...

I dati dei pendolari. Meno treni in ritardo

by user

on
Category: Documents
5

views

Report

Comments

Transcript

I dati dei pendolari. Meno treni in ritardo
12345
LA STAMPA
GIOVEDÌ 7 GENNAIO 2016
.
Novara e provincia .41
In breve
La storia
Arona
I dati dei pendolari
Meno treni in ritardo
CINZIA BOVIO
AGRATE CONTURBIA
1 Un treno su quattro in ri-
C
ulla i cinghiali e riabilita i cani ciechi. Alessandra Motta è responsabile del rifugio «Miletta» di Agrate Conturbia,
tre ettari di proprietà tutti
dedicati agli animali. Liberamente convivono cani e gatti, maiali e cinghiali, pecore,
mucche e anche una nutria. I
volontari aiutano gli animali
più sfortunati, maltrattati e
con handicap: in tre anni,
l’associazione è riuscita a
farne adottare più di 100. E
dal 16 gennaio il sito diventerà anche Cras, Centro recupero animali selvatici, grazie
a una convenzione con la
Provincia.
Come i nonni
Alessandra Motta è sempre
stata a contatto con gli animali, una passione ereditata
dai nonni materni. Il nonno
Michele Addis, veterinario,
ha eseguito il primo cesareo
su un cavallo in Italia. La
nonna, che da piccola chiamava «miletta», ha dato il nome al rifugio. Vissuta a Milano fino ai 18 anni, Alessandra
ha abitato a «La Torbiera» di
Agrate Conturbia per diversi
anni con l’ex marito, proprietario del parco faunistico. Poi
ha creato il rifugio in via Visconti: «Sono educatrice cinofila, ma conta sapere
ascoltare gli animali: ci parlano con il loro corpo e ci capiscono. Alla “Miletta” non
esiste la cattività. Accogliamo gli animali abbandonati e
con vissuti drammatici: ci
chiamano da tutta Italia.
Conto su una decina di volontari, sul mio compagno Giorgio Muratore, su Alessandra
Salsa che fa conoscere sempre di più il rifugio e sull’opera di Emiliano Amadeo». La
scelta di vita di Alessandra è
senza compromessi: «Il rifugio è antispecista: rifiutiamo
l’idea della superiorità della
specie umana sulle altre specie animali. Siamo vegani».
Alessandra si dedica completamente a questa attività, ma
non vive di questo: «Ogni donazione è destinata al mantenimento del rifugio».
Da tutta Italia
«Due anni fa ci chiamarono
per un caso disperato da Taranto, un rottweiler in fin di
vita di cui parlarono anche i
media. Thelma ce l’ha fatta
ed è stata adottata». Era sta-
Alessandra
Motta
Educatrice
cinofila
ha aperto
il rifugio
Miletta
in via Visconti
ad Agrate
Conturbia
Il centro
va avanti
grazie
a raccolte
fondi
e offerte
Cani, asini, caprette
Nel rifugio convivono cani e gatti,
maiali e cinghiali, pecore, mucche
e anche una nutria.
Al centro arrivano richieste da tutta
Italia per accogliere e curare animali
feriti abbandonati
o affetti da handicap
L’educatrice che culla i cinghiali
“Qui ridiamo vita agli animali”
Il rifugio Miletta di Agrate Conturbia ora accoglierà anche i selvatici
in un canile dopo la morte della
sua padrona e tanti altri.
«Ognuno ha la propria personalità. Bisogna imparare ad
ascoltare le loro esigenze. Susie, ad esempio, è un cinghiale
di un anno e vuole addormentarsi mentre la cullo».
Tre progetti e il Cras
3
ettari
È l’estensione dell’area
a disposizione del rifugio
Qui gli animali
vengono ospitati in libertà
I volontari dell’associazione Perini hanno donato farmaci al rifugio
ta trascinata con l’auto: una
serie di interventi, anche di
chirurgia plastica, le hanno
salvato la vita. Un altro rottweiler trovato a Mazzara del
Vallo è arrivato in condizioni
disperate: Alma aveva piaghe
GHEMME, ERA SCAPPATA SPAVENTATA DAL RUMORE
La cagnolina fuggita per i botti di Capodanno
trovata 6 giorni dopo grazie all’appello sui social
Di nuovo
a casa
MARCELLO GIORDANI
GHEMME
Scappa da casa terrorizzata
per i botti della notte di Capodanno, e ieri è stata ritrovata
a qualche chilometro dal paese. Protagonista della vicenda
è Kira, una cagnolina di proprietà della famiglia Crepaldi,
di Ghemme. La notte di San
Silvestro l’animale è rimasto
spaventato a causa degli
scoppi di petardi e mortaretti
ed è fuggito.
I proprietari hanno lanciato subito un appello sui social
network e del caso si è occupata anche l’Anpana (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente). C’è chi ha ipotizzato che la
La cagnetta
Kira
era scappata
spaventata
dai botti
la notte
di S.Silvestro
cagnolina fosse già stata ritrovata e portata in qualche canile
vicino, ma non era così. Alla ricerca di Kira si sono messi alcuni cacciatori, moltissimi volontari e gli amici dei social, fin-
chè il cane è stato ritrovato alle
porte di Sizzano, stremato ed
impaurito, ma salvo. Naturalmente è stato riportato subito a
casa e visitato dal veterinario.
12BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI
ovunque: è adottabile a distanza. Le storie sono raccontate,
con nome e dettagli, sul sito
web e sulla pagina Facebook
dell’associazione. C’è Luna,
pastore tedesco, nata cieca e
abbandonata, poi Billy lasciato
«Vivere di naso toccando la vita» è il progetto dedicato ai cani ciechi: «Hanno una speciale
ricchezza emotiva e sono straordinari comunicatori. Li reinseriamo in un contesto familiare e insegniamo anche a chi li
adotta come sostenerli: quattro sono già stati adottati, qui
ne abbiamo sei».
Il progetto «Lapo» è per i
cani con handicap: «Ora ne abbiamo due: evidenti i progressi». Il terzo progetto chiamato
«Antares» punta sul recupero
comportamentale dei cani aggressivi: «Cerchiamo di ricostruire in loro la fiducia».
A giorni il rifugio diventerà
anche Cras della provincia:
«Ci occuperemo di animali selvatici esclusi gli uccelli, di cui
si prende cura l’Anpana. Responsabile sanitario sarà il veterinario Nico Tavian con Noemi Mandelli».
12BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI
tardo nel mese di dicembre
sulla linea Milano-Arona-Domodossola. Continua il puntuale monitoraggio da parte
del Comitato amici pendolari
della tratta: «Su 1.342 convogli - dice la vice presidente Lisa Tamaro - la percentuale
dei ritardi si attesta su un ottimo 27,7%, con indice di puntualità del 72,3%». Diminuite
anche le soppressioni: nell’ultimo mese sono state 7, mentre a novembre erano risultate 10: «Dopo nostra segnalazione il treno “maglia nera”
che parte da Milano alle 18.29
che aveva una percentuale di
ritardi pari al 90%, a dicembre ha viaggiato in ritardo solo 9 giorni». Intanto, il Comitato ha chiesto chiarimenti a
Trenord e Regione Lombardia per la mancata erogazione del bonus per i ritardi di
[C.BOV.]
ottobre.
Arona
Università delle tre età
Ripartono i corsi
1 Ripartono
i 66 corsi dell’Università delle tre età di
Arona con oltre 600 iscritti.
L’accademia aronese presieduta da Franco Filipetto ha
compiuto 30 anni. Il lunedì si
tengono i corsi di Eccellenze
agroalimentari, letteratura
francese, il martedì arte e
storia, arte e cultura del Vergante, il mercoledì trucco, cineforum, storia delle religioni, Educazione alla salute, il
giovedì filosofia, geografia,
etica. Il venerdì giardinaggio
e scrittura, ad aprile inizia
anche il corso di alimentazione. In programma anche laboratori dalla pittura alla fotografia, poi yoga, balli, grafologia, informatica, lingue.
Informazioni su www.unitrearona.it.
[C.BOV.]
Borgomanero
Cordoglio per Tamagni
Farmacista e showman
1 Ha suscitato grande cor-
doglio a Borgomanero la
scomparsa di Andrea Tamagni. Aveva 72 anni ed era originario di Novara, ma era noto a Borgomanero perché
aveva lavorato per anni alla
farmacia Pezzana di corso
Roma. Grande appassionato
di musica, era stato un vero
showman e aveva presentato
più volte la Sagra dell’Uva.
Aveva vinto nel 1978 la prima
edizione del festival dell’umorismo, «Cusio ride».
[M. G.]
Fly UP