...

La metodologia della scienza politica: concetti, indicatori

by user

on
Category: Documents
6

views

Report

Comments

Transcript

La metodologia della scienza politica: concetti, indicatori
La metodologia della scienza
politica: concetti, indicatori,
classificazioni, tipologie
1
Le fasi della ricerca politica
• Di fronte ad un fenomeno che vogliamo
spiegare, c’è un percorso fatto di passi:
1.
2.
3.
4.
Definire il problema/il quesito della ricerca
Individuare la teoria rilevante per il problema
Da questa derivare delle implicazioni/ipotesi
Raccogliere le informazioni per controllare le
ipotesi
5. Controllare le ipotesi
2
Metodologia: che cosa è
• La metodologia è la logica del metodo di ricerca,
ovvero…
• …l’insieme delle procedure logiche inerenti la
formulazione delle ipotesi di ricerca; la
formazione e il trattamento dei concetti; la scelta
dei casi e delle variabili; le modalità del controllo
empirico
– tutto questo al fine di minimizzare gli errori di
interpretazione della realtà e massimizzare l’oggettività
dell’argomentazione scientifica
• È solo partendo dal sostantivo “scienza” che è
concretamente possibile studiare l’aggettivo
“politica”
3
I concetti
• I concetti sono immagini mentali socialmente
condivise che ci permettono di categorizzare la
realtà, ovvero di trattare un insieme di cose come in
qualche modo equivalenti
• I concetti combinano due informazioni:
– Informazioni relative agli oggetti/unità a cui si si
riferisce e che determinano la denotazione/estensione
di un concetto
– Informazioni relative alle proprietà che
caratterizzano questi oggetti rispetto ad altri e che
determinano la connotazione/intensione di un
concetto
4
La scala di astrazione di un concetto
• Una regola generale: + intensione ⇔ − estensione
-
co
+
n
t
o
n
a
n
de
-
n
o
i
z
o
ta z
e
i
+
e
n
o
Partito politico
Partito politico di destra
Partito politico di destra anti-sistema
Partito politico di destra anti-sistema presente alle elezioni legislative
italiane
Partito politico di destra anti-sistema presente nelle elezioni legislative italiane
nel 1996
5
I criteri da soddisfare (parte I)
•
I concetti sono l’unità fondamentale di
analisi, e devono per questo soddisfare
due criteri:
1. Problema di concettualizzazione: i concetti
nella scienza devono specificare con
precisione le proprietà che caratterizzano gli
oggetti che in essi rientrano
– ambiguità; vaghezza; stiramento dei concetti
6
I criteri da soddisfare (parte II)
2. Problema di operazionalizzazione: i
concetti devono essere in grado di
descrivere la realtà empirica, ovvero devono
riferirsi a qualche cosa di osservabile
– Operazionalizzazione: i diversi passaggi
attraverso cui si attribuisce un contenuto
empirico a concetti non immediatamente
osservativi (Bruschi 1999)
7
L’operazionalizzazione e gli indicatori
•
•
I concetti astratti non sono utilizzabili
direttamente: l’esempio del concetto di
“democrazia”
Occorre introdurre degli indicatori: gli
indicatori sono concetti più vicini alla realtà
empirica, rappresentando il ponte tra il
concetto più astratto e i suoi referenti
empirici
8
Concetti e variabili (parte I)
•
•
Grazie all’operazionalizzazione, possiamo
passare da un concetto ad una variabile
Una variabile è un concetto che possiede
due caratteristiche:
1. Si riferisce a qualcosa di osservabile e quindi
di empirico
2. Varia (i casi esaminati, nella realtà, si
differenziano tra loro nel possesso delle
proprietà a cui il concetto fa riferimento)
9
Concetti e variabili (parte II)
•
Tre livelli di misurazione (e di variabili):
– Nominale (una proprietà è presente o
assente): es. genere, occupazione
– Ordinale (differenza di grado): es. titolo di
studio, grado di accordo o disaccordo
– Quantitativa (differenza numerica): es.
reddito, età
10
Classificazioni e tipologie
• La classificazione è un’operazione di
individuazione di un criterio distintivo di
differenziazione tra diverse realtà e di
attribuzione di quelle realtà alle singole
classi
• La tipologia è una classificazione
multidimensionale ossia con più di un
criterio distintivo
11
Dischi venduti (in milioni)
Una tipologia di gruppi musicali (anni 80)
Duran Duran
U2
(pop famosi)
(rock famosi)
Go West
Hoodoo Gurus
(pop poco conosciuti)
(rock poco conosciuti)
pop
rock
Tipo di musica della band
12
Le regole di Mill per la classificazione (1843)
1. L’esclusività: la classificazione deve essere
formulata in modo che ogni oggetto deve
appartenere esclusivamente a una classe e non può
appartenere contemporaneamente anche a un’altra
2. L’esaustività: le classi che scaturiscono dall’azione
di classificazione devono comprendere tutti gli
oggetti o realtà assumibili entro il fenomeno più
generale che si sta studiando
• Nel caso di una tipologia occorre anche che gli
ulteriori criteri usati nel costruire i tipi non si
sovrappongano neanche in parte al primo criterio
13
Definizione di “modello”
• Nozione in cui diverse dimensioni ovvero
caratteristiche sono unitariamente connesse senza
che vi sia una classificazione o una tipologia vera
e propria con l’indicazione esplicita di criteri
discriminanti
• Vantaggio: evitare le rigidità imposte da un
corretto uso della logica classificatoria
• Un esempio: i modelli di democrazia
maggioritaria e consensuale di Lijphart (1999);
modelli di regimi autoritari; modelli di partito
14
Testi di riferimento per la lezione
• Gianfranco Pasquino, Nuovo corso di scienza
politica, Il Mulino, Bologna, 1997, cap.2
• Maurizio Cotta - Donatella Della Porta - Leonardo
Morlino, Scienza politica, Il Mulino, Bologna, 2001,
cap.2
15
Fly UP