...

PARERE SU VARIAZIONI DI BILANCIO

by user

on
Category: Documents
6

views

Report

Comments

Transcript

PARERE SU VARIAZIONI DI BILANCIO
COMUNE DI
ARCINAZZO ROMANO (RM)
REVISORE UNICO
PROT. 08/2015
DATA: 11/06/2015
L'Organo di Revisione economica-finanziaria del comune intestato, al fine di rendere concreta la
collaborazione con il Consiglio Comunale nella sua funzione di controllo e di indirizzo, così come
prescritto dall'art 239, comma 1, del TUIR 18/08/2000 N. 267;
Vista la deliberazione di G.C. n. 3 del 22/01/2015 “DETERMINAZIONE FONDO RISORSE
DECENTRATE ANNO 2015 (RISORSE VARIABILI) con la quale veniva deciso di non
incrementare le risorse variabili destinate al trattamento accessorio del personale;
Vista la determinazione n. 28 del 14/02/2015 con la quale è stato costituito il fondo per risorse per
lo sviluppo delle risorse umane e per la produttività anno 2015;
Vista la determinazione n. 47/2015 che rettificava l'importo del Fondo indicato nella precedente
determinazione.
Visto l'art. 5, comma 3, del C.C.N.L. 01/04/1999 che, nel testo come sostituito dall'art. 4, del
C.C.N.L. 22 gennaio 2004. Testualmente recita: "il controllo sulla compatibilità dei costi della
contrattazione collettiva decentrata integrativa con i vincoli del bilancio e relativa certificazione
degli oneri sono effettuati dal collegio dei revisori dei conti ovvero, laddove tale organo non sia
previsto, dai servizi di controllo interno secondo quanto previsto dall'art. 2 del D. Igs. 30 luglio
1999 n. 286. A tal fine, l'ipotesi di contratto collettivo decentrato integrativo definita dalla
delegazione trattante è inviata entro cinque giorni a tali organismi, corredata da apposita relazione
illustrativa tecnico-finanziaria. In caso di rilievi da parte dei predetti organismi, la trattativa deve
essere ripresa entro cinque giorni. Trascorsi 15 giorni senza rilievi, l'organo di governo dell’'ente
autorizza il presidente della delegazione trattante di parte pubblica alla sottoscrizione definitiva del
contratto ";
Visto, inoltre, l'art. 40, comma 3 del d. Igs. 30/03/2001, n. 165 (testo unico pubblico impiego)
prevede, che "le pubbliche amministrazioni non possono sottoscrivere in sede decentrata, contratti
collettivi integrativi in contrasto coni vincoli risultanti dai contratti collettivi nazionali o che
comportino oneri non previsti negli strumenti di programmazione annuale e pluriennale di ciascuna
amministrazione. Le clausole difformi sono nulle e non possono essere applicate ";
Visto l'art 48, comma 6 dello stesso decreto prosegue sancendo che "il controllo sulla compatibilità
dei costi della contrattazione collettiva con i vincoli di bilancio ai sensi dell'art. 40, comma 3, è
effettuato dal collegio dei revisori ";
Visto lo statuto comunale vigente;
Visto il D. Igs 18/08/2000 n. 267, recante: " Testo Unico delle leggi sull'ordinamento degli enti
locali";
Esaminati attentamente l’atto suddetto e constatato che il fondo comporta una spesa di € 30.977,01.
1
COMUNE DI
ARCINAZZO ROMANO (RM)
REVISORE UNICO
PROT. 08/2015
DATA: 11/06/2015
Richiamato l'art. 56, comma 3-sixies, del D. Lgs. n. 150 del 27 ottobre 2009. Testualmente recita:
"A corredo di ogni contratto integrativo le pubbliche amministrazioni, redigono una relazione
tecnicofinanziaria ed una relazione illustrativa, utilizzando gli schemi appositamente predisposti e
resi disponibili tramite i rispettivi siti istituzionali dal Ministero dell'economia e delle finanze di
intesa con il Dipartimento della funzione pubblica. Tali relazioni vengono certificate dagli organi di
controllo di cui ali 'articolo 40-bis, comma 1 ";
Lo scrivente organo di Revisione espone i seguenti
RILIEVI
- Come già denunciato in sede di Certificazione Relazione Illustrativa e relazione tecnico
finanziaria Contrattazione decentrata anno 2014, lo scrivente organo non è stato messo
dall'Amministrazione Comunale nella possibilità di verificare la corrispondenza tra le somme
presenti nella Relazione ai contratti integrativi che concorrono alla costituzione del Fondo Risorse
Decentrate ed a quelle indicate nel prospetto degli utilizzi rispetto a quanto stabilito dal CCNL di
riferimento nonché a specifiche norme di Legge;
- Anche per l'anno 2015 lo scrivente organo non è stato messo dall'Amministrazione Comunale
nella possibilità di verificare la corrispondenza tra le somme presenti nella Relazione ai contratti
integrativi che concorrono alla costituzione del Fondo Risorse Decentrate ed a quelle indicate nel
prospetto degli utilizzi rispetto a quanto stabilito dal CCNL di riferimento nonché a specifiche
norme di Legge;
- Lo scrivente Organo di Revisione non ha ottenuto quanto richiesto con le PEC del 23/03/2015 e
09/06/2015 rispettivamente “richiesta di compilazione nota metodoligica ARAN” e “richiesta
attestazione responsabile contrattazione decentrata”;
- L’Organo di Revisione ha richiesto e non ottenuto l’attestazione del sistema di valutazione delle
prestazioni e dei risultati conseguiti coerenti con i principi recati dal D.lgs 150/2009. (Ai sensi del
comma 2 dell’art. 18 del d.lgs 150/2009, non si può procedere alla distribuzione delle risorse
incentivanti in assenza di verifiche e attestazioni sui sistemi di misurazione e valutazione adottate ai
sensi del citato decreto).
- L’Organo di Revisione ha richiesto e non ottenuto il Piano delle Performance e degli strumenti di
programmazione.
- L’Organo di Revisione ha richiesto e non ottenuto la certificazione annuale delle risorse ex art. 15,
comma 1, lett. b) o c) da parte dei servizi controllo interno o nuclei di valutazione (OIV), e la
certificazione sul raggiungimento degli obiettivi PEG da parte del servizio di controllo interno.
Ne consegue quindi che il parere del revisore potrà attenere unicamente alla compatibilità dei costi
2
COMUNE DI
ARCINAZZO ROMANO (RM)
REVISORE UNICO
PROT. 08/2015
DATA: 11/06/2015
(sostanzialmente la copertura finanziaria) e non certo la sua legittimità e regolarità rispetto alle
norme del contratto collettivo;
A seguito di quanto sopra esposto,
CERTIFICA
I costi della contrattazione decentrata di cui in premessa, ammontanti a complessivi EURO
30.977,01 SONO COMPATIBILI CON I VINCOLI DI BILANCIO IN QUANTO VI E'
CAPIENZA NEGLI APPOSITI STANZIAMENTI DI BILANCIO PER FAR FRONTE AGLI
ONERI DERIVANTI DAL FONDO e sono rispettosi delle norme e dei limiti imposti dalla
legislazione nazionale in materia di spesa del personale .
RAMMENTA
-
L’ente ha l’obbligo di trasmissione dei contratti decentrati alla Corte dei conti, per il tramite
della Ragioneria generale dello Stato.
-
L’ente ha l’obbligo di trasmettere all’Aran ed al Cnel per via telematica, entro cinque giorni
dalla sottoscrizione, il testo contrattuale con l’allegata relazione tecnico-finanziaria ed illustrativa e
con l’indicazione delle modalità di copertura dei relativi oneri con riferimento al bilancio annuale e
pluriennale.
-
L’ente ha l’obbligo di pubblicazione sul sito internet dell’ente degli atti della contrattazione
integrativa.
La presente certificazione viene tempestivamente trasmessa, per i provvedimenti di competenza:
- al Segretario Comunale dell’Ente;
- al Responsabile del Servizio Finanziario.
L’organo di revisione contabile
Dott.ssa Lisli Ranucci
3
Fly UP