...

tornano i poliziotti di quartiere

by user

on
Category: Documents
8

views

Report

Comments

Transcript

tornano i poliziotti di quartiere
Anno 9| numero 267| Venerdì 29 Gennaio 2016
www.settimanalezona.com
[email protected]
ROMA NORD
-> Pubblicità: tel. 345 1529651 <-
sicurezza
tornano
i poliziotti
di quartiere
Ponte Milvio, Vigna Clara e Fleming più
sicure con la pattuglia a piedi per vegliare
da vicino su negozi e vita di quartiere
decoro
Piazza Mancini
vuole rifarsi
il look
furti
Presa banda dei
furti con “truffa
delle chiavi”
commercio
Aprirà un nuovo
maxi centro
commerciale
giubileo
Ecco la“Porta”
della Francigena
nell’Insugherata
xv municipio
Da oggi si può
“Adottare una
area verde”
EditorialE di Nicoletta Liguori
Candidati o progetti per Roma?
Con stupore assisto ad un ritardo complessivo di tutte le forze
politiche che, a pochi mesi dalle
elezioni per un nuovo governo
capitolino, tardano a presentare
un programma vero e dettagliato
per la rinascita di questa città.
Ogni parte in campo dovrebbe
già avere i suoi “mantra”: quelle
frasi ripetute ad ogni incontro in
piazza, ad ogni intervista sui media, ma siamo ancora lontani da
tutto ciò. In altri tempi, la macchina era già partita, a oggi, stiamo ancora parlando di alleanze,
veti incrociati, coordinatori che
non ci sono… Così il primo deceduto da sezionare sarà proprio il territorio! Non si vedono
in giro facce convinte, che sappiano davvero cosa serve a questa città per riemergere dalla
melma delle inchieste e del fango! In pectore ci saranno magari anche dei futuri buoni
consiglieri comunali, ma non è
che andranno lontano senza il
traino dei consiglieri municipali,
che sono proprio quelli che scaricano i voti al grande bacino del
Campidoglio. Questo immobilismo da pugile suonato pare proprio un “de profundis” già
intonato e a guadagnarne potrebbero essere proprio coloro
che mai hanno voluto cantare.
Meditate gente meditate…
2
Ponte Milvio
ROMA NORD
pattugliamento da vicino
Il ritorno dei Poliziotti di Quartiere a piedi per le strade. Per ora a Ponte Milvio e dintorni
di CAMILLA PISCHIUTTA
N
on solo per strada, ma
nei negozi e tra la gente,
per conoscere la realtà
quotidiana del quartiere, parlare con i cittadini e i commercianti, prevenire il crimine o
coadiuvare i colleghi in macchina con preziose informazioni
apprese “sul campo”. Dalla seconda metà di gennaio, sono
entrati in servizio anche dal
commissariato di Ponte Milvio i
poliziotti di quartiere, due agenti a piedi che hanno il compito
di sorvegliare i negozi, facendo
così sentire la presenza dello
Stato nella quotidianità degli
abitanti di Ponte Milvio, Fleming e Vigna Clara. Il Poliziotto di quartiere nasce per essere
più vicino alla gente. Lavorare
nelle strade del quartiere lo porta infatti a conoscere la realtà
quotidiana degli abitanti della
zona, ad essere un punto di riferimento per i commercianti e
un deterrente per cittadini poco
onesti. "Il poliziotto a piedi incide fortemente sulla percezione
della sicurezza dei cittadini, soprattutto in un clima anti terroristico come quello che stiamo
vivendo di questi tempi" spiega
il dirigente del commissariato di
Ponte Milvio, dott. Filiberto Mastrapasqua, sottolineando come
il servizio non fosse mai stato effettivamente sospeso, ma che
solo grazie agli incrementi di organico è stato possibile ripristinare la sua operatività. "La
filosofia di impiego del poliziotto appiedato - prosegue - nasce
innanzitutto per abbattere la
percezione di insicurezza. Il suo
scopo è di creare prossimità tra
istituzioni e cittadini, attraverso
uno scambio diretto, che favori-
sca una comunicazione della sicurezza in termini di condivisione e compartecipazione".
Certo, il risultato "vero" non si
vedrà direttamente dalle azioni
portate a termine dal poliziotto
di quartiere sul campo , ma "sarà il resto dell'apparato, secondo
ciò che riferisce a fine turno
l'agente appiedato, a prendere i
provvedimenti", aggiunge Mastrapasqua, che racconta come
sia poi già successo nel caso di
alcuni parcheggiatori abusivi o
di auto in doppia fila. La presenza dei nuovi agenti è stata
accolta con favore anche da cittadini, commercianti e associazioni, che già alla fine del mese
di novembrescorso, incontrando il Prefetto di Roma Franco
Gabrielli, avevano espresso la
necessità di introdurre anche
nel quadrante di Roma Nord
una vigilanza quotidiana della
vita di quartiere . Un presidio
permanente di poliziotto di
prossimità, quindi, che avrebbe
potuto assicurare maggiore serenità e la prevenzione di micro e
macrocriminalità. “Un grazie alla Polizia di Stato che ha ripristinato la pattuglia di quartiere,
due agenti che entrano nei negozi e ci fanno sentire la presenza dello Stato nelle criticità della
nostra vita quotidiana”, scrive
su Facebook Giovanna Marchese
Bellaroto, presidente di AssoCommercio Roma Nord, a testimoniare come la presenza di un
presidioquotidiano sia innanzitutto un sostegno ai commercianti della zona. "Quella che
aumenterà grazie alla presenza
dei poliziotti diquartiere - spiega la presidente - è la percezione della sicurezza nelle strade da
parte dei romani. Così i cittadini si muoveranno con più tranquillità nelle strade sotto casa e
noi, da sempre, sponsorizziamogli acquisti a Km0, nel proprio
quartiere". Prosegue poi spiegando che"ognuno di noi deve
sentirsi rassicurato dall'ingresso
degli agenti nei propri negozi,
perché stimolano il senso di presidio quotidiano che i commercianti da tempo chiedevano".
Attendiamo fiduciosi che venga
esteso in tutta Roma nord.
Direttore respons.: nicoletta Liguori
Direttore eDitoriaLe: andrea nardini
grafica: Yevheniia Maslovska
società editrice: editoriale nartuc s.r.l.
Via g. D’arezzo 10 roma
tel. 345.1529651 (pubblicità)
[email protected] (redazione)
www.settimanalezona.com
staMpa: iprint s.r.l.
iscrizione al tribunale di roma
n°52/2008 del 14-2-2008
4
Flaminio
ROMA NORD
piazza mancini nuovo look
Il Municipio ha previsto un budget di 200 mila euro per il prossimo restyling dell’area
di SABRINA DONATI
A
nno nuovo, vita nuova...anche
per Piazza Mancini. Il Municipio II ha appena approvato la
variante di bilancio in cui è stato previsto un budget di ben 200.000 euro
destinati al restyling dell'area verde
della Piazza. La fontana tornerà a zampillare, le siepi incolte e maleodoranti
saranno potate e curate, ci sarà una zona giochi dedicata ai bambini pavimentata con superfice a piastre
elastiche anti cadute, tre panchine in
legno e ghisa, fuori dall'area ludica due
tavoli per i pic-nic e contenitori per i
rifiuti. L'intera area verde avrà una re-
cinzione in acciaio zincato, con quattro cancelletti di accesso. Una manutenzione straordinaria, tanto attesa
quanto necessaria. L'obiettivo è quello di restituire a Piazza Mancini la sua
identità. Deve tornare ad essere un
luogo di aggregazione sociale per le famiglie dei residenti, per i commercianti che qui svolgono la loro attività
e per i pendolari che raggiungono il
Flaminio. Un piccolo scrigno verde,
con panchine nuove e pulite dove potersi rilassare ammirando sullo sfondo
il ponte della Musica, prima di raggiungere l'Auditorium o il Maxxi. Solo
promessa o imminente realtà ? Il Municipio ha fatto un passo fondamentale per dare concretezza alla speranza,
ma i residenti, i commercianti, i pendolari che ogni giorno vi giungono in
auto o con i mezzi pubblici, non sembrano ricordare che Piazza Mancini è il
cuore del quartiere Flaminio. Chi frequenta la zona, ha in mente solo quello che vede e subisce ogni giorno:
sporcizia, bottiglie rotte, cartacce e, su
tutto, i fatti di cronaca nera di cui si è
ampiamente occupato anche ZONA.
Episodi che da troppo tempo hanno
reso la Piazza solo una tappa obbligata
per chi in centro lavora, studia o semplicemente raggiunge un'altra linea di
trasporto.L'incuria amministrativa l'ha
trasformata in un luogo dove sostare il
meno possibile. Perchè il degrado non
è solo visivo, anche se la prima nota
stonata è proprio la tabella di segnalazione dei capolinea ridotta a pezzi da
un tiro al bersaglio impunito. Quello
che rende tangibile il livello di trascuratezza di Piazza Mancini è il degrado
olfattivo: la Piazza puzza, non soltanto di smog. L'odore acre e fetido dell'
urina e dei residui fecali sale alle narici
di tutti i passanti. Le siepi che delimitano tutta l'area della fontana sono dei
wc pubblici, all'aria aperta. In balia anche di una comunità di extracomunitari che ha scelto Piazza Mancini,
perchè qui tanto non c'è un presidio
di polizia municipale. Nemmeno passa una ronda di notte. “Come è possibile che non siano ancora stati
installati dei bagni chimici?” – si chiede esterrefatto il signor Pino, titolare
del chiosco La Birretta. Siamo, infatti,
a pochi passi dallo Stadio Olimpico. Le
persone che lasciano qua in sosta la
macchina e poi vanno a vedere la partita, o all'andata o al ritorno si fermano alle siepi per fare i loro bisogni. La
stessa cosa fanno alcuni pendolari che
si servono degli autobus, e per non essere da meno si è allineata anche la colonia di extracomunitari, che in Piazza
bevono e bivaccano dalla mattina alla
sera. In realtà, una struttura comunale
dedicata ai servizi igienici c'è, è proprio
dietro la fontana. Ma è a pagamento.
Così non la usa nessuno, perchè quando manca il senso civico una moneta
da 0,50 in tasca non la trovi. Gli stranieri poi, loro sono senza lavoro. I pochi spiccioli servono per comprare la
birra. E il tanfo acuisce, giorno dopo
giorno. “Se anziché potarle queste siepi si togliessero del tutto il problema
urinatoio pubblico si estirperebbe alla
radice” – ribatte il signor Giovanni,
che lavora nella storica tabaccheria di
fronte ai capolinea. “I problemi a Piazza Mancini non si esauriranno con
una sistemata all'area verde – aggiunge
la giovane Elisa dell'edicola- “Ci sono
troppe persone ubriache che circolano
h24, la gente ha paura, non sai mai
che reazione possano avere. Il quartiere si dequalifica”. Forse, se accanto allo zampillio della fontana sostasse tutti
i giorni una pattuglia di polizia il cuore di Piazza Mancini riprenderebbe a
battere.
6
Roma nord
ROMA NORD
truffa della chiave: presi
Arrestata la banda che ha messo a segno decine di furti a donne con un abile stratagemma
di SABRINA DONATI
L
a trappola era collaudata, facile e
vantaggiosa: il borseggio repentino effettuato con la tecnica dell'oggetto caduto a terra. Il bersaglio,
preferibilmente le donne, il luogo
d'azione i parcheggi incustoditi. L'ultima volta, però, è andata male e finalmente la Polizia ha arrestato i
colpevoli. E' accaduto pochi giorni fa in
via della Balduina. Una donna intenta a salire sulla propria auto è stata avvicinata da un uomo che l'ha distratta
con una scusa banale ma efficace: “Sono sue queste chiavi cadute a terra?”
La vittima ha avuto un momento di
confusione che le è stato fatale. L'uomo, con abilità sorprendente, ha aperto la portiera dell'auto e sottratto
velocemente la borsa che la donna
aveva poggiata sul sedile. Poi è scappato, con l'aiuto di complici appostati ad attenderlo in macchina, poco
lontano dalla zona dell'aggressione. La
vittima però ha avuto la prontezza di
chiamare le forze dell'ordine, che sono velocemente intervenute sul posto.
Agli agenti della Polizia di Stato, la
donna, di professione medico, ha
espresso il desiderio di recuperare al
più presto il materiale sottrattole dai
malviventi, concernente documenti
riservati legati alla sua attività di medico. Inoltre, ha fatto un identikit del
ladro agli agenti e ha raccontato di
averlo visto fuggire insieme a tre complici a bordo di un'auto, di cui è riuscita a memorizzare la targa. Le
indagini sono scattate prontamente
da parte degli agenti del commissariato ponte Milvio e del reparto Volanti e,
grazie alle informazioni fornite dalla
professoressa, l'auto con in fuga i 4
borseggiatori è stata rintracciata e
bloccata in piazzale Diaz, a Ponte Milvio. I 4 sono stati arrestati e condotti
negli uffici del commissariato per essere identificati. Sono extracomunitari di origine sudamericana e sono stati
arrestati per furto aggravato. Il malvivente alla guida dell'auto, inoltre, è
stato denunciato anche perchè sprovvisto di patente. La vicenda, questa
volta, si è conclusa nel migliore dei
modi. I borseggiatori assicurati alla forze dell'ordine e alla vittima sono stati
riconsegnati tutti i documenti sottratti, compresa la borsa. La speranza di
tutti i romani,ora, è che si tratti proprio dei membri della banda che negli ultimi anni aveva messo a segno
diversi colpi soprattutto nella zona di
Roma nord. Il modus operandi era lo
stesso: attirare l'attenzione di un malcapitato facendogli credere che ha perduto un oggetto (chiavi, portafogli,
monete,ecc) e, approfittando della sua
disattenzione aprire la portiera della
sua auto per sottrarre borse o oggetti
di valore, come cellulari o chiavi di appartamento. Purtroppo,venerdì scorso, in un episodio analogo il lieto fine
non si è verificato. Una signora è stata
scippata della borsa nel parcheggio del
Simply in via Due Ponti. Con la tecnica, ormai famigerata, delle chiavi cadute usate come esca. La signora stava
mettendo le buste della spesa nel portabagagli della sua auto. Una donna le
si è avvicinata e cortesemente le ha
chiesto: “Signora sono sue queste
chiavi?”. La malcapitata di primo
istinto ha negato, poi è stata colta dal
dubbio, perchè la donna con lei è stata gentile, socievole, ha condiviso con
poche, affabili parole la fatica della
sporta quotidiana. La signora allora ha
creduto che quel mazzo di chiavi forse poteva essere il suo. “Aspetti che
controllo”- ha detto. Lasciando aperti
la portiera e il cofano, è salita a bordo,
ha controllato il vano del lato passeggero dove di solito alloggia la sua borsa. Ma non c'era, allora ha pensato di
averla messa nel divano posteriore. Si
è voltata per controllare...è successo in
un attimo. La borsa era scomparsa, la
signora è riscesa dall'auto e dopo pochi
attimi di confusione si è resa conto
che era sparita anche la donna gentile. Dileguata, sicuramente con l'aiuto di
un complice ad attenderla in una
macchina poco distante dal supermercato. L'arresto dei 4 borseggiatori
è una vittoria importante, ma non è
sicuro che siano gli stessi autori di tutti i borseggi con la tecnica degli oggetti caduti verificatisi nel corso degli
ultimi anni, non soltanto a Roma
nord. Quindi, il consiglio è sempre
quello di mantere desta la prudenza.
8
Valle Aurelia
ROMA NORD
NUOVO CENTRO COMMERCIALE
“Forum Valle Aurelia”: 40 negozi su 4 piani. Sorgerà a soli 20 minuti (di treno) da Roma nord
di ANDREA NARDINI
S
ono iniziati i lavori per la realizzazione di un nuovo centro
commerciale a Roma. Sorgerà a
pochi passi a piedi dalla stazione della Metropolitana e del treno RomaViterbo, nell'area tra Valle Aurelia e
via Baldo degli Ubaldi. La struttura si
chiamerà "Forum Valle Aurelia", avrà
una superficie di oltre 20 mila metri
quadrati, quattro piani, e ospiterà circa quaranta negozi, un ristorante,
parcheggi e un centro direzionale.
Sorgendo ad appena 800 metri dal
Vaticano, punta ad attrarre, oltre alla
popolazione locale, anche migliaia di
turisti che ogni giorno affollano il
centro storico capitolino. Il piano terra comprenderà un supermercato e
dei negozi. Il primo e secondo piano
offrono delle media superfici commerciali e vari negozi di qualità alta
con un mix merceologico che inclu-
de marchi nazionali ed internazionali. Il quarto piano è un’area verde che
accede alla zona ristorazione con una
terrazza aperta con vista sul Vaticano.
Il progetto include anche un’immobile a destinazione uffici. La fabbrica
di mattoni storica ‘Veschi’ locata alla
base dell’area verrà ristrutturata e
convertita in uno spazio aperto al
pubblico. La stazione della metropolitana vicina provvede un’eccellente
connessione con i servizi di trasporto
cittadini e due strade principali che si
congiungono nell’area di Valle Aurelia provvedono un accesso facile al sito da chi viene da fuori Roma. I
progetti risalgono agli anni '90 con il
piano di recupero urbano e messa in
sicurezza di una vecchia fornace,
chiusa negli anni '50. Nel quartiere,
ex borgata, il centro commerciale
avrà un impatto forte, almeno dal
punto di vista urbsanistico. Nell'area
è infatti ancora presente il borgo costituito da antiche case a due piani
(per lo più ormai diroccate) appartenute ai "fornaciari" (ossia a coloro che
lavoravano presso le fornaci "Veschi",
dove appunto sorgerà il centro commerciale) dislocate tra strade con nomi caratteristici riecheggianti le
attività di un Si trova poco prima del
raccordo ferroviario dismesso da Pineto a Vigna Clara, utilizzato per pochi giorni durante i Mondiali del
1990, e poi abbandonato; costituisce
la prima parte della futura "Cintura
Nord" dell'anello ferroviario. Con il
recupero della stazione Vigna Clara
nel 2016 al nuovo centro commerciale si potrà accedere quindi sia facilmente dalla Cassia (Giustiniana, La
Storta, Olgiata, Cesano), sia dall'area di
Corso Francia, Fleming, Vigna Stelluti in poco più di venti minuti su ro-
taia. "Il centro commerciale Forum
Valle Aurelia - si legge sul sito dello
sviluppatore, la società "Multi", leader
nella realizzazione di centri commerciali in Europa e Turchia (90 strutture
realizzate) - è un progetto 'mixed use'
che ha l’obiettivo di rigenerare
un’area strategica all’interno della città di Roma. Il centro si sviluppa su
quattro livelli, segue il territorio e si
integra ad esso. Sviluppa una consulenza in cui, partendo dalle analisi
delle aree comuni esistenti, realizza il
Concept architettonico dell’interno
del centro commerciale, caratterizzandolo e conferendogli un’immagine complessiva forte e identitaria".
La Cna di Roma-Commercio aveva
organizzato un presidio per raccogliere firme e dire basta alle aperture
indiscriminate di nuovi centri commerciali dentro e fuori la capitale proprio qui nel maggio scorso e vari
comitati di quartieri e associazioni si
sono dette contrati all'apertura di
questo centro commerciale, soprattutto per la paura che le attività locali soffrissero della concorrenza. Le
proteste non hanno però trovato riscontro e la nuova mega struttura
aprirà presto i battenti, forse già a fine del 2016.
Nuova apertura
Caffè
Carrisi
Punto vendita caffè
cioccolateria, grapperia
Via Anton Giulio Bragaglia 29/R - C.C. OLGIATA - Roma
Tel. 06.94539783
Porta questo coupon e pagherai:
100 cialde
del caffè a solo...
20€
Compatibili Lavazza point forte e deciso,
Lavazza a modo mio, Nespresso
(Esclusa promozione Caffitaly).
ROMA NORD
GIGI PROIETTI - AUDITORIUM
A grande richiesta dopo il sold
out delle sette date estive, della
notte di Capodanno e delle date
del 2 e 3 gennaio 2016, nuova
replica straordinaria, mercoledi
3 febbraio, per lo spettacolo di
Gigi Proietti che ripropone un
excursus del proprio repertorio:
popolare, drammaturgico, canoro, mimico, poetico, parodistico, comico, umano, multiculturale. Una contaminazione di
generi che caratterizzano i suoi spettacoli e che sono gli ingredienti del suo grande successo. Un'occasione unica, dunque, per rivedere in scena l’artista poliedrico. Sarà accompagnato da
un’orchestra di 25 elementi diretti dal M° Mario Vicari, da un corpo di ballo e da Marco Simeoli e Claudio Pallottini, attori del suo
laboratorio che da diversi anni partecipano ai suoi spettacoli. Ci
saranno anche Susanna e Carlotta, le due figlie dell’artista, che sorprenderanno il pubblico con le loro qualità vocali e con la loro vis
comica. Cavalli di Battaglia sarà anche un’ottima occasione per festeggiare i 50 anni di carriera dell’artista.
Info tel 892.101
“rosiko” - roma
E' arrivato il gioco da tavola per i veri romani doc. Si chiama "Rosiko", e come
avrete intuito, si tratta di una rilettura alla
romana del più famoso Risiko. Muniti di
un esercito e di un quartiere di partenza,
abbiamo un solo scopo davanti: la conquista di tutta la Capitale! La libreria più vicina
dove
comprarlo:
Notebook
all’Auditorium viale Pietro De Coubertin 30 – tel. 06.80693461
News romanord
9
RIFIUTI - LE RUGHE (FORMELLO)
Partirà nelle prossime settimane la
sperimentazione della raccolta informatizzata nel quartiere "Le Rughe", nel Comune di Formello.
Quest'ultimo avvisa che utti coloro
che non hanno ancora provveduto
al ritiro del codice a barre necessario
al fine di procedere con la suddetta
sperimentazione, riceveranno una
lettera di sollecito al ritiro del codice.
Tuttavia si comunica a tutti coloro
che non avessero ancora ritirato il
codice a barre, che possono reperirlo presso il Centro Comunale di Raccolta in Via degli Olmetti (Zona
Industriale), fino e non oltre il 29 gennaio, nei seguenti orari:
- dal lunedi al venerdi: dalle ore 8 alle ore 12
- il giovedi: dalle ore 14 alle ore 18
Si ricorda che il codice a barre potrà essere ritirato previa presentazione di un documento di riconoscimento valido e dell'attestazione del pagamento dell'ultima tassa dei rifiuti.
Il codice a barre deve essere apposto nella parte frontale del mastello verde.
Si sottolinea che il mancato ritiro e apposizione del codice a barre sul mastello verde, comporteranno l'elevamento di sanzione
amministrativa.
Per ulteriori informazioni:
Numero verde 800.809.100 dal lunedi al sabato, dalle 8 alle 12
10
News romanord
FURTO - ponte milvio
Quando la proprietaria di casa
si è accorta dell’ammanco, un
anello in oro con brillanti, non
si è persa d’animo. Essendo la
sua abitazione dotata di un sistema interno di video sorveglianza, ha passato al setaccio ogni
fotogramma registrato dall’apparato. Ed ecco la scoperta: ripreso
dalle telecamere, il suo domestico
che, rovistando all’interno di un
portagioie, preleva l’anello per
poi infilarlo in una tasca dei pantaloni. A questo punto la donna lo ha contattato e, con il pretesto di una commissione, lo ha
fatto tornare a casa e contemporaneamente ha chiamato il numero unico per la sicurezza chiedendo l’intervento di una volante
della Polizia di Stato. Poco dopo, gli agenti del commissariato
Ponte Milvio hanno potuto visionare le immagini. Atteso l’arrivo del domestico, P.W.P.L, 32enne originario dello Sri lanka, lo
hanno perquisito, trovandogli indosso il gioiello. L’uomo è stato successivamente accompagnato presso gli uffici del commissariato per ultimare gli accertamenti, al termine dei quali è stato
poi arrestato per furto aggravato.
SALUTE - gemelli
La permanenza eccessiva di giovani e giovanissimi davanti a pc,
smartphone e consolle digitali può avere conseguenze sullo sviluppo e sul sano funzionamento del corpo, intervenendo negativamente su vista, postura, obesità, ma anche sulla sfera cognitiva
e comportamentale. Per contrastare questo fenomeno, dalla collaborazione tra il Policlinico ‘A. Gemelli’ e la Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Cattolica, nasce a Roma il ‘Centro Pediatrico
interdipartimentale per la psicopatologia da web’, il nuovo polo multidisciplinare dedicato alla presa in carico di bambini e adolescenti con
dipendenza patologica da web, cyberbullismo e varie.
AREE VERDI - CASSIA
Sabato scorso sono
state portate a termine
due iniziative di “decoro partecipato”, realizzate
grazie
all’impegno dei volontari di associazioni e
comitati in collaborazione con AMA Roma
Spa e l’amministrazione del Municipio Roma XV.
La prima iniziativa, dalle ore 9.00 di mattina, è
stata promossa dal Comitato ZETA 51 e dal
Comitato Genitori Soglian – Amaldi con l’obiettivo di riqualificare l’area di fronte la Scuola Amaldi, sita in Via Giacinto Gallina. Una squadra di operatori di AMA Roma Spa, dietro richiesta
dell’amministrazione del Municipio, ha presenziato sul posto
per dare il supporto necessario ai volontari dei comitati. La seconda iniziativa di decoro, promossa dal gruppo Retake Roma Tomba di Nerone, si è tenuta alle ore 9 presso il parchetto situato in Via San Godenzo: i retakers hanno provveduto alla pulizia degli spazi e a ripristinare e ridipingere il muro di cinta del
giardino, oggetto di atti vandalici e in stato di abbandono. “Ringraziamo i comitati promotori, il gruppo Retake Roma- Tomba
di Nerone e tutti i volontari per aver organizzato queste importanti iniziative – dichiara Marcello Ribera, Presidente della Commissione Ambiente del Municipio Roma XV – Abbiamo chiesto
ad AMA di supportare entrambe le iniziative, mettendo a disposizione le attrezzature necessarie alle attività di decoro. È da
tempo che l’amministrazione municipale sostiene e incoraggia
attività di decoro partecipato, perché pensiamo che instaurare sinergie positive tra istituzioni e cittadinanza attiva sia il modo migliore per prendersi cura del territorio”.
[ al di fuori di noi! ]
...non avrai altri locali
Tel. 06.30366468 - Via Italo Piccagli, 101 (Via Cassia km13)
www.ilpicchiorosso.it [email protected]
Il vicino ”west”di tutti gli amanti della carne. L’ampio cortile di ingresso e la grande sala interna vi immergeranno nella atmosfera texana. Piatti tex-mex da gustare insieme ad
amici e familiari. Antipasti in abbondanza: salumi tagliati a mano, ricottina fresca con miele, fagioli per tutti i gusti, mozzarella di bufala e bruschette miste; crocchette piccanti,
tagliere di formaggi e deliziosi chilicanos panati (peperoni
messicani farciti con crema al formaggio). Le CARNI: potete
scegliere voi direttamente dall’ampia vetrina del banco delle carni, indicando al grigliere cottura e spessore della carne. La scelta varia tra carni italiane, danesi, del Nebraska,
irlandesi e canadesi di ottimla qualità, sempre di prima scelta. Dulcis in fundo: ampia scelta dal carrello dei desserts.. Da
oggi anche la pinza romana con forno a legna, hamburgheria
e molto altro. Aperto tutti i giorni dalle 19 e la domenica anche a pranzo, chiuso il lunedì.
Seven Hills Village | Tel.06.30362751 – via Cassia km 13
www.ilcorvoallegro.it – [email protected]
Il Picchio Rosso…fermi in un mondo incantato. Una
casa di campagna immersa nel bel mezzo del Parco di Veio: entrando, il salottino in cui fermarsi a
conversare, la sala con il camino da cui guardare i
pellicani, la stanza con il pianoforte, la veranda e
infine la saletta privata, riservata solo per due.
Prezioso, esclusivo, irresistibile…Un continuo
omaggio alla cultura gastronomica italiana. Tutto
viene realizzato dallo chef: pane, grissini, carne essiccata, pasta fresca e secca…Sabato Piano Bar.
Ambiente climatizzato, aperto solo la sera, chiuso
domenica. Si accettano tutte le carte di credito.
Parcheggio custodito.
Tel. 06.30207222 – Via della Giustiniana, 906
Ottime proposte di carne e pesce alla brace, pizza
cotta in forno a legna, nel cuore del Parco di Veio. Un’oasi verde, lontano da traffico e smog. Trascorrere una serata Corvo Allegro è il modo
migliore per abbandonare lo stress e regalarsi il
buonumore. Lo chef propone, seguendo antiche ricette, i piatti che hanno segnato la storia della cucina italiana. E poi, carne alla griglia o al sasso,
pesce freschissimo, pizza cotta nel forno a legna,
senza tralasciare una bella scelta di dolci, tutti
fatti in casa. Un menù che riesce a soddisfare anche i palati più capricciosi, mettendo d’accordo
grandi e piccoli. Aperto tutte le sere, domenica anche a pranzo. Il Corvo vola con l’asporto nelle vostre case! Festa in discoteca per grandi e piccini.
12
News romanord
RUGBY - stadio olimpico
Si avvicina l’appuntamento con il 6 Nazioni di Rugby 2016.
Suddiviso in cinque giornate, il 6 Nazioni 2016 prenderà il via sabato 6 febbraio e si concluderà sabato 19 marzo. Ad inaugurare
la manifestazione sarà proprio l'Italrugby, allo Stade de France di
Parigi contro la Francia. L’attesissimo appuntamento con ItaliaInghilterra, domenica 14 febbraio allo stadio Olimpico di Roma
è fissato alle ore 15:00. Nel terzo round del 27 febbraio, la nazionale di Jacques Brunel sarà nuovamente di scena all’Olimpico: Italia-Scozia, fischio d’inizio alle ore 15:25.
ROMA NORD
CROLLO - flaminio
Ancora chiuso il tratto di lungotevere Flaminio tra largo Sarti e ponte Duca d'Aosta.
Proseguono infatti sopralluoghi e verifiche sull'edificio all'altezza di piazza Gentile da
Fabriano dove giovedì notte si
è verificato il crollo di tre piani, dopo che il palazzo era stato evacuato dai Vigili del
Fuoco.
La Polizia Locale di Roma Capitale rinnova l'invito a evitare le
strade a ridosso dell'area chiusa,
scegliendo percorsi alternativi:
per i veicoli che provengono da sud, ossia da lungotevere delle Navi, deviare verso il quartiere Prati attraversando Ponte del Risorgimento, oppure deviare verso il quartiere Parioli (Viale Tiziano/ Belle
Arti);
per veicoli che provengono da nord (lungotevere Acqua Acetosa),
deviare verso Corso Francia oppure in via Flaminia, in direzione
Stadio Flaminio.
DENUNCIA - cassia bis
Ha lasciato la macchina in una galleria della Cassia bis e se ne è andata. Al suo ritorno ha trovato la polizia stradale di Monterosi che portava via la vettura. I fatti sono accaduti in un tratto di strada buio con una
galleria stretta dove spesso entrano anche grossi mezzi pesanti, dunque tragedia sfiorata. Ad avvisare gli agenti
della presenza del veicolo fermo all’interno della galleria un automobilista che pochi minuti prima della chiamata alle forze dell’ordine stava per scontrarsi con la vettura in sosta. La donna, una 42enne di Anguillara, al
suo ritorno si è giustificata dicendo che era rimasta senza benzina e che per quello aveva lasciato lì l’auto. Ciò
non le ha comunque evitato una denuncia a piede libero. Occorre infatti, in caso di episodi simili, chiamare un
carroattrezzi e le forze dell'ordine.
RAPINA - cassia
Rapina questa notte alla filiale Unicredit di via Cassia. Il colpo è stato effettuato utilizzando probabilmente
un carroattrezzi o una gru dal momento che tutta la vetrina dell'istituto bancario è stata distrutta. L'obiettivo dei
ladri era ovviamente il bancomat, asportato con tutti quanti i contanti all'interno, si parla di un bottino di svariate migliaia di euro. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della stazione Trionfale, ma i malviventi si erano
già dileguati. Solo il 16 gennaio scorso un colpo praticamente identico era stato perpetrato, sempre con l'ausilio
di un mezzo pesante, ai danni della filiale del Banco di Brescia al Fleming, in via Bevagna e un giorno prima a
Ciampino, quando il furgone dei ladri e il bancomat rubato sono stati ritrovati a Frascati. Al vaglio degli inquirenti i filmati delle telecamere. La banca nel frattempo ha già rinnovato e messo in sicurezza l’entrata.
14
News romanord
KEANU REEVES - salario
Sorpresa allo Sporting Club di
via Mantova in zona Salario,
dove la scorsa settimana l’attore Keanu Reeves si è presentato
accompagnato dal proprio
personal trainer, per una sessione di allenamento. L'attore
canadese, protagonista di film
come Matrix, L'avvocato del diavolo e Point Break, è infatti a Roma per girare alcune scene di
‘John Wick 2’, dove il 51enne
tornerà a vestire di panni di ex
sicario. Nella pellicola, al suo
fianco, anche l’attore italiano
Riccardo Scamarcio. Reeves, che resterà in Italia per alcune settimane, è arrivato nella Capitale il 18 gennaio. Tra un ciak e un altro, però, l’attore non ha rinunciato ‘a tenersi in forma’,
scegliendo appunto la palestra di via Mantova. Strette di mano, selfie e foto postate su Facebook dai clienti della struttura meravigliati
di vedere la star alle prese con pesi, cyclette e tapis roulant.
ASILI - XV MUNICIPIO
Il Municipio XV attreverso il proprio sito istituzionale ha comunicato le date degli "open days" ed i giorni in cui possono essere visitate le seguenti Scuole dell'infanzia comunali a Roma nord.
-Parco di Veio e Vibio Mariano: 01.02.2016 ore 17,00 -Ferrante Aporti:
dal lunedì al giovedì dalle 9,30 alle 10,30 -Merelli: dal lunedì al giovedì dalle 10,00 alle 11,00 - Case e Campi: 28.01.2016 ore 17 - Il Bruchetto: 26.01.2016 ore 17 - Saxa Rubra: 02.02.2016 ore 17.30 - Il
Trenino: 21.01.2016 ore 17 - Arcobaleno: 04.02.2016 ore 17-19 e
11.02.2016 ore 17-19 - La Mimosa: 01.02.2016 ore 14,30 - L'Aquilone:
01.02.2016 ore 17 - Mengotti: 02.02.2016 ore 17 - Angelini: 01.02.2016
ore 16,30 - 17,30 - Isola Felice: 01.02.2016 ore 10,30 - 16,30 - Zandonai: 01.02.2016 ore 17
ROMA NORD
TRUFFE - trionfale
Truffa qualche giorno
fa nel quartiere Trionfale, quando un uomo, C.S. 33enne e due
donne B.M. 29enne e
C.S. 33enne, tutti originari di Siracusa, dopo essersi introdotti
nell’appartamento di
un’anziana signora, si
sono impossessati di
alcuni oggetti d’oro e
di un orologio. I tre,
per avere accesso all’abitazione
hanno
messo in atto uno stratagemma; le due donne,
citofonando
all’interno dell’anziana si sono fatte aprire il portone, una volta entrate, si sono presentate come parenti di un vicino asserendo di essere lì per controllare una perdita d’acqua
proveniente dalla casa della malcapitata; intanto, in strada le attendeva il complice a bordo di una vettura.
Una volta portato a termine il “colpo” si sono precipitate fuori
dallo stabile. Ad accorgersi della fuga precipitosa delle due giovani, una di queste in avanzato stato di gravidanza, è stato un
passante che si trovava in quella via, che, sentendo le urla dell’anziana affacciata alla finestra del palazzo, ha chiamato la Polizia di Stato. In poco tempo gli agenti del Reparto Volanti, del
commissariato Primavalle e Monte Mario, hanno rintracciato e
bloccato la vettura con, a bordo, i tre ladri. La perquisizione fatta dai poliziotti ha portato al rinvenimento degli oggetti in oro
e dell’orologio appena asportati dalla casa dell’anziana. L’uomo
e le due donne sono stati arrestati per furto aggravato in concorso
ai danni dell’anziana signora.
Cassia
ROMA NORD
15
Promo
CHIUDE L’IRISH INSTITUTE
La storica scuola paritaria sita in via della Giustiniana ne dà notizia a tutti i genitori
L
a direzione dell’Irish Institute ha dato ieri (sabato) la
comunicazione ai dipendenti, al corpo docente e alle famiglie delle valutazioni che
hanno portato alla decisione di
chiudere, per motivi economici,
la scuola al termine di quest’anno scolastico. Infatti "dopo
un’approfondita analisi fatta
con l’aiuto di personale competente e dopo aver valutato ogni
possibilità all’interno degli organi direttivi", si legge nella nota dell'istituto, è stato deciso di
iniziare il processo di chiusura
dell’Irish Institute scuola cattolica paritaria sita in via della
Giustiniana nella zona nord di
Roma.
La notizia era già stata data a
tutte le persone coinvolte nel
mese di ottobre scorso; durante
l’incontro però, le famiglie si
erano generosamente offerte,
insieme ai docenti, di costituire
un comitato tecnico misto per
definire un piano di rilancio e
sostentamento della scuola a
breve e lungo termine. La direzione ha accolto questa offerta
sostenendo e coordinando il comitato tecnico. "Purtroppo nonostante l’impegno profuso da
tutti i comitati e l’altissima qualità del piano di rilancio proposto, permangono delle gravi
incertezze che hanno portato
ad una decisione finale negativa", spiegano dall'Irish. "L’incertezza, determinante per
l’attuazione del piano di rilancio, è connessa al contratto di
solidarietà (di non meno di 24
mesi) per tutto il personale. Poiché questa condizione non si è
verificata a causa delle nuove
restrizioni di modalità e durata,
imposte dalla nuova legge del
patto di stabilità per il 2016, approvata alla fine di dicembre,
non si è potuto procedere oltre.
I pesanti tagli che, a causa di
questo contratto, si sarebbero
dovuti applicare in modo immediato, avrebbero implicato
per il personale, una riduzione
dell’orario di lavoro ed una conseguente riduzione degli stipendi", continua l'istituto in una
nota.
Questo fattore ha portato la di-
rigenza della scuola a "manifestare delle perplessità sulla possibilità di sostenere la qualità
accademica e il progetto educativo in modo coerente con quello che ha sempre garantito
l’Irish Institute, già da quest’anno". Gli altri punti determinanti riguardano il mancato
raggiungimento del numero
sufficiente di iscritti (330) e delle difficoltà nell’ottenere fondi
necessari per la prima fase della
messa a norma dell’edificio,
“conditio sine qua non” per la
continuità. La direzione ha ritenuto opportuno dare la comunicazione in questi giorni per
consentire alle famiglie di iscrivere i propri figli in altre scuole
e ai dipendenti di trovare un altro lavoro. L’Irish Institute è
una scuola cattolica paritaria
fondata nel 1984 composta da
nido, scuola dell’infanzia, scuola Primaria e scuola Secondaria
ubicata in via della Giustiniana
a Roma.
Paga qui i tuoi
voucher
INPS!
Scommesse sportive
Via Cassia 1745
La Storta - Dazio
VIENI A GIOCARE!
Via Cassia 925/g
Fronte Grottarossa
18
News romanord
VIABILITà - saxa rubra
ROMA NORD
lite stradale - CASSIA
“Siamo lieti di annunciare
che, dopo quattro anni dall’incendio che aveva determinato la sua chiusura, Via
Enzo Tortora è stata riaperta
al traffico questo pomeriggio
alle ore 14. Un grande risultato per l’amministrazione
del Municipio Roma XV, che
permetterà di restituire ai cittadini un’arteria stradale di cruciale importanza per la viabilità locale”. Lo annunciano l’Assessore ai Lavori Pubblici
Elisa Paris e il Presidente del Consiglio del Municipio Roma XV
Gina Chirizzi.
L’incendio che nel 2011 coinvolse alcuni capannoni e parte di
una palazzina sede di una ditta di trasporti, si propagò fino all’edificio principale, rendendolo pericolante. Dopo il crollo di
una parte del fabbricato, i vigili del fuoco determinarono la
chiusura al traffico di Via Tortora per ragioni di sicurezza. A causa dei lunghi tempi che la causa intentata dai proprietari dello
stabile ha richiesto, la demolizione del fabbricato è stata per
lungo tempo bloccata.
BONIFICA - FLEMING
il Servizio Giardini del Comune di
Roma, dietro sollecitazione dell’amministrazione del Municipio Roma
XV, ha provveduto alla pulizia dell’area verde e allo sfalcio dell’erba del
parco giochi di Via Valdagno. Le operazioni rientrano nel piano di interventi del Servizio Giardini, che ha accolto
la richiesta di eseguire la pulizia dell’area.
Ha litigato con un
altro automobilista
e lo ha tamponato
più volte, inseguendolo e minacciandolo. E' successo in
via Cassia qualche
giorno fa, e il colpevole dovrà ora rispondere
alla
giustizia di varie accuse.
Ma entriamo nei
dettagli. Tutto comincia quando un
uomo e una donna,
marito e moglie, accompagnano la figlia a scuola, parcheggiando l’auto sul marciapiede e invadendo in parte la carreggiata. Un altro automobilista è transitato in zona poco dopo
con il suo fuoristrada e non è riuscito a passare. Dopo aver aggredito verbalmente i due coniugi, li ha tamponati violentemente e in maniera volontaria per costringerli a spostarsi, senza
permettere alla figlia di scendere. Una volta liberato il passaggio, il conducente del fuoristrada ha continuato a inseguire
l’auto, tamponandolo di nuovo e facendolo scontrare contro
un lampione. Un poliziotto in borghese si è accorto di quanto
stava accadendo e ha intimato all’uomo di fermarsi, ma quest’ultimo si è dato alla fuga. Il ricercato è stato rintracciato in un
appartamento in zona Cassia: sia lui che la compagna hanno
tentato di depistare le indagini, simulando persino il furto del
fuoristrada. Per l’aggressore è scattata una denuncia con le accuse di lesioni aggravate, danneggiamento, violenza privata, resistenza, omissione di soccorso e guida senza patente.
Marito e moglie, invece, hanno riportato alcune lesioni medicate in ospedale.
viabilità - fleming
Appuntamento Sabato 30 gennaio, alle ore 11, per dire basta, con un nuovo sit-in, al
senso unico di Via Valdagno. Il comitato di quartiere ‘Fleming Tor di Quinto’ non ci sta e
rilancia, perché la nuova viabilità, in sperimentazione dal settembre scorso e che potrebbe
diventare definitiva da fine febbraio, non piace a tutti i residenti, alcuni dei quali si dicono
“sequestrati” nel loro quartiere. E anche se l’amministrazione del XV Municipio e la Polizia
Locale sostengono la scelta del senso unico a salire, da Via Flaminia verso largo Melegari, riscontrando miglioramenti del traffico in tutto il quadrante, l’ipotesi di stabilizzare la decisione continua ad alimentare polemiche.
20
Roma nord
ROMA NORD
“roma nord indipendente!”
Tra ironia e risate, nasce il “Partito Indipendista di Roma nord”. Ma loro fanno sul serio...
di FEDERICA BASILI
E
’ storicamente assodato come
la Capitale sia ormai da decenni suddivisa almeno socialmente, in Nord e Sud non solo
da un punto di vista territoriale, ma
anche culturale. Settentrione e Meridione dunque risultano essere le
due suddivisioni ormai standardizzate e applicabili non solo al Belpaese: ad auspicare la scissione di
Roma in due aree, è il Partito Indipendentista di Roma Nord (PIRN),
nato all’inizio del 2015 per volontà
di Alberto Gagliardi, un ragazzo originario di Monte Sacro, Roma
Nord. Il “proclama” del movimento diventato ormai partito, recita:
“Abbiamo deciso di gestirci da soli,
perché anni di sudditanza a un governo centrale ci hanno condannato a una mediocrità che non
meritiamo. Chiunque, se vuole, deve poter fare come noi. Disegnarsi
attorno il paese che preferisce.” Il
PIRN sostiene fermamente che fra
Roma nord e Roma sud intercorrano differenze sostanziali che vanno
al di là di ogni generalizzazione:
Roma nord è infatti notoriamente
la Roma sofisticata, elegante, borghese oltre ad essere abitata da una
parte di popolazione che vanta una
mentalità più aperta, europea;
mentre Roma sud è da sempre la
Roma burina, ignorante, chiusa e
arricchita. Questo il pensiero del
PIRN manifestato sulla pagina Facebook. Nel 2015 il concetto di
confine tra le due aree va assolutamente definito, secondo il PIRN. Il
partito rivendica di base l’autonomia e l’indipendenza della parte
Nord di Roma: l’intenzione è dunque quella di estendere il Muro Torto fino a delimitare l’intera area di
Roma Nord allo scopo ultimo di
renderla una Repubblica Indipendente comprendente i quartieri di
Flaminio, Parioli, Trieste, Prati. Cassia, Tomba di Nerone, Tor di Quinto, Nuovo Salario, Nomentano,
Monte Sacro e Talenti. Tutti i quartieri non citati sono inderogabilmente condannati ad essere
annoverati nella parte di Capitale
che si chiamerà Roma Sud.
Sembra un progetto ironico e surreale, ma non è del tutto vero. Abbiamo contattato il fondatore e
Presidente del Partito, Alberto Gagliardi che ci ha illustrato le linee
generali del partito: “Il progetto è
serio: il partito è costituito da ragazzi molto giovani esperti di Social
Media Manager che hanno intuito
l’importanza di internet e social
network per incrementare i propri
seguaci facendo ironia su un’idea
non seria per trasmettere un messaggio serio”. Il partito è stato regolarmente iscritto con tanto di logo,
Presidente, Tesoriere e un Segretario: “C’è tutta l’intenzione di correre per le prossime elezioni
comunali” aggiunge Gagliardi. “Il
muro è uno spunto provocatorio, il
cavallo di Troia che vogliamo usare
per smarcarci dalle logiche legislative italiane che bloccano o ostacolano i progetti di miglioramento
che intendiamo proporre”. Lo scopo che il PINR vuole raggiungere, è
la creazione di una Repubblica Indipendente di Roma Nord che non
sia soggiogata alle leggi italiane.
Non esistono affiliazioni del PINR
ad altri partiti e, come ribadisce Gagliardi, l’interesse primario non è
necessariamente prendere voti alle
prossime elezioni: “Tutto prende
spunto dalla mia laurea in antropologia in cui analizzavo l’amministrazione di Roma Nord rispetto a
Roma Sud nell’arco di un ventennio”. Gagliardi afferma di ispirarsi
alle democrazie scandinave in cui
vige una tassazione molto elevate
per i redditi più alti: i proventi derivanti da tale approccio sono così
riutilizzabili per rinnovare le problematiche principali di Roma
Nord. “Quello su cui ci concentriamo sono innanzitutto i mezzi pubblici: smarcarci dalla legge italiana
potrebbe eliminare tutti gli ostacoli burocratici che si presentano
quando si intende, ad esempio,
proporre una nuova linea di metro”
conclude Gagliardi.
Insomma l’ironia sul disprezzo verso Roma Sud è uno dei punti su cui
il PINR punta di più; negli ultimi
tempi pero, in alcuni quartieri di
Roma Sud, come Pigneto e Garbatella, sono stati avvistati diversi
“cittadini di Roma Nord” che hanno seguito il flusso delle mode giovanili.
Chissà come la penserebbe il PINR
di questi traditori…
22
Corso Francia/Vigna Clara
ROMA NORD
“siamo a rischio denuncia”
L’associazione Greenside Roma sostituisce le panchine rotte al Parco Belloni. Ma ora...
di ILENIA MENALE
“
Quando tutto va bene, qualcosa
andrà male” diceva Arthur Bloch,
autore de La legge di Murphy e in
effetti mai alcuna affermazione fu più
corretta per raccontare l’incredibile vicenda che è accaduta al Parco Belloni
di Vigna Stelluti. Le panchine dell’area
infatti, segnate dal tempo, intemperie
e inciviltà, sono state sostituite da volontari che ora rischiano una denuncia. La Greenside Roma, è
un’associazione costituita da cittadini
amanti del verde che si occupa prevalentemente del recupero e valorizzazione di aree in disuso o abbandonate.
Il Parco di Vigna Stelluti necessitava
già da tempo di nuove panchine e
dunque l’associazione qualche giorno
fa ha risposto in modo eccellente, installando di tasca propria nuove e decorose sedute in pallet, materiale tanto
in voga in questo momento. Le panche sono state costruite in maniera
impeccabile e colorate per dare un tocco di vivacità all’area attrezzata per
bambini che rischiava di finire in decadenza. Ma con grande stupore di
chiunque apprenda la notizia, la Greenside Roma ora rischia una denuncia
se non provvede all’immediata rimo-
zione proprio di quelle panchine. Un
fatto che ha davvero dell’inverosimile
se si considera che oggigiorno l’Amministrazione Comunale fa sempre
più appello alla cittadinanza per ottenere supporto e aiuti circa la manutenzione e la vigilanza di parchi e aree
pubbliche. L’associazione inoltre non
si è solo occupata della sostituzione
delle panchine ma anche della pulizia
dell’area installando pure nuovi cestini per i rifiuti. Ed è davvero paradossale
la minaccia di denuncia dopo che da
tempo social e giornali denunciano il
raccapricciante degrado proprio di
quel parco. Il Comune di Roma ogni
anno è costretto a sopportare oneri
enormi relativi alla sostituzione o riparazione di panchine danneggiate o
ancor peggio trafugate. Perché dunque
rifiutare un aiuto? Eppure, passeggiando in questa piccola oasi verde tra
i palazzi di Vigna Stelluti, oggi il parco
sembra davvero curato: non ci sono rifiuti a terra, i giochi per bambini sono
funzionanti e i cestini sono nuovi di
zecca. Inoltre le panchine di pallet colorate rendono il parco ancor più a misura di bambino. “Non so spiegarmi il
perché della denuncia - sostiene rammaricato Max Petrassi, presidente della Greenside – noi ci siamo solo
limitati a rendere decorosa un’area
verde abbandonata a sé stessa: c’erano
rifiuti ovunque, sporcizia ed escrementi umani. Il parco era ambita meta di senzatetto che, ubriachi lì si
rifugiavano. Durante la pulizia abbiamo trovato anche bottiglie e siringhe.
Uno di loro bivaccava stabilmente sotto lo scivolo per bambini che abbiamo
dovuto anche igienizzare giacchè
sommerso di urina. Le panche erano
sfondate e alcune erano anche un serio pericolo per i bambini poiché gli
assi erano diventati dei veri e propri
spuntoni. Noi le abbiamo sostituite
con amore e dedizione costruendole
un po’ più piccole della norma e inchiodandole al suolo per evitare che
divenissero nuovamente meta di senza tetto pericolosi. Ad oggi, dopo il nostro intervento l’area si presenta
veramente come un luogo di pace dedicato ai bambini e ai loro genitori.
Una piccola oasi tra i palazzi e il traffico della città.”
Cassia
ROMA NORD
23
progetto adotta il verde
Permetterà a privati di giocare un ruolo di primo piano nella tutela delle aree verdi
di ILENIA MENALE
“
Adottiamo un’area verde” è
l’iniziativa del Municipio XV
di Roma finalizzato alla tutela
dei parchi, piccole aree verdi, aiuole e giardini. Il progetto nasce da
una proposta di Ama Roma Spa che
intende offrire ad associazioni, comitati di quartiere e cittadini, attraverso un’alleanza e quindi la firma
di un protocollo d’intesa, la possi-
bilità di curare e gestire a titolo gratuito le aree verdi della Capitale per
un periodo di tempo determinato e
rinnovabile e senza oneri finanziari a carico dell’Amministrazione
Comunale. La municipalizzata
punta dunque sulla collaborazione
di cittadini e residenti poiché vista
l’attuale complessa situazione economica della Capitale, l’aiuto di
amanti del verde, del territorio e del
decoro urbano si rende necessario.
Sarà dunque possibile adottare
un’area verde del XV Municipio
permettendo esclusivamente la tutela ambientale, il decoro e la custodia della stessa. Ma i volontari
non saranno lasciati soli: Ama garantisce le proprie competenze a
supporto delle iniziative fornendo
materiali e sussidi quali il ritiro dei
rifiuti relativi alle pulizie e ordine
delle aree adottate. La municipalizzata di Roma promette una collaborazione
tra
istituzioni
e
cittadinanza che sarà attuata grazie
ad aiuti ed interventi straordinari
quali spazzamento e sfalcio. Chi
vuole partecipare all’iniziativa deve
essere accreditato presso il Municipio XV di Roma e presentare il proprio progetto entro il 31 gennaio
2016
all’indirizzo
mail
[email protected]
specificando dati anagrafici, aree da
adottare, numero e date relative
agli interventi previsti ogni mese,
descrizione dell’offerta di manutenzione e l’eventuale supporto richiesto. Tantissime la aree verde
che necessitano della buona volontà dei cittadini. Ama inoltre considererà e valuterà anche le proposte
per le aree non presenti nel lungo
elenco a disposizione online sul sito di Roma Capitale ma che necessitano comunque di interventi di
manutenzione. L’elenco comprende circa una cinquantina di aree
che si estendono dai novanta ai tremila metri quadri. Un’iniziativa lodevole visto che più volte i cittadini
sono scesi in strada a mani nude o
con attrezzi privati e poco adatti a
ripulire aiuole e piccoli parchi presenti sul territorio come ad esempio
più volte è accaduto in Via Tieri.
Ma perché coinvolgere sempre la
cittadinanza per progetti che dovrebbero essere a carico dell’Amministrazione? Abbiamo girato la
domanda a Daniele Torquati, Presidente del Municipio XV che sostiene: “Le adozioni e la partecipazione
al decoro dei quartieri da parte dei
comitati e della parte sana e intraprendente del Municipio non è un
modo per scaricare responsabilità
ad altri ma una iniziativa che vuole creare il senso della comunità
che con fatica abbiamo fatto rinascere a Roma Nord. Collaborare
con le istituzioni e curare gli spazi
comuni vuol dire trasmettere un
messaggio positivo alle future generazioni e a quegli incivili che
non le rispettano. Sul decoro abbiamo investito molte energie e ancora c’è molto da fare e questa è la
strada giusta”. Anche il Presidente
della Commissione Ambiente Marcello Ribera si dice soddisfatto dell’iniziativa e precisa: “Ama ha
ideato questa iniziativa che però ad
oggi viene già svolta da molte associazioni. Tuttavia, la municipalizzata ha preferito creare questo
progetto per ufficializzare il lavoro
di tante organizzazioni e soprattutto per permettere una calendarizzazione del supporto e gestione
raccolta rifiuti derivanti dalle pulizie. Possono partecipare al progetto
tutti gli accreditati ossia appartenenti ad albi municipali. L’iniziativa nasce anche dalla questione nata
con comitati ed Ama, la quale a sua
volta credo abbia ricevuto numerose proposte dai cittadini. ‘Adotta
un’area verde’ era il progetto che
noi volevamo”.
StAMPA
10.000 vOLANtINI
solo
€ 129,00+iva
NOVITà: IN + SERvIZIO DI DIStRIbUZIONE vOLANtINI CON CONtROLLO FOtO DA PARtE DEL CLIENtE
Noi distribuiamo e tu verifichi il lavoro svolto tramite decine di foto inviate su Whatsapp a fine giornata.
CHIAMA PER INFORMAZIONI IL NUMERO 345.1529651
24
Tomba di Nerone
ROMA NORD
la porta per l’insugherata
Inaugurato il percorso dei pellegrini verso San Pietro: 4km lungo l’antica Francigena
di ANDREA NARDINI
Q
uattro chilometri da via
Cassia a via Augusto Conti,
in direzione della Trionfale
e di San Pietro. Da oggi la Riserva
Naturale dell’Insugherata, lungo la
Cassia, è il nuovo accesso alla città
da nord per i pellegrini che decideranno di raggiungere Roma percorrendo la Francigena. L’ingresso
al nuovo tratto di Francigena immerso nel verde si trova al civico
1081 della Cassia, all’altezza del
Gra: un progetto diventato realtà
per l’impegno di RomaNatura che
grazie ad un finanziamento di
100mila euro ha potuto trasformare in un cammino aperto a tutti il
tratto di Francigena all’interno
dell’Insugherata. Da via Cassia, si
attraversa il Fosso dell'Acqua Traversa e si arriva a via Augusto Conti. All'altezza del Santa Maria della
Pietà si prosegue per la Trionfale
arrivando nella Riserva Naturale di
Monte Mario e al suo affaccio su
San Pietro. Dalla Cassia a Monte
Mario circa 13 chilometri. La sistemazione ha interessato il sentiero e
il ponte che attraversa il Fosso dell’Acqua Traversa. Inoltre, con il legno proveniente dagli abeti donati
al Vaticano, sono state realizzare le
“sedute del Papa”. Nel corso dell’inaugurazione – alla quale hanno
preso parte il Commissario di Roma Capitale Francesco Paolo Tronca, l’ex sindaco Francesco Rutelli e
il Commissario di RomaNatura
Maurizio Gubbiotti - è stato presentato uno speciale veicolo da
fuoristrada per le persone con di-
sabilità motorie, la “joelette”, che
potrà essere utilizzata per affrontare il percorso della Francigena nel
parco. L’apertura del nuovo ingresso “verde” a Roma, che si trova all’altezza di Via Cassia 1081, è
stata curata da RomaNatura, l’Ente
Regionale per la Gestione del Sistema delle Aree Naturali Protette
nel Comune di Roma, ed è stata
realizzata grazie al finanziamento
della Fondazione Giovan Battista
Onlus e alla collaborazione dei
proprietari delle aree interessate.
“Si tratta di un’apertura estremamente importante per il territorio
del Municipio XV – dichiara il Presidente del Quindicesimo Daniele
Torquati – Il nuovo cammino costituirà una risorsa preziosa per i
pellegrini in arrivo nella capitale
per il Giubileo della Misericordia,
ma non solo: il nuovo tratto della
Via Francigena arricchisce il valore
storico e naturale del Parco dell’Insugherata, con l’apertura dell’accesso da Roma Nord a una
delle Riserve Naturali più rilevanti
dal punto di vista culturale della
Regione. Il nuovo cammino sarà
uno degli argomenti principali
della prima riunione dell’Osservatorio per la via Francigena, fissata
per il 22 gennaio in Municipio,
durante la quale discuteremo con
le associazioni e i comitati di quartiere di iniziative mirate alla tutela
e alla valorizzazione della Via
Francigena”. La capitale si è arricchita di un nuovo percorso storico-culturale con l’inaugurazione
ufficiale del tratto della Via Francigena all’interno della Riserva Naturale dell’Insugherata. Tuttavia
sarebbe bene che l’ente preposto al
controllo vigili sulla sicurezza e
sulla effettiva percorribilità del
tratto, dal momento che varie persone, che hanno provato a seguirlo hanno avuto seri problemi a
causa dell’altissima presenza di
fango.
22
Sport in Zona
ROMA NORD
la corsa di roma nord
Domenica 31 c’è “La Corsa di Miguel”, arrivata alla 17esima edizione con una novità...
di ANDREA NARDINI
I
l Club Atletico Centrale organizza
domenica 31 gennaio 2016 la diciassettesima CORSA DI MIGUEL
di km. 10.
La storia della Corsa di Miguel parte il
9 gennaio del 2000, una data tutt’altro
che casuale: proprio il 9 gennaio del
1978 Miguel Sanchez, podista e poeta
argentino, venne rapito da un commando paramilitare, diventando uno
dei quasi 30.000 desaparecidos vittime
della dittatura. Nata da un’idea del
giornalista della Gazzetta dello Sport
Valerio Piccioni e organizzata dal Club
Atletico Centrale in collaborazione
con l’Assessorato alle Politiche Sportive
del Comune di Roma, la prima edizione della corsa vede ai nastri di partenza più di 1500 appassionati, tra
competitiva e non competitiva. La gara è aperta ai tesserati Fidal e agli enti di
promozione sportiva nelle categorie
junior, promesse, senior e master uomini/donne. Potranno inoltre partecipare i titolari di Runcard previa
presentazione del certificato medico
agonistico valido per atletica leggera.
La partecipazione alla non competitiva
di 10 e 4 km è libera.
Il percorso
La partenza è confermata da piazzale
della Farnesina, servizi e stand saranno allo Stadio dei Marmi, al quale si accederà con un passaggio diretto dallo
Stadio dei Marmi. Ma la novità è che
la 17^ Corsa di Miguel di domenica 31
gennaio arriverà domenica allo Stadio
Olimpico. Sono state superate definitivamente questa mattina le difficoltà legate alla ricerca del percorso
alternativo, necessario visto l’incidente della palazzina di piazza Gentile da
Fabriano e la certezza, maturata nelle
ultime ore, che Lungotevere Flaminio
non sarebbe stato riaperto. Nel nuovo
percorso, ci sarà la grande novità del
traguardo nell’impianto che ha fatto e
fa la storia dello sport italiano e mondiale. Grazie alla disponibilità e alla
sensibilità del CONI, il percorso – inevitabilmente meno scorrevole – si impreziosirà però di un arrivo da brividi,
una suggestione che molti podisti non
hanno mai provato e che domenica
mattina vivranno in tanti. Le iscrizioni alla prova competitiva si sono chiuse con un risultato record. Mentre
quelle alla non competitiva, restano
aperte nelle edicole (elenco suwww.lacorsadimiguel.it, dov’è possibile anche
l’iscrizione online) e venerdì e sabato
nel centro dell’Universita’ del Foro Italico, dove si ritireranno i pacchi gara e
i pettorali. Per quanto riguarda il nuovo percorso, attraverserà una prima
volta il Parco del Foro Italico per poi
portarsi su ponte Duca d’Aosta, Lungotevere Thaon de Revel, Ponte Milvio, la pista ciclabile, Lungotevere
Cadorna, Lungotevere Diaz rientrando poi nel Parco del Foro Italico fino
all’ingresso nell’Olimpico. Il via resta lo
stesso: alle 9.30 dal piazzale del ministero degli Esteri. La Strantirazzismo si
muoverà alle 10.30 dal Ponte della
Musica. Info: www.lacorsadimiguel.it
28
Roma nord
ROMA NORD
Promo
l’angolo dell’esperto
Difformità dell’immobile, eseguite in epoca remota
SeparAMAndo, la separazione che non fa male
STUDIO LEGALE
LANZA
a cura dello Studio tecnico Geom. Mastrodonato
www.studiomastrodonato.it
tel 392-0827754 / 335-1227365
email : [email protected]
S
ono particolarmente lusingato per l’attenzione mostrata dai lettori di Zona
i quali mi hanno inviato numerose e-mail con quesiti vari. Ne propongo uno
di questi che credo possa essere di utìlità per tutti.
“Egregio Geometra, ho letto il Suo articolo su Zona e quindi le sottopongo un mio problema. Sono proprietario di un appartamento in uno stabile costruito, credo negli anni
’50, che sto vendendo. Ho trovato l’acquirente con il quale abbiamo sottoscritto un preliminare di vendita. Le premetto che il mio appartamento, pur avendo tutti i riferimenti catastali, è privo della relativa planimetria che, nel preliminare, mi sono fatto carico
di produrre. Nonostante ciò l’acquirente vuole recedere dall’acquisto in quanto sostiene
che il suo tecnico ha riscontrato una difformità del mio appartamento rispetto al progetto originario nel senso che ho inglobato una stanza dell’appartamento del vicino. Le
premetto che questo appartamento l’ho ricevuto in eredità da mio padre e, ne io e tantomeno mio padre, ci eravamo mai accorti di una cosa del genere. Che fare?”
Per fortuna non è molto frequente, ma purtroppo capitano casi come il suo,
soprattutto per immobili costruiti negli anni ‘50 e ‘60. All’epoca i costruttori ottenevano la licenza edilizia e poi, in sede di vendita, facevano delle modifiche
interne degli appartamenti, in funzione delle esigenze dell’acquirente di turno,
senza poi provvedere alla regolarizzazione urbanistica. Quindi si può verificare
il caso che la conformazione di una unità immobiliare sia difforme rispetto al
progetto approvato. Nel Suo caso direi che la questione va vista sia sotto l’spetto tecnico che sotto quello del diritto. Intanto c’è da verificare se l’appartamento
adiacente al Suo è dotato di planimetria catastale e capire se questa planimetria
è conforme allo stato di fatto attuale. Se così è il primo problema è risolto; ovvero il Suo vicino non può vantare alcun diritto sulla stanza annessa al Suo appartamento. Dal punto di vista urbanistico la regolarizzazione può essere fatta
istruendo una pratica presso il competente Municipio, ai sensi dell’art. 36 del DPR
380/2001, c.d. “accertamento di conformità”; in estrema sintesi tale articolo
prevede che, in caso di opere eseguite in difformità rispetto al titolo edilizio (licenza o concessione edilizia), ove l’intervento sia conforme alla disciplina edilizia vigente all’epoca dell’abuso ed a quella attuale, è possibile ottenere la
sanatoria versando ovviamente le relative sanzioni. Infine, per quanto riguarda
la planimetria castale, attraverso la procedura DOCFA si può fare un semplice
inserimento dell’elaborato.
a cura dello Studio Legale Lanza
tel. 06-39729831 393-9064113
email: [email protected]
L
a separazione può diventare la preziosa occasione per un cambiamento, un percorso di pacificazione con Noi Stessi, che ci porta a ri-scoprire
le nostre grandi potenzialità, sopite nel tempo, e che ora premono per
riemergere. Può accadere, così, che siamo troppo impegnati a ritrovarCi, da
non avere tempo per fare nessuna guerra.. Quando ci cade addosso il macigno della separazione, la parte più difficile consiste nel capire cosa fare
con chi fino a poco prima era il nostro partner e come dirlo e come comportarci con i nostri figli. Tutto diventa improvvisamente pieno di regole
e di formalità: farcela non è semplice quando abbiamo a che fare con gli
affetti! Spesso le emozioni sono così forti e contrastanti che ne siamo sovrastati e finiamo per comportarci in modi che, nel bene, ma più spesso nel
male, neanche avremmo immaginato… Una relazione in cui abbiamo creduto è finita, non c’è più la famiglia, ma ci sono dei figli che forse vengono un po’ abbandonati, perché tutti si si sentono soli e un po’ smarriti in
questi momenti, e senza che si sia alcuna cattiveria, nessuno riesce a cogliere
le esigenze dei più piccoli… In realtà, anche noi grandi torniamo un po’
bambini, perchè a vivere la “dinamica dell’abbandono” è il bambino che
c’è in noi, e questo sentimento rimanda alla nostra paura di bambini di essere abbandonati dalle nostre figura affettive primarie: i nostri genitori.
Questa dinamica si insinua sia nel rapporto tra i coniugi che nel rapporto
tra i genitori e i figli. Perché il nostro rapporto è andato a finire così? Eppure una tempo ci amavamo. I nostri figli sono stati desiderati... Proprio
non capisco come abbiamo fatto ad arrivare a questo punto. E ora come faccio con i bambini? Queste sono le domande che ci affliggono quando il nostro rapporto si rompe e ci separiamo. Reazioni tipiche all’abbandono
sono: se mi lasci ti rovino! Se vai via ti cancello dalla mia vita (e da quella dei figli…). Entrambi gli approcci sono indicativi di una difficoltà emotiva ad accettare la fine del rapporto, e di “digerire emotivamente” il dolore
e la paura che, in modo del tutto naturale, lo accompagnano. E’ così, proprio per esorcizzare questa paura, e non lasciarci mai del tutto, che cominciano battaglie giudiziarie che durano anni e anni, con costi economici
ed umani altissimi! E’ proprio questo il momento in cui possiamo cogliere l’occasione per rinascere. Con la formula “SeparAMAndo", è possibile
affiancare la vera e propria separazione in Tribunale, con una o più sedute individuali di Counseling o di Psicoterapia individuale o di coppia, con
il vantaggio di affrontare in maniera integrata tutti gli aspetti legali ed
emotivi - della nostra separazione, o divorzio, o gestione dei figli, in modo da risolverla nel modo più ottimale e sereno possibile. Un investimento che vale una Vita felice!
Invia i tuoi annunci gratuiti alla email:
[email protected]
30
INGEGNERE impartisce lezioni
di Matematica , Fisica, Chimica,
Fisica tecnica, Statica, Scienza
delle Costruzioni, a studenti delle medie superiori e universitari.
cell. 339/1941830
WEbMAStER impartisce lezione di informatica e grafica vari livelli.
Creazione siti ed esegue interventi tecnici
anche online a prezzi contenuti.
FEDERICO
N.b. La pubblicità “mascherata” non verrà accettata!
UOMO 45 enne automunito serio
e referenziato subito disponibile
cerca lavoro come muratore, magazziniere, pulizie chiamare RObERtO
3331037577
o 3392075616.
INSEGNANtE offre lezioni e conversazioni di Arabo anche con vari dialetti/Francais. Multilivelli.
Giustiniana
Roma Nord.
tel: 3272911457
INSEGNANtE Scuola Americana via
Cassia disponibile come tutor - lezioni personalizzate di Inglese, Italiano,
Storia, Filosofia, per studenti scuola
media inferiore, superiore e universitari. Zona tomba di Nerone - Giustiniana. tel. ore serali 06 86970999
SPAGNOLO lezioni, conversazioni e preparazioni per gli esami
(GCSE,Ib,DELE :A1,A2,b1,b2..).
Insegnante madrelingua con esperienza pluriennale. Prezzi contenuti. Cell:
DIPLOMAtO abitante a La Storta cerca lavoro come autista pat.
b, accompagnatore persone con
mezzo proprio, commesso e disbrigo pratiche di qualsiasi genere,
massima
serietà
ed
affidabilità, conoscenza basica
lingua inglese.telefonare Marco
cell. 3356589214
SIGNORA ItALIANA, 50 anni,
Non automunita, residente in zona
Cassia- Grottarossa offresi per piccole collaborazioni domestiche e/o
baby sitting nelle giornate di Lunedì
- Mercoledì - venerdì ( SOLO MAttINA).
tel. 3477022847
389/0362504
338/6330768
vENDO Macchina da scrivere
“Olivetti”—Ivrea “Lettera 32 “--€
110
3281540433
Do ripetizioni di:
Italiano, Latino e Filosofia (anche a
domicilio).
Il mio nome è Michele 3313806959
DOG SIttER Sono un dog sitter
a tempo pieno da 6 anni, Emanuele www.ildogsitter.com
Cell 3392060130
vENDO. vendo orologio mascile
Hausmann& Co.da polso in cassa
oro 750/000 del 14-4-1962----Cell: 3281540433
GIARDINIERE. Cerco lavoro
come Giardiniere per manutenzione terrazzi e giardini,trattamenti e potature piante da
frutto, siepi e taglio erba.
vENDESI villino unifamiliare 180
mq su due livelli con 1500 mq giardino recintato adiacente a vELLEtRI e a 7 km circa dalla stazione
ferroviaria di CIStERNA DI LAtINA
(IN 30 MINUtI SI ARRIvA ALLA
StAZIONE tERMINI)
[email protected]
PULIZIE Sig.ra referenziata,cerco
lavoro ad ore pomeriggio (lunedi,merc,venerdi)
anche sabato mattina
ASSIStENZE (offresi anche per assistenze part-time)
OPERAtORE SOCIO-SANItARIO,
con attestato da assistente malati
terminali e primo soccorso
italiano, automunito.
tEL 3492572989
zona Roma Nord. Cell 3735299668
INGLESE Signora americana
impartisce lezioni e conversazioni in inglese zona inizio via
Cassia Roma Nord
Cell: 3281540433
ARtE Mi rivolgo a collezionisti
e amatori, vendo opere d'arte
moderna
di autori importanti
con certificati di autenticità.
cell. 339/1941830
tel.328 28 57 157
vENDO Macchina da scrivere “Olivetti”—Ivrea “Lettera 32 “--€ 110
3281540433
LAUREAtA in fisica docente di Fisica nel corso di laurea "tecniche di
laboratorio biomedico" presso l'università "La Sapienza" impartisce lezioni di matematica e fisica
tel 338_2145792
18
Fly UP