...

Nessun bambino escluso - Fondazione L`Albero della Vita

by user

on
Category: Documents
10

views

Report

Comments

Transcript

Nessun bambino escluso - Fondazione L`Albero della Vita
“NESSUN BAMBINO ESCLUSO”: AL VIA LA CAMPAGNA DE L’ALBERO DELLA VITA
PER REGALARE UN FUTURO POSSIBILE A 2,5 MILIONI DI MINORI ITALIANI A RISCHIO
2 milioni e mezzo di minori in Italia vivono in condizioni di rischio e di disagio sociale. La povertà
relativa– dati Eurostat - è una realtà quotidiana per 1 bambino italiano su 4. L’Albero della Vita, ONG
italiana che da 14 anni lavora a tutela dei diritti dei minori, lancia “Nessun bambino escluso”, la
campagna di comunicazione e raccolta fondi che si propone di dare a tanti bambini italiani l’opportunità
di uscire dal disagio e di vivere una vita normale. Dal 1998 ad oggi L’Albero della Vita ha operato in 14
regioni Italiane e ha fornito aiuto concreto a 21.000 minori in difficoltà. Per sostenere i progetti educativi
e le comunità di accoglienza de L’Albero della Vita dal 31 ottobre al 19 novembre sarà possibile inviare un
sms al numero 45508 da 2 euro da cellulari TIM, Vodafone, 3, Postemobile, CoopVoce e Tiscali; oppure
chiamando lo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Teletu e Tiscali.
La povertà e il disagio sociale, ovvero una condizione che riguarda tantissimi bambini e adolescenti italiani, e non
solo, come spesso si pensa, i minori che vivono “dall’altra parte del mondo”. L’Albero della Vita, lanciando la sua
nuova campagna “Nessun bambino escluso”, ci ricorda che in Italia 2 milioni e mezzo di minori vivono una
condizione di povertà e di disagio sociale che diventa un ostacolo, spesso insormontabile, rispetto al loro diritto
di sperare in un futuro semplicemente “normale”. La povertà relativa minorile nel nostro Paese è realtà – dati
Eurostat – per 1 bambino italiano su 4: una percentuale che li rende più a rischio, addirittura, degli anziani. E nel
Meridione queste percentuali salgono ulteriormente. Innescando una relazione innaturale e perversa tra numero
di bambini e status economico della famiglia: più sono i bambini,più la famiglia s’impoverisce. Nelle famiglie con 3
bambini il livello di povertà relativa sale, dalla media nazionale del 10%, fino al 27,8%.
Per 650 mila minori (il 6% del totale) la povertà risulta poi addirittura assoluta. Ed estreme diventano le
conseguenze di questa condizione, come quella di non avere accesso a esperienze e servizi davvero irrinunciabili:
non vanno a scuola (circa 210 mila minori abbandonano i banchi scolastici), non accendono mai un computer, non
vedono film al cinema, non leggono libri, non praticano sport. Minori opportunità d’educazione si trasformano,
con il passare degli anni, in maggiori probabilità di essere esposti a fattori di rischio, per la salute e non solo. Si
stima che ben 500 mila minori, in Italia, siano costretti, contro ogni legge e semplice senso civico, a lavorare.
Circa 30 mila vivono in affido familiare o vengono accolti in servizi residenziali. Quasi 4000 sono vittime di abuso
e violenza. E 1500-1800 sono vittime di prostituzione minorile di strada (fonte: Centro Nazionale di
Documentazione e Analisi per l’Infanzia e l’Adolescenza Stato).
“Nessun bambino escluso per noi significa che nessuna vita deve essere offesa - commenta Patrizio Paoletti,
Presidente de L’Albero della Vita. La campagna ha l’obiettivo sfidante di dire una volta e per tutte basta alla
povertà e al disagio minorile e di riaffermare - grazie al sostegno delle istituzioni, dei media e dei cittadini - il
profondo diritto ad un futuro possibile dal quale nessun bambino può essere escluso.”
Con un semplice SMS al 45508 è possibile incidere concretamente sul futuro di un bambino oggi in difficoltà,
contribuendo così a finanziare i 15 progetti di accoglienza ed educativi in corso, che diventeranno 17 entro la fine
del 2011, portati avanti da L’Albero della Vita. In particolare L’albero della Vita in questi anni sta realizzando
progetti che riguardano oltre 500 minori sostenuti nei centri di accoglienza, interventi educativi e sostegno alle
mamme e alle donne in difficoltà. Per maggiori informazioni sui progetti che L’Albero della Vita sta realizzando
nell’ambito di “Nessun bambino escluso” cliccare su www.alberodellavita.org.
L’Albero della Vita è inoltre presente in 4 continenti e in 11 paesi e i beneficiari indiretti dei suoi interventi sono
circa 1 milione. L’ONG, dalla sua fondazione ad oggi, lavora su progetti di scolarizzazione, assistenza medica,
sicurezza alimentare, sviluppo locale, infrastrutture, accoglienza, sensibilizzazione sui diritti dell’infanzia. In questi
anni, quasi 60.000 bambini del Kenia, Perù, India, Romania hanno ricevuto assistenza sanitaria, mentre 1.500
haitiani hanno ricevuto cure mediche all’interno dell’emergenza colera. L’Albero della Vita distribuisce inoltre
1.150.000 pasti all’anno in India e, sempre in quell’area, ha attivato oltre 4.500 sostegni a distanza.
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------La Fondazione L’Albero della Vita Onlus è stata creata con l’obiettivo di tutelare i diritti di bambini,
adolescenti e mamme in situazioni di disagio sociale. In quest’ottica in Italia sono attivi in molte regioni
italiane progetti di accoglienza e di educazione per bambini e ragazzi in condizioni di esclusione
sociale. Proprio per l’Attività promossa, nel 2002 ha ricevuto dal Presidente della Repubblica,
Carlo Azeglio Ciampi, una targa d’argento per l’Alto Valore Sociale. Nel 2007, invece, una seconda
targa d’argento è stata assegnata dal Presidente Giorgio Napolitano, per la Campagna Educativa
Nazionale “Portavoce dei diritti dei Bambini”. La Fondazione vanta anche prestigiose partnership con
il Segretariato Sociale di RAI, oltre che con Mediaset e SKY.
Per ulteriori informazioni
Ufficio stampa L’ALBERO DELLA VITA c/o INC-Comunicazione:
Alberto Bobbio, tel: 06.4416056 – 335.1097277 [email protected] –
Comunicazione L’ALBERO DELLA VITA:
Daniela Ruggi, tel: 02.92276212 – 338.3500793 [email protected]
Fly UP