...

ben trovati - IL DIARIO di CASTROVILLARI e del POLLINO

by user

on
Category: Documents
50

views

Report

Comments

Transcript

ben trovati - IL DIARIO di CASTROVILLARI e del POLLINO
Se vuoi risparmiare sulla
bolletta del gas.... SCEGLI
as
www.gaspollino.it
Nuova Sede Amministrativa e Direzione: Via P. Francesco Russo, 23
Palazzo Padula Azzurro - Castrovillari
Tel. 0981.22630 Fax. 0981.200302
Anno IX – Numero 28- Distribuzione gratuita il sabato e la domenica - 17 settembre 2011
Questo periodico è associato all’Unione Stampa Periodica Italiana
www.ildiariodicastrovillari.it
e-mail: [email protected]
BEN TROVATI …!!!
Biagio Diana, nominato
assesore provinciale
Via
V
ia d
degli
egli IItali
tali - C
Castrovillari
astrovillari
0981.27365
ttel.
el. 0
981.27365
Consiglio comunale aperto
sulla vertenza
“Ferrovie della Calabria”
Kate Omoregbe ottiene
l'asilo politico in Italia.
In servizio il nuovo Comandante
dei Vigili Urbani di Castrovillari,
Sonia Lo Sardo
Ritorna fruibile
(almeno in parte)
il Castello Aragonese
Il castrovillarese
Domenico Franco,
indossa la maglia del Chievo
Ci siamo… anzi ci risiamo!!! Dopo la
tradizionale pausa, e la distribuzione agostana
del fortunato magazine “Il Diario in Estate”, per
la prima volta sbarcato oltre che sullo Jonio,
anche sul Tirreno, il settimanale più letto del
Pollino, riprende le sue pubblicazioni. Diversi
sono stati i segnali di impazienza (la qual cosa
ci gratifica molto) nel voler rinnovare
l’appuntamento settimanale con il giornale.
Ma, come in tutte le attività, ci sono tempi per
operare e tempi per riflettere. Non lo
nascondiamo, ci attende un anno editoriale
molto particolare in vista delle elezioni
amministrative primaverili che cercheremo di
seguire con attenzione ma anche con
equidistanza, con l’unico obiettivo di trasferire
ai nostri lettori-cittadini-elettori, informazioni
corrette e scevre da manipolazioni.
Continueremo, ovviamente, ad occuparci
anche di tutt’altro a dimostrazione della vitalità
della città nei diversi campi. E, ovviamente,
continueremo ad ospitare, nei limiti del
possibile, tutti coloro i quali ce lo chiedono.
Con un po’ di pazienza daremo voce a tutti.
Alle
aziende,
principale
fonte
di
sostentamento, che hanno deciso di
continuare a credere nel “Diario”, va il nostro
grazie che, siamo sicuri, è anche il grazie
dell’intera città. Ad esse e a tutti i nostri lettori
chiediamo di farci sentire la loro vicinanza.
Occuparsi ininterrottamente e puntualmente,
dal dicembre del 2003, della pubblicazione di
un settimanale, non è cosa facile e semplice.
Ma se solo per un istante si è sfiorati dal dubbio
che, così com’è congegnato, il periodico possa
colmare un qualche vuoto informativo…… se
solo per un attimo ci si trova a pensare che, si,
forse è comodo ritirarlo gratuitamente e
leggere quanto di più recente accade in città e
nel nostro comprensorio, allora…… il miglior
modo per poterci ringraziare è quello di recarvi
con fiducia nelle aziende che hanno associato il
loro marchio e la loro immagine a quella del
“Diario”. Troverete grande disponibilità e
professionalità. Ed in più la garanzia di avere
sempre un interlocutore presente sul territorio.
www.cercacasa.it
Castrovillari (Via Ferramonti)
VENDITA
Appartamento piano rialzato 120
mq.: 2 camere letto, soggiorno,
cucina, ripostiglio e bagno. Risc.
autonomo e posto auto in corte
condominiale.
euro 69.000
pluriservizi, garage e taverna. di garage.
euro 120.000
Risc. autonomo, impianto di
condizionamento, posto auto e Castrovillari
(Vic.
Centro
giardino.
euro 198.000 Commerciale) VENDITA
Abitazione autonoma di recente
Castrovillari (Trav. C. Garibaldi) costruzione 200 mq. circa su due
AFFITTO
livelli: soggiorno, cucina, 3
Appartamento 115 mq.: 2 camere camere letto, 2 bagni. Risc.
letto, soggiorno, cucina, bagno e autonomo, condizionamento ed
Castrovillari (C.da Bianchino)
lavanderia. Riscaldamento auto antifurto. Ottime finiture. Comple
VENDITA
Ottima posizione, in prossimità nomo. Ben tenuto. euro 250/mese tamente arredata. euro 200.000
della ex S.S. 19, terreno
pianeggiante 3.950 mq. con Castrovillari (Via M. Cappelli) Castrovillari (Via degli Enotri)
rudere 160 mq..
euro 34.000 VENDITA
AFFITTO
Appartamento 3° piano con In piccolo contesto graziosa
Castrovillari (Viale G. Deledda)
ascensore: 3 camere letto, mansarda 3° piano 75 mq.: 1
VENDITA
soggiorno, cucina abitabile con camera da letto, soggiorno/
Nuovissima villa 250 mq. circa su terrazzino, 2 bagni e ripostiglio. cucina, bagno e terrazzo. Risc.
tre livelli: soggiorno, cucina Risc. autonomo. Soffitta e posto autonomo.
abitabile, 3 camere da letto, auto in corte recintata. Possibilità
euro 220/mese
2
anno IX - n. 28
E Francesco Crescente (PD) ritira le dimissioni
Francesco Crescente, ritira le dimissioni da vice segretario del Pd. Lo si apprende da una nota ufficiale
della sezione cittadina (guidata da Armando Garofalo). “L’andamento della discussione, gli argomenti
affrontati e il clima instaurato – si legge – hanno recepito quanto auspicato e richiesto dallo stesso
Crescente, con la sua lettera di dimissioni”.
Castrovillari. Riunione della Commissione
Comunale Bilancio
Nuova sede per il Commissariato di P.S.
Dopo anni di dure lotte sindacali, il Ministero dell’Interno da finalmente il via libera alla Prefettura di
Cosenza per procedere alla stipula del contratto di
locazione che ospiterà la nuova sede del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Castrovillari.
La Commissione consiliare Bilancio del Comune di
Castrovillari si riunisce per discutere del documento
contabile di previsione che il Governo ha prorogato
per l’approvazione al 31 agosto, come richiesto dall’ANCI ai Ministri dell’Economia, degli Interni e per
i Rapporti con le Regioni, in seguito ai minori trasferimenti, all’attribuzione delle risorse dal federalismo fiscale municipale e per la manovra finanziaria.
della Polizia Locale, esprimendo la propria soddisfazione ed augurando buon lavoro al dirigente. Blaiotta nel suo intervento ringrazia anche per l’opera
svolta in questi mesi, i dottori Pasquale Pandolfi e
Dario Giannicola. Espressioni di auguri al neo Comandante, giungono dalla Giunta, a partire dall’Assessore al Personale, Luigi Ponte, dalla dirigenza, con
il Segretario generale, Maurizio Ceccherini, e da tutti
i presenti. Il neo Comandante Lo Sardo, accompagnato dall’ex Comandante f.f. Pasquale Pandolfi, incontra, poi, i vertici delle Forze dell’Ordine che
operano in Città, manifestando l’intenzione di sviluppare unitariamente, sempre più, quella collaborazione sinergica, utile allo sviluppo di azioni comuni
a tutela della legalità.
Pandolfi ringrazia
Aspro confronto tra Blaiotta e Liste Civiche
“Possibile mai che l’unica forma di politica che la
maggioranza castrovillarese riesca ad esprimere sia
rappresentata dai litigi interni all’amministrazione
che, a puntate, riempiono pagine e pagine dei quotidiani?”. Se lo chiedono Ferdinando Laghi e Giuseppe
Santagada delle Liste Civiche.
Centro di ascolto antiviolenza alle donne
L’Amministrazione comunale di Castrovillari – Assessorato alle Pari Opportunità, partecipa al Bando
regionale per la realizzazione di centri di ascolto per
le donne vittime di violenza. Lo rendono noto il Sindaco, Francesco Blaiotta, e l’Assessore, Rosalia
Vigna. “L’iniziativa – ricorda ancora l’amministratrice
- nasce in collaborazione con il Centro Italiano Femminile di Castrovillari e l’Associazione Donne Avvocato del capoluogo del Pollino. Le finalità del bando,
sono quelle di contrastare la violenza sessuale, fisica
e psicologica e/o economica, i maltrattamenti, le molestie ed i ricatti, non solo per le donne, ma anche a
danno dei minori.
L’Udc sbarca a San Lorenzo Bellizzi e Civita
L’Udc si radica sul territorio. Due sezioni dello scudocrociato, vengono inaugurate in altrettanti centri
dell’area del Pollino, San Lorenzo Bellizzi e Civita,
alla presenza, in entrambi i casi, dell’assessore regionale all’agricoltura, Michele Trematerra, e del consigliere regionale Gianluca Gallo. A San Lorenzo
Bellizzi, la neonata sezione sarà guidata dal segretario Pasquale Agrelli.A Civita, invece, gli organismi statutari saranno eletti prossimamente.
Forte iniziativa del Consiglio dell’Ordine
degli Avvocati di Castrovillari, contro la ventilata soppressione dei Tribunali Minori
Aperti i termini, scaduti poi l’8 di agosto, per presentare le domande di contributo per l’eliminazione
delle barriere architettoniche nelle abitazioni private
e per la realizzazione di interventi finalizzati a migliorare la qualità della vita dei diversamente abili in
casa, attraverso l’acquisizione di nuove soluzioni tecnologiche. Lo rendono noto il sindaco, Franco Blaiotta, e l’Assessore all’Urbanistica, Mariarosaria
D’Atri. Per la realizzazione degli interventi, possono
essere concessi contributi per un importo non superiore a 25 mila euro in base al Reddito ISEE del
nucleo familiare di appartenenza.
Il Pd si spacca: Francesco Crescente
si dimette
Il vicesegretario del PD, Francesco Crescente, si dimette da vice segretario e da componente del direttivo del circolo Pd di Castrovillari. Una cosa che,
per Crescente, il Pd dovrebbe fare: “Affrontare e risolvere le questioni della scelta del futuro candidato
a sindaco, del programma e delle alleanze”.
Richiesta per un incontro urgente al commissario straordinario dell’Asp Giancarlo
Scarpelli
Il Presidente del Consiglio comunale di Castrovillari,
Marisa Urso, invia una richiesta di incontro urgente
al Commissario Straordinario dell’Azienda Sanitaria
Provinciale di Cosenza, Giancarlo Scarpelli. La decisione viene presa nell’ultima seduta della Commissione Territoriale per la Sanità nell’Alto Pollino.
Acqua a singhiozzo nelle carceri di Cosenza
e Castrovillari
Il Comandante f.f. della Polizia Locale dr. Pasquale
Pandolfi, in una missiva destinata anche agli organi di
stampa, saluta il neo Comandante della Polizia Locale, dott.ssa Sonia Lo Sardo, offrendole tutta la propria collaborazione, ringrazia il Sindaco di
Castrovillari, prof. Blaiotta, per il prestigioso compito assegnatogli di dirigere temporaneamente il glorioso Corpo della Polizia Locale cittadina, avendo,
nel contempo, parole di riconoscenza e gratitudine
verso tutti i propri colleghi di lavoro. “Pur essendo
consapevole della brevità e della precarietà dell’incarico – scrive Pandolfi - l’ho accolto ed accettato
con entusiasmo e spirito di abnegazione, mettendo
a disposizione della Città la mia professionalità e
tutta la dedizione al servizio dei pubblici amministratori e di tutti i cittadini, che ringrazio per la comprensione e la collaborazione offertami”.
Al via la “Festa Democratica”
Contributi per l’eliminazione delle barriere
architettoniche nelle abitazioni
Bilancio, il calendario dei lavori prevede anche la surroga del consigliere Franco Corrado con l’entrata
di Giancosimo Scancello. Per la seduta, il capogruppo,
Domenico Lo Polito, presenta, in nome e per conto
del PD, una mozione chiedendo di discutere, in seduta aperta, sulla vertenza in corso che sta interessando le Ferrovie della Calabria e per realizzare un
incontro con i vertici dell’amministrazione regionale
e la stessa Società delle Ferrovie della Calabria.
Stessa richiesta perviene dalle Liste Civiche. I consiglieri comunali Gaetano Martini e Andrea Adduci,
che in questi mesi avevano assunto posizioni dichiaratamente critiche nei confronti dell’amministrazione comunale, ritengono di dover rientrare in
maggioranza.
Gravi problemi di erogazione idrica, sia nelle caserme agenti che nei padiglioni detentivi delle carceri di Cosenza e Castrovillari, “dove risultano
allocati i circa 650 utenti totali nei due istituti penitenziari”, vengono denunciati dall’Ugl Polizia penitenziaria della Calabria in una lettera al Provveditore
regionale dell’Amministrazione penitenziaria. Nel
caso della Casa circondariale di Castrovillari, sembra si stia ovviando, senza non poche difficoltà, con
l’approvvigionamento mediante autobotti.
Il Comune si dota di un nuovo scuolabus
Immatricolato dal Comune di Castrovillari un nuovo
scuolabus di 30 posti che rinforza il parco macchine,
utilizzato per il trasporto degli alunni. Il mezzo sarà
adibito al trasporto degli alunni della scuola dell’obbligo e dei bambini della scuola materna, residenti
nel Comune, e per le loro attività scolastiche ed extrascolastiche.
Allarme soppressione uffici pubblici
L’avv. Roberto Laghi, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Castrovillari, inoltra al Ministro della Giustizia, al Presidente del Consiglio dei Ministri, al
Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministro dell’Economia e delle Finanze, al
Presidente del Senato e della Camera, al Presidente
della Commissione Giustizia del Senato e della Camera, ai Capi Gruppo Parlamentari di Camera e Senato, all’On.le Angelino Alfano, una vibrata lettera di
protesta contro le dichiarazioni formulate, nei giorni
immediatamente successivi al Ferragosto, sul “riordino della geografia giudiziaria”. E’ stata, infatti, ventilata la possibilità di inserire nella manovra
finanziaria integrativa, in sede di conversione, un
emendamento volto alla soppressione di “Tribunali
Minori”.
Non è possibile, in una zona accidentata, priva di collegamenti pubblici idonei, in una Provincia di enorme
estensione, quale è quella di Cosenza, pensare di
sopprimere infrastrutture fondamentali quali sono i
Tribunali che hanno dato risposte alle domande di
giustizia dei cittadini. Si ha l’impressione che anziché
facilitare e velocizzare il corso della giustizia, si voglia piuttosto impantanarla. Non è un caso che propri i cd. “Tribunali Minori”, con la loro produttività,
abbiano garantito il rispetto di standard di qualità
alla giurisdizione italiana.
Nella giornata del 2 settembre, prende il via nel
Parco Giochi comunale di Castrovillari, la Festa Democratica, organizzata dal circolo cittadino della
città. L‘on. Franco Laratta, ed il segretario cittadino
Armando Garofalo, aprono la festa con la consegna
di una targa ai famigliari di Franco Morelli, storico
organizzatore di feste democratiche scomparso
qualche tempo fa. Si prosegue con la presentazione
del libro di Luigi Pandolfi “Lega Nord: un Paradosso
italiano in 5 punti e mezzo”, seguita da una tavola
rotonda dei giovani democratici coordinata dal segretario Regionale GD Luigi Guglielmelli.
Idv in piazza contro province
e legge elettorale
Il presidente dell’Associazione “Città Solidale”,
Gianni Donato, lancia l’ennesimo allarme sul rischio
soppressione di alcuni importanti uffici territoriali
nella città del Pollino. Basandosi sulla lettura attenta
di un emendamento apportato in sede di conversione del D.L. 13 agosto 2011, n. 138, Donato paventa la soppressione della sede INPS, dell’Archivio
di Stato, dell’INAIL, dell’Agenzia delle Entrate, dell’Agenzia delle Poste, del Commissariato, della Polizia di Stato, del Distaccamento militare della
Caserma “Manes”, degli Uffici Giudiziari.
Privilegiare il turismo o il canile?
Polemica tra il segretario del PSI, Martucci ed il consigliere comunale, Condemi, al quale esponente di
Nuova Castrovillari viene chiesto, come mai in bilancio, da un lato non sia presente il contributo allo
I.A.T., ufficio chiuso da un paio di anni, prima allocato nella sede della Pro Loco di Castrovillari ed ora
soppresso, dall’altro, venga aumentato, invece, il contributo al “canile comunale” per circa lo stesso importo destinato allo I.A.T. visto che bisognerebbe
pensare a Castrovillari come città di possibile attrazione turistica, o non come città, scrive Martucci, a
… vocazione canina.
Termina il lungo rimpasto in giunta
provinciale. Biagio Diana (Prc)
nuovo assessore
Franco Corrado si dimette
Nuovo Comandante della Polizia Locale
Laconico il comunicato: «Mi dimetto da consigliere
comunale». Franco Corrado lascia così il sindaco di
Castrovillari e la sua giunta. Sui banchi dell’ emiciclo
del consiglio Comunale, al dimissionario Franco
Corrado, subentrerà Giancosimo Scarcella al quale
il Sindaco Blaiotta si affretta ad augurare buon lavoro senza dimenticare i ringraziamenti a Corrado
per l’attività svolta.
Italia dei Valori di Castrovillari organizza l’evento
“Firma e Fermali! Eliminiamo le province - Cambiamo la legge elettorale”, domenica 4 settembre,
con un gazebo in piazza Municipio a Castrovillari.
Una firma per presentare un disegno di legge di iniziativa popolare e cancellare la parola “Province”
dalla Costituzione, un “carrozzone” obsoleto che
serve solo a far crescere gli sprechi della politica e
le poltrone. Una firma, viene chiesta, anche per cancellare la legge elettorale che ha rubato ai cittadini
il diritto di scegliere chi dovrà rappresentarli.
Il Consiglio affronta il bilancio di previsione.
Martini e Adduci rientrano in maggioranza
Assume servizio il nuovo Comandante dei Vigili Urbani di Castrovillari, la giovanissima Sonia Lo Sardo.
Il Sindaco, presenta a Palazzo Gallo, in una semplice
cerimonia, il nuovo Comandante ai Responsabili
della Struttura, alla Giunta ed a tutti i componenti
Il bilancio di previsione dell’esercizio finanziario
2011 ed i relativi allegati, vengono affrontati dal
Consiglio comunale di Castrovillari, lunedì 5 settembre. Sette i punti all’ordine del giorno. Oltre il
Mario Oliverio chiude il cerchio sulla sua nuova
giunta, un lungo rimpasto terminato con la nomina
conferita al consigliere, eletto nel Pollino, Biagio
Diana del Prc. L’amministratore di Saracena lascerà
il suo posto tra i banchi del Consiglio provinciale ad
Antonio Simarco, assessore al comune di Rogliano.
Diana era già stato candidato alla carica assessorile,
ma, proprio il suo partito, mise allora il veto. Diana
sarà assessore con delega alla Protezione Civile e
rappoorti con il Mondo del Volontariato, Energie e
fonti rinnovabili, Patrimonio faunistico, Caccia e
pesca.
3
anno IX - n. 28
Riunione dal neo segretario comunale
Ceccherini
Per dare una marcia in più alla “macchina” comunale
e renderla più efficiente ed adeguata ai procedimenti
interni ed alle esigenze della città. Queste le priorità nella riunione promossa dal neo Segretario Generale del Comune di Castrovillari, dott. Maurizio
Ceccherini, con i dirigenti, i responsabili dei Servizi
ed i responsabili delle posizioni organizzative, svoltasi nella sala Giunta, al primo piano di Palazzo Gallo.
Il Consiglio di Stato riconosce il diritto di accesso agli atti negato prima dall’ATP
di Cosenza
Il Consiglio di Stato, riconosce il diritto di accesso
agli atti amministrativi richiesti dall’insegnante G.A.
di Rossano rappresentata e difesa in giudizio dagli
avv.ti Domenico Lo Polito del foro di Castrovillari e
Lucia Lutrario del foro di Roma, negati prima dall’ATP di Cosenza, condannandolo anche al pagamento di spese ed onorari nei due gradi di giudizio
per complessivi euro 3.000,00, oltre gli accessori di
legge. Il sindacato SAB, con il segretario generale,
prof. Francesco Sola, delegato all’accesso degli atti,
esprime viva soddisfazione per il ripristino di un sacrosanto diritto negato prima dall’ATP di Cosenza e
poi dal TAR Calabria, sez. di Catanzaro, che, con le
loro decisioni avevano stravolto il senso della legge
n. 241/90 che disciplina l’accesso agli atti permettendo operazioni, forse, non del tutto legittime.
Blaiotta precisa sull’isola pedonale
di via Roma
Nessuna ordinanza è stata ancora al momento emanata per regolamentare, in modo diverso da quella
attuale, il transito su via Roma e le determinazioni
saranno prese dopo un sereno ed approfondito confronto per trovare la migliore soluzione possibile,
senza creare disagio a nessuno, ma solo per valorizzare questa parte della città, particolarmente rilevante.
Presentato il primo rapporto sul turismo
Stato di agitazione dei lavoratori
delle Ferrovie della Calabria
Il segretario del circolo cittadino del Pd, Armando
Garofalo, ed il vice segretario, Francesco Crescente,
si recano presso l’autostazione di Castrovillari dove
i lavoratori hanno allestito un presidio permanente.
Il capo gruppo consiliare del Partito Democratico,
Domenico Lo Polito, presenta una mozione perché
in consiglio comunale, convocato per il 5 settembre
si discuta, con urgenza, della vertenza in corso.
“Il comprensorio della città di Castrovillari rischia
di essere penalizzato da questo stato di cose su cui
occorre al più presto intervenire al fine di assicurare la tranquillità dei lavoratori e la continuità ed efficienza dei servizi”. Lo scrive in una lettera al
Presidente della Regione, Scopelliti ed al consigliere
Regionale Orsomarso, il Sindaco di Castrovillari,
Franco Blaiotta. Una missiva viene anche inviata dal
sindaco di Castrovillari, Franco Blaiotta, ai colleghi
di Cassano allo Jonio, Acquaformosa, Altomonte,
Firmo, Frascineto, Laino Borgo, Laino Castello, Lungro, Morano Calabro, Mormanno, Papasidero, San
Basile, San Lorenzo del Vallo, Spezzano Albanese, Saracena, Tarsia e Terranova da Sibari per tenere “una
riunione urgente al fine di identificare una linea comune per affrontare la delicata problematica”.
Il segretario del Partito Socialista Martucci, si chiede
quale sia stata la funzione dei sindacati? Dov’era la
politica quando si prendevano certe decisioni? Oggi
il sindaco parla dell’importanza dei trasporti per il
nostro territorio, ma dov’era quando veniva soppressa la Sapri- Castrovillari? Pertanto l’invito ai
vertici aziendali, alla politica ed alle organizzazioni
sindacali è quello di costituire un tavolo di confronto
e concertazione per trovare la migliore ricetta per
andare avanti nel servizio offerto dalle storiche “Ferrovie della Calabria”.
L’Associazione “Solidarietà e Partecipazione” e i rappresentanti delle Liste Civiche nel Consiglio comunale di Castrovillari, Ferdinando Laghi e Giuseppe
Santagada, sono al fianco dei lavoratori calabresi
delle Ferrovie della Calabria nella loro protesta.
Dopo l’ormai remota dismissione della linea ferrata,
mai più ripristinata neanche in veste turistica, la progressiva riduzione dei collegamenti viari della città
del Pollino, rappresenta forse la peggiore minaccia
di isolamento, e, dunque, ulteriore, progressivo impoverimento della nostra città. Anche per questi
motivi le Liste Civiche hanno portato in Consiglio
Comunale, a giugno la riproposizione della linea diretta con Catanzaro e Lamezia, ottenendo, per una
volta, l’unanimità dei consensi, ma come al solito,
nessuna risposta. Chi ha a cuore il futuro dei lavoratori delle Ferrovia della Calabria, ma anche il concreto sviluppo di Castrovillari, deve far sentire, forte,
la sua voce e dare seguito, coi fatti, a declamatorie
solidarietà.
“Le proteste dei dipendenti delle Ferrovie della Calabria vanno autorevolmente sostenute dalla Politica
e dalle Istituzioni – scrive il consigliere provinciale
Riccardo Rosa - in quanto poste a salvaguardia del
diritto al lavoro, ma devono altresì essere supportate da azioni di risanamento concrete e lontane
dalle becere forme dell’assistenzialismo”. Ad es. monetizzando il patrimonio immobiliare un tempo appartenuto alle Ferrovie Calabro Lucane composto
in particolare dalle ex stazioni delle Ferrovie Calabro Lucane e dagli ex caselli ferroviari un tempo adibiti a case cantoniere.
Presentato, presso l’Hotel Marlusa di Marina di Sibari, il primo rapporto sul turismo della Sibaritide e
del Pollino alla presenza del presidente della Provincia, Oliverio, e del presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra
Castrovillari con i comuni del territorio,
per il PISL
Nella sala Giunta, al primo piano di Palazzo Gallo,
viene avviato dal Comune di Castrovillari, un nuovo
Tavolo di concertazione con i Sindaci ed i rappresentanti istituzionali di Civita, Frascineto, Morano
Calabro, San Basile, San Lorenzo del Vallo, Saracena
e Spezzano Albanese, al fine di affrontare, discutere
ed approfondire gli aspetti propedeutici e organizzativi relativi ai PISL (Progetto Integrato di Sviluppo
Locale del POR Calabria FESR 2007- 2013), per poi
avviare l’iter delle procedure necessarie alla partecipazione al Bando regionale.
Operai forestali senza stipendio
Il sindacato confederale del comparto forestale Flai
Cgil, Fai Cisl e Uila Uil, denuncia il totale disinteresse del governo regionale nei confronti della forestazione e degli operai forestali, nonostante da
settimane centinaia di operai idraulico forestali siano
schierati, tra mille difficoltà, sul territorio per combattere la piaga degli incendi boschivi.
Più che positiva la risposta al mercato mensile del 4 settembre
Ha avuto una risposta più che positiva il mercato
mensile sperimentale, svoltosi la mattina del 4 settembre nel centro di Castrovillari. Lo affermano
l’Assessore al Commercio,Vittorio Sessa, ed il consigliere comunale, Leo Battaglia, i quali ringraziano il
Sindaco, Franco Blaiotta, per come si è adoperato
ed i responsabili degli uffici Attività Produttive, Ambiente nonché il Corpo di Polizia Locale del Comune per l’impegno profuso. “In particolare –
aggiungono - un ringraziamento va al già Comandante f.f., Pasquale Pandolfi per aver coordinato le
questioni legate alla logistica, all’Istruttore di polizia
Locale, Pietro Caprino e al Corpo dei Vigili per il
particolare e delicato servizio reso”. “L’iniziativa hanno precisato l’Assessore ed il consigliere - è stata
particolarmente gradita dalla cittadinanza e dagli
stessi commercianti che hanno richiesto una nuova
occasione per la città ed il commercio”. Sessa e Bat-
taglia hanno preannunciato che “ in occasione di
prossime festività, verranno realizzati dei mercati a
tema. Una opportunità – hanno spiegato - sollecitata ed anche suggerita dai cittadini”.
Cinquemila persone in piazza a Cosenza per
lo sciopero generale
“Se non ora, quando scioperare? Se non ora, quando
far sentire la voce dei lavoratori? In un Paese democratico la mobilitazione serve a cambiare le cose”. Partendo da questo presupposto, la Cgil del
comprensorio di Cosenza e la Cgil Pollino-SibaritideTirreno, in occasione dello sciopero generale del 6
settembre, portano più di cinquemila persone in piazza
a Cosenza per dire no alla manovra del governo.
A Castrovillari un finanziamento di circa 750
mila euro per migliorare l’edilizia scolastica
Castrovillari riceverà 749.981,26 euro dalla Regione
Calabria per interventi di miglioramento degli edifici scolastici; in particolare sarà finanziato l’Istituto
Superiore “IPSIA- IPSC” della città. Lo rendono noto
il Sindaco, Franco Blaiotta, e l’Assessore alla Pubblica
Istruzione, Rosalia Vigna, in seguito alla comunicazione dell’Assessore Regionale alla Cultura, onorevole Mario Caligiuri per conto del Presidente,
onorevole Giuseppe Scopelliti.
Degrado all’area PIP
E’ l’allarme lanciato dal segretario del Partito Socialista, Martucci, che parla di un’area completamente
sommersa da erbacce, in cui i marciapiedi presentano degli ostacoli costituiti da pannelli di fabbricati
lasciati lì abbandonati senza nessuna attenzione, di
zone adibite a parcheggio ricoperte di arbusti e
spine, con un’altra parte completamente adibita a discarica di pneumatici. Martucci si chiede quale sia
l’ufficio responsabile, quali i dirigenti addetti e chi
dovrebbe vigilare e rendere più fruibile l’intera area.
L’invito al Sindaco della città, è quello di verificare le
responsabilità e l’inefficienza di alcune strutture comunali che non vigilano con attenzione sul territorio della nostra città.
“eMediation”, uno strumento al servizio dei
cittadini
Presentato, presso il Protoconvento Francescano di
Castrovillari, alla presenza del suo vice presidente,
avv. Ugo Caviglia, l’Organismo Internazionale di Arbitrato e Conciliazione eMediation, nato per la risoluzione delle controversie civili e commerciali.Tale
organismo, senza scopo di lucro, operativo sul territorio nazionale, è da oggi presente in Calabria con la
sede di Castrovillari. Alla presentazione hanno partecipato i componenti della costituita camera di mediazione, dr. Mario Li Trenta, dr. Marcello Novello,
avv. Antonella Pucci e avv. Onorina Romano, il vice
sindaco, dr. Orazio Attanasio, in rappresentanza del
Comune di Castrovillari, l’avv. Roberto Laghi, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Castrovillari e la
dott.ssa Sonia Lo Sardo, dirigente della Polizia Municipale del Comune di Castrovillari. Gli interventi
hanno messo in risalto il significato sociale della mediazione quale strumento per una risoluzione più
celere e più economica delle controversie, rimarcando, comunque, la necessaria partecipazione degli
avvocati durante la procedura di mediazione.Tale necessità è stata evidenziata con l’intervento del responsabile della sede di Castrovillari, dr. Marcello
Novello, il quale ha sottolineato che nel procedimento di mediazione “gli avvocati sono e restano un
fondamentale baluardo del diritto di difesa del cittadino”, auspicando quindi, pur nel silenzio della normativa, che gli avvocati siano sempre presenti agli
incontri al fine di dare il loro irrinunciabile contributo. Lo stesso avvocato Laghi, pur rimanendo
fermo sulle posizioni critiche dell’avvocatura rispetto alla mediazione, ha comunque sottolineato
l’importanza della presenza sul territorio di un organismo di mediazione internazionale composto
anche da avvocati. Valido il contributo del dr. Attanasio, il quale ha rilevato la necessità e l’utilità della
mediazione, non solo nel campo civile e commerciale, ma anche in quello tributario auspicando una
maggior indipendenza nella mediazione tributaria.
Che anno scolastico sarà?
“Incomincia un ennesimo anno scolastico gravido di
incognite, di difficoltà, di ulteriori e radicali cambiamenti” che potrebbero colpire ancora la Scuola programmando un ulteriore dimensionamento ed
un’analoga razionalizzazione della rete scolastica”. E
l’allarme che lancia il presidente- commissario straordinario del Distretto n. 19, Gianni Donato.
Ospedale. Nuovo incontro con Scarpelli. Si
attende ora il 19 settembre
La Commissione Territoriale per la Tutela della Salute nell’Area del Pollino, costituita dalla Commissione Consiliare Sanità del Comune di Castrovillari,
dai sindaci della Zona, assente per motivi istituzionali
il Presidente dell’Ente Parco, on. Pappaterra che ha
fatto pervenire alla commissione un messaggio di sostegno, e presenti il consigliere Regionale, on. Gianluca Gallo, e i consiglieri provinciali Vico, Rosa,
Diana, e Di Leone, incontra la mattina di lunedi 12
settembre, a Cosenza, il Commissario Straordinario
dell’ASP, Gianfranco Scarpelli, in merito all’Ospedale
zonale di riferimento di Castrovillari, configurato
come “spoke”, ed a quelli di Lungro e Mormanno.
L’incontro – scrive in un comunicato Marisa Urso è stato improntato alla massima cordialità e dall’articolazione della discussione si è ricavato un clima
di parziale soddisfazione per gli impegni assunti, in
relazione alla proposta della Commissione. E’ pervenuta, tuttavia, da parte dei convenuti la richiesta di
un ulteriore sforzo di adeguamento dell’atto aziendale alle necessità dell’Ospedale di Castrovillari e
del territorio, opportunamente rappresentate nella
proposta di Piano a suo tempo predisposta dalla
commissione allargata alle forze politiche, sociali,
amministrative del territorio. Le linee del progetto
saranno ufficialmente presentate alla conferenza dei
sindaci dell’Asp il prossimo lunedi 19 settembre per
essere poi discusse e limate prima di arrivare, in via
definitiva, il 30 settembre agli organi regionali e diventare ufficialmente atto aziendale. Alcuni presidi,
come Mormanno e Lungro, dovrebbero rimanere
nella loro natura attuale, con qualche piccola modifica. Il presidio ospedaliero di Mormanno dovrebbe
rimanere struttura per la riabilitazione, mentre Lungro si dovrebbe consolidare come punto di primo
intervento. Castrovillari acquisterebbe un reparto in
più, come urogologia (che dovrebbe diventare una
struttura complessa, cioè dotata di un primario) per
trasformare, invece, l’attuale oncologia (oggi struttura con un primariato) in struttura semplice che
dovrebbe dipendere forse da Paola o da Rossano.
Così potrebbe accadere anche per la Gastroenterologia (che diventerebbe struttura semplice) e
Otorino (che perderebbe il primariato). Oculistica
rimarrebbe insieme a reumatologia una strttura
semplice dipartimentale. Mentre Brancopneumatologia resterebbe invariata, come anche la Cardiologia. In tutto, nella Asp che si dovrà disegnare, si
dovrebbero avere sei distretti corrispondenti all’Alto Tirreno, alla zona di Cosenza e del Savuto, Castrovillari e San Marco, l’alto Jonio, il basso Jonio, il
Pollino e l’Esaro. La parola, ora, alla riunione della
conferenza dei sindaci, che si terrà a Cosenza, nella
giornata del 19 settembre, quando ufficialmente questa proposta di piano aziendale sarà discussa da tutti
gli attori istituzionali del territorio di riferimento.
Autunno caldo sulla vertenza “Ferrovie della
Calabria”
Un Consiglio comunale straordinario aperto a Castrovillari sulla questione delle Ferrovie della Calabria è stato deciso dalla conferenza dei capigruppo
e si terrà, con la convocazione del Presidente, Marisa
Urso, lunedì 19 settembre , alle ore 17.00, nella sala
n. 14 del Protoconvento Francescano. Invitati tutti i
Sindaci del comprensorio. Già nel Consiglio comunale del 5 settembre scorso, il parlamentino del capoluogo del Pollino, aveva votato un unico
documento a sostegno della vertenza, sintetizzando
le mozioni del PD, delle Liste Civiche e della maggioranza , affermando l’importanza di una azione
forte e sinergica, da sviluppare in maniera concertata e condivisa, dando mandato al sindaco Blaiotta
di svolgere il ruolo di coordinatore per coinvolgere
i vari livelli istituzionali.
4
anno IX - n. 28
ASSOCIAZIONE CULTURALE C.E.A. - CENTRO ESPRESSIONI ARTISTICHE
di Tilde Nocera
NOVITA’:
CORSI DI DANZA PROFESSIONALI E AMATORIALI
CORSI SERALI DI
HIP HOP CON MELANIA PIRO
CORSI DI DANZA CLASSICA - PASSO A DUE REPERTORIO CON DANIELE NOCERA
- DANZA CLASSICA ACCADEMICA
- DANZA MODERNA E CONTEMPORANEA
- FLAMENCO BAMBINI E ADULTI
- AVVIAMENTO ALLA DANZA PER BAMBINI
- TANGO ARGENTINO ADULTI
CAPOEIRA (condotto da Pierfelice Ciancia)
DANZA MOVIMENTO TERAPIA
ESPRESSIVO RELAZIONALE
(accreditato Apid Roma)
www.tildenocera.it e-mail:[email protected]
Melania Piro
e Daniele Nocera
SCONTO
-20%
SUI RICAMBI
OPEL
Via Schiavello - Castrovillari
cell. 380.3333856 - 331.3966527
Ritorna fruibile (almeno in parte) il Castello Aragonese
Inaugurazione per la Corte ed il piano terra
L’Amministrazione comunale di Castrovillari inaugurerà domenica 18 settembre,
la Corte ed il piano terra del Castello
Aragonese, facenti parte del primo lotto
dei lavori di sistemazione del maniero,
che daranno una marcia in più alle iniziative culturali che si svolgono già copiose in città e nel Protoconvento
Francescano, arricchendo, nel contempo,
l’offerta turistico-culturale della città e
del suo “antico” salotto buono, com’è definito il rione Civita, sede del castello.
Lo hanno annunciato il sindaco, Franco
Blaiotta, e l’assessore Rosalia Vigna, ricordando che la manifestazione verrà caratterizzata da una conferenza, in
programma nello stesso maniero, alle ore
18.00, dal titolo “Conservazione e fruibilità: il Castello Aragonese di Castrovillari” conclusa dall’assessore Regionale
alla Cultura, l’ onorevole Mario Caligiuri,
ed a cui interverranno l’assessore alla
Cultura della Provincia di Cosenza, Maria
Francesca Corigliano, il Presidente dell’Ente Parco del Pollino, l’onorevole Domenico Pappaterra, il progettista e
direttore dei lavori di recupero del Castello, l’architetto Michele De Santis, il
Soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Antropologici della Calabria,
Fabio De Chirico, il dirigente dell’Ufficio
Scolastico Provinciale di Cosenza, Luigi
Troccoli, il docente dell’Università degli
Studi di Messina, Antonello Savaglio ed
il docente di Storia dell’Arte nei Licei e
consulente alla cultura, Mario Vicino. Alla
conferenza seguirà un intrattenimento
musicale a cura di Stefano Bellini al pianoforte e Rosanna Parisi al clarinetto.
I lavori saranno introdotti dal saluto del
sindaco, Franco Blaiotta, il quale oltre a
prima
ricordare l’impegno dell’Amministrazione per riconsegnare alla piena fruizione il maniero, considerevole bene per
la città, “facente parte – sostiene - di un
vasto programma d’interventi, volti alla
riqualificazione del centro storico” preciserà anche “le iniziative avviate per in...e dopo
serirlo nei più ampi circuiti turistico-culturali nazionali ed esteri ed in una rete
unitaria di servizi sulle fortezze aragonesi”.
Il Castello Aragonese del capoluogo del
Pollino è, infatti, una interessante testimonianza su ciò che riguarda il sistema
difensivo calabrese, subito dopo la caduta
di Bisanzio. La sua costruzione - riferiscono le fonti storiche - iniziata presumibilmente nel 1461 e terminata nel
1490, è da collocarsi negli anni in cui gli
aragonesi erano saldamente insediati sul
trono di Napoli e costituiva un presidio
di grande importanza strategica. Lo
stesso - sempre secondo quanto è dato
sapere - fu eretto molto probabilmente
sui resti di una preesistente roccaforte
normanna, che era stata realizzata proprio presso il Ponte della Catena, sul costone nord del Colle del Lauro, dove
l’abitato in quei secoli terminava. Il luogo
appariva molto adatto agli scopi difensivi,
per i quali la fortezza era stata costruita.
“Oggi tutto questo - aggiunge Blaiotta viene ripreso per essere riconsegnato
alla maggiore conoscenza delle popolazioni”.
Intanto la città - hanno ricordato gli amministratori – è già iscritta all’Istituto
Italiano dei Castelli, non solo per affermare che sul suo territorio insiste un
fortilizio storicamente importante ed, al
momento, in parte recuperato, ma anche
per promuovere e far conoscere questo
monumento che si vuole inserire, con la
città ed il suo centro storico, negli specifici itinerari nazionali che vengono proposti ai tanti appassionati del turismo
“new way”
5
anno IX - n. 28
MAXI SIDIS. Un meraviglioso mondo di novità,
gusto e fantasia nel cuore di Castrovillari
A poche decine di metri dalla maestosa Cattedrale,
nella parte nord di Castrovillari: è qui la festa per il
gruppo Maxi Sidis che, da giovedi 15 settembre, ha
aperto i battenti negli ampi e confortevoli locali di
corso Garibaldi al n. 28, rilevando quegli spazi che,
molti ricorderanno, avevano ospitato, fino a qualche
anno fa, la UPIM.
A prima vista, potrebbe sembrare un semplice trasferimento dell’attività commerciale, spostatasi dalla
sua sede storica di Viale delle Querce. Ovviamente,
così non è.
La scelta – afferma la famiglia Dorato, da sempre legata al marchio del Gruppo AZ - nasconde un atto
di rispetto verso i consumatori di quella vasta area,
finora forse un po’ penalizzati dalle solite decisioni
di dislocare supermercati e aree attrezzate nelle
fasce esterne della cintura urbana, facendo affiorare
anche la recondita speranza, attraverso questa coraggiosa operazione, di rivitalizzare commercialmente l’intera zona, contribuendo magari alla
valorizzazione ed alla riutilizzazione dell’intero
plesso.
Doppia la possibilità di parcheggiare comodamente
nei pressi del punto vendita: subito di fronte, lungo
Corso Garibaldi, grazie ai posteggi riservati esclusivamente alla clientela, oppure sul retro che assicura,
oltremodo, una comoda entrata secondaria.
A giudicare dai primi riscontri, e visto il numero
delle presenze, la Città sembra aver risposto positivamente all’appello: un immaginario ponte di consensi che ha visto protagonista il MAXI SIDIS di
Corso Garibaldi, nato per veicolare l’esperienza e la
professionalità di un gruppo aziendale che in decenni
di storia si è affermato come uno delle più importanti realtà nel settore della distribuzione e commercializzazione organizzata di prodotti alimentari.
Una catena che ha puntato sulla vendita al dettaglio
ma anche sull’evoluzione del punto vendita, ampliandone il concetto attraverso un’oculato management, miscelato alla qualità di prodotti che ne
esaltassero l’identità di negozio di fiducia, dove trovare qualità e prezzi competitivi.
I visitatori-clienti, hanno dato un vero e proprio assalto gioioso al nuovo esercizio, apprezzandone lo
stile, la profondità dell’assortimento, e la MAXI convenienza.
Hanno riscosso alto gradimento, la qualità e la genuinità dei reparti dedicati al fresco, la salumeria e
l’ortofrutta che trionfava di colori, profumi e verdura di stagione.
Apprezzatissime la macelleria e la nuova pescheria
che hanno suscitato ampi consensi tra i consumatori.
Ma MAXI SIDIS offre il meglio di sè non solo nei
prodotti freschi, dalle verdure ai formaggi, dallo yogurt alla pasta fresca; ma anche nella prima colazione,
il momento più importante della giornata, dai frollini,
alle marmellate; ed ancora per i tantissimi prodotti
che spaziano dai surgelati, alle bevande dissetanti,
passando per i prodotti di igiene e bellezza, senza
dimenticare i nostri amici a quattro zampe ...
Numerose, e davvero straordinarie, le offerte, tanto
che si può legittimamente affermare che non c’è mai
un giorno senza promozioni. E poi, la cortesia del
personale che si prodiga nel fare gli onori di casa e
soprattutto la grande importanza che nel punto vendita hanno i prodotti della nostra terra per un modo
nuovo di fare la spesa ogni giorno conveniente, piacevole e con uno sguardo rivolto al made in Italy.
Da oggi, quindi, anche chi non c’era, potrà continuare
a far festa tutti i giorni, riempiendo i carrelli di qualità e convenienza, perché nel centro di Castrovillari,
con MAXI SIDIS, è arrivato finalmente … il piacere
di fare la spesa. E per i più tecnologici, una piacevole
sorpresa perché il MAXI SIDIS di Castrovillari è
anche su internet all’indirizzo: http://www.maxisidiscastrovillari.hosting-gratuito.org
(B.S.)
6
Castrovillari/ Controlli a largo raggio
dei Carabinieri
anno IX - n. 28
Trebisacce. Il medico condannato, che sedeva sul
banco degli imputati assieme ad altri quattro colleghi, tutti assolti, era, all’epoca dei fatti, primario del
reparto di Ginecologia dell’ospedale di Trebisacce. Il
capo d’imputazione per i cinque professionisti è relativo alla circostanza di “aver omesso, per negligenza, imprudenza e imperizia, di diagnosticare
l’asfissia della neonata Giorgia Pia Curia, determinando un’emorragia cerebrale con paralisi cerebrale
infantile”. Secondo quanto stabilito dal giudice, non
sarebbe stato in grado di comprendere che, sulla
base dei dati di cui disponeva, era necessario praticare subito un parto cesareo. Il dottor P., al pari dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, è stato
condannato inoltre a risarcire i danni materiali e morali sofferti dalle parti civili costituitesi nel processo.
A titolo di provvisionale, è stato stabilito che Francesco Massimo Curia ed Eufemia Cicero riceveranno 40 mila euro ciascuno, ad Alessia Curia
spetteranno 20 mila euro, mentre alla bambina al
centro della vicenda processuale, Giorgia Pia Curia,
dovrà essere risarcita con la cifra di 200 mila euro.
La famiglia Curia risiede in località Cantinella, a Corigliano Calabro. La bambina deve essere curata ciclicamente a Cuba, dove si sta sottoponendo ad un
trattamento di ossigenoterapia che richiede cifre
elevate al cui pagamento ha contribuito con sensibilità anche la popolazione di Corigliano.
Gli artificieri al lavoro
In modo particolare, nel periodo di esodo estivo di
metà luglio, i militari del Comando locale intensificano i controlli alla circolazione stradale e quelli nei
confronti dei soggetti sottoposti a misure cautelari.
I risultati ottenuti sono innanzitutto due arresti in
carcere per esecuzione di misure
nei confronti di: A.V., classe 1972, di Altomonte,
per aver reiteratamente violato le prescrizioni impostegli con la misura degli arresti a suo carico; T.
G., classe 1958, di Laino Borgo perché, sebbene agli
arresti domiciliari, si tratteneva fuori dalla propria
abitazione. Si procede inoltre al deferimento “su
strada” in stato di libertà di 15 persone di cui 5 per
guida sotto effetto di sostanze alcooliche e 3 per effetto di stupefacenti persone alle quali sono state ritirate le patenti di guida e sequestrate le
autovetture.
Extracomunitari sfruttati
Con la stagione estiva, la Guardia di Finanza attiva
controlli nei confronti di una società che opera nel
settore turistico ricettivo nella Sibaritide, e trova 13
posizioni lavorative irregolari, di cui 12 completamente in nero. I finanzieri, trovano nella sede sociale
tre cittadini extracomunitari, due indiani e un pakistano, senza permesso di soggiorno. Nei loro confronti, la prefettura emette un decreto di espulsione
dal territorio nazionale. Il datore di lavoro viene denunciato alla procura di Castrovillari per violazioni
della legge Bossi-Fini in materia di immigrazione
clandestina.
Nelle carceri della Calabria
sovraffollamento al 70,6%
Sono 3.056 i detenuti che si trovano nelle carceri
calabresi, a fronte dei 1.791 posti attualmente disponibili. Un surplus di 1.265 presenze che fa attestare la media del sovraffollamento regionale al
70,6%, terzo in Italia. E’ quanto emerge da una ricerca della Uil Pa Penitenziari circa il primo semestre 2011. L’istituto penitenziario con il più alto
indice di affollamento, anche a livello nazionale, continua ad essere Lamezia Terme con il 186,7 %, seguito da Castrovillari con il 119,1% e Locri al 112%.
Castrovillari. Bimba disabile dopo il parto:
condannato un medico
Il giudice monocratico del Tribunale di Castrovillari,
Antonio Gatto, ha condannato il medico G. P. a nove
mesi di reclusione, condonati integralmente, ed al
pagamento delle spese processuali nel processo scaturito da una vicenda avvenuta tra l’aprile ed il maggio del 2004 negli ospedali di Castrovillari e
Quando si tratta di ritrovamenti di ordigni loro non
mancano mai. Sono gli Artificieri dell’Esercito, in particolare gli uomini in forza alla seconda Compagnia
Genio Guastatori di Castrovillari in missione sul territorio per metterlo in sicurezza da spiacevoli incidenti. L’ultimo intervento, in termine cronologico,
avviene a luglio a Brancaleone nel reggino dove a seguito del rinvenimento, in una civile abitazione dello
stesso Comune, di un residuato bellico che presentava particolari caratteristiche di pericolosità, intervengono, coordinati dalla Prefettura e dal
Comandante della locale Stazione Carabinieri, gli uomini dell’esercito per effettuare le operazioni di
neutralizzazione dello stesso. In particolare, operano
il Primo Maresciallo, Francesco Cipriano, e il Sergente Maggiore,Vincenzo Nanè.
‘Ndrangheta: condannati ex consigliere
regionale e presunto boss
Due condanne e un’assoluzione sono i verdetti del
giudice dell’udienza preliminare di Castrovillari, Loredana De Franco, al termine del filone del maxi
processo “Omnia” contro la cosca Forastefano di
Cassano Ionio. L’ex capogruppo regionale dell’Udeur,
Franco La Rupa, viene condannato a cinque anni di
reclusione per voto di scambio politico-mafioso.
Due anni e sei mesi sono inflitti al presunto boss del
clan, Antonio Forastefano, da qualche mese collaboratore di giustizia. E’ stato, invece, assolto per non
aver commesso il fatto, l’ex capogruppo dell’Udeur
nel consiglio provinciale di Cosenza, Luigi Garofalo,
che secondo l’accusa, aveva fatto da tramite tra La
Rupa e Forastefano affinche’ la cosca appoggiasse la
candidatura del primo alle elezioni regionali della
primavera 2005. Il pm antimafia, Vincenzo Luberto,
aveva chiesto la condanna di tutti e tre gli imputati.
La decisione odierna del gup di Castrovillari, chiude,
almeno in primo grado, il terzo filone giudiziario in
cui è stata organizzata giudiziariamente la maxi operazione antimafia “Omnia” con cui il 10 luglio 2007
la Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro e i
carabinieri del Ros sgominarono il clan Forastefano.
Alexandrina non sarà estradata
Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, rende noto che è stata vinta definitivamente la
battaglia per salvare la ragazza rumena, Alexandrina.
Natalina Lacatus, 24 anni, arrestata il 26 aprile scorso
dai carabinieri di Corigliano e rinchiusa nel carcere
di Castrovillari, in esecuzione di un mandato di cattura del suo Paese (la Romania) per omicidio colposo per la morte dei suoi tre figlioletti, Diana,
Sebastian e Nicoletta, di tre, due e un anno, avvenuta, in Romania, il 28 dicembre 2008, durante un
incendio sviluppatosi per cause accidentali, mentre la
giovanissima donna era uscita per andare a comprare del pane ai suoi tre figlioletti, lasciati a letto, a
dormire, e con il caminetto acceso per riscaldare la
fredda stanzetta, in quel freddissimo pomeriggio d’inverno. Al suo ritorno, aveva trovato l’abitazione invasa dal fuoco, aveva rotto il vetro, si era buttata con
coraggio nelle fiamme, per tentare di salvare i suoi
tre figli. Purtroppo non ce l’aveva fatta. Era rimasta
gravemente ferita ed era stata ricoverata in ospedale dove era rimasta due mesi. I giudici della Corte
di Appello di Catanzaro hanno negato l’estradizione,
come richiesto dalla Procura Generale, e hanno disposto che la ragazza resti in Italia, dove era arrivata,
un anno fa, raggiungendo un suo fratello, residente
a Cassano, e iniziando piano a piano a lavorare e a
cercare di superare l’immane tragedia che l’aveva
colpita.
Violenza su minori, un quarantenne
in manette
Avrebbe usato violenza, per tre anni, su due minori.
E’ questa l’accusa pesante che grava su un quarantunenne di Castrovillari, S.A, arrestato per violenza
sessuale dagli uomini della sezione di PG della Polizia di Stato della città del Pollino. Le vittime della
presunta violenza, che è costata gli arresti domiciliari all’uomo, sarebbero due minori di cinque e otto
anni: un bambino ed una bambina. Dalle prime indiscrezioni trapelate i due minori sarebbero rimaste
vittime nel tempo e avrebbero subito le “attenzioni”
dell’uomo da diversi anni. L’arresto è frutto di una
indagine condotta dalla Polizia Guidiziaria della Polizia di Stato presso il Tribunale di Castrovillari, coordinate dall’Ispettore Capo, Franco Alpino,
dall’Ispettore, Corrado Caruso, dal sovrintendente,
Giuseppe Mainieri, e dall’assistente, Barbara Scaldaferri. L’arresto, giunge in seguito alla decisione del
giudice per le indagini preliminari di Castrovillari, di
emettere un’ordinanza di custodia agli arresti domiciliari (su richiesta della dottoressa Larissa Catella
che si occupa del caso). L’uomo è stato identificato
ed assegnato ai domiciliari, ma le indagini proseguono per ricostruire al meglio questa triste vicenda,
gli ambienti dove venivano consumate le violenze, e
soprattutto come e perchè l’uomo possa essere entrato in contatto con i minori. Il giorno dopo dell’arresto S.A. compare davanti al PM titolare
dell’inchiesta, Larissa Catella, ed al gip, Annamaria
Grimaldi. Accompagnato dall’avvocato Luca Donadio, all’interrogatorio di garanzia (l’imputato è difeso
dagli avvocati Michele Donadio e Antonio Bonifati
che hanno delegato il loro collega perché entrambi
fuori sede), il quarantunenne si avvale della facoltà di
non rispondere.A suo carico i presunti “toccamenti”
verso i minori, finiti nella indagine della Polizia Giudiziaria della Polizia di Stato di Castrovillari che, pare,
si riferiscano ad un periodo di almeno tre anni, nei
confronti dei bambini appartenenti ad una famiglia
disagiata della città e ospiti di una casa famiglia. Sarebbe partita proprio da una segnalazione dei reponsabili della struttura di accoglienza per minori e
dai servizi sociali della città del Pollino, l’indagine che
ha portato al fermo dell’uomo, moltoconosciuto in
città. I due minori pare che siano stati ascoltati due
volte, con l’ausilio degli assistenti sociali, prima dal
Pm e poi dagli uomini della Polizia Giudiziaria che
hanno condotto le indagini. Si attendono sviluppi
sulla vicenda per fare piena luce sull’episodio che ha
scosso una intera comunità.
Una vincita incredibile
E’ quanto accade ad un fortunato ventottenne castrovillarese che, all’interno dell’agenzia ippica Strike
di via XX Settembre di Silvano Scalise, vince l’incredibile cifra alle nuove video lotterie. Le cosiddette
“VLT”. Il ragazzo infatti “becca” il jackpot nazionale
vincendo un incredibile cifra, la più alta mai registrata
a questo tipo di gioco in Calabria, tra le più alte sul
territorio nazionale. Le Vlt, terminali di video lotteria, sono state da poco introdotte sul mercato. Una
VLT non è molto diversa dalla slot machine di un casino, ma a differenza delle macchinette stile Las
Vegas che premiano in gettoni subito il fortunato,
queste macchine sono tutte collegate online a un
server centrale. Da li il gioco si “trasmette” a livello
nazionale. A Castrovillari è toccata la grande vincita.
Complimenti all’anonimo vincitore di cui, ovviamente, si sa poco.
Incidenti stradali: giovane mamma calabrese
muore in A1
Una donna di 36 anni, sposata e con due figli, residente a Roma, ma nativa di Castrovillari, muore
lungo la corsia Sud della A1 nel tratto compreso tra
i caselli di Cassino e quello di San Vittore del Lazio.
Per cause ancora in fase di accertamento da parte
degli agenti della sottosezione A1 della Polizia Stradale di Cassino, l’auto su cui viaggiava la donna, il marito e i figli, è stata tamponata da un tir. La 36enne,
e’ deceduta sul colpo. Feriti ma non in maniera grave
gli altri occupanti della macchina.
Perde la vita in spiaggia giovane
commerciante castrovillarese
Muore sulla spiaggia mentre gioca a pallone con uno
dei suoi figli: fatale, per lui, un infarto acuto del miocardio con immediato arresto cardio-circolatorio. Il
fatto, si verifica a Villapiana Lido (114) sulla battigia
del Lido “Bora Bora”, uno dei nuovi lidi realizzati in
ossequio al nuovo Piano di Spiaggia. La vittima, si
chiamava Francesco Graziadio, 48 anni, commerciante di tendaggi, con negozio in via Suor Semplice,
una traversa di via San Sebastiano, in vacanza da qualche giorno al Lido di Villapiana, che lascia la moglie
e ben cinque figli, di cui qualcuno in tenera età. E
proprio con uno dei figli più piccoli, il povero commerciante era intento a giocare a pallone sulla spiaggia quando, all’improvviso, è stramazzato al suolo. Il
figlio ha pensato subito ad una caduta accidentale,
ma le sue condizioni sono subito apparse gravi, tanto
che i vicini di spiaggia hanno subito allertato il 118
che, proveniente dall’ospedale di Trebisacce, è giunto
sul posto in pochi minuti. Per i sanitari, guidati dal
dottor Leonardo Rago, non c’è stato però nulla da
fare: l’infarto acuto aveva già prodotto effetti letali
sul suo cuore. Sul posto sono subito giunti i Carabinieri della Stazione di Villapiana Scalo ed i Vigili Urbani di Villapiana e subito dopo il dottor Rocco
Soldato, nelle vesti di medico legale dell’Asp, il quale,
avendo constatato la sicura causa del decesso, d’intesa con l’autorità giudiziaria, ha escluso la necessità
del’autopsia ed ha predisposto la rimozione della
salma che è stata subito consegnata ai familiari.
La polizia ritrova mezzi rubati: “cavallo
di ritorno”?
Tre autovetture, un furgone e una moto enduro, rubate nei giorni scorsi, vengono ritrovate dal personale del commissariato di pubblica sicurezza di
Castrovillari. Gli uomini del Vice questore aggiunto
Giuseppe Zanfini, le ritrovano in posti isolati della
città del Pollino (capannoni e strade isolate), completamente intatte. I proprietari, che ne avevano denunciato il furto, si sono visti restituire i beni da
parte dei poliziotti. La prima ipotesi degli inquirenti,
anche per via dello stato dei mezzi ritrovati in buonissime condizioni, è che si possa trattare di “cavallo
di ritorno”. Non ci sarebbe collaborazione da parte
dei proprietari, però, che negano tutto. Le indagini
proseguono.
Esasperato dai cinghiali, minaccia funzionario
Parco Pollino
Esasperato per i danni che i cinghiali provocano di
continuo in un suo terreno, un pensionato di 66 anni
immobilizza e minaccia con un coltello un funzionario del Parco nazionale del Pollino nella sede dell’ente, a Rotonda, e viene arrestato dai Carabinieri.
L’uomo, con il suo gesto, voleva sollecitare l’intervento del Parco. Il funzionario e’ stato bloccato e
minacciato di morte con un coltello da cucina. Il funzionario ha riportato ‘’lievi lesioni’’.
Segni sui citofoni. Identificate
quattro persone
Erano arrivate tante segnalazioni al comando dei Carabinieri di Castrovillari, diretto da Capitano Sabato
Santorelli. E pronta è arrivata la risposta dell’Arma
agli strani segni sui citofoni di molte abitazioni cittadine e di contrade limitrofe. Nei cittadini si era diffusa la preoccupazione che potessero essere segni
distintivi di possibili “obiettivi” di rapine in appartamenti. E così i militari hanno effettuato diversi servizi di controllo che hanno portato all’identificazione
di quattro soggetti di nazionalità straniera mentre
erano intenti a “marchiare” i citofoni di alcune palazzine del centro. «In questo momento - spiega il
capitano Santorelli - si sta cercando di capire il significato nascosto dietro alla sequenza di numeri e
lettere che venivano apposte, sebbene vi sia da precisare che in nessun furto avvenuto negli ultimi mesi
nelle abitazioni di Castrovillari sono stati riscontrati sui citofoni i segni incriminati». (V.A.)
7
anno IX - n. 28
A Civita con Pandolfi sui paradossi della Lega Nord
Nella sala consiliare del Comune di Civita, viene presentato il libro di Luigi Pandolfi, “Lega Nord un paradosso
italiano in 5 punti e mezzo”, edito da Laruffa. All’incontro, prendono parte insieme all’autore, il vice presidente della Comunità montana del Pollino, Alessandro Tocci, ed il prof. Leonardo Alario, ex docente Unical. Nel
suo intervento, l’autore insiste molto sulla necessità che al sud, ed in Calabria in particolare, si comprendano
pienamente le ragioni che hanno spinto la Lega ad imporre la riforma del federalismo fiscale, per coglierne
i possibili effetti sul futuro dei nostri comuni e della nostra regione.
Successo di critica e di pubblico per Renato Pagliaro
Suggestioni di pittura: l’arte italiana
in mostra
La rassegna pittorica dell’arte del Novecento, ospitata presso la Sala delle Arti, nel Protoconvento
Francescano di Castrovillari, “è un omaggio che la
nostra città - dice il primo cittadino Franco Blaiotta
- dedica alla pittura del XX secolo, attraverso una
squisita antologica di opere firmate da celebri maestri italiani. Castrovillari che, da sempre, è una città
d’arte e di pregevoli artisti, accoglie l’esposizione,
curata, con passione e dedizione da Enzo Bruno con
la collaborazione di Mimmo Alichino, in una sorta di
coinvolgente incontro e confronto di tecniche e di
stili”. L’iniziativa, resa possibile dall’Amministrazione
Comunale di Castrovillari, grazie anche alla disponibilità dell’Assessore alla Pubblica Istruzione, Rosalia
Vigna, e alla preziosa collaborazione del Consulente
alla Cultura, prof. Mario Vicino, che l’ha fortemente
voluta, non intende ripercorrere, criticamente, le genesi ed i percorsi artistici dei pittori in mostra, ma,
mira a rientrare in quegli eventi di “qualità” che risvegliano e valorizzano la cultura italiana.
Premio Città di Lungro 2011
a Nicola Gratteri
Giovedì 11 agosto il sindaco di Lungro, Giuseppino
Santoianni, consegna il premio “Città di Lungro
2011” al Procuratore aggiunto della Repubblica
presso il Tribunale di Reggio Calabria, Nicola Gratteri. La serata, organizzata nei minimi particolari dall’Assessorato alla Cultura, diretto da Giovan Battista
Rennis, vede coinvolti i Sindaci del Pollino, le istituzioni, le associazioni, giovani studenti. Il cuore della
serata, viene incentrato sull’intervista che l’avvocato
Maria Matrangolo ed il giornalista Emanuele Armentano, conducono su tematiche che il Procuratore è solito intavolare anche nei programmi
televisivi di successo, con la sua chiarezza e la sua
eleganza di linguaggio. Al termine, cerimonia di consegna del premio dopo aver fatto ammirare al Procuratore un pò dell’antica tradizione popolare
arbëreshe (il prezioso costume tradizionale femminile e l’esecuzione di un breve brano bistrumentale,
zampogna e fisarmonica).
Laino Borgo festeggia la sua nuova Madonna
delle Cappelle
“Di_rotta verso Sud” è il titolo dell’edizione 2011 al Festival della Fotografia di Corigliano Calabro. Migrazioni di uomini e donne che si fondono nell’eleganza del bianco/nero e nei particolari vivi del colore. Interessante e accattivante il tema trattato, soprattutto perché la Calabria è stata terra di grandi emigrazioni e
negli ultimi anni è diventata terra di approdo da molti sud del pianeta. Una delle mostre più apprezzate
dal pubblico e dalla critica specializzata, si rivela “A sud della mia anima” di Renato Pagliaro che centra in
pieno i vari aspetti dei viaggi verso i Sud del mondo, raccontando, con immagini e parole, la ricerca delle
proprie origini partendo dalla Calabria e attraversando il Brasile, l’Uruguay e l’Argentina.
A Cassano Arteingrotta
Fino al 30 settembre, prosegue
nelle Grotte di Sant’Angelo, “Arteingrotta”, significativo quanto
audace progetto per la sua ecocompatibilità, per la sua valenza
artistica, per la ricaduta sul movimento turistico e per la valorizzazione del territorio di
Cassano. Proprio lì, si è immaginato di realizzarvi, insieme agli
artisti calabresi Ciancio, Credidio,
Sancineto e Vigliaturo, una mostra d’arte utilizzando la splendida scenografia naturale.
Incentivare la lettura attraverso iniziative innovative.
E’ questo lo scopo di un progetto denominato “La
biblioteca verso i giovani”, presentato dal Comune
di Castrovillari, in partenariato con la Società Cooperativa Infomedia, ad un bando regionale per la
Cultura che ha fatto ammettere il capoluogo del Pollino ad un contributo di 35mila e 394 euro per la
Biblioteca comunale “Umberto Caldora” da destinare alla promozione della lettura. Lo hanno reso
noto il Sindaco, Franco Blaiotta, e l’Assessore alla
Pubblica Istruzione, Rosalia Vigna, ricordando che “
l’Amministrazione comunale da anni è impegnata su
questo fronte come testimonia l’iniziativa denominata “Quest’estate anch’io investo in cultura”, il
concorso nato con l’intento di favorire la lettura e
la frequenza della biblioteca comunale e che quest’anno prevede un percorso particolare per gli studenti delle scuole superiori che li vedrà coinvolti
sino alla chiusura dell’anno scolastico con la previsione di crediti formativi a quanti sapranno recensire
meglio, in non più di due pagine, con impressioni,
commenti, analisi, liberamente svolti, i libri prestatisi
in biblioteca”.
Il nuovo libro di Carmine Paternostro
Il professor Mastroscusa, viene ricordato nell’ambito
di una manifestazione il 28 agosto, a Morano Calabro, nella sala convegni di San Bernardino, dove, a
conclusione dell’ “Agosto Moranese”, viene presentato il nuovo libro di Carmine Paternostro,“Verso lo
Jonio ed il Pollino, prima di Sybaris” – uno studio sull’influenza delle civiltà mediterranee nei territori dei
fiumi Sybaris e Kratis, prima della fondazione della
grande Sybaris – dedicato ai personaggi culturalmente più significativi del recente passato moranese.
Oltre al già citato Fedele Mastroscusa, sono ricordati anche Gennaro Frasca, celebre oculista dell’ateneo bolognese, e Bernardino Cozza, docente del
Liceo castrovillarese. Personaggi purtroppo precocemente scomparsi, che hanno dato, con il loro contributo di scienza e di studio, lustro ed onore alla
città di Morano, e sono tuttora, un riferimento preciso soprattutto per la difesa della cultura. L’evento
viene introdotto dal sindaco di Morano, Franco Di
Leone, e dall’assessore alla Cultura, Rosanna Voto,
promotrice della manifestazione.
Presentato “I ritmi dell’esistenza”
di Franco Prantera
Ritorna il concorso “Quest’estate anch’io investo in cultura”
Ritorna a Castrovillari il concorso “Quest’estate anch’io investo in cultura”, indetto dall’Amministrazione
comunale di Castrovillari - Assessorati alla Pubblica Istruzione e Cultura e destinato quest’anno solo agli
alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado della città.
“La Sezione per le Scuole Superiori - precisa l’assessore Rosalia Vigna - non è stata abolita, ma semplicemente inserita in un concorso a parte che interesserà gli studenti dall’apertura dell’anno sino alla chiusura,
prevedendo anche dei crediti formativi”. L’iniziativa ha l’intento di promuovere la lettura e la frequenza della
biblioteca comunale “Umberto Caldora” tra gli studenti che prenderanno in prestito dei libri, i quali dovranno essere restituiti con una recensione della lunghezza di non più di due pagine in cui devono essere
evidenziate impressioni, commenti, analisi, liberamente svolti.” La manifestazione per le primarie e secondarie di primo grado prevede la restituzione dei libri, con la recensione, entro trenta giorni dal prestito e,
comunque, non oltre il 15 di ottobre. I libri potranno essere presi, per questa fascia d’età, sino al 30 di settembre. Una commissione, formata da docenti, giudicherà gli elaborati ed assegnerà i premi.
35 mila euro per incentivare la lettura
La comunità lainese ha nuovamente la sua Madonna
delle Cappelle. Trafugata circa un anno fa dall’omonimo Santuario, la statua era stata a lungo cercata
dagli inquirenti e reclamata a più riprese dagli Amministratori locali, oltre che dal Parroco cittadino e
dai fedeli. A porre fine alla lunga attesa dei devoti lainesi è stata la copiosa donazione di una fedele che
ha finanziato interamente l’acquisto di una statua
nuova di zecca. “Sono molto contento” – commenta
il Parroco Don Fulgenzio all’indomani della cerimonia di restituzione della nuova Madonna delle Cappelle alla cittadina lainese, che aggiunge: “C’è una
grande somiglianza con la Madonna trafugata”. La
cerimonia, avvenuta lo scorso 14 agosto alla presenza delle Autorità cittadine, oltre che dell’Amministratore Diocesano, Don Francesco Oliva, attuale
sostituto del nuovo Vescovo, non ancora nominato, ha coinciso, altresì, con la riapertura al
pubblico della Chiesa Madre della Città, soggetta a
più interventi di restauro a posteriori dell’ultimo
sisma che ha colpito la zona. Opera dell’artista pugliese Michele Divito, la nuova statua della Madonna
delle Cappelle ha commosso i numerosissimi fedeli
accorsi alla cerimonia.
Presentato, mercoledì 7 settembre, nella sala 8 del
Protoconvento Francescano, a cura dell’Amministrazione comunale di Castrovillari, il libro di poesie
di Franco Prantera “I ritmi dell’esistenza” della Ciliegio Edizioni. All’appuntamento, parte del programma dell’estate castrovillarese 2011, interviene,
dopo i saluti del Sindaco Franco Blaiotta, il poeta
Pierino Gallo.
A seguire le testimonianze di Ines Ferrante, Claudio
Zicari e Bonifacio Vincenzi. Il reading, viene curato
da Minella Bloise mentre i lavori sono coordinati da
Angela Lo Passo. Franco Prantera, nato in Costa
Rica, risiede da molti anni a Castrovillari. Si dedica
alla pittura e ha esposto in mostre sia personali che
collettive. Ha pubblicato nel 2008 il saggio “Il quinto
arto” (Ibiskos Editrice Risolo) e nel 2010 il romanzo
“Gli spiriti di Castrovillari” (Gruppo Edicom Editore) .
8
anno IX - n. 28
26^ Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino
Musica, spettacolo, intrattenimento, cultura nel segno della pace tra i popoli
Non si può certo dire che agli organizzatori, al “Gruppo folklorico Città di Castrovillari” e al suo presidente, Antonio
Notaro, manchino passione e perseveranza. Da ben ventisei anni, continuano,
infatti, imperterriti, a programmare,
anche contro quelle che, a tratti, potrebbero sembrare “indifferenze istituzionali”,
l’evento sicuramente più importante
della sia pur brevissima estate castrovillarese. Dal 18 agosto, per quattro giorni,
la capitale del Pollino, ne accoglie, con incontri, appuntamenti, giochi e spettacoli,
nella centrale piazza Municipio, la nuova
edizione, patrocinata dall’Amministrazione comunale, dall’Ente Parco, dalla
Provincia, dalla Comunità Montana, dalla
Regione. Tradizione, usi e costumi internazionali, questa volta, provengono dal
Brasile, Kenia,Taiwan, Isole Mayotte, Russia e Italia, con gli spettacoli arricchiti
dalle impareggiabili coreografie della danzatrice professionista, Tilde Nocera.
Una iniziativa, nel segno della fratellanza
tra i popoli, di cui il Sindaco, Franco Blaiotta, ha più volte sottolineato la valenza
ed il significato. Castrovillari, insomma,
sempre più crocevia di scambi culturali.
“Per tutto ciò non è possibile non ringraziare – ha avuto modo di affermare il
primo cittadino - gli infaticabili organizzatori dell’evento che hanno come preoccupazione la tutela del folclore ma
Taiwan, con il gruppo Cho-Shui
anche la promozione della città, del territorio, della sua immagine, come “centro” di appuntamenti multietnici nel
Mediterraneo”.
Quest’anno la “prefazione” al festival, si
svolge al Parco Comunale dove i gruppi
partecipanti alla kermesse, forniscono subito un saggio di quello che saranno gli
spettacoli, dando appuntamento agli altri
eventi collegati: le lezioni di ballo, la degustazione di piatti tipici, le “Olimpiadi
del Festival” (giochi popolari tra i gruppi)
ma anche l’incontro “ I bambini incontrano il Festival” a cura di Tilde Nocera,
il “Festival Party” con la partecipazione
Le Isole Mayotte, con il gruppo Hourol Hayati
Dalla Russia, il gruppo
“Golden Wool”
di tutti i gruppi presso il Laghetto fluviale
di c.da Pietà e la tradizionale “Messa della
Pace” nel Santuario della Madonna del
Castello celebrata da don Carmine De
Bartolo, dove, tra l’altro, il direttore artistico, Antonio Notaro, ricorda un componente del gruppo, Franco Purcigliotti
(una targa viene consegnata alla figlia
Giulia) ed il giovane Filippo Le Voci, scomparsi prematuramente.
Ad aprire la kermesse, giovedì 18 agosto, in Piazza Municipio, direttamente da
Nairobi (Kenya), lo spettacolo della
compagnia “Sanalimu Art Production, un
Faro di Speranza”. Formatasi nel 2009, il
gruppo è composto da 34 artisti professionisti ed ha 3 centri di formazione in
varie baraccopoli di Nairobi accogliendo
ed educando oltre 80 giovani. Nel parterre presenti, oltre al sindaco di Castrovillari, Franco Blaiotta, e l’assessore
allo sport Filomena Joele, il consigliere
provinciale Riccardo Rosa, e il presidente
ed il direttore artistico della Pro Loco
del Pollino, rispettivamente Giovanni
Amato e Gerardo Bonifati
Più che soddisfatto, il direttore artistico
del Festival, Antonio Notaro, nel vedere
gremita di persone via Roma nelle quattro serate del Festival, a dimostrazione di
quanto il popolo del folklore abbia apprezzato gli sforzi compiuti dall’associazione culturale “Città di Castrovillari” nel
portare avanti una manifestazione così
complessa.
Davvero suggestiva, la serata conclusiva
della kermesse apertasi con una trascinante coreografia, curata dalla maestra
Tilde Nocera, riuscita, in soli quattro
giorni, a coinvolgere tutti i gruppi presenti che, in un intreccio di colori, usi e
costumi, hanno fatto rivivere ritualità antiche e preziose. Emozionante, lo spettacolo offerto dal gruppo ospitante “Città
di Castrovillari” per la cui esibizione, una
voce fuori campo ha dato inizio ad un
tradizionale canto castrovillarese. La voce
era quella di un ex componente del
gruppo, Gianni Francomano, venuto a
mancare prematuramente. L’applauso, è
partito spontaneo dal pubblico presente,
quando sul palco è salita la moglie Anna,
accompagnata dai figli per ritirare una
targa consegnata dalla mani del presidente Antonio Notaro.
Nella gremitissima piazza Municipio,
dove era stato allestito il mega palco,
hanno portato il saluto, il sindaco della
città Franco Blaiotta e d il presidente dell’Ente Parco del Pollino, Mimmo Pappaterra.
A seguire, le tradizioni di un lembo di
Francia perso nell’Oceano Indiano tra il
Madagascar e il Mozambico, conosciuto
con il nome di Isole Mayotte, con il
gruppo Hourol Hayati che significa in lingua Mahorese “ Luce che illumina il
Mondo”. E’ stata, poi, la volta del Brasile,
con il gruppo “Aruanda”, a far conoscere
le proprie tradizioni. Attingendo all’immenso patrimonio millenario cinese,
sono andate in scena le melodie, i colori
e i ritmi del mondo orientale e la delicatezza dei movimenti e dei ritmi etnici
delle tribù aborigene di Taiwan, con il
gruppo Cho-Shui .
Dall’oriente, alle montagne del Caucaso,
con il gruppo “Golden Wool”, un gruppo
formato da 30 componenti di età compresa tra i 5 e i 25 anni, che ha regalato
uno spettacolo coinvolgente.
E poi, ancora, la cultura africana con il
gruppo Sanalimu direttamente dalla megalopoli Nairobi. Sul palco, le tradizioni di
60 etnie del Kenya con i Bantu dell’Africa centro meridionale, i Cusciti del
Corno d’Africa e i Nilotici dei grandi
laghi e lungo il corso dell’Alto Nilo. Lo
spettacolo, presentato dalla giornalista
Geneviev Makaping, si è concluso con
l’intonazione, da parte di tutti i gruppi
presenti alla kermesse, del proprio inno
L’ 11 SETTEMBRE 2011
nella Chiesa
di San Giovanni Battista
in San Basile
KALINA E LIDIA LAUDADIO
hanno ricevuto
i tre Sacramenti
Battesimo, Cresima
e Comunione
Gli auguri più cari dalla mamma
Maria Vicchio e dal papà Laudadio
Il gruppo “Sanalimu” dal Kenya
nazionale .
Commenti estremamente positivi, all’indomani della manifestazione, non ha fatto
mancare l’Amministrazione comunale di
Castrovillari che parla dell’evento come “
momento di rivitalizzazione dell’economia e del turismo locale … Un valore aggiunto ed importante che inorgoglisce e
spinge a fare sempre di più per un territorio, vocato al turismo, per le sue eccellenze ambientali e per il patrimonio
storico – artistico che insistono e si sposano in questi incontri tra etnie di tutto
il mondo. Un motivo in più per continuare l’impegno nello strutturare al massimo l’offerta turistica di Castrovillari
come campo base per ascensioni nel
Parco del Pollino e capitale del folclore,
ormai importante appuntamento estivo.
Negli anni sono passati sul palcoscenico
dell’Estate Internazionale del Folklore
gruppi provenienti dai cinque Continenti.
Questi contatti internazionali consentono di sviluppare vincoli d’amicizia e di
solidarietà, all’insegna di quei valori
d’unità che devono caratterizzare sempre più i popoli della Terra”.
Giuliano Sangineti
Il Brasile, con il gruppo “Aruanda”
9
anno IX - n. 28
Saracena, boom di presenze a Novacco
Si comincia agli inizi di luglio con la 5^
escursione mtb. Entusiasti bikers provenienti dall’intero territorio calabrese, nel
week end del 16 e 17 luglio, fanno tappa
a Novacco, per l’intera giornata percorrendo in gruppo i tre anelli montuosi
(M.te Caramolo, Scifarello e Masistro).
Dal 9 al 10 agosto, il centro storico è
stato, invece, il suggestivo scenario
del “Saracena Wine Festival” animato
con musica, botteghe artigiane e stand di
degustazione di prodotti tipici locali.
Grande soddisfazione per le serate della
manifestazione. Centinaia, infatti, sono
stati i cittadini ed i turisti coinvolti che
hanno potuto degustare cibi, dolci genuini e bevande tipiche nell’antico borgo
saracenaro. Successo di pubblico ha
anche ottenuto la mostra di pittura
svolta per l’occasione. Belli ed interessanti i dipinti paesaggistici realizzati a
tempera, acquerello e china dell’artista
Concetta Di Benedetto; romantiche ed
espressive le opere di Francesco Gagliardi e Steifko Ewwelina.
Incantevole la cornice dal fascino d’altri
tempi del circuito museale degli antichi
mestieri e della rappresentazione della
vita popolare e come cornice musicale
dell’evento, l’elegante ed insolito pop del
gruppo Egokid. Nuovo appuntamento nel
centro storico con Calici di Stelle
l’evento estivo per eccellenza che ha invitato a brindare alla qualità del vino italiano. La manifestazione è stata allietata
dal concerto del gruppo musicale Brunori Sas Tour 2011. A cavallo di Ferragosto, boom di presenze a Novacco. Un
risultato straordinario, emozionante, uno
sprone a fare meglio. Questo, il primo
commento dell’Amministrazione Comunale e dei componenti dell’Ufficio di Promozione Turistica del Comune di fronte
ad una sorprendente presenza. Aumentano le richieste e aumentano le prenotazioni; nei giorni precedenti e successivi
a Ferragosto si è registrato il “tutto esau-
rito”. I cinquanta posti letti delle strutture ricettive, sono stati occupati da cittadini provenienti da varie regioni italiane.
Il trend positivo di presenze si consolida
rispetto a quello dell’anno precedente in
relazione a tutti i mesi dell’anno, nonostante la difficile stagione caratterizzata
da una crisi che ha messo in ginocchio
quasi tutte le aree produttive del paese.
A settembre si raggiunge nuovamente il
centro abitato, in piazza San Lio, per il
reading letterario dedicato alla figura e
all’opera di Grace Paley, scrittrice del novecento, evento culturale organizzato
dall’Amministrazione Comunale e dall’Associazione Culturale “Il Musagete”.
Nella gremita ed elegante piazza, i versi
poetici di Grace Paley, poetessa e scrittrice di pochissimi libri, ancora sconosciuta alla maggioranza dei lettori, sono
stati declamati in pubblico da cittadini appassionati di poesia, da insegnanti e studentesse di Saracena. L’evento è stato
occasione d’incontro e riflessione. Interessante l’ interpretazione del componimento “Responsabilità”, nel quale la Paley
chiedeva al poeta di protestare, arrabbiarsi, interpretare gli umori della gente,
ma di rimanere sempre e comunque un
poeta. I viaggi della terza età sono una realtà da tempo affermata nel campo turistico. Molte persone attendono questa
momento della vita per godersi finalmente i viaggi e le vacanze tanto desiderate, vacanze all’insegna del relax,
del benessere, e della socialità. Una gita
da ricordare è quella organizzata dal Circolo della Terza Età di Eiannina, cinquanta over 60, hanno visitato, sempre
a settembre, guidati dalla guida AIGAE
Domenico Gioia, il pianoro di Novacco,
la Valle dell’Erba e Masistro. Il soggiorno
si è protratto fino a sera e gli ospiti
hanno potuto degustare l’accoglienza e
gli ottimi piatti elaborati dal ristorante il
“Ritrovo del Monarca”. L’Amministrazione Comunale ha assecondato e sostenuto l’iniziativa
favorendo una
piacevole permanenza.
Eventi e sagre nel Parco Nazionale del Pollino
La festa del bocconotto a Mormanno
A Mormanno, il prelibato dolcetto appartenente alla categoria del dessert farcito di marmellata, ingigantito dalla
golosità di un bambino, tanto da introdurlo in realtà nel percorso dei Guinness
dei Primati, ha rallegrato, la calda serata
del 18 agosto scorso. I residenti e villeggianti accorsi, sono stati allietati nel partèrre della piazza da un complesso
musicale, la cui versatilità ha coinvolto
tutti in sfrenati balli di gruppo. Il prototipo di pasta frolla, di 110 kg. servito in
piazza, è il risultato di un impasto di 60 kg
di farina, 50 kg di marmellata, di 380 uova,
più strutto e zucchero quanto basta.
Sono ingredienti semplici e calorici, usati
dalla sapienza contadina fin dal 1700, per
produrre un bocconcino dolce, facile da
conservare e consumare per più giorni.
Conosciuto ed apprezzato nell’hinterland, in commerci trova spazio nei bar
accanto alla tazzina di caffè, è davvero
un’eccellenza locale. L’idea di alcune
maestre pasticcere del luogo, di crearne
uno, tanto grande, per poterne offrire un
pezzo a tutti gli ospiti in piazza, per ringraziarli della loro fedeltà alla dolcezza
del prodotto, è nata da qualche anno e
prosegue con buoni auspici per il futuro.
La manifestazione giunta alla terza edizione è patrocinata dal comune di Mormanno. Il sindaco, Guglielmo Armentano,
al momento del taglio iniziale del bocconotto è apparso soddisfatto e fiducioso
nell’evento. Lo scopo della festa è quello
di contribuire a rinsaldare i vincoli di
amicizia in questa piccola comunità del
Parco del Pollino, attivando le sinergie
sane, ospitali, di apertura e visibilità al turismo.
Mimmo Filomia
10
anno IX - n. 28
Un impegno che si realizza: Mormanno città turistica
Successo di partecipazione e forte incremento turistico nella città del Pollino
E’ ora di bilanci per l’Amministrazione
Comunale di Mormanno a conclusione
delle manifestazioni estive programmate
nell’ormai noto ed apprezzato “Agosto
Mormannese”. Nonostante questa Amministrazione sia stata capace di organizzare
alcune importantissime manifestazioni turistiche durante il periodo invernale e primaverile (vedi “ Perciavutti”, la “Gara
Nazionale di Canoa”, il Campionato di tiro
con l’arco ecc..), il mese di agosto continua ad essere sempre l’indiscusso protagonista dell’attività e della presenza
turistica del paese.Agosto, infatti, è sempre
stato il mese preferito e più importante
per tutta la comunità mormannese perché, in passato, si viveva il rientro, per le
vacanze estive, dei tanti emigrati che tornavano in paese per il saluto ai propri cari
e per ricaricare lo spirito di quella tranquillità e serenità che si può trovare soltanto in un luogo caro e lontano dal caos
cittadino. L’intera comunità li accoglieva
con gioia e allegria e si organizzavano
spesso, durante le fresche serate d’agosto,
delle feste in loro onore motivate semplicemente dal piacere di stare insieme. In
questo, affonda le radici l’attuale “Agosto
Mormannese” che nel corso degli anni è
cresciuto e si è arricchito notevolmente
tanto da diventare appuntamento estivo
importante in tutto il territorio del Pollino e attrazione turistica non solo per i
concittadini che vivono lontano, ma ormai
anche per tantissimi turisti che amano rilassarsi immersi nella rigogliosa ed incontaminata natura, al riparo dall’afa e dal
trambusto cittadino volendo soprattutto
divertirsi semplicemente lasciandosi,
molto spesso, coinvolgere nell’organizzazione di tutte le manifestazioni. L “Agosto
Mormannese 2011”, è stato veramente
speciale: tutte le manifestazioni serali, ini-
Invasione di turiti per la Festa del Bocconotto
venuta nel 1101 da parte di Ugo di Chiaromonte al Vescovo di Cassano Ionio, che
ha visto quest’anno la presenza gradita e
ammirata del sindaco di Chiaromonte,
città in provincia di Potenza, che, da
tempo, aveva espresso il desiderio di assistervi e che ha accettato subito l’invito del
sindaco Armentano, occasione questa per
imbastire anche nuovi rapporti di amicizia
e collaborazione; e poi la serata veramente speciale dedicata alla “Festa del
Bocconotto” il dolce tipico che l’amministrazione comunale, in tutti i modi possibili, sta promuovendo. Quest’anno per la
prima volta, su richiesta di tanti nostri
concittadini, si è svolta in agosto e ha fatto
registrare una presenza turistica mai avvenuta. Piazza Umberto super gremita, all’arrivo di “Re Bocconotto”, un
bocconotto gigante dal peso di circa un
quintale, dedicato quest’anno all’unità
d’Italia, ha intonato il nostro caro inno na-
Le gare nazionali di canoa nel lago Pantano
ziate il 6 agosto e terminate il 28, con il
concerto di Marco Ferradini, sono state
gradite e apprezzate da tutti ed hanno riscosso grande successo di pubblico e critica. Il programma ha offerto spettacoli e
serate per ogni gusto passando dal teatro,
alla danza, dal grande Jazz, al concerto dei
ragazzi dei più noti talent televisivi. Punto
di forza di questo “Agosto Mormannese”però sono stati quattro importanti
appuntamenti che appartengono alla cultura e alla tradizione enogastronomica di
Mormanno: precisamente la serata dedicata al Folklore, nell’ambito dello Xenia
Festival Internazionale, che ha portato a
Mormanno una parte di mondo con la sua
cultura, la musica e le danze tipiche; la Rievocazione Storica del proprio castrum, av-
zionale. Al taglio del bocconotto per
mano del sindaco, la piazza è esplosa di
gioia, allegria, stupore e ammirazione e, fra
un boccone e l’altro, si è scatenata accompagnata dall’orchestra di musica popolare fino all’alba. La terza edizione della
Notte Bianca, con un programma molto
diversificato per tutti i gusti e età, è stata
veramente magica ed unica e neanche la
stessa amministrazione si aspettava un
così grande successo. Mormanno praticamente era stracolma, il corso principale
pullulava di gente allegra divertita e scatenata che si avvicinava agli stand gastronomici per assaporare tutta la nostra
migliore tradizione gastronomica. Tantissimi gli eventi proposti: dal triangolare di
calcetto tra le rappresentative del Parco
Nazionale del Pollino, il Corpo Forestale e
l’Amministrazione Comunale, la sfilata di
abiti da sposa, nel suggestivo e splendido
scenario della villa di San Rocco, gli artisti di strada che hanno incantato grandi e
bambini, la musica liscio per gli amanti dei
balli tradizionali, la suggestione del sax, per
la musica e le canzoni degli anni ’60, e, poi,
la bravissima band di musica popolare che,
incredula e inconsapevole dell’instancabile
tempra dei mormannesi, veramente stremata, ha accompagnato l’euforia, l’entusiasmo e l’allegria di tutti, fino al giorno
seguente.Veramente un grandissima ed indimenticabile Notte Bianca che ha ricevuto esclusivamente commenti positivi e
complimenti da parte di tutti. Ma un’amministrazione comunale non può affermare il grande successo di una
manifestazione solo dagli attestati di approvazione che riceve, ma l’entità dello
stesso deve essere comprovata da chi lavora nel settore e soprattutto dalle strut-
ture ricettive, tante a Mormanno, che a
detta dei titolari non avevano mai registrato un agosto così cospicuo dal punto
di vista delle presenze e del periodo di
permanenza. Il bilancio non può che essere, dunque, molto positivo ed entusiasmante perché il rilancio turistico della
città era tra i punti fondamentali del programma elettorale dell’Amministrazione,
che, oltre a mantenere l’impegno preso
con i cittadini, ora vede la possibilità che il
turismo per Mormanno diventi veramente possibile e che proprio dal turismo
possa arrivare un impulso economico necessario alla crescita della città. Questa
Amministrazione ha lavorato molto ed assiduamente a questo progetto ma se è
riuscita a mantenere gli impegni e a fare
di Mormanno una cittadina promettente
nel settore turistico è anche grazie all’aiuto ed il supporto delle tante Amministrazioni sovracomunali che da sempre
sono state vicine all’Amministrazione Armentano e al Consigliere delegato Zacca-
ria nella realizzazione di questo progetto.
In special modo si ringrazia per il sostegno economico e il patrocinio la Regione
Calabria – Dipartimento Turismo, l’Ente
Parco Nazionale del Pollino, la Provincia di
Cosenza, la Comunità Montana del Pollino
e gli sponsor che hanno sposato l’idea di
turismo messa in campo dall’amministrazione. Per finire l’Amministrazione Comunale di Mormanno vuole ringraziare le
Associazioni e, soprattutto, tutti i cittadini
mormannesi che, ciascuno secondo le
proprie possibilità, collaborano con entusiasmo alla vita e alla crescita del paese appoggiando l’Amministrazione in modo
volontario, gratuito e propositivo dando
sempre nuovo impulso ed entusiasmo al
suo lavoro. E ancora grazie ai tanti giovani
mormannesi vicini e collaborativi con
l’Amministrazione. Per loro e per tutti
l’impegno da parte nostra di continuare a
lavorare con assiduità e passione per
Mormanno.
Autorità sul palco in occasione dello Xenia Festival
anno IX - n. 28
Casalettu-Vavuosu, stravince la XIV edizione del “Paliu cui ciucci” di Laino
Una conclusione in stile Palio di Siena per la XIV edizione del ‘Paliu cui Ciucci’ di Laino Borgo, con tutta
la contrada bianco-nera, vincitrice della gara, sul sagrato della Chiesa Madre in Piazza S. Spirito. Tutto
questo il 13 agosto, a conclusione dell’ormai celeberrima due giorni lainese interamente dedicata ai
ciuchi. Prima sorteggiati e conseguentemente osannati con fantasmagoriche tavolate sparse per tutto il
piccolo borgo (il 12 agosto sera), poi condotti in
corteo lungo le strade principali di Laino e acclamati
con la gara vera e propria (il 13): questa la struttura
della festa, ormai diventata appuntamento fisso per
i turisti che, davvero numerosi, raggiungono la piccola Laino in occasione del suo tanto atteso Palio. I
soliti concitati minuti prima che il Mossiere storico,
desse il la alla gara, poi tripudio di inni e cori delle 7
tifoserie avverse fino al completamento dei 3 giri regolamentari di campo che hanno visto la vittoria a
furor di popolo del Rione Casalettu-Vavuosu, contraddistinto dai colori bianco-nero. Saliti sul podio
solo una volta in 14 anni (la prima vittoria risale al
lontano 1986), i tifosi bianco-neri hanno ben saputo
accogliere e festeggiare le prodezze del fantino Alessandro Laino, alla sua prima esperienza sul campo.
‘Hanno capito solo ora a chi affidare le sorti della Contrada’ , ha commentato il giovanissimo Alessandro,
ricevendo dalle mani del Presidente della neonata
Associazione pro Laino, Orietta Verbicaro, che ha curato la corrente edizione del Paliu, una targa ricordo.
Deciso, convinto, sicuro e veloce,Alessandro ha concluso i 3 giri regolamentari di campo in pochi minuti,
lasciando basiti anche i 7 giurati internazionali, reclutati ad hoc tra la folla per l’occasione. Equador,
India, Inghilterra, Germania, Francia, Brasile e Romania: questi gli Stati rappresentati nella Giuria che
ha sottolineato la valenza addirittura internazionale
dell’iniziativa. Italiana, invece, la mano dell’artista che
ha realizzato la tela strappata a Cagghienti (biancoverde), vincitrice dell’edizione 2010, da CasalettuVavuosu: si tratta del M° Emanuele De Stefano,
originario di Altomonte, che ha saputo doppiamente
rapire l’attenzione della folla non solo per la beltà
della sua opera, ma anche per i motivi ispiratori sottesi. Traendo, infatti, spunto dai vari simboli caratterizzanti le 7 Chiesette (e relativi Santi)
Grande interesse per “Conoscere e
Vivere il Parco Nazionale del Pollino”
Grande interesse, anche quest’anno, per l’iniziativa “Conoscere e vivere il Parco
Nazionale del Pollino”. L’iniziativa, promossa dalle associazioni
“Solidarietà
e
Partecipazione”, “Pensieri Liberi
Pollino”, “Il Riccio”di Castrovillari, in collaborazione con il
Centro di Esperienza per l’educazione ambientale e lo sviluppo sostenibile “CEA Pollino
– Calabria” di Civita, ha la fina-
lità di far conoscere la natura e
la storia del Parco Nazionale
del Pollino. Il nostro patrimonio
naturale ritenuto dagli esperti
uno dei più interessanti per via
della biodiversità qui esistente.
Le escursioni svolte nei mesi di
giugno, luglio e agosto, hanno riguardato la vallata su cui sorge il
Santuario della Madonna di Pollino, i fantastici boschi di pino
loricato di Serra di Crispo sino
ad arrivare alla Grande Porta di
Pollino; il Monte Sellaro, il Santuario della Madonna delle
Armi; la valle del fiume Rosa. I
servizi di guida ed interpretazione ambientale sono stati forniti anche quest’anno dalla
Guida ufficiale del Parco Nazionale del Pollino, Silvio Carrieri,
che, con la sua professionalità e
competenza, ha accompagnato
in queste splendide passeggiate
i numerosi partecipanti.
rappresentative dei 7 Rioni in Gara, l’artista De Stefano ha ritratto a contorno della figura del Beato lainese, Pietro Paolo Navarra, dedicatario della
manifestazione, 7 stemmi destinati a divenire loghi
ufficiali di ciascuna delle 7 contrade in concorso.
Soddisfatti gli organizzatori, supportati dalla presenza di Settimo Rossi, ideatore unico dell’iniziativa,
partita nel lontano 1976, e attualmente DelegatoPalio da parte dell’Amministrazione cittadina, che ha
patrocinato l’evento. ‘Il Palio è diventato grande grazie
alla partecipazione di tutta Laino’ – ha commentato il
lainese Settimo ma lombardo d’adozione – ‘e sarà
proprio grazie al supporto di tutti che continuerà a crescere e a far parlare di sé’. Spenti i riflettori sulla XIV
edizione, mentre l’Associazione Pro Laino si prepara
ad organizzare la XV, i contradaioli tutti si interrogano su quando e come avverranno i ‘mega’ festeggiamenti, così li ha definiti il Fantino protagonista, ai
quali tutta la tifoseria è invitata.
Rossella Regina
12
anno IX - n. 28
Morano/La mormannese Sabrina Armentano vince il Festival del dilettante
Ventisette i concorrenti in gara
cipanti provenienti da diversi paesi del
comprensorio. E’ risultata vincitrice la
mormannese Sabrina Armentano con la
bellissima canzone “Canta cabaret”, della
mitica Liza Minnelli. Maria Cristina Imbrogna, di Civita, che ha proposto “My
Surrender” di Celine Dion, si è, invece,
aggiudicata la piazza d’onore. Al terzo
posto, un volto e una voce cara ai moranesi e nota nel panorama amatoriale:
Cica Jonson; la vocalist locale si è misurata con una difficile canzone di Mina,
“Volami nel cuore”, strappando applausi e
consensi.
Nondimeno la chiave di lettura del Festival non è da ricercarsi solo nella bravura
dei concorrenti – che pure si riscontra e
cresce di anno in anno - ma nella capacità
aggregativa e nel fascino che una piacevole e sana competizione può suscitare.
Un aspetto, questo, che non è sfuggito al
direttore artistico della rassegna, Luigi
Stabile. Il quale, nel dirsi “compiaciuto per
Un successo l’edizione 2011 del Festival
del Dilettante. La manifestazione - ideata
negli anni Settanta dal compianto Rocco
Cosenza, valente giornalista nonché fondatore di Radio Pollino - conferma il suo
carattere ludico proponendosi contestualmente quale vetrina per giovani aspiranti cantanti. E non tradisce le
aspettative la storica kermesse, organizzata quest’anno dall’associazione culturale “Calabria Citra” ed inserita
dall’amministrazione comunale nel vasto
programma di spettacoli estivi. Considerevole, infatti, il numero dei concorrenti
d’ambo i sessi e di tutte le età, che lunedì
16 agosto scorso, si sono avvicendati sull’ampio proscenio allestito nella centralissima Piazza Giovanni XXIII: al
microfono, introdotti da Damiano Sangineto, anchorman della serata, si sono alternati al cospetto di un pubblico
numerosissimo e composito, in un crescendo di emozioni, ben ventitré parte-
la riuscita dell’evento”, annuncia alcune
“novità per il futuro, con eventuali selezioni itineranti e finalissima a Morano”.
Soddisfazione esprime il vicesindaco Rosanna Voto. La quale, nell’evidenziare
l’“impegno dell’Amministrazione moranese nel sostenere iniziative in grado di
promuovere le emergenze culturali e
paesistiche dell’antico borgo del Pollino”,
pone l’accento sui tanti e compositi fattori di stimolo utili al “rilancio di un’immagine moderna e positiva della città”.
“E’ nostro intento – afferma la Voto – valorizzare compiutamente il territorio
servendoci anche delle diverse occasioni
di svago incluse nel cartellone estivo. Occasioni che, come nel caso specifico, offrono la possibilità di scambi fra tradizioni
e costumi differenti. L’ottimo riscontro di
pubblico, inoltre, fa ben sperare e ci incoraggia nella direzione intrapresa”.
Pino Rimolo
Le Vespe invadono Frascineto
Serena Presta eletta Miss Vespa sotto le stelle
Cronaca di un successo annunciato. Non fosse altro
per l’invasione colorata e festaiola dei vespisti provenienti da ogni angolo d’Italia, per la straordinaria
presenza d’eccezione di Maria Perrusi (Miss Italia
2009) e Daniela Fazzolari (l’indimenticata Anita Ferri
della soap opera “Centovetrine”) e per l’accoglienza
che gli abitanti di Frascineto hanno riservato ai partecipanti al 10° Raduno Nazionale delle Vespe organizzato dal Vespa Club Castrum Villarum che ha
dimostrato, qualora ce ne fosse bisogno, che con la
creazione delle giuste sinergie, la Calabria Citeriore
è pronta ad ospitare eventi di rilievo internazionale.
Il raduno si è svolto a metà luglio nell’incontaminata
cornice del Parco Nazionale del Pollino, una terra
che conserva intatto il fascino del tempo che fu:
paesi incastonati tra le colline quasi fossero gemme
ad impreziosire anelli di pregio, le tradizioni della cultura arbereshe che incantano e colpiscono l’attenzione
del
visitatore
e
soprattutto
un’enogastronomia dagli ingredienti poveri che si
tramandano di generazione in generazione, quasi
fossero la memoria storica del luogo. Il 10° Raduno
Nazionale è stata soprattutto una grande vetrina
mediatica e turistica. I vespisti provenienti dal Veneto,
dalla Puglia, dalla Campania, dalla Sicilia, dalla Basilicata, dal Lazio e da altre regioni d’Italia hanno potuto conoscere una zona della Calabria lontana dai
grandi circuiti turistici ma non per questo meno
ricca di attrattive e di storia. Le vespe, colorate e variopinte, così come i piloti, hanno effettuato delle
escursioni a Castrovillari e Frascineto, fermandosi
poi nella piazza principale del paese dove ha avuto
luogo il Gran Gala con l’elezione di “Miss Vespa
sotto le stelle”. Il concorso, condotto da Daniela
Fazzolari e Luigi Di Dieco, ha incoronato la giovanissima Serena Presta, mentre al secondo ed al terzo
posto si sono classificate rispettivamente Fiorella
Stoia ed Alexandra Harpalete. Nel corso della manifestazione gli organizzatori hanno voluto ricordare
alcuni personaggi di Frascineto venuti a mancare
qualche anno addietro, tributando loro gli onori della
platea. In più è stata sorteggiata la Vespa PX150
messa in palio dagli organizzatori. Il fortunato vinci-
che vivono nel mondo dello sport la sfida fa parte
del gioco. Abbiamo dato il massimo, cancellando le
critiche ed i pregiudizi della vigilia e siamo riusciti ad
organizzare una manifestazione che non fosse soltanto un semplice raduno, ma qualcosa in grado di
emozionare e portarsi nel cuore. Gli applausi e la
partecipazione del pubblico durante la serata di gala
confermano che gli obiettivi sono stati tutti raggiunti”. “Rivolgo il mio plauso – ha spiegato il responsabile area Sud del Vespa Club Italia, Mariano
Munafò – agli organizzatori, al presidente Gaetano
Bloise ed al direttore organizzativo Lorenzo Perrone
per come hanno strutturato il raduno. Da oggi per
i Vespa Club sparsi in tutta Italia inizia un nuovo percorso che in futuro regalerà nuove soddisfazioni.
L’appuntamento è per il prossimo anno”.
tore è Antonio Capani.“Siamo felici e soddisfatti – ha
affermato il presidente del Vespa Club Castrum Villarum, Gaetano Bloise – per quello che è stato fatto
e per come lo abbiamo fatto. Il direttore organizzativo Lorenzo Perrone è riuscito nell’intento di
creare uno staff capace e motivato che in futuro si
adopererà per rafforzare un evento che potrà contribuire sempre di più alla conoscenza della nostra
gente e delle nostre tradizioni. Onore al merito a
Perrone per quanto ha saputo fare e per quanto
potrà fare in futuro. La sua esperienza maturata nel
mondo dello sport in qualità di direttore di importanti società calcistiche come L’Aquila, Messina e
Cosenza è tornata particolarmente utile. Ringrazio
l’amministrazione comunale di Frascineto ed il sindaco Franco Pellicano per l’apporto fornito e da domani siamo pronti ad organizzare l’edizione 2012. “È
stata un’avventura entusiasmante – ha commentato
dal canto suo il responsabile dell’organizzazione Lorenzo Perrone – ricca di difficoltà e forse per questo ancora più avvincente. D’altronde per coloro
13
anno IX - n. 28
“I Castruviddari” al CIOFF di Castelforte
Il gruppo folkloristico “I Castruviddari” partecipa al
Festival CIOFF (Comitato Internazionale Organizzazione Festival Folclorici) delle Tre Torri di Castelforte, in provincia di Latina. Lo rende noto il suo
presidente, Carmine Martino, il quale ricorda che
nella manifestazione internazionale, l’Italia è rappresentata proprio dal gruppo castrovillarese, nato nel
maggio 2003 con la finalità di portare avanti e far conoscere le tradizioni popolari della cultura del Pollino.
Khoreia a Roma
Un’altra bella soddisfazione per l’associazione culturale Khoreia 2000 di Castrovillari, diretta da Rosy
Parrotta. Lo spettacolo “Il Diavolo e l’Acqua Santa.
Due Anime Gemelle”, è stato, infatti, selezionato alla
quarta edizione del concorso corti teatrali: “Autori
nel cassetto attori sul comò” presso il Teatro “Lo
Spazio” di Roma.
Il festival etno jazz “Suoni”, un percorso
musicale di grande originalità
Mix originale e vincente quello di Suoni, festival etno
jazz. La kermesse si muove nell’ambito della valorizzazione dei musicisti “locali” attraverso il confronto
con artisti di livello “internazionale” con i quali si
condividono palcoscenico e performance. Ecco perché Suoni, festival etno jazz ideato da Sasà Calabrese
e Gerardo Bonifati, che ne curano la direzione artistica dal suo primo anno di svolgimento, ha tutte le
caratteristiche per essere definito un festival “glocal”. Arrivato alla sesta edizione, sostenuta interamente dalla Pro Loco di Castrovillari con il
contributo di sponsor privati, Suoni parte ufficialmente il 28 luglio dal Protoconvento Francescano,
cornice di grande suggestione per tutte le serate in
programma fino al 31 luglio. Nel corso della conferenza stampa di presentazione vengono premiati i
vincitori della diciannovesima edizione del Concorso
Fotografico: Castrovillari “La Magia del Carnevale”. Si
tratta di Francesco Ottato (con il suo scatto denominato “Africano”) e di Francesco Sallorenzo classificatosi al secondo posto per con la fotografia
“Vanità Serba”, uno scatto rubato da un “dietro le
quinte” che ha colpito la giuria.Terza piazza per Marilena Amato con l’opera “A spasso nella storia dell’Italia”.
Aquino, Cherillo, Mas en Tango, Renzo Ruggeri, Francesco Stabile e Joe Barbieri, chitarrista che vanta collaborazioni d’eccezione come Pino Daniele, sono
solo alcuni degli artisti impegnati nella kermesse di
fine luglio. Ma gli eventi clou dell’edizione 2011, sono,
senza dubbio, il 30 luglio con la presenza a Castrovillari di Mariella Nava, premio “Suoni d’autore”
2011, cantante di talento ed autrice di grande successo che nella sua carriera ha scritto, tra gli altri,
per Renato Zero, Amii Steward, Loredana Bertè, Andrea Bocelli e la serata finale, del 31 luglio, con un
altro grande artista della scena musicale italiana,
Gegè Telesforo, al quale la rassegna cittadina consegnerà il “Premio alla carriera” per essere «musicista,
compositore, interprete, presentatore, ma soprattutto grande appassionato di musica jazz e non, sicuramente uno dei personaggi più interessanti del
panorama jazzistico italiano», questa la motivazione
scelta dai direttori artistici.
Chiude i battenti la sesta edizione del
“Calabria Festival”
Si conclude l’11 agosto la sesta edizione del “Calabria Festival - Festival Internazionale del Folklore di
Frascineto”, evento culturale patrocinato dal
C.I.O.F.F. Italia, dalla Regione Calabria, dalla Provincia
di Cosenza, dal Comune di Frascineto oltre che dall’Ente Parco. Otto i gruppi folklorici provenienti da
7 Paesi e 4 continenti che partecipano alla sesta edizione del “Calabria Festival - Festival Internazionale
del Folklore di Frascineto”: il gruppo “Danzamerica”
(Cile), “I Castruviddari” e “RePambanelle” (Italia),
“Holny” (Polonia), “Ballet SoryCamara” (Senegal),
“Gladimir” (Serbia), “Aboriginal Youth Danza Team
Folk” (Taiwan). Le coreografie di apertura e chiusura, sono affidate all’associazione “Khoreia 2000”
diretta da Rosy Parrotta; la scenografia è, invece, curata da Vittorio Pio D’Agostino. Un Festival particolare quello di quest’anno per diversi motivi. In vista
della venticinquesima assemblea nazionale del
C.I.O.F.F. Italia, infatti, che si terrà il prossimo anno
proprio in Calabria, nella città di Castrovillari, il direttore della manifestazione Leonardo D’Agostino
ha preannunciato che sarà onorato di una nuova carica di carattere internazionale. Per tale motivo Leonardo D’Agostino ha lasciato la carica di direttore
artistico e congiuntamente all’associazione culturale
che organizza la manifestazione, la cui presidenza è
affidata ad Antonio La Rocca, ha nominato all’unanimità il nuovo direttore artistico nella persona della
dott.ssa Rosanna D’Agostino, antropologa e pubblicista.
mormannesi: dalla Pro Loco, alla A.S. Volley Mormanno, dai MormannoStreet Ballerz ai Paradise
Mormanno Calcio a 5, fino ad arrivare all’Associazione Comunalia, la Compagnia Arcieri del Lago, la
Compagnia del Cucco. Come nelle ultime edizioni,
viene consegnato il Premio Faro, giunto alla sua VII
edizione, premio che viene consegnato ad un personaggio calabrese, o di origini calabresi, distintosi
per le sue attività. I vincitori, quest’anno, sono due
personaggi simbolo della lotta alla criminalità organizzata: il Colonnello dell’Arma dei Carabinieri, Valerio Giardina (non presente per impegni all’estero
precedentemente presi, ha inviato un messaggio di
saluto e ringraziamento con il commovente richiamo alle sue origine mormannesi e dedica del
premio alla madre) e il Commissario della Stazione
Unica Appaltante della Regione Calabria, dr. Salvatore Boemi che riceve il riconoscimento dalle mani
del Presidente del Parco Nazionale del Pollino, Pappaterra. Da sottolineare come XENIA Folklore Festival sia l’unica manifestazione folklorica in Italia,
riconosciuta ufficialmente dal Ministero dei Beni
Culturali Russo, inserita nel programma de “L’anno
della lingua e della cultura italiana in Russia e della
lingua e della cultura russa in Italia”.
1^ edizione dello Zummer Festival
a Saracena
Giovedì 18 agosto con i Folkabbestia in concerto
alla 1^ edizione dello Zummer Festival a cura dell’Associazione Culturale “Zeta Reticoli”. Alle ore
20.30 si aprono i cancelli del Campo Sportivo “Ugo
Catalano” per dare inizio all’evento musicale dell’Estate 2011, A scaldare gli animi, il punk-rock dei
Duff, band tra le più attive dell’Italia meridionale con
i loro 350 live in tutte le regioni d’Italia. A seguire,
spazio alla storica band del folk-rock italiano: i Folkabbestia. La band, formatasi a Bari negli anni ’90, ha
7 album all’attivo ed è riuscita ad entrare nei Guinness dei Primati per aver suonato per 30 ore consecutive la stessa canzone a Milano nel 2003.
Da Mormanno a Miss Italia. Il sogno
di Francesca Russo
Il Parco ha la sua “Miss”
Si tratta di Elisabetta De Gaio incoronata Miss Parco
2011. La giovane castrovillarese non è nuova a queste affermazioni. Lo scorso anno infatti ha conquistato la fascia di “Ragazza moda dimensione moda”
nel concorso Nazionale la Bella d’Italia 2010. Complimenti alla vincitrice.
A Mormanno lo “Xenia” Folklore Festival
L’Associazione Miromagnum di Mormanno, con la
coorganizzazione dell’Ente Parco Nazionale del Pollino e della UISP Calabria ed il Patrocinio della Regione Calabria e del Comune di Mormanno,
presenta il XXI Festival Internazionale del Folklore
– XENIA Folklore Festival.Vari e di fama mondiale i
gruppi che prendono parte alla kermesse, dal 10 al
13 agosto, provenienti da Russia, Serbia, Croazia ed
Indonesia. Una formula tutta nuova quella che si è
voluta sviluppare per l’edizione 2011. Infatti il Miromagnum ha coinvolto nell’organizzazione di ogni singolo evento del festival tutte le associazioni
A cura della Maros Sas, il 27 agosto, si svolge, con il
patrocinio dell’Amministrazione comunale e della
Provincia di Cosenza, Civita Live, iniziativa d’intrattenimento dell’Estate castrovillarese 2011. L’appuntamento, che coinvolge interamente il rione Civita,
prevede, una serie di proposte che prendono vita e
forma in uno scenario da “Notte bianca”, dove ogni
contesto partecipa alla rivitalizzazione. Durante la
nottata, il Protoconvento è caratterizzato da mostre
d’arte, estemporanee di poesia, da una sfilata di
moda, dalla prosa letteraria e da un convegno “ I
giovani , il territorio e la provincia di Cosenza”. Nella
piazzetta Civitanova, Mariolino e Damiano, si confermano indiscussi mattatori, mentre Piazza Castello
viene animata da concerti, coreografie di danza e dj
set con il concerto dei Pikema – Namikrà atto
unico di musica bellissima con arrangiamenti de “Lo
squintetto” ed a seguire la “Ricciardi Sound” e il Dj
Set Live, special vocalist Luigi Di Dieco.
I vincitori del Cantagosto
“Sapori e Saperi “ a San Lorenzo Bellizzi
Il 7 agosto si svolge a San Lorenzo Bellizzi, la prima
edizione della manifestazione “Sapori e Saperi” organizzata dall’Associazione “I Ragazzi di San Lorenzo
Bellizzi” in collaborazione con l’Amministrazione comunale. Lungo le viuzze a gradoni dell’antico borgo,
dove un tempo risuonavano i ferri degli zoccoli dei
muli, i turisti accorsi, opportunamente muniti di una
piantina del paese, possono seguire un duplice percorso: la Via dei Sapori e la Via dei Saperi. Davanti
alle loro case le donne del paese offrono, preparate
con mani sapienti, alcune pietanze tipiche: i cannarichil, i crispeddr, a pitta cunzata, a puliata, a savizizz arristut, a supressat e u capacuddr, la ricotta e il
formaggio pecorino, il pane e a pitta lisc e i dolci tipici. Re della serata è sicuramente il rinomato prosciutto crudo sanlorenzano, unico prosciutto crudo
calabrese inserito dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali nella “Banca Dati dei
Prodotti Agroalimentari Tradizionali” e dall’Assessorato all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Calabria tra i Prodotti Tipici della Regione Calabria.
Parallela alla Via dei Sapori, la “ Via dei Saperi” per
ammirare la mostra pittorica di Lorenzo Gugliotti
illuminato artista del luogo e della ritrattista Antonietta Vito, la mostra fotografica “I Figli della Terra”
di Giuseppe Santagada e la mostra fotografica
“Come eravamo”. Aperte, inoltre, le antiche botteghe del falegname e del calzolaio ed esposto anche
l’artigianato locale mentre i più piccoli si divertivano
nella una fattoria didattica.
Arriva “Civita live”
E’ proprio di Mormanno la bella Miss Curve d’Italia
Calabria 2011 chiamata a rappresentare – con questo nuovo titolo voluto da Patrizia Mirigliani – la Calabria alle Prefinali Nazionali di Miss Italia a
Montecatini Terme, in Toscana. Lei è Francesca Russo
e le sue sembianze ben si allineano e armonizzano
con questa nuova fascia dedicate alle ragazze – per
dirla come Patrizia Mirigliani - dalle “curve armoniose e rassicuranti”.Uno sdoganamento quello della
taglia 44 che vuole essere un messaggio culturale
educativo e sociale alle tante ragazze italiane che
tanti problemi si ponevano prima di andare in passerella. E proprio alla taglia 44, è stata dedicata la fascia sponsorizzata da Elena Mirò, uno di marchi più
importanti italiani nel settore abbigliamento, che, alle
20 finaliste nazionali che avranno questo titolo (tra
cui, per la Calabria, proprio Francesca) dedicherà
loro un servizio fotografico su tutti i più importanti
giornali italiani di moda e non solo. Molto soddisfatto di questa vittoria, è anche Beniamino Chiappetta, l’agente storico di Miss Italia in Calabria dal
cui cilindro in tanti anni sono emerse ben tre Miss
Italia (record italiano): nel 1997, Claudia Trieste, nel
2001, Daniela Ferolla, e, appena due anni, la fiumefreddese Maria Perrusi. Francesca, ha dapprima vinto
una selezione a Fiumefreddo Bruzio, conquistando
il passaggio alle finali regionali, e poi ad Aprigliano, il
18 agosto, ha “sbaragliato” ben 33 finaliste regionali
andando a conquistare la fascia che le vale il passaggio alle finali nazionali. Ad incoronarla, ad Aprigliano,
è proprio Maria Perrusi, Miss Italia 2009. Purtroppo,
la bella calabrese a Montecatini, dal 25 al 29 agosto,
non riesce conquistare il lasciapassare per le serate
in diretta RAIUNO del 18 e 19 settembre.
25^ edizione per il Cantagosto castrovillarese, che si
svolge, come di consueto, nel piazzale antistante la
Basilica minore di San Giuliano, il 27 e 28 agosto, in
occasione delle celebrazioni del Santo patrono, da
parte del Comitato Feste in collaborazione con
l’Amministrazione comunale.
Anastasia Marcacci, di Frascineto, con la canzone “Le
campane di Don Peppino”, vince nella categoria baby
(dai 5 agli 11 anni). Pari merito in quella junior (dai
12 ai 18 anni), tra Maria Grazia De Rose, di Altomonte e Giovanni Palmisano, di Castrovillari. La categoria senior (dai 19 anni in su) registra
l’affermazione di Chica Jhonson, da Morano Calabro.
Il “Cantagosto”, emoziona anche con l’esibizione del
bravissimo violinista castrovillarese, Alessandro Calvosa.
Ottava edizione per Miss Castrovillari
Sabato 10 settembre ritorna nel capoluogo del Pollino la nuova edizione, l’ottava per l’esattezza, di
“Miss Castrovillari e del Pollino & Miss e Mister Baby
2011”, organizzata dalla Scuola di Ballo “Pam” di Pamela Scruci e patrocinata dall’Amministrazione comunale, dal Coni e dal Centro Sportivo Educativo
Nazionale. L’iniziativa si svolge in largo Cavour contraddistinta, tra una sfilata e l’altra, da coreografie di
ballo curate dalla stessa scuola che ha ricevuto riconoscimenti anche a livello nazionale e dall’intrattenimento canoro di Francesco Perri, vincitore di
Castro ... canta 2011. Viene incoronata “Miss Castrovillari 2011”, la diciottenne Vicky Rizzo (seconda
classificata, Marta Pugliese, di Bisignano, terzo posto,
ex aequo, per Luana Stabile, Noemi Laino e Desiré
Dolce). Nella categoria “Miss Baby” (2 - 5 anni) affermazione per Roberta Bonadies, 4 anni di Castrovillari. Nella categoria 6 - 9 anni, affermazione per
Veronica Cirianni sempre di Castrovillari. Nelle categorie dei giovanissimi affermazione per i castrovillaresi Andrea Colella e per Leonardo Zaccato (6
- 9 anni).
14
anno IX - n. 28
RISCOPRIRE E PROMUOVERE L’IDENTITà PER COMPETERE
Castrovillari “Città del ….”
La domanda, ad ogni ripresa dell’attività editoriale, continua ad essere sempre la stessa:
“A quando una seria azione di marketing per affermare l’immagine dell’intero comprensorio?”
Anche durante l’Estate 2011, ci hanno ricordato, a più non posso, che Diamante
è la città del peperoncino, Altomonte la
città del festival, Rossano è la città bizantina capitale del Sacro Romano Impero,
Cariati “la città della Tarantella”. Denominazioni, ben inteso, che accompagnano
questi centri del cosentino, lungo tutto
l’arco dell’anno. Non sembra, quindi, essere giunta l’ora, di rimarcare istituzionalmente e promozionalmente se
Castrovillari abbia acquisito, sul campo, il
merito a un qualche titolo (“Città del
Carnevale”, “Città del Folklore”)? Non
fosse altro che una volta individuata la risorsa peculiare della città, ci si potrebbe
tutti concentrare, anche in termini di immagine esterna, per ricordare, lungo
tutto l’arco dell’anno con iniziative, convegni, momenti culturali, premi a carattere nazionale ed internazionale,
manifestazioni sportive, concerti ecc.,
l’oramai acquisito dato di fatto. Perché, e
ormai lo si è capito, è sicuramente la cultura “tout court”, nelle sue ricchezze autoctone, e nelle occasioni ormai
stabilmente organizzate, che può diversificare realmente la città in termini di offerta turistica. Cultura intesa come
tradizioni, bellezze storiche ed architettoniche, naturalistiche, ambientali, artigianali, gastronomiche, folkloriche, che
non vengono adeguatamente promozionate per essere fatte conoscere, finalmente, anche all’esterno del solito
ristretto contesto. Gli italiani e gli stessi
calabresi, si muovono sempre più frequentemente nell’ambito del proprio
territorio (effetto della perdurante crisi
economica) trovando, in altre zone,
eventi ed infrastrutture degne che possano ospitarli. Ebbene nell’area allargata
di Castrovillari, non possiamo dire di esserne totalmente sprovvisti. Forse quello
che manca è una sorta di coordinamento
con gli altri comuni dell’entroterra, capace di pianificare e programmare un
cartellone di manifestazioni lungo tutto
l’arco dell’anno (evitando fastidiose concorrenze) in grado di convincere i nuovi
turisti a cominciare a solcare le strade
dell’entroterra del nord Calabria. Potrebbe aiutare, ad esempio, la nascita di
una sorta di consorzio (Calabria Citra?)
che ha già portato realtà, come il Salento
(nella vicina Puglia), ad essere identificate
come una sorta di zona a sé stante, con
le proprie sinergiche ed originali caratteristiche culturali. Certo ci sarebbe bisogno di media partner e sponsor in grado
di poter legare il loro nome ed il loro
marchio alla denominazione partorita:
operazione, peraltro, non impossibile, già
riuscita in altri contesti. Bisognerebbe, insomma, prendere coscienza ed approfittare, prima che sia troppo tardi, del fatto,
che forse il mare (monopolizzato dagli
Jonici), o anche il Parco del Pollino (vanto
de lucani) non bastano più. E’ triste pensare che, anche quest’anno, proprio a Castrovillari l’estate sia stata caratterizzata
da soli due eventi: il Festival del Folklore
e la rassegna etno jazz “Suoni”. Mentre
centri come Morano, Altomonte, Mormanno, Frascineto, San Severino Lucano,
Viggianello, Laino Borgo, Saracena, siano
riusciti ad attrarre l’interesse di ampie tipologie di turismo anche di nicchia.
Il timore, insomma, è che Castrovillari
possa diventare “sempre meno attraente”.
Lo scriviamo, ininterrottamente, da nove
anni, alla ripresa settembrina delle pubblicazioni e, per fortuna, qualche voce comincia a levarsi. E’ il caso dei consiglieri
delle Liste Civiche (Laghi e Santagada) i
quali in un comunicato di metà luglio, lamentando come ancora non fosse stato
partorita alcuna iniziativa estiva, invocavano per l’appunto un cambio di strategia, auspicando “fruttuose collaborazioni
con gli altri comuni del comprensorio.
Collaborazioni da programmare per
tempo e con una visione prospettica e
lungimirante del futuro dell’intero territorio che deve essere vissuto e governato in maniera coordinata e sinergica,
come una entità unica. Possibile – si chiedono ancora i due consiglieri - che
un’area che unisce nel classico “fazzoletto di terra” mari ancora ben fruibili, un
Parco, quello del Pollino, tra i più belli
d’Europa, borghi storici di valenza turistica elevatissima, etnie diverse e preziose, tradizioni culturali, storiche,
enogastronomiche non seconde a nessuno, debba languire in una sempre più
stentata sopravvivenze e non riesca ad
imporsi sul mercato turistico nazionale e
internazionale? Senza contare, poi, l’evidente vantaggio di un territorio che
“pensato – vissuto” come un tutt’uno,
avrebbe peso politico ben diverso dall’attuale. E minori sudditanze”.
Basta sedersi a tavolino e riflettere per
registrare almeno quattro macro-cause
della mancata competitività del mercato
locale del turismo, rispetto, ad esempio, a
zone come il Cilento o il Salento, giusto
per citarne alcune:
1) la carenza di reti infrastrutturali e di
servizi tali da garantire all’ospite, professionalità nell’accoglienza, permanenze comode e una fruizione diffusa delle diverse
offerte territoriali;
2) la totale assenza, sul piano nazionale
ed internazionale, di strategie di comunicazione turistica, integrate e coerenti da
promuovere massicciamente anche in
rete;
3) il ritardo accumulato in gran parte del
comprensorio rispetto all’esigenza di garantire maggiore professionalità ed innovazione nell’offerta turistica per target di
vacanzieri sempre più esigenti;
4) l’incapacità di offrire al turista la propria identità nell’offerta ricettiva culturale ed anche purtroppo in quella
eno-gastronomica, uniformandosi troppo
spesso, invece, a standard imposti dalle
multinazionali del settore.
Lo sforzo maggiore, apparterrebbe, oggettivamente, all’imprenditoria privata
del comprensorio. Non c’è dubbio. Ma
stimoli importanti potrebbero, e dovrebbero saper offrire, le istituzioni pubbliche,
IL DIARIO di CASTROVILLARI e del POLLINO
Periodico associato all’Unione Stampa Periodica Italiana
Registrazione Tribunale di Castrovillari n. 1/2005
Iscrizione R.O.C. n. 13126
Edito da Associazione Culturale PromoIdea Pollino
Sede operativa: Zona PIP - Castrovillari
Stampa: AGM – Zona PIP - Castrovillari - tel. 0981.483001
Tiratura: 5.000 copie
Distribuzione gratuita il sabato e la domenica
a Castrovillari, Civita, Frascineto, Morano Calabro,
San Basile, Saracena
Direttore Responsabile - Giuliano Sangineti 328.1043996
Direttore Editoriale – Angelo Filomia 328.1046251
Segretaria di redazione – Barbara Sangineti
Pubblicità – 349.5328194 - 388.8521221
La collaborazione alla testata è libera e gratuita. Il settimanale è
aperto a tutti coloro che desiderino collaborare nel rispetto dell’art. 21
della Costituzione che così recita “Tutti hanno diritto di manifestare
il proprio pensiero con la parola, lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione”, non costituendo, pertanto, tale collaborazione gratuita alcun
rapporto di lavoro dipendente o di collaborazione autonoma.La Direzione si riserva di apportare modifiche agli articoli inviati che dovranno avere preferibilmente lunghezza non superiore a 35 righi
standard ed inviati per posta elettronica all’indirizzo: [email protected] Eventuale materiale non pubblicato non verrà
restituito. E’ consentita la riproduzione anche parziale dei testi citandone la fonte.
Scriveteci a: [email protected]
Visitate il sito web ww.ildiariodicastrovillari.it
soprattutto (ma non solo), nel settore
della comunicazione turistica e della valorizzazione dell’identità culturale storica
ed eno-gastronomica, bene inimitabile ed
irriproducibile, tanto ricercato dalle
nuove tipologie di visitatori.
Oltre al sensibile miglioramento dei servizi ed alla promozione dei sistemi turistici locali, è anche sui binari del
marketing del territorio che occorrerebbe, quindi, recuperare tanti dei gap
che oggi ereditiamo. Sarebbe necessario,
cioè, fare un giro di boa rispetto alle routine del passato, cercando di strutturare
un vera e propria politica del turismo, a
360 gradi, in grado di aggredire, allo
stesso, tempo l’esigenza di servizi efficienti, e quella di avere una programmazione intelligente ed una offerta turistica
e culturale lungimirante che partisse dalla
riscoperta e dalla comunicazione delle
propria identità: nel territorio, in Calabria,
nel Sud, in Italia, e nelle principali fiere del
turismo internazionale. Il recente successo di pubblico registrato, rispettivamente nei centri storici di Cariati, di
Mormanno, e di Morano, grazie ad importanti eventi identitari, rappresentano
un modello d’investimento pubblico nel
settore turistico-culturale integrato con
lo spettacolo, al quale bisognerebbe guardare con sempre maggiore attenzione,
mettendo da parte iniziative del tutto
avulse dal contesto storico, geografico,
antropologico e socio-culturale del territorio in cui si opera che assorbono soltanto risorse finanziarie senza avere
ricaduta alcuna. La carta vincente per gli
enti pubblici del territorio castrovillarese,
appare, dunque, essere sempre di più legata alla promozione dell’identità territoriale
e
comprensoriale.
Enogastronomia, identità, radici, turismo
sostenibile. Nei centri storici, la fortunatissima stagione delle sagre ha fatto registrare, ad esempio, una presenza
straordinaria ovunque. L’identità a tavola,
e la valorizzazione in chiave turistica, attraverso le sagre, autentiche finestre di
promozione turistica, potrebbe rappresentare uno dei valori aggiunti della complessiva proposta socio-culturale del
territorio. Molto spesso sembra prevalere, incentivata dagli intellettuali con la
puzza sotto il naso, una curiosa teoria secondo la quale le sagre sarebbero momenti secondari delle proposte turistiche
locali, in taluni casi, quasi da ostacolare o
da ghettizzare. Come se la proposta culturale di una Città, fosse paradossalmente messa in discussione dalla
presenza di sagre nei cartelloni. Ovviamente, non soltanto non è così, ma,
come dimostrano chiaramente altre regioni dell’Europa mediterranea, Andalusia
in primis, e come testimoniano, soprattutto, i casi storici di successo di regioni
turisticamente all’avanguardia, come Umbria, Emilia,Toscana e di recente anche la
Puglia salentina, le sagre sono il termometro di programmazioni estive di qualità e chiavi di lettura dell’appeal e del
successo in termini di ricettività. Nella
nostra zona si percepisce, talvolta, qualche ostacolo culturale, frutto forse di
tabù e, probabilmente, di scarsa conoscenza di quanto avviene al di fuori delle
nostre città, oltre il proprio naso! Servirebbe, invece, investire, valorizzare, promuovere, istituzionalizzare e dislocare le
sagre. Incentivando il dialogo tra enti
e comuni, si potrebbe già da subito, per
l’Estate 2012, puntare ad una comunicazione pubblica sempre più univoca ed integrata, coerente ed utile per l’ospite
dell’unico territorio (la Calabria Citra nel
nostro caso), evitando, ad esempio, eventi
concomitanti (anche addirittura all’interno della stessa città: Civita Live e Cantagosto a Castrovillari …!!!) e depliant a
tiratura di quartiere, ma privilegiando
uno sforzo di comunicazione istituzionale
“globale” gestito da professionisti del settore e non da assessori o politici in genere che, anche se in buona fede,
vogliono a tutti i costi improvvisarsi creativi e copy-writer.
Giuliano Sangineti
15
anno IX - n. 28
Kate Omoregbe ottiene l’asilo politico in Italia
Il Viminale le ha concesso la protezione umanitaria. Ma dalla Nigeria si sollevano dubbi: “Tutto quello che è stato detto è falso”
E’ finita nel modo migliore l’odissea di
Kate Omoregbe, la giovane nigeriana di
34 anni che se estradata nel suo Paese
avrebbe rischiato la lapidazione. La donna
è ora una rifugiata politica e potrà circolare in Italia da persona libera. Libera. La
svolta decisiva nella vicenda che ha riguardato la donna, uscita dal carcere di
Castrovillari, dopo avere finito di scontare
una condanna per spaccio di droga a due
anni e sei mesi di reclusione (accusa che
ha sempre respinto), e da allora nel CIE di
Roma a Ponte Galeria, é arrivata nei
giorni scorsi.
A comunicarla i ministri degli Esteri,
Franco Frattini, e delle Pari Opportunità,
Mara Carfagna, che hanno parlato di una
decisione che è stata presa in tempi “velocissimi”. “Oggi, ancora una volta - hanno
detto Frattini e Carfagna - l’Italia ha dato
prova di essere un Paese in prima linea
nella lotta per il rispetto dei diritti fondamentali, tra questi, in particolare, la tutela
della vita e il rispetto della donna”. La notizia della concessione dell’asilo politico è
rimbalzata in tempo reale in Calabria, teatro della mobilitazione umanitaria che
negli ultimi due mesi ha fatto della vicenda di Kate, un caso internazionale.
Franco Corbelli, leader di Diritti civili,
“motore” della macchina della solidarietà
a favore della trentaquattrenne, ha avuto
la notizia direttamente da Kate.“Mi ha appena chiamato - ha detto Corbelli - ed
era felicissima. Mi ha ringraziato piangendo. Solo ieri subito dopo il suo arrivo
al CIE di Roma era triste e piangeva, poco
fa invece mi ha manifestato tutta la sua felicità”. Kate, in questi mesi, aveva chiesto
asilo politico in Italia per evitare la lapidazione nel suo Paese in caso di rimpatrio
forzato poiché si era sottratta ad un matrimonio combinato e alla conversione all’Islam, ma non immaginava che la
decisione sarebbe arrivata così presto. Era
pronta, per questo, ad andare in una struttura religiosa sino al 19 ottobre, data in
cui era stata fissata l’udienza al Tribunale
di sorveglianza di Roma che avrebbe dovuto decidere sulla sua richiesta. A favore
di Kate, attraverso una petizione internazionale on line, wvv.thepetitionsite.com
/appeal to save Kate (appello per salvare
Kate) promossa da una delle maggiori associazioni americane per i diritti umani
Care 2, erano state raccolte e indirizzate
al presidente della Repubblica, Giorgio
Napolitano 12.556 firme. Una mobilitazione che, evidentemente, ha prodotto i
suoi frutti.
Dalla Nigeria, però, vengono sollevati forti
dubbi sul caso di Kate Omoregbe. “Tutto
quello che questa nostra concittadina vi
ha raccontato, tutto ciò che sulla vicenda
è uscito sui giornali italiani è semplicemente falso”, ha dichiarato in un’intervista
all’Agi Reuben Abati, portavoce unico del
presidente nigeriano, Goodluck Jonathan.
Perplessità emergono anche da ambienti
musulmani e cattolici nel Paese africano.
Kate, aveva sostenuto che in Nigeria sarebbe stata messa a morte perché dieci
anni fa si era rifiutata di sposare un uomo
molto più grande di lei e di convertirsi all’Islam, ripudiando il cristianesimo. “Se
fosse tornata l’avrebbero lapidata o buttato l’acido in faccia e cose del genere”,
ha ribadito Franco Corbelli dei Diritti Civili, l’associazione che più di tutte ha
sponsorizzato il caso. Aldilà delle motivazioni umanitarie e giuridiche su cui è stato
basato l’asilo politico (“non vere”, insiste
il portavoce nigeriano), il fastidio del go-
verno di Abuja è legato all’immagine della
Nigeria che sarebbe stata accreditata: “Il
nostro è uno Stato laico, non è né cattolico e tanto meno islamico, la nostra Costituzione garantisce il rispetto dei diritti
fondamentali dell’uomo, impedisce che
chiunque sia discriminato in base al credo
religioso, all’appartenenza etnica”, assicura
Abati.“In Nigeria ti sposi se ami qualcuno,
altrimenti nessuno ti torce un capello, né
per consuetudini, né, figuriamoci, per
legge”. Il portavoce nigeriano ha spiegato
che l’ambasciata a Roma ha scritto al governo italiano per denunciare “la falsità
delle dichiarazioni” di Kate. “Ma come è
possibile”, si è chiesto, “che i nostri rappresentanti accreditati presso la vostra
Repubblica siano creduti meno di una
trafficante di droga condannata da un vostro stesso tribunale?”. Dubbi sulla storia
di Kate arrivano anche da ambienti cattolici. John O. Onayekan, arcivescovo di
Abuja, già presidente del Can, l’Associazione che rappresenta i cristiani di ogni
confessione della Nigeria, ha ricordato
che “nella storia di questo giovane Stato
mai nessuno è stato lapidato”. “Persino il
caso di Amina (l’unico della Nigeria in cui
una ragazza musulmana avrebbe rischiato
la lapidazione per adulterio, ndr.) era tutta
una montatura”, ha affermato. “La Nigeria”, ha aggiunto, “non ha nessuna tradizione di matrimoni forzati, tanto meno
nella zona di origine” di Kate, lo stato meridionale di Edo. Il vescovo ha messo in
guardia dai rischi che possono arrivare
dallo strumentalizzare vicende del genere:
“L’Islam africano è di norma moderato e
tollerante. Sul caso abbiamo letto dichiarazioni e articoli di presunte conversioni
forzate e lapidazioni, ipotesi prive di fondamento ovviamente, ma che potrebbero
nuocere agli sforzi che noi e il clero musulmano facciamo ogni giorno per isolare
e condannare le minoranze estremiste di
entrambe le parti”. Il segretario esecutivo
della Moschea nazionale di Abuja, Ibrahim
Jega, si dice allibito quando gli viene riferita per la prima volta questa storia che
non è mai approdata sui media nigeriani:
“La signorina Kate”, assicura, “non
avrebbe rischiato proprio nulla neppure
nei luoghi in cui la Sharia è applicata alla
lettera e non è affatto il caso dei pochi
stati confederali della Nigeria che l’hanno
adottata”. “Secondo il Corano”, ha aggiunto, “se una cristiana o un’ebrea vuole
sposare un musulmano può farlo liberamente, senza rinunciare alla sua religione
di partenza”, sostiene Jega. Intanto, in questi ultimi giorni è giunta la notizia che
Kate, sarà ospitata a Lodi, nell’istituto religioso Sant’Anna di via Gorini. Non rimarrà più in Calabria così come sembrava
subito dopo la sua liberazione dal carcere
di Castrovillari. A rendere noto il nuovo
scenario, è stato Franco Corbelli. «Ho
sentito Kate di nuovo — ha detto. Ringrazia la Regione Calabria che aveva individuato una struttura religiosa dove
ospitarla, ma ha deciso di scegliere l’istituto di Lodi che per primo si era fatto
avanti e che le consentirà anche di poter
lavorare, così come ha onestamente fatto
per 8 anni in Italia, come badante, e come
ha fatto anche nel carcere di Castrovillari
dove, per la sua condotta esemplare, le è
stato consentito di svolgere ogni giorno
lavori di pulizia nella stessa casa circondariale». Suor Rosalia De Leonardis, responsabile dell’istituto Sant’Anna di Lodi,
conferma la volontà di aprire le braccia
alla 34enne nigeriana. «Da noi Kate farà
vita di istituto e poi cercheremo di trovarle un lavoro come badante, collaboratrice domestica o baby sitter. Dovrà però
avere pazienza».
16
anno IX - n. 28
Il Maestro Saraceni “le suona” anche sul web
Di solito d’estate, si sa, si ha molto più
tempo libero per lasciarsi tentare e perdersi
così nel mare magnum delle informazioni disponibili sul web. E proprio smanettando su
internet, nella insostituibile home page del
sito dedicato per eccellenza alle ricerche
nelle rete, ci siamo imbattuti in una “scoperta” che, francamente, da castrovillaresi,
ci ha riempiti d’orgoglio tanto più che gli algoritmi che sovrintendono alle ricerche
stesse non hanno, per così dire, padroni, e
non soggiacciono a rigide leggi di mercato,
costituendo, semplicemente, un dato di
fatto.
Digitando, infatti, su Google “pianista italiano”, appare subito, nella prima pagina
della ricerca, il nome del nostro artista conterraneo Leonardo Saraceni. La cosa ancora
più eclatante è che, a giorni alterni, il Maestro Saraceni si contende il primo posto
nella ricerca addirittura con Giovanni Allevi,
ben più famoso, com’è noto, a livello mediatico. Stessa rincorsa, con alterne posizioni,
il pianista castrovillarese la registra niente
poco di meno che con Stefano Bollani, noto
jazzista.
Da qui, la curiosità ci ha spinto a fare una ricerca più approfondita scoprendo quanto il
nostro concittadino fosse veramente uno
dei pianisti e compositori di musica classica
più apprezzati a livello internazionale. Saraceni ha eseguito concerti in Europa ed in
Centro America e le sue composizioni sono
suonate con successo tanto in America centrale quanto ultimamente, in particolare, a
Londra e prossimamente a Stoccarda dove
la notissima Mezzo Soprano, Cosmina
Stitzl, inciderà per il mercato internazionale
il suo “Lied op. 8”. Stessa felice sorte per la
sua sonata “Fantasia op. 11” per pianoforte,
eseguita ed incisa per il mercato americano
dal grande pianista Rodolfo Ponce Montero.
Scopriamo con piacere, inoltre, che il Maestro Saraceni è autore di un “Concerto per
Pianoforte e Orchestra”, esattamente la sua
Op. 15, eseguita in prima mondiale, nell’agosto del 2010, al Teatro Juarez, in Messico
(precisamente a Guanajuato, uno dei teatri
più belli del mondo con 1.200 posti, fra platea e cinque piani di palchi) con lo stesso
pianoforte e sullo stesso palcoscenico dove
sono passati i mostri sacri della musica classica mondiale, citiamo per tutti Claudio
Arrau e Zubin Metha. Probabilmente, è da
qui che parte la notorietà internazionale di
Leonardo che ha eseguito personalmente
questa mastodontica opera: ventisei minuti
di musica ininterrotta, considerando che,
tranne poche eccezioni, gli ultimi importanti
concerti per piano e orchestra, sono stati
scritti da Rackmaninov nei primi del ‘900.
Che dire? La cosa ovviamente non può che
riempire di orgoglio quanti credono nella
forza della professionalità calabrese che
emerge in tutti i campi a livello internazionale. (B.S.)
anno IX - n. 28
17
18
anno IX - n. 28
(a cura di Michele Martinisi)
Calcio a cinque. Vince la Polizia di Stato
al torneo del Cral
La squadra della Polizia di Stato è la vincitrice della
quarta edizione del Torneo Aziendale, “Tonino Rosignoli”, organizzato dal Cral Comunale, con il patrocinio dell’Amministrazione municipale –
Assessorato allo Sport e con la collaborazione della
Lega Calcio - UISP di Castrovillari. Le gare di calcetto a 5, svoltesi sul campo in erba sintetica del
Polisportivo, si sono concluse con la disputa delle finali che hanno visto al secondo posto la squadra
degli Avvocati, al terzo la Polizia Penitenziaria ed al
quarto la rappresentativa della Cementeria. Alla
squadra del CRAL comunale è andata, invece, la
Coppa Disciplina.
Canoagiovani 2011: conclusa sulle acque del
bacino mormannese
Conclusa sulle acque del bacino idroelettrico dell’Enel l’evento più importante dell’anno sportivo giovanile in Calabria Atleti di ogni parte d’Italia,
rappresentanti dei più importanti circoli canottieri
del Paese, danno vita a tre giorni di competizioni entusiasmanti sulle acque del lago Pantano a Mormanno. Un tifo, con urla e motti da stadio
accompagna le “performance” dei giovani atleti, che
in due splendide giornate di sole animano la cittadina del Pollino. Un entusiasmo con il quale migliaia
di persone danno quasi l’impressione di contribuire
a spingere le imbarcazioni dei regatanti verso il traguardo. Quasi 400 atleti, che scompongono e ricompongono oltre 600 equipaggi, impegnati in una
miriade di sessioni di gara, dal fondo alla velocità. La
cronaca. Sabato 9 luglio, gli atleti, accompagnati dai
loro istruttori, e molto più spesso dalle loro stesse
famiglie, dopo aver provato il campo di gara, si sono
allegramente riuniti per sfilare lungo le vie dell’antico
borgo di Mormanno per ricevere l’abbraccio della
cittadinanza ed il saluto del Sindaco Guglielmo Armentano. Sulla bellissima piazzetta di Mormanno,
stretta tra la splendida Cattedrale e i palazzi ottimamente restaurati, hanno sventolato decine di vessilli, confondendosi tra loro, quasi a simboleggiare il
valore unificante dello sport. Ragazzi di tutta Italia, da
Intra e Mergozzo (VB) a Catania, da Torino a Reggio
Calabria, passando per Firenze e Roma, da S. Remo
a Sabaudia, Mantova, Milano, Amalfi si sono commossi quando Cosimo Mascianà, allenatore FICK, ha
chiesto di aprire la manifestazione con l’Inno di Mameli. La voce di migliaia di persone, grandi e piccoli,
con la mano sul cuore, ha davvero scosso Mormanno; poi tutti, via sul lago, a darsi battaglia, a sostenersi, in decine e decine di manches di gara
dandosi appuntamento di nuovo in piazza per la serata delle premiazioni. I trionfatori delle gare di sabato si sono alternati per ricevere i giusti
riconoscimenti alle loro imprese sportive. Premi
per tutti, e poi ancora un lungo abbraccio con la
piazza intera e di nuovo ad intonare l’inno d’Italia,
questa volta accompagnati dalla banda musicale di
Mormanno, prima di abbandonarsi al Gelato Party,
al teatro della Compagnia del Cucco e al Karaoke.
Domenica mattina, sveglia presto perché si gareggia
con le prove di velocità sui 200 metri. Questa volta
la premiazione dei vincitori avviene sulle rive del
lago, in uno scenario da favola.A salire sul podio: al
1° posto il Gruppo Nautico Fiamme Gialle Sabaudia con 240 punti; al 2° posto la Canottieri Trinacria
di Palermo con 189 punti; al 3° posto il Circolo Canottieri Aniene di Roma con punti 171. Poi tutti a
casa, accompagnati dall’arrivederci al prossimo anno
da parte del Sindaco di Mormanno, Guglielmo Armentano e dell’ Assessore allo Sport, Gerardo Zaccaria, che insieme ad Enel, sponsor della
manifestazione, al CONI, alla FICK, hanno organizzato l’evento sportivo sostenuti dalla Regione Calabria, dalla provincia di Cosenza, e dal al Parco
Nazionale del Pollino.
Michele Canale vola a Catania
La passione è giovane. E se viene coltivata può portare a traguardi importanti. Michele Canale, classe
1995, è figlio di quella passione che oggi lo porta ad
essere uno di quelli che può dire di avercela fatta.
Di aver raggiunto un risultato importante. La sua
storia calcistica, ancora agli albori, vede un tassello
importante: il Catania Calcio. Michele Canale è cresciuto nella scuola calcio “Scicchitano - Cesarini” di
Castrovillari sotto lo sguardo vigile di mister Giovanni Franco. Dopo due anni nel Cosenza Calcio
dove ha dimostrato da subito di avere stoffa da vendere, si è messo in mostra con squadre blasonate
come Palermo, Reggina, Bari, Lecce e, appunto, Catania dove si unisce al ritiro i primi di agosto. Il piccolo ragazzo di un tempo ha smesso presto di
calciare nel corridoio di casa o nel terreno polveroso di Morano Calabro, dove vive con la famiglia
(papà Luigi, mamma Tiziana e Rachele, sorella instancabilmente dalla parte del campione), e ora può
calcare terreni prestigiosi e dare sfogo alla sua classe
calcistica. Approda alla corte del Direttore Lo Monaco e del Presidente Pulvirenti in una città che è
stata scelta, confessa il consultente ed amico, Maremondi, per «l’organizzazione eccellente di questa
societa in campo giovanile che ha appena inaugurato
una vera e propria cittadella del calcio a Torre del
Grifo ai piedi dell’Enta». Insieme a Maremondi anche
Fabio De Sanzo ha seguito la progressione di Canale
che ha «sicuramente - confessa Maremondi - tutti i
presupposti affinchè possa arrivare lontano. Ha tanta
qualità e la sua voglia di arrivare è tanta (la cosiddetta “fame calcistica”). Ha spirito di sacrificio, aiutato anche dal fatto di avere dei genitori e una
sorella a modo». Un grande traguardo per un grande
campione. Che ora, sul campo e nella vita, dovrà farsi
valere con le doti di sempre: passione, abnegazione,
tenacia, forza di volontà, lealtà e spirito di sacrificio.
africani. “ Se Domenico migliorerà i tempi delle giocate tra poco parleremo di un grande giocatore.
Deve migliorare nella rapidità di esecuzione, lui ha i
crismi del buon giocatore. Mi sono esposto tanto
per lui perché ha le carte in regola per diventare
grande”. Soddisfazioni per familiari e amici che ora
guarderanno con grande interesse il Chievo Verona
aspettando con ansia il momento in cui Domenico
calcherà il terreno di gioco della massima serie. In
bocca al lupo.
II edizione del “Memorial Rocco Cosenza”
Dedicata al professor Fedele Mastroscusa, la II edizione del “Memorial Rocco Cosenza”, in programma
il 30 ed il 31 luglio a Morano. Promossa dall’associazione culturale “Gruppo Folk Coro del Pollino”, la
manifestazione vuole diffondere - attraverso iniziative legate al mondo del folklore e della cultura - gli
usi, i costumi e le tradizioni legate al territorio del
Pollino, inserendo, da quest’anno, un “Premio alla
memoria”, riservato ai personaggi più significativi
della cultura moranese. Il premio, intitolato proprio
al professor Mastroscusa, coinvolge gli studenti che
hanno conseguito quest’anno la licenza media, e
consisterà in un buono acquisto per materiale didattico, che sarà donato all’allievo più meritevole, insieme ad una pubblicazione realizzata proprio dal
famoso studioso moranese.
Sport, musica e solidarietà
con il 7’ “Memorial delle Stelle”
Il Castrovillari Calcio, iscritto al prossimo
campionato
Il sindaco di Castrovillari, Franco Blaiotta, e l’Assessore allo Sport, Filomena Ioele, comunicano ai dirigenti del Castrovillari Calcio che l’Amministrazione
municipale ha deliberato la tassa d’iscrizione della
squadra al Campionato d’appartenenza. Entrambi in
una dichiarazione resa alla stampa ricordano “che
l’Amministrazione, per quanto di sua competenza, è
stata è e sarà sempre vicina allo Sport, reputando il
calcio castrovillarese, un vanto ed in particolare un
patrimonio storico importante per la crescita e per
le ricadute d’immagine nonché per lo stesso sviluppo della città.”
Domenico Franco indossa
la maglia del Chievo
Dopo Michele Canale (95) approdato al Catania, un
altro giovane del Pollino firma con un club di serie
A. Lui è Domenico Franco (92), ormai ex giocatore
della Salernitana. Il giovane Franco, figlio di Giovanni
ex allenatore di Rossanese e Castrovillari, è pronto
per indossare la maglia del Chievo Verona che si è interessato al giovane promettente centrocampista
centrale. Una trattativa che ha visto di buon occhio
anche il castrovillarese Danilo Pagni,collaboratore
area tecnica del Chievo Verona, uomo di calcio che
segue con attenzione per la società veneta e che conosce bene il giovane Franco, un giocatore con un
ottima visione di gioco ed una buona tecnica. Dopo
oltre 30 anni un atleta castrovillarese arriva, così, in
un club di serie A. L’ultima volta si trattò di Emilio Affuso alla Sampdoria. Cresciuto nella scuola calcio
Scicchitano-Cesarini dove ha iniziato nei “Pulcini”,
con il tempo ha dimostrato qualità tecniche e agonistiche che gli hanno permesso di poter coltivare
oggi un sogno. Dopo aver avuto l’esperienza con la
Rossanese, allenata allora da papà Giovanni, è approdato alla corte della Salernitana dove ha disputato il campionato “allievi” e collezionato alcune
presenze in serie B, lo scorso hanno invece si è ben
distinto in prima divisione (12 presenze) tanto da
convincere un grosso club come il Chievo a credere in lui. Una grande occasione per un giocatore
che dovrebbe alternarsi tra la prima squadra e la
“Primavera” e sul quale un uomo di calcio nonché
consulente del Chievo come Danilo Pagni punta particolarmente. “Era seguito da due anni dalla società,
un interessamento che ho rimesso in piedi perché
credo in questo ragazzo e nei margini di miglioramento che lo stesso ha” afferma Pagni che sta guardando con attenzione il mercato estero per il
Chievo, dal Sudamerica fino a finire ai giovani talenti
strovillari sul Monte Bianco con la speranza di stimolare il raggiungimento di traguardi sempre più
ambiti e prestigiosi.
Giunge alla settima edizione il “Memorial delle Stelle:
Geppino e Marinella”, la manifestazione nata a Morano Calabro nel 2004 e che coniuga pallavolo, musica ed impegno solidale. La kermesse, che ha luogo
nel borgo del Pollino, dal 9 al 12 agosto, nasce nel
2004, in ricordo di Geppino e Marinella, due giovani
moranesi purtroppo prematuramente scomparsi a
causa di una forma tumorale. Gli amici individuano
così una forma per tramandare la loro voglia di vivere. Il Memorial giunge al 7’ anno, ma senza conoscere crisi. Organizzato dal Comitato con il
patrocinio del Comune di Morano Calabro, dell’Unione Sportiva Geppino Netti e dell’Associazione
Marinella Bruno Onlus, anche quest’anno si snoda
lungo un torneo di pallavolo giocato in 72 ore no
stop, e quindi anche in notturna. Il tutto immancabilmente accompagnato dall’esibizione di gruppi ed
artisti musicali emergenti del territorio, con “dj set”
e punto ristoro con prodotti gastronomici. Allestito
anche il “Villaggio della Solidarietà”, con la presenza
delle associazioni Marinella Bruno Onlus, Avis, Gianmarco De Maria ed altre. L’ultimo giorno, dopo le finali dei tornei amatoriale e semi-pro, spazio al “Party
delle Stelle”, con premiazione di tutti i partecipanti
all’evento e consegna del ricavato all’associazione
dell’anno, allietato da sorprese e musica live. (E. R.)
Castrovillari primo acuto in Coppa Italia
aspettando mister “X”
Danilo Pagni nuovo Dg del Salerno di Lotito
Il giovane ed ormai ex consulente calcistico del
Chievo Verona, entra a far parte della famiglia romana sponda biancoceleste. Lo fa diventando oltre
che collaboratore dell’area tecnica della Lazio anche
e soprattutto quale “rappresentante della proprietà”
all’interno della nuova formazione dilettantistica di
Salerno, la Salerno Calcio con il ruolo di Direttore
Generale. Il Salerno calcio è nato a fine luglio dopo
il fallimento della Salernitana. A prendere le sorti del
calcio cittadino, vincendo il bando comunale per
l’istituzione della nuova squadra, sono stati Marco
Mezzaroma (marito del Ministro Carfagna) attuale
Presidente e Claudio Lotito patron della Lazio. La
squadra milita nel giorne G della serie D ed ha alle
spalle quindi una società che punta a rilanciare il calcio cittadino attraverso anche l’organizzazione del
nuovo Direttore Generale. Pagni lascia, quindi, il
Chievo, con il quale ha stretto un particolare legame
affettivo e lavorativo con il Ds Sartori, dopo un anno
proficuo dal punto di vista professionale. La chiamata
di Lotito è certamente la conferma di quanto sia
cresciuto quello che ormai ricordiamo come il promettente direttore sportivo di Sorrento,Vittoria e
Gallipoli che ha accompagnato fino alla serie B, oggi
diventato, dopo essere stato promosso a pieni voti
a Coverciano, personaggio locale importante del
calcio moderno.
Coppa Italia: il Castro non va oltre il pari
Castrovillari – Roggiano 0 – 0. E’ un Castro che non
morde e non preoccupa gli avversari quello che
scende in campo per la seconda partita di Coppa
Italia. Di fronte un Roggiano che gioca ma non convince e non impensierisce più di tanto gli avversari.
Ed il pari diventa il risultato più giusto per due compagini che si sono studiate fin troppo e si sono dimostrate contratte e mai convinte di voler fare
risultato. Fuori per infortunio il capitano Romeo ma,
il giovane Chiappetta, schierato al centro della difesa
da mister Pugliese non demerita. Bene Dentamaro a
centrocampo diventato ormai il leader in campo
della squadra e il portierino Carnevale.
Coppa Italia: Castrovillari-San Marco 3-4
Vassalli e Dentamaro portano le firme del Castrovillari che vince la prima gara di Coppa Italia ed
espugna il rettangolo di gioco di Luzzi. Non poteva
esserci esordio migliore per il tecnico Carmine Pugliese che ora si prepara alla prima uscita stagionale
casalinga con il sorprendente Roggiano (2-0 al San
Marco) prevista il 28 agosto. Per quella data probabilmente ci potranno essere importanti novità di
mercato. Il Castrovillari e il suo Ds Franco Cappuccio hanno lavorato duramente per poter costruire
una squadra competitiva. La compagine di mister
Pugliese sta pian piano prendendo una sua fisionomia grazie ad un gruppo che lavora insieme intorno
con costanza da alcune settimane. Manca ancora
qualche dettaglio e ancora si dovrebbero definire alcune trattative.
Un castrovillarese sul tetto d’Europa
Eugenio Iannelli e Alessandro Veneziano (con la guida
alpina, Beppe Villa) scalano il Monte Bianco che raggiungono alle 7.24 della mattina del 24 agosto orgogliosi e fieri per aver concluso felicemente questa
impresa e per essere stati, i primi cittadini di Castrovillari e Trebisacce a scalare il tetto d’Europa.
Soddisfazione è anche di essere riusciti ad issare il
glorioso vessillo della giovane Sezione CAI di Ca-
Vince il San Marco del presidente Belmonte la sfida
tra le “cugine” di Eccellenza in questa Coppa Italia.
Raccoglie forse più del dovuto la squadra di Del
Morgine che è brava a sfruttare nel primo tempo gli
errori difensivi degli avversari. Il Castrovillari privo di
Dentamaro con una formazione che schiera subito
ben 6 under con Ferrari e Adami in panchina, con
Pugliese che prova soluzioni e uomini in vista dell’imminente inizio di torneo. Il Castrovillari perde
ma si consola con quanto visto di buono nelle trame
di gioco.
Inizia il campionato: Isola Capo Rizzuto - Castrovillari 3-2
A San Giovanni in Fiore , domenica 11 settembre,
prima frazione di gara a favore dell’Isola Capo Rizzuto che sul neutro di San Giovanni In Fiore chiude
i primi 45 minuti in vantaggio per 2 a 0 grazie alla
doppietta dell’attaccante Francesco Rizzo che
sfrutta alla meglio le ripartenze della sua squadra.
Nella ripresa arriva anche il terzo gol per i padroni
di casa. Il Castrovillari si sveglia alla fine e realizza
l’1-3 con Adami e il 2-3 con Opoko nel finale. Nel
recupero i lupi del Pollino sfiorano il pareggio. Inizio
in salita, quindi, per il Castrovillari di Pugliese.
19
anno IX - n. 28
Due giorni per la protezione del Lupo
Lunedì 11 e martedì 12 luglio, si riunisce, a Rotonda,
presso la sede dell’Ente Parco, il primo forum permanente per gli stakeholders del Parco Nazionale
del Pollino e il Network istituzionale per la condivisione delle misure di conservazione e gestione del
lupo in Ape (Appennino Parco d’Europa).
Il progetto Life Wolfnet, che prevede lo sviluppo di
misure coordinate di protezione per il lupo in Appennino, mira a ridurre il conflitto con le attività di
zootecnia, contrastare il fenomeno delle mortalità
illegali, ridurre i rischi sanitari. Il progetto, è realizzato da Parco nazionale della Majella, Parco Nazionale del Pollino, Parco nazionale delle Foreste
Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, Provincia
dell’Aquila, Istituto Zooprofilattico Sperimentale
delle Regioni Lazio e Toscana e Legambiente.
Progressi nella raccolta differenziata
sul territorio comunale
Il Sindaco di Castrovillari, Franco Blaiotta e l’Assessore alle Politiche Ambientali, Domenico Basile, in
una nota resa alla stampa, informano i cittadini sui
continui passi avanti per la crescita della Raccolta
Differenziata. Dopo l’estensione del porta a porta a
tutta l’area urbana, sono divenute, ormai, ben note le
distinte frazioni di rifiuti interessate da questo nuovo
sistema: carta e cartone, multimateriale, indifferenziato e umido. Rimangono stradali solo la raccolta
di vetro, indumenti e medicinali. “Il dato interessante
- aggiunge da parte sua il consigliere, Francesco Condemi - è che nonostante le difficoltà per l’avvio di
questa tipologia di servizio, Castrovillari ha raggiunto
ad oggi circa il 35% di raccolta differenziata. Grazie,
poi, a questi risultati, l’Amministrazione comunale è
riuscita a ridurre del 15% la tassa rifiuti in controtendenza nazionale”. Intanto il prossimo step della
raccolta differenziata è già in atto. Infatti, gli Informatori Ambientali si stanno recando nelle zone periferiche per comunicare ai residenti le modalità di
Raccolta che verranno attuate prossimamente attraverso “i punti di prossimità”.
Errore negli avvisi di pagamento del ruolo
dell’acqua
Da un controllo effettuato dal Comune e da Equitalia E.tr. viene riscontrato un errore di calcolo intervenuto nella procedura informatica che
determina, negli avvisi di pagamento, con prima scadenza al 30 giugno 2011, per i consumi idrici dell’
anno 2010, una duplicazione del calcolo dell’IVA con
un erroneo incremento di pochi euro nelle bollette.
Equitalia E.tr. provvederà a recapitare un nuovo avviso con allegati i bollettini con l’indicazione degli
importi corretti e delle nuove scadenze. Quanti
avessero già ricevuto gli avvisi di pagamento – viene
ricordato - sono invitati a non tenerne conto ed attendere il nuovo avviso di Equitalia E.tr.. Per coloro,
poi, che avessero già effettuato il pagamento sulla
scorta degli avvisi già recapitati, sarà disposto tempestivo rimborso le cui modalità saranno appositamente comunicate senza creare nessun disagio ai
cittadini.
Dal 17 al 25 settembre
Castrovillari – Festeggiamenti religiosi in onore dei
SS. Medici – Sante Messe tutti i giorni celebrate alternativamente in rito latino ed in rito bizantino –
greco.
Domenica 18 settembre
L’Amministrazione comunale di Castrovillari inaugura la Corte ed il piano terra del Castello Aragonese – ore 18.00: conferenza dal titolo
“Conservazione e fruibilità: il Castello Aragonese di
Castrovillari” introdotta dal saluto del sindaco,
Franco Blaiotta e conclusa dall’Assessore Regionale
alla Cultura, l’onorevole Mario Caligiuri.
Lunedi 19 settembre
Castrovillari – Sala 14 del Protoconvento France-
Castrovillari, disinfestazione in città
La disinfestazione adulticida per gli insetti alati, viene
eseguita a Castrovillari, su programmazione dell’Azienda Sanitaria Provinciale, attraverso il Dipartimento di Prevenzione – Unità Operativa di Igiene
Pubblica e la collaborazione dell’Amministrazione
comunale, nella notte di giovedì 25 agosto dalle ore
24 in poi.
Concluse a Sibari e Cerchiara le attività di
bonifica dei siti contaminati da ferriti di
zinco.
La bonifica delle ferriti è ufficialmente ultimata. La
notizia giunge dal Comune di Cassano Ionio: la “Syndial”, controllata del gruppo Eni erede del polo chimico crotonese dai cui forni uscirono le ferriti
messe a dormire tra Sibari e Cerchiara, comunica di
essere giunta al termine la bonifica dei siti contaminati presenti in contrada Tre Ponti e Prainetta, nel
cassanese, ed in località Capraio, nel cerchiarese.
Emergenza incendi: forestale all’opera su più
fronti
Raccolta differenziata al 35%
Il Sindaco ai cittadini: uso parsimonioso dell’acqua
“E’ importante che si faccia un uso parsimonioso
dell’acqua specialmente in questi giorni di grande calura”. E’ l’esortazione del sindaco, Francesco Blaiotta, e degli uffici municipali preposti, che chiedono
più attenzione ai cittadini. A tale riguardo il Comando della Polizia Municipale, opportunamente interessato, da mandato ai suoi uomini di vigilare con
più attenzione sul territorio, affinché non ci sia
spreco e tutti possano usufruire adeguatamente di
questo bene. E al fine di incrementare la riserva
idrica del serbatoio cittadino e di quello rurale in
contrada Pimpinello, viene deciso che, dalla mezzanotte di giovedì 14 luglio, sino alle ore 6 di venerdì
15 luglio, l’erogazione dell’acqua verrà interrotta in
città e nelle contrade rurali Pietrapiana, Fioravanti,
Lacco, Piano delle Rose, Bianchino e Santa Venere.
da tempo. I “barbari”, quindi, tornano all’opera, distruggendo la risorsa più significativa che si possa
avere a disposizione: la natura in un’area protetta
che ha messo in piedi un notevole sistema di prevenzione incendi che negli ultimi due anni aveva dato
buoni risultati.
Personale del Corpo forestale dello Stato, è impegnato nelle operazioni di spegnimento dei vasti roghi
che interessano diversi punti della Calabria. Lo riferisce una nota della Forestale spiegando che gli uomini dei Comandi Stazione di Cerchiara, di Civita, di
Mormanno e di San Donato di Ninea, nel cosentino,
vengono impegnati nello spegnimento di vasti roghi,
alimentati da forti venti.
Il sindaco di Castrovillari, Franco Blaiotta, emette a
tale riguardo, ed a prevenzione, un’ordinanza a firma
congiunta con il Responsabile del Servizio di Protezione Civile, dr. Dario Giannicola .
Intanto, prende il via in Calabria, la quarta tappa di
‘’Non scherzate col fuoco’’, la campagna di Legambiente e Dipartimento della Protezione Civile per la
cura del patrimonio forestale e la prevenzione degli
incendi. Ad aprire l’appuntamento calabrese, sono
delle giornate di volontariato a Morano Calabro, con
l’allestimento del campo con tende e mezzi Aib nell’area San Bernardino e dimostrazioni sull’antincendio boschivo da parte di associazioni di protezione
civile, e a Castrovillari dove si svolge la conferenza
stampa di presentazione delle attività svolte il giorno
prima a Morano.
La città di Castrovillari è interessata da un aumento
delle aree per la raccolta differenziata. L’ultimo quartiere avviato, l’ottavo, ha fatto si che circa 8.000
utenti, della città siano serviti dal nuovo sistema di
raccolta. “Il servizio avviato in città - affermano gli
amministratori - è uno tra i migliori esempi calabresi, in comunità superiori ai 20.000 abitanti. Soltanto tre anni fa Castrovillari aveva parametri di
raccolta al disotto del 10%, mentre oggi grazie all’impegno dell’Amministrazione Comunale - Assessorato all’Ambiente, e all’azienda esecutrice del
servizio, si è riusciti a pianificare e regolamentare il
sistema di raccolta che ad oggi ha portato la percentuale ad oltre il 35% (dato del mese di giugno), la
più alta della storia di Castrovillari.” L’assessore all’Ambiente Basile, ricorda inoltre che “proprio grazie alla raccolta differenziata, l’Amministrazione
Comunale è riuscita ad abbattere la tassa sui rifiuti
del 15%, dato in controtendenza nazionale, ad avere
una città più pulita e ad inquinare meno la natura”.
Emergenza rifiuti
Ritornano gli incendi dolosi alle porte della
città
Atti vandalici a danno della rete sentieristica
nel Parco del Pollino
Dopo un periodo di tregua riprendono gli incendi
nell’area del Parco del Pollino, alle porte della città
di Castrovillari. Incendi sicuramente dolosi, appiccati
verso l’imbrunire al fine di impedire ai mezzi aerei
d’intervenire per tempo. Così, l’opera distruttrice
del fuoco può proseguire indisturbata per tutta la
nottata, creando una devastazione che non si vedeva
Da sopralluoghi effettuati dalla Sezione CAI di Castrovillari, si scopre che sono state asportate due
tabelle segnaletiche a Colle Gaudolino e distrutta
una tabella a Colle dell’Impiso. Ignoti gli autori del
gesto ma palesemente evidente il grande danno di
immagine che ne subisce il Parco, che si era dotato
di una rete di 34 sentieri prioritari e preliminari, e la
Sezione di Castrovillari che ha eseguito la traccia-
scano – ore 17.00 – Consiglio comunale straordinario aperto con tutti i sindaci del territorio a sostegno della vertenza “Ferrovie della Calabria” -
ed a un tema sociale, oggi molto attuale, quello dei
Desaparecidos. La mostra sarà visitabile fino al 20
ottobre 2011.
Castrovillari - Ristorante “La Perla”, in contrada
Vigne – ore 20.30 - L’Associazione “Vigne” da appuntamento ai castrovillaresi (e non), con “La vita va
presa con filosofia”, omaggio a Nino Taranto presentato da Pippo Infante, accompagnato dai virtuosismi della fisarmonica di Camillo Maffia. A fine
serata, gli spettatori saranno adeguatamente rifocillati. Ingresso euro 13,00.
Castrovillari - Sala Varcasia - ore 9.30 - Il filo
d’Arianna (Fondazione Onlus), con il patrocinio dell’
Amministrazione Comunale di Castrovillari presenta
il convegno su “Diagnosi precoce delle malattie psichiatriche”
Sabato 24 settembre
Crotone - Kroton Art Gallery (via Torino 105) Mostra personale dell’artista italo/argentino Salvador Gaudenti, venti opere inedite, dedicate al Tango,
tura e la segnaletica dei sentieri. Eugenio Iannelli Presidente della Sezione del Club Alpino Italiano di
Castrovillari – dichiara che il danno più grande, tuttavia, lo subiscono i numerosi escursionisti e appassionati di montagna che desiderano camminare e
vivere il nostro Parco e che necessitano di essenziali indicazioni sul sentiero, sulla direzione di marcia
e sulle località che intendono visitare come normalmente accade in tutti gli altri Parchi d’Italia. “La modalità dell’atto, continua Iannelli, fa pensare ad una
azione scientemente pianificata per evitare che i sentieri indicati in tabella vengano percorsi generando
disorientamento negli escursionisti. Evidentemente
esistono, tuttora, nel nostro Parco, delle forti resistenze alla diffusione della pratica dell’escursionismo
e alla crescita del turismo naturalistico e culturale
del nostro territorio. Come responsabili della rete
sentieristica – conclude Iannelli - abbiamo denunciato alle autorità competenti l’accaduto chiedendo
una maggiore vigilanza e controllo. Provvederemo
immediatamente al ripristino delle tabelle ma al contempo denunciamo pubblicamente questi atti come
vili e indecorosi che nuocciono gravemente alla crescita culturale ed economica del nostro territorio.
Castrovillari – Festeggiamenti civili in onore dei SS.
Medici – ore 17.30 – “Mangiamuni i vecchiaredde di
Santi Midici” in collaborazione con il Fornaretto –
Dalle ore 18.00, esposizione di mezzi storici a cura
dell’Associazione Vespa Club “Castrum Villarum”.
Alle ore 21.30, concerto di musica etno-popolare
dei “Taranta Nova”.
L’Assessore all’Ambiente, Domenico Basile, afferma
che “ in questi giorni, ancora una volta, la discarica
indicata dall’ufficio del Commissario (Rossano calabro) non è riuscita a smaltire tutti i quantitativi giornalieri, previsti nel ciclo di lavorazione, dei Comuni
che conferiscono in essa. E’ questa la causa per la
quale il Comune di Castrovillari ha subìto l’ennesima
emergenza rifiuti. Infatti – ricorda l’Assessore- i veicoli dell’azienda esecutrice del Servizio , per ben
quattro giorni, non sono riusciti a scaricare i compattatori , adibiti alla raccolta dell’indifferenziato, con
conseguente impossibilità da parte della ditta allo
svuotamento dei cassonetti stradali.”
A tal riguardo – precisa, concludendo Basile- sino a
quando Castrovillari non si doterà di una propria discarica di servizio, atta a raccogliere tutti i rifiuti che
oggi non sono differenziati, non riuscirà ad avere
l’autosufficienza territoriale.”
Domenica 25 settembre
Castrovillari – Festeggiamenti civili in onore dei SS.
Medici – Ore 21.00: direttamente da “Ti lascio una
canzone”, Silvia Biondi. Ore 22.00: … sulla scia di
Gigi D’Alessio, “Giuseppe Greco Live Tour”.
Castrovillari – Teatro Sybaris - ore 21.00 - La Parrocchia dei Sacri Cuori presenta” Galà Lirico” con
il soprano Rosaria Buscemi su musiche di Bellini,
Verdi Puccini, Donizetti - L’evento è organizzato in
favore del completamento dei lavori interni della
Chiesa dei Sacri Cuori.
Lunedi 26 settembre
Castrovillari – Festeggiamenti civili in onore dei SS.
Medici – ore 22.00 – Rita Forte in concerto.
Fly UP