...

Istruzione, nomina regionale per il preside Semeraro

by user

on
Category: Documents
8

views

Report

Comments

Transcript

Istruzione, nomina regionale per il preside Semeraro
Dalla GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
FRANCAVILLA
È DIRIGENTE DELL'ITIS FERMI
Istruzione, nomina
regionale
per il preside Semeraro
I Gli studenti dell'istituto tecnico [foto Mario Gioia 4 ]
DAMIAMO BALESTRA
? FRANCAVILLA FONTANA.
Nominato, unico preside della
provincia di Brindisi, nell'organo
collegiale a composizione mista
per «un migliore coordinamento
d'esercizio delle funzioni pubbliche in materia dì istruzione», il
prof. Giovanni Semeraro, dirigente scolastico dell'Itis «Enrico
Fermi» di Francavilla Fontana.
Semeraro, insieme alla prof. Cecilia Pirolo dell'Ite Romanazzi di
Bari, faranno parte di questo organo collegiale a composizione
mista, con rappresentanti dello
Stato, della Regione e delle autonomie territoriali interessate
proprio per coordinare meglio le
attività delle realtà scolastiche
con l'esperienze dell'extra scuola.
Al preside Semeraro è stato
quindi affidato il compito, insieme agli altri componenti della
commissione, del «coordinamento delle attività gestionali di tutti i
soggetti interessati» e «della valutazione della realizzazione degli obiettivi programmati». Quest'organo collegiale garantirà
«l'esercizio coordinato delle fun zioni pubbliche in materia di
istruzione e formazione facenti
capo, rispettivamente, allo Stato,
alla Regione, alle Province ed ai
Comuni», secondo il principio di
«leale collaborazione e nel rispetto
dell'autonoma sfera dì competenze riconosciuta ai medesimi
Enti», assicurando, inoltre, «le necessarie azioni di monitoraggio».
Dell'organo collegiale faranno
parte, oltre la dott’Lucrezia Steliacci , direttore generale dell'Ufficio scolastico della Puglia, anche il dott. Ruggiero Francavilla
dell’Usr di Puglia; l'assessore
regionale alla Formazione professionale Marco Barbieri ; l'assessore regionale al Diritto allo studio, Domenico Lomelo; il dott.
Michele Lamacchia, presidente
Anci Puglia e la prof. Gianna La coppola, rappresentante Upi Puglia. Per il più efficace perseguimento delle proprie finalità, il
neonato collegiale potrà «avvalersi
di tutti gli strumenti di carattere
convenzionale
previsti
dall'ordinamento, compresa la
stipula di accordi e/o convenzioni
quadro» proprio per ottimizzare e
«raccordare l'esercizio delle rispettive competenze», promuovendo, nei .contempo, «la più efficace interazione tra Comuni,
Province ed istituzioni scolastiche autonome, secondo le linee di
indirizzo fissate dall'accordo del
19 agosto 2001».
Fly UP