...

Elicotteri e palazzi, arrestato a Kiev il maxi evasore

by user

on
Category: Documents
10

views

Report

Comments

Transcript

Elicotteri e palazzi, arrestato a Kiev il maxi evasore
Cremona
Elicotteri e palazzi, arrestato a Kiev il maxi evasore
CREMONA — E' stato arrestato in
Ucraina mercoledì scorso all'aeroporto
di Kiev proveniente dalla Turchia, Aldo
Bonaldi, 52 anni, imprenditore
cremonese. Latitante, cercato
dall'Interpol, era inseguito da un
mandato di cattura emesso lo scorso
1 ° marzo dalla Finanza di Crotone.
Proprio quel giorno le Fiamme gialle
gli dovevano notificare un'ordinanza
di custodia cautelare in carcere per
associazione a delinquere, bancarotta
fraudolenta, falso, truffa aggravata e
malversazione. Secondo l'accusa il
mago della truffa e dell'evasione fiscale
faceva affari tra la Lombardia e il
Crotonese. Operava nel settore
dell'energia pulita. Originario di
Soresina, paesotto a pochi chilometri
da Cremona, ma con residenza fiscale
a Montecarlo, Bonaldi in tutti questi
anni non si è mai fatto mancare nulla.
Beni e vita da nababbo: un elicottero
nel piccolo aeroporto cremonese del
Migliare), un bel palazzone
cinquecentesco in centro città, una
Lamborghini e non da ultimo uno
yacht di 18 metri solitamente
ormeggiato ad Antibes. Tutte proprietà
riscontrate dalla Guardia di Finanza di
Cremona. Già perché il principe
dell'evasione era riuscito a non pagare
le tasse dal 2001. Avrebbe dovuto
versare allo Stato ben 164 milioni di
euro. L'abile imprenditore, però, non
appena aveva capito che la Tributaria
lo stava cercando era sparito. Ma sulle
sue tracce si erano messi anche gli
uomini della Finanza di Crotone per
l'inchiesta «Energopoli». Bonaldi era
considerato dalle Fiamme gialle
crotonesi il «cervello» della banda che
aveva messo in atto la truffa legata a
Scandale. Il progetto prevedeva
insieme alla centrale già attiva a
turbogas, anche una serie di attività
satellite inserite in una filiera
agroenergetica che avrebbero dovuto
creare 300 posti di lavoro. Ma tutto è
rimasto sulla carta. Insomma un
«bidone», che ha portato però a un
finanziamento di 15 milioni di euro,
sborsati dal ministero per lo Sviluppo
economico. Il nutrito gruzzolo,
secondo ifinanzieri,in parte sarebbe
finito in alcuni conti esteri degli
indagati, tra cui l'imprenditore
cremonese.
SÌIMÌJ* Galli
Li
Affari
L'imprenditore
cremonese
Aldo Bonaldi,
52 anni
Fly UP