...

Scarpe da barca

by user

on
Category: Documents
5

views

Report

Comments

Transcript

Scarpe da barca
www.solovela.net
Articolo pubblicato sulla rivista SoloVela
Quante volte ci
siamo detti
“magari riuscissi
ad avere tutti i
modelli a
disposizione per
qualche giorno,
così da poter fare
un acquisto
indovinato!”.
SoloVela ha
voluto dare
quest’opportunità
a tutti i suoi
lettori, testando
per loro le scarpe
hi-tech
di Giuseppe Mancini e Lavinia Sarnataro
utti coloro che hanno iniziato ad andare in barca a vela negli
anni settanta, se non prima, ricorderanno il primo paio di scarpe usate. All’incontro preliminare con l’istruttore del “corso
d’iniziazione”, qualche minuto era dedicato all’abbigliamento consigliato. Alla classica domanda: “che scarpe dobbiamo mettere?” Si
aveva un’altrettanto classica risposta: “le scarpe da ginnastica!”. Ma
certo! Le scarpe da ginnastica, magari quelle in tela, fredde e - con
i piedi dentro a un pozzetto di una deriva - sempre bagnate. Una
volta presa consapevolezza di quanto bello fosse questo sport, si decideva di continuare e, nelle scelte successive, l’abbigliamento assumeva un ruolo non secondario: stare caldi, comodi e asciutti, iniziava a essere considerato un aspetto tecnico da tenere seriamente
in conto. Ma il mercato non offriva molto e, per quanto riguarda le
calzature - a parte i classici mocassini in cuoio - la massima espressione era rappresentata da quei famosi stivaletti gialli e blu, completamente in gomma saldata e allacciati nella parte interna del polpaccio, completamente asciutti fin quando non entrava l’acqua che,
per forza di cose, non usciva più. L’assoluta impermeabilità, data dal
materiale e dalla tecnica costruttiva, azzerava oltretutto qualsiasi
velleità di traspirazione. Risultato: a fine giornata, i piedi “tumefatti”. Molto tempo dopo, l’industria si accorse del mercato della
nautica e dei suoi potenziali acquirenti. Iniziò a studiare nuove soluzioni e calzature specifiche, senza tralasciare il design.
Oggi, l’offerta di scarpe da barca è vasta e un velista può scegliere
tra varie opzioni.
T
PER OGNI NECESSITÀ
Mocassini, stivali bassi, stivali alti e scarpe tecniche, i cataloghi sono ricchi e sempre più aziende, alcune nuove del settore, si cimentano nel progetto e nella produzione di un articolo specifico da bar-
LE CARATTERISTICHE
Oltre alla bontà dei materiali e della manifattura, ogni calzatura ha
precise caratteristiche, frutto prevalente delle scelte progettuali e
commerciali fatte a priori dall’azienda produttrice. Tra queste scelte,
quelle a cui fare attenzione sono: il grado di flessione, il grado di
torsione, il tempo di asciugatura, il livello di traspirazione, la tenuta sul bagnato su superfici in gelcoat e in teak.
E’ bene chiarire che la scarpa perfetta non esiste: ci sono modelli
che si flettono e si torcono molto, ma non è detto che ciò soddisfi
le nostre esigenze a bordo e le caratteristiche anatomiche del piede. Oppure, una scarpa con grande grip sulle superfici - che ovviamente fa piacere a tutti - presume una suola con una mescola tenera, dal consumo più veloce. Una scarpa che presenta tali caratteristiche potrebbe durare anche qualche anno se usata solo a bordo;
se invece s’intende allargarne gli spazi d’utilizzo, la cosa cambia: si
potrebbe rimanere delusi assistendo al suo rapido consumo. Così come le doti di asciugatura e di traspirazione, queste sottintendono
materiali specifici -ma certamente meno resistenti del cuoio all’usura- e un alto grado d’aerazione: chi non ha problemi di sudorazione
dei piedi, naviga generalmente rimanendo in una parte asciutta della barca o magari desidera una scarpa più calda del solito, dovrebbe considerare questi fattori non fondamentali per la sua scelta.
IL TEST
È difficile per un utente avere la possibilità e il tempo di provare la
vasta gamma di modelli offerti. Da questa semplice considerazione,
è nata la nostra intenzione di effettuare un test che desse gli elementi base necessari quantomeno a fare una prima scelta, ripetiamo, non sul “merito” della calzatura ma in virtù delle necessità individuali. Proponiamo qui una sorta di “reportage del pianeta scarpa”, privo di alcuna classifica finale che, per quanto fin qui detto,
non avrebbe senso. Per completezza d’informazione: i sedici modelli presi in esame rappresentano la maggiore fetta del mercato, pur
non essendo il panorama completo di questo tipo di calzatu- DUBARRY
AIGLE
Modello: Sail Racer
Colori: blu,
nero/arancio,
grigio/rosso
Peso*: gr. 314
Misure: 39-47
Prezzo: € 89,00
Modello: Riva
Colori: grigio, denim,
sabbia
Peso*: gr. 326
Misure: 39,5-47
Prezzo: € 116,00
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
Comodi
e sicuri
ca. Ultimamente, sono proliferate le calzature tecniche da vela che,
per la cosiddetta destinazione d’uso, devono assolvere a precise funzioni e avere particolari caratteristiche.
Sono comunque scarpe esteticamente valide, perciò utilizzabili anche nel tempo libero: per strada ogni giorno di più si notano persone che, pur avendo avuto un contatto con una barca a vela solo
in cartolina, calzano modelli in origine dedicati esclusivamente a
velisti.
Perché, fondamentalmente, le scarpe da barca sono comode, progettate con intelligenza, realizzate con ottimi materiali e affidabili:
queste motivazioni sono più che sufficienti per giustificarne l’acquisto da parte di un utente da “strada”. Ma per uno che ne fa l’uso per
cui sono nate le cose cambiano, e bisognerebbe conoscere bene le
caratteristiche di ogni modello prima di acquistare una scarpa, al di
là del coinvolgimento estetico. La scelta conseguente dovrebbe essere il frutto di questa analisi e delle risposte a due domande: “cosa cerco in una scarpa?” e “qual è l’uso che ne faccio a bordo?”.
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
Testiamo le scarpe
www.solovela.net
Articolo pubblicato sulla rivista SoloVela
ra. Alcune case costruttrici non hanno inviato in tempo i loro articoli; altre, avendo un nuovo modello in uscita ma non ancora in catalogo, hanno preferito far testare quello disponibile.
La prova si è svolta in tre fasi distinte. La prima riguardava la navigazione su una barca con la coperta in teak e su una barca con la
coperta in gelcoat del tipo con le parti di antisdrucciolo zigrinate
già dallo stampo. Entrambe le superfici sono state bagnate di continuo e alle barche è stato accentuato lo sbandamento laterale, in
modo da riprodurre le peggiori condizioni di aderenza. La seconda è
stata la fase delle misurazioni, effettuate in ambiente chiuso per garantire uniformità di condizioni, dove sono stati rilevati peso, flessibilità, torsione, tempo di asciugatura e capacità traspiranti. Infine, si è fatta un’analisi di ogni modello, di come avevano reagito al
test i materiali, le cuciture e le saldature.
La prima considerazione generale, che ci ha trovato tutti concordi,
è stata che tutti i materiali e le manifatture sono di ottimo livello:
si è di fronte a delle calzature di ottima qualità.
Aigle - Sail Racer
Dalla francese Aigle un modello con tomaia in sintetico e mesh, fodera in poliestere, soletta estraibile, suola in Phylon/caucciù e Snail
HELLY HANSEN
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
Modello: Trimmer
Colori: grigio/blu
Peso*: gr. 314
Misure: 40-49
Prezzo: € 123,58
Dubarry - Riva
Nuovissimo modello per la casa irlandese, a torto poco conosciuta
in Italia. La qualità generale dei prodotti Dubarry è sempre alta e
Riva ne è un’ulteriore conferma. Tomaia in mesh e scamosciato; la
suola ha struttura differenziata a doppia mescola. Un piccolo neo è
rappresentato dalla soletta in quanto incollata e non estraibile.
Modello: Hydrator W2 B.
Colori: nero/arancio,
nero/bianco
Peso*: gr. 356
Misure: 36-48
Prezzo: € 95,00
Scarpa molto comoda, soprattutto per piante dei piedi mediolarghe.
Migliorabili le finiture nella zona dei fori per i lacci.
Flexa - Sailing
Questo modello, seppur ultimamente rinnovato, è diventato un classico tra le calzature da vela. Tomaia in un ottimo mesh e un’altrettanto buona pelle scamosciata; suola in monostampata di gomma a
mescola tenera. Ottima anche la soletta preformata e forata, che è
estraibile. Tutti i materiali sono di ottima qualità e la manifattura
denuncia una cura quasi “maniacale”.
Harken - Trimmer
Novità assoluta, da pochi giorni in commerdio, le nuove Harken
Trimmer.
MURPHY & NYE
HENRI LLOYD
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
HARKEN
rubber. Molto curata la soletta, opportunamente preformata e forata per favorire traspirazione e drenaggio. Buone le cuciture e le saldature. Peccato per il livello medio di rifinitura riscontrato nelle
stampate della gomma, con alcune sbavature lungo i bordi.
La scarpa è molto comoda al plantare e confortevole per il livello di
avvolgenza della tomaia, anche se l’altezza del bordo interno del
collo crea un leggero fastidio al malleolo della caviglia.
Modello: Deck Grip
Profile
Colori: bianco/blu,
blu/grigio
Peso*: gr. 402
Misure: 35-46
Prezzo: € 98,00
Modello: Seatech
Colori: nero
Peso*: gr. 446
Misure: 39-47
Prezzo: € 166,00
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
Modello: Sailing
Colori: grigio/beige,
marrone/navy
Peso*: gr. 490
Misure: 39-45
Prezzo: € 195,00
Vari momenti della prova effettuata a bordo di
due imbarcazioni: una con la coperta in teak,
l’altra con antisdrucciolo stampato su gelcoat
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
FLEXA
www.solovela.net
Articolo pubblicato sulla rivista SoloVela
MUSTO
Modello: Gp Racer
Colori: navy/grigio,
bianco/argento
Peso*: gr. 404
Misure: 38-50
Prezzo: € 116,00
Ancora teak e (nella foto a destra) i modelli sono
stati provati anche sul plexiglass degli osterigi, il
punto più scivoloso della coperta di una barca
Ai piedi sono proprio due piume, anche per il senso di comfort che
danno. Tomaia in mesh e parziale copertura in sintetico; suola monostampata in mescola mediamente morbida. La soletta estraibile
ha i fori per un efficace drenaggio. Un piccolo neo è rappresentato
dal livello di finitura: sbavature nelle stampate delle parti in gomma e cuciture leggermente grossolane.
Scarpa che si caratterizza per il numero dei materiali utilizzati,
P-ZERO PIRELLI
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
Modello: Aqua
Colori: oro/nero,
grigio/nero,
rosa/nero
Peso*: gr. 346
Misure: 39-46
Prezzo: € 99,00
Modello: P-Zero Vela
Colori: rosso, bianco,
argento, nero, blu
Peso*: gr. 394
Misure: 40-45
Prezzo: €159,00
Musto - GP Racer
Rinnovato il design delle Gp Racer, qui testate in anteprima. Salta agli occhi la qualità eccellente dei materiali usati dalla Musto
e l’ottima manifattura. La suola, anche se con un insert di diversa densità, può essere considerata mono mescola. La tomaia, particolarmente resistente, presenta un mesh molto morbido e rinforzato a giro nella parte bassa da uno scamosciato, ulterior- QUAYSIDE
PRADA
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
NORTH SAILS
Murphy & Nye - Seatech
Un buon modello anche per la Murphy & Nye. L’Azienda italiana è
entrata di diritto nel gotha dei marchi di abbigliamento tecnico
da barca e, anche per quanto riguarda le scarpe, continua a migliorare la sua qualità.
Le Seatech hanno rivelato ottime doti di asciugatura. Tomaia in
materiale sintetico molto resistente, sulla quale si aprono quattro
finestrature in un tessuto a griglia. Suola monostampata in me-
scola medio-tenera. Soletta estraibile, completamente forata e ad
altissima capacità drenante.
Il colore nero, tanto caro a Murphy & Nye, potrebbe creare qualche problema di surriscaldamento all’esposizione solare, che in
estate non fa molto piacere. Perché non proporre anche una versione in colore chiaro?
Modello: Skiskolaer
Colori: nero, argento,
nero/argento,
blu, rosso, bianco
Peso*: gr. 480
Misure: tutte
Prezzo: € 210,00
Modello: XPD Fastnet
Colori: bianco/blu
Peso*: gr. 328
Misure: 40-46
Prezzo: € 85,00
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
Henry Lloyd - Deck Grip
nel complesso più di dieci. La differenziazione è il tema principale: suola realizzata con due stampate distinte e altrettante mescole; tomaia in mesh in parte ricoperto con un morbido materiale sintetico, ulteriormente rinforzato in punta e tacco. Soletta
estraibile, dal buon coefficiente drenante.
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
Helly Hansen - Hydrator W2 B.
Forse il modello più originale nella linea, tanto da ricevere il riconoscimento internazionale per il design e le innovazioni tecniche.
La Helly Hansen è stata particolarmente attenta alla velocità di
asciugatura e alla capacità di traspirazione: ne è nato, in questo
senso, un prodotto decisamente “indovinato”. Tutta la scarpa è stata progettata in tal senso: la tomaia, principalmente in sintetico,
presenta una serie di finestre laterali in mesh; la soletta estraibile
è completamente traforata; la suola - a struttura differenziata, con
l’utilizzo di due mescole differenti - presenta al centro delle feritoie
di drenaggio, realizzati anche sui fianchi, riproducenti la doppia H
del marchio della Casa.
www.solovela.net
Articolo pubblicato sulla rivista SoloVela
ROCKPORT
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
Modello: Impulsion
Colori: marrone, navy,
grigio, tan chiaro,
arancio/bianco
Peso*: gr. 306
Misure: 40-46
Prezzo: € 119,00
Durante le prove è stata usata tanta
acqua, per ottenere le condizioni
di aderenza peggiori possibili
scamosciate; in punta e tallone, protezioni ulteriori in microfibra resistentissima.
Suola monostampata in gomma a mescola medio-tenera. Soletta
estraibile.
mente raddoppiato in punta e tallone. Infine la soletta estraibile
è stata traforata solo nella sua parte anteriore.
Vera rivelazione del test, per la qualità generale, il design e il
comfort.
La tomaia è realizzata in mesh estremamente morbido, rinforzato da
applicazioni di ottima pelle; inoltre, due finestre laterali realizzate
in micro rete, poste all’altezza del tallone, creano una buona aerazione . La suola, monostampata in gomma a mescola tenera, ha palesato doti di aderenza di tutto rispetto. La soletta estraibile è forata nella parte anteriore e sotto il tallone.
Rockport - Impulsion
North Sails - Aqua
Le Aqua di North Sails spiccano per il design inconsueto e originale, assottigliato in punta: l’intento del progettista è di aumentare la sensibilità del piede in tutte le condizioni. La suola è realizzata in un’unica stampata, altamente preformata, prolungandosi a coprire la punta e il tallone.
La tomaia, in tessuto brevettato North Sails, si è rivelata particolarmente veloce nell’asciugarsi.
Alto il comfort e molto avvolgente la calzata.
Pirelli - P-Zero Vela
Interessante per l’originale design e la qualità dei materiali, la
scarpa della Pirelli si presenta come una novità 2005.
La tomaia è stata realizzata con due mesh dalla differente griglia,
rinforzata da strisce di lycra. Trasversalmente, un anello in plastica morbida fascia la parte centrale del piede, innalzando il
comfort. Buona anche la suola, fatta in monostampata di gomma
a mescola tenera. La soletta è estraibile e forata solo nella parte
anteriore.
SLAM
SERGIO TACCHINI
Modello: Admiral
Colori: blu, nero,
bianco/rosso,
nero/rosso
Peso*: gr. 368
Misure: 36,5-46
Prezzo: € 64,90
Prada - Skiskolaer
Eccellenti per i materiali, per le finiture, per la cura dei particolari
e per la manifattura in genere. La suola, escluso il piccolo insert rosso sul tallone, è realizzata con un’unica stampata di gomma a mescola tenera. La tomaia è in mesh e pelle, con un ulteriore rinforzo
sul tallone in scamosciato. Indovinato l’insert in plastica nella parte terminale dell’allacciatura, che la rende praticamente indistruttibile.
La soletta è estraibile, rivestita con una pelle scamosciata molto
morbida.
Quayside - XPD Fastnet
Scarpa molto solida e dal buon livello di finiture. La tomaia è stata
cucita con attenzione, utilizzando pelle di qualità e applicazioni
SPERRY TOP-SIDER
Modello: Marea
Colori: denim, rosso
Peso*: gr. 400
Misure: 37-46
Prezzo: € 118,00
Sergio Tacchini - Admiral
Dal famoso marchio italiano, che già da qualche anno ha dimostrato forte interesse per la vela, la proposta di questa scarpa particolarmente elegante. Tomaia in mesh con ampi rinforzi in pelle di ottima qualità. La suola è in monostampata di gomma a mescola tenera. La soletta, estraibile, è rivestita in microfibra. Ottima la vestibilità.
Slam - Marea
Questo modello di Slam si presenta molto elaborato e curato nei
particolari. La tomaia è molto fasciante grazie alla parte interna in
lycra; andando verso l’esterno vi sono applicati vari rinforzi: da un
tessuto ad alta tenacia al vitello scamosciato. Suola monostampata
in gomma a mescola tenera. Soletta estraibile.
Sperry Top-Sider - Figawi
Modello: Figawi
Colori: bianco/grigio
Peso*: gr. 318
Misure: 39-47
Prezzo: € 130,00
La Sperry è stata da sempre sinonimo di scarpe da barca.
Anche il modello Figawi racchiude doti che non si possono improvvisare. Iniziando dal progetto, interessante per
le linee e, soprattutto, per il grande comfort che si avverte già alla prima calzata.
La tomaia è in mesh quasi totalmente ricoperto dalla pelle; questa è sezionata in più punti in modo da mantenere
una buona flessibilità generale. La suola ha struttura differenziata. Peccato che, una volta riempita d’acqua, questa ristagna un po’ troppo nella parte bassa della soletta,
lasciando il piede umido per troppo tempo.
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
Flessione
Torsione
Tempo di asciugatura
Traspirazione
Tenuta su gelcoat
Tenuta su teak
PER FINIRE
Un piccolo consiglio: appena acquistate un nuovo paio
di scarpe, carteggiate leggermente la suola con carta
abrasiva da 80, per asportare la patina protettiva presente in tutte le stampate gommose. In questo modo
avrete da subito una suola al massimo delle performan
ce di aderenza.
*il peso è stato effettuato sulla singola calzatura, in ambiente con livello di umidità relativa pari al 70%. È soggetto a variazione in base alla misura della scarpa.
Aprile 2005
59
Fly UP