...

Carte Harman, stampa digitale Fine Art

by user

on
Category: Documents
6

views

Report

Comments

Transcript

Carte Harman, stampa digitale Fine Art
Stampadigitale
Carte Harman,
stampa digitale
Fine Art
La gamma Harman comprende carte per stampa ink-jet di elevata grammatura
e superficie di qualità, lucida e matt. Le abbiamo sottoposte a prova in un
confronto con la stampa su cartoncino baritato
Con l’introduzione della ripresa digitale si è
cominciato a parlare di imaging; ma cosa si
intende per imaging, c’è una differenza con
fotografia? A mio parere per imaging si intende lo stato virtuale in cui si trova l’immagine
prima di essere trasferita su carta, mentre
abbiamo una fotografia dopo che l’immagine
è stata stampata.
Le differenze tra i due sistemi, digitale e analogico, sono molte e note, a partire dall’immediata leggibilità dell’immagine digitale,
ma soprattutto vi è una differenza di costi;
l’immagine digitale non costa praticamente
nulla, mentre la fotografia sì, dato che una
scheda di memoria può essere riutilizzata
quasi all’infinito, mentre il negativo deve
essere sviluppato e stampato.
Ma è proprio cosi? I costi delle fotocamere
digitali sono in genere più elevati, oltre al fatto
che occorre sostituirle molto più spesso; e poi
bisogna comprare il computer, il monitor, gli
hard disk esterni e così via. Se pensiamo a
quanto durava un corredo analogico e facciamo un calcolo che metta insieme tutti gli elementi di costo, dall’attrezzatura alla stampa,
ci accorgiamo che forse lo scatto digitale è più
costoso di quello su pellicola.
Ma il costo reale non viene percepito e il
vantaggio della leggibilità immediata dell’immagine è un vantaggio troppo grande.
E’ certo invece che anche l’immagine digitale per diventare una fotografia deve essere
stampata.
E non è solo una questione di supporto; non
bisogna dimenticare che oggi si scatta molto
di più di una volta e un fotografo consapevole
deve fare una attenta selezione. La stampa ci
costringe proprio a questo, a individuare le
142
Il supporto che più si avvicina al tradizionale cartoncino baritato è la carta Harman
CrystalJet Luster RC (in alto), anche se la sua grammatura non raggiunge quella dei
più pesanti cartoncini baritati.
immagini che riteniamo valide.
Le carte Harman
Si parla spesso di stampanti, di inchiostri, ma
relativamente poco di carte, eppure oggi il
mercato propone decine di tipi differenti, a
cominciare dalle carte proprietarie dei fabbricanti di stampanti, per arrivare alle proposte
di produttori indipendenti, spesso nell’ambito
della fine art.
Se pensiamo alla stampa tradizionale da negativo, anche in questo ambito ci sono sempre
state differenze tra le carte, a cominciare
da quella tra le carte colore e le carte per il
bianconero, per poi passare alle differenze di
grammatura e di superficie, lucida, opaca e
Si procede innanzitutto alla conversione del file con il profilo di
stampa specifico per la carta Harman scelta, scegliendo anche il
profilo adeguato alla propria stampante, qui una Epson 3800. Passiamo poi alle impostazioni di stampa e selezioniamo come
driver quello colore per Epson.
Usando la carta Harman FB Matt nelle impostazioni di stampa
Convertiamo l’immagine da colori in bianconero usando il plugva selezionato il caricamento carta Manuale posteriore.
in per Photoshop Silver Efex Pro.
Silver Efex Pro permette anche di introdurre un “effetto grana”,
E’ anche possibile personalizzare la grana attraverso parametri
simulando quella di decine di pellicole bianconero.
di intensità, evidenza, secchezza e altro ancora.
perla, ovvero semilucida. Poi ci sono le carte
politenate e quelle baritate.
Ora anche nella stampa ink-jet si sta riproponendo una differenziazione tra i supporti
in funzione delle esigenze del fotografo, e si
passa da carte economiche per un uso generale, ad altre molto raffinate per stampe da
esposizione.
Harman è una società inglese, con sede a
Mobberley, e chi ha pratica di camera oscura non avrà difficoltà a capire che dietro a
questo marchio c’è la competenza di una dei
più importanti produttori di pellicole e carte
bianconero.
Alle quattro carte FB (Fiber Base) per stampa digitale già in produzione, ovvero Photo
Baryta Matt, Photo Baryta Matt Warmtone
(a tono caldo), Photo Baryta Gloss e Photo
Baryta Gloss Warmtone, Harman ha di recente affiancato due carte politenate, la Gloss e
la Luster.
La versione Warmtone (a tono caldo) ha
una sua ragione d’essere perché, con buona
pace della preparazione del file di stampa,
l’intonazione cromatica della carta gioca un
ruolo molto importante nella resa finale del
lavoro.
143
Lo stesso per il colore: Gloss sopra, Matt
sotto.
Un confronto della riflettanza delle superfici delle
carta Matt Warmtone (sopra) e Gloss, sempre
Warmtone (in basso).
Prezzi:
Harman Gloss FB 320 grammi disponibile nelle versioni baritata lucida e matt,
normale o warmtone
A4 5 fogli
A415 fogli
A4 50 fogli
A3 25 fogli
A3+ 15 fogli
A3+ 25 fogli
A3+ 50 fogli
A2+ 25 fogli
In rotolo
43,2cm x 15,2m
61cm x 15,2m
111cm x 15,2m
€ 7,78
€ 18,68
€ 55,97
€ 68,58
€ 48,00
€ 79,98
€ 143,99
€ 128,93
€ 122,69
€ 173,06
€ 295,29
Harman CristalJet politenata, 260 grammi
disponibile nelle versioni Gloss RC (lucida) e Luster RC (satinata)
A4 50 fogli
€ 18,00
A4 100 fogli
€ 36,00
A4 250 fogli
€ 78,00
A3+ 25 fogli
€ 27,60
A3+ 100 fogli
€ 78,00
Nik Software Silver Efex Pro € 201,60
Harman e Nik Software sono distribuiti da:
Aproma, Via Cimabue 9, 20139 Cormano.
tel.: 02.38.01.11.38
www.apromastore.com
www.aproma.it
144
La Epson Stylus Photo Pro utilizzata per la prova.
Illuminatore da tavolo a luce calibrata
della Grafilite per una valutazione affidabile del colore.
Utilizza speciali fosfori che permettono
la visualizzazione del colore come in luce
naturale diurna. Due i modelli disponibili: uno in grado di illuminare stampe
fino al formato A4, l’altro arriva fino al
formato A3 (o per due stampe A4). Prezzi:
86 e 150 euro (distribuzione Aproma).
Dopo aver fatto diverse stampe abbiamo voluto confrontarle con le più tradizionali stampe
su carta baritata; di queste carte Harman
ink-jet, quella che più si avvicina alla resa
della superficie baritata bianco brillante è la
CrystalJet Luster RC.
La Photo Baryta FB Inkjet Matt FB MP è invecemoltointeressanteperl’elevatagrammatura
e la stabilità dimensionale, oltre naturalmente
all’assenza di riflessi, data la superficie opaca;
i risultati nella stampa bianconero sono molto
buoni, mentre nel colore l’assenza dei riflessi
tipici delle superfici glossy restituisce colori
che rimandano alla pittura all’acquarello.
Per quanto riguarda il formato, l’attuale
tendenza è di preferire la stampa in A3, in
quanto per i piccoli formati è preferibile rivolgersi a minilab o alla Rete; una stampa ink-jet
richiede tempo ed è piuttosto costosa, per cui
è meglio puntare su grandi formati, gli unici
che permettono di valorizzare le proprie fotografie. A maggior ragione se si deve preparare
un portfolio e stampe da esposizione.
Gerardo Bonomo
Fly UP