assalto alla vetta” raggiungendo la cima della Punta Lenana
(4985 metri). Dopo aver piantato il tricolore, i tre fecero ritorno a Nanyuki
dove si consegnarono alle autorità. Agli inglesi, comunque, toccò organizzare
una spedizione per togliere la bandiera italiana da Punta Lenana, dove aveva
orgogliosamente sventolato per alcuni giorni. Questo libro non è solo
il racconto di una incredibile avventura, ma anche una testimonianza
della forza dello spirito umano.
22
Felice Benuzzi (1910-1988) nacque a Trieste e dopo l’esame
di Stato in Giurisprudenza si trasferì a Addis Abeba nel 1939.
Con la conquista dell’Abissinia da parte degli inglesi nel 1941
fu internato in vari campi di prigionia in Kenya, dove rimase fino
alla fine della guerra. Rientrato in patria nel 1946,
entrò in diplomazia.
GUANDA
Un thriller eccezionale che riformula
le regole del genere
“Una detective story molto classica, nel senso che è davvero
‘di classe’.” Gefle Dagblad
Stoccolma, 1928. Alla ricerca di un posto dove
smaltire la sbornia, un senzatetto ritrova
un cadavere in un cantiere navale dismesso.
La vittima riporta ematomi da strangolamento
e ha il cranio fracassato. In preda al panico,
il senzatetto avverte la polizia.
Il caso viene affidato al brillante e promettente
ispettore Stierna.
Stoccolma, 1953. Stierna lavora al Museo
del crimine: è il suo ultimo giorno, sta per andare
in pensione a 59 anni, segnando così la sua uscita
definitiva dal corpo di polizia. È un uomo solo
e tormentato, ben diverso dall’entusiasta giovane
poliziotto di venticinque anni prima.
Ha deciso di trasferirsi sull’isola di Gotland,
nella Svezia meridionale, ma si porta dietro
il ricordo ossessivo di quell’omicidio atroce
e irrisolto, che gli ha straziato l’esistenza,
e che non riesce a dimenticare. Ormai è questione
di pochi giorni e quel caso degli inizi della sua
carriera verrà archiviato, eppure Stierna sente
che la soluzione è molto più vicina di quello
che sembra…
Pontus Ljunghill è nato nel 1971 a Stoccolma. Si è laureato
in criminologia e lavora come giornalista. L’invisibile è il suo primo
romanzo.
Scarica l’applicazione
per il QRcode
e guarda i contenuti
multimediali
sul tuo telefonino
“Un bellissimo debutto nel campo del thriller, ambientato in due
epoche diverse. La scrittura di Ljunghill impressiona sia per la
costruzione delle ambientazioni passate, sia per la splendida resa
psicologica del suo protagonista.”
Dagens Nyheter
23
GUANDA
Un boss in latitanza, un clan di fedelissimi,
un piano perfetto… o quasi
Un romanzo incalzante, che offre del mondo camorristico
una rappresentazione realistica, irridente, demolitrice
Lo Zio è un boss della camorra, lucido, spietato,
con un grande talento imprenditoriale.
Un leader e un affarista nato, due doti decisive
nei Quartieri Spagnoli. Ha però una fatale
debolezza: il Grande Fratello. Non si perde
una puntata del GF neanche quando è costretto
a vivere in latitanza, braccato dall’agente
di polizia Woody Alien, così soprannominato
per la bruttezza intellettualoide, che potrebbe
incastrarlo grazie a un misterioso informatore.
Allora i guaglioni dello Zio – i cinque “mostri”
Alberto ’o Malamente, Germano Spic e Span,
Sandruccio la Zitella, Pasquale Bruciulì e Biagio
’o Femminiello – arruolano un “bravo ragazzo”
per mandargli un messaggio dalla Casa: il pusher
Anthony, ventenne incensurato, ma in compenso
lampadato e depilato. Dopo un estenuante
addestramento, Anthony riesce a superare
il provino ed entra nel cast. E sarà proprio lui
a dare il colpo di… scena. Con una scrittura
plastica e il suo humour paradossale, Piedimonte
ha trovato un modo speciale di raccontare una
realtà dura come quella napoletana: restituisce
operai e manager del crimine alle loro fragilità,
ai loro tic, al loro linguaggio, alla loro infernale
quotidianità, e proprio per questo li tocca nel vivo.
Stefano Piedimonte è nato nel 1980 a Napoli e si è laureato all’università L’Orientale.
Dal 2006 lavora per il Corriere del Mezzogiorno, prima come cronista di nera e poi come redattore
web della testata.
24
Nella Spagna del franchismo un ragazzino guarda il mondo
Da una grande autrice amata in tutto il mondo un romanzo straordinario, da oltre sei mesi
in testa alle classifiche spagnole
Non è vero che in Andalusia il tempo è sempre bello, né che
la Guerra di Spagna è finita nel 1939. Ne sa qualcosa Nino,
figlio di una guardia civile di stanza nella provincia montuosa
di Jaén. Ancora nel 1947, il leggendario partigiano Cencerro
imperversa sui monti e Nino, che vive con la famiglia nella
caserma del suo piccolo paese, non potrà mai dimenticare
quell’estate: il giorno di luglio in cui Cencerro si è suicidato
per sfuggire alla cattura, facendosi beffe delle autorità per
l’ultima volta; il mulino accanto al fiume dove va a pesca
di granchi con Pepe il Portoghese, misterioso e affascinante
forestiero che diventa suo amico e modello; il podere delle
Bionde, famiglia di sole donne, vedove e orfane, che resistono
orgogliose alle vessazioni del franchismo; la violenta
repressione che segue l’avvento di un nuovo Cencerro;
la maturata convinzione che mai seguirà le orme del padre
nella Guardia civil. Mentre scopre un mondo nuovo grazie
ai romanzi di avventura di cui è avido lettore, Nino impara
a poco a poco a interpretare il proprio, il mondo violento della
caserma dove le urla dei prigionieri non lo lasciano dormire,
quello di un paesino dove convivono omertà e tradimenti
di due fazioni opposte e inconciliabili. E capisce perché
il padre gli fa studiare dattilografia, capisce perché in quella
“guerra interminabile” i nemici di suo padre non sono i suoi.
Almudena Grandes è nata a Madrid nel 1960. Presso Guanda sono usciti:
Le età di Lulù, caso letterario e best seller internazionale, Ti chiamerò Venerdì, Malena,
un nome da tango, Modelli di donna, Atlante di geografia umana, Gli anni difficili,
Troppo amore, Il ragazzo che apriva la fila, Cuore di ghiaccio e Inés e l’allegria.
Ossessione d’amore. Un grande romanzo erotico,
con la tensione di un thriller
Guillermo, sposato e in attesa di un figlio, confida all’amico Eusebio di avere un’amante: una
donna passionale quanto crudele e ambigua, che si fa chiamare Marcia, con la quale ha una
relazione morbosamente intensa. Quando Guillermo muore in circostanze tragiche, Eusebio
conosce Julia e se ne innamora a prima vista, ricambiato. Intrecciano una relazione appagante
che culminerà nel matrimonio. Eppure Eusebio è tormentato da un dubbio atroce. Perché,
anche se sembra impossibile, tutto lascia pensare che Julia sia Marcia e Marcia sia Julia.
Nel tentativo di dare corpo alla donna d’ombra che si nasconde dietro Julia, Eusebio finisce per
immedesimarsi sempre più nell’amico morto: ne sperimenta le ossessioni e ne ricerca di nuove
in una spirale ineludibile dove l’eros diventa per il protagonista il motore di un drammatico
sdoppiamento e per l’autore lo strumento per esplorare le zone oscure della nostra interiorità.
Luisgé Martín è nato a Madrid nel 1962. Ha lavorato nell’editoria e collabora come articolista con diverse testate.
25
GUANDA
Tre donne, l’amicizia, la loro
capacità di affrontare il dolore
È un piovoso e freddo lunedì di febbraio sul treno che porta
i pendolari da Brighton a Londra. Nei vagoni, visi assonnati,
pensieri, preoccupazioni. All’improvviso, un uomo che sta
viaggiando con la moglie si sente male. Inizia così, da un
episodio quasi banale nella sua drammaticità, la storia intensa
di Anna, Karen e Lou. Tre donne su quel treno, le prime due
legate da una profonda amicizia, la terza una sconosciuta che
per una serie di eventi fortuiti connessi a quel dramma si
avvicinerà a loro. Insieme affronteranno la settimana più dura
della loro vita e insieme scopriranno che, se è vero che basta
un attimo perché tutto vada in frantumi, la vita va avanti
e ci chiede di tenere il passo…
Sarah Rayner è nata a Londra e vive a Brighton con il compagno, il figlio
tredicenne e tre gatti. Questo è il suo primo romanzo pubblicato in Italia, con il quale
ha ricevuto un ampio consenso internazionale di critica e pubblico.
“Un romanzo che scandaglia tutti gli aspetti, anche i
più reconditi, dell’amicizia tra donne. Una storia davvero
coinvolgente che terrà il lettore avvinto fino all’ultima
pagina.”
Argus
“Colpisce dritto al cuore delle emozioni.”
Easy Living
Tra noir e dramma dei sentimenti, il nuovo
romanzo dell’autrice di Cuccette per signora
È il primo di agosto, a Bangalore, quando viene trovato il cadavere di un farmacista. Sembra
un caso destinato a essere archiviato in fretta, ma la settimana dopo viene trovata un’altra
vittima, che segna l’inizio di una serie di delitti misteriosi, non legati a un codice della
malavita né legati tra loro, all’apparenza. L’ispettore Gowda, un uomo dall’intuito formidabile
ma ormai disilluso e incapace di adeguarsi alle ipocrisie del sistema, riesce a cogliere uno
schema, dietro i delitti, dove nessuno vede niente. Le indagini lo portano a esplorare il mondo
dei bassifondi della città, lo portano a scoprire attività che si muovono al limite dell’illecito…
Anita Nair vive a Bangalore, in India. Ha esordito con la raccolta di racconti Il satiro della sotterranea. Racconti urbani
e gotici. Guanda ha in catalogo L’arte di dimenticare, Un uomo migliore e il best seller Cuccette per signora.
“Anita Nair si colloca nel filone maestro della narrativa indiana, che fonde con assoluta
naturalezza modernità e tradizione, cielo e terra, realtà e simbolo, umano e divino.”
Claudio Gorlier
26
SALANI
Magia e mistero nel caso editoriale svedese
che ha conquistato il mondo
In una cittadina industriale, sei ragazze hanno appena
cominciato le superiori. Non sono amiche, non hanno nulla
in comune, eppure, quando un compagno di classe viene
trovato morto in uno dei bagni della scuola, le sei si incontrano
in una notte di luna piena, attratte da una forza misteriosa.
Non sanno come o perché, ma hanno bisogno l’una dell’altra
per sopravvivere. Un’antica profezia rivela che loro sono
le Prescelte, un gruppo di streghe legate da un enorme potere
distruttivo. Devono imparare a convivere nonostante le
differenze e riuscire a dominare le forze che si agitano dentro
di loro. Il tempo sta per scadere…
Sara B. Elfgren ha iniziato la sua carriera nell’industria cinematografica come
sceneggiatrice e ha realizzato diverse produzioni televisive. Nel 2008 ha incontrato
Mats Strandberg e insieme hanno iniziato a lavorare al Cerchio, e ai suoi due sequel.
Mats Strandberg è giornalista e ha una rubrica fissa sull’Aftonbladet, il più
famoso giornale svedese. Nel 2004 ha vinto il titolo di editorialista dell’anno.
“Una prova da maestro: nel Cerchio trovi tutto quello che
cerchi in un best seller, un equilibrio perfettamente calibrato
tra occultismo, magia e vita vera.” DN.se
Scarica l’applicazione per il QRcode
e guarda i contenuti multimediali
sul tuo telefonino
Continua l’irresistibile avventura Zamonica,
la saga fantasy che ha venduto oltre 2 milioni
di copie
Abbiamo lasciato Librandia in preda a un devastante incendio. Ora, duecento anni dopo,
la città dei libri sognanti è risorta dalle sue ceneri, più splendida di prima. Ma nei labirinti
delle sue catacombe si nascondono misteri inquietanti che solo Ildefonso de’ Sventramitis,
il più grande scrittore zamonico, ha il coraggio di narrare in queste pagine.
Fanatici della carta stampata tremate, perché se ancora siete convinti che i libri siano
innocui, ben presto vi ricrederete…
“Quello che Moers traduce dallo zamonico è quanto di meglio il postmoderno
abbia da offrire alla narrativa fantastica.” Die Zeit
Walter Moers, classe 1957, ha conquistato la fama internazionale con le avventure del Capitano Orso Blu
e con la creazione di Zamonia, uno tra i maggiori eventi editoriali degli ultimi anni. Il labirinto dei libri sognanti è stato
per settimane in testa alle classifiche tedesche.
27
SALANI
“La favola pop di Albert
Espinosa arriva in Italia.”
Il Venerdì di Repubblica
Il romanzo che ha dominato le classifiche
spagnole vendendo oltre un milione di copie
in un solo anno
“Dedicato a tutti quelli che hanno ancora voglia di essere diversi
e di combattere contro quelli che ci vogliono uguali.” Dani si
dedica a ritrovare bambini scomparsi. Proprio nel momento
in cui la sua compagna sta facendo le valigie, pronta a lasciarlo,
lui riceve la telefonata di un padre disperato, che gli chiede aiuto.
Il caso lo porterà a Capri, un posto nel quale riaffiorano ricordi
della sua infanzia e delle due persone che hanno lasciato il segno
nella sua vita: il signor Martín e George. Un ritorno al passato
che porterà Dani a riflettere sul suo presente, sulla relazione
con la donna che ama e sulle cose che davvero contano.
Albert Espinosa (Barcellona, 1973), laureato in ingegneria chimica, è uno dei più
importanti registi, autori di teatro e televisione spagnoli. Salani ha già pubblicato
il suo primo romanzo: Tutto quello che avremmo potuto essere io e te se non fossimo
stati io e te.
“Limpido, anticonvenzionale, autentico.” La Vanguardia
“Elda Lanza è un Camilleri in gonnella!”
Marco Vichi
Chi ha ucciso la signorina Olga? Toccherà al commissario Max Gilardi, l’affascinante
investigatore della squadra omicidi della città, scoprire il mistero della morte dell’anziana
condomina seguendo le tracce di un quadro rubato. E sempre lui dovrà per il momento
mettere da parte la sua eterna inquietudine e il suo orgoglio tutto partenopeo per cedere,
lui tenacemente scapolo, a quarantasette anni suonati, per la prima volta alle lusinghe
dell’amore. Un amore travolgente e appassionato che rivoluzionerà in ogni senso tutta
la sua vita… Al suo esordio come giallista Elda Lanza, regina indiscussa
della comunicazione, ci folgora con un romanzo arguto, intrigante, coinvolgente.
E indimenticabile, proprio come lei.
Elda Lanza è nota al grande pubblico come prima presentatrice della televisione italiana. Giornalista, scrittrice
ed esperta di comunicazione, è docente di storia del costume e ha pubblicato numerosi libri. È stata ed è tuttora ospite
di numerose e importanti trasmissioni televisive. Oggi ha 88 anni, è una cuoca provetta e scrive gialli.
28
Una nuova avventura
della cacciatrice di taglie
più sexy e famosa d’America:
oltre 75 milioni di copie
vendute nel mondo
Il compito di Stephanie questa volta è proprio semplice:
ripescare il latitante Eddie DeChooch, accusato di contrabbando
di sigarette dalla Virginia. Eddie è ormai quasi in pensione, ma
non ha perso le buone abitudini e la sua scomparsa scatena
l’inferno. Molto presto Stephanie deve destreggiarsi con un
cadavere crivellato di colpi nel giardino del latitante, due amici
scomparsi e nessuna idea di come risolvere il caso. A complicare
la situazione, già piuttosto difficile di per sé, ci si mettono
la scoperta che perfino Nonna Mazur ne sa più di lei su Eddie
e i suoi loschi traffici, le minacce di un mafioso locale e…
la proposta di matrimonio da parte di Joe Morelli. Forse Ranger
potrebbe darle una mano, ma Ranger è disposto ad aiutarla
solo se Stephanie finalmente si deciderà a dargli quello che lui
desidera ardentemente… Tempi davvero duri per la cacciatrice
di taglie più sexy e famosa d’America.
Janet Evanovich è nata nel New Jersey. Dopo aver pubblicato romanzi rosa di successo, si è dedicata al poliziesco e a Stephanie, che è diventata in breve tempo la detective
più famosa d’America: ogni sua avventura conquista regolarmente il primo posto della classifica del New York Times.
Dopo Grazie a Dio ho le corna, la seconda,
irresistibile puntata dell’”educazione
sentimentale” di Rosita Celentano
I veri uomini esistono, e sono gay. Parola di Rosita Celentano, secondo la quale non c’è
storia: chi si trova, per natura o per scelta, ad amare una persona del suo stesso sesso
ha capito tutto della vita, delle relazioni e soprattutto del valore profondo dell’amicizia.
Partendo come sempre dalla propria esperienza, Rosita Celentano parla prima di tutto
di esseri umani, fatti di intelligenza e sentimenti; parla del rapporto che la lega ai suoi
amici gay, alla ricchezza e alla sincerità che lo caratterizza; e si scaglia contro l’omofobia
e il pregiudizio, sostenendo il diritto di ciascuno di vivere liberamente la sessualità senza
subire discriminazioni, repressioni e violenze.
Rosita Celentano, classe 1965, milanese, inizia la sua carriera di attrice nel 1974, recitando in Yuppi Du al fianco
del padre Adriano. Da allora alterna la scrittura di programmi e sceneggiature con l’attività nel cinema e in televisione.
Per Salani ha pubblicato il fortunatissimo Grazie a Dio ho le corna e il romanzo Oltre la pelle.
29
NORD
Era scritto nelle stelle…
Due epoche lontane eppure così vicine, per una storia
che ha commosso gli editori di tutto il mondo
e che ha vinto due Romance Award
Amiens, Francia, 1916. Incurante della pioggia battente,
una donna è in attesa fuori della cattedrale. Tra i fedeli raccolti
in preghiera, c’è il capitano Julian Ashford, l’uomo per cui
lei ha sacrificato ogni cosa e che tuttavia non rivedrà mai più.
Quando tornerà in trincea, Julian morirà. Ma lei è lì
per riscrivere il loro destino. Il nome della donna è Kate…
New York, oggi. Incurante del gelo, una donna è in attesa
davanti alla porta di Julian Laurence: sebbene sia la vigilia
di Natale, deve consegnargli dei documenti urgentissimi.
I due si sono conosciuti il giorno precedente, eppure, quando
lei entra in casa, lui si comporta come se l’aspettasse
da sempre, come se l’amasse da sempre.
Ricambiare quell’amore le sarà facile: Julian è uno degli
Sig
rid
E s t ra d
a
Beatriz Williams
si è laureata a Stanford e ha conseguito
un master in Economia alla Columbia University.
Ha lavorato per anni come consulente per
la comunicazione di diverse aziende, sia
a New York sia a Londra, ma la sua vera
passione è sempre stata la narrativa, come
dimostrano i numerosi racconti che scriveva
di nascosto a casa e in ufficio. Le parole
del nostro destino è il suo primo romanzo.
Attualmente vive sulla costa del Connecticut
con il marito e i quattro figli.
©
Scarica l’applicazione
per il QRcode
e guarda i contenuti
multimediali
sul tuo telefonino
30
uomini più ricchi e affascinanti di Manhattan, è romantico,
appassionato, intenso. Per qualche mese, la vita diventa un
sogno da cui non ci si vorrebbe svegliare mai più... Ma poi,
dal nulla, spunta un libro: la biografia di Julian Ashford,
un prezioso volume corredato di foto e di lettere scritte
dal celebre poeta-soldato durante la prima guerra mondiale.
La donna non ha dubbi: la calligrafia elegante e ordinata,
gli occhi gentili, il volto che s’intravede sotto il berretto sono
del suo Julian. E quel libro sta per segnare il loro destino.
Il nome della donna è Kate…
In un turbine di sentimenti e di misteri, di speranze
e di passione, Le parole del nostro destino racconta la storia
di un amore vero, un amore unico, un amore eterno.
“Una storia indimenticabile.”
Publishers Weekly
NORD
“Io non sono uscito dall’oscurità.
Io sono l’oscurità stessa.”
Inquietante, innovativo, diabolico: il thriller dell’anno
David Rosen è disperato. È la quarta scena
del crimine che analizza in pochi mesi e, come
tutte le altre, è priva di qualsiasi indizio: non ci
sono impronte digitali, né tracce di DNA, niente.
Una cosa soltanto è orribilmente chiara: ancora
una volta, il serial killer cui sta dando la caccia
non ha ucciso subito la sua vittima, ma la terrà
prigioniera per giorni, anche per settimane,
prima di lasciare il suo cadavere in pieno centro
di Londra. Julia Caton è stata rapita solo ieri,
perciò lui avrebbe tutto il tempo per riportarla
dalla sua famiglia… se solo avesse almeno una
traccia. Rosen venderebbe l’anima al diavolo pur
di salvarla…
Sebastian Flint è pronto. Dalla sua cella
nel monastero di St Mark, nel Kent, ha seguito
con attenzione gli sviluppi del caso e non ha
dubbi: l’assassino che sta terrorizzando Londra
è un emulatore di Alessio Capaneo, un satanista
vissuto a Firenze alla fine del XIII secolo. Flint
deve avvertire la polizia, prima che sia troppo
tardi: Capaneo uccideva per celebrare un antico
rito in cui era previsto il sacrificio di cinque
donne. Flint ne è certo: David Rosen
è un detective intelligente e meticoloso, capirà
subito che quella è la pista giusta e seguirà
le sue indicazioni alla lettera. Quindi ben presto
s’insospettirà, farà alcune indagini e scoprirà
la verità. E allora il gioco potrà proseguire
con nuove regole…
Mark Roberts è nato a Liverpool nel 1961. Prima di dedicarsi a tempo pieno alla narrativa,
è stato professore di liceo per quasi trent’anni, rivolgendo particolare attenzione ai ragazzi
con problemi di apprendimento. Il giorno del sacrificio è il suo primo romanzo.
32
Senza limiti
Quando l’amore diventa trasgressione…
Lei. Elizabeth, una giovane donna in crisi che, lasciata dal fidanzato,
si rifugia a Londra, nella casa della zia. Un giorno si affaccia alla finestra e,
nell’appartamento di fronte, nota un uomo. Quell’uomo le cambierà la vita…
Lui. Dominic, bello, elegante, ricco. È l’uomo che tutte le donne sognano,
ma che nessuna può avere.
E nasconde un segreto che solo Elizabeth scoprirà…
La passione. Travolgente, senza inibizioni, bruciante.
“Elegante e sicuro di sé, è di una bellezza sconvolgente mentre cammina
nell’appartamento. Un attimo prima di spegnere la luce, mi fissa col suo
sguardo magnetico e dentro di me si accende un fuoco… Da quando
ho incontrato Dominic, tutto è cambiato. Il mio cuore era stato spezzato,
infranto in un milione di pezzi, e passavo le giornate a fingere di essere
felice, per il bene delle persone che mi stavano intorno. Lui però ha intuito
subito la verità. Dominic mi ha mostrato come lasciarmi andare in una
maniera che non avrei mai immaginato. Mi ha guidato lungo un sentiero
lastricato di piacere e di sensazioni uniche. La sua passione m’investe
di luce e, al tempo stesso, mi getta nell’oscurità.” Da Giocando col fuoco
Sadie Matthews è sposata e vive a Londra. Giocando col fuoco è il suo primo romanzo.
I padri traditori
Una nuova, adrenalinica avventura di Cotton Malone
tra i misteri della Storia
Washington, 30 gennaio 1835. Un uomo si fa largo tra la folla, punta
una pistola al petto del presidente Andrew Jackson e preme il grilletto.
Per fortuna, l’arma s’inceppa e l’attentatore viene assicurato alla giustizia:
dagli interrogatori, risulta subito che si tratta di uno squilibrato, convinto
di essere il re d’Inghilterra. Eppure il suo gesto non è stato un raptus di follia:
quell’uomo, in realtà, era stato plagiato da una mente acuta e perversa…
New York, oggi. Una raffica di proiettili si abbatte sull’ingresso dell’Hotel
Cipriani, mancando per un soffio il presidente Daniels, appena sceso dalla
sua limousine blindata. Benché la reazione dei servizi segreti e dell’FBI
sia istantanea, Daniels preferisce affidare l’indagine sull’accaduto a Cotton
Malone, un ex agente del dipartimento di Giustizia, perché è l’unica persona
di cui si possa fidare: quel viaggio a New York era infatti top secret e quindi
nell’entourage del presidente degli Stati Uniti si nasconde un traditore. Malone
dovrà smascherarlo prima che possa colpire di nuovo, e soprattutto dovrà
risalire agli uomini che hanno guidato la sua mano. Uomini che hanno fatto
del ricatto e dell’inganno una ragione di vita, che hanno stretto un giuramento
di sangue fin dai tempi della Dichiarazione d’Indipendenza, che si sono
passati il testimone per oltre duecento anni e che adesso stanno per rovesciare
l’ordine mondiale…
Steve Berry è un autore di bestseller internazionali grazie
al clamoroso successo dei romanzi che raccontano le avventure
di Cotton Malone, un ex agente operativo del dipartimento
di Giustizia americano che si è trasferito a Copenhagen
per gestire una libreria antiquaria.
33
NORD
Maschera di morte
C’è solo Anita Blake: diffidate delle imitazioni
Proprio quando sperava di rilassarsi e di trascorrere una serata romantica
in compagnia di Nathaniel, Anita Blake scopre che qualcuno si è introdotto
di nascosto in casa sua e ha lasciato un pacco: all’interno c’è una maschera
bianca. Preoccupata, Anita avverte subito Jean Cladue, e la reazione del vampiro
è sconvolgente: per la prima volta da quando lo conosce, Jean-Claude
ha paura. Perché quell’oggetto è il simbolo dell’Arlecchino, una setta
di vampiri che hanno ricevuto dalla Madre delle Tenebre il compito di punire
chiunque infranga le leggi delle creature della notte. Di solito con la tortura
o con la morte. Ma che cosa può aver fatto Anita per attirare la loro attenzione?
Per fortuna, il colore bianco significa che, almeno per il momento, stanno solo
raccogliendo informazioni su di lei, perciò non possono farle del male, non
prima di averle mandato pure una maschera rossa, come prevede
il protocollo. Purtroppo, però, i membri dell’Arlecchino che hanno preso
di mira la Sterminatrice non hanno nessuna intenzione di seguire le regole,
anzi stanno già usando i loro poteri occulti per manipolare le menti di JeanClaude e di Richard, che per poco non si uccidono a vicenda. Solo Anita può
spezzare l’incantesimo che li tiene prigionieri, ma dovrà agire in fretta,
prima che l’Arlecchino riesca a prendere il sopravvento anche su di lei…
Laurell K. Hamilton è nata a Heber Springs (Arkansas), ma è cresciuta a Sims, un piccolo villaggio dell’Indiana. I romanzi dedicati alla cacciatrice di vampiri Anita Blake sono
stati pubblicati con enorme successo in tutto il mondo, e uguale fortuna ha riscosso la serie incentrata sulle vicende magiche e sensuali di Meredith Gentry.
Un angelo non può innamorarsi…
Il secondo romanzo della serie che ha scalato le classifiche
del New York Times e del Publishers Weekly
C’erano solo due regole: non rivelare agli umani il proprio segreto e non
lasciarsi coinvolgere. Bethany le ha infrante entrambe, innamorandosi del
giovane Xavier e confidandogli di essere un angelo. Il suo tradimento, però,
ha contribuito a sconfiggere le Forze Oscure, perciò la ragazza non è stata
punita, anzi le è stato permesso di continuare la missione presso la Bryce
Hamilton School di Venus Cove, dove ormai si è perfettamente integrata.
Al punto che le sue compagne di classe la invitano al party più esclusivo
dell’anno: la festa di Halloween che si terrà in una vecchia casa abbandonata.
E la convincono a prendere parte a una seduta spiritica. Ma la presenza
di Bethany trasforma quel gioco innocente in una trappola mortale: grazie
ai suoi poteri soprannaturali, infatti, il rito apre un varco tra il nostro mondo
e l’Ade. Un varco di cui approfitta subito il demone Jake Thorn, che rapisce
Bethany e la trascina all’inferno con sé. Disperato, Xavier si lancia al suo
inseguimento, anche se un mortale ha ben poche speranze di sopravvivere
negli inferi. E Jake Thorn lo sa bene. Per questo propone un patto a Bethany:
diventare un’ancella del Signore delle Tenebre in cambio della vita del suo
unico, vero amore.
Alexandra Adornetto è nata a Melbourne il 18 aprile 1992. La narrativa è sempre stata la sua grande passione, coronata molto presto dal successo. Dopo Rebel (Nord,
2011), Sacrifice è subito entrato nelle classifiche del New York Times e di Publishers Weekly. Attualmente si divide fra l’Australia e gli Stati Uniti, dove spera di affiancare
all’attività di scrittrice anche quella di attrice.
34
TRE60
Dal nero al rosa, tutti i colori
del romanzo. Tante grandi novità
a un piccolo prezzo: 9,90 euro
“Dopo aver letto
questo thriller, ogni
più piccolo rumore
in casa vi farà saltare
sulla sedia.”
Daemon Books
La ricerca è stata lunga, ma ora Susan
e Alex hanno trovato la casa ideale,
nel cuore di Brooklyn, dove crescere
la loro bambina. Ma il sogno ci mette
poco a trasformarsi in un incubo.
Susan è sicura che la casa sia infestata
dalle cimici, ne sente il rumore,
riconosce i morsi sul corpo.
Peccato che li veda solo lei…
“Un romanzo
grandioso.”
The Independent
Di ritorno da una lunga missione
in Britannia, la spia Sebastos Pantera
riceve subito un nuovo incarico
da Nerone. L’imperatore infatti
è a conoscenza di un’oscura
e minacciosa profezia: Roma sarà
avvolta dalle fiamme e brucerà
in cenere, annientata dalla sua
abissale depravazione.
Roma sta per cadere…
Un romanzo che vi
prenderà per la gola
e che conquisterà il
vostro cuore!
La trentenne Leilani è stufa di lavorare
per il burbero chef Baxter Dunne, che
ormai preferisce i riflettori degli studi
televisivi alla cucina. È giunto per lei
il momento di realizzare
il suo sogno: tornare
nel suo paesino
natale e aprire una
pasticceria. Ma le loro
strade sono destinate
a incrociarsi
di nuovo…
35
CHIARELETTERE
Arturo Paoli, cento anni a novembre, un grande
maestro di spiritualità. Con la prefazione di Luigi Zoja
“Il deserto è la cornice del nulla. Per scoprire valori allo stato nascente bisogna accettare di essere
respinti lì dove nascono le cose. Bisogna avere la pazienza del nulla, non scacciarlo come
un demonio, non affrontarlo col nostro coraggio, ma rispettarlo nella sua qualità di nulla.”
Arturo Paoli compirà cento anni a novembre. Sacerdote, Giusto tra le Nazioni per aver contribuito
a salvare centinaia di ebrei durante la Seconda guerra mondiale, dirigente della Gioventù di Azione
cattolica, cappellano sulle navi dei migranti italiani in Argentina, Piccolo fratello di Charles de
Foucauld. In questo libro racconta i suoi tredici mesi di noviziato trascorsi nel deserto del Sahara.
I silenzi, la contemplazione, la grazia, in un diario intimo che riverbera le profondità dell’anima.
Arturo Paoli, classe 1912, sacerdote che oggi vive nei pressi di Lucca, membro della Fraternità di Charles de Foucauld,
missionario in Sud America. Giusto tra le Nazioni (1999) nel 2006 ha ricevuto la Medaglia al valore civile dall’allora presidente
della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.
Il nuovo pamphlet di Eugenio Benetazzo
Salvare gli stati attraverso l’aumento dell’imposizione fiscale e la depressione del livello dei
consumi è un’idea folle che ha generato in tutta Europa una rivolta contro il modus operandi
ortodosso dell’establishment finanziario che ci governa: una nuova oligarchia fatta da enti
sovranazionali, banche centrali, banche private e grandi fondi di investimento. Con l’appoggio
delle agenzie di rating che danno i voti alle economie dei paesi pensando innanzitutto agli
interessi dei propri azionisti, imponendo la loro cura e il loro folle diktat. La volontà di tutelare
esclusivamente il sistema bancario dimenticando il piccolo imprenditore è un’ennesima, solare
dimostrazione di come in Europa manchi un disegno politico sovranazionale.
Non bastano i curatori fallimentari, adesso servono statisti autorevoli, in grado di difendere stati
e popolazioni dalle aggressioni e penetrazioni della concorrenza proveniente dall’Asia.
Eugenio Benetazzo è gestore di patrimoni, saggista ed economista “fuori dal coro”, considerato un vero e proprio guru
finanziario. Il suo tour itinerante con spettacoli di informazione finanziaria ha attraversato tutta la penisola. Ha fondato e
amministra Deltoro Holding S.p.A., un incubatore finanziario indipendente contro i conflitti di interesse di banche e promotori.
Una nuova Resistenza per la rinascita dell’Europa
“La rimoralizzazione non può ridursi a una lezione di morale. Occorre far regredire l’egemonia
del profitto e dare nuovo impulso alle forme di solidarietà restaurando, con l’esempio
e con una maggiore severità, la moralità degli amministratori e dei dipendenti statali.
Proponiamo la creazione di un Consiglio di Stato etico per quanti vogliano intraprendere
una carriera pubblica che comporti responsabilità e potere.”
La nuova speranza di Hessel e Morin, entrambi novantenni, che hanno vissuto e combattuto
i totalitarismi, fino all’odierna tirannia del capitalismo finanziario.
Edgar Morin è nato a Parigi nel 1921 da genitori ebrei sefarditi. Nel 1941 ha interrotto gli studi universitari per prendere
parte alla Resistenza, aderendo al Partito comunista francese, dal quale è stato espulso dieci anni dopo. Ricercatore al Cnrs
dal 1950 al 1979, attualmente codirige il Centre d’études transdisciplinaires di Parigi, collegato all’École des Hautes études
en sciences sociales. Ha pubblicato numerosi libri, molti dei quali tradotti in Italia.
Stéphane Hessel è nato a Berlino nel 1917 da una famiglia ebrea ed è cresciuto nella Francia degli anni Trenta. Ha
partecipato alla Resistenza francese e dopo la guerra ha lavorato al Segretariato generale dell’Onu. È stato uno dei principali
redattori della Dichiarazione universale dei Diritti dell’uomo. I suoi libri hanno riscosso un notevole successo anche al di fuori
della Francia, in particolar modo Indignatevi!.
36
Il nostro paese visto dai banchi delle elementari
Quando mi chiedono: “Tu cosa insegni?”, io rispondo sempre: “La vita”. Le mie materie
cambiano di anno in anno perché il precario deve essere sempre pronto a tutto. In cinque anni
ho insegnato storia, geografia, informatica, educazione all’immagine, educazione motoria
e scienze in quinta, in quarta, in terza e in seconda. Ho fatto l’insegnante di sostegno non
specializzato per un bambino di prima elementare affetto da autismo; lo faccio ancora per altri
due ragazzini, la cui diagnosi non mi è stata spiegata chiaramente. Ho fatto il docente con classi
miste: quarta e quinta assieme. Ma soprattutto insegno la vita, perché in questo paese
i bambini viaggiano poco, non sanno prendere i mezzi pubblici, usano male facebook e,
anche se hanno il cellulare, non sanno leggere il giornale online o usare Google Maps
per vedere l’Italia e dove abitano dal satellite.
Alex Corlazzoli, giornalista, maestro, scrittore, ha viaggiato in Mozambico, Senegal, Kenya, Marocco, Palestina, Siria,
Giordania, Libano, India, Brasile, Albania, Romania. Ha operato come volontario in carcere per dieci anni e ha fondato
il giornale Uomini Liberi. Nel 2008 ha fondato l’associazione L’Aquilone che si occupa di integrazione di migranti.
Oggi collabora con il Fatto Quotidiano, dove tiene anche un blog, e Altreconomia.
Una proposta per praticare davvero la democrazia.
Con un intervento di Gustavo Zagrebelsky
Si può evitare la costruzione di grandi opere costose e inutili e al tempo stesso uscire
dal conservatorismo assoluto che frena lo sviluppo? Si può salvaguardare la salute e al tempo
stesso realizzare gli impianti necessari per smaltire i nostri rifiuti? Si può tutelare la vita
e al tempo stesso ridurre la sofferenza di chi convive con le malattie terminali? Si possono
immaginare tante domande simili, che descrivono gli innumerevoli conflitti della nostra
società che spesso non trovano lo sbocco di una soluzione. Le domande inducono a rispondere
di no oppure ad alzare la voce per opporci alle decisioni che non condividiamo. In entrambi
i casi restiamo fermi, nella “gabbia” del conflitto. Ma è la domanda che è mal posta.
La domanda corretta è: “Come evitare decisioni sbagliate e scegliere di decidere insieme?”.
Iolanda Romano, dopo vari periodi di specializzazione in Nord Europa, nel 1992 ha fondato Avventura Urbana, società
impegnata nella progettazione partecipata delle politiche pubbliche, di cui è presidente. Da allora ha condotto processi
partecipativi in scala locale e sovralocale. Attualmente è impegnata prevalentemente nella conduzione di processi
di democrazia deliberativa in Italia e all’estero.
L’Italia è una repubblica fondata sulle armi…
L’Italia è il quinto produttore mondiale di armi. Che fanno il giro del mondo. Eppure l’Italia
ripudia la guerra, ma solo a parole. Lo dice l’articolo 11 della Costituzione, ma la realtà ha
un’altra faccia. Un mercato sporco che vale milioni di euro. Questo libro attraversa per la prima
volta la filiera delle armi raccontando affari, interessi e ritorni economici. Un viaggio fatto
di soldi e di sangue, che arricchisce una lobby internazionale potentissima. Ma davvero
il comparto delle armi è strategico per la nostra economia? Certo che no. Lo dimostra il capitolo
conclusivo sul disarmo, con i vantaggi immediati e futuri che produrrebbe la fine di questo
business. Vantaggi politici e anche economici per tutti i cittadini. Non certo per i pochi potenti
che oggi continuano ad arricchirsi.
Michele Sasso ha scritto per l’Espresso, Diario, Altreconomia e il Fatto Quotidiano. Si è occupato di immigrazione, ecomafie
e politica. Oggi scrive per L’inkiesta.it, giornale online di inchieste e approfondimenti su temi economici, politici e sociali.
Francesco Vignarca è coordinatore nazionale della Rete italiana per il disarmo. Tra i suoi libri ricordiamo Li chiamano
ancora mercenari. La privatizzazione degli eserciti nell’era della guerra globale e Mercenari Spa.
37
PONTE ALLE GRAZIE
La nuova voce letteraria del giallo italiano
Un medical thriller originale, un’indagine che punta alla vita
Il dottor Massimo Dighera lavora nella rianimazione
di un grande ospedale. Una notte, nel suo reparto
viene ricoverato Aldo Martinez, vittima di un
gravissimo incidente stradale. Per uno come
Dighera, stare al fianco chi lotta tra la vita e la morte
è storia di tutti i giorni, ma di fronte a quest’uomo
ammutolito, immerso nel suo sonno indotto, in
lui scatta qualcosa: sente il bisogno di capirci di
più. Perché un manager in carriera, di ritorno da
un viaggio d’affari, si getta all’improvviso contro
un TIR? E di chi è la voce disperata che chiama in
reparto, chiedendo notizie di lui?
Ha così inizio un’indagine che dal letto d’ospedale
passa al luogo dell’incidente, per arrivare a Londra
e tornare molto, forse troppo vicino. Abituato a
confrontarsi con la sinistra prossimità della morte,
dibattuto tra la realtà asettica e rarefatta del reparto
d’ospedale e quella opaca e compromessa della
vita – anche della sua – Dighera sperimenta il
disorientamento che si prova, talvolta, di fronte alla
nudità del cuore di un altro essere umano: forse
vittima, forse carnefice, forse entrambe le cose.
Notte dopo notte, mentre il corpo di Martinez inizia
a rispondere alle cure, Dighera si ritrova sempre
più impigliato nei tormenti della sua anima, fino al
punto in cui viene da chiedersi se la verità sia così
importante e se non sia meglio tornare a essere,
semplicemente, un medico che salva una vita.
Giuseppe Naretto, torinese, è medico e lavora in un reparto di
Terapia Intensiva. Dal 2006 si occupa in modo particolare di etica e
comunicazione nei processi di cura, sia all’interno della propria struttura
ospedaliera, sia in collaborazione con enti istituzionali e il Centro
Nazionale Trapianti. Ha scritto il testo teatrale Due di Cuori, e la favola
per bambini Le avventure della famiglia Organelli. È uno dei fondatori
del blog nottidiguardia.it. Il romanzo Notti di guardia dà inizio alla nuova
serie di avventure del medico investigatore Massimo Dighera.
38
Autoritratto di un uomo nato per correre
Una leggenda vivente della corsa estrema racconta la sua incredibile storia
All’inizio di questo racconto c’è un uomo che si guarda allo specchio e si chiede:
“Sono davvero io quel vecchio lì?” Il suo corpo non nasconde affatto il peso
dei suoi sessantatré anni. Nessuno direbbe mai che ha la stoffa del campione.
Del vincitore che non ti aspetti. E non in uno sport qualunque, ma nell’ultratrail,
una disciplina estrema che significa decine, centinaia di chilometri di corsa
sui terreni e nei climi più impervi, sulle Alpi o nei deserti. Marco Olmo è stato
boscaiolo e camionista, infine operaio per ventun anni in una grande cementeria
della provincia piemontese. Poi, all’improvviso, è iniziata la sua straordinaria
avventura di corridore. Apparentemente un po’ tardi per la sua età. Ma Olmo
viene dal “mondo dei vinti”, dal mondo delle montagne sconfitto dalla civiltà
industriale. La sua traiettoria è ben di più di un eccezionale exploit sportivo,
è un’occasione unica di riscatto, una vittoria profondamente umana. È da lì
che il corridore distilla, misura lentamente la sua forza. Marco Olmo si guarda
allo specchio, si conta le rughe. “Quel vecchio lì”, magro e capace di sopportare
fatiche immani, non ha intenzione di fermarsi, e già immagina la prossima gara.
“Conosco il mio corpo, e so dove mi può portare. Lontano”.
Marco Olmo è nato nel 1948 ad Alba, ma è sempre vissuto a Robilante, un piccolo paese delle valli
montane cuneesi; ha cominciato a correre a 27 anni, “quando gli altri smettevano”. Dopo un periodo passato
a gareggiare (e a vincere) nella corsa in montagna e nello scialpinismo, a quarant’anni ha iniziato ad affrontare
competizioni estreme e a 58 anni è diventato Campione del Mondo vincendo l’Ultratrail du Mont Blanc,
la gara di resistenza più importante e dura al mondo. A partire dalla sua storia, è stato realizzato un
film-documentario Il corridore (a cura di Paolo Casalis e Stefano Scarafia).
Gaia De Pascale è dottore di ricerca in Analisi e interpretazione dei testi italiani e romanzi.
È consulente editoriale e traduttrice. Per Ponte alle Grazie ha pubblicato Slow Travel.
“Nooteboom... è l’artefice del
territorio che attraversa, e in quel
paesaggio incantato tutto accade
per la prima volta.” Il Sole 24 Ore
Il viaggio come incontro con l’altro e rinnovata conoscenza di sé: un impulso a
cui lo scrittore, e ancor prima il viaggiatore, Cees Nooteboom non ha mai voluto
sottrarsi nel corso degli anni. Tra le molteplici mete raggiunte ci sono i paesi
islamici che, in queste pagine di rara suggestione poetica e narrativa, prendono
corpo in tutta la loro strepitosa ricchezza di odori, suoni, colori, atmosfere.
Da Isfahan a Tunisi, dal Sahara, al monte Atlante, a Granada, Nooteboom non
si ferma al mero dato esteriore, ma si mette sulle tracce dell’Uomo, della sua
cultura d’appartenenza, della sua dimensione più strettamente sociale, politica
e religiosa. Riflessioni che hanno dalla loro il più ampio respiro del racconto,
o brevi quadri che colpiscono i sensi con potente immediatezza: Il suono del Suo
nome è tutto questo, ma anche, e soprattutto, una prova di alta maestria narrativa
da parte di una delle voci più indiscusse del nostro tempo.
Nato all’Aia nel 1933, Cees Nooteboom è il poliedrico autore di romanzi, saggi, opere teatrali e resoconti di viaggio. Nel corso degli anni ha vinto il Premio Aristeion della
Comunità Europea, il Premio Grinzane Cavour (1994), il Premio Europeo di Poesia (2004), a cui si è aggiunto nel 2009 il più alto riconoscimento olandese per la letteratura.
39
BOLLATI BORINGHIERI
L’amore, all’improvviso
Un romanzo d’esordio che ha tutta la grazia, l’ironia e la saggezza
delle opere di Edith Wharton, Jane Austen ed Elizabeth von Arnim
Hampstead Garden, nordovest di Londra,
è il quartiere della buona borghesia ebraica, ricca,
istruita, liberal, solidale: tutti conoscono tutti,
tutti frequentano tutti, tutti sono pronti
a soccorrere chiunque si trovi in difficoltà.
Adam e Rachel si conoscono da sempre, si amano
dall’adolescenza, e stanno per fidanzarsi.
La comunità segue l’evolversi della relazione
da quando è nata, aspetta il matrimonio, i figli.
Tutto va come dovrebbe andare fino a quando,
da New York, città di liberi costumi e strane
usanze, arriva Ellie, la cugina di Rachel: bellissima,
fragile, dolce, infelice, anticonformista. Ellie è una
sopravvissuta, come tanti dei membri anziani della
comunità: non ai campi di concentramento,
ma alla morte della madre in un attentato terroristico
in Israele, e alla conseguente decisione del padre
di vagare per il mondo portando la piccola con sé.
Tra Adam ed Ellie è amore al primo sguardo.
Entrambi resistono, si evitano, si cercano,
irresistibilmente attratti e irrimediabilmente divisi.
Fino a quando Adam, avvocato nello studio del padre
di Rachel, viene incaricato di risolvere la situazione
incresciosa, pericolosa, che Ellie si è lasciata alle
spalle a New York. I due sono costretti a incontrarsi,
per lavoro, fino a quando una malattia di Ziva,
la nonna di Ellie e Rachel, fornisce ai due innamorati
impossibili l’occasione di infrangere le regole…
Un delizioso romanzo ricco di suspense e venato
di ironia: suspense per l’evoluzione dell’amore
proibito, e tenera, indulgente ironia per le usanze
e le regole della comunità ristretta, descritta con una
profusione di particolari che impedisce di staccare
gli occhi dalla pagina.
Scarica
l’applicazione
per il QRcode
e guarda i
contenuti
multimediali
sul tuo
telefonino
40
Francesca Segal collabora come
giornalista e critico letterario a numerose
testate tra cui Granta, The Guardian,
The Observer, The Daily Telegraph,
Financial Times Magazine, The Tatler
e The Jewish Chronicle. Per tre anni
ha tenuto la rubrica dell’Observer
dedicata alla narrativa d’esordio.
La cugina americana è il suo primo
romanzo.
“Un esordio straordinario... La lotta
per raggiungere la maturità, la perdita
dell’innocenza e l’appartenenza a una comunità
dalle attese ferree sono sapientemente tessute
in un testo di grande equilibrio.”
The Sunday Times
Solo la decrescita ci potrà salvare
Un grande economista invita a recuperare nei fatti
la nozione di limite
Il nostro sviluppo socio-economico presuppone risorse illimitate, sfruttate
secondo modalità tecniche e scientifiche in perenne e inarrestabile progresso.
Ma questo modello di sviluppo ha generato la dirompente crisi di sistema che
sta colpendo le società avanzate. Al binomio crescita-illimitatezza Latouche
da tempo ne contrappone un altro: decrescita-limite. Perché un’espansione
infinita non è compatibile con un pianeta finito, che manda continuamente
segnali di sofferenza. Raccoglierli, per Latouche, vuol dire praticare il limite qui
e ora: uscire dalla dimensione produttivista dell’iperconsumo e fare un passo
di lato, dove passa la linea di confine tra sopravvivenza e catastrofe.
Latouche rovescia la valenza stessa del concetto: da sinonimo di privazione
e costrizione in una prospettiva sviluppista, il limite si trasforma nell’unico
punto di forza che ancora ci resta per salvarci dal baratro.
Serge Latouche è professore emerito di Scienze economiche all’Università di Paris-Sud. Tra i suoi ultimi
libri pubblicati da Bollati Boringhieri: L’invenzione dell’economia (2010), Come si esce dalla società
dei consumi. Corsi e percorsi della decrescita (2011) e Per un’abbondanza frugale. Malintesi e controversie
sulla decrescita (2012).
Che cos’è davvero il potere?
Lo spiega uno dei maggiori filosofi italiani
Non esiste, forse, nessun’altra categoria della filosofia politica che sia stata
studiata, dibattuta e rimessa sempre di nuovo in questione come quella di
potere. A ben guardare, i suoi significati, le sue affinità, le sue diramazioni,
le sue sovversioni concettuali costituiscono una trama così fitta da ricoprire
l’intero territorio del pensiero intorno alle dinamiche della vita associata,
dall’antichità a oggi. Rimaniamo colpiti soprattutto dalle sue geometrie:
prima della modernità, il potere si esplicava lungo l’asse verticale del
comando, ossia procedeva dall’alto verso il basso, presupponendo una
asimmetria fondamentale tra la sovranità e i soggetti su cui esercitarla;
nelle società complesse come le nostre, invece, interviene un’articolazione
orizzontale indispensabile al loro funzionamento. Queste geometrie non
hanno misteri per Giacomo Marramao, che sapientemente ci guida negli
arcani della coercizione, dell’assoggettamento e della forza, ma ci indica anche
quali più sottili dispositivi disciplinari governino oggi il biopotere, o come sia
dislocato il dominio nel nostro tempo mondializzato.
Giacomo Marramao insegna Filosofia teoretica e Filosofia politica all’Università di Roma Tre.
Dirige la Fondazione Basso ed è membro del Collège international de philosophie di Parigi. Tra i suoi ultimi
saggi pubblicati da Bollati Boringhieri: Passaggio a Occidente. Filosofia e globalizzazione, premio
Pozzale-Luigi Russo, e La passione del presente. Breve lessico della modernità-mondo.
41
BOLLATI BORINGHIERI
La fisica spiegata per paradossi
Un libro per riflettere, imparare e divertirsi
Un vero paradosso è un’affermazione che porta a un risultato circolare
e autocontraddittorio o che descrive una situazione logicamente impossibile.
Ma ci sono anche i paradossi percettivi, che di fatto hanno una via d’uscita:
sembrano paradossi, ma non lo sono davvero. I paradossi della fisica fanno
tutti parte di questa seconda categoria e quindi possono essere risolti.
Be’, quasi tutti.
Jim al-Khalili è un fisico teorico di eccezionale talento comunicativo.
Per lui i paradossi della fisica sono un’ottima occasione per spiegare
la scienza. Per questo ne ha scelti nove, tra noti e meno noti, e sulla loro
traccia ha costruito un libro divertente, stimolante, ironico, fulminante,
e al tempo stesso spaesante, a tratti paralizzante, ostico e sconcertante.
Insomma, un libro che non lascia riposare la mente.
Jim al-Khalili (Baghdad, 1962) è un fisico inglese, docente di fisica teorica alla University of Surrey,
dove tiene anche una cattedra di comunicazione scientifica. Vicepresidente della British Science Association,
è anche membro onorario della British Association for the Advancement of Science, membro della Royal
Society e Ufficiale dell’Ordine dell’Impero Britannico (OBE).
Il piacere del viaggio: scartare dall’itinerario previsto
Il più grande antropologo della contemporaneità viaggia in tre continenti,
tra relitti di un’attualità che appare sotto un’altra luce e sprazzi di intensità improvvisa
Marc Augé in questo diario di bordo appunta soprattutto le deviazioni
dall’ordine abituale delle cose, i dirottamenti più o meno intenzionali
che fanno scoprire punti di osservazione inusuali sugli eventi. Qui la Grande
Storia, l’attualità che irrompe con fragore nei media, affiora indirettamente,
per dettagli rivelatori. Di mese in mese, per la durata di un anno scolastico,
lo spaesamento che comporta ogni viaggio – dalle geometrie roventi
di Mexicali alle quiete suggestioni dell’Emilia – dà i suoi frutti ed è l’occasione
per un testo personale, reattivo ai luoghi e alle circostanze, ma privo
di compiacimenti intimistici. Dall’altrove che gli regala, di volta in volta,
un breve spicchio di vita diversa, Augé guarda la Cina o Sarkozy, la crisi
planetaria o le vittime di Gaza, un neoeletto Obama freddo e patinato
o la rivolta dei giovani iraniani, con occhi che si distolgono dalle ovvietà
mediatiche, mentre dal passato ritornano memorie e fantasmi familiari.
Marc Augé, tra i maggiori africanisti dei nostri tempi, negli ultimi vent’anni è diventato una figura
di riferimento anche per un’antropologia della tarda modernità. Tra i suoi ultimi libri pubblicati da Bollati
Boringhieri: Casablanca, Il bello della bicicletta, Straniero a me stesso. Tutte le mie vite di etnologo e Futuro.
42
TEA
Un cane felice è un cane educato
Il metodo e i consigli dell’addestratore di cani star della trasmissione
televisiva Missione cuccioli
“L’educazione non trasforma il vostro cane in un
robot, ma nel miglior compagno di (dis)avventure
e voi nel suo migliore amico! Gli esercizi che
troverete in questo libro non devono essere visti
come dei numeri circensi da mostrare agli amici o
da richiedere in una gara di obbedienza, ma come
un bagaglio di competenze che il vostro cane
imparerà a usare per decidere autonomamente
o assieme a voi come comportarsi in ogni
situazione che vi troverete ad affrontare.”
Un cane per amico è un manuale destinato a tutte
le persone che hanno scelto di condividere le
proprie giornate, la propria casa, la propria vita
con un amico a quattro zampe.
Con il suo metodo, efficace e divertente, contrario
a qualunque forma di coercizione, Simone Dalla
Valle vi insegnerà come instaurare un rapporto
completamente nuovo con il vostro cane.
Completamente illustrato a colori.
Simone Dalla Valle dopo essersi laureato in filosofia ha iniziato
la sua carriera di istruttore cinofilo e nel 2006 ha conseguito il
diploma ufficiale. Negli anni ha partecipato a innumerevoli stage
e workshop con i più importanti esperti internazionali. Grazie al
suo costante impegno e alla sua passione, oggi è considerato uno
dei più autorevoli istruttori cinofili italiani. Dal 2009 su DeaKids
conduce la seguitissima trasmissione Missione cuccioli. Vive con i
suoi tre cani: Kaya, Sentinella (che compare in copertina) e Shaka.
Il suo sito è www.simonedallavalle.com
Scarica l’applicazione
per il QRcode
e guarda i contenuti
multimediali
sul tuo telefonino
L’esercizio: Seduto
foto di Paolo Carlini
43
TEA
Veneto, Far West
“Una storia incendiaria. Una scrittura arguta
e dissacrante.” Massimo Carlotto
Il Brenta da una parte, il Piovego dall’altra. Due corsi d’acqua stringono
a tenaglia una terra piatta umida e tignosa dove l’afa d’estate è mortifera.
Tra queste campagne c’è San Vito. Una chiesa, tre condomini e qualche villetta
su una strada lunga e dritta che spacca in due l’intero paese. Con un bar
da una parte e uno dall’altra. In mezzo, cinesi, zingari, una banda scalcinata
di delinquenti locali, una statua di Sant’Antonio e un carabiniere che crede
di sapere il fatto suo. Savana padana è un irresistibile “western” teso, graffiante,
crudo e ambientato in una landa perduta del Nordest di oggi; un romanzo
che gioca con i dialetti, i colori, il sangue e le corrotte geometrie umane e sociali
di una terra epica.
Matteo Righetto vive e lavora a Padova, dove è nato nel 1972. Un suo racconto è stato selezionato
per l’antologia Venice Noir curata da Maxim Jakubowski per Akashic Books (New York). Dirige il festival
letterario internazionale “Sugarpulp”, che si tiene ogni anno a Padova, e ha fondato recentemente
“Scuola Twain”. Savana padana è il suo romanzo d’esordio.
Se una mattina d’estate
uno scrittore…
Una storia enigmatica e intrigante del surreale
e spiazzante autore dell’Ultimo libro
Una mattinata nello studio di uno Scrittore. Sta per mettersi al lavoro quando
riceve una e-mail da uno sconosciuto Ammiratore che gli chiede se è disposto
a scrivere un romanzo che non verrà pubblicato a suo nome. Ma come?! A me
vengono a chiedere di fare il ghostwriter! Comincia così una storia semplice,
e al tempo stesso sempre più oscura, che va complicandosi messaggio dopo
messaggio, in un intreccio di identità nascoste, intenzioni segrete e confessioni
che si srotola come un autentico mistero, fino alla sorprendente soluzione
finale. Un puzzle affascinante, componendo il quale Živković si diverte a
mostrare tutti i paradossi dello scrivere e del rapporto tra l’autore e la sua
opera, tra l’autore e il lettore, tra il lettore e il libro… Per fortuna nello studio si
aggira anche Felix, un saggio gattone, che osserva con sovrano distacco i traffici
degli esseri umani, i loro dubbi e i loro tormenti, la loro inspiegabile incapacità
di aderire alla vita con un po’ di semplicità.
Zoran Živkovi ć è nato nel 1948 a Belgrado, dove vive con la moglie e i due figli gemelli. Ha compiuto studi di filologia e teoria della letteratura all’università della sua città,
dove, dal 2007, tiene corsi di scrittura creativa. Tea ha pubblicato L’ultimo libro, Sette note musicali e Sei biblioteche (vincitore del World Fantasy Award).
44
Ci sono legami che nemmeno
la morte può spezzare…
Da una famosissima sensitiva il racconto
di un’esperienza vissuta, una speranza per tutti
Jacky Newcomb e Madeline Richardson sono sorelle. Nel febbraio del 2008
si sono strette nel lutto per la morte del padre Ron, senza tuttavia mai perdere
la speranza di poter di nuovo comunicare con lui, di risentirne la voce, di
coglierne i messaggi. Jacky e Madeline, infatti, sono cresciute in una famiglia
che da generazioni possiede il “dono” di comunicare con l’aldilà, e credono
fermamente che la fede e l’amore possano superare qualsiasi ostacolo.
Grazie a questa convinzione, non si sono abbandonate alla disperazione,
ma hanno aperto il loro cuore ai segni della presenza del papà, segni che
talvolta sono invisibili agli occhi. Con questo libro Jacky e Madeline hanno
voluto condividere la loro straordinaria esperienza, ma anche diffondere un
messaggio di conforto e di speranza a chiunque abbia perso una persona cara:
alcuni legami sono così forti e profondi che nemmeno la morte può spezzarli.
Jacky Newcomb è una delle medium più famose del mondo. Celebre presso il pubblico inglese come la “Signora degli angeli”, scrive regolarmente sul Daily Mail,
sul Daily Express e su News of the World, ed è apparsa in tutte le trasmissioni televisive più popolari. È autrice di dodici libri best seller sulle sue esperienze di sensitiva.
Vive in Cornovaglia con il marito John.
Madeline Richardson ha sempre condiviso con la sorella Jacky il talento di sensitiva e l’interesse per il paranormale, che ha studiato e approfondito per vent’anni.
La felicità si impara
Un maestro dell’autoaiuto ci insegna come essere felici
“La mente umana è come un computer. Ha i propri programmi, che
organizzano i pensieri e i comportamenti. Quasi tutti i problemi delle persone
sono causati da programmi negativi che funzionano a livello di subconscio.
Questo libro vi insegnerà a rimuovere i pensieri negativi e a ‘installare’
programmi che vi aiuteranno a pensare positivamente e a costruire la vostra
felicità. Il successo e la felicità non sono cose che ‘capitano’ ad alcuni e ad altri
no: si tratta di risultati prevedibili generati da un modo di pensare e agire
consapevole. […] Perché se non assumi il controllo della tua vita, qualcun altro
lo farà per te.” Negli ultimi 25 anni Paul McKenna ha messo a punto un sistema
per ottenere risultati straordinari in tempi brevissimi. Fino ad ora i suoi
consigli erano rivolti a chi inseguiva un obiettivo specifico: dimagrire, smettere
di fumare, acquisire fiducia in se stessi. Con Tu puoi essere felice, Paul McKenna
si rivolge a un pubblico decisamente più ampio: tutti noi. Non importa quindi
che siate tristi, annoiati, depressi, e nemmeno che vada tutto abbastanza bene:
questo libro può aiutarvi.
Paul McKenna, ipnoterapeuta inglese, ha conseguito il Ph.D. in Scienze del comportamento e si è
formato in Programmazione Neuro-Linguistica (PNL) con Richard Bandler, uno dei fondatori di questa
scienza dello sviluppo personale. È uno degli autori più letti nel campo dell’autoaiuto e i suoi libri sono stati
tutti clamorosi best seller.
45
VALLARDI
“Il meno è più”
Un grande best seller internazionale propone
una nuova filosofia del quotidiano
I tempi richiedono sobrietà: cogliamo questa necessità come un’opportunità di riflessione,
di conoscenza e di crescita. Vivere zen è per Dominique Loreau la chiave dell’armonia. In questo
libro, che è anche una guida molto pratica al benessere psicofisico, all’eleganza, a una raffinata
qualità di vita, ci spiega che conquistare l’arte della semplicità è anche: liberare la mente
da pregiudizi (per aprirsi a domande e a risposte nuove); imparare ad apprezzare il silenzio
(e anche a meditare e ascoltare gli altri); svuotare gli armadi (per l’80% del tempo indossiamo
solo il 20% del nostro guardaroba); abbandonare gli acquisti compulsivi; smettere
di accumulare oggetti inutili (che ingombrano la casa e la mente); coltivare la vera bellezza
in tutte le sue forme; mettere a fuoco il proprio stile (indipendentemente dall’età, senza farsi
manipolare); prendersi cura del proprio corpo; utilizzare pochi e ottimi prodotti naturali
di bellezza; mangiare meno ma alimenti di ottima qualità; riscoprire ogni tanto la fame...
Dominique Loreau è una scrittrice francese di successo internazionale che si è trasferita da venticinque anni in Giappone. Nei suoi libri trasmette alle donne occidentali
questo insegnamento fondamentale: “Il meno è più”. È autrice dell’Arte delle liste, pubblicato in Italia da Vallardi.
Scopri le sorprendenti potenzialità
della tua mente!
Grazie alle tecniche illustrate in questo volume – dalla lettura veloce alla mappatura mentale,
dalle associazioni di immagini ai processi di visualizzazione –, il lettore viene condotto passo
passo alla scoperta delle sorprendenti potenzialità della mente. Partendo dalla propria personale
esperienza, l’autore insegna a tutti come ottenere dei risultati strabilianti grazie alla semplice
applicazione del sistema che gli ha consentito di vincere i Campionati Mondiali di Memoria
per ben otto volte. Un libro utilissimo per gli studenti e non solo.
Dominic O’Brien è un noto mnemonista inglese, otto volte vincitore ai Campionati Mondiali di Memoria, e lavora come
istruttore per i Programmi di Sviluppo del Rendimento (Peak Performance Program), oltre a essere autore di numerosi libri
sulla memoria.
Quattro nuovi quaderni per rilassarvi e allenarvi al benessere
46
Ecoconsapevole e glam è possibile
Il nuovo libro di Titty e Flavia, le autrici di Soluzioni di casa
I tempi richiedono sobrietà e consapevolezza nei consumi, e Titty
e Flavia ci insegnano che è possibile essere attenti alle spese
e rispettosi dell’ambiente senza rinunciare allo stile. Il loro libro
suggerisce 201 idee per fare scelte ecocompatibili e sensibili
al risparmio in ogni situazione quotidiana: dall’organizzazione
della casa alla spesa, dall’uso degli elettrodomestici al riciclo dei
materiali, dai giochi dei figli agli abiti, dalle gite alle feste... Praticità,
creatività, originalità ed eleganza sono sempre alla base dei consigli,
dei piccoli trucchi e delle astuzie che le due autrici ci suggeriscono
per collaborare tutti a un futuro migliore.
Flavia Alfano, laureata in Psicologia, lavora nel gruppo RCS, poi diventa dirigente
di Publitalia ‘80, occupandosi del Day Time delle Iniziative Speciali; è quindi responsabile
delle Relazioni Esterne di Mondadori Pubblicità.
Titty D’Attoma entra in Publitalia ‘80, passa in Mediaset come responsabile
della Comunicazione televisiva, poi dell’ufficio Licensing e Merchandising.
Insieme Titty e Flavia hanno fondato Comunicacom, agenzia di pubbliche relazioni
e nel 2008 il portale www.soluzionidicasa.it.
Metti la salute nel carrello
Per tenere sotto controllo il diabete 2, la forma più comune di malattia cronica, i farmaci
non bastano. Occorre prestare attenzione ai gesti di ogni giorno: la dieta, l’attività fisica
e le buone abitudini. Il diabete si combatte al supermercato spiega in maniera semplice
e completa come si manifesta la malattia, quali rischi comporta e come la si può prevenire
e contrastare. Percorrendo gli scaffali di un luogo simbolo come il supermercato – pieno
di prodotti allettanti ma non sempre salubri –, gli autori forniscono informazioni utili
e consigli preziosi, validi non solo per chi soffre di diabete, ma anche come stile di vita
e prevenzione generale. Il libro risponde a tante domande: Dal banco delle verdure
al banco dei prodotti dietetici: quali alimenti preferire? Come leggere le etichette?
Che cosa sono i cibi funzionali? Quali sono i contenuti calorici di ciascun alimento?...
E, una volta a casa, che tipo di cottura scegliere? come associare gli alimenti
per ottimizzare l’assimilazione dei principi nutritivi?…
Alberto Bruno è specialista in Diabetologia e in Medicina interna e membro del Consiglio Direttivo Nazionale della
Società Italiana di Diabetologia. Collabora con Associazioni di pazienti diabetici e ha al suo attivo numerose pubblicazioni.
Marco Accossato, giornalista a «La Stampa», si occupa in particolare di ricerca medico-scientifica e comunicazione
in ambito sanitario.
47
NEWS
E nel prossimo numero…
Tante novità, tanti grandi ritorni di autori amatissimi per un Natale ricco di sorprese
e libri bellissimi, in cui perdersi per ritrovarsi, divertirsi e dimenticare i problemi
L’attesissimo
seguito
di Chocolat
Torna l’autore
che ha
conquistato
oltre un milione
di lettori
Joanne Harris,
con impareggiabile
maestria, ritorna
nel paese di Chocolat
e ci racconta una
storia piena
di magia, spezie,
sensualità, segreti
oscuri e pregiudizi
in cui il confine tra
apparenza e verità
è inafferrabile come
il vento.
È il momento
di conoscere la verità.
È il momento di vedere
oltre l’orizzonte.
È il momento di scoprire
il nostro destino. Torna
l’indimenticabile
protagonista della
Biblioteca dei morti
e del Libro delle anime
sulle tracce di un nuovo,
sconvolgente mistero…
E poi non perdetevi agli inizi di dicembre l’uscita più straordinaria
dell’anno, il nuovo romanzo per adulti di J.K. Rowling!
Desidero ricevere gratuitamente a casa IL LIBRAIO
(scrivere in stampatello; spedire entro il 15-10 -2012. Offerta valida solo in Italia)
Il Libraio, pubblicazione periodica gratuita
del Gruppo editoriale Mauri Spagnol, è pensato
per informare, intrattenere e divertire gli amanti
del libro. La rivista viene distribuita in tutte le librerie
italiane e viene consegnata a casa, senza alcun costo,
a quanti sottoscrivono l’abbonamento on-line
sul sito www.illibraio.it/il_mensile.php
o ritagliano, compilano e inviano il coupon qui
a fianco al seguente indirizzo:
Abbonamento Libraio
Gruppo editoriale Mauri Spagnol
Via Gherardini 10, 20145 Milano
Nome
Cognome
Via
C.A.P.
Località
Nato il
Sesso
Ho trovato IL LIBRAIO
Provincia (
M
Fiii
)
E-Mail
In libreria
Allegato a
Altrove
(Specificare)
Comunicazione agli abbonati Per modificare i dati
del tuo abbonamento, vai nella sezione Il Libraio
gratis a casa tua e compila il modulo ricordando
di utilizzare sempre lo stesso indirizzo di posta
elettronica col quale sei registrato.
48
Desidero ricevere a casa anche altre informazioni editoriali
SI
NO
FIRMA LEGGIBILE
Ai sensi dell’art.13 del D.Lgs 196/2003 i dati rilasciati saranno utilizzati ai soli fini statistici nonché per promuovere le iniziative editoriali del Gruppo. Titolare del trattamento
dei dati è il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol Spa - Via Gherardini, 10 - 20145 Milano a cui l’interessato potrà rivolgersi per esercitare tutti i diritti previsti dall’art. 7 del D.Lgs e
richiedere la sospensione dell’invio di materiale informativo.
AUGMENTED NEWS
Cadoinpiedi.it è lo spazio multimediale di approfondimento in
cui convergono i contributi di scrittori, giornalisti ed esperti provenienti da diversi settori.
Cadoinpiedi.it aggrega la più importante comunità di autori in
Italia, e propone ogni giorno la loro valutazione su fatti di attualità. Una “realtà aumentata” applicata all’informazione.
Uno spazio in cui il lettore ha la possibilità di contattare direttamente l’autore.
Un punto di incontro tra autori e lettori, tra informazione e approfondimento; un format on line inedito in Italia.
www.cadoinpiedi.it
LE NOTIZIE CHE
NON CI DANNO.
IL PERCHÉ DEI FATTI
CHE ACCADONO.
IL FUTURO CHE
CI ASPETTA.
Fly UP