...

E vedrete che coppia saremo Christian De Sica e io

by user

on
Category: Documents
14

views

Report

Comments

Transcript

E vedrete che coppia saremo Christian De Sica e io
OSCETE? È LORELLA CUCCARINI, LA PIÙ AMATA D
I
ALIA
I
E vedrete che coppia saremo Christian De Sica e io
di Aldo Dalla Vecchia.
Foto Rino Petrosino
ice Lorella
Cuccarini
che il segreto
del suo stupefacente
cambio d'immagine è
tutto nel nuovo taglio di
capelli. Noi le crediamo
senz'altro mentre ne
ammiriamo il primo
piano qui a lato (l'ovale
perfetto, la pelle di pesca, non una ruga, gli
zigomi che paiono scolpiti dal Canova). In queste settimane «la più
amata dagli italiani»
torna fra noi dopo un
periodo nel cono d'ombra. Con Christian De
Sica, è sul set della fiction «Lo Zio d'America
2», in lavorazione per
Raiuno; inoltre prepara
il gran rientro a teatro
con il musical «Sweet
Charity», dal 5 maggio
in scena a Milano.
I
continua a pag. 48
Su Raiuno in autunno
Lorella Cuccarini (Roma. 10/8/1965,
Leone). Con Christian De Sica, è sul
set de «Lo Zio d'America 2», una
fiction che andrà in onda in autunno
su Raiuno. Nel cast, ci sono anche
Eleonora Giorgi e Rosanna Banfi.
Cominciò tutto il 14 febbrai
| Da showgirl a spalla comica in «Odiens»
Sono passati appena tre anni dal debutto televisivo con «Fantastico 6»,
e Lorella Cuccarini è già una stella di prima grandezza. Eccola a «Odiens»,
il varietà satirico di Antonio Ricci in onda su Canale 5. Con lei, da sinistra,
Gianfranco D'Angelo (69 anni), Sabrina Salerno (38) ed Ezio Greggio (51).
^Qj£| Un esordio «Fantastico»
È il 14 febbraio 1985 quando Pippo Baudo nota una
giovanissima Lorella Cuccarini a una convention.
A ottobre la farà debuttare a «Fantastico 6» su Raiuno.
Look acqua e sapone, Lorella surclassa l'altra bellezza
della trasmissione, Galyn Gorg (39 anni, sotto a destra).
• continua da pag. 47
L'impressione, intervistandola, è di avere di fronte un personaggio più unico che
raro, nel mondo dello spettacolo, una che
dal vivo è esattamente come l'abbiamo
sempre vista in tv: simpatica, alla mano,
per niente montata.
A che cosa è dovuto un cambiamento
d'immagine così sorprendente?
«Il taglio di capelli aiuta molto. In effetti è un cambio radicale: nell'acconciatura,
ma anche nel colore, che ho cercato di rendere più naturale. Per questa parte, Ros-
48
sella (Izzo, regista de «Lo Zio d'America
2», ndr) mi voleva più donna».
Qual è il suo ruolo nella fiction?
«Sono Francesca, una ragazza molto appariscente e dalla vita movimentata, che
a causa di un incidente ha dovuto rinunciare alla carriera di ballerina e all'amore,
e adesso fa la panettiera. Fino a quando
irrompe nella sua vita il conte Massimo
Ricciardi, alias Christian De Sica... ».
Come si trova sul set con De Sica?
«Sono innamorata professionalmente di
lui da anni. E sono felice di avere questa
La prima volt
da attrice
Precisa, pignola
e perfezionista
come sempre,
la Cuccarini non
ha un gran ricordo
della sua prima
performance
d'attrice, nella
fiction «Piazza
di Spagna» in onda
su Canale 5 dal 26
gennaio (nella
foto è con Lorenzo
Flaherty, 38 anni):
«II cast era stellare,
la regia del grande
Florestano Vancini.
Però, era la mia
prima volta,
e secondo me
si vedeva».
opportunità perché è un uomo e un compagno di lavoro piacevolissimo. Lo sento
molto vicino perché anche lui ha scelto di
sviluppare la carriera a 360 gradi».
Questo è anche l'anno del suo grande
ritorno a teatro con «Sweet Charity».
«Debuttiamo il 5 maggio al Teatro della
Luna di Milano. Amo "Sweet Charity" da
sempre: la prima volta che l'ho visto non
avevo neanche 18 anni. Solo che un personaggio così, quando sei troppo giovane,
non lo puoi fare. Adesso, finalmente, ho
l'età e mi auguro di essere all'altezza. Pro-
985. Quel giorno, durante una convention, Pippo Baudo.
A Sanremo con il pigmalione
Una coppia storica
La Cuccarìni presenta il «Festival
di Sanremo» con il suo pigmalione
Pippo Baudo (69 anni). Al Festival,
3 anni prima, Lorella aveva avuto una
grande delusione: il suo brano
«La prima notte senza lui» era stato
bocciato. Di Baudo dice: «Per me ha
rappresentato il classico treno
che passa una sola volta nella vita».
Da «Una sera c'incontrammo»
(1989) a «Paperissima» (2000,
foto a lato), targati Canale 5,
Lorella Cuccarini e Marco
Columbro (55 anni) hanno
attraversato a braccetto
un decennio diventando
la coppia simbolo della tv.
«Dopo Sandra e Raimondo»
dice Lorella «veniamo noi».
E ora, «Brillantina»...
Un'insolita Cuccarini
boccoluta e di pelle vestita,
ma solo per esigenze
di scena. Con lei c'è
Giampiero Ingrassia
(44 anni), suo partner
in uno dei più grandi
successi teatrali
italiani. Il loro
«Grease»
ha battuto ogni
record al botteghino,
rimanendo a lungo
in cartellone: 2 ore
e mezza di spettacolo
ogni sera, 320
repliche,
oltre 400.000
spettatori.
Accanto allo «Zio» Christian
Nuova fiction per Lorella. Questa volta,
la vediamo nel ruolo dell'esuberante
Francesca, a fianco di Christian De Sica
(55 anni), sul set de «Lo Zio d'America 2»,
attualmente in lavorazione per Raiuno.
fessionalmente parlando, lo considero il
mio esame di laurea».
A proposito di laurea, come vanno i
suoi studi?
« Dopo aver preso la maturità linguistica
da privatista, mi sono iscritta all'università, facoltà di Lettere e filosofia con indirizzo giornalismo. Vorrei prendere la laurea prima di diventare nonna».
Nel 2005 ha compiuto 40 primavere.
Che anno è stato?
«È stato un anno di transizione e l'anno
della libertà nella mia vita professionale.
La scadenza del contratto con la Rai ha
rappresentato la libertà ritrovata. Finalmente ho potuto tornare a prendere delle
decisioni per conto mio».
Uno dei grandi successi di questa stagione è stato «Ballando con le stelle»
con Milly Carnicci. Ma la prima a inaugurare questo filone era stata lei, con
«Campioni di ballo».
«Mi fa piacere che qualcuno se ne ricordi. Tutto nacque per caso all'interno dell'edizione di "Buona domenica" del 1995,
dove c'erano delle sfide di ballo fra giova-
ni campioni. Le loro esibizioni erano i momenti più seguiti della trasmissione, così,
a un certo punto, ci venne chiesto di farne
una prima serata per Retequattro. "Campioni di ballo" ha avuto ascolti altissimi. E
in seguito, in "30 ore per la vita", abbiamo
ripreso la formula, abbinando a ogni campione di ballo un personaggio famoso».
L'altro grande successo di quest'anno
è la «Domenica in» di Pippo Baudo, il
suo pigmalione.
«Con Pippo ci sentiamo spesso al telefo• continua a pag. 51
49
LA CURIOSITÀ
• continua da pag. 49
no. Lo considero un papa, non soltanto
artistico. Pippo mi ha cambiato la vita,
dandomi l'opportunità di entrare nello
spettacolo dalla porta principale. Che
dire ancora di lui? Che è molto affettuoso, che è sempre presente. E che non
posso che augurarmi una camera grande come la sua».
E l'altro suo pigmalione, Antonio Rìcci?
«Con Antonio ci sentiamo pure,
ma è un rapporto diverso, basato
sull'ironia. Quando mi chiamò per
"Odiens", dovevo rappresentare l'elemento da dissacrare. Io ho capito subito qual era il gioco, lui ha
capito che con me poteva tentare
una chiave diversa. Grazie ad Antonio è venuta fuori una parte di
me che non era mai venuta fuori
prima: non più semplicemente la
showgirl, ma la spalla comica. E
ha funzionato. Prima con Ezio
Greggio e Gianfranco D'Angelo, poi con
Marco Columbro».
Con Columbro siete stati «la coppia
televisiva» degli Anni Novanta.
«È vero: dopo Sandra e Raimondo ci
siamo noi. Con Marco c'è un legame affettivo molto forte. Non è solo questio-
Martedì
set di una fiction, le prove di un musical, un marito e 4 figli piccoli. Dove trova l'energia?
«Continuano ad affibbiarmi questa fama da Wonder Woman, ma è poco realistica. Diciamo che ho una lata meravigliosa, e che cerco di esserci per le cose che contano».
Quando ha debuttato in tv, l'hanno definita la nuova Carrà. Lei ora
intravede la nuova Cuccarini?
«Le dico di no, non perché non ci
sia, ma perché la televisione non è più
in grado di proporre personaggi di
questo tipo. Io sono sicura che in giro c'è la nuova Cuccarini, però non ha
la possibilità di farsi conoscere. Oggi
un personaggio che voglia seguire la
mia strada, o fa teatro o va all'estero».
È vero che ha avuto come insegnante di ballo Enzo Paolo Turchi?
«Ho studialo prima con il fratello,
Flavio, e poi con Enzo Paolo. E devo dire che la tecnica e la disciplina
che mi hanno dato me le porterò sempre
dietro. Questa disciplina ferrea rappresenta il mio punto di forza, ma un po' anche il mio limite. Mi piacerebbe, ogni tanto, poter uscire dagli schemi. Il problema è che, se si nasce quadrati non si può
diventare tondi».
•
Che cos'hanno in comune Lorella Cuccarmi,
Federico Fellini e Bob Fosse? La risposta
è «Sweet Charity», il musical di Fosse che
vede il ritorno sulle scene della Cuccarini
(sotto con il regista Saverio Marconi
e il coreografo Luca Tommassini).
Per il musicai e il film che ne segui. Fosse
si ispirò a «Le notti di Cabina» di Fellini.
ne di lavoro. Ci sono esperienze di vita in
comune che ti legano per sempre. L'ultima volta l'ho sentito pochi minuti fa».
Quando tornerete in coppia?
«Non prestissimo, perché al momento
siamo entrambi impegnati con il teatro».
In queste settimane lei si divide fra il
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
sette giorni su sette, Light Step.
Tutti i giorni un modello diverso per essere
alla moda in ogni occasione. Light Step:
collezione nuova, comfort e qualità di sempre.
GrtsDort Store - Via Dame. 16 -Milane e nei mignon negozi di calzature.
Fly UP