...

Quasi quasi - Associazione Doule Italia

by user

on
Category: Documents
3

views

Report

Comments

Transcript

Quasi quasi - Associazione Doule Italia
MAMMA
PARTO
Quasi quasi
cerco una DOULA
. ' ./
UN SOSTEGNO ATUTTO TONDO:TI INCORAGGIA DURANTE ILTRAVAGLIO,
TI CONFORTA QUANDO STAI PARTORENDO. E POI TI ASSISTE NELL'ALLATTARLO,
TI SUGGERISCE COME CALMARLOJI FA SENTIRE MENO SOLA,TI AIUTA IN CASA...
di Chiara Sandrucci
N
el calore di un
abbraccio, nel potere
di una risata, nella
forza di uno sguardo.
C'è tanta magia nel lavoro della
doula, una figura di sostegno
ancora poco conosciuta in Italia
che si prende cura delle mamme
prima e dopo la nascita. In paesi
come Stati Uniti e Canada, ma
anche in Francia e Gran Bretagna,
ricorrere al suo aiuto è normale.
Da noi non è molto diffusa, ma
da qualche anno stanno prendendo
piede le prime iniziative. Scuole
di formazione comprese.
Un ruolo senza tempo
Non è una figura assistenziale
standard, di tipo medico, non
è una baby-sitter e tanto meno
un'assistente sociale. Per dirla
tutta, non è nemmeno un'amica
e non si sostituisce al papa,
n termine doula deriva dal greco
antico e se letteralmente significa
"colei che serve la donna" oggi
vuoi dire "colei che fa da madre
alla madre", facilitandone
il benessere. Come? Fornendole
,
un sostegno su misura, intimo
e confidenziale, dalla gravidanza
fino al primo anno del bambino.
Chi può diventare doula? In teoria
ogni donna. Perché per questo tipo
di lavoro ci vogliono innanzi tutto
competenze materne ed esperienza
personale (il che però non vuoi
dire per forza essere mamma).
A volte si tratta di persone che già
lavorano nel campo dell'assistenza
a madre e bambino: educataci,
infermiere e ostetriche che
cercano qualcosa di diverso.
Per chiarire compiti e funzioni,
l'Associazione Mondo Doula
(vedi box) sta lavorando per creare
un'associazione di categoria anche
in Italia. Obbiettivo: confrontarsi
con le istituzioni e ottenere un
riconoscimento come professione,
se pur non regolamentata.
Cosa fa e come lo fa
E primo contatto con la doula -,
in genere avviene in gravidanza,in vista anche di un eventuale
"accompagnamento" durante
il parto in ospedale (o in casa).
Ma può essere chiamata anche
90
dopo, per un sostegno nei primi
giorni. Nei nove mesi è spesso
un appoggio per chiarirsi le idee:
fornisce le informazioni necessarie
per orientarsi, può essere presente
per esami e visite o semplicemente
"ascolta" le emozioni della futura
mamma, da una prima risposta
alle sue paure o la aiuta a trovare
il professionista giusto. È una
donna pronta ad accompagnare
la mamma in ospedale anche
per il parto. Al posto del papa,
se non c'è o non se la sente.
O soltanto per dargli il cambio.
Rasserena e conforta, non
si sostituisce all'ostetrica, ma
collabora con il personale medico
in modo che la mamma possa
vivere l'esperienza del parto
secondo i suoi desideri. Dopo
la nascita, la doula si occupa della
neomamma: le tiene compagnia
nei primi giorni a casa, fa in modo
che non salti i pasti, che si riposi.
Se è il caso, prepara anche
un pasto, carica la lavatrice
e sistema la casa. Due braccia
in più che diventano indispensabili
in caso di gemelli.
Perché adottarne una
In una società come la nostra,
in cui le nascite avvengono
di norma in ospedale, manca quella
rete di solidarietà femminile che
tradizionalmente accompagnava
e proteggeva questo momento
della vita. Amiche, sorelle, madri
e zie che una volta accudivano
le mamme nel percorso dalla
gravidanza al puerperio, oggi ne
sono tagliate fuori. Ne deriva una
sensazione di solitudine che fino
a cinquantanni fa non esisteva
e che oggi le doule possono
contribuire ad alleviare. Il loro
aiuto fa bene: come dimostrarono
già negli anni Ottanta i neonatologi
statunitensi Marshall Klaus e John
Kennel, il sostegno emotivo fornito
dalla presenza continua di una
doula migliora gli esiti di travaglio
e parto e il benessere del piccolo
in arrivo. Facilita la creazione
di un buon legame e previene il
rischio di depressione post-partum.
Come trovarla 'doc'
In questo lavoro la relazione
è centrale e non ci si può
improvvisare. È un compito
delicato e di grande responsabilità:
la doula assiste a uno dei momenti
Per trovare una doula
si può far riferimento
alle associazioni, le cui
socie hanno seguito
il corso di formazione.
La frequenza del corso
è la sola forma
di selezione prevista.
I corsi variano
a seconda della
scuola. Quella
dell'Associazione
Mondo Doula basa
il suo percorso
su un modello
"esperienziale":,
attraverso veri
e propri laboratori,
si impara ad affiancare
la mamma "nel modo
giusto" durante
gravidanza, travaglio,
parto e puerperio.
Altre scuole fanno
più "teoria" e vi
insegnano psicologhe,
ginecologhe, pediatre
e ostetriche.
I ifrlljy.il
L'associazione nasce
nel 2009 con
il Progetto Mondo
Doula e l'avvio della
prima scuola italiana
per doule. Sono attivati
corsi di 6 week-end
a Bassano del Grappa,
Mestre e Milano
• Info: www.
mondo-doula.it.
Le ex allieve che
lavorano a Torino
hanno il sito
www.douletorino.it,
mentre a Pisa
c'è il Punto Doula.
• Info: www.
unadoulaperamica.
blogspot.com
È una cooperativa
sociale con sede
a Sesto San Giovanni
(Mi). Dal 2007
offre corsi per la
più importanti e intimi della vita,
in situazioni in cui la sua presenza
può fare la differenza, volgendo in
positivo l'esperienza della nascita.
È quindi opportuno intraprendere
un percorso di formazione tenuto
dalle specifiche associazioni.
Sono loro a garantire la qualità
della preparazione, anche
se non possono "certificare"
una professionalità ancora non
riconosciuta. Nei corsi si lavora
molto su di sé e sulle proprie
capacità di entrare in relazione con
gli altri. Sono le stesse associazioni
(vedi box) che forniscono i nomi
di doule attive sul territorio.
D tariffario può variare dai 12
ai 50 euro all'ora a seconda delle
competenze supplementari offerte,
oltre a quelle comuni a tutte
92
formazióne della figura
professionale "Doula".
• Info: www.
iccolipassi.net
Associazione fondata
dopo un corso
di formazione per
doule finanziato dalla
Provincia di Perugia
con il Fondo Sociale
Europeo, tra il 2003
e il 2004, è molto
attiva in Umbria.
• Info: www.
gcesvol.com/amal
ÈaJBSCEl
È una cooperativa
di volontariato, con
sede a Roma, che offre
servizi gratuiti. Doule
comprese, con relativi
corsi di formazione.
Se ne può adottare una
(con IO euro al mese).
• Info: www.
pandoracoop.it
le doule che hanno frequentato
un corso. Ogni doula, in fase di
presentazione (sul sito personale o
dell'Associazione a cui appartiene
o nel primo incontro) illustra alla
cliente le sue esperienze di lavoro.
C'è chi offre consulenze specifiche
(se ad esempio è anche psicoioga
o consulente in allattamento)
o integra con attività come lo yoga
o il massaggio infantile. Ma spesso
si fanno forfait anche secondo
la disponibilità economica.
consulenza di
Fly UP