...

L`Investimento Sicuro

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

L`Investimento Sicuro
Giacomo Saver
L'Investimento Sicuro
Segreti Bancari.com
Un'Avvertenza
“Fai attenzione a non rompere i piatti di mia nonna!!” urlò mia
moglie mentre, in un freddo mattino delle vacanze di Natale del
2010, stavo riordinando gli scatoloni nell'autorimessa.
“Si tratta di un servizio in porcellana che risale agli anni '20 del
secolo scorso. Mia nonna lo custodiva gelosamente, perché per lei
quei piatti rappresentavano il frutto dei sacrifici fatti per
comprarli”.
Così, mentre appoggiavo lo scatolone su uno scaffale in metallo
posto lungo il muro più asciutto del garage, mi è venuto in mente
un pensiero.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
1
I soldi, i risparmi delle persone, accumulati nel tempo con grande
fatica di questi tempi, sono proprio come quei preziosissimi piatti.
Trascorsi io stesso molti anni nella mia giovinezza a svolgere
“lavoretti” per poter essere indipendente, da un punto di vista
finanziario, il più presto possibile.
Ricordo che davo ripetizioni, aiutavo Carlo nella sua attività di
elettricista e svolgevo altre mansioni che ora francamente
nemmeno ricordo. Tuttavia mano a mano che i miei risparmi, il
mio gruzzoletto, cresceva, i miei sonni erano sempre più turbati
da una domanda.
Come posso investire in modo sicuro i miei soldi?
Devo confessare di essere stato, per un certo periodo,
letteralmente ossessionato dalla paura di vedere svanire i frutti del
mio lavoro.
Studiavo già all'epoca il funzionamento dei mercati finanziari,
delle Borse e del mercato dei cambi. Tuttavia non volevo ottenere
chissà quali e quanti guadagni a prezzo di rischi irragionevoli.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
2
Questa fu la ragione per cui la mia prima area di studio e di
interesse fu quella dell'investimento sicuro.
Dopo parecchi anni ora anche tu ti trovi nella mia stessa
situazione di allora. Hai un capitale, grosso o piccolo che sia non
ha importanza, e vuoi investirlo senza rischiare di perderlo.
L'ebook che stai per leggere è proprio ciò che fa per te. E' una
guida sintetica ma completa che ti guiderà, passo passo, verso la
realizzazione di un investimento sicuro.
Partiremo con l'approfondimento delle caratteristiche ed il
funzionamento dei conti deposito, per esaminare poi il risparmio
postale e analizzare le diverse tipologie di titolo di stato.
Ora hai dei validi motivi per mettere da parte ciò che stai facendo
e concentrarti nella lettura di questo ebook.
Un'ultima cosa. Non sono mai stato geloso delle mie conoscenze.
Attraverso il blog che dirigo racconto e metto a disposizione dei
lettori tutto ciò che so sul mondo degli investimenti.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
3
Per lo stesso motivo questa guida è liberamente distribuibile nella
forma che preferisci.
La trovi interessante?
Mi fa molto piacere. Condividila sui Social Network, inviala ai
tuoi contatti email, parlane con i tuoi amici e dai loro una copia
“di carta” dell'ebook. Saranno felici di scoprire, anche loro, come
investire i loro soldi in modo assolutamente sicuro.
Buona lettura
Giacomo Saver
Coach Finanziario e Consulente
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
4
I conti deposito
Una volta esistevano i “depositi a risparmio”, ossia forme di
impiego del denaro che prevedevano il versamento di determinate
somme su un “libretto” che veniva consegnato al cliente sul quale
venivano registrate le operazioni via via compiute.
Sugli importi lasciati in giacenza veniva pagato un interesse a
partire da una certa data (la valuta) sino alla fine dell’anno o del
trimestre a seconda dei casi.
Il cliente era libero di effettuare in qualsiasi momento un
prelevamento dei propri soldi semplicemente recandosi allo
sportello con il libretto ed un documento di identità.
A partire dalla data del rimborso la somma prelevata naturalmente
non fruttava più interesse, ma quello maturato tra la data valuta
del versamento e quella del prelevamento veniva comunque
corrisposto.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
5
Se ad esempio Tizio versava 1000 euro sul proprio conto con
valuta 15/1 e la prelevava con valuta 12/6 per tutto questo periodo
la somma fruttava interessi. A fine anno, o a fine trimestre, gli
stessi venivano “capitalizzati”, ossia portati in aumento del saldo
disponibile, cosicché producevano altri interessi nel periodo
successivo.
Una variante dei depositi “liberi” sino a qui descritti era quella
“vincolata”. In questo caso il risparmiatore si impegnava a non
effettuare prelievi per un certo periodo in cambio di un interesse
più alto.
Questa forma di deposito era davvero un modo sicuro per
investire?
Sì, lo era. Nel caso in cui la banca fosse fallita, sarebbe
intervenuto un consorzio cui aderiscono le aziende bancarie
stesse, che avrebbe rimborsato il credito fino ad un massimo di
euro 103.291,38 per depositante per ogni banca.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
6
Se ad esempio lo stesso cliente avesse avuto tre depositi presso
altrettanti intermediari, la copertura sarebbe triplicata. Il consorzio
di cui parliamo è il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi che
è tutt’ora operante.1
Con l’avvento del nuovo secolo e con la diffusione di Internet, i
depositi a risparmio sono stati sostituiti, nella forma ma non nella
sostanza, dai conti deposito.
Si tratta di conti offerti dalle principali banche, che si possono
aprire di solito tramite web, che invece di essere alimentati da
operazioni di versamento e di prelevamento di denaro effettuati
allo sportello, sono movimentati grazie all’utilizzo di un conto
corrente intestato al titolare.
Ciò significa che, qualora si desideri aprire un conto deposito, si
deve possedere già un conto corrente presso una qualsiasi banca
(che di solito è differente da quella presso la quale il deposito è
intrattenuto) in modo tale che il c/c (definito “predefinito”) sia
legato indissolubilmente al deposito stesso.
1 Per approfondimenti in merito al funzionamento del fondo si rinvia al sito web www.fitd.it
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
7
Per poter versare il risparmiatore farà un bonifico dal conto
predefinito al proprio conto deposito.
Per prelevare farà naturalmente l’operazione inversa. I versamenti
sono fatti rivolgendosi alla propria banca ove si ha il c/c (ed è
ovviamente possibile anche recarsi allo sportello), mentre i
prelevamenti vanno fatti impartendo l’ordine presso la nuova
banca nella quale si ha il deposito. In quest’ultimo caso l’ordine
sarà trasmesso per il tramite del telefono o, più spesso, tramite il
sito internet della banca e grazie all’utilizzo di appositi codici
identificativi e password segrete.
La limitata operatività del conto deposito (che, ricordo, consente
bonifici in uscita solo verso un c/c intestato al medesimo titolare
del deposito stesso), è sinonimo di garanzia.
Qualora qualcuno si impossessasse dei codici di accesso, infatti,
potrebbe al massimo trasferire soldi dal tuo deposito verso il tuo
conto corrente ma non potrebbe fare altro.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
8
Anche qualora chiedesse l’inserimento del proprio conto come
predefinito, il ladro non potrebbe comunque prelevare, poiché il
titolare del conto “ricevente” e quello del conto deposito non
coinciderebbero.
Non vorrei essere troppo brutale nel rivelarti questa cosa, ma puoi
mettere da parte tutte le tue paure. Le fobie delle persone
ossessionate dalla possibilità di perdere i loro soldi depositati in
un conto di questo tipo, sono le classiche “seghe mentali” di cui
farai bene a liberarti.
Ma allora perché gli istituti on line sono così attenti nel
proteggere le password con stratagemmi vari? Perché, ad
esempio, richiedono solo alcune delle cifre che compongono il
tuo codice di accesso e per lo più in modo casuale? Oppure
perché ti costringono ad utilizzare un tastierino numerico a video
nel quale l'ordine delle cifre è sempre diverso?
Sappi che, come ho ripetuto più volte, le banche assecondano i
desideri dei clienti, anche se questi sono del tutto infondati.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
9
Stai certo che se la maggioranza delle persone fosse convinta che
per garantirsi la massima sicurezza al momento dell'accesso al
proprio conto è necessario coprire la tastiera del pc con una mano,
le banche ti regalerebbero un tappetino per mascherare i tasti!
Ed ora, terminata questa doverosa parentesi, possiamo riprendere
il filo del nostro discorso.
L’apertura, la gestione ed i bonifici in uscita dal deposito verso il
c/c sono assolutamente gratuiti. Gli unici costi che il
risparmiatore dovrà eventualmente sostenere sono quelli legati ai
bonifici in ingresso, fatti dalla propria banca verso il nuovo conto.
E’ questo un aspetto estremamente importante da tenere presente
per decidere l’importo da investire volta per volta.
Se i bonifici fossero gratuiti non ci sarebbero problemi, poiché si
potrebbe trasferire qualsiasi somma seppur minima, ma se si
pagano x euro ad operazione è meglio fare attenzione.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
10
La formula seguente permette di calcolare quanti giorni sono
necessari, su un versamento C e dato un tasso netto r, affinché gli
interessi ricevuti compensino il costo del bonifico indicato con b:
giorni = 36500 * b /(r * C).
Supponiamo che il tasso lordo del deposito sia del 4%. Il tasso al
netto della ritenuta fiscale vigente del 27% sarà pari a 4 – (4 *
27/100) = 2,92%
Se il costo del bonifico è di 4 euro saranno necessari 250 giorni
per recuperare tale onere su un importo di 200 euro. Se il costo
del bonifico fosse invece pari a 0,50 euro (magari perché eseguito
on line) i giorni si ridurrebbero a 32 (con arrotondamento).
Il consiglio che ti do è pertanto quello di negoziare con la propria
banca l'abbattimento de i costi per i bonifici , così da poter
utilizzare al massimo (anche per importi minimi) i vantaggi offerti
dai depositi.
Se questo non fosse possibile cerca di eseguire poche operazioni
di importo più elevato per poter ammortizzare i costi.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
11
L’apertura di un conto deposito non necessita del cambio del
conto corrente abituale, perché questo rimane esattamente dove si
trova, ad esempio nella filiale sotto casa.
Non solo, ma è possibile “agganciare” più depositi al medesimo
conto corrente, così da diversificare il risparmio totale attraverso
la suddivisione dello stesso presso più banche diverse.
Quali sono le banche che offrono questi tipi di strumento?
Qui di seguito ti elenco le principali, invitandoti ad informarti
bene leggendo la documentazione presente sui rispettivi siti.
Alcune di esse, infatti, offrono solamente depositi “liberi”, altre
permettono anche il vincolo delle somme (con possibilità di
smobilizzare
l’interesse
anticipatamente
maturato),
i
altre
propri
ancora
soldi
rimettendoci
offrono
un
tasso
“promozionale” per i nuovi clienti per un periodo limitato e così
via.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
12
• Ing direct
• Che Banca
• Rendimax
• Contosuibl
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
13
Come calcolare gli interessi su un conto
deposito
Il conteggio degli interessi maturati viene fatto in automatico
dalla banca.
Affinché la tua formazione finanziaria sia davvero completa e
nulla sia lasciato al caso, stai per scoprire come eseguire tu i
calcoli. Non mi risparmio mai quando insegno, perché desidero
che anche il più esigente dei lettori sia soddisfatto.
Sappi però che questa parte non è indispensabile. Se non vuoi
studiarla ed imparare la metodologia di calcolo degli interessi,
salta pure al capitolo successivo.
Se invece vuoi sapere come controllare che la banca non
commetta errori nel riconoscerti quanto ti deve, ecco come
procedere:
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
14
• fai un prospetto nel quale si inserisci gli importi degli accrediti e
degli addebiti (ossia dei versamenti e dei prelevamenti) uno di
sotto l’altro ordinati per valuta crescente in tale modo (il segno –
indica i prelevamenti):
importi
1200
-200
10000
valuta
08-feb
04-mar
05-apr
• calcola i saldi per ogni operazione:
importi
1200
-200
10000
valuta
08-feb
04-mar
05-apr
saldi
1200
1000
11000
• calcola i giorni intercorrenti tra una valuta e quella successiva e
li si scrivono in corrispondenza delle prime righe. Gli ultimi
giorni andranno dall’ultima valuta alla data di fine anno o
trimestre o mese in cui si riferisce il calcolo degli interessi:
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
15
importi
1200
-200
10000
valuta
08-feb
04-mar
05-apr
saldi
1200
1000
1100
giorni
24,00
32,00
86,00
0
30-giu
• calcola i “numeri” moltiplicando i “saldi per valuta” per i giorni
e li si scrivono in una colonna apposita:
importi
1200
valuta
08-
saldi
1200
gg
24
numeri
28800
-200
feb
04-
1000
32
32000
10000
mar
05-
11000
86
946000
apr
30giu
• somma i numeri e utilizza questa semplice formula: (totale
numeri *tasso annuo di interesse)/36500.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
16
Se il tasso utilizzato è il lordo ricorda di togliere dagli interessi
l’imposta del 27%. Nel nostro esempio otterresti un totale numeri
pari a 1.006.800 e, supponendo di avere il tasso lordo del 4%, gli
interessi ammonterebbero ad euro 110,33.
Il risparmio postale
Facciamo un rapido cenno al risparmio postale, anteponendo una
precisazione: da un po’ di anni anche le Poste si stanno
“banchizzando” con il risultato che a lato di ottimi prodotti di
investimento, vengono collocati anche degli strumenti inefficienti.
Ora ti è chiaro il motivo per cui nel blog insisto con il dire di
evitare le obbligazioni emesse dalle Poste e gli altri prodotti
“strani” o “fantasiosi”?
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
17
Tu che vuoi investire in modo sicuro e conveniente i tuoi soldi
limitati ad utilizzare:
1)i libretti di risparmio
2.i buoni postali fruttiferi
Esaminiamo insieme, in sintesi, quali sono le caratteristiche di
questi due strumenti di investimento.
I libretti sono i tradizionali depositi a risparmio che già conosci..
Le differenze rispetto ai conti on line risiedono nella
remunerazione solitamente più bassa e nella maggiore scomodità,
poiché per effettuare le operazioni di versamento e di
prelevamento occorre presentarsi materialmente all’Ufficio
Postale.
A meno di esigenze particolari (libretto di risparmio intestato ad
un minore o a casi di tutela) sconsiglio di utilizzare i libretti.
Ci sono gli ottimi conti di deposito on line, più remunerativi e più
comodi.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
18
I buoni postali sono dei veri e propri titoli che corrispondono un
interesse pagato insieme con il capitale al momento della
scadenza. Il vantaggio consiste nel fatto che il tasso di interesse è
crescente, in maniera conosciuta sin dall’emissione, in funzione
degli anni di possesso.
In tale modo un buono postale renderà un certo tasso per i primi n
anni, un altro tasso maggiore per gli x anni successivi e così via.
Un tipo particolare di buono postale è quello indicizzato
all’inflazione.
Anche in questo caso la remunerazione sarà corrisposta alla
scadenza e comprenderà una quota di interesse “reale” più il tasso
di inflazione.
Il vantaggio di questi strumenti, che rendono meno dei titoli di
stato indicizzati all'inflazione, è semplice ma efficace. Il
possessore di un buono postale potrà incassarlo in qualunque
momento ottenendo sempre il valore nominale più gli interessi
maturati, ad esclusione dei primi 18 mesi durante i quali viene
rimborsato il solo capitale con la perdita della remunerazione.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
19
I depositi postali sono garantiti dallo Stato, per cui sono
assimilabili ai titoli del debito pubblico in quanto a garanzie.
Come ti ho già detto prima, evita accuratamente le varie forme di
buoni postali indicizzati ad un indice di Borsa o ad un paniere di
titoli, così come le obbligazioni o le polizze emesse dalle poste.
Questi
ultimi
prodotti,
infatti,
condividono
le
pessime
caratteristiche dei loro “cugini” venduti dalle banche e dai
promotori: sono cari ed inefficienti.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
20
I Titoli di Stato
Sto scrivendo queste pagine nel gennaio 2011. I timori per il
fallimento di stati sovrani non sono ancora svaniti. L'obiezione:
come puoi includere i titoli di stato tra gli investimenti sicuri?
E' assolutamente fondata. Ma lasciami spiegare. Conosci una
forma migliore di investimento per dormire sonni tranquilli? Se lo
stato italiano dichiarasse la bancarotta, forse gli impieghi in
obbligazioni bancarie sarebbero sicuri?
Sai che la Costituzione prevede la possibilità di espropriare un
bene immobile? La verità, amico mio, è che non esistono
scialuppe di salvataggio per uscire da un nuovo eventuale diluvio
universale.
Se pensi che l'oro sia una buona possibilità pensa a questo. Dove
compreresti i lingotti? Dove pensi di conservarli?
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
21
A chi li rivenderesti in caso volessi monetizzare il tuo
investimento. E poi, quanto ti frutta l'oro all'anno, in termini di
interessi?
Lascia perdere le paure e leggi con attenzione ciò che sto per
scrivere. Si tratta di una breve guida ai più diffusi e comuni titoli
di stato italiani.
Buoni Ordinari del Tesoro BOT
Sono titoli a breve scadenza e privi di cedola. La loro durata
massima è pari a dodici mesi, ma esistono anche delle emissioni
più brevi.
Tre, sei e dodici mesi sono le scadenze dei BOT al momento
dell'emissione. Sul mercato troverai poi moltissime altre scadenze
intermedie che derivano da titoli emessi in precedenza ma non
ancora scaduti.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
22
Il rendimento dei BOT è dato dalla differenza tra il valore
nominale a scadenza e il prezzo di acquisto.
I Certificati di Credito del Tesoro CCT
I CCT sono titoli a scadenza medio-lunga pari, al momento
attuale, a 7 anni. Ovviamente tale durata si riferisce ai soli titoli in
emissione, nel senso che i CCT presenti sul mercato avranno
scadenze normalmente più brevi dal momento che è già trascorso
un certo periodo dalla loro nascita.
La caratteristica principale di questi titoli risiede nella variabilità
degli interessi corrisposti.
Attualmente esistono due tipi di CCT. Quelli emessi prima della
primavera 2010 che pagano interessi determinati sulla base del
tasso lordo dei BOT semestrali e quelli di “nuova emissione” nati
dopo maggio 2010.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
23
Le cedole di questi ultimi sono invece “agganciate” al tasso
Euribor a sei mesi. In entrambi i casi al parametro utilizzato (tasso
dei Bot o Euribor) viene aggiunto un premio detto spread.
I Buoni del Tesoro Poliennali BTP
I BTP sono titoli di Stato emessi con scadenze che vanno dai 3 ai
30 anni. La caratteristica fondamentale di questi strumenti è di
pagare interessi fissi e costanti per tutta la durata della vita del
titolo.
Ogni BTP al momento dell’emissione reca l’indicazione del tasso
di interesse lordo annuo che pagherà, analogamente ai CCT, due
volte all’anno nelle rispettive date di godimento.
I BTP sono titoli che presentano maggiori rischi dei CCT.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
24
Mentre questi ultimi possono adeguare la propria remunerazione
ai livelli di mercato nel caso di tassi di interesse in crescita, gli
interessi dei BTP restano costanti per tutta la durata del titolo, di
fatto “imprigionando” il possessore in una gabbia dalla quale è
impossibile uscire.
Gratuitamente hai ricevuto...
Caro/a Amico/a, siamo arrivati alla fine del nostro viaggio
all'interno degli strumenti di investimento “sicuri”. Se hai letto
con attenzione le pagine precedenti ora hai le idee più chiare in
merito a che cosa fare per impiegare i tuoi risparmi in modo
tranquillo.
Il contenuto di questo ebook non ti renderà ricco, ma ti guiderà
verso la realizzazione di un portafoglio di investimenti
assolutamente prudente, dal quale come hai visto sono escluse le
azioni.
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
25
Ora sono io a chiederti un favore, che sei libero di farmi oppure
no.
“Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”
Solo se hai trovato utile quanto hai appena letto, mi farebbe
davvero piacere se volessi condividere la tua conoscenza con i
tuoi amici.
L'Investimento Sicuro è libero da Copyright.
Distribuiscilo a chi pensi possa essere utile
Come già ti ho detto, questo non è un obbligo, ma un modo per
esprimere, con un piccolo gesto gratuito, l'apprezzamento nei
confronti di ciò che hai appreso.
Lascio a te la scelta se farlo oppure no ed i modi.
Bene, amico/a mio/a, per ora è tutto. Ti aspetto sul blog e ti
auguro tutto il bene possibile.
Giacomo
Regalami ad un Amico
segretibancari.com
26
Fly UP