...

Bagagli protetti con il pilota di Formula 3

by user

on
Category: Documents
7

views

Report

Comments

Transcript

Bagagli protetti con il pilota di Formula 3
IMPRESE
Presenza in 40 scali nel mondo
con 750 addetti
Multinazionali tascabili L'espansione della TrueStar Group
Bagagli protetti
con il pilota
di Formula 3
A
ssumere in un colpo solo oltre cento
giovani a tempo indeterminato di
questi tempi non è cosa frequente. Ma per
TrueStar Group il caso sembra diverso.
L'azienda che avvolge i bagagli con la
plastica negli aeroporti è entrata in
collisione con Solution Teams, cooperativa
di lavoro alla quale si appoggiava per la
fornitura di servizi, rischiando così di
perdere il personale addetto
all'imballaggio delle valigie. «Con la
cooperativa avevamo un contratto di
associazione in partecipazione che
recentemente, a seguito di una
controversia, si è interrotto», spiega Fabio
Talin, fondatore e presidente del gruppo
TrueStar. «Alfinedi garantire la continuità
dell'attività aziendale e le prospettive
occupazionali dei lavoratori impiegati
dalla cooperativa, che sarebbero rimasti
privi di lavoro e di stipendio, abbiamo
assunto la quasi totalità del personale
dedicato a noi con un contratto a tempo
indeterminato».
La qualità del personale è un elemento decisivo:
assunti a tempo indeterminato i cento dipendenti
di una cooperativa fornitrice
Fabio Talin.
Sopra,
l'imballaggio
di valigie
in aeroporto
è sigillata, non sirischiache qualcuno
possa inserirvi qualcosa a nostra insaputa».
Veneto, ex pilota di Formula 3, Talin
avevarilevatonel 1991 da un amico
un'attività di imballaggio di valigie, e ha
inventato un vero e proprio punto vendita
con il personale sostituendo le sole
macchine. «Ho introdotto il servizio
manuale e personalizzato. Spesso le
macchine si bloccavano e nessuno
assisteva il cliente. Ho preferito affidare le
operazioni di avvolgimento con la
pellicola ad addetti specializzati». E con la
crisi sembra che le persone siano più
disposte a spendere una decina di euro per
avvolgere il bagaglio, piuttosto che perdere
i propri oggetti orischiaregrosso nei
controlli doganali.
Maria Mezzettì
Sarà anche tascabile, come la chiama
Talin, ma TrueStar ha le dimensioni e i
problemi di una multinazionale. Presente
in 15 Paesi, circa 40 scali per ora, con 750
addetti nel mondo, il gruppo nasce e ha
sede a Gallarate, in provincia di Varese. Il
Fondo italiano d'investimento,
promosso dal ministero
p dell'Economia e partecipato dalle
principali banche italiane, è
intervenuto con un aumento di
capitale di circa 10 milioni per ottenere
in cambio circa un quarto delle azioni
di TrueStar. Con un fatturato nel 2011
di 38 milioni di euro, 25% in più
rispetto all'anno precedente, l'azienda
punta a «educare le persone a
proteggere il proprio bagaglio,
sia per una questione di igiene
che di sicurezza. Se la valigia
SCENARIO PRIVATE EQUITY
Pag. 23
Fly UP